CLAIRE HUANGCI al Teatro Showville di Bari

In il

CLAIRE HUANGCI teatro showville

Artista statunitense di origine cinese, già bambina prodigio, ha vinto il Concorso Internazionale Géza Anda del 2018.
Ha conquistato la giuria ed il pubblico per il suo “radioso virtuosismo, sensibilità artistica, acuto senso interattivo”.

>>>Acquista Biglietti


Ramin Bahrami & Gioele Dix in “30 per 100”

In il

Ramin Bahrami Gioele Dix 30 per 100

Ramin BAHRAMI & Gioele DIX
“30per 100”

Ramin BAHRAMI – pianoforte
Gioele DIX – voce recitante

A volte, seguendo percorsi difficili da spiegare, due mondi apparentemente lontani si incontrano e creano qualcosa di nuovo…
In questo progetto, per la verità, sono diversi gli incroci coraggiosi e inattesi, in primo luogo quelli che danno origine al titolo: i folgoranti “Romanzi in una pagina” contenuti nella “Centuria”, piccolo capolavoro della letteratura italiana del XX secolo scritto da Giorgio Manganelli che incontrano le “Variazioni Goldberg” di Johann Sebastian Bach. Trenta variazioni musicali costituiscono le “Variazioni Goldberg” di Bach e cento è il numero di micro-storie contenute nella “Centuria” di Manganelli: da cui il titolo “30 per 100”, una divertita indicazione matematica, che prova a dare una dimensione a ciò che non è misurabile: l’arte, la sorpresa, la musica, l’incontro vertiginoso di mondi lontani.
E poi l’incontro fra due artisti così diversi avvenuto per via di stima e visibile affetto reciproco: un musicista curioso delle parole come Ramin Bahrami ed un attore affascinato dalla musica come Gioele Dix danno vita, insieme e con il pubblico, ad una nuova lingua comune tra musica e letteratura.
La naturale comicità e l’istrionica padronanza del palco di Gioele Dix incontrano il virtuosismo di un maestro del pianoforte come Ramin Bahrami che si rivela un’irresistibile spalla per le improvvisazioni e la comica affabulazione del compagno di scena. Le “Variazioni Goldberg” (BWV 988), composte da J. S. Bach fra il 1741 e il 1745 sono un’opera per clavicembalo costruita tramite un’aria e 30 variazioni.
Giorgio Manganelli, scrittore milanese, scomparso nel 1990 all’età di 68 anni, è una delle figure più interessanti dell’avanguardia letteraria italiana, vicino al Gruppo 63, fu consulente editoriale di Mondadori, Einaudi, Adelphi, apprezzato traduttore dall’inglese e giornalista. Leggere “Centuria” significa esporsi ad un continuo smarrimento del senso e dell’ordine dell’Universo.

Ramin BAHRAMI è considerato uno dei più interessanti interpreti di Bach al pianoforte. Dopo l’esecuzione dei Concerti di Johann Sebastian Bach a Lipsia nel 2009 con lam Gewandhausorchester diretta da Riccardo Chailly, la critica tedesca lo considererà: “un mago del suono, un poeta della tastiera… artista straordinario che ha il coraggio di affrontare Bach su una via veramente personale”. (Leipziger volkszeitung). La ricerca interpretativa del pianista iraniano è rivolta alla monumentale produzione tastieristica di J. S. Bach, che Bahrami affronta con il rispetto e la sensibilità cosmopolita della quale è intrisa la sua cultura e la sua formazione. Bahrami si è esibito in importanti festival pianistici. Nato a Teheran si diploma con Piero Rattalino al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, approfondisce gli studi all’Accademia Pianistica di Imola e con Wolfgang Bloser alla Hochschule für Musik di Stoccarda. Recentemente ha avuto il privilegio di inaugurare la stagione di musica da camera di Santa Cecilia a Roma e al Beethoven Festival di Varsavia in collaborazione con il flautista Massimo Mercelli, con cui ha registrato le sonate per flauto e piano per Decca. Ha inciso l’Offerta Musicale di J. S. Bach con le prime parti di Santa Cecilia.

