VIOLANTE PLACIDO e COSIMO DAMIANO DAMATO In ‘Lettere d’amore spedite dal mare’

In il

VIOLANTE PLACIDO e COSIMO DAMIANO DAMATO In Lettere d amore spedite dal mare

A Cala Ponte, Polignano a Mare (Bari)
30 maggio 2019
VIOLANTE PLACIDO & COSIMO DAMIANO DAMATO
In ‘Lettere d’amore spedite dal mare’ (liberamente ispirato da “Heroides” di Ovidio)
accompagnati dal violoncello di Riviera Lazeri

Violante Placido e Cosimo Damiano Damato ci conducono in un viaggio poetico struggente nella mitologia greca attraverso l’epistolario tra le “eroine” ed i loro uomini. Nel recital, liberamente ispirato all’opera di Ovidio, rivivono, prendendo corpo e voce, gli eroi leggendari della Grecia classica, Penelope ed Ulisse, Paride ed Elena, Saffo e Faone.

Violante Placido si rivela musa moderna donando voce alle Eroine greche facendo rivivere Elena, Penelope e Saffo. A scandire le lettere alcune liriche di canzoni come “Una barca scura” di Gian Maria Testa ed “Itaca” e “Ulisse coperto di sale” di Lucio Dalla lette da Damato che ne riconsegna il prezioso valore drammaturgico della loro poetica narrativa, spogliate dalla musica e affidandosi alla forza delle parole. I versi si fanno musica grazie alle suggestioni delicate del violoncello di Riviera Lazeri, già musicista di Roberto Vecchioni che gli rende omaggio eseguendo una versione per solo cello di “Il cielo capovolto- ultima lettera di Saffo” i cui versi vengono letti da Violante Placido e Cosimo Damato.

Un connubio per far danzare insieme letteratura e musica, tenute insieme da una sottile aura poetica.

Ovidio ci ha lasciato le lettere indirizzate dalle eroine greche ai loro uomini partiti per i diversi mari della vita ed in questo adattamento si dona voce anche alle risposte degli eroi, trasformando le lettere in un dialogo appassionato d’amore. Le elegie latine scavano nelle paure più ricorrenti dell’uomo occidentale, l’attesa, l’inquietudine, il peso e la libertà della scrittura poetica, le fragilità, la vita sentimentale lacerata e lacerante, le emozioni, l’abbandono, il viaggio, la conquista, il dolore, la sofferenza, la lontananza, l’infedeltà, le promesse, il patto sacro, la guerra il mare e le sue metafore, mettendo a nudo ferite mai risanate.

“Lettere d’amore spedite dal mare” si veste anche di un’aura laicamente sacra e civile, una supplica che abbraccia il pathos delle tragedie contemporanee di chi fugge ancora dall’eterna Troia per salvare l’Odissea in fiamme che non riusciamo più ad amare.

+++ INGRESSO+++
Riservato ai vincitori del contest ‘approdi poetici’: info al link http://www.lucemusicfestival.it/approdi-poetici-concorso-per-lo-spettacolo-di-violante-placido/


OMAGGIO A NINO ROTA: l’O.S.M. di Bari in concerto gratuito a Bitonto, Giovinazzo e Polignano

In il

Orchestra-Sinfonica-Metropolitana-Citta-di-Bari.jpg

Giovedì 2 maggio, alle ore 21:00, nella chiesa di San Gaetano a Bitonto, l’Orchestra Sinfonica della Città metropolitana di Bari e il Traetta Opera Festival,  renderanno omaggio a Nino Rota (1911 – 1979)  in occasione del 40° anniversario dalla sua scomparsa con un concerto diretto dal maestro, Vito Clemente e con le elaborazioni per orchestra sinfonica di Vincenzo Anselmi e, per violino e pianoforte, di Nicola Scardicchio.
In programma l’esecuzione di musiche tratte dai celebri film che hanno reso famoso il noto compositore: 
Fantasmi a Roma, Film d’amore e d’anarchia, Amarcord, Satyricon, 8 e ½, Il Gattopardo, Guerra e Pace, Il Casanova, Le notti di Cabiria, Gianburrasca, La Strada, Il Cappello di Paglia di Firenze, Il Gattopardo, Il Padrino I e II, La dolce vita.

Il concerto sarà replicato venerdì 3 maggio, alle ore 20:00, nella parrocchia di Sant’Agostino a Giovinazzo e sabato 4 maggio, alleore 20:30, nella chiesa di Sant’Antonio a Polignano a mare. 

