Pinuccio in “Non mi trovo” ad Altamura

In il

pinuccio non mi trovo

Pinuccio
in
NON MI TROVO
22 Dicembre 2023 Evento rinviato al 24 Aprile 2024
I biglietti acquistati per lo spettacolo nella data programmata in precedenza sono validi per l’accesso.
Teatro Mercadante – Altamura (Bari)

«Non Mi trovo» di e con Alessio Giannone, meglio conosciuto come Pinuccio.

In un’aula di tribunale Pinuccio si trova a farsi processare con la surreale richiesta di essere condannato perché inadeguato al mondo contemporaneo. L’attore sul palco è dietro una balaustra di tribunale rivolto verso il pubblico. Al suo lato il banco del giudice con un cancelliere pronto a interagire con l’invio su una proiezione e, emblematiche immagini e video catturate dal web e non solo.

Sul banco dell’imputato passano le prove di questa inadeguatezza rese palesi da un cancelliere che le mostra al pubblico per l’occasione in veste di giuria popolare nel processo. La carrellata di teste e prove vedono il meglio del web e della comunicazione contemporanea. Da tiktok alla carta stampata, Pinuccio cercherà di convincere il giudice e la giuria popolare a farlo condannare ad un ergastolo pure di non continuare a vivere nella società attuale.

PRIME DATE DEL TOUR TEATRALE 2023/2024:

09 Dic.
Teatro Nuovo
Martina Franca (TA)

22 Dic. evento rinviato al 24 Apr.
Teatro Mercadante
Altamura (BA)

26 e 27 Dic.
Teatro Piccinni
BARI

28 Dic.
Teatro Adriatico
Vieste (FG)

01 Gen.
Teatro Impero
BRINDISI

15 Gen.
Teatro Parioli
ROMA

02 Feb.
Teatro Guerrieri
MATERA

16 Feb.
Teatro Curci
BARLETTA

19 Feb.
Teatro Manzoni
MILANO

29 Feb.
Teatro Dei Marsi
AVEZZANO

18 Apr.
Teatro Lucio Dalla
MANFREDONIA

Per info 337825975


Enzo Gragnaniello e Marisa Laurito in “Vasame”

In il

Vasame Enzo Gragnaniello e Marisa Laurito

Enzo Gragnaniello e Marisa Laurito in Vasame
sabato 23 marzo 2024
Teatro mercadante – Altamura (Bari)

Uno spettacolo che parla d’amore e che ha come filo conduttore la musica del cantautore Enzo Gragnaniello e la spumeggiante presenza di Marisa Laurito che canta e recita ”l’ammore” nelle sue tenere struggenti e divertenti sfaccettature. Una musica originaria, atavica e istintiva che si rivela al pubblico attraverso sonorità e ritmiche sincere, dirette e che ha lo scopo di ricondurlo alle sue radici più remote e ancor di più a punti di riflessione sulla condizione attuale che il mondo sta vivendo. Un invito al sentimento più semplice e complesso: l’ammore, la chiave di tutto.

>>>Acquista Biglietti


Elio canta e recita Enzo Jannacci “Ci vuole orecchio” ad Altamura

In il

CI VUOLE ORECCHIO Elio canta e recita Enzo Jannacci

Elio
in
CI VUOLE ORECCHIO
Elio canta e recita Enzo Jannacci

Teatro Mercadante – ALTAMURA (Bari)
sabato 20 gennaio 2024

Uno spettacolo un po’ circo un po’ teatro canzone, dove una band di cinque musicisti permetterà a Elio, filosofo assurdista e performer eccentrico, di surfare sul repertorio dell’amato Jannacci. Nel panorama infinito delle figure che abitano l’universo Jannacci trovano posto anche personaggi dolenti, clown tristi e inadeguati che spesso inciampano nella vita. Per vivere “ci vuole orecchio” e da saltimbanchi si vive e si muore… Opla!

