Pagine di Russia – Festival letterario 5ª edizione

In il

pagine di russia festival letterario

Zar. Il padre, il padrone e le voci dal sottosuolo

MARTEDÌ 6 NOVEMBRE ORE 18.00
Centro Polifunzionale Studenti dellʼUniversità di Bari (ex Palazzo delle Poste)
«Sognai di essere zar, scià, khan, re…»: viaggio nella Russia di A.N. Radiščev
a cura di Bianca Sulpasso (Università di Macerata)

MARTEDÌ 6 NOVEMBRE ORE 19.30
Libreria Prinz Zaum (via Cardassi 93)
Sei slavisti in libreria: dialogo sulla letteratura russa contemporanea
con Marco Caratozzolo, Simone Guagnelli, Massimo Maurizio, Claudia Olivieri, Laura Piccolo, Bianca Sulpasso

MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE ORE 13.00
Aula Carofiglio (ex Facoltà di Lingue)
Leggere la città: il dialogo fra zar e folle in Cristo
a cura di Laura Piccolo (Università di Roma Tre)

MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE ORE 18.00
Centro Polifunzionale Studenti dellʼUniversità di Bari (ex Palazzo delle Poste)
«Hanno ammazzato mia madre, la Russia…»: lʼArcadia come sospensione della storia nellʼopera di Kropivnickij
a cura di Massimo Maurizio (Università di Torino)

GIOVEDÌ 8 NOVEMBRE ORE 18.00
Aula Magna, Palazzo Ateneo
Una vita per lo zar? Autocrazia e libertà nella Russia dellʼOttocento
a cura di Giuseppina Giuliano (Università di Salerno)

VENERDÌ 9 NOVEMBRE ORE 18.00
Centro Polifunzionale Studenti dellʼUniversità di Bari (ex Palazzo delle Poste)
Nati sotto un presidente (cresciuti sotto uno zar?)
a cura di Claudia Olivieri (Università di Catania)

VENERDÌ 9 NOVEMBRE ORE 20.00
Officina degli Esordi (via Trevisani)
Tradurre, tradire, travisare. Breve antologia della poesia russa tra i dialetti italiani (In memoria di Claudia Menga)
a cura di Simone Guagnelli (Università di Bari)
con Marco Caratozzolo, Giuseppina Giuliano, Simone Guagnelli, Anastasia Komarova, Giovanni Laera, Massimo Maurizio, Claudia Olivieri, Laura Piccolo, Bianca Sulpasso; accompagnamento musicale a cura di Giuseppe Liuzzi

SABATO 10 NOVEMBRE ORE 10.30
Chiesa Russa (c.so B. Croce 130)
Visita guidata

SABATO 10 NOVEMBRE ORE 17.00
Libreria Svoltastorie (via A. Volta 37)
«In un regno lontano lontano…»: favole sullo zar raccontate ai bambini
a cura dellʼAss. Raduga

SABATO 10 NOVEMBRE ORE 19.00
Libreria MilleLibri (via dei Mille 16)
La Russia oltre i confini: incontro con Semën Chanin
con Semën Chanin e Massimo Maurizio
accompagnamento musicale al violino a cura di Brigida Mattiace

DOMENICA 11 NOVEMBRE ORE 11.00
Villa Morisco (c.so Umberto I 51, S. Spirito-Bari)
A tavola con gli zar
Pranzo conviviale con interventi a cura di Marco Caratozzolo e Giuseppina Giuliano
evento a cura dellʼAss. Ciboacculturtarsi


“Bari e gli insediamenti rupestri” visita guidata al Santuario della Madonna della Grotta

In il

Venerdì 26 ottobre appuntamento con l’itinerario “Bari e gli insediamenti rupestri”. Visiteremo, accompagnati dal prof. Marcello Mignozzi, lo splendido Santuario della Madonna della Grotta immerso nel verde, il Santuario della Madonna della Grotta di Modugno è stato ricavato su una precedente grotta naturale, incastonata sul fianco sinistro di Lama Lamasinata, in direzione di Carbonara, oggi inglobata nel complesso monumentale duecentesco, gestito dai padri Rogazionisti. Scopriremo resti dell’antica chiesa con affreschi e pavimentazione a chiancherelle.