INGRESSO LIBERO PER TUTTI I CONCERTI.


Polignano in Festa IIª edizione

In il

polignano in festa II edizione

POLIGNANO IN FESTA…
Sabato 27 e domenica 28 Aprile
Stand enogastronomici in Piazza Aldo Moro e Piazza Garibaldi.
Prodotti tipici, artigianato tipico, vintage, antiquariato e commerciale in Via Pompeo Sarnelli e in Via Martiri di Dogali.
Per tutta la giornata, street-band, artisti di strada, musicisti a cappello animeranno le vie principali ed il Centro Storico di Polignano a Mare.
La musica rock degli anni 80 chiuderà la serata in Piazza Aldo Moro.
POLIGNANO IN FESTA… è la festa di tutti coloro che vorranno venire in questa splendida cittadina Regina della Puglia, passeggiando e visitando i magnifici angoli suggestivi del paese e allo stesso tempo gustare un piatto tipico della nostra terra, fare shopping fra gli stand espositivi ed i negozi che saranno aperti fino a notte inoltrata, ballare e divertirsi grazie alle innumerevoli attrazioni che saranno presenti durante le giornate.
POLIGNANO IN FESTA… è anche la festa di tutti coloro che l’hanno organizzata ed ideata: L’Amministrazione Comunale, le Associazioni di Categoria dei Commercianti, Ristoratori, Albergatori ed Artigiani, l’Agenzia di Spettacolo SDM EVENTI di Fasano.

Per Info: 3271380585-3296044032


A Polignano a Mare, ritorna la Festa del Cioccolato in piazza Aldo Moro

In il

festa del cioccolato polignano a mare

LA FESTA DEL CIOCCOLATO ARTIGIANALE
APPRODA NELLA “MERAVIGLIOSA” POLIGNANO A MARE

in Piazza Aldo Moro il 5, 6 e 7 Aprile 2019

Da Venerdì 5 a Domenica 7 Aprile sul “meraviglioso” balcone sul Mare si svolgerà la “Festa del Cioccolato artigianale”. 

Nella centralissima Piazza Aldo Moro di Polignano a mare il pool di cioccolatieri della CHOCO AMORE (associazione nazionale cioccolatieri) provenienti da 15 regioni italiane saranno i protagonisti indiscussi della Città bellissima città marina conosciuta per le sue mille attrazioni, tra gusto, animazione, didattica e cultura per deliziare tutti i cittadini ed i turisti.

La manifestazione che si fregia del graditissimo patrocinio dal Comune di Polignano a Mare sarà realizzata grazie alla stretta collaborazione con il prestigioso Istituto alberghiero I.P.S.S.E.O.A e l’Associazione Ristoratori di Polignano a Mare che proprio i piazza, unitamente ai maestri cioccolatieri di Choco Amore, daranno vita ad una serie di laboratori didattici e dimostrazioni di cake design sulle eccellenze italiane d’arte dolciaria realizzati da allievi e professori.

Promuovere le proprietà benefiche del cioccolato artigianale è molto importante anche perché ci aiuta a scoprire il cioccolato “VERO” rispetto a quello industriale che, con gli additivi aggiunti per farlo ovviamente durare a lungo, perde il sapore del cacao puro, l’aroma ed il retrogusto elementi tipici di questo alimento considerato fin dai Maja il “Cibo degli Dei”. Inoltre, le proprietà benefiche di questo gustoso alimento sono molteplici: antidepressivo, antiossidante, aiuta il cuore, la circolazione ed accelera il metabolismo.
Grazie al tour nazionale della Choco Amore si promuove e valorizza la cultura del consumo responsabile e consapevole dei prodotti buoni.

Pertanto la Festa del Cioccolato diventa un’occasione unica per acquistare prodotti sani non reperibili nella grande distribuzione.

