Trame Contemporanee 2024, a Molfetta torna il festival di teatro e drammaturgia. Ecco il programma

In il

trame-contemporanee-2024

Trame contemporanee 2024

festival di teatro e di drammaturgia contemporanea – III edizione
con la direzione artistica di
MARIANNA De PINTO e MARCO GROSSI
23 maggio – 21 luglio
A cura di Malalingua ETS con il sostegno di ministero della Cultura, Regione Puglia
Molfetta Cittadella degli Artisti Teatro Babilonia Chiostro San Domenico Eremo Club Anfiteatro di Ponente

Con Index Muta Imago – Jacqueline Bulnés e Niklas Emborg Gjersøe – Chiara Gamberale – Teatro Filodrammatici di Milano – Silvio Peroni – Luca Amorosino e Carlo De Ruggieri – Matthias Martelli – Claudio Morici – Alessandra Mortelliti – Arianna Gambaccini e Michele Cipriani – Paolo Panaro – Franco Spadaro
***

Nel cuore della drammaturgia contemporanea. Con tanti ospiti, coproduzioni e sinergie multidisciplinari, prime regionali, proposte che guardano al teatro-performance internazionale, laboratori, senza dimenticare il legame con il territorio e con le migliori realtà teatrali che lo abitano.

La terza edizione di Trame Contemporanee (23 maggio- 21 luglio), il festival teatrale a cura della compagnia Malalingua con il sostegno di Ministero della Cultura e Regione Puglia, con la direzione artistica di Marianna de Pinto e Marco Grossi, si articola in 17 appuntamenti che attraverseranno l’intera città di Molfetta e toccheranno anche Bisceglie, in collaborazione con la libreria Vecchie Segherie Mastrototaro, e altri comuni della provincia Bat, per la sezione Trame contemporanee al tempo dei piccoli realizzata in collaborazione con il Festival La città bambina a cura di Kuziba e sQuola Garibaldi.

“Trame Contemporanee è una festa dedicata al teatro, alle arti performative e a quella pratica seducente, dirompente e inarrestabile che è la scrittura per la scena – spiegano Marianna De Pinto e Marco Grossi – la parola che si fa viva per raccontare un presente ricco di contraddizioni e di domande. È l’occasione per esplorare punti di vista diversi e per arricchire il bagaglio dei nostri dubbi. Un cartellone ricchissimo di eventi, con tanti ospiti nazionali e internazionali, percorsi di formazione e tante occasioni di incontro. Tutto questo è Trame Contemporanee, un festival giovane che ha davvero tanta, tanta voglia di crescere.”

L’ educazione sentimentale è al centro della scena, come filo conduttore tra gli spettacoli di quest’anno, uno sguardo particolare e originale sul privato, sulla sfera intima delle emozioni e sui suoi riflessi in ambito affettivo e relazionale, un tema tra i più urgenti e risonanti del vivere contemporaneo.

Trame Contemporanee 2024 è possibile grazie al sostegno di MIC Direzione generale spettacolo e Regione Puglia. Progetto finanziato dall’Unione Europea-Next Generation EU; con il sostegno del Mic Direzione generale Spettacolo; Boarding Pass 2024.

PROGRAMMA

Il festival si apre il 23 e 24 maggio alla Cittadella degli Artisti di Molfetta con “Old Fools” del britannico Tristan Bernays, per la regia di Silvio Peroni, una produzione della Compagnia Malalingua con Marianna de Pinto e Marco Grossi, nei panni di Viv e Tom: un incontro casuale, un ballo che diventa un vortice di ricordi intensi, frammenti che scandiscono le tappe di una vita, dalla prima scintilla fino all’ultimo momento insieme. Un appassionante movimento narrativo che mescola e confonde il tempo, seguendo il ritmo e le dissonanze inevitabili di una storia d’amore come tante.

Di particolare rilevanza, la presenza nel cartellone di Trame Contemporanee 2024 di Muta Imago, progetto di ricerca artistica e compagnia teatrale, attiva tra Roma e Bruxelles. Il 6 giugno nel Parco Archeologico di Santa Geffa a Trani, in collaborazione con Cavo Fest, andrà in scena il loro lavoro itinerante e interattivo “La Frontiera”, racconto sci-fi che muove dalle caratteristiche del luogo che lo ospita, il viaggio nel tempo di un uomo e una donna che si muovono alla ricerca del loro io passato e futuro. Riccardo Fazi e Claudia Sorace (anche tra i protagonisti della nuova sezione Lab), fondatori della compagnia, tornano in scena per generare un formato inedito di spettacolo che si muove a cavallo tra lecture, performance, podcast live, reading e concerto e che cerca di far dialogare al meglio le diverse linee di ricerca che la compagnia ha attraversato negli ultimi anni: il lavoro sul suono, la site-specificity dei progetti, la riflessione sul Tempo e sulla relazione che, in quanto esseri umani, intrecciamo con esso.

Al Teatro Babilonia, il 15 giugno, il festival apre uno squarcio sulle sperimentazioni intorno al corpo grazie a Jaqueline Bulnés, coreografa e danzatrice cubana-americana della Martha Graham Company, e al compositore danese Niklas Emborg Gjersøe. “D.O.S.E. Anatomic Sound” è una performance dal carattere fortemente interattivo, una conversazione tra danzatrice e compositore, entrambi in profonda sinergia con il pubblico. Un body unico progettato specificamente per registrare il respiro, il battito cardiaco e il ritmo coreografico dei gesti della performer a costruire un viaggio fisico ed emotivo che combina movimento, voce e musica elettronica, una narrazione di liberazione dai condizionamenti della società.