Info e prenotazioni telefonando o mandando un sms o whatsapp al numero 3403394708 o scrivendo a info@pugliarte.it indicando il numero dei partecipanti e un recapito telefonico. Costo: 10 euro

Punto d’incontro: Strada Madonna della Grotta, 3 – 70026 Modugno (Bari)


1ª Sagra della Brasciola a Bari vecchia

In il

1 sagra della brasciola

Il circolo Acli-Dalfino organizza in piazza Cattedrale la prima edizione della Sagra della brasciola con avvio visita guidata nella città vecchia con itinerario “gastronomia nelle Piazze in cui la brasciola è Regina“; soste in angoli caratteristici della nostra città vecchia ed inoltre sarà possibile vedere la Cappella gentilizia della famiglia Calò-Carducci in via S. Giovanni Crisostomo, dove vi è la comunità greco-ortodossa e dove darà il benvenuto Mons. Antonio Magnocavallo Rettore della chiesa.

IL PROGRAMMA:

20:15 – in piazza Cattedrale inizio Sagra della Brasciola. Condurrà la serata Lorenzo Belviso di Radio Popizz, con la partecipazione del gruppo musicale e folkloristico “U Sciaraballe” diretto dal Maestro Vito Guerra.

20:45 – distribuzione del mitico piatto della brasciola con sugo, panino ed un buon bicchiere di vino.

21:00 – 1° ospite d’onore, la piccola cantante barese Tracy Menga

21:15 – “Renatino sotto Zero” canzoni del grande Renato Zero

21:30 – 2° ospite d’onore Nicola Vitone

21:45 – balli di gruppo

22:10 – “Renatino sotto Zero” canzoni del grande Renato Zero

22:20 – balli di gruppo

22:30 – fine Sagra


“L’Antica città di Loseto” visita guidata alla scoperta di un paese molto antico

In il

antica citta di loseto

Sabato 13 ottobre appuntamento con l’itinerario “L’Antica città di Loseto”. Non si posseggono notizie precise intorno alle origini di Loseto, ma si tratta certamente di un paese molto antico. Si sa con certezza che nel XII° secolo esisteva già da un pezzo. A dimostrarne l’antichità, vi è anche il catalogo dei baroni sostenitori della Crociata in Terra Santa al tempo di Guglielmo il Buono (1189) dal quale risulta che dal luogo partirono per la crociata tre soldati e quattro inservienti.

Costo: 10 euro

Punto d’incontro: Via Mons. Jolando Nuzzi c/o supermercato

* Chiesa rurale di San Salvatore con affreschi
* Chiesa di San Giorgio
* Palazzo del Sedile
* Edicola rinascimentale

Come prenotare: Inviando una mail a info@pugliarte.it e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 3403394708 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono


“Molfetta e il suo mare, un profondo legame”, con visita del faro e del centro storico

In il

Molfetta e il suo mare un profondo legame con visita del faro e del centro storico

Sabato 13 ottobre vivremo l’esperienza “Molfetta e il suo mare, un profondo legame”, con visita del faro e del centro storico.

In occasione di questa visita guidata esperienziale, avremo la possibilità di visitare il Faro di Molfetta, uno dei più antichi della Puglia, attivato nel 1857.

Un simbolo per la città che rappresenta l’unione dei molfettesi con il mare e le tradizioni marinare. Guardare dal faro l’estensione dell’Adriatico e la città di Molfetta sarà un’emozione unica ed irripetibile.

A farci da cicerone, ci sarà il guardiano del faro, che parlerà di cosa voglia dire svolgere ancora oggi questo mestiere così antico e così affascinante ancora per molti.

Ascolteremo anche la testimonianza di chi nei fari ci è nato e vissuto negli anni 50′ e 60′!

