LEE “SCRATCH” PERRY in concerto a Molfetta

In il

lee scratch perry live eremo club molfetta

-LEE “SCRATCH” PERRY live set-
+after party Reggae Dancehall // Rock, Pop & more

la leggenda mondiale del Reggae e del Dub, collaboratore e produttore di Bob Marley, torna in Italia,e per la prima volta sul palco dell’ Eremo Club, per presentare dal vivo il suo nuovo album “Super Ape return to conquer”.

>>>Acquista Biglietti
*maggiori info: 3406156380

LEE SCRATCH PERRY – Bio

Leggenda della musica reggae, vincitore del grammy 2002 come miglior disco reggae, è una delle figure più importanti della musica giamaicana e mondiale, collaboratore e produttore di molti brani di Bob Marley e protagonista assoluto delle migliori uscite giamaicane e mondiali.
Lee “Scratch” Perry tornerà in Italia per presentare il nuovo album appena uscito “ Super Ape return to conquer ”

Con discendenze Yoruba, gruppo etnico con radici prevalentemente in Nigeria e Benin, Rainford Hugh Perry, il padre indiscusso del Dub, nasce il 20 marzo del 1936 a Kendal, Giamaica. Si avvicina alla musica vendendo dischi per il celebre Studio One, etichetta discografica di proprietà di Clement “Sir Coxone” Dodd, altro mostro sacro della produzione musicale dell’isola caraibica. Perry, non sa leggere e ne scrivere musica, ma il senso della musica è fuori dal
comune. Allo Studio One porterà gruppi come i Maytals di Toots Hibbert, registrerà una trentina di brani e molti altri che non gli saranno attribuiti seppure ne sia l’autore, ma in disarmonia con Dodd, lascia tutto per collaborare con altri produttori come Prince Buster e il leggendario Joe Gibbs, per il quale
inciderà la storica “I am the Upsetter“. Aggettivo ch’è un abito su misura per descrivere il genio e la follia di Lee Perry, tanto che non solo diventerà uno dei suoi tanti soprannomi, ma anche la denominazione di una delle sue più celebri etichette, la Upsetter Records e il nome della band residente.
L’iniziale line up del gruppo, altri non erano che i musicisti dei Gladdy’s All Star, band di Gladstone Anderson, pianista, tastierista e cantante Ska e Rocksteady scomparso nel 2015 all’età di 81 anni e ricordato anche per il successo avuto in Gran Bretagna con il brano “The Liquidator” del 1969.
Erano anni durante i quali Lee Perry con gli Upsetter, ispirandosi ai film western di Sergio Leone e Bruno Corbucci, sfornarono tre album che diverranno pietre miliari: “Eastwood Rides Again“, “The Good, the Bad and the Upsetters” e “Return of Django“. Quest’ultimo, nel novembre del 69 raggiunge il 5°posto nella top ten britannica, un risultato che varrà loro un tour europeo, diventando la prima band giamaicana ad esibirsi nel Vecchio Continente.
Alla turnée non prendono parte gli elementi dei Gladdy’s All Star, che saranno così sostituiti da Reggie Lewis alla chitarra, Glen Adams alle tastiere e pianoforte e i fratelli Carlton e Aston “Family Man” Barrett; batteria e basso che successivamente formeranno la sezione ritmica dei Wailers, ovvero Peter Tosh, Bunny “Wailer” Livingston e Bob Marley, rimanendo poi con quest’ultimo per il resto della carriera.
Tra il 69 e il 71 infatti, il trio inciderà singoli e album sotto la regia di Lee Perry, lavori nei quali la sua impronta sarà evidente e non solo musicalmente. Nacquero brani come Duppy Conqueror, Small Axe, Soul Rebel, 400 Years, Sun is Shining, canzoni che entreranno a far parte dei grandi classici del repertorio di Marley e Tosh.
Negli anni, saranno molti i personaggi che si alterneranno all’interno degli Upsetter, cantautori e musicisti del calibro di Max Romeo, Robbie Shakespears,
Sly Dunbar, Augustus Pablo, Bobby Ellis, Early “Chinna” Smith, ma è il 1973 l’anno in cui Lee Perry andrà a scrivere una delle pagine più importanti della
musica giamaicana, fondando il Black Ark Studio.

