Festa del Mare 2019: concerti, dj set, teatro, cinema, danza, libri, mostre, artisti di strada e mercato del vinile

In il

festa del mare 2019 bari

Festa del Mare – Bari 2019
15 giorni di programmazione ad ingresso gratuito tra concerti, dj set, teatro, cinema, danza, libri, mostre, artisti di strada, mercato del vinile per il cartellone estivo di Bari dedicato al mare

È in programma da sabato 3 a domenica 18 agosto la seconda edizione di Festa del Mare – Bari 2019 promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Pugliapromozione, organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la supervisione artistica del Comune di Bari.
Accanto agli appuntamenti di piazza diffusi in diversi quartieri, dal 3 al 31 agosto il Teatro Margherita ospiterà On Board, una mostra fotografica con la direzione artistica di Phest – See beyond the Sea, il festival internazionale di fotografia, arte, musica e contaminazioni dal Mediterraneo che si tiene tutti gli anni a Monopoli, che per Bari ha scelto il tema dei porti declinato secondo la sensibilità degli artisti Federico Winer, Noelle Mason, Dario Agrimi e Jasmine Pignatelli

Con oltre 445.000 arrivi turistici annuali, 600.000 crocieristi, 327.000 cittadini e 1,2 milioni di abitanti della sua città metropolitana, Bari è la prima destinazione turistica e centro nevralgico di una regione che negli ultimi anni ha dimostrato si essere molto attiva nel campo della creatività e della cultura. A suggello degli ottimi risultati raggiunti, quest’anno è anche stata inserita al quinto posto delle mete turistiche estive europee – unica destinazione italiana – dalla prestigiosa guida Lonely Planet, vera e propria Bibbia per i viaggiatori di tutto il mondo.

Per queste ragioni il Comune di Bari e la Regione Puglia hanno deciso di promuovere un cartellone estivo ad ingresso gratuito che animi l’estate 2019 coinvolgendo i talenti del territorio in una programmazione multidisciplinare in alcuni dei luoghi più suggestivi della città. Un progetto in continuità con quello realizzato nel 2018 ma che rilancia alcuni temi importanti: valorizzazione del Mare, sensibilizzazione ai temi ambientali attraverso un programma variegato di numerosi appuntamenti tra concerti, dj set, teatro, cinema, danza, libri, mostre, artisti di strada e mercato del vinile.

La programmazione prevede quindici giorni di attività e molteplici iniziative che si dipaneranno in alcuni dei luoghi simbolo di Bari: il Fortino di Sant’Antonio Abate, piazza del Ferrarese, piazza Mercantile a Bari vecchia; il rinato Teatro Margherita, piazza Eroi del Mare a Madonnella, piazza della Torre a Torre a Mare, piazza dei Mille a Santo Spirito e il nuovo Waterfront di San Girolamo.

Festa del mare intende offrire una rappresentazione della qualità del territorio attraverso la cultura, la storia, la bellezza con una programmazione in grado di intercettare diversi segmenti di pubblico, compresi i più piccoli. Quest’anno il progetto si integra ad altre manifestazioni in programma a Bari al fine di realizzare un calendario estivo unico con Festa del Mare, On Board, Bari Piano festival (24 agosto-1 settembre), Premio Nino Rota – anteprima a Torre a Mare (7 settembre), Sentieri metropolitani – mese dedicato alla cultura enogastronomica (6 settembre- 7ottobre), Ad Museum anteprima Time Zones 34esima edizione Chiostro di Santa Chiara (21-22 settembre) oltre ad un evento speciale ancora in via di definizione.

Inoltre Festa del Mare lascerà un segno tangibile sul territorio con il coinvolgimento di 5 noti writers che lavoreranno in piazza Mercantile per realizzare altrettanti murales dedicati all’ecosistema marino con dei riferimenti all’inquinamento dei mari con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico al tema.

Ogni sera i baresi e i numerosi turisti presenti in città avranno l’opportunità di trovare occasioni di svago e intrattenimento e apprezzare alcuni dei luoghi più significativi del ricco patrimonio artistico barese. Il Fortino di sant’Antonio dal 5 al 18 agosto ospita Bari Vinyl Connection, a cura di Summit Club coordinato da Assioma, un fitto programma di dj set e un mercatino del vinile dedicato agli appassionati e dal 5 all’11 Sailing Books – Rotte letterarie a cura di Spine, con libri, fumetti, edizioni limitate e curiosità per gli amanti della lettura sul tema del mare. Il Teatro Margherita dal 3 al 31 agosto invece ospita la mostra ON BOARD con gli artisti Federico Winer, Noelle Mason, Dario Agrimi e Jasmine Pignatelli e la direzione artistica di PhEST. Piazza della Torre a Torre a Mare il 5 agosto ospita lo spettacolo Il sol ci ha dato alla testa della Rimbamband, in cui cinque straordinari musicisti un po’ suonati incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano e giocano. Uno spettacolo in cui il reale si fa surreale, l’impossibile diventa possibile, il possibile improbabile.
Piazza Eroi del Mare invece il 6, 7 e 8 agosto ospita un ricco programma di live e dj set: il 6 agosto live di Spaghetti Brothers e i dj set di Innocent Soul e Dj Lillo; il 7 agosto live di Nicola Conte e Carolina Bubbico e dj set di Claudio De Tullio e Andrea Fiorito infine 8 agosto tre dj set di Amaronoj, Amerigo e Urban solution. Piazza dei Mille diventa un teatro a cielo aperto con spettacoli di tre icone assolute della scena teatrale barese: 9 agosto Anonima GR in Bar Qui Si Gode, 10 agosto Nico Salatino in Pane, Amore e Pomodoro e 11 agosto Gianni Colajemma in BariLand. E ancora il Waterfront di San Girolamo ospita il 12 agosto lo spettacolo di Danza aerea Prime Visioni – I Suoni del Mare di Elisa Barrucchieri, colonne sonore famose e visioni in danza a terra, in aria, in acqua al tramonto e diventa un’arena con le proiezione, in collaborazione con Apulia Film Commission, dei fil Cult Quo Vado?, 13 agosto, e La Capagira, 14 agosto. Infine Bari Vecchia dal 16 al 18 agosto ospita un gruppo di writers impegnati nella realizzazione di murales dedicati all’ecosistema marino e B.Arts, festival degli artisti di strada a cura di Trick e Ballack.

MERCATO DEL VINILE E DJ SET

Dal 5 al 18 agosto, 19:00–02:00
Bari – Fortino Sant’Antonio
Bari Vinyl Connection II Edizione a cura di Summit Club Bari, coordinamento gruppo Assioma

5 agosto – Tuppi, Papaceccio & Meelone – “From Here To Eternity”;
6 agosto – EXP Records Store: DJ Plant Texture & Guests – “Exploration Part 2”;
7 agosto – Ivan Piepoli, Pierpaolo Guaragno & Arcangelo DJ – “Hard To Explain”;
8 agosto – Mix Market Records: Michele Lamparelli & Guests – “Disco Not Disco”;
9 agosto – Jamano, DJ Riot & DJ Puppet – “The Black Music Ship”;
10 agosto – Tomy & Valentino DJ – “Interstellare Part 2”
11 agosto – Giorgio Di Natale & Enzo Blasi – “From The Space”;
12 agosto – Misspia & Bonnie Valentine – “Swing, Soda & Rock’n’Roll”;
13 agosto – Mauro Manzo & Gianpiero Carbonara – “We Gotta Feeling Part 2”;
14 agosto – Roaming Radio: Ikävä Pii & Guests – “Nomadic Music”;
15 agosto – Summit DJs & Claudio Cellamare Live – “Ferragosto Italiano”;
16 agosto – Mars, Giuseppe Arezzo & Tania Rosito – “Terrazza Sul Mare”;
17 agosto – Midnight Resistance Hi Fi: Mengo Tee & Guests – “Bass Me Crazy”;
18 agosto – Gianluca De Tullio, Innocent Soul & Aslape – “House Family”

LIBRI

Dal 5 all’11 agosto, 19:00–00:00
Bari – Fortino Sant’Antonio
Sailing Books – Rotte letterarie a cura di Spine
Libri alla Festa del Mare: alcune tra le librerie indipendenti più attive della città di Bari presentano al pubblico un’accurata bibliografia ragionata attorno al tema del mare. Il mare che ha da sempre ispirato scrittori, poeti e illustratori. Un modo nuovo per conoscere i libri, i librai e il loro lavoro di presidio culturale al di fuori delle loro case.

5 agosto – Spine e Millelibri;
6 agosto – Libreria 101 e Bari Ignota;
7 agosto – Svoltastorie e Libreria 10;
8 agosto – Campus e Spine;
9 agosto – Svoltastorie e Spine;
10 agosto – Ziczic e Spine;
11 agosto – ZicZic e Spine

SPINE
Spine Bookstore è una libreria itinerante e interattiva dedicata all’editoria indipendente, al self-publishing e al libro illustrato per bambini e per adulti. Propone workshop e corsi sull’educazione alla lettura, sul mondo del libro, sui linguaggi dell’immagine e sulle tecniche dell’artigianato, tra analogico e digitale. Collabora con altre realtà per consulenze bibliografiche e progettare e organizzare market e book corners, incontri, eventi e laboratori su misura. Quest’anno per la Festa del Mare 2019 ha chiamato a raccolta alcune tra le migliori librerie indipendenti baresi.

BARI IGNOTA
Bari Ignota è la libreria-casa editrice specializzata nella produzione e vendita di libri dedicati alla storia di Bari. Inaugurata il 1° giugno del 2018, ha sede a Bari in via de Rossi 183. Organizza e promuove seminari, dibattiti e manifestazioni pubbliche.