Nella seconda parte della mattinata, incontreremo un pescatore che ci racconterà qualche aneddoto del suo mestiere e delle tradizioni religiose legate al mare.

Successivamente, entreremo nel labirinto di stradine del centro storico di Molfetta. Rimarremo affascinati dalle mura bianche che quasi sembrano rispecchiare le sfumature del mare create dal soffice vento che accarezza la città. Ed è qui che troveremo vive le tradizioni marinare che scandiscono le ore e il calendario dei molfettesi, in un connubio perfetto tra sacro e vita quotidiana.

Per concludere al meglio la mattinata, ci saluteremo con un’ottima degustazione tipica pugliese.

Questa attività è tratta dalle visite guidate esperienziali “I Fari di Tonino” in programma per il 2019

Programma
– ore 9.30, appuntamento al Duomo di San Corrado;
testimonianza: vivere nei fari negli anni 50′ – 60′;
– dalle ore ore 10:00 alle ore 11:00 circa, visita del faro a cura del guardiano;
– dalle ore 11:00 alle 12:30, visita guidata del centro storico di Molfetta e del Porto;
testimonianza: Molfetta raccontata dal Pescatore;
dalle ore 12:30 alle ore 13:00, degustazione di prodotti tipici pugliesi
Attenzione: il programma potrebbe subire variazioni

Per info:
info@pugliatasteandculture.com o 331 926 8874
Costo: 10 €

Prenotazione entro e non oltre il 6 ottobre inviando una email a booking@pugliatasteandculture.com inserendo i proprio dati.

Come effettuare la prenotazione e l’acquisto tramite bonifico:
1. dovrai inviare una email di prenotazione a booking@pugliatasteandculture.comentro il 6 ottobre;
2. dopo che avremo ricevuto la tua prenotazione, ti invieremo i dati del bonifico per procedere a effettuarlo massimo entro 5 gg lavorativi prima della data dell’evento;
3. successivamente dovrai inviare la distinta di pagamento tramite email a booking@pugliatasteandculture.com;
4. dopo aver ricevuto la tua email ti invieremo la conferma e i dettagli della visita guidata esperienziale.

Come effettuare la prenotazione e l’acquisto online:
dal sito potrai acquistare la visita guidata esperienziale anche 24 h prima;
alla ricezione della tua email e del pagamento ti invieremo tutti i dettagli.

Come effettuare la cancellazione:
E’ possibile effettuare la disdetta della visita guidata esperienziale come segue:
devi inviare una email entro 72 h prima rispetto alla data dell’esperienza per ricevere un rimborso al 100%.
Se ci comunicherai la disdetta entro 48 prima rispetto alla data dell’esperienza ti verrà restituito il 50%.
Non hai diritto a nessun rimborso se la disdetta dovesse arrivare 24 h prima.

Puglia Taste & Culture è vincitrice PIN, iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI e finanziata con risorse del FSE – PO Puglia 2014/2020 Azione 8.4 e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.


Visita Esclusiva alla mostra “Restauri in mostra: Archeologia Arte Architettura”

In il

Restauri in mostra Archeologia Arte Architettura

Sabato 29 settembre visita ESCLUSIVA alla mostra “Restauri in mostra: Archeologia Arte Architettura”. Allestita nella chiesa di San Francesco della Scarpa, parte integrante del complesso monumentale tardo rinascimentale, situata nella città vecchia, che ha ospitato per anni il laboratorio di Restauro. La mostra, che abbraccia un arco di tempo ampio dalla preistoria al novecento, è una occasione unica per scoprire il mondo dell’arte a tutto tondo.

Costo: 10 euro

Punto d’incontro: Via Pier l’Eremita, 25/b (Bari Vecchia c/o chiesa di Santa Chiara)

Come PRENOTARE: Inviando una mail a info@pugliarte.it e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 3403394708 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono.


