BIFEST 2020: il programma dell’ 11ª edizione del Bari International Film Festival

In il

bifest 2020 bari

Bif&st 2020
Bari International Film Festival
11ª edizione
dal 22 al 30 agosto 2020

Il Programma del Bif&st 2020

L’undicesima edizione del Bif&st-Bari International Film Festival – posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il riconoscimento e il patrocinio della Direzione generale cinema e audiovisivo del Mibact, promosso dalla Regione Puglia con la collaborazione del Comune di Bari, prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission – si svolgerà dal 22 al 30 agosto 2020 nel Teatro Piccinni, nell’arena allestita in Piazza Prefettura, nell’arena allestita nella Corte del Castello Svevo, in una sala del Multicinema Galleria e nel Teatro Margherita.
Ideato e diretto da Felice Laudadio il Bif&st è presieduto dalla regista Margarethe von Trotta, presidente onorario Ettore Scola. Il critico Enrico Magrelli è il consulente della direzione artistica, Giuliana La Volpe è la programmer. Angelo Ceglie è il direttore organizzativo. Il Bif&st rientra nelle attività patrocinate dal Comitato Fellini100 istituito presso il Mibact.

Al Bif&st 2020 collaborano: il Centro Sperimentale di Cinematografia, l’Università degli Studi, il Politecnico di Bari, Puglia Promozione. Partner e sponsor sono: ANCE Bari e Bat; INAIL; Nuovo IMAIE; Gruppo Marino/Renauto; Monile/MarioMossa Gioielliere; Aeroporti di Puglia.
Media partner del Bif&st 2020 sono RAI (main media partner), Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica.
Il profilo di Federico Fellini è stato disegnato da Ettore Scola e realizzato in platino da Monile/MarioMossa Gioielliere per il “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”.
La foto di Mario Monicelli è di Pino Settanni, per gentile concessione di Luce Cinecittà.

Anteprime internazionali
Sette film selezionati fra la produzione mondiale più recente e totalmente inediti in Italia verranno presentati nella sezione non competitiva serale delle Anteprime Internazionali che si aprirà e si chiuderà con un doppio omaggio al cinema italiano girato in Puglia con i classici digitalizzati o restaurati: La ragazza con la pistola di Mario Monicelli, girato anche a Polignano, a Conversano e nell’Alta Murgia, e LaCapaGira di Alessandro Piva, girato a Bari.
Prima delle proiezioni previste alle 21.30 in Piazza Prefettura (Piazza Libertà), sul palcoscenico allestito nell’arena si svolgeranno dalle 20.30 alcuni incontri con le personalità del cinema cui verranno conferiti i premi attribuiti dalla giuria dell’ItaliaFilmFest fra i quali: Luan Amelio Ujkaj con Gianni Amelio in presenza, Nicola Piovani e Pierfrancesco Favino con videomessaggi (22 agosto); Pupi, Antonio e Tommaso Avati in presenza, Micaela Ramazzotti con videomessaggio (23 agosto); Francesco Frigeri e Maurizio Braucci in presenza, Pietro Marcello con videomessaggio (24 agosto); Luca Gasparini con Roberto de Feo in presenza (25 agosto); Milena Mancini con Claudio Bonivento e Lorenzo Mattotti in presenza (26 agosto); Paola Cortellesi con videomessaggio (27 agosto); Benedetta Porcaroli, Marco D’Amore e Marco Bellocchio in presenza (28 agosto); Matteo Garrone, Paolo Del Brocco, Massimo Cantini Parrini e Claudio Segaluscio in presenza (29 agosto).

I Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence verranno conferiti a Anne Fontaine con videomessaggio (26 agosto) e, in presenza, a Lina Sastri (23 agosto), Nicola Maccanico (28 agosto) e Roberto Benigni cui verrà conferito anche il Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista per Pinocchio (29 agosto).

Nella serata del 30 agosto verranno conferiti i tre riconoscimenti attributi dalla giuria del Panorama internazionale cui farà seguito un concerto pianistico. Il Bif&st è lieto di collaborare con il Bari Piano Festival, diretto da Emanuele Arciuli, nel segno di Ennio Morricone. E così, per la serata finale di entrambe le manifestazioni, ricorderemo il grande Maestro con un concerto di due pianisti italiani di grande prestigio: Gilda Buttà, che di Ennio Morricone è stata l’interprete “ufficiale”, eseguendo le sue colonne sonore e suonando la sua intera produzione pianistica, e Cesare Picco, improvvisatore raffinato e colto, che parte dalle musiche di Morricone per un percorso creativo di grande suggestione.

Questo il programma delle proiezioni dell’arena di Piazza Prefettura (Piazza Libertà):

22 agosto, opening night
* LA RAGAZZA CON LA PISTOLA di Mario Monicelli con Monica Vitti, Stanley Baker, Carlo Giuffrè, Corin Redgrave, Stefano Satta Flores. Italia 1968, 104’ v.it. Edizione digitalizzata dalla Cineteca Nazionale.
Sedotta e abbandonata da Vincenzo Maccaluso, Assunta, innamorata follemente, lascia il paesino siculo e lo insegue a Londra decisa a vendicarsi. Ma l’aria della metropoli la fa desistere dai suoi propositi e nella ragazza avviene una felice metamorfosi.
Prima del film di Monicelli sono previsti un Tributo a Ennio Morricone e un Tributo ad Alberto Sordi di Marco Cucurnia (Il silenzio di Alberto, 5’25”).

23 agosto
* IL GIORNO SBAGLIATO (Unhinged) di Derrick Borte con Russell Crowe, Jimmi Simpson, Caren Pistorius. Usa 2020, 93’ v.o. ingl. sott. it.
Il Premio Oscar Russell Crowe è protagonista di un thriller psicologico molto attuale che esplora il fragile equilibrio di una società spinta al limite, portando qualcosa che tutti abbiamo vissuto – la rabbia su strada – a una conclusione imprevedibile e terrificante.