CAMPUS
Nata come libreria scientifica e tecnica è diventata punto di riferimento per professionisti e studenti universitari. Nel tempo, ha arricchito il proprio catalogo con una selezione di narrativa e saggistica, rivolgendo particolare attenzione agli autori ed editori pugliesi. Non ha saputo resistere alla bellezza dei libri dedicati all’infanzia, alle suggestive illustrazioni e ai racconti sorprendenti, tanto da dedicare ai lettori più giovani una parte sempre più ampia della libreria. Una panchina e un albero di legno, piccole sedie e un tavolino, sono oggi circondati dai volumi per bambini, scelti accuratamente insieme a giocattoli di alta qualità, con uno sguardo sempre attento agli illustratori emergenti e agli editori più innovativi. Grazie agli espositori mobili, la libreria si trasforma di volta in volta per ospitare laboratori creativi, incontri culturali, letture e presentazioni per tutte le età.

LIBRERIA 101
La Libreria 101 è una libreria indipendente. Si occupa principalmente di narrativa, poesia e saggistica. Nasce il 23 settembre 2017 da una grandissima passione per l’editoria di qualità e dal piacere di ricercare continuamente pubblicazioni di valore, con una particolare attenzione a quelle di editori anche piccoli e indipendenti.

MILLELIBRI
Millelibri è una libreria specializzata in poesia, contemporanea e anche lontana nel tempo, talvolta di difficile reperibilità. Tra i suoi scaffali, vecchie librerie di famiglia, trovano spazio libri nuovi e usati. Siamo in Via dei Mille 16, in una piccola e accogliente bottega.

SVOLTASTORIE
Svoltastorie è una libreria per ragazzi e ragazze di ogni età. Ci puoi trovare storie per riconoscere svolte da non perdere.

ZICZIC
“zic-zic” è un modo di dire dialettale, vuol dire “perfetto, ma per puro caso”. ziczic è un’associazione di promozione sociale nata nel luglio 2017, a seguito della vittoria del bando regionale “PIN-Pugliesi innovativi”, con l’intento di promuovere la cultura del libro, dell’arte grafica e illustrata, con particolare attenzione al mondo della tipografia e delle metodologie di stampa artigianali, attraverso la programmazione di eventi, mostre, workshop e laboratori. ziczic è uno studio di ideazione, stampa e confezione di manufatti editoriali, un luogo aperto ad autori, appassionati e curiosi che vogliano cimentarsi nel realizzare un prodotto stampato. È una piccola casa editrice che si occupa di microeditoria autoprodotta e che ha come principale filone di ricerca e pubblicazione la narrazione di luoghi, paesaggi e storie con linguaggi inediti e supporti di fattura artigianale.

ARTI VISIVE
Dal 3 al 31 agosto, tutti i giorni, 10:00-13:00 – 16:00-21:30
Mostra – On Board a cura di Phest – ingresso libero
Federico Winer, Noelle Mason, Dario Agrimi, Jasmine Pignatelli. Direzione artistica Phest
Il porto deve la sua eccezionalità all’essere un luogo che non è più qualcosa e non già qualcos’altro, uno spazio neutro sospeso che pone in relazione, che unisce luoghi, culture, immaginari lontani. Se Federico Winer con il suo Ultradistancia, prova a riportare luogo e parola sullo stesso piano di neutralità in un momento in cui quella neutralità sembra smarrita, i lavori di Agrimi e Pignatelli raccontano i porti come miraggio, come un nuovo luogo in cui si consuma la fragilità politica contemporanea, definendo un nuovo spazio di eccezione. E le radiografie di Noelle Mason pongono il porto, la frontiera come nuovo paradigma della bio-politica e la figura del rifugiato come elemento di crisi della finzione contemporanea della sovranità moderna.
Infine, una serie di cannocchiali gialli puntati verso il mare inviterà gli avventori ad avvicinarsi per scoprire un paesaggio inatteso in cui spazio e tempo si sospendono e si annullano per un istante.

Federico Winer – Ultradistancia
L’artista argentino Federico Winer parte dalla sua fascinazione per le mappe, rivelatrici della curiosità umana verso il mondo. A partire dalle immagini satellitari di Google Earth, con Ultradistancia Federico crea dei tableaux in cui le forme geometriche, i colori, ci portano fuori dal mondo e poi di nuovo dentro, vicini. Il mouse è il suo pennello, attraverso il quale seleziona e crea un paesaggio, una Geografia Estetica, che ci affascina per la sua bellezza e immensità, e allo stesso tempo ci riporta a una dimensione umana, riconoscibile, nostra.
Federico Winer (Buenos Aires, Argentina, 1973) è un artista visivo, fotografo e professore di Filosofia Politica all’università di Buenos Aires, con una formazione in scienze politiche, filosofia, architettura e arte. È uno dei membri fondatori del gruppo sperimentale Soy Cuyano, una squadra multidisciplinare di intellettuali e scienziati che esplorano la relazione tra la filosofia, le scienze e le arti.

Dario Agrimi – Gradi di vergogna
Diverse isole dalla forma regolare, di un colore impenetrabile e specchiante per effetto dell’olio nero che ricopre le vasche metalliche. Ne emergono volti e parti anatomiche segnati dal tragico destino del loro inabissarsi. Agrimi dispone i corpi in un sacrario, dove tutto appare posato e sospeso, tra la superficie e il baratro, tra la vita e la morte.
L’opera rievoca prepotentemente le recenti vicende migratorie lungo il Mediterraneo; luogo di storia, di culture e vita ma anche di attraversamenti, disperazione e decadenza, dove sulle acque limpide dell’orizzonte si addensano le acque putride e stagnanti di una civiltà che condanna alla morte e all’oblio. La misura esatta, regolare e modulare di questi “gradi di vergogna” rimanda alla fredda serialità del conteggio di corpi e ritrovamenti in mare, rendendo la scultura una somma di feretri disposti di fronte allo sguardo impassibile dell’osservatore.
Tra i protagonisti italiani della nuova generazione dell’arte contemporanea, Dario Agrimi realizza opere di forte valenza concettuale, caratterizzate da un deciso sarcasmo e dallo spiazzamento percettivo, ricorrendo ai media più differenti, dalla pittura alla scultura, dall’installazione ambientale alla fotografia e al video.

Noelle Mason – X-Ray Vision vs. Invisibility
X-Ray Vision vs. Invisibility è un progetto sugli effetti fenomenologici delle tecnologie visive nella percezione di migranti clandestini. La serie fotografica trasforma in oggetti le immagini fatte al confine Stati Uniti/Messico per mostrare come le nuove tecnologie di visione (backscatter o retrodiffusione a raggi x, sonica, termica, digitale) replichino le modalità cartesiane della visione e pertanto rafforzino le relazioni politiche e sociali di stampo neocoloniale nei confronti del Messico.
La cianotipia è stata usata per creare immagini di camion da trasporto fatte con una macchina a raggi X a retrodiffusione, collegando questo nuovo tipo di immagine digitale ai processi storici di creazione delle immagini, sviluppati all’inizio dell’era moderna. Il processo della cianotipia, utilizzato per la riproduzione di planimetrie architettoniche, entra in risonanza con le figure “in rilievo” prodotte dalla macchina “backscatter”, attraverso immagini che rivelano una inquietante tensione tra l’aspetto meccanico dei camion e il cargo umano che trasportano.
La fisicità di queste immagini, ottenuta attraverso l’arte e le tecniche alternative di stampa, mette sul tavolo l’immediatezza con cui sono state originariamente prodotte e visualizzate, togliendole dallo schermo e dando loro una fisicità e uno spazio per essere visibili al di fuori del contesto originario di sorveglianza.
Noelle Mason è un’artista multidisciplinare il cui lavoro tratta la sottile seduzione del potere dovuta ai sistemi di controllo visuale e istituzionale. Noelle ha esposto i suoi lavori internazionalmente in vari spazi non tradizionali, oltre a gallerie e istituzioni quali il Museo Nazionale di Arte Messicana a Chicago, il museo di Orlando in Florida e il Museo di Arte di San Pietroburgo.
Nel 2004 Noelle ha fatto pratica presso la scuola di pittura e scultura di Skowhegan. Possiede una laurea in teatro e arte dall’Università Irvine, in California e ha ottenuto il suo master alla scuola dell’Istituto d’Arte di Chicago. È professore associato di arte all’università della South Florida.

Jasmine Pignatelli – Sono persone 8.8.1991
Un’opera di Jasmine Pignatelli, a cura di Stefano Straziota e Anna Gambatesa
realizzata da Misia Arte, Cellule Creative e Track Design con WeRent srl, Doronzo Infrastrutture, Elettrotecnica Italiana Smart, SEC Mediterranea srl
con il patrocinio di Arca Puglia Centrale, Comune di Bari
L’OPERA e la TRASMISSIONE MORSE per le CELEBRAZIONI dello sbarco della Vlora
SONO PERSONE 8.8.1991

SONO PERSONE è l’installazione permanente di Jasmine Pignatelli sul lungomare di Bari: un memoriale ad alta intensità poetica e civile a ricordo dei 20.000 albanesi arrivati a Bari con il mercantile Vlora nel 1991. La scultura traduce in codice morse la frase che il sindaco Enrico Dalfino (1935-1994) pronunciò alla fine di una giornata che ha segnato la storia della migrazione mondiale. L’artista rende indelebile una frase, un fatto storico, un cittadino e con lui l’intero popolo barese che ha saputo accogliere quando si doveva accogliere. In occasione dell’anniversario dello sbarco, dalla postazione radioamatoriale A.R.I. (sez.Bari) allestita al Teatro Margherita, le parole che hanno ispirato l’opera verranno affidate all’etere attraverso una trasmissione morse sonora, messaggio universale destinato a raggiungere tutto il globo. L’evento è realizzato da Misia Arte e Cellule Creative con il Patrocinio di Arca Puglia Centrale, Comune di Bari, Regione Puglia, Ordine degli Avvocati Bari, A.R.I sezione di Bari.

