IVª edizione del corteo storico Terlizzi Libero Feudo

In il

terlizzi libero feudo 2018

Si terrà a Terlizzi il 21 e 22 luglio la quarta edizione di Terlizzi Libero Feudo.

Evento Organizzato dall’Ass.ne Terlizzi Libero Feudo in collaborazione con PRO LOCO, Auser Insieme, Comitato feste Patronali Maria SS. Del Rosario di Terlizzi, con il Patrocinio del Comune di Terlizzi, Comitato Feste Patronali Maria SS. Di Sovereto e Ass.ne BailaConMigo da Terlizzi.

PROGRAMMA:

Giorno 21 luglio

ore 19:00 inaugurazione mostra fotografica – Scatti ed Atmosfere dal ‘700 presso la Pinacoteca Michele di Napoli in Corso Dante, 09 a Terlizzi;

ore 19:30 inizio del convegno dal titolo emblematico “Il Riscatto” con:

Giada Del Re – Presidente dell’Associazione Terlizzi Libero Feudo e direttore artistico

Franco Dello Russo – presidente Pro Loco UNPI Terlizzi

Ninni Gemmato – Sindaco di Terlizzi

Lucrezia Chiapparino – Assessore alla cultura Comune di Terlizzi

Gerardo Strippoli – componente Consiglio Regionale Unpli Puglia.

Giorno 22 luglio

Ore 17:30 riapertura sino alle ore 21:30 della Mostra Fotografica “Scatti ed Atmosfere dal ‘700 – presso Pinacoteca M. De Napoli in Corso Dante, 09 a Terlizzi (BA);

Ore 19:00 partenza da viale Roma e nei pressi della scuola elementare Don Pietro Pappagallo Corteo Storico che percorrerà le principali vie cittadine (Viale Roma – Corso Vittorio Emanuele – Piazza IV Novembre – Via Rutigliani – Corso Dante – Piazza IV Novembre e rientro)

Ore 21:00 rientro del corteo storico.

Ore 21:30 Spettacolo teatrale a cura delle Ass.ne Terlizzi Libero Feudo – Ode a Terlizzi interpretata dall’attrice Giulia Paparella a seguire spettacolo Folklorico a cura dell’Ass.ne La Murgia Don Vito Palattella

Ospiti dell’evento :
Associazione i figuranti San Nicola di Bari,
Associazione la Murgia Don Vito Palattella da Noci
Musici e timpanisti dell’Associazione Civitas Mariae da Capurso.Evento Gratuito


Paolo Rossi e Vincenzo Costantino Cinaski al MAT laboratorio urbano

In il

paolo rossi cinaski mat terlizzi

Paolo Rossi e Vincenzo Costantino Cinaski al MAT laboratorio urbano
Il 13 luglio una serata speciale con lo spettacolo “Storie di giorni dispari”, un po’ recital e un po’ concerto, con dentro i racconti di due vite a confronto. Sul palco con il pianista Mell Morcone.

Metti una sera a teatro Paolo Rossi e Vincenzo Costantino Cinaski, due nomi di spicco del teatro e della poesia più ispirata, il 13 luglio al MAT laboratorio urbano di Terlizzi.
Con “Storie di giorni dispari”, spettacolo originale di e con Paolo Rossi e Vincenzo Costantino Cinaski, i due, accompagnati dal pianoforte di Mell Morcone, ci lasciano entrare in una stanza dei ricordi, un po’ recital e un po’ concerto, con dentro i racconti di due vite a confronto.

“Storie di giorni dispari” è uno spettacolo basato sulla sintonia dei protagonisti sul palco e un canovaccio che, come la vita, si riempie di persone, aneddoti e canzoni: memorie che si distendono attraverso gli angoli nascosti e le strade di una Milano poco conosciuta e richiamata dai ricordi condivisi di “Kowalski” e “Cinaski”. Da qui nascono gli aneddoti e le storie, tra matrimoni e funerali, nascite e incontri, nella tradizione del miglior cabaret d’autore, con canzoni di autori quali Gianmaria Testa, Enzo Jannacci, Dario Fo. E anche una ballata dei Pogues.
Storie di giorni dispari è messo in scena all’insegna dell’improvvisazione e di una strada percorsa tra emozioni poetiche: Paolo Rossi e Vincenzo Costantino oggi sono vicini di casa a Milano e continuano a macinare i sogni, a spacciare l’attimo e ad andare sottopelle ma senza prendersi troppo sul serio.