Ovviamente come tutte feste che si rispettino grande spazio ai bambini, veri protagonisti della kermesse, per loro tanta animazione, spettacoli accattivanti e laboratori didattici sulla lavorazione del cioccolato del divertentissimo CHOCO PLAY, impara giocando, un mezzo simpatico per avvicinare i più piccoli alla sana cultura del cacao.

www.festedelcioccolato.it


“LUCIO incontra LUCIO” con Sebastiano Somma al Teatro Vignola

In il

LUCIO incontra LUCIO Sebastiano Somma Teatro Vignola

Il 21 marzo – porta ore 20.30 / sipario ore 21.00 – in scena al Teatro Vignola di Polignano a Mare lo spettacolo “LUCIO incontra LUCIO” con Sebastiano Somma.
Lo spettacolo “LUCIO incontra LUCIO” s’ispira ad uno dei capitoli più belli della storia cantautorale italiana, la vita di Lucio Dalla e Lucio Battisti.“Lucio Incontra Lucio” è lo spettacolo, scritto da Liberato Santarpino e firmato alla regia da Sebastiano Somma, che mette in scena un’originale lettura della vita dei due grandi cantautori italiani. Due uomini accomunati dalla stessa passione per la musica, due uomini nati a distanza di dodici ore – 4 marzo 1943 Lucio Dalla e 5 marzo 1943 Lucio Battisti – e che oggi rappresentano un’icona tutta italiana.

Prezzo dei biglietti:
INTERO – € 18,00
RIDOTTO – € 15,00

Il botteghino del Teatro Vignola (Via Rimembranza, 13 – tel. 080.4249910) sarà aperto tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore 21.00, a partire dal 22 dicembre 2018.
I biglietti sono in vendita anche on line su www.multisalavignola.it


A Polignano a Mare, la Vª edizione del festival “Ad Libitum”: concerti, letture e seminari di approfondimento

In il

festival ad libitum 2019 polignano

Dodici appuntamenti che uniscono musica, teatro e letteratura; due seminari di approfondimento dedicati all’eredità in Puglia degli artisti simbolo della musica classica e contemporanea; sei diverse location, 40 artisti pronti a esibirsi all’interno dei gioielli dell’architettura sacra di Polignano a Mare: un parterre d’eccezione che comprende anche nomi dello scenario internazionale.  Sono i numeri a raccontare la varietà del programma della quinta edizione del festival Ad Libitum, organizzato dalla Epos Teatro dal 3 marzo al 25 maggio nel borgo barese che ha dato i natali a Domenico Modugno.

La kermesse, che si avvale della direzione artistica di Maurizio Pellegrini e della consulenza musicale di Paolo Messa, vede nel 2019 il sostegno della Regione Puglia con il bando Piil Cultura, del Comune di Polignano a Mare.

Dodici gli appuntamenti musicali in programma, capaci di soddisfare il gusto di una platea varia ed esigente. Ad aprire la tre mesi di eventi, sarà il 3 marzo il duo Chiara Nicora – Ferdinando Baroffio, con un’esibizione di pianoforte a quattro mani su musiche di Mozart e Beethoven. In un luogo simbolo del festival: la Chiesa della Natività, dove si è conclusa la programmazione dell’edizione 2018 di Ad Libitum. Tanti gli appuntamenti di qualità presenti nel cartellone, come il concerto intitolato Čajkovskij – Il genio, che vede esibirsi il 16 marzo nella Chiesa dei SS. Medici i solisti del Collegium Musicum, accompagnati dalle ballerine dell’Accademia delle Muse. Una performance che unisce virtuosismi della classica e balletto per un importante omaggio al compositore russo.

Tra le novità in cartellone anche un appuntamento dedicato alla tradizione napoletana. Nun me scetà, in programma il 6 aprile nella Chiesa della SS. Trinità, unisce voce, mandolino e chitarra per reinterpretare le canzoni e le poesie degli artisti che hanno portato la tradizione napoletana alla ribalta mondiale. Da Ernesto Murolo a Eduardo De Filippo, passando per Armando Gill, Salvatore Di Giacomo e la coppia Pisano-Cioffi; uno spaccato che incrocia il repertorio umoristico e classico di una terra dalle mille sfaccettature.

Non mancano poi ospiti di fama internazionale nel cartellone concertistico: arriva dalla Svizzera il Duo des Alpes (composto dal violoncellista Claude Hauri e dal pianista Corrado Greco), che il 10 maggio nella Chiesa della Natività eseguirà un vasto repertorio con musiche di Brahms, Schumann, Rachmaninov, Saint- Säens e Paganini.

