BARI NICOLAIANA mostra di documenti e fotografie storiche dei festeggiamenti di San Nicola

In il

bari-nicolaiana-mostra-archivio-di-stato

In occasione degli eventi del “Maggio Nicolaiano 2024” organizzati dall’associazione Stargate Universal Service, in collaborazione con il nostro istituto, l’Archivio di Stato di baripropone la mostra:

BARI NICOLAIANA
documenti e fotografie d’archivio attraverso i riti e i festeggiamenti della Città di Bari

Il percorso parte dall’esplorazione dei luoghi del Santo e ci conduce fino ai riti e alle tradizioni che accompagnano da secoli gli abitanti di Bari e i devoti pellegrini che ogni anno accorrono per i festeggiamenti.

dal 27 Maggio al 7 Giugno

Orari:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30
martedì e giovedì dalle ore 9.30 alle 16.00

Hall dell’Archivio di Stato di Bari
Via Oreste Pietro, 45
BARI


Bari, i Fuochi di San Nicola in programma sul lungomare il 19 maggio

In il

fuochi san nicola

Lo spettacolo pirotecnico previsto per l’8 e 9 maggio scorsi era stato annullato, anzi rinviato, durante la Festa di San Nicola a causa di un contenzioso fra il Comitato e la ditta incaricata.

Dopo le polemiche, è stata fissata una nuova data, quella di domenica 19 maggio, giorno in cui la statua di San Nicola rientrerà in Basilica sancendo la chiusura dei festeggiamenti.
Ad annunciarlo il comitato della festa patronale. A realizzarlo sarà l’azienda siciliana La Rosa International Firework.

Per chiudere la sagra, prima è in programma la tradizionale processione della statua del santo dalla Cattedrale alla Basilica, alle ore 16:30 con il seguente percorso:
piazza Odegitria, arco delle Neve, via Tancredi, strada del Carmine, strada San Marco, piazzetta Sant’Anselmo, via dei Gesuiti, strada Fragigena, piazza Mercantile, via Venezia, scala largo Annunziata, strada Annunziata, strada Santa Scolastica, Santa Maria Buon Consiglio, strada Martinez, piazzetta 62 Marinai, fino all Basilica.
Animerà la processione il concerto bandistico Bastiani-Lella di Bitonto.

I fuochi d’artificio avranno luogo alle ore 21:00 presso il Molo Sant’Antonio.


Corteo Storico di San Nicola a Rutigliano – IL PROGRAMMA

In il

Corteo Storico di San Nicola a Rutigliano 2024

14° CORTEO STORICO DI SAN NICOLA
La Storia per le strade di Rutigliano

Rievocazione dell’inizio del Patronato di San Nicola
nel 718° Anniversario
(13 Maggio 1306 – 13 Maggio 2024)

Torna Sabato 11 Maggio, a Rutigliano, dalle ore 20:00, il Corteo Storico di San Nicola, giunto alla 14ma edizione: è la rievocazione dell’inizio del Patronato di San Nicola su Rutigliano, nel 718° Anniversario (13 Maggio 1306 – 13 Maggio 2024).
Per le vie della città sfileranno 150 figuranti in costumi medievali per ricordare la donazione del feudo di Rutigliano al Capitolo di San Nicola di Bari da parte di Carlo II d’Angiò, sancita il 13 Maggio 1306, data in cui inizia il patronato di San Nicola su Rutigliano.

Il Corteo Storico partirà da Piazza Colamussi, nel Borgo Antico; dopo aver attraversato le principali strade, si concluderà in Piazza XX Settembre con l’annuncio letto da una nobildonna della Rutigliano del ‘300, interpretata dall’attrice Clara Misceo, che comunicherà alla città la decisione del re.
Sarà poi la volta di Ursone, arciprete di Rutigliano nel 1306 interpretato dall’attore Tommaso Nicolosi, che declamerà le virtù di San Nicola e lo proclamerà patrono della città.

A seguire lo spettacolo dei Timpanisti, dei Musici e degli Sbandieratori.
Sfileranno i seguenti gruppi:
«I Figuranti di San Nicola» e i «Timpanisti Nicolaus Barium» di Bari; gli Sbandieratori e Musici «Civitas Mariae» di Capurso; la Libera Università della Terza Età «Lia Damato» di Rutigliano.
Sarà traslata nel Corteo Storico una tela dell’artista Grazia Dibattista: una immagine di San Nicola che stende il suo sguardo protettivo su uno scorcio della Rutigliano medievale.

Il «Corteo Storico di San Nicola», ideato e diretto dallo storico Gianni Capotorto, è promosso dal Comitato «Feste del Crocifisso e di San Nicola», in collaborazione con la Collegiata di Santa Maria della Colonna e San Nicola di Rutigliano e con il patrocinio del Comune di Rutigliano e della Basilica Pontificia di San Nicola di Bari.

Qui il programma completo della Festa di San Nicola 2024 a Rutigliano


Festa di San Nicola 2024: date e orari degli spettacoli pirotecnici

In il

spettacolo pirotecnico festa di san nicola bari

PROGRAMMA DEI FUOCHI D’ARTIFICIO
FESTA DI SAN NICOLA
8 e 9 Maggio 2024

Sarà la ditta Emotion Fireworks di Nicola Stasolla, scelta dal Comitato festa patronale e dai padri domenicani, ad organizzare il lancio dei fuochi d’artificio in occasione della Sagra di San Nicola di Bari 2024.

