La musica di Porto Rubino fa tappa a Giovinazzo e Monopoli con Morgan, Piero Pelù, Arisa, Drusilla Foer e tanti altri

In il

porto rubino 2024

Porto Rubino torna a spiegar le sue vele e si prepara a solcare i mari della Puglia con la sua sesta edizione in programma dal 15 al 21 luglio. Una serie di appuntamenti ricchi di novità, sorprese inaspettate e suggestioni che porteranno il pubblico in un viaggio evocativo in cui la musica si fonde con la bellezza del mare, la magia delle acque pugliesi e la forza della parola.

Porto Rubino si sta trasformando: avevamo la necessità di intitolare le nuove tappe per raccontare nuove storie e far vivere nuove esperienze. Il festival sarà sempre di più un luogo in cui vivere il mare sotto altri punti di vista, non solo musicale, diventando un vero e proprio spettacolo del mare. – racconta Renzo Rubino, cantautore ed ideatore del Festival.

Dalle magiche atmosfere della nuova location di Vieste al fascino senza tempo di Tricase Porto, passando per gli incantevoli porti di Giovinazzo e Monopoli, quest’anno ogni serata sarà dedicata a un tema marino ben preciso, che guiderà il pubblico in questa odissea musicale e non, tra riflessioni, scoperte e connessioni inattese.

15 LUGLIO – VIESTE (FG):
Poeti – ingresso gratuito – Un omaggio al cantautorato italiano contemporaneo, tra versi e melodie che raccontano storie di mare e di terra.
Con:
Joe Barbieri
Colapesce Dimartino
Dente
Elasi
Mannarino
Riccardo Sinigallia

17 LUGLIO – GIOVINAZZO (BA):
Pirati – Tra avventura e ribellione, un palcoscenico pronto ad accogliere le personalità corsare e intraprendenti protagoniste della serata.
Con:
Morgan
Nada
Piero Pelù
Renzo Rubino e La Sbanda
>>>Acquista biglietti

19 LUGLIO – MONOPOLI (BA):
Sirene – Un tributo al fascino senza tempo delle sirene, con un vortice di voci femminili che incantano e ammaliano.
Con:
Arisa
Bluem
Ditonellapiaga
Drusilla Foer
Gaia
Sara Penelope Robin
>>>Acquista biglietti

21 LUGLIO – TRICASE PORTO (LE):
Rosa dei Venti – Un caleidoscopio di sonorità diverse, ognuna con la sua bellezza e la sua unicità, a rappresentare la ricchezza e la varietà del panorama artistico contemporaneo.
Con:
Malika Ayane
Marco Castello
Lucio Corsi
Mace
Maria Antonietta e Colombre
Popa
Populous
Studio Murena

I biglietti per le tappe di Porto Rubino saranno disponibili in prevendita su Vivaticket.com a partire dalle ore 12:00 del 27 maggio.

Si ringraziano: San Marzano Vini, SIAE e WACEBO EUROPE SRL – main sponsor dell’evento – e Radio Capital – radio partner; Regione Puglia, Puglia Sounds, Teatro Pubblico Pugliese, Puglia Promozione; i comuni di Vieste, Giovinazzo, Monopoli, Tricase; Worldrise – partner di sostenibilità; Astier de Villatte – partner commerciale; Pinsotti – sponsor tecnico. Un ringraziamento particolare va a Stefano Senardi, coordinatore dei rapporti con le istituzioni e consulente alla direzione artistica.


DRIFFest – Festival Cinema e Letteratura, il programma delle 27 serate

In il

driffest 2024

Festival Cinema&Letteratura
“Del Racconto, il Film” – DRIFFest 2024
XV edizione giugno/luglio – Bari, Giovinazzo, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, carceri di Trani e Turi
27 serate, 6 comuni, 18 libri, 23 film, 3 spettacoli teatrali, 4 appuntamenti nelle carceri
Luciano Canfora Marco D’Amore Emma Dante Vladimir Perisic Giorgio Diritti Romana Petri Amleto De Silva Marianna Fontana
Matteo B. Bianchi Margherita Vicario Anita Kravos Alessandra Sarchi Antonia Truppo Davide Grittani Giulio Cavalli

Quindici anni nelle piazze di Puglia con il cinema e la letteratura a fare da bussola. In un presente che consuma tutto rapidamente, il festival “Del Racconto, il Film” (DRIFFest) si prende il tempo che ci vuole per ragionare sulle cose. La XV edizione dell’unico festival del Sud Italia che associa i libri e i film ai temi sociali, torna dall’11 giugno al 27 luglio in 27 appuntamenti tra Bari (un ritorno dopo due anni, tra largo Vito Maurogiovanni e l’anfiteatro del Municipio 3 al quartiere San Paolo, dove si terranno le proiezioni del Progetto Spazi civici di Comunità), Giovinazzo (piazzale Aeronautica militare), Sannicandro di Bari (corte castello Normanno-Svevo) e Mola di Bari (Chiostro monastero Santa Chiara), con quattro incontri nelle carceri (è l’unico festival pugliese a prevederlo ogni anno) di Trani e Turi.
Senza tappeti rossi, senza dive e divi, ma con “gli uomini e le donne del mondo del cinema e della letteratura che abbiano cose da dire e da mostrarci”. Parola del direttore artistico Giancarlo Visitilli che con la Cooperativa Sociale I Bambini di Truffaut, sostenuti da Ministero della Cultura e Regione Puglia, organizza un festival che sta in strada, senza vergognarsi di far Politica, offrendo, gratuitamente, alle persone uno spazio aperto e libero, per incontrare chi il cinema lo fa, chi i libri li scrive e chi crede che l’unico modo per cambiarci è incontrarsi e nutrirsi di cultura.
Un’edizione ancor più ricca di contenuti in cui confrontarsi – attraverso un film e un libro con l’ausilio di artisti, studiosi, operatori ed esperti, come da tradizione del DRIFFest e diretta evoluzione del lavoro che I bambini di Truffaut svolge sul territorio per tutto l’anno – sulle derive della politica italiana e le tentazioni revansciste, sul disagio sociale e sulle seconde occasioni, sulle famiglie (sbagliate) che ci toccano e su quelle (amorevoli) che ci scegliamo, su diversità e guerra, scoperta di sé e orgoglio femminista.
“Non mancheranno le vere star: gli educatori sociali, i maestri e le maestre, gli psicologi, assistenti sociali, insegnanti, psichiatri e tutti quelli che si occupano di infanzia e adolescenza”.

Alcuni importanti ritorni a “Del Racconto, il Film”. Come la scrittrice Romana Petri, che, l’11 giugno, a Mola, inaugura il festival con il suo romanzo “Tutto su di noi”: viaggio nell’inferno di una famiglia malata che farà il paio, a seguire, con la terza regia di Emma Dante, Misericordia. La celebre drammaturga siciliana interverrà con gli interpreti del film, Tiziana Cuticchio e Simone Zambelli.

La serata conclusiva del DRIFFest, la Notte Bianca del Cinema&Letteratura di Puglia, il 27 luglio a Sannicandro, sarà dedicata alla speranza: ospiti che ritornano, Matteo B. Bianchi, premiato nella scorsa edizione per “La vita di chi resta”, stavolta con il suo romanzo cult “Generations of love” e l’attore e regista Marco D’Amore, autore di Caracas, splendido affresco di dolente umanità in una spiazzante Napoli noir.
Del Racconto, la Disobbedienza (Civile), il 3 luglio, porterà a Mola le riflessioni del filologo Luciano Canfora (“Il fascismo non è mai morto”) a confronto con il magistrato Nicola Colaianni e il serbo Vladimir Perisic, regista di Lost Country, potente coming of age, proiettato al DRIFF in anteprima per il Sud Italia. Margherita Vicario, il 19 luglio, accompagnerà il pubblico di Mola nella visione del suo inno alla libertà femminile in musica, Gloria! (ospiti anche le attrici Anita Kravos e Galatea Bellugi), preceduto dalla presentazione del romanzo “Scuola di solitudine”, la vita dietro di sé svelata da Crocifisso Dentello.
Primo appuntamento in carcere, il 19 giugno, nella Casa circondariale di Turi, in collaborazione con il Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Puglia. “Del Racconto, il (non) Lavoro” darà spazio al coraggioso Palazzina Laf di Michele Riondino sul primo caso di mobbing italiano nel grottesco contesto dell’Ilva di Taranto. Il regista tarantino interverrà con un videomessaggio mentre a Turi a incontrare i detenuti sarà l’attore Michele Sinisi.

DRIFFest rinnova la collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, grazie alla quale andranno in scena due spettacoli teatrali (unici appuntamenti a pagamento) a Sannicandro: il 26 giugno, lo show in tre monologhi, “Pressioni” di e con Daniela Baldassarra e, il 10 luglio, “Digiunando davanti al mare”, un progetto di Giuseppe Semeraro dedicato a Danilo Dolci poeta, intellettuale, pedagogo, attivista della non violenza, per la regia di Fabrizio Saccomanno. Sezione teatrale che si completa, il 27 giugno, con “Ulisse, uno di noi”, esito di un laboratorio organizzato da I bambini di Truffaut con i detenuti del carcere di Trani, a cura dell’attrice Ilaria Cangialosi, in collaborazione con Orizzonti Solidali di Fondazione Megamark.

Di guerra, con le sue aberrazioni razziste, e di un’amicizia che attraversa la storia d’Italia, si parlerà il 18 giugno a Giovinazzo, grazie a “Eravamo immortali” di Marco Cassardo e all’intenso Lubo di Giorgio Diritti, regista che sarà accompagnato dall’attore Filippo Giulini.
“Il ritorno è lontano” di Alessandra Sarchi il 12 luglio a Bari metterà al centro il desiderio maternità e il senso inadeguatezza di una donna alle prese con l’affido di un bambino (nella stessa serata sarà proiettato il dramma tedesco La sala professori di İlker Çatak, candidato all’Oscar al miglior film in lingua straniera nel 2024) mentre “I giorni di vetro” di Nicoletta Verna, il 25, ci parlerà di un periodo segnato dalla violenza radicale e dalla prevaricazione maschile – il Ventennio – ma anche dell’inesauribile fiducia nell’essere umano. Spazio alla distopia politica condita di femminicidi de “Il mangiafemmine” di Giulio Cavalli e all’elaborazione del lutto di una coppia di genitori in “Inventario di quel che resta dopo che la foresta brucia” di Michele Ruol.

Da non perdere, il 20 luglio, a Bari, in collaborazione con Libera Puglia, “Del Racconto, La realtà (non finzione)”, una serata che accenderà i riflettori sulla deriva della politica grazie all’acclamato romanzo “Il gregge” dello scrittore foggiano Davide Grittani; ospiti anche don Angelo Cassano, referente regionale di Libera e il magistrato Nicola Colaianni.

Storie di resistenza al femminile grandi protagoniste del DRIFFest 2024. Con il film La seconda vita di Vito Palmieri, che sarà al festival insieme alla sua protagonista Marianna Fontana, così come con Vittorio Moroni, e il lungometraggio L’invenzione della neve, con Elena Gigliotti, attrice rivelazione nel personaggio di una madre vitale ed eccessiva che lotta per sua figlia. E ancora, con L’anima in pace di Ciro Formisano, ambientato in un duro quartiere di periferia e illuminato dalla presenza della protagonista Livia Antonelli. Regista e attrice saranno a Giovinazzo, il 18 luglio, in una serata dedicata anche alle ipocrisie della provincia italiana, esaminate con piglio arguto da “Una banda di scemi” dello scrittore, vignettista e autore teatrale, Amleto De Silva, a colloquio con l’avvocato e candidato a sindaco di Bari, Michele Laforgia.
Dell’infanzia che deve per forza finire e dell’adolescenza che cerca il proprio spazio si parlerà nel doppio incontro incentrato sul film Piano Piano di Nicola Prosatore, ospite il 16 luglio nella Casa circondariale di Trani e, il giorno dopo, a Sannicandro, con gli attori del film, Antonia Truppo, due volte David di Donatello, e Antonio De Matteo, uno dei volti più amati della serie Mare Fuori. Quella sera, “Del Racconto, la Vita (violata)”, accoglierà anche lo scrittore barese Andrea Piva, autore dello psichedelico excursus nella sofferenza attraverso i riti di morte e rinascita de “La ragazza eterna”.

I premi, realizzati appositamente per il DRIFF dall’artista pugliese Gianni Marsico, andranno al Miglior film sezione I quattrocento colpi (6 film in lizza), al Miglior film sez. La terra vista dalla luna, il Premio “Francesco Laudadio” al Miglior Interprete e al Miglior libro Non ci resta che leggere (12 romanzi in lizza): riconoscimenti che vengono assegnati in base ai giudizi degli spettatori del festival espressi ogni sera e che verranno consegnati nel corso della serata conclusiva.

Saranno con noi anche gli autori Alice Valeria Oliveri, Stefano Bon, Alberto Ravasio, Adrián N. Bravi. Dal cinema arrivano anche Tiziana Schiavarelli, Umberto Sardella, Corrado Azzollini (produttore Draka), Beppe Cino, Marco Risi, Lucia Rossi, Irene Magnani, Giuseppe Gimmi, Fabio Leli. Inoltre, Antonio Giampietro (Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia), la psicologa Silvia Godelli, i docenti Fausta Demichele, Mella Sciancalepore, Graziana Moro e Toni Demario, i lettori forti Anna Cantatore e Maila Cavaliere, l’interprete Lara Maroccini, l’editrice Giorgia Antonelli, Grazia Vulpis, presidente Coop GEA, gli studenti dell’I.C. Sarnelli De Donato Rodari e le giornaliste Claudia Bruno, Gilda Camero, Alessia De Pascale, Antonella Gaeta, Anna Puricella e Francesca Savino.

