“TOO MUCH esagerata(Mente)” mostra d’arte contemporanea

In il

too much esageratamente

MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA
TOO MUCH esagerata(Mente)
PALAZZO MARCHESALE – PINACOTECA FRANCESCO NETTI—SANTERAMO IN COLLE (BA)
Piazza Garibaldi, Santeramo in Colle, Italia
Promossa da OFFICINE STAND BY, A SANTERAMO IN COLLE (BA)
Vernissage ore 19:30 15 giugno 2018

finissage 7 luglio 2018

“In ogni tempo, ma specialmente nel nostro, il pensiero umano procede in questo modo: per esagerazioni .” (Federico De Roberto)
Ideata da Daniela Raffaele Clitorosso
curata da Massimo Nardi

In collaborazione con Danilo Cardascia, Annamaria Cacciapaglia
Testi in catalogo
Carmen De Stasio, Maurizio Brunialti, Liliana Bellavia, Daniela Raffaele Clitorosso
Patrocini
Regione Puglia – Città Metropolitana di Bari, Comune di Santeramo in Colle, Il Sito dell’Arte

ARTISTI:
AMEDEO DEL GIUDICE pittura – ANDREA SCHIFANO pittura – ANGELA LAZAZZERA pittura – ANGELA REGINA fotografia – ANNA DORMIO fotografia – ANNAMARIA NMR CACCIAPAGLIA disegno – ANTONELLA ZITO fotografia – ANTONELLA VENTOLA installazione – ANTONIO GIANNINI pittura – ANTONIO LAURELLI pittura – BEPPE LABIANCA installazione sagoma in ferro – CARLO MOLINARI pittura – DANIELA RAFFAELE CLITOROSSO installazione – DARIO AGRIMI fotografia installazione – ELVIRA FRACCALVIERI disegno – ENZO GUARICCI scultura – ERIKA GUASTAMACCHIA performance – FEDERICA CLAUDIA SOLDANI scultura – FLAVIA D’ALESSANDRO fotografia installazione – FRANCO ALTOBELLI installazione – FRANCO CORTESE scultura a muro – GIANNI DE SERIO video installazione – GIOVANNI CARPIGNANO scultura in ferro – GIUSEPPE VALENTINO disegno – GIUSEPPE VALLARELLI scultura creta – LAURA AGOSTINI video installazione + performance – KIMURA YUMICO scultura in vetro – LETIZIA GATTI fotografia – PAOLO DESANTOLI installazione – MASSIMO NARDI video installazione – MICHELE GIANGRANDE installazione – NATASCIA ABBATTISTA video foto + performance: live concert di Natascia Abbattista “DROZNA KURNAYEV” Stand by DROZNA KURNAYEVA (NATASCIA ABBATTISTLAVA – NIKOLA KUARTOV _ basso – NIKOLA MINECCIAV _ chitarra – ANDREJ RETTINOVIC _batteria) – PIERLUCA CETERA installazione – PIETRO DE SCISCIOLO scultura – SAMANTHA NUZZI illustrazione – VITO DIFILIPPO pittura – WALTER LOPARCO installazione
How much is too much?
“Too much” è una collettiva d’arte – ideata da Daniela Raffaele e curata da Massimo Nardi in collaborazione con Danilo Cardascia e Annamaria Cacciapaglia , promossa da Officine Stand by , con il Patrocinio della Città Metropolitana di Bari – rappresenta l’ultima (in ordine di tempo), ennesima, tappa di un viaggio alla scoperta delle imprevedibili possibilità espressive ottenute dal matching – – fra affermate personalità e talenti emergenti attivi del circuito dell’arte contemporanea . Il curatore Massimo Nardi, giova ricordarlo, non è nuovo ad esperienze di questo genere: le varie edizioni di “At Full Blast”, ad esempio, o la più recente collettiva “Infinite Time” proponevano già quell’intreccio di linguaggi e contaminazioni reciproche fra pittura, installazioni, videoarte, danza, scultura e performance. In questa collettiva si ripropone con altri artisti, nelle sale della Pinacoteca Francesco Netti e Pinacoteca “Don Tonino Bello” al Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle, un itinerario a spirale, un intreccio di stili e mezzi espressivi che tiene il punto, anzi spinge ancor più al limite le sperimentazioni.
“Too much”, insomma, vuole di più. Molto di più. “L’opera d’arte – sosteneva il premio Nobel per la letteratura Andrè Gide – è l’esagerazione di un’idea”. Non ci sorprende, quindi, scoprire quanta ricerca, quanta elaborazione (anche) teorica alimenti – come un torrente sotterraneo – la fertilizzazione incrociata delle opere esposte in questa collettiva.
“Too much” non ambisce ad ingabbiare il troppo, l’eccesso ma, viceversa, lascia che l’esagerazione debordi oltre quei confini che anche il mainstream contemporaneo impone allo spettatore, anche a quello più consapevole ed intellettualmente avvertito. Il tema certamente non è nuovo, anzi affonda le radici in un terreno profondo, quello delle convenzioni.
Il troppo, verrebbe da pensare, non è mai troppo. Nell’arte e nella cultura, ogni frattura, ogni eccesso è un atto di libertà.
Se non ci si scandalizza è un nuovo Credo: nel nome dell’arte, dello spirito …“Too much is not too much”.
Maurizio Brunialti – Sociologo
OFFICINE STAND BY – PALAZZO MARCHESALE – PINACOTECA FRANCESCO NETTI—SANTERAMO IN COLLE (BA) Piazza Garibaldi, Santeramo in Colle, Italia Palazzo Marchesale – Piazza Garibaldi
70029 – Santeramo in Colle (BA) tel. 080.3032674
eventi: eventi@officinestandby.it