I fuochi d’artificio, previsti l’8 e il 9 maggio sul lungomare di Bari per la Sagra di San Nicola, sono a rischio nonostante siano indicati regolarmente nel programma del comitato della festa patronale. Tra la ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle e lo stesso comitato organizzatore ci sarebbe un contenzioso e da qui nasce la possibilità di non vedere gli spettacoli previsti.

PROGRAMMA:

Mercoledì 8 maggio 2024

– ore 04.30 – Apertura della Basilica. Lancio di Diane della Ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle (Bari)

– ore 09.45 – Molo Sant’Antonio. Spettacolo Pirotecnico della Ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle (Bari)

– ore 22:00 – Molo Sant’Antonio. Spettacolo Pirotecnico della Ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle (Bari)

Giovedì 9 maggio 2024

– ore 08.00 – Molo Sant’Antonio. Lancio di Diane della Ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle (Bari)

– ore 22:00 – Molo Sant’Antonio. Spettacolo Pirotecnico della Ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle (Bari)

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA

QUI IL PROGRAMMA DEL CORTEO STORICO


Birra Peroni festeggia al Chiringuito i suoi 100 anni a Bari

In il

Birra Peroni festeggia al Chiringuito i suoi 100 anni a Bari

Birra Peroni: da 100 anni a Bari

Al via le celebrazioni dell’azienda per il suo secolo di storia in città: dal 7 al 9 maggio, festeggiamenti a “El Chiringuito” e attività con Legambiente in occasione della festa di San Nicola

Birra Peroni annuncia il raggiungimento di un importante traguardo: 100 anni di attività a Bari. Dall’arrivo in città nel 1924, Birra Peroni è diventata nel corso del tempo un punto di
riferimento per l’economia locale e il suo iconico brand un simbolo di unione e tradizione per la comunità. Per festeggiare questo anniversario, tenendo sempre lo sguardo puntato al futuro, l’azienda ha programmato una serie di eventi nel corso del 2024, che coinvolgeranno sia la comunità locale sia le proprie persone, e che coincideranno con alcuni degli appuntamenti più importanti per la città.

Il primo evento si terrà in occasione della festa patronale di San Nicola: dal 7 al 9 maggio, dalle ore 19.00, presso “El Chiringuito” sarà possibile partecipare ad una vera e propria festa che diventerà anche occasione di nuovi incontri, grazie ad una divertente attività che porterà in vita la filosofia del brand “Se ci unisce è Peroni”. Inoltre, sempre in occasione del San Nicola, parte dei dipendenti di Birra Peroni, che lavorano a Bari tra stabilimento e forza vendita, saranno impegnati in un’attività di pulizia insieme a Legambiente durante la quale si occuperanno di raccogliere i rifiuti abbandonati proprio lungo il Molo.

“È davvero emozionante raggiungere un simile traguardo” – racconta Federico Sannella, Direttore Corporate Affairs di Birra Peroni – “Da quando siamo arrivati qui, 100 anni fa, abbiamo piantato radici profonde in questo territorio ed è stato per noi un onore poter lavorare con tutta la comunità allo sviluppo del tessuto economico e culturale delle città. Nel corso di questo anno stiamo organizzando una serie di appuntamenti per celebrare insieme tutto quello che è stato e soprattutto quello che sarà, così da continuare a costruire connessioni di valore per un futuro che vedrà sempre più al centro la sostenibilità sociale, economica e ambientale, dentro e fuori la nostra azienda”.

“Siamo fieri di aver potuto contribuire al patrimonio culturale e sociale di questa città” – gli fa eco Viviana Manera, Direttrice Marketing di Birra Peroni – “Grazie ad un amore reciproco che non ha mai smesso di crescere, qui Peroni non è più solo una birra ma è una vera e propria icona. In questi 100 anni siamo sempre stati presenti negli eventi più importanti della città quindi non potevamo mancare proprio quest’anno e lo faremo continuando a portare in vita il senso più profondo della nostra azienda e del nostro iconico brand, unire le persone oltre ogni differenza, perché ieri, oggi e domani, se ci unisce è Peroni”.


Villaggio del Gusto: una settimana di eventi sul lungomare con birre artigianali, street food e tanta musica – IL PROGRAMMA

In il

villaggio del gusto bari

VILLAGGIO DEL GUSTO – CAB Edition
Bari, Largo Giannella (Rotonda Lungomare)
dal 6 al 12 Maggio 2024

937° Anniversario della Traslazione (1087-2024)
Qui il programma della Sagra di San Nicola 2024

Compie dieci anni il Villaggio del gusto. Dieci candeline per evento che è diventato un punto di riferimento per tutti i baresi. Trenta gli stand gastronomici con menù selezionati dalla rete “Mordi La Puglia” e 6 birrifici artigianali pugliesi selezionati dalla rete dei Birra Artigianale di Puglia, con oltre 50 stili di birre in abbinamento ed a rotazione. E’ stato, inoltre, istituito il premio “Villaggio del giusto” intitolato quest’anno alla figura di Pino Tulipani, Primo Garante dei Diritti delle Persone con Disabilità della Regione Puglia scomparso nel 2020. L’evento, promosso dall’Associazione “DE GUSTIBUS VITAE” di Bari, in collaborazione con CNA Area Metropolitana di Bari nasce nel 2014 da un’idea di Mimmo Loiacono come promozione del territorio pugliese attraverso la qualità della birra artigianale di Puglia e della gastronomia locale da strada, tutti protagonisti chiamati ad arricchire una festa della gastronomia “made in Sud” con l’obiettivo di recuperare e valorizzare la vocazione di un territorio ricco di ricette tradizionali, semplici, naturali e genuine nel rispetto per l’ambiente, l’educazione al gusto e alla cultura dell’alimentazione.