Per la quinta edizione il programma musicale del festival vede un particolare focus sui nuovi talenti pugliesi, che troveranno uno spazio d’eccezione in cui esibirsi. Tre concerti saranno infatti introdotti dagli allievi del liceo musicale del Convitto ‘Domenico Cirillo’ di Bari. Non mancano appuntamenti focalizzati interamente sui ‘Giovani concertisti’, come il concerto organizzato il 30 marzo nella Chiesa della Trinità in collaborazione con l’associazione musicale Centro studi ‘Valerio Gentile’. A esibirsi saranno i vincitori della XXII edizione del Premio internazionale di canto lirico ‘Valerio Gentile’, dedicato alle migliori voci tra i 18 e i 30 anni.

Anche per la quinta edizione del festival, la mission è fare rete con le eccellenze culturali sul territorio, per arricchire ancora di più l’offerta al pubblico. Da qui la scelta di inserire una serie di eventi organizzati in collaborazione con importanti kermesse come l’A.Gì.Mus Festival di Mola di Bari, il Traetta Opera Festival di Bitonto e il Festival Il Libro Possibile di Polignano a Mare e Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare.

Appuntamenti che sperimentano l’unione di più linguaggi, rendendo labili i confini tra le arti. Come avviene ad esempio con lo spettacolo Caffarelli vs Farinelli, organizzato il 25 maggio in collaborazione con il Traetta Opera Festival. Musica e teatro per raccontare la comica sfida tra i due più grandi ‘evirati cantori’ pugliesi del ‘700, che vede come arbitro d’eccezione il bitontino Tommaso Traetta. Le note sposano la grande letteratura, invece, nei tre appuntamenti in collaborazione con Il Libro Possibile e l’A.Gì.Mus Festival, uniti da un simbolico ‘fil rouge’, il nostro mare e le sue storie: Il racconto dell’isola sconosciuta di Josè Saramago, il Pinocchio di Collodi e il melologo Enoch Arden di Richard Strauss (ispirato all’omonimo poema di Alfred Tennyson) rivivono così attraverso melodie e voci recitanti nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali. Una rassegna nella rassegna dal titolo significativo: Verba manent.

Spazio anche all’approfondimento musicale con i due appuntamenti nella suggestiva cornice della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Il 24 maggio la sede in via Parco del Lauro ospiterà il seminario intitolato ‘Scuola napoletana – Il ruolo della Puglia nell’Europa musicale’: con l’aiuto del musicologo Matteo Summa si indaga il ruolo dei maestri pugliesi che hanno raccolto e diffuso l’eredità della musica napoletana; dallo stesso Traetta a compositori indimenticabili come Piccinni, Paisiello, Leo e Mercadante.

Nel 40esimo anniversario della sua scomparsa, non può mancare nel programma del festival l’omaggio a uno dei compositori più influenti e prolifici del 900’, capace anche di confezionare indimenticabili colonne sonore per il grande schermo: Nino Rota. Due gli appuntamenti dedicati al maestro: si parte il 30 aprile con il seminario di approfondimento ‘Nino Rota e la sua eredità musicale in Puglia’, tenuto dal suo allievo, Nicola Scardicchio, oggi compositore, direttore d’orchestra e docente al Conservatorio ‘Niccolò Piccini’ di Bari. Dal ricordo della vita di Rota si passa poi al concerto in onore del maestro il 2 maggio: la Chiesa dei SS. Medici farà da palcoscenico per l’esibizione dell’Orchestra sinfonica della Città metropolitana di Bari.

Ticket e campagna abbonamenti

Gli eventi sono a contributo libero a supporto dell’attività concertistica della Epos Teatro o gratuiti, tranne per gli appuntamenti dedicati alla grande letteratura alla Fondazione Pascali, dove il ticket d’ingresso è di 5 euro. Per la quinta edizione viene introdotto anche un abbonamento al costo di 20 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi della kermesse. La campagna abbonamenti parte domenica 24 febbraio: il ticket potrà essere acquistato durante l’incontro aperto al pubblico in programma alle 18 nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali in via Parco del Lauro a Polignano a Mare. Nei giorni successivi l’abbonamento potrà comunque essere acquistato sia nella sede della Fondazione, sia al Libro Possibile Caffè di Polignano a Mare, ubicato in piazza Caduti di via Fani.