IL BLACK ARK STUDIO DI SCRATCH PERRY

Il Black Ark sarà uno studio registrazione intorno al quale orbiteranno molti fra i più grandi musicisti dell’isola passati poi alla storia, un luogo dove lo spirito creativo di Scratch Perry, esplose in tutta la sua fantastica follia, che certo non si è mai esaurita.
King Tubby, The Heptones, Pablo Moses, Augustus Pablo, Hugh Mundell, Meditation, The Congos, Gregory Isaacs e i già citati Wailers, sono solo alcuni
dei nomi approdati al Balck Ark, oltre ovviamente alle registrazioni dello stesso Perry con i suoi Upsetter.
Con strumenti all’inizio tutt’altro che all’avanguardia e l’utilizzo di suoni della natura, pianti di bambini, nastri mandati al contrario, microfoni seppelliti alle radici di alberi, vetri rotti, fino a muggiti e persino soffiando il fumo della ganja sui nastri, Lee Perry sviluppò e affinò il Reggae, diede vita al Dub e creò
quello che 20 anni dopo, sarebbe stato il “campionamento”.
Negli anni compresi fra il 73 e il 77, prima con gli Upsetter poi come solista, Perry firmerà una serie di album memorabili:”Cloack and Dagger“,”Double
Seven“,”Kung Fu Meets the Dragon“,”Super Ape“,”Roast Fish Collie Weed & Corn Bread” sono solo alcuni su un totale di 12 che l’artista giamaicano
registrerà in soli quattro anni.
Ancora nel 77, produce “Punky Reggae Party“, un singolo di Bob Marley con il quale il cantante traccia una linea parallela tra il movimento Punk degli anni
Settanta e quello Rasta, affini nel contrapporsi al sistema, anche se con mezzi e spinta differenti.
Ciò che porta il giamaicano a scrivere il brano, è la volontà di rendere omaggio al gruppo di Joe Strummer – indimenticato leader dei Clash – per la traccia n°12 del loro album d’esordio, “Police and Thief” versione dell’originale registrata nel maggio del ’76 al Black Ark, a firma di Junior Murvin e Lee Perry
Per quella cover, la band inglese sarà l’unico gruppo “bianco” a comparire tra le foto appese nelle pareti dello studio di registrazione di Perry, che per i Clash fu anche produttore del singolo “Complete Control” uscito nel settembre del 1977.
Storia vuole, che durante il periodo di collaborazione con i Wailers, Perry abbia mancato di chieder loro autorizzazione prima di venderne le opere, motivo per cui iniziò a circolare per mezzo mondo materiale non ufficiale e per il quale, agli autori ovviamente non arrivano i diritti. Molti anni più tardi Bunny Wailer, racconterà che quando appresero quanto stava accadendo, l’avrebbero voluto ammazzare.
Ma Lee Perry non lo si può odiare.
Neppure quando nel 1979, dopo essersi svegliato da un riposo pomeridiano, ricordando il sogno appena fatto, riempie i muri del Black Ark Studio con
scritte fatte a pennarello per poi appiccare un incendio, distruggendo centinaia di registrazioni di valore storico…oltre che economico.

THE SECRET LAB

Una fine che di certo non riguarda la carriera di Perry, poiché avvalendosi anche della collaborazione di personaggi come i Beastie Boys, Dub Syndacate o del produttore e ingegnere audio Neil Fraser, meglio noto come Mad Professor, continuerà a suonare pubblicando anche tre album all’anno e molti degni di nota.
“History Mystery Prophesy” ,”Mystic Warrior“,”From The Secret Laboratory“,”Spiritual Healing“,”Jamaican ET“, vincitore del Grammy nel 2003
come miglior album Reggae, fino ad arrivare all’ultimo,”The Super Ape Strikes Again“, messo in commercio il 27 novembre del 2015.
Da molti considerato il “Salvador Dalì della musica“, negli anni 90 si trasferisce in Svizzera dove vive tutt’ora con la seconda moglie Mirielle e i due figli, e
proprio pochi giorni dopo quella sua ultima fatica, a dicembre 2015 appare un suo post su Facebook: “Hello my fans, something very very sad happend”.
Perry spiegherà di aver dimenticato di mettere fuori una candela e come il vecchio Black Ark, anche il Secret Lab Studio finisce tra le fiamme e con lui –
scrive ancora sul social – «L’intera collezione di una vita, l’arte, i miei cappelli magici, i miei stivali magici, tutte le mie attrezzature, i costumi per gli
spettacoli, libri, musica, cd, tutto andato!».
E’ la storia che si ripete e proprio come in passato, appena il tempo di spegnere il fuoco e Scratch era già in tour, esattamente come adesso.
In turnée da primavera, altre date lo attendono a ottobre in Canada e Stati Uniti, alla veneranda età di 81 anni.


