AD LIBITUM 2022 – La grande musica a Polignano: il programma della VIIIª edizione

In il

ad libitum 2022 polignano

AD LIBITUM – La grande musica a Polignano
dal 17 luglio all’11 settembre 2022

L’estate polignanese accoglie un ricco programma di eventi dedicati alle arti, tra concerti, spettacoli teatrali e omaggi alle grandi voci del Novecento. È il programma estivo dell’ottava edizione della rassegna AD LIBITUM – La grande musica a Polignano a mare, che si tiene dal 17 luglio all’11 settembre, sotto la direzione artistica di Maurizio Pellegrini. Un calendario che solo nella prima parte della programmazione 2022 conta 12 eventi, con grandi nomi della musica, del teatro e della danza, tra cui Paolo Rossi, i fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso e Antonella Ruggiero. Accolti nel borgo barese che ha dato i natali a Domenico Modugno da Epos Teatro, prima realtà culturale di Polignano ad sostenuta dal Ministero della Cultura.

Un programma triennale che avrà come filo conduttore il viaggio di Odisseo: ogni annualità racconterà una parte del viaggio. Il 2022 sarà dedicato alla partenza, alle tradizioni, ai suoni che ci riportano atmosfere del passato. “Per questo lo abbiamo sottotitolato òikos (casa) – assicura Maurizio Pellegrini – Protagoniste saranno le nostre radici, la musica della nostra terra e le influenze che questa ha preso e trasmesso al resto d’Europa nel corso dei secoli. Atmosfere arabe, greche, orientali, si fonderanno alla tradizione napoletana, siciliana, di cui la nostra Puglia è erede diretta, in una particolarissima koinè che la rende un caso unico al mondo”

LA PROGRAMMAZIONE ESTIVA DI AD LIBITUM
Cantanti, compositori e polistrumentisti siciliani: non poteva che essere la poliedricità dei fratelli Mancuso – vincitori del Premio Luigi Tenco nel 2021 – ad aprire la rassegna: domenica 17 luglio l’Abbazia San Vito di Polignano accoglie le loro musiche originali dalla tradizione mediterranea con il concerto Un canto essenziale, in programma alle 21.30. È un addentrarsi nella tradizione musicale e popolare il concerto Tarantule, antidoti e follie, in programma domenica 24 luglio ancora nell’Abbazia di San Vito. L’ensemble Terra d’Otranto formato da Angelo De Leonardis, Nadia Esposito, Doriano Longo, Giuseppe Petrella, Pierluigi Ostuni e Roberto Chiga svelano tra note e danza la terapia del tarantismo nelle fonti antiche, con un repertorio di musiche di autori che spazia dal XVI al XXI secolo.

Attore trasformista e cantore comico dei paradossi della società contemporanea, Paolo Rossi ci accompagna sabato 30 luglio in un viaggio alla scoperta dell’immortale Odissea in soli 60 minuti con Stand up Omero. Il primo grande racconto della letteratura occidentale, come ricorda il regista dello spettacolo Sergio Maifredi, che torna alla sua forma originaria: la narrazione orale. La riscoperta di un’opera nata per essere detta ad alta voce, con un attore a raccontare ed un pubblico ad ascoltare, insieme, in un tempo ed uno spazio definiti.

Agosto si apre con il ritorno di un gradito ospite di Ad Libitum: Massimiliano Cividati, che mercoledì 3 agosto porta al Chiostro di Sant’Antonio la storia di John Banvard, il più famoso e ricco pittore del XIX secolo, in Banvard’s legacy, accompagnato dal pianoforte di Andrea Zani. Il 7 agosto il mezzosoprano Margherita Rotondi ed il pianista Vincenzo Cicchelli sono i protagonisti di Canzoni di un lungo viaggio: al Chiostro di Sant’Antonio i due musicisti portano un repertorio che spazia tra musiche di Weill, Gershwin, Lloyd-Webber e Bernstein

Venerdì 12 agosto è la volta di un omaggio a una Voce d’Angelo: Renata Tebaldi, considerata una delle cantanti liriche più amate di tutti i tempi, acclamata in particolare come interprete di Verdi e Puccini. A ricordarla nel 100esimo anniversario della nascita è la voce del soprano Maria Cristina Bellantuono, accompagnata al pianoforte da Leo Binetti, in un recital con in programma arie di Verdi, Cilea, Puccini e Čajkovskij sullo sfondo del Chiostro Sant’Antonio. Un secondo omaggio, questa volta ai ritmi swing di Fred Buscaglione, va in scena giovedì 18 agosto con A qualcuno piace…Fred. Maurizio Pellegrini e la Chamber Swing Orchestra (Vincenzo Saponara, Angelo Cito, Davide Chiarelli, Sergio Lenoci, Alessandro Lenoci, Giuseppe Settanni) fanno rivivere nell’atrio del Museo Pino Pascali i successi indimenticabili del cantautore torinese a dieci anni dal debutto di questa produzione valsa a Epos Teatro il Premio Nazionale Riccardo Pradella per le giovani compagnie.

Una voce una fisarmonica capaci di farci rivivere atmosfere magiche. La vocalità è quella di Antonella Ruggiero, straordinaria interprete solista e voce storica dei Matia Bazar, che sabato 27 agosto con Renzo Ruggieri propone un inusuale duo nato dalla collaborazione che portò alla realizzazione di “Souvenir d’Italie”. Nell’atrio del Museo Pino Pascali vi aspetta una rivisitazione in chiave jazzistica dei grandi successi della cantante genovese.

Agosto si chiude con il concerto Di terre e voci lontane: il 31 il violoncello di Nicola Fiorino e il pianoforte di Filippo Balducci omaggiano César Franck nel 200° anniversario della nascita, di Schubert e Schumann. Sabato 4 settembre le musiche originali del chitarrista Pablo Montagne sono protagoniste in Kaleidoscope, concerto in programma al Chiostro di Sant’Antonio: una perfomance a doppia chitarra, con Nando Di Modugno. Gli appuntamenti di settembre si concludono con il recital di pianoforte solo Imaginary Landscapes a cura di Benedetto Boccuzzi – musiche di Debussy, Ravel, Satie, Fedele, Chisci, Rotaru e Di Bari – il 9 settembre al Chiostro Sant’Antonio e lo spettacolo di danza Nòstos – il ritorno dell’Equilibrio Dinamico Ensemble, in programma domenica 11 settembre nell’atrio del Museo Pino Pascali, con le coreografie di Roberta Ferrara e le musiche originali di Alessandro Maggi.