>>>Acquista Biglietti


MAURIZIO BATTISTA ad Altamura in “Ai miei tempi non era così”

In il

ai miei tempi non era così maurizio battista

AI MIEI TEMPI NON ERA COSI’…
Maurizio Battista
12 novembre 2023
Teatro Mercadante – Altamura (BARI)

di Maurizio Battista, Fabrizio Gaetani, Gianluca Giugliarelli e Gianni Quinto

Maurizio Battista con il nuovo spettacolo “Ai miei tempi non era così…”. Siamo veramente sicuri che il passato coincida con l’idea di “vecchio” e il presente con l’idea di un “nuovo” che ci costringe ad arrancargli dietro, fino a farci invecchiare prima del tempo?… E chi l’ha detto che la felicità consista in un accumulo di “effetti speciali” o non piuttosto, com’era una volta, dal sapersi divertire con talmente poco che eravamo noi a sentirci “speciali?” …Tra queste e altre domande, si muove Maurizio Battista, in un precisissimo “slalom” per non urtare i paletti dell’ipocrisia e dell’ignoranza, issati dall’epoca attuale. A tale proposito la sala del teatro riprodurrà una sala cinematografica di tanti anni fa, nella quale, attraverso la proiezione di vecchi film, capiremo come di questa presunta modernità ci siamo fatti appunto un “film” che non corrisponde ai nostri bisogni reali e che ci fa dire spesso “ai miei tempi non era così…”

>>>Acquista Biglietti


Festival Nazionale del Teatro Comico “Bombetta d’Oro”, il programma della 20ª edizione

In il

Festival bombetta d'oro 2023 2024

La 20ª edizione del Festival Nazionale del Teatro Comico “Bombetta d’Oro” si svolgerà come consuetudine al Teatro Mercadante di Altamura (Bari), da ottobre e a marzo. Novità di questa edizione sarà l’ospite d’eccezione, ossia il noto attore Roberto Ciufoli.
Quest’anno saranno proposti 4 spettacoli in concorso di compagnie provenienti da tutta Italia, di altissimo livello e all’altezza delle aspettative del pubblico.

Questi gli spettacoli inseriti nel cartellone 2023/2024:
Si inizia sabato 21 ottobre alle 21,00 proprio con Ciufoli che, dopo anni di successi in tv e in teatro con il famoso gruppo comico “Premiata Ditta”, ha intrapreso una carriera di attore e regista che lo ha portato nei più importanti palcoscenici italiani. Il poliedrico artista romano sarà l’ospite d’onore del 20º Festival di Teatro Comico “Bombetta d’Oro”, quale protagonista regista e autore del recital comico – antropologico “Tipi”. Roberto Ciufoli con la sua irresistibile comicità, propone varie tipologie umane . Il 28 ottobre alle ore 21,00 un’altra novità assoluta: Marco Cavallaro e la sua compagnia in “Come fosse amore”, commedia che sta riempendo tutti i teatri italiani; il 18 novembre alle ore 21,00 torna Franco Spadaro e la compagnia Piccola Ribalta con “Mi separo 2”, sequel della fortunata e irresistibile commedia; altra novità domenica 7 gennaio alle ore 19,00 “Cosa ti cucino amore” commedia scritta e diretta da Linda Brunetta (La tv delle ragazze”, “Avanzi”, “Tunnel”, ecc.), con la Compagnia Seven Cults di Roma; infine il 10 febbraio alle ore 21,00 la compagnia sicula veterana del festival, ossia il Teatro Stabile Nisseno di Caltanissetta, con lo spettacolo “Che stress andare a teatro”. Chiude la rassegna la compagnia La Terra smossa di Gravina, in collaborazione con la padrona di casa La banda degli onesti il 9 marzo con la commedia contemporanea “Gioco al massacro”.
Il premio al miglior spettacolo sarà assegnato tramite il maggior gradimento del pubblico, che voterà al termine di ogni spettacolo.
L’iniziativa è promossa dal Comune di Altamura e dalla Regione Puglia, patrocinata dalla Fita, con la direzione artistica di Silvano Picerno, regista e attore.
Per il ventennale l’organizzazione del Festival si è impegnata al massimo per dare un’offerta eccezionale, che possa soddisfare i gusti più disparati, con un unico comune denominatore: la comicità.
Buon divertimento!
Gli abbonamenti saranno in vendita fino al 21 ottobre.
I biglietti dei singoli spettacoli sono già in vendita.
Prezzi singoli biglietti (tranne Ciufoli):
Poltronissima € 14, Poltrona / palco centrale €11, Palco laterali / Loggione €8.
Riduzione €3 per under 26.
Promozione: Acquistando 1 palco intero oppure 4 posti in platea, 1 lo paghi 2€!
ABBONATI risparmia il 15%!
Info e prenotazioni 0803101222 (anche WhatsApp)
Biglietti in vendita online sul circuito Vivaticket


IL MALATO IMMAGINARIO con Emilio Solfrizzi

In il

il malato immaginario solfrizzi

IL MALATO IMMAGINARIO
Emilio Solfrizzi
11 e 12 Marzo
Teatro Mercadante, Altamura – Bari

Il teatro come finzione, come strumento per dissimulare la realtà, fa il paio con l’idea di Argante di servirsi della malattia per non affrontare “i dardi dell’atroce fortuna”.
Il malato immaginario ha più paura di vivere che di morire, e il suo rifugiarsi nella malattia non è nient’altro che una fuga dai problemi, dalle prove che un’esistenza ti mette davanti. La tradizione, commettendo forse una forzatura, ha accomunato la malattia con la vecchiaia, identificando di conseguenza il ruolo del malato con un attore anziano o addirittura vecchio, ma Moliere lo scrive per se stesso quindi per un uomo sui 50 anni, proprio per queste ragioni un grande attore dell’età di Emilio Solfrizi potrà restituire al testo un aspetto importantissimo e certe volte dimenticato. Il rifiuto della propria esistenza. La comicità di cui è intriso il capolavoro di Moliere viene così esaltata dall’esplosione di vita che si fa tutt’intorno ad Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti.

Cast
Compagnia Moliere / La Contrada – Teatro Stabile di Trieste
Emilio Solfrizzi
IL MALATO IMMAGINARIO
di Moliere
con Lisa Galantini, Antonella Piccolo, Sergio Basile, Viviana Altieri, Cristiano Dessì, Pietro Casella, Cecilia D’amico
e con Rosario Coppolino
costumi Santuzza Calì
scenografie Fabiana Di Marco
musiche Massimiliano Pace
adattamento e regia GUGLIELMO FERRO
in collaborazione con Teatro Quirino – Vittorio Gassman

>>>Acquista Biglietti


Liber Festival⁵: il calendario della quinta edizione del festival culturale e letterario della Murgia Barese

In il

liberfestival 2023 altamura

TORNA IL LIBERFESTIVAL
Il calendario dell’Edizione 5 del festival culturale e letterario della Murgia Barese

Dal 5 all’8 gennaio 2023 presso l’ex Monastero Santa Croce ad Altamura (Ba), in via Santacroce 12, l’intera città sarà protagonista dell’evento culturale che coinvolge scrittori, giornalisti, musicisti di fama nazionale e regionale, chiamati, quest’anno, ad affrontare in maniera trasversale il tema scelto per questa quinta edizione: Radici.
Il Liberfestival, organizzato dal Liberfestival APS, è un evento dedicato ai lettori e alla lettura.
«Oggi, con la quinta edizione, – racconta la Presidente, Anna Acquaviva – siamo giunti ad un vero e proprio giro di boa. Ci siamo chiesti dove siamo. Abbiamo tirato le somme di quanto fatto in questi anni e deciso di valorizzare, nel pieno spirito Liberfestival, proprio quella storia semplice da cui tutto è cominciato. Un gruppo di amici inizia a fantasticare, con la voglia di andare avanti, lasciando un’impronta significativa in un contesto arido, senza disconoscerlo. Abbiamo deciso di restare, continuando a credere nella nostra città e nel nostro territorio, illuminando le nostre radici».
Dopo un’edizione “di guerra”, della quarta edizione, realizzata durante l’emergenza Covid 19 come segno di resistenza, il Liberfestival torna con questa dizione, con una nuova veste grafica, un parterre di ospiti e un calendario di eventi davvero ricco ed eclettico che renderà l’Ex Monastero Santa Croce un vero e proprio hub culturale.

Gli ospiti che prenderanno parte a questa edizione saranno:

* 5 gennaio
Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil – Invasioni di campo nel racconto e linguaggio della politica.
Silvia Gambi – Sommersi dagli Stracci: la moda può essere davvero sostenibile?
“Dopobarba- Armonie profumate dalle barberie di San Vito dei Normanni”, spettacolo a cura del Circolo Mandolinistico (chiesetta Santa Croce).

* 6 gennaio
Cheapfestival – as CHEAP as POSSIBLE: la public art diventa infestante.
Fabio Magara – Protocollo K: quando la fotografia stimola la memoria collettiva.
Spettacolo Live “Giò Sada live acoustic” a cura di Giò Sada (chiesetta Santa Croce).

* 7 gennaio
Roberto Mercadini – L’arte del narrare storie, che contengono storie, che contengono altre storie.
L’Ultimo Uomo – Sfide leggendarie che hanno cambiato lo sport.
“Little Boy” monologo in musica di Roberto Mercadini e Dario Giovannini (Multicinema Teatro Mangiatordi. Biglietti acquistabili sul sito o al botteghino).
LiberParty – dj set a cura di Michele Forte e Earthbeat APS (Atrio Multicinema Teatro Mangiatordi).

* 8 gennaio
Diego Passoni – Isola e il grande sogno milanese.
Chiara Tagliaferri – Strega comanda colore. Storie di donne alla ricerca della propria identità.
Stiamo Malox- Spettacolo di Stand up Comedy a cura di Marco Montrone e Gerry Cassano (IG: Lo Zar).

Oltre alle presentazioni e agli eventi serali verranno esposte quattro mostre, due fotografiche: Protocollo K di Fabio Magara e Ritratto circolare di Tina Massari e Nicola Petrara; due di illustrazione: as CHEAP as POSSIBLE del Collettivo Cheapfestival e Heimat di Elisa Seitzinger.
Non solo talk, spettacoli teatrali, musica e mostre, ma anche tanto divertimento con le nostre attività:
* Permanenti: – IdentiKit letterario, Farmacia Letteraria, Metti le tue radici in bacheca;
* Giornaliere:
* 5 gennaio Lectio su “Fotografia e Memoria” a cura di Nicola Petrara;
* 6 gennaio Speed Date letterario;
* 7 gennaio – Attività ludiche per bambini a cura dell’Associazione Il Baule Volante;
* 8 gennaio – Giochi da tavolo e di ruolo a cura di Another World.

«Ad oggi il Liberfestival – aggiunge la presidente – è un’iniziativa riconosciuta a livello regionale come uno degli eventi più importanti della stagione invernale del territorio appulo-lucano, un esperimento culturale vincente, con un elevato riscontro soprattutto fra la comunità giovanile. È una sfida importantissima per il nostro territorio e la città di Altamura, che non possiamo perdere. L’invito è ad esserci nelle attività proposte, negli incontri per le nostre radici, per le nostre esperienze, per la bellezza di lasciare traccia della nostra cultura, in questa storia».
Grazie. Vi aspettiamo!


Concerti di Natale dell’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari

In il

L’Orchestra sinfonica della Città metropolitana presenta il disco “Natale” nei concerti dal 12 al 23 dicembre

Lunedì 12 dicembre, alle ore 20.00, nel teatro Kursaal Santalucia di Bari, si terrà il primo concerto del cartellone natalizio dell’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana: undici appuntamenti che propongono i contenuti del disco dal titolo “Natale”, fresco di stampa, realizzato dall’ICO di Bari in coproduzione con il Traetta Opera Festival di Bitonto per l’etichetta discografica Digressione Music.

Un disco che parla della Puglia attraverso i grandi autori che hanno contribuito significativamente alla crescita di generazioni di musicisti pugliesi a cominciare da Raffaele Gervasio e Salvatore Pappagallo, ma che guarda anche alla tradizione popolare barese e al culto nicolaiano con il brano Sanda Necole va pe mare. C’è, poi la voce recitante di Maurizio Pellegrini, il tenore Cataldo Caputo, le composizioni originali e gli arrangiamenti di Vittorio Pasquale commissionati dall’ICO, i cori di voci bianche “Caffarelli” del Traetta Opera Festival di Bitonto e “Vox Juvenes” di Bari, diretti da Emanuela Aymone, ed i chitarristi del Convitto Nazionale “D. Cirillo”. Sia il disco che i concerti sono diretti da Vito Clemente, direttore artistico dell’ICO.

Qui di seguito tutti gli appuntamenti: dopo il concerto del 12 dicembre al Kursaal, il 13 dicembre, alle ore 20.00, l’Orchestra sinfonica della Città metropolitana si esibirà nell’Auditorium “Nino Rota” di Bari dove, per l’occasione, sarà eseguito anche il brano “Anime accese” scritto dagli studenti del “Cirillo” e che vedrà anche la partecipazione dell’Orchestra del triennio del Convitto insieme all’ ICO di Bari.

