NICOLA PIGNATARO presenta il suo libro “Ce nge n’ama scì sciamaninne”

In il

nicola pignataro presenta libro ce nge n ama sci sciamaninne

Giovedì 18 ottobre 2018 siete tutti invitati alla presentazione del libro “Ce nge n’ama scì sciamaninne” di Nicola Pignataro
In occasione dei festeggiamenti di San Gaspare del Bufalo, alle ore 19:45, all’interno della Sala San Gaspare della Chiesa del Preziosissimo Sangue in San Rocco, in via Putignani 237, ad intervistare l’attore barese ci saranno i ragazzi di Sos Città.

Ce nge n’ama scì sciamaninne“, edito da Radici Future Produzioni, è un libro della tradizione e della baresità sotto tutti i punti di vista (compreso le ricette culinarie e un dizionario di vocaboli in dialetto) che attraverso l’ilarità e la leggerezza racconta tutta la storia della città di Bari compiendo un viaggio di circa tre millenni sino al giorno d’oggi attraverso l’uso del dialetto barese, la più antica forma di comunicazione della città.


“Una vita in versi” – Trentasette volte Anna Santoliquido

In il

una vita in versi

TRENTASETTE VOLTE… ANNA SANTOLIQUIDO
Il nuovo volume edito da LB edizioni

Sarà presentato venerdì 28 settembre alle ore 18.30 presso la Sala Massari del Comune di Bari il nuovo libro della LB edizioni. Curato da Francesca Amendola e prefato dal sindaco Antonio De Caro, il volume “Una vita in versi” è l’omaggio che trentasette voci provenienti dal mondo intellettuale hanno dedicato ad Anna Santoliquido. Una raccolta di suggestioni, testimonianze, premi, immagini e riconoscimenti prestigiosi che raccontano quarant’anni di attività letteraria della poetessa (o poeta come ama definirsi) di Forenza – www.lbedizioni.it


XXI° Libro Aperto: Alessio Giannone “Pinuccio” presenta TrumpAdvisor

In il

alessio giannone pinuccio trumpadvisor adelfia

Interviene: Pinuccio – Autore
Presenta: Gianni Monteleone

Intervento musicale a cura di Pier Dragone

Libro: «Faccio il faccendiere e da quando mi sono sposato sono entrato nelle grazie di mia Suocera, lei mi ha messo in contatto con i potenti del mondo», che Pinuccio chiama senza farsi troppi riguardi. «Pronto. Pinuccio sono» è il suo tormentone. Finché un giorno riceve una telefonata: «I’m Donald». E allora parte il racconto esilarante del viaggio in Puglia di Trump e dei suoi familiari, tra passioni e clandestini amori, sullo sfondo di calde notti d’estate, tra improbabili incursioni caratterizzate da stereotipi Made in Puglia. Il faccendiere Pinuccio, seguito dal fido Sabino, per la stagione estiva è impegnato nella promozione turistica. Clienti d’eccezione il presidente degli USA Donald Trump, che viene scambiato per il nuovo presidente della squadra di calcio dal sindaco di Bari, e la sua signora Melania. A bordo dell’amata Fiat Ritmo i quattro scorrazzano per la Puglia, regione dalle mille bellezze e dalle numerose contraddizioni, dal Foggiano al Salento, dove si unirà alla comitiva la figlia del presidente, Ivanka. Incontreranno personaggi del mondo politico, Rosy Bindi, Di Battista, Emiliano, Alfano, Nichi Vendola, Salvini, del mondo dello spettacolo, Barbara d’Urso, Maria De Filippi, Al Bano, del giornalismo, Enrico Mentana, Marco Travaglio, e parteciperanno a sagre, feste religiose e cerimonie nuziali.

Ingresso libero


La Cultura a servizio della Cooperazione

In il

La Cultura a servizio della Cooperazione

Nell’ambito del Festival Ambiente Puglia 2018 il Ciheam – Bari per la Cultura ha il piacere di invitarvi all’evento:
La « CULTURA » a servizio della Cooperazione: un libro per aiutare lo sviluppo, nel corso del quale sarà presentato il libro “Il bicchiere mezzo pieno” edito da PIEMME.

I diritti d’autore derivanti dalle vendite saranno interamente devoluti per un progetto di sviluppo in Mozambico che migliorerà la qualità di vita delle donne in una delle zone rurali più povere di questo Paese.

Introducono:
Il Direttore del Ciheam – Bari Maurizio Raeli
Il Presidente di Ambientepuglia Paolo Lepore

Partecipano:
Le autrici Tiziana Ferrario, Elena Mora, Nicoletta Sipos, Neliana Tersigni
Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano
Il Vice Presidente del Ciheam Gianni Bonini
Il Direttore Ufficio Cooperazione in Mozambico Zimbawe e Malawi (AICS Agenzia Italiana per la Cooperazione) Fabio Melloni.