TICKET E CAMPAGNA ABBONAMENTI
Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 12 euro (10 euro ridotto per over 65 e under 25), eccetto per gli spettacoli di Paolo Rossi e Antonella Ruggiero, che hanno un costo di 20 euro (15 euro ridotto). Confermata la formula dell’abbonamento al costo di 80 euro per poter assistere a tutti gli eventi di Ad Libitum eccetto gli spettacoli di Paolo Rossi e Antonella Ruggiero, inclusi invece nell’abbonamento gold da 120 euro, che garantisce anche la seduta in prima fila. I ticket per i singoli spettacoli e l’abbonamento si potranno acquistare sul sito dell’associazione culturale Epos Teatro (www.eposteatro.com). I biglietti si potranno comunque acquistare in loco poco prima dell’evento.


“Festa di compleanno al museo” mostra di Giorgio Di Palma

In il

Festa di compleanno al museo giorgio di palma

Mostra “Festa di compleanno, Elogio al Passato” di Giorgio Di Palma

Un progetto ideato da Giorgio Di Palma e Pigment e realizzato in collaborazione con CIME e con il supporto della Fondazione Museo Pino Pascali, il Comune di Polignano a Mare e la Regione Puglia finanziatrice del progetto con l’avviso STHAR LAB.
Il progetto vuole essere una rievocazione ed elogio alle feste di compleanno passate con l’intento di indagare i sentimenti e le emozioni dei cittadini che hanno assistito alla mutazione del loro borgo marinaro ed agricolo in uno dei poli principali del turismo internazionale.
La comunità polignanese, coinvolta nel progetto, da anni si interroga su come far dialogare la cultura passata con la cultura contemporanea, esattamente come Pino Pascali ha fatto in passato, criticando la società dei consumi e valorizzando la civiltà contadina per entrare nei musei di tutto il Mondo.
Con un velo di nostalgia, Giorgio Di Palma, maestro ceramista, si muove fra spazi espositivi al chiuso e pubblici, riproducendo oggetti di uso quotidiano in ceramica, in dimensioni reali, privi di funzionalità ma carichi di significati estetici e concettuali. Questa volta, vuole catturare lo spirito e il carattere di Polignano entrando in una sfera molto intima, quella delle feste che venivano organizzate in casa per compleanni o onomastici.

L’artista, per avviare questo progetto, coinvolgerà tutta la città nella costruzione di questo racconto, al fine di mappare i ricordi legati a questi momenti familiari: l’invito per tutti i polignanesi è di aprire i loro cassetti e inviarci le foto di feste in casa dagli anni 70 agli anni 90.
Il risultato sarà una mostra effimera e temporanea di arte e fotografia per le strade cittadine, in cui i Polignanesi potranno provare a riconoscersi, dopo tanti anni.

Per info e contributi: https://festadicompleannoalmuseo.it/

“Festa di compleanno, Elogio al Passato” è un progetto di arte pubblica ed espositiva finanziato dall’avviso STHAR LAB della Regione Puglia e affidato dal Comune di Polignano a Mare all’Associazione culturale Pigment Workroom, in collaborazione con l’artista Giorgio Di Palma, la Fondazione Museo Pino Pascali, Cime e l’APS Zic Zic.

PROGRAMMA:

DAL 16/12/2021 AL 20/01/2022
– Mostra “Festa di Compleanno, Elogio al Passato”
del ceramista Giorgio Di Palma & Pigment-Wr
Museo “Pino Pascali” – Polignano a Mare

15/01/2022
– Workshop di ceramica con Giorgio Di Palma, che guiderà i partecipanti nella realizzazione di alcuni oggetti in ceramica che entreranno a far parte dell’allestimento della mostra.
Cosa non può mancare alla nostra festa? Preparate a sporcarvi e aiutateci a realizzarla!
ore 16:00 – 20:00
Museo “Pino Pascali” – Polignano a Mare

16/01/2022
– Workshop di Microeditoria a cura di ziczic, che partendo dalle foto ricevute dai cittadini polignanesi, porterà ognuno dei partecipanti a reinventare gli scatti con la tecnica del collage. La commistione di fotografie e di nuove forme create utilizzando diverse tipologie e cromie di carte di risulta, sarà il linguaggio con cui ogni partecipante racconterà la propria idea di festa. I singoli collage, realizzati da adulti e bambini che lavoreranno fianco a fianco, saranno raccolti in un piccolo album fotografico, rilegato a mano e che verrà in seguito inserito negli archivi del Museo Pino Pascali.
ore 16:00 – 20:00
Museo “Pino Pascali” – Polignano a Mare

*Entrambi i laboratori sono gratuiti su prenotazione (disponibile al link https://festadicompleannoalmuseo.it/workshop/) sino ad esaurimento dei posti disponibili per i soli possessori di green pass. Per garantire la massima affluenza e sicurezza nonostante le limitazioni covid, abbiamo previsto due turni da 12 (da confermare attraverso una email di risposta).


“La forma del colore” la mostra personale di Iginio Iurilli nel castello Carlo V di Monopoli

In il

la forma del colore mostra iginio iurilli

Una retrospettiva dedicata alla scultura con lavori inediti e altri mai esposti in Puglia: s’intitola “La forma del colore” la mostra personale di Iginio Iurilli, a cura di Lorenzo Canova, che sarà allestita nel castello Carlo V di Monopoli dal 3 luglio al 31 ottobre 2021. Un’iniziativa del Comune di Monopoli (fortemente voluta dagli assessorati alla Cultura e al Turismo) organizzata da Contempo di Valentina Iacovelli con la collaborazione di Galleria Cattedrale, e patrocinata dalla Fondazione Museo Pino Pascali.
Giovedì Primo luglio alle ore 18:30 è in programma una preview stampa.
 I giornalisti saranno accompagnati dallo stesso Iginio Iurilli alla visione delle opere e saranno coinvolti nell’istallazione interattiva che sarà documentata in diretta dal regista Alessandro Piva. Alla fine del percorso è previsto un incontro e un brindisi con Angelo Annese, sindaco di Monopoli e Rosanna Perricci, assessore alla Cultura di Monopoli.
Per i colleghi giornalisti è consigliato confermare la propria presenza a info@milaufficistampa.it
Il VERNISSAGE aperto al pubblico de “La forma del colore” di Iginio Iurilli, a cura di Lorenzo Canova, è in programma sabato 3 luglio alle ore 18.30 al castello Carlo V di Monopoli.
Intervengono: Lorenzo Canova, storico dell’arte e critico d’arte, Angelo Annese, sindaco di Monopoli, Rosanna Perricci, assessore alla Cultura di Monopoli, Cristian Iaia, assessore al Turismo di Monopoli, Pietro D’Amico, dirigente Affari Generali e Sviluppo Locale Città di Monopoli. Modera Carmelo Cipriani, giornalista e storico dell’arte.