Tra le prime regionali in programma, il 14 giugno alle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie, “Amleto di nessuno (Hamlet of no one)” di Nassim Solemainpour a cura di Bruno Fornasari del Teatro dei Filodrammatici di Milano. Una meditazione piena di sorprese su un autore italiano che affronta la lenta perdita della vista, la paura di non poter più vedere il mondo e il fatto di dover scrivere un adattamento di Amleto commissionato da un teatro di Mosca. Unici interpreti, un registratore e il pubblico stesso, che dovrà scoprire cosa sia realtà e cosa finzione, in un continuo gioco con il destino tra essere e non essere. Lo spettacolo sarà preceduto da “Le lingue dell’amore”, di e con la grande scrittrice Chiara Gamberale, un cammino di esplorazione attraverso i misteri di una lingua che ogni giorno reinventiamo e che forse solo la letteratura può aiutarci a capire davvero.

E ancora, per la prima volta in Puglia, il 16 giugno alla Cittadella degli Artisti, arriva “Il mistero buffo” del premio Nobel Dario Fo, nella felicissima interpretazione di Matthias Martelli per la regia di Eugenio Allegri. Una riproposizione targata Teatro Stabile di Torino da oltre 200 repliche in Italia e nel mondo: l’attore è solo in scena, senza trucchi, con l’intento di coinvolgere il pubblico nell’azione drammatica, passando in un lampo dal lazzo comico alla poesia, fino alla tragedia umana e sociale.

All’Eremo Club, l’8 giugno, spazio alle riflessioni sulla società e sulla politica italiana di “Un giorno come un altro”, spettacolo scritto e diretto da uno degli autori di Boris, Giacomo Ciarrapico, con due degli interpreti della serie di culto, Luca Amorosino e Carlo De Ruggieri. Un seggio elettorale nel giorno in cui Godot sono gli italiani e l’astensione raggiunge livelli quasi assoluti. Due scrutatori, tra loro sconosciuti, costretti ad una convivenza forzata e ad una reciproca mal sopportazione. La serata proseguirà con un dj set et a cura di Fabio Ricciuti e Marco Cassanelli.

Al Chiostro San Domenico, il 7 giugno, sarà la volta di “La malattia dell’ostrica”, prodotto dal Teatro Metastasio di Prato, nuovo spettacolo dello scrittore, attore e videomaker Claudio Morici, alle prese con l’interesse per la scrittura di suo figlio. Ma, dopo aver studiato decine di biografie per un programma tv, Claudio ha una sorta di illuminazione: gli scrittori sono tutti matti. Hanno subito guerre mondiali, miseria, traumi infantili, hanno avuto genitori terribili, come minimo un paio di grandi amori non corrisposti. Gente che sta malissimo, insomma. Che fare con suo figlio, quindi?

In coproduzione con Coop. Crest di Taranto, con il sostegno del Trac Centro di residenza artistica pugliese_progetto 2022, nasce “A me m’ha rovinato la guera” di Arianna Gambaccini e Michele Cipriani, che debutterà alla Cittadella degli Artisti il 29 e 30 giugno. Tra macchiette, sketch, e canzoni d’autore, un omaggio al mondo dell’avanspettacolo che ha saputo trasformare la sofferenza e la fame in una risata collettiva, popolare e liberatoria.

In programma, il 29 e 30 maggio al Teatro Babilonia anche la mise en espace del testo “Lockdown” di Alessandra Mortelliti e Fabrizio Lombardo, che indagherà in modo originale le implicazioni sulla sfera emotiva delle ancora troppo recenti restrizioni pandemiche che tutti abbiamo vissuto. Altra coproduzione nel cartellone di Trame Contemporanee 2024, sarà “LinkedI’m” (9 giugno, Teatro Babilonia) un progetto di ricerca biennale curato dalla Compagnia Anomalia in coproduzione con la Compagnia Malalingua.

Ospiti, anche “La zia d’America” (31 maggio, Teatro Babilonia) di Leonardo Sciascia, nella rilettura della Compagnia Diaghilev, adattamento di Fabrizio Catalano; regia e interpretazione di Paolo Panaro e “Mi separo”, (4 luglio, Anfiteatro di Ponente), lo spettacolo comico dei record (340 repliche in quasi 4 anni) sulle dinamiche della vita matrimoniale firmato dalla Compagnia Piccola Ribalta di Franco Spadaro, assoluto mattatore in scena.

Chiuderà il festival, il 13 e 14 luglio nel Chiostro di San Domenico, la nuova proposta di Malalingua, dedicata al teatro musicale “Ma l’amore no” scritto e diretto da Marco Grossi con Maurizio Semeraro e Monica De Giuseppe e le musiche eseguite dal vivo dal maestro Alberto Iovene. Una commedia musicale dedicata alla canzone melodica italiana degli anni ’30, ‘40 e ‘50, in una girandola vorticosa di citazioni, stralci di varietà, vecchi cantanti, divi del cinema, film melodrammatici, fotoromanzi e soprattutto le vecchie canzoni a far da cornice alla storia d’amore dei due protagonisti, in un’Italia in piena rinascita.