A Giovinazzo, visita guidata alla scoperta del Palazzo Framarino dei Malatesta

In il

palazzo framarino dei malatesta giovinazzo

Sabato 22 settembre alla scoperta del meraviglioso palazzo della famiglia nobiliare Framarino dei Malatesta. APERTURA SPECIALE
Gli interni, a cui si accede da un’androne decorato, conservano ancora le caratteristiche essenziali dello stile neoclassico, i preziosi arredi richiamano questo stile; arazzi, numerosi ritratti di personaggi della casata, antiche armature ed armi caratterizzano le stanze e pitture con le storie della famiglia.
Costo: 12 euro
Punto d’incontro: Piazza Vittorio Emanuele c/o fontana
Come PRENOTARE: Inviando una mail a info@pugliarte.it e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 3403394708 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono


LA TIELLA E’ SAGRA, il sapore delle antiche cotture tra folklore e tradizione popolare

In il

la tiella e sagra putignano

Il sapore delle antiche cotture tra folklore e tradizione popolare

Il profumo della “tiella” avvolgerà il centro storico di Putignano il prossimo 15 settembre ricostruendo come per magia lo scenario di festa popolare degli anni passati con sapori autentici, ambientazioni, danze e musiche popolari.
Infatti, in piazza Plebiscito grazie alla complicità del fuoco, i suggestivi contenitori di terracotta celebreranno le cotture originali di pietanze rispettose delle antiche ricette pronte a deliziare anche i palati più esigenti in una cornice storica-folkloristica tra pizziche, tarante e melodie del territorio.
Il tutto per “rivivere” la piazza di un tempo, nel suo giorno di festa dove omaggiare il rito della ricorrenza semplice all’insegna della convivialità, significa vivere la naturale simbiosi dove il sacro incontra le tradizioni popolari.
Per l’occasione sarà possibile visitare la cantina detta “Du Capgruss”, aperta al pubblico in forma rievocativa, in quanto un tempo luogo di conservazione e commercio vinicolo nonché di ritrovo dei putignanesi dopo il lavoro. Letteralmente scavata nella roccia presso il signorile Palazzo Campanella, donato alla Chiesa di San Pietro Apostolo nel 1974, oggi grazie alla gentile concessione dell’arciprete Don Peppe Recchia, presso la suddetta cantina sarà possibile rivivere i momenti di svago di una volta con piccole degustazioni e animazione in vernacolo.

Programma a decorrere dalle ore 21:00:
degustazione pietanze cotte a fuoco in “tiella” (carni e ortaggi di stagione);
visita presso la cantina “Du Capgruss” con animazione a cura dell’associazione Puglia Bella;
visita alla Chiesa di San Pietro Apostolo
Tarantolart – Coreografie di danze popolari curate da Amalia Attorre;
Storie del Vecchio Sud folk – concerto musiche popolari.

Evento organizzato in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria SS. Addolorata grazie alla collaborazione tra l’omonima confraternita e l’associazione culturale trullando con il patrocinio del Comune Di Putignano.

Infotel: 3921676030


Visita guidata alla Torre Normanna di Rutigliano

In il

torre normanna rutigliano

In occasione della Festa del Santissimo Crocifisso sarà nuovamente aperto al pubblico il monumento simbolo di Rutigliano, la Torre Normanna! Le visite guidate si terranno venerdi 14 settembre dalle 19:00 alle 21:30 e sabato 15 dalle 19:30 alle 23:30. La prenotazione è obbligatoria. Vi aspettiamo numerosissimi!!!

Per info e prenotazioni potete contattare il numero 3209041603, oppure scrivere un’email all’indirizzo info@prolocorutigliano.it


La leggenda dei cunicoli, alla scoperta di Corato sotterranea

In il

cunicoli corato sotterranea

Chi non si è mai lasciato suggestionare dai racconti di una città dentro la città, dal fascino misterioso di vie e gallerie che, al coperto dalla luce del sole, intrecciano una tela inesplorata sotto il piano viario? A Corato la tradizione popolare (vox populi, vox Dei?) vuole che sia presente una fitta rete di gallerie che, sino all’800, metteva in comunicazione i conventi cittadini: un arcano mai stato risolto e che, per questo, è in grado di attirare la curiosità. Interesse che nel prossimo fine settimana potrà cominciare a trovare appagamento grazie a quattro turni di visite guidate in una porzione di cunicoli scoperta e messa in sicurezza due anni fa.