Jasmine Pignatelli sviluppa nei suoi lavori riflessioni intorno ai concetti di modulo, segno plastico e linguaggio morse, traducendoli in elementi/forme che determinano e interrogano lo spazio coinvolto. Nelle sue opere l’indagine sulle relazioni tra spazio, tempo, segno e movimento è sempre connessa a intenti emotivi e umanistici alla ricerca di una dimensione poetica ed emozionale della geometria che superi il dato puramente concettuale per comunicare passione civile, sentimento, umanità per una nuova lettura del nostro Essere nell’Esistente.
Jasmine Pignatelli (Toronto, Canada, 1968) vive e lavora tra Roma e Bari. Dopo gli studi artistici e la laurea in Architettura sceglie come campo privilegiato del suo agire artistico la scultura. Geometria Concettuale, Arte Analitica e Programmata sono le principali linee di ispirazione della sua ricerca. Il suo linguaggio artistico si affida ad una geometria umanistica che comunica passione civile, sentimento, umanità. Ha all’attivo mostre collettive e personali. Sue opere sono in collezioni private e pubbliche e ha realizzato sul territorio italiano diverse opere pubbliche.

PhEST – See Beyond the Sea
PhEST è un festival internazionale di fotografia, arte, musica dal Mediterraneo. Il festival si tiene tutti gli anni a Monopoli e inaugurerà la sua quarta edizione il 6 settembre. Tra gli eventi annunciati nelle giornate inaugurali, il concerto gratuito dei C’mon Tigre a Largo Castello a Monopoli.

ABOUT PhEST
Noi siamo una grande penisola gettata nel Mediterraneo e certe volte ce ne dimentichiamo.” (Franco Cassano, Il pensiero meridiano, 1996)
PhEST è fotografia, cinema, musica, arte, contaminazioni dal Mediterraneo.
PhEST nasce da una necessità, quella di provare a restituire una voce propria alle mille identità che compongono il mare in mezzo alle terre, quella di ridefinire un immaginario proprio e nuovo.
La necessità non è quella di cucire la distanza che il Mediterraneo crea tra queste identità perché questo mare semmai le identità le crea e le pone in relazione, ma di ricucire la frattura tra il reale e la sua rappresentazione fuori dal teatro delle verità, dalla scena della verità che spesso l’Occidente è in grado di imbastire.
Quando le voci autrici di quell’immaginario statico sembrano perdersi e vacillare, emerge con chiarezza la necessità di ridefinire, rivedere in forma non assoluta, ma in forma eternamente cangiante. Nel momento in cui tutto sembra dunque meritare una nuova definizione, ci sembrava giusto ripartire da qui, dall’idea destabilizzante di una continua riscrittura del presente.
L’area geografica di interesse, mai davvero restrittiva e sempre pronta a modificarsi, a estendersi, a focalizzarsi, coincide con la naturale panoramica di quello sguardo da qui, da Monopoli, dalla Puglia: il Mediterraneo, i Balcani, il Medio Oriente, l’Africa e oltre.
Questi sono gli spunti di partenza, scansando i dogmi e affidandosi poi all’infedeltà del mare.

PhEST è affidato alla direzione artistica di Giovanni Troilo, la curatela fotografica di Arianna Rinaldo, e all’organizzazione dell’associazione PhEST.

LIVE A TORRE A MARE

5 agosto
Torre a mare – piazza della Torre – 21:30
Live – Rimbamband, Il sol ci ha dato alla testa
con Renato Ciardo, Raffaello Tullo, Francesco Pagliarulo, Vittorio Bruno, Nicolò Pantaleo
Il sol ci ha dato alla testa Rimbamband è quanto di più eccentrico si possa inventare. Quando le arti si fondono in una esplosione di fantasia, lo spettacolo diventa “Il sol ci ha dato alla testa”. Cinque straordinari musicisti un po’ suonati che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano. Il reale si fa surreale, l’impossibile diventa possibile, il possibile improbabile. Una formazione eclettica, frizzante, folle, bizzarra, gustosa e scatenata che diverte e si diverte grazie al vivido sapore ironico delle sue interpretazioni musicali più che originali, in uno spettacolo che “usa” la musica per viaggiare anche al di là di essa. Come nella migliore espressione di un artista che interpreta se stesso, così la Rimbamband propone uno spettacolo fuori dai canoni convenzionali, oltre le righe, senza righe! Una dimensione nuova, inesplorata, dove la musica si dilata: si ascolta come fosse un concerto e si guarda come fosse un varietà. Un viaggio nel passato patinato dei classici da Buscaglione a Carosone ed Arigliano, la sorpresa di trovarli quanto mai simili a Mozart e Rossini, il piacere di scoprire i suoni della danza, l’incanto di ritrovare il proprio fanciullo perduto. La certezza che degli impeccabili suonatori riescano ad assurgere ad esilaranti “suonattori”.

LIVE E DJ SET

6 agosto
Bari – piazza Eroi del Mare – 21:00
Live – 21:00-22:30 – Spaghetti Brothers
Dj Set – 22:30-23:30 – Innocent Soul
Dj Set – 23:30-00:30 – Dj Lillo

7 agosto
Bari – piazza Eroi del Mare – 21:00
Live – 21:00-22:30 – Nicola Conte e Carolina Bubbico
Dj Set – 22:30-23:30 – Claudio De Tullio
Dj Set – 23:30-00:30 – Andrea Fiorito

8 agosto
Bari – piazza Eroi del Mare – 21:00
Dj Set – 21:00-22:30 – Amaronoj
Dj Set – 22:30-23:30 – Amerigo
Dj Set – 23:30-00:00 – Urban solution

TEATRO

9 agosto
Santo Spirito – piazza dei Mille – 21:00
Teatro – Bar qui si gode – Anonima Gr con Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli, Gianni Vezzoso, Nicola Traversa, Antonello D’Onofrio. Regia Dante Marmone
Al “BAR QUI SI GODE” di clienti se ne vedono pochi. Il proprietario non riesce a capirne il perché, forse il motivo sarà che propina prodotti taroccati e marche sconosciute. Ma tra quei pochi avventori, capitano sempre tipi strani che non consumano mai nulla o non pagano mai, e che inoltre lo coinvolgono nelle loro storie contorte e stravaganti.
In questo Bar, con i tavolini all’aperto, si avvicendano una serie di storie curiose, ricche di colore e grande comicità, che nei caratteri e nelle manie dei personaggi, si mettono in evidenza tutti i lati grotteschi che ci portiamo addosso e nei quali il pubblico si può riconoscere… ridendo di sé.

10 agosto
Santo Spirito – piazza dei Mille – 21:00
Teatro – Pane, Amore e Pomodoro
Atto unico di Nico Salatino con Nico Salatino, Anna Maria Tisci, Aldo Fornarelli, Mnonica Angiuli e Anna Maria Damato
Colino suonatore ambulante riceve un invito da Marietta a cantare una canzone a casa sua e per questo gli offre 100 euro. Ma Marietta non dice tutta la verità. La canzone Colino la canterà davanti a Vincenzo, morto per finta. La farsa piena di spunti comici si rifà alla commedia dell’arte.

11 agosto
Santo Spirito – piazza dei Mille – 21:00
Teatro – Bariland con Gianni Colajemma
Tratta dall’opera teatrale di Vito Maurogiovanni “Chidde dì du 188″. Uno spaccato storico della città di Bari negli anni ‘30/‘40. L’attesa del popolo di Bari del passaggio del famoso transatlantico REX. Con Gianni Colajemma, Lucia Coppola e Maria Schino. Un amarcord di una Bari che non c’è più.

DANZA AEREA

12 agosto
San Girolamo – Waterfront – 19:00
Danza aerea – Prime visioni – I suoni dal mare – Ideazione e direzione Elisa Barucchieri, direzione tecnica Alessandro Catacchio, assistenti alla direzione Teri Demma e Germana Raimondo, cura dei testi Selene Favuzzi. Con ospiti speciali: Circ’Opificio di Marika Riggio e Josh Rizzuto e Vertical Studio di Giovanna Nargiso con ResExtensa Dance Company
Colonne sonore famose e visioni in danza a terra, in aria, in acqua al tramonto.
Come sfondo, il sole che tramonta, colonne sonore e parole da film che hanno narrato del mare, danza spettacolare a terra, in aria, in acqua, per uno spettacolo suggestivo e unico, perfetto per una sera di mezza estate. Un momento di musica, immagini, meraviglia, con i profumi e i sapori del mare.

CINEMA

13 agosto
San Girolamo – Waterfront – 21:00
Cinema – Quo vado? (Gennaro Nunziante 2016) – in collaborazione con Apulia Film Commission
Regia di Gennaro Nunziante. Un film con Checco Zalone, Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Maurizio Micheli, Ludovica Modugno. Genere Commedia – Italia, 2016, durata 86 minuti.