Nato nel 1953 a Monfalcone, milanese d’adozione, a quarant’anni dal suo esordio come attore con il maestro Dario Fo in “Histoire du Soldat” (1978), Paolo Rossi è un attore che ha raccontato con la maschera della commedia la prosa scenica e le stagioni della politica italiana degli ultimi trent’anni, affrontando i temi della coscienza civile e politica del paese con un’intelligenza ed energia comica fuori dal comune, appoggiandosi su autentici pilastri culturali come i classici greci e il testo stesso della Costituzione Italiana.

Alla fine degli anni ’80 si impone sulla scena con uno stile personale e riconoscibile con gli spettacoli “Recital” e “Chiamatemi Kowalski”, nel 1992 approda alla televisione con “Su la Testa” su Rai 3, una trasmissione che fa epoca.
Nel 2007 ha cantato al Festival di Sanremo “In Italia si sta male (si sta bene anziché no)” di Rino Gaetano; a partire dal 2008 si dedica con nuovo slancio alla ricerca per un nuovo Teatro Popolare, attraverso soprattutto un capillare lavoro laboratoriale condotto in diverse città italiane.
Il suo ricco curriculum spazia dai club ai grandi palcoscenici, dal teatro tradizionale al cabaret, dalla televisione al tendone da circo: ovunque ha proposto il suo personale modo di fare spettacolo che, pur immergendosi nelle tematiche contemporanee, non prescinde dall’insegnamento dei classici antichi e moderni, da Shakespeare a Molière, dalla Commedia dell’Arte a Brecht.

Vincenzo Costantino, nasce a Milano il 1964. Il suo soprannome, ispirato dalla poesia di Bukowski, lo segue dall’adolescenza.
Cinico e sensibile, egocentrico e distaccato, alticcio e lucido, amabile e provocatorio. Poeta narratore ed interprete, ha liberato la poesia dai libri per regalarla al palco e alla voce.
La sua poesia vestita di musica entra nei bar, nelle osterie e anche nei teatri coraggiosi, dovunque ci siano orecchie e occhi incontaminati dalla distrazione. Vincenzo Costantino Cinaski ha saputo promuovere un nuovo modo di fare poesia, una poesia più vicina al pubblico e contaminata dai suoni, dalla voce e dalla musica. Molti lo conosco per le importanti collaborazioni con Vinicio Capossela, Simone Cristicchi, Bobo Rondelli e altri.

Dopo aver animato per 5 anni i lunedì notturni dei Milanesi con la banda del Caravanserraglio, esperienza di interazione delle arti e dei mestieri, comincia una lunga attività di recital dal vivo nei luoghi più disparati del paese portando storie, poesie all’insegna della potabilità e della condivisione. Cinaski ama tanto scrivere quanto leggere e numerosissime sono le sue performance di letture musicate in giro per l’Italia con la complicità di diversi compagni di Viaggio iniziando dallo stesso Capossela, con il quale nel 2009 pubblica “In clandestinità” (Feltrinelli). Marcos y Marcos ha pubblicato “Nati per lasciar perdere” (2015) e “Chi è senza peccato non ha un cazzo da raccontare” (2010).


“JUMP” a Terlizzi la 4° edizione del Festival Internazionale di Graffiti e Cultura urbana

In il

jump festival graffiti terlizzi

Il Festival Jump è uno dei festival di graffiti più importanti in Italia. Quest’anno ritorna il 9 e 10 Giugno a Terlizzi per confermare il successo ottenuto negli scorsi anni. Non solo graffiti ma anche dj set, contest di Break dance, esibizioni di Skaters e tante altre sorprese.

Il Festival Jump si propone come contenitore, culturale e sociale, mirando all’aggregazione giovanile, in due giorni dedicati a creatività, musica, sport e attività ludiche.