Gioele DIX Sono nato a Milano la mattina del 3 gennaio 1956. Nevicava di brutto già dalla notte prima. Non che mi ricordi, me l’ha raccontato mio padre. Dice che, nell’ansia e la fretta di portare in tempo mia madre in clinica, per poco non ci capottavamo tutti (e tre). A partire dall’età di sette anni, mi misi in testa che da grande avrei fatto l’attore. Questo me lo ricordo bene anch’io. Capivo di esserci portato, perché sapevo spesso cavarmi d’impaccio recitando. Come diceva il mio amico Bruno Olivieri, al tempo attore in cerca di fortuna come me: “molto movimento, nessuna direzione”. Confesso che, quando mi capitava di leggere qualche dolente intervista a certi figli d’arte condannati a combattere col fantasma dei loro padri, mi incazzavo parecchio. Ma proprio con Bruno e altri coraggiosi colleghi trovammo il modo di mettere in piedi una Compagnia, poi diventata Cooperativa: il Teatro degli Eguali. Il nome scelto era orgogliosamente programmatico e posso dire che, pur nelle tante difficoltà, riuscimmo a tener fede a un progetto ideologicamente limpido: dedicarsi al mestiere dell’attore, con la convinzione che il teatro potesse essere utile anche agli altri e non soltanto al nostro individuale narcisismo. In seguito, mi capitò la fortuna di lavorare accanto ad artisti che furono decisivi per la mia formazione: Antonio Salines, attore e regista intelligente e generoso; gli attori della splendida compagnia del Teatro dell’Elfo; l’indimenticabile Franco Parenti, al quale, per quasi tre anni, sera dopo sera, ho rubato tutto il rubabile. “Vedrai, fra qualche anno ti farai un nome” mi dicevano fiduciosi gli amici e i parenti che affollavano – solo loro – il mio one man show al Derby di Milano.
Concerto organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Monopoli in occasione di “ProsperoFest”.

Ingresso € 15:00

>>>Acquista Biglietti


“GENTE DI CONVERSANO” di Nico Nardomarino

In il

gente di conversano mostra nico nardomarino

“Che salto folle passare dalla superficie del corpo all’interno dell’anima”
Georg Christoph Lichtenberg

Lo strumento indagatore privilegiato di cui dispongono gli artisti contemporanei è la Fotografia.
Nicola Nardomarino scruta e rappresenta i suoi soggetti, affiancandoli e collocandoli in opere ispirate ai grandi pittori classici del ‘500-‘600: Caravaggio, Bellini, Veermer, Bronzino, Rembrandt.
Da questi presupposti nasce il progetto “GENTE DI CONVERSANO”, una mostra fotografica che vuole restituire alla sua città un’identità, coniugando il passato e il presente, nuova linfa a quell’arte che costituisce il suo vero patrimonio.
Una città d’arte non è solo quella che vive nei Musei, nei monumenti, ma quella che, traendo da essi esempio, diventa fabbrica di cultura nella quotidianità contemporanea.

Inaugurazione
Martedì 2 luglio ore 21:00
La Balconata – Piazza XX Settembre, Conversano (BARI)

A seguire il concerto di Donatello D’Attoma (pianoforte) e Michele Tino (sassofono) + Degustazione vini a cura di Cantine Cardone

La mostra, organizzata da Fondazione D’Arti e patrocinata dal Comune di Conversano, resterà aperta fino al 7 ottobre 2019.

Si ringraziano gli sponsor:
Cantine Cardone, De Grecis, Rossi Restauri, Masseria Santa Chiara, Casavola Gioielleria, Lippolis costruzioni, NS Impianti Srl di Nicola e Vito Sportelli, Fruttattiva e Cream – Creativi Mediterranei.


Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In il

Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In occasione della Festa della Musica, venerdì 21 giugno alle ore 17.30, si terrà nel Castello Svevo di Bari “Women in Red. Undici sfumature di rosso”, recital pianistico di Annamaria Giannelli.
Saranno eseguite musiche di Anna Bon, Teresa Carreño, Clara Wieck, Wanda Landowska e Cecilie Chaminade, un repertorio tutto al femminile che prende spunto dal tema di questa edizione ‘Musica fuori centro – musiche periferiche’ e riscatta il ruolo delle donne nel campo musicale.

Sarà possibile partecipare alla manifestazione, acquistando il biglietto d’accesso al monumento secondo le ordinarie disposizioni di cassa.


I GRANDI MAESTRI: 
Pianisti pugliesi in ricordo di Aldo Ciccolini

In il

i grandi maestri aldo ciccolini camerata musicale barese

I grandi maestri
LA CAMERATA CELEBRA “I GRANDI MAESTRI”

PIANISTI PUGLIESI IN RICORDO DI ALDO CICCOLINI

A conclusione della Stagione in corso, la Camerata Musicale Barese arricchirà il ventaglio delle proprie proposte musicali creando un ponte ideale di continuità tra la 77ª e la 78ª Stagione, attraverso un’inedita Rassegna di particolare eccellenza. 


Partirà a giugno partirà il progetto “I GRANDI MAESTRI” un tributo ai più importanti interpreti della musica classica e non solo. 


Per questa prima edizione, la Camerata ha inteso rendere omaggio ad uno dei più importanti interpreti della musica classica, uno dei pianisti più acclamati, esecutore geniale della tastiera che non solo ha contribuito a rendere il pianoforte il re degli strumenti ma ha anche formato tanti allievi della propria arte nonché dell’interpretazione, bagaglio indispensabile per tanti artisti: Aldo Ciccolini. 


Si tratterà di un vero e proprio “Vernissage” della 78ª Stagione. 


Sono trascorsi quattro anni dalla morte del famoso musicista, e sublime è il ricordo della Camerata Musicale Barese e dei tantissimi suoi estimatori. 


E’stato ed è ricordato come una vera leggenda nel mondo del pianoforte, avendo suonato sino all’età di 89 anni. Ha suonato per la Camerata Barese per ben 7 volte tra il 1957 ed il 2014 e quell’ultima volta qualche mese prima della sua dipartita avvenuta il 1° febbraio 2015. 


La Camerata intende ricordarlo attraverso l’affettuoso impegno di taluni allievi pugliesi che hanno avuto il piacere di studiare e di perfezionarsi con lui: 


La rassegna comprenderà sei concerti, che si terranno dal 10 al 15 giugno presso il Salone delle Feste del Palace Hotel, segue programma: 


* Lunedì 10 giugno 2019: Pianista Pasquale Iannone 

* Martedì 11 giugno 2019: Pianista Andrea Padova 

* Mercoledì 12 giugno 2019: Pianista Francesco Libetta 

* Giovedì 13 giugno 2019: Pianista Leonardo Colafelice 

* Venerdì 14 giugno 2019: M° Giorgio Bartoli Trione 

* Sabato 15 giugno 2019: Duo pianistico Maurizio Matarrese–Carla Aventaggiato 


Ciascun interprete renderà, inoltre, omaggio a Ciccolini con episodi, aneddoti e momenti magici vissuti durante gli incontri con il Maestro ed interpreterà almeno un brano studiato e perfezionato con lui. La Rassegna de “I Grandi Maestri” farà parte del nuovo abbonamento per la 78ª Stagione 2019/2020, ma potrà anche essere prenotata come una Rassegna a parte naturalmente fino ad esaurimento dei posti riservati in abbonamento.

Per informazioni e prevendita rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 0805211908, Box Office c/o La Feltrinelli.


