GIOVANNI ALLEVI in “Equilibrium Tour” al Teatro Petruzzelli

In il

LA 76ª STAGIONE DELLA CAMERATA

GIOVANNI ALLEVI ALTRO “EVENTO STRAORDINARIO” PER LA STAGIONE “FORMIDABLE”

La Camerata Musicale Barese svela il secondo degli “Eventi Straordinari” della 76ª Stagione “Formidable”: Giovanni Allevi il 12 marzo prossimo al Teatro Petruzzelli.
Giovanni Allevi – questa volta – sarà accompagnato dagli Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana insieme ai quali presenterà il suo nuovo lavoro “Equilibrium”.
L’artista si esibirà nella triplice veste di compositore, pianista e direttore d’orchestra.
Jeans, T-shirt, scarpe da ginnastica. È così che il Maestro Giovanni Allevi va incontro al suo pubblico nei teatri più prestigiosi del mondo, dalla Carnegie Hall di New York all’Auditorium della Città Proibita di Pechino.
Compositore, direttore d’orchestra e pianista, ha stregato con le sue note milioni di giovani che,
affascinati dal suo esempio, si avvicinano alla musica colta e all’arte creativa della composizione.
Da vero innovatore, il suo intento estetico è quello di gettare le basi di una nuova Musica Classica
Contemporanea, dove le forme complesse della classicità inglobano contenuti appartenenti alla vita
attorno a noi.
Nonostante i suoi diplomi in Pianoforte e Composizione col massimo dei voti e la sua laurea con
Lode in Filosofia, presenta una personalità candida assai vicina ad un’indole giocosa, anche se poi emerge tutta la sua statura accademica.
Timidissimo e schivo sembra perfettamente a suo agio davanti le folle, con cui riesce a stabilire un
dialogo profondo ed emozionale, sia alla guida di un’orchestra sinfonica che davanti al suo amato
pianoforte.
Il pubblico, trasversale, di tutte le età e nazionalità lo segue con instancabile entusiasmo nelle sue
numerose tournée, trasformando i teatri in arene degne di una rockstar.
Personaggio amato e controverso, ha riportato la Musica al centro delle discussioni accademiche,
ma nei suoi confronti non mancano attestazioni di stima da parte di eccellenze del mondo culturale e scientifico, come il cantante lirico Andrea Bocelli, l’étoile Roberto Bolle, l’architetto Renzo Piano, il Premio Nobel Michael Gorbaciov e lo scrittore John Grisham.
Grande conoscitore della cultura orientale, Giovanni Allevi ha elaborato una visione personale della
musica, quale via d’accesso alle zone più profonde della psiche; l’incontro con le sue note è volto
alla riscoperta della nostra identità più autentica. Per questo motivo il suo concerto è vissuto dagli
ascoltatori come una vera e propria esperienza mistica.
Tra le sue composizioni più amate, oltre alle numerose raccolte per Pianoforte solo, si annoverano:
la Suite Orchestrale Angelo Ribelle , il Concerto in Fa minore per Violino e Orchestra, la Toccata, Canzone e Fuga per Organo a Canne, la Cantata Sacra Sotto lo Stesso Cielo per 4 voci liriche, Coro Polifonico e orchestra O generosa!, madrigale per coro e orchestra divenuto l’Inno italiano della Lega di Serie A.
Oltre la composizione musicale, la sua grande passione è la Meccanica Quantistica, oggetto della
sua tesi di Laurea in Filosofia “Il vuoto nella fisica contemporanea”.
Come la musica, anche le particelle sub-atomiche si muovono nello spazio con un movimento
misterioso ed imprevedibile, mettendo in discussione le certezze del modello newtoniano.

Runner “per ossessione”, come lui stesso afferma, dedica almeno un’ora al giorno alla corsa, attività
necessaria a mantenere l’equilibrio psico-fisico indispensabile per affrontare i numerosi concerti in
giro per il mondo.
Recentemente l’Agenzia Spaziale americana NASA gli ha intitolato un asteroide: giovanniallevi111561.
L’Orchestra Sinfonica Italiana nasce dalla fusione delle esperienze classiche e liriche di alcuni
tra i migliori professori d’orchestra italiani provenienti da importanti teatri nazionali.
L’Orchestra Sinfonica Italiana dimostra una straordinaria versatilità e conoscenza dei linguaggi sia del repertorio classico che di quello contemporaneo, e sotto la guida del Maestro Giovanni Allevi dal 2009 ad oggi ha realizzato numerose tournées, portando in scena composizioni originali in prima esecuzione mondiale.
L’Evento sarà fuori abbonamento; per i Soci della Camerata sono previsti sconti particolari.
I biglietti sono in vendita presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it
E’ possibile ancora abbonarsi per le varie proposte per l’intera Stagione, lo Speciale Eventi (tutto Petruzzelli) e per il ciclo di Notti di Stelle Winter che satà inaugurato il prossimo 14 Novembre con un concerto di Cammariere, Paoli e Rea.