TRAME CONTEMPORANEE AL TEMPO DEI PICCOLI

Novità dell’edizione 2024 del festival, in collaborazione con il Festival La città bambina a cura di Kuziba e sQuola Garibaldi è la sezione Trame Contemporanee al tempo dei piccoli dedicata alla drammaturgia contemporanea per le nuove generazioni.

Quattro appuntamenti a partire dal 31 maggio nell’Auditorium della scuola media Cotugno a di Ruvo di Puglia con “Q come scuola” scritto e diretto da Luca Chieregato con Rossella Guidotti. Una scuola con la Q è ciò che Giovanna desidera, vale a dire la scuola che ci vorrebbe per disegnare un mondo bellissimo, pieno di felicità, per smettere di pensare che siamo nati per stare semplicemente al nostro posto. Un inno alla libertà e alla vitalità.

Il 4 giugno a Terlizzi sarà la volta di “Arturo” di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich, spettacolo, vincitore del Premio Scenario Infanzia 2020 e del Premio della Critica FringeMI 2022, che lavora creativamente sul tema del rapporto con i propri padri, trasformando l’autobiografia in atto creativo, con l’intento di rendere una memoria privata collettiva e universale.

Si prosegue il 22 giugno nella Villa comunale di Andria con “Humana Foresta”, performance esperienziale in natura alla scoperta degli spazi naturali, dei luoghi della memoria nei quali la natura ci parla, in cui la fascinazione performativa si mescola all’esperienza personale. Produzione della Compagnia teatrale Petra; ideazione e regia di Antonella Lallorenzi e Raffaella Giancipoli, con Antonella Lallorenzi.

In chiusura, il 23 giugno, nella Sala consiliare del Comune di Andria, “Spaiderman” di e con Giacomo Dimase, spettacolo scritto per tutti i bambini invisibili, per tutti gli adolescenti che si ritroveranno a piangere alla fine, mentre stanno ancora ridendo delle battute precedenti. Una produzione Armamaxa Teatro, realizzato con il sostegno di TRAC – Teatri di Residenza Artistiche Contemporanea con la cura della drammaturgia e della messa in scena di Enrico Messina.
Info: iltempodeipiccoli.it.

TRAME CONTEMPORANEE LAB

La seconda novità all’interno del programma di Trame Contemporanee 2024 è rappresentata dalla sezione LAB, con laboratori rivolti a professionisti nell’ambito del teatro e delle arti performative che si terranno al Teatro Babilonia, a Molfetta. Info: info@tramecontemporanee.it o al 3518528404.

“Mindful Acting” (dal 3 al 5 giugno) Workshop di alta formazione in cui i partecipanti esploreranno un training sulla recitazione consapevole attraverso sessioni incentrate sulla consapevolezza di sé, sulla presenza incarnata e sulla connessione emotiva. Integrando mindfulness e psicologia umanistica, si lavorerà sul perfezionamento delle capacità recitative e sulla promozione di una più profonda comprensione di sé stessi e del proprio mestiere. Conduce Daniel Bradford, attore, regista e fondatore del centro di Mindful Acting a Manchester e direttore artistico della società di produzione teatrale e cinematografica Play With Fire Productions.

“Scritto sul corpo” (17 – 18 – 19 – 20 – 21 giugno) Laboratorio che unisce danza, scrittura e fotografia in un percorso di ricerca sulla propria identità come percezione di sé tridimensionale composta da parola, immagine e movimento oltre al lavoro sull’autoritratto fotografico e la narrazione di sé attraverso la scrittura. Conducono Jacqueline Bulnés, coreografa e direttrice di movimento americana e Cristina Ki Casini, filmmaker, autrice e insegnante.

“Creavità” (15 giugno, Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie) è lo spazio di orientamento creativo fondato e diretto dalla scrittrice Chiara Gamberale, che presenta un percorso immersivo durante il quale – intrecciando i fili delle emozioni attraverso la scrittura creativa, la danza e l’arte – ogni partecipante sarà invitato a tessere parole, pensieri, corpi e visioni nuove per vestire la versione più creativa – e quindi più autentica – di noi, e andare così incontro all’altro. I laboratori saranno tenuti, oltre che da Chiara Gamberale, anche da Davide Manico (danzatore, coreografo e storyteller) e da Sabina D’Angelosante (pittrice e ricercatrice d’arte).

“Tempo, corpo e identità” (dal 19 al 21 luglio) sarà un laboratorio pratico per attori e attrici intorno a Il Giardino dei Ciliegi di Anton Cechov e alla possibilità di muoversi nel tempo a partire dal proprio presente. A condurre, Claudia Sorace, regista e direttrice artistica di Muta Imago.

Info: info@tramecontemporanee.it o 3518528404


La Madonna di Fatima a Terlizzi: ecco il programma degli appuntamenti

In il

la-madonna-di-fatima-a-terlizzi-2024

Accogliamo con gioia nella città di Terlizzi la Statua della Madonna Pellegrina di Fatima, direttamente dal suo Santuario in Portogallo. La Madonna porterà a tutti noi il suo messaggio di pace e di salvezza.

La Statua sarà accolta il giorno 9 Maggio alle ore 16:00 presso il Campo Sportivo Comunale e sosterà nella nostra Concattedrale fino al 13 Maggio, festa della Madonna di Fatima.

