A Bari, ritorna il Meeting del Volontariato, musica, spettacoli teatrali e tanto altro

In il

Meeting del Volontariato 2023 Bari

Meeting del Volontariato 2023
1 – 2 – 3 Dicembre
Spazio Murat in Piazza del Ferrarese a Bari
Gli incontri, la mostra, gli spettacoli musicali e teatrali saranno incentrati sul tema dell’educazione
Sono previsti spazi dedicati agli enti del Terzo settore

Ritorna il Meeting del Volontariato, l’appuntamento che riunisce tutte le realtà del Terzo Settore. Dialoghi con esperti, spazi per le associazioni, musica, spettacoli teatrali e tanto altro ti aspettano.
L’edizione di quest’anno è dedicata a tutte le sfumature dell’Educazione: dall’utilizzo dei social alla comunicazione non violenta, dalla parità di genere all’associazionismo come veicolo di nuovi pacifismi.
Scopri qui il programma completo.

Ingresso Libero


A Bari, “Saperi visibili: un secolo di packaging del made in Italy” in esposizione nello Spazio Murat

In il

saperi visibili un secolo di packaging del made in Italy

BARI – Inaugura sabato 4 Novembre alle ore 18.00 a Spazio Murat “Saperi visibili: un secolo di packaging del made in Italy”, un percorso attraverso 20 oggetti di impresa con cui interagiamo quasi ogni giorno.

L’esposizione è il racconto di progetti e brevetti, oggetti e prodotti che appartengono al nostro tempo a partire dai primi del ‘900 fino ai giorni nostri. La mostra ha l’obiettivo di raccontare l’impresa italiana attraverso i suoi oggetti e le loro storie, come sono stati concepiti, al tempo in cui sono nati, spesso insieme alle novità tecnologiche e allo studio dei nuovi materiali intervenuti nei processi, e come hanno attraversato il secolo scorso, al fine di raccontare al grande pubblico cosa c’è dietro il fare impresa.

“Saperi visibili” sarà visitabile fino al 28 novembre, dal martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 20.00

Ingresso gratuito

La mostra fa parte del corposo programma della Biennale dei Racconti d’Impresa che si terrà a Bari, in diversi luoghi, dal 4 al 28 Novembre, tutte le info e il programma qui: https://biennaleraccontiimpresa.org/#programma-eventi
La Biennale di Racconti d’Impresa è un progetto di Club delle imprese per la cultura di Confindustria Bari e BAT

Saperi Visibili: un secolo di packaging del made in Italy
da un’idea di Chiara Alessi, Ettore Chiurazzi, Giusy Ottonelli, Maria Laterza, Graziano Bianco
Selezione oggetti e testi: Chiara Alessi
Progetto di allestimento: Ettore Chiurazzi, Giusy Ottonelli, Graziano Bianco
Progetto esecutivo e comunicazione: CaruccieChiurazzi
Prestiti e organizzazione generale: Spazio Murat
Allestimenti: Officine Tamborrino , Xcatola, Pepe Graphic Srl


LUNGOMARE DI LIBRI 2023, tre giorni di libri e cultura a cielo aperto sulla Muraglia di Bari. Il programma

In il

lungomare di libri 2023 bari

LUNGOMARE DI LIBRI 2023
dal 30 giugno al 2 luglio
terza edizione
dedicata a Italo Calvino
“La fantasia è un posto dove ci piove dentro”

promosso da Città di Bari e I Presidi del Libro
con il sostegno di Regione Puglia

organizzato dal Salone internazionale del libro di Torino

Quasi 50 ospiti in tre giornate per più di 30 appuntamenti dedicati a grandi e piccini, tra la terrazza del Fortino di Sant’Antonio, Largo Vito Maurogiovanni, la Muraglia, Piazza del Ferrarese e il Mercato del Pesce.

La manifestazione “Lungomare di libri“, che trasforma il capoluogo pugliese in una grande libreria a cielo aperto, torna da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio 2023. Presentazioni editoriali, lezioni magistrali, convegni, momenti di approfondimento, azioni pittoriche, attività per bambine e bambini, consigli di lettura e reading si alterneranno nell’arco di tre giorni dal pomeriggio alla sera, per dare slancio alla fantasia attraverso la lettura e i tanti linguaggi della scrittura, dai romanzi ai saggi, dai libri per ragazze e ragazzi, passando per le serie televisive e i podcast. Un’anteprima speciale anticiperà la manifestazione: mercoledì 21 giugno alle 21 al Castello Svevo di Bari ci sarà l’incontro con i finalisti della 61° edizione del Premio Campiello: Silvia Ballestra con La Sibilla. Vita di Joyce Lussu (Laterza); Marta Cai con Centomilioni (Einaudi); Tommaso Pincio con Diario di un’estate marziana (G. Perrone Editore); Benedetta Tobagi con La Resistenza delle donne (Einaudi); Filippo Tuena con In cerca di Pan (Nottetempo).

I temi affrontati spaziano dalle questioni di respiro sociale e collettivo agli argomenti più intimi e personali, tra cui: l’accoglienza e la solidarietà, le biblioteche come cuori pulsanti di cultura e aggregazione, i meccanismi del potere governativo, il rilancio dell’economia, la precarietà non solo economica, ma anche sociale, sanitaria e geopolitica, l’impegno civile, la rinascita personale, le sfide verso l’ignoto e il coraggio di superare i propri limiti. Il tema di quest’anno è “La fantasia è un posto dove ci piove dentro”: un omaggio al grande scrittore Italo Calvino a cent’anni dalla sua nascita e una celebrazione alla forza dell’immaginazione, alla creatività e alla fantasia che ci aiutano ad affrontare meglio la nostra epoca costruendo nuovi mondi e nuove realtà.