DI SEGUITO IL PROGRAMMA COMPLETO:

DOM 3 MAR  ore 20:00 – SIN-FONIE D’AUTORE – Pianoforte a quattro mani
Chiesa della Natività – Musiche di Mozart, Beethoven

SAB 16 MAR  ore 20:00 – CIAJKOVSKIJ – IL GENIO
Chiesa dei SS. Medici – I solisti del “Collegium musicum” – Accademia delle Muse

DOM 24 MAR  ore 18:30 – IL RACCONTO DELL’ISOLA SCONOSCIUTA – J. Saramago
Museo Pino Pascali – Antonella Carone, attrice – Pablo Montagne, chitarra

SAB 30 MAR  ore 20:00 – GIOVANI CONCERTISTI*
Chiesa della SS. Trinità

SAB 6 APR  ore 20:30 – NUN ME SCETÀ – Napoli: poesia e sogni
Chiesa della Natività – Maurizio Pellegrini, voce – Valerio Fusillo, mandolino – Nicola Nesta, chitarra

MAR 16 APR  ore 20:30 – STABAT MATER  di G. B. Pergolesi*
Chiesa di S. Antonio – Ensemble del Teatro Traetta – Maria Cristina Bellantuono – Margherita Rotondi

VEN 26 APR  ore 20:30 – DANS LA NUIT
Chiesa del Purgatorio – Paolo Messa, viola – Michele Bozzi, flauto – Annunziata del Popolo, arpa

DOM 28 APR  ore 18:30 – C’ERA UNA VOLTA UN PEZZO DI LEGNO
Museo Pino Pascali – da Pinocchio – Maurizio Pellegrini, attore – Caterina Santoro, clarinetto

MAR 30 APR  ore 18:30  – NINO ROTA e la sua eredità musicale in Puglia*
Museo Pino Pascali – NICOLA SCARDICCHIO racconta il suo Maestro

GIO 2 MAG  ore 20:30 – OMAGGIO A NINO ROTA*
Chiesa dei SS. Medici – Orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari – Vito Clemente, direttore

VEN 10 MAG  ore 20:30 – DUO DES ALPES
Chiesa della Natività – Claude Hauri, violoncello – Corrado Greco, pianoforte

GIO 16 MAG  ore 18:30 – ENOCH ARDEN – Strauss/Tennyson
Museo Pino Pascali – Maurizio Pellegrini, attore – Piero Rotolo, pianoforte

VEN 24 MAG  ore 18:30 – LA SCUOLA NAPOLETANA – il ruolo della Puglia nell’Europa musicale*
Museo Pino Pascali – MATTEO SUMMA racconta i grandi compositori pugliesi

SAB 25 MAG  ore 20:00 – CAFFARELLI vs FARINELLI
Chiesa della Natività – Gianluca Belfiori Doro, contraltista – Alessandro Giangrande, controtenore – Michele Visaggi, clavicembalo – Maurizio Pellegrini, attore

ABBONAMENTO € 20
INGRESSO CON CONTRIBUTO ALL’ATTIVITÀ CONCERTISTICA

* INGRESSO LIBERO


ADMOVEO: 19 appuntamenti di Teatro, Danza, Musica e Cultura

In il

ADMOVEO rassegna di Teatro Danza Musica e Cultura

ADMOVEO (muovere verso, avvicinare, portare a contatto) si pone l’obiettivo di tornare a dialogare con lo spettatore. A ricercarne il senso critico. A dividere con forza il reale dal virtuale.
19 appuntamenti di Teatro, Danza, Musica e Cultura in 4 sedi differenti.
Ogni serata sarà scambio. La conoscenza sarà il tema comune, il fine dominante.

PROGRAMMA:

POLIGNANO A MARE – BARI

** 9 FEBBRAIO 2019 – ore 20:00
IL MIRACOLO // TEATRO Nicola Eboli & Silvia Mastrangelo
Attori. Sopravvissuti. Gente che rinuncia a tutto e tutti perché la vita fuori la scena è troppo “noiosa” ma alla fine si ritrovano inadeguati a vivere oltre la scena.
L’attore si presenta come un sopravvissuto. Continua ad andare avanti e indietro, fra buio e luce alla ricerca di una verità, alla ricerca di un pubblico. Ma questa verità non si trova e allora bisogna inventarsela e magari camuffarla, ma ormai di “vero” c’è rimasto ben poco. L’unica speranza è in un miracolo.

