Summer Festival – Botteghe Aperte, ritorna a Putignano il Carnevale estivo

In il

Summer Festival Botteghe Aperte

CARNEVALE DI PUTIGNANO: SUMMER FESTIVAL – BOTTEGHE APERTE

Dal 3 al 6 settembre a Putignano workshop, convegni, musica e visit art fra i carri allegorici 

È stato presentato questa mattina nella sede della FondazioneLAB, e trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Carnevale di Putignano, Summer Festival – Botteghe Aperte 2020. L’evento, inserito nella programmazione estiva di Popola! – Putignano, Spazi alle idee, organizzato dalla Fondazione Carnevale di Putignano in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese che dal 3 al 6 settembre animerà la città di Farinella con workshop, convegni, musica e visit art fra i carri allegorici.  
«È un grande orgoglio per noi – dichiara Rossana Delfine, Assessora alla Cultura del Comune di Putignano – ospitare il Summer Festival. A nome dell’Amministrazione Comunale, ringrazio la Fondazione Carnevale e il Teatro Pubblico Pugliese per aver scelto di puntare sulla nostra città. Nonostante il periodo che stiamo vivendo, non senza sforzi abbiamo offerto ai putignanesi e ai visitatori che in questo periodo sono venuti a trovarci opportunità per ritrovarsi, stare insieme, riscoprire e valorizzare i luoghi di Putignano. E continueremo a farlo anche nei prossimi giorni, sempre nel rispetto delle regole e con tutte le dovute cautele». 
«Il Summer Festival – dichiara Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese – è una delle azioni principali del progetto “SPARC – Creativity Hubs for Sustainable Development through the Valorization of Cultural Heritage Assets”. Il progetto di cooperazione Italia-Grecia che prevede la realizzazione di due hub della creatività, uno a Bari e uno proprio a Putignano, all’ex Macello. Con l’intento di valorizzare l’esistente e dare lustro alla città di Putignano, nei prossimi giorni durante il Summer Festival sperimenteremo le funzioni di questo hub, che diventerà un punto di riferimento per le industrie culturali e creative».
«Putignano e il suo Carnevale – prosegue Maurizio Verdolino, presidente della Fondazione Carnevale – diventa il centro di una serie di azioni e di attività che nei prossimi giorni prenderanno vita. Diventa un centro formativo, creativo, di riferimento per i carnevali pugliesi grazie a un programmo articolato che prevede, tra le altre iniziative, una tavola rotonda sullo sviluppo del Carnevale, esposizioni e degustazioni di prodotti tipici, passeggiate e visit art fra i carri allegorici». Da non perdere i workshop gratuiti dedicati alla creazione di animazioni 3D e alle tecniche di lavorazione della cartapesta per la creazione di un carro allegorico. Un programma di formazione, messo a punto dalla Fondazione Carnevale di Putignano in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, al fine di valorizzare le competenze artistiche della tradizione contaminandole con i valori innovativi delle nuove tecnologie. I workshop sono a numero chiuso, per partecipare è necessario inviare la propria adesione all’indirizzo email eventi@carnevalediputignano.it, utilizzando il modulo online pubblicato, unitamente a tutti i dettagli, sul sito web della Fondazione Carnevale di Putignano (www.carnevalediputignano.it).   

SUMMER FESTIVAL BOTTEGHE APERTE – IL PROGRAMMA
Putignano 3 – 6 settembre 2020



Dal 3 al 6 settembre
Sede: IMAKE (ex macello) 
Creative HUB: Puglia Music Lab 
Sparc presenta il suo HUB per la musica, in collaborazione con Puglia Sounds.

Dal 4 al 6 settembre | ore 18:30
Sede: Sala consiliare Comune di Putignano
 Presentazione piattaforma e-commerce regionale per la promozione dei prodotti tipici enogastronomici 
Intervengono: Prof. M. Trimarchi – Università Bologna, Prof P. Ponzio – Coordinatore Piano Strategico Cultura Regione Puglia, Dott. D. Petruzzella – Responsabile start up innovative agro-food CHIEAM, Dott. A. Cirone – Direttore GALSEB, Dott. R. Ricco e Dott. G. Sportelli, assistenza tecnica Regione Puglia.