AD LIBITUM la grande musica a Polignano: il programma della VIIª edizione

In il

ad libitum 2021 polignano

Venti appuntamenti in cui note e versi si incrociano per omaggiare il sommo poeta nel 700esimo anniversario della morte: Dante Alighieri. Si dispiega sulle orme dell’autore della Commedia, il programma della VII edizione di Ad Libitum – La grande musica a Polignano, curata da Epos Teatro. Come il ramingo poeta fiorentino, il pubblico sarà accompagnato in un viaggio che toccherà Inferno, Purgatorio e Paradiso, attraverso letture integrali delle cantiche dantesche, e dal loro incontro con sonorità sperimentali, come quelle della musica elettronica. Il ricco programma di eventi che va dal 27 giugno al 12 settembre prevede concerti, ma anche spettacoli teatrali, presentazioni letterarie e musicali e incontri di approfondimento. A ospitare gli eventi sarà, come da tradizione, Polignano a Mare, la città che ha dato i natali a Domenico Modugno, all’interno di chiese, chiostri, abbazie e nell’atrio del Museo Pino Pascali. Luoghi di rara bellezza e con spazi all’aperto, così da garantire il rispetto delle normative Covid e la sicurezza del pubblico.

L’omaggio a Dante
Ad aprire gli appuntamenti della settima edizione di Ad Libitum è il 27 giugno un focus musicale sulle donne del V canto dell’Inferno, con il concerto Ch’Amor di nostra vita dipartille, organizzato nel Chiostro di Sant’Antonio in co-produzione con il Traetta Opera Festival in cui saranno eseguite arie della scuola napoletana del XVIII secolo. Il 7 luglio si passa a indagare il tema dell’esilio dantesco, attraverso un viaggio sulle melodie per viola da gamba di Hume, Marais e Saint-Colombe nel Chiostro di Sant’Antonio con La mia terra che fuor di sé mi serra. Si ispira alla canzone del terzo trattato del Convivio, il concerto Amor che nella mente mi ragiona: l’11 luglio il ‘Radar Trio’ (Francesca Salvemini al flauto, Vito Liuzzi al clarinetto e Martina Frezzotti al pianoforte) interpreta brani di Liszt e Saint-Saëns. Gli appuntamenti a inizio agosto e settembre raccontano le pagine della Commedia attraverso la musica, con i concerti Miserere di Me – Cori delle anime purganti nel viaggio dantesco (4 agosto – Chiesa dei Santissimi Medici), Mit Feuer (con fuoco) (7 agosto – Chiostro di Sant’Antonio) e Come l’uom s’etterna – Voci dal pellegrinaggio dantesco (1 settembre – Chiostro di Sant’Antonio). Da segnalare che nell’ambito del concerto Mit Feuer – introdotto dal musicologo Galliano Cilibert – è prevista la prima nazionale del Lamento del Conte Ugolino del compositore perugino Francesco Morlacchi, nella versione per soprano e archi del 1806 mai eseguita fino ad oggi, interpretata dal soprano Maria Cristina Bellantuono.
Quattro infine gli appuntamenti che invece vedono un incontro tra i linguaggi creativi. Letteratura e musica si abbracciano in Lectura Dantis: le tre iconiche cantiche della Commedia verranno lette integralmente attraverso commistioni sperimentali. Si parte il 3 luglio in alle 23:30 con l’Inferno a Cala Ponte Marina (che si avvale anche delle musiche originali di Pablo Montagne e sperimentazioni di sonorità elettroniche); gli accesi colori dell’alba nell’atrio del Museo Pascali il 17 agosto faranno da palcoscenico alla lettura del Purgatorio, dove i versi si uniranno ai canti della tradizione gregoriana. Non poteva poi che essere l’Abbazia di San Vito a ospitare l’ultimo appuntamento il 6 settembre con la salita di Dante verso il Paradiso, ‘accompagnata’ dal suono dell’organo di Margherita Sciddurlo.
A rievocare nei tre eventi la forza delle terzine dantesche, grandi nomi del teatro come Flavio Albanese, Maurizio Pellegrini, Sax Nicosia, Marta Lucini e Alessandra Mattei.

Gli altri appuntamenti, tra musica e teatro
Si ispirano alla Commedia e indagano altre tematiche gli appuntamenti della settima edizione di Ad Libitum, per offrire come da tradizione un programma vario e capace di attrarre un pubblico eterogeneo. Torniamo così indietro di oltre un secolo con Ghiaccio, la pièce di e con Massimiliano Cividati che ripercorre la leggendaria spedizione dell’esploratore britannico Ernest Shackleton alla scoperta del Polo Sud. La sfortunata traversata raccontata il 18 luglio non può che essere ospitata tra i suggestivi moli e le imbarcazioni ormeggiate a Cala Ponte Marina. Il 28 agosto l’omaggio è a Igor Stravinskij, per il 50esimo anniversario della morte del compositore: Maurizio Pellegrini riscrive il balletto Pulcinella, avvalendosi delle coreografie di Ileana Pace e dei costumi Romeo Liccardo. Teatro, musica e versi danteschi dialogano il 24 luglio con Ha da passà ‘a nuttata, spettacolo in cui si racconta la selva oscura nelle opere dell’immortale drammaturgo Eduardo De Filippo, impreziosito dalle musiche originale di Paolo Messa.
La musica torna protagonista negli altri appuntamenti della rassegna: il 21 agosto il chiostro di Sant’Antonio ospita la Sonata a Kreutzer di Ludwig van Beethoven con Daniela Carabellese al violino e Pietro Laera al pianoforte. La tradizione bandistica pugliese irrompe nel programma di Ad Libitum con Luce in movimento: il 10 agosto il Museo Pino Pascali ospita il Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’ di Polignano a Mare, diretto da Pasquale Spinelli. Dalla Puglia si vola in Argentina il 13 agosto con Tango Pasiòn: violini, bandoneon e ballerini faranno rivivere le vibranti sonorità di Piazzolla – nel 100esimo anniversario della morte del musicista – Villoldo e Gardel. Un appuntamento di caratura internazionale, che vede sul palco il musicista spagnolo Joaquin Palomares, realizzato in collaborazione con il festival A.G.Ì.MUS. Chiude gli appuntamenti della rassegna a settembre un concerto che indaga la figura di Maria nella musica: Vergine madre, in programma il 12 settembre nella Chiesa dei Santissimi Medici, propone le musiche di Porpora, Saint-Saëns e Messa, su testi di Antonietta Cozzoli, eseguite dal mezzosoprano Margherita Rotondi e dall’Epos Ensemble.

Gli approfondimenti
L’edizione 2021 di Ad Libitum dedica poi uno spazio all’approfondimento, con quattro eventi che si sviluppano tra dibattiti, incontri divulgativi, presentazioni di libri e cd musicali, accolti alle 18 nella location del Museo Pino Pascali di Polignano.  Si parte il 14 luglio con un incontro dedicato a Dante Alighieri: Domenico Cofano, docente dell’Università degli Studi di Foggia, presenta il libro Tue parole sien le nostre scorte (Edizioni del Rosone).
Incontro ‘in musica’ il 6 agosto, quando il compositore Paolo Messa presenterà il cd EOS – Antologia condivisa, prodotto dalla Digressione Music. Alla scoperta di Dante nell’arte e nella musica il 26 agosto, con i contributi di Matteo Summa, docente del Conservatorio Nino Rota, e di Filomena Di Renzo, architetto e storico dell’arte. Chiude gli incontri di approfondimento il 4 settembre Il paradiso – Visioni di teologia dantesca: il dibattito sulla sacralità della Divina Commedia viene sviluppato insieme a don Nicola D’Onghia, preside dell’Istituto superiore di Scienze religiose ‘San Sabino’ di Bari, don Roberto Massaro, docente di Teologia morale alla Facoltà Teologica pugliese e don Gaetano Luca, arciprete di Polignano a Mare.