INGRESSO LIBERO


“Il Tango che Abito” mostra personale di Stefania Iacobone a Santa Teresa dei Maschi

In il

il tango che abito mostra stefania iacobone

……..si dice che l’amore fa miracoli…..
Il Tango, studiato, appreso e ballato con amore,
mi ha attraversata con delicata invadenza,
ed ora abita me.
Adesso…… sono colore, luce, gioco e passione,
……. se questo non è un miracolo…..

PERSONALE DI PITTURA DI STEFANIA IACOBONE

Il giorno 9 giugno alle ore 18:30 speciale inaugurazione con
l’esibizione di tango Argentino dei maestri
Pietro Colella e Marina Tritto.

INGRESSO GRATUITO

VI ASPETTO


“Portrait & Landscape”: a Rutigliano mostra di Giuseppe Torello e Domenico Casadibari

In il

portrait e landscape mostra rutigliano

A cura della associazione culturale ContaminAzioni d’Arte e dell’Assessorato comunale alla Cultura e al Turismo, è in programma Domenica 3 Giugno alle ore 19.30 nel Museo Archeologico di Piazza XX Settembre, con ingresso libero, il vernissage della mostra di arte contemporanea «Portrait & Landscape» degli artisti Giuseppe Torello e Domenico Casadibari.

Interverranno il giornalista Gianni Capotorto e la docente di Storia dell’Arte Mariarosaria Colamussi.

La mostra sarà visitabile fino al 18 Giugno: dal Lunedì al Sabato, ore 18.30 – 22; Domenica, ore 10 – 12 e ore 19 – 21. Ingresso libero.


“Murgia mia” mostra fotografica di Pietro Amendolara

In il

murgia mia pietro amendolara mostra fotografica

“Sotto il segno di Mordi La Puglia”

PUGLIA MIA
30 foto di Pietro Amendolara

Il Comune di Capurso ha organizzato, “sotto il segno” e con il coordinamento operativo del network aggregativo “Mordi la Puglia”, una personale del fotografo Pietro Amendolara presso la sala eventi della “Biblioteca G. D’Addosio” (ubicata nella villa comunale accanto alla Basilica della Madonna del Pozzo).
Curatore di “Murgia mia” – questo il titolo della mostra, inserita nel cartellone comunale “La Primavera della Cultura” – è Michelangelo Romano.