Dal 4 al 6 settembre | ore 10:00-18:30
Sede: Botteghe della Cartapesta (Via Padre Giovanni Lerario)
 Workshop: “La costruzione di un carro” 
Lectio magistralis per cartapestai, studenti Accademia di Belle Arti, artigiani creativi.
 Docenti: F. Giotta, P. Nardelli, V. e P. Mastrangelo, D. Bianco e D. Galluzzi (Carnevale di Putignano), M. Angherà (Carnevale di Fano) e M. Raciti (Carnevale di Viareggio).

Dal 4 al 6 settembre | ore 18:00-23:00
Sede: Botteghe della Cartapesta (Via Padre Giovanni Lerario)
 BOTTEGHE APERTE e Mostra dei Carri Allegorici
Ed. Carnevale 2020 – INGRESSO LIBERO


Dal 4 al 6 settembre | ore 15:00-18:00
Sede: Sala consiliare Comune di Putignano 
Short Master LEZIONI SULLA Narrazione Prodotti Tipici – Università di Bari
 A cura del Dipartimento Studi umanistici, diretto dal Prof. P. Ponzio, per sostenere lo sviluppo di competenze nel turismo eno-gastronomico.

Dal 4 al 6 settembre 
Tour Visit Educational 
Evento per operatori di settore, organizzato da Ex Fadda, San Vito dei Normanni, attuatore di Sparc. Accesso per invito.

5 settembre | ore 18:30
 Sede: Sala consiliare Comune di Putignano
 Sistema Carnevali Pugliesi – Tavola Rotonda
 Saluti ed apertura lavori del Sindaco di Putignano Luciana Laera e dell’Ass. Cultura Comune di Putignano Rossana Delfine. 
Relatori: Loredana Capone, Aldo Patruno, Maurizio Verdolino Pres. Fondazione Carnevale di Putignano, Maria Flora Giammarioli Pres. Carnevale di Fano, Maria Lina Marcucci Pres. Fondazione Carnevale di Viareggio.

Dal 5 al 6 settembre | ore 18:00-21:30
Sede: Chiostro comunale 
Esposizione e degustazione di prodotti Tipici: artigianato ed agrI-food3d Mapping | Maxin10sity Projection Mapping Company | Hungaryhttps://www.maxin10sity.net


“Anne Frank. Una storia Attuale” mostra documentaria al museo civico

In il

anne frank una storia attuale mostra

Si inaugura lunedì 20 gennaio alle 17.30 “Anne Frank. Una storia Attuale”, mostra documentaria a cura di Il Nuovo Fantarca, che ripercorre cronologicamente la persecuzione degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso la biografia di Anne Frank. Le fotografie, in gran parte inedite, le immagini e le citazioni delle pagine del diario di Anne fanno emergere le condizioni in cui una famiglia ebrea fu costretta a vivere.

Tre i momenti di incontro e riflessione:

– 23 gennaio alle 17.30 proiezione del documentario Anne Frank. Vite Parallele di Sabina fedeli e Anna Migotto. Alla proiezione parteciperanno le due registe.

– 27 gennaio alle 17.30 proiezione del documentario Son morto che ero bambino. Francesco Guccini va ad Auschwitz di Francesco Conversano. Alla proiezione parteciperà il regista

– 29 gennaio alle 17.30 in collaborazione con l’Università di Bari – Dipartimento Studi Umanistici Disum, presentazione del libro Hannah Arendt a Gerusalemme. Ripensare la questione ebraica (ed. il nuovo melangolo, 2020) di Francesco Fistetti. Dialogheranno con l’autore Francesca Romana Recchia Luciani (UNIBA), Cristiano Maria Bellei (UniURB), Natascia Mattucci (UniMC).

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero. Per i gruppi è consigliata la prenotazione.
Per maggiori info nuovofantarca@libero.it www.nuovofantarca.it cell 3387746218

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00.
Martedì fino alle 14:00.
Venerdì e sabato fino alle 19:00.
Solo la domenica dalle 10:00 alle 14:00.


La Città di Bari celebra per la prima volta il Compleanno di Niccolò Piccinni

In il

La Città di Bari celebra per la prima volta il Compleanno di Niccolò Piccinni

A seguito del grande successo della riapertura del Teatro Comunale Piccinni, la città di Bari celebra per la prima volta il Compleanno di Niccolò Piccinni, grande compositore barese che contribuì nel 1700 allo sviluppo dell’Opera Buffa. Nato a Bari ma formatosi al Conservatorio di Napoli, divenne celebre a Parigi alla corte della Regina Maria Antonietta.