Info. 0809752810


STEFAN ANTON RECK dirigerà i Carmina Burana al Teatro Petruzzelli

In il

ORCHESTRA E CORO
DEL TEATRO PETRUZZELLI
direttore Stefan Anton RECK
soprano Valentina FARCAS
tenore Francisco BRITO
baritono Dalibor JENIS
m° del coro Fabrizio CASSI

PROGRAMMA
Carl Orff
Carmina burana, Cantiones profanæ,
per soli, coro misto ed orchestra

Biglietti in vendita presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli corso Cavour, 12 (Bari) e sul circuto www.bookingshow.it – Info: 080 9752810

QUESTI GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE CONCERTISTICA 2018:

Sabato 17 marzo alle 19.00 Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Capriccio italiano Op. 45 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto in Re Maggiore per violino e orchestra, Op. 77 di Johannes Brahms e Sinfonia n. 9 in Mi minore, Op. 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvořák.

Solista del concerto Nikolaj Znaider (violino).

Mercoledì 21 marzo alle 20.30 sarà di scena la pianista Beatrice Rana con un programma dedicato a Blumenstück Op. 19 di Robert Schumann, Studi Sinfonici Op.13 di Robert Schumann, Miroirs di Maurice Ravel e Suite per pianoforte dal balletto L’oiseau de feu (L’Uccello di fuoco) di Stravinskij/Agosti.

Giovedì 19 aprile alle 20.30 è in programma un appuntamento straordinario con la MAHLER CHAMBER ORCHESTRA, diretta dal maestro Daniele Gatti.
In programma Sinfonia n.1 in Si bemolle Maggiore Op. 38 “La Primavera” di Robert Schumann e Sinfonia n.7 in La Maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven.

Sabato 5 maggio alle 19.00 il maestro Ton Koopman dirigerà un programma dedicato a Corale “Jesus, bleibet meine Freude” dalla Cantata “Herz und Mund und Tat und Leben” BWV 147 di Johann Sebastian Bach, Sinfonia n. 20 in Re Maggiore, KV 133 di Wolfgang Amadeus Mozart e Messa dell’Incoronazione, KV 317 di Wolfgang Amadeus Mozart.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Mercoledì 6 giugno alle 20.30 salirà sul podio il maestro Sascha Goetzel, solista il violinista Vadim Repin. In programma Polonaise e Valzer dall’opera “Eugene Onegin” di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto n. 1 in La minore per violino e orchestra, Op. 77 di Dimitri Šostakovič e Sinfonia n. 1 in Fa minore, Op. 10 di Dimitri Šostakovič.

Domenica 10 giugno alle 19.00 il maestro Dennis Russell Davies dirigerà un programma dedicato a Cantata profana (I nove cervi fatati) per tenore, baritono, doppio coro e orchestra, Sz. 94 di Béla Bartók, Concerto n. 3 in Mi Maggiore, per pianoforte e orchestra, Sz. 119 di Béla Bartók e Symphony n. 7 “A Toltec Symphony” di Philip Glass. Solista del concerto il pianista Emanuele Arciuli.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Venerdì 21 settembre alle 20.30 dirigerà il maestro Giuseppe Grazioli, solista Simone Rubino (percussioni).
In programma: Masques et bergamasques, Op. 112 di Gabriel Faurè, Veni, veni Emmanuel, Concerto per percussioni e orchestra di James MacMillan e Sinfonia sopra una Canzone d’Amore di Nino Rota.

Mercoledì 26 settembre alle 20.30 il maestro Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Akademische Festouvertüre, Op. 80 di Johannes Brahms, Concerto n. 2 in Si minore per violoncello e orchestra, Op. 104 di Antonin Dvořák e Stabat Mater per soprano solo, coro misto e orchestra, FP148 di Francis Poulenc.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Domenica 30 settembre alle 19.00 dirigerà l’Orchestra il maestro Julien Masmondet, solista il pianista Seong-Jin Cho.
In programma Le Corsaire, ouverture, Op. 21 di Hector Berlioz, Concerto n. 1 in Mi minore per pianoforte e orchestra, Op. 11 di Fryderyk Chopin e Sinfonia in Re minore di César Franck.

Lunedì 15 ottobre alle 20.30 si esibirà al Petruzzelli il pianista Grigory Sokolov.

Mercoledì 31 ottobre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro John Axelrod, solista Enrico Dindo (violoncello).
In programma la prima esecuzione, commissionata della Fondazione Petruzzelli, del Concerto per violoncello e orchestra di Fabio Vacchi e la Sinfonia n. 5 in Si bemolle maggiore, Op. 100 di Sergej Prokof’ev.