VERNISSAGE
Avrà luogo giovedì 17 maggio, alle ore 19:30, con la conduzione del giornalista Vito Prigigallo, la presentazione della mostra da parte del curatore, l’intervento di Maria Caserta, presidente di MadeinMurgia.org e fiduciaria Mordi La Puglia per l’Alta Murgia, e la partecipazione dei seguenti produttori murgiani: Il Panettiere di Altamura, Forno San Nicola, Cece Nero di Cassano, Oleificio sociale di Cassano delle Murge, Caseificio Artigianale F.lli Derosa, Azienda Agricola Uovo Fortunato, Cantine Fiore, i quali saranno lieti di far conoscere i loro prodotti anche nella degustazione che seguirà.

GIORNI E ORARI DELLA MOSTRA
La mostra, che si avvale anche del patrocinio dell’ U.I.F. Unione Italiana Fotoamatori, resterà aperta fino a sabato 26 maggio nei seguenti orari:
Lun – Ven 9:00 – 12:30 | 16:00 – 19:30 || Sab 9:00 – 12:30

* La locandina è stata realizzata da Grafica Squeo di Giacomo Santorsola.


“Viaggio tra istinto e colore” mostra collettiva al Fortino Sant’Antonio

In il

Viaggio tra istinto e colore

“Viaggio tra istinto e colore” è una mostra collettiva di artisti italiani organizzata da Federico II Eventi e curata dal M° Miguel Gomez, direttore artistico di Bibart Biennale Internazionale di Bari e area metropolitana. Si tratta di una esposizione dedicata ad artisti capaci di raffigurare la realtà con assoluta libertà interpretativa, seguendo solo la potenza del proprio istintivo bisogno di comunicare.
Oggi più che mai assistiamo ad una globalizzazione della cultura grazie alle possibilità di intercomunicazione ed interdisciplinarità attuate dai moderni mezzi tecnologici, mentre l’arte visiva, che della cultura rappresenta l’aspetto più soggettivo, sembra ormai divenuta un qualsiasi prodotto che si deve adeguare alle leggi del mercato, l’arte si avvicina sempre più ad una globalizzazione economica e non culturale allontanandosi dal proprio linguaggio fatto di segni, colori, immagini, l’arte ha sempre costruito emozioni ed è stata il livello più alto del pensiero immaginativo. Questa mostra vuole reclamare il diritto di ogni artista a poter mantenere alta la capacità di raccontare la vita attraverso le emozioni e non attraverso un grafico di gradimento globale economico.
Al vernissage, giovedi 29 marzo alle ore 19.00, interverranno: Vinicio Coppola, Giornalista, Scrittore e Critico d’Arte e Miguel Gomez Direttore Artistico di Bibart, Biennale Internazionale d’Arte di Bari e area Metropolitana
Federico II Eventi sostiene Fondazione Alessandra Bisceglia WAle onlus.

INGRESSO LIBERO


“Le Mille e Una Nota, Arte su Tappeto Volante” mostra personale di Catia Cavone

In il

Le Mille e Una Nota Arte su Tappeto Volante mostra personale di Catia Cavone

MAST PRESENTA

“LE MILLE E UNA NOTA”
(Arte su tappeto volante)