Il Mercato del pesce accoglierà anche i laboratori e le attività dedicate ai bambini e alle bambine, grazie alla presenza del Dipartimento Educazione del Castelo di Rivoli e di Bari Social Book. Da non perdere i laboratori di venerdì 1 e sabato 2 luglio, proposti dall’illustratrice e Premio Andersen Arianna Papini: le attività saranno delle occasioni speciali per i più piccoli, che giocheranno con la fantasia inventando nuove storie.

Una novità di quest’anno è “il dopoLungomare“, l’appuntamento tra musica e letteratura con la conduttrice Margherita Schirmacher a bordo del suo camper Ticket To Read: ogni sera dalle ore 23, insieme a cantautori e cantautrici italiane, si esplorerà il lato meno conosciuto di Italo Calvino, quello di autore di canzoni per Cantacronache. Il 30 giugno sarà ospite Pino Marino, il 1 luglio Carlo Valente e il 2 luglio Lorenzo Lepore.

PROGRAMMA:

Anteprima
21 giugno

ore 21
Castello Svevo
Premio Campiello. Incontro con gli autori finalisti della 61^ edizione
Marta Cai con “Centomilioni” (Einaudi)
Tommaso Pincio con “Diario di un’estate marziana” (G. Perrone Editore)
Benedetta Tobagi con “La Resistenza delle donne” (Einaudi),
Silvia Ballestra con “La Sibilla. Vita di Joyce Lussu” (Laterza)
Filippo Tuena con “In cerca di Pan” (Nottetempo)
in collaborazione con Confindustria Puglia

30 giugno

ore 18
Piazza del Ferrarese
VisibileInvisibile – Skyline
Grande azione di pittura collettiva
a cura del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea in
collaborazione con BariSocialBook

ore 18.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Antonella Agnoli
in occasione della pubblicazione di “La casa di tutti. Città e biblioteche” (Laterza)
con l’autrice intervengono Gilda Camero e Angela Barbanente

ore 19
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Gianluca Caporaso
in occasione della pubblicazione di “Il signor Conchiglia” (Salani)
con l’autore intervengono Mariangela Pollonio e Mariangela Lacalamita

ore 20
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Consigli dei librai. Parte prima
con Rocco Pinto e i librai di Lungomare di libri

ore 20.30
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Anna Puricella
in occasione della pubblicazione di “Monteruga” (Fandango)
con l’autrice interviene Annamaria Minunno

ore 21.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Luciano Canfora
in occasione della pubblicazione di “Sovranità limitata” (Laterza)
con l’autore interviene Alessandro Laterza

ore 22
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Beatrice Salvioni
in occasione della pubblicazione di “La malnata” (Einaudi)
con l’autrice interviene Silvia Dipinto

1 luglio

ore 18
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Consigli dei librai. Parte seconda
con Rocco Pinto e i librai di Lungomare di libri

ore 18.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Gianfranco Viesti
in occasione della pubblicazione di “Riuscirà il PNRR a rilanciare l’Italia?” (Donzelli)
con l’autore intervengono Antonio Decaro e Alessandro Laterza

ore 19
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Gino Castaldo
in occasione della pubblicazione di “Il cielo bruciava di stelle. La stagione magica dei cantautori
italiani” (Mondadori)
con l’autore interviene Carlo Chicco

ore 20
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Silvia Cassioli
in occasione della pubblicazione di “Il capro” (Il Saggiatore)
con l’autrice intervengono Maria Cristina De Carlo

ore 20.30
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Marino Sinibaldi
presentazione dell’ultimo numero della rivista “Sotto il vulcano” (Feltrinelli) e del suo nuovo
podcast, prodotto dal Post, “Timbuctu”
con l’autore interviene Gaetano Prisciantelli

ore 21.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Carlo Cottarelli
in occasione della pubblicazione di “Chimere. Sogni e fallimenti dell’economia” (Feltrinelli)
con l’autore interviene Francesco Petruzzelli

ore 22
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Claudia Durastanti racconta Rocco Scotellaro

2 luglio

ore 18
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Casa: presentazione ultimo numero rivista ArabPop
a cura di Tau Edizioni in collaborazione con Libreria 101
intervengono Silvia Moresi e Paola Rotolo

ore 18.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Domenico Scarpa
in occasione della pubblicazione di “Calvino fa la conchiglia” (Hoepli)
con l’autore interviene Paolo Ponzio

ore 19
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Gabriella Genisi
in occasione della pubblicazione di “L’angelo di Castelforte” (Rizzoli)
con l’autrice interviene Lia Mintrone

ore 20
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Intervista impossibile a Italo Calvino di Silvio Perrella
letture
introduzione di Lea Durante

ore 20.30
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Sara Ciafardoni
in occasione della pubblicazione di “La ragazza che scrive” (Electa)
con l’autrice interviene Annalisa Tatarella

ore 21.30
Terrazza del Fortino di Sant’Antonio, ingresso via Venezia
Incontro con Cristina Cassar Scalia
in occasione della pubblicazione di “La banda dei Carusi” (Einaudi)
con l’autrice interviene Michela Di Trani

ore 22
Largo Vito Maurogiovanni, presso via Venezia 41
Incontro con Fabio Genovesi
in occasione della pubblicazione di “Oro puro” (Mondadori)
con l’autore interviene Annamaria Minunno

23 giugno – 3 settembre

Museo Civico di Bari
Raffaella Carrà icona dell’arte
Mostra organizzata da Informacittà, l’arte di comunicare – Firenze
Museo Civico di Bari
a cura di Maria Paternostro e Silvia Minelli
direzione artistica di Francesco Carofiglio

29 giugno

ore 21
Spazio Murat
Sussurra Luce: Francesco Cavaliere / Spencer Clark
Sussurra Luce è un progetto di performance, produzioni discografiche, trasmissioni radio e
iniziative di ricerca, curato da Francesco Cavaliere e Massimo Torrigiani per Fantom.
Esplora con artiste e artisti, critici e scienziati, le relazioni tra suono, parola, voce, media e
tecnologia, negli spazi tra oralità e poesia, elaborazioni tecniche, algoritmi ed elettricità

30 giugno – 1 e 2 luglio

ore 18 – 24
Mercato del Pesce
Incontri con editori pugliesi
a cura dell’A.P.E.