** 22 FEBBRAIO 2019 – ore 21:00
GIOBBE UNPLUGGED // TEATRO Silvia Mastrangelo
Un senso di colpevolezza attanaglia Giobbe. Per essersi ammalata, per giungere alla morte. Il rapporto fra una donna, malata terminale, e il mondo circostante. Vissuto con la violenza di chi non teme più il giudizio.
Un testo crudo e potente scritto da Lodovico Balducci, oncologo italiano residente negli Stati Uniti, premiato nel 2017 al Premio Attore Artemisia di Bari.
Una produzione ResExtensa in collaborazione con Artemisia e Formediterre.

** 8 MARZO 2019 – ore 21:00
LA GABBIA DER PIPINO // READING Antonio Minelli
Excursus sulla letteratura erotica d’autore.
Versi ironici o amorosi, erotici o villani dei padri della letteratura, declamati in forma attoriale su sfondi in proiezione di dipinti, anch’essi d’autore.
Una forma di letteratura che per millenni è stata generata dai più grandi autori ma poco conosciuta o paragonata al genere pornografico e quindi non esplorata dal grande pubblico.

** 23 MARZO 2019 – ore 21:00
LA CONQUISTA DEL SUD // TEATRO Compagnia Formediterre
Tre voci accompagnano lo spettatore fra testi autentici, canti e confessioni dei protagonisti dell’Unità d’Italia.
Le parole dei personaggi si avvicendano in scena fra storie cantate e recitate.
Quadri della seconda metà dell’Ottocento accompagnano lo spettatore in una storia a tratti crudele, a tratti poetica che cerca di generare un reale sentimento unitario, reso possibile unicamente dalla conoscenza della storia del nostro popolo.

Con.Fusione, via Vito Lepore, 9 – Polignano a mare (BA)
Per info e prenotazioni: +39 339 8011152 / admoveo@formediterre.it

CEGLIE DEL CAMPO – BARI

** 10 FEBBRAIO 2019
LA GABBIA DER PIPINO // READING Antonio Minelli
Excursus sulla letteratura erotica d’autore.
Versi ironici o amorosi, erotici o villani dei padri della letteratura, declamati in forma attoriale su sfondi in proiezione di dipinti, anch’essi d’autore.
Una forma di letteratura che per millenni è stata generata dai più grandi autori ma poco conosciuta o paragonata al genere pornografico e quindi non esplorata dal grande pubblico.

** 1 MARZO 2019
GIOBBE UNPLUGGED // TEATRO Silvia Mastrangelo
Un senso di colpevolezza attanaglia Giobbe. Per essersi ammalata, per giungere alla morte. Il rapporto fra una donna, malata terminale, e il mondo circostante. Vissuto con la violenza di chi non teme più il giudizio.
Un testo crudo e potente scritto da Lodovico Balducci, oncologo italiano residente negli Stati Uniti, premiato nel 2017 al Premio Attore Artemisia di Bari.
Una produzione ResExtensa in collaborazione con Artemisia e Formediterre.

** 10 MARZO 2019
SOMBRAS NAVEGANTES // MUSICA Fabio Tuzzi
“La musica è una strada che non si sa dove porta e le note sono ombre naviganti nell’aria”. Così si introduce il viaggio musicale di Fabio Tuzzi (chitarra), iniziato nel 2015 e portato a termine, 4 anni dopo, con Antonio Oliveti (percussioni) e Giorgia Santoro (flauto).
Sapori del Flamenco spagnolo, soffi di musica araba, colori sudamericani e gesti Jazz. Ma su tutto domina il duende Flamenco che Tuzzi individua quale conduttore del nostro intimo viaggio.

** 22 MARZO 2019
LA CONQUISTA DEL SUD // TEATRO Compagnia Formediterre
Tre voci accompagnano lo spettatore fra testi autentici, canti e confessioni dei protagonisti dell’Unità d’Italia.
Le parole dei personaggi si avvicendano in scena fra storie cantate e recitate.
Quadri della seconda metà dell’Ottocento accompagnano lo spettatore in una storia a tratti crudele, a tratti poetica che cerca di generare un reale sentimento unitario, reso possibile unicamente dalla conoscenza della storia del nostro popolo.

** 6 APRILE 2019
CELESTINE // TEATRO Mimmo Mongelli & Antonella Maddalena
A una femme de chambre il compito di scagliare gli strali contro quella borghesia viziata e corrotta di fine ottocento che tanto assomiglia ai ricchi ceti sociali dei nostri giorni.
Dal privilegiato punto di osservazione del suo ruolo, Celestine osserva un’umanità degradata, collusa in affari illeciti e relazioni poco chiare.
Tra momenti di scintillante verve e altri di intensa drammaticità, lo spettacolo propone occasioni di divertita riflessione sulle sorti della nostra civiltà.