ESPOSIZIONE D’ARTE TRATTA DALLA COLLEZIONE PRIVATA DELL’ARTISTA CATIA CAVONE
Dal 25 marzo all’8 aprile 2018

Sede centrale MAST via de Amicis, 31 (Bari)
Vernissage e welcome drink

L’artista barese Catia Cavone – dal 25 marzo all’8 aprile – sarà ospite della sede centrale del MAST-Recording Studio con una inedita esposizione d’opere per la rassegna “Le mille e una nota”.
Il vernissage e welcome drink si terrà domenica 25 marzo alle ore 19.00.
Con la premessa di un titolo così accattivante figlio della voluta e ricercata assonanza con la celebre raccolta di novelle orientali “Le mille e una notte”, l’artista introdurrà tramite personali creazioni quali opere su tela e sculture un momento d’intima riflessione sul concetto di colore come note, colore che secondo l’artista rivoluziona costantemente lo sguardo dell’osservatore rivolto all’arte.
Arte scevra da usuali definizioni e sterili categorizzazioni, arte che va oltre la figurazione e muta la sua sostanza attraverso l’esperienza sensoriale del fruitore, capace attraverso le sue fattezze di riportare alla mente luci, ombre, pensieri ma soprattutto suoni.
L’arte di Catia Cavone ha come obiettivo primario quello di ampliare l’esperienza sensoriale uditiva attraverso l’utilizzo dei colori caldi nel pieno della corrente di pensiero legata al concetto di sinestesia dell’arte figurativa. I colori che primeggiano in tele, nelle sculture e nei quadri dell’artista sono l’oro e il turchese:
“Sono colori pregni di un’identità, veri e propri stilemi della cultura artistica mediorientale” dichiara l’artista.
Tra le varie opere esposte si potranno osservare composizioni quali “Il pianeta della musica”, ideata per rendere omaggio al grande amore per la musica (soprattutto quella classica) da parte dell’artista.
Un tratto ulteriormente distintivo dell’arte di Catia Cavone sono le cornici, ispirate dall’amore per la manifattura orientale.
Saranno visibili al pubblico anche alcune installazioni quali “Il tappeto volante”, una libera interpretazione dell’iconico tappeto volante protagonista dei tanti racconti della tradizione fantastica araba.
L’artista, grafica pubblicitaria e pittrice, vincitrice del primo premio concorso “Solito posto|Solita ora – il bicchiere comune nell’era del 2.0” tenutosi alla Galleria Globalart di Bari, trasferitasi nel 2005 a Cannes, Côte d’Azur per accrescere le sue esperienze in campo artistico, torna a esporre nella porta d’oriente dell’Adriatico dal venticinque marzo all’otto aprile.

INFOTEL: 3297326330 – 080 5576599

Press release: Alceste Ayroldi direct, Adriano Cafagna.


«Lo Spazio e il Luogo» mostra personale dell’artista Matteo Lucente

In il

lo spazio e il luogo mostra matteo lucente

A cura della Associazione Turistica Pro Loco Rutigliano, in collaborazione con l’Assessorato comunale alla Cultura e al Turismo e il Gal del Sud-Est Barese, è in programma Sabato 24 Marzo alle ore 19, nel Museo Archeologico l’inaugurazione della personale di pittura «Lo Spazio e il Luogo» dell’artista Matteo Lucente.

La mostra resterà aperta la pubblico, con ingresso libero, fino a Domenica 1 Aprile.

Nato nel 1965, Matteo Lucente studia da autodidatta la invetriatura con tecnica Tiffany, il mosaico in vetro e la pittura.

Dopo l’esperienza con il gruppo «Eccentriche Visioni» si dedica agli studi musicali. Frequenta il Teatro dell’Impegno di Gino Locaputo e Brigida Forte, entrando in contatto con il lanternista Claudio Correale. Impara la tecnica della pittura su diapositiva, tecnica che approfondisce negli anni sperimentando diversi materiali. Appassionato di architettura del paesaggio.

Partecipazione a mostre:

Collettiva d’Arte con il gruppo Eccentriche Visioni – Rutigliano, 1985
Personale Circolo Arci Vittorio Bodini – Rutigliano, 2006
Collettiva d’arte – Noicattaro, 2007
Personale Ex Viri – Noicattaro, 2013
Selezionato per la Biennale RomArt – Roma, 2015
Selezionato per il GrifioArtPrize Premio Emotional Artist 2015
Selezionato per LiveArtRoma2016 – Roma, 2016
Personale Zone en friche e altri luoghi della mente – Rutigliano, 2016
Collettiva Amore in cornice – Torino 2016
Premio COMEL 2016, Artista selezionato con l’opera Opus pocus
Collettiva Visionari al castello – Rocca Imperiale, 2016
Collettiva Byron – Terni, ottobre 2016
Personale Lo spazio e il luogo – Bari, aprile 2017
Premio Marchionni 2017, Artista selezionato con l’opera Simone
Collettiva “ Mater acquae” – Gallipoli, ottobre 2017
COMUNE DI RUTIGLIANO

Città d’Arte – Città che legge

www.comune.rutigliano.ba.it

SABATO 24 MARZO

«Lo Spazio e il Luogo»