Il compleanno di Niccolò Piccinni mira a diventare un appuntamento annuale in cui cittadini e operatori culturali rendono omaggio e mantengono vivo il ricordo del compositore attraverso un ricco calendario di eventi gratuiti.

PROGRAMMA:

– Statua di Niccolò Piccinni
▪ ore 17.30 – Accensione delle luci a cura di Paulicelli Light Design

– Museo Civico di Bari
▪ ore 17.00 – Videoproiezione interna ed esterna a cura di Nicola Amato
▪ ore 17.00 – 20.00 – Esposizione dedicata a Niccolò Piccinni. Visite guidate a cura degli studenti del Liceo Artistico De Nittis – Pascali di Bari.
▪ ore 17.30 – Saluti di Ines Pierucci Assessore alle Culture, Micaela Paparella Consigliera comunale e Corrado Roselli Direttore del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.
▪ Ore 18.00 – “Armonie baresi cosmopolite. Racconto della vita di un compositore pugliese” a cura del prof. Nicola Scardicchio docente di Storia della Musica e Grazia Bonasia Maestra d’orchestra.
▪ ore 18.30 – Esecuzione musicale di Maria Serena Salvemini solista di violino del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.
▪ Ore 19.00 – Spettacolo di burattini “Tragicomica contesa fra Piccinni e Gluck” a cura di Paolo Comentale, Granteatrino Casa di Pulcinella.

– Casa Piccinni
▪ ore 17.00 – 20.00 – Visite guidate a cura degli studenti Liceo Artistico De Nittis – Pascali di Bari e ascolto di musiche picciniane dell’album “Sakros” a cura dell’Ass.Cult Il Mondo della Luna
▪ ore 20.00 – “Brindisi con Niccolò Piccinni” a cura di Angelo Pascual De Marzo, Ass. I Luoghi della Musica
▪ ore 20.30 – Allestimento e accoglienza a cura di Khareba Winery Italia, Ass. Cult. Chiacchiere e Fornelli, Misia Arte e Botlea

INGRESSO LIBERO fino a esaurimento posti.

Patrocinato dal Comune di Bari

Organizzato da Museo Civico Bari

In collaborazione con Delegazione FAI Bari

Partner:
Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni
Accademia di Belle Arti di Bari
Granteatrino Casa Di Pulcinella
Ensemble Il Mondo della Luna
MISIA ARTE
I Luoghi della Musica
Florestano Edizioni
Mario Adda Editore
Liceo Artistico De Nittis Pascali di Bari

Sponsor:
Paulicelli Light Design Srl
Khareba Winery Italia
NotEventi Noleggio Abiti ed Accessori
Pasticceria Mercantile – BARI di Leonardo Bux
Botlea
Chiacchiere & Fornelli


“1968/1969 quegli anni – fotografie di Arturo Cucciolla” in mostra al Museo Civico

In il

arturo cucciolla 1968 1969 quegli anni

Il giorno 13 dicembre 2019 nel Museo Civico di Bari alle ore 18,00 si inaugurerà la Mostra “1968/1969 quegli anni – fotografie di Arturo Cucciolla” organizzata dal Comune di Bari e dal Museo Civico di Bari e prodotta dal Consorzio IDRIA scrl.

Mostra e catalogo hanno il patrocinio di A.N.P.I., A.R.C.I. Puglia, A.R.C.I. Bari, C.G.I.L. Puglia, C.G.I.L. Bari.

Progetto di allestimento della mostra è curato da Nicola Amato, Francesco Carofiglio e Arturo Cucciolla.

Il catalogo, a cura di Arturo Cucciolla e Mario Adda editore con progetto grafico di Sabina Coratelli, contiene, oltre a tutte le fotografie messe in mostra, i
testi critici di Maruzza Capaldi, Mario Capanna, Aldo Iori, Uliano Lucas, Pasquale Martino e Nicola Signorile.

Il giorno 14 dicembre 2019 nel Museo Civico di Bari alle ore 10,30 si terrà un incontro al quale parteciperanno gli autori dei testi del catalogo insieme all’autore delle fotografie.