Ticket e campagna abbonamenti
Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 10 euro. Confermata la formula dell’abbonamento al costo di 50 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi di Ad Libitum. I ticket per i singoli spettacoli e l’abbonamento si potranno acquistare sul sito dell’associazione culturale Epos Teatro (www.eposteatro.com). I biglietti si potranno comunque acquistare in loco poco prima dell’evento.

Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 392 964 28 09. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.


Festival ‘Ad Libitum’ 2020: a Polignano a Mare concerti, spettacoli teatrali, omaggi ai grandi autori, seminari e una speciale cena

In il

festival ad libitium 2020 polignano a mare

Concerti, teatro, omaggi ai grandi autori e una speciale ‘Cena Rossiniana’
Tre mesi di eventi a Polignano per La VI edizione di ‘Ad Libitum’
Il ricco programma di concerti, spettacoli e incontri di approfondimento
7 marzo – 29 maggio 2020 / Polignano a Mare (Bari)

Vengono rinviati a data da destinarsi gli appuntamenti di marzo di Ad Libitum – La grande musica nelle chiese di Polignano, il festival organizzato da Epos Teatro con la direzione artistica di Maurizio Pellegrini. L’annullamento si è reso necessario in ottemperanza alle nuove disposizioni di contrasto alla diffusione del “coronavirus” del DPCM del 4 marzo 2020, ed in particolare a quelle relative agli accessi in luoghi che comportano “l’affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.
Le disposizioni del decreto saranno attive fino al 3 aprile, quindi le iniziative di Ad Libitum ripartiranno il 7 aprile con il concerto ‘Dolorosa’, in programma alle 20:30 nella Chiesa di S.Antonio a Polignano a Mare: in scena il Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’ con le musiche della tradizione bandistica pugliese. Saranno comunicate le date dell’eventuale recupero degli spettacoli rinviati a marzo.
Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 3929642809. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.

Concerti, spettacoli teatrali, omaggi ai grandi autori, seminari di approfondimento e una speciale cena che, tra sapori e melodie, riporta indietro nel tempo fino al 1800. Si presenta al pubblico con un programma rinnovato di 12 appuntamenti, la rassegna Ad Libitum – La grande musica nelle chiese di Polignano a Mare, patrocinato dal Comune di Polignano a Mare.
E per la sua sesta edizione, organizzata da Epos Teatro dal 7 marzo al 29 maggio, conferma come location degli eventi le 5 chiese–gioiello del borgo che ha dato i natali a Domenico Modugno: la chiesa della SS. Trinità, la chiesa dei SS. Medici, la chiesa del Purgatorio, la chiesa di Sant’Antonio e la chiesa della Natività. Dodici appuntamenti dove la musica rimane grande protagonista, con 80 artisti coinvolti, frutto della direzione artistica di Maurizio Pellegrini.

Il programma di concerti
Nove gli appuntamenti musicali in programma – di cui tre gratuiti – che spaziano dai grandi compositori della tradizione internazionale a scelte contemporanee d’eccezione. Ad aprire la tre mesi di eventi, sarà il 7 marzo il bandoneon di Fabio Furia e il pianoforte di Marco Schirru, con un concerto sulle melodie del tango, in un gioco accattivante tra passato e modernità, ospitato nella chiesa dei SS. Medici in collaborazione con l’A.G.Ì.MUS di Mola di Bari. Non poteva che essere la chiesa del Purgatorio, invece, ad accogliere i versi del purgatorio dantesco, interpretati dalla voce di Maurizio Pellegrini e dalle note dello storico organo ‘Petrus De Simone’ suonato da Margherita Sciddurlo: l’appuntamento con La dolcezza ancor dentro mi suona è per il 25 marzo, in occasione del ‘Dantedì’, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. Dopo il pianoforte a 4 mani dell’edizione 2019, Ad Libitum sperimenta ancora aggiungendo una terza artista: nella Chiesa della SS. Trinità il 18 aprile suoneranno contemporaneamente lo strumento Rosella Masciarelli, Michela De Amicis e Angela Petaccia. Un altro appuntamento in collaborazione con l’A.G.Ì.MUS.
Non manca poi l’attenzione ai nuovi talenti nel cartellone della rassegna: saranno la fisarmonica di Tiziano Zanzarella e la viola di Rosanna Dell’Olio, le protagoniste dell’appuntamento Giovani concertisti, in programma il 9 maggio nella chiesa della SS. Trinità, in collaborazione con l’Associazione culturale centro studi ‘Valerio Gentile’. Per l’edizione 2020, Ad Libitum pone un focus ancora più attento alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale pugliese: non solo trasformando le chiese in palcoscenico, ma anche dedicando uno spazio apposito alla tradizione bandistica. Il 7 aprile è in programma Dolorosa, un concerto gratuito con le musiche dei riti processionali della Settimana Santa, interpretate dal Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’.