30 giugno – 1 e 2 luglio

ore 18.30 – 20. 30
Mercato del Pesce
Letture, animazioni e attività laboratoriali per i più piccoli
a cura di BariSocialBook

Appuntamenti per bambini/e e famiglie con la lettura inclusiva rivolta alla comunità, curati dalla rete
Barisocialbook dell’assessorato al welfare comune di Bari

venerdì 30 giugno ore 18.30 – 20.00
Storie di città, città nelle storie
letture animate dai 4 anni in su
a cura di: Chiara Fusaro, lettrice dello spazio sociale per leggere “Marielle Franco”- rete Barisocialbook
assessorato al welfare;
Barbara Cusumano e Loredana Liguori, lettrici “La biblioteca di Stefano” (Parrocchia San Marcello) – rete
Barisocialbook assessorato al welfare

sabato 1 luglio ore 18.30 – 20.00
Racconti in kamishibai
narrazione con l’antica arte del teatrino giapponese dai 4 anni in su
a cura delle bibliotecarie del servizio biblioteca ragazzi[e] – assessorato al welfare

domenica 2 luglio ore 18.30 – 20.00
Ragazze e donne invisibili
letture teatrali e ad alta voce dai 4 anni in su

a cura di: Marianna Dimuro, ass.ne Madimù; Anna Materi, lettrice dello spazio sociale per leggere “Marielle
Franco”- rete Barisocialbook assessorato al welfare

il 1 e il 2 luglio laboratori d’illustrazione a cura di Arianna Papini, Premio Andersen

30 giugno – 1 e 2 luglio

ore 23
Piazza del Ferrarese
DopoLungomare con Ticket to Read
L’influencer Margherita Schirmacher, con il suo camper letterario, ogni sera ripercorrerà un lato
meno conosciuto di Italo Calvino, quello di autore di canzoni grazie all’esperienza delle
Cantacronache, un progetto musicale di Emilio Jona, Sergio Liberovici, Michele Straniero, Margot,
cui collaborarono anche, tra gli altri, Umberto Eco, Franco Fortini, Gianni Rodari, e che lanciò il
cantautorato italiano.
Con lei interverranno Pino Marino, Carlo Valente e Lorenzo Lepore


BARI LOVE DAYS il programma degli eventi per celebrare San Valentino in città

In il

bari love days san valentino

In occasione di San Valentino, il Comune di Bari promuove e patrocina “Bari Love days”, una serie di eventi pensati per celebrare l’amore in tutte le sue espressioni, senza alcuna distinzione.
Il programma degli eventi, organizzato da Cube Comunicazione srl con il sostegno di diversi sponsor privati, si compone di installazioni luminose, installazioni interattive, flash mob e si completa con il reading poetico di Guido Catalano al Teatro Piccinni e con una speciale scontistica concordata dagli assessorati alle Culture e allo Sviluppo Economico con gli organizzatori di mostre e i gestori di alcune attrazioni e spazi culturali della città.

Il programma degli appuntamenti e delle offerte:

BARI LOVE DAYS

LUCI D’ARTISTA
“Cuore”
dal 6 al 14 febbraio, dalle ore 17 all’1 di notte
piazza del Ferrarese
Sponsor: Maldarizzi – Maldarizzi Automotive S.p.A., Decò – Multicedi Srl, Casillo – Molino Casillo S.p.A., MVLine – MV Line S.p.A., I Buongustai – Riff srl
In una delle piazze più note della città vecchia una luminaria a forma di cuore attraversabile, un selfie corner per ispirare gli scatti dei passanti.
L’installazione sarà al centro di un evento speciale, Bari Grande Amore, previsto nella giornata del 14 febbraio alle ore 18:30 con la presenza di alcuni calciatori della SSC BARI che saranno a disposizione del pubblico per delle foto ricordo.
“Love”
dal 4 al 18 febbraio, dalle ore 17 all’1 di notte
via Argiro
Sponsor: GRUPPO ESSE – Gruppo Esse srl
Nell’ultimo isolato di via Argiro, ad angolo con corso Vittorio Emanuele, un’installazione luminosa che compone la scritta “LOVE”.

LOVE INSIDE
11 (ore 10.30-13.30 e 17-20), 12 (ore 10.30-13.30 e 17-20), 13 (ore 16-20) e 14 febbraio (ore 10.30-13.30 e 17-20)
via Sparano
Sponsor: GVM (Anthea Hospital srl – Santa Maria S.p.A.)
All’altezza della chiesa di San Ferdinando sarà allestita una postazione con ledwall che, grazie a una telecamera (posizionata sul retro dello schermo) e a uno speciale software in grado di riconoscere il corpo umano e renderizzarlo, riproduce sullo schermo lo scheletro di chi si presta alle riprese, per ricordarci un concetto tanto semplice quanto trascurato, e cioè che sotto la pelle siamo tutti uguali.
Il concept di questa speciale installazione è che l’amore è dentro ognuno di noi, non ha una definizione unica ma principi inviolabili: libertà, diritto di scelta, rispetto delle diversità. A tutti i partecipanti verrà consegnata una foto ricordo dell’esperienza digitale, ed è previsto un ulteriore omaggio: il software inviterà i soggetti ripresi dalla telecamera a mettersi in posa per una foto che sarà stampata e consegnata in tempo reale alle persone ritratte.
*Nel rispetto della privacy, il sistema non consente il salvataggio dei dati biometrici ed eventuali dati sensibili.

