“SE LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA L’IGNORANZA NON AMMETTE LA LEGGE” con Mimmo Mancini e Paolo De Vita

In il

Fattore K
Mimmo Mancini, Paolo De Vita
SE LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA L’IGNORANZA NON AMMETTE LA LEGGE
disegno luci Paolo Macioci; costumi Cesare Tanoni
con Mimmo Mancini, Paolo De Vita
regia GISELLA GOBBI

Un’aula di tribunale. Al centro in alto una fatiscente scritta “La legge è uguale per tutti”. Carlo e Cosimo Capitoni, due fratelli più che cinquantenni, eternamente disoccupati, hanno deciso di denunciare l’Italia in un’aula di tribunale rivelando alla corte di essere entrati in possesso di un archivio generale di tutte le magagne dello Stato e di ogni cittadino. Una guerra continua quella dei fratelli Capitoni. Essendo anche loro autentici italiani si autodenunciano, pretendendo di essere testimoni protetti, pentiti, collusi e imputati colpevoli, pur di ottenere un tetto e un tozzo di pane possibilmente in galera. La corte si è ritirata per decidere da un tempo infinito. In attesa di una sentenza che non arriva sarà il pubblico a emettere il suo verdetto.

Teatro Purgatorio via Salvatore Pietrocola, 19 – Bari