Villaggio Incantato a Santeramo in Colle

In il

Villaggio Incantato a Santeramo in Colle

Per il primo anno Santeramo Vive Aps in collaborazione con Una Rosa Blu per Carmela cercheranno di regalare magici “Momenti Natalosi”. 

Il Palazzo Marchesale si veste dei caldi colori del Natale , pronto a farvi vivere il calore del periodo piu’ bello dell’anno.

Lasciati avvolgere dall’elegante atmosfera del atrio 25000 Ducati e scopri la coloratissima Casa di Babbo Natale…

Porta la tua letterina di Natale nell’ Ufficio postale degli Elfi.

Passa un’ allegra serata tra Intrattenimento, Pettole e Vin Brule’. 

Partecipa ad uno dei divertentissimi tornei di giochi Natalizi in programma.

Appuntamento con l’apertura del Villaggio Incantato Giovedi 16 Dicembre, ore 19.30 e le sere seguenti dalle 19 alle 23.


LA FONTANA RACCONTA, a Santeramo in Colle la mostra dedicata alla colonnina di ghisa che da oltre un secolo popola tutte le piazze dei centri pugliesi

In il

mostra la fontana si racconta acquedotto pugliese

La mostra itinerante “La Fontana si racconta”, dedicata alla colonnina in ghisa che da oltre un secolo popola tutte le piazze dei centri pugliesi, simbolo della conquista dell’acqua in un terra da sempre in lotta con la scarsità di risorse idriche, riparte giovedì 9 dicembre dal Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle (Bari).
“La Fontana si racconta” si compone di 100 scatti, in parte provenienti dall’archivio dell’Acquedotto Pugliese e in parte realizzati dai numerosi fan della storica colonnina in ghisa. Si potranno ammirare, inoltre, diversi manufatti risalenti al secolo scorso e destinati all’approvvigionamento, al trasporto, al consumo e alla conservazione dell’acqua prima dell’avvento dell’Acquedotto Pugliese: anfore, vasi, recipienti e alcuni oggetti destinati all’igiene personale, provenienti da collezioni private. Diversi pannelli descrittivi aiuteranno a comprendere l’importanza della fontanina pubblica nei centri pugliesi.
La mostra è un progetto di conservazione della memoria; la celebrazione dell’epopea di un popolo legata alla conquista dell’acqua. L’obiettivo è ribadire la centralità dell’acqua pubblica, promuoverne il valore, quale bene comune, e diffondere la conoscenza dell’Acquedotto che di quel bene è l’attento gestore.
L’esposizione ribadisce il ruolo insostituibile dell’acqua pubblica per il territorio e la sua assoluta sicurezza, garantita da una rete di laboratori, dislocati su tutto il territorio servito, dove la risorsa idrica viene sottoposta a oltre 600mila controlli l’anno. Per non dire delle migliaia di sensori e delle stazioni di disinfezione dislocati sulla rete che consentono il monitoraggio in tempo reale degli indicatori di potabilità, con possibilità di interventi immediati in caso di anomalie.

La rassegna sarà aperta al pubblico fino a domenica 9 gennaio.

Giorni e orari di visita:
dal lunedì al venerdì: 18.00-20.00
sabato e domenica: 10.30-12.00 / 18.00-21.00


“Cina: Un dialogo con l’arte contemporanea”

In il

cina un dialogo con l arte contemporanea

Collettiva d’Arte Contemporanea
CINA: UN DIALOGO CON L’ARTE CONTEMPORANEA
Palazzo Marchesale
Santeramo in Colle (Bari)

Dal 31 Maggio al 20 Giugno presso il Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle (BARI) si terrà la mostra d’arte “Cina: Un dialogo con l’arte contemporanea”, organizzata da Hande Culture, Associazione per l’interscambio artistico culturale italia-Cina.