Questa edizione di “Del Racconto, il Film” è sostenuta da Regione Puglia, da Apulia Film Commission, dai Comuni di Bari, Giovinazzo, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, Carceri di Trani e Turi, dall’ufficio Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale Regione Puglia, dal Teatro Pubblico Pugliese.

Tutti gli incontri sono alle 19.30 a ingresso libero, fino a esaurimento posti. 
Info: 3284071538 o su ibambiniditruffaut.com

PROGRAMMA:

Martedì 11 Giugno 19.30
Mola di Bari Chiostro monastero Santa Chiara
Del Racconto, la Famiglia
Del Racconto: Tutto su di noi di Romana Petri (Mondadori) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il Film: Misericordia di Emma Dante in Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Romana Petri, scrittrice dialoga con Francesca Savino, giornalista la Repubblica; Emma Dante (in diretta streaming) regista; Simone Zambelli, attore; Tiziana Cuticchio, attrice

Venerdì 14 Giugno 20.30
Quartiere San Paolo (BA) in collaborazione con Progetto Spazi civici di Comunità c/o anfiteatro Municipio 3
Del Racconto, il peso delle Vittorie
il Film: Dolcissime di Francesco Ghiaccio

Lunedì 17 Giugno 19.30
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo
Del Racconto, i Giovani
Del Racconto: Sabato champagne di Alice Valeria Oliveri (Solferino) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il Film: Il punto di rugiada di Marco Risi in Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Marco Risi, regista; Lucia Rossi, attrice; Alice Valeria Oliveri, scrittrice, dialoga con Anna Puricella, giornalista la Repubblica

Martedì 18 Giugno 19.30
Giovinazzo anfiteatro Piazzale Aeronautica Militare
Del Racconto, le guerre (idiote)
Del Racconto: Eravamo immortali di Marco Cassardo in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: Lubo di Giorgio Diritti in Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Marco Cassardo, scrittore, dialoga con Giovanni Mariani, lettore forte; Giorgio Diritti, regista; Filippo Giulini, attore

Mercoledì 19 Giugno 15.00
Casa circondariale Turi in collaborazione con Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale – Puglia
Del Racconto, il (non) Lavoro
il film: Palazzina Laf di Michele Riondino
Ospiti: Michele Sinisi, attore; Michele Riondino (in video)

Giovedì 20 Giugno 19.30
Bari Largo Vito Maurogiovanni in collaborazione con Libera Puglia
Del Racconto, la realtà (non finzione)
Del Racconto: Il gregge di Davide Grittani (Alter Ego) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: Spoiler alert di Michael Showalter Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Davide Grittani, scrittore dialoga con Toni Demario, docente; don Angelo Cassano, referente regionale Libera; Nicola Colaianni, magistrato

Lunedì 24 Giugno 20.30
Quartiere San Paolo (BA) in collaborazione con Progetto Spazi civici di Comunità c/o anfiteatro Municipio 3
Del Racconto, l’Impegno
il Film: Non ci resta che vincere di Javier Fesser

Martedì 25 Giugno 19.30
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo
Del Racconto, il seme (del bene e del male)
Del Racconto: Il mangiafemmine di Giulio Cavalli (Fandango) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
Corto: Al di là dell’ombra di Giuseppe Gimmi
il film: Il maestro giardiniere di Paul Schrader Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Giulio Cavalli, scrittore, dialoga con Anna Cantatore, lettrice forte; Giuseppe Gimmi, regista; Antonio Giampietro, garante dei diritti delle persone con disabilità regione Puglia

Mercoledì 26 Giugno 21.00
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese
Del Racconto, le Donne
il Teatro: Pressioni di e con Daniela Baldassarra
* Ingresso a pagamento €.2,00

Giovedì 27 Giugno 15.30
Casa circondariale Trani (sez. maschile) in collaborazione con Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale – Puglia e Orizzonti Solidali di Fondazione Megamark
Del Racconto, Ulisse
il Teatro: Ulisse, uno di noi laboratorio con i detenuti di Trani, a cura di I bambini di Truffaut, a cura di Ilaria Cangialosi, regista

Venerdì 28 Giugno 19.30
Mola di Bari Chiostro monastero Santa Chiara
Del Racconto, gli (In)separabili
Del Racconto: Ascolta oltre l’oceano di Stefano Bon (Clown bianco) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il Film: L’invenzione della neve di Vittorio Moroni in Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Stefano Bon, scrittore, dialoga con Graziana Moro, docente; Vittorio Moroni, regista; Elena Gigliotti, attrice;

Martedì 2 Luglio 20.30
Quartiere San Paolo (BA) in collaborazione con Progetto Spazi civici di Comunità c/o anfiteatro Municipio 3
Del Racconto, i Perdenti
il film: Banana di Andrea Jublin

Mercoledì 3 Luglio 19.30
Mola di Bari Chiostro monastero Santa Chiara
Del Racconto, la Disobbedienza (Civile)
Del Racconto: Il fascismo non è mai morto di Luciano Canfora (Dedalo) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: Lost Country di Vladimir Perisic Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna anteprima Sud Italia
Ospiti: Luciano Canfora, filologo, storico e saggista, dialoga con Nicola Colaianni, magistrato; Vladimir Perisic, regista (in diretta streaming); Lara Maroccini, interprete

Venerdì 5 Luglio 19.30
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo
Del Racconto, l’Identità
Del Racconto: La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera di Alberto Ravasio (Quodlibet) fuori Concorso sez. Non ci resta che leggere
Corto: Il silenzio uccide di Irene Magnani
il film: 20.000 specie di api di Estibaliz Urresola Solaguren Fuori Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Alberto Ravasio, scrittore dialoga con Claudia Bruno, giornalista Rai; Irene Magnani, regista

Lunedì 8 Luglio 20.30
Quartiere San Paolo (BA) in collaborazione con Progetto Spazi civici di Comunità c/o anfiteatro Municipio 3
Del Racconto, la Scelta
il film: Ti va di ballare di Liz Fridlander

Martedì 9 Luglio 15.00
Casa circondariale Turi in collaborazione con Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale – Puglia
Del Racconto, l’Umano
il film: Gli agnelli possono pascolare in pace di Beppe Cino Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Tiziana Schiavarelli, attrice; Umberto Sardella attore, Corrado Azzollini, produttore Draka film

Mercoledì 10 Luglio 21.00
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo
Del Racconto, Danilo Dolci, attivista della Nonviolenza
il teatro: Digiunando davanti al mare un progetto di Giuseppe Semeraro; regia Fabrizio Saccomanno
drammaturgia Francesco Niccolini con Giuseppe Semeraro
* Ingresso a pagamento €.2,00

Giovedì 11 Luglio 19.30
Giovinazzo anfiteatro Piazzale Aeronautica Militare
Del Racconto, l’Erranza
Del Racconto: Inventario di quel che resta dopo che la foresta brucia di Michele Ruol (TerraRossa) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: L’imprevedibile viaggio di Harold Fry di Hettie MacDonald Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Michele Ruol, scrittore dialoga con Gilda Camero, giornalista di la Repubblica;

Venerdì 12 Luglio 19.30
Bari Largo Vito Maurogiovanni
Del Racconto, il Potere
Del Racconto: Il ritorno è lontano di Alessandra Sarchi (Bompiani) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: La sala professori di İlker Çatak Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Alessandra Sarchi, scrittrice dialoga con Antonella Gaeta, giornalista la Repubblica

Lunedì 15 Luglio 20.30
Quartiere San Paolo (BA) in collaborazione con Progetto Spazi civici di Comunità c/o anfiteatro Municipio 3
Del Racconto, la Corsa (di chi rimane)
il film: L’afide e la formica di Mario Vitale

Martedì 16 Luglio 15.30
Casa circondariale Trani (sez. femminile) in collaborazione con Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale – Puglia
Del Racconto, la Vita (violata)
il film: Piano piano di Nicola Prosatore
Ospiti: Nicola Prosatore, regista; Antonia Truppo, attrice

Mercoledì 17 Luglio 19.30
Sannicandro di Bari corte castello Normanno Svevo
Del Racconto, la Vita (violata)
Del Racconto: La ragazza eterna di Andrea Piva (Bompiani) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: Piano piano di Nicola Prosatore in Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Andrea Piva, scrittore dialoga con Maila Cavaliere, lettrice forte; Nicola Prosatore, regista; Antonia Truppo, attrice; Antonio De Matteo, attore

Giovedì 18 Luglio 19.30
Giovinazzo anfiteatro Piazzale Aeronautica Militare
Del Racconto, il Cambiamento
Del Racconto: Una banda di scemi di Amleto De Silva (Rubbettino) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: L’anima in pace di Ciro Formisano in Concorso sez. La terra vista dalla luna
il corto: Storie di Fabiano Tagarelli insieme alle ospiti della Comunità Educativa GEA
Ospiti: Amleto De Silva, scrittore, dialoga con Michele Laforgia, magistrato; Ciro Formisano, regista; Livia Antonelli, attrice; Grazia Vulpis, presidente Coop GEA; ospiti Comunità GEA

Venerdì 19 Luglio 19.30
Mola di Bari Chiostro monastero Santa Chiara
Del Racconto, la Rivoluzione (Femmina)
Del Racconto: Scuola di solitudine di Crocifisso Dentello (La Nave di Teseo) in Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: Gloria di Margherita Vicario in Concorso sez. La terra vista dalla luna
Ospiti: Crocifisso Dentello, scrittore dialoga con Alessia De Pascale, giornalista; Margherita Vicario (in diretta streaming); Anita Kravos, attrice; Galatea Bellugi, attrice

Giovedì 25 Luglio 19.30
Bari Largo Vito Maurogiovanni
Del Racconto, la Strada
Del Racconto: I giorni di vetro di Nicoletta Verna (Einaudi) Fuori Concorso sez. Non ci resta che leggere
il film: A passo d’uomo di Denis Imbert Fuori Concorso sez. La terra vista dalla luna
il corto: In un mondo di lupi di Israa Ben Hassine
Ospiti: Nicoletta Verna, scrittrice, dialoga con Giorgia Antonelli, editrice; gli studenti dell’I.C. Sarnelli De Donato Rodari autori del corto; Fabio Leli, docente corso cinema; Mella Sciancalepore, docente

Venerdì 26 Luglio 19.30
Bari Largo Vito Maurogiovanni
Del Racconto, la Rinascita
Del Racconto: Adelaida di Adrián N. Bravi (Nutrimenti) Fuori Concorso sez. Non ci resta che leggere
il Film: La seconda vita di Vito Palmieri Fuori Concorso sez. I quattrocento colpi
Ospiti: Adrián N. Bravi, scrittore dialoga con Silvia Godelli, psicologa; Vito Palmieri, regista; Marianna Fontana, attrice

Sabato 27 Luglio 19.30
Sannicandro di Bari – Notte Bianca del Cinema&Letteratura di Puglia
Del Racconto, la Speranza
Del Racconto: Generations of love di Matteo B. Bianchi (Fandango)
il film: Caracas di Marco D’Amore
Ospiti: Matteo B. Bianchi, scrittore dialoga con Fausta Demichele, docente; Marco D’Amore, regista e attore


Festa del Mare Bari 2024: il cartellone completo degli appuntamenti

In il

festa del mare bari 2024

FESTA DEL MARE 2024
LA SETTIMA EDIZIONE DEL CARTELLONE UNICO
DELL’ESTATE BARESE

Torna anche quest’anno la Festa del Mare, il cartellone unico dell’estate barese, in programma da giovedì 6 giugno (anteprima del Bari Piano Festival) a sabato 31 agosto (conclusione del Premio Rota), promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Turismo con Pugliapromozione e Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura a valere su fondi POC Puglia 2014/20 Asse VI – Azione 6.8 in collaborazione con il Comune di Bari – Assessorato alle Culture e Turismo. Anche per questa settima edizione la manifestazione riunisce Locus Festival, Bari in Jazz, Bari Piano Festival e Premio Nino Rota.

“Ancora una volta la Festa del Mare sarà la festa dell’estate nel capoluogo pugliese, per i turisti che numerosi ne affolleranno le strade e, soprattutto, per gli stessi baresi – dichiara Aldo Patruno, direttore Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia -. La Regione Puglia anche quest’anno ha voluto sostenere il Comune di Bari, insieme all’AReT Pugliapromozione e al Consorzio Teatro Pubblico Pugliese, al fine di garantire eventi ad alto profilo da proporre a coloro che ci piace chiamare “cittadini temporanei”, ovvero i nostri turisti, e agli abitanti di Bari che vorranno rimanere in città durante l’estate. Tre mesi, un lungo periodo, da luglio a settembre, durante il quale vedremo avvicendarsi sui palcoscenici dislocati in numerose zone della città un ventaglio variegato di generi musicali, un’offerta culturale ampia adatta a tutte e le età e tutte le orecchie. Un unico cartellone, quello della Festa del Mare, a includere le progettualità di quattro importanti manifestazioni musicali, ormai tutte affermate e molto attese, che non mancherà di entusiasmare e coinvolgere il pubblico come e più di sempre”.

“Festa del Mare è diventato un appuntamento fondamentale dell’estate culturale della nostra regione, offrendo un cartellone di rilievo internazionale che speriamo possa incontrare sempre più il favore del grande pubblico – commenta Paolo Ponzio, presidente Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura -. Festa del Mare è una manifestazione molto attesa che negli anni è cresciuta dimostrando quanto sia importante e proficuo il lavoro e il dialogo tra istituzioni e operatori privati”.