2 giornate dedicate all’arte

100 writers provenienti da molti paesi europei e dall’Italia

2000 mq di superficie a disposizione

2300 spray da utilizzare per le creazioni artistiche

2500 persone coinvolte

Sara presente il Team FARDAMATTI con una rampa skate 11×6 metri con esibizioni di Skate, BMX e Roller!


1° Raduno Ferrari a Terlizzi

In il

raduno ferrari a terlizzi

1° Raduno auto Ferrari Città di Terlizzi (Bari)

Domenica 2 giugno, in occasione della giornata Help for Felice, vi aspettiamo a partire dalle ore 10:00 in viale Roma a Terlizzi. Sarà possibile fare un giro in Ferrari dando un contributo, inoltre vi sbalordiremo con una magnifica sorpresa, una meravigliosa Ferrari appartenuta al commendatore Enzo Ferrari che arriverà direttamente da Maranello (Modena). Non mancate!

 


“Corsa degli Angeli” a Terlizzi corsa-pedalata amatoriale

In il

corsa degli angeli terlizzi

Domenica 20 Maggio alle ore 09:00, da Largo Plebiscito (la piazza antistante la Chiesa dell’Immacolata) partirà la “Corsa degli Angeli”, una corsa ed una pedalata amatoriale non competitiva di circa 6 km.

La manifestazione è alla sua Terza Edizione, organizzata dai donatori di sangue della Fidas di Terlizzi, per far conoscere sempre di più l’importanza della donazione del sangue e commemorare le giovani vite spezzate. Quest’anno è un grande evento, che vede la collaborazione di una vera rete di associazioni presenti sul territorio e che si fonde con la ormai classica biciclettata primaverile di Puliamo Terlizzi, che promuove la mobilità sostenibile e il territorio.

Ad organizzare insieme alla Fidas la manifestazione patrocinata dal Comune di Terlizzi, ci sono anche le Guardie Ambientali d’Italia, il presidio Libera di Terlizzi, l’associazione Torre Normanna, Planet Gym e media partner PDL Comunicazione & Eventi. Solidarietà, legalità, sostenibilità ambientale e cultura, attraverso lo sport, come strumento di condivisione e di tutela della salute lavorano insieme affinché si comprenda che l’avvicinarsi al dono del sangue è un grande atto volontario di generosità, che credere nel bene di tutti e nella cura del proprio territorio e del proprio corpo sono di fondamentale importanza per poter vivere una vita piena e dare una prospettiva maggiore a chi verrà dopo di noi.

È questo che ha spinto i donatori di sangue della Fidas Terlizzi e le associazioni presenti sul territorio ad organizzare questo evento, a collaborare in rete affinché tutti i partecipanti siano portavoce di questo messaggio. I donatori ci danno l’esempio e tocca a noi seguirlo. Tutti insieme, in bicicletta o a piedi, e ad attendere all’arrivo a Cesano il magnifico scenario di Notti Medievali per scoprire il piacere della rievocazione, delle ricostruzioni per conoscere la vera storia della nostra terra, del piacere di stare insieme e condividere un’esperienza.

Ci si potrà iscrivere recandosi ai banchetti organizzati dalle associazioni col seguente calendario:
– da lunedì 7 a sabato 12 maggio, dalle 19.00 alle 21.00 presso Largo Plebiscito 1 (piazza antistante la Chiesa dell’Immacolata);
– domenica 13 maggio dalle 19.00 alle 21.00 presso il Chiostro delle Clarisse (Piazza Cavour);
– lunedì 14 maggio dalle 19.00 alle 21.00 presso Largo Plebiscito 1;
– da martedì 15 maggio a venerdì 18 maggio dalle 19.00 alle 21.00 presso il Chiostro delle Clarisse;

QUOTE D’ISCRIZIONE:
Adulti € 5,00
Bambini € 3,00
Al momento dell’iscrizione verrà consegnato il kit di gara che comprende:
1. pettorale numerato;
2. sacca, maglietta e cappellino;
3. bottiglietta d’acqua (da ritirare prima della partenza);
4. ticket d’ingresso a Notti Medievali per la giornata del 20 maggio;
5. assicurazione.


