A Putignano, la 9ª edizione della Sei ore di San Giuseppe

In il

6 ore di san giuseppe 2020 putignano

9ª Sei ore di San Giuseppe – 21.03.2020
presentazione:

Un appuntamento da non prendere per il prossimo anno è la nona Sei ore di San Giuseppe 9° Trofeo Giovanni Chiapperino che avrà luogo a Putignano (Bari) il 21.03.2020, gara inserita nel Calendario Nazionale FIDAL e IUTA 2020.

Partendo da Piazza Aldo Moro, la gara si svolge nello splendido scenario del centro storico su un circuito pianeggiante di 1,300 Km.

Infotel 3358716301 – 3298511269
www.amatoriputignano.it

Iscriviti qui


La Nova Nouve di San Giuseppe a Gravina in Puglia

In il

La Nova Nouve di San Giuseppe Gravina in Puglia

La Nova Nouve di San Giuseppe
17ª Festa di San Giuseppe e del Papà
Giovedì 19 marzo 2020
Gravina in Puglia (Bari)

Ritorna l’appuntamento con la Nova Nouve di San Giuseppe giunta alla XVIIª edizione, tale ricorrenza vede protagonisti gli operatori del lavoro, gli artigiani, gli operai che in zona PIP contano numerose realtà.
Infatti, ai piedi del monumento dedicato a San Giuseppe in zona PIP, un gigantesco falò (come ormai tradizione) chiama intorno a se migliaia di bambini, tanti papà, nonni, famiglie che accompagnati da canti, balli, sagre e degustazioni varie, rendono la festa semplice ma ricca di amore.
La festa si svolge come ogni anno il 19 marzo mantenendo il folklore e le tradizioni di una volta.
Il programma della Nova Nouve di San Giuseppe 2020 prevede l’apertura della festa a partire dalle ore 18:00 dove si svolgerà la gara d U Ruccl focaccia tipica gravinese preparata in occasione della festa, ore 19:00 CamminiAmo con San Giuseppe dove vede bambini e famiglie camminare insieme a San Giuseppe con in mano pezzi di legna e ramoscelli di ulivo che serviranno per accendere il falò come da tradizione, a seguire intrattenimento musicale con la cover di Mina e Celentano , spettacolo di fuoco con artisti di stada, i tamburi del corteo storico Montfort, aspettando la grande accensione ore 21:00 della Nova Nouve con spettacolo pirotecnico, balli e canti popolari con il gruppo folkloristico “ La zjte”, Spettacolo di magia con Dodo Magic Illusion per poi continuare a ballare latino sotto le stelle con Dj Rocco Farina.

La direzione artistica è stata affidata a Michele Penisola e Domenico Picciallo Ariani che invitano insieme al Presidente dell’associazione Pasquale Capolongo e il presidente festa Francesco Giannelli, insieme a tutto lo staff a partecipare Giovedì 19 marzo 2020 Gravina in Puglia Piazza San Giuseppe – Zona industriale


Marcialonga di San Giuseppe – 40ª edizione

In il

Marcialonga di San Giuseppe 40 edizione

Gara Podistica sulla distanza di km 10,200.

REGOLAMENTO 40^ MARCIALONGA di SAN GIUSEPPE

1. L’ A.S.D. Amatori Putignano, con l’approvazione tecnica della FIDAL, con il patrocinio del Comune di
Putignano, della Regione Puglia e della Fondazione Carnevale di Putignano, organizza la
40^ MARCIALONGA di SAN GIUSEPPE
40° Trofeo “LAMI SPORT”
gara podistica nazionale valida anche quale 2^ prova del CAMPIONATO CORRIPUGLIA 2019, riservata a:
– tutti gli atleti italiani e stranieri residenti in regola con il tesseramento 2019 per Società affiliate alla FIDAL
delle categorie, juniores, promesse e seniores di ambo i sessi e in possesso del certificato medico per
svolgere attività sportiva a livello agonistico;
– atleti stranieri tesserati per Federazioni straniere affiliate alla IAAF;
– atleti italiani e stranieri in possesso della Runcard e tesserati per gli EPS sez. Atletica in possesso della
Runcard EPS limitatamente alle persone da 20 anni in poi (millesimo d’età) nel rispetto della normativa sulla
tutela sanitaria. Al ritiro del pettorale il certificato medico dovrà essere esibito agli organizzatori in originale;
copia del certificato dovrà essere consegnata agli organizzatori stessi.