FLASH MOB DI SAN VALENTINO
14 febbraio ore 20-23
largo Albicocca
Sponsor: BPPB – Banca Popolare di Puglia e Basilicata
Uno speciale evento per San Valentino con musica, balli e karaoke nella piazza di Bari vecchia consacrata all’amore: in consolle un dj e un animatore che coinvolgeranno il pubblico.

GRAN READING DI SAN VALENTINO
14 febbraio ore 21
Teatro Piccinni
In collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese
Guido Catalano, il poeta professionista vivente più famoso d’Italia, celebra la giornata del 14 febbraio con uno speciale reading a Bari.
Uno spettacolo inedito e unico – un reading tratto dal meglio della produzione catalaniana con grandi cavalli di battaglia, pezzi inediti e rari ormai divenuti dei veri e propri classici del genere amoroso: versi per innamorati e per “innamoratesse”, per far innamorare e per innamorarsi.

Costo dei biglietti (intero / ridotto)
poltrona platea, palchi I e II ordine centrale € 18 / € 15
posto palco I e II ordine laterale – posto palco III e IV ordine centrale € 15 / € 12
posto palco III e IV ordine laterale € 12 / € 10
loggione € 8
Biglietti disponibili online qui, in tutti i punti vendita Vivaticket e al botteghino del Teatro Piccinni dal mercoledì al sabato, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 20.

Promozioni speciali attive al botteghino:
– per chi visiti nel weekend la mostra “Real Bodies” in programma al Teatro Margherita o uno dei musei di Bari (Spazio Murat, Pinacoteca Corrado Giaquinto, Museo Archeologico di Santa Scolastica e Museo Civico) biglietto a prezzo ridotto mostrando il ticket della mostra al botteghino del Teatro Piccinni;
– per chi scatti una foto o un selfie con le installazioni luminose di San Valentino posizionate in piazza Ferrarese e in via Argiro e la carichi su instagram @comune_bari biglietto a prezzo ridotto mostrando il post sullo smartphone.

Il botteghino del Teatro Piccinni sarà aperto dal mercoledì al sabato, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 20.

GIRA L’AMORE
Sulla ruota panoramica in largo Giannella, per tutto il giorno di San Valentino l’ingresso in coppia sarà di 15 euro.

AMORE E CONOSCENZA
Museo Archeologico di Santa Scolastica
14 febbraio – intera giornata
via Venezia, 73
Per celebrare l’amore e la conoscenza, nel giorno di San Valentino le coppie, comunque assortite, entreranno gratuitamente al museo dove potranno visitare l’allestimento “Oblique Magie del Tempo”, a cura della Galleria Alessandra Bonomo, con opere site-specific di Josè Angelino e di Tristano di Robilant realizzate in dialogo con i manufatti e i reperti archeologici custoditi nel museo.

Pinacoteca “Corrado Giaquinto”
14 febbraio – intera giornata
Palazzo della Città Metropolitana
Ingresso gratuito alle sale della Pinacoteca per le coppie di visitatori, comunque assortite.

Museo Civico di Bari
14 febbraio – intera giornata
strada Sagges, 13
Ingresso a prezzo ridotto (3 €) per tutti i visitatori interessati a conoscere il patrimonio del museo civico cittadino e l’arte di Tony Prayer, cui è dedicata la mostra di dipinti “Dall’oleastro alla raccolta delle olive”.

“Real Bodies”
14 febbraio – tutta la giornata
Teatro Margherita
Nella giornata dell’amore la mostra dedicata alla scoperta del corpo umano, in corso al Teatro Margherita, sarà aperta eccezionalmente fino a mezzanotte: grazie alla speciale promo Real Love, inoltre, tutte le coppie avranno la possibilità di effettuare la visita con audioguida al prezzo speciale di 30 euro.

“I Love Lego”
14 febbraio – intera giornata
Spazio Murat
La mostra allestita a Spazio Murat propone un giorno all’insegna del gioco e del divertimento, un’esperienza per tornare bambini, incontrare tanti altri appassionati dei mattoncini più famosi al mondo, partecipare alla caccia al personaggio e, magari, trovare anche la propria anima gemella tra scenari minuziosamente riprodotti e ambienti realizzati in decine di metri quadrati con oltre mezzo milione dei mattoncini.
Nella giornata del 14 febbraio tutti i cuori solitari potranno accedere alla mostra con un biglietto a prezzo ridotto di 8 euro.


I LOVE LEGO, a Bari arriva la mostra dei mattoncini più famosi del mondo

In il

i love lego bari

I LOVE LEGO, la mostra
dal 9 dicembre 2022 al 19 marzo 2023
Spazio Murat – Piazza del Ferrarese, 13
BARI

Nel solco della trasversalità delle esposizioni realizzate a Bari per avvicinare un pubblico eterogeneo e in questo caso per abbracciare a Natale i più piccoli e le famiglie, arriva a Bari la mostra I Love Lego.

Lo Spazio Murat è il cuore del Polo dell’arte contemporanea, ad oggi gestito in forma di valorizzazione da The Hub che ringrazio per aver accolto una mostra coerente con il percorso avviato da diversi anni con i laboratori di avvicinamento dei più piccoli al design e all’architettura.

Gli scenari minuziosamente riprodotti e gli ambienti realizzati in decine di metri quadrati accoglieranno oltre mezzo milione dei mattoncini più famosi del mondo.

I Love Lego presenta in scala ridotta dettagliatissime riproduzioni di fantastici mondi: dai castelli ispirati alle epiche battaglie medievali a scene della seconda guerra mondiale; dai grattacieli, centro storico, aree ricreative e stazioni ferroviarie agli scorci delle vie del centro storico di tipici villaggi bavaresi; dalla conquista dello spazio, alla suggestiva riproduzione di un paesaggio natalizio estroso e pieno di sorprese.

Ci saranno anche le rivisitazioni in versione ‘omini LEGO’ delle più grandi e famose tele e capolavori della storia dell’arte, dalla Gioconda ai più attuali quadri di Frida Kahlo.

La mostra è organizzata con il patrocinio del Comune di Bari, è prodotta e organizzata da Piuma in collaborazione con Arthemisia e vede il supporto di Granoro.

Apertura al pubblico venerdì 9 dicembre e sarà disponibile allo spazio Murat fino al 19 marzo 2023. Vi aspettiamo!

ORARI
La mostra è aperta dal martedi alla domenica dalle ore 10:00 alle 20:00
La biglietteria chiude 45 minuti prima.
Lunedi chiuso.
Aperture e chiusure straordinarie: i lunedi 19, 26 dicembre e 6 gennaio.
24 e 31 dicembre aperti fino alle 16.
25 dicembre, 1 e 2 gennaio CHIUSO

BIGLIETTI
Biglietto di ingresso INTERO: € 10,00
Ridotto: € 8,00 studenti di ogni ordine e grado, bambini dai 4 anni in su.
Omaggio: bambini fino ai 4 anni non compiuti, soci ICOM (con tessera), un accompagnatore per disabile, possessori di coupon di invito, possessori vip card Arthemisia, giornalisti con regolare tessera dell’Ordine dei Giornalisti.

Info 0802055856


MEDIMEX 2022: a Bari e Taranto grandi live, incontri d’autore, scuole di musica, attività professionali, showcase e proiezioni

In il

medimex 2022

MEDIMEX 2022
INTERNATIONAL FESTIVAL & MUSIC CONFERENCE
16/19 Giugno – TARANTO
13/15 Luglio – BARI

Medimex 2022 segna il ritorno dei grandi live con i concerti di Nick Cave & The Bad Seeds a Taranto (19 giugno) e The Chemical Brothers a Bari (14 luglio) e il ritorno della manifestazione nel capoluogo pugliese dove è nata nel 2011. Una lunga edizione in programma dal 16 al 19 giugno a Taranto e dal 13 al 15 luglio a Bari per l ’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese, appuntamento di riferimento per il mercato musicale italiano e il grande pubblico di appassionati.

A Taranto da giovedì 16 a domenica 19 giugno Medimex torna con un fitto programma di iniziative nei luoghi più rappresentativi della città che culmineranno nel concerto di Nick Cave & The Bad Seeds domenica 19 giugno, rotonda del Lungomare di Taranto, per la prima tappa italiana del tour mondiale. In calendario anche incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, uno speciale video mapping sul castello aragonese e attività collaterali. In programma, inoltre, dal 16 giugno al 17 luglio al MArTA. Museo Archeologico Nazionale di Taranto, una mostra dedicata ai Pink Floyd.

Dopo Taranto il Medimex torna a Bari, da mercoledì 13 a venerdì 15 luglio, con un ricco calendario di attività rivolte a pubblico e operatori del settore che prevede il concerto dei The Chemical Brothers, giovedì 14 luglio rotonda via Paolo Pinto (nei pressi dell’ingresso monumentale Fiera del Levante), incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, attività professionali e di networking rivolte ad artisti e operatori musicali regionali e nazionali che come di consueto ospiteranno i rappresentanti dei principali festival e istituzioni culturali italiani ed internazionali e ancora scuole di musica rivolte a chi vuole avvicinarsi al mondo della musica e ai professionisti, showcase degli artisti pugliesi e numerose attività collaterali. Anche a Bari in programma un’importante mostra fotografica dedicata ai Queen, dal 13 luglio al 28 agosto Spazio Murat.

La prevendita per i concerti di Nick Cave & The Bad Seeds il 19 giugno a Taranto e The Chemical Brothers il 14 luglio a Bari è attiva dalle ore 12.00 di martedì 5 aprile nel circuito Vivaticket.

Il programma completo di Medimex 2022 sarà annunciato nelle prossime settimane. Aggiornamenti costanti sono disponibili sul sito web medimex.it.


A Bari, la mostra “Denis O’Regan with QUEEN” per il Medimex

In il

Denis O’Regan with QUEEN Medimex Bari

Dal 13 luglio al 28 agosto a Bari nello Spazio Murat il Medimex presenta la mostra Denis O’Regan with QUEEN a cura di Ono Arte Contemporanea.

Quando O’Regan vide per la prima volta i Queen in concerto era il dicembre 1973, e la band suonava come gruppo di spalla di Mott the Hoople all’Hammersmith Odeon di Londra. Tredici anni dopo, il 9 agosto 1986, i Queen avevano raggiunto l’apice della loro fama diventando il più importante fenomeno socioculturale del pianeta e, a grande richiesta, il gruppo fu costretto ad annunciare una data in più in all’interno del The Magic Tour, che era andato sold out immediatamente. Fu così che, al Knebworth Park a nord di Londra, suonarono per un pubblico di circa 115.000 persone. A fotografare l’evento, c’era Denis O’Regan, fotografo ufficiale del tour. A causa del grande traffico attorno al luogo del concerto, i Queen dovettero arrivare in elicottero. Per poter scattare le foto che sarebbero diventate tra le più famose della rock band britannica, Denis si recò in un aeroporto locale e la band affittò per lui un elicottero con pilota, in modo in modo che potesse scattare loro le foto mentre volavano da Londra. “Nella mia foto più importante dei Queen, i Queen non si vedono”, avrebbe detto più tardi: “ma questo è anche la testimonianza di quanto fossero diventati grandi. L’elicottero parlava per loro”. O’Regan ha scattato foto sul palco e nel backstage in ogni città europea che hanno visitato durante quell’estate, incluse due serate allo stadio di Wembley a Londra, ognuna delle quali totalizzò 85.000 spettatori. Tra questi scatti uno dei più famosi è sicuramente il grandangolo di Freddie Mercury che indossa la sua famosa corona d’oro, un braccio alzato al cielo, e il suo mantello regale drappeggiato sulle spalle.  L’accesso privilegiato che O’Regan ebbe gli permise di scattare alcune delle foto più iconiche della band così come momenti intimi dei quattro di Londra nel momento di apice della loro carriera: il The Magic Tour fu infatti l’ultimo della carriera della band.  La mostra, che include opere presentate in anteprima nazionale, comprende 60 fotografie esposte all’interno di un allestimento immersivo.

Modalità di accesso alle mostre sono disponibili sul sito web medimex.it

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale finanziato a valere sul POC PUGLIA 2007/2013 – Azione sviluppo di attività culturali e dello spettacolo” INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO


Simple Future – Antonio Ottomanelli

In il

Simple Future - Antonio Ottomanelli

Un’installazione e 18 opere fotografiche al centro della personale di Antonio Ottomanelli curata da Francesco Zanot.

“Ho sempre guardato allo spazio pubblico come una sorta di indice dell’evoluzione di alcuni fenomeni che riguardano tanto lo spazio urbano quanto la nostra vita quotidiana e le nostre forme di relazione. Oggi credo di osservarlo con una consapevolezza che è maturata nel tempo. In questo senso è molto importante il fatto che sia nato a Bari. Se non fossi nato qui non credo che mi sarei concentrato con tanto interesse ai contesti del conflitto.” Antonio Ottomanelli in conversazione con Francesco Zanot

Giovedì 24 Febbraio alle 18.30 inaugurerà la nuova mostra di Spazio Murat. Simple Future, curata da Francesco Zanot, è la prima personale a Bari di Antonio Ottomanelli che racchiude, attraverso un’installazione mobile e 18 opere fotografiche, una selezione del suo lavoro fino a oggi, una ricerca sempre in divenire che indaga le incongruenze, le storture, le evoluzioni dello spazio pubblico gettando uno sguardo sul futuro prossimo, attraverso la prospettiva multipla dell’architetto, dell’attivista, dell’artista.

La mostra sarà visitabile dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 20.00
Ingresso con contributo libero minimo di 1 euro
L’accesso alla mostra è consentito esclusivamente ai possessori di Super Green Pass, secondo la normativa vigente.
Per info e dettagli clicca qui oppure scrivici a info@spaziomurat.it

L’esposizione Simple Future è centrata sull’omonimo lavoro di Antonio Ottomanelli, un’installazione composta da quattro elementi mobili che verrà assemblata nel corso della sua stessa durata, facendone non soltanto un’occasione di studio e contemplazione, ma anche di produzione attiva e concreta.
L’opera Simple Future è stata commissionata dalla fondazione VAF in occasione del premio biennale a cui Antonio Ottomanelli è stato invitato a partecipare. La premiazione si terrà a Kiel. Le opere selezionate faranno poi parte della collezione permanente esposta al Mart di Rovereto. L’opera è stata realizzata grazie alla collaborazione con STIIMA – CNR, Institute of Industrial Technologies and automation

Progettata come un autentico cantiere di elaborazione artistica, l’esposizione si sviluppa intorno al tema del rapporto tra spazio pubblico (sicurezza) e spazio privato (libertà), questione universale che ha assunto particolare rilevanza nel corso degli ultimi anni con la penetrazione del conflitto all’interno del tessuto della città in occasione di numerosi attentati terroristici (Parigi, Bruxelles, Nizza, Londra, Barcellona, New York…) e con la riduzione degli spostamenti individuali seguita allo scoppio della pandemia.
L’opera Simple Future è formata da quattro parallelepipedi che riproducono la struttura di base di un’abitazione secondo il modello teorico dell’existenzminimum formulato dai maestri del razionalismo. Colmati di asfalto, i parallelepipedi (casseformi) mettono subito in crisi la distinzione tra spazio pubblico e privato: il pavimento diventa una strada; la casa è anche città. Messi in moto da un sistema di trazione, a partire da uno stato di calma iniziale i quattro elementi di Simple Future si muovono nello spazio circostante, invadendone alcune porzioni (lo spazio espositivo – pubblico – e quello degli spettatori – privato – si invertono) e generando diverse soluzioni planimetriche e urbanistiche. Sulla base di una sorta di coreografia minima, Simple Future entra in relazione con i visitatori, ne modifica gli spostamenti e la percezione, si muove insieme a loro.

La mostra si completa con circa 18 opere fotografiche disposte intorno all’installazione Simple Future su supporti che derivano da scarti di cantiere, che sono degli sfridi di pannelli di alluminio che descrivono una loro propria geometria dei pieni e dei vuoti.
Estratte dall’archivio di Antonio Ottomanelli, le fotografie non appartengono a una singola serie, ma costituiscono una selezione di singole immagini appartenenti a diversi progetti realizzati dall’autore dall’inizio della sua carriera fino ad oggi. Si evidenzia così la continuità di una ricerca che fino dagli esordi aveva messo al centro i temi della sicurezza pubblica, del conflitto urbano, della forma della città come traccia di tensioni e ferite sociali, del controllo e della sorveglianza. Fotografie del Medio Oriente (Baghdad, Kabul, Gaza…), territorio sul quale Ottomanelli lavora estesamente da oltre un decennio rifiutando l’immaginario della guerra per concentrarsi sulla documentazione dei segni di ciò che la origina e la alimenta, si affiancano così a immagini riprese a New York, in Europa e in Italia. Al di là delle specifiche declinazioni locali, Ottomanelli investiga una serie di inclinazioni, urgenze e problematiche globali in un percorso che qui non solo mira a coinvolgere gli spettatori, ma li riguarda, avvicinando tra loro geopolitica ed esperienza quotidiana.

Antonio Ottomanelli è nato a Bari. Architetto di formazione, indaga attraverso gli strumenti dell’arte visiva le relazioni che intercorrono tra l’evoluzione tecnologica, l’autorità, le trasformazioni del paesaggio e la vita quotidiana. Lavori come Mapping Identity e Big Eye Kabul sono realizzati in Iraq e Afghanistan tra il 2011 e il 2014, fanno parte della collezione del FOAM Fotografiemuseum in Amsterdam e della collezione del Columbia Global Centers, Amman (JD) – Columbia University Graduate School of Architecture, Planning and Preservation. Ha partecipato alla 14a e alla 17a Mostra Internazionale di Architettura La Biennale di Venezia

Francesco Zanot è un curatore, saggista e insegnante specializzato in fotografia. Curatore di Camera – Centro Italiano di Fotografia, Torino, dalla sua fondazione al 2017, ha successivamente curato le mostre inaugurali dell’Osservatorio Fondazione Prada a Milano. Direttore artistico della Biennale Foto/Industria organizzata dalla Fondazione MAST a Bologna, è course leader del Master in Fotografia di NABA, Milano. Ha tenuto corsi e seminari presso numerose istituzioni e università, tra cui: IUAV, Venezia; ECAL, Losanna; Universitat Politecnica, Valencia; Columbia University, New York.

La mostra è stata possibile grazie al prezioso contributo professionale, tecnico e collaborativo di nostri sponsor tecnici:
– Digimedia Production
– Apermec
– STIIMA – CNR, Institute of Industrial Technologies and automation


La Storia del Bari attraverso le Maglie, nello Spazio Murat una mostra straordinaria sui cimeli calcistici

In il

LA STORIA DEL BARI ATTRAVERSO LE MAGLIE

LA STORIA DEL BARI ATTRAVERSO LE MAGLIE
114 anni di storia… 114 anni di passione…
13 – 14 e 15 Gennaio 2022
SPAZIO MURAT – BARI

La storia del Bari attraverso le maglie“. In occasione del 114° compleanno della squadra di calcio (nata il 15 gennaio del 1908), il Museo del Bari, con il patrocinio del comune e della Società Sportiva Bari ha organizzato una mostra dedicata alle magliette dei giocatori biancorossi.
Tre giorni per riconettersi con la passione biancorossa: il 13, 14 e 15 gennaio lo Spazio Murat ospiterà la mostra intitolata “La storia del Bari attraverso le maglie“, evento nel quale ci sarà una esposizione unica di cimeli imperdibili dei galletti, a partire dalla maglia giallo nero cult del “Bari dei baresi” allenato da Enrico Catuzzi (1981-82).

L’evento è stato presentato oggi, venerdì 7 gennaio, a Palazzo di Città, nella sala consiliare, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, con l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, e i promotori della manifestazione Roberto Vaira e Francesco Girone, del sodalizio “Museo del Bari”.

Ogni tifoso – ha detto Decaro – è legato a una maglia particolare, a un colore, a un periodo della vita della squadra del Bari che ha incrociato la vita dei cittadini. Tanti sono legati ai simboli, una delle maglie preferite dai tifosi baresi è quella che porta il simbolo del galletto, o anche ai numeri indossati dai giocatori. Questo percorso fa parte di una memoria collettiva che è giusto custodire e valorizzare anche attraverso iniziative come questa. A tanti tifosi farà piacere visitare questa mostra e rivivere i propri ricordi attraverso quelle maglie e la storia della nostra squadra cittadina“. “Le maglie a cui sono più legato? Indimenticabili quelle di Joao Paulo e di Igor Protti, cannoniere biancorosso in serie A“, ha aggiunto Decaro, appassionato tifoso della squadra e presenza costante sulle gradinate del San Nicola in tutti gli incontri interni con un gruppo di inseparabili amici.
Durante l’evento sono previsti anche incontri a carattere socio-inclusivo grazie alla sinergia con associazioni, da “Vinci con Noi” che si occupa di autismo e disabilità, alla Asd Oltresport che pratica il calcio in carrozzina. Aderiscono alla mostra anche le “vecchie glorie del Bari” e il centro coordinamento Bari club, presieduto da Francesco Spagnolo. Ci sarà anche un momento dedicato al Bari calcio, con la presenza del patron del club Luigi De Laurentiis, nonché incontri con alcuni ex calciatori-bandiera come Antonio Di Gennaro, Giovanni, Pasquale e Onofrio Loseto e Angelo Frappampina, mentre potrebbe confermare la partecipazione anche Igor Protti.
L’idea – hanno spiegato i promotori – è di consegnare alla città la memoria storica e le imprese sportive compiute nei decenni dalle varie squadre del Bari, per amplificare l’orgoglio di appartenenza e unire ancora di più il popolo biancorosso alla squadra di calcio dei galletti“.