NOTTI MEDIEVALI 2018 a Terlizzi, il programma completo dell’evento

In il

notti medievali terlizzi 2018

V EDIZIONE – 2018

La V edizione di Notti Medievali è un tributo al mondo della falconeria e alla passione di Federico II di Svevia per la caccia con il falcone, l’arte nobile per eccellenza del cavaliere medievale.
Attraverso una serie di performance teatrali, spettacoli di falconeria, spettacoli di giullari e musici, ricostruzioni storiche di accampamenti, scuderie, zone di caccia e di vita medievale verranno rievocati gli aspetti fondamentali del più importante e affascinante trattato di falconeria di tutti i tempi, scritto dalla stessa mano dell’Imperatore, ovvero il “De arte venandi cum avibus” – “Sull’arte di cacciare gli uccelli”

Armati, scienziati, poeti, matematici, giuristi e uomini della corte attendono l’arrivo imminente dell’Imperatore nel complesso medievale di S. Maria di Cesano dove i padroni di casa sono gli ormai storici monaci del priorato benedettino, ricostruito anch’esso per l’occasione.

Pronti per catapultarvi nel XIII Secolo?

PROGRAMMA:

SABATO 19 MAGGIO

19.00 L’ARRIVO DELL’IMPERATORE
Spettacolo di apertura – V edizione

19.20 MUSICI NEL BORGO
Menestrelli e musici a corte

19.40 I RAPACI DEL FALCONIERE
Spettacolo di falconeria alto volo

20.15 UN GIOCOLIERE A CORTE
Spettacolo di giocoleria

20.30 ALLARME NEL BORGO
Duello d’arme

20.45 DISPUTA TRA SAPIENTI: CRISTIANI, EBREI E SARACENI
Spettacolo teatrale

21.00 I SARACENI NEL REGNO
Esibizione musicale

21.20 FESTA A CORTE
Gran spettacolo con musici, giocolieri, sputafuochi, danzatrici saracene e poeti della scuola siciliana

21.45 IL PROMESSO FALCONIERE
Spettacolo teatrale con dimostrazione di volo di rapaci notturni

22.15 LA GIOSTRA DI SICILIA
Concerto con musici e giullari siciliani

22.45 UN SOGNO RICORRENTE: IL POTERE E LA NOBILTA’
Spettacolo teatrale

23.00 CAROLE SOTTO LA LUNA
Spettacolo di danza

23.30 CHIUSURA COMPLESSO MEDIEVALE

DOMENICA 20 MAGGIO

10.00 Celebrazione Santa Messa

11.00 Apertura complesso medievale

11.15 Arrivo ciclisti e podisti “Corsa degli Angeli”

11.30 Vita a corte
Alla scoperta del borgo con rievocatori, falconieri, armati e giochi medievali

12.00 Torneo di arcieria storica

13.00 Chiusura complesso medievale

13.15 A pranzo con l’Imperatore
Banchetto medievale con spettacolo interattivo c/o Villa Cappelli – POSTI LIMITATI

17.00 L’ARRIVO DELL’IMPERATORE
Spettacolo di apertura – V edizione

17.20 MUSICI NEL BORGO
Musici e menestrelli a corte

17.40 I RAPACI DEL FALCONIERE
Spettacolo di falconeria alto volo

18.15 UN GIOCOLIERE A CORTE
Spettacolo di giocoleria

18.30 ALLARME NEL BORGO
Duello d’arme

18.45 DISPUTA TRA SAPIENTI: CRISTIANI, EBREI E SARACENI
Spettacolo teatrale

19.10 I SARACENI A PALERMO
Esibizione musicale

19.30 IL PROMESSO FALCONIERE
Spettacolo teatrale con dimostrazione di volo di rapaci notturni

20.00 FESTA A CORTE
Gran spettacolo con giullari, musici, sputafuochi, danzatrici saracene e poeti della scuola siciliana

20.30 LA GIOSTRA DI SICILIA
Concerto con musici e giullari siciliani

21.00 UN SOGNO RICORRENTE: IL POTERE E LA NOBILTA’
Spettacolo teatrale

21.20 DANZE E SAGITTARI
Spettacolo teatrale con arcieri e danzatrici saracene.

21.45 CAROLE SOTTO LA LUNA
Spettacolo di danza

22.30 CHIUSURA COMPLESSO MEDIEVALE


Semi di Cittadinanza – VII° Festival per la Legalità

In il

semi di cittadinanza festival per la legalita terlizzi

Giunge alla sua VII edizione il Festival per la legalità, la kermesse annuale promossa dall’“Associazione Festival per la Legalità Città Civile”, che arricchirà la primavera di Terlizzi nel mese di maggio con quattro imperdibili appuntamenti presso il Chiostro delle Clarisse.