La manifestazione vede nel 2024 il 10° anno di vita confermandosi a pieno titolo tra le più rilevanti del Sud Italia nel mondo brassicolo e dello street food. Il “Villaggio del Gusto 2024 – Cab Edition” si svilupperà in 7 giorni dal 6 al 12 maggio. In particolare, dal 6 al 9 maggio si svolgerà l’ormai consolidata manifestazione legata alla gastronomia tradizionale ed alla Birra Artigianale di Puglia in occasione della Festa di San Nicola, mentre 10 al 12 maggio il “Villaggio del Gusto” si trasformerà nel “Villaggio del Giusto” e, in collaborazione e sinergia con l’associazione LeZZanZZare ed altre associazioni attive nella crescita e sviluppo di tematiche sociali, organizzerà una serie di eventi di inclusione sociale tra i quali:
– Premiazione Birrifici Artigianali attivi nei processi di inclusione sociale
– Premiazione Attività di Food & Beverages attive per il sociale
– Premiazione autorità e personalità attive nel mondo del sociale
– “Vedi che ti bevi” – Degustazioni alla cieca con sommelier non vedenti e pubblico bendato
– “Senti che ti mangi” – Lezioni in LIS (Linguaggio dei Segni) dedicata agli abbinamenti gastronomici
– Concerti e DJ set con artisti diversamente abili

Per questa occasione è stato istituito il premio “Villaggio del Giusto” intitolato quest’anno alla figura di Pino Tulipani, Primo Garante dei Diritti delle Persone con Disabilità della Regione Puglia scomparso nel 2020, volontario attivo a favore delle persone affette da autismo, disturbi psichici e comportamentali e protagonista di numerose battaglie a difesa del sociale e delle persone più deboli.

I premi della Villaggio del Giusto 2024 saranno assegnati a:
– Birrificio SBAM – Social Brewery Alta Murgia – Campo dei Miracoli Coop. Sociale – Poggiorsini (BA)
– Birrificio Birra Pugliese – Leverano (TA)
– Birrificio lacobus – Associazione Boccale Solidale – Bitetto (BA)
– Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Riccardo Lotti – Umberto I” – Andria (BT)
Kalipè Coop. Sociale – Conversano (BA)
– Associazione Help A.T.T. – Bari

Saranno, inoltre, consegnati riconoscimenti per l’impegno nella diffusione dei valori di inclusione e di legalità a:
– Don Angelo Cassano (Sacerdote e Referente dell’Associazione Libera)
– Lorenzo Moretti (Fondazione Ciao Vinny) 
Maurizio Galeazzi (Vice Questore della Polizia di Stato)
– Consiglia Margiotta (Croce Rossa Italina di Bati)
– Veronica D’Auria (UISP Bari)
– Serena Ambrosi (Associazione Seconda Mamma)

Il “Villaggio del Gusto 2024 – CAB Edition” vedrà la presenza di 30 stand gastronomici con menù selezionati dalla rete “Mordi La Puglia” e 6 birrifici artigianali pugliesi selezionati dalla rete dei Birra Artigianale di Puglia, con oltre 50 stili di birre in abbinamento ed a rotazione. A solleticare i palati più esigenti ci saranno tra le novità delle proposte gastronomiche gli spaghetti all’assassina, gli arancini gourmet siciliani, la rosticceria e la pasticceria napoletane, i veri arrosticini abruzzesi abbinati e le olive ascolane, le pittule ed i pasticciotti leccesi, la Strazzata lucana, passando dagli hamburger podolici al caciocavallo impiccato con il pulled pork, i salumi di norcia e quelli calabresi, il pollo fritto ed i torroni di Gallipoli, il pistacchio siciliano in tutte le sue varianti, oltre alle proposte classiche del Villaggio del Gusto come panzerotti baresi, sgagliozze, focaccia barese ed altamurana, polpo arrosto ma anche panini con arrosti di carni allevate in Puglia, bombette e zampina, chips fritte e fish&chips di Galatina, panini con la porchetta di Grumo Appula, panini gourmet farciti con salumi e formaggi artigianali locali, le Tette di Venere di Noci, i taralli pugliesi fatti a mano ed i piatti tipici della cucina barese. Quest’anno sarà presente anche uno stand interamente dedicato a prodotti senza glutine compresa una Birra Artigianale di Puglia gluten free.
Gli espositori gastronomici sono: Casa Murgia (Grumo Appula BA), Gusti e Tradizioni (Grumo Appula BA), Gli Altamurani (Altamusa BA), Braceria Lippolis (Noci BA), Pasticceria Sole di Puglia (Noci BA), Salento Chips (Uggiano La Chiesa LE), Mattarello (Bari), Dolciumi Sabato (Gallipoli LE), Le Sfizierie di Vincenzo Gentile (Andria BAT), La Strazzata (Avigliano PZ), Renaissence Caffè & Saicaf (Bari), Pizzeria Antoine (Bari), 900 Street Food (Conversano BA), Il Vero Arrosticino d’Abruzzo (Mozzagrogna CH), Il Fuso Pugliese (Bari), Fat Smoke (Bari), Vettor (Bari), Ferdy (Bari), Azienda Agricola Viorano (Genzano di Lucania PZ), Street Food Masterchef (Lecce), Cibo Vultura e Tradizioni (Ruffano LE), Conca d’Oro (Mola di Bari BA), Baffo d’Itria )Martina Franca
TA), Villa Rotondo (Bari).