Nel corso della mostra, che durerà fino al 19 gennaio 2020, si terranno, presso il Museo Civico di Bari, i seguenti incontri:

– Sabato 21 dicembre 2019 alle ore 17,30
“1968/1969 quegli anni a Bari” con Tommaso Fiore, Pasquale Martino, Alba Sasso, Vito Savino

– Venerdi 10 gennaio 2020 alle ore 17,30
“1968/1969 teatro e musiche” con Pasquale Bellini, Pierfranco Moliterni e Fabrizio Versienti

– Venerdi 17 gennaio 2020 alle ore 17,30
“1968/1969 cinema” con Enzo Augusto

• Le fotografie selezionate per la mostra sono state tutte scattate nel biennio 1968-1969; alcune furono stampate in quegli anni e finirono pubblicate su giornali e riviste, mentre altre circolarono nell’ambiente del Movimento Studentesco, utilizzate anche per mostre “militanti”. 

• A distanza di tanti anni, in occasione del cinquantenario, l’autore ha potuto riprendere i negativi ed estrarne una selezione perché a suo tempo, con una diligenza poi perduta, aveva classificato i negativi, conservandoli in un archivio con una numerazione che rimandava ad un elenco, contenente i dati relativi ai temi, ai luoghi e alle date. 

• Diventato docente universitario, l’autore, lavorando con i giovani allievi, ha registrato il loro modo di fotografare e, confrontandolo col suo, ha maturato l’idea, accolta con curiosità ed interesse, di mostrare come, cosa e perché fotografava quando aveva vent’anni come loro. 

• Valeva, dunque, la pena di trasmettere, con una mostra e con un’adeguata pubblicazione, questo piccolo patrimonio di fotografie quale testimonianza tecnica e culturale, ma anche politica, del modo di fotografare di un giovane studente di Architettura in “quegli anni”. 

• La scelta fondamentale della mostra è la volontà di dare testimonianza di un biennio: non il solo “sessantotto”, cioè, ma i due anni “sessantotto-sessantanove” insieme; insomma, le lotte di operai e studenti in stretto legame, in un quadro di tumultuoso e, poi si è visto, di irreversibile cambiamento della società. 

• L’insieme di immagini e scritti, prescelti con una decisa scelta di campo e di parte e perciò “partigiana”, rilanciano alla necessità di un impegno futuro per un più completo e sistematico ordinamento consapevole della memoria, quale presupposto fecondo e necessario per la costruzione del futuro.


San Nicolaiv – San Nicola come non l’avete mai visto!

In il

SanNicolaiv San Nicola come non l avete mai Visto

Dal 06 al 09 dicembre sullo schermo della sala centrale del Museo Civico di Bari e dall’imbrunire in poi, sulla facciata di un palazzo in via Colaguagnano, verranno proiettati a ciclo continuo, documentari mai visti prima:

• San Nicola Morphing, viaggi attraverso l’iconografia con la ricostruzione scientifica del volto di San Nicola

• Intervista a San Nicola – un divertente dialogo fra Gianni Ciardo e San Nicola (interpretato dall’attore Franco Blasi)

• Documentario della BBC sulla ricostruzione del volto del Santo con l’intervento del Prof. Franco Introna e tanti altri

• Video – mostra collettiva di fotografi baresi che hanno documentato il culto di San Nicola negli anni

• Foto di San Nicola nel mondo – Video mostra curata da Nicola Amato e Nino Lavermicocca

• Video Sanda Necole dell’Associazione Culturale Terrae con Voce di Rocco Chiummarulo e regia di Nicola Amato

• San Nicola di Mira, i luoghi visitati dai 62 marinai nel 1087. Ad arricchire l’offerta totalmente gratuita, nata dalla volontà di Lorenzo Belviso – Editore di Radio PoPizz, la preziosa collaborazione di Nicola Amato e la disponibilità del Museo Civico sono previsti due concerti:

• Quello inaugurale, alle 18.00 del 6 Dicembre, con la musica dei “Barincanto” che proporranno un repertorio di brani popolari legati al culto di San Nicola, oltre ai classici della tradizione Barese.

• Domenica 8 Dicembre dalle 18.30 il fantastico concerto di Natale del coro tutto al femminile “Epiphonus” diretto dal Maestro Antonio Di Maso.

Anche i concerti sono ad ingresso libero sino ad esaurimento posti.


NOVECENTO RENDEZ-VOUS: Alla scoperta e riscoperta del XX secolo a Bari

In il

novecento rendez vous bari

L’Associazione Italia Liberty organizza, dal 16 novembre all’8 dicembre, NOVECENTO RENDEZ-VOUS, prima edizione di una grande iniziativa nazionale che celebra il XX Secolo, attraversando gli stili che si sono succeduti e le architetture, mode ed eventi cui hanno dato vita.