Insieme a personalità di spicco della scena pubblica, si dialogherà su temi di particolare interesse sociale stimolando curiosità e riflessioni in uno spirito di aggregazione e condivisione.

⭕ La serata d’apertura, il 4 maggio, è dedicata a “Venti anni di Avviso Pubblico”, una rete di enti locali che concretamente si impegnano per promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile, in virtù di un’amministrazione trasparente. Parteciperà il coordinatore nazionale di Avviso Pubblico Pierpaolo Romani.Tra i relatori parteciperanno il sindaco di Bari, nonché presidente Anci , Antonio Decaro e il primo cittadino di Bitonto Michele Abbaticchio , nonché vice presidente di avviso pubblico. Inoltre sarà presente anche il coordinatore di Libera Puglia Mario Dabbicco.

⭕ Super ospite Piercamillo Davigo , presidente della II sezione penale presso la Corte Suprema di Cassazione, che incontrerà i cittadini in data 18 maggio per discutere di “Legalità e Costituzione”. Ad affiancarlo durante l’intervento saranno Piero Ricci, presidente dell’ordine dei giornalisti della Puglia, e Pino Gesmundo, segretario regionale Cgil Puglia.

⭕ All’insegna della memoria storica, la sera del 24 maggio vedrà protagonista Giovanni Fasanella, giornalista e saggista italiano che in passato ha lavorato al quotidiano l’Unità, poi a Panorama per dedicarsi in seguito esclusivamente alla scrittura, al cinema e alla tv. Presenterà il suo libro “Il puzzle Moro” ( Casa Editrice Chiarelettere ), ripercorrendo la tragica vicenda sull’omicidio del leader DC attraverso l’analisi di documenti inglesi e americani desecretati.

⭕ A chiudere il Festival il 26 maggio, la convention su “Legalità e Antropocene”, organizzata grazie al contributo degli studenti del Polo liceale Fiore-Sylos Terlizzi nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro Progetto Scuola Di Cittadinanza Terlizzi . Interverrà, En Dolci, figlio di Danilo Dolci, il Gandhi della Sicilia, ovvero sociologo, poeta, educatore e attivista della non violenza. Si discuterà delle complessità dell’epoca in cui viviamo, nella quale all’essere umano e alla sua attività sono attribuite le cause principali delle modifiche territoriali, strutturali e climatiche. Parteciperanno anche il dott. Abele Longo della Middlesex University di Londra e la Prof. Roberta De Luca del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Terracina.

La VII Edizione del Festival per la legalità ha ricevuto i patrocini di Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Terlizzi, Libera Puglia, Associazione Nazionale Magistrati , CGIL Bari, Avviso Pubblico e Gal Fior D’Olivi.

Partecipazione libera e gratuita.


Festa della Madonna di Sovereto 2018 – Il programma

In il

festa madonna di sovereto terlizzi 2018

IL PROGRAMMA:

Lunedì 16 aprile

Ore 14: Diana di apertura per i festeggiamenti a devozione dell’impresa edile Francesco Caldarola e figli, a cura della Pirotecnica Tecnoshow Molfetta.

Apertura Concattedrale e richiamo dei fedeli alla venerazione della sacra icona di Maria SS. di Sovereto

Omaggio floreale del Comitato Festa Patronale a Maria SS. di Sovereto, con la partecipazione del complesso bandistico V. G. Millico e della Bassa Musica Città di Terlizzi

Ore 18 e 30: Lancio di bombe a devozione dell’impresa funebre De Palma per salutare l’inizio della solenne processione

Partenza dalla Concattedrale della sacra icona di Maria SS. di Sovereto con la partecipazione del complesso bandistico V. G. Millico e della Bassa Musica Città di Terlizzi

