Alessandro Haber in MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE

In il

morte di un commesso viaggiatore haber reale

Goldenart/ Teatro Stabile del Veneto – Teatro Stabile di Bolzano
Alessandro Haber, Alvia Reale
MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
di Arthur Miller / Traduzione e adattamento di Masolino D’Amico / Scene Andrea Belli Costumi Silvia Aymonino / Disegno luci Alessandro Verazzi / Musiche Daniele D’Angelo
Con Alberto Onofrietti, Josafat Vagni e con la partecipazione Duccio Camerini, Carlo Ragone, Fabio Mascagni, Beniamino Zannoni, Paolo Gattini, Caterina Paolinelli, Margherita Mannino, Anna Gargano
regia LEO MUSCATO

Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller è, senza alcun dubbio, la Grande Commedia Americana, quella che gli americani sentono come più autenticamente “loro”. Perché Il Commesso colpisce così profondamente? Perché è la storia di un sogno; la storia di un piccolo uomo e del suo sogno più grande di lui. Nella fiaba della farfalla e della formica, le simpatie vanno alla farfalla, benché questa venga sconfitta. E Willy Loman, sconfitto alla fine come la farfalla, non ha pazienza. È nato in un paese giovane e impaziente, forse figlio di immigrati; non ha radici, vuole salire nella scala sociale. Sogna a occhi aperti il successo facile, veloce. È un commesso viaggiatore che si guadagna da vivere con la parlantina, e ha allevato i figli al culto dell’apparenza e della superficialità. Ma ha finito per farne dei falliti. Il Commesso mischia verità e allucinazione, si svolge contemporaneamente sulla scena, sotto gli occhi del pubblico, e nella testa del protagonista, nella quale noi spettatori, a differenza dagli altri personaggi, siamo chiamati a entrare. Ne risulta una macchina di teatro che è rimasta appassionante e attuale oggi come ai giorni del suo debutto. [Masolino D’Amico]

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


Mummenschanz in “You & Me” al teatro Piccinni

In il

Mummenschanz You & Me

Mummenschanz torna in Italia con una nuova produzione. You & Me, invita lo spettatore ad evadere dal quotidiano per condurlo in un viaggio oltre il mondo conosciuto e oltre ogni immaginazione. Nei 45 anni di attività, Mummenschanz non ha mai smesso di essere l’artigiano dell’immaginazione. Insolite forme, abitate da strani personaggi si aggirano sul palcoscenico in un evento gioioso, interattivo, surreale ed unico.
Lo spettacolo avrà luogo al Teatro Piccinni il 4 Aprile alle 21:00 in abbonamento e fuori abbonamento il 5 Aprile alle 18:30.

info e prenotazioni Camerata Musicale Barese
Via Sparano 141, Bari
tel. 0805211908
www.cameratamusicalebarese.it


BIFEST 2020: Annullata l’11ª edizione del Bari International Film Festival

In il

bifest 2020 bari international film festival

Il Bif&st 2020 “Si farà, ma in un periodo diverso da quello previsto“. Il direttore del Bari International Film Festival, Felice Laudadio ha informato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’Apulia Film Commission che, “allo stato – si legge in una nota – non sussistono più le condizioni per garantire alla manifestazione, in programma dal 21 al 28 marzo prossimo, gli esiti desiderati, che hanno caratterizzato il festival nei suoi primi 10 anni di attività“.

La motivazione è naturalmente legata al Coronavirus. “E questo a causa della difficoltà o, in molti casi, dell’impossibilità di una serie di ospiti importanti provenienti da tutto il mondo e dall’Italia ad accompagnare a Bari i loro film, a tenere le lezioni di cinema e a partecipare ad un evento caratterizzato, come sempre in passato, da una massiccia presenza di pubblico a tutti i suoi appuntamenti. In particolare hanno inciso la cancellazione di voli e la sopraggiunta indisponibilità di molti ospiti legata alle misure che rendono difficoltoso il rientro nei Paesi d’origine per chi proviene dall’Italia“.