Un evento davvero incredibile, una collettiva di noti artisti cinesi, docenti delle più importanti Accademie di Belle Arti in Cina, tra cui la China Academy of Art di Hangzhou.

INGRESSO LIBERO

Mostra a cura di
Xiaowei Zhao

Artisti:
Zhao Jun
Huang He
Liu Gangquiang
Wang Minjie
Li Yuanli
Chen Goudong
Qiu Tao


“Visioni Profonde – La stanza segreta” mostra Bi-personale di Nica Lassandro e Bonifacio Castello

In il

visioni profonde mostra bi personale

Visioni Profonde
La stanza segreta

Mostra Bi-personale di Nica Lassandro e Bonifacio Castello
Palazzo Marchesale
20 e 21 aprile 2019
Orario visita: 10-13/17-20

“Rendi cosciente il tuo inconscio, altrimenti sarà lui a guidare la tua vita, e tu lo chiamerai il tuo destino”. C.G.Jung

Esistono nella nostra mente delle stanze segrete, colme di risorse infinite ma anche condizionamenti invisibili che ci portano ad agire o ad essere agiti. Nella nostra mente c’è un luogo affascinante in cui risiede ogni cosa: è il tuo inconscio, il tempio della memoria assoluta dove sono registrati gli eventi e le situazioni vissute nel tempo.
Nelle nostre stanze segrete sono racchiusi, pensieri, idee e comportamenti acquisiti sin dalla nascita che hanno segnato e continuano a minare in alcuni casi il nostro percorso di crescita. Li manifestiamo attraverso schemi automatici e ripetuti come se fossero vangelo, senza la piena coscienza che a volte possono tornarci utili e a volte possono essere dannosi perché ci condizionano invisibilmente.

Visioni Profonde, il titolo scelto per la mostra Santermana, evoca sensazioni ed emozioni profonde racchiuse nelle nostre stanze segrete. Pur utilizzando stile e linguaggi espressivi diametralmente opposti, nelle composizioni dei due giovani artisti emerge la visione, l’emozione e il ricordo che si stemperano nell’impronta cromatica, in un raffinato gioco di colore, che oscilla dal mondo della figurazione fino all’astrazione surreale.

Nelle tele di Nica Lassandro, la forza cromatica e il gesto deciso nel raffigurare corpi di uomini e donne denudati da ogni dettaglio, esule da certi tecnicismi accademici, rivela una certa maturità artistica della pittrice santermana, che con grande maestria crea con il suo linguaggio espressivo, nella sua volontà d’arte, quell’intenzione che raggiunge il suo vertice nell’assoluto del gesto pittorico, che dirige lo sguardo dello spettatore ben oltre il visibile canonico, per riportare alla luce qualcosa che trascenda la realtà fisica fino a sconfinare in una nuova dimensione spirituale protesa a liberare nella forma prima e nel colore poi, il proprio vissuto, ad alleggerire il carico energetico delle proprie stanze.

Nelle opere di Bonifacio Castello, il gesto pittorico caratterizzato dalla presenza ripetuta di un segno istintivo, è un fiume in piena che avanza fiero ed inarrestabile. Le immagini raffigurate dall’artista si concatenano in un’esplosione ingovernabile, talvolta allusiva: presenze e assenze intuite, segretamente nutrite e sognate. Libere composizioni della forma-colore, emancipate da qualunque intento rappresentativo che sia dato a priori, possibilità di proiettare il proprio IO in un aura mistica in cui emozione e percezione, arte e vita si fondono in una sola cosa perché connesse all’energia del TUTTO. Le sue opere ci appaiono come un’icastica visione che si disvela liberamente attraverso l’automatismo psichico del pensiero, cercando di stabilire la giusta connessione con le proprie stanze segrete e liberarle dalle energie opprimenti.

Grazie alla pittura, all’umiltà di un puro gesto, i due artisti, compagni dell’arte e nella vita, dialogano e si accomunano nell’eterno mare dell’arte; eppur essendo differenti nello stile, nella scelta di soggetti e soluzioni, navigano nella stessa direzione.


“La Grande Promessa” 5ª rassegna dei Presepi Pasquali

In il

la grande promessa rassegna presepi pasquali

Siamo lieti di invitare la cittadinanza sabato 13 aprile alle ore 20,00 nei locali a piano terra del Palazzo Marchesale, per inaugurare la mostra: “La Grande Promessa”. Una mostra suggestiva per promuovere le tradizioni e valorizzare il certosino lavoro artigianale degli artisti nel rappresentare le scene più importanti della settimana santa come l’ingresso di Gesù a Gerusalemme per la domenica delle palme, l’ultima cena, l’orto degli ulivi, il calvario, la crocifissione.
La rassegna è visitabile gratuitamente dal 14 aprile al 25 aprile dalle ore 18.00 alle 21.00 nel palazzo Marchesale in Piazza Garibaldi a Santeramo in Colle (Bari).


Tombola della solidarietà nel palazzo Marchesale

In il

tombola della solidarieta merry santeramo

Sei pronto a dire “ambo” al primo numero estratto?!

Un appuntamento imperdibile, una occasione per farci gli auguri di Natale…giocando!

Mercoledì 26 Dicembre, a partire dalle 19.30, è prevista la “Tombola della solidarietà” per passare una serata di svago facendo del bene. Con l’acquisto delle cartelle del gioco natalizio più tradizionale che ci sia, vogliamo devolvere l’intero ricavato della serata alla Caritas cittadina, per aiutare le famiglie più bisognose della nostra comunità santermana.

Vi aspettiamo presso la Sala Giandomenico del Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle (BA).

Questo appuntamento è realizzato dall’Arci “Stand by;” Santeramo, nell’ambito della rassegna natalizia Merry Santeramo con il contributo del Comune di Santeramo in Colle e il patrocinio del Parco dell’Alta Murgia, GAL Terre di Murgia e la città Metropolitana di Bari.


“TOO MUCH esagerata(Mente)” mostra d’arte contemporanea

In il

too much esageratamente

MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA
TOO MUCH esagerata(Mente)
PALAZZO MARCHESALE – PINACOTECA FRANCESCO NETTI—SANTERAMO IN COLLE (BA)
Piazza Garibaldi, Santeramo in Colle, Italia
Promossa da OFFICINE STAND BY, A SANTERAMO IN COLLE (BA)
Vernissage ore 19:30 15 giugno 2018

finissage 7 luglio 2018

“In ogni tempo, ma specialmente nel nostro, il pensiero umano procede in questo modo: per esagerazioni .” (Federico De Roberto)
Ideata da Daniela Raffaele Clitorosso
curata da Massimo Nardi

In collaborazione con Danilo Cardascia, Annamaria Cacciapaglia
Testi in catalogo
Carmen De Stasio, Maurizio Brunialti, Liliana Bellavia, Daniela Raffaele Clitorosso
Patrocini
Regione Puglia – Città Metropolitana di Bari, Comune di Santeramo in Colle, Il Sito dell’Arte