I rappresentanti delle Associazioni partner:
Laterza libreria Associazione Culturale Donne in Corriera Presidi del Libro

Modera:
Rosanna Quagliariello, Relazioni Esterne CIHEAM Bari

A seguire light dinner dai sapori mediterranei presso Palazzo Verone nel borgo antico di Bari.


PINUCCIO (Alessio Giannone) presenta il suo libro “TrumpAdvisor. Donald e Pinuccio in viaggio per il Sud Italia”

In il

pinuccio libro trumpadvisor alessio giannone

VENERDI’ 2 FEBBRAIO 2018

presso la La Galleria nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria DeVanna” ubicata nel palazzo Sylos-Calò a Bitonto (Via Giandonato Rogadeo,già dei Mercanti, 14)

Per il “Parco delle Arti” – PROGETTO COMUNALE BITONTO CITTA’ DEI FESTIVAL: VIAGGI LETTERARI NEL BORGO – VII EDIZIONE

PINUCCIO (Alessio Giannone) presenterà il suo libro

TrumpAdvisor. Donald e Pinuccio in viaggio per il Sud Italia”, Mondadori Edizioni

Dialogherà con l’autore Michele Cotugno Depalma, giornalista del “Da Bitonto”

IL LIBRO:

Dalla Puglia alla Calabria su una Fiat Ritmo. Il viaggio surreale di Trump, Melania e Pinuccio

«Dedicato a tutti gli uomini che usano i pantaloni con il risvolto e a tutte le donne che usano le calze color carne con le scarpe aperte.»

«Faccio il faccendiere e da quando mi sono sposato sono entrato nelle grazie di mia Suocera, lei mi ha messo in contatto con i potenti del mondo», che Pinuccio chiama senza farsi troppi riguardi. «Pronto. Pinuccio sono» è il suo tormentone. Finché un giorno riceve una telefonata: «I’m Donald». E allora parte il racconto esilarante del viaggio in Puglia di Trump e dei suoi familiari, tra passioni e clandestini amori, sullo sfondo di calde notti d’estate, tra improbabili incursioni caratterizzate da stereotipi Made in Puglia. Il faccendiere Pinuccio, seguito dal fido Sabino, per la stagione estiva è impegnato nella promozione turistica. Clienti d’eccezione il presidente degli USA Donald Trump, che viene scambiato per il nuovo presidente della squadra di calcio dal sindaco di Bari, e la sua signora Melania. A bordo dell’amata Fiat Ritmo i quattro scorrazzano per la Puglia, regione dalle mille bellezze e dalle numerose contraddizioni, dal Foggiano al Salento, dove si unirà alla comitiva la figlia del presidente, Ivanka. Incontreranno personaggi del mondo politico, Rosy Bindi, Di Battista, Emiliano, Alfano, Nichi Vendola, Salvini, del mondo dello spettacolo, Barbara d’Urso, Maria De Filippi, Al Bano, del giornalismo, Enrico Mentana, Marco Travaglio, e parteciperanno a sagre, feste religiose e cerimonie nuziali.

L’AUTORE:

Pinuccio all’anagrafe è Alessio Giannone, nato a Bari nel 1979, laureato in legge, attore e regista. Con le sue improbabili telefonate ha conquistato il web e i principali programmi televisivi: i video delle sue telefonate sono spesso riproposti dai siti di informazione e trasmessi nei talk politici. È inviato di Striscia la Notizia e autore di TrumpAdvisor (Mondadori 2017).

In collaborazione col “Circolo dei lettori” della Libreria del Teatro

Ingresso libero


Gennaro Sangiuliano presenta il libro “TRUMP” al Teatro Petruzzelli

In il

Giovedì 18 gennaio 2018 presso il teatro Petruzzelli, Gennaro Sangiuliano presenta “Trump – Vita di un presidente contro tutti“.