Mercoledì 7 novembre alle 20.30 il maestro Günter Neuhold ed il solista Benedetto Lupo (pianoforte) proporranno un programma dedicato a: Concerto n.1, in Re minore per pianoforte e orchestra Op. 15 di Johannes Brahms, Requiem für Mignon, in Do minore, Op. 98/b di Robert Schumann e Suite n. 2 dal balletto Daphnis et Chloé di Maurice Ravel.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Martedì 13 novembre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro Stefan Anton Reck, solista Mikhail Pletnev (pianoforte). In programma: Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra in Si bemolle minore Op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Sinfonia n. 6 “Patetica” in Si minore op. 74 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Mercoledì 5 dicembre alle 20.30 sarà di scena il pianista Leif Ove Andsnes.
In programma: Po Zarosplém Chodmíčku (Su un sentiero coperto di vegetazione), Volume 1 di Leoš Janáček, Ballade n. 3 in La bemolle Maggiore, Op. 47 di Frederic Chopin, Three Burlesques Sz. 47 di Béla Bartók e Carnaval, op. 9 di Robert Schumann.


ARCADI VOLODOS al Teatro Petruzzelli

In il

arcadi volodos teatro petruzzelli

MERCOLEDÌ 7 MARZO
pianoforte Arcadi VOLODOS
PROGRAMMA:
Robert Schumann
Papillons
dodici pezzi per pianoforte op. 2
Johannes Brahms
8 Klavierstüke, op. 76
Franz Schubert
Sonate in si bemolle maggiore, D 960

Biglietti in vendita presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli corso Cavour, 12 (Bari) e sul circuto www.bookingshow.it – Info: 080 9752810

QUESTI GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE CONCERTISTICA 2018:

Domenica 11 marzo alle 19.00 Stefan Anton Reck dirigerà i Carmina Burana di Carl Orff. Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Sabato 17 marzo alle 19.00 Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Capriccio italiano Op. 45 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto in Re Maggiore per violino e orchestra, Op. 77 di Johannes Brahms e Sinfonia n. 9 in Mi minore, Op. 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvořák.
Solista del concerto Nikolaj Znaider (violino).

Mercoledì 21 marzo alle 20.30 sarà di scena la pianista Beatrice Rana con un programma dedicato a Blumenstück Op. 19 di Robert Schumann, Studi Sinfonici Op.13 di Robert Schumann, Miroirs di Maurice Ravel e Suite per pianoforte dal balletto L’oiseau de feu (L’Uccello di fuoco) di Stravinskij/Agosti.

Giovedì 19 aprile alle 20.30 è in programma un appuntamento straordinario con la MAHLER CHAMBER ORCHESTRA, diretta dal maestro Daniele Gatti.
In programma Sinfonia n.1 in Si bemolle Maggiore Op. 38 “La Primavera” di Robert Schumann e Sinfonia n.7 in La Maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven.

Sabato 5 maggio alle 19.00 il maestro Ton Koopman dirigerà un programma dedicato a Corale “Jesus, bleibet meine Freude” dalla Cantata “Herz und Mund und Tat und Leben” BWV 147 di Johann Sebastian Bach, Sinfonia n. 20 in Re Maggiore, KV 133 di Wolfgang Amadeus Mozart e Messa dell’Incoronazione, KV 317 di Wolfgang Amadeus Mozart.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Mercoledì 6 giugno alle 20.30 salirà sul podio il maestro Sascha Goetzel, solista il violinista Vadim Repin. In programma Polonaise e Valzer dall’opera “Eugene Onegin” di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto n. 1 in La minore per violino e orchestra, Op. 77 di Dimitri Šostakovič e Sinfonia n. 1 in Fa minore, Op. 10 di Dimitri Šostakovič.

Domenica 10 giugno alle 19.00 il maestro Dennis Russell Davies dirigerà un programma dedicato a Cantata profana (I nove cervi fatati) per tenore, baritono, doppio coro e orchestra, Sz. 94 di Béla Bartók, Concerto n. 3 in Mi Maggiore, per pianoforte e orchestra, Sz. 119 di Béla Bartók e Symphony n. 7 “A Toltec Symphony” di Philip Glass. Solista del concerto il pianista Emanuele Arciuli.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Venerdì 21 settembre alle 20.30 dirigerà il maestro Giuseppe Grazioli, solista Simone Rubino (percussioni).
In programma: Masques et bergamasques, Op. 112 di Gabriel Faurè, Veni, veni Emmanuel, Concerto per percussioni e orchestra di James MacMillan e Sinfonia sopra una Canzone d’Amore di Nino Rota.

Mercoledì 26 settembre alle 20.30 il maestro Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Akademische Festouvertüre, Op. 80 di Johannes Brahms, Concerto n. 2 in Si minore per violoncello e orchestra, Op. 104 di Antonin Dvořák e Stabat Mater per soprano solo, coro misto e orchestra, FP148 di Francis Poulenc.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Domenica 30 settembre alle 19.00 dirigerà l’Orchestra il maestro Julien Masmondet, solista il pianista Seong-Jin Cho.
In programma Le Corsaire, ouverture, Op. 21 di Hector Berlioz, Concerto n. 1 in Mi minore per pianoforte e orchestra, Op. 11 di Fryderyk Chopin e Sinfonia in Re minore di César Franck.