Che il tema sia caro ai coratini (e non solo) ne è dimostrazione l’attenzione che ha suscitato qualche anno fa la mostra (in seno al festival Verso Sud) intitolata “Memorie dal sottosuolo” o anche i ritrovamenti durante i lavori in piazza di Vagno e il Largo Abbazia. Sabato 1 e domenica 2 settembre ci sarà la possibilità di esplorare, con guide tecniche e speleologiche, una parte della galleria praticabile che da via San Benedetto, a pochi metri dal piano di calpestio, va verso corso Garibaldi.

L’attività rientra nel progetto Archeotour curato da Vivarch e dal Centro Studi Ambientali Terrae per il comune di Corato, inserito nel calendario dell’Estate Coratina e giunto alla quarta edizione.

Tutto è nato da un crollo

Tutto ha avuto inizio nell’aprile del 2016, quando un crollo della pavimentazione in basolato di Corso Cavour (all’intersezione con via San Benedetto) ha aperto uno spiraglio sul una rete di cunicoli. Pensando che potesse trattarsi del tanto atteso ritrovamento delle gallerie che secondo tradizione univano i conventi cittadini, concreto materializzarsi dei racconti dei più anziani e della memoria popolare, l’assessorato ai Lavori Pubblici, guidato da Luigi Musci, diede mandato allo speleologo Mimmo Lorusso di effettuare l’esplorazione dei cunicoli e il loro rilievo topografico.

I risultati dell’attività di ricerca hanno portato alla scoperta di un’antica rete di smaltimento delle acque pluviali (oggi definita “fogna bianca”) in perfetto stato di conservazione e, soprattutto, di funzionamento. Circostanza in grado di cooptare in breve termine l’attenzione del Politecnico di Bari, che ha approfondito il tema nella tesi di laurea in ingegneria civile del coratino Roberto Ferrante e che successivamente ha presentato il lavoro a un congresso internazionale in una pubblicazione scientifica (edita Springer) a firma dallo stesso Ferrante, del ricercatore ing. Ciro Apollonio e del prof. ing. Alberto Ferruccio Piccinni, ordinario di Costruzioni Idrauliche presso l’ateneo tecnico barese.

Da allora l’attività di ricerca sui cunicoli di Corato non si è mai interrotta, accompagnata da un’inesauribile curiosità. Al punto da riuscire ad organizzare una serie di visite guidate in sicurezza, preludio, al termine dell’estate, alla prosecuzione dei rilievi e dell’esplorazione.

Come partecipare: turni, orari, luoghi, attrezzatura e contatti

L’attività sarà svolta sabato 1 settembre (pomeriggio – primo turno alle ore 15:00) e domenica 2 settembre (mattina – primo turno alle ore 9:00). Per ciascuna delle due giornate saranno previsti due turni, composti al massimo da 15 persone. La durata stimata di ogni singola esplorazione guidata si attesta sui 75 minuti.

Entrambi gli appuntamenti sono gratuiti. Per info e prenotazioni (consigliate sino a due giorni prima dall’evento per evitare eccessivo affollamento) ci si può rivolgere all’associazione culturale “VivArch” telefonando al 339.2063223 (preferibile) o inviando, in alternativa, una mail a retevivarch@gmail.com.

L’attività, ideata dall’associazione Vivarch insieme con il Centro Studi didattica ambientale Terrae, sarà coordinata dal presidente Mimmo Lorusso, insieme con Roberto Ferrante e Girolamo Aliberti.

L’attrezzatura in parola si compone infatti di: stivali (sul fondo del cunicolo è infatti sempre presente acqua di falda o piovana), una tuta da metalmeccanico (se possibile, è auspicabile), un casco tipo edile, guanti, un frontalino da posizionare sul casco come punto luce (o in alternativa torcia).