“Il turismo è alimentato anche da eventi musicali di straordinario livello, ed è su questo che abbiamo puntato da anni per dialogare con un pubblico ampio di appassionati che si sposta per seguire i big musicali – sottolinea Luca Scandale, direttore generale dell’Agenzia regionale del Turismo Pugliapromozione -. La Festa del Mare a Bari fa parte di questa strategia dell’Assessorato al Turismo e di Pugliapromozione come strumento per diversificare ancora di più l’offerta per i vacanzieri internazionali e nazionali che scelgono sempre più numerosi il capoluogo regionale, nonché per i baresi e i pugliesi”.

Locus Festival inaugura la sua ventesima edizione a Bari il 28, 29 e 30 giugno. L’inizio di un viaggio attraverso la Puglia che, dopo Bari, proseguirà ad Alberobello, Minervino Murge, Ostuni Fasano e Locorotondo. La collaborazione fra Locus festival e Festa del Mare, con il supporto degli assessorati alla Cultura e Turismo della Città di Bari e della Regione Puglia, porterà nel capoluogo pugliese 25.000 appassionati di musica da tutta Italia e dall’estero, con un programma di qualità che propone il cantautorato indie di Calcutta, venerdì 28 giugno nella Fiera del Levante, il rap attuale di Salmo & Noyz Narcos, sabato 29 sul lungomare, in contemporanea con il cantautore irlandese Glen Hansard nel Teatro Petruzzelli, e il gran finale di domenica 30 sulla Rotonda di via Paolo Pinto con i leggendari Simple Minds. Le statistiche dei biglietti venduti mostrano dati significativi: le fasce di età coinvolte variano dai diciassettenni agli over 40, con centinaia di acquisti da città come Milano, Roma e Bologna, e dall’estero principalmente Spagna, Francia, Regno Unito ma anche Canada e Nuova Zelanda.

“La città di Bari, con i larghi orizzonti del suo mare e con i suoi luoghi più storici e iconici, è per noi il punto di partenza ideale della nostra ventesima edizione – dichiara Vincenzo Bellini, della società Bass Culture che da sempre promuove il Locus festival -. Un traguardo importante per un festival che ha puntato tutto sulla qualità dell’offerta, contribuendo in maniera decisiva a posizionare la Puglia in rilievo nella mappa internazionale degli eventi musicali”.

Bari in jazz apre e chiude ufficialmente la sua 21° edizione nel capoluogo pugliese: il 13 luglio, nel cortile del Redentore, con i Bokanté, e il 29 agosto, a Torre a Mare, con il progetto Lumenea di Ambrogio Sparagna.

“La 21esima edizione di Bari in jazz rappresenta per noi un momento significativo per celebrare i nostri 20 anni di attività e le sue molteplici identità musicali e culturali – spiega il direttore artistico Koblan Amissah Bonaventure -. Partendo da Bari, città sempre più multiculturale, daremo il via al nostro “Maiden voyage” il 13 luglio nel cortile del Redentore, con il concerto degli Bokanté, un gruppo diversificato creato da Michael League, fondatore e leader degli Snarky Puppy. Concluderemo con una grande festa il 29 agosto a Torre a Mare, nella piazzetta della Torre, con i canti della Grecìa salentina del progetto Luménea di Ambrogio Sparagna, uno dei più importanti interpreti della musica popolare europea e maestro concertatore del festival “La Notte della Taranta” per più edizioni. Dal 13 luglio al 29 agosto avremo un festival dai mille volti e generi musicali che ospiterà musicisti pluripremiati ai Grammy: il 30 luglio a Bari, nel Cortile del Redentore, Aymeé Nuviola, vocalist cubana di gran classe, chiamata “La Sonera del Mundo” ci farà vivere la musica latina in tutte le sue varietà. Abbiamo voluto un “Festival che va dalla gente”, diffuso e itinerante, nelle location più belle e suggestive dei Comuni della Città Metropolitana: Bitetto, Monopoli, Noci, Sammichele di Bari e Sannicandro di Bari cui si aggiungono Fasano e Martina Franca, attirando un pubblico di ogni età e gusto musicale, grazie anche alla partecipazione di nomi di spicco nel panorama internazionale”.

Bari, dunque, sarà la prima tappa ufficiale della 21ª edizione di Bari in Jazz, con il concerto dei Bokanté, un ensemble creato da Michael League, fondatore e leader degli Snarky Puppy, ricco di groove, melodia e soul che farà un’unica data in Italia. Bokanté, in programma al Redentore il 13 luglio prossimo, è un progetto multicolore e multiculturale composto da 8 musicisti provenienti da 4 continenti che si esibiranno intrecciando ritmi africani, melodie caraibiche e influenze rock in un connubio di sonorità e culture fuse in un’unica esperienza emozionante. Bokanté significa scambio, dialogo in creolo, la lingua della giovane cantante Malika Tirolien, voce principale del gruppo, originaria dell’isola caraibica di Guadalupa. Durante la loro esibizione, presenteranno il loro terzo album “History”, nominato per due Grammy Awards 2024. Le canzoni, principalmente in creolo di Guadalupa, trattano di outsider, veggenti, storia nera, unità globale e inutilità della guerra. Un concerto che annulla le differenze culturali, lasciando spazio a una connessione profonda e universale attraverso la musica. I Bokanté dimostrano il potere trasformativo della musica, invitando tutti a riflettere, amare e apprezzare la bellezza di un mondo ricco di diversità e armonia.

Il 29 agosto il festival chiude a Torre a Mare, in piazzetta della Torre, con il progetto Luménea, (in griko fuoco nuovo), che vede in scena 10 elementi tra voci, tamburelli, violino, tastiera diretti da Ambrogio Sparagna (voce, organetto), con la partecipazione di Erasmo Treglia (ghironda, ciaramella, totototela). Una grande festa con i canti della Grecía salentina, con ritmi tra l’antico e il moderno, per attraversare il Salento guidati dagli echi musicali e dalle storie arrivate fin qui dalla sponda greca. Nasce dal bisogno di indagare le commistioni dei linguaggi e delle tradizioni condivise dalle culture dei Paesi mediterranei, mantenendo in vita la cultura popolare salentina e in particolar modo quella appartenente alla minoranza grika. “Anemo” è il vento che trasporta i suoni e le voci e mette in risonanza una decina di brani basati su testi tradizionali: è il soffio vitale che vuole ridare voce a un repertorio ancora poco conosciuto, che racconta il lavoro, l’amore e anche la speranza di vivere in una dimensione che preserva e custodisce valori antichi e sempre attuali.

Giunto quest’anno alla sua settima edizione, il Bari Piano Festival 2024 si svolgerà – come da tradizione – nell’ultima settimana di agosto (dal 22 al 29) confermandosi occasione preziosa per ascoltare grandi pianisti provenienti da ogni parte del mondo in un repertorio che dalla classicità giunge alle varie declinazioni della contemporaneità.

“Il Bari Piano Festival – edizione 2024 – sottolinea il direttore artistico Emanuele Arciuli – avrà per protagonisti alcuni artisti della scena internazionale, giovani talenti emergenti e soprattutto molta musica di qualità, con composizioni di raro ascolto e molta produzione contemporanea. I luoghi, magnifici, di una città sempre più bella e aperta a un turismo di respiro internazionale, sono quelli ormai consueti, come il sagrato di San Nicola, il Fortino Sant’Antonio a Bari Vecchia, il chiostro di Santa Chiara e la spiaggia di Torre Quetta.

Dovendo sottolineare un aspetto di particolare rilevanza, in questa edizione, direi senz’altro la musica degli Stati Uniti. L’anteprima, il 6 giugno, avrà infatti per protagonista Richard Steinbach, pianista americano in un programma che parte dagli States per aprirsi all’America del sud; e poi non si può dimenticare Lisa Moore, la pianista del leggendario complesso americano dei Bang on a Can, protagonista di un recital in esclusiva nazionale.

A questo si aggiunga la musica americana eseguita da due giovani talenti nel concerto di mezzanotte (novità di quest’anno). Ma il Bari Piano Festival 2024 è molto molto altro.

Voglio, una volta ancora, ringraziare il Comune di Bari e la Regione Puglia che, da anni, consentono al pianoforte internazionale di risuonare nell’estate barese. Un grazie al sindaco, che ha fatto così tanto per Bari, accompagnando con affetto e attenzione il nostro festival lungo l’intero periodo della sua ormai settennale avventura. E un ringraziamento, forte e affettuoso all’assessore alle Culture Ines Pierucci, che si è spesa con competenza e generosità per la prosecuzione e l’espansione di questa festa della musica pianistica”.

Anteprima il 6 giugno, col pianista americano Richard Steinbach che proporrà, sulla terrazza del Fortino Sant’Antonio, un’antologia di musica americana.

Il festival vero e proprio si apre, il 22 agosto, con un recital di grande prestigio: sul sagrato della Basilica di San Nicola Alessandro Taverna eseguirà l’integrale degli Studi di esecuzione trascendentale di Franz Liszt. Si prosegue, il 23 agosto, con Iiro Rantala, talentuoso pianista jazz finlandese, con un recital di piano solo, in uno dei due concerti al tramonto sulla spiaggia di Torre Quetta. Sabato 24, al Fortino, una novità di questa edizione: un concerto notturno (che comincerà oltre mezzanotte) con due set di pianoforte contemporaneo – 40 minuti ciascuno – che vedono protagonisti due giovani talenti italiani, Flavia Salemme e Simone Librale. Per tre giorni consecutivi, poi, il festival sarà ospitato nel Chiostro di Santa Chiara: domenica 25 con la presentazione del libro “Sarà l’avventura” (Il Saggiatore) di Carlo Fontana, già Sovrintendente del Teatro alla Scala, che dialogherà con Emanuele Arciuli e Nazzareno Carusi, pianista e direttore artistico del Premio Paganini. Lunedì 26, in esclusiva nazionale, la pianista australiana Lisa Moore, parte del leggendario gruppo americano Bang on a Can, eseguirà un ricco programma ancora incentrato sull’America, filo conduttore di questa edizione. Il 27 agosto sarà la volta di un libro, con il gradito ritorno di Francesco Carofiglio con suo ultimo romanzo, e due set di pianoforte solo, protagoniste le fascinose sonorità di Roberta Di Mario e le ardite sperimentazioni di Benedetto Boccuzzi. Chiude il 29 agosto, ancora in esclusiva regionale, il pianista Antonio Faraò, tra i massimi esponenti del jazz italiano di oggi, con un concerto al tramonto a Torre Quetta. Anche quest’anno i concerti a Torre Quetta saranno seguiti da un dj set.

La sesta edizione del “Premio Rota” si terrà il 30 e 31 agosto, come di consueto, a Torre a Mare, il luogo scelto da Nino Rota come buen ritiro per oltre trent’anni.

“Mi sembra che sia sotto gli occhi di tutti la spinta che negli ultimi cinque anni ha avuto la proposta culturale nella città di Bari – commenta il direttore artistico del Premio, Gianluigi Trevisi -. Poiché le cose non accadono per autogenesi, sarebbe una grossolana ipocrisia non riconoscere che è stata importante la caparbietà dell’assessora alle Culture in questa che a me sembra, nonostante le tante cose da perfezionare, una vera e propria svolta. L’attenzione non banale alle periferie, la spinta in avanti dei teatri cittadini, i grandi concerti, il consolidamento e la creazione di preziose rassegne come il dovuto riconoscimento della città a Nino Rota con il Premio a lui dedicato, hanno costituto un indispensabile primo passo per far tornare questa città, per quanto attiene alla sua produzione culturale, ad essere un punto di riferimento avanzato”.

Prosegue l’indagine del Premio alla ricerca di approcci innovativi nel mondo delle colonne sonore con una particolare attenzione a quanto sta avvenendo nella produzione cinematografica e delle serie televisive in Italia, con un occhio particolare a una nuova generazione di compositori, in molti casi provenienti anche dal mondo della musica indipendente. Quest’anno le scelte degli esperti sono ricadute su alcuni compositori che sempre più si allontanano dall’idea di tappeto sonoro subordinato alle immagini verso un modello di colonna sonora che nasce come opera autonoma che affianca le immagini ed è solo ispirata e non determinate dalle sceneggiature.

I nomi: Roberto Salahaddin Re David. Musicista, compositore e ricercatore. Si diploma al conservatorio N. Piccinni di Bari dove studia Contrabbasso e Composizione. Approfondisce lo studio delle tradizioni musicali orientali, in particolare quella islamica di provenienza turca, araba e persiana e quella indiana con l’ex direttore del Conservatorio di Stato di Baku (Azerbaijian), Fakraddin Gafarov. Ha al suo attivo composizioni scritte per il teatro, il cinema e varie formazioni musicali riguardanti generi diversi. Il lavoro che lo ha posto sotto l’attenzione del Premio Rota è la musica scritta per il pluripremiato film d’animazione di Michele Fasano “Metamorphosis”, un supporto intenso e delicato per questa fiaba che sta facendo con successo il giro del mondo.