Di seguito il programma con tutti gli appuntamenti:

Il programma prevede l’arrivo dell’effigie alle ore 16:00 del 9 maggio, all’interno del Campo Sportivo Comunale. Ad accoglierla Mons. Domenico Cornacchia, il clero cittadino e le autorità civili locali, nonché i pii sodalizi. A seguire ci sarà la processione sino ala vecchia chiesa di Santa Maria della Stella con Veglia Mariana.
Alle 18:00 una processione partirà da Santa Maria della Stella e raggiungerà la Concattedrale dove, alle 19:00, si terrà una solenne celebrazione eucaristica officiata da don Roberto De Bartolo ed animata dalla Corale cittadina Iubileum e dai Pueri Cantores diretti dal M° Fabio D’Amato, accompagnati all’organo da Gaetano D’Amato.

Venerdì 10 maggio, oltre alle messe delle 7:30 e delle 9:30, al pomeriggio, dalle 18:00, Santo Rosario e poi celebrazione eucaristica officiata da don Gaetano Corvasce, parroco di San Pietro Apostolo in Bisceglie. Sarà lui, alle 20.00, a tenere una catechesi sul tema “Gli eventi di Fatima del 1917”.

Sabato 11 maggio, messe mattutine ancora alle 7:30 ed alle 9:30 in Concattedrale, poi dalle 10:00 alle 12:00 adorazione eucaristica. Alle 17:30 saranno i ragazzini e le ragazzine del catechismo ad incontrarsi per una preghiera, mentre alle 18:30 ci sarà il Santo Rosario meditato che precederà la santa messa officiata da padre Angelo, ministro generale della Fraternità di Betania.
Alle 20:00 poi appuntamento con il concerto meditativo eseguito da Fatima Lucarini e Francesco Baggetta.

Domenica 12 maggio tre messe mattutine: alle 7:30, alle 10:00 ed alle 11:00.
Alle 19:00 la messa vespertina officiata da Mons. Felice Di Molfetta, vescovo emerito di Cerignola-Ascoli Satriano.

Lunedì 13 maggio, festa solenne della Madonna di Fatima, dopo le messe delle 7:30 e delle 9:30, a sera, dalle 18:30 Santo Rosario meditato ed a seguire la messa celebrata da Don Roberto De Bartolo a cui seguirà la fiaccolata per le strade del centro cittadino seguendo questo itinerario:
Corso Umberto I,
piazza Cavour,
corso Dante,
largo Plebiscito,
via Fiore.
Lì avrà luogo l’atto di affidamento a Maria.
L’effigie sarà poi custodita a Casa Betania prima della sua ripartenza del suo pellegrinaggio.


Sagra di San Marco: a Terlizzi 3 giorni di musica, intrattenimento e street food

In il

sagra-di-san-marco-sovereto-terlizzi-2024

In occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna di Sovereto (qui il programma), torna a Terlizzi la Sagra di San Marco a cura del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto e di Vita srl.

La Sagra di San Marco, in passato, aveva luogo in otto giornate a Sovereto e si concludeva con la grande festa popolare della corsa con i cavalli e con l’assegnazione del palio al vincitore.

Oggi la Sagra viene festeggiata nelle giornate del 23-24-25 aprile e offre musica, intrattenimento, street food.

Chi mangia bene è a metà dell’opera! Per questo, durante la Sagra di San Marco, siamo pronti a offrirvi cibo di ogni tipo – dalla pizza ai panini alla frittura ai panzerotti – per accompagnare con gusto il divertimento delle serate.

La Vita è fatta di ritmo e musica! Vi faremo ballare, insieme a uno speciale dj set, durante tutte le serate della Sagra di San Marco. Rinaldo, Danny Dee e Denny Cataldi vi aspettano sul music stage dal 23 al 25 aprile. E noi vi aspettiamo con loro!

Tutti i giorni dalle ore 16:00
Sovereto – Terlizzi (BA)


A Terlizzi, Festa della Madonna di Sovereto 2024. Il programma

In il

festa-madonna-di-sovereto-2024

Il Comitato Maria Santissima di Sovereto, in sinergia con l’Amministrazione Comunale di Terlizzi, organizza i festeggiamenti primaverili in onore della Compatrona.

IL PROGRAMMA:

Martedì 16 Aprile


14:00 Diana per l’apertura dei festeggiamenti a devozione della ditte Nuova P.R.S. a.r.l.; LTG Restauri di Giuseppe La Tegola; Impresa Edile Gaia LTC di Claudio La Tegola a cura della pirotecnica Pyrotek Italia
 Concattedrale – Apertura dei portoni ed esposizione della Sacra Icona di Maria SS. di Sovereto

14:15 Omaggio floreale del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto accompagnato dal pastorello con pecorella a cura della famiglia De Palma, dal complesso bandistico “Vito Giuseppe Millico” diretta dal M° Rino Campanale e dalla bassa musica “Città di Terlizzi amici della musica T. Marinelli”

18:30 Lancio di bombe a devozione della ditta New Palchi di Francesco De Lucia Terlizzi a cura della pirotecnica Pyrotek Italia.
 Avvio dalla Concattedrale della processione della Sacra Icona di Maria SS. di Sovereto con la partecipazione del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto, dal complesso bandistico
“Vito Giuseppe Millico” diretta dal M° Rino Campanale e dalla bassa musica “Città di Terlizzi amici della musica T. Marinelli”

19:30 Celebrazione della S. Messa in Concattedrale presieduta da don Felice di Molfetta, vescovo emerito di Cerignola-Ascoli Satriano

Dal 17 al 22 Aprile

SETTENARIO ALLA MADONNA DI SOVERETO


07:30 Santa messa

09:30 Santa messa

18:30 Santo Rosario e preghiera del Settenario alla Madonna di Sovereto

19:00 Santa messa

Martedì 23 Aprile

07:30 Santa Messa in Concattedrale

08:00 Grandiosa diana a devozione dell’Azienda Avicola Cataldi Terlizzi a cura della pirotecnica Pyrotek Italia.
 Gran giro per le vie cittadine delle bande “A. Gisonda” diretta dal M° Pasquale Gisonda, della bassa musica “Città di Terlizzi amici della musica T. Marinelli”.