Per info e prenotazioni: +39 320 944 9770 / admoveo@formediterre.it

PUTIGNANO – BARI

** 17 FEBBRAIO 2019
LA GABBIA DER PIPINO // READING Antonio Minelli
Excursus sulla letteratura erotica d’autore.
Versi ironici o amorosi, erotici o villani dei padri della letteratura, declamati in forma attoriale su sfondi in proiezione di dipinti, anch’essi d’autore.
Una forma di letteratura che per millenni è stata generata dai più grandi autori ma poco conosciuta o paragonata al genere pornografico e quindi non esplorata dal grande pubblico.

** 2 MARZO 2019
SOMBRAS NAVEGANTES // MUSICA Fabio Tuzzi
“La musica è una strada che non si sa dove porta e le note sono ombre naviganti nell’aria”. Così si introduce il viaggio musicale di Fabio Tuzzi (chitarra), iniziato nel 2015 e portato a termine, 4 anni dopo, con Antonio Oliveti (percussioni) e Giorgia Santoro (flauto).
Sapori del Flamenco spagnolo, soffi di musica araba, colori sudamericani e gesti Jazz. Ma su tutto domina il duende Flamenco che Tuzzi individua quale conduttore del nostro intimo viaggio.

** 15 MARZO 2019
GIOBBE UNPLUGGED // TEATRO Silvia Mastrangelo
Un senso di colpevolezza attanaglia Giobbe. Per essersi ammalata, per giungere alla morte. Il rapporto fra una donna, malata terminale, e il mondo circostante. Vissuto con la violenza di chi non teme più il giudizio.
Un testo crudo e potente scritto da Lodovico Balducci, oncologo italiano residente negli Stati Uniti, premiato nel 2017 al Premio Attore Artemisia di Bari.
Una produzione ResExtensa in collaborazione con Artemisia e Formediterre.

** 30 MARZO 2019
LA CONQUISTA DEL SUD // TEATRO Compagnia Formediterre
Tre voci accompagnano lo spettatore fra testi autentici, canti e confessioni dei protagonisti dell’Unità d’Italia.
Le parole dei personaggi si avvicendano in scena fra storie cantate e recitate.
Quadri della seconda metà dell’Ottocento accompagnano lo spettatore in una storia a tratti crudele, a tratti poetica che cerca di generare un reale sentimento unitario, reso possibile unicamente dalla conoscenza della storia del nostro popolo.

** 5 APRILE 2019
PIETRE // TEATRO Nicola Eboli
Una sedia, bottiglie vuote e reti da pesca lasciate ad asciugare. Una chitarra e una voce “in blues”.
Pietre… tutto ciò che resta di una vita di viaggi e perdite e cadute. E su quelle pietre, vi è incisa la storia di un uomo, uno che ha deviato la sua rotta, abbandonando la via maestra che riconduce a casa.
Il testo nasce sulla storia di Odisseo, ma, una volta spogliata del fantastico e dell’aneddotico, rimane nient’altro che la storia di un uomo. Un Ulisse qualsiasi.

** 27 APRILE 2019
CELESTINE // TEATRO Mimmo Mongelli & Antonella Maddalena
A una femme de chambre il compito di scagliare gli strali contro quella borghesia viziata e corrotta di fine ottocento che tanto assomiglia ai ricchi ceti sociali dei nostri giorni.
Dal privilegiato punto di osservazione del suo ruolo, Celestine osserva un’umanità degradata, collusa in affari illeciti e relazioni poco chiare.
Tra momenti di scintillante verve e altri di intensa drammaticità, lo spettacolo propone occasioni di divertita riflessione sulle sorti della nostra civiltà.

Masseria San Nicola, S.P. per Gioia del Colle
Per info e prenotazioni: +39 333 177 6789 / admoveo@formediterre.it

TARANTO

** 16 MARZO 2019
SOMBRAS NAVEGANTES // MUSICA Fabio Tuzzi
“La musica è una strada che non si sa dove porta e le note sono ombre naviganti nell’aria”. Così si introduce il viaggio musicale di Fabio Tuzzi (chitarra), iniziato nel 2015 e portato a termine, 4 anni dopo, con Antonio Oliveti (percussioni) e Giorgia Santoro (flauto).
Sapori del Flamenco spagnolo, soffi di musica araba, colori sudamericani e gesti Jazz. Ma su tutto domina il duende Flamenco che Tuzzi individua quale conduttore del nostro intimo viaggio.

