“REAL BODIES EXPERIENCE”: veri corpi umani in mostra al Teatro Margherita di Bari

In il

real bodies experience teatro margherita bari

Un viaggio nel corpo umano

Real Bodies Experience è la nuova mostra inedita che approda per la prima volta a Bari all’interno del Teatro Margherita: uno straordinario viaggio all’interno del corpo umano  che mostra in modo sorprendente e innovativo il funzionamento dell’organismo e la struttura degli apparati che rendono l’uomo una macchina meravigliosa.

Real Bodies ha esposto nelle principali città italiane, Milano, Roma, Venezia, Bologna un format di edutainment e divulgazione scientifica che nel mondo ha totalizzato milioni di visitatori, e coinvolto docenti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
La mostra è divisa in varie sezioni e affronta molte tematiche, un percorso della vita che si sviluppa dalla nascita alla morte con tutti i relativi processi di invecchiamento. Gli ospiti della mostra potranno osservare da vicino organi colpiti da gravi malattie, l’affascinante apparato circolatorio, il sistema nervoso, scheletrico, e muscolare.

Vivrete esperienze uniche con la realtà virtuale e osserverete da vicino l’anatomia umana. Tutto il percorso potrà essere spiegato anche grazie all’ausilio un’audio-guida.

I corpi plastinati in una mostra inedita

L’anatomia ha origini antiche, il suo nome appunto deriva del greco classico (ἀνατομή. (anatomè), tagliare e dissezionare attraverso). Le prime tracce di questa tecnica come studio scientifico risalgono alla scuola medica di Alessandria d’Egitto.
In epoca medioevale lo studio del corpo subì un freno a causa dei timori religiosi e ostili divieti. Durante il rinascimento subì un’evoluzione radicale anche grazie all’osservazione diretta dei cadaveri.

Ora, grazie alla moderna tecnica della plastinazione presente a Real Bodies Experience, è possibile ammirare la vera anatomia umana con corpi e organi trattati in modo da poter essere conservati ed esposti al pubblico senza difficoltà.

Il viaggio continua in modo più approfondito grazie alle più moderne tecnologie che consentono di affiancare l’osservazione diretta di corpi e organi plastinati all’esperienza virtuale con l’ausilio di visori e schermi.

Dal Lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 20.00 (ultimo accesso alle ore 19.00);
Dal venerdì alla domenica dalle 9.00 alle 22.00 (ultimo accesso alle ore 21.00).

PREZZI E TARIFFE:

Adulto
Biglietto prezzo intero
16 €

Ridotto
Dai 6 ai 12 anni, over 65,
Universitari, accompagnatore disabile
12 €

Gruppi/Scuole
Da un minimo di 15 ad un massimo di 25 persone.
(La tariffa è acquistabile solo su prenotazione ed include il costo di prevendita di 1€)
10 €

Minori di 6 anni
Bambini al di sotto dei 6 anni
Gratuito

Disabili
Biglietto per disabili
Gratuito

È possibile acquistare i biglietti direttamente al botteghino del teatro Margherita o sul sito www.realbodiesbari.it

Recapiti
Info generiche +39 320 577 7678
Gruppi e scuole + 39 327 898 3275


Al Teatro Margherita, World Press Photo Bari 2022

In il

world press photo bari 2022

BARI – World Press Photo Exhibition, la mostra di fotogiornalismo più prestigiosa al mondo, torna a Bari per il nono anno consecutivo: dal 30 settembre al 13 novembre 2022, sarà ancora una volta il Teatro Margherita ad ospitare l’esposizione internazionale, che giunge quest’anno alla sua 65ma edizione e si presenterà alla città in una veste rinnovata e ricca di novità.

Intanto, in attesa dell’avvio ufficiale della mostra, venerdì 16 e sabato 17 settembre nella sala conferenze dello stesso Teatro Margherita di Bari si svolgerà Aspettando World Press Photo, una due giorni interamente dedicata al fotogiornalismo in compagnia di autorevoli ospiti: si parte venerdì 16 settembre alle ore 18.30 con un talk “World Press Photo dal 1955 ad oggi.

Il racconto della storia attraverso le immagini”, a cura di Manoocher Deghati, fotoreporter di guerra iraniano-francese e Fulvio Bugani, fotografo bolognese vincitore di World Press Photo nel 2015. Un vero e proprio viaggio nel tempo in cui gli ospiti ripercorreranno la storia di World Press Photo dal 1955 ad oggi, passando per le principali tappe e trasformazioni del fotogiornalismo internazionale.

A seguire, sabato 17 settembre alle ore 18.00, Fulvio Bugani terrà la lectio magistralis “Dalla Street Photography al Reportage”, un excursus sulla street photography dal dopoguerra ad oggi tramite scatti personali ed altre foto d’autore.

L’ingresso agli eventi è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. È consigliata la prenotazione tramite il seguente form: https://forms.gle/ZAC6wD7NipsUcp7o6

Manoocher Deghati è nato a Urmia (Iran) nel 1954. Ha lavorato come fotoreporter di conflitti e questioni sociali in tutto il mondo dal 1978, a partire dalla rivoluzione iraniana e dalla successiva guerra tra Iran e Iraq. Esiliato dal suo paese natale nel 1985, ha collaborato con diverse importanti agenzie (Black Star, Sipa, Keystone, AFP) e importanti riviste internazionali, come Time, Life, Newsweek, Paris Match, GEO e National Geographic Magazine. Ha ricoperto incarichi dirigenziali e fotografato per le Nazioni Unite in quattro continenti. Nel 2002 ha fondato l’AINA Photojournalism Institute a Kabul. Oggi vive in Puglia e lavora come fotografo indipendente e insegnante di fotografia.

Fulvio Bugani è nato a Bologna nel 1974. Ha iniziato a lavorare come fotografo nel 1995 e, dopo una stretta collaborazione con i maggiori studi fotografici di Bologna, nel 1999 ha fondato il proprio studio Foto Image. Fotografo professionista freelance da oltre 20 anni, ha collaborato con numerose associazioni e ONG, tra le quali Medici Senza Frontiere e Amnesty International, per la quale ha partecipato a diversi progetti sui diritti umani, l’immigrazione clandestina e il diritto alla casa. I suoi lavori sono stati pubblicati su riviste e siti web internazionali come TIME LightBox, LFI – Leica Fotografie International, The Guardian, Marie Claire, Playboy e Cubadebate. Nel 2015 è stato vincitore di World Press Photo grazie ad un lavoro sui transgender indonesiani.

World Press Photo Exhibition è organizzata a Bari, come ogni anno, da CIME, realtà tra i maggiori partner europei della World Press Photo Foundation di Amsterdam, con il sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari.


Bari e i suoi Teatri – Apertura speciale del Teatro Petruzzelli

In il

Bari e i suoi Teatri - Apertura speciale del Teatro Petruzzelli

Sabato 30 luglio ore 17.45 appuntamento con l’itinerario “Bari e i suoi Teatri con APERTURA SPECIALE DEL TEATRO PETRUZZELLI”. Attraverso l’analisi degli edifici, la storia della città fra ‘800 e ‘900. La nuova classe borghese emergente intende celebrare i fasti dell’età moderna anche attraverso una vita sociale che ostenta vitalità e interessi culturali. Vi parleremo dei teatri baresi e della loro meravigliosa storia

Costo: 10 euro (pagamento online al seguente link: https://walking-tour-di-alessandro-de-luisi.sumup.link/prodotto/bari-e-i-suoi-teatri-apertura-del-petruzzelli) + 5 euro (biglietto ingresso teatro)
Palazzo del Sedile e casa Piccinni, Teatro Piccinni (esterno) e statua, Teatro Margherita (esterno),Teatro Petruzzelli (esterno e interno)

Punto d’incontro: Teatro Petruzzelli

Prenotazione obbligatoria tramite whatsapp al 3403394708.
POSTI LIMITATI (max 25 partecipanti)


LUNGOMARE DI LIBRI 2022, sulla Muraglia di Bari tre giorni di libreria a cielo aperto

In il

lungomare di libri bari 2022

«Che freschezza, la mattina a Bari! Alzato il sipario del buio, la città compare in tutta la sua felicità adriatica. Senti il mare, il mare, in fondo agli incroci perpendicolari delle strade di questa Torino adolescente: un mare generoso, un dono, non sai se di bellezza o di ricchezza. Davanti al lungomare (splendido), sotto l’orizzonte purissimo, una folla di piccole barche piene di ragazzi […]».