ANTONIO DIODATO in Concerto a Molfetta – “Adesso” Club Tour

In il

antonio diodato adesso club tour molfetta eremo club

Eremo Club presenta:

Diodato (Carosello Records)

🔘 CHI È
Antonio Diodato esordisce nel 2010 e il suo primo singolo, Ubriaco, è subito in rotazione u MTV New Generation. La sua cover di “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andre è colonna sonora di Anni Felici di Daniele Lucchetti. Nel 2014, da nuova proposta, la sua Babilonia trionfa al Festival di Sanremo: Premio della Critica, seconda nella categoria, con Mina che lo elogia pubblicamente sulla stampa.

🔘 IL 2018
A Rockit, Diodato ha concesso un’esclusiva intervista sul suo esordio tra i big a Sanremo, al fianco di Roy Paci, con il brano Adesso. Sul palco porteranno l’energia delle orchestre popolari, l’amicizia coronata al Primo Maggio di Taranto e addirittura il genis, un flicorno contralto, un ottone utilizzato prevalentemente nella pratica bandistica e jazz. Con la promessa di tornare “a guardare il cielo”.

🔘 Eremo Club
S.P. Molfetta-Giovinazzo Km. 779
(Uscita Cola Olidda)

📞 Info: 3407225770


NEK, MAX PEZZALI e FRANCESCO RENGA in Concerto al Palaflorio di Bari – Tour 2018

In il

Arriverà a Firenze il 20 febbraio del 2018 al Nelson Mandela Forum di Firenze il “Max Nek Renga, il tour“: Max Pezzali, Nek e Francesco Renga insieme saranno protagonisti nei palasport delle principali città italiane.

A tre mesi dalla prima data del tour- che parte il 18 gennaio al Pala Arrex di Jesolo  (Venezia) – sono già stati venduti oltre 50mila biglietti per il tour. A grande richiesta si aggiungono 9 nuove date a questo tour che si prospetta esplosivo, in cui Max, Nek e Renga interpreteranno per la prima volta a tre voci i piu’ grandi successi delle loro straordinarie carriere.

Ecco tutte le date del tour: 18 gennaio al Pala Arrex di Jesolo – Venezia (data zero);  20 gennaio all’Unipol Arena di Bologna;  22 gennaio al Brixia Forum di Brescia; 25 gennaio all’RDS Stadium di Genova; 26 gennaio al Pala Alpi Tour di Torino; 29 gennaio all’Adriatic Arena di Pesaro; 31 gennaio al Pala Sele di Eboli (SA); 1 febbraio al Pala Partenope di Napoli (nuova data); 3 febbraio al Pal’Art Hotel di Acireale (CT); 4 febbraio al Palasport di Reggio Calabria (nuova data); 12 febbraio al Pala Bam di Mantova; 16 febbraio all’Arena Spettacoli Padova Fiere di Padova; 20 febbraio al Nelson Mandela Forum di Firenze; 21 febbraio al Modigliani Forum di Livorno (nuova data); 4 e 6 aprile al Pala Lottomatica di Roma (nuove date), 11 aprile al Pala Florio di Bari (nuova data); 19 e 20 aprile al Mediolanum Forum di Assago – Milano (nuove date).

>>>Acquista Biglietti


ALESSANDRO MANNARINO in Concerto a Bari – “L’impero crollerà” Tour 2018

In il

ALESSANDRO MANNARINO
“L’IMPERO CROLLERÀ”
IL NUOVO CONCEPT TOUR

>>>Acquista Biglietti

Dopo l’uscita del primo album dal vivo “Apriti Cielo Live”, nato sulla scia di un tour da oltre 100mila paganti, dal 23 marzo MANNARINO è pronto per ritornare al suo pubblico con “L’IMPERO CROLLERÀ”, un nuovo concept tour.

“Qualunque sia il tuo Impero, ovunque si trovi, qualsiasi nome abbia,
ci deve essere da qualche parte un suono che lo farà crollare”

Ancora una volta, dopo un tour legato all’uscita di un album, MANNARINO si ritaglia uno spazio live di sperimentazione. “L’IMPERO CROLLERÀ” nasce proprio da questa esigenza. MANNARINO, artista eclettico e coraggioso, torna sul palco con un nuovo concept pensato per una dimensione “più intima” e per offrire uno spettacolo inedito al pubblico che continua a seguire la sua evoluzione.
La parola impero è presente in varie canzoni. È un simbolo ma anche una metafora; è quel luogo immaginario e distopico che fa da sfondo a molte delle sue storie. Con questo tour sarà come entrarci dentro, sentirne i suoni e le voci.