Introduce:
On. Nuccio Altieri
Commissione Esteri Camera dei Deputati

Intervengono:
Dott. Giuseppe De Tommaso
Direttore Gazzetta del Mezzogiorno

Dott. Armando Siri
Giornalista ed economista

Dott. Gennaro Sangiuliano
Vice Direttore del Tg1

GENNARO SANGIULIANO. TRUMP – VITA DI UN PRESIDENTE CONTRO TUTTI (MONDADORI, 286 PAGINE) – Quando il 16 giugno 2015 il “palazzinaro” Donald Trump scendendo una delle scintillanti e dorate scale mobili della Trump Tower annuncia la sua candidatura a Presidente degli Stati Uniti, tutto il mainstream, il circolo mediatico dominante, liquida questo evento come una trovata pubblicitaria del miliardario che ha fatto del suo nome un brand. Rozzo, incolto, arrogante, sessista, per la stragrande maggioranza dei commentatori è il concentrato del peggio e non ha alcuna possibilità di vincere. Il giornalista Nate Silver scrive che “per Trump è più probabile giocare una finale di NBA che ottenere la nomination dei repubblicani”. Lui, incurante delle critiche e della sufficienza con cui viene liquidato, affida a Twitter quello che sarà lo slogan vincente della sua campagna elettorale: “Make America Great Again”. Fa eccezione il regista Michael Moore, premio Oscar nel 2003 e autore del documentario “TrumpLand”, che scrive: “Questo disgraziato, ignorante e pericoloso pagliaccio part time e sociopatico a tempo pieno sarà il nostro prossimo presidente”. E di recente Michael Moore ha scritto che Trump sarà rieletto la prossima volta.
Gennaro Sangiuliano ha scandagliato la vita di Donald Trump trasfondendo nella sua biografia fatti e circostanze inedite o mai raccontate. D’altronde ogni tentativo di spiegare l’ascesa politica di Donald Trump con le lenti convenzionali e le vecchie categorie, si è rivelato insufficiente. Tanti media, impregnati della moral righteousness, hanno mancato la capacità di percepire quello che stava accadendo, restringendo il loro campo di azione alla visuale delle élite di Manhattan e San Francisco, dimenticando forse che l’America è vasta e densa. Ed è quella che alla fine ha voluto alla Casa Bianca Donald Trump, dipinto come “l’uomo nero”, eppure, per certi versi, interprete esemplare del sogno americano. Quello che emerge dalla biografia di Sangiuliano è certamente un personaggio complesso, un Giano Bifronte, non un esempio di stile ma con tratti sorprendenti che non sono stati raccontati. Nato nel Queens da padre di origine tedesca e madre scozzese, ha saputo costruire un impero economico, che la rivista Forbes stima in 4 miliardi di dollari. Adolescente indisciplinato, quasi un teppista, Donald ha poi studiato, in maniera proficua, primo della classe alla New York Military Accademy uno dei più rigorosi licei militari americani e ha frequentato alla Wharton School dell’Università della Pennsylvania, un ateneo fortemente orientato agli studi economici e ritenuto fra i migliori al mondo in questo ambito. Ha un fiuto animalesco per gli affari, certamente spregiudicato, ai limiti delle regole, ma capace di portare a termine progetti ambiziosi. Da diciottenne mentre nei week end i coetanei si divertivano, lui trascorreva ore a scorrere i bollettini delle aste immobiliari, impegnava l’acquisto con una piccola caparra e poi rivendeva immediatamente realizzando cospicui surplus.
Tre matrimoni, cinque figli, decine di relazioni, alcune con donne famose come Carla Bruni, Trump è un ex democratico, che ha fatto fortuna, sottolinea Sangiuliano, grazie alla protezione dei big del partito democratico di New York. “Ha vinto facendo l’esatto contrario di quello che impongono i vademecum da politicamente corretto – scrive Sangiuliano -. Mentre solitamente i candidati cercano il sostegno dell’establishment, lui ha massacrato i poteri forti, affermando quello che donne e uomini delle strada pensano ma non hanno la possibilità di dire”.


NICOLA PIGNATARO presenta a La Feltrinelli di Bari il suo libro “Ce nge n’ama scì sciamaninne”

In il

nicola pignataro presenta libro ce nge n ama sci sciamaninne

Lunedì 20 Febbraio 2017 dalle ore 18:00 presso La Feltrinelli di via Melo 119 (Bari) – Incontro con Nicola Pignataro
Un libro sul dialetto barese

Nicola Pignataro con il suo libro Ce nge n’ama scì sciamanìnne (Radici Future) ci accompagna con delicatezza, portandoci mano per mano dalla preistoria ai giorni nostri, con semplicità e rigore, dichiarando il suo amore per il dialetto. Una forma antica di comunicazione, una vera e propria lingua.

Un viaggio nel tempo, lungo tre millenni, alla ricerca delle radici della baresità, delle origini della lingua parlata, “nostra madre lingua” come la chiama l’autore.
Nicola Pignataro, apprezzatissimo interprete, ci accompagna con delicatezza, portandoci mano nella mano dalla preistoria ai giorni nostri, con semplicità e rigore al tempo stesso, dichiarando il suo amore per il dialetto. Una forma antica di comunicazione, una vera e propria lingua.
Questa riuscitissima opera unisce sapientemente la storia di Bari e la grammatica, utile per comprendere il barese, e lo fa attraverso le storie di molti personaggi inventati carichi di umanità, semplicità, intelligenza, furbizie e arroganza, caratteri tipici ieri, come oggi!
Come si chiamano questi personaggi? Ovviamente, Colino e Marietta. In onore delle due figure del cattolicesimo più amate a Bari, la Madonna dell’Odegitria e San Nicola.