Lunedì 15 ottobre alle 20.30 si esibirà al Petruzzelli il pianista Grigory Sokolov.

Mercoledì 31 ottobre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro John Axelrod, solista Enrico Dindo (violoncello).
In programma la prima esecuzione, commissionata della Fondazione Petruzzelli, del Concerto per violoncello e orchestra di Fabio Vacchi e la Sinfonia n. 5 in Si bemolle maggiore, Op. 100 di Sergej Prokof’ev.

Mercoledì 7 novembre alle 20.30 il maestro Günter Neuhold ed il solista Benedetto Lupo (pianoforte) proporranno un programma dedicato a: Concerto n.1, in Re minore per pianoforte e orchestra Op. 15 di Johannes Brahms, Requiem für Mignon, in Do minore, Op. 98/b di Robert Schumann e Suite n. 2 dal balletto Daphnis et Chloé di Maurice Ravel.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Martedì 13 novembre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro Stefan Anton Reck, solista Mikhail Pletnev (pianoforte). In programma: Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra in Si bemolle minore Op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Sinfonia n. 6 “Patetica” in Si minore op. 74 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Mercoledì 5 dicembre alle 20.30 sarà di scena il pianista Leif Ove Andsnes.
In programma: Po Zarosplém Chodmíčku (Su un sentiero coperto di vegetazione), Volume 1 di Leoš Janáček, Ballade n. 3 in La bemolle Maggiore, Op. 47 di Frederic Chopin, Three Burlesques Sz. 47 di Béla Bartók e Carnaval, op. 9 di Robert Schumann.


IL TROVATORE di Giuseppe Verdi al Teatro Petruzzelli

In il

il trovatore giuseppe verdi teatro petruzzelli locandina

Da mercoledì 21 febbraio alle 20.30 andrà in scena al teatro Petruzzelli di Bari Il Trovatore di Giuseppe Verdi, allestimento Storico con le Scenografie Sormani-Cardaropoli di Milano, per la regia di Joseph Franconi Lee. Dirigerà l’Orchestra il maestro Renato Palumbo, maestro del Coro Fabrizio Cassi. Questa produzione de Il Trovatore insieme alla Turandot prodotta dalla Fondazione Petruzzelli (che nel 2009 inaugurò la prima Stagione d’Opera dopo la riapertura del Teatro), sarà poi rappresentata in Giappone, nell’ambito di una prestigiosa tournée sponsorizzata dalla Concert Doors Co. Ltd di Tokyo, presieduta da Masayuki Kobayashi, che avrà luogo nel mese di giugno 2018.

Dramma in quattro parti, libretto di S. Cammarano

direttore Renato PALUMBO
regia Joseph FRANCONI LEE
maestro del coro Fabrizio CASSI
costumi Pasquale GROSSI

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO PETRUZZELLI

PERSONAGGI

Manrico Murat KARAHAN [21/23/25/28 feb]
Amadi LAGHA [22/24/27 feb / 1 mar]
Leonora Elena MOSUC [21/23/25/28 feb]
Valeria SEPE [22/24/27 feb / 1 mar]
Il Conte di Luna Alberto GAZALE [21/23/25/28 feb]
Ernesto PETTI [ [22/24/27 feb / 1 mar]
Azucena Carmen TOPCIU [21/23/25/28 feb]
Milijana NIKOLIC/td> [22/24/27 feb / 1 mar]
Ferrando George ANDGULADZE
Ines Elisabetta FARRIS
Ruiz Blagoj NAKOSKI

Allestimento storico | Scenografie Sormani Cardaropoli di Milano


CONRAD TAO al Teatro Petruzzelli

In il

Il pianista americano Conrad Tao è attualmente considerato uno dei talenti emergenti più interessanti e richiesti nel mondo. Definito dalla critica “una forza esplosiva”, Tao unisce una tecnica sorprendente alla capacità di comunicare in maniera molto chiara il senso di ogni genere di partitura.