14 agosto
San Girolamo – Waterfront – 21:00
Cinema – Lacapagira (Alessandro Piva 1999) – in collaborazione con Apulia Film Commission
Un film di Alessandro Piva. Con Dino Abbrescia, Teodoro Dante Marmone, Nicola Pignataro, Mino Barbarese, Teodosio Barresi. Drammatico, durata 75 min. – Italia 1999.

B.Arts – FESTIVAL DEGLI ARTISTI DI STRADA

Dal 16 al 18 agosto – 21:00–23:00
Bari Vecchia – B.Arts, Festival degli Artisti di Strada
Coinvolte 17 compagnie per un totale di più di 100 spettacoli.

21:30–22:45 – P1 – piazza del Ferrarese (sala Murat)
u luzze, spettacolo di magia con Luciano De Lucia
Prestigiatore, illusionista: incanterà grandi e bambini che entreranno nel magico mondo dell’artista: musica, colori e magia, apparizioni e sparizioni, ombrelli, sete colorate, bacchette magiche e grandi effetti. Il pubblico meravigliato sarà condotto per mano in un mondo fantastico dove i sogni diventano realtà!

Dalle 21:00 – P2 – via Vallisa
u pulpe, spettacolo musicale con Ugo Custodero
Hang music armoniosa e rilassante, ritmi suadenti in una cornice da fiaba

21:15–22:30 – P3 – piazza del Ferrarese (ex Mercato del Pesce)
l’alisce, stand up comedy con Mattia Triuzzi
Stand up comedy, cioè cabaret in piedi e senza quarta parete, uno spettacolo che nasce tra l’artista e il pubblico ogni volta diverso ed esilarante.

21:15–22:30 – P4 – piazza del Ferrarese (abside Chiesa della Vallisa)
le salipce, circo di strada con Circo Ramingo
Esibizione di circo di strada, i due artisti si proporranno con la rue cyr, i tessuti, il monociclo altissimo e tanto altro… tutto il circo in un unico coinvolgente cerchio.

21:15–23:00 – P5 – piazza del Ferrarese (verso piazza Mercantile)
la rasce, bike man (prima al B.Arts)
Un giocoliere supereroe capace di far muovere tutto ciò che è bike

dalle 21:00 – P6 – piazza Mercantile (ingresso)
le taratuffe, performance magica con Claudio Mottolese
Una performance magica unica che vi rimanderà a terre lontane creando un’atmosfera di illusione sbalorditiva.

21:30–23:00 – P7 – piazza Mercantile (Palazzo del Sedile)
le musce
16 agosto
Sputafuoco con Compagnia dei Birbanti
17–18 agosto
Fachirismo con Fachiro Nirmane
Gli sputafuoco e i fachiri sono artisti: il loro sangue, sudore e lacrime rendono ogni singola esibizione un capolavoro, perché un solo errore può farli finire in fiamme, ma questo non accadrà, l’unico ad infiammarsi sarà il pubblico per le splendide evoluzioni e danze delle lingue di fuoco.

21:15–22:30 – P8 – piazza Mercantile (ingresso Strada degli Orefici)
le rizze, contastorie su trampoli con Carlotta (16 agosto) e Ilaria Laterza (17–18 agosto)
Contastorie da un pulpito particolare: i trampoli, una performance unica e particolare.

21:00–22:45 – P9 – piazza Mercantile (fontana)
le cozze,
16 agosto
Giocoleria con Luca Andolfi
Uno spettacolo di altissima prestazione tecnica, spaziando dalla giocoleria al verticalismo, dall’equilibrismo al coinvolgimento del pubblico grazie alla sua indiscussa capacità istrionica
17–18 agosto
Soccer free style con Alessandro Colazzo
Il Soccer free style è l’arte del palleggio acrobatico, eseguita con un pallone da calcio. Il freestyler si cimenterà in gesti tecnici nei quali utilizza praticamente tutte le parti del corpo, tranne le mani: testa, gambe, petto, collo, schiena, e possono essere eseguiti dalla posizione eretta, da seduti o da sdraiati. Spettacolare!

21:30–23:00 – P10 – piazza Mercantile (lato Guardia di Finanza)
la pelòse
16 agosto
acrobatica aerea con Selvaggia MezzAppesa
Spettacolo di acrobatica aerea, trapezio fisso e tessuti aerei. Spettacolo poetico e divertente, con interazione del pubblico, adatto sia agli adulti che ai bambini.
17–18 agosto
Sand art con Donatello Pentassuglia
Sand art: le storie più belle, che animate sfruttando la plasticità della sabbia, raccolta sulle spiagge pugliesi, modellata dalle mani dell’artista regalano sogni ad un pubblico di ogni età e provenienza.

Dalle 21:00 – P11 – strada Palazzo di Città
l’allive, chitarra e ballerina con Roby Otel e Esmeralda
Una chitarra toccata da abili mani e sulle note latine l’emozionante esibizione di una ballerina romantica e passionale.

Dalle 21:00 – P12–13 – piazza Mercantile, piazza del Ferrarese e via Venezia (itinerante)
la capegnore e ‘mbrell de mare, trampoli del mare con Gabriel Tenrock e Houdry Tramp
I trampoli che non avete mai visto! Direttamente dal mare da ammirare e fotografare e vi faranno anche ballare.

Dalle 21:00 – P14 – piazza Mercantile, piazza del Ferrarese e via Venezia (itinerante)
le dattuè, clown fantasista con Elena nel mondo
Uno spettacolo itinerante, cioè un susseguirsi di gag e situazioni divertenti in movimento tra la folla, l’artista gironzola tra la gente interagendo con chiunque gli capiti a tiro…

STREET ART
Dal 16 al 18 agosto, 19:30
Bari – piazza Mercantile
Street Art in collaborazione con Galleria 206
Piazza Mercantile, 5 postazioni a forma ottagonale (come la sezione di un faro) per 5 writers – Awer, Seme, Milord, Sario De Nola e Nexdom – che con materiali spray dipingono opere ispirate all’ecosistema marino con dei chiari riferimenti al problema dell’inquinamento dei mari: il tema principale dell’evento. Tema al quale sensibilizzare il pubblico.

AWER
Nato a Polignano a Mare nel 1986, inizia a dipingere graffiti intorno al 2000 e nel 2005 si trasferisce a Milano dove si diploma come graphic designer e art director alla Nuova Accademia di Belle Arti e nel frattempo inizia la sua ricerca artistica personale e inizia la sua carriera professionale; attualmente lavora come artista indipendente e tatuatore e ha sede a Berlino.
Il suo lavoro è un mondo basato sulla linea in cui paesaggi e creature oniriche ipnotizzano lo spettatore in questo movimento fluido e vibrante. Ispirato dalle creazioni naturali, dal mare all’anatomia, Awer è un magma fluido in continuo movimento che avanza e si propaga caoticamente, prendendo forma nel flusso di idee che incontra e che il suo movimento genera in una sorta di danza. Uno scenario estetico ipnotico che si serve degli “stilemi” dell’Op Art, della Arte psichedelica e della computer graphic per realizzare surrealistici paracosmi visivi. L’immaginario di Awer è dominato da flussi irregolari di linee parallele che come mosse da onde di un ritmo sonoro si diffondono luminose a mo’ di scie energetiche. Nelle opere astratte come in quelle figurative, come pure nell’alternanza di questi due campi di pertinenza estetica nella medesima opera, l’impatto grafico che emerge dalle composizioni è un’armoniosa summa summarum multi-prospettica. Awer pare possedere un eco scandaglio che gli permette di scannerizzare e visualizzare, attraverso gli ultrasuoni emessi dai suoi pensieri, zone sensibili, tracce magnetiche che evidenziate dalle sue linee confluiscono in rappresentazioni olistiche delle realtà sovrasensibili. Produzioni artistiche che indagano i confini della percezione.

SEME
Uno degli esponenti in attivo della scena contemporanea del graffiti-writing. Dal 2015, è cofondatore di HelpYourSelf; progetto che, sfruttando il network del mondo dei graffiti, si occupa dell’autoproduzione di un brand e della relativa comunicazione. Nella sua pratica si è approcciato spesso anche alla pittura alla quale ha affiancato la dimensione installativa; sviluppando un’attitudine legata all’utilizzo e alla sperimentazione con materiali di risulta. Dal 2017 lavora anche come tatuatore. Si occupa dell’evoluzione fisica delle lettere.

MILORD
Dal 2002 sulla scena barese dei graffiti, nato in seno al background conterraneo, segue un’evoluzione secondo modelli newyorkesi. Il punto di partenza è la descrizione analitica della lettera, che viene scomposta, cancellando ogni stereotipizzazione di essa, quasi in una spirale che si autoavvolge di continua scomposizione, in un processo che non ha mai fine.

SARIO DE NOLA
Nelle opere di Sario, qualunque forma, qualunque linea, è con determinazione dissolta; la macchia di colore, irrisolta, può alludere a suggestioni e idee solo attraverso la gamma cromatica. È un lavoro informale, in senso radicale: dalle opere di Sario è escluso qualsiasi possibile suggerimento, riguardo all’intelligenza della forma. Sario si preoccupa di non inquinare la percezione dello spettatore con suggerimenti o titoli; gli preme, soprattutto, offrire un momentaneo strumento d’accesso a uno stato interiore. Lo spettatore coglie la suggestione inconscia, nascosta in ogni singola opera. Allo stesso tempo l’unità della serie, in cui ogni tela si pone in rapporto stretto con le altre, fa parlare l’artista di successive sequenze di un solo grande lavoro: un’opera unica, in più frammenti; capace, nella sua transitoria varietà, di mettere in scena la gamma piena dell’emotività ancestrale.