Gli omaggi ai grandi autori
Il 2020 è un anno in cui ricorrono diversi anniversari legati al mondo del teatro e della musica, che Ad Libitum ha voluto omaggiare con una serie di appuntamenti dedicati ai grandi compositori e drammaturghi. Si parte il 20 marzo con Morricone Suite: il flauto d’oro di Giuseppe Nova e il pianoforte di Luigi Giachino faranno rivivere le grandi colonne sonore realizzate dal maestro Morricone per i film che hanno fatto la storia del cinema. Il concerto, organizzato in collaborazione con A.G.Ì.MUS, sarà accompagnato dalle scene delle pellicole musicate da Morricone, nel montaggio a cura dell’Alba Film Festival. A introdurre l’incontro, la proiezione del cortometraggio musicale ‘Away – Immagini dal mio paese’ di Maurizio Pellegrini e Michele Roppo, con le musiche originali di Paolo Messa.
Due gli appuntamenti in programma per il 250esimo anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven: il 24 aprile si parte con Sonata a Kreutzer, impreziosita dal virtuosismo di Daniela Carabellese e di Pietro Laera. Completa il programma nella Chiesa della Natività la voce del soprano Maria Cristina Bellantuono. Il 22 maggio è invece la volta di Beethoven 250, con l’Agìmus Ensemble e il pianoforte di Piero Rotolo che esegue una versione cameristica della Sinfonia n°7 e del Concerto n°3 del celebre compositore tedesco nella chiesa dei SS. Medici. A Beethoven è dedicato anche l’incontro di approfondimento intitolato L’uomo del silenzio, in programma il 17 maggio nella sede del Museo Pino Pascali, dove si andranno a indagare le connessioni tra arte e musica nella sua produzione con Matteo Summa, musicologo e docente di Storia ed Estetica musicale al Conservatorio ‘Nino Rota’ di Monopoli, e Filomena Di Renzo, architetto e storico dell’Arte.
Un abbraccio tra musica e teatro per omaggiare Eduardo De Filippo per il 120esimo anniversario della sua nascita è al centro di Ha da passà a nuttata, in programma il 29 maggio. Le opere del drammaturgo napoletano rivivono nell’intimità della chiesa della SS. Trinità nell’interpretazione di Maurizio Pellegrini, impreziosite dalle musiche originali di Paolo Messa – consulente musicale di Ad Libitum – suonate dall’Ad Libitum Ensemble. È un omaggio fuori dagli schemi, invece, la Soirèe Rossiniènne, appuntamento fuori abbonamento realizzato in collaborazione con l’istituto alberghiero ‘Domenico Modugno’ di Polignano a mare: ad aprile l’istituto ospita una cena gourmet speciale, dove i giovani chef realizzeranno ricette dell’800, in una danza frenetica tra gastronomia e musiche di Gioachino Rossini, che accoglierà personalmente i commensali a tavola. Una fusion tra gastronomia, musica e teatro per un suggestivo progetto artistico a cura di Antonietta Cozzoli, ispirata ad aneddoti, lettere, ricette e composizioni di Rossini.

Collaborazioni con le eccellenze culturali sul territorio
Anche per la sesta edizione del festival, la mission è fare rete con le eccellenze culturali sul territorio, per arricchire ancora di più l’offerta al pubblico. Da qui la scelta di inserire una serie di eventi organizzati in collaborazione con importanti realtà come l’A.G.Ì.MUS Festival di Mola di Bari, il Traetta Opera Festival di Bitonto e la Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Sempre in un’ottica di destagionalizzazione dell’offerta culturale nel territorio pugliese: Ad Libitum si conferma infatti l’unica rassegna artistica in programma a Polignano nel periodo primaverile.
Appuntamenti che vogliono celebrare la Puglia e i suoi talenti, passati e presenti. Idea che si concretizza alla perfezione ne La Puglia musicale, l’incontro di approfondimento in programma il 13 maggio nell’istituto S. Giovanni Bosco di Polignano a Mare. Evento nato per narrare al pubblico il patrimonio dei grandi compositori pugliesi del passato e del presente approfonditi nelle pubblicazioni del Traetta Opera Festival.
Fondamentale anche il supporto degli sponsor di Ad Libitum: Sala ricevimenti San Tommaso, Il Super Mago del Gelo – Mario Campanella, Il Buco preferito Tranquillage, Your House – Agenzia Immobiliare, Agenzia UnipolSai ASSITEAM di Zuccaro – Monopoli, Ristorante Cozzenere a mère, Ristorante Antiche Mura, Associazione Ristoratori Polignano e Associazione Albergatori Polignano.

Ticket e campagna abbonamenti
Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 5 euro, mentre ‘Morricone Suite’ prevede un ticket 10 euro. Un evento al mese e gli incontri di approfondimento sono invece a ingresso gratuito. Confermata la formula dell’abbonamento al costo di 25 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi della kermesse (eccetto la Soirèe Rossinienne, per cui è obbligatoria la prenotazione al numero 342 7051388). La campagna abbonamenti parte sabato 29 febbraio: il ticket potrà essere acquistato durante l’incontro aperto al pubblico in programma alle 18.30 nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali in via Parco del Lauro a Polignano a Mare. Nei giorni successivi si potrà ancora acquistare l’abbonamento nella sede di Epos Teatro in via Parco del Lauro 25 e al Centro culturale ‘U Castarill, all’ingresso del centro storico di Polignano.
Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 392 9642809. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.
«Ad Libitum continua la sua avventura – ricorda il direttore artistico del festival, Maurizio Pellegrini – Lo dobbiamo soprattutto al pubblico che in queste prime cinque edizioni ci ha regalato un sostegno senza precedenti, dimostrando come una stagione musicale condivisa e programmata fosse un’esigenza per Polignano e la sua identità culturale. La chiave della sua fortuna sta forse nella pluralità di linguaggi artistici che la compongono: Musica, certo, ma anche Teatro, Letteratura, Danza. E poi nelle chiese dove si svolge: Arte nell’Arte, insomma. Da marzo a maggio daremo il via ad una lunga primavera musicale, non soltanto per destagionalizzare l’offerta della nostra città, ma per regalare a quanti ci vivono, un motivo in più per restare e andarne fieri».
«Per il terzo anno consecutivo l’ A.G.Ì.MUS (Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali) di Mola di Bari condivide idealmente e operativamente le attività della rassegna “Ad Libitum” – prosegue il direttore artistico dell’ A.G.Ì.MUS Festival, Piero Rotolo – La vivacità culturale, artistica ed emozionale che pervade la rassegna fin dai suoi esordi, frutto della fervida, originale e appassionata creatività del suo ideatore, Maurizio Pellegrini, costituiscono un inesauribile stimolo alle intelligenze e alle sensibilità dei cittadini del suo territorio di riferimento».

CONTATTI STAMPA
Ufficio stampa Festival Ad Libitum
Natale Cassano
mail: promozione@eposteatro.com
tel: +39 3493666170


VIANDANTI A SUD in mostra a Polignano le opere di 11 fotografi

In il

viandanti a sud polignano a mare

VIANDANTI A SUD

Una mostra a tema, un lavoro corale basato sul rapporto mai sopito tra natura e cultura, alla ricerca dei segni del passato per leggere il presente.

Fondazione Pino Pascali, Polignano a Mare
Inaugurazione: 5 luglio 2019, ore 19:00

Il 5 luglio 2019 alle ore 19 nella sede della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare inaugura la mostra Viandanti a Sud a cura di Rosalba Branà in collaborazione con Antonio Frugis e Nicola Zito.

In mostra le opere di 11 fotografi, importanti protagonisti della scena artistica pugliese, nazionale ed internazionale, Francesco Bosso, Berardo Celati, Michele Cera, Nicolai Ciannamea, Alessandro Cirillo, Marino Colucci, Carlo Garzia, Cosmo Laera, Gianni Leone, Alberta Zallone, Gianni Zanni e di un artista performativo, Francesco Schiavulli, autori di un viaggio visivo nel tempo attraverso la memoria e il nostro territorio.