Il curatore, Andrea Speziali, ha scelto un percorso ideale che inizia dove il Liberty cede il passo all’Art Déco per proseguire fra Razionalismo, Simbolismo, Eclettismo, Futurismo fino ai ruggenti anni Sessanta e, in parte, anni Novanta e ha fortemente voluto che si trattasse di un evento diffuso, con tanti appuntamenti diversi in varie località: visite guidate in prestigiose residenze, mostre e workshop per consentire a un vasto pubblico di vivere un’esperienza originale a ritroso nel tempo.

Un riflettore particolare verrà acceso su uno stile e un personaggio.
Questa prima edizione vede infatti una notevole concentrazione di attività con passeggiate alla scoperta e riscoperta dell’Art Déco perché proprio nel 2019 ricorre il centenario dalla realizzazione dei primi manufatti Déco.

Vede inoltre al centro la figura e l’opera di Mario Mirko Vucetich, poliedrica figura di architetto e artista del ‘900. Un personaggio che, tra l’altro, ha portato il nome di Marostica nel mondo con la partita a scacchi con personaggi viventi che ideò, curò e realizzò nel 1955.

Bari vede in agenda per tutto il programma di “Novecento Rendez-Vous” numerosi tour sparsi per tutta la città dove conoscere con i propri occhi meravigliosi esempi del XX Secolo fra quelli poco considerati ai più celebri. La guida vi illsutrerà nozioni nuove che spesso all’occhio sfuggono, come gli affreschi di Prayer.

eccone alcuni, gli altri fruibili sul sito e sulla brochure:

In tale occasione, anche la città di Bari sarà coinvolta in questa iniziativa nazionale con “ARTI e ARTISTI del ‘900 a BARI”.

La Dott.ssa Maria Elena Toto, referente dell’Associazione Italia Liberty, guida turistica abilitata dalla Regione Puglia, realizzerà in collaborazione con enti, istituzioni e associazioni pubbliche e private, diverse attività artistiche e culturali come mostre di pittori pugliesi, incontri letterali e culturali, visite guidate ed esibizioni musicali.

L’iniziativa “ARTI e ARTISTI del ‘900 a BARI”, prevede un viaggio emozionale che conduce alla valorizzazione delle rispettive arti come pittura, musica, lettura e architettura del territorio. Durante il percorso ci soffermeremo presso monumenti, chiese, palazzi, dipinti, etc., per conoscere la memoria storica di illustri personaggi (artisti, musicisti, poeti, letterari, politici, etc.) che hanno contribuito alla crescita e sviluppo della cultura del ‘900.

Presso librerie (Feltrinelli, Bari Ignota), gallerie, musei (Museo Civico di Bari) e alberghi storici (Albergo delle Nazioni e Hotel Oriente) ci saranno incontri letterari culturali dal titolo “Parliamo di ….” in collaborazione con l’associazione Centro Studi Baresi Dott. Felice Giovine e l‘Ars Toto Srl. I temi si articoleranno sulle seguenti figure:  1 dicembre presso Albergo delle Nazioni (dalle ore 18,30 alle 20,00) Franco Casavola figura esponenziale della musica futurista con il Prof. Pierfranco Moliterni (docente universitario della Storia della Musica moderna e contemporanea), 19 novembre presso Feltrinelli (dalle 18,30 alle 19,30) poeti locali Alfredo Giovine e Vito de Fano, importanti studiosi del vernacolo barese con Felice Giovine e Gigi de Santis, 16 novembre presso Libreria Bari Ignota  (dalle 10,00 alle 12,00) Armando Perotti celebre  poeta, scrittore, giornalista locale con Luigi Bramato e Felice Giovine, 28 novembre presso La Fondazione Tatarella  (dalle 18,30 alle 20,00) Pittori: Raffaele Armenise e suo seguace Antonio Lanave figure di grande rilievo storico artistico  per il Teatro Petruzzelli con Felice Giovine e Maria Elena Toto,  infine 2 Dicembre presso il Museo civico di Bari ( dalle ore 18,30 alle 20,00) Gino  Boccasile illustratore, “Inventore delle Signorine  Grandi Firme” con Felice Giovine e  Gustavo Degaldo.