Importante anche la presenza dei rappresentanti della Birra Artigianale di Puglia con Birrificio Bari (Bari), Birra Pugliese (Taranto), Birrificio I Peuceti (Bitonto BA), Erland Beer (Racale BR), Birrificio degli Ostuni (Poggiorsini
BA) e Birra Salento (Leverano LE).

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO DEL VILLAGGIO DEL GUSTO 2024 – CAB Edition

Lunedì 6 maggio
Ore 17.00-00.00 – Apertura Villaggio del Gusto
Ore 18.00-19.00 – DJ Set con Gianluca Ferrigni (Classic House)
Ore 19:00-21.00 – Karaoke by Ale&Dani
Ore 21.00-00.00 – Dj Set con Pasquale Dioguardi (Pop)

Martedì 7 maggio
Ore 11.00-00.00 – Apertura Villaggio del Gusto
Ore 12.00-14.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 17.00-19.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 19.00-21.00 – Karaoke by Ale&Dani
Ore 21.00-22.00 – Dj Set con Jungle Dee (Mirko Corradino) (Classic House)
Ore 22.00-00.00 – Dj Set con Dhavid DJ (Electro Pop)

Mercoledì 8 maggio
Ore 11.00-00.00 – Apertura Villaggio del Gusto
Ore 12.00-14.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 17.00-19.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 19.00-21.00 – Karaoke by Ale&Dani
Ore 21.00-22.00 – DJ Set con Gianluca Ferrigni (Classic House)
Ore 22.00-22.30 – Fuochi D’artificio
Ore 22.30-23.00 – Dj Set con Dhavid DJ (Electro Pop)
Ore 23.00-00.00 – Dj Set con Ginetto Orlandi & Pasquale 33 (A Pieno Ritmo)

Giovedì 9 maggio
Ore 11.00-00.00 – Apertura Villaggio del Gusto
Ore 12.00-14.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 17.00-19.00 – Animazione Bambini Amaltea eventi
Ore 19.00-21.00 – Karaoke by Ale&Dani
Ore 21.00-22.00 – Spettacolo acrobatico con Mary Diamondsister
Ore 22.00-22.30 – Fuochi d’artificio
Ore 22.30-00.00 – Dj set con Iaco & Friends Special Guest: Pheel

Venerdì 10 maggio
Ore 17.00-00.00 – Apertura Villaggio del Giusto
Ore 18.00-21.00 – Cabaret by “I Bastardi della 104” + DJ Set: D.sabile.J Leo Baccarella a cura Associazione LeZZanzare
Ore 21.00-22.00 – Live con Annarita Peluso e Gianfranco Gabriele
Ore 22.00-22.30 – Dj Set con Dhavid DJ (Electro Pop)
Ore 22.30-00.00 – Dj Set con Gianvito Zonno, Barbarella, Nico Diana (House)

Sabato 11 maggio
Ore 11.00-00.00 – Apertura Villaggio del Giusto
Ore 11.00-13.00 – Una Rotonda sul Mare – Dj Set anni 80 e 90 con Pasquale33 e Gianluca Ferrigni con gioca aperitivo a cura Associazione LeZZanZare
Ore 18.00-20.00 – Barisiadi a cura di Sii Felice sei a Bari
Ore 20.00-21.00 – DJ Set con Gianluca Ferrigni (Classic House)
Ore 21.00-22.30 – Live con Denny Music
Ore 22.30-00.00 – DJ Set con Nicola Ladisa, Domi Langianese (Classic House)

Domenica 12 maggio
Ore 11.00-00.00 – Apertura Villaggio del Giusto
Ore 11.00-13.00 – Una Rotonda sul Mare – Dj Set anni 80 e 90 con Pasquale33 e Gianluca Ferrigni con gioca aperitivo a cura Associazione LeZZanZare
Ore 19.00-21.00 – Premiazione Villaggio del Giusto-Premio Pino Tulipani
Ore 21.00-22.00 – Live con Sisters Queen
Ore 22.00-23.00 – DJ Set con Corrado Lezza e Pasquale 33 (Classic House)
Ore 23.00-00.00 – DJ Set con Beppe Giannone, Giuclaudio (Classic House)

La manifestazione vanta i patrocini di Comune di Bari – Assessorato alle Attività Economiche, Basilica Pontificia di San Nicola di Bari, Camera di Commercio di Bari, Puglia Promozione, Acquedotto Puglise, CNA – Area Metropolitana di Bari, Slow Food – Condotta di Bari, Federazione Italiana Cuochi – Sezione Associazione Cuochi Baresi, Associazione LeZZanzare, Rete Mordi la Puglia, Rete Birra Artigianale di Puglia, Rete MondoBirra.info, Sii Felice sei a Bari.

Main Sponsor: CAB – Centro Assistenza Bollette, Consulenza Aziendale alle PMI, SistemaGroup.net Consulenza Aziendale.

Partner Tecnici: TDS Group, Istituto di Vigilanza La Notturna, Magistro&Creativi Associati, Eddycart, Ben srl, Roberto Lavemicocca Group, Amexa srls, Mebiport e ApuliArt Project. Acqua Ufficiale: Acqua Orsini, Caffè Ufficiale: Caffè Saicaf, Assicurazione Ufficiale: Allianz Agenzia di Bari Claudio Comunale.