Info e prenotazioni Camerata Musicale Barese
Via Sparano 141, Bari
0805211908
>>>Acquista Biglietti


“MEDEA PER STRADA” uno spettacolo itinerante che si terrà a bordo di un furgone

In il

Teatro dei Borgia
Elena Cotugno
drammaturgia Elena Cotugno e Fabrizio Sinisi; realizzazione scena Filippo Sarcinelli; luci Pasquale Doronzo
ideazione e regia GIANPIERO BORGIA

Medea per strada non è semplicemente uno spettacolo: è un’esperienza che ci ha attraversato e che speriamo attraversi e scuota allo stesso modo anche il pubblico che ci segue. Abbiamo provato a leggere e a raccontare, oltre la superficie, la storia di alcune migliaia di esseri umani  partiti dai loro paesi con un sogno che all’arrivo qui in Italia si è rivelato un incubo. Nel grande mare del tema delle migrazioni, abbiamo messo a fuoco il fenomeno che riguarda quelle donne, sconosciute eppure in qualche modo famigliari, quasi elementi di un arredo urbano cui siamo assuefatti, che “lavorano” sulle nostre strade. Donne partite alla ricerca di una vita migliore che si sono ritrovate schiave nel racket della prostituzione.

Il testo scritto cui sono approdati Fabrizio Sinisi ed Elena Cotugno si pone nel solco delle libere riscritture del mito di Medea, rivela allo spettatore d’oggi la “tragedia dello straniero”con la forza del mito greco. Si racconta la storia di una giovane migrante, scappata dal proprio paese, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata e da cui ha due figli.

L’ambientazione scelta è la strada, non una ma tutte le strade della prostituzione. Ogni città ne ha una: Via Ripamonti, Viale Cristoforo Colombo, Statale 231, Riviera Nord, Lungo mare Canepa, ecc. In ogni città ci lasciamo condurre dalle associazioni che si occupano di tratta e prostituzione in un viaggio attraverso queste strade, raccogliendo storie, osservando come il fenomeno cambi, restando sempre fedele agli stessi rituali: abbordaggio, contrattazione, consumo della prestazione. Ci sono roulotte, ombrelloni, furgoni, fuochi, luoghi di avvicinamento, di sfruttamento e schiavitù.

Poi inizia l’esperienza che proponiamo al pubblico, sul nostro furgoncino, lungo quelle stesse strade. Sono solo sette spettatori ogni volta, a stretto contatto tra loro, come vuole il codice della strada, e a stretto contatto con l’attrice, come vuole il teatro. Si tratta di un vecchio ferro del ’94 allestito da Filippo Sarcinelli, che rievoca  un teatrino, oppure un postribolo viaggiante.

L’empatia che si crea nel furgone tra quelle otto persone determina la replica. All’interno del veicolo scorre un racconto interiore, intimo e mitico a un tempo. All’esterno scorre la strada, quella stessa che tutti i giorni ci risulta indifferente e che così prende un senso. È l’estremizzazione di una poetica ventennale nella quale, sin dal lavoro dell’attore, che non interpreta e non s’immedesima ma convive con il personaggio e tende a coincidere con esso, utilizziamo il reale nell’immaginario e l’immaginario nel reale, elementi del passato nel presente e del presente nel passato, temi sociali nel teatro d’arte e momenti di teatro d’arte nell’azione sociale, cercando un senso dove non ci appare e cercando d’infrangerlo dove ci pare troppo cristallizzato.

Infine, è stato possibile sviluppare il progetto, anche e soprattutto, grazie a un lungo e intenso percorso di approfondimento e mesi di volontariato sul campo  che Elena Cotugno tuttora prosegue a fianco di assistenti sociali e associazioni che si occupano dell’assistenza in strada e del tentativo di recupero di queste donne.

Agli operatori sociali che ci hanno aiutati va un ringraziamento  speciale soprattutto per l’incredibile lavoro che fanno ai confini dello stato e del vivere civile. Ci hanno permesso di accompagnarli sulle strade durante le operazioni di assistenza, di parlare con le ragazze e di confrontarci con il fenomeno in prima persona, nel rispetto di tutti, di mantenere viva la voglia di raccontare un mondo sterminato di viaggi e di schiavitù, di non chiudere gli occhi, le orecchie, la bocca. Gianpiero Borgia

Lo spettacolo è itinerante ed esperienziale e si terrà a bordo di un Furgone Iveco targato AA160SJ, punto di partenza il Teatro Petruzzelli in via Alberto Sordi a Bari.

Infotel: 3286917948 – 0805212484

>>>Acquista Biglietti


“Le sonate del seicento e settecento” Sabrina Di Maggio ed il M° Mario Valentino Scarangella in concerto

In il

circolo unione bari teatro petruzzelli concerto

Nel Circolo Unione di Bari avrà luogo, in collaborazione con l’associazione concertistica “EurOrchestra”, un concerto intitolato “Le sonate del seicento e settecento” con musiche per violino e pianoforte di Arcangelo Corelli, Georg Friedrich Handel e Wolfgang Amadeus Mozart.

Per partecipare a questo evento è necessario prenotare gli inviti telefonando al numero 3474978686.

L’occasione sarà gradita agli ospiti anche per ammirare l’elegante e prestigioso Salone delle Muse del Circolo Unione con gli affreschi di Michele Armenise: il Circolo Unione si trova in via Alberto Sordi 7 a BARI (Teatro Petruzzelli).