Le parole di Pier Paolo Pasolini – a cento anni dalla sua nascita  – tratte dal reportage “Le due Bari” pubblicato su Il Quotidiano e il Popolo di Roma nel 1951, restituiscono l’immagine mai mutata del lungomare di Bari e raccontano, quasi preveggenti, il felice connubio che vede insieme, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Bari e il Salone Internazionale del Libro di Torino, con il contributo fondamentale della Regione Puglia e dei Presìdi del Libro, nel dare vita a Lungomare di Libri.

Da venerdì 1 a domenica 3 luglio, infatti, torna a Bari la manifestazione letteraria che trasforma il capoluogo pugliese in una grande libreria a cielo aperto – grazie alla presenza di numerosi librai ed editori – e in un crocevia di incontri con autrici e autori da tutta Italia. Lezioni magistrali, presentazioni editoriali, convegni, incontri, momenti di approfondimento, attività per bambine e bambini, consigli di lettura e reading si alterneranno nell’arco di tre giorni, dal pomeriggio alla sera, portando il libro e la riflessione nei luoghi simbolo della città di Bari, da Barivecchia al lungomare, da Largo Vito Maurogiovanni, al Fortino Sant’Antonio fino al Teatro Margherita. E sulla Muraglia, nel tratto compreso tra piazza del Ferrarese e il Fortino, torna il caratteristico serpentone con le casette/librerie.

“Leggere il Mondo” è il tema scelto per questa seconda edizione, nella convinzione che la lettura sia il modo migliore per capire il presente e guardare al futuro, con il libro a far da bussola per guidarci in questi tempi difficili, caratterizzati dalle crisi ambientale e pandemica, e dalla guerra nel cuore dell’Europa.

La presentazione della manifestazione si è tenuta questa mattina a Palazzo di Città alla presenza di Antonio Decaro, sindaco di Bari, Ines Pierucci, assessora alle Culture e al Turismo del Comune di Bari, Aldo Patruno, direttore dipartimento Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, Grazia Di Bari, consigliera delegata per le Politiche culturali della Regione Puglia, Marco Pautasso, segretario generale Salone Internazionale del Libro di Torino, Orietta Limitone, presidente Associazione Presìdi del Libro, e Rocco Pinto, coordinatore delle librerie per Lungomare di libri.

“Superato il battesimo dell’edizione zero, con questo nuovo appuntamento Lungomare di Libri fa il suo ingresso ufficiale nel panorama delle manifestazioni culturali dell’estate pugliese – ha dichiarato il sindaco di Bari, Antonio Decaro -.

Questo ci inorgoglisce e al tempo stesso ci impegna in un percorso ambizioso, che anche quest’anno gode della collaborazione del Salone del libro di Torino, per il consolidamento di un brand – quello di Lungomare di Libri – che possa non solo offrire un fine settimana di cultura e intrattenimento in città ma soprattutto rappresentare un supporto per le librerie e gli editori alle prese con le logiche di mercato e i nuovi trend e uno straordinario momento di promozione della lettura.

Anche per questo, il titolo “Leggere il mondo” appare del tutto coerente con gli obiettivi della manifestazione e perfettamente in linea con i tempi che viviamo. Fagocitati dalla rapidità delle informazioni di cui siamo bombardati attraverso i media e i social, spesso perdiamo di vista il valore della lettura lenta, che si presta alla riflessione e che ci aiuta ad aprire nuove finestre, tutte diverse e tutte contemporanee, per leggere la realtà che ci circonda”.

“Dei nuovi media possiamo nutrirci velocemente, come in un fast food dei contenuti e dei saperi, ma per comprendere e approfondire la realtà è necessario leggere e avvicinarsi alla conoscenza mossi dal desiderio di riconoscersi, di scegliere un punto di vista alternativo, con un doppio sguardo, al tempo stesso acuto e feroce, su ciò che ci circonda – ha sottolineato l’assessora alle Culture, Turismo e Marketing Territoriale Ines Pierucci -.

La grande letteratura, che sia prosa o poesia, è sempre stata in grado di offrire uno sguardo frontale e acuto sulle cose del mondo: per questo, in occasione della seconda edizione di Lungomare di Libri, proveremo a sondare quello sguardo grazie all’accordo felice tra Comune di Bari, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese e Salone del Libro srl con due associazioni che uniscono il Paese da nord a sud attraverso la grande comunità dei lettori: il Circolo dei lettori di Torino e l’Associazione Presidi del libro di Bari, che ringrazio e che rappresentano sui rispettivi territori uno straordinario valore aggiunto per la promozione della lettura.

Leggere il mondo significa comprendere la grande complessità dei temi che l’attraversano, ed è questa la sfida che l’assessorato alle Culture ha scelto di lanciare alla città con la realizzazione di questa manifestazione, che vuole coniugare quella complessità con la leggerezza cara a Italo Calvino, che ci permette di “planare sulle cose dall’alto e non avere macigni sul cuore”. Un approccio che in questo momento storico credo riesca a interpretare appieno il sentimento collettivo”.

“Insieme ai librai e di concerto con gli enti territoriali pugliesi – ha spiegato Marco Pautasso, segretario generale del Salone Internazionale del Libro di Torino – abbiamo pensato a un palinsesto di appuntamenti che venisse incontro alla necessità che tutti oggi fortemente avvertiamo. Quella di provare a comprendere il nostro presente, con tutta la complessità e drammaticità che si porta con sé. E per farlo ci affideremo a importanti voci della narrativa e saggistica contemporanea che ci aiuteranno a “leggere il mondo”. Ma anche ad autrici e autori che ci racconteranno storie di identità e storie legate alla natura, perché la lettura del nostro concitato adesso passa, innanzitutto, attraverso il rispetto dell’individuo e dell’ambiente. Il Salone, con sguardo sempre attento alla contemporaneità, con Lungomare di Libri ribadisce la sua intenzione di lavorare insieme con i territori ed essere il progetto culturale che porta riflessione e riunisce la comunità del libro in tutto il Paese”.

“Lo scorso anno la scommessa di realizzare a Bari una manifestazione con protagonisti librai ed editori, su iniziativa dell’assessorato comunale alle Culture, e in partnership con altre grandi iniziative di questo genere ormai consolidate in Italia, è stata vinta – ha commentato Aldo Patruno, direttore dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, commenta:. Quest’anno, dopo il grande successo della Puglia a Torino, si rinnova la collaborazione strategica con il Salone del Libro di Torino, e con noi ci sono i Presìdi del Libro, baluardo della promozione della lettura, che celebrano il ventennale dalla fondazione. Tutti gli ingredienti giusti per una kermesse alla quale stiamo dando valore e contiamo di dare continuità, che si svolge, tra l’altro, in uno scenario straordinario, quello del lungomare barese, risultando così fortemente attrattiva non solo per il pubblico della nostra regione ma anche per i tanti turisti/cittadini temporanei che in questo periodo stanno affollando numerosi tutte le nostre città, a partire dal capoluogo”.