2. La gara si svolgerà in Putignano domenica 24 marzo 2019 su un percorso urbano ed extra urbano di Km
10,200 con partenza alle ore 9,30 su Corso Umberto I, nei pressi di Piazza Aldo Moro.

3. Le iscrizioni (compresi i titolari di Runcard) dovranno pervenire entro le ore 24,00 di giovedì 21 Marzo
2019 esclusivamente tramite il nuovo portale dedicato www.corripuglia.com. Non saranno accettate
iscrizioni, cancellazioni e sostituzioni la mattina della gara. Per eventuali informazioni sono a disposizione:
– numeri telefonici di Francesco Ricchi 3298511268 e Carmine Lattarulo 3397745824
– e-mail societa@amatoriputignano.it.

4. La quota di partecipazione è di € 8.00. A tutti gli iscritti sarà consegnato un pacco gara contenente prodotti
alimentari e maglia tecnica.

5. A tutte le Società partecipanti sarà consegnato un ricordo del 40° anno della manifestazione.

6. Il raduno è fissato alle ore 08,00 su Piazza Aldo Moro. Un rappresentante di ogni Società dovrà ritirare la
busta tecnica contenente i pettorali e i pacchi gara.

7. Ogni concorrente potrà effettuare la gara entro il tempo massimo di ore 01,30. Trascorso tale lasso di
tempo i concorrenti ancora sul percorso dovranno sfilarsi il pettorale ed osservare le norme del Codice della
strada.

8. Tutto il percorso, ben segnalato, sarà controllato dalle forze dell’ordine, radio-amatori, volontari, giudici di
gara FIDAL.

9. Sarà garantita autoambulanza e assistenza medica per tutta la durata della manifestazione.

10. La gara, coperta da polizza assicurativa, si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica.
L’atto di iscrizione vale come esonero della ASD AMATORI PUTIGNANO da qualsiasi responsabilità civile e
penale per danni causati o derivanti a cose o persone prima, durante e dopo la gara.

11. Con l’iscrizione i partecipanti accettano il presente Regolamento e dichiarano di essere in regola con il
tesseramento federale 2019 e con le disposizioni riguardanti la tutela sanitaria dell’attività sportiva, come
prescritto dai vigenti regolamenti federali.

12. Tutti i partecipanti alla gara, con l’atto dell’iscrizione, concedono alla associazione organizzatrice, senza
alcun compenso a proprio favore, il diritto di utilizzare foto e filmati di qualunque genere, ripresi prima,
durante e dopo la manifestazione, anche per fini promozionali/pubblicitari.
Sede sociale: Via Sottotenente G. Pugliese, 6 – Tel./Fax 080.4934597 – 70017 PUTIGNANO (Bari) – C.F. e P.I.: 04091280729
www.amatoriputignano.it – societa@amatoriputignano.it – amatoriputignano
Inoltre, con l’iscrizione alla manifestazione, tutti i partecipanti alla gara autorizzano la ASD AMATORI
PUTIGNANO all’utilizzo dei dati contenuti nella scheda di iscrizione per formare l’elenco dei partecipanti, la
classifica, l’archivio storico, per espletare i servizi dichiarati nel regolamento, per comunicazioni successive e
per l’invio di materiale pubblicitario della manifestazione.

13. Per quanto non contemplato dal presente regolamento si fa espresso rinvio a quanto previsto dalle
norme federali.

14. Le classifiche saranno convalidate dal Giudice Delegato Tecnico/Giudice d’Appello. Eventuali
reclami dovranno essere presentati in forma scritta allegando la tassa di € 100. Per quanto non
previsto dal presente regolamento, valgono le norme tecnico statutarie della FIDAL e del G.G.G.

15. PREMIAZIONI
Le classifiche saranno elaborate a cura della FIDAL e dei Giudici FIDAL e saranno pubblicate sul sito
www.corripuglia.com e www.fidalpuglia.it/master.htm

I premi non sono cumulabili.
Saranno premiati con premi in natura:
– il primo atleta maschile classificato (che sarà escluso dalla premiazione di categoria);
– la prima atleta femminile classificata (che sarà esclusa dalla premiazione di categoria);
– i primi 5 atleti delle categorie SM, SM35, SM40, SM45, SM50, SM55 SM60, SM65;
– le prime 5 atlete delle categorie SF, SF35, SF40, SF45, SF50;
– i primi 3 atleti e le prime 3 atlete delle restanti categorie Seniores Maschili e Femminili.
Gli atleti/e J/P saranno considerati come unica categoria e saranno premiati i primi 3 atleti e le prime 3 atlete.
Gli atleti in possesso di RUNCARD rientreranno nella classifica generale ed in quelle di tutte le categorie.
La classifica di Società sarà redatta in base al numero degli atleti/e giunti al traguardo (un punto per ogni
atleta) con esclusione degli atleti/e J/P.
Saranno premiate le prime 13 Società.

