AL DI QUA – I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale

In il

al di qua i senza dimora anche cinema

AL DI QUA
I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale

Tutte le iniziative si svolgeranno presso il Teatro Polifunzionale “Anche Cinema”, Corso Italia n.122 – Bari

MOSTRA FOTOGRAFICA (inaugurazione il 19 marzo, ore 18.30)
RACCOLTA DI BENI PER LE PERSONE IN POVERTÀ (9.30-13.00/17.00-21.00)
TAVOLA ROTONDA REGIONALE (venerdì 23 marzo 16.30/19.30)
PROIEZIONE DEL DOCUFILM AL DI QUA (di Corrado Franco (venerdì 23 marzo dalle ore 20.00). Parte del biglietto sarà devoluto all’acquisto di Action Card per servizi d’emergenza per i senzatetto.

La proiezione del docu-film AL DI QUA sarà introdotta da una conversazione di Antonio Parente (Apulia Film Commission) e Andrea Costantino (Regista e Produttore) con il regista Corrado Franco. Modera Luca Liverani (Giornalista di Avvenire)
Info docufilm: www.aldiqua.com

PROGRAMMA:
Lunedì 19 marzo – Domenica 25 marzo
MOSTRA FOTOGRAFICA: Volti e storie dei senza dimora della città di Bari
20 scatti fotografici raccontano i volti e le storie dei senza tetto della città di Bari. Foto di Francesco Tiani e del progetto “Dignità e orgoglio di volti senza dimora” a cura dello sportello di Bari di Avvocato di strada Onlus.
(Orari: 9.30 – 13.00 e 19.00 – 21.00)

RACCOLTA DI BENI a favore di persone in povertà
I beni raccolti (alimenti a lunga conservazione, prodotti igienico-sanitari e prodotti di parafarmacia) saranno destinati all’Emporio Sociale della “Casa delle bambine e dei bambini” del Comune di Bari per la distribuzione a famiglie in situazione di estrema povertà.
(Orari: 9.30 – 13.00 e 19.00 – 21.00)

Lunedì 19 marzo, ore 18.30: CONFERENZA STAMPA e inaugurazione della mostra fotografica

Venerdì 23 marzo
Ore 16.30 – 19.30
Tavola rotonda regionale: I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale
Ne discutono:
–Francesca BOTTALICO – Assessora al Welfare del Comune di Bari
–Anna Maria CANDELA – Dirigente della Sezione Inclusione Sociale Attiva e Innovazione delle Reti Sociali – Assessorato al Welfare della Regione Puglia
–Liliana LEONE – Direttrice Cevas, Coordinatrice scientifica della valutazione del SIA per l’Alleanza contro la povertà̀
–Luca LIVERANI – Giornalista di Avvenire
–Patrizia MARZO – Presidente dell’Ordine Professionale degli Assistenti Sociali della Regione Puglia
–Alberto ZONNO RENNA – Consigliere nazionale SOIS – Società italiana di Sociologia
Modera: Franco CHIARELLO – Sociologo

Interventi programmati da parte delle associazioni locali impegnate sul tema.

*Ingresso con biglietto a pagamento di € 7,00. In collaborazione con l’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, parte del biglietto sarà devoluto al finanziamento del fondo per le Action card: piccoli contributi in servizi per persone in difficoltà, individuate dai servizi sociali e dal pronto intervento sociale comunali.

Prenotazioni: AncheCinema Cell. 3296112291

Evento in collaborazione/patrocinio:
ANCHE CINEMA, COMUNE DI BARI, AMTAB, ACONSIGLIO REGIONALE DELLA PUGLIA, ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI PUGLIA, SOIS, LA CASA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI.