Ore 19 e 30: Celebrazione della SS. Messa in Concattedrale

Lunedì 23 aprile

Ore 7; 8: Celebrazione SS. Messe in Concattedrale

Ore 8: Spettacolare diana di apertura della festa a devozione dell’impresa edile Fox-Ristò di Michele Volpe, a cura della Pirotecnica Tecnoshow di Molfetta

Giro per le vie cittadine del complesso cittadino Gisonda e della Bassa musica Città di Terlizzi

Ore 9:30: Solenne Messa Pontificale celebrata da S.E. Mons. Domenico Cornacchia, Vescovo della Diocesi, animata dal coro Jubilaeun diretto dal Maestro Fabio D’Amato, con la partecipazione del Clero, del Sindaco Dott. Ninni Gemmato e della Civica Amministrazione, del Comitato Festa Patronale, delle autorità civili e militari, delle confraternite, delle associazioni di volontariato e dei fedeli tutti.

Ore 11: Lancio di bombe a devozione dell’impresa edile di Francesco Contabile, a cura della Pirotecnica Tecnoshow Molfetta

Ore 11 e 10: Piazza Don Tonino Bello, lancio di palloni aerostatici a devozione della Farmacia Gemmato e dell’impresa funebre Humanitas di Sigrisi Antonio

Partenza dalla Concattedrale della Solenne Processione di Maria SS. di Sovereto, con la partecipazione di S.E. Mons. Domenico Cornacchia, Vescovo della Diocesi, del Clero, del Sindaco, della Civica Amministrazione, del Comitato Festa Patronale, delle autorità civili e militari, delle confraternite, delle associazioni di volontariato e dei fedeli tutti.

Ore 11:30: Al passaggio in Piazza Cavour, la sacra icona di Maria SS. di Sovereto la soprano Vita Clara Piccinininno si esibirà nell’Ave Maria di Caccini

Ore 13: Arrivo della sacra icona di Maria SS. di Sovereto alla Chiesa di Santa Maria della Stella

Ore 13 e 15: Lancio di palloni aerostatici a devozione della ditta New Electricity Srl Impianti Elettrici e del Poliambulatorio Gibimed

Ore 13 e 30: Zona Chicoli, spettacolo pirotecnico a devozione dell’impresa edile Costruzioni De Chirico e del Comitato Festa Patronale

Ore 13 e 40: Partenza della Sacra Icona di Maria SS. di Sovereto dalla Chiesa di Santa Maria della Stella per il Santuario di Sovereto

Ore 15 e 15: L’arrivo della Sacra Icona di Maria SS. di Sovereto sarà salutato da un lancio di bombe a devozione dell’Azienda Avicola Cataldi e Caffetteria Sprite

Ore 16: Apertura fiera presso il Borgo di Sovereto e intrattenimento pomeridiano con artisti di strada

Ore 19: Accensione luminarie a cura della Ditta Luminarie Cipriani

Ore 19 e 10: Esibizioni di “body flying” di Marinella Turturro, Francesca Palmiotto, Alessandra Rubini e Valentina Carone a cura di Dna Danza

Ore 19 e 30: Esibizione del collettivo musicale Skanderground

Ore 21 e 30: Spettacolo pirotecnico a devozione del Comitato Festa Patronale e della cittadinanza tutta, a cura della ditta Pirotecnica Tecnoshow Molfetta di Cagnetta Collins e De Candia Mino.

Mercoledì 25 aprile

Ore 10: Apertura mercatino autoproduzione “A mano”

Ore 19: Accensione luminarie a cura della Ditta Luminarie Cipriani

Ore 19: Esibizione della Fanfara della sezione terlizzese dei Bersaglieri guidata dal bersagliere Michele Lamparelli e diretta dal Maestro Salvatore Campanale


Giovinazzo Rock Festival 2018: al via il Grf Contest

In il

Giovinazzo Rock Festival 2018

Giovinazzo Rock Festival: al via il Grf Contest
Tredici finalisti e quattro eventi per decretare i vincitori

Erano più di 100, alla fine sono rimasti in 13. Sono i finalisti del Grf Contest che, a partire dal 14 aprile, si contenderanno i tre inviti in palio per l’edizione 2018 del Giovinazzo Rock Festival, la kermesse musicale giunta alla19esima edizione i cui dettagli saranno resi noti a breve. Dopo un’articolata selezione, a cui si sono candidati più di 100 progetti musicali provenienti da tutta Italia, la giuria del Grf ha emesso il proprio verdetto, annunciando anche il calendario delle quattro serate finali, al termine delle quali verranno decretati i vincitori.