Il Presidente
Lorenzo Valentini
FIDAL – C.R. PUGLIESE
SETTORE AMATORI-MASTERS
VISTO SI APPROVA – BARI 26/01/2019

N.B. Il presente regolamento viene approvato dal C.R. Fidal Pugliese per le parti che competono in
osservanza alle “Norme per l’Organizzazione delle Manifestazioni” 2019 approvate dal Consiglio
Federale della Federazione Italiana di Atletica Leggera. La manifestazione è classificata di livello
BRONZE.
E’ ammessa la partecipazione di:
– atleti italiani e stranieri tesserati per Società affiliate alla Fidal;
– atleti stranieri tesserati per Federazioni straniere affiliate alla IAAF;
– atleti italiani e stranieri in possesso della Runcard e tesserati per gli EPS (sez. Atletica) in possesso
della Runcard EPS nel rispetto della normativa sulla tutela sanitaria.


Sei ore di San Giuseppe 2019 – VIIIª edizione

In il

Sei ore di San Giuseppe 2019

8ª Sei ore di San Giuseppe – 23.03.2019
presentazione:

Un appuntamento da non prendere per il prossimo anno è l’8^ Sei ore di San Giuseppe Trofeo Giovanni Chiapperino che avrà luogo a Putignano (Bari) il 23.03.2019, gara inserita nel Calendario Nazionale FIDAL e IUTA 2019, Campionato Italiano IUTA 2019 di 6 ore su strada, prova del 17° Grand Prix IUTA 2018 individuale e per società, 6° Criterium Regionali IUTA Fascia Sud, e ove ci saranno le premiazioni del GP 2018. La manifestazione è organizzata dall’ASD Amatori Putignano con il patrocinio del Comune di Putignano, Regione Puglia, Comitato regionale pugliese FIDAL e la IUTA in collaborazione con la Polizia Municipale, l’Associazione Culturale la Chiancata.

LUOGO DI SVOLGIMENTO DELLA GARA E RITROVO Comune di Putignano (Bari), Piazza Aldo Moro, ore 10.00 – La partenza avverrà alle ore 14.00.

PERCORSO GARA Circuito di 1,278 km (omologato FIDAL), articolato nel centro storico del Paese, pianeggiante e completamente chiuso al traffico. È assolutamente vietato l’uso di bastoncini da trekking, nordic walking e simili.

PARTECIPAZIONE Possono partecipare solo gli atleti tesserati FIDAL (o RunCard FIDAL) in regola con l’idoneità sportiva agonistica per l’anno in corso, e che abbiano compiuto il 20° anno d’età alla data del 23.03.2019.

QUOTE D’ISCRIZIONE
– Euro 40,00 (Euro 35,00 iscritti IUTA e Club Super Marathon Italia) fino a sabato 9.03.2019 (con pettorale nominativo);
– dal 10.03.2019 la quota sale a Euro 50,00 per tutti La polo ricamata della gara sarà garantita solamente a chi si iscrive e completa il pagamento entro il 9.03.2018. Sarà possibile fare il tesseramento IUTA a soli 15€ (incluso calza tecnica o altro materiale) presso il ritiro pettorale. Si prega di avvisare prima per il numero limitato delle tessere disponibili. Per info chiamare Gianni Derobertis 335.1426794. L’iscrizione si chiuderà al raggiungimento max 250 atleti. L’accettazione delle iscrizioni è legata al giudizio insindacabile dell’organizzazione. Atleti che hanno subito squalifiche da parte di enti, organizzazioni o associazioni sportive negli ultimi 2 anni non saranno ammessi alla gara.

MODALITÀ D’ISCRIZIONE É possibile iscriversi tramite:
– sito www.icron.it con carta di credito o paypal;
– Bonifico Bancario IBAN: IT 68 S 084 6941630000000042935 BIC: ICRAITRRD10 intestato a: Associazione Sportiva Amatori Sede sociale: Via Sottotenente G. Pugliese, 6.
– Tel/Fax 0804934597 – 70017 PUTIGNANO (Bari) – C.F. e P.I.: 04091280729 www.amatoriputignano.it – societa@amatoriputignano.it – amatoriputignano.