08:30 Santa Messa in Concattedrale

09:30 Concattedrale – Solenne Messa Pontificale presieduta da S.E. Domenico Cornacchia, Vescovo della diocesi e S.E. Felice Di Molfetta Vescovo Emerito di Cerignola Ascoli Satriano,
 animata dal “Coro Jubilaeum” e dai “Pueri Cantores Apulia Terlicium” diretti dal Maestro Fabio D’Amato accompagnati all’organo dal Maestro Gaetano d’Amato, con la partecipazione del
 Clero cittadino, del Sindaco Ing. Michelangelo De Chirico e la civica Amministrazione, del Comitato Feste Patronali, delle Autorità civili e militari, delle Confraternite, delle associazioni di
Volontariato e dei fedeli tutti.

11:00 Lancio di bombe a devozione di anonimo oblatore a cura della pirotecnica Pyrotek Italia. 
Avvio dalla Concattedrale della solenne Processione di Maria SS. di Sovereto con la partecipazione di S.E. Domenico Cornacchia, Vescovo della diocesi, del Clero cittadino, del Sindaco Ing. Michelangelo De Chirico e la civica Amministrazione, del Comitato Feste Patronali, delle Autorità civili e militari, delle Confraternite, delle associazioni di Volontariato e dei fedeli tutti.

11:30 Al passaggio della Sacra Icona “Maria SS. di Sovereto” in Piazza Cavour esibizione canora a cura del soprano Vita Clara Piccininno eseguirà l’Ave Maria di C. Gounod, accompagnata
dal complesso bandistico “A. Gisonda”, Città di Terlizzi

13:00 Arrivo della Sacra Icona “Maria SS. di Sovereto” alla chiesa S. Maria della Stella

13:05 Lancio di palloni aerostatici a devozione di Patrizia Pellegrini Glamour; Ditelo con un Fiore di Fiore Giuseppe; Farmacia Gemmato; ditta Mario Boragine, Irrisud srl; Carni e Delizie di
Giuseppe Del Vecchio, Agenzia 24 ore, Metal Alluminio di Pagano & C. sas, Tecnoalluminio e del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto 2024; a cura della ditta Biagio Di Rella da 
Ruvo di Puglia

13:30 Partenza della Sacra Icona “Maria SS. di Sovereto” dalla chiesa S. Maria della Stella verso il Santuario di Sovereto
Lancio di bombe a devozione della ditta Autodemolizioni del sud srl, a cura della pirotecnica Pyrotek Italia.

15:30 Arrivo previsto della Sacra Icona “Maria SS. di Sovereto” al borgo
Lancio di bombe a devozione dello Sponsor Platinum De Chirico costruzioni Impresa Edile, a cura della pirotecnica Pyrotek Italia.

16:00 Apertura “Sagra di San Marco” a cura del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto e di Vita srl.

16:00-24:00 Spettacoli sul gran palco condotti da Mariarita Rana e Biro
– Dj set a cura di Dj Yelpo;
– Performance artistica Barber Show by Mi_Te “Stormen Barber” Terlizzi
– Performance musicale della “Controrchestra Big Band” due ore di spettacolo all’insegna di un grande divertimento con la più bella musica degli anni 60/70/80/90 con una formazione di
 18 elementi e la partecipazione straordinaria di Fabrizio Zingaro in arte “Celentanoide”

17:00 Animazione per piccini a cura di Federica Cantù e Federica Chiapperini

16:00–24.00 Dj set, in zona Sagra, a cura di Vita srl, con dj Terlizzesi

18:00 Accensione luminarie della ditta Massimo Mariano Luminarie Scorrano

19:00 Santa Messa presso il Santuario di Sovereto celebrata dal Rettore Don Nino Pastanella

20:30 Grandioso spettacolo Pirotecnico a devozione del Comitato Festa Patronale Maria SS. di Sovereto a cura della pirotecnica Pyrotek Italia.

Mercoledì 24 Aprile

16:00 Apertura “Sagra di San Marco” a cura del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto e di Vita srl

16:00-24:00 Spettacoli sul gran palco condotti da Mariarita Rana e Biro
– Dj set a cura di Dj Yelpo
– Concerto musicale del gruppo “Le Stelle di Hokuto”

16:00- 24:00 Dj set, in zona Sagra, a cura di Vita srl, con dj Terlizzesi

18:00 Accensione luminarie della ditta Massimo Mariano Luminarie Scorrano

Giovedì 25 Aprile

16:00 Apertura “Sagra di San Marco” a cura del Comitato Feste Patronali Maria SS. di Sovereto e di Vita srl

10:00-24:00 Spettacoli sul gran palco condotti da Mariarita Rana
– Dj set a cura di Dj Yelpo
– Performance Forever Young Show i più grandi successi anni 80 e 90 da ballare con i Dj e Vocalist di Radio Ritmo ‘80

16:00-24:00 Dj set, in zona Sagra, a cura di Vita srl, con dj Terlizzesi.