In duo, si esibiranno al VIOLINO la giovanissima SABRINA DI MAGGIO ed il M° MARIO VALENTINO SCARANGELLA che la
accompagnerà al PIANOFORTE.

Ed ecco alcune note biografiche dei due musicisti:

SABRINA DI MAGGIO, nata a Pontedera (PI), studia Violino al Conservatorio di Bari sotto la guida della Prof.ssa Maria Rosaria Lamonaca. Durante il suo percorso di studi sta conseguendo i principali esami sempre col massimo dei voti. Ha vinto il Primo Premio Assoluto alla IV Edizione del Concorso “EurOrchestra” 2014, il Primo Premio alla XVI edizione del Concorso Internazionale “Strawinsky” 2015 ed il Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale Musicale “Mediterraneo” 2017. Nel 2016 ha ottenuto (da una giuria composta da 9 maestri tra cui la pianista e compositrice Angela Montemurro ed il maestro Francesco De Santis, direttore artistico del concorso internazionale “Euterpe” di Corato) il Primo Premio Assoluto (Premio Speciale conseguito con la votazione massima di punti 110 e lode) al Concorso “Ignazio Civera”. E’ stata apprezzata anche da importanti maestri qiali Franco Mezzena e Cristiano Rossi che, al termine di masterclasses da loro tenuti, la hanno fatta esibire come solista durante i rispettivi Concerti Finali. Si è già esibita, sempre come solista, durante importanti stagioni concertistiche tra cui “EurOrchestra” dei maestri Francesco Lentini ed Angela Montemurro. Recentemente si è tra l’altro esibita a Castellaneta (città in cui vive) in Concerto Premio assegnatole dall’associazione musicale “Gioconda De Vito”. Nel 2017, al termine di una sua esibizione nell’Auditorium “Nino Rota” di Bari, il M° Gianpaolo Schiavo (attuale Direttore del Conservatorio di Musica di Bari) le ha pubblicamente consegnato l’attestato di “Giovane Eccellenza Solista” del Conservatorio di Bari. Sabrina Di Maggio suona su un violino di liuteria cremonese realizzato da Pasquale Sardone. Hanno scritto di lei: “… il secondo concerto ha avuto per protagonista una violinista, Sabrina Di Maggio, accompagnata al pianoforte dal bravissimo Mario Valentino Scarangella. Una violinista – orignaria di Castellaneta, il paese tarantino che ha dato i natali al grande Rodolfo Valentino – che ha cominciato a prendere dimestichezza con lo strumento esaltato da Paganini sin dall’età di sette anni. E i risultati, coinvolgenti ed ammalianti, sono stati toccati con mano ben sottolineati dai calorosi e crescenti applausi dell’entusiasta “parterre”… (Vinicio Coppola, sul “Quotidiano di Bari” del 28 marzo 2017). “…Abbiamo noi ascoltato una giovane violinista, Sabrina Di Maggio, in un piccolo suo recital tenuto nella sede estiva del Circolo Unione di Bari laddove era accompagnata al pianoforte (e benissimo per altro) dal suo mèntore, il M° Mario Valentino Scarangella. Un concerto dimostrativo è stato, vista la giovane età della violinista del Conservatorio di Bari ma già in possesso di alcune peculiarità legate all’arte di questo difficile strumento: intonazione, colpo d’arco, precisione, musicalità”… (Pierfranco Moliterni, su “Il Corriere Nazionale” del 16 luglio 2017).

MARIO VALENTINO SCARANGELLA si è diplomato in Pianoforte al Conservatorio di Bari, col massimo dei voti, sotto la guida di Angela Montemurro Lentini. Iniziati gli studi di Composizione (con Ferdinando Sarno ed Ottavio De Lillo) ha intrapreso attività concertistica come solista, in duo col violino, e come solista in concerti per pianoforte e orchestra. Ha anche collaborato con ballerini di danza classica. Si è perfezionato con importanti maestri, tra cui Rodolfo Caporali. ottenendo il Diploma di Merito e partecipando al concerto finale riservato ai più meritevoli. Partecipa ai concerti finali anche perfezionandosi con Michele Marvulli e Danilo Costantini. Studia anche con Antonio Bacchelli, Massimo Paris e Fausto Zadra in corsi internazionali di interpretazione e perfezionamento in pianoforte, musica da camera per archi e pianoforte, clavicembalo e prassi esecutiva della musica napoletana del ‘700 per violino e basso continuo. Vince premi in concorsi pianistici, tra cui la medaglia d’argento al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale (presidente della giuria Aldo Clementi), Primo classificato al concorso “Nino Rota” (presidente della giuria Giovanni Antonioni, direttore artistico della Camerata Musicale Barese), risulta tra i primi 4 classificati al XX Concorso Nazionale Allievi Pianisti (presidente della giuria Antonio Trombone), si classifica primo su 40 finalisti precedentemente selezionati in ogni parte d’Italia, vincendo così il trofeo “Girotondissimo” di Mario Acquarone organizzato dal settimanale Topolino e presentato da Claudio Lippi. Si interessa anche al campo della musica leggera, avendo partecipato (come autore dei testi e delle musiche) ad alcuni Festivals, come quello a Napoli diretto da Ernesto Guarino (la canzone “Nunzia”, stampata nel 1998 su compact disc e musicassette dalle Edizioni Midasol e distrubuita da More Record & Discopiù, risultò vincitrice del premio speciale “Partenope” consegnato personalmente da Mario Merola. Riportò successo anche a Genova nel festival “Musica e parole d’autore per la canzone” diretto da Nello Villa (canzone “Angela”, stampata su spartito e musicassette dalle Edizioni 4 Elle).