PREMIAZIONE INDIVIDUALI
Primi 5 atleti in assoluto maschi e prime 3 atleta in assoluto femmine, con prodotti locali e/o materiale sportivo e/o coppe o targa.
1° atleta classificato di categoria FIDAL, m/f (saranno esclusi i primi assoluti premiati m/f).

ACCOGLIENZA ED OSPITALITÀ È possibile soggiornare presso i Bed and Breakfast convenzionati (per € 25-35 anotte a persona):
– telefonando al 3404630573 Pasquale Marchitelli;
– inviando email a info@lachiancata.it Ristorante convenzionato per atleti ed accompagnatori · “A Crjanz” Porta Barsento, 8/Via Goito, 22 – Putignano – Tel: 080 405 5745

MATERIALE TECNICO Sarà consegnato a tutti i partecipanti:
– Pettorale
– Chip (da riconsegnare al ritiro della medaglia)
– Spille di sicurezza
– Buoni pasto e cena per gli atleti inseriti nella busta del chip.

PACCO GARA E MEDAGLIA RICORDO
– Sarà consegnato agli iscritti un pacco gara con prodotti alimentari e gadget vari.
– Medaglia per gli atleti giunti regolarmente al traguardo della 6 ore. – Buoni pasto per accompagnatori che potranno fare richiesta versando un contributo di € 5,00.
– Il diploma di partecipazione e le foto dell’evento saranno pubblicate online su www.icron.it.

GIUDICI DI GARA Il servizio sarà eseguito dal Gruppo Giudici Gara FIDAL.

CRONOMETRAGGIO Saranno previste rilevazioni cronometriche dei giri mediante chip fornito a ogni atleta.

AGENDA E PROGRAMMA

GARA Sabato 23 marzo ore 10.30 ritiro pacco gara e materiale tecnico (fino alle ore 13.15) ore 12.00 pasta party ore 13.45 appello atleti ore 10.30 ritiro pacco gara e materiale tecnico (fino alle ore 13.15) ore 12.00 pasta party ore 13.45 appello atleti ore 14.00 partenza gara ore 20.00 conclusione gara ore 20.10 consegna medaglia e restituzione chip ore 20.30 pasta party ore 21.00 cerimonia di premiazione

NOTIZIE UTILI (indicazioni stradali)
Gli aeroporti più vicini: http://www.aeroportidipuglia.it/index.asp 50 km – Bari 82 km – Brindisi.
In treno: FF.SS.: stazione di Bari – poi prendere il treno delle Ferrovie Sud-Est http://www.fseonline.it/ per Putignano. La domenica ci sono solo Autolinee da Putignano a Bari Centrale http://www.fseonline.it/
In auto Dall’autostrada A14 o provenendo da Bari o da Taranto: percorrendo la SS 100 Bari Taranto, imboccare l’uscita per Gioia del Colle e seguire le indicazioni per Putignano. Giunti nel centro abitato seguite le indicazioni per il centro. Provenendo da Brindisi o da Lecce: percorrendo la Bari-Brindisi, imboccare l’uscita Fasano Taranto e proseguire seguendo le indicazioni per Noci-Putignano. Dopo aver attraversato il suggestivo Canale di Pirro seguire l’indicazione per Putignano che condurrà, dopo circa 10 km, in paese. Giunti nel centro abitato seguite le indicazioni per il centro.

INFO Tel. 3298511268 (Francesco Ricchi) – 3358716301 (Vito Intini) – email: societa@amatoriputignano.it web: www.amatoriputignano.it


La Fanove di Caino e Abele

In il

la fanove di caino e abele altamura

SAN GIUSEPPE A JESCE
FALO’ … CAINO E ABELE nella cultura agropastorale

EVENTO RINVIATO A SABATO 23 MARZO ORE 18.00

Programma:
ore 18 visita di jesce
 simbolismo di Caino ( contadino) e Abele ( pastore)
ore 19 accensione fuoco e brace serale
ore 20 canti e suoni rurali liberi