NEXDOM
Mondi immaginari in continua trasformazione che collidono e generano nuove geometrie in una miscela di colori, elementi realistici alternati a forme immaginarie, creano infinite possibilità di espressione. Il continuo divenire muta la forma e il colore.
Le bolle sono le cellule che si attraggono e si uniscono e prendono varie forme. Si segue il flusso di energia che arriva dallo spazio in un fluire continuo ed altalenante di energia spaziale. Si canalizza l’energia e la si ferma nell’attimo dopo l’esplosione. La singola cellula si aggrega, le altre si sommano per diventare la parte di un tutto che prenderà forma.

Festa del Mare – Bari 2019 è promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Puglia Promozione e organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la supervisione artistica del Comune di Bari nell’ambito della programmazione PO FESR PUGLIA 2014 2020 AZIONE 6.8. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuiti informazioni www.festadelmarebari.it


Bari, Radionorba Battiti Live 2019 – 17ª edizione

In il

battiti live 2019 radionorba

Tutto pronto per il gran finale a Bari del Battiti Live 2019. L’appuntamento con l’ultima tappa dello show di RadioNorba è per domenica 28 luglio, sul lungomare: il palco infatti sarà allestito sul molo San Nicola.

Gli ospiti annunciati a Bari
Intanto, arrivano i nomi degli ospiti attesi a Bari. Sul palco si esibiranno Alessandra Amoroso, Francesco Renga, Ofenbach, Lp, Maneskin, Fabrizio Moro, Achille Lauro, Elettra Lamborghini, Boomdabash, Max Pezzali, Francesco Gabbani, Elodie, Annalisa, Gabry Ponte, Dark Polo Gang e Joey. Tra i nomi spiccano, appunto, quelli di due star internazionali: Ofenbach ed Lp. I due dj parigini sono esplosi tre anni fa con la hit “Be Mine”, che nel 2017 è stato anche il brano più suonato dalle radio italiane, e da allora sono rimasti sempre ai vertici di tutte le classifiche con tutti i loro singoli, fra cui “Paradise”, altro brano di successo. Producono musica rock, deep house e dance pop. Il loro nuovo singolo si chiama “Rock It”.
Ma i grandi nomi presenti nella quinta e ultima tappa di Battiti Live 2019 non finiscono qui. C’è attesa per Alessandra Amoroso, che quest’anno festeggia i 10 anni di carriera, caratterizzati dalla pubblicazione di album e singoli di successo e tour sempre sold out. Un’ascesa straordinaria, culminata con l’album con l’album “10”, da cui è estratto l’ultimo singolo, “Forza e Coraggio”, e il “10 tour”, terminato il 13 maggio. Nei giorni scorsi Alessandra ha anche radunato i suoi fans a Roma, per salutarli prima di prendersi un meritato periodo di pausa. Quella sul palco di Battiti Live potrebbe essere davvero l’ultima occasione di assistere ad un live della cantante salentina prima di questo stop. E sul palco di Battiti, a Bari, si esibirà certamente anche con i suoi amici e colleghi Boomdabash, con cui ha collaborato quest’estate nel “Mambo salentino”, autentico tormentone.
Esordio assoluto sul palco di Battiti, altrettanto atteso, quello dei Maneskin, fenomeno rock esploso da un paio d’anni, capaci di conquistare 12 dischi di platino e 4 dischi d’oro. A proposito di rock, torna anche a Bari il fenomeno musicale di quest’anno, Achille Lauro, con la sua “Rolls Royce” e gli ultimi singoli estratti dall’album che gli ha fatto svoltare la carriera, “1969”.
Il gran finale del Battiti Live porterà sul palco della radio del sud anche alcune grandissimi della musica italiana, partendo da Francesco Renga a Max Pezzali. Nel cast di Bari ci saranno anche Fabrizio Moro, Annalisa ed Elodie, attesa anche Elettra Lamborghini. Nel cast anche Francesco Gabbani e il collettivo trap italiano Dark Polo Gang.
“Sarà la degna chiusura di un tour che probabilmente non dimenticheremo mai”, sottolinea il presidente di Radionorba Marco Montrone. “Abbiamo addosso ancora l’adrenalina e l’emozione che ci ha restituito il pubblico in queste 4 tappe e la soddisfazione per gli ascolti televisivi, vogliamo vivere ed offrire un’altra ed ultima serata come le quattro procedenti e chiudere a Bari nel migliore dei modi questa diciassettesima edizione”.

Preshow e diretta televisiva
Anche a Bari, come in tutte le altre tappe, il pubblico in piazza potrà rivolgere delle domande direttamente agli artisti sul palco: tra i ragazzi ci sarà la webstar e attrice 16enne, Mariasole Pollio. Lo spettacolo andrà in onda in diretta televisiva su Telenorba e RadionorbaTv oltre che ovviamente sulle frequenze di Radionorba e in streaming su radionorba.it e su norbaonline.it. Il 7 agosto, inoltre, andrà in onda in differita su Italia1. La regia televisiva è firmata da Luigi Antonini. Lo show, organizzato con il patrocinio del Comune di Bari e della Regione Puglia, inizierà alle 21 circa, ma le attività in piazza cominceranno sin dal primo pomeriggio, con il sound check e un pre show pomeridiano condotto dai dj della radio del sud Marco Guacci e Claudia Cesaroni con musica, divertimento e tanti gadget offerti dagli sponsor di Battiti Live. Quest’anno i partner dell’evento sono Tim, Fiat, Coca Cola Future Legend, Nuii, Dok e Famila, Carta Wow, Nintendo Switch, Caseificio Montrone e Acqua Amata, hair stylist ufficiale Wella. L’ingresso è  gratuito.


Trani, Radionorba Battiti Live 2019 – 17ª edizione

In il

battiti live 2019 radionorba

Appuntamento in Piazza Quercia a Trani per una nuova tappa di Radionorba Battiti Live 2019: i cantanti.
Una bellissima piazza affacciata sul mare, tanta musica e una line up pronta a lasciare un ricordo indimenticabile negli ascoltatori. Parliamo dell’appuntamento di domenica 14 luglio a Trani del Battiti Live 2019.

Il nuovo appuntamento del Battiti Live, terza tappa del tour, si terrà a Trani il 14 luglio 2019 in piazza Quercia, dove poco dopo le ore 21 il direttore artistico Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci daranno il via a uno spettacolo a base di musica e artisti all’ultimo grido. Lo show è organizzato con il patrocinio del Comune di Trani e della regione Puglia e le star cominceranno a esibirsi alle ore 21, ma lo spettacolo avrà inizio già nel primo pomeriggio con un sound check, un pre show pomeridiano dei dj Marco Guacci e Claudia Cesaroni a base di musica e tanto divertimento. L’ingresso è gratuito per tutti e non occorre acquistare alcun biglietto per poter ammirare dal vivo i propri artisti preferiti.

Per quanto riguarda la scaletta e l’ordine di uscita dei cantanti, non sono ancora trapelate ufficialmente notizie, ma sono invece stati resi noti gli artisti che parteciperanno alla serata.
Ecco tutto il cast, tenendo presente che potrebbero esserci ospiti a sorpresa e grandi novità:
1. Nek
2. Giant Rooks
3. Benji & Fede
4. Giordana Angi
5. Irama
6. Paola Turci
7. Le Vibrazioni
8. Shade & Federica Carta
9. Sergio Sylvestre
10. Cristiano Malgioglio
11. Annalisa
12. Rocco Hunt
13. Jake La Furia
14. Mr Rain & Martina Attili
15. Enrico Nigiotti
16. Bianca Atzei
17. Gabry Ponte


“Passeggiando tra i Paesaggi Geologici della Puglia” 10° concorso fotografico

In il

Coinvolgere appassionati di fotografia o semplici amanti della natura e dei paesaggi che la caratterizzano, valorizzando quelle opere che rappresentano i diversi aspetti della geodiversità pugliese, questo lo scopo ultimo del Concorso Fotografico , giunto alla sua decima edizione, “Passeggiando tra i Paesaggi Geologici della Puglia”, concorso curato dall’Ordine dei geologi della Puglia (Org), dalla Società di italiana di geologia ambientale (Sigea) – Sezione Puglia e con il patrocinio della Regione Puglia.

La partecipazione al concorso è totalmente gratuita. Possono partecipare tutti coloro che sono interessati a condividere le emozioni suscitate dalle mille sfumature che caratterizzano i “paesaggi geologici” della Puglia. Foto a volte estemporanee e inattese, spesso riprese nel corso di lavori sul campo o semplicemente durante passeggiate di piacere, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel gioco bizzarro e irripetibile di luci ed ombre che solo la natura riesce a creare.

Anche quest’anno il concorso sarà articolato in tre Sezioni:
1. “Paesaggi geologici o geositi”
2. “La geologia prima e dopo l’Uomo”
3. “Una occhiata al micromondo della geologia”

Saranno premiati i primi 4 classificati di ogni sezione, per un totale di dodici foto. Le opere premiate saranno pubblicate sui siti web degli organizzatori e raccolte nel calendario 2020 dell’Org, diffuso negli uffici pubblici ed allegato al Periodico di scienze della terra dell’Ordine “Geologi e Territorio”. A ciascuno degli autori premiati sarà consegnato un buono acquisto di euro 100 (cento/00) offerto dalla Società Apogeo Srl.

L’iscrizione al concorso, la compilazione delle schede e l’invio delle immagini dovrà essere eseguito online compilando il Form http://www.sigeaweb.it/attivita/eventi/2-senza-categoria/928-concorso-fotografico-ed-2019.html entro il 30 settembre 2019.

La premiazione avverrà durante una pubblica manifestazione che si terrà a Bari.

La locandina, il regolamento del concorso, la compilazione della domanda online sono disponibili sui siti web degli organizzatori:
Org http://www.geologipuglia.it/home/news/594-10-edizione-concorso-fotografico/
Sigea http://www.sigeaweb.it/attivita/eventi/926-concorso-fotografico-2019.html


BARI IN JAZZ 2019: il programma degli eventi

In il

bari in jazz 2019

Dal 29 giugno al 20 agosto si svolgerà la XV edizione del Festival Metropolitano BARI IN JAZZ, organizzata dall’associazione culturale Abusuan, sempre più parte integrante del tessuto sociale di un territorio splendido come quello pugliese, contribuendone all’immagine e alla valorizzazione. Il festival di quest’anno si svolgerà in nove tra i più caratteristici comuni pugliesi tra siti Unesco, uliveti secolari e testimonianze architettoniche di grande pregio, con molti nomi di spicco che attrarranno un pubblico eterogeneo per interessi, gusti musicali ed età.

Il Festival quest’anno è realizzato con il sostegno di Unione Europea, MiBAC, Regione Puglia, Comuni di: Bari, Acquaviva, Alberobello, Conversano, Fasano, Giovinazzo, Gravina, Monopoli,
Polignano, Sammichele.

Il programma prevede più di venti performance dal vivo per quasi due mesi di rassegna tra i comuni dell’area di Bari e di Brindisi con numerosi musicisti nazionali, internazionali e talenti locali che proporranno jazz ma anche melodie italiane, commistioni con elettronica, musica indiana, africana, brasiliana, nord europea.

Di seguito il programma completo degli eventi:

bari in jazz 2019 programma


“ESSERI URBANI” a Locorotondo il primo Festival d’arte accessibile alle persone disabili

In il

esseri urbani the other side of art zootopia

Nasce dall’idea di Pino Giacovelli, direttore artistico della manifestazione, in collaborazione con tutto lo staff dell’Aps U Jùse e con l’associazione culturale Pietre Vive Editore la prima edizione di Esseri Urbani – The other side of Art, primo festival d’arte contemporanea accessibile del Sud Italia, che si svolgerà a Locorotondo, in Puglia, nel cuore della Valle d’Itria, dal 27 giugno al 22 settembre 2019.

L’iniziativa è resa possibile grazie al patrocinio e al sostegno del Comune di Locorotondo – Assessorati alla Cultura, al Turismo e alle Politiche Sociali, del Garante dei Diritti delle Persone con Disabilità – Regione Puglia, della Orizzonti Futuri Onlus, e degli sponsor: BCC Banca di Credito Cooperativo di Locorotondo, Acqua&Sapone, Sartoria Latorre, Guarini srl Distribuzioni, Sotto Le Cummerse Albergo Diffuso. La stessa gode inoltre del patrocinio dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia.

L’arte contemporanea andrà ad accendere i riflettori su uno dei più caratteristici centri storici della zona, quello di Locorotondo, tra i Borghi più Belli d’Italia e già sede di importanti festival musicali. Dieci progetti curatoriali e site specific, selezionati attraverso una call internazionale, consentiranno di esplorare le possibilità di interazione tra linguaggi artistici contemporanei e tessuto urbano, generando un percorso inedito e permanente che attraverserà vicoli, slarghi e piazze in un vero e proprio museo a cielo aperto, da giugno fino a settembre, con l’obiettivo di invertire il paradigma per il quale devono essere le persone a cercare l’arte nei musei, portando l’arte per strada, nei luoghi dove le persone vivono.

Il tema assegnato agli artisti in fase di selezione per questa prima edizione di Esseri Urbani è “Zootopìa”, l’utopia di una città in cui gli animali vanno ad occupare i luoghi che generalmente appartengono all’uomo.

Due sono le suggestioni alla base di questa scelta. Il mito dell’Arca di Noè, immensa imbarcazione che avrebbe salvato la vita sul pianeta in occasione del diluvio universale. Vogliamo immaginare che l’Arte possa essere la nostra Arca contemporanea, in grado di traghettarci verso il futuro attraversando le catastrofi naturali causate dallo sconvolgimento del clima ad opera della scelleratezza umana. Ma si è anche voluto richiamare il mondo letterario descritto da Tommaso Fiore nelle sue opere, alla riscoperta di quel “popolo di formiche” fatto di uomini e valori che abitano il territorio compreso tra l’Alta Murgia e la Valle d’Itria. Attraverso il festival si vogliono riportare l’arte e la creatività nei luoghi del vivere quotidiano, creare occasione di incontro e scambio con i residenti, sperimentare nuove forme di convivenza, rimettere in moto la laboriosità del nostro popolo, riattivare quel circuito di accoglienza e reciproca affermazione che ci ha sempre caratterizzati. I tempi che viviamo lo richiedono.

Ed ecco quindi che i dieci progetti selezionati e che saranno protagonisti di questa prima edizione di Esseri Urbani sono Angela Consoli, Paolo Tinella, Andrea Epifani, Mirco Matarante, Riccardo Bonafede, Emanuele Ricchi, Virginia Verona, Glyphe_collective, Ida Chiatante e Angela Conte con Minno Andrea Baghdad.

Giovedì 27 giugno l’inaugurazione, con interventi istituzionali, alle 19:00 in Piazza Vittorio Emanuele. A seguire visita alle 10 installazioni.

E non finisce qui. All’interno di questa cornice del festival si inserisce la programmazione Esseri Urbani Off, una serie di eventi e mostre, che andranno a tracciare un percorso di ulteriore riflessione sul tema della manifestazione. Il tutto è reso possibile grazie a Pavì Risto-Pub, BBeP – Barba Baffi e Pellicce – Rosetta RetroFood, Controtendenza Caffè, Libreria L’angolo retto e ludoteca Hakuna Matata.

Importantissima, per la promozione dell’evento, è la media partnership con Yallers Puglia.

Esseri Urbani inoltre sostiene La Cuccia Dei Sogni Sezione Enpa Locorotondo, associazione di volontariato che si occupa da anni del recupero, cura, custodia e affidamento dei cani randagi sul territorio di Locorotondo. Presso la sede dell’Aps u Jùse e durante la programmazione Off, sarà possibile effettuare delle donazioni che saranno interamente destinate a questa importante realtà.

Ma non finisce qui. Esseri Urbani sarà il primo Festival d’arte contemporanea accessibile a persone con diverse abilità (non udenti, non vedenti e ipovedenti) del Sud Italia. Ciò sarà possibile grazie alla predisposizione di audio e video guide online, accessibili mediante QR code direttamente dalle opere, servizio di interpretariato LIS in italiano, servizio di audio-descrizione dal vivo ed esplorazione tattitile (nei limiti imposti dalle caratteristiche fisiche delle opere), in grado di rendere “visibili” le opere in mostra e i luoghi che le ospitano a Non-Vedenti e Ipovedenti e predisposizione di pannelli tradotti anche in Braille.

Cinque domeniche accessibili, con guida LIS gratuita su prenotazione, sono state calendarizzate per il 7 e il 20 luglio, il 3 e il 18 agosto e il 1 settembre.

*************************

Le giornate accessibili:
Guide dedicate con interprete LIS nei giorni 7 e 20 luglio, 3 e 18 agosto, 1 settembre
Guide gratuite per diversamente abili che non richiedano l’ausilio dell’interprete LIS tutti i giorni
Fascia oraria: 17:00-19:00
(Solo su prenotazione almeno 24 ore prima: +39 340 668 2402)

Guide a pagamento in italiano e in lingue per gruppi di minimo 10 persone disponibili tutti i giorni con prenotazione almeno 24 ore prima.

Per Accomodation o Transfer/Taxi da o per aeroporti, stazioni o oltre destinazioni, anche per disabili e accompagnatori qualificati, è possibile contattare la nostra segreteria.

Info Point: Aps u Jùse – Via Nardelli, 19 – Locorotondo (BA)

Per informazioni:

Associazione di Promozione Sociale U JÙSE
Web: www.esseriurbani.it
Mail: info@esseriurbani.it
Facebook: Esseri Urbani
Instagram: @esseri_urbani
Direzione Artistica: +39 338 916 0581 (Pino Giacovelli)
Segreteria organizzativa: +39 340 668 2402 (Alessandra Neglia)


Viandanti Festival ospita il Maestro Ezio Bosso

In il

viandanti festival ezio bosso

LA REGIONE PUGLIA PROMUOVE “VIANDANTI FESTIVAL” – OSPITE EZIO BOSSO
TRE GIORNI DI TURISMO ESPERIENZIALE SULLA MURGIA 23/28/29 GIUGNO AD ALTAMURA E SANTERAMO IN COLLE

Tre giorni in cui il tempo scorrerà diversamente dal solito. Tre giorni per guardare la realtà che ci circonda in modo diverso, per rinsaldare quel legame forte tra le esperienze vissute e i territori in cui hanno preso vita. Un tempo ritrovato, in cui ricongiungere sostenibilità e anima attraverso cammini, mostre di arte e fotografia, convivi, musica, incontri formativi e ludici.

Tutto questo sarà il “Viandanti Festival”, in programma il 28 e 29 giugno 2019 tra Altamura e Santeramo in Colle, lungo il percorso della Via Appia, con un’anteprima straordinaria il 23 giungo, voluto e promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia.