** 29 MARZO 2019
PIETRE // TEATRO Nicola Eboli
Una sedia, bottiglie vuote e reti da pesca lasciate ad asciugare. Una chitarra e una voce “in blues”.
Pietre… tutto ciò che resta di una vita di viaggi e perdite e cadute. E su quelle pietre, vi è incisa la storia di un uomo, uno che ha deviato la sua rotta, abbandonando la via maestra che riconduce a casa.
Il testo nasce sulla storia di Odisseo, ma, una volta spogliata del fantastico e dell’aneddotico, rimane nient’altro che la storia di un uomo. Un Ulisse qualsiasi.

** 13 APRILE 2019
CELESTINE // TEATRO Mimmo Mongelli & Antonella Maddalena
A una femme de chambre il compito di scagliare gli strali contro quella borghesia viziata e corrotta di fine ottocento che tanto assomiglia ai ricchi ceti sociali dei nostri giorni.
Dal privilegiato punto di osservazione del suo ruolo, Celestine osserva un’umanità degradata, collusa in affari illeciti e relazioni poco chiare.
Tra momenti di scintillante verve e altri di intensa drammaticità, lo spettacolo propone occasioni di divertita riflessione sulle sorti della nostra civiltà.

Per info e prenotazioni: +39 346 836 9836 / +39 349 169 8968 / admoveo@formediterre.it

SOSTENGONO ADMOVEO:
AMARUM
IN COLLABORAZIONE CON:
Con.Fusione (Polignano), Pro Loco (Leporano), L’Obiettivo (Taranto), Levera (Noha)
CON IL SUPPORTO DI:
CNA Puglia, FAI/Delegazione di Bari, Technè (Alberobello), Imago-i Danzattori (Alberobello), La Comunità Fratello Sole (S. Severa/Gioia del Colle), U.P.T.E. (Putignano)


Presepe Vivente a Polignano a Mare nell’Abbazia di San Vito

In il

presepe vivente 2018 polignano a mare

Il Presepe Vivente di Polignano si svolge il 26, 29, 30 dicembre 2018, poi 5 e 6 gennaio 2019, dalle ore 17 alle 21.

“Grazie alla generosità della famiglia Tavassi La Greca e dei proprietari degli altri locali, quest’anno avremo la grande gioia di ambientare il presepe vivente nella meravigliosa Abbazia di San Vito.
L’impegno di un intero anno di preparazione da parte della nostra Comunità Parrocchiale, la grande disponibilità delle comparse, la fantasia creativa del nostro direttore artistico Maurizio Pellegrini, i sacrifici di tanti volontari che, rinunciando al loro tempo libero, mettono a disposizione le loro risorse, il risultato di un vero e proprio lavoro sinodale come lo stesso nostro Vescovo Giuseppe ci insegna, sono certo contribuiranno alla realizzazione di una rappresentazione sacra, capace di introdurre ogni visitatore, nel grande mistero della incarnazione di Gesù Cristo nostro Signore.
Attenzione!!!! Non si tratta di una commedia! Non è un’opera teatrale! È la storia della incarnazione nella forma del presepe, tanto caro a San Francesco. E non si tratta di una semplice location cinematografica, ma di un vero e proprio luogo di culto che da secoli, fino ad oggi, custodisce realmente il dono della Eucarestia e delle reliquie di tante guarigioni operate dal nostro Santo Patrono Vito Martire.
Chiudiamo gli occhi, allora, e torniamo indietro di qualche secolo, precisamente al 1512 quando con una bolla di Giulio II, si concedeva l’Abbazia alla Basilica romana dei SS. Apostoli e quindi alla cura dei Francescani Minori. Sono proprio loro che, in via del tutto straordinaria, ci aprono le porte del Monastero, ci accolgono e ci accompagnano lungo l’itinerario spirituale del presepe vivente di Polignano a Mare.
Li riapriremo, al termine del cammino, con qualche secolo in più e con la certezza che, in questo oggi così delicato, martoriato dal caos del male, oppresso dal terrore e dalla ingiustizia, lacerato dalla malattia e dalla morte, Dio è con noi e non ci lascia mai soli. Buon Natale vivente”. Don Gaetano Amore Luca