IL TEMA DEL FALO’
Il 19 marzo rappresenta una data molto importante per il nostro Paese, il momento in cui religiosità e
tradizioni pagane si fondono insieme per dare vita ad eventi e manifestazioni caratteristiche ed
emozionanti. Tra la celebrazione cristiana di San Giuseppe e l’omaggio alla figura paterna con la festa del
papà, questo giorno precede di pochissimo l’arrivo della bella stagione, passaggio che in molti comuni viene
salutato con eventi e manifestazioni di vario genere, dove spesso, la componente caratterizzante è il fuoco.
Facile individuarne il motivo nell’idea di purificazione che da sempre accompagna questo elemento. 
Così,proprio il 19 marzo, con l’obiettivo di allontanare le componenti negativi della stagione rigida e fredda
hanno luogo i vari falò di San Giuseppe. 
Spesso l’inverno è simboleggiato da un fantoccio vecchio che viene completamente bruciato su un enorme fuoco controllato. Con questo atto si dice definitivamente addio alle
ristrettezze invernali, per dare il benvenuto alla solare primavera auspicando prosperità. 
Al rito pagano,viene sempre associato un elemento che richiama l’;attaccamento alla cristianità. 
Per questa ragione all’interno del grande falò di San Giuseppe che prende vita nei diversi borghi locali, viene gettato dalla
popolazione un ramo di ulivo. 
Il messaggio è chiaro: la nuova stagione sarà florida solo grazie all’aiuto celeste ed ultraterreno.
Il fuoco si presenta in una doppia veste simbolica. 
Da un lato esso rappresenta la distruzione di tutto ciò
che angoscia la comunità (la fame, la malattia, la morte) ed è per questo che sui roghi spesso bruciano
fantocci e streghe di paglia o l’effige della Morte; dall’altra si presenta come rigeneratore per eccellenza,
essendo considerato promotore della crescita dei raccolti, e del benessere dell’uomo e delle bestie, o positivamente stimolandoli, o negativamente stornando i pericoli e le calamità che li minacciano da cause come tuoni e lampi, incendi, muffa, insetti, sterilità, malattie.
Il rito della vampa di San Giuseppe, che coincide con la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, è una delle testimonianze del passaggio di elementi pagani nella religiosità popolare, elementi che sono stati assorbiti e risignificati in funzione del culto cristiano. 
Nella tradizione popolare, infatti, il fuoco costituisce un’offerta al Santo che patì il freddo nella grotta di Betlemme e che bruciò il suo mantello e andò di casa in casa a alla ricerca di di un pò di brace per riscaldare il Bambino Gesù e la Madonna.

IL TEMA DI CAINO ED ABELE
CAINO: agricoltore (come Noè ed Isacco)
ABELE: pastore (come Abramo, Giacobbe e Mosè)
Caino rappresenta la vita agricola e sedentaria, senza libertà : OBBEDIENTI E TRADIZIONALISTI
Abele rappresenta la pastorizia, che nel Vicino Oriente antico era l’attività tipica dei seminomadi:

RIBELLI ED INNOVATORI
I pastori e gli agricoltori hanno visioni politiche diverse e vivono in società organizzate in modo diverso,perché diverso è il sistema di produzione della ricchezza di cui vivono-
Quindi quello che è il profondo significato proveniente dalla Bibbia è che i pastori sono privilegiati da Dio perché persone indipendenti forti e coraggiose tali da essere protagonisti della creazione.Oggi vediamo molti agricoltori diventati pastori e viceversa per tanto siamo tutti Caino siamo tutti Abele !
Nella nostra ideale galleria di figure bibliche giovanili non poteva mancare questa coppia di fratelli, la cui
vicenda spesso si ripete nelle infinite violenze nascoste all’interno delle pareti domestiche. 
In realtà in questi due personaggi non si annida solo il contrasto familiare, quello che per assonanza è
proverbialmente detto lo scontro tra fratelli-coltelli. 
I due, infatti, incarnano anche professioni e stati di vita
diversi e non di rado ostili anche oggi.
Caino (il cui nome in verità può significare “lavorare il metallo”) è un sedentario, un agricoltore, anzi, sarà il primo costruttore di città. Abele, invece, è un nomade, un pastore errante negli spazi liberi. Tra queste due visioni di vita scatta uno “scontro di civiltà”, ma alla radice c’è proprio la violenza giovanile e familiare che sfocia in un fratricidio. 
Il tutto è narrato in una pagina, il capitolo 4 della Genesi, considerata un archetipo emblematico di tante storie che hanno striato di sangue l’umanità.
In tutte le versioni della storia, Caino è un agricoltore e Abele un pastore. Caino viene ritratto come un peccatore e come il primo traditore della storia, assassino di suo fratello, dopo che Dio ebbe rifiutato i frutti del suo raccolto in sacrificio in favore delle sacrificate da Abele. Caino viene menzionato come il
primogenito di Adamo ed Eva, e quindi, come dicono le sacre scritture, il primo essere umano a nascere.
Abele è stato la prima vittima, il primo essere umano a morire.
Abele, in quanto prima vittima, a volte viene visto come il primo martire; Caino invece viene visto come un
progenitore del male. Varie allusioni a Caino e Abele come archetipo del fratricidio sono presenti in
numerosi riferimenti e racconti, attraverso l’arte medievale e altre opere d’arte classiche Shakespeareane.
Il nome Abele, in ebraico, è composto da una radice che rimanda alla parola respiro. Secondo altri
 deriverebbe invece dal sumerico Ibila o anche dall’accadico Ablu,che significa figlio.