Giornata Mondiale della Marionetta: spettacoli, mostre, tavola rotonda ed eventi ad ingresso gratuito

In il

giornata mondiale della marionetta bari

Celebrata ogni anno il 21 marzo, il teatro di figura viene omaggiato con una festa che unisce tra loro paesi molto diversi, la Giornata Mondiale della Marionetta.
Promossa dalla più antica associazione teatrale esistente, l’UNIMA – Union Internationale de la Marionnette nata a Praga nel 1929 e oggi presente in ottantatre paesi, la Giornata Mondiale della Marionetta viene ospitata anche in Italia e quest’anno in particolare a Bari per la prima volta con un ricco calendario di eventi alla Casa di Pulcinella.
Dal 17 al 19 marzo 2018, gli spazi della Casa di Pulcinella ospiteranno spettacoli, incontri, mostre, proiezioni sul teatro di figura italiano. Un programma non solo per i piccoli, che porterà il pubblica alla scoperta del magico mondo di burattini, marionette, pupazzi e pupi.
La Giornata Mondiale delle Marionette 2018 si apre sabato 17 marzo con un convegno sulla tradizione con la tavola rotonda Da Mare a Mare. L’Opera dei Pupi tra Campania e Puglia: confronto dell’Opera dei Pupi tra Canosa e Barletta con le coeve esperienze tra Napoli e la Sicilia. Interverranno alla tavola rotonda: Aldo Patruno Regione Puglia, Silvio Maselli Comune di Bari, Aldo De Martino Presidente Unima Italia, Paolo Comentale Direttore Artistico Granteatrino, Daniele Giancane Professore di Storia della Letteratura per l’infanzia dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Ugo Vuoso Direttore Centro Etnografico Campano Ischia Napoli, Alfonso Cipolla Direttore Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare di Grugliasco Torino, Aldo Mosca Puparo pugliese.
Mentre alle ore 19 ad attendere il pubblico una vera e propria maratona serale con brevi performance per tutte le età con tanti artisti coinvolti.
La manifestazione prosegue domenica 18 marzo 2018 con lo spettacolo del Granteatrino Pulcilele…omaggio ad Emanuele Luzzati, maestro del Teatro Italiano e del Teatro di Figura. Lunedì 19 marzo la manifestazione si chiude con due appuntamenti dedicati alle scuole: ore 10.00 Bertuccia e la biblioteca universale
di Urateatro Fabrizio Pugliese e La natura fantastica del Granteatrino
presso l’I.C. Falcone Borsellino plesso Petrignani di Bari.
Tra gli eventi collaterali della manifestazione, le mostre Il mio amico Pulcinella e I Pupi di tradizione campana e pugliese. In programma sabato pomeriggio anche la rassegna di video proiezioni dei cartoni animati di Gianini e Luzzatio Omaggio a Rossini (L’Italiana in Algeri / Pulcinella / La Gazza Ladra).
Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, ad esclusione dello spettacolo di domenica 18 Marzo e degli spettacoli in matinée per le scuole.


Salento Raimbow Film Fest 2018: rassegna cinematografica a Bari, Foggia e Lecce

In il

salento raimbow film fest 2018 a corpo libero foggia bari lecce

Da martedì 13 a sabato 17 marzo
Foggia – Bari – Lecce

Ingresso libero
Info 324.0906528
www.associazionelea.org

SALENTO RAINBOW FILM FEST

A Corpo Libero è il tema della rassegna di cinema arcobaleno del Salento organizzata da LeA – Liberamente e Apertamente.
in collaborazione con numerosi partner e co-finanziata da Apulia Film Commission.

Anteprima a Foggia e a Bari per un festival di respiro regionale con un fitto programma di appuntamenti.