Kekko Fornarelli è un pianista, compositore e produttore barese. Con quattro album pubblicati e oltre 200 concerti in 35 Paesi nel mondo negli ultimi cinque anni, è attualmente uno degli artisti italiani più apprezzati nel mondo. Ha sviluppato uno stile unico caratterizzato dal tentativo di creare musica da osservare, più che da ascoltare. Un modo particolare e tutto personale per raccontare storie, esprimere emozioni e “dipingere” situazioni. La sua musica è una morbida combinazione tra le più moderne idee nordeuropee e un lirismo neoclassico, filtrata dal suo caldo background mediterraneo. Atmosfere che sono naturalmente sbarcate nella composizione di colonne sonore. L’ultima è “Gli agnelli possono pascolare in pace” per il film di Beppe Cino con Maria Grazia Cucinotta. In cantiere, ma ormai in avanzata fase di realizzazione musiche per cortometraggi, un doc con Russel Crowe e un lungometraggio di ambientazione noir in uscita a inizio 2025.

Roberto Cherillo è una delle espressioni più originali del jazz italiano. Pianista ecompositore fuori dagli schemi, ha condotto un imponente lavoro di ricerca sulla voce, incrociando influenze orientali e particolari tecniche nello studio del canto armonico. Ha composto musica per il teatro, la pubblicità e per docu film. Singolare e affascinante la musica scritta per “Sono innamorato di Pippa Bacca”, il film di Simone Manetti ispirato alla tragica vicenda della nota performer artista italiana uccisa in Turchia durante la performance itinerante “Spose in viaggio”, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, 11 Paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo.

Nel programma di questa sesta edizione del Premio Rota ci saranno due sonorizzazioni live: Oltre Metamorphosis, eseguita dall’Ensemble di Roberto Salahaddin Re David, vi sarà Nosferatu ad opera di Karim Qqru (Zen Circus) Xabier Iriondo (A8erhours) e Corrado Nuccini (Giardini di Mirò) per uno spettacolo costruito disegnando la musica sulla celebre pellicola del 1922 di Murnau, in una fusione quasi perfetta di suoni e immagini. Un connubio inedito connubio tra sonorità provenienti dal mondo del rock indipendente italiano e il capolavoro dell’espressionismo tedesco.

Anche per quest’anno a presentare le serate del premio sarà il giornalista Enzo Gentile


SAGRA della CILIEGIA FERROVIA 2024 di Turi: il programma della 32ª edizione

In il

sagra-ciliegia-ferrovia-turi-2024

Sabato 1 e domenica 2 giugno a Turi (Ba)
la 32esima edizione della Sagra della Ciliegia Ferrovia

Due giorni di fiera mercato, stand gastronomici, eventi musicali e mostre d’arte per l’evento dedicato ad uno dei prodotti più amati da pugliesi e non.

Sabato 1 e domenica 2 giugno 2024 torna a Turi (Ba) la “Sagra della Ciliegia Ferrovia”, evento di carattere fieristico, culturale e turistico giunto alla sua 32esima edizione. Protagonista indiscusso per due giorni sarà uno dei frutti più amati del periodo primaverile dai pugliesi e non solo, che conquista i palati con la sua polpa gustosa, ma anche la vista grazie al suo colore rosso acceso e alla sua forma a cuore. Particolarmente dolce e succosa, con una polpa di tipo forte e croccante, la “Ferrovia” è la varietà di ciliegia più diffusa in Puglia.

I cittadini turesi si preparano ad accogliere turisti e visitatori che torneranno ad affollare numerosissimi le strade del borgo situato a pochi chilometri di distanza dal capoluogo Bari, in occasione dell’evento organizzato dall’associazione culturale In Piazza, con il contributo del Comune di Turi e con il patrocinio della Regione Puglia – assessorato all’Agricoltura e dell’associazione nazionale Città delle Ciliegie.

La “Sagra della Ciliegia Ferrovia” rappresenta un’occasione di promozione e valorizzazione di un prodotto di altissima qualità e un’opportunità di nuovi sbocchi commerciali e di vendita diretta. Turi mette in mostra così le bellezze del territorio e la bontà dei prodotti della sua agricoltura, accoglie il turista per trasportarlo in un’esperienza a tutto tondo tra enogastronomia, spettacolo, arte, tour guidati e mercatini. L’evento, infatti, colorerà le vie principali della città (piazza Silvio Orlandi, via Sedile, via XX settembre, piazza Pertini, via Gramsci, via Antonio Orlandi, largo Pozzi, piazza San Giovanni e piazza Moro) proprio nel periodo centrale della raccolta.
La Ciliegia “Ferrovia” di Turi diventa così traino ed emblema del territorio ed è la grande protagonista di un villaggio che si caratterizza per l’area fiera mercato e gli stand commerciali, per l’area enogastronomica, per i mercatini artigiani e hobbisti, per il palco centrale con gli eventi di musica e spettacolo, per gli appuntamenti collaterali con le mostre d’arte e per i tour guidati della città. In particolare il turista, oltre ad accedere all’area fieristica, potrà cogliere l’opportunità di visitare la Grotta di Sant’Oronzo (escursione a cura dell’Ass. Bersaglieri “A. Pedrizzi”) e il Borgo Antico (escursione a cura dell’Ass. Il Viandante). Mentre quest’anno la Sagra si apre anche alle collaborazioni con enti di altri comuni, con la possibilità, nei giorni 1 e 2 giugno, di prenotare una visita completa alle Grotte di Castellana con uno sconto sul biglietto.

L’EVENTO INAUGURALE
La 32esima Sagra della Ciliegia Ferrovia di Turi sarà inaugurato sabato 1 giugno 2024 alle ore 19 in piazza Silvio Orlandi, alla presenza delle massime autorità civili e militari. Lo spettacolo inaugurale sarà in collaborazione con l’accademia “Chi è di scena?!” e “Glamour Eventi”. La cerimonia sancirà ufficialmente l’apertura degli spazi espositivi delle aziende cerasicole e della rassegna enogastronomica “Eccellenze di Puglia”. Dopo la prima serata, la Sagra tornerà ad animare Turi anche domenica 2 giugno a partire dalle ore 9.

MUSICA E SPETTACOLO
Il programma musicale sarà aperto sabato 1 giugno 2024 in piazza Silvio Orlandi con lo spettacolo itinerante dei giovani musicisti della Young Marching Band e, dalle ore 20, con l’intrattenimento musicale live di dj Eddy De Marco accompagnato dai maestri di ballo della scuola “Hops” swing anni 30-40. La serata proseguirà con l’accensione dell’installazione artistica di luminarie pugliesi a cura della ditta “Faniuolo” alle 20.30, con il doppio appuntamento in Largo San Giovanni, alle 20.30 e alle 23, con lo Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti” e alle 22, sempre in Largo San Giovanni, con lo Spettacolo Musicale “Grammar School”.
Domenica 2 giugno gli spettacoli musicali itineranti proseguiranno con “Banda Cittadina don Giovanni Cipriani”, “Bassa musica di Piripicchio” e “Conturband”, che nel corso della giornata si alterneranno per le vie della Sagra. Ancora una volta si ripeterà il doppio appuntamento serale con lo Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti”, mentre ad animare l’evento alle 21.30 sarà lo spettacolo musicale “Notte da Cover” con la Controrchestra big band.
Tutti gli eventi sono gratuiti.

L’ARTE IN SAGRA
Nell’ambito della 32esima Sagra della Ciliegia Ferrovia, ampio spazio anche alla cultura e all’arte con la sesta edizione della Estemporanea di Pittura “Rosso Ferrovia” in collaborazione con l’associazione “I vecchi Tempi” e “Casa delle Idee” e con la seconda edizione del Concorso Opere da Studio. I due contest hanno lo scopo di richiamare a Turi artisti e pittori che, attraverso la realizzazione di opere originali, possano valorizzare la storia, l’arte e la cultura della stessa Turi. Regolamento e modalità di partecipazione sul sito www.sagraciliegiaferrovia.it.

LA LOTTERIA DELLA SAGRA
Alla 32esima Sagra della Ciliegia Ferrovia è collegata anche una Lotteria: i biglietti sono già disponibili presso numerosi punti vendita a Turi (l’elenco completo è disponibile sulla pagina facebook @SagraCiliegiaFerrovia).
La lotteria, promossa con l’intento di reperire fondi per l’organizzazione della Sagra stessa, mette in palio sei premi, al vincitore del primo andrà una crociera per due persone. Estrazione domenica 2 giugno 2023 alle ore 23.30.

PROGRAMMA DETTAGLIATO:

SABATO 1° GIUGNO

Ore 18.30 | Piazza Silvio Orlandi
* Apertura degli spazi espositivi delle aziende cerasicole e apertura rassegna enogastronomica “Eccellenze di Puglia”

Ore 19.00 | Piazza Silvio Orlandi
* Cerimonia e spettacolo d’inaugurazione alla presenza delle massime autorità civili e militari
* Spettacolo d’inaugurazione in collaborazione con l’accademia “Chi è di scena?!” “Glamour Eventi” e Ass. “I Vecchi Tempi”
* Apertura degli spazi espositivi delle aziende cerasicole e apertura rassegna enogastronomica “Eccellenze di Puglia”
* Spettacolo itinerante Young Marching Band

Borgo Antico
* 6ª Estemporanea di Pittura “Rosso Ferrovia” in collaborazione con l’ass. “I vecchi Tempi” e “Casa delle Idee”

Ore 20.00 | Piazza Silvio Orlandi
* Intrattenimento musicale live di DJ Eddy De Marco accompagnato dai maestri di ballo della scuola “Hops” swing anni 30-40.

Ore 20.30 | Piazza Silvio Orlandi
* Accensione dell’installazione artistica di luminarie pugliesi a cura di “Faniuolo light emotion”

Ore 20.30 | Largo San Giovanni
* Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti”

Ore 21.00 | Largo San Giovanni
* Spettacolo Musicale “Grammar School”

Ore 23.00 | Largo San Giovanni
* Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti”

DOMENICA 2 GIUGNO

Ore 10.00
* Apertura degli spazi espositivi delle aziende cerasicole e apertura rassegna enogastronomica “Eccellenze di Puglia”

Ore 09.30
* Partenza tour guidati centro storico, luoghi culturali e di interesse: Grotta di Sant’Oronzo, centro storico a cura delle associazioni “Il viandante” e Bersaglieri “A. Pedrizzi”

Ore 10.00 | Borgo Antico
* 6a Estemporanea di Pittura “Rosso Ferrovia”

Ore 10.00
* Spettacolo musicale itinerante “Banda Cittadina don Giovanni Cipriani” e “Bassa musica di Piripicchio”

Ore 18.00
* Apertura degli spazi espositivi delle aziende cerasicole e apertura rassegna enogastronomica “Eccellenze di Puglia”;
* Spettacolo musicale itinerante “Bassa musica di Piripicchio”

Ore 19.30
* Spettacolo Musicale itinerante “Conturband”;

Ore 20.30 | Largo San Giovanni
* Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti”

Ore 21.00
* Premiazione 6a Estemporanea di Pittura “Rosso Ferrovia” e 2° concorso opere da studio.
* Spettacolo Musicale “Notte da Cover” con la Controrchestra Big Band

Ore 23.00
* Spettacolo “Cazacu’s Fontane Danzanti”

Ore 23.30
* Estrazione dei biglietti vincenti della lotteria della Sagra della Ciliegia 2024

Maggiori informazioni sui canali social @SagraCiliegiaFerrovia e sul sito www.sagraciliegiaferrovia.it.


Tesori nascosti di Puglia: visite alle antiche sagrestie del Duomo di San Corrado a Molfetta

In il

tesori nascosti di puglia

“Tesori nascosti di Puglia”, Molfetta tra le quattordici tappe dell’iniziativa. Il 25-26 maggio le visite alle antiche sagrestie del Duomo Vecchio

“Tesori nascosti di Puglia”, ideata e organizzata dall’Unplipuglia con il patrocinio della Regione Puglia-Assessorato all’Industria Turistica e Culturale.

Con Tesori Nascosti si potranno visitare grazie a guide abilitate le Antiche sagrestie del Duomo San Corrado.

Si potranno prenotare massimo due posti per famiglia con lo stesso indirizzo email, ogni turno potrà condurre massimo 8 partecipanti causa gli ambienti stretti dei luoghi di visita e i luoghi di visita di carattere medievale non sono accessibili a persone con ridotta o impedita capacità motoria.

Le prenotazioni dovranno essere inviate a prolocoeventimolfetta@gmail.com indicando l’orario e il giorno di visita, indicando nome e cognome del partecipante, massimo due nominativi per stesso indirizzo email.

La prenotazione sarà andata a buon fine al ricevimento della email di conferma.

Di seguito i turni di visita da indicare nella email di prenotazione.

Date e turni di visita:

25 e 26 MAGGIO 2024

turno 1: inizio ore 9.00 – fine visita ore 9.30,

turno 2: inizio ore 9.15 – termine visita ore 9.45,

turno 3: inizio visita ore 9.30 – fine visita ore 10.00,

turno 4: inizio visita ore 9.45 – fine visita 10.15,

Turno 5: inizio ore 10.00 fine visita ore 10.30.

Turno 6: inizio visita ore 16 e termine di visita ore 16.30,

turno 7: inizio ore 16.15 – fine visita ore 16.45,

turno 8: inizio 16.30 – fine visita ore 17.00,

turno 9: inizio ore 16.45 fine visita ore 17.15,

turno 10: inizio ore 17.00 e fine visita ore 17.30,

turno 11: inizio ore 17.15 fine visita ore 17.45,

turno 12: inizio visita ore 17.30,

turno 13: inizio ore 17.45 e fine visita ore 18.15,

turno 14: inizio ore 18.00 e termina ore 18.00.