Event Partner: Giorgio Griffa Management – Amaltea Eventi

È attivo l’hastag #vdg2024 e sarà possibile seguire gli aggiornamenti dell’evento sulle pagine facebook e istagram “Villaggio del Gusto” e sul sito internet www.villaggio-del-gusto.it.


Corteo Storico di San Nicola 2024: ecco programma e percorso

In il

corteo-storico-san-nicola-2024

FESTA DI SAN NICOLA – Corteo Storico “Verso l’alto”
Città di Bari
6 e 7 Maggio 2024

Tre quadri per rievocare miracoli e rappresentare valori e messaggi legati al Santo, esibizioni di danza aerea e un grande spettacolo finale sul sagrato della Basilica di San Nicola. E’ stata presentata questa mattina l’edizione 2024 del tradizionale corteo storico di San Nicola del 7 maggio. Uno spettacolo che si snoderà lungo un percorso artistico “tra cielo e terra”, come spiegato dai loro ideatori, “tra tradizione e contemporaneità, tra Est e Ovest”.

Un corteo che guarda alla figura di San Nicola come “faro nella notte per gli ultimi contro le ingiustizie di questa terra. Un santo, che innalza le fragilità e le nobilita verso l’alto, che porta le minoranze con sé, verso l’alto, per renderle grandezze”.

Organizzata dall’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl, l’edizione 2024 del corteo che sarà incentrata sulla rappresentazione del concetto di “altezza”, in cui due dimensioni saranno in dialogo continuo tra loro. Quella “terrena”, con la rievocazione storica tra le vie del centro sotto la guida artistica e registica di Raffaello Fusaro; quella aerea, che porterà i ballerini della compagnia ResExtensa in danza, sospesi in aria, grazie all’inventiva e alla poetica della coreografa Elisa Barucchieri.

Il Corteo del 7 maggio, con partenza alle ore 20.30 da piazza Federico di Svevia, attraverserà via San Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele II, largo IV Novembre, lungomare Imperatore Augusto, largo Papa Urbano II per terminare in piazza San Nicola. Il culto di San Nicola è esteso in tutto il mondo. Le sue gesta, di cui vi sono rare tracce documentate, tramandate nei secoli, sono divenute immagini memorabili in un patrimonio unico di leggende, favole popolari, miracoli che sono ancore di pace a tutte le latitudini. In questa nuova edizione non mancheranno momenti di rievocazione storica in cui si alterneranno i sei gruppi storici della città (Aps I Figuranti di San Nicola, I marinai della traslazione, Timpanisti Nicolaus Barium, Militia Santi Nicolai, Historia, Compagnia d’arme Stratos). In un Medioevo rievocato e immaginario fra gozzi, marinai, cavalieri e figuranti in costume, timpanisti e sbandieratori, saranno portati in azione scenica miracoli e racconti leggendari di San Nicola ma, soprattutto, verrà rievocata la festa per traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie di San Nicola.

“San Nicola con le sue storie, leggende e miracoli, incarna un patrimonio di riflessioni vive che superano i confini, ricordandoci che le persone, le genti, portano dentro stesso afflato e stessa dignità – ha sottolineato Raffaello Fusaro, direttore artistico del Corteo storico -. Il Nicola storico è stato un uomo energico che ha creduto nella forza rivoluzionaria del Vangelo. Vicino agli ultimi, al popolo, alle donne e agli uomini del mare e delle botteghe, è il Santo che lega la sua immagine al sorriso innocente dei bambini e degli ultimi. Le cronache della traslazione raccontano all’arrivo dei marinai, l’esuberante vittoria del popolo (il significato del nome Nicola, in greco, rimanda a questo concetto). La gioia di una folla innumerevole. Stiamo cercando di restituire il suo messaggio in un corteo vivo e appassionato che rispetti la tradizione e che culmini in un momento in cui, in Basilica, insieme, rivolgeremo tutti lo sguardo verso l’alto ricordando l’importanza di restare umani”.

“Sono onorata di poter contribuire alle magnifiche celebrazioni in onore di San Nicola – ha commentato Elisa Barucchieri, coreografa e direttrice artistica del centro di produzione per la danza ResExtensa – Porta d’Oriente -. Questo evento, che cresce in emozione e importanza ogni anno, rappresenta per me, e per tutto il team ResExtensa, un’opportunità straordinaria di celebrare non solo la figura di San Nicola, ma anche la bellezza dell’arte e della cultura. Come direttrice artistica, ho avuto il privilegio di assistere alla trasformazione di questo spettacolo nel corso degli anni, vedendo crescere non solo il numero di spettatori, ma anche la profondità emotiva e la qualità artistica delle performance. Ogni anno ci impegniamo a portare innovazione e creatività sul palco, mantenendo al contempo intatta la tradizione e il rispetto per il significato di questa festività. Che questa sesta edizione dello spettacolo in onore di San Nicola sia un momento di gioia, riflessione e condivisione per tutti noi. Che possa portare luce nei cuori e sorrisi sui volti di coloro che vi parteciperanno. E che possa continuare a crescere e a ispirare per molti anni a venire. Ringrazio di cuore ogni membro del nostro team e il nostro pubblico affezionato, che ci sostiene e ci ispira ad ogni passo del nostro viaggio artistico”.