Il “Viandanti Festival” s’inserisce nell’ambito del progetto “Cammini e itinerari culturali di Puglia”, le cui linee programmatiche sono contenute nei piani strategici del Turismo “Puglia365” e della Cultura “PiiilCulturainPuglia”, che lo scorso 29 maggio ha riunito Comuni, associazioni di categoria e imprese pugliesi per il primo grande Forum regionale interamente dedicato ai cammini.

“I cammini sono lo strumento migliore per far conoscere le nostre bellezze paesaggistiche e le nostre comunità – ha commentato l’assessore all’Industria Turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone – Vedere le strade delle nostre contrade riempirsi di camminatori che s’intrattengono a parlare con gli anziani piuttosto che a mangiare i nostri piatti tipici non ha prezzo. Da qui passa l’attrattività della Puglia, da qui passa la sua unicità.

Ed è proprio a questo che pensavamo quando abbiamo immaginato il Viandanti Festival: un’occasione per riunire pugliesi e cittadini temporanei, attorno alla bellezza dei territori ma anche per stimolare i turisti a percorrere strade che non si fermano alla sola visita dei monumenti, ma penetrano nel tessuto storico ed emotivo delle comunità che quei monumenti li abitano.

La Regione è impegnata da tempo nella valorizzazione dei cammini, culturali e religiosi, siamo convinti che per il mercato turistico questo rappresenti un prodotto di assoluto prestigio e anche consapevoli che quel proprio “turismo lento” oggi è in continua crescita in Italia ed in Europa, con numeri sempre più importanti”.

Il direttore del dipartimento regionale Aldo Patruno ha sottolineato come anche questo festival rientri nella strategia regionale di valorizzazione dei territori pugliesi con l’obiettivo di riportare i flussi della costa nell’entroterra, attraverso i contenuti culturali e di qualità dei cammini e degli itinerari.

Patruno ha poi annunciato un grande evento che si svolgerà il 18 ottobre in Puglia, quando la città di Bari ospiterà per la prima volta l’assemblea europea dell’AEVF, l’Associazione europea delle Vie Francigene.

145 soci di tutte le Regioni d’Europa attraversate dalla Via Francigena (dall’Inghilterra alla Francia alla Svizzera all’Italia del Nord), consacreranno materialmente il grande lavoro svolto dalla Puglia con le altre Regioni del Mezzogiorno (Lazio, Campania, Molise, Basilicata) per dare concreta attuazione del tratto meridionale della Via Francigena che corra senza soluzioni di continuità da Roma a Leuca finibus terrae.

Viandanti festival partirà domenica 23 giugno, ore 7:30, da Masseria Grottillo (S.P. 235 Santeramo – Laterza) con “Il viaggio del pastore. Esperienze di turismo di contrada sulle vie della transumanza”. Otto chilometri per scoprire i luoghi della Murgia passando da Masseria Rizzi, uno dei quattro più importanti erbaggi istituito nel 1564 dalla ventiquattresima locazione detta Terra d’Otranto. Il cammino proseguirà nello storico Stabilimento Patroni Griffi De Laurentiis, sulla Strada Statale 99 tra Santeramo e Matera. A dare il benvenuto l’assessore regionale Loredana Capone e il direttore del Dipartimento Turismo e cultura Aldo Patruno, Carolina Leonardi, giovane allevatrice ovina di origini toscane, Filippo Clemente dell’Associazione Pecore Attive di Altamura. Qui i camminatori incontreranno la “Carovana della transumanza” e si cimenteranno in attività tra cui la tosatura, la mungitura, la trasformazione del latte.

Ad attenderli anche due mostre: la proiezione digitale “Una giornata… in cammino” a cura dell’Associazione Alvaria, e la mostra d’arte contemporanea, in ceramica e ferro, “Promenade” firmata da Nicola Genco. Chiuderà, alle 13:00, il Filatoio della Strada delle Fiabe diretto dalla prof.ssa Laura Marchetti, in formula convivio attorno agli stand enogastronomici con prodotti a chilometro zero rigorosamente dell’area murgiana, e la carovana di carrozze, carri da lavoro e cavalli.

Venerdì 28 giugno, a partire dalle 18:00, sarà possibile, invece, visitare, su prenotazione, il museo dei Matronei della Cattedrale di Santa Maria Assunta ad Altamura, uno dei cinque presenti in Italia. Alle 20:30, sempre nella Cattedrale, Ezio Bosso e la sua orchestra, si esibiranno in un concerto di musica sinfonica. L’evento è aperto a tutti, previa registrazione sull’apposito form on-line, fino a esaurimento posti.

Sabato 29 giugno sarà la volta di un nuovo cammino: “Profumo e suggestioni della Murgia”, a cura della Pro Loco di Santeramo e dell’Associazione In Itnere. Si partirà alle 7:30 con ritrovo all’InfoPoint di Santeramo in Colle, in Piazza Garibaldi.

A seguire si tornerà nello Stabilimento Patroni Griffi De Laurentiis dove i camminatori potranno scegliere tra due laboratori: “Memorie di un viandante, l’arte di filmare i luoghi e chi li attraversa”, a cura del Festival Mònde con Luciano Toriello, e “Una lingua di terra”, a cura di Giuliano Marroccini e Angela Malcangi. Alle 13:00 il convivio dei viandanti e degli studiosi si incontra attorno agli stand enogastronomici e confluirà in una controra di relax presso la spiaggia rurale all’ombra di querce secolari. Si riprenderà alle 17:00 con il forum “Il Paesaggio protagonista del turismo lento”, a cura di Federparchi, mentre alle 18:30 si terrà la lectio magistralis di Philippe Daverio sui temi dell’arte, del gusto e del territorio, in un’Europa in cammino. Chiuderà la giornata lo spettacolo musicale a cura del Festival “Il Cammino Celeste”. (COMUNICATO)


SAGRA della CILIEGIA FERROVIA 2019 a Turi: il programma della 29ª edizione

In il

sagra della ciliegia ferrovia 2019 turi

XXIXª EDIZIONE
Venerdì 7, Sabato 8 e Domenica 9 Giugno 2019 torna la Sagra Ciliegia Ferrovia di Turi (Bari)

La festa delle ciliegie di Turi ogni anno colora di rosso le vie del centro storico con uno dei frutti primaverili più buona d’Italia: sua Maestà la Ferrovia.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione cultuale “In Piazza” in collaborazione con il Comune di Turi e il Patrocinio della Regione Puglia.

Un evento culturale ed enogastronomico coinvolgente e ricco di novità, che unisce all’ Oro Rosso di Puglia, le eccellenze, la gastronomia e la cultura del territorio. Nel pieno periodo di raccolta le strade della piccola cittadina turese ospiteranno stand e spazi espositivi dedicati alla presentazione, degustazione e vendita del prelibato frutto rosso accanto a molteplici eccellenze pugliesi. Il tutto condito da spettacoli musicali, balli e canti popolari mostre d’arte e d’artigianato e, nella serata conclusiva, da una fantastica lotteria a premi.

programma sagra ciliegia ferrovia turi 2019 bari


“IL COLLEZIONISTA” al Museo Civico, un gioco interattivo realizzato per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci

In il

il collezionista museo civico bari

Fleet Save Games
presenta la replica de:
“IL COLLEZIONISTA”

Un gioco interattivo e coinvolgente al Museo Civico Bari realizzato in occasione dei 500 anni dalla scomparsa del Maestro: Leonardo da Vinci
“La celebrazione dell’anniversario della morte di Leonardo Da Vinci si è trasformata in tragedia!
Jacques Saurnière, curatore di mostre in Francia e appassionato del Genio, è stato assassinato.
Vesti i panni dell’investigatore e competi con le altre squadre in gara per vincere i premi in palio.”

Una storia di Filmonauti e Tou.Play.

La squadra che completerà l’indagine con il miglior risultato vince!

Domenica 26 maggio:
I Turno: ore 10.00
II Turno: ore 11.00
III Turno: ore 12.00
Ultimo turno: ore 13.00

Ogni squadra partecipa all’indagine autonomamente.
Durata dell’evento: circa 90 minuti.

Biglietto d’ingresso per il Museo Civico compreso nel prezzo.

È necessario uno smartphone collegato ad internet per giocare.

Percorso di gioco parallelo pensato per i più piccoli: vivi la game experience con tutta la famiglia!

Ingresso gratuito per i bambini fino ai 6 anni di età.
Il Museo Civico di Bari si trova in Strada Sagges, 13 (vicinanze Corso Vittorio Emanuele).