Da martedì 13 a sabato 17 marzo torna in Puglia il Salento Rainbow Film Fest, organizzato dall’associazione LeA – Libertamente e Apertamente. La quarta edizione delfestival di cinema arcobaleno del Salento abiterà quest’anno gli spazi del CineLab “Giuseppe Bertolucci”, grazie alla collaborazione con Apulia Film Commission che co-finanzia l’iniziativa, e quelli delle Manifatture Knos che negli anni hanno visto la nascita e l’evoluzione della rassegna. Un’edizione di respiro regionale, grazie alla sinergia con iCineporti di Puglia, che prenderà il via con un’anteprima a Foggia e a Bari per poi entrare nel vivo con i tre giorni di fitta programmazione a Lecce.
A Corpo Libero è il claim di quest’anno, che vuole sottolineare l’idea di un festival inteso come occasione per esplorare gli altri, mettersi in ascolto e in relazione superando le logiche etichettanti di una cultura che genera normalizzazioni, per rivendicare l’esigenza di esprimere se stessi, i propri corpi, in maniera libera, trasparente, in qualsiasi contesto. Per andare oltre l’orientamento sessuale e l’identità di genere, o semplicemente per creare connessioni fra le persone.
Un tema che si riflette nelle immagini dei film, documentari, corti, libri, mostre e performance che animeranno i cinque giorni di festival. Si parlerà di paure, consapevolezze, coraggio e lotta ai luoghi comuni, con le proiezioni di Jo Coda e Giovanni Minerba nelle loro monografie raccontate rispettivamente nelle tappe di Foggia e Bari; di armate di sognatori che utilizzano la sessualità e il porno come strumento politico verso la liberazione dei corpi con Carmine Amoroso e il suo “Porno e Libertà”; di rituali religiosi che uniscono un popolo di devoti, generando relazione e senso di appartenenza comunitaria con “Pagani” di Elisa Flaminia Inno; di viaggi e di sogni, per ritrovare il contatto con se stessi e per confrontarsi con le proprie paure, raccontate da “Aeffetto Domino” di Fabio Massa e da “Il Padre d’Italia” di Fabio Mollo; di costruzioni identitarie verso il superamento di stereotipi sessuali, con Cecilia Grasso e il suo “Al di là dello specchio”; di riflessioni attorno al proprio ego, di indagini attorno alle luci e alle ombre della personalità e della natura umana, con “L’uomo doppio” di Cosimo Terlizzi; di aspirazioni, bisogni ed esperienze, e della relazione con se stessi e gli altri al superamento di una certa età, grazie a “26 de diciembre“ della regista Silvia Maggi; dei desideri e necessità di due padri di creare una famiglia, con “Prima di tutto” di Marco Simon Puccioni; di mondi distopici, fatti di errori, orrori e intimità, con “Regina” il nuovo romanzo di Mauro Scarpa; di lotte, battaglie e memorie, quelle delle persone transgender, raccontate daMonica Romano nel suo libro “Gender Revolution”; del ricordo, sorprendente e ironico, di cosa voleva dire essere “froci” nelle generazioni passate, con Andrea Meroni e “Ne avete di finocchi in casa?”.
Anche quest’anno il Salento Rainbow Film Fest sarà fortemente connotato dalla presenza degli studenti e delle studentesse delle scuole superiori di Lecce e provincia. Oltre duecento ragazzi del Liceo Artistico “Ciardo Pellegrino” parteciperanno a due matinée con proiezioni riservate alle scuole, per il terzo anno consecutivo un gruppo della sezione audio-visivo dell’istituto comporrà la Youth Jury del festival coordinata dal professore Dario Patrocinio. La giuria sarà spalleggiata da un collettivo di studenti del Liceo “Capece” di Maglie che saranno coinvolti nella valutazione di una selezione di corti in programma. Confermate anche per quest’anno la giuria del CineClub Universitario – guidata dal professore Luca Bandirali – e quella delle associazioni del territorio che da sempre supportano il festival, impegnate nella valutazione della sezione dei lungometraggi e dei documentari.

“Il Salento Rainbow Film Fest è un progetto in mutamento, che segue di pari passo l’evoluzione sociale che stiamo vivendo” spiegano gli organizzatori “Un festival – non festival, fuori dai circuiti canonici, che esiste per essere cassa di risonanza sulla cultura lgbtqi – lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali – sigla che sta per persone, passioni, amori, tensioni, paure, aspettative, meraviglie, coraggio. Un progetto che mischia il cinema alla musica, alla danza, alla fotografia, all’illustrazione, alla letteratura, al teatro, al divertimento e alla volontà di fare qualcosa che abbia senso”.