“È per noi un onore ritornare, dopo cinque anni, a organizzare il Corteo storico di San Nicola e a collaborare con ResExtensa ed Elisa Barucchieri – ha detto Francesco Valenzano, rappresentante dell’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl -. Il Corteo storico è per i baresi e per tutto il mondo di San Nicola è uno dei momenti più importanti dell’anno, intorno al quale si stringe l’intera comunità barese e al contempo diventa un momento di promozione culturale della nostra città. Anche questo corteo, come tutti quelli organizzati da Doc Servizi Bari fino al 2019, si contraddistingue per la cifra artistica, che supera la mera rappresentazione storica della traslazione e diventa uno spettacolo eccezionale nel nome di San Nicola. Ringraziamo il direttore artistico Raffaello Fusaro per aver accettato il nostro invito e ci auguriamo di lasciare il pubblico ancora una volta a bocca aperta”.

Le aziende che hanno scelto di sostenere l’edizione 2024 del Corteo Storico di San Nicola:

– per il Corteo: Coop Alleanza, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Nuova Fiera del Levante, GoUP, C&C, Acqua Orsini, Global Game e Tipografia Ragusa. Partner: IPSIA Santarella – De Lilla, Panflora, Istituto scolastico Margherita. Media Partner: La Gazzetta del Mezzogiorno e Telebari.

– per gli spettacoli del Centro di produzione nazionale della danza ResExtensa – Porta d’Oriente sono: Acquedotto Pugliese, Fondazione Puglia, Alpha Pharma, Nouvelle Esthétique. Si ringraziano inoltre per il sostegno Pronto Gru Service srl, BCC di Bari e Taranto, Logica srl, Alta Edilizia, Liceo Coreutico di Bari, Dams Bari, Accademia delle Belle Arti di Bari per i tirocinanti, LeZzanzare, Zero Barriere e Ente Nazionale Sordi sezione provinciale di Bari.

Come tutto ebbe inizio: la traslazione delle ossa di San Nicola

Il 6 maggio, alle ore 19, sul molo San Nicola, nel luogo che i baresi chiamano “Nderralalanz”, come da tradizione all’ora del tramonto, sarà messa in scena la traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie che, secondo la tradizione, furono deposte provvisoriamente nella chiesa di San Michele. Uno scrigno prezioso sarà trasportato da figuranti su piccole barche da pesca, accolto dalle guardie e dal popolo in festa e accompagnato da un interprete di Niceforo, il primo autore ad aver riportato l’incredibile impresa del 1087. Le ossa di San Nicola, infatti, riposarono a Myra per circa 750 anni prima di essere portate in Puglia con un colpo di mano dei marinai. Il pubblico, grazie al piccolo Corteo verso la città vecchia, si immergerà nell’anno 1000 respirando l’aria di festa all’arrivo dei 62 marinai in città, con 50 figuranti e i musicisti che giungeranno alla chiesa di San Michele, dove l’“Abate Elia” deporrà lo scrigno, in attesa della costruzione della Basilica.

I quadri del Corteo storico

La rievocazione storica del 7 maggio è un percorso che vuole suscitare nel pubblico emozioni e riflessioni su tematiche antiche e allo stesso tempo contemporanee, utilizzando le storie tradizionali e la vita del Santo. Alcuni quadri saranno più festosi, altri drammatici, nella perenne dualità fra cui si muove l’umanità: bene e male, gioia e tristezza, benevolenza e tragedia. Non sarà una semplice sfilata di figuranti in costume storico, ma una sequenza di quadri in movimento alternata ai gruppi storici. Ogni quadro sarà messo in scena da attori e danzatori, insieme ai figuranti in costume storico, adulti e bambini, che interagiranno con la scena e il pubblico.

Ad annunciare l’arrivo del Santo saranno famiglie e bambini: figuranti canteranno e lanceranno in aria polvere colorata creando così una scia, un arcobaleno lungo il percorso. Saranno utilizzati prodotti naturali al 100% e biodegradabili, ottenuti da farina di mais e coloranti alimentari.

Primo quadro: “I ragazzi cretesi”

La prima azione scenica nel Corteo è una leggenda poco conosciuta: un venerdì santo, mentre i fedeli erano in preghiera, tre ragazzi giocavano sulla spiaggia. Si unirono a un ragazzo più grande e con lui salirono su una barca. Il mare agitato li spinse al largo. I ragazzi invocarono San Nicola che apparve, visibile solo a loro e li fece addormentare. Al risveglio, con il vento a favore, rientrarono in porto. Il quadro si ispira a uno dei miracoli che riguardano il rapporto tra il Santo, il mare e la gioventù. San Nicola, come albero maestro della nostra esistenza, ci trae fuori dal naufragio, raddrizza le vele della nostra esistenza e ci riporta in salvo.

Secondo quadro: “Le tre fanciulle”

Il secondo quadro raffigura l’atto di generosità più noto di San Nicola, rappresentato in azione scenica per il Corteo storico. Il dono, la solidarietà, il rispetto verso le donne sono i temi di questa scena. Tre fanciulle “sono trascinate” dal giogo paterno. Tre ragazze in abiti scuri, di differenti origini e colore della pelle a simboleggiare la condizione comune in cui versa la donna di ogni tempo. Dietro di loro un popolo di cortigiane e spettatrici. Nel percorso del Corteo, il pubblico sarà coinvolto emotivamente. Al loro seguito, a distanza, il giovane Nicola, che interverrà donando tre alte sfere lucenti e dorate (l’altezza verrà rappresentata da questi elementi simbolici) che sintetizzano la solidarietà nicolaiana. Il passaggio tra la condizione di schiavitù, che incatena le donne a un futuro immensamente triste, e la libertà verrà rappresentato da un’azione durante la quale l’unico in movimento sarà il giovane Nicola.