Conversazioni sull’Opera: Il Trovatore a cura di Paolo Arcà nel Foyer del Teatro Petruzzelli

In il

“La Fondazione Petruzzelli, per promuovere la fruizione del Teatro e contribuire alla diffusione della cultura musicale, propone un calendario di incontri a cura di noti musicologi italiani, dedicati all’Opera.”

Foyer del Teatro Petruzzelli ore 19.00 – ingresso libero fino ad esaurimento posti

Mercoledì 14 FEBBRAIO – Il Trovatore di Giuseppe Verdi, a cura di PAOLO ARCÀ
Mercoledì 4 APRILE – Andrea Chénier di Umberto Giordano,a cura di SANDRO CAPPELLETTO
Sabato 1 SETTEMBRE – Rigoletto di Giuseppe Verdi,a cura di GIUSEPPE MARTINI
Venerdì 12 OTTOBRE – Tancredi di Gioachino Rossini,a cura di LORENZO MATTEI
Mercoledì 12 DICEMBRE – La Traviata di Giuseppe Verdi,a cura di EMILIO SALA


MAURIZIO POLLINI apre la stagione concertistica 2018 al Teatro Petruzzelli

In il

+++ CONCERTO DI POLLINI RINVIATO AL 5 FEBBRAIO +++

Il concerto del maestro Maurizio Pollini, in programma giovedì 25 gennaio, è rimandato a lunedì 5 febbraio sempre alle 20.30
Il pianista non potrà essere a Bari questa settimana perché colto da sindrome influenzale.

I biglietti acquistati per il 25 gennaio potranno essere utilizzati per la nuova data del 5 febbraio.

Gli spettatori che invece volessero richiedere il rimborso del biglietto potranno farlo fino a martedì 30 gennaio.

MODALITÀ DI RIMBORSO
• nei punti vendita in cui è stato acquistato il biglietto
• per gli acquisti online inviare una mail a info@bookingshow.com

Vi ricordiamo che il botteghino del Teatro Petruzzelli è aperto dal lunedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00.
Informazioni: 080.975.28.10.

Biglietti in vendita presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli corso Cavour, 12 (Bari) e sul circuto www.bookingshow.it – Info: 0809752810

 

QUESTI GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE CONCERTISTICA 2018:

Venerdì 2 febbraio alle 20.30 il direttore stabile del Teatro Giampaolo Bisanti un concerto dedicato alla Sinfonia n. 2 in Do minore per soli, Coro e Orchestra “Resurrezione” di Gustav Mahler. Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Mercoledì 7 marzo alle 20.30 il pianista Arcadi Volodos interpreterà un programma dedicato a Papillons, Op. 2 di Robert Schumann, Otto Klavierstücke Op. 76 di Johannes Brahms e Sonata in Si bemolle Maggiore D. 960 di Franz Schubert.

Domenica 11 marzo alle 19.00 Stefan Anton Reck dirigerà i Carmina Burana di Carl Orff. Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Sabato 17 marzo alle 19.00 Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Capriccio italiano Op. 45 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto in Re Maggiore per violino e orchestra, Op. 77 di Johannes Brahms e Sinfonia n. 9 in Mi minore, Op. 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvořák.
Solista del concerto Nikolaj Znaider (violino).

Mercoledì 21 marzo alle 20.30 sarà di scena la pianista Beatrice Rana con un programma dedicato a Blumenstück Op. 19 di Robert Schumann, Studi Sinfonici Op.13 di Robert Schumann, Miroirs di Maurice Ravel e Suite per pianoforte dal balletto L’oiseau de feu (L’Uccello di fuoco) di Stravinskij/Agosti.

Giovedì 19 aprile alle 20.30 è in programma un appuntamento straordinario con la MAHLER CHAMBER ORCHESTRA, diretta dal maestro Daniele Gatti.
In programma Sinfonia n.1 in Si bemolle Maggiore Op. 38 “La Primavera” di Robert Schumann e Sinfonia n.7 in La Maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven.