La rassegna è ideata e organizzata dall’associazione LeA – Liberamente e Apertamente, con i sostegno di Apulia Film Commission, finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia.
È realizzata con il patrocinio del Comune di Lecce, Rete Re.a.D.Y., in collaborazione con numerose realtà: Festa di Cinema del reale, Yalla Film Fest, Shuffle Screening di TOC-Centre, Manifatture Knos, Big Sur, Officine Culturali Ergot, The Bridge Crane, SEYF – South Europe Youth Forum, Say Yes, Liceo Artistico Ciardo – Pellegrino, Arci Lecce, Festa di Cinema del reale, Io Ci Provo, TOC-Centre, Agedo Lecce, Lila Lecce, LINK Lecce – Coordinamento Universitario, Terra Del Fuoco Mediterranea, Arcigay Salento – La Terra di OZ, Ra.Ne – Rainbow Network, Io Come Te, Casa Delle Donne Lecce, Cineclub Università del Salento, Free Home University, Yalla Film Fest, Coordinamento Puglia Pride, Arcigay Bari – L’arcobaleno del Levante, Arcigay BAT – Le mine vaganti, Strambopoli Presidio Arcigay Taranto, Hermes Academy, T-Genus, Arcigay Foggia – Le Bigotte, N.U.D.I, Famiglie Arcobaleno, Rete Genitori Rainbow.

Tutti gli incontri sono gratuiti. Il programma completo è consultabile sul sito: www.associazionelea.org/rainbow-film-festival


Seminario sulla “Sicurezza informatica: rischi, consapevolezza e gestione”

In il

Seminario sulla Sicurezza informatica rischi consapevolezza e gestione citta metropolitana di bari

L’Istituto Nazionale dei Tributaristi (INT) ha accreditato l’evento ai fini del riconoscimento dei CFP per i propri iscritti. Pertanto, coloro che intendono acquisire i crediti formativi NON dovranno effettuare la registrazione sul portale CLIOedu ma richiedere l’iscrizione all’evento direttamente alla Segreteria dell’Ordine.

Location: Sala Consiliare della Città Metropolitana di Bari, Lungomare Nazario Sauro n°29
Organizzatori: Associazione Socio-culturale “Il vaso di Pandora” in collaborazione con ClioCom
Con il patrocinio di: Regione Puglia, Comune di Bari, Città Metropolitana di Bari, Istituto Nazionale Tributaristi, Ordine degli Avvocati di Bari, Confassociazioni.

Ingresso Libero

PROGRAMMA:

Gli attacchi informatici diventano sempre più critici per tutte le attività professionali che utilizzano i servizi di rete per lo svolgimento giornaliero delle proprie attività, oltre ad aziende ed Enti Pubblici di ogni dimensione.

Il seminario “Sicurezza Informatica: rischi, consapevolezza e gestione” diventa, dunque, di fondamentale importanza per approfondire le soluzioni in grado di aiutare a governare queste minacce attraverso misure sia preventive che correttive anche per quanto previsto dal nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati che si baserà in maniera rilevante sulla gestione della sicurezza dei servizi digitali esposti alla Rete.

Ciò anche alla luce del fatto che le vere vittime di un accesso non autorizzato ai dati, oltre alle Aziende e gli Enti a cui vengono sottratti i dati, sono gli utenti a cui fanno riferimento i dati stessi. Il Codice Civile prevede, in questi casi, un risarcimento economico, anche di danni non patrimoniali, nel caso in cui chi gestisce i dati sottratti non abbia posto in essere tutte le cautele possibili per evitare eventi nocivi a terzi.

L’evento potrà essere fruito, oltre che in presenza nella sala indicata, anche attraverso lo streaming dalla piattaforma BitMeeting® con la possibilità di intervenire tramite quesiti testuali rivolti ai relatori. Sarà in tal caso necessario registrarsi al portale CLIOedu.it e, dopo aver attivato le proprie credenziali, iscriversi all’evento su questa pagina.

Relatori:

Severina Bergamo: Presidente “Il Vaso di Pandora”, Associazione socio-culturale
Gabriele Conte: Direttore Generale ClioCom
Donato Limone: Ordinario di Informatica Giuridica Unitelma Sapienza di Roma
Gabriele Mambor: Comandante Reparto Operativo Carabinieri di Bari
Giuliano Iacobellis: Comandante Sezione Investigativa Scientifica e Informatica dell’Arma dei Carabinieri
Enrico Fontana: Amministratore Sistemi Informativi del Comune di Bari
Modera: Rita Schena – Giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno

L’evento darà diritto all’ottenimento di CFP dall’Istituto Nazionale Tributaristi e dall’Ordine degli Avvocati di Bari che lo hanno accreditato, in ottemperanza ai rispettivi regolamenti.