Personale di pittura dell’artista

MATTEO LUCENTE

Vernissage ore 19 – Museo Archeologico

Ingresso libero


TARAS, Taranto vuole vivere – Mostra fotografica all’Ex Palazzo delle Poste

In il

taras taranto vuole vivere mostra fotografica bari

Martedì 6 marzo presso l’Ex Palazzo delle Poste in piazza Cesare Battisti a Bari, ore 18:30, vernissage della Mostra Fotografica “TARAS”. Fotografie di Franco Sortini “Quartiere Tamburi”, Alessandro Capurso “TerraMare”, Valentina Spataro “Masseria Iorche”, Ferdinando Sapienza “Territorio tarantino”.
Intervengono:
Loredana Ficarelli Responsabile Scientifico del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari, Rocco De Franchi Assessore all’ambiente del Comune di Taranto, Franco Sortini Fotografo, Pio Meledandri Curatore d’arte.
La mostra sarà visitabile fino a venerdì 16 marzo.
Ingresso Libero


X° Concorso Internazionale Globalart 2018 – “Il Narcisismo e la capacità di amare e sapersi amare con semplicità”

In il

10 concorso internazionale globalart 2018 noicattaro

X° Concorso Internazionale Globalart 2018
“Il Narcisismo e la capacità di amare e sapersi amare con semplicità”
presso la GALLERIA d’ARTE GLOBALART Noicàttaro
Vernissage 4 Marzo ORE 19.00
Curatela dott.ssa Rosa Didonna
conduttrice dott.ssa Amalia Perrone
critici d’arte e letteratura Baronessa Elisa Silvatici Prof. Carlo Roberto Sciascia

Reading di poesia e narrazione declamate da Mariella Lestingi e Carmen Mezzapesa
Musica di Carlo Stragapede omaggio ai cantautori italiani voce e pianoforte e Nick Reale
fotografia di Piero De Mola – Partecipazione ColorataTV Vito Giuss Potenza
e del direttore artistico Radiomia Cinzia Tattini

Performance la Sibilla Fabula mistica di Rosa Didonna
musica inedita dei Jumpingthehole Jth ancella Giusi Allegretti
La fabula rappresenta ciò che viene narrato nel mimo della performance basandosi su tre elementi fondamentali, l’esordio, quindi la situazione che dà avvio scenico,la vicissitudini che costituisce l’argomento del “Narcisismo e la capacità di amare e sapersi amare con semplicità”, e infine la conclusione, in cui si giunge a una nuova situazione di equilibrio tra il naturale processo di invecchiamento e quello di sposare il sogno dell’eterna giovinezza cui narra la Sibilla Cumana. Lo svecchiamento rappresenta lo rispecchiarsi nel ricordo della giovinezza e la volontà di amarsi così come si è in realtà. La spiritualità altro è che figura storica del misticismo cristiano nel suo essere Sibilla. Figura parlante quasi un’istituzione, quando il mondo delle certezze medievali era lacerato, quando la fede diventa combattimento tradizionale di un migliaio di altri se stessi. Bruciando per amore di “ Altro “ cioè il “tutto e il nulla” il desiderio si racchiude con l’incontro con lo specchio, estasi di illusioni, trasporto di quella passione, che è la vita.

Artisti selezionati: Rocco Calabria ,Francesco Ardito, Joseph Dib Saade
Vincent Messelier,Tina Piedimonte, Larysa Sukova, Jorge Esquivelzeta
Alexander Chv, Sari Fishman, Fadhil Hussein, Donato Ungaro, Leonardo Serafini, Giò Nitti, Anna Mogavero, Mario Perrotta, Ciro Lupo, Olga Cucaro, Lucia D’aleo, Ketty Di Bari, Karel Stoop, Maria De Marzo Isabela Seralio, Aldina H Beganovic Todorovic, Rosa Guarino,Iula Carcieri, Leonilda Fappiano, Domenico Savoldelli, Sebastiano Plutino, Buscarino Giuseppe, Mariagrazia Ruggiu, Francesca Bice Ghidini, Biagio Michele Pisauro,Vincenzo Semeraro, Sasa Milivojev, Diego Iurilli,Vito Amati, Michele Vittorio Del Vecchio