“Dopo la fortunata stagione degli anni ‘70/80 la fotografia torna grande protagonista in Puglia con una mostra ed un ampio progetto che coniuga paesaggio e territorio, l’uomo e il suo habitat. Sarà il paesaggio l’oggetto principale dell’indagine dei fotografi partecipanti alla mostra. Seguendo gli antichi percorsi dei monaci orientali sbarcati sulle nostre coste nei primi secoli del Cristianesimo per sfuggire alle lotte iconoclaste e alle successive persecuzioni musulmane, gli autori sono stati invitati a posare uno sguardo contemporaneo sul nostro passato”, spiega la curatrice e direttrice della Fondazione Pino Pascali Rosalba Branà.

Percorsi visivi che si snodano dalla costa adriatica verso Matera, il Salento o verso il Gargano lungo la via “dell’Angelo” dei santuari rupestri.

“Sotto i nostri occhi scorreranno stratificazioni di storie e memorie atte a costruire la nostra identità territoriale. Immagini che faranno rivivere un tempo sospeso tra passato e presente, tra vuoti e silenzi. La fotografia diviene lo strumento per scandagliare la memoria e riscattarla dall’oblio. L’intento dei nostri autori non è determinare se la fotografia sia documentativa o interpretativa, poiché appare scontato che il paesaggio una volta descritto e raccontato sarà necessariamente re-interpretato. Una visione del paesaggio rigenerata dall’occhio di chi guarda, un paesaggio vissuto come spazio scenico in cui l’uomo è chiamato ad essere attore e spettatore, un paesaggio vissuto come percezione simbolico-soggettiva, come luogo del mistero e della memoria collettiva”.

Viandanti a Sud

5 luglio ore 19.00 – Fondazione Pino Pascali- Via Parco del Lauro, 119 – Polignano a Mare (Bari)

Fotografie di Francesco Bosso, Berardo Celati, Michele Cera, Nicolai Ciannamea, Alessandro Cirillo, Marino Colucci, Carlo Garzia, Cosmo Laera, Gianni Leone, Alberta Zallone, Gianni Zanni.

Video e performance di Francesco Schiavulli.

Info: press@museopinopascali.it
www.museopinopascali.it


A Polignano a Mare, la Vª edizione del festival “Ad Libitum”: concerti, letture e seminari di approfondimento

In il

festival ad libitum 2019 polignano

Dodici appuntamenti che uniscono musica, teatro e letteratura; due seminari di approfondimento dedicati all’eredità in Puglia degli artisti simbolo della musica classica e contemporanea; sei diverse location, 40 artisti pronti a esibirsi all’interno dei gioielli dell’architettura sacra di Polignano a Mare: un parterre d’eccezione che comprende anche nomi dello scenario internazionale.  Sono i numeri a raccontare la varietà del programma della quinta edizione del festival Ad Libitum, organizzato dalla Epos Teatro dal 3 marzo al 25 maggio nel borgo barese che ha dato i natali a Domenico Modugno.

La kermesse, che si avvale della direzione artistica di Maurizio Pellegrini e della consulenza musicale di Paolo Messa, vede nel 2019 il sostegno della Regione Puglia con il bando Piil Cultura, del Comune di Polignano a Mare.

Dodici gli appuntamenti musicali in programma, capaci di soddisfare il gusto di una platea varia ed esigente. Ad aprire la tre mesi di eventi, sarà il 3 marzo il duo Chiara Nicora – Ferdinando Baroffio, con un’esibizione di pianoforte a quattro mani su musiche di Mozart e Beethoven. In un luogo simbolo del festival: la Chiesa della Natività, dove si è conclusa la programmazione dell’edizione 2018 di Ad Libitum. Tanti gli appuntamenti di qualità presenti nel cartellone, come il concerto intitolato Čajkovskij – Il genio, che vede esibirsi il 16 marzo nella Chiesa dei SS. Medici i solisti del Collegium Musicum, accompagnati dalle ballerine dell’Accademia delle Muse. Una performance che unisce virtuosismi della classica e balletto per un importante omaggio al compositore russo.

Tra le novità in cartellone anche un appuntamento dedicato alla tradizione napoletana. Nun me scetà, in programma il 6 aprile nella Chiesa della SS. Trinità, unisce voce, mandolino e chitarra per reinterpretare le canzoni e le poesie degli artisti che hanno portato la tradizione napoletana alla ribalta mondiale. Da Ernesto Murolo a Eduardo De Filippo, passando per Armando Gill, Salvatore Di Giacomo e la coppia Pisano-Cioffi; uno spaccato che incrocia il repertorio umoristico e classico di una terra dalle mille sfaccettature.

Non mancano poi ospiti di fama internazionale nel cartellone concertistico: arriva dalla Svizzera il Duo des Alpes (composto dal violoncellista Claude Hauri e dal pianista Corrado Greco), che il 10 maggio nella Chiesa della Natività eseguirà un vasto repertorio con musiche di Brahms, Schumann, Rachmaninov, Saint- Säens e Paganini.

Per la quinta edizione il programma musicale del festival vede un particolare focus sui nuovi talenti pugliesi, che troveranno uno spazio d’eccezione in cui esibirsi. Tre concerti saranno infatti introdotti dagli allievi del liceo musicale del Convitto ‘Domenico Cirillo’ di Bari. Non mancano appuntamenti focalizzati interamente sui ‘Giovani concertisti’, come il concerto organizzato il 30 marzo nella Chiesa della Trinità in collaborazione con l’associazione musicale Centro studi ‘Valerio Gentile’. A esibirsi saranno i vincitori della XXII edizione del Premio internazionale di canto lirico ‘Valerio Gentile’, dedicato alle migliori voci tra i 18 e i 30 anni.

Anche per la quinta edizione del festival, la mission è fare rete con le eccellenze culturali sul territorio, per arricchire ancora di più l’offerta al pubblico. Da qui la scelta di inserire una serie di eventi organizzati in collaborazione con importanti kermesse come l’A.Gì.Mus Festival di Mola di Bari, il Traetta Opera Festival di Bitonto e il Festival Il Libro Possibile di Polignano a Mare e Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare.

Appuntamenti che sperimentano l’unione di più linguaggi, rendendo labili i confini tra le arti. Come avviene ad esempio con lo spettacolo Caffarelli vs Farinelli, organizzato il 25 maggio in collaborazione con il Traetta Opera Festival. Musica e teatro per raccontare la comica sfida tra i due più grandi ‘evirati cantori’ pugliesi del ‘700, che vede come arbitro d’eccezione il bitontino Tommaso Traetta. Le note sposano la grande letteratura, invece, nei tre appuntamenti in collaborazione con Il Libro Possibile e l’A.Gì.Mus Festival, uniti da un simbolico ‘fil rouge’, il nostro mare e le sue storie: Il racconto dell’isola sconosciuta di Josè Saramago, il Pinocchio di Collodi e il melologo Enoch Arden di Richard Strauss (ispirato all’omonimo poema di Alfred Tennyson) rivivono così attraverso melodie e voci recitanti nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali. Una rassegna nella rassegna dal titolo significativo: Verba manent.