La Regione Puglia e l’Apulia Film Commission hanno condiviso l’indicazione del direttore Laudadio e, d’intesa, si adopereranno per organizzare a date da destinarsi la celebrazione del Bif&st 2020 anche sulla base dell’accurato e completo programma già predisposto.

Annullata anche la conferenza stampa, prevista per la presentazione ufficiale dell’evento, di lunedì 9 marzo.


LA GIOIA di Pippo Delbono

In il

la gioia pippo delbono

Emilia Romagna Teatro Fondazione / Compagnia Pippo Delbono
Pippo Delbono
LA GIOIA
composizione floreale Thierry Boutemy / musiche di Pippo Delbono, Antoine Bataille, Nicola Toscano e autori vari / luci Orlando Bolognesi / suono Pietro Tirella/Giulio Antognini / costumi Elena Giampaoli / elettricista Orlando Bolognesi/Alejandro Zamora / capo macchinista-attrezzeria Gianluca Bolla/Enrico Zucchelli / responsabile di produzione Alessandra Vinanti / Organizzazione Silvia Cassanelli coproduzione Théâtre de Liège, Le Manège Maubeuge – Scène Nationale
con Dolly Albertin, Gianluca Ballarè, Margherita Clemente, Pippo Delbono, Ilaria Distante, Simone Goggiano, Mario Intruglio, Nelson Lariccia, Gianni Parenti, Pepe Robledo, Zakria Safi, Grazia Spinella e con la voce di Bobò
uno spettacolo di PIPPO DELBONO

Questa creazione di Pippo Delbono diventa un cammino verso la “gioia” che prosegue con il suo straordinario gruppo di attori/performer, ancor più dopo il vuoto lasciato dalla scomparsa di Bobò, fedele compagno di scena a partire dal loro incontro avvenuto nel 1995 nel manicomio di Aversa. Fare uno spettacolo sulla gioia vuol dire cercare quella circostanza unica, vuol dire attraversare i sentimenti più estremi, angoscia, felicità, dolore, entusiasmo, per provare a scovare, infine, in un istante, l’esplodere di questa gioia. Gli attori di Delbono salgono così sul palcoscenico uno dopo l’altro e prendono, ognuno con il suo diverso sentire, il pubblico per mano e ne fanno un compagno di viaggio, parte di una comune ricerca inesauribile. Storie personali, maschere, danze, clownerie, memorie sono tutte sfuggenti immagini di persone alla ricerca della gioia. Così, se ogni replica è la tappa di un viaggio, ogni frammento che compone lo spettacolo è un singolo passo. Il viaggio non si arresta mai, così come la girandola caleidoscopica di sentimenti e immagini. Ogni replica regala una sorpresa, a chi decide di mettersi in cammino e seguire il ritmo della compagnia e di questa ricerca infinita della gioia.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


SALOMÈ di Oscar Wilde

In il

salome teatro piccinni

Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Verona
Eros Pagni, Gaia Aprea, Anita Bartolucci
SALOMÈ
di Oscar Wilde / traduzione Gianni Garrera / scene e costumi Marta Crisolini Malatesta / disegno luci Gigi Saccomandi musiche Ran Bagno / coreografie e aiuto regia Alessandra Panzavolta / installazioni video Alessandro Papa
con Alessandro Balletta, Silvia Biancalana, Paolo Cresta, Gianluca Musiu, Alessandra Pacifico Griffini, Giacinto Palmarini, Carlo Sciaccaluga, Francesco Scolaro, Paolo Serra, Enzo Turrin
adattamento e regia LUCA DE FUSCO

Poche volte si verifica un caso di un titolo tanto noto quanto poco rappresentato. Salomè è un grande archetipo, un simbolo eterno di amore e morte ma la sua versione lirica è comunemente rappresentata mentre il capolavoro di Wilde sembra destinato più alla lettura che alla rappresentazione. In effetti i registri che Wilde usa oscillano tra il drammatico, l’ironico, l’erotico, il grottesco in una miscela che è effettivamente molto ambigua e di difficile rappresentazione. Perché allora affrontare una sfida così difficile? Innanzitutto, appunto, per il gusto delle sfide. È poi nota la mia passione per le contaminazioni tra teatro, danza, musica, cinema. Salomè, con la sua luna piena incombente e allucinata, con la sua danza dei sette veli, sembra quindi un testo ideale per questo teatro “spurio” che prediligo da molto tempo. [Luca De Fusco]

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


Aterballetto in “Bach Project” al teatro Piccinni

In il

Aterballetto Bach Project

Aterballetto danza Bach Project a Bari.

Bach Project propone una tappa importante nell’esplorazione della relazione tra danza e musica, tra composizione classica e sua ricreazione contemporanea.

In scena Sarabande, capolavoro di Jiří Kylián, e Domus Aurea di Diego Tortelli, promessa della coreografia italiana che, sulle Suite francesi di Bach trascritte da Giorgio Colombo Taccani e suonate dal vivo dall’Ensemble Sentieri Selvaggi, ha creato un’architettura onirica di movimento, coinvolgendo l’artista visivo Massimo Uberti.

Bach Project permette così di affermare – intorno ad una dimensione musicale – una visione intergenerazionale, aperta e curiosa della creazione coreografica.

Questa produzione si avvale della partnership di Torinodanza Festival/Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Les Halles de Schaerbeek di Bruxelles, Festival MiTo, MILANoLTRE Festival e della collaborazione dei Teatri di tradizione dell’Emilia-Romagna.

info e prenotazioni Camerata Musicale Barese
Via Sparano 141, Bari
tel. 0805211908
www.cameratamusicalebarese.it


Silvio Orlando in SI NOTA ALL’IMBRUNIRE (Solitudine da paese spopolato)

In il

silvio orlando si nota all imbrunire

Cardellino srl
Silvio Orlando
SI NOTA ALL’IMBRUNIRE (Solitudine da paese spopolato)
di Lucia Calamaro / scene Roberto Crea / costumi Ornella e Marina Campanale / luci Umile Vainieri / fotografia di scena a Maria Laura Antonelli
con Vincenzo Nemolato, Roberto Nobile, Alice Redini, Maria Laura Rondanini
regia LUCIA CALAMARO

I figli Alice, Vincenzo e Maria sono arrivati la sera prima. Il fratello maggiore Roberto anche. Un fine settimana nella casa di campagna di Silvio, all’inizio del villaggio spopolato dove vive da solo da tre anni. Silvio ha acquisito, nella solitudine, un buon numero di manie, la più grave di tutte: non vuole più camminare. Non si vuole alzare. Vuole stare e vivere seduto il più possibile. E da solo. Si tratta, per i figli che finora non se ne erano preoccupati troppo, di decidere che fare, come occuparsene, come smuoverlo da questa posizione che è una metafora del suo stato mentale : che è quella di un uomo che vive accanto all’esistenza e non più dentro la realtà. Emergono qua e là empatie, distanze e rese dei conti. I familiari di Silvio sono venuti a trovarlo per la messa dei dieci anni dalla morte della moglie… C ‘è da commemorare, da dire, da concertare discorsi. Certo è che, preda del suo isolamento, nella testa di Silvio si installa una certa confusione tra desideri e realtà, senza nessuno che lo smentisca nel quotidiano, la vita può essere esattamente come uno decide che sia. Fino a un certo punto.

INFO

Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture – 
Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


“La Nave Dolce” in scena al Teatro Piccinni

In il

la nave dolce teatro piccinni

8 agosto 1991, nel porto di Bari, attracca la nave Vlora carica di ventimila albanesi. 20.000 persone che arrivano, in un sol colpo, sono un paese intero. E un paese intero non lo si può rispedire a casa come fosse un pacco mal recapitato. Da un lato le autorità governative che vogliono quei ventimila, rinchiusi, tutti insieme, nello stadio cittadino trasformato da luogo di incontro in anfiteatro di una assurda lotta per la sopravvivenza, mentre gli elicotteri controllano dall’alto. Dall’altro la comunità di Bari, che accoglie anche a suon di paste al forno e focacce raccolte tra le famiglie! Questa storia ritrova oggi piena attualità. È una storia che parla di mare e di una nave presa d’assalto. È una storia di fuga e sogni. È una storia di desideri e pulsioni di libertà. È una storia che vive ancora sulla pelle di chi l’ha vissuta. È una storia di integrazione e incontro. È una storia intessuta di storie. È una storia che non è finita. Una storia che vuole ancora essere raccontata.

Tib Teatro
Massimiliano Di Corato
LA NAVE DOLCE
Scene Bruno Soriato / Aiuto regia Vassilij Gianmaria Mangheras / Disegno luci e suono Paolo Pellicciari
drammaturgia e regia DANIELA NICOSIA

Info. 0805212484


GEPPI CUCCIARI in “Perfetta”

In il

geppi cucciari perfetta

ITC2000
Geppi Cucciari
PERFETTA
Assistente alla Regia Giulia Dietrich / Musiche originali Paolo Fresu / Costumi Antonio Marras / Disegno luci Luca Barbatitesti
Testi e regia MATTIA TORRE

Perfetta è l’ultimo monologo teatrale scritto da Mattia Torre, uno dei drammaturghi più influenti e attivi nella scena televisiva e teatrale italiana recentemente scomparso, nel quale si racconta un mese della vita di una donna, scandito dalle quattro fasi del ciclo femminile.
La protagonista assoluta è Geppi Cucciari, per la prima volta alle prese con toni che non prediligono unicamente la comicità, ma si avventurano con profondità in sfumature anche più malinconiche e drammatiche. Sul palco interpreta una venditrice d’automobili, moglie e madre, che conduce una vita regolare nella quale trovano posto il lavoro, la famiglia, gli impegni e moltissime responsabilità. Il racconto analizza i martedì di quattro settimane differenti, giornate identiche nei ritmi ma diverse nella percezione: a causa delle variazioni delle quattro fasi del ciclo, cambiano gli stati d’animo, le reazioni, le emozioni e gli umori della protagonista.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli – 
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
 – tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
 – Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese – 
Via Cardassi, 26 – tel. 0805580195 – fax 0805543686


FRANCESCO PANNOFINO in “Mine Vaganti”

In il

mine vaganti pannofino francesco

Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo// Fondazione Teatro Della Toscana
Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Muselli, Giorgio Marchesi, Caterina Vertova
MINE VAGANTI
e con ROBERTA ASTUTI, SARAH FALANGA, MIMMA LOVOI, FRANCESCO MAGGI, LUCA PANTINI, EDOARDO PURGATORI
Un spettacolo di FERZAN OZPETEK

Ferzan Ozpetek firma la sua prima regia teatrale mettendo in scena l’adattamento di uno dei suoi capolavori cinematografici. Il giovane Tommaso torna nella grande casa di famiglia a Lecce con l’intenzione di comunicare al variegato clan dei parenti chi veramente è; un omosessuale con ambizioni letterarie e non un bravo studente di economia fuori sede come tutti credono. Ma la sua rivelazione viene bruciata sul tempo da una rivelazione ancora più inattesa e scioccante del fratello Antonio. Tommaso è costretto a fermarsi a Lecce, rivedere i suoi piani e lottare per la verità, contro un mondo famigliare pieno di contraddizioni e segreti.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese
Via Cardassi, 26 –tel. 0805580195 – fax 0805543686