Le gallerie d’arti d ‘antiquariato della città: Galleria Davide Andriani (21 novembre dalle ore 18,30 alle 20,00) e l’Ars Toto Srl (26 novembre dalle 18,30 alle 20,00) esporranno le collezioni di opere pittoriche dal tema “Pittori pugliesi del ‘900”. In tale occasione saranno effettuate visite guidate su prenotazione per raccontare attraverso i colori, i soggetti e i segni, i maggior esponenti della pittura pugliese: D. Cantatore, E. Cavalli, M. Delle Site, R. Armenise, G. Toma, G. Ar, V. Stifano, R. e F. Spizzico, M. De Giosa, M. Prayer, G. Belardinelli, etc.. Gli artisti contemporanei Lino Sivilli e Sergio Racanati, interverranno con una loro esperienza e testimonianza artistica.

La Mostra (3 dicembre dalle ore 18,30 alle 20,00) dal titolo “Umanità nascosta di Carlo Levi 16 inediti” catturerà la nostra attenzione sulle verità della nostra civiltà contadina. Oggetto di questa realtà sono volti, figure e paesaggi, ritratti dal maestro Carlo Levi (pittore, poeta, giornalista e politico), con espressione lirica, epica e narrativa.  Sarà illustrata con video proiezioni presso la Galleria d’arte Ars Toto Srl.

Il 25 novembre (dalle ore 10,00 alle ore 13,00), 27 novembre (dalle ore 16,30 alle ore 18,30) e il 4 dicembre (dalle ore 10,00 alle ore 13,00) saranno svolte visite guidate presso La Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi di Bari – Mibact. In tale occasione, è stata allestita una collezione unica nel suo genere, dal titolo “Bari tra le tavole di Frate Menotti” con opere (disegni bianco e nero, acquerelli, etc.) inedite caricaturali, del primo ‘900.

Il nostro viaggio continua nel centro murattiano con i seguenti tour: Le nuove architetture del ‘900. (23 novembre dalle 10,00 alle 12,00), Busti sculture nelle piazze di Bari (5 dicembre dalle 18,00 alle 20,00) a cura della Dott.ssa Maria Elena Toto.

Il primo tour prevede la conoscenza degli arredi architettonici e pittorici di edifici storici e palazzi (Palazzo I. Scalvini dipinto da M. Prayer e Edifici nel tratto del Lungomare  progettati da S. Dioguardi).

Il secondo tour conduce nelle piazze, alla scoperta delle espressioni artistiche delle sculture e busti di  pittori, poeti,  e politici (N. Piccinni, A. Crollalanza, Cesare Battisti, A. Perotti, Umberto I, etc.).

In questo contesto artistico ci saranno concerti ed esibizioni musicali di artisti di arte contemporanea del ‘900: 22 novembre presso la Chiesa di San Ferdinando (dalle ore 20,00 alle 21,30) concerto “Il Novecento in musica” composto dal duo Giambattista Ciliberti e Antonio Piccialli con clarinetto e pianoforte (excursus  pagine musicali del ‘900 utilizzate nel cinema e Teatro scritte da Gerswhin, N. Rota, Piazzolla, etc.), 29 novembre (dalle 19,00 alle 20,30) concerto dal titolo “Solo viaggio” di  Leonardo di Gioia fisarmonicista contemporaneo presso l’Hotel Oriente  sala Beethoven

Nel contesto musicale l’Associazione URTIcanti svolgerà i seguenti concerti presso l’Auditorium Vallisa 28 novembre Concerto Boudaries e  2 Dicembre Concerto Duo Ceci alle ore 20,45.

Casa Mandela centro culturale, organizzerà in collaborazione con il gruppo folkloristico Kalinka Russia per il giorno 30 novembre dalle ore 18,30 alle ore 20,30, una  rappresentazione artistica e musicale etnica dal titolo “Bari tra oriente e occidente con danze e poesie” presso l’Hotel Oriente sala Beethoven

L’ingresso è previsto libero, a pagamento e abbonamento

Info e prenotazioni: cell. 3475518150   cell. 3358299389

Principali centri attorno ai quali si sviluppano percorsi di visita ed esperienze sono Torino, Bari, Catania, Firenze e Roma, ma altri ancora i luoghi coinvolti in giro per l’Italia.