I concerti natalizi dell’Orchestra sinfonica proseguiranno, poi, il 14 dicembre, alle ore 20.00, nel Duomo di Molfetta, il 15 dicembre, alle ore 20.00, nella Chiesa Madre di Santeramo in Colle, il 16 dicembre, alle ore 20.30, nel Teatro Verdi di Brindisi, il 17 dicembre, alle ore 21.15, nella Basilica di San Nicola a Bari, il 19 dicembre, alle ore 20.30, nel Teatro Comunale di Corato, il 20 dicembre, alle ore 20.00, nell’ Auditorium “Nino Rota” di Bari (con la partecipazione dei cori di voci bianche “Caffarelli” di Bitonto e “Vox Juvenes” di Bari), il 21 dicembre, alle ore 20.00, nel Teatro Traetta di Bitonto, il 22 dicembre, alle ore 20.30, nella Chiesa Matrice Santa Maria Assunta di Polignano a mare e il 23 dicembre, alle ore 21.00, nel Teatro Mercadante di Altamura.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero ad eccezione di quelli nell’Auditorium “Nino Rota” (biglietto unico 5 euro, e 1 euro per gli studenti di ogni ordine e grado) e nel Teatro Verdi di Brindisi (info biglietti botteghino: 0831.562554).

Per tutte le date l’Orchestra eseguirà brani di Vittorio Pasquale, Franz Schubert, Augusto Campetti, Irving Berlin e Franz Xaver Gruber.


Un, due, tre stella!

In il

un due tre stella

Al Teatro Mercadante di Altamura Sabato 22 ottobre alle h. 21,00 e domenica 23 alle h. 18,30 nell’ambito del 19º Festival nazionale di teatro comico “Bombetta d’Oro”, La Banda degli Onesti presenta in prima nazionale “1, 2, 3… STELLA!”, commedia di Silvano Picerno
con Silvano Picerno, Elisabetta Rubini, Leo Coviello, Francesco Venturo.
Regia Silvano Picerno.
Direttore di scena Mariella Labianca, Scenografia Nicola Leone,
Audio-luci Dante Zizzari, Fotografo Pietro Crivelli.

Cosa succederebbe se scomparisse internet in tutto il mondo? Da questa inquietante domanda parte una vicenda surreale, i cui protagonisti sono Fede e Chiara una coppia è iper-digitale che dipende dalla tecnologia, come la maggior parte di noi. Dopo questo inspiegabile black-out della rete, la disperazione li assale e arrivano persino ad uno scontro verbale con Augusto, un avventore di un bar, “reo” di condurre una vita esattamente all’opposto: senza tecnologia. Da qui inizia una sorta di “viaggio nel tempo” che li porterà fino a quando il mondo digitale non esisteva, e si giocava a… “Un, due, tre… Stella!” A disturbare le loro conversazioni sarà Angelo, un cameriere scorbutico e stralunato, che porterà un pizzico di trascendente in questa vicenda grottesca. Ma quale sarà il vero motivo della scomparsa di internet? Lo scoprirete in questa commedia brillante, dall’umorismo raffinato e con riferimenti nostalgici che faranno ridere ed emozionare, con un finale sorprendente.

>>>Acquista Biglietti


Tullio De Piscopo e Uaragniaun “ZE MONECARILLE”

In il

Tullio De Piscopo e Uaragniaun ZE MONECARILLE

Tullio De Piscopo e Uaragniaun – “ZE MONECARILLE”
sabato 29 Gennaio
Teatro Mercadante
Altamura (Bari)

Con Maria Moramarco – Voce
Luigi Bolognese – Chitarre
Silvio Teot – Percussioini Etniche
Orchestra da camera del Teatro Mercadante
Arrangiamenti: Mo. Vincenzo Cipriani

Spettacolo prodotto dal Teatro Mercadante – il perfetto esempio di fusione di stili che “Metamorphosis” intende valorizzare, in cui si contaminano, in un mix di generi e improvvisazioni, ritmi e sonorità̀ completamente diversi tra loro ma in grado di esplorare e creare un nuovo linguaggio nel solco del world music contemporanea. Vedremo in scena: Tullio De Piscopo, batterista eclettico (molti lo ricordano per il successo “Andamento lento”), che spazia dal jazz alla classica, vera leggenda della batteria, indimenticabile collaboratore di Pino Daniele e i Uaragniaun che da anni portano avanti con successo l’operazione di tramandare gli antichi canti del popolo delle Murge. Saranno accompagnati dalla nostra orchestra da camera in un concerto che si annuncia memorabile.

>>>Acquista Biglietti