MAMA – Mostra e presentazione dei risultati

In il

Si terrà sabato 24 febbraio 2018 presso la Proloco di Altamura, l’evento di presentazione dei risultati del percorso MAMA, il progetto rientrante nel programma regionale “La Murgia Abbraccia Matera” con l’intento di stabilire sinergie e delineare un terreno comune per la valorizzazione del patrimonio di archeologia industriale e di architettura rurale.

A seguito di vari worskshop, esplorazioni territoriali, chiacchierate con esperti, raccolta di testimonianze tra i cittadini, visita a manufatti storici, il laboratorio Iperurbano è lieto di presentare gli esiti delle attività, dopo aver rielaborato le informazioni, le idee e le proposte raccolte.

Due sono gli elementi cardine emersi, due facce della stessa medaglia, in grado di tracciare i pieni e i vuoti del nostro territorio prettamente carsico. Si tratta dell’Acqua e della Pietra, elementi identitari in grado di raccogliere e abbracciare diversi settori produttivi, diversi manufatti e diverse esperienze realizzabili sul nostro territorio. L’acqua e la pietra danno vita a due itinerari tematici composti da tre elementi: manufatti (attivi e dismessi), percorsi (urbani ed extraurbani) e satelliti (esperienze e servizi complementari). Gli itinerari costituiscono una base di progetto per percorsi esperienziali ed educativi, nonché consegnano alla Pubblica Amministrazione un quadro d’insieme per la valorizzazione di manufatti e percorsi esistenti.
L’individuazione dei due itineari non vuole essere esaustiva della varietà di possibilità che Altamura potrebbe offrire a visitatori e turisti, ma, deve essere considerata come un punto di inizio di un percorso virtuoso che, sia di stimolo per un più ampio coinvolgimento di attori, associazioni, realtà produttive e culturali che quotidianamente si spendono per la valorizzazione del territorio.

In occasione dell’evento di presentazione dei risultati, verrà inoltre allestita una mostra multimediale che racconterà Altamura attraverso foto e riprese storiche e contemporanee.
Un salto nel passato ma con uno sguardo al futuro.

La mostra sarà visitabile anche nella giornata di domenica 25 febbraio 2018.
Durante la presentazione sarà distribuito un pieghevole cartaceo con la sintesi del progetto.

Ingresso libero


Mostra foto-documentaria “Dalle navi-asilo ai cubicoli” all’Archivio di Stato

In il

Dalle navi asilo ai cubicoli mostra archivio di stato bari

Giovedì 15 febbraio 2018

Giornata di confronto e riflessioni
La generazione delle povertà complesse
Idee e progetti per il 2018

Inaugurazione della Mostra foto-documentaria
Dalle navi-asilo ai cubicoli
Contesti e modelli di rieducazione nel ‘900
ore 17.30

Giovedì 15 febbraio 2018 nella sala conferenze dell’Archivio di Stato di Bari, dalle ore 9.00 alle ore 17.30 avrà luogo una giornata di confronto e riflessioni sul tema La generazione delle povertà complesse. Idee e progetti per il 2018, a cura del Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità – Centro Giustizia Minorile Puglia e Basilicata, dedicata ai fenomeni di devianza giovanile, con la presentazione, da parte dei Servizi distrettuali della Giustizia Minorile e della rete di partners istituzionali e non, del programma di attività di intervento e integrazione sul territorio per il 2018.
Alle ore 17.30, al termine della discussione, sarà inaugurata la mostra foto-documentaria Dalle navi-asilo ai cubicoli. Contesti e modelli di rieducazione nel ‘900, organizzata in collaborazione dall’Archivio di Stato di Bari, dal Centro Giustizia Minorile Puglia e Basilicata, dal Museo del Mare di Napoli e dalla Sezione di Bari dell’Associazione Marinai d’Italia. La mostra fotografica testimonia lo storico legame tra il mare e i giovani in situazione di disagio e ripercorrerà l’esperienza delle navi-asilo di inizio ‘900, la “Caracciolo” a Napoli e la “Eridano” a Bari, fino ai giorni nostri con la realizzazione di progetti di professionalizzazione nella cantieristica e nella navigazione. Nel medesimo contesto, con l’obiettivo di restituire alla memoria l’immagine della giustizia minorile anteriore alla riforma del 1988-’89, l’esposizione propone immagini e materiali dei riformatori giudiziari di Avigliano (PZ) e di Bari.