Un evento particolarmente innovativo del programma è il tour “Luxury Real Estates”: si visitano le ville e palazzi più belli d’Italia. Un’esperienza unica volta all’avventura del mondo immobiliare di lusso. Dagli anni sessanta in avanti con qualche finestra sul primo Novecento. Si visitano dimore progettate da grandi protagonisti. Il fine dell’iniziativa è anche quello di avvicinare i giovani sensibilizzandoli alla grande bellezza, fuori dallo schermo di uno smartphone attraverso suggestivi percorsi in sella a una bicicletta. Proprio il velocipede è stato oggetto del logo di questa grande manifestazione. Un ampio programma che tra arte e movimento riconduce a un passato intriso di storia. Il pubblico attraverso numerosi percorsi organizzati in sinergia con associazioni di categoria e istituzioni pubbliche potrà avere accesso a centinaia di residenze pubbliche e private in cui in diverse occasioni saranno i singoli proprietari a dare testimonianza diretta della storia della propria storia di famiglia e della villa trasmettendo un’emozione unica che ha segnato la nostra storia tutta italiana.La partecipazione agli eventi è proposta a tutto il pubblico.
I soci di Italia Liberty usufruiscono di condizioni particolari.
Maggiori informazioni sul sito www.italialiberty.it


“Ciao Italia!” la mostra che ripercorre la storia degli immigrati italiani in Francia dal Risorgimento agli anni della Dolce Vita

In il

mostra ciao italia

Ciao Italia! Un secolo di immigrazione e di cultura italiana in Francia.
La mostra “Ciao Italia!” ripercorre la storia appassionante degli immigrati italiani in Francia dal Risorgimento agli anni della Dolce Vita attraverso sedici pannelli ispirati alla grande mostra del Musée National de l’histoire de l’immigration di Parigi. Intorno alla mostra, l’Alliance Française di Bari propone un programma votato alla multidisciplinarietà con proiezioni cinematografiche, concerti, visite guidate e dibattiti.

Il programma

Inaugurazione della mostra “Ciao Italia! Un secolo di immigrazione e di cultura italiana in Francia”

Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 18:30 presso il Museo Civico di Bari, l’Alliance Française di Bari inaugura la Mostra “Ciao Italia! Un secolo di immigrazione e di cultura italiana in Francia”.

Nel XIX e nel XX secolo, circa 26 milioni di Italiani e Italiane emigrano per motivi sia economici che politici. Una parte di essi si dirige in Francia che all’epoca mancava di manodopera. Gli Italiani diventano così gli stranieri più numerosi in Francia dall’inizio del Novecento fino agli anni ‘60. Oggi commemorata, la loro integrazione non avvenne comunque senza intoppi. Tra diffidenza e desiderio, violenze e passioni, rifiuto e integrazione, la mostra Ciao Italia! narra questa storia evidenziando l’apporto degli Italiani alla società e alla cultura francesi.

Ispirata alla grande mostra realizzata nel 2017 a Parigi, Ciao Italia! è ideata e realizzata, in questa versione itinerante, dal Palais de la Porte Dorée – Musée national de l’histoire de l’immigration de Paris e la sua circolazione in Italia è coordinata dall’Institut français Italia.

L’ Alliance Française di Bari organizza visite guidate su prenotazione per gli istituti scolastici.
A cura dei docenti Diane Guerrier e Michel Vergne.

Ingresso libero
Museo Civico di Bari

15 novembre – 11 dicembre
Lun-Mer-Gio 10:00-18:00
Ven-Sab 10:00-19:00
Dom 10:00-14:00

Concerto “Ces italiens qui ont fait la France!”

Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 20:30 presso l’Auditorium Diocesano Vallisa, l’Alliance Française di Bari rende omaggio ad artisti quali Yves Montand e Serge Reggiani. Nati in Italia ed emigrati ­in Francia nell’età dell’infanzia negli anni ’20, hanno fatto parte del vasto movimento migratorio transalpino iniziato alla fine del XIX secolo. ­«Monstres sacrés » della scena francese, nelle loro canzoni le loro origini italiane non svaniscono mai.

Con

Lisa Manosperti – Voce | Mike Zonno – Voce & Basso
Gianfranco Gabriele – Chitarra | Leonardo Di Gioia – Fisarmonica

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Auditorium Diocesano Vallisa

Cinema “Ritals. Domani me ne vado.”