“Lungomare di libri è una interessante iniziativa ideata dall’assessore Ines Pierucci e rappresenta una grande libreria a cielo aperto che porta il libro nei luoghi simbolo della città di Bari – ha aggiunto Grazia Di Bari, consigliera regionale delegata alle Politiche Culturali -. La Regione Puglia riconosce nel lettore e nella lettrice delle figure di alto valore culturale e sociale e promuove la lettura come forma di welfare della conoscenza ravvisando in essa uno strumento di realizzazione della cittadinanza sociale. La lettura è universalmente riconosciuta come precondizione fondamentale per la formazione e la crescita culturale a livello individuale e sociale, oltre che rappresentare uno strumento essenziale per la circolazione della conoscenza in grado di favorire lo sviluppo culturale di un Paese con riflessi sulla società, sulla politica e sull’economia, ponendosi come elemento necessario per il progresso materiale e immateriale della società”.

“La nostra associazione promuove la lettura da vent’anni ormai, ma siamo convinti che in questo momento storico realizzare occasioni di incontro e approfondimento attorno ai libri sia più che mai importante – ha detto Orietta Limitone, presidente dei Presìdi del Libro -. È per questo che sosteniamo Lungomare di libri, una manifestazione che si svolge nella città in cui la nostra Associazione ha sede, una Bari che offre lo sguardo aperto sul mare come su una nuova storia”.

“La contaminazione tra Portici di carta di Torino e Il Lungomare di libri di Bari è la testimonianza dell’importanza di portare i libri anche fuori dai luoghi canonici della lettura e i librai portano in riva al mare anche il loro modo di fare comunità e cultura – ha concluso Rocco Pinto, libraio coordinatore librerie Lungomare di libri -. Speriamo che siano sempre di più le occasioni per incontrare i libri soprattutto al Sud, dove legge solo un persona su quattro”,

Tra gli ospiti attesi per questa seconda edizione della manifestazione letteraria: il teologo Vito Mancuso, con una lectio magistralis dedicata alla necessità di una nuova utopia per l’Occidente, anche alla luce della tragica guerra in Ucraina; lo storico Luciano Canfora, con una lezione sulle ragioni della pace in un mondo contemporaneo trafitto da conflitti; la giornalista Valentina Petrini, con il lavoro di inchiesta e riflessioni Il cielo oltre le polveri. Storie, tragedie e menzogne sull’Ilva (Solferino); l’ex Ministro della Giustizia Claudio Martelli con Vita e persecuzione di Giovanni Falcone (La nave di Teseo); Valeria Parrella con il nuovo libro La Fortuna (Feltrinelli); Chiara Tagliaferri, autrice insieme a Michela Murgia dei libri e podcast Morgana (Storielibere), a Bari con il suo romanzo Strega comanda colore (Mondadori); Francesca Cavallo ora in libreria con Ho un fuoco nel cassetto (Salani); Paolo Rumiz e il suo Canto per l’Europa (Feltrinelli); Giorgio Scaramuzzino e lo spettacolo per bambini Questa zebra non è un asino; Alessandro Vanoli e la sua Storia del mare (Laterza); Giovanna Casadio e il Diario di bordo dei sindaci. Le città nella pandemia (Treccani).

Tra gli altri appuntamenti in calendario: il 1 luglio, il convegno Leggere il Sud, un momento di riflessione per comprendere le ragioni profonde delle differenze nella diffusione della lettura tra Settentrione e Meridione, con relatori Loredana Capone, Marianna Capozza, Claudia Coga, Oscar Iarussi, Nicola Lagioia, Maria Laterza, Rocco Pinto e Vincenzo Santoro; le presentazioni delle ultime novità dell’editoria della Puglia, organizzate grazie a APE – Associazione Pugliese Editori, con gli incontri che si svolgeranno in un camper itinerante tra corso Vittorio Emanuele II e il Fortino; i percorsi di lettura Ponti e notti di pace, a cura dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, la rete di Bari Social Book e la rete territoriale dei servizi educativi.

Anche per questa edizione una grande mostra allestita nel Teatro Margherita farà da cornice alla tre giorni di Lungomare di libri. È l’esposizione “Obey. Peace revolution” promossa dalla Città di Bari, prodotta e organizzata da MetaMorfosi Eventi con il supporto territoriale di Cime, con il sostegno di Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura e Pugliapromozione, visitabile per tutta l’estate. Per i tre giorni di Lungomare di libri l’ingresso alla mostra è al prezzo ridotto di 3 euro.

Gli appuntamenti di Lungomare di libri sono tutti a ingresso libero e gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili.
Il programma completo con tutti gli ospiti, gli editori, i librai e gli incontri è consultabile sul sito salonelibro.it.

“Lungomare di libri” è ideata dall’Assessorato alle Culture, Turismo e Marketing Territoriale del Comune di Bari, realizzata da Comune di Bari e Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, nell’ambito della programmazione dei Presìdi del Libro in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino, insieme ai librai di Bari e provincia e di case editrici pugliesi associate all’APE-Associazione Pugliese Editori. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Bari – Assessorato alle Culture e Marketing territoriale.

Info al pubblico:
www.salonelibro.it
FB e IG @lungomaredilibri #lungomaredilibri


OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

In il

OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

OBEY Peace Revolution
Teatro Margherita – Bari
dal 25 Giugno al 28 Agosto 2022

OBEY incarna la perfetta connessione tra la retromania (Reynolds, S.) di un passato generativo e la fluidità (Bauman, Z.) di un presente digitale dalla biologia cartacea. Lo sguardo di Shepard Fairey processa i temi umanitari con un meccanismo editoriale che connette informazione e comunicazione, serigrafia multipla e preziosità estetica, ambiti locali e spazio globale. Tutto ciò significa amplificare lo sguardo collettivo sulle riflessioni morali, ridefinendo il confine tra arte pubblica e universo privato, lungo azioni conoscitive che diventano atti di coscienza sulla più ambiziosa delle rivoluzioni: la PACE.

PEACE REVOLUTION è il titolo che accompagna la mostra per il Teatro Margherita. Oltre settanta opere, selezionate tra i principali temi che hanno segnato la carriera di OBEY. Carte dallo stile unico e inimitabile, basato sulle grafiche sovietiche e futuriste di inizio ‘900. Sono immagini di enorme impatto sociale, puro equilibrio tra testo e immagine, superficie e contenuto. Stampe cartacee che scendono sul palcoscenico mediatico del nuovo millennio, diventando le copertine ideali di uno sguardo estetico sul mondo.

OBEY è il prototipo fluido del nuovo artista politico, cosciente che i temi scottanti si affrontano con simboli e narrazione visiva (Ferretti, F.), con l’impatto rapido di un messaggio in cui riconoscersi senza confondersi. Shepard Fairey crea simboli virali e replicabili, icone che alzano la soglia d’attenzione, offrendo messaggi politici in maniera metaforica e condivisa. Gli artisti non devono essere speculari al reale, mai troppo fotografici rispetto al mondo; OBEY, che lo sa bene, alimenta la consapevolezza di massa con una lezione di estetica laterale, tanto semplice quanto liquida, aperta nei sottotesti, un esperanto pacifista che comunica sui molti piani della società reale.

La mostra, a cura di Gianluca Marziani e Stefano Antonelli, è promossa dalla Città di Bari, prodotta e organizzata da MetaMorfosi Eventi con il supporto territoriale di Cime, con il sostegno di Regione Puglia, Teatro Publico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura e Pugliapromozione, nell’ambito del POC PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche, e la partecipazione della Fondazione Enzo Hruby.