“L’IMPERO CROLLERÀ” arriverà nei principali teatri italiani: DATA ZERO – 23 marzo Fermo (Teatro dell’Aquila), 26 marzo Firenze (Teatro Verdi), 29 marzo Padova (Gran Teatro Geox), 30 marzo Genova (Teatro Carlo Felice) 31 marzo Parma (Teatro Regio), 5 aprile Milano (Teatro degli Arcimboldi), 8 aprile Roma (Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia), 10 aprile Bari (TeatroTeam), 12 aprile Catania (Teatro Metropolitan), 16 aprile Napoli (Teatro Augusteo), 24 aprile Bologna (Teatro EuropAuditorium), 27 aprile Brescia (Gran Teatro Morato), 28 aprile Torino (Auditorium Giovanni Agnelli), 2 maggio Trieste (Politeama Rossetti).

Biglietti in esclusiva presale Vivo Club dalle ore 10.00 di giovedì 23 novembre.

Le prevendite saranno in vendita dalle ore 10:00 di venerdì 24 novembre online su TicketOne (www.ticketone.it) e dalle ore 10:00 di lunedì 27 novembre in tutti i punti vendita e su tutti i circuiti autorizzati.

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Con il 2017 e l’uscita dell’ultimo album di inediti “Apriti Cielo”, Mannarino ha conquistato un pubblico ancora più ampio. L’album certificato disco d’oro, ha superato i 15 milioni di streaming su Spotify.

Mannarino ha ottenuto anche la Targa Faber (già Premio alla Carriera), prestigioso riconoscimento, che verrà ritirato sabato 25 novembre al Teatro Italia di Gallipoli.

Il tour è prodotto da VIVO CONCERTI in collaborazione con VIGNAPR.

CALENDARIO:
Venerdì 23 e giovedì 24 marzo 2018 // Fermo (FM) @ Teatro dell’Aquila – DATA ZERO
Lunedì 26 e martedì 27 marzo 2018 // Firenze @ Teatro Verdi
Giovedì 29 marzo 2018 // Padova @ Gran Teatro GEOX
Venerdì 30 marzo 2018 // Genova @ Teatro Carlo Felice
Sabato 31 marzo 2018 // Parma @ Teatro Regio
Giovedì 5 e venerdì 6 aprile 2018 // Milano @ Teatro degli Arcimboldi
Domenica 8 aprile 2018 // Roma @ Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Lunedì 9 e martedì 10 aprile 2018 // Bari @ TeatroTeam
Giovedì 12 aprile 2018 // Catania @ Teatro Metropolitan
Venerdì 15 aprile 2018 // Catanzaro @ Teatro Politeama Mario Foglietti
Lunedì 16 e martedì 17 aprile 2018 // Napoli @ Teatro Augusteo
Domenica 22 e lunedì 23 aprile 2018 // Roma @ Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Martedì 24 aprile 2018 // Bologna @ Teatro EuropAuditorium
Venerdì 27 aprile 2018 // Brescia @ Gran Teatro Morato
Sabato 28 e domenica 29 aprile 2018 // Torino @ Auditorium Giovanni Agnelli
Mercoledì 2 maggio 2018 // Trieste @ Politeama Rossetti
Venerdì 4 maggio 2018 // Assisi @ Teatro Lyrick
Sabato 5 maggio 2018 // Firenze @ Teatro Verdi
Martedì 8 maggio 2018 // Bologna @ Teatro EuropAuditorium


FRANCESCA MICHIELIN in Concerto a Bari – Tour 2018

In il

Francesca Michielin live domenica 8 aprile 2018
DEMODE CLUB Via dei Cedri, 14 – Modugno (Bari)
>>>Acquista Biglietti

Francesca Michielin ha annunciato un nuovo tour che la vedrà impegnata nei club di tutta Italia nella primavera del 2018. La cantante infatti si esibirà per un totale di 14 date a partire dall’anteprima della tournée, prevista per il 16 marzo 2018 a Parma.

Inoltre, proprio oggi l’interprete di “Vulcano” ha dichiarato che il 17 novembre verrà pubblicato un nuovo singolo, intitolato “Io non abito al mare”, che anticipa l’uscita del prossimo album dell’artista, prevista per il 12 gennaio 2018. Il brano è stato scritto dalla stessa Francesca in collaborazione con Calcutta.

Le date dei concerti:
16 marzo Parma, Campus Industry – ANTEPRIMA
17 marzo Milano, Fabrique
23 marzo Torino, Concordia
24 marzo Brescia, Gran Teatro Morato
25 marzo Bologna, Estragon
27 marzo Trento, Audiorium S.ta Chiara
28 marzo Roncade (TV), New Age
31 marzo Catania, Land La Nuova Dogana
5 aprile Perugia, After Life
7 aprile Maglie (LE), Industrie Musicali
8 aprile Modugno (BA), New Demodè
12 aprile Roma, Teatro Quirinetta
14 aprile Napoli, Hart
15 aprile Firenze, Viper Theatre


ALBERTO BIANCO in Concerto a Conversano – “Quattro” Tour

In il

BI4NCO • QU4TTRO TOUR

Dopo tre dischi, centinaia di concerti e gli ultimi due anni passati in giro per i palchi di tutta Italia con Niccolò Fabi, Bianco riprende i panni di cantautore e torna con il suo quarto album.

QU4TTRO, questo il titolo, uscirà venerdì 19 gennaio per INRI ed è, nelle parole del suo autore: “un disco che parla di amicizia. Amicizia tra due uomini, tra uomo e donna, tra due amanti, tra una donna e un barbagianni, tra madre e figlia. Amicizia tra musicisti, tra strumenti musicali, tra cambiamento e tradizione. Parla di medici, di comici, di bestie innamorate, di autogol e di grandi camminate. Di fabbrica, di anni 90 e anche di canne e di imbarchi.”Registrato alSuperbudda Studiodi Torino e prodotto da Marco Benz Gentile, QU4TTRO è stato anticipato dal brano Felice, la “mosca bianca” del disco, un ritorno leggero e spensierato accompagnato da un lyric video su spot finlandesi anni Ottanta: una boccata d’aria fresca prima della rincorsa verso gli appuntamenti del 2018 dell’artista.

“Sono nato a Torino negli anni ottanta quando Torino era ancora e soprattutto la città della Fiat e dell’Industria. Questa città l’ho osservata per anni dalla provincia, quella in cui sono cresciuto e vivo tutt’ora.
Da questa prospettiva non è difficile comprendere perchè mi son messo a scrivere canzoni. Ascoltavamo l’America… davvero! Frusciante, Fink e i dischi di Lanegan. Ho consumato gli album dei Tre Allegri. Ho sognato di suonare con i Medusa… e l’ho fatto. Poi chitarrista e autore nella mia prima band – i Malibu Stacey – e un concerto tutto mio, chitarra e voce, da Giancarlo ai Muri. Tra il pubblico Dade dei Linea 77. Nelle corde della mia chitarra c’erano già Amiamole e Splendidi. Il mio viaggio è iniziato così nel 2011, il primo aprile – ironia della sorte! – quando insieme sono nati Nostalgina, il mio primo disco, e INRI, l’etichetta che oggi conoscete in moltissimi.
Io sono Alberto Bianco. Per gli splendidi solo Bianco”

>>>Acquista Biglietti


GIOVANNI LINDO FERRETTI in concerto a Molfetta – “A cuor Contento” Tour

In il

Eremo Club presenta:

Sabato 7 aprile 2018
Giovanni Lindo Ferretti
? in concerto “A cuor contento”

? TICKET
Fee: 15 € + dp (prevendita) / 18€ (botteghino)
>>>Acquista Biglietti

? LIVE
Ferretti torna a raccontarsi esclusivamente con le canzoni del suo repertorio solista e quelle dei CCCP Fedeli alla linea e Consorzio Suonatori Indipendenti, con una nuova scaletta che comprende anche qualche brano tratto da “Saga, il Canto dei Canti”, ultimo album pubblicato da Sony Music. Sul palco con lui, come nei tour precedenti, due fedeli compagni di viaggio: Ezio Bonicelli e Luca A. Rossi, entrambi componenti degli Üstmamò, ad assicurare alle canzoni una nuova – e fedele allo stesso tempo – veste elettrica.

? BRANI IN SCALETTA
Le cose cambiano – Narko$ – Tomorrow – Mi ami? – Oh! Battagliero – Curami – And the radio plays – Pons tremolans – Amandoti – Inch’ Allah Ca va – Madre – Annarella – Radio Kabul – Polvere – Cupe vampe – Del mondo – Guardali negli occhi – Brace – Guerra e pace – Barbaro – Per me lo so – Depressione caspica – Irata – Ombra brada – Emilia paranoica – Spara Jurij

? Eremo Club
S.P. Molfetta-Giovinazzo Km. 779
(Uscita Cola Olidda)

? Info: 3407225770


“Panini Tour Up! 2018” – Torna a Bari il grande appuntamento con le figurine

In il

panini tour up 2018 bari

Arriva sabato prossimo 7 aprile a Bari il grande appuntamento con il “Panini Tour Up! 2018”. La grande iniziativa promozionale per il lancio della collezione “Calciatori 2017-2018” dà appuntamento ai fan delle figurine presso la filiale del Banco di Napoli di Piazza Luigi di Savoia n°16. Il tour Panini, infatti, si arricchisce quest’anno della partnership con il Gruppo bancario, con riferimento anche nel nome al nuovo “XME Conto Up!” che la banca dedica agli under 18. Collezionisti piccoli e grandi potranno misurarsi con i giochi a premio delle “Figuriniadi”, mentre coloro che avranno completato l’album potranno ricevere il timbro ufficiale. Per partecipare a questi eventi sarà possibile registrarsi online – sul sito www.paninitourup.it – per garantirsi l’accesso oppure direttamente presso la filiale interessata dal Tour fino ad esaurimento disponibilità. Sarà possibile seguire le varie tappe del “Panini Tour Up! 2018” sul sito internet www.calciatoripanini.it, la pagina Facebook “Calciatori Panini”, il canale YouTube della collezione oltre al feed Twitter ed al profilo Instagram “Figurine Panini”. Il “Panini Tour Up! 2018” ha toccato ben 30 città in tutta la penisola, per un totale di 42 giornate evento.

La collezione “Calciatori 2017-2018” comprende quest’anno 746 figurine di grande formato su giocatori e squadre di Serie A TIM e Serie B ConTe.it, oltre alla presenza di Serie C, Serie D e Serie A Femminile. Il maxi-album di 128 pagine ha una copertina caratterizzata dall’immagine di un pallone tenuto da due mani e contenente le foto di top players del campionato in corso. Sul fronte delle figurine sono riportati come di consueto i principali dati anagrafici e calcistici di ogni giocatore, mentre sul retro dei calciatori di Serie A TIM e Serie B ConTe.it sono pubblicate notizie curiose e spunti storici sulle squadre e sui grandi campioni del calcio italiano. Confermate le sezioni “Film del Campionato”, sui protagonisti e i momenti salienti della stagione dall’inizio fino ai verdetti finali, “Calciomercato – L’Originale”, in collaborazione con il noto programma di Sky Sport HD, e “Figurine in carriera”, in cui sono illustrate le carriere complete dei 440 calciatori presenti in figurina sull’album per le squadre di Serie A TIM. La collezione è anche accompagnata dalla grande operazione “Calciatori Gol!”: all’interno delle bustine è possibile trovare dei buoni-premio con la scritta “Hai Vinto”, che consentono di ricevere subito in edicola 1 o 3 bustine speciali “Calciatori Gol!”.

Partner strategico della collezione “Calciatori 2017-2018” è il gruppo Intesa Sanpaolo. La partnership, oltre alla realizzazione congiunta del “Panini Tour Up! 2018”, è caratterizzata da un’importante presenza all’interno dell’album e da due grandi iniziative promozionali: con la sottoscrizione di “XME Conto Up!” – il nuovo conto corrente a canone zero per i minori di 18 anni – si riceve in regalo un album “Calciatori 2017-2018” e 500 figurine, oltre a poter vincere un pallone da calcio.


LE VIBRAZIONI in Concerto a Bari – Club Tour 2018

In il

Prenderà il via al Vox Club di Nonantola, in provincia di Modena, il prossimo 23 marzo, il tour attraverso il quale la ritrovata band guidata da Francesco Sarcina presenterà dal vivo il proprio nuovo album in studio, “V“, la cui pubblicazione è prevista dopo la partecipazione del gruppo al prossimo Festival di Sanremo.

Le Vibrazioni, che sul palco del Teatro Ariston presenteranno al pubblico l’inedito “Così sbagliato” – che sarà ovviamente incluso nel nuovo lavoro, proseguiranno poi le attività dal vivo il 3 e 4 aprile al Teatro Quirinetta di Roma, il 5 aprile alla Casa della Musica di Napoli, il 6 aprile al Demodè Club di Bari, il 12 aprile al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), il 13 aprile al Teatro Golden di Palermo, il 14 aprile al Land di Catania, il 19 aprile all’Auditorium Flog di Firenze, il 20 aprile al Phenomenon di Novara, il 24 aprile al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI): i biglietti per gli appuntamenti dal vivo del gruppo – tornato in attività con la propria formazione originale completata, oltre che dal frontman, da Stefano Verderi alla chitarra e alla tastiera, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria – sono disponibili da lunedì 15 gennaio, sulla piattaforma Ticketone.


POPULOUS live a Molfetta

In il

populous live molfetta

Populous live alla Cittadella degli Artisti

Sul palco con Populous, Gianluca Grazioli, vincitore della call di Music: Control.

Ticket: € 10 (più diritti di prevendita)
>>>Acquista Biglietti

A seguire After Party GRATUITO nell’area bar a cura di RICKY ERRE LOVE

LIVE:
Populous

Quinto appuntamento di Music: Control in Cittadella, il format dedicato alle band emergenti e promosso da La Cittadella degli Artisti, Scapesteatro Laboratorio Urbano, Teatro Kismet, Area Metropolitana e Associazione Microsolco.

Attivo dall’inizio degli anni 2000, Populous è l’alias (indie)elettronico di Andrea Mangia, musicista e producer di Lecce la cui cifra stilistica si caratterizza da sempre per un gusto hip hop post-Boards Of Canada nell’intendere varie latitudini del pop, da quello strumentale sciolto nel glich e nel folk a quello tinto nella r’n’b e nello shoegaze.

Quipo, esordio del 2002, inaugura un sodalizio con Morr Music che durerà quasi tutto il decennio, periodo in cui il cuore pulsante della musica elettronica e quello del producer salentino evolvono di pari passo da sperimentazioni di stampo glitch a quelle in area folktronica/abstract-hop fino a naturali ricongiungimenti con un portato “indie” inteso nel senso più agrodolce e nobile del termine. Nel secondo album Queue For Love, Andrea matura una personale via bucolico-pop-tronica circondandosi ospiti importanti – DoseOne dei Clouddead (My Winter Vacation) e Matilde Davoli degli StudioDavoli (Bunco, Clap Like Breeze), la chitarra di Jukka Reverberi dei Giardini di Mirò (Hip-Hop Cocotte) e quella di Antonio Gaballo (Drop City) – e ispirandosi tanto ai ritmi di Prefuse 73, quanto all’approccio di Four Tet, contraddistinguendo cioé il sound sia con campionamenti 60s e 70s, sia con un’elettronica di casa Warp ma con un gusto tutto casalingo nel produrla.

Drawn In Basic, del 2008, rappresenta dunque l’affondo nelle rotondità del dream pop e nei sintetizzatori di Raymond Scott, un disco a doppia firma Populous e Short Stories, ovvero il newyorchese Michael McGuire, che inaugura anche una modalità d’intendere l’indietronica che proseguirà, negli anni Dieci, con i duo Life & Limb (sempre con McGuire) e Girl With A Gun (con Matilde De Rubertis degli Studio Davoli). Dell’album, inoltre, esiste anche una versione composta di remix – Drawn In Basic Remixed – cartina tornasole dei numerosi legami e apprezzamenti ricevuti dal producer: da Martyn a Opiate, fino ai ragazzi del Lower End Theory e della label Brainfeeder come Teebs, producer con il quale in ballo c’è l’idea di produrre un disco che viene successivamente abbandonata per questioni di salute.

Dopo una pausa forzata di sei anni, Mangia torna ad utilizzare l’alias Populous in Night Safari, un lavoro che sigla una rinascita artistica per il producer, scriviamo in sede di recensione, oltre che un rinnovato approccio negli arrangiamenti e nella progettualità. L’hip hop di sempre, da astratto, si è ingrossato di bassi e 808, i campionamenti, numerosi e provenienti dalla discoteca del padre, sono ora un portato pan-africano di un manipolo di producer italiani come Digi G’Alessio/Clap! Clap! e dj Khalab che già parlano, di comunità. I sintetizzatori, dalle spazialità warpiane passano alla psichedelia di James Holden e a quella di Caribou (Dead Sea), mentre l’elettronica del sogno trova nuovi abiti pop grazie alle voci di Cuushe (Fall) e Iokoi. In dialettica con il Tayi Bebba di Clap! Clap!, il lavoro punta a una personale visione world elettronica, tra una buona dose di ritmi esotici tagliati con mentalità hip hop e qualche episodio concentrato sulla melodia, spaziando da drum programming e sincopati in zona Mad Decent/Diplo fino alla francia degli AIR o il japan pop.

L’ideale e coerente seguito arriva tre anni più tardi con Azulejos, dove il discorso world è proseguito ma le coordinate sono spostate al Portogallo e per estensione al sud America precolombiano. Il risultato è un’orgia di cumbie e reflussi di elettronica più smaccatamente europea che si compenetrano senza soluzione di continuità; è un ripensamento votato al clubbing di una OST targata Age of Empires, con un groove a tratti proprio irresistibile – pensiamo ad Alala e Caparica – e anche il pezzone più poppy che lo scorso giro era Fall ha qui il suo degno erede (Cru). Il tutto è sempre virato in una chiave pop tanto furbetta quanto – come ne scriviamo in recensione – innegabilmente riuscita e coinvolgente.

OPENING:
Gianluca Grazioli

AFTERPARTY:
RICKY ERRE LOVE

Dj e producer pugliese, artisticamente nasce agli inizi degli anni ‘90 e la sua musa ispiratrice è Cesare Tripodo, “dj Trip”. Avendo vissuto l’era del vinile, nei suoi set di musica elettronica mescola in maniera eclettica più generi musicali, creando un sound dal sapore old school. La mancanza di barriere sonore gli consente di dare vita ad un film musicale ogni volta diverso e coinvolgente, caratterizzato da contaminazioni, house, dub, afro, disco e funk. Ricky ha suonato nei maggiori clubs italiani: Divinae Follie e Jubilee; Link e Doc Show a Bologna; Underground City e Fixx a Pescara; Atlantide, John Lennon e Party in the Wood in Abruzzo; Domus a Perugia; è protagonista nei “The Flame Parties” al Merendero, Clorophilla, Villa Renoir, Nautilus,Dolium, Theorema Disco, Celler, Butterfly, Zenzero, Wasabi. Nel 2004 approda alle serate della moda milanese (Milano Collezioni @ Jacaranda Studio) e a Parigi dove suona come guest all’Opus e alla Villa. Ha partecipato ai festival Hormonika, Heart Bit, Moog Festival, Guendalina LoveFestival, Stardust, eventi di musica elettronica che hanno visto la presenza di numerosi djs di fama internazionale. E’ stato scelto tra i musicisti pugliesi per partecipare al “Mama/Free Style Music”, progetto che affianca e completa l’opera “Il Terzo Paradiso” dell’artista Michelangelo Pistoletto. Ricky nel 2011 fonda l’etichetta discografica Metroklang Records e dà alla luce il suo primo vinile “Barduloso” (2011) Alla fine del 2012 sale alla ribalta internazionale con “Press For Two”: realizzata in collaborazione con il dj cileno Aldo Cadiz, la traccia esce sulla prestigiosa label Desolat ed è strasuonata da Loco Dice. Dopo aver suonato nell’agosto 2013 al “Privilege” di Ibiza, il mese successivo Ricky ci regala, in collaborazione con Aldo Cadiz, il suo primo Album di 11 tracce sull’etichetta tedesca Beatwax, intitolato “A Long Young Trip”. Caratterizzato da un groove deep e ipnotico, l’album si arricchisce anche di calde e viaggianti melodie che rendono questo progetto davvero particolare. Nell’estate 2014 Ricky suona nuovamente come guest ad ibiza presso “Destino Tox Club” proponendo un sound ricercato e di classe. Nel mese di settembre del 2015 sarà ambasciatore della musica Pugliese nel mondo con un tour in Uruguay, Cile e Argentina intitolato “A Long Young Trip” e supportato da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale. Subito dopo ci sarà l’uscita del suo ultimo vinile con Aldo Cadiz intitolato “Ultra Thing” su Wavetech Limited. Nel 2016 produce con l’artista tedesco Yapacc (Perlon) “Jeatstream” sulla label berlinese Lucidflow. Ricky è ideatore e organizzatore dell’evento“Pasquetta in Love”, dedicato ai musicisti e ai djs più noti del panorama regionale, accompagnati da artisti internazionali ed oggi continua a lavorare su diverse produzioni discografiche e porta avanti i progetti OOF, MAMA, ZOUK e METRO AREA in differenti location pugliesi, inoltre ha creato “Metroklag Dept.”, un dipartimento musicale con una dj school e corsi di audio e musica elettronica indirizzati ai giovani del territorio.

Nell’area bar Mostra Fotografica a cura di Puglia Rock, magazine fotografico-musicale nato nel 2011 grazie alla passione di Fabio De Vincentiis.
Gli occhi e le parole sono quelle di fotografi e reporter appassionati di musica, pronti a guardare, scattare, scrivere e descrivere i live più belli degli artisti ospitati in ogni parte della regione.

PARTNER DELL’EVENTO > MURGIAFEST

INFO:
tel. 3395726593
lacittadelladegliartisti@gmail.com