Si parte sabato 14 aprile dal “Brillo Parlante” di Giovinazzo, sul cui palcoscenico si esibiranno Lorenzo Di Deo, Redja e Mun. Si prosegue sabato 5 maggio alle “Officine Culturali” di Gravina in Puglia. Nella città murgiana suoneranno Elektrojezus, Ivas e Mòrrìgan. Venerdì 11 maggio a “Hastarci” di Trani invece toccherà a A Violet Pine, Brauns e Misga. L’ultima tappa del contest è invece è in programma sabato 19 maggio al laboratorio urbano “Mat” di Terlizzi con Gianluca Grazioli, Bytecore, Genf e La Gabbia.

I finalisti sono in prevalenza pugliesi, ma non mancano band provenienti da altre regioni (Campania, Abruzzo, Lombardia e Emilia). Molto vari sono anche i generi musicali, che spaziano dal rock, al pop, passando per elettronica e folk. La classifica finale sarà stilata in base ai giudizi della giuria tecnica ma anche alle preferenze del pubblico presente. La parola passa quindi al palcoscenico: il Giovinazzo Rock vi aspetta.

L’elenco dei finalisti del Grf Contest
Lorenzo di Deo (Ortona – Ch) – pop
Redja (Cerignola) – rock psichedelico
Mun (Bari) – alternative rock
Elektrojezus (San. Michele Salentino) – elettro-rock
Ivas (Salerno) rock psichedelico/post-grunge
Mòrrìgan (Latiano)
A Violet Pine (Barletta-Bergamo-Milano) post rock/shoegaze/new wawe
Brauns (Andria) rock/elettro rock/funk
Misga (Andria) pop
Gianluca Grazioli (Foggia) acustico/elettronico
Bytecore (Francavilla in Sinni) elettronica
Genf (Santeramo) cantautorato pop-folk
La Gabbia (Bologna) Indie rock/alterantive rock


“Espressione delle Arti Femminili”: mostra alla Pinacoteca De Napoli

In il

Espressione delle Arti Femminili terlizzi

La Fidapa di Terlizzi in sintonia con il tema nazionale, “La creatività femminile, la cultura della innovazione. Motori di diverso sviluppo socio- economico. Obiettivi e progetti”, ha organizzato presso la Pinacoteca De Napoli “Espressione delle Arti Femminili”, una esposizione temporanea di manufatti con lo scopo “di valorizzare l’operato di alcune donne di oggi che con passione si dedicano alla creazione di oggetti, accessori e ornamenti utili per la casa e la persona”.

“I lavori, realizzati a mano, unici ed originali nel loro genere, sono suprema espressione dell’esperienza estetica, sono un concentrato di esperienze umane vissute negli anni che pochi oggi ne apprezzano e comprendono il valore – continua la nota della Fidapa -. Con questa esposizione la donna artista di oggi testimonia capacità, abilità e sensibilità inventiva pari e a volte superiori all’uomo, comunica attraverso il suo operato sentimenti, emozioni ed intima e profonda serenità interiore”.

“Visitando la Mostra il primo impatto è stato quello di trovarsi di fronte ad opere differenti, invece le accomuna un disegno, un progetto e l’utilizzo degli stessi elementi del linguaggio visivo, delle stesse strutture e regole. Si differenziano fra di loro solo per la tecnica e i mezzi utilizzati. La preziosità del prodotto esposto sta nell’accuratezza dell’esecuzione, nell’alta qualità dei materiali usati e nell’armonia della composizione che ne fanno di ogni singolo manufatto un’opera d’arte”, conclude la nota.

Il direttivo della Fidapa ringrazia tutti coloro che hanno consentito la buona riuscita dell’evento, in particolar modo il sindaco, Ninni Gemmato, l’assessore alla Cultura, Lucrezia Chiapparino, le espositrici e tutti i visitatori che hanno apprezzato l’iniziativa.

La mostra sarà visitabile fino a sabato 17 marzo.