Il falò di San Giuseppe a Locorotondo

In il

falo di san giuseppe in contrada locorotondo

Torna il falò di San Giuseppe del Paese delle Contrade
Quest’anno alla scoperta di Contrada Caledda – Area Malva

Come tradizione vuole, la sera della Festa di San Giuseppe, si celebra la fine dell’inverno e l’arrivo della primavera, con la luce che torna a trionfare sul buio.
Anche quest’anno l’Associazione “Il Paese delle Contrade” con i suoi soci e volontari accenderà un grande fuoco intorno a cui celebrare questa festa contadina.

Ogni anno viene scelto un luogo diverso, per far scoprire ai partecipanti sempre più numerosi un nuovo angolo di territorio, una delle caratteristiche contrade che circondano Locorotondo e quest’anno la contrada ospite si chiama Caledda. (GPS 40.782165N – 17.309752E)

A partire dalle ore 19.00 ci si radunerà sullo spiazzo in attesa della Comare anziana che accenderà il falò e si potranno apprezzare gli stuzzichini della tradizione e brindare al risveglio della Natura, allietati dalla musica, dai canti e dalle danze tradizionali locali come la pizzica o la quadriglia.

Maggiori informazioni al numero 3201583971 o sul sito web www.ilpaesedellecontrade.it o sulla pagina Facebook “Il Paese delle Contrade”.


San Giuseppe: i falò della tradizione a Locorotondo

In il

i falo di san giuseppe 2019 locorotondo

San Giuseppe: i falò della tradizione a Locorotondo

La sera di San Giuseppe, lunedì 19 marzo, il buio su Locorotondo sarà illuminato dai tanti falò che verranno accesi, in segno di devozione al Santo e di tradizione locale.
L’Amministrazione Comunale, per il terzo anno consecutivo, ha raccolto in un unico manifesto tutti i falò più grandi che, associazioni e privati, stanno organizzando.
A coordinare il tutto è il consigliere comunale incaricato ai Rapporti con le Associazioni Paolo Giacovelli:
«Anche quest’anno siamo riusciti a mettere insieme un programma ricco per questo giorno così importante per il nostro paese. Continuare a proteggere e a custodire questa magnifica tradizione che si conserva così straordinariamente viva nelle nostre contrade è uno degli obiettivi che dall’anno scorso ci siamo prefissati.
Grazie alle idee e soprattutto all’aiuto di tutte le associazioni e privati, il 19 di marzo si volgeranno 8 falò in onore di San Giuseppe e sempre grazie a loro siamo riusciti a dare prosecuzione alla III edizione di questo magnifico evento».


Festa di San Giuseppe ad Acquaviva delle Fonti

In il

Festa di San Giuseppe ad Acquaviva delle Fonti

A Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari si svolge nella giornata di Martedì 19 Marzo la Festa in onore di San Giuseppe.

Programma:
Ore 08.00: Salviata di giochi pirici e giro per le vie del quartiere e del Paese della bassa musica U-Sciaraball di Carbonara

Ore 16.00: Uscita della cima per le vie del Paese accompagnata dalla bassa musica U-Sciaraball

Ore 20.00: Accensione del falò in onore di San Giuseppe e dello spettacolo pirotecnico presso ex zona 167

Il comitato organizzatore e il presidente Emanuele Petrelli ringrazia tutti coloro che si impegneranno per la perfetta riuscita dei festeggiamenti e larga ospitalità a tutti i forestieri.