Bianca di Puglia, nel Fortino Sant’Antonio il più importante evento sui vini bianchi pugliesi

In il

bianca di puglia bari 2024

Si terrà nella suggestiva location del Fortino Sant’Antonio sul lungomare di Bari la decima edizione di Bianca di Puglia, il più importante evento sui vini bianchi pugliesi firmato come ogni anno dai comunicatori del vino dell’Associazione Italiana Sommelier Puglia. In abbinamento ai preziosi vini bianchi della nostra regione, tante buone degustazioni food per una serata sul meraviglioso lungomare di Bari, tra gusto e relax.

E siamo alla decima storica edizione dell’attesissima rassegna dei vini bianchi pugliesi, promossa dall’Associazione Regionale del Sommelier AIS Puglia e organizzata dalla Delegazione AIS di Bari, per un evento che ha notevolmente contribuito ad innalzare il livello qualitativo delle produzioni in bianco pugliesi, attestandosi tra l’altro come l’unica grande manifestazione di promozione ad essi destinata.

L’edizione 2024 di Bianca di Puglia aprirà il sipario come di consueto presso il Fortino Sant’Antonio lungo la muraglia del borgo antico di Bari, prendendo il via alle ore 18:00 con un convegno dal tema più che mai provocatorio come “Il dire, il fare e il mare”. A seguire, nella suggestiva terrazza, saranno aperti i banchi d’assaggio, dove gli oltre 30 Sommelier AIS, affiancati dai ragazzi del gruppo Sommelier Astemi, racconteranno le 200 etichette di vini bianchi in degustazione da oltre 70 cantine, provenienti da tutte le zone vinicole pugliesi. Saranno allestiti anche banchi di degustazione di olio evo, mentre in abbinamento gastronomico saranno proposti piatti e prodotti della tradizione barese e murgiana.

Il costo di partecipazione è di € 35

SCONTO DI 10 € PER I SOCI AIS
Per i soci che si sono tesserati regolarmente entro il mese di Marzo 2024, come per gli altri eventi regionali che seguiranno Bianca di Puglia, sarà possibile usufruire di uno sconto di 10 € utilizzando al momento dell’acquisto il codice sconto DIECI2024.

PRENOTA SUBITO AL LINK
https://www.sommelierpuglia.it/prodotto/bianca2024/

Assicuratevi la partecipazione alla decima storica edizione di Bianca di Puglia acquistando subito i ticket di ingresso.
L’evento, vista la straordinaria partecipazione delle passate edizioni, potrebbe andare in Sold Out con largo anticipo.


Corteo Storico di San Nicola 2024: ecco programma e percorso

In il

corteo-storico-san-nicola-2024

FESTA DI SAN NICOLA – Corteo Storico “Verso l’alto”
Città di Bari
6 e 7 Maggio 2024

Tre quadri per rievocare miracoli e rappresentare valori e messaggi legati al Santo, esibizioni di danza aerea e un grande spettacolo finale sul sagrato della Basilica di San Nicola. E’ stata presentata questa mattina l’edizione 2024 del tradizionale corteo storico di San Nicola del 7 maggio. Uno spettacolo che si snoderà lungo un percorso artistico “tra cielo e terra”, come spiegato dai loro ideatori, “tra tradizione e contemporaneità, tra Est e Ovest”.

Un corteo che guarda alla figura di San Nicola come “faro nella notte per gli ultimi contro le ingiustizie di questa terra. Un santo, che innalza le fragilità e le nobilita verso l’alto, che porta le minoranze con sé, verso l’alto, per renderle grandezze”.

Organizzata dall’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl, l’edizione 2024 del corteo che sarà incentrata sulla rappresentazione del concetto di “altezza”, in cui due dimensioni saranno in dialogo continuo tra loro. Quella “terrena”, con la rievocazione storica tra le vie del centro sotto la guida artistica e registica di Raffaello Fusaro; quella aerea, che porterà i ballerini della compagnia ResExtensa in danza, sospesi in aria, grazie all’inventiva e alla poetica della coreografa Elisa Barucchieri.

Il Corteo del 7 maggio, con partenza alle ore 20.30 da piazza Federico di Svevia, attraverserà via San Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele II, largo IV Novembre, lungomare Imperatore Augusto, largo Papa Urbano II per terminare in piazza San Nicola. Il culto di San Nicola è esteso in tutto il mondo. Le sue gesta, di cui vi sono rare tracce documentate, tramandate nei secoli, sono divenute immagini memorabili in un patrimonio unico di leggende, favole popolari, miracoli che sono ancore di pace a tutte le latitudini. In questa nuova edizione non mancheranno momenti di rievocazione storica in cui si alterneranno i sei gruppi storici della città (Aps I Figuranti di San Nicola, I marinai della traslazione, Timpanisti Nicolaus Barium, Militia Santi Nicolai, Historia, Compagnia d’arme Stratos). In un Medioevo rievocato e immaginario fra gozzi, marinai, cavalieri e figuranti in costume, timpanisti e sbandieratori, saranno portati in azione scenica miracoli e racconti leggendari di San Nicola ma, soprattutto, verrà rievocata la festa per traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie di San Nicola.

“San Nicola con le sue storie, leggende e miracoli, incarna un patrimonio di riflessioni vive che superano i confini, ricordandoci che le persone, le genti, portano dentro stesso afflato e stessa dignità – ha sottolineato Raffaello Fusaro, direttore artistico del Corteo storico -. Il Nicola storico è stato un uomo energico che ha creduto nella forza rivoluzionaria del Vangelo. Vicino agli ultimi, al popolo, alle donne e agli uomini del mare e delle botteghe, è il Santo che lega la sua immagine al sorriso innocente dei bambini e degli ultimi. Le cronache della traslazione raccontano all’arrivo dei marinai, l’esuberante vittoria del popolo (il significato del nome Nicola, in greco, rimanda a questo concetto). La gioia di una folla innumerevole. Stiamo cercando di restituire il suo messaggio in un corteo vivo e appassionato che rispetti la tradizione e che culmini in un momento in cui, in Basilica, insieme, rivolgeremo tutti lo sguardo verso l’alto ricordando l’importanza di restare umani”.

“Sono onorata di poter contribuire alle magnifiche celebrazioni in onore di San Nicola – ha commentato Elisa Barucchieri, coreografa e direttrice artistica del centro di produzione per la danza ResExtensa – Porta d’Oriente -. Questo evento, che cresce in emozione e importanza ogni anno, rappresenta per me, e per tutto il team ResExtensa, un’opportunità straordinaria di celebrare non solo la figura di San Nicola, ma anche la bellezza dell’arte e della cultura. Come direttrice artistica, ho avuto il privilegio di assistere alla trasformazione di questo spettacolo nel corso degli anni, vedendo crescere non solo il numero di spettatori, ma anche la profondità emotiva e la qualità artistica delle performance. Ogni anno ci impegniamo a portare innovazione e creatività sul palco, mantenendo al contempo intatta la tradizione e il rispetto per il significato di questa festività. Che questa sesta edizione dello spettacolo in onore di San Nicola sia un momento di gioia, riflessione e condivisione per tutti noi. Che possa portare luce nei cuori e sorrisi sui volti di coloro che vi parteciperanno. E che possa continuare a crescere e a ispirare per molti anni a venire. Ringrazio di cuore ogni membro del nostro team e il nostro pubblico affezionato, che ci sostiene e ci ispira ad ogni passo del nostro viaggio artistico”.

“È per noi un onore ritornare, dopo cinque anni, a organizzare il Corteo storico di San Nicola e a collaborare con ResExtensa ed Elisa Barucchieri – ha detto Francesco Valenzano, rappresentante dell’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl -. Il Corteo storico è per i baresi e per tutto il mondo di San Nicola è uno dei momenti più importanti dell’anno, intorno al quale si stringe l’intera comunità barese e al contempo diventa un momento di promozione culturale della nostra città. Anche questo corteo, come tutti quelli organizzati da Doc Servizi Bari fino al 2019, si contraddistingue per la cifra artistica, che supera la mera rappresentazione storica della traslazione e diventa uno spettacolo eccezionale nel nome di San Nicola. Ringraziamo il direttore artistico Raffaello Fusaro per aver accettato il nostro invito e ci auguriamo di lasciare il pubblico ancora una volta a bocca aperta”.

Le aziende che hanno scelto di sostenere l’edizione 2024 del Corteo Storico di San Nicola:

– per il Corteo: Coop Alleanza, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Nuova Fiera del Levante, GoUP, C&C, Acqua Orsini, Global Game e Tipografia Ragusa. Partner: IPSIA Santarella – De Lilla, Panflora, Istituto scolastico Margherita. Media Partner: La Gazzetta del Mezzogiorno e Telebari.

– per gli spettacoli del Centro di produzione nazionale della danza ResExtensa – Porta d’Oriente sono: Acquedotto Pugliese, Fondazione Puglia, Alpha Pharma, Nouvelle Esthétique. Si ringraziano inoltre per il sostegno Pronto Gru Service srl, BCC di Bari e Taranto, Logica srl, Alta Edilizia, Liceo Coreutico di Bari, Dams Bari, Accademia delle Belle Arti di Bari per i tirocinanti, LeZzanzare, Zero Barriere e Ente Nazionale Sordi sezione provinciale di Bari.

Come tutto ebbe inizio: la traslazione delle ossa di San Nicola

Il 6 maggio, alle ore 19, sul molo San Nicola, nel luogo che i baresi chiamano “Nderralalanz”, come da tradizione all’ora del tramonto, sarà messa in scena la traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie che, secondo la tradizione, furono deposte provvisoriamente nella chiesa di San Michele. Uno scrigno prezioso sarà trasportato da figuranti su piccole barche da pesca, accolto dalle guardie e dal popolo in festa e accompagnato da un interprete di Niceforo, il primo autore ad aver riportato l’incredibile impresa del 1087. Le ossa di San Nicola, infatti, riposarono a Myra per circa 750 anni prima di essere portate in Puglia con un colpo di mano dei marinai. Il pubblico, grazie al piccolo Corteo verso la città vecchia, si immergerà nell’anno 1000 respirando l’aria di festa all’arrivo dei 62 marinai in città, con 50 figuranti e i musicisti che giungeranno alla chiesa di San Michele, dove l’“Abate Elia” deporrà lo scrigno, in attesa della costruzione della Basilica.

I quadri del Corteo storico

La rievocazione storica del 7 maggio è un percorso che vuole suscitare nel pubblico emozioni e riflessioni su tematiche antiche e allo stesso tempo contemporanee, utilizzando le storie tradizionali e la vita del Santo. Alcuni quadri saranno più festosi, altri drammatici, nella perenne dualità fra cui si muove l’umanità: bene e male, gioia e tristezza, benevolenza e tragedia. Non sarà una semplice sfilata di figuranti in costume storico, ma una sequenza di quadri in movimento alternata ai gruppi storici. Ogni quadro sarà messo in scena da attori e danzatori, insieme ai figuranti in costume storico, adulti e bambini, che interagiranno con la scena e il pubblico.

Ad annunciare l’arrivo del Santo saranno famiglie e bambini: figuranti canteranno e lanceranno in aria polvere colorata creando così una scia, un arcobaleno lungo il percorso. Saranno utilizzati prodotti naturali al 100% e biodegradabili, ottenuti da farina di mais e coloranti alimentari.

Primo quadro: “I ragazzi cretesi”

La prima azione scenica nel Corteo è una leggenda poco conosciuta: un venerdì santo, mentre i fedeli erano in preghiera, tre ragazzi giocavano sulla spiaggia. Si unirono a un ragazzo più grande e con lui salirono su una barca. Il mare agitato li spinse al largo. I ragazzi invocarono San Nicola che apparve, visibile solo a loro e li fece addormentare. Al risveglio, con il vento a favore, rientrarono in porto. Il quadro si ispira a uno dei miracoli che riguardano il rapporto tra il Santo, il mare e la gioventù. San Nicola, come albero maestro della nostra esistenza, ci trae fuori dal naufragio, raddrizza le vele della nostra esistenza e ci riporta in salvo.

Secondo quadro: “Le tre fanciulle”

Il secondo quadro raffigura l’atto di generosità più noto di San Nicola, rappresentato in azione scenica per il Corteo storico. Il dono, la solidarietà, il rispetto verso le donne sono i temi di questa scena. Tre fanciulle “sono trascinate” dal giogo paterno. Tre ragazze in abiti scuri, di differenti origini e colore della pelle a simboleggiare la condizione comune in cui versa la donna di ogni tempo. Dietro di loro un popolo di cortigiane e spettatrici. Nel percorso del Corteo, il pubblico sarà coinvolto emotivamente. Al loro seguito, a distanza, il giovane Nicola, che interverrà donando tre alte sfere lucenti e dorate (l’altezza verrà rappresentata da questi elementi simbolici) che sintetizzano la solidarietà nicolaiana. Il passaggio tra la condizione di schiavitù, che incatena le donne a un futuro immensamente triste, e la libertà verrà rappresentato da un’azione durante la quale l’unico in movimento sarà il giovane Nicola.