Meeting del Volontariato – XIIIª edizione | L’altro che è in me: il volontario allo specchio

In il

meeting del volontariato Bari 2021

XIIIª EDIZIONE MEETING DEL VOLONTARIATO
L’altro che è in me: il volontario allo specchio
Iscrizione agli eventi su: https://meetingdelvolontariato.com/
9-10 dicembre 2021 Officina degli Esordi (Bari)
11 – 12 dicembre Sala Murat – Castello Svevo (Bari)

PROGRAMMA:

9 DICEMBRE
dalle 09:00 alle 21:00 – Officina degli Esordi (Via F. Crispi, 5)
Apertura
Il volontario allo specchio: creativo- 1^ parte
Dalle ore 9:00 alle ore 11:00 – Sala Workshop
Laboratorio “Concetto di creatività”
Introduce Paolo Intino – Comitato Scientifico CSV San Nicola
Franco Liuzzi – Esperto in tecniche di comunicazione Agenzia Moscabianca
Sala Eventi
Il volontario allo specchio: propositivo
Dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 20:00
Incontri con le associazioni
Mariagiovanna Italia – Facilitatrice
Ore 10:00
Anziani e migranti: Storie in Libertà
Associazione Tavole Magiche APS
Ore 11:00
La cultura della vita: dimostrazione manovre di rianimazione cardiopolmonare
P.A. Emervol Bitetto Emergenza Radio Volontari ODV
Sala Expo
Il volontario allo specchio: efficace
Ore 17:00: Laboratorio di fumetto Immagina il volontariato
Grafite Scuola di grafica e fumetto
Benedetto Gemma – Autore, disegnatore e fumettista
Mostra “Diritti senza confini”
A cura del Comitato Unicef Bari

10 DICEMBRE
dalle 09:00 alle 21:00 – Officina degli Esordi (Via F. Crispi 5)
Sala Workshop
Il volontario allo specchio: creativo – 2^ parte
Dalle ore 9:00 alle ore 11:00: Laboratorio “Concetto di creatività”
Franco Liuzzi – Esperto in tecniche di comunicazione Agenzia Moscabianca
Sala Eventi
Il volontario allo specchio: propositivo
Dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 20:00
Incontri con le associazioni
Mariagiovanna Italia – Facilitatrice
Ore 16:00
Uno sguardo sugli invisibili
Associazione Avvocato di Strada
Ore 17:00
L’aspetto linguistico per l’integrazione degli stranieri
Associazione Impegno 95
Ore 18:00
Libri e letture accessibili
Edizioni la meridiana
Sala Expo
Il volontario allo specchio: efficace
Ore 17:00: laboratorio di fumetto Immagina il volontariato
Grafite Scuola di grafica e fumetto
Mostra “Diritti senza confini”
A cura del Comitato Unicef Bari

11 DICEMBRE
Castello Svevo di Bari
ore 10:00
L’altro che è in me: il volontario allo specchio
Apertura Meeting del Volontariato
Rosa Franco – Presidente CSV San Nicola
Antonio Decaro – Sindaco Comune di Bari
Francesca Bottalico – Assessore al Welfare Comune di Bari
Alessandra Mongelli – Direttrice Castello Svevo di Bari
Costantino Esposito – Docente di filosofia Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”
ore 11:00 – 13:00
L’altro che è in me: condivisione
Conferenza: “La convivenza delle differenze passa anche dalle parole: piccolo laboratorio di linguaggio ampio”
Vera Gheno – Sociolinguista, autrice e docente universitaria
Ore 16:30
L’altro che è in me: educazione
Introduce e modera Massimo Bernardini – giornalista e autore televisivo
Cesare Moreno – Presidente dell’Associazione Maestri di Strada ONLUS
Bruno Mastroianni – Filosofo, consulente Rai, scrittore
Vera Gheno – Sociolinguista, autrice e docente universitaria
ore 21:00
Concerto
Erica Mou presenta il suo nuovo disco “Nature”

12 DICEMBRE
Castello Svevo di Bari
ore 10:00 – 12:00
L’altro che è in me: riflessione
Il metodo DRS (dubbio riflessione e silenzio): una proposta per gestirsi nell’onlife
Vera Gheno – Sociolinguista, autrice e docente universitaria
ore 16:30
L’altro che è in me: ricostruzione
Introduce Mons. Filippo Santoro – Vescovo di Taranto
1 parte
Debora Ciliento – Consigliere Regione Puglia
Rosanna Lallone – Comitato Scientifico CSV San Nicola
Valentina Romano – Direttore Dipartimento Welfare Regione Puglia
Modera Paolo Ponzio – Presidente Comitato Scientifico CSV San Nicola
2^ parte
Rosa Franco – Presidente CSV San Nicola
Guido Boldrin – Comitato Scientifico CSV San Nicola
Chiara Tommasini – Presidente CSVnet
Modera Alessandro Cobianchi – Direttore CSV San Nicola
ore 21:00
L’altro che è in me: #IOSIAMO
Spettacolo teatrale di e con Tiziana Di Masi
11 e 12 dicembre dalle 09:00 alle 22:00
Spazio Murat
Spazio espositivo delle associazioni