24 agosto
* ROSE PLAYS JULIE di Christine Molloy e Joe Lawlor con Ann Skelly, Orla Brady, Aidan Gillen. Irlanda-UK 2019, 100’ v.o. ingl. sott. it.
Da sempre Rose vuole conoscere i suoi genitori biologici e le vicende legate alla sua vera identità. Dopo aver rintracciato sua madre Ellen, Rose è sconvolta dalla scoperta del suo concepimento violento. Decide di confrontarsi con il proprio padre biologico, non sapendo di essere su una rotta di collisione violenta e inquietante. Forze oscure si addensano e minacciano la sua già fragile identità.

25 agosto
* LES TRADUCTEURS (The Translators) di Régis Roinsard con Lambert Wilson, Olga Kurylenko, Riccardo Scamarcio. Francia-Belgio 2019, 105’ o. fr.-ingl.-it. sott. ingl. e it.
Isolati in una lussuosa casa senza alcun contatto con l’esterno, nove traduttori si sono riuniti per lavorare sull’ultimo volume di uno dei più grandi successi della letteratura mondiale. Ma quando le prime dieci pagine del romanzo vengono pubblicate su internet, e un pirata minaccia di rivelarne il resto se non gli viene pagato un riscatto, una domanda diventa ossessiva: da dove e da chi proviene la fuga di documenti?

26 agosto
* POLICE (Night Shift) di Anne Fontaine con Virginie Efira, Omar Sy, Grégory Gadebois, Payman Maadi. Francia 2020, 99’ v.o. fr. sott. ingl. e it.
Tre agenti di polizia sono incaricati di scortare un migrante illegale all’aeroporto Charles de Gaulle, dove sarà rimpatriato a forza con un aereo. Quando però gli agenti scoprono la verità, dovranno prendere una decisione difficile.

27 agosto
* IL CONCORSO (Misbehaviour) di Philippa Lowthorpe con Keira Knightley, Gugu Mbatha-Raw, Jessie Buckley. UK 2020, 106’ v.o. ingl. sott. it.
Nel 1970 durante la serata di premiazione di Miss Mondo, lo show più visto in TV con oltre 100 milioni di spettatori, il Movimento di Liberazione delle Donne di Londra invase il palcoscenico, interrompendo la diretta televisiva. Alla ripresa della trasmissione ci fu una rivelazione: proclamata vincitrice non fu la favorita Miss Svezia, ma Miss Grenada, la prima Miss Mondo di colore!

28 agosto
* THE AUDITION (Das Vorspiel) di Ina Weisse con Nina Hoss, Simon Abkarian, Jens Albinus. Germania-Francia 2019, 99’ v.o. ted. sott. ingl. e it.
Anna Bronsky è insegnante di violino al Conservatorio. Contro il parere dei colleghi, decide di ammettere uno studente, Alexander, in cui ha visto un grande talento. Con grande coinvolgimento, prepara Alexander per l’esame di fine anno, ma inizia a trascurare suo figlio Jonas e si allontana sempre di più dal marito…

29 agosto
* THE PERSONAL HISTORY OF DAVID COPPERFIELD (La vita straordinaria di David Copperfield) di Armando Iannucci con Dev Patel, Tilda Swinton, Hugh Laurie, Gwendoline Christie, Ben Whishaw, Aneurin Barnard. UK-USA 2019, 119’ v.o. ingl. sott. it.
Dall’immaginazione del regista britannico candidato all’Oscar Armando Iannucci, l’adattamento di uno dei romanzi più amati di Charles Dickens. Un film straordinariamente divertente che attraversa l’Inghilterra del XIX secolo seguendo il destino a zig-zag del suo eroe.

30 agosto, closing night
* LACAPAGIRA di Alessandro Piva con Dino Abbrescia, Mino Barbarese, Mimmo Mancini, Dante Marmone, Paolo Sassanelli, Gianni Giannotti, Tiziana Schiavarelli. Italia 1999, 76’ v.it. Il restauro de LaCapaGira è stato realizzato dalla Fondazione Cineteca di Bologna in collaborazione con la società di produzione Seminal Film, a partire dal negativo scena immagine Super 16mm e dai nastri dell’audio di presa diretta e del mix originale. Le lavorazioni sono state effettuate presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata nel 2020.
Bari, gli ultimi brividi di un inverno molto freddo. Una banda della piccola malavita fruga nel giorno e nella notte della periferia, alla ricerca di un prezioso pacchetto spedito dai Balcani e destinato a non giungere mai alla sua ultima meta. Cosa contiene il pacchetto? Un materiale importante per i nostri personaggi; per lo spettatore, un passe-partout che apre le porte di un sottobosco cittadino frastagliato e sorprendente.
La proiezione del lungometraggio sarà preceduta dalla presentazione di due cortometraggi della serie “Vite spezzate” realizzata da Alessandro Piva per l’INAIL, partner del Bif&st.

Panorama internazionale
Verranno presentati in concorso in anteprima italiana o internazionale 13 film provenienti da tutto il mondo. La giuria – presieduta da Alessandro Laterza e composta da Mariangela Barbanente, Oscar Iarussi, Silvia Napolitano e Alessandro Piva – attribuirà i seguenti tre riconoscimenti: Bif&st International Award per il miglior regista – Bif&st International Award per la migliore attrice protagonista – Bif&st International Award per il miglior attore protagonista.

Questi i film programmati al Teatro Piccinni alle ore 19.00 e 22.30:

22 agosto
* FREE COUNTRY (Freies Land) di Christian Alvart con Trystan Puetter, Felix Kramer, Nora Waldstaetten. Germania 2019, 127’ v.o. ted. sott. ingl. e it.
Nell’autunno del 1992, gli ispettori di polizia Patrick e Markus sono inviati in un remoto angolo del paese per investigare sulla scomparsa di due giovani sorelle di 15 e 16 anni. Le due belle ragazze sono solo scappate dal loro rozzo paesino, o è accaduto qualcosa di sinistro? In questa parte del paese gli effetti del regime della Germania Est sono ancora torbidi. Nessuno ha visto niente, gli ispettori sono accolti da un muro di silenzio.

* INVISIBLE (Nematoma) di Ignas Jonynas con Dainius Kazlauskas, Paulina Taujanskaite, Darius Bagdziunas, Alexandr Igna- tusha. Lituania-Lettonia-Ucraina-Spagna 2019, 90’ v.o. lituano-ucraino sott. ingl. e it.
Jonas, ex ballerino, si finge cieco per partecipare a un talent televisivo. Qui incontra Saulé, sua nuova partner di ballo che sembra inizialmente turbata dalla sua disabilità. Presto però, il disagio lascia spazio a un reale interesse e la coppia diventa la più popolare dello show. Nel frattempo però Vytas, vecchia conoscenza di Jonas, esce di prigione dopo aver scontato la pena cui era stato condannato per aver ucciso sua moglie Marija. Vytas è in preda a sentimenti contrastanti: è infatti convinto che Jonas, in passato amante di sua moglie, sia altrettanto responsabile della sua morte.

23 agosto
* NOCTURNAL di Nathalie Biancheri con Cosmo Jarvis, Lauren Coe. UK 2019, 86’ v.o. ingl. sott. it.
Laurie, una cinica studentessa, costruisce e coltiva un’amicizia segreta con Pete, un uomo più grande apparentemente ossessionato da lei.

* GIPSY QUEEN di Hüseyin Tabak con Alina Serban, Tobias Moretti, Irina Kurbanova. Germania-Austria 2019, 112’ v.o. ted-romanes sott. ingl. e it.
Ali, una donna coraggiosa e madre single di due bambini, lavora con l’allenatore e proprietario di un cadente circolo di boxe per mantenere la sua famiglia.

24 agosto
* THE SONG OF NAMES di François Girard con Eddie Izzard, Tim Roth, Clive Owen, Gerran Howell, Stanley Townsend. Canada-Ungheria-UK-Germania 2019, 113’ v.o. ingl. sott. it.
Mentre in Europa scoppia la Seconda guerra mondiale, il piccolo Martin, 9 anni, si affeziona al nuovo fratello Dovidl, coetaneo e violinista prodigio, ebreo polacco rifugiatosi a Londra. Ma Dovidl, all’età di 21 anni, scompare senza lasciare traccia alla vigilia del suo primo concerto da solista. Inizia così l’odissea di Martin alla ricerca del fratello perduto, con rivelazioni sorprendenti per entrambi.

* MUSCLE di Gerard Johnson con Cavan Clerkin, Craig Fairbrass, Polly Maberly. UK 2019, 110’ v.o. ingl. sott. it.
Simon non vive la vita che desidera. È stufo del suo lavoro senza prospettive in un call center, lui e la sua ragazza si stanno dolorosamente allontanando. È stanco del suo corpo grassoccio, e della sua vita. È ora di cambiare e andare in palestra. La sua inesperienza, la sua natura timida e il suo corpo morbido spiccano in questa palestra cadente, piena di emuli di Schwarzenegger. Attira subito l’attenzione di Terry, un intimidatorio allenatore che si offre di seguirlo. Troppo velocemente, però, la vita di Simon va fuori controllo dopo che la fidanzata lo lascia e Terry diventa il suo capo, amico, e coinquilino.

25 agosto
* SYMPATHIE POUR LE DIABLE di Guillaume de Fontenay con Niels Schneider, Ella Rumpf, Vincent Rottiers. Francia-Canada-Belgio 2019, 109’ v.o. fr.-ingl.-serbo sott. ingl. e it.
Ispirato a fatti realmente accaduti, tratto dal libro “Sympathie pour le diable” di Paul Marchand. Uomo assai vulnerabile dietro la sua corazza di sarcasmo, fragile malgrado la sua arroganza, forte malgrado le sue ferite, Paul Marchand si fece conoscere durante l’assedio di Sarajevo nel 1992- 93. Il film racconta la storia di come il suo senso di ribellione crebbe vedendo gente semplice intrappolata in una città costantemente sotto bombardamento, e constatando l’apatia della comunità internazionale assieme alla nonchalance dei suoi colleghi, per i quali la guerra era solo “una buona storia”.

* INHERIT THE VIPER di Anthony Jerjen con Josh Hartnett, Margarita Levieva, Bruce Dern, Owen Teague. USA-Svizzera 2019, 90’ v.o. ingl. sott. it.
Per i fratelli Kip e Josie lo spaccio di droga non è solo la loro attività di famiglia – è la loro unica risorsa per sopravvivere. Quando un affare finisce terribilmente male, Kip decide di uscirne. Ma il tentativo di sfuggire alla continuità familiare innesca una spirale di violenza e tradimento, che mette in pericolo Kip, Josie e il fratello più giovane Boots. Un crime-thriller infuocato con un finale devastante.

26 agosto
* THREE SUMMERS (Três Verões) di Sandra Kogut con Regina Casé, Rogério Fróes, Gisele Fróes, Otavio Müller. Brasile-Francia 2019, 94’ v.o. portoghese sott. ingl. e it.
Ogni Natale, con l’aiuto dei loro impiegati, Edgar e Marta ospitano una sontuosa celebrazione familiare nella loro casa estiva. Nel corso di tre anni, le loro vite si capovolgeranno. Cosa succede alla gente invisibile che vive nell’orbita dei ricchi e potenti quando tutto crolla? Attraverso il loro sguardo, assistiamo al graduale disintegrarsi del Brasile alla vigilia del 2018.

* THE GERMAN LESSON (Deutschstunde) di Christian Schwochow con Ulrich Noethen, Tobias Moretti, Levi Eisenblätter. Germania 2019, 125’ v.o. ted. sott. ingl. e it.
In un paesino della Germania settentrionale si svolge un dramma durante e subito dopo la Seconda guerra mondiale, sul dovere contrapposto alla coscienza individuale e alla moralità. Tratto dal famoso romanzo di Siegfried Lenz “Lezioni di tedesco” è diretto dal regista delle serie Bad Banks e The Crown.

27 agosto
* GOLDEN VOICES (Kolot Reka) di Evgeny Ruman con Maria Belkin, Vladimir Friedman, Evelin Hagoel. Israele 2019, 88’ v.o. russo-ebraico sott. ingl. e it.
Victor e Raya Frenkel sono stati per decenni le voci d’oro del doppiaggio cinematografico sovietico. Nel 1990, con il collasso dell’Unione Sovietica, i Frenkel decidono di fare Aliyah, cioè di emigrare in Israele. In Israele non c’è bisogno di artisti doppiatori in lingua russa, e i tentativi di Victor e Raya di usare il proprio talento causeranno eventi bizzarri ed inaspettati durante i loro primi mesi in Israele, trasformando l’inizio del nuovo capitolo della loro vita in un’esperienza divertente, dolorosa ed assurda.

* LYNN + LUCY di Fyzal Boulifa con Roxanne Scrimshaw, Nichola Burley. UK 2019, 84’ v.o. ingl. sott. it.
Lynn e Lucy sono amiche da sempre, e il loro rapporto è quasi d’amore. Nessuna delle due si è mai allontanata dal quartiere. Lynn, che ha sposato il suo primo ragazzo e la cui figlia sta crescendo in fretta, è felicissima della nascita del primo figlio della carismatica e irascibile Lucy. Lucy, però, vive la maternità diversamente da Lynn. La loro amicizia sarà presto messa alla prova in circostanze estreme.

28 agosto
* NUCLEAR di Catherine Linstrum con Emilia Jones, Sienna Guillory, Oliver Coopersmith, Noriko Sakura, George MacKay. UK 2019, 92’ v.o. ingl. sott. it.
Emma, ragazza traumatizzata dalle violenze di suo fratello, e sua madre sono in fuga. Trovano rifugio in un luogo isolato, sul quale si staglia una centrale nucleare. Emma inizia a staccarsi dalla protezione della madre, e si trova costretta ad affrontare da sola un mondo ostile. Un racconto teso e inquietante di una famiglia corrotta, con un passato pericoloso.

Verranno inoltre presentati al Teatro Piccinni, fuori concorso, i film:

22 agosto, h. 16.00
* SEMINA IL VENTO di Danilo Caputo con Yile Yara Vianello, Feliciana Sibilano, Caterina Valente, Espedito Chionna. Italia-Francia-Grecia 2020, 91’ v.it. sott. ingl.
Nica, 21 anni, abbandona gli studi d’agronomia e torna a casa, in un paesino vicino Taranto, dopo tre anni d’assenza. Lì trova un padre sommerso dai debiti, una terra inquinata, degli ulivi devastati da un parassita. Nica lotta con tutte le sue forze per salvare quegli alberi secolari, ma l’inquinamento ormai è anche nella testa della gente e lei si troverà a dover affrontare ostacoli inaspettati…

29 agosto, h. 19.00
* QUELLO CHE NON SAI DI ME di Rolando Colla con Linda Olsansky, Koudous Seihon, Sara D’Amico. Svizzera-Italia-Repubblica Ceca 2019, 121’ v.o. it.-ingl.-ceco sott. it.
Ikendu un rifugiato del Mali arrivato in Svizzera dopo essere passato per la Libia e l’Italia incontra, a Bellinzona, Patricia madre single immigrata dalla Repubblica Ceca che lavora in un’officina di biciclette. I due si innamorano, si sposano e progettano la loro vita insieme. Ikendu però viene improvvisamente arrestato e accusato di spaccio, ma si dichiara innocente. Da qui la relazione tra i due si incrina, portando alla luce ambiguità e verità nascoste che metteranno a dura prova il loro rapporto. Così dalle macerie di questo doloroso conflitto emergerà la speranza di una nuova rinascita

30 agosto, h. 19.00
* NONOSTANTE LA NEBBIA di Goran Paskaljević con Giorgio Tirabassi, Donatella Finocchiaro, Francesco Acquaroli, Anna Galiena, Luigi Diberti, Paolo Triestino. Italia-Serbia-Francia-Macedonia del Nord 2019, 89’ v.it. sott. ingl.
Paolo torna a casa dopo il lavoro in un pomeriggio piovoso. Sulla strada vede un bimbo a una fermata del bus e decide di portarlo a casa. Il bimbo, Mohammed, è un rifugiato che ha perso i suoi genitori durante il viaggio in Italia. La sua presenza disturba la moglie, Valeria, all’inizio titubante e sospettosa, ma che alla fine accetta di dargli il suo affetto malgrado i pregiudizi della gente.

Il programma del Teatro Piccinni – che ospiterà alle 11.00 e alle 16.00 le repliche dei film italiani della sezione ItaliaFilmFest presentati il giorno precedente nell’Arena del Castello Svevo – si completa il 28 agosto alle 22.30 con lo straordinario recital musicale “Napoli che canta” tenuto da Lina Sastri in onore di Ennio Morricone, registrato al Teatro Petruzzelli il 27 aprile 2019. E infine, alle 22.30 del 29 agosto, verrà presentata l’edizione restaurata dalla Cineteca Nazionale del film I vitelloni in onore di Federico Fellini e di Alberto Sordi in occasione del loro centenario.
ItaliaFilmFest

In questa sezione verranno presentati i film italiani premiati dalla giuria dei critici che fanno capo alla direzione artistica. Questi i vincitori e i loro film con le date di programmazione nell’Arena del Castello Svevo alle ore 20.00 e 22.30:

22 agosto:

HAMMAMET di Gianni Amelio
* Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia Luan Amelio Ujkaj
* Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche Nicola Piovani
* Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista Pierfrancesco Favino

IL TRADITORE di Marco Bellocchio
* Premio Mario Monicelli per il miglior regista Marco Bellocchio
* Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche Nicola Piovani
* Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista Pierfrancesco Favino

23 agosto
IL SIGNOR DIAVOLO di Pupi Avati
* Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto originale Antonio, Pupi e Tommaso Avati

GLI ANNI PIU’ BELLI di Gabriele Muccino
* Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista Micaela Ramazzotti

24 agosto
IL PRIMO NATALE di Ficarra e Picone
* Premio Dante Ferretti per il miglior scenografo Francesco Frigeri
MARTIN EDEN di Pietro Marcello
* Premio Luciano Vincenzoni per la migliore sceneggiatura Maurizio Braucci e Pietro Marcello

25 agosto, h. 22.30
THE NEST (Il nido) di Roberto De Feo
* Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore Luca Gasparini

26 agosto
A MANO DISARMATA di Claudio Bonivento
* Premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista Milena Mancini
LA FAMOSA INVASIONE DEGLI ORSI IN SICILIA di Lorenzo Mattotti
* Premio Maria Pia Fusco per l’eccellenza tecnico-artistica Lorenzo Mattotti

27 agosto
FIGLI di Giuseppe Bonito
* Premio Mariangela Melato per la migliore attrice protagonista O.P Paola Cortellesi
5 È IL NUMERO PERFETTO di Igort
* Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore protagonista O.P. Toni Servillo

28 agosto
L’IMMORTALE di Marco D’Amore
* Premio Ettore Scola per il miglior regista O.P. Marco D’Amore
18 REGALI di Francesco Amato
* Premio Nuovo IMAIE per l’attrice rivelazione Benedetta Porcaroli

29 agosto
PINOCCHIO di Matteo Garrone
* Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film Matteo Garrone e Paolo Del Brocco (Rai Cinema)
* Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista Roberto Benigni
* Premio Piero Tosi per il miglior costumista Massimo Cantini Parrini
SOLE di Carlo Sironi

* Premio Nuovo IMAIE per l’attore rivelazione Claudio Segaluscio

Il programma dell’Arena del Castello Svevo si completerà con la presentazione fuori concorso di:

25 agosto, h. 20.00

* LA RIVINCITA di Leo Muscato con Michele Venitucci, Michele Cipriani, Deniz Özdogan, Sara Putignano. Italia 2020, 87’ v.it.
L’esproprio di un terreno in cambio di un risarcimento irrisorio. Il sogno di poter avere un figlio. Iniziano così le rocambolesche disavventure economiche e familiari di due fratelli, Vincenzo e Sabino, e delle loro mogli, Maja e Angela. Non avendo altra scelta a disposizione, i due fratelli finiscono in mano al malaffare. Ma la forza del loro legame familiare li spinge a non arrendersi e ad andare avanti in una lotta per la sopravvivenza, sapendo che esiste sempre la rivincita contro la “porca miseria”.

30 agosto, h. 20.00

* BURRACO FATALE di Giuliana Gamba con Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti, Loretta Goggi. Italia-Marocco 2019, 90’ v.it. World premiere
Irma, Eugenia, Miranda e Rina sono quattro donne diverse, ognuna con il proprio carattere, le proprie debolezze e le proprie eccentricità, ma legate da una conoscenza profonda e duratura nel tempo, unita e scandita dalle loro irrinunciabili partite a carte. Quando decidono di partecipare ad un torneo nazionale di burraco e uscire dalla loro quotidianità, si ritroveranno improvvisamente a carte scoperte. Ma, in fondo, non è proprio il gioco del burraco ad avergli insegnato che una partita va giocata tutta, fino in fondo, e che nessun risultato è mai scontato?

22. 22.00 – Remembering Andrea Camilleri e Ugo Gregoretti

* UGO E ANDREA di Rocco Mortelliti con Andrea Camilleri, Ugo Gregoretti. Italia 2005, 60’ v.it.
Scherzi, battute, ricordi, note biografiche e autobiografiche, pensieri profondi narrati con divertito distacco, molta ironia e consapevole condivisione: sono gli ingredienti di questo affettuoso dialogo a due voci e in “falso movimento” – filmato dalle loro rispettive figlie, Andreina e Orsetta – fra un gigante della narrativa, Andrea Camilleri, e un titano della rivoluzione del linguaggio televisivo e audiovisivo, Ugo Gregoretti.

L’Arena del Castello Svevo ospiterà inoltre, alle 19.00, la presentazione di alcuni libri:
24 agosto – Ritratti e autoritratti. Cinema teatro tv e la battaglia delle idee di Felice Laudadio
25 agosto – Bianco e Nero, numero della rivista interamente dedicato a Mario Monicelli
26 agosto – Pierfrancesco Favino. Collezionista di anime di Fabio Ferzetti
28 agosto – Alberto Sordi di Alberto Anile
La storia, la memoria – Tributo a Mario Monicelli

Questi i film diretti da Mario Monicelli in programma alle 18.00 e alle 21.00 nella Sala 5 del Multicinema Galleria, con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili e contingentati:

22 agosto – È arrivato il cavaliere (1950, 79’)
Vita da cani (1950, 106’)
23 agosto – Un eroe dei nostri tempi (1955, 89’)
I soliti ignoti (1958, 107’)
24 agosto – La grande guerra (1959, 139’)
Risate di gioia (1960, 106’)
25 agosto – I compagni (1963, 130’)
L’armata Brancaleone (1966, 119’)
26 agosto – Vogliamo i colonnelli (1973, 98’)
Romanzo popolare (1974, 103’)
27 agosto – Amici miei (1975, 110’)
Caro Michele (1976, 109’)
28 agosto – Un borghese piccolo piccolo (1977, 121’)
Temporale Rosy (1980, 107’)
29 agosto – Il Marchese del Grillo (1981, 137’)
Speriamo che sia femmina (1986, 119’)
30 agosto – Parenti serpenti (1992, 105’)
Le rose del deserto (2006, 104’)

A Mario Monicelli sarà inoltre dedicata una grande mostra fotografica al Teatro Margherita con gigantografie messe a disposizione dalla Cineteca Nazionale del
Centro Sperimentale di Cinematografia e con la presentazione del numero della rivista “Bianco e Nero” a lui dedicato.