Archivio di Stato di Bari (Cittadella della Cultura), via Pietro Oreste n. 45
Info: 080.099311; e-mail: as-ba@beniculturali.it
www.archiviodistatodibari.beniculturali.it


La Guerra dei Cafoni di Davide Barletti

In il

davide barletti film santa teresa dei maschi bari

VISTI DA QUI, riflessioni sul cinema pugliese contemporaneo: il cinema di Davide Barletti

? Proiezione film: La Guerra dei Cafoni
► martedì 6 febbraio
? Chiesa Santa Teresa dei Maschi
Str. Santa Teresa dei Maschi, 26
?Ospite: Davide Barletti – Modera: Lino Patruno

Il caso cinematografico della stagione.

Film di Davide Barletti, candidato a due Nastri d’Argento 2017 e presentato in numerosi Festival cinematografici internazionali tra cui l’International Film Festival Rotterdam, il Festival Internazionale del Cinema di Pechino, il New York Open Roads: New Italian Cinema, e il Moscow International Film Festival, “La guerra dei cafoni” è una favola brillante e poetica, intrisa del suono dei dialetti del sud e di una luce assolata che brucia i confini di una terra immaginaria.

? A seguire dibattito con il regista. A moderare l’incontro il giornalista e scrittore Lino Patruno.

SUL FILM:

A Torrematta, territorio selvaggio e sconfinato in cui non vi è traccia di adulti, ogni estate si combatte una lotta tra bande: da una parte i figli dei ricchi, i signori, e dall’altra i figli della terra, i cafoni.
A capo dei rispettivi schieramenti si fronteggiano il fascinoso Francisco Marinho e il torvo Scaleno. Si combattono dalla culla, trascinando nel conflitto di classe i propri “soldati”.

Ma quell’anno i cafoni decidono di ribellarsi alla supremazia dei signori: i simboli del potere verranno presi di mira e poi letteralmente attaccati, trasformando lo scontro in una vera e propria guerra di conquista.

Mentre nascono alla vita adulta, alle spalle di tutti i giovani protagonisti di questa storia, muore un’epoca; e con essa l’ultima occasione per combattere una guerra fatta sì di violenza, ma anche di epica e di poesia.

«Nel film si ride e ci si commuove, ma si offre un motivo di riflessione sulla trasformazione di un Paese: un motivo tanto più potente quanto più è affidato a dei ragazzini lontani dalla storia ma in procinto di passare ad un’altra fase della vita».

? CINEMA c/o Santa Teresa dei Maschi – inizio ore 20.30
Ingresso riservato ai soci 5,00 € previa sottoscrizione
Tessera Socio #VallisaCULTURAOnlus ( 5,00 € una tantum )

Info e prenotazioni:
Saverio Fiore
? 337832542


“I Luoghi della Memoria” mostra fotografica presso la Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia

In il

regione puglia mostra fotografica shoah

Dal 1° al 28 febbraio, presso la Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia, in via Capruzzi 204 a Bari, sarà allestita la mostra “I Luoghi della Memoria”, un’installazione fotografica su Auschwitz I, Auschwitz II Birkenau e i Luoghi di accoglienza in Puglia.

L’iniziativa è curata dalla Associazione Freelancer Photographers, ed è stata sostenuta dalla Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia, in occasione della ricorrenza internazionale del Giorno della Memoria 2018, che ogni 27 gennaio ricorda la liberazione dei deportati presso il campo di concentramento di Auschwitz.