Orari:
ᴅᴏᴍ – ɢɪᴏᴠ: dalle 17:00 alle 22:00
ᴠᴇɴ ᴇ sᴀʙ: dalle 17:00 alle 23:00
ʟᴀ ʙɪɢʟɪᴇᴛᴛᴇʀɪᴀ ᴄʜɪᴜᴅᴇ ᴍᴇᴢᴢ’ᴏʀᴀ ᴘʀɪᴍᴀ ᴅᴇʟʟᴀ ᴄʜɪᴜsᴜʀᴀ

Biglietti:
ɪɴᴛᴇʀᴏ: 5 euro
ʀɪᴅᴏᴛᴛᴏ: 3 euro (Over 65, giovani dai 6 ai 25 anni, universitari)
ɢʀᴀᴛᴜɪᴛᴏ ᴘᴇʀ:
– bambini fino ai 6 anni non compiuti;
– insegnanti: solo in qualità di accompagnatori di gruppi scolastici;
– portatori di handicap e un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
– guide turistiche: solo nell’esercizio della propria attività professionale, mediante l’esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità.piani della società reale.


A Bari, la mostra Banksy: “Realismo capitalista. An unauthorized exhibition”

In il

banksy mostra teatro margherita

Dal 9 aprile al 12 giugno arriva a Bari, al Teatro Margherita, la mostra “Realismo capitalista. An unauthorized exhibition” di Banksy, il famoso street artist.
Saranno circa 40 le opere presenti, attraverso le quali si potrà apprezzare il lavoro di uno del misterioso artista inglese che, attraverso la tecnica dello stencil, ha lasciato il segno su tantissimi edifici e luoghi in diversi Paesi, tra i quali anche l’Italia.
La mostra è curata da Stefano Antonelli e Gianluca Marziani.

BIGLIETTI:
intero: 10,00 €
ridotto 18-25 Anni: 8,00 €
over 65: 8,00 €
ridotto 6-17 Anni: 4,00 €
ridotto Universitari: 4,00 €
Gruppi Scuola 20 Persone: 4,00 €
Gratuito per:
• bambini (fino ai 6 anni non compiuti);
• insegnanti (solo in qualità di accompagnatori di gruppi scolastici o previa esibizione della “carta del docente”);
• portatori di handicap e accompagnatori (portatori di handicap e un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria);
• guide turistiche (nell’esercizio della propria attività professionale, mediante l’esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità, anche per visite propedeutiche all’accoglimento di singoli o gruppi);
• giornalisti (solo previo accredito in funzione della redazione di articoli sulla mostra).

>>>Acquista Biglietti


“FUORI BIFEST” il programma di iniziative collaterali alla settimana del cinema a Bari promosse dal Comune

In il

fuori bifest 2022

Fuori Bif&st – La città si veste di cinema

In occasione del Bif&st-Bari International Film&Tv Festival 2022 (qui il programma), la Città di Bari, insieme ai commercianti, ai contenitori culturali e alle diverse realtà cittadine, ha organizzato un programma diventi collaterali che attraverserà le strade della città, colorandole della meraviglia

IL PROGRAMMA COMPLETO:

Sabato 26 marzo – ore 18.00
MUSICA IN CANTIERE PER LA CITTÀ
Corso Vittorio Emanuele, 100
Cantiere Evento per Bari
Concerto verticale tra le impalcature del cantiere dedicato ai compositori Nino Rota ed Ennio Morricone eseguito dall’Orchestra Sinfonica del Liceo Musicale Cirillo. Proiezione di manifesti cinematografici tratti dall’Archivio della Mediateca Regionale
con Fondazione Gianfranco Dioguardi, Impresa Garibaldi-Fragasso e ANCE Puglia.

Da lunedì 28 a giovedì 31 marzo
NUOVA PELLICOLA – Il Cinema dalla Y alla Z
Fortino Sant’Antonio
La Fondazione Federico Vecchio Onlus promuove una serie di incontri e attività che mirano al coinvolgimento di ragazze e ragazzi in età scolare, attraverso la divulgazione di esperienze di studio e lavorative vissute e raccontate da giovani under30. Il programma propone l’attivazione di differenti strategie di comunicazione: dall’approfondimento verticale, con una masterclass di montaggio, al dialogo trasversale, con una serie di talk tematici.
La masterclass è tenuta da Matteo Viesti, diplomando presso la prestigiosa Escuela de Cinematografía y del Audiovisual de la Comunidad de Madrid, dove ha modo di formarsi a stretto contatto con premi Goya per il montaggio come Fernando Franco, Alejandro Lazaro e Teresa Font.
A curare la serie di talk è Andrea Vailati, laureato in Filosofia del mondo contemporaneo nonché fondatore e direttore editoriale di Arte Settima. Ciascuno dei quattro incontri prevede l’intervento di chi, a vario titolo, si è formato ed oggi lavora in questo mondo.

Lunedì 28 marzo
15:00 – 17:00
Masterclass: Cos’è il montaggio

17:30 – 19:30
Talk: Alterità, Apatia e Assenza tra Cinema e Serie Tv: un dibattito generazionale
Ospite: Il team di ArteSettima

Martedì 29 marzo
15:00 – 17:00
Masterclass: Micro e macro

17:30 – 19:30
Talk: A Itaca si lavora? Una riflessione sui giovani che fuggono e tornano, all’insegna del lavoro artistico
Ospite: Tancredi Di Paola

Mercoledì 30 marzo
15:00 – 17:00
Masterclass: Gli attori

17:30 – 19:30
Talk: I Cortometraggi tra Business e Arte: la storia di WeShort
Ospite: Alessandro Loprieno

Giovedì 31 marzo
15:00 – 17:00
Masterclass: Ritmo e suono

17:30 – 19:30
Talk: Studiare cinema e fare cinema: qual è la relazione tra chi conosce e chi pratica oggi?
Ospite: Accademia del Cinema Ragazzi

 

Dal 29 marzo al 28 aprile
RITRATTI DI CINEMA
Museo Archeologico Santa Scolastica
Mostra fotografica di Antonietta De Lillo
Due anni formidabili della Mostra di Venezia raccontati attraverso le immagini di una giovane fotoreporter. Scatti a colori e in bianco e nero in bilico tra l’immediatezza di un’istantanea e il ritratto posato che vedranno tornare – per la prima volta – tra la Sala Laguna e il Palazzo del Cinema – grandi protagonisti come Robert Altman – Primo Levi – Liliana Cavani – Jeanne Moreau – Margarethe von Trotta – Hugo Pratt – Italo Calvino – Harrison Ford – Angela Molina – Mario Monicelli e molti altri protagonisti della cultura internazionale.
Ingresso gratuito
Orari: dal martedì al sabato: ore 9.00 – 19.00; domenica e festivi: ore 9.00 – 13.00; lunedì riposo.

Da martedì 29 marzo
BARI. STORIE E FRAMMENTI
Museo Civico di Bari
Mostra fotografica di Uliano Lucas
Ingresso € 5 / possessori di biglietti e badge del Bif&st € 3
Orari: dal martedì al sabato: ore 09.30 – 13.30 e ore 16.30 – 19.30; domenica: ore 09.30 – 13.30; lunedì riposo.

Venerdì 1 aprile – ore 20.00
LA RABBIA DI PIERPAOLO PASOLINI
Museo Civico di Bari
Proiezione del film (versione rimontata 2008)
Ingresso mostra + proiezione € 5

Dal 25 marzo al 2 aprile
Pinacoteca Metropolitana ‘Corrado Giaquinto’
La Pinacoteca intitolata al pittore pugliese settecentesco Corrado Giaquinto offre al visitatore un ampio e articolato panorama della cultura artistica pugliese.
Ingresso gratuito con biglietto o badge Bif&st

 

IL CINEMA NELLE STRADE DELLA CITTÀ
I negozi di Bari per il Fuori Bif&est 2022: le attività commerciali del centro cittadino, in collaborazione con il Comune di Bari, organizzano eventi collaterali nei propri spazi. Così la città si immerge nei colori, nei sapori e negli odori del mondo del cinema.

Dal 26 marzo al 2 aprile
Piattini d’avanguardia
VIa De Giosa, 53
Esposizione di ceramiche a tema cinematografico

Corderia 1995
Via XXIV Maggio, 39
DiRò Corderia – Il cinema attraverso l’arte e gli arredi.

Bugiardo Vineria
Via Bozzi, 83 e Via Argiro, 205
Degustazioni a tema cinematografico

ElleSecret
Via Principe Amedeo, 54
Vetrine vestite di cinema

Raffaella Stores Two srl
Via della Resistenza, 100-106
Eventi dedicati al cinema

La Seleccion
Via Roberto da Bari, 137
Cinematic Day – Le più grandi colonne sonore della storia del Cinema.
1 aprile: Special TRAINSPOTTING night con le selezioni musicali di Carlo Chicco.

 

AncheCinema
Corso Italia, 112
Proiezioni di film e cortometraggi, mostra fotografica, jam session, casting in presenza, incontri con gli operatori
1 aprile: Festa del cinema pugliese con direttivo Puglia CNA/UECI.

 

Distretto via Imbriani: artigianato, design, vintage
GalleryA
Manoj Atelier Artigianale
Pescivolanti Vintage e more
Atelier d’architettura
Mina Salamino
Urban
Vetrine vestite di cinema
1 aprile a partire dalle ore 19.00 – Aperitivo, musica e vinili

 

Spazio Art D’or
Via Melo da Bari, 188
Mostra multimediale di opere pittoriche – abiti scenici – gioielli e sculture di Marina Corazziari. Allestimenti teatrali – DJ Set cinematografico e mostra di sculture di Ottavia Fusco Squitieri.
2 aprile: Presentazione del libro di Ottavia Fusco Squitieri “Nu piezz e vita”

Nara Camicie
Via Sparano Da Bari, 111
Vetrine dedicate al cinema italiano e al maestro Ennio Morricone

Aquilino Preziosi
Via Sparano, 29
Allestimento delle vetrine a tema vecchi film

Cima
Via Sparano da Bari, 131
Vetrine vestite di cinema

Ottica Marchegiani
Viale Unità d’Italia, 17
Vetrine vestite di cinema

New Records
Via Nicola De Giosa, 59
In vetrina le migliori colonne sonore in vinile

N20 Sala e Tabacchi
Via Calefati, 64
Vetrine vestite di cinema

Sisto Parrucchieri
Corso Benedetto Croce, 50
Vetrine vestite di cinema

Ristorante Giampaolo
Via Francesco Lombardi, 18
Eventi a tema cinematografico

Ristorante Giampaolo
Via Alessandro Maria Calefati, 14 – 16
Eventi a tema cinematografico

26, 27 e 31 marzo e 1 e 2 aprile
36metriquadri
Via Putignani, 83
Vetrine vestite di cinema con colazioni e aperitivi a tema

26, 28, 29, 30 e 31 marzo e 1 e 2 aprile
Svenario Vintage & Second Hand
Via De Giosa, 22
Vetrine vestite di cinema con dj set

26 e 27 marzo e 2 aprile
Cordiale
Via Putignani, 73
Eventi dedicati al cinema

26 e 27 marzo e 2 aprile – dalle 12:00 alle 13:00
Vettor Ristorante
Via Giuseppe Bozzi 73
SHOT – Mostra e visita guidata delle opere di Vettor Pisani, Sarah Jerome e Stefania Ruggero

26, 29, 30 e 31 marzo e 1 e 2 aprile
Museo Nuova Era Galleria d’Arte
Via dei Gesuiti, 13
“I mostri marini” Mostra fotografica di Anna Maria De Marzo, giovane fotografa documentarista ed esordiente.

27 e 28 marzo
Arcimboldo
Via Francesco Saverio Abbrescia, 107-109
Shaken not stirred. Aperitivo musicale all’ora più bella!
27 ℎ 11:30
28 ℎ 19:00
“Shaken not stirred”. Ispirandosi alla famosissima frase del Bond che nel 1964 ordinava ad un bancone il suo Vodka Martini. L’Arcimboldo propone un aperitivo musicale ben “shakerato” sulle tracce di una selezione di vinili cucita su misura da Lillo. Vi invita a tuffarvi in una pellicola tutta nuova in cui ognuno è libero di indossare – letteralmente – i panni del proprio mito cinematografico. Dress Code Tema Cinema Apprezzatissimo

28, 29, 30, 31 marzo e 1 e 2 aprile
Libreria Quintiliano
Via Arcidiacono Giovanni, 9
Pasolini 100 – in vetrina pubblicazioni dedicate a Pier Paolo Pasolini.

28 marzo
Alkimia di Daniela Madaghiele e Bar Project srl
Via Ottavio Serena, 35
Bif&est Experience. Una giornata alla riscoperta di tutti i sensi.
Dalla realtà virtuale alla stimolazione dei sensi, una giornata alla riscoperta di tutti i sensi: visivo con un’esperienza in realtà virtuale immersiva in paesaggi della Puglia; olfattivo alla scoperta dei profumi della terra tramite un mix di olii essenziali di erbe locali; degustativo con drink che narrano la territorialità con prodotti a filiera locale come il carciofo, ficodindia, pomodoro, miele e carruba; il tatto e il contatto rilassandoti con rituali di benessere tramite manualità create su suggestioni della quotidianità contadina pugliese. Un’esperienza a tutto tondo dove la sinergia delle sensazioni verrà guidata con ritmi in crescendo di musiche tradizionali che chiudono la rinascita dei sensi con l’esperienza uditiva.

29 marzo
Portineria 21
Via Cairoli, 137
“A tutti coloro che sono in ascolto”. Mostra in collaborazione con gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Bari.
Ricordando Radio Bari – la prima voce libera in Europa – si propone una mostra di tavole relative alla graphic novel realizzata dai ragazzi per raccontare il ruolo di Radio Bari (si chiamava E.I.A.R) nel 1943-1944. Un lavoro realizzato per far conoscere ai giovani i valori di democrazia e libertà che la radio barese portò avanti nella seconda guerra mondiale. A raccontare il lavoro ci saranno gli stessi studenti. La graphic novel è diventata un libro nel quale sono riportati QR Code che permettono di ascoltarne la narrazione.

Travel Cafè
Via Abate Giacinto Gimma, 160-162
29 marzo Presentazione del libro “Pentateuco troiano” di A. V. Gelormini
31 marzo Presentazione del libro “Nino Rota. L’ingenuo candore di un musicista” di P. Moliterni

31 marzo
INTERNO12
Via Giuseppe Bozzi, 67
Un cinema alla moda. Presentazione collezione Primavera Estate 2022 Interno12.
Spondored by WINELIVER. Ospiti della serata attori e attrici di una nota casa cinematografica italiana

31 marzo
Fiore di Maggio
Via Abate Gimma, 82
Piccoli eventi dedicati al cinema.

1 aprile
Naturplus
Via Melo da Bari, 148
Vetrine vestite di cinema e dimostrazioni di make-up cinematografico. In collaborazione con PuroBio Cosmetics

1 aprile
Faros
Largo Giordano Bruno, 28/30
Selezione di musica cinematografica

1 e 2 aprile
Maison Operative
Corso Vittorio Emanuele II, 62
Vetrine vestite di cinema e dj set

2 aprile
Eleganza Italiana TIMURIAN
Palazzo Jetri – Via Piccinni, 97
Cantiere Aperto. Un evento nel cantiere di restauro conservativo di Palazzo Jetri
11:00 – Opening. Esposizione dei tappeti originali recuperati dal rogo del Teatro Petruzzelli
11:30 – “STATUTI MURATTIANI – Prima regolamentazione edilizia della città nuova” con BDF Studio di Architettura – Elisabetta Longo e Francesco Sanseverino (esperti in beni culturali), Dario Rupen Timurian
12:30 – Aperitivo e DJ Set

2 aprile
Raphael
Via Principe Amedeo, 41
Performance musicale

2 aprile
Evcharging srl
Via Junipero Serra
Inaugurazione stazione di ricarica per auto elettriche


BIFEST 2022: il programma della 13ª edizione del Bari International Film Festival

In il

bifest 2022

BIF&ST 2022
Bari International Film Festival 13ª edizione
dal 25 Marzo al 2 Aprile

PROGRAMMA DEL BIF&ST 2022
La tredicesima edizione del Bif&st-Bari International Film&Tv Festival – posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il riconoscimento e il patrocinio della Direzione generale cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura – è promossa e finanziata dalla Regione Puglia e dalla Fondazione Apulia Film Commission con la collaborazione del Comune di Bari, di Confindustria e ANCE Bari e BAT, di Puglia Promozione e della Bcc Bari, con il patrocinio dell’Associazione Produttori Audiovisivi (APA).

Il Bif&st 2022 si svolgerà da sabato 26 marzo a sabato 2 aprile nei Teatri Petruzzelli, Piccinni, Kursaal Santalucia e Margherita con una pre-inaugurazione il 25 marzo al Kursaal, come già avvenuto nel 2021 con la proiezione del doc Ennio di Giuseppe Tornatore.

Ideato e diretto da Felice Laudadio il Bif&st ha come presidenti onorari i registi Ettore Scola e Margarethe von Trotta. Il critico Enrico Magrelli è il consulente della direzione artistica, Marco Spagnoli il consulente per la fiction, Giuliana La Volpe la programmer, Angelo Ceglie il direttore organizzativo, Cristina Piscitelli la responsabile unica del procedimento (RUP).
Sponsor del Bif&st sono: Confindustria e ANCE Bari e BAT, Puglia Promozione cui da questa edizione si aggiunge anche la Banca di credito cooperativo di Bari (Bcc Bari).

Sponsor tecnici del Bif&st sono storicamente: Aeroporti di Puglia, Gruppo Marino/Automobili; Monile e MarioMossa Gioielliere che realizzano in platino il profilo di Federico Fellini disegnato da Ettore Scola per il “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence” (il Premio Fellini, l’unico riconosciuto dalla famiglia del grande regista).

Media partner del Bif&st sono: Rai (main media partner), Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica/Bari.

Per i suoi obiettivi strategici di politica culturale il Bif&st 2022 collaborerà con grandi istituzioni e broadcaster quali: Rai Cinema, Rai Fiction, Mediaset, BETA Films, Cinecittà spa, CSC-Cineteca Nazionale, Università degli Studi e Politecnico di Bari.

IL PROGRAMMA:

Pre-inaugurazione del Bif&st – Teatro Kursaal, 25 marzo
Il 25 marzo, nella serata di pre-inaugurazione al Teatro Kursaal, è previsto un Tributo a Gianni Minà con la proiezione in anteprima mondiale del film GIANNI MINÀ UNA VITA DA GIORNALISTA di Loredana Macchietti e con il conferimento al grande reporter del Premio Bif&st alla carriera.

Anteprime internazionali – Teatro Petruzzelli
Otto film selezionati fra la produzione mondiale più recente, inclusa un’opera di fiction, totalmente inediti in Italia, verranno presentati nella sezione serale non competitiva delle Anteprime internazionali al Teatro Petruzzelli. Prima delle proiezioni verranno conferiti i Premi al cinema italiano. Questi i film in programma:

* HILL OF VISION di Roberto Faenza, Italia-Usa 2022, world premiere (w.p.)
Il film è basato sulla vita e l’infanzia di Mario Capecchi, premio Nobel per la medicina, nato in Italia da madre americana, poetessa e attivista politica, arrestata dai fascisti nel 1941 e successivamente internata in un campo di concentramento tedesco.

* OPERATION MINCEMEAT di John Madden, Gran Bretagna-USA 2022
Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, due ufficiali dell’intelligence britannica usano un cadavere e documenti falsi per mantenere nascosta l’invasione alleata della Sicilia.

* LA FORTUNA di Alejandro Amenábar, Spagna 2021
Stanley Tucci è il protagonista della prima serie TV creata da Alejandro Amenábar, regista di The Others, Mare dentro e Apri gli occhi.

* VOUS NE DÉSIREZ QUE MOI di Claire Simon, Francia 2021
Claire Simon analizza il peculiare rapporto tra Marguerite Duras e Yann Andréa attraverso un duello interpretativo ad alta tensione offerto da due formidabili attori: Swann Arlaud ed Emmanuelle Devos.

* FRESH di Mini Cave, USA 2022
Noa incontra l’affascinante Steve in un negozio di alimentari e, data la sua frustrazione per le app di appuntamenti, coglie l’occasione e gli dà il suo numero. Dopo il loro primo appuntamento Noa, attratta da Steve, accetta il suo invito per un weekend romantico. Solo per scoprire che il suo nuovo spasimante nasconde appetiti insoliti.

* GOLIATH di Frédéric Tellier, Francia 2022
Patrick è un tenace avvocato specializzato in diritto ambientale. France è un’insegnante di scuola che diventa un’attivista dopo che suo marito ha sviluppato un cancro a causa dell’esposizione a un pesticida. Mathias è un lobbista ambizioso che lavora per una società chimica internazionale. I percorsi di questi personaggi si scontrano mentre le vite di migliaia di persone sono influenzate da un atto tragico che innesca un potente movimento mentre la multinazionale si batte per impedire che la verità venga rivelata.

* GLI STATI UNITI CONTRO BILLIE HOLIDAY di Lee Daniels, USA 2021
La vita intensa della cantante Billie Holiday, meravigliosamente interpretata da Andra Day, candidata al Premio Oscar. In particolare il film si concentra sulla decisione del dipartimento federale antidroga di mettere sotto accusa l’artista. Tra l’agente federale che la insegue e Billie nascerà una tormentata storia d’amore.

* L’ottavo film in programma è in corso di selezione.

Panorama internazionale – Teatro Petruzzelli e Teatro Piccinni
Verranno presentati in concorso al Petruzzelli – nelle proiezioni pomeridiane e in anteprima italiana o internazionale, e in replica al Piccinni – 12 film provenienti da tutto il mondo. La giuria internazionale – presieduta dal regista e sceneggiatore Giuseppe Piccioni e composta dall’attrice Valeria Cavalli, dalle critiche cinematografiche Kristína Kúdelová e Grażyna Torbicka, dal regista e sceneggiatore Pif (Pierfrancesco Diliberto) – attribuirà i seguenti tre riconoscimenti: Premio internazionale Bif&st per il miglior regista – Premio internazionale Bif&st per la migliore attrice protagonista – Premio internazionale Bif&st per il miglior attore protagonista.

Questi i film selezionati:
* LIEBER THOMAS di Andrea Kleinert, Germania 2021
* ALI & AVA di Clio Barnard, Gran Bretagna 2021
* LA HIJA di Manuel Martin Cuenca, Spagna 2021
* SETTEMBRE di Giulia Louise Steigerwalt, Italia 2022, p.
* WOLKA di Árni Ólafur Ásgeirsson, Islanda-Polonia 2021
* DAS HAUS di Rick Ostermann, Germania 2021
* VETRO di Domenico Croce, Italia 2022, p.
* KERR di Tayfun Pirselimoglu, Turchia-Grecia-Francia 2021
* LAS CONSECUENCIAS di Claudia Pinto Emperador, Spagna-Paesi Bassi-Belgio 2021
* TAPIRULÀN di Claudia Gerini, Italia 2022, p.
* 9 di Martín Barrenechea, Nicolás Branca, Uruguay-Argentina 2021
* UND MORGEN SEID IHR TOT di Michael Steiner, Svizzera-Germania

Premi al cinema italiano – Incontri – Teatro Petruzzelli e Teatro Piccinni
La direzione artistica del Bif&st – con la collaborazione di prestigiosi critici cinematografici – ha attribuito i seguenti 8 riconoscimenti ai film italiani di lungometraggio prescelti fra tutti quelli distribuiti in sala o passati nei festival internazionali o nazionali nel periodo compreso fra settembre 2021 e febbraio 2022. Tutti i riconoscimenti verranno conferiti – redistribuiti nelle otto serate del Bif&st (alle date indicate in parentesi) – alla presenza dei vincitori che al mattino terranno al Teatro Petruzzelli un Incontro al termine della proiezione del film per il quale sono stati premiati, tranne Gassmann che interverrà al Teatro Piccinni nella mattinata del 26 marzo intorno alle 11 insieme ai co-sceneggiatori Maurizio De Giovanni e Andrea Ozza a fine proiezione di Il silenzio grande.
Questi i riconoscimenti assegnati, già in precedenza resi noti alla stampa e al pubblico:

* Premio Furio Scarpelli per la migliore sceneggiatura: Maurizio De Giovanni, Alessandro Gassmann, Andrea Ozza per Il silenzio grande di Alessandro Gassmann (26 marzo)
* Premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista: Margherita Buy per Tre piani di Nanni Moretti (premiazione il 26, Incontro il 27 marzo). Alla grande attrice verrà conferito anche il “Federico Fellini Award for Cinematic Excellence” che non le fu possibile ritirare nella scorsa edizione del Bif&st.
* Premio Ennio Morricone per il miglior compositore: Nicola Piovani per I fratelli De Filippo di Sergio Rubini (28 marzo)
* Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore: Donatella Palermo per Leonora addio di Paolo Taviani (29 marzo)
* Premio Alberto Sordi per il migliore attore non protagonista: Fabrizio Ferracane per
Una femmina di Francesco Costabile (30 marzo)
* Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista: Miriam Leone per Diabolik
dei Manetti Bros. (data in attesa di conferma)
* Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista: Vinicio Marchioni per
Ghiaccio di Fabrizio Moro e Alessio De Leonardis (1° aprile)
* Premio Mario Monicelli per il miglior regista: Giuseppe Tornatore per il suo film Ennio
(2 aprile).
La giuria dei critici ha inoltre attribuito il
* Premio Mariangela Melato per l’attrice rivelazione a: Lina Siciliano per Una femmina
di Francesco Costabile (30 marzo).

Eventi speciali – Teatro Petruzzelli e Teatro Piccinni
Come ogni anno il Bif&st presenterà alcuni eventi speciali. Sono in programma:
* L’AMORE PROBABILMENTE di Giuseppe Bertolucci, Italia-Svizzera 2001, a 10 anni dalla scomparsa del regista che sarà ricordato da Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni nel pomeriggio del 2 aprile al Teatro Petruzzelli
* L’OMBRA DEL GIORNO di Giuseppe Piccioni, Italia-Francia 2022
* L’ONDA Storia extra-ordinaria di un’associazione di Francesco Ranieri Martinotti, Italia 2022
* SOROS di Jesse Dylan, USA 2020
* BELLA CIAO  di Giulia Giapponesi, Italia-Francia 2022, w.p.
* THE STORY OF FILM: A NEW GENERATION di Mark Cousins, UK 2021
* STANLEYANDUS – THE PINOCCHIO PROJECT di Mauro Di Flaviano, Federico Greco, Stefano Landini, Francia 2022
* MARIANO RIGILLO E LA SUA FAMIGLIA TEATRALE ALLARGATA ALL’”ANTICA ITALIANA” di Gigliola Funaro, Italia 2021
* NOTTI BIONDE, L’EL DORADO DEL CONTRABBANDO di Vito Caggianelli, Italia 2022, w.p.
* KINDESWHOLE – IL BENE DEL BAMBINO di Franco Angeli, Italia 2022, p.

Cinema&Fiction – Teatro Kursaal Santalucia
In questa sezione non competitiva – riprendendo un’antica iniziativa che risale ai primi anni del Bif&st e ora sostenuta in particolare da Bcc (Banca di credito cooperativo) Bari – verranno presentate opere di fiction (Tv movies, miniserie, serie televisive, docufiction ecc.) italiane e internazionali in anteprima assoluta nazionale, accompagnate da incontri con importanti talent e con presentazioni di opere letterarie. Piuttosto numerose sono le fiction coprodotte da Rai Fiction la cui direttrice, Maria Pia Ammirati, terrà il 26 marzo a Bari una conferenza stampa per illustrare e mostrare le prossime produzioni, alcune delle quali realizzate in Puglia.
Il programma “Cinema&Fiction” verrà reso noto in conferenza stampa il prossimo 22 marzo.

Pasolini 100 – Teatro Petruzzelli e Teatro Piccinni
Messa da parte la retrospettiva completa delle opere di Pier Paolo Pasolini, da noi annunciata nella scorsa edizione ma ormai diluita dappertutto con un profluvio di iniziative similari partite fin da gennaio, il Bif&st ha in programma due film di e su PPP a 100 anni dalla sua nascita:
* MAMMA ROMA di Pier Paolo Pasolini, Italia 1962, nell’edizione restaurata dalla Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia presentata da Alberto Anile
* LA MACCHINAZIONE di David Grieco, Italia 2016, presentato dall’Autore.
Il Teatro Piccinni ospiterà inoltre cinque Lezioni sul Pasolini scrittore e poeta, cineasta e polemista, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari, coordinate da David Grieco e Angela B. Saponari, con la partecipazione di Roberto Chiesi, Lea Durante, Pasquale Voza, Giovanni Giovannetti, Giona Tuccini, Silvio Parrello, Onofrio Romano.

Cinema, Industria&Lavoro – Teatro Piccinni
Per questo ciclo di 5 film – promosso e organizzato con la collaborazione di Confindustria e ANCE Bari e BAT da Enzo Augusto e Michele Laforgia – sono previsti altrettanti Incontri che si svolgeranno al termine delle proiezioni. Questi i titoli del programma che include un minitributo ad un grande regista francese, Stéphane Brizé, presente al Bif&st, i cui tre film sono stati presentati in passato ai festival di Cannes e di Venezia:
* SPAZIO ITALIANO – Dalle origini al progetto San Marco di Marco Spagnoli, Italia 2022
* L’INDUSTRIALE di Giuliano Montaldo, Italia 2011
* LA LOI DU MARCHÉ di Stéphane Brizé, Francia 2015
* EN GUERRE di Stéphane Brizé, Francia 2018
* UN AUTRE MONDE di Stéphane Brizé, Francia 2021
Parteciperanno agli incontri: Michele Emiliano, Domenico Laforgia, Giovanni Sylos Labini, Maria Laterza, Carmelo Rollo, Sergio Fontana, Pino Gesmundo, Angela Arbore, Vito Bruno, Beppe Fragasso, Oscar Iarussi e Stéphane Brizé, il cui ultimo film è distribuito in Italia da Stefano Jacono per la Movies Inspired.

Cinema&Libri – Teatro Margherita
Verranno presentati dai loro autori vari libri dedicati al cinema. In particolare:
* IO E I #GREENHEROES. Perché ho deciso di pensare verde di Alessandro Gassmann
* L’EQUAZIONE DEL CUORE di Maurizio De Giovanni
* STANLEY AND 1997 – 2001: UN’ODISSEA KUBRICKIANA di Mauro Di Flaviano, Federico Greco, Stefano Landini
* STAR La poetica di George Lucas di Federico Greco
* È REALE? Guida empatica del cinedocumentarista di Gianfranco Pannone
* MONICA VITTI di Chiara Ricci
* UGO TOGNAZZI- RIDERE È UNA COSA SERIA di Chiara Ricci
* LA GRANDE ILLUSIONE. STORIE DI UNO SPETTATORE di Roy Menarini
* DONNE CHE SFIDANO LA TEMPESTA di Myrta

Incontri e conferenze stampa – Teatro Margherita
Incontri quotidiani con i protagonisti dei film di tutte le sezioni e Conferenze stampa, l’ultima delle quali trarrà un bilancio dell’edizione 2022 e segnalerà le prospettive del Bif&st dal 2023 in avanti.

Laboratori sui mestieri del cinema – Università degli Studi, Palazzo ex Poste
Per il Bif&st 2022 sono previsti:
* Laboratorio di regia tenuto da Roberto Faenza
* Laboratorio di produzione cinematografica tenuto da Elda Ferri.


PLANET OR PLASTIC? arriva al Teatro Margherita di Bari l’esclusiva mostra fotografica curata da National Geographic

In il

planet or plastic teatro margherita bari

Planet or Plastic? arriva per la prima volta in Puglia, a Bari. L’esclusiva mostra fotografica curata da National Geographic e organizzata da CIME sarà ospitata dal teatro Margherita di Bari dal 2 dicembre 2021 al 13 marzo 2022.
L’evento rientra nel programma di appuntamenti previsti nell’ambito di Io scelgo il Pianeta, il primo festival della sostenibilità ambientale che si svolge a Bari dal 26 novembre al 5 dicembre 2021, all’interno dei teatri Kursaal Santalucia e Margherita. Ideato e organizzato da Cime, realtà pugliese attiva da diversi anni nell’organizzazione di eventi di respiro internazionale – tra cui l’edizione barese della World Press Photo Exhibition – il festival gode del sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari, della partecipazione dell’Università degli Studi di Bari – Corso di Laurea in Scienze Ambientali e dell’esclusiva collaborazione di National Geographic Italia e Rai Documentari. A curare la direzione scientifica del festival, Marco Cattaneo, direttore di National Geographic Italia e dei settimanali di settore Mind e Le Scienze.
Sarà lo stesso Marco Cattaneo ad inaugurare la mostra, giovedì 2 dicembre alle ore 18, insieme al direttore di Cime, Vito Cramarossa e alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del sindaco di Bari, Antonio Decaro.
Planet or Plastic? è una mostra fotografica internazionale destinata ad un pubblico di adulti e ragazzi, le cui immagini sono una testimonianza reale delle gravi conseguenze ambientali dovute all’eccessivo utilizzo della plastica nell’ambito della nostra vita quotidiana: nel mondo, infatti, ogni anno circa 8 tonnellate di rifiuti di plastica finiscono nei mari e negli oceani, causando effetti sconvolgenti per l’intero ecosistema.
L’esposizione – curata da Marco Cattaneo, Direttore di National Geographic Italia – raccoglie scatti dei più grandi fotoreporter del National Geographic ed un lavoro fotografico artistico intitolato Soup, letteralmente zuppa, della pluripremiata artista britannica Mandy Barker, che da diversi anni indaga insieme a scienziati e ricercatori sugli effetti devastanti della plastica con l’obiettivo di provocare una forte reazione nello spettatore. Completa il percorso la proiezione del documentario di National Geographic Punto di non ritorno del regista premio Oscar Fisher Stevens e dell’attore premio Oscar e Messaggero della Pace per conto dell’ONU Leonardo Di Caprio: un affascinante resoconto sui drammatici mutamenti che si verificano oggi in tutto il mondo a causa dei cambiamenti climatici. Planet or Plastic? ha come obiettivo quello di coinvolgere lo spettatore in un percorso di riflessione e di consapevolezza sul proprio ruolo e sulle proprie responsabilità nei confronti del pianeta. Perché ognuno di noi, attraverso piccoli gesti nel quotidiano, può essere parte del cambiamento.
La mostra, pensata in particolar modo come percorso di formazione e di informazione destinato alle nuove generazioni, propone percorsi studiati appositamente per le scuole, che si avvalgono dell’ausilio di guide ambientali. Per questa ragione, tutte le classi primarie e secondarie interessate, potranno prenotare la propria visita con i docenti accompagnatori, avvalendosi anche del servizio di trasporto messo a disposizione dal Comune di Bari.
Dal sito www.planetorplasticbari.it sarà possibile prenotare le visite delle scuole o acquistare i biglietti d’ingresso online. Questi ultimi possono essere acquistati anche sul posto, presso il botteghino della mostra.

L’evento è realizzato con il sostegno di BCC – Banca di Credito Cooperativo di Bari e di K Water, azienda produttrice di sistemi per la depurazione e il trattamento dell’acqua domestica.

ORARI MOSTRA
Tutti i giorni: 9.00 – 13.00 / 15.30 – 21.30
(La biglietteria chiude 30 minuti prima)

TICKET
Intero: €8,50
Intero Open: €12,00 
(mostra visitabile durante l’intero periodo)
Under 25 | Over 65: €7,00
Ragazzi da 6 a 18 anni compresi; €5,00
Giornalisti con tesserino: €6,00
Guide turistiche con tesserino: €6,00
Gruppi (min. 15 persone) €5,00
Scuole primarie e secondarie €4,00
Scuole primarie e secondarie con guida €5,00
Universitari €6,00
Docenti €6,00

Omaggio
Bambini accompagnati fino a 5 anni; disabile con accompagnatore; giornalisti con accredito*.

*Per i giornalisti è obbligatorio registrarsi almeno 48h prima presso l’ufficio stampa all’indirizzo: press@planetorplasticbari.it indicando i dati necessari (nome, cognome, testata, email).

L’accesso è consentito a un numero contingentato di visitatori, finalizzato a garantire un’adeguata distanza interpersonale. All’ingresso sarà misurata la temperatura. I visitatori sono pregati di indossare la mascherina per tutta la permanenza in museo e di mantenere la distanza di sicurezza di 2 metri. Sono previsti erogatori di gel disinfettante a disposizione del pubblico. Viene assicurata la regolare, costante e periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti museali.


Bari Floreale: tra architetture fiorite, ghirlande e maschere

In il

bari floreale pugliarte

Sabato 13 Novembre ore 10.30 appuntamento con la “Bari Floreale: passeggiata tra le architetture fiorite, ghirlande e maschere”. La passeggiata nella Bari più elegante si contraddistingue per leggerezza, decoro, giochi floreali e utilizzo di materiali più svariati Biglietto da visita è il portone di palazzi sorti agli inizi del ‘900 che vi racconteranno la storia di una classe sociale emergente che strizzava l’occhio alla nobiltà
.

Costo: 10 euro

* Teatro Margherita
* Palazzo Diasparro
* Teatro Petruzzelli
* Palazzo Cutrignelli
* Palazzo Gomes
* Palazzo Ex Scuola De Sanctis
* Palazzo Isolato
* Palazzo Atti
* Palazzo Scattarelli
* Palazzo Mincuzzi
* Palazzo Goccia del latte
* Palazzo Clemente

Punto d’incontro: ingresso Teatro Margherita