COME ACCEDERE ALLE ATTIVITÀ DEL BIF&ST 2020

ARENA PIAZZA PREFETTURA (PIAZZA LIBERTÀ)
Anteprime Internazionali
Biglietto: € 8,00
Abbonamento senza posto assegnato: € 60,00

TEATRO PICCINNI
Biglietto: € 5,00
Abbonamento senza posto assegnato per programmazione fascia serale (ore 19:00 e 22:30): € 75,00

Gli abbonamenti sono in vendita dal 10 agosto dalle ore 10:00 online sul Circuito Vivaticket e presso il botteghino del Teatro Piccinni.  Per gli abbonamenti sarà riservata una zona di posti a sedere.
I biglietti sono in vendita dal 17 agosto dalle ore 10:00 online sul Circuito Vivaticket e presso il botteghino del Teatro Piccinni.

ARENA CASTELLO SVEVO
ItaliaFilmFest
Biglietto: € 5,00

I biglietti sono in vendita dal 17 agosto dalle ore 10:00 online sul Circuito Vivaticket e presso il botteghino del Teatro Piccinni.

Giorni e orari di apertura del botteghino del Teatro Piccinni
10-21 agosto: dal lunedì al venerdì ore 10:00-12:00 e ore 18:00-20:00
22-30 agosto: ore 10:00-12:00 e ore 15:00-23:00
A questo link è possibile cercare tutti i punti vendita Vivaticket https://shop.vivaticket.com/ita/ricercapv

MULTICINEMA GALLERIA
Festival Mario Monicelli
Ingresso gratuito.
I tagliandi per le proiezioni del Festival Mario Monicelli possono essere ritirati mezz’ora prima della proiezione presso la cassa del Cinema ed è possibile ritirare massimo due tagliandi a persona.

MISURE ANTI-COVID PER IL BIF&ST 2020
Il Bif&st 2020 si svolgerà in totale sicurezza grazie all’accurato piano anti-Covid predisposto in tutte le aree interessate dal festival. È stato ridotto il numero di sale in cui il Bif&st si è svolto fino al 2019, e ciò ha comportato anche una riduzione dei film, degli eventi e dei posti disponibili, con alternanza del posto a sedere e chiara indicazione dei posti non occupabili in tutte le aree coinvolte. Sono state allestite due arene e sono state aboliti i Focus e le conferenze stampa, tranne quella di bilancio finale e prospettive prevista alle ore 12.30 del 30 agosto nel Teatro Piccinni.
È previsto il tracciamento dei partecipanti al Bif&st 2020 attraverso biglietti nominali, controllo della temperatura corporea mediante termoscanner agli ingressi delle sale e delle arene (non sarà consentito l’accesso in caso di temperatura superiore ai 37,5 gradi), con distanziamento sociale nelle sale e nelle arene per tutte le attività, in modo da garantire la massima sicurezza a quanti – talent e spettatori – prenderanno parte in qualunque forma al Bif&st 2020. In tutte le aree verranno collocati, per l’igienizzazione delle mani, sanificanti liquidi e gel. Il solo materiale stampato sarà il catalogo-programma personale, da non cedere mai ad altri che non siano conviventi. Tutte le altre informazioni saranno comunicate in formato elettronico sui social: facebook.com/bifest.it – Instagram: @bifest – Twitter: @bifest_official e sul sito www.bifest.it
Delle mascherine, obbligatorie, dovranno essere muniti di propria iniziativa tutti i frequentatori del festival. Le mascherine saranno utilizzate in tutte le aree interne ed esterne quando il distanziamento risulti impossibile o difficoltoso e le si dovranno indossare mentre si accede alle sale, quando si è in fila e sino al momento in cui si occupa il posto in sala o in arena. I posti non verranno assegnati. La biglietteria sarà online ma è prevista la possibilità di accedere alla biglietteria del Teatro Piccinni e, per i biglietti gratuiti, del Multicinema Galleria.
Il Bif&st predisporrà nell’area di Piazza Prefettura la presenza di un servizio di ambulanze e di personale sanitario di pronto soccorso a disposizione del pubblico.


Alessandro Haber in MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE

In il

morte di un commesso viaggiatore haber reale

Goldenart/ Teatro Stabile del Veneto – Teatro Stabile di Bolzano
Alessandro Haber, Alvia Reale
MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
di Arthur Miller / Traduzione e adattamento di Masolino D’Amico / Scene Andrea Belli Costumi Silvia Aymonino / Disegno luci Alessandro Verazzi / Musiche Daniele D’Angelo
Con Alberto Onofrietti, Josafat Vagni e con la partecipazione Duccio Camerini, Carlo Ragone, Fabio Mascagni, Beniamino Zannoni, Paolo Gattini, Caterina Paolinelli, Margherita Mannino, Anna Gargano
regia LEO MUSCATO

Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller è, senza alcun dubbio, la Grande Commedia Americana, quella che gli americani sentono come più autenticamente “loro”. Perché Il Commesso colpisce così profondamente? Perché è la storia di un sogno; la storia di un piccolo uomo e del suo sogno più grande di lui. Nella fiaba della farfalla e della formica, le simpatie vanno alla farfalla, benché questa venga sconfitta. E Willy Loman, sconfitto alla fine come la farfalla, non ha pazienza. È nato in un paese giovane e impaziente, forse figlio di immigrati; non ha radici, vuole salire nella scala sociale. Sogna a occhi aperti il successo facile, veloce. È un commesso viaggiatore che si guadagna da vivere con la parlantina, e ha allevato i figli al culto dell’apparenza e della superficialità. Ma ha finito per farne dei falliti. Il Commesso mischia verità e allucinazione, si svolge contemporaneamente sulla scena, sotto gli occhi del pubblico, e nella testa del protagonista, nella quale noi spettatori, a differenza dagli altri personaggi, siamo chiamati a entrare. Ne risulta una macchina di teatro che è rimasta appassionante e attuale oggi come ai giorni del suo debutto. [Masolino D’Amico]

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


Mummenschanz in “You & Me” al teatro Piccinni

In il

Mummenschanz You & Me

Mummenschanz torna in Italia con una nuova produzione. You & Me, invita lo spettatore ad evadere dal quotidiano per condurlo in un viaggio oltre il mondo conosciuto e oltre ogni immaginazione. Nei 45 anni di attività, Mummenschanz non ha mai smesso di essere l’artigiano dell’immaginazione. Insolite forme, abitate da strani personaggi si aggirano sul palcoscenico in un evento gioioso, interattivo, surreale ed unico.
Lo spettacolo avrà luogo al Teatro Piccinni il 4 Aprile alle 21:00 in abbonamento e fuori abbonamento il 5 Aprile alle 18:30.

info e prenotazioni Camerata Musicale Barese
Via Sparano 141, Bari
tel. 0805211908
www.cameratamusicalebarese.it


BIFEST 2020: Annullata l’11ª edizione del Bari International Film Festival

In il

bifest 2020 bari international film festival

Il Bif&st 2020 “Si farà, ma in un periodo diverso da quello previsto“. Il direttore del Bari International Film Festival, Felice Laudadio ha informato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’Apulia Film Commission che, “allo stato – si legge in una nota – non sussistono più le condizioni per garantire alla manifestazione, in programma dal 21 al 28 marzo prossimo, gli esiti desiderati, che hanno caratterizzato il festival nei suoi primi 10 anni di attività“.

La motivazione è naturalmente legata al Coronavirus. “E questo a causa della difficoltà o, in molti casi, dell’impossibilità di una serie di ospiti importanti provenienti da tutto il mondo e dall’Italia ad accompagnare a Bari i loro film, a tenere le lezioni di cinema e a partecipare ad un evento caratterizzato, come sempre in passato, da una massiccia presenza di pubblico a tutti i suoi appuntamenti. In particolare hanno inciso la cancellazione di voli e la sopraggiunta indisponibilità di molti ospiti legata alle misure che rendono difficoltoso il rientro nei Paesi d’origine per chi proviene dall’Italia“.

La Regione Puglia e l’Apulia Film Commission hanno condiviso l’indicazione del direttore Laudadio e, d’intesa, si adopereranno per organizzare a date da destinarsi la celebrazione del Bif&st 2020 anche sulla base dell’accurato e completo programma già predisposto.

Annullata anche la conferenza stampa, prevista per la presentazione ufficiale dell’evento, di lunedì 9 marzo.


LA GIOIA di Pippo Delbono

In il

la gioia pippo delbono

Emilia Romagna Teatro Fondazione / Compagnia Pippo Delbono
Pippo Delbono
LA GIOIA
composizione floreale Thierry Boutemy / musiche di Pippo Delbono, Antoine Bataille, Nicola Toscano e autori vari / luci Orlando Bolognesi / suono Pietro Tirella/Giulio Antognini / costumi Elena Giampaoli / elettricista Orlando Bolognesi/Alejandro Zamora / capo macchinista-attrezzeria Gianluca Bolla/Enrico Zucchelli / responsabile di produzione Alessandra Vinanti / Organizzazione Silvia Cassanelli coproduzione Théâtre de Liège, Le Manège Maubeuge – Scène Nationale
con Dolly Albertin, Gianluca Ballarè, Margherita Clemente, Pippo Delbono, Ilaria Distante, Simone Goggiano, Mario Intruglio, Nelson Lariccia, Gianni Parenti, Pepe Robledo, Zakria Safi, Grazia Spinella e con la voce di Bobò
uno spettacolo di PIPPO DELBONO

Questa creazione di Pippo Delbono diventa un cammino verso la “gioia” che prosegue con il suo straordinario gruppo di attori/performer, ancor più dopo il vuoto lasciato dalla scomparsa di Bobò, fedele compagno di scena a partire dal loro incontro avvenuto nel 1995 nel manicomio di Aversa. Fare uno spettacolo sulla gioia vuol dire cercare quella circostanza unica, vuol dire attraversare i sentimenti più estremi, angoscia, felicità, dolore, entusiasmo, per provare a scovare, infine, in un istante, l’esplodere di questa gioia. Gli attori di Delbono salgono così sul palcoscenico uno dopo l’altro e prendono, ognuno con il suo diverso sentire, il pubblico per mano e ne fanno un compagno di viaggio, parte di una comune ricerca inesauribile. Storie personali, maschere, danze, clownerie, memorie sono tutte sfuggenti immagini di persone alla ricerca della gioia. Così, se ogni replica è la tappa di un viaggio, ogni frammento che compone lo spettacolo è un singolo passo. Il viaggio non si arresta mai, così come la girandola caleidoscopica di sentimenti e immagini. Ogni replica regala una sorpresa, a chi decide di mettersi in cammino e seguire il ritmo della compagnia e di questa ricerca infinita della gioia.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


SALOMÈ di Oscar Wilde

In il

salome teatro piccinni

Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Verona
Eros Pagni, Gaia Aprea, Anita Bartolucci
SALOMÈ
di Oscar Wilde / traduzione Gianni Garrera / scene e costumi Marta Crisolini Malatesta / disegno luci Gigi Saccomandi musiche Ran Bagno / coreografie e aiuto regia Alessandra Panzavolta / installazioni video Alessandro Papa
con Alessandro Balletta, Silvia Biancalana, Paolo Cresta, Gianluca Musiu, Alessandra Pacifico Griffini, Giacinto Palmarini, Carlo Sciaccaluga, Francesco Scolaro, Paolo Serra, Enzo Turrin
adattamento e regia LUCA DE FUSCO

Poche volte si verifica un caso di un titolo tanto noto quanto poco rappresentato. Salomè è un grande archetipo, un simbolo eterno di amore e morte ma la sua versione lirica è comunemente rappresentata mentre il capolavoro di Wilde sembra destinato più alla lettura che alla rappresentazione. In effetti i registri che Wilde usa oscillano tra il drammatico, l’ironico, l’erotico, il grottesco in una miscela che è effettivamente molto ambigua e di difficile rappresentazione. Perché allora affrontare una sfida così difficile? Innanzitutto, appunto, per il gusto delle sfide. È poi nota la mia passione per le contaminazioni tra teatro, danza, musica, cinema. Salomè, con la sua luna piena incombente e allucinata, con la sua danza dei sette veli, sembra quindi un testo ideale per questo teatro “spurio” che prediligo da molto tempo. [Luca De Fusco]

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


Aterballetto in “Bach Project” al teatro Piccinni

In il

Aterballetto Bach Project

Aterballetto danza Bach Project a Bari.