Sabato 5 maggio alle 19.00 il maestro Ton Koopman dirigerà un programma dedicato a Corale “Jesus, bleibet meine Freude” dalla Cantata “Herz und Mund und Tat und Leben” BWV 147 di Johann Sebastian Bach, Sinfonia n. 20 in Re Maggiore, KV 133 di Wolfgang Amadeus Mozart e Messa dell’Incoronazione, KV 317 di Wolfgang Amadeus Mozart.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Mercoledì 6 giugno alle 20.30 salirà sul podio il maestro Sascha Goetzel, solista il violinista Vadim Repin. In programma Polonaise e Valzer dall’opera “Eugene Onegin” di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto n. 1 in La minore per violino e orchestra, Op. 77 di Dimitri Šostakovič e Sinfonia n. 1 in Fa minore, Op. 10 di Dimitri Šostakovič.

Domenica 10 giugno alle 19.00 il maestro Dennis Russell Davies dirigerà un programma dedicato a Cantata profana (I nove cervi fatati) per tenore, baritono, doppio coro e orchestra, Sz. 94 di Béla Bartók, Concerto n. 3 in Mi Maggiore, per pianoforte e orchestra, Sz. 119 di Béla Bartók e Symphony n. 7 “A Toltec Symphony” di Philip Glass. Solista del concerto il pianista Emanuele Arciuli.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Venerdì 21 settembre alle 20.30 dirigerà il maestro Giuseppe Grazioli, solista Simone Rubino (percussioni).
In programma: Masques et bergamasques, Op. 112 di Gabriel Faurè, Veni, veni Emmanuel, Concerto per percussioni e orchestra di James MacMillan e Sinfonia sopra una Canzone d’Amore di Nino Rota.

Mercoledì 26 settembre alle 20.30 il maestro Giampaolo Bisanti dirigerà un programma dedicato a Akademische Festouvertüre, Op. 80 di Johannes Brahms, Concerto n. 2 in Si minore per violoncello e orchestra, Op. 104 di Antonin Dvořák e Stabat Mater per soprano solo, coro misto e orchestra, FP148 di Francis Poulenc.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Domenica 30 settembre alle 19.00 dirigerà l’Orchestra il maestro Julien Masmondet, solista il pianista Seong-Jin Cho.
In programma Le Corsaire, ouverture, Op. 21 di Hector Berlioz, Concerto n. 1 in Mi minore per pianoforte e orchestra, Op. 11 di Fryderyk Chopin e Sinfonia in Re minore di César Franck.

Lunedì 15 ottobre alle 20.30 si esibirà al Petruzzelli il pianista Grigory Sokolov.

Mercoledì 31 ottobre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro John Axelrod, solista Enrico Dindo (violoncello).
In programma la prima esecuzione, commissionata della Fondazione Petruzzelli, del Concerto per violoncello e orchestra di Fabio Vacchi e la Sinfonia n. 5 in Si bemolle maggiore, Op. 100 di Sergej Prokof’ev.

Mercoledì 7 novembre alle 20.30 il maestro Günter Neuhold ed il solista Benedetto Lupo (pianoforte) proporranno un programma dedicato a: Concerto n.1, in Re minore per pianoforte e orchestra Op. 15 di Johannes Brahms, Requiem für Mignon, in Do minore, Op. 98/b di Robert Schumann e Suite n. 2 dal balletto Daphnis et Chloé di Maurice Ravel.
Maestro del Coro del Teatro Petruzzelli Fabrizio Cassi.

Martedì 13 novembre alle 20.30 dirigerà l’Orchestra il maestro Stefan Anton Reck, solista Mikhail Pletnev (pianoforte). In programma: Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra in Si bemolle minore Op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Sinfonia n. 6 “Patetica” in Si minore op. 74 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Mercoledì 5 dicembre alle 20.30 sarà di scena il pianista Leif Ove Andsnes.
In programma: Po Zarosplém Chodmíčku (Su un sentiero coperto di vegetazione), Volume 1 di Leoš Janáček, Ballade n. 3 in La bemolle Maggiore, Op. 47 di Frederic Chopin, Three Burlesques Sz. 47 di Béla Bartók e Carnaval, op. 9 di Robert Schumann.


BESTIE DI SCENA al Teatro Petruzzelli

In il

TEATRO PETRUZZELLI

Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Atto Unico / Compagnia Sud Costa Occidentale, Teatro Biondo di Palermo, Festival d’Avignon
BESTIE DI SCENA
con Elena Borgogni, Sandro Maria Campagna, Viola Carinci, Italia Carroccio, Davide Celona, Sabino Civilleri, Alessandra Fazzino, Roberto Galbo, Carmine Maringola, Ivano Picciallo, Leonarda Saffi, Daniele Savarino, Stephanie Taillandier, Emilia Verginelli
e con Daniela Macaluso e Gabriele Gugliara
ideato e diretto da EMMA DANTE

Info. 0809752810