Terzo quadro: “Il quadro della pace”

Sebbene non sia tratto da miracoli o leggende, il terzo quadro racconta della fondazione del culto nicolaiano a Bari ovvero un momento della Translazione delle reliquie del Santo. Un quadro che non fa riferimento a un racconto leggendario o a un miracolo, ma che evoca eventi storici. Il 9 maggio, nel porto della città, i sessantadue marinai, di ritorno dalla spedizione a Myra, vennero accolti dalla folla in festa. Uno scontro tra il popolo dei marinai e le guardie dell’Arcivescovo Ursone (che in quel momento era a Trani o a Canosa) pose al centro della contesa l’urna che conteneva le ossa del Santo. L’Abate di San Benedetto, Elia, con i suoi monaci, placò gli animi e mise pace tra le fazioni avverse. L’aspra disputa nacque su chi dovesse custodire le reliquie del Santo, in quel momento ancora conservate e protette in un forziere dei marinai. I soldati armati e i cittadini baresi male armati si scontrarono aspramente; a terra rimasero due morti e molti feriti. L’Abate Elia intervenne proclamando Nicola il protettore della città e di tutto il popolo, e la pace venne così ristabilita in suo onore.

“San Nicola degli Stranieri” e il San Nicola gigante, l’arte di ResExtensa nel Corteo storico del 7 maggio

La compagnia ResExtensa di Elisa Barucchieri incanterà il pubblico nella tappa di piazza Libertà. Venti danzatori aerei, una fusione tra professionisti di talento e giovani artisti del territorio, faranno il loro saluto alla Caravella, dinanzi a Palazzo Città, dando vita a una serie di figure aeree che creeranno un momento di magia. Con grazia e forza, essi interpreteranno il legame profondo tra la città e il suo patrono, celebrando la ricca tradizione marinaresca e la devozione che da secoli anima il popolo di Bari. Le loro movenze evocheranno l’energia del mare e l’ardore dei marinai, mentre i loro corpi si solleveranno in eleganti acrobazie, creando un’atmosfera di magia e commozione. Sarà un tributo vibrante alla storia e alla spiritualità di San Nicola, un invito a rinnovare il legame indissolubile tra la città, il suo protettore e il mistero che li avvolge.

A chiusura del Corteo ci sarà il San Nicola Gigante, una creazione stilizzata e imponente che si staglia maestosa lungo il percorso, suscitando meraviglia ed emanando un’aura di protezione che avvolge tutti coloro che lo incontrano lungo il cammino.

Pur partendo spoglio, la sua imponenza è tangibile, pronta a essere vestita durante il Corteo. È un momento di partecipazione del popolo di Bari, che si unisce nel passaggio di mano in mano dei simboli che richiamano la sua testimonianza, ancora estremamente rilevanti per il mondo contemporaneo.

Quando il Corteo avrà percorso la piazza e avrà proseguito per il suo itinerario, il pubblico si riverserà in piazza Libertà e assisterà allo spettacolo “San Nicola degli Stranieri”, un’opera concepita tra cielo e terra, su un palco multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Questo spettacolo porta San Nicola da Myra a Bari, e da Bari al mondo intero, in un abbraccio che unisce le persone, testimoniato dai cittadini di un mondo ancora troppo diviso. “San Nicola degli Stranieri” racconta una storia di unità, compassione e speranza in suo nome, per la quale ogni cittadino del mondo è responsabile.

Altri interventi di spettacolo di ResExtensa sono previsti di fronte al Teatro Margherita e nello spettacolo finale in Basilica.

“San Nicola nei nostri sguardi verso l’alto”, lo spettacolo finale

Il grande spettacolo finale, ormai icona del Corteo Storico di Bari, donerà un’esperienza emozionante nello spazio del sagrato della Basilica di San Nicola. Qui, nell’ultima tappa del percorso, sfileranno i popolani, i nobili, i marinai, i soldati, il clero, gli sbandieratori, i timpanisti, gli armigeri e i danzatori, i bimbi e gli ultimi. Tutti s’incontreranno davanti alla porta della Basilica insieme ai quadri del Corteo dell’edizione 2024.

L’arrivo sarà accompagnato da una evocazione recitata da Marcello Prayer, attore ed interprete teatrale. La musica dal vivo al pianoforte sarà eseguita dal cantautore Renzo Rubino e, in un momento di grande impatto, le videoproiezioni sulla facciata della Basilica saranno immagini cinematografiche d’autore che ritraggono tutti noi. Come in una lente d’ingrandimento sul mondo, donne e uomini, bambini, migranti, gente comune, marinai, lavoratrici e lavoratori, uomini della terra, persone della strada. Un mondo reale filtrato dal nostro sguardo, fatto non da attori ma da gente comune. Volti tutti diversi, densi di sentimento, che raccontano cosa rende umano uno sguardo, il desiderio di infinito, la speranza e la fratellanza del popolo di San Nicola.

Anche qui interverrà la danza di ResExtensa: “San Nicola verso l’alto” è un’opera concepita tra cielo e terra, in uno show multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Lunedì 6 Maggio
Arrivo delle Ossa del Santo
ore 19:00
Molo San Nicola

A seguire
Corteo Storico tra le vie di Bari Vecchia

Martedì 7 Maggio
Santa Messa e imbarco del Quadro
ore 18:00
Baia di San Giorgio

Corteo Storico
ore 20:30
Castello Svevo

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA DI SAN NICOLA 2024


San Nicola nei Municipi: il quadro di San Nicola nei Municipi della città

In il

San Nicola nei Municipi

Quest’anno il Corteo Storico sarà anticipato da diverse attività di animazione nei Municipi di Bari.

Dal 2 al 4 maggio 2024, come da tradizione, l’arrivo del quadro di San Nicola verrà accolto in processione, accompagnato da timpanisti, sbandieratori e figuranti.
Inoltre, in programma in quattro Municipi della città:

• “A ma sci alla Caravelle”, la mostra itinerante a cura di Aps “I figuranti di San Nicola” con informazioni, foto d’archivio, alcuni dei manifesti più belli e significativi della festa di San Nicola dagli anni ’50 ad oggi.

• Laboratori a cura dell’Aps-Ets Brvndisivm Historica che includeranno un banchetto didattico di armi e armature nell’XI secolo, un banchetto sullo studio amanuense dei caratteri medievali (in particolare del carattere Bari Type), un banchetto per la realizzazione di corone da preghiera e, infine, un corso di scherma per bambini. In concomitanza dei laboratori verrà allestito il corner “Nei panni del Medioevo”, all’interno del quale i più piccoli potranno indossare costumi storici.

* Performance artistica dell’attore Francesco Ocelli che, nei panni di Niceforo, autore del primo resoconto della traslazione del corpo di San Nicola, reciterà in versi l’avventura dei marinai di ritorno da Myra.

SAN NICOLA NEI MUNICIPI: date, orari e luoghi:

Municipio 4
Piazza Santa Maria del Fronte
Carbonara
Giovedì 2 maggio 2024 ore 10.00

Municipio 2
Parco 2 Giugno
San Pasquale
Giovedì 2 maggio 2024 ore 17.00

Municipio 5
Chiesa di San Nicola
Catino
Venerdì 3 maggio 2024 ore 10.00

Municipio
Parrocchia Madre della Divina Provvidenza
San Paolo
Sabato 4 maggio 2024 ore 10.00

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA


STALLE APERTE IN PUGLIA: visite guidate gratuite in aziende e masserie alla scoperta della filiera del latte

In il

stalle aperte in puglia

STALLE APERTE IN PUGLIA 2024

SCOPRI LA FILIERA CORTA DEL LATTE PUGLIESE
Visite guidate gratuite presso le aziende agricole del territorio

La partecipazione è gratuita

Le masserie e gli agriturismi di Lecce, Taranto, Bari, Brindisi e Foggia ti aspettano con tour guidati, degustazioni e attività didattiche

Domenica 14 aprile 2024 partecipa a Stalle Aperte in Puglia 2024! Una giornata dedicata alla scoperta della filiera  del latte in Puglia.

Visite guidate gratuite in aziende e masserie della filiera del latte della regione, per grandi e piccoli golosi. Scopri dove gli animali pascolano e dove ogni giorno i maestri casari trasformano il latte in morbida mozzarella, saporito cacioricotta, piccante caciocavallo.
Una possibilità unica per assaggiare e sperimentare i sapori della Puglia più rurale.
L’iniziativa, promossa da ARA PUGLIA, racconta la grande tradizione casearia della Puglia, dove di generazione in generazione si tramanda il sapere relativo all’allevamento degli animali e alla produzione dei formaggi freschi e stagionati genuini e di altissima qualità.

ATTENZIONE:
Raccomandiamo puntualità, i tour partiranno a completamento dei gruppi, dovrai presentarti almeno 15 minuti prima dell’appuntamento.
Sarai in luoghi di lavoro, fra gli animali, ti raccomandiamo rispetto per gli operatori, per gli animali e le strutture che visiterai. Ti chiediamo di portare pazienza, stai visitando ambienti di lavoro.
Siamo in campagna nelle stalle, ti consigliamo abbigliamento comodo e sportivo.
In alcune aziende è prevista la possibilità di ristorazione, in altre no, in altre potrete fare un piacevole picnic.
Informati prima e contatta le aziende per prenotare.
È vietato introdurre cibo dall’esterno.
In caso di impossibilità, ti preghiamo di cancellare la prenotazione per tempo, darai la possibilità a qualcun altro di partecipare.

Ingresso gratuito

Di seguito l’elenco delle Aziende agricole.
Consulta l’elenco e scegli una delle aziende agricole e prenota il tour tramite Eventbrite.

Riceverai un biglietto elettronico e il tuo posto sarà garantito.

L’accesso ai tour è possibile anche senza prenotazione, registrandosi in loco.

Le aziende che parteciperanno sono:
Masseria delle Monache – Casamassima (BA)
Masseria La Lunghiera – Turi (BA)
Agricola Masserie Amiche – Querceta – Putignano (BA)
La valle degli asini – Laterza (TA)
Masseria Marangiosa – Latiano (BR)
Azienda Agricola Conte – Fasano (BR)
Caseificio Miano – Lucera (FG)
Caseificio Arcudi – Soleto (LE)
Tenuta Bongiovanni – Maglie (LE)
Masseria Cinque Santi – Vernole (LE)


“Fuori Bif&st 2024 – La Città si veste di cinema”: il programma delle iniziative promosse da attività commerciali e culturali in tutta la città

In il

fuori-bifest-2024-bari-cinema-e-teatro-in-un-click

Programma Fuori Bif&st – La città si veste di cinema

Per il terzo anno il Comune di Bari organizza il Fuori Bif&st, una rassegna di appuntamenti
culturali e di intrattenimento a tema cinematografico che coinvolge le strade e le piazze
cittadine, i cinema, gli spazi culturali e le attività commerciali durante i giorni di Bif&st. Un
programma nato grazie alla collaborazione e all’impegno di numerose organizzazioni culturali
e attività commerciali cittadine.

DAL 16 AL 23 MARZO 2024

SPAZIO MURAT – Piazza del Ferrarese, 1
Visioni, passioni, legami – Diego De Donato editore
La mostra intende raccontare l’itinerario intellettuale di Diego De Donato attraverso la
editoriale della Leonardo Da Vinci (1949-1965) e della De Donato editrice (1966-1983),
valorizzando i libri pubblicati (esponendoli in originale e in digitale), l’edizione dei due
cataloghi (con le copertine e le relative informazioni bibliografiche) e i documenti
conservati nell’Archivio della casa editrice De Donato (1970-1983) e in archivi privati.

Dal 14 marzo al 7 aprile 2024
Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 20
Domenica dalle 11 alle 19

PROGRAMMA FUORIBIF&ST 2024
a cura di AncheCinema S.r.l.
presso il Teatro AncheCinema e l’ex cinema Jolly di Bari

Ex cinema Jolly – Via Sagarriga Visconti 222
INFO SMS/WhatsApp 329 64 99 552

“Inside Jolly” | Mostra multimediale allestita negli storici spazi dell’ex Jolly che
verranno completamente ristrutturati nei prossimi mesi. L’ultima occasione per rivivere
le atmosfere vintage di uno storico contenitore culturale che ha fatto la storia della
città.

– Sabato 16 marzo dalle ore 17.00 alle ore 21.00
– Domenica 17 marzo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore
20.00
– Venerdì 22 marzo dalle ore 17.00 alle ore 21.00
– Sabato 23 marzo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00

ingresso a pagamento – SMS/WhatsApp info – 329 64 99 552

Teatro AncheCinema – Corso Italia 112 BARI

sabato 16 marzo
ore 11.30 | ALTRO | “Tutti al cinema” | convegno sull’accessibilità al cinema –
Fuoribif&st | ingresso libero | info – 329 64 99 552

domenica 17 marzo
dalle ore 10.00 alle ore 20.00 | DANZA | Bari Endas Dance XIII edizione | Concorso
danza classica, contemporanea, moderna e hip hop | ingresso a pagamento | info – 329 64 99 552

lunedì 18 marzo
dalle ore 16.00 alle ore 18.00 | CINEMA | Proiezione della serie tv “Postquam” |
ingresso su prenotazione| info – 329 64 99 552
ore 20.30 | Teatro AncheCinema |CINEMA | Proiezione del film “RIVIÈRE” di Hugues
Hariche | ingresso a pagamento | info – 329 64 99 552

martedì 19 marzo
ore 18.00 | LETTERATURA | Presentazione della raccolta di poesie di Tonia Scatigna
“Senza rumore” – Ed. Bertoni | ingresso libero e gratuito | info – 329 64 99 552
ore 20.30 | TEATRO | “Attacco al Vaticano” con i Cattivi Amici | spettacolo teatrale |
regia di Roberto Ciufoli e Simone Colombari con Gianmarco Crò, Simone Gallo, Federico
Nelli, Alessandro Nistri | ingresso a pagamento | Biglietti online qui:
https://bit.ly/ATTACCOAL | info 329 64 99 552

mercoledì 20 marzo
ore 16.30 | TEATRO | Le associazioni Mani di Proserpina, Cif e APO presentano in
collaborazione con AncheCinema il Premio “Le eccellenze” in memoria di Giovanni

Lacoppola e a seguire alle ore 17.30 L’occhiodelciclone theater presenta, in
collaborazione con AncheCinema, lo spettacolo teatrale “Scherzi da Čechov”. Ingresso
libero e gratuito | Info 329 64 99 552
ore 19:00 | TEATRO | Reading “Bastianazzo” di e con Antonio Memeo | info – 329 64 99552
ore 20.00 | CINEMA | Presentazione del film “Semidei” | Il film sarà presentato dagli
autori Fabio Mollo e Alessandra Cataleta insieme a Michele Suma, direttore del Sudestival
– Ingresso gratuito – info – 329 64 99 552

giovedì 21 marzo
ore 19.00 | LETTERATURA | Presentazione del libro di Michele Salomone “Bianco rosso
e Salomone” | presenta l’evento Antonio Stornaiolo | Ingresso libero e gratuito – info –
329 64 99 552

venerdì 22 marzo
ore 18.30 | LETTERATURA | Presentazione del libro di Totò Cascio “La gloria e la prova.
Il mio Nuovo Cinema Paradiso 2.0” | Interviene l’autore | ingresso libero e gratuito |
info – 329 64 99 552
ore 20.30 | TEATRO | Laura Formenti in “Drama queen” | spettacolo di stand up
comedy | ingresso a pagamento | info – 329 64 99 552 – Biglietti online qui:
https://bit.ly/FORMENTI

sabato 23 marzo
dalle ore 16.00 alle ore 19.00 | LABORATORIO | “Il tiramisù del rispetto” |
Laboratorio per bambini organizzato con Divella S.p.a. | Info – 329 64 99 552
ore 22.00 | (senza sedute) | ALTRO | Festa finale FuoriBif&st | Ballaròck | dj/vj set |
rock, punk, metal, electronic party | ingresso a pagamento | Biglietti online qui:
https://bit.ly/BALLAROCK | Biglietti promo universitari inserendo il codice FANSTUDENT
in fase di checkout. | ingresso a pagamento | info – 329 64 99 552
___
Teatro AncheCinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggi a pagamento aperti H24 MetroPark Corso Italia 138 (a 200 metri dall’ingresso del teatro) + GestiPark Battisti (a 400 metri
dall’ingresso del teatro)
INFO
Disponibili 36 posti per carrozzine con visuale centrale dello spettacolo. Il teatro dispone di un ingresso in struttura e in sala privo di
barriere architettoniche e di parcheggio dedicato (accessibile da Corso Italia 138).

ARS Toto – Cinema e teatro in un click – via Roberto da Bari (isolato lato Ateneo)
Mostra espositiva itinerante nel territorio di Bari a cura di Maria Elena Toto e Toto Domenico.

Una mostra ricca di video arte e fotografie preziose e rappresentative, realizzati da artisti e
fotoreporter: Beppe Gernone “Fuoco e cultura” ,– Duo AdMa “video Psychomachia”- Giuseppe Lorusso
“Jarche vasce. La storia del teatro in vernacolo barese e la sua Regina: Nietta Tempesta- “Victor
Hugo” incontra il dialetto barese- Teresa Imbriani “Red”, – Rossella Mazzotta – Marina Vallino “Fellini
La strada” che descrivono e raccontano panorami suggestivi, momenti fugaci, bellezze
indimenticabili, segni di un tempo che suscitano sempre emozioni, e ricordi unici inerenti alle arti
del cinema e del teatro presenti nel territorio barese.
Esposizione di fotogrammi di luoghi di alcune fiction come quella della Lolita Lobosco
dell’Associazione WeareinBari, scatti di volti di operatori, attori e semplici spettatori che hanno
partecipato ai BiF&st negli anni precedenti, scene e testimonianze come manifesti e locandine di
rappresentazioni teatrali inediti di collezionisti privati.
Realizzando così, una serie di interventi e interazioni con il pubblico, per un laboratorio
sperimentale permanente di condivisione, crescita che intercetti le esigenze e i desideri degli
attori dell’area urbana coinvolta.

Dal 16 al 23 marzo, dalle ore 10:00 alle ore 20:00, con ingresso libero, presso gli esercizi
commerciali del gusto:
– Argenteria
– Bella Bari
– Dolce E Salato
– Gyrosteria
– Mamapulia
– Murattiana
– Momi
– Sood Bistrot

Sabato 23 marzo alle ore 17:30 un tour gratuito “Passeggiando con la Lolita” per ammirare le
bellezze dei luoghi dove ha girato la fiction della Lolita Lobosco con la guida turistica abilitata dalla
Regione Puglia, Maria Elena Toto previa prenotazione al contatto whatsapp 3475518150 con
nome, cognome e numero dei partecipanti.

36metriquadri – Via Putignani, 83
Omaggio fotografico al regista Marco Bellocchio.
Sabato 23 marzo, ore 11:30 – Aperitivo Food&Sparkling

Speakeasy Bari – Largo Giordano Bruno, 34§
Radio Speakeasy. In collaborazione con radio locali interviste e musica in diretta all’interno del
locale.

Copy+ – Via Francesco Saverio Abbrescia, 91
Allestimento del negozio, sconti sugli acquisti e caffè gratis durante le ore di apertura.

Il Polpettificio – Corso Vittorio Emanuele, 187
Cine Snack Gala. In aggiunta al menù, piatti ispirati ai più popolari snack dai cinema di tutto il
mondo: dagli immancabili pop corn fino ai Patacón colombiani.

Centro Ottico DMG – Via Gabrieli, 11
Allestimento della vetrina a tema del film ‘Goodfellas’ e sconto del 30% su tutta la collezione di
occhiali da sole.

Bottega Unsolomondo – Via Pavoncelli, 124
Il cinema racconta il sociale. Allestimento della vetrina con prodotti del commercio equo e
solidale e film documentari dedicati ai temi dell’ambiente e del sociale.

Massimiliano Martino Unconventional jewelry – Via Calefati N. 73
Allestimento delle vetrine del punto vendita con ritratti e gioielli.

Gola Bistrot – Via Camillo Rosalba, 47/K
In bianco e nero. Gola e il neorealismo italiano. Mostra cinematografica in bianco e nero per tutto
il mese di marzo.
Dal 16 al 23 Marzo proiezioni medley di film italiani degli anni Quaranta e Cinquanta.
19 e 20 marzo set cinematografico per la docu-fiction “Aggiungi un posto a tavola” con il
coinvolgimento dello staff e dei clienti.

Bp lab _ Laboratorio liquido di creatività – Via Ottavio Serena, 35
16 e 17 Marzo e dal 21 al 23 Marzo
dalle ore 18:00 alle 01:00 – Mixology bar e aperitivi / mostra d’arte di quadri e proiezioni visive a
cura di Wallness Club / DJ set con selezioni in vinile

Osteria Il gallo e la gallina – Viale della Repubblica, 33
Sconto artistico del 30% per tutti i partecipanti al Bif&st

Gioielleria Horus – Via Dante, 5
Cinquanta sfumature di…Perle. Evento-mostra di gioielli con perle in un allestimento
ammiccante.

La Libreria Quintiliano – Mondi Possibili – Via Arcidiacono Giovanni, 9
Vetrina e selezione interna di libri a tema cinematografico
sabato 16 marzo, ore 18:00 – 1924. nascita di un’icona: Marcello Mastroianni e Marlon Brando.
Un omaggio letterario a due grandi star del cinema nel centenario della nascita. Reading e
proposte di lettura.
giovedì 21 marzo, ore 18:00 – Fellini/Rota – 1954. LA STRADA – 70 anni
a cura di Angela Annese e Nicola Scardicchio

Merceria Filomoda – Corso Benedetto Croce, 121
Vetrine a tema Bif&st

Jumpa – Via Giannini, 9 c/o UCI Showville Cinema
Sconti del 10% durante le serate del Bif&st

Madò Vineria di quartiere – Via Celentano, 104
Colonne sonore e tapas pugliesi durante la settimana del Bif&st

Liberrima Bari – Via Calefati, 12
Fuori Bif&st da Liberrima. Per tutta la settimana: esposizione di titoli in vetrina e
allestimento/selezione di libri dedicati ai grandi del cinema italiano e internazionale. Drink
limited edition dedicato al Bif&st
Domenica 17 Marzo dalle ore 11:00. Lumière. Piccoli cinefili crescono letture ad alta voce per
bambini dai 5 ai 10 anni, Evento gratuito su prenotazione.
Mercoledì 20 Marzo AperiCiak, apericena a tema: ogni portata sarà ispirata a un filone
cinematografico. Evento su prenotazione.
Venerdì 22 (sera) e Sabato 23 (mattina) Marzo Di libri, vini & piattini Bif&st Edition:
degustazione di un vino ispirato ai luoghi del cinema, l’aperitivo di Liberrima e consiglio di lettura
di un titolo trasposto sul grande schermo, discussione libera con i librai.

Madre Natura – Via Amendola, 85
Allestimento delle vetrine a tema cinematografico
Giovedì 21 marzo, ore 17:30 – “IL CINEMA INSEGNA”
Evento Gratuito su Prenotazione per le Famiglie: Proiezione di immagini di Film Disney.
Un momento di confronto sulla comunicazione genitoriale efficace a cura della Psicoterapeuta
Valentina Leoncini.

Bidonville Vintage Shop – Via Melo 224 e 226
Mostra di copertine di dischi in vinile di colonne sonore e di locandine di film in collaborazione
con Franco Lastilla.
Collezione Cinema drop, realizzazione ed esposizione di capi vintage unici, customizzati con
immagini di locandine di film.

Caffè Nero – Strada Vallisa, 19
Sabato 16 marzo ore 21:00. Pierpaolo effe “ELECTROCINE VIBES”: colonne sonore di film storici
rivisitate in chiave elettronica
Giovedi 21 marzo 21:00. Carlo Chicco “CINEMATIC GROOVES”: selezione musicale dedicata alle
sonorità cinematografiche
Venerdi 22 marzo ore 21:00. Pierpaolo effe “ELECTROCINE VIBES”: colonne sonore di film storici
rivisitate in chiave elettronica
Sabato 23 marzo ore 21:00. Lillo “SOUNDTRACKS IN BLACK”: nuove visioni per musiche di film
conosciuti e di nicchia, proposte in versioni originali, reinterpretate, remixate o ri-editate

DIBAG Professional – Via De Gemmis, 38
Allestimento delle vetrine a tema cinematografico

Aurelio Cafè – Via Nicolai, 3
Un calice per il cinema: approfondimenti cinematografici per discutere del Bif&st 2024 e dei film
in gara

IDEAcademy – Via Melo, 229
Il cinema attraverso i manifesti.
Esposizione di manifesti cinematografici ideati e progettati da ragazze e ragazzi del biennio di
Grafica e Comunicazione 2023 – 2024.
Dal 18 al 22 Marzo ore 9:00 – 13:00 e ore 14:00 – 18:00

Incomingpuglia.net – Via Abate Gimma, 160
Bari Film Drive: Bif&st in Fiat 500
Tour della città di Bari a bordo di una classica auto italiana, la Fiat 500.
Il luogo di incontro sarà fissato presso Travelcafè experience, in via Abate Gimma 160, Bari. Il
tour sarà disponibile previa prenotazione da lunedì 18 fino a venerdì 22 Marzo, sulle nostre
pagine social sarà presente il QR CODE utile per la prenotazione.
Saranno previsti per le 5 giornate, 3 tour giornalieri: mattino dalle ore 11:00 alle ore 12:30 e al
pomeriggio dalle 14:30 fino alle 16:00. Il tour sarà della durata di mezz’ora circa e per un
massimo di 3 pax a turno.
Per maggiori informazioni: 0808647300

Associazione di Promozione Sociale Teatro Osservatorio – Via Giuseppe Re David, 116/A
Facce da Cinema. Mostra di ritratti fotografici di soggetti i cui tratti somatici, le espressioni, la
personalità, l’umore sono talmente particolari da evocare il mondo del cinema. Una posa che può
sembrare tipica di un genere cinematografico o un volto che ricorda un personaggio di un film
famoso o, ancora, una faccia-maschera che sembra essa stessa un film.
Un volto che, per assurdo, potrebbe diventare famoso.
Gli artisti sono stati selezionati tramite una Open Call di fotografi locali professionisti e
esordienti.
Da lunedì 18 a venerdì 22 marzo ore 18:00 – 20:00
sabato 23 marzo dalle 17:00 alle 19:00
Ingresso libero

Cinema di quartiere Kinè – in via De Ruggiero 54-56

KINEVISIONI
Tanti appuntamenti per tutte le età per vivere assieme la magia del cinema
A cura di Sinapsi Produzioni – tutti gli eventi sono a ingresso gratuito

Il Club Del Film
Giovedì 21 marzo – ore 20.00
Ami il cinema? Vuoi dire la tua su un film? Ti piace stare in compagnia? Allora sei uno di noi. Sul
modello del Club del Libro, da Kinè ti aspetta il Club del Film. Nel primo appuntamento si parlerà
del film 8 e mezzo di Federico Fellini.

Cine In Famiglia
Venerdì 22 marzo – ore 20.00
Il primo appuntamento della rassegna CINE-IN FAMIGLIA dedicata a film che riuniscono davanti
allo stesso schermo l’intera famiglia. Temi importanti raccontati con stili e tecniche diverse scelti
per essere visti e commentati anche da bambini dai 6 anni in su’.