Festival di Musica MAGGIO BARESE: il programma completo di tutti i concerti

In il

festival di musica maggio barese auditorium vallisa

Festival di Musica MAGGIO BARESE
1-12-19-26-29-30-31 Maggio 2019
9-30 Giugno 2019
Auditorium Diocesano La Vallisa
Bari

Tutta la programmazione con i 156 artisti

PROGRAMMA:

Mercoledì 1° Maggio
ore 19.00
Open Concert Brothers in Dance
Cianciotta Luca pianoforte
Giovanna ballerina
ore 20.00
Family Trio Amaj
Antero e Joseph Arena violini
Maria Assunta Munafò pianoforte

Domenica 12 Maggio
ore 19.00
Open Concert Coro in Canto
50 bambini Direttrice Grazia Albergo
ore 20.00
Concerto Ebanthology Mèditerranèe
Clarinet Ensemble
Direttore Antonio Tinelli

Domenica 19 Maggio
ore 19.00
Open Concert in Jazz and beyond
Vito Liturri
ore 20.00
Concerto
Alessandro Crosta flauto
Nadia Testa pianoforte

Domenica 26 Maggio
ore 19.00
Open Concert in Friends Trumpet
duo Antonio Grassi – Marco Farina
ore 20.00
Concerto
Piero Di Egidio pianoforte

Mercoledì 29 Maggio
ore 15.30 – 19.30
Piano MasterClass
M° Daniel Rivera
ore 20.00
Concerto
Daniele Adornetto pianoforte

Giovedì 30 Maggio
ore 9.00 – 13.00 // 15.00 – 19.00
Piano MasterClass
M° Daniel Rivera
ore 19.00
Prof. Giuseppe Pesce Retrospettiva pittorica Michele Guarnieri
ore 19.30
Ensemble di Fiati
Direttore Vito Vittorio De Santis

Venerdì 31 Maggio
ore 9.30 – 13.30 // 15.30 – 18.00
Piano MasterClass
M° Daniel Rivera
ore 18.30
Concerto e consegna Attestati dei partecipanti Piano Master Classe

Domenica 9 Giugno
ore 19.00
Open Concert in Family
Paride Losacco violino
Fiorella Sassanelli pianoforte
ore 20.00
Concerto Duo Pianistico “N.Rota”
Celestina Masotti – Annarita Partipilo

Domenica 30 Giugno
ore 19.00
Open Concert in Family
Francesco Palazzo fisarmonica
Tiziana Portoghese voce
Carlotta Maria violino
Adriano violoncello
ore 20.00
Concerto
Duo Pianistico “Fantasia”
Ivana Marija Vidovic – Vesna Miletic

29/39/31 Maggio ore 9.30 – 13.30 // 15.00 – 19.00 Mostra pittorica Michele Guarnieri di Noicattaro

Biglietto 6 Concerti con Open concert €13, ridotto €10
Biglietto 3 Concerti €10, ridotto €7
Abbonamento Festival €85, ridotto €75
Abbonamento solo 6 Concerti con Open concert €65, ridotto €55
Ingresso gratuito sino anni 10, ridotto over 65
Infotel. 3288924776


GIOVANNI ALLEVI e l’Orchestra Sinfonica Italiana al Teatro Petruzzelli per la 77ª Stagione della Camerata Musicale Barese

In il

giovanni allevi

La Camerata ha svelato il secondo evento straordinario previsto dalla settantasettesima Stagione appena avviata. Si tratta di un talento musicale fuori dal comune che già lo scorso anno ha fatto registrare il tutto esaurito presso il Teatro Petruzzelli. Giovanni Allevi tornerà a calcare il prestigioso palcoscenico barese il prossimo 15 aprile con un recital che lo vedrà protagonista insieme al suo pianoforte, affiancato da 13 selezionati archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana.
Nella consueta triplice veste di compositore, pianista e maestro d’orchestra, col carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, porterà un repertorio classico-contemporaneo che attraverserà i brani più celebri della sua carriera.
Un artista Allevi che, a dispetto di un’immagine dal candore quasi puerile, ha avuto il merito, negli ultimi vent’anni, di avvicinare generazioni di ragazzi al repertorio classico e allo studio della musica rendendola semplicemente materia accessibile a tutti, senza semplificarla o banalizzarla. È stata questa la sua cifra vincente, grazie alla quale ha ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali.
Un evento assolutamente da non perdere, dunque, del quale è già possibile prenotare il proprio posto in poltrona o poltroncina.