17 MARZO ORE 19,00 Evento all’interno del concorso
Flamenco Musica Giovanni Ceresoli danza Giorgia Bartolo
Musica trattenimento Jumpingthehole Jth, Carlo Stragapede
La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo serata di premiazione
la giuria dott.ssa Amalia Perrone, Baronessa Elisa Silvatici , dott.Vinicio Coppola
Prof. Carlo Roberto Sciascia – dott.ssa Sabrina Delliturri, Radiomia Cinzia Tattini

Giunto alla X° edizione il concorso ha l’obiettivo di trattare una tematica estremamente attuale. Questo permette agli artisti di potersi ispirare guardando semplicemente tutto ciò che risulta essere il quotidiano.
C’è una sola forza capace di abbattere qualsiasi inno alla ragione: l’amore!
Qualsiasi sia la sua forma l’amore è l’unico sentimento capace di gestire consapevolmente, l’essere umano.
In qualsiasi forma l’amore si presenta che sia passionale, malato, morboso, familiare, dipendente, euforico, sincero, costruito ecc, esso è il motore che regola le scelte.
Il segreto per una buona riuscita sta. là dove l’essere deve avere il coraggio e la forza di non fare prevalere tutto il passato che condiziona sbarrando la vita come un turbine,Il miglioramento, viene sanato ed illuminato da una nuova consapevolezza, permettendo una trasformazione esistenziale rapida e profonda.
Capire se stessi è un’impresa difficilissima, in quanto la mente umana mette in pratica gli stessi procedimenti che l’inconscio applica nei sogni trasformando il proprio senso dell’”IO”.
Per poter comprendere e gestire le nostre emozioni, dovremmo imparare a correggere le nostre abitudine molte volte contorte e deformate con il quale viviamo normalmente nella routine quotidiana cercando scuse e credendo di essere nel giusto e nella verità. Il Narcisismo si può rivelare perverso con una lettura psicologica psicoterapeutica ma anche illusoria. La comprensione di cosa si ha in se, consente di giungere al messaggio racchiuso nell’inconscio, liberandone la grande forza innovatrice, fondamentale per fare quel cambiamento interiore necessario, affinché si possa raggiungere quel livello di benessere relazionale ed equilibrio interiore che si desidera.
Il tema del concorso indetto dalla Globalart quest’anno è proprio questo: “Il Narcisismo e la capacità di Amare e sapersi Amare con semplicità”in tutte le sue pendenze, e tutto ciò che è legato ad esso

I primi tre classificati di ogni sezione saranno invitati a realizzare una tri-personale presso la Galleria Globalart. Gli altri classificati (terzo, quarto, quinto e sesto) parteciperanno gratuitamente ad una collettiva che si svolgerà in date da definirsi.
Hai poeti sarà realizzato una serata evento specifica per loro

Per tutti i partecipanti selezionati, alla mostra: riceveranno un attestato compreso le performance, body painting e altro la loro partecipazione contributiva consiste nel finanziare l’evento in tutto ciò che comporta la buona riuscita dell’evento stampa ,locandine,inviti, giornali, pubblicazioni etc. Tutti i collaboratori, artisti, e altro si autofinanziano mentre per altre spese spedizioni etc sono a loro carico non hanno nulla a che pretendere dalla Globalart.

Rosa Didonna Art Director GLOBALART Cell.347/1843201 Tel. 080/4782863 – GLOBALART Via Ugo Foscolo, 29 – 70016 Noicattaro (BA)
info@globalartweb.org – www.globalartweb.org


ART NOUVEAU vernissage e talk artistico al Teatro Di Cagno

In il

Art Nouveau… non la solita zuppa. Una mostra di quadri di Ilaria Di Bari nel foyer del teatro e un talkshow artistico in cui prenderanno voce editori, musicisti, autori teatrali e attrici che interpreteranno alcuni brani di due spettacoli che andranno prossimamente in scena. Conduce Teresa Conforti (Dietro le Quinte – ANTENNA SUD)
Teatro Di Cagno giovedì 28 dicembre 2017.

L’evento è gratuito ma è gradita a prenotazione: 0805027439 – 3487632546