Bach Project propone una tappa importante nell’esplorazione della relazione tra danza e musica, tra composizione classica e sua ricreazione contemporanea.

In scena Sarabande, capolavoro di Jiří Kylián, e Domus Aurea di Diego Tortelli, promessa della coreografia italiana che, sulle Suite francesi di Bach trascritte da Giorgio Colombo Taccani e suonate dal vivo dall’Ensemble Sentieri Selvaggi, ha creato un’architettura onirica di movimento, coinvolgendo l’artista visivo Massimo Uberti.

Bach Project permette così di affermare – intorno ad una dimensione musicale – una visione intergenerazionale, aperta e curiosa della creazione coreografica.

Questa produzione si avvale della partnership di Torinodanza Festival/Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Les Halles de Schaerbeek di Bruxelles, Festival MiTo, MILANoLTRE Festival e della collaborazione dei Teatri di tradizione dell’Emilia-Romagna.

info e prenotazioni Camerata Musicale Barese
Via Sparano 141, Bari
tel. 0805211908
www.cameratamusicalebarese.it


Silvio Orlando in SI NOTA ALL’IMBRUNIRE (Solitudine da paese spopolato)

In il

silvio orlando si nota all imbrunire

Cardellino srl
Silvio Orlando
SI NOTA ALL’IMBRUNIRE (Solitudine da paese spopolato)
di Lucia Calamaro / scene Roberto Crea / costumi Ornella e Marina Campanale / luci Umile Vainieri / fotografia di scena a Maria Laura Antonelli
con Vincenzo Nemolato, Roberto Nobile, Alice Redini, Maria Laura Rondanini
regia LUCIA CALAMARO

I figli Alice, Vincenzo e Maria sono arrivati la sera prima. Il fratello maggiore Roberto anche. Un fine settimana nella casa di campagna di Silvio, all’inizio del villaggio spopolato dove vive da solo da tre anni. Silvio ha acquisito, nella solitudine, un buon numero di manie, la più grave di tutte: non vuole più camminare. Non si vuole alzare. Vuole stare e vivere seduto il più possibile. E da solo. Si tratta, per i figli che finora non se ne erano preoccupati troppo, di decidere che fare, come occuparsene, come smuoverlo da questa posizione che è una metafora del suo stato mentale : che è quella di un uomo che vive accanto all’esistenza e non più dentro la realtà. Emergono qua e là empatie, distanze e rese dei conti. I familiari di Silvio sono venuti a trovarlo per la messa dei dieci anni dalla morte della moglie… C ‘è da commemorare, da dire, da concertare discorsi. Certo è che, preda del suo isolamento, nella testa di Silvio si installa una certa confusione tra desideri e realtà, senza nessuno che lo smentisca nel quotidiano, la vita può essere esattamente come uno decide che sia. Fino a un certo punto.

INFO

Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture – 
Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


“La Nave Dolce” in scena al Teatro Piccinni

In il

la nave dolce teatro piccinni

8 agosto 1991, nel porto di Bari, attracca la nave Vlora carica di ventimila albanesi. 20.000 persone che arrivano, in un sol colpo, sono un paese intero. E un paese intero non lo si può rispedire a casa come fosse un pacco mal recapitato. Da un lato le autorità governative che vogliono quei ventimila, rinchiusi, tutti insieme, nello stadio cittadino trasformato da luogo di incontro in anfiteatro di una assurda lotta per la sopravvivenza, mentre gli elicotteri controllano dall’alto. Dall’altro la comunità di Bari, che accoglie anche a suon di paste al forno e focacce raccolte tra le famiglie! Questa storia ritrova oggi piena attualità. È una storia che parla di mare e di una nave presa d’assalto. È una storia di fuga e sogni. È una storia di desideri e pulsioni di libertà. È una storia che vive ancora sulla pelle di chi l’ha vissuta. È una storia di integrazione e incontro. È una storia intessuta di storie. È una storia che non è finita. Una storia che vuole ancora essere raccontata.

Tib Teatro
Massimiliano Di Corato
LA NAVE DOLCE
Scene Bruno Soriato / Aiuto regia Vassilij Gianmaria Mangheras / Disegno luci e suono Paolo Pellicciari
drammaturgia e regia DANIELA NICOSIA

Info. 0805212484


GEPPI CUCCIARI in “Perfetta”

In il

geppi cucciari perfetta

ITC2000
Geppi Cucciari
PERFETTA
Assistente alla Regia Giulia Dietrich / Musiche originali Paolo Fresu / Costumi Antonio Marras / Disegno luci Luca Barbatitesti
Testi e regia MATTIA TORRE

Perfetta è l’ultimo monologo teatrale scritto da Mattia Torre, uno dei drammaturghi più influenti e attivi nella scena televisiva e teatrale italiana recentemente scomparso, nel quale si racconta un mese della vita di una donna, scandito dalle quattro fasi del ciclo femminile.
La protagonista assoluta è Geppi Cucciari, per la prima volta alle prese con toni che non prediligono unicamente la comicità, ma si avventurano con profondità in sfumature anche più malinconiche e drammatiche. Sul palco interpreta una venditrice d’automobili, moglie e madre, che conduce una vita regolare nella quale trovano posto il lavoro, la famiglia, gli impegni e moltissime responsabilità. Il racconto analizza i martedì di quattro settimane differenti, giornate identiche nei ritmi ma diverse nella percezione: a causa delle variazioni delle quattro fasi del ciclo, cambiano gli stati d’animo, le reazioni, le emozioni e gli umori della protagonista.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686