ARTISTI:
AMEDEO DEL GIUDICE pittura – ANDREA SCHIFANO pittura – ANGELA LAZAZZERA pittura – ANGELA REGINA fotografia – ANNA DORMIO fotografia – ANNAMARIA NMR CACCIAPAGLIA disegno – ANTONELLA ZITO fotografia – ANTONELLA VENTOLA installazione – ANTONIO GIANNINI pittura – ANTONIO LAURELLI pittura – BEPPE LABIANCA installazione sagoma in ferro – CARLO MOLINARI pittura – DANIELA RAFFAELE CLITOROSSO installazione – DARIO AGRIMI fotografia installazione – ELVIRA FRACCALVIERI disegno – ENZO GUARICCI scultura – ERIKA GUASTAMACCHIA performance – FEDERICA CLAUDIA SOLDANI scultura – FLAVIA D’ALESSANDRO fotografia installazione – FRANCO ALTOBELLI installazione – FRANCO CORTESE scultura a muro – GIANNI DE SERIO video installazione – GIOVANNI CARPIGNANO scultura in ferro – GIUSEPPE VALENTINO disegno – GIUSEPPE VALLARELLI scultura creta – LAURA AGOSTINI video installazione + performance – KIMURA YUMICO scultura in vetro – LETIZIA GATTI fotografia – PAOLO DESANTOLI installazione – MASSIMO NARDI video installazione – MICHELE GIANGRANDE installazione – NATASCIA ABBATTISTA video foto + performance: live concert di Natascia Abbattista “DROZNA KURNAYEV” Stand by DROZNA KURNAYEVA (NATASCIA ABBATTISTLAVA – NIKOLA KUARTOV _ basso – NIKOLA MINECCIAV _ chitarra – ANDREJ RETTINOVIC _batteria) – PIERLUCA CETERA installazione – PIETRO DE SCISCIOLO scultura – SAMANTHA NUZZI illustrazione – VITO DIFILIPPO pittura – WALTER LOPARCO installazione
How much is too much?
“Too much” è una collettiva d’arte – ideata da Daniela Raffaele e curata da Massimo Nardi in collaborazione con Danilo Cardascia e Annamaria Cacciapaglia , promossa da Officine Stand by , con il Patrocinio della Città Metropolitana di Bari – rappresenta l’ultima (in ordine di tempo), ennesima, tappa di un viaggio alla scoperta delle imprevedibili possibilità espressive ottenute dal matching – – fra affermate personalità e talenti emergenti attivi del circuito dell’arte contemporanea . Il curatore Massimo Nardi, giova ricordarlo, non è nuovo ad esperienze di questo genere: le varie edizioni di “At Full Blast”, ad esempio, o la più recente collettiva “Infinite Time” proponevano già quell’intreccio di linguaggi e contaminazioni reciproche fra pittura, installazioni, videoarte, danza, scultura e performance. In questa collettiva si ripropone con altri artisti, nelle sale della Pinacoteca Francesco Netti e Pinacoteca “Don Tonino Bello” al Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle, un itinerario a spirale, un intreccio di stili e mezzi espressivi che tiene il punto, anzi spinge ancor più al limite le sperimentazioni.
“Too much”, insomma, vuole di più. Molto di più. “L’opera d’arte – sosteneva il premio Nobel per la letteratura Andrè Gide – è l’esagerazione di un’idea”. Non ci sorprende, quindi, scoprire quanta ricerca, quanta elaborazione (anche) teorica alimenti – come un torrente sotterraneo – la fertilizzazione incrociata delle opere esposte in questa collettiva.
“Too much” non ambisce ad ingabbiare il troppo, l’eccesso ma, viceversa, lascia che l’esagerazione debordi oltre quei confini che anche il mainstream contemporaneo impone allo spettatore, anche a quello più consapevole ed intellettualmente avvertito. Il tema certamente non è nuovo, anzi affonda le radici in un terreno profondo, quello delle convenzioni.
Il troppo, verrebbe da pensare, non è mai troppo. Nell’arte e nella cultura, ogni frattura, ogni eccesso è un atto di libertà.
Se non ci si scandalizza è un nuovo Credo: nel nome dell’arte, dello spirito …“Too much is not too much”.
Maurizio Brunialti – Sociologo
OFFICINE STAND BY – PALAZZO MARCHESALE – PINACOTECA FRANCESCO NETTI—SANTERAMO IN COLLE (BA) Piazza Garibaldi, Santeramo in Colle, Italia Palazzo Marchesale – Piazza Garibaldi
70029 – Santeramo in Colle (BA) tel. 080.3032674
eventi: eventi@officinestandby.it

INGRESSO LIBERO