Cine Giochiamo
Sabato 23 marzo – ore 10.00
L’intento è avvicinare i piccoli al cinema tramite la visione creativa e stimolante di cortometraggi.
Attraverso proiezioni, attività creative, ludiche ed espressive andremo alla scoperta delle
emozioni!( dai 3 ai 6 anni)

Ingresso gratuita con prenotazione
tramite whatsapp al +39 327 919 9616
o via mail a sinapsiproduzionipartecipate@gmail.com

I rassegnati – c/o Officina degli Esordi e Kinè La Cinegiocoteca
Puzzle – Il Cinema condiviso. Il cinema, come lo abbiamo visto fino a qualche anno fa, non è
fruibile solo nelle sale cinematografiche o in dvd o videocassetta, ormai lo si può vedere
ovunque: sugli smartphone, sui tablet, al pc attraverso le infinite piattaforme di streaming. I
confini non sono più definiti come un tempo e purtroppo gli spazi di condivisione sono quasi
sempre quelli virtuali e si perdono nel flusso delle informazioni che di giorno in giorno riceviamo.
Per tale motivo abbiamo ideato l’evento Puzzle – il Cinema condiviso, un appuntamento in cui si
parlerà di cinema, il cinema che amiamo che ci ha colpito, che in qualche modo abbiamo bisogno
di condividere con gli altri, perché tanta bellezza non può rimare solo confinata tra quattro pareti
o perdersi nell’etere. Puzzle – Il Cinema condiviso nasce come una Lezione di Cinema Orizzontale,
dove chi vorrà potrà lasciare il proprio contributo alla scoperta di nuovi modi di fare il cinema
L’appuntamento si svolgerà presso due sedi distinte nelle due giornate.

Lunedì 18 marzo alle ore 20:30 – Officina degli Esordi, via Francesco Crispi, 5
Sabato 23 marzo alle ore 21:00 – Kinè La Cinegiocoteca. via Guido de Ruggiero, 56
Ingresso libero e gratuito

MARTEDÌ 19, MERCOLEDÌ 20 E GIOVEDÌ 21 MARZO 2024

Il Piccolo Cinema – Via Giannone, 4
Matinée con le scuole con titoli della stagione cinematografica in corso e momenti di riflessione.

SABATO 16 MARZO

Anteprima boutique – Via Cairoli, 99
ore 17:00 – Barbie. Eleganza, intelletto e potenza della donna moderna. Cinema & beauty

Associazione DICUNT – Piazza Umberto I, 54
Dicunt E Les Flaneur Edizioni – Cinema e Letteratura
ore 18:30 – L’incontro del Silent Book Club Di Dicunt, che si svolgerà presso la sede sociale,
seguito da una conferenza dal titolo «A quei tempi era sempre festa»: La bella estate da Cesare
Pavese a Laura Luchetti tenuta da Annachiara Biancardino, direttrice editoriale di Les Flaneurs
Edizioni.
Il Silent Book Club è un’occasione di condivisione di tempi e spazi di lettura silenziosa, tra
appassionati di libri e di cultura. L’atmosfera ideale per proseguire l’attività con un’incursione in
un meraviglioso esempio di trasposizione cinematografica nella cornice del Fuori B&Fest.

La partecipazione è gratuita previa adesione all’associazione DICUNT.
Informazione su info@dicunt.org o al 328 5959359.

DOMENICA 17 MARZO

Buò. Il biologico di qua vicino. – Via Mameli, 4
L’aperitivo veg, bio e solidale. Laboratorio esperienziale di preparazione di snack e bevande a
base locale.

MARTEDÌ 19 MARZO

PIXEL Studios – c/o Museo Civico di Bari
ore 14.00 – Il VR al servizio della pre produzione. Il VR, è uno strumento con un altissimo
potenziale nelle fasi di pre-produzione cinematografica; in particolare, programmi come Gravity
Sketch e Blender hanno un infinito potenziale nello sviluppo di scenografie, costumi e storyboard,
nonché in altre fase preparatorie. Sarà organizzata un’esperienza di progettazione VR per i
lavoratori della filiera cinematografica, nella quale un tecnico esperto mostrerà come realizzare
alcuni progetti con questo strumento.
Tutte le fasi saranno proiettate sullo schermo e spiegate da alcuni professionisti del settore,
attraverso esempi pratici. Successivamente sarà avviata una fase di dialogo e sperimentazione da
parte dei partecipanti.
L’evento sarà in presenza e su prenotazione. 3501044848 pixelstudiosproduzioni@gmail.com

ore 17.00 – Fuori Market
Pixel Studios srls nasce dalla volontà di connettere i lavoratori della filiera cinematografica con
realtà produttive e festivaliere locali. Per questo il proponente organizzerà un piccolo market nel
quale presentare e connettere alcune case di produzione locali con operatori del settore, quali
costumisti, scenografi, registi e sceneggiatori. L’evento si svolgerà in due fasi, la prima di
presentazione degli ospiti, e la seconda di dialogo tra i partecipanti e i rappresentanti delle realtà
ospitate.
L’evento sarà in presenza e su prenotazione. 3501044848 pixelstudiosproduzioni@gmail.com

Commissione Cultura, Spettacolo e Sport dell’Ordine degli Avvocati di Bari – Officina
degli esordi, Via Francesco Crispi, 5
ore 17:30 – CINEMA GLASS. Perché il cinema racconta tanto la figura dell’avvocato, perdente o
vincente che sia, ma al maschile e così poco al femminile?
Proiezione di frammenti di film e dibattito SOTTO ACCUSA di Jonathan Kaplan (1988), NEL NOME
DEL PADRE di Jim Sheridan (1993), IL CLIENTE di Joel Schumacher (1994), LEI è MIO MARITO di A.
M. Gallone (2013), UNA GIUSTA CAUSA di Mimi Leder (2018)

Buò. Il biologico di qua vicino. – Via Mameli, 4
L’aperitivo veg, bio e solidale. La zeppolata di San Giuseppe. Laboratorio esperienziale e cena a
tema con prodotti biologici locali.

Honest – Via Sparano da Bari, 143/A
Nonostante Hollywood. A cura di IDEAcademy, lectio/workshop di Antropologia dell’Immagine
legata alla settima arte, a cura del docente Pierangelo Di Vittorio, filosofo, scrittore e animatore
culturale.

Dicunt e Les Flaneur Edizioni – piazza Umberto I, 54
19:00 – 21:00 – Laboratorio di Lettura Espressiva e Uso Corretto della Voce tenuto da Di Donna
Angelo Michele, attore, doppiatore e docente. Un viaggio nel mondo della lettura espressiva e del
doppiaggio, concentrandosi sui copioni dei film che hanno segnato la storia del Bif&st.
Ingresso gratuito previa prenotazione e tesseramento all’Associazione DICUNT.

MERCOLEDÌ 20 MARZO

Birrificio Baylon – Via Carlo Pisacane, 67
19:00 – 00:00 Proiezione dei cortometraggi realizzati dall’Accademia del Cinema
Ragazzi di San Pio – Bari.

Il Piccolo Cinema – Via Giannone, 4
19:30 – 21:00 Prima e dopo il film. Apericena con sapori tipici pugliesi a cura del
laboratorio gastronomico Babette

Auditorium “Nino Rota” – via Cifarelli, 26
Ore 20:00 – Orchestra Sinfonica del Conservatorio Niccolò Piccinni

PROGRAMMA
– Youmans – Shostakovich: Tahiti-Trot (Tea for Two) op. 16 (1928)
– Nino Rota: Il Gattopardo Suite sinfonica (dalle musiche per il film di Luchino Visconti)
– Dmitri Shostakovich: Suite for jazz Orchestra n. 2 (Suite for Variety Orchestra) –
(1950) Questa affascinante suite in otto movimenti per orchestra completa è stata
compilata da sconosciuti colleghi di Shostakovich – forse negli anni Cinquanta – a partire
dalle sue partiture cinematografiche e teatrali. Per alcuni anni è stata erroneamente
identificata come Jazz Suite No.2 ed è stata registrata con questo titolo errato ed
eseguita molte volte. Un valzer di questa suite è stato utilizzato nella colonna sonora
dell’ultimo film di Stanley Kubrick, Eyes Wide Shut

GIOVEDÌ 21 MARZO

CNA Puglia – Camera di Commercio di Bari
ore 17:00 – We Film In Puglia – Il Cinema che si Industria
Confronto “industry” per tutti gli operatori dell’audiovisivo che si ritroveranno a Bari
durante le giornate del festival. 3 panel composti ciascuno da 4 ospiti internazionali e
un moderatore con focus sul ruolo delle istituzioni e sulle opportunità di
internazionalizzazione nel settore cinematografico.

– Panel 1: Gli strumenti regionali e nazionali per facilitare l’accesso delle produzioni ai
mercati esteri, evidenziando il ruolo degli enti pubblici nel fornire supporto finanziario
e logistico.
– Panel 2: I mercati internazionali come opportunità di valorizzazione e confronto per i
progetti, con rappresentanti dei principali player italiani che discutono strategie di
penetrazione nei mercati globali.
– Panel 3: il ruolo della Puglia nell’ambito dell’internazionalizzazione, presentando
esperienze di produttori locali e stranieri che hanno collaborato nella regione e
illustrando l’impatto delle iniziative per promuovere il territorio come destinazione per
produzioni internazionali e come punto di partenza per progetti globali.

Buò. Il biologico di qua vicino. – Via Mameli, 4
Laboratorio esperienziale sui prodotti da forno legati ai diversi paesi del Mediterraneo
(dalla farinata ligure alla focaccia barese, dalla pizza napoletana alla pita turca, dal
manakish zaatar alla coca catalana) con rivisitazione di video e immagini legati al
cinema.

VENERDÌ 22 MARZO

Portineria 21 – Via Benedetto Cairoli, 137
ore 20:30 – “Ballando ballando”. Portineria 21 diventa per una sera la sala da ballo
parigina del celebre film di Ettore Scola. Miss Pia Dj set.

Libreria Moonbook – Via Scipione Crisanzio, 16
ore 18:00 – La mia vita è tutto un Film – L’arte di riconoscere la regia della propria
esistenza. Workshop gratuito a cura di Pasqualina Santoro (Business Mentor and healer)

MANU122 – Via Abate Gimma, 122
Ciak si gira! Evento artistico a tema cinematografico in negozio.

SABATO 23 MARZO

Delegazione FAI – Fondo Ambiente Italiano di Bari
dalle ore 10:00 alle 20:00 (ultima visita ore 19:30) – “BARI VECCHIA TRA MUSICA E
MEMORIA – Palazzo Starita e Casa Piccinni”. Visita straordinaria dei cantieri di Casa
Piccinni e di Palazzo Starita (dove è stato ambientato il film “La Riffa” con regia di
Francesco Laudadio, che ha segnato il debutto cinematografico di Monica Bellucci).
Visite a contributo minimo a partire da 3 euro per iscritti al FAI e da 5 euro per non iscritti.

Teatro Osservatorio APS – ImprOfficina – Via Re David, 116/A
ore 21:00 – CIAK, SI IMPROVVISA! Spettacolo di improvvisazione teatrale interattivo
Tutti abbiamo desiderato cambiare la trama di un film o di poter suggerire al
personaggio cosa dire o cosa fare. Allora, perché non farlo proprio durante la settimana
del BiF&st?
Nello spettacolo “Ciak, si improvvisa!” il pubblico finalmente potrà farlo!
Il pubblico sarà invitato a portare con sé il Programma del Bifest dal quale potrà
attingere i suggerimenti da fornire per consentire il prosieguo dello spettacolo.
Si tratta di uno spettacolo di improvvisazione teatrale in cui gli impro-attori non
seguono un copione, ma danno vita a storie partendo dai suggerimenti forniti al
momento dal pubblico e ispirati al mondo del cinema (luoghi, personaggi, titoli, parole,
citazioni, generi cinematografici, etc..).
Verranno, così, messi in scena film mai visti prima (e che mai potranno essere rivisti)
eterogenei per temi e generi cinematografici.
Lo spettatore è parte attiva non solo come suggeritore (prima di una scena, fornendo
elementi utili per lo svolgimento della stessa) ma anche (in alcuni casi) come vero e
proprio autore raccontando situazioni che gli attori sul palco dovranno poi trasformare
in un film (inventato).
Alla fine le barriere che dividono attori e pubblico spariscono e tutti insieme
partecipano all’evoluzione della serata che acquisterà via via sfumature e toni diversi.
Ingresso con contributo libero (max 70 posti).

Escape Campus Scuola Internazionale di Lingue – Piazza Umberto I, 22
ore 18:00 – La forza delle donne, evento culturale. Un té con Lolita, ospite la scrittrice
Gabriella Genisi. Per tutta la settimana allestimento delle vetrine sulle donne del
cinema.

Pescobar – Piazza Armando Diaz, 1
Cinema&Gusto: Un Viaggio Culinario nel Mondo del Cinema Pescobar si trasformerà
in un palcoscenico gastronomico ispirato ai grandi classici del cinema italiano e
straniero.
Per l’occasione, proponiamo un menù speciale composto da 4 panini di mare in
edizione limitata, ognuno dedicato a un’iconica pellicola cinematografica. Questi panini
offriranno un’esperienza culinaria unica, creata con ingredienti freschi e di qualità,
rappresentando un omaggio gustoso al mondo del cinema.

Il programma potrebbe essere soggetto a variazioni che saranno indicate sul portale istituzionale del Comune di Bari www.comune.bari.it