Spazio anche all’approfondimento musicale con i due appuntamenti nella suggestiva cornice della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Il 24 maggio la sede in via Parco del Lauro ospiterà il seminario intitolato ‘Scuola napoletana – Il ruolo della Puglia nell’Europa musicale’: con l’aiuto del musicologo Matteo Summa si indaga il ruolo dei maestri pugliesi che hanno raccolto e diffuso l’eredità della musica napoletana; dallo stesso Traetta a compositori indimenticabili come Piccinni, Paisiello, Leo e Mercadante.

Nel 40esimo anniversario della sua scomparsa, non può mancare nel programma del festival l’omaggio a uno dei compositori più influenti e prolifici del 900’, capace anche di confezionare indimenticabili colonne sonore per il grande schermo: Nino Rota. Due gli appuntamenti dedicati al maestro: si parte il 30 aprile con il seminario di approfondimento ‘Nino Rota e la sua eredità musicale in Puglia’, tenuto dal suo allievo, Nicola Scardicchio, oggi compositore, direttore d’orchestra e docente al Conservatorio ‘Niccolò Piccini’ di Bari. Dal ricordo della vita di Rota si passa poi al concerto in onore del maestro il 2 maggio: la Chiesa dei SS. Medici farà da palcoscenico per l’esibizione dell’Orchestra sinfonica della Città metropolitana di Bari.

Ticket e campagna abbonamenti

Gli eventi sono a contributo libero a supporto dell’attività concertistica della Epos Teatro o gratuiti, tranne per gli appuntamenti dedicati alla grande letteratura alla Fondazione Pascali, dove il ticket d’ingresso è di 5 euro. Per la quinta edizione viene introdotto anche un abbonamento al costo di 20 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi della kermesse. La campagna abbonamenti parte domenica 24 febbraio: il ticket potrà essere acquistato durante l’incontro aperto al pubblico in programma alle 18 nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali in via Parco del Lauro a Polignano a Mare. Nei giorni successivi l’abbonamento potrà comunque essere acquistato sia nella sede della Fondazione, sia al Libro Possibile Caffè di Polignano a Mare, ubicato in piazza Caduti di via Fani.

DI SEGUITO IL PROGRAMMA COMPLETO:

DOM 3 MAR  ore 20:00 – SIN-FONIE D’AUTORE – Pianoforte a quattro mani
Chiesa della Natività – Musiche di Mozart, Beethoven

SAB 16 MAR  ore 20:00 – CIAJKOVSKIJ – IL GENIO
Chiesa dei SS. Medici – I solisti del “Collegium musicum” – Accademia delle Muse

DOM 24 MAR  ore 18:30 – IL RACCONTO DELL’ISOLA SCONOSCIUTA – J. Saramago
Museo Pino Pascali – Antonella Carone, attrice – Pablo Montagne, chitarra

SAB 30 MAR  ore 20:00 – GIOVANI CONCERTISTI*
Chiesa della SS. Trinità

SAB 6 APR  ore 20:30 – NUN ME SCETÀ – Napoli: poesia e sogni
Chiesa della Natività – Maurizio Pellegrini, voce – Valerio Fusillo, mandolino – Nicola Nesta, chitarra

MAR 16 APR  ore 20:30 – STABAT MATER  di G. B. Pergolesi*
Chiesa di S. Antonio – Ensemble del Teatro Traetta – Maria Cristina Bellantuono – Margherita Rotondi

VEN 26 APR  ore 20:30 – DANS LA NUIT
Chiesa del Purgatorio – Paolo Messa, viola – Michele Bozzi, flauto – Annunziata del Popolo, arpa

DOM 28 APR  ore 18:30 – C’ERA UNA VOLTA UN PEZZO DI LEGNO
Museo Pino Pascali – da Pinocchio – Maurizio Pellegrini, attore – Caterina Santoro, clarinetto

MAR 30 APR  ore 18:30  – NINO ROTA e la sua eredità musicale in Puglia*
Museo Pino Pascali – NICOLA SCARDICCHIO racconta il suo Maestro

GIO 2 MAG  ore 20:30 – OMAGGIO A NINO ROTA*
Chiesa dei SS. Medici – Orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari – Vito Clemente, direttore

VEN 10 MAG  ore 20:30 – DUO DES ALPES
Chiesa della Natività – Claude Hauri, violoncello – Corrado Greco, pianoforte

GIO 16 MAG  ore 18:30 – ENOCH ARDEN – Strauss/Tennyson
Museo Pino Pascali – Maurizio Pellegrini, attore – Piero Rotolo, pianoforte

VEN 24 MAG  ore 18:30 – LA SCUOLA NAPOLETANA – il ruolo della Puglia nell’Europa musicale*
Museo Pino Pascali – MATTEO SUMMA racconta i grandi compositori pugliesi

SAB 25 MAG  ore 20:00 – CAFFARELLI vs FARINELLI
Chiesa della Natività – Gianluca Belfiori Doro, contraltista – Alessandro Giangrande, controtenore – Michele Visaggi, clavicembalo – Maurizio Pellegrini, attore

ABBONAMENTO € 20
INGRESSO CON CONTRIBUTO ALL’ATTIVITÀ CONCERTISTICA

* INGRESSO LIBERO


“Lo spettacolo della cartapesta. Tra arte e tradizione” al museo Pino Pascali il Carnevale di Putignano in mostra

In il

Lo spettacolo della cartapesta Tra arte e tradizione

L’arte della cartapesta approda a Polignano a Mare. La Fondazione “Pino Pascali” apre le sue porte al Carnevale di Putignano e alla mostra “Lo spettacolo della cartapesta. Tra arte e tradizione”. Il percorso espositivo, nato dalla collaborazione tra le due Fondazioni, sarà visitabile fino al 6 gennaio 2019.
L’inaugurazione, a ingresso libero, è in programma per sabato 10 novembre alle ore 18:00. A fare da cornice alla mostra e allietare la serata, il concerto a cura della Fondazione “Paolo Grassi” di Martina Franca. Protagonisti, con un repertorio musicale che va da Maurice Ravel a Chick Corea e Leonard Bernstein, il trio “Gioconda De Vito” – la formazione in residence della Fondazione composta da Silvia Grasso (violino), Gaetano Simone (violoncello), Liubov Gromoglasova (pianoforte). Durante la serata inaugurale la mostra sarà visitabile gratuitamente.
L’esposizione è l’occasione per scoprire un’antica arte ricca di tradizioni, creatività e passioni. La storia della cartapesta putignanese in cui argilla e gesso, carta e colore, danno forma a manufatti unici e irripetibili nel loro genere da ben 625 anni. Un percorso espositivo che racconta il processo di lavorazione della cartapesta, arricchito da una selezione di bozzetti e manufatti. Per scoprire come nascono i carri allegorici che animano lo spettacolo a cielo aperto più colorato e allegro di Puglia, oltre a mostrare la duttilità di un materiale semplice ma ricco di potenzialità espressive. Perché la cartapesta è sempre più spesso, oggi, utilizzata nella realizzazione di scenografie per teatri e concerti o come materiale didattico per laboratori dedicati a grandi e bambini. E proprio i più piccoli saranno i protagonisti di momenti creativi, occasioni per “mettere le mani in carta”, dare forma a piccole opere in cartapesta e immergersi nella magia del Carnevale di Putignano. Una magia tutta da vivere prendendo parte a “Lo spettacolo della cartapesta. Tra arte e tradizione”.

