O dolcezze perdute! O memorie – Recital lirico

In il

Ricomincia la stagione di concerti in Puglia, l’appuntamento del 4 febbraio è nel salotto di Palazzo Pesce a Mola di Bari. I più celebri personaggi delle opere di Puccini, Verdi, Bellini, e Giordano prenderanno vita per una suggestione tutta ottocentesca. Sotto la volta affrescata, le voci accorate dell’Alter Chorus di Molfetta diretto da Antonio Allegretta sottolineeranno la vendetta di Scarpia (Tosca), il sospetto di Renato (Un ballo in maschera), l’esaltazione per lo spettacolo del toreador (Carmen) e tanti altri. Le affascinanti voci di Antonio Stragapede e dei soprani Mariella D’Urso e Marilena Gaudio, con la partecipazione di Onofrio Salvemini, delizieranno il pubblico anche con alcuni brani tratti dalla tradizione napoletana accompagnati al pianoforte dal M° Corlianò.
Maestri dalla lunga carriera concertistica Stragapede, celebre baritono dal sorprendente curriculum: ha incantato il pubblico di tutti i più grandi teatri d’Italia tra cui la Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, e svolto tournèe internazionali che lo hanno visto calcare i palchi di New York, Praga, la Stadthalle di Villach e Graz (Austria), Mosca, Budapest, e poi Olanda, Francia, Corea. Un ospite davvero d’eccezione cui si affiancano Mariella D’Urso, brillante voce selezionata già in giovane età dall’accademia del teatro dell’opera di Roma e dal teatro lirico di Spoleto ed impegnata in una intensa attività concertistica e Marilena Gaudio, maestro in canto, inoltre diplomata in musica vocale da camera con il massimo dei voti e protagonista di concerti e opere che l’hanno vista interpretare Violetta, Tosca, Butterfly, Mimì e Musetta. Il coro e i solisti saranno magistralmente accompagnati dal pianoforte del maestro
Roberto Corlianò. Un pianista che non ha bisogno di presentazioni: dopo aver studiato presso il Conservatorio G.Verdi di Milano, si è poi diplomato presso il Conservatorio G.Rossini di Pesaro, con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale. A 12 anni ha interpretato la parte di G.Verdi nell’omonimo sceneggiato televisivo diretto da Renato Castellani. Ha tenuto recital e concerti con orchestra in prestigiosi teatri italiani ed esteri tra i quali la Sala Verdi (Milano), Auditorium RAI (Torino), Teatro Grande (Brescia), Hofburg Bosendorf Saal (Vienna), Mozarteum (Salisburgo), Places des Arts (Montreal), Salle Cortot (Parigi), Alice Tully Hall (New York).
Una posto in platea per ascoltare da vicino i più amati brani del repertorio operistico ottocentesco.

Info e prenotazioni:
3931340912 – palazzopesce@yahoo.it


“Molto rumore per nulla” recital di violino e pianoforte a Palazzo Pesce

In il

Il violinista Lorenzo Rovati e la pianista Antonia Valente presentano “Molto rumore per nulla” venerdì 2 febbraio alle ore 20.30 a Palazzo Pesce a Mola di Bari.
Dalle atmosfere hollywoodiane del “Much ado about nothing” (molto rumore per nulla) di Erich Wolgang Korngold ai fuochi d’artificio belcantistici della “Parafrasi su Largo al Factotum dal Barbiere di Siviglia di G. Rossini” di Mario Castelnuovo-Tedesco, passando per la giovanile Sonata op. 18 per violino e pianoforte di Richard Strauss e gli echi francesi del virtuosistico “Caprice d’après l’Etude en forme de Valse de C. Saint Saëns” di Eugene Ysaye: il ricercato e originale recital per violino e pianoforte prende le mosse dalla omonima commedia di Shakespeare e intreccia fra loro pagine di autori distanti per genere e ambiente culturale eppure accomunati dall’aver vissuto e composto nel secolo delle due Grandi guerre mondiali.

Ticket: 10 euro

Venerdì 2 febbraio 2018 | Sala Etrusca di Palazzo Pesce
via Van Westerhout 24, Mola di Bari
Info e prenotazioni: 3931340912 – palazzopesce@yahoo.it


“Alda e il Soldato Rock” – Recital per Alda Merini e Giuseppe D’Ambrosio con Eugenio Finardi e Cosimo Damiano Damato

In il

acquaviva delle fonti alda merini eugenio finardi cattedrale recital

Alda e il Soldato Rock – Recital per Alda Merini e Giuseppe D’Ambrosio con Eugenio Finardi e Cosimo Damiano Damato. Lo spettacolo ( in scena il 27 gennaio alle 21 nella Cattedrale di Acquaviva delle fonti) rende omaggio alla poesia di Giuseppe D’Ambrosio e alla sua mecenate Alda Merini attraverso un viaggio appassionante fra monologhi, aneddoti e versi della poetessa dei Navigli, per lo più inediti ed alcuni racconti dello stesso poeta ed editore nato in Puglia ad Acquaviva delle Fonti. A dar voce ad Alda e Giuseppe è l’amico regista, drammaturgo e poeta Cosimo Damiano Damato (con la partecipazione della poetessa Anita Piscazzi).

Il viaggio poetico viene scandito attraverso una scaletta di perle musicali del repertorio segreto di Eugenio Finardi senza dimenticare le canzoni più amate di uno dei padri del cantautorato italiano: da Una notte in Italia a Mio cucciolo d’uomo, da Uno di noi a La forza dell’amore ed alcuni omaggi, fra cui, Hallelujah di Cohen, Verranno a chiederti del nostro amore di De Andrè , Into my arms di Nick Cave e Mother di Lennon. Giuseppe D’ambrosio è stato un “Poeta di strada” ed “Editore-artigiano”, ha scritto oltre cento libri, fra poesie e romanzi, pubblicando oltre mille titoli, fra cui molti inediti di Alda Merini. Fino a pochi giorni prima del suo volo lo si poteva incontrare in Piazza Duomo con la sua bancarella di libri preziosi e questo recital, sostenuto dal Comune di Acquaviva delle Fonti, vuole non solo ricordare la sua straordinaria vita poetica ma promuovere anche la sua piccola casa editrice Acquaviva attraverso il testimone passato ora alla famiglia. In occasione del recital il Maestro Giuliano Grittini donerà una delle sue celebri opere dedicate ad Alda Merini per la raccolta fondi ( l’ingresso è a contributo volontario). “Tu mi ricordi sempre la piccola fiammiferaia – diceva Alda – a pensarti lì, al freddo, a vendere i tuoi librini”.

Lo spettacolo è patrocinato e sostenuto dal Comune di Acquaviva delle Fonti ed è organizzato dall’associazione di volontariato “Banca dei Capelli e oltre”, che opera su tutto il territorio nazionale per la fornitura di parrucche a pazienti oncologici. “La raccolta fondi – spiega il sindaco di Acquaviva Davide Carlucci– servirà a sostenere i familiari del poeta scomparso e la sua opera attraverso la casa editrice, che porta il nome della nostra città, alla quale ha dato già molto lustro”

Per l’occasione Damato ha scritto il testo Yosef, ispirato proprio alla vita di Giuseppe e alla sua amicizia con Alda ( la poesia è presente nel canzoniere “Piantatore di alberi” in uscita con Dante & Descartes di Napoli.

“Non voglio che la terra sia mai lieve/voglio che ti maceri i nervi, il sangue, i capelli, la barba/voglio che corroda le ossa e distilli la carne con spezie di farfalle/per disseminare i versi giustiziati ancora in vita e pazzia.Ti ho visto cucinare poesie/Imbandendo una tavola di bellezza in una capanna senza incenso ma da dove guardavi comete e parlavi alla luna steso sui libri. Merli beccavano perle su orli e merletti contadini/I tuoi figli sono versi e luci di Natale/Ciclostile e purezza/gli occhi russi e la barba brigante/l’odore giallo della carta/ la tua rivoluzione fuori dal tempio dallo spietato Gutenberg/ e il profumo dell’olio nuovo sulla tua lingua spaurita.La rabbia e la pazzia di un santo senza santi/Non ti cercherò al largo dei Navigli verso la periferia del paradiso ma fra i campi di grano dove Orfeo ed Euridice cantati dalla poetessa pazza fanno l’amore sporchi di vita senza falce e paura/e celebro il seme tormentato nel ventre di Maria con la speranza che nasca con l’innocenza del tuo sguardo il Cristo degno di un Alleluja”.


“Come eravamo” al Teatro Bravò, omaggio a Vito Maurogiovanni con Cristina e Monica Angiuli

In il

Il recital è un omaggio a Vito Maurogiovanni poeta, giornalista e drammaturgo barese scomparso nel 2009. Una delle personalità di spicco della cultura barese e non solo.
Considerato dal prof. Corrado Petrocelli, ex Rettore dell’Università, il Cantore di Bari per la sua straordinaria capacità di aver raccolto nel tomo “COME ERAVAMO” Ed. Levante 2005, la storia di questa città dalla Prima Guerra ai giorni nostri.
Nell’ottobre del 2007, in occasione della presentazione del libro “BARI: LA CITTA’ E I GIORNI” Ed. Progedit; in una manifestazione svoltasi presso il teatro Piccinni, il Sindaco dott. Michele Emiliano, gli consegnò la Chiave della Città.
Il recital curato è un percorso legato principalmente alla sua poesia, piena dei ricordi popolari della sua infanzia e giovinezza, e del suo teatro in vernacolo. Ritroviamo in esso, l’inaugurazione del Politeama Petruzzelli, la Fiera del Levante, San Nicola con l’accompagnamento di alcune canzoni della tradizione barese.
E naturalmente… il Natale.
Una serata divertente, un modo diverso per scambiarci gli auguri di un Buon Natale.

Con CRISTINA e MONICA ANGIULI
Teatro Bravò
 (ex Cinema il Salottino)
via Stoppelli, 18 – Bari


TOPOLINO nel Magico Mondo di Aladdin

In il

Miletto Production presenta:
TOPOLINO NEL MAGICO MONDO DI ALADDIN

spettacolo recitato dal vivo

Sabato 12 novembre 2016 alle ore 17.30 e domenica 13 novembre alle ore 11.00 e alle ore 17.30 presso l’auditorium “Sacro Cuore” in via Sacro Cuore ad Altamura, si terrà lo spettacolo dal vivo per bambini di Miletto, alle prese con “Topolino nel magico mondo di Aladdin”.  Anche tuo figlio sarà partecipe allo spettacolo più comico del momento. Per tutte le famiglie dai 2 ai 90 anni.

Auditorium Sacro Cuore – via Sacro Cuore – ALTAMURA (BARI)

Per info: Paolo 3382340259 – 3317806045