Il reportage di Vincenzo Catalano è suddiviso in cinque sezioni, l’allestimento ripercorre le atrocità che i deportati subirono nei campi di concentramento di Auschwitz I e Auschwitz II Birkenau, ma anche i luoghi di accoglienza in Puglia dove, alcuni di loro, trovarono rifugio, finalmente liberi.

La mostra, di cui in allegato è consultabile la scheda descrittiva, è visitabile, con accesso libero e gratuito, dalle 9.00 alle 13.00.
I gruppi di oltre 15 persone e le scolaresche devono prenotare chiamando il numero telefonico 0805402772, e possono richiedere la visita guidata gratuita.

Per informazioni:
Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia
Tel.: 0805402772 e-mail: infopoint@consiglio.puglia.it
sito web: http://www.consiglio.puglia.it |http://biblioteca.consiglio.puglia.it
Facebook: Consiglio Regionale Puglia | Biblioteca Consiglio Reg Puglia “Teca del Mediterraneo”


“Ameluk”, opera prima del regista bitontino Mimmo Mancini

In il

regista mimmo mancini santa teresa dei maschi apulia film commission

Una piccola grande commedia indipendente, vincitrice della XVII edizione del “Religion Today Film Festival” e del “Salento Finibus Terrae”.

Martedì 23 gennaio, ore 20.30, il regista Mimmo Mancini si racconta al pubblico insieme al giornalista Lino Patruno.

Saranno presenti anche gli attori Teodosio Barresi, Dante Marmone, Tiziana Schiavarelli.

VISTI DA QUI, riflessioni sul cinema pugliese contemporaneo: il cinema di Mimmo Mancini

? Proiezione film: Ameluk
► martedì 23 gennaio, ore 20.30
? Chiesa Santa Teresa dei Maschi
Str. Santa Teresa dei Maschi, 26
?Ospiti: Mimmo Mancini, Teodosio Barresi, Dante Marmone, Tiziana Schiavarelli – Modera: Lino Patruno

“Tratto da una storia che potrebbe essere vera”, “Ameluk”, opera prima del regista bitontino Mimmo Mancini è un film che al di là delle tecniche cinematografiche, ha un valore e una forza comunicativa in nome della fede o delle fedi.

SUL FILM:

La vicenda narra di Jusuf (Ameluk per il paese), un giovane musulmano immigrato in un paesino pugliese che, suo malgrado, si ritrova a dover interpretare prima Cristo nella via Crucis, poi il candidato sindaco alle elezioni locali.
Fra gag e comicità, Jusuf si distaccherà anche dalla moglie, bigotta e provinciale, per trovare un nuovo amore.

“L’intenzione è quella di far ridere e riflettere, usando toni leggeri per veicolare un messaggio nitido: cambiare mentalità per integrare visioni del mondo diverse, senza più ostacoli o barriere di sorta.

La fotografia satura, dominata dal giallo acceso, dà una denotazione fumettistica alla rappresentazione, accentuando ancor di più l’aspetto macchiettistico di molti personaggi.

La semplicità e la leggerezza del racconto conducono dritte alla meta, riuscendo a tratti a divertire, soprattutto grazie all’ingenua spontaneità di alcuni interpreti non professionisti e alla potenza del vernacolo locale.”
Marco Donati

? CINEMA c/o Santa Teresa dei Maschi – inizio ore 20.30
Ingresso riservato ai soci 5,00 € previa sottoscrizione
Tessera Socio #VallisaCULTURAOnlus ( 5,00 € una tantum )

Info e prenotazioni:
Saverio Fiore
? 337832542


Concorso fotografico: Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia

In il

La SIGEA Sezione Puglia, al fine di promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei siti di interesse geologico (geositi) e i paesaggi geologici della Regione Puglia, bandisce la quarta edizione del concorso fotografico rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Puglia. La partecipazione al concorso è TOTALMENTE GRATUITA. Possono partecipare tutti studenti delle scuole medie superiori della Puglia che sono interessati a condividere le emozioni ricevute attraverso la rappresentazione di uno degli aspetti dei “paesaggi geologici” della regione; riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante passeggiate o lavori di rilevamento, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro ed irripetibile di forme ed ombre che solo la natura riesce a creare.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 30 aprile 2018

Info: www.sigeaweb.it