LO SPETTACOLO DELLA CARTAPESTA
Dal 10 novembre 2018 al 6 gennaio 2019
Inaugurazione 10 novembre, ore 18:00 – Ingresso libero
Dal martedì alla domenica
Orari: 10:00-13:00 / 16:00-21:00
Biglietto: 5€ (più eventuali riduzioni)
Museo di Arte Contemporanea Pino Pascali
Via Parco del Lauro, 119 – Polignano a Mare (BA)


Pino Pascali. Fotografie

In il

pino pascali fotografie

LA FONDAZIONE PINO PASCALI PRESENTA

PINO PASCALI. FOTOGRAFIE
a cura di Antonio Frugis e Roberto Lacarbonara

Opening: 13 ottobre 2018, ore 18

La Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare è lieta di presentare, sabato 13 ottobre alle ore 18 (fino al 2 dicembre 2018) la mostra “Pino Pascali. Fotografie”, a cura di Antonio Frugis e Roberto Lacarbonara, e di annunciare una nuova importante acquisizione giunta in occasione delle celebrazioni di Pascali50, Cinquantenario della scomparsa dell’artista.

La mostra è la prima antologica dedicata alla ricerca fotografica di Pino Pascali, un aspetto dell’indagine artistica e pubblicitaria ancora in gran parte sconosciuto e inedito.
Oltre 80 immagini realizzate e stampate dall’artista nel 1965 quando, da tempo impegnato nell’attività grafica per la Lodolofilm, intraprende un viaggio tra Napoli, Capri e Ischia per realizzare il suo primo reportage fotografico destinato alla produzione di un breve spot-carosello per la grande industria alimentare di conserve italiane, Cirio.
L’obiettivo della ricerca è subito chiaro: evidenziare i caratteri della tradizione napoletana all’interno di una prorompente connotazione emozionale. Il viaggio diventa una vera e propria ricognizione del paesaggio urbano e portuale; non dunque una semplice raccolta di immagini per un montaggio da studio, bensì un illuminante incontro con l’immagine.
In questa larga sequenza di scatti c’è una storia tutta italiana: ci sono i tanti volti ritratti e le botteghe tra i vicoli, le grandi passeggiate nelle piazze e i giochi dei bambini tra le strade, le piccole imbarcazioni nei porti e gli imponenti traghetti, i palazzoni che ridisegnano la periferia e la segnaletica che cambia. E c’è una società che, negli anni di grande risveglio sociale e culturale, si trasforma con grande rapidità e con intensa fiducia.

Ma non è tutto. Negli scatti napoletani e in alcune fotografie realizzate a Roma (tra Trastevere, Campo de’ Fiori e Villa Borghese) Pascali raccoglie anche numerosi “dati grezzi”, utili per la ricerca scultorea: rapidi appunti visivi, annotazioni fissate con immediatezza, già destinate a divenire plasticità di opera d’arte.

In mostra, accanto ai lavori di Pascali, saranno visibili documenti, stampe, riviste, poster cinematografici, video e opere grafico/pittoriche in grado di ricostruire il complesso panorama sociale e culturale all’interno del quale Pascali svolgeva la propria ricerca in ambito televisivo ed artistico, oltre a opere di grandi fotografi italiani e internazionali che, tra gli anni ’50 e ’60, definivano una nuova cultura visuale posizionandosi oltre la matrice neorealista in direzione di un nuovo immaginario postmoderno.
Tra i fotografi in mostra, oltre a Pino Pascali, Bruno Barbey, Piergiorgio Branzi, René Burri, Henri Cartier-Bresson, Mario Cattaneo, Walker Evans, Phillip A. Harrington, Nino Migliori, Enzo Nocera, Arrigo Orsi, Federico Patellani, Enzo Sellerio.

La mostra sarà accompagnata dalla pubblicazione del volume “Pino Pascali. Fotografie” con i testi dei curatori e la prefazione di Rosalba Branà, edito da Postmedia Books, Milano.

In occasione dell’esposizione verrà annunciata l’acquisizione, da parte della Fondazione Pino Pascali, del Fondo Fotografico (143 stampe vintage che si uniscono alle precedenti 23) e del Fondo del Video Pubblicitario di Pino Pascali (13 caroselli originali oggetto di recente restauro): una acquisizione importantissima, resa possibile dalla preziosa donazione da parte di Carla Ruta Lodolo, da anni vicina all’artista e alla Fondazione che lo rappresenta nel mondo.

La mostra è realizzata in collaborazione con: Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea, Roma; The Metropolitan Museum of Art, New York; Robert Rauschenberg Foundation, New York; Zurich University of the Arts, Zurigo; Carla Ruta Lodolo, Roma; Guido Bertero, Torino; Archivio Elisabetta Catalano, Roma; CRAC Puglia, Taranto; Lee Gallery, Winchester, MA; Libreria Marini, Valenzano; Mediateca Apulia Film Commission, Bari; Galleria Peccolo, Livorno; Fabio Sargentini, L’Attico, Roma; Francesco Paolo Sisto, Bari.

Inaugurazione: 13 ottobre 2018 alle ore 18.00
La mostra rimarrà aperta fino al 2 dicembre 2018
Orario: dal martedì alla domenica ore 10-13 / 16-21. Lunedì chiuso.
La biglietteria chiude mezz’ora prima del museo.

FONDAZIONE MUSEO PINO PASCALI
VIA PARCO DEL LAURO 119 – 70044 POLIGNANO A MARE (BA)
Ph/fax: +39 080 4249534
segreteria@museopinopascali.it

press: Santa Nastro +39 3928928522 snastro@gmail.com
Web | stampa@museopinopascali.it
La Fondazione Museo Pino Pascali è Punto FAI, Delegazione di Bari


Giovanni Allevi all’anteprima del Festival Il Libro Possibile

In il

giovanni allevi il libro possibile

Giovanni Allevi al Festival Il Libro Possibile

Venerdì 8 giugno, in occasione dell’anteprima del Festival Il Libro Possibile alle 19.30, presenterà il suo nuovo libro: “L’equilibrio della lucertola” (ed. Solferino)

Non mancherà il pianoforte.

Il tutto, sulla splendida terrazza affacciata sul mare della Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea (Polignano a Mare – Ba)

Parole, musica e una cornice mozzafiato!