PRENOTAZIONE
via WhatsApp
Cognome e numero partecipanti al 3460811523

PRENOTAZIONE
via Messenger
Cognome e numero partecipanti sulla pagina Fleet Save

PARTECIPAZIONE
ingresso INTERO 15 €

e comprende:
– ingresso al Museo Civico Bari;
– accesso alla Game Experience


Torna al Fortino Sant’Antonio, “GIAPPONE SVELATO” la 7ª edizione della Mostra di Bonsai


In il

giappone svelato 2019 fortino sant antonio bari

GIAPPONE SVELATO
Settima edizione della mostra di esemplari bonsai
BONSAI E DINTORNI Exhibition
Bari, Fortino Sant’Antonio, 25 e 26 maggio 2019
Festival della cultura giapponese

“In Giappone la bellezza è iniziatica, la si merita, è il premio di una lunga e talvolta penosa ricerca, è finale intuizione, possesso geloso. Il bello che è bello subito ha già in sé una vena di volgarità,” diceva l’immenso Fosco Maraini, etnologo e profondo conoscitore di questo luogo magico e lontano, che ogni anno si celebra a Bari, presso il Fortino Sant’Antonio.
Dal 25 al 26 maggio, la settima edizione della mostra-concorso BONSAI E DINTORNI Exhibition, organizzata dall’Associazione Bonsai e dintorni di Bari, farà da splendida cornice a Giappone Svelato, rassegna di eventi dedicati al Sol Levante in Puglia e tutta Italia.
“Nata nel 2012 come vincitrice del bando della Regione Puglia ‘Principi Attivi 2010 – Giovani idee per una Puglia migliore’, l’Associazione Bonsai e dintorni, con i suoi corsi di coltivazione di bonsai, si propone di incentivare la diffusione della cultura del verde e dell’arte bonsaistica in Puglia, proponendo annualmente l’organizzazione di una mostra di esemplari bonsai”, dichiara Annamaria Sebastiani, Presidente dell’Associazione Bonsai e dintorni.
Grazie al ricco ciclo di incontri di Italia chiama Giappone, curato dalla scrittrice Carmen Rucci, già critica televisiva per la TV nazionale giapponese “NHK”, e al patrocinio dell’Ambasciata del Giappone in Italia, anche quest’anno la mostra-concorso di esemplari bonsai si impreziosisce notevolmente, prevedendo numerose e interessanti iniziative culturali, con il coinvolgimento di maestri di varie arti che hanno reso celebre il Giappone in tutto il mondo, come il kyudo (tiro con l’arco), l’aikido e il wado ryu (antiche arti marziali), ma anche il più moderno manga, ossia il fumetto giapponese.
“Tantissime le cerimonie, come quella del lancio della freccia benaugurale, gli eventi spettacolari, fra i quali l’esibizione del maestro di taiko, il tamburo giapponese, il divertente e coloratissimo raduno cosplay, fenomeno pop in cui giovani si travestono dai loro personaggi d’animazione preferiti, oltre ai convegni dedicati ai suiseki, le pietre di meditazione, alle meravigliose geisha o all’organizzazione di un viaggio in Giappone in solitaria o assistiti da un’agenzia,” spiega la coorganizzatrice Carmen Rucci.
Novità di quest’anno, in esclusiva per il pubblico di Giappone Svelato, una maggiore interattività con i maestri, grazie a dimostrazioni pratiche, esibizioni, possibilità di porre domande dirette ai tanti esperti che si avvicenderanno nella ricchissima due giorni barese.
Nella cornice dell’esposizione di bonsai di elevatissimo pregio artistico e di suggestivi suiseki, si terranno anche una gara di poesia haiku (componimento poetico tipico della letteratura giapponese), dimostrazioni di tecnica bonsai e seminari teorici tenuti da bonsaisti esperti e da ricercatori dell’Ateneo barese e di Legambiente Puglia.
“Uno degli elementi di punta di Giappone Svelato è il Concorso di Poesia Haiku, che si segnala per l’alta qualità dei suoi standard e che quest’anno si fregia della prestigiosa parternship con la World Haiku Association, in virtù della quale assegneremo l’esclusivo Ban’ya Natsuishi Award. È per me un piacere e un onore guidare, in qualità di Presidente, i lavori della Giuria di Qualità, che vanta al suo interno illustri poeti, quali Junko Nomura e Alessandro Robles,” aggiunge la prof.ssa Maria Laura Valente, haijin, poetessa e saggista.
L’evento è patrocinato dall’Ambasciata del Giappone in Italia, dalla Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali, dal Comune di Bari – Assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma, dall’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, da Legambiente Puglia, dal Collegio Nazionale degli Istruttori del Bonsai e del Suiseki – IBS, oltre che dalla World Haiku Association e dall’Haiku International Association di Tokyo.

PROGRAMMA:

25 maggio – orari 10.00-13.00 e 16.00-22.00
8.00-11.00 Registrazione degli esemplari bonsai in concorso
11.30 Dimostrazione di tecnica bonsai, a cura dell’Associazione Bonsai e dintorni
11.30 Conferenza Le arti marziali come vie realizzative a cura del Maestro di Aikido Fabrizio RUTA (Centro di cultura tradizionale giapponese Shin Bu dojo)
17.00 Inaugurazione della Mostra di bonsai/ Rassegna di cultura giapponese
18.00 Dimostrazione di tecnica bonsai, a cura dell’Associazione Bonsai e dintorni
18.00 Conferenza L’immagine e la profondità della natura ritratta in anime e manga, a cura del Maestro di Manga Andrea Yuu DENTUTO (Centro di lingua e cultura giapponese Momiji)
18.30 Dimostrazione di Taiko L’eco del tuono, a cura del Maestro Piero NOTARNICOLA e della sua Associazione Quelli del Taiko
19.00 Conferenza Liberi dalla plastica… e non solo! a cura di Roberto ANTONACCI (Legambiente Puglia)
19.30 “Italia chiama Giappone”, a cura della scrittrice Carmen RUCCI, con Aurelio PENNELLA della Tocotour, Viaggio in Giappone
20.15 Estrazione gadget giapponesi
20.30 “Italia chiama Giappone”, a cura di Carmen RUCCI, con l’autrice di “L’ho chiesto alle stelle” Barbara BUTTIGLIONE, Geisha fra letteratura e realtà
21.00 Conferenza e dimostrazione di Shiatsu Shiatsu e i sani stili di vita in Giappone, a cura del Maestro Alberto SCATTARELLI (A.I.DI.BIO. – Accademia Italiana di Discipline Bionaturali)

26 maggio – orari 10.00-13.00 e 16.00-21.00
10.00 Dimostrazione di tecnica bonsai a cura dell’Associazione Bonsai e dintorni
10.00 Cerimonia dello Yawatashi. Il Maestro della nobile arte marziale del Kyudo (tiro con l’arco giapponese) Leonardo SQUICCIARINI scoccherà le frecce benauguranti
10.30 Dimostrazione di Arti Marziali Giapponesi a cura dell’ASD Ku Shin Kai Well Being Academy, Maestri Leonardo SQUICCIARINI e Davide BAVARO
10.30-11.00 Kyudo: la Via dell’arco e dello Zen (Filosofia del Kyudo e dimostrazione)
11.00-11.30 Wado Ryu: l’arte di combattere come l’acqua che scorre (principi e tecniche dello stile e dimostrazione)
11.30-12.00 Intervista ai maestri su: Gli elementi della natura e lo zen nelle arti marziali
12.00 Talk sul Cosplay: arte, passione o mania? I protagonisti del Cosplay rispondono
17.00 Dimostrazione di tecnica bonsai a cura dell’Associazione Bonsai e dintorni
17.00 Conferenza Effetti dei patogeni sulla fisiologia delle piante a cura del Prof. Giovanni L. BRUNO (Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti – Di.S.S.P.A)
17.30 Conferenza Gli effetti della concimazione fogliare su esemplari in fase di formazione, a cura dell’Istruttore Bonsai Luca BRAGAZZI (Collegio Nazionale degli Istruttori del Bonsai e del Suiseki – IBS)
18.00 Cerimonia di premiazione degli esemplari bonsai in mostra
18.30 Conferenza Suiseki e bonsai: affinità e differenze, a cura dell’Istruttore Suiseki Marco PETRUZZELLI (Collegio Nazionale degli Istruttori del Bonsai e del Suiseki – IBS)
19.00 Salotto Letterario: presentazione di Hatsuyume (La Ruota Edizioni, 2019), silloge di poesia haiku della Prof.ssa Maria Laura VALENTE
19.30 Workshop di Haiku Haru no Umi – Mare di Primavera a cura della Prof.ssa Maria Laura VALENTE, haijin, poetessa e saggista
20.00 Cerimonia di premiazione dei vincitori del Concorso di Poesia Haiku e del Ban’ya Natsuishi Award

Accesso alla mostra libero e gratuito

Per informazioni
339/3682269 (Annamaria)
347/4836890 (Luca)
380/5168938 (Carmen)
bonsaiedintorni@libero.it
bonsaiedintorni.wixsite.com/bonsaiedintorni
www.carmenrucci.com

Con il patrocinio di
* Ambasciata del Giappone in Italia (in corso di acquisizione)
* Assessore all’Industria Turistica e Culturale Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia (in corso di acquisizione)
* Comune di Bari – Assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma (in corso di acquisizione)
* Università degli Studi di Bari Aldo Moro (in corso di acquisizione)
* Legambiente Puglia
* Collegio Nazionale degli Istruttori del Bonsai e del Suiseki – IBS
* World Haiku Association – WHA
* Haiku International Association – HIA
Con il contributo di
* Banca Popolare di Puglia e Basilicata
* Azienda Agricola Grandolfo – Modugno (BA)
* MB – Filo per bonsai, di Maurizio Bottalico – Bari
* Meis Elettromeccanica S.r.l. – Modugno (BA)
* Nuova Edilizia 82 – Modugno (BA)
* Pizzeria La Chicca – Bari
* Quacquarelli Assicuratori – Bari
* SMOUN TATTOO – Mola di Bari (BA)
* Tocotour Viaggi e Turismo – Bari
* Tsunamibonsai-en di Luca Bragazzi (Scuola di bonsai e progettazione di giardini in stile giapponese) – Bari
Azienda Partner
Pomice per Bonsai – www.pomiceperbonsai.com
Media Partner
Libreria del Teatro – Bitonto (BA)

Associazione BONSAI E DINTORNI
C.F.: 93413050720
Via Bruno Buozzi, 45/C – 70132 Bari
tel.: 339/3682269 (Annamaria) – 347/4836890 (Luca)
web: bonsaiedintorni.wixsite.com/bonsaiedintorni
Fb: https://www.facebook.com/bonsaiedintorni