18:00 Accensione luminarie della ditta Massimo Mariano Luminarie Scorrano

Mercoledì 1° Maggio

18:00 Estrazione a premi. Donazione a cura del Comitato Feste Patronali 2024, presso Sovero Snack a Sovereto


“Madonnari per la Pace 2024” a Terlizzi la manifestazione estemporanea pittorica organizzata da Paxchristi

In il

Madonnari-per-la-Pace-2024-Terlizzi

TERLIZZI – La manifestazione dei “Madonnari per la Pace 2024”, organizzata da Paxchristi e patrocinata dal comune di Terlizzi, è una estemporanea pittorica con gessetti colorati che si svolgerà in piazza Cavour, a Terlizzi, domenica 14 Aprile, dalle ore 8.00 alle ore 12.00, in un’area riservata, suddivisa in piazzole (100 x 100 cm. ciascuna) su cui ogni partecipante esporrà la propria produzione pittorica.
Ogni partecipante avrà a disposizione una piazzola all’interno della quale creare la propria opera. Il numero di postazione è assegnato dall’organizzazione in base all’ordine cronologico dell’iscrizione.
Sono, altresì, previsti elaborati in “equipe”. Per i predetti elaborati sono ammessi lavori di gruppo (con più partecipanti iscritti massimo e nel caso specifico andrà indicato il capogruppo che sarà il titolare di eventuali premi.

L’iscrizione all’estemporanea è aperta a tutti (per i minori fino a 14 anni è richiesta liberatoria firmata dai genitori).

Al momento dell’iscrizione sono richiesti: documento di identità, recapito telefonico e il versamento della quota di iscrizione di 5 (cinque) euro per ciascuna piazzola che viene occupata.

Il tema dell’elaborato artistico sarà la Pace.

Sono previste quattro categorie di partecipanti in base all’età degli stessi:

1) Scuola Primaria (scuole elementari)

2) Scuola Secondaria di primo grado (scuole medie)

3) Scuola Secondaria di secondo grado (scuole superiori)

4) Adulti (senza limiti di età)

A chiusura dei lavori seguirà la premiazione dei vincitori.


In caso di pioggia o altro evento che impedisca, la manifestazione sarà rinviata a data definita dagli organizzatori.

I dipinti eseguiti sono espressioni autentiche dell’arte effimera, ovvero prevedono l’utilizzo di materiali che non sono destinati a durare nel tempo; sono pertanto realizzati a secco, con gessetti, pastelli idrosolubili o polveri di gesso che vengono stesi con i polpastrelli o con uno strumento atto ad agevolare tale gesto (spugna, sfumino, sacchetto di cellophane arrotolato, straccio o pennello).

Lo staff organizzativo provvederà a consegnare a ciascun partecipante, per ogni piazzola che è occupata, un kit contenente 10 gessetti colorati.

Ciascun partecipante ha la possibilità di integrare il kit in dotazione con ulteriori gessetti o strumenti idonei (qualsiasi quantità e tipologia) a proprie spese.

E’ vietato l’utilizzo di colori spray, acrilici ed ad olio. Sarà escluso dall’estemporanea il partecipante che userà tecniche improprie.

La giuria, il cui giudizio è insindacabile, valuterà, nel corso della manifestazione, gli elaborati pittorici e ne decreterà i vincitori al termine dei lavori.

Sono previsti “premi simbolici” per i vincitori delle 4 categorie. Saranno, inoltre, consegnati “attestati di partecipazione” a tutti i partecipanti.

Le iscrizioni si raccolgono presso la Parrocchia San Gioacchino di Terlizzi, piazza Cavour, dalle ore 19.00 alle ore 20.30 a partire dal giorno 1° marzo 2024 fino al giorno 30 marzo 2024, termine ultimo previsto per le iscrizioni.

Le iscrizioni raccolte presso gli Istituti scolastici dovranno essere convalidate, entro il termine ultimo di scadenza, tramite accettazione da parte degli organizzatori, presso la Parrocchia San Gioacchino di Terlizzi.


Festa dell’Annunziata e tradizionale falò a Terlizzi. Ecco il programma

In il

festa-dell-annunziata-terlizzi

Solennità dell’Annunciazione del Signore e tradizionale falò

Torna a Terlizzi l’appuntamento con la tradizione legata alla fede, è in programma infatti sabato 13 aprile 2024 la solennità dell’Annunciazione del Signore. Come ci ha spiegato don Gianni Rafanelli parroco della BMV Immacolata “la solennità dell’Annunciazione del Signore si festeggia il 25 marzo e inaugura l’evento in cui il figlio di Dio si fa carne. L’Annunciazione viene sempre trasferita, quando il 25 marzo cade nella Settimana Santa (ad esempio, nel 2013 e nel 2016), nella Settimana di Pasqua o coincide con una domenica di Quaresima (nel 2012) o di Pasqua (nel 2008)”

Col termine “Annunciazione” si descrive l’incontro tra Maria e l’Arcangelo Gabriele nel piccolo borgo di Nazareth. Fu in quell’occasione che l’Arcangelo, Messaggero di Dio annunciò alla fanciulla l’imminente nascita del Messia, secondo il racconto del Vangelo di Luca. Considerata l’importanza di questo annunzio, la Vergine di Nazareth diviene l’Annunziata. I 9 mesi tra la concezione e la nascita di Gesù, spiegano la data del 25 marzo rispetto alla solennità del 25 dicembre del Natale del Signore.

Anche quest’anno nel corso del triduo di preparazione è prevista l’accensione del falò, come elemento che scaccia il buio e diviene simbolo di speranza. L’evento si rinnoverà venerdì 12 Aprile a partire dalle ore 18.00 nell’atrio antistante la chiesa di Maria Santissima della Misericordia, conosciuta anche come Chiesa dell’Annunziata, in Via Vito Giuseppe Millico. Presso la stessa Chiesa del rettore don Gianni Rafanelli, i fedeli potranno riunirsi per le celebrazioni previste nella programmazione.

LA FESTA DELL’ANNUNZIATA
La prima notizia della Chiesa dell’Annunziata, la ritroviamo nelle preziose chartas terlizzesi. Questi scritti, custoditi dalla Diocesi di Molfetta, raccolgono gli atti e scritture della vita ecclesiastica e non della comunità, dove alla data 1447 si legge il nome di “Chiesa della Misericordia fuori le mura”. Probabilmente non si tratta di una vera e propria chiesa, ma di una semplice edicola votiva.
Don Gaetano Valente la descrive così: “Proseguendo sul corso della via vecchia di Ruvo si incrocia la cappella votiva cinquecentesca, ingrandita nel 700 detta “della Misericordia”, più nota oggi sotto la denominazione di “Chiesa dell’Annunziata”, decorata di una pregevole affresco del 500 raffigurante la Vergine con il Bambino e i santi Francesco e Leonardo, oggi maldestramente ricoperti da un pannello di legno”. L’opera come riporta Tricarico è “di un frescante della zona, identificato con le iniziali Z.T”.

Sempre dalle chartas si apprende che il durante la visita di Mons Pacecco nel 1725 (la data l’attingiamo da un libro di Angelo D’Ambrosio), con decreto dell’Arciprete Pantaleo e consenso del Capitolo fu istituito il culto dell’effige della Madonna e costruita una vera e propria chiesa. “Con le offerte dei fedeli – scrive Padre Gabriele Guastamacchia nel 1969 – la maestà rustica fu trasformata in chiesa, che i confratelli pensarono di adornare con una macchia dorata in stile barocco sull’altar maggiore, con quadri statue e una decente facciata all’esterno”. Promuovendone il culto della Vergine sotto il titolo di Misericordia e Annunziata. Il 25 marzo ne veniva istituita la festa con due manifestazioni di folklore. La prima consisteva nell’accensione di un fuoco davanti alla chiesa e per le vie del paese. Mentre la seconda permetteva, durante la celebrazione di una messa, “di prendere in braccio i bambini per divenirne così i padrini o le madrine”.
La chiesa dell’Annunziata è tra le più antiche di Terlizzi, se non la più antica. La ritroviamo infatti raffigurata, in direzione Ruvo, nel dipinto “Terlizzo cita verso Levante” olio su tela di scuola fiamminga conservato presso la quadreria del palazzo Grimaldi nel principato di Monaco durante la dominazione dei Grimaldi di Monaco dal 1532 al 1641.

Programma

TRIDUO 10-11-12 aprile
– Mercoledì 10 aprile
ore 18:15 Santo Rosario
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Gianluca D’Amato

– Giovedì 11 aprile
ore 18:15 Santo Rosario
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Gianluca D’Amato

– Venerdì 12 aprile
ore 18:00 accensione del falò
ore 18:15 Santo Rosario
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Gianni Rafanelli

– Sabato 13 aprile – Solennità dell’Annunciazione
ore 08:00 Santa Messa
ore 10:00 Santa Messa
ore 11:30 Santa Messa
Ore 19:00 Santa Messa presieduta dal Vescovo emerito di Cerignola – Ascoli Satriano S.E. Mons Felice Di Molfetta

– 12 ed il 13 aprile
Giro per le vie della città della Bassa Musica “Città di Terlizzi – Amici della musica T. Marinelli”.


Settimana Santa 2024 a Terlizzi, il programma completo

In il

Settimana Santa 2024 a Terlizzi, il programma completo

TERLIZZI – La Settimana Santa, per i terlizzesi e non solo, costituisce da sempre un forte momento di identità culturale. Nei giorni del Triduo Pasquale ben salde si mostrano le radici storiche e, sostanzialmente, i riti fanno da elemento collante tra i partecipanti e la città, che in queste giornate torna a essere bella come non mai e a pulsare di vita, con il ritorno di quanti sono costretti a vivere lontano.

I riti iniziano al tramonto del Venerdì di Passione, con la processione della Addolorata, momento in cui la Beata Vergine varca la soglia della chiesa di Sant’Ignazio per essere condotta in  al Calvario, adiacente all’antica chiesetta di S. Maria della Stella.
Il Giovedì Santo, dopo la S. Messa in “Coena Domini”, durante la quale avviene la “lavanda dei piedi”, si svolge la tradizionale visita ai Repositori allestiti nelle sette chiese parrocchiali della città. Il Venerdì Santo si svolge la consueta processione dei Misteri che, riunendosi davanti alla Cattedrale, percorrono il consueto itinerario, fino a ritornare nella piazza principale, Piazza Cavour e, dopo una preghiera ai piedi di una grande croce, alla presenza del Vescovo, ciascuno ritorna alla propria chiesa di appartenenza. Durante il Sabato Santo, a differenza di altri paesi limitrofi, non viene svolta alcuna processione né liturgia, rispettando il silenzio liturgico.

Ecco gli appuntamenti e gli orari delle celebrazioni della Concattedrale di Terlizzi:

– 24 Marzo, Domenica delle Palme: SS. Messe: ore 7.30, 10.00. 11.00, 19.00.
Ore 9.30 Benedizione delle Palme in Largo Lago Dentro

– 26 Marzo, via Crucis cittadina presieduta da S.E. Mons. Domenico Cornacchia

– 27 Marzo, Mercoledì Santo: ore 19.00: Messa crismale in Cattedrale a Molfetta presieduta da S.E. Mons. Domenico Cornacchia

– 28 Marzo, Giovedì Santo: ore 18.30 Santa Messa in Coena Domini, seguirà visita ai repositori
Ore 22.00 veglia di preghiera

– 29 Marzo, Venerdì Santo: ore 18.30 Celebrazione della Passione del Signore
Ore 20.00 Processione dei Misteri

– 30 Marzo, Sabato Santo: ore 22.00 Veglia Pasquale

– 31 Marzo, Domenica di Pasqua: SS. Messe: ore 7.30, 10.00, 11.00, 19.00


A Terlizzi, Solenni festeggiamenti in onore di San Giuseppe

In il

festa-di-san-giuseppe-2024-terlizzi

Solenni festeggiamenti in onore di San Giuseppe
dal 10 al 19 Marzo 2024
Confraternita “San Giuseppe” – Terlizzi (Bari)

Programma:

Novena in onore di San Giuseppe
dal 10 al 19 Marzo

ore 18.00
Recita del Santo Rosario
ore 18.30
Santa Messa

19 Marzo – Solennità di San Giuseppe

ore 7.30
Santa Messa presieduta da don Gianluca D’Amato;

ore 10.00
Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Felice di Molfetta, Vescovo emerito della Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano;

ore 18.00
Recita del Santo Rosario

ore 18.30
Santa Messa presieduta da don Roberto De Bartolo e ammissione dei nuovi confratelli. Seguirà il TE DEUM di ringraziamento con la partecipazione della Corale diretta dal M° Tommaso Pagano.
Il pane benedetto sarà distribuito al termine di tutte le Sante Messe.

La Cittadinanza è invitata


A Terlizzi, benedizione degli animali in occasione di Sant’Antonio Abate

In il

benedizione animali terlizzi

TERLIZZI – La Chiesa Cattolica ha celebrato il 17 gennaio scorso, la festa liturgica di Sant’Antonio Abate, in Occidente reputato potente taumaturgo capace di guarire malattie terribili, oltrechè patrono dei macellai, dei contadini, degli allevatori e protettore degli animali domestici. In effetti solitamente questo Santo viene raffigurato accanto ad un maialino con al collo una piccola campana.

A tal proposito, come da tradizione, nel corso della mattinata di domani, domenica 21 gennaio, segnaliamo iniziative relative alla benedizione degli animali, con organizzazioni diverse e che si svolgeranno in luoghi diversi.
In un caso, l’appuntamento per i fedeli terlizzesi è fissato sul sagrato della parrocchia B.M.V. Immacolata, subito dopo la messa delle ore 10.30 officiata dal parroco don Gianni Rafanelli. La benedizione degli animali, rinvenendo così l’antico rito in onore di Sant’Antonio Abate, avverrà in collaborazione con l’Associazione Nazionale per la Protezione degli Animali (ANPANA) guidata da Filomena Urbano.

Benedizione degli animali che ci sarà anche sul sagrato della chiesa San Gioacchino, alle ore 11.30, preceduta della messa domenicale delle ore 10.30.
«Tutte le cose respirano… come l’uomo, l’animale: hanno lo stesso respiro! Se gli animali non ci fossero più, noi esseri umani, moriremmo di solitudine», recita il manifesto di invito alla comunità a questo secondo appuntamento, nella chiesa del parroco don Michele Stragapede.

L’auspicio è che questi appuntamenti siano utili a sensibilizzare verso la cura e l’amore per i nostri animali da compagnia, e rinnovare il rapporto di rispetto che esiste tra uomo e animale. Gli animali che accogliamo nelle nostre case, entrano a far parte in modo molto profondo della nostra vita e della nostra sfera emozionale; e per questo meritano tutte le attenzioni e le delicatezze del caso.


Presepe Vivente all’epoca di San Francesco nel centro storico di Terlizzi

In il

terlizzi presepe vivente 2024

Presepe Vivente all’epoca di San Francesco – VIª edizione
venerdì 5 e sabato 6 Gennaio 2024
Terlizzi (Bari)

Direzione artistica
Michele Amendolagine

Rievocazione storica del primo presepe vivente messo in opera da San Francesco a Greccio nel 1223.
Un evento storico-religioso-culturale caratterizzato da performance teatrali che narrano i momenti salienti della vita di San Francesco, dal rifiuto della proprietà e della vita mondana – alla formazione di un’ordine religioso, dall’incontro con i saraceni in Egitto – fino all’idea di rievocare la Santa natività presso l’umile borgo di Greccio.
Spettacoli – ricostruzione storiche – arti e mestieri ed enogastronomia vi aspettano a Terlizzi.

Giardino ex Conservatorio Immacolata Concezione
Ingresso unico da Corso Vittorio Emanuele, 26
dalle ore 17.30 alle ore 21.30

Biglietti:
Intero 4 euro
Gratis under 8, over 70, disabili e accompagnatori