Mercoledì 11 dicembre 2019 alle ore 19:00 presso il Museo Civico di Bari, l’Alliance Française di Bari propone una proiezione del documentario “Ritals. Domani me ne vado” seguito da un dibattito insieme alle autrici Sophie Chiarello e Anna-Lisa Chiarello. Interverranno inoltre, Francesco Saverio Nisio, professore associato dell’Università di Foggia e critico cinematografico e Nicola D. Coniglio, docente di politica economica, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Ritals è un racconto biografico, una sorta di saga familiare, che ripercorre la storia di Maria e Vincenzo e dei suoi fratelli che, a metà degli Anni ‘50, dal basso Salento emigrano a Parigi. Con uno sguardo volutamente e dichiaratamente intimista, al tempo stesso divertito e malinconico, le registe si inseriscono nella Storia con la ‘s’ maiuscola attraverso una porta privilegiata, quella del racconto di vita, della storia orale e delle immagini i super8, dove, però, l’interesse per il vissuto migratorio non ha lo scopo di confinare nel particolare, ma di aprire spazi di identificazione e di rimandi a vissuti collettivi.

Ingresso libero
Museo Civico di Bari


“Popoli in movimento”: al Museo Civico la mostra fotografica di Francesco Malavolta

In il

popoli in movimento francesco malavolta

“Popoli in movimento”: da domani al Museo Civico la mostra fotografica di Francesco Malavolta

Si svolgerà a partire da domani, giovedì 31 ottobre, e fino al 3 novembre, presso il Museo Civico in strada Sagges a Bari vecchia, “Popoli in movimento”, la mostra fotografica del giornalista Francesco Malavolta, curata dall’associazione Mama Africa, che gode del patrocinio dell’assessorato comunale al Welfare.

L’inaugurazione è fissata per domani alle ore 10, alla presenza dell’assessora Francesca Bottalico, di Maurizio Moscara, Marina Schirone ed Elvira Zaccagnino, con un saluto dell’autore in videoconferenza. Nell’occasione saranno presentate le attività dell’Università degli Studi Aldo Moro di Bari in tema di immigrazione.
 
Nelle giornate della mostra si terranno una serie di appuntamenti dedicati al fenomeno migratorio, tra i quali spicca la presentazione del libro “Passi di pietra” di Margriet Ruurs con immagini di Nizar Ali Badr (la Meridiana edizioni), ritenuto da Papa Francesco uno dei migliori 10 testi per ragazzi al mondo. La presentazione, in programma sabato 2 novembre  a partire dalle ore 18.30, vedrà  interventi affidati ai rappresentanti di diverse associazioni culturali straniere.
 
L’evento si pone l’obiettivo di mettere in luce la difficile situazione che vivono i migranti: donne, uomini, bambini costretti a fuggire, e spesso a morire, a causa di politiche volte a respingere invece che ad accogliere, e raccogliere preziose testimonianze sulla loro esperienza.
 
Orari della mostra:
 
· giovedì 31 ottobre: ore 10.00 – 18.00;
· venerdì 1 e sabato 2 novembre: ore 10.00 – 19.00;
· domenica 3 novembre: ore 10.00 – 14.00.


ANIMA MEA Festival 2019: tutti gli appuntamenti dell’ XIª edizione

In il

anima mea festival 2019

Un serbatoio di libertà
di Gioacchino De Padova

È un’edizione più ricca del solito, con 14 diverse produzioni, proposte in 24 concerti, una Mostra fotografica 
e le consuete Passeggiate d’Arte.
Con Anima Mea 2019 restiamo affezionati all’idea che negli anni abbiamo costruito: musiche antiche e musiche nuove, accostate sulla base di una loro affinità intima, emotiva.
La strada è quella che oggi viene chiamata HIP – Historical Informed Performance, cioè i modi di suonare che si avvalgono di conoscenze storiche, delle tecniche e degli strumenti antichi e delle partiture originali. È un tema cresciuto nel mondo della musica rinascimentale e barocca; oggi però coinvolge tutti i repertori, perché ogni musica sia realizzata riproducendo i più diversi mondi sonori.
Questa scelta costituisce la nostra ricerca di connessioni espressive tra vocabolari musicali diversi che con lingue apparentemente lontane tornano a dire le stesse cose di sempre, ciò che riemerge, come un fiume carsico, lungo la storia della musica occidentale: l’incontro fra poesia e suono, la rincorsa fra grammatiche strutturate ed estro improvvisativo, l’utopia del cantare con gli strumenti.
L’altro terreno della nostra ricerca è il luogo, l’edificio, la cornice architettonica dei nostri concerti, la pietra, