ENRICO BRIGNANO in “Un’ora sola vi vorrei” al Teatro Team

In il

ENRICO BRIGNANO Un ora sola vi vorrei Teatro Team

Alla luce dei recenti avvenimenti per l’emergenza COVID 19 e delle vigenti Disposizioni Governative lo spettacolo di Enrico Brignano è stato riprogrammato.

Pertanto di seguito le nuove date degli spettacoli:

ENRICO BRIGNANO
“Un’ora sola vi vorrei”
Giov. 18/11/21 = ex giov. 21/10/21 – 18/02/21 – 23/04/20
Ven. 19/11/21 = ex ven. 22/10/21 – 19/02/21 – 24/04/20
sab. 20/11/21 = ex sab. 23/10/21 – 20/02/21 – 25/04/20
dom. 21/11/21 = ex dom. 24/10/21 – 21/02/21 – 26/04/20

LO SPETTACOLO
“Ruit hora”, dicevano i latini. “Il tempo fugge”, facciamo eco noi oggi. Che poi, che c’avrà da fare il tempo, con tutta questa fretta? E come mai, se il tempo va così veloce, quando stiamo al semaforo non passa mai?
“L’attesa del piacere è essa stessa piacere”, sosteneva Oscar Wilde. In effetti, Oscar ha ragione. Perché quando sei sotto al sole alla fermata dell’autobus, ti fanno male i piedi, non ci sono panchine, è ora di pranzo e non hai neanche un pacchetto di crackers… e tornare a casa sarebbe essa stessa un piacere… lì l’attesa del piacere… per piacere… si capisce che è un piacere, no? Mi sa che le teorie di Oscar Wilde vanno un po’ riviste…
A spasso nel suo passato, tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro, Enrico passeggia sulla linea tratteggiata del nostro presente, saltella tra i minuti, prova a racchiudere il fiume di parole che ha in serbo per il suo pubblico e a concentrarle il più possibile, in un’ora e mezza di spettacolo. Sì, un’ora e mezza. Ma il titolo dice “un’ora sola”. Sì, ma la mezz’ora accademica non ce la mettiamo? E poi c’è il condizionale “vi vorrei”, che indica un desiderio non una realtà. O magari Brignano riuscirà magicamente, insieme al suo pubblico, a fermare anche il tempo?

Biglietti in vendita presso il botteghino di piazza Umberto, 37 (Bari)
oppure online sul sito www.teatroteam.it
Tel: (+39) 0805210877 – 0805241504 – 0805240699
Orari Botteghino:
da Lunedì a Sabato ore 10:00-13:00 e 16:30-19:30
Email: teatroteam@teatroteam.it


GIANNI CIARDO in “Novecento”

In il

gianni ciardo in novecento

GIANNI CIARDO in
“NOVECENTO”
TEATRO TEAM – BARI
sabato 13 novembre 2021

di Alessandro Baricco

con FRANCO FERRANTE

Scene
Damiano Pastoressa

Regia
Gianni Ciardo

LA SINOSSI
“Novecento”: Presunzione? Concorrenza? No. Teatro. Per teatro si intende comunicazione, rapporto, finzione nella finzione, per chi lo sa fare.

Novecento, oltre ad essere un periodo, è anche un nome. Il nome di uno vissuto nella vita che gli è stata regalata da un essere Supremo. Novecento se ne è appropriato, facendo della vita una ricchezza. Una vita intera vissuta su un transatlantico, come fosse un mondo intero. L’unico capitale di quella ricchezza era per Novecento, la padronanza di 88 tasti di pianoforte, fra bianchi e neri, senza distinzione di razze. Novecento e i suoi tasti di pianoforte non scesero mai da quella nave, tanto da viaggiare insieme per un’altra vita. Chiediamo il perché? No, non tocchiamo questo tasto!”


COSÌ PARLÒ BELLAVISTA con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo

In il

cosi parlo bellavista gleijeses laurito casillo

COSÌ PARLÒ BELLAVISTA
con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo
TEATRO TEAM – BARI
sab 6 e dom 7 novembre 2021

L’adattamento teatrale che ho scritto, come dicevo, non è affatto una pedestre sbobinatura del film. Chi sa di cinema e di teatro ci insegna che sono necessari codici di comunicazione molto diversi. Lo spazio scenico a cui ho pensato e che Roberto Crea ha splendidamente realizzato, ritrae il Palazzo dello Spagnolo, che con i suoi incroci di scale e le sue prospettive diventa un luogo della mente.Nella corte del palazzo, suddividendo a volte la scena in settori, si svolge tutto il racconto, con il cenacolo, il tavolo dei pomodori, la trattoria, il negozio di arredi sacri e via dicendo. Non avrei potuto condurre in porto questa impresa senza attori straordinari come Marisa Laurito, deliziosa interprete che è stata la migliore amica di Luciano (a questo fatto ci tiene assai!), Benedetto Casillo, mitico Salvatore vice sostituto portiere. E delle musiche in parte originali e in parte nuove del maestro Claudio Mattone.Ah, dimenticavo: Bellavista sarò io, perdonate l’ardire.Abbiamo voluto ambientare lo spettacolo negli stessi anni del film e in realtà non abbiamo dovuto adeguare all’oggi nemmeno una battuta. Come ci ha insegnato Luciano, dobbiamo avere fede: “Napoli, con il suo spirito d’adattamento, è forse l’ultima speranza che ha il genere umano per sopravvivere “.I sentimenti nostri, quelli veri, quelli che Luciano ha descritto, non sono cambiati e non cambieranno mai.

Geppy Gleijeses

Musiche di Claudio Mattone

Scene  di Roberto Crea


BALLETTO DEL SUD in “Serata Stravinskij” al Teatro Team

In il

balletto del sud serata stravinskij

Balletto del Sud
in
Serata Stravinskij – La Sagra della Primavera
Teatro Team – Bari

“Serata Stravinskij” presenta due capolavori musicali del compositore russo, Igor Stravinskij, (1882 – 1971) che hanno segnato la storia della musica stessa. L’Uccello di Fuoco, del 1908, è un omaggio al suo maestro Rimskij-Korsakov.  Il soggetto è un’antica favola Russa che racconta l’avventura del principe Ivan che, grazie all’aiuto del magico uccello dalle piume di fuoco, salva la bella Zarievna, una principessa prigioniera del terribile mago Katscheij.

“La Sagra della Primavera”, del 1913, è considerato unanimemente  una meraviglia della cultura del ‘900 europeo.  Dalla prima edizione ad oggi diversi coreografi si sono misurati  con il brano ricco di suggestive e violente sonorità.  Il Balletto del Sud propone il programma con la firma di Fredy Franzutti,  oggi uno dei più apprezzati coreografi nel panorama nazionale.

Biglietti in vendita presso il botteghino di piazza Umberto, 37 (Bari)
oppure online sul sito www.teatroteam.it
Tel: (+39) 0805210877 – 0805241504 – 0805240699
Orari Botteghino:
da Lunedì a Sabato ore 10:00-13:00 e 16:30-19:30
Email: teatroteam@teatroteam.it


THE FULL MONTY il musical al Teatro Team

In il

the full monty musical

La Produzione dello spettacolo THE FULL MONTY ha comunicato l’annullamento dello spettacolo per la corrente Stagione. 
Pertanto, la Direzione ha previsto il rimborso dei biglietti con un voucher valido sino al 31 Dicembre 2022 da commutare con altri spettacoli.
I possessori dei biglietti potranno esercitare tale rimborso da MARTEDI 7 DICEMBRE A GIOVEDI 16 DICEMBRE 2021, presentando i tickets in loro possesso presso il Botteghino in P.zza Umberto 37- Bari.

The Full Monty

A vent’anni dalla prima edizione del Musical di Broadway, torna in Italia una riedizione totalmente rinnovata a firma di Massimo Romeo Piparo. Protagonisti d’eccellenza i campioni  di incasso di Mamma Mia!, Paolo Conticini e Luca Ward che, con Gianni Fantoni e un grande cast, daranno corpo e anima ai disoccupati più intraprendenti della Storia del Musical. Ovviamente,  per le spettatrici più “golose” sul finale è garantito il Full Monty (servizio completo).
Dal team creativo e i protagonisti di Mamma Mia!, un altro imperdibile successo prodotto  dalla Peeparrow Entertainment che vi farà saltare sulle poltrone con una colonna sonora travolgente e orchestra dal vivo, tante risate e una bellissima storia di riscatto sociale. Orchestra dal vivo!!

Biglietti in vendita presso il botteghino di piazza Umberto, 37 (Bari)
oppure online sul sito www.teatroteam.it
Tel: (+39) 0805210877 – 0805241504 – 0805240699
Orari Botteghino:
da Lunedì a Sabato ore 10:00-13:00 e 16:30-19:30
Email: teatroteam@teatroteam.it


LE BAL. L’Italia balla dal 1940 al 2001

In il

LE BAL l Italia balla dal 1940 al 2001

LE BAL l’Italia balla dal 1940 al 2001
TEATRO TEAM – BARI
sab 28 e dom 29 Novembre 2020
rinviato al 29 e 30 maggio 2021

Una creazione del Theatre du Campagnol da un’idea e nella regia di Jean-Claude Penchenat

Ballando dall’alba al tramonto, dalla pace alla guerra, dal riso al pianto, dall’amore al dolore.

In balera, in discoteca, al mare e per strada, di giorno e di notte, da soli o in coppia.

Sessant’anni della storia d’Italia, a volte fantastica a volte tragica, si rincorrono sul palcoscenico affidati a 16 inarrestabili attori/danzatori e alla straordinaria forza comunicativa della musica, delle azioni, dei gesti e dei suoni.

Un’esplosione di energia, colori e poesia tra continui cambi di costume e di atmosfera sulle note che appartengono alla nostra memoria – da Claudio Villa a Domenico Modugno, Adriano Celentano, Gino Paoli, Gianni Morandi, Mina, Rita Pavone, Raffaella Carrà, i Pink Floyd, i Rolling Stones e Gloria Gaynor – o a passo di marcia mentre risuonano gli inni che hanno scandito la storia.

Il format nasce dalla mente di Jean-Claude Penchenat, interprete anche del film “Ballando ballando” di Ettore Scola.

“Le Bal. L’Italia balla dal 1940 al 2001” è la prima edizione al mondo che giunge fino al tragico evento delle Torri Gemelle.

È un racconto senza parole originalissimo ed esuberante che sboccia davanti al pubblico conquistandolo passo dopo passo.


MICHELA ANDREOZZI in “A letto dopo Carosello”

In il

michela andreozzi a letto dopo carosello

MICHELA ANDREOZZI
“A letto dopo Carosello”
TEATRO TEAM – BARI
sabato 7 Novembre 2020
rinviato al 29 aprile 2021

Scritto  da Michela Andreozzi – Giorgio Scarselli – Max Viola
Regia di
PAOLA TIZIANA CRUCIANI

Raffaella Carrà duettava con Topo Gigio, le domeniche erano solo in bicicletta, dalla Malesia arrivava Sandokan, l’Italia ancora perdeva i Mondiali, si passavano le serate con Sandra e Raimondo, pane burro e zucchero a merenda, l’Almanacco del giorno dopo, gli amici del cortile.

E si andava sempre A LETTO DOPO CAROSELLO.

Era la metà degli anni 70, il decennio più rivoluzionario, entusiasmante ed emozionante della nostra storia. In un esilarante viaggio interattivo accompagnato dalle musiche, atmosfere e i colori dell’epoca, Michela Andreozzi dà il suo personale omaggio alle icone di quegli anni, da Franca Valeri a Gabriella Ferri, passano dal bianco e nero al colore, dalla comicità leggendaria del sabato sera al sinistro fascino degli sceneggiati, dai motivetti delle pubblicità alle sigle dei telefilm, dalle rubriche ai varietà che hanno reso indimenticabile la nostra televisione. Sullo sfondo la vita reale di quegli anni intensi, così vicini e diversi, le tragicomiche vicende di una bambina qualsiasi e della sua famiglia, la scuola, gli amici, le vacanze.

Un’epoca che fa bene al cuore ricordare, soprattutto in un momento storico in cui c’è bisogno di tenere a mente che siamo stati leggeri, coraggiosi e pieni di fiducia.

E forse possiamo esserlo ancora.


GENNARO CANNAVACCIUOLO in “Cyrano – il musical”

In il

cyrano musical

CYRANO il Musical
con Gennaro Cannavacciuolo
TEATRO TEAM – BARI
sab 24 e dom 25 Aprile 2021

Musiche originali
DOMENICO MODUGNO

Regia
BRUNO GAROFALO

Il Cyrano di Riccardo Pazzaglia e Domenico Modugno ritorna in scena dopo 40 anni.
Scritta da Riccardo Pazzaglia sulle musiche di Domenico Modugno, la commedia andò in scena per la prima volta nel 1978, quando Modugno era Cyrano, Paolo Malco un appassionato Cristiano e Catherine Spaak una vibrante Rossana. Questa storica edizione fu ripresa dalla Rai e poi, purtroppo, chiusa “nel cassetto” poiché la sua messa in scena richiedeva mezzi imponenti e l’impiego di diverse figure artistiche, poliedriche e variegate, come attori, cantanti, ballerini e acrobati. 
Cyrano de Bergerac, poeta/soldato dal naso importante, abile spadaccino e altrettanto bravo con le parole, capace di magnifiche dichiarazioni d’amore, è il protagonista del capolavoro scritto nel 1897 da Edmond Rostand, ispirandosi al drammaturgo/filosofo/soldato del XVII secolo Savinien de Cyrano de Bergerac. Nessuno credeva sarebbe stato un successo e Rostand, che fino ad allora aveva scritto solo drammi, collezionando insuccessi, con Cyrano ottenne un trionfo fin dalla prima rappresentazione. Ad interpretare Cyrano, il personaggio – compendio di tutto quello che Rostand avrebbe voluto essere, l’ottimo Gennaro Cannavacciuolo.


“La piccola Bottega degli Orrori” con G. Ingrassia – F. Canino – B. Martin

In il

la piccola bottega degli orrori

LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI
G. Ingrassia – F. Canino – B. Martin
TEATRO TEAM – BARI
sab 27 e dom 28 Febbraio 2021

BASATO SUL FILM DI ROGER CORMAN – SCENEGGIATURA DI CHARLES GRIFFITH

Con  EMILIANO GEPPETTI  – LORENZO DI PIETRO
GIOVANNA D’ANGI  – STEFANIA FRATEPIETRO  – CLAUDIA PORTALE

ENSEMBLE
MICHELE ANASTASI, LUCREZIA DE MATTEIS, ROSITA DENTI, MARIO PIANA

SCENE GIANLUCA AMODIO | COSTUMI FRANCESCA GROSSI
COREOGRAFIE LUCA PELUSO 

ADATTAMENTO E REGIA
PIERO DI BLASIO

New York, anni Sessanta. Seymour Krelborn lavora nel negozio di fiori del signor Mushnick insieme ad Audrey, la sua giovane collega. Mushnik pensa di chiudere il negozio per mancanza di clientela, quando all’improvviso Audrey gli consiglia di esporre la strana pianta che possiede Seymour. Infatti l’esposizione di quella pianta, che egli ha soprannominato “Audrey II”, attira subito un cliente e Seymour spiega di aver preso la piantina (molto particolare) da un negozio cinese durante un’eclissi. Proprio quando gli affari del negozio migliorano, la piantina inizia a morire, preoccupando Seymour. Il ragazzo prova di tutto per farla star meglio ma nulla funziona, finché egli si taglia accidentalmente un dito scoprendo che la piantina si nutre di sangue umano per vivere. Audrey II inizia a crescere gradualmente e così Seymour diventa una celebrità locale. Egli prova a chiedere ad Audrey di uscire con lui, ma lei rifiuta perché ha già organizzato un appuntamento con il suo fidanzato, il dottor Orin Scrivello, un sadico e violento dentista. Nonostante ciò Audrey segretamente ricambia l’amore che Seymour prova per lei.


BALLETTO DEL SUD in “Romeo e Giulietta”

In il

BALLETTO DEL SUD
“Romeo e Giulietta”
TEATRO TEAM – BARI
lunedì 7 Dicembre 2020
rinviato al 5 febbraio 2021

Appuntamento con una delle storie d’amore più popolari di ogni tempo e luogo.Torna al Team di Bari il Balletto del Sud, compagnia teatrale diretta da Fredy Franzutti, che presenta la sua personale versione di “Romeo e Giulietta” ,balletto basato sull’omonima tragedia di W.Shakespeare su musiche di Sergej Prokofiev.  Romeo e Giulietta è sicuramente una delle storie d’amore più popolari di ogni tempo e luogo.La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l’archetipo dell’amore perfetto, ma avversato dalla società. Il coreografo Fredy Franzutti crea lo spettacolo nel 1998 per la sua compagnia il Balletto del Sud, riscuotendo da subito successo di pubblico e critica, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene (realizzate da Francesco Palma) sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero Della Francesca e Cimabue ed introducono lo spettatorre in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante. I costumi sono ricostruttivi dell’età medievale italiana, nella quale Franzutti pone l’ambientazione della vicenda. Il fascino arcaico del Medioevo è stato considerato uno dei punti di forza della produzione. Il Romeo e Giulietta del Balletto del Sud, proposto in occasione dei 400 anni della morte di William Shakespeare, è stato trasmesso integralmente da Rai Due la notte del Natale 2010 e più volte da Rai Uninettuno.