Terzo quadro: “Il quadro della pace”

Sebbene non sia tratto da miracoli o leggende, il terzo quadro racconta della fondazione del culto nicolaiano a Bari ovvero un momento della Translazione delle reliquie del Santo. Un quadro che non fa riferimento a un racconto leggendario o a un miracolo, ma che evoca eventi storici. Il 9 maggio, nel porto della città, i sessantadue marinai, di ritorno dalla spedizione a Myra, vennero accolti dalla folla in festa. Uno scontro tra il popolo dei marinai e le guardie dell’Arcivescovo Ursone (che in quel momento era a Trani o a Canosa) pose al centro della contesa l’urna che conteneva le ossa del Santo. L’Abate di San Benedetto, Elia, con i suoi monaci, placò gli animi e mise pace tra le fazioni avverse. L’aspra disputa nacque su chi dovesse custodire le reliquie del Santo, in quel momento ancora conservate e protette in un forziere dei marinai. I soldati armati e i cittadini baresi male armati si scontrarono aspramente; a terra rimasero due morti e molti feriti. L’Abate Elia intervenne proclamando Nicola il protettore della città e di tutto il popolo, e la pace venne così ristabilita in suo onore.

“San Nicola degli Stranieri” e il San Nicola gigante, l’arte di ResExtensa nel Corteo storico del 7 maggio

La compagnia ResExtensa di Elisa Barucchieri incanterà il pubblico nella tappa di piazza Libertà. Venti danzatori aerei, una fusione tra professionisti di talento e giovani artisti del territorio, faranno il loro saluto alla Caravella, dinanzi a Palazzo Città, dando vita a una serie di figure aeree che creeranno un momento di magia. Con grazia e forza, essi interpreteranno il legame profondo tra la città e il suo patrono, celebrando la ricca tradizione marinaresca e la devozione che da secoli anima il popolo di Bari. Le loro movenze evocheranno l’energia del mare e l’ardore dei marinai, mentre i loro corpi si solleveranno in eleganti acrobazie, creando un’atmosfera di magia e commozione. Sarà un tributo vibrante alla storia e alla spiritualità di San Nicola, un invito a rinnovare il legame indissolubile tra la città, il suo protettore e il mistero che li avvolge.

A chiusura del Corteo ci sarà il San Nicola Gigante, una creazione stilizzata e imponente che si staglia maestosa lungo il percorso, suscitando meraviglia ed emanando un’aura di protezione che avvolge tutti coloro che lo incontrano lungo il cammino.

Pur partendo spoglio, la sua imponenza è tangibile, pronta a essere vestita durante il Corteo. È un momento di partecipazione del popolo di Bari, che si unisce nel passaggio di mano in mano dei simboli che richiamano la sua testimonianza, ancora estremamente rilevanti per il mondo contemporaneo.

Quando il Corteo avrà percorso la piazza e avrà proseguito per il suo itinerario, il pubblico si riverserà in piazza Libertà e assisterà allo spettacolo “San Nicola degli Stranieri”, un’opera concepita tra cielo e terra, su un palco multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Questo spettacolo porta San Nicola da Myra a Bari, e da Bari al mondo intero, in un abbraccio che unisce le persone, testimoniato dai cittadini di un mondo ancora troppo diviso. “San Nicola degli Stranieri” racconta una storia di unità, compassione e speranza in suo nome, per la quale ogni cittadino del mondo è responsabile.

Altri interventi di spettacolo di ResExtensa sono previsti di fronte al Teatro Margherita e nello spettacolo finale in Basilica.

“San Nicola nei nostri sguardi verso l’alto”, lo spettacolo finale

Il grande spettacolo finale, ormai icona del Corteo Storico di Bari, donerà un’esperienza emozionante nello spazio del sagrato della Basilica di San Nicola. Qui, nell’ultima tappa del percorso, sfileranno i popolani, i nobili, i marinai, i soldati, il clero, gli sbandieratori, i timpanisti, gli armigeri e i danzatori, i bimbi e gli ultimi. Tutti s’incontreranno davanti alla porta della Basilica insieme ai quadri del Corteo dell’edizione 2024.

L’arrivo sarà accompagnato da una evocazione recitata da Marcello Prayer, attore ed interprete teatrale. La musica dal vivo al pianoforte sarà eseguita dal cantautore Renzo Rubino e, in un momento di grande impatto, le videoproiezioni sulla facciata della Basilica saranno immagini cinematografiche d’autore che ritraggono tutti noi. Come in una lente d’ingrandimento sul mondo, donne e uomini, bambini, migranti, gente comune, marinai, lavoratrici e lavoratori, uomini della terra, persone della strada. Un mondo reale filtrato dal nostro sguardo, fatto non da attori ma da gente comune. Volti tutti diversi, densi di sentimento, che raccontano cosa rende umano uno sguardo, il desiderio di infinito, la speranza e la fratellanza del popolo di San Nicola.

Anche qui interverrà la danza di ResExtensa: “San Nicola verso l’alto” è un’opera concepita tra cielo e terra, in uno show multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Lunedì 6 Maggio
Arrivo delle Ossa del Santo
ore 19:00
Molo San Nicola

A seguire
Corteo Storico tra le vie di Bari Vecchia

Martedì 7 Maggio
Santa Messa e imbarco del Quadro
ore 18:00
Baia di San Giorgio

Corteo Storico
ore 20:30
Castello Svevo

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA DI SAN NICOLA 2024


Fuori Corteo: Le vie di San Nicola in tutta la città

In il

fuori-corteo-le-vie-di-san-nicola-in-tutta-la-citta

In occasione del Corteo Storico di San Nicola 2024, organizzato dal Comune di Bari (Direzione artistica di Raffaello Fusaro), l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato allo Sviluppo Economico promuovono un palinsesto di eventi e allestimenti, realizzato tramite una call pubblica, rivolta alle realtà commerciali, sociali e culturali della città.

Dal 6 al 9 maggio 2024, le attività partecipanti al palinsesto, animeranno le strade di Bari con iniziative a tema nicolaiano.

FUORI CORTEO – IL PROGRAMMA

– Puglia Ceramiche
Strada San Giuseppe, 35
Arte in ceramica dedicata a San Nicola

– Centro Ottico DMG
Via Andrea Gabrieli, 11
Allestimento della vetrina a tema nicolaiano

– Open Cafè
Viale Papa Giovanni XXIII, 38
Mostre, esposizioni ed allestimenti

– BP LAB
Via Ottavio Serena, 35
Esposizioni d’arte e mixology bar con dj set

– Associazione I Custodi della bellezza
Corso Vittorio Emanuele, 29
Mostra di immagini dedicate a San Nicola

– Vivo Design Shop
Via Celentano, 94
Esposizione ed allestimento di fischietti di San Nicola

– Villaggio del Gusto
Largo Giannella
Manifestazione dedicata alla gastronomia

– Associazione culturale Terranova
Via Vallisa, 78
Mostra fotografica e pittorica

– Pupe Donna
Via Manzoni, 125
Esposizioni

– Spirito di Patate
Lungomare IX Maggio, 5
Esposizioni ed allestimenti

– Luciana Lorusso Immobiliare
Via Calefati, 142
Allestimento della vetrina

– Spaccabari
Mostra di manufatti e laboratori dedicati a San Nicola

– Cooperativa Sociale Unsolomondo
Via Pavoncelli, 124
Allestimento della vetrina

– Casa.Ro MozzarellaLab
Via Andrea da Bari, 129
Laboratorio caseario con antiche tecniche artigianali

– Marnarid dei F.lli Sifanno in collaborazione con l’associazione ecoitaliasolidale.it
Piazza dell’Odegidria, 16
Esposizioni, incontri e camminamenti

– Galleria Art and more
Via Cardassi, 24
Mostra collettiva Sanda Necole in chiave contemporanea

– Clinica del sale Bari
Via Niccolò Pizzoli, 4
Letture per bambini nella stanza del sale sulla storia di San Nicola

– Madre Natura
Via Amendola, 85
Allestimento della vetrina a tema nicolaiano

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA


“Riflessi Nicolaiani – Luce e colore tra passato e presente” in mostra al Museo Civico

In il

riflessi-nocolaiani-luce-e-colore-tra-passato-e-presente-museo-civico-bari

“Riflessi Nicolaiani – Luce e Colore tra Passato e Presente” è il titolo della mostra d’arte dedicata alle antiche bottiglie dipinte a mano contenenti la Manna di San Nicola, che si inaugura lunedì 6 maggio al Museo Civico di Bari e sarà aperta sino al 2 giugno prossimo.

Organizzata dalla Fondazione Nikolaos, dall’assessorato alle Politiche Culturali e Turistiche del Comune di Bari, e dal Museo Civico di Bari, l’esposizione collettiva propone una selezione di oltre 40 ampolle provenienti dalle collezioni private di artisti e collezionisti del territorio locale, quali Campobasso, Volpicella, Leonardi e della bottega di Spizzico, nonché alcune appartenenti a cittadini devoti a San Nicola che le presteranno al museo per l’occasione.
Qui il programma completo della Festa di San Nicola

La mostra sarà aperta nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì
9:30 – 13:30
16:30 – 19:30
(ultimo ingresso ore 19:00)

Sabato e domenica
9:30 – 13:30
(ultimo ingresso ore 13:00)

Infotel. 0805772362

Museo Civico
Strada Sagges, 13
Bari


San Nicola e Sanda Necòle – Racconti, poesie e musica

In il

San-Nicola-e-Sanda-Necole-Racconti-poesie-e-musica

San Nicola e Sanda Necòle
Racconti, poesie e musica

Voci recitanti Elena Cascella e Franco Minervini
Interventi musico-canori di Cosimo Ventrella

Come preannuncia il titolo, “San Nicola e Sanda Necòle” è un vero e proprio percorso nicolaiano di recitazione e musica in italiano e in dialetto barese, che parte dai più antichi testi che parlano del santo, come quelli di Robert Wace e di Dante, per offrire poi ampio spazio ai testi poetici e teatrali in vernacolo di autori baresi moderni e contemporanei. Recitazione e musiche fondono gli aspetti più propriamente di culto legati al Santo con quelli della tradizione popolare esprimendo attraverso i testi teatrali, le poesie, la musica e le canzoni quella fusione fra sacro e laico che caratterizza Bari come città nicolaiana anche a prescindere dalle confessioni religiose. Bari città nicolaiana è in definitiva una “Bari città aperta” sotto il profilo culturale, in cui anche grazie a San Nicola s’incontrano popoli e culture diverse rendendo operante il motto “A Bari nessuno è straniero”.

Auditorium Anas Puglia
Via Colajanni, 27 – BARI
venerdì 3 maggio ore 17:30
Ingresso con prenotazione
Infotel 3204306025