>>>Acquista Biglietti 

Per informazioni e prenotazioni gli uffici della Camerata in Via Sparano 141, sono sempre a disposizione (infotel 0805211908) – www.cameratamusicalebarese.it


Festival di Pasqua: Duo Pianistico Gianna Valente – Imma Larosa

In il

duo pianistico valente larosa santa scolastica bari

Duo Pianistico
mercoledì 10 aprile 2019
Chiesa Santa Scolastica – Bari

PROGRAMMA:

DUO PIANISTICO
Gianna Valente
Imma Larosa

G.ROSSINI – “Preludio religioso” per pianoforte solo, dalla “Petite Messae Solemne”
Giovanna Valente

L.V.BEETHOVEN – “Marcia Funebre”, 2° tempo della 3° Sinfonia, trascritto per pianoforte a 4 mani da P.Ulrich

N.RIMSKIJ-KORSAKOV – “Sheraazade”, poema sinfonico nella trascrizione per pianoforte a 4 mani

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info: 3408973683 – 3737499220 – info@ilcorodelfaro.it


IVAN KRPAN in concerto al Teatro Showville di Bari

In il

ivan krpan pianista

Appuntamento con la grande Concertistica della Camerata Musicale Barese martedì 19 febbraio con il Pianista Ivan Krpan al Teatro Showville di Bari-Mungivacca (inizio concerto ore 20.45).
Nato a Zagabria in una famiglia di musicisti, Ivan Krpan inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Renata Strojin Richter.
A soli vent’anni, nel 2017, ha vinto il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo.

Infotel. 0809757084

>>>Acquista Biglietti


“La Musique à Rêver” a Palazzo Pesce

In il

La Musique a Rever Palazzo Pesce

Sabato 19 gennaio 2019 Palazzo Pesce socchiude gli occhi e si lascia trasportare da “La Musique à Rêver” con la pianista Annamaria Giannelli.

Un concerto in Puglia che viaggia attraverso la musica di tre secoli, dal Settecento al Novecento, in un percorso immaginifico che mostra la porta dei sogni. A “Siciliano” di Johann Sebastian Bach spetta il compito di dare il benvenuto al pubblico conducendolo in un luogo fatto di sonorità sospese e oniriche, che subito dopo aver sospeso il respiro cedono il passo all’ “Églogue. Rêverie pastorale” di Hélène Collin, una visione idealizzata e idillica della vita nei boschi in riva alle acque.

Prorompe il sentimento con la “Fantasia-improvviso op. 66” di Frederic Chopin, straordinaria sensibilità poetica e motivi melodici di ineguagliabile freschezza, che si trasformano in estasi e passione pura nella “Quarta ballata”, una delle pagine più intese e impegnative del grande compositore polacco.

“La tua immagine radiosa … mi aiuta a sopportare tutti i miei dolori … È il destino che ci ha segnati affinché siamo l’uno dell’altra.” Con queste parole Robert Schumann dichiara il proprio amore, da sogno, alla moglie Clara Wieck, pianista e compositrice, che pare far rivivere queste atmosfere di romanismo e slancio nel “Notturno op. 6 n. 2” e nello “Scherzo op. 14 n. 2”. Conclude la serata ancora la voce di una donna, la travolgente “Sonata op. 21” di Cécilie Chaminade, la cui eleganza, l’intenso afflato melodico e le affascinanti armonie regalano emozioni potenti pari a quelle del sogno più vivido.

Ticket: 10 euro

Corte di Palazzo Pesce
Info e prenotazioni: 3931340912 – palazzopesce@yahoo.it