Nicola Pignataro nasce il 24 Aprile di un anno che conosce solo lui, appassionato di teatro e spettacolo comincia in tenera età l’avventura teatrale in una compagnia di avanspettacolo. Questa occasione gli procura come salario solo qualche panino con la mortadella, ma anche i primi insegnamenti, in un settore affascinante ma molto difficile.
La svolta da dilettante a professionista gli viene offerta nel 1976, quando con la commedia “Nu matte fesciute da Vescegghie” debutta al teatro Purgatorio di Bari, divenuto in seguito il tempio della cultura e del dialetto barese.
Grazie alla sua innata passione per la lingua della sua città natale diventa, in poco tempo, l’idolo di tutta la provincia. Attore, regista, direttore artistico, commediografo e scrittore, quasi senza volerlo, diventa il simbolo della città. In seguito sarà “ambasciatore” della baresità in quasi tutto il mondo: Germania, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e ancora dal 1984 Stati Uniti, Canada, Venezuela, Argentina, Brasile, Australia.
Grande esperto, divulgatore e cultore del dialetto, nel 2007 scrive il romanzo “Guardami Rita”, che gli procura il primo successo editoriale, sia di pubblico che di critica. Granitico nelle sue convinzioni e travolto dalle sue passioni non ha mai smesso di amare il vernacolo, la focaccia e la squadra della Bari!

Titolo: Ce nge n’ ama sci sciamaninne

Autore: Nicola Pignataro

Collana: Radici

Pagine: 192


Roberta Bruzzone a Rutigliano presenta il suo ultimo libro “Il lato oscuro del web”

In il

A Torre Belvedere di Rutigliano, inaugurando la rassegna permanente di eventi culturali “Fingerbooks, aperitivi con l’autore”, la criminologa Roberta Bruzzone presenterà il suo ultimo libro “Il lato oscuro dei media”.

L’appuntamento è fissato per venerdì 15 aprile 2016, alle ore 19.30. Oltre all’autrice, intervengono il Professor Antonio Maria La Scala, docente di Diritto Penale presso l’Università LUM “Jeanne Monnet”, l’avvocato criminologo Antonio Petruzzelli e la giornalista Antonella Rondinone.

L’ingresso è libero sino ad esaurimento posti. Al termine sarà possibile, previa prenotazione, fermarsi a cena per gustare i menù gourmet di Torre Belvedere (Contrada Belvedere 2, Rutigliano; info e prenotazioni 347.5059535).

“Fingerbooks, aperitivi con l’autore” è ideata da Paola Borracci, con il supporto di Fabrizio Stagnani, e si fregia di un logo di eccellenza, creato ad hoc dal vignettista e giornalista Nico Pillinini.

Torre Belvedere – caffè artististico letterario, museo etnografico e ristorante per eventi – dal 2002 è luogo di incontri , riflessioni e degustazioni. Dal gennaio 2011 è la sede ufficiale della locale sezione dell’Associazione Nazionale “Presidi del Libro”.

Il libro

Il lato oscuro dei social media, nuovi scenari di rischio, nuovi predatori, nuove strategie di tutela, di Roberta Bruzzone e Emanuele Florindi, edito Imprimatur, finito di stampare a marzo 2016.

“Oggi di fatto il 42% dell’intera popolazione mondiale è online. E non sono tutte brave persone. La cronaca nera sempre più spesso ci racconta vicende che mostrano con quanta rapidità e facilità ciò che avviene sui social media può trasformarsi in una vera e propria scena del crimine. Quale protezione è possibile contro chi usa questo genere di sistemi contro di noi? Quali sono i principali rischi che si possono correre? E come possiamo difenderci e difendere le persone che ci stanno a cuore? Questo testo contiene una serie di consigli utili per sopravvivere nella giungla dei social media, popolata da varie tipologie di nuovi predatori e di nuove potenziali vittime, per evitare che un clic di troppo possa trasformarsi nell’ennesima tragedia che poteva essere evitata.” (Roberta Bruzzone).

Truffe online, cyberstalking, cyberbullismo, pedopornografia e furti d’identità: un crimine su cinque viene commesso in rete, facendo leva su una poco elevata percezione del rischio e una labile tutela della privacy. Dopo aver fatto chiarezza sui pericoli che si celano in rete e aver compiuto una panoramica sul mondo di internet, questo manuale insegna ad applicare tecniche di gestione della propria immagine social, riconoscere la subdola dipendenza affettiva nell’epoca di Facebook, proteggere i più piccoli attraverso strategie di parental intelligence, e tutelare la propria privacy con consigli pratici, suggerimenti di autodifesa e indicazioni sulle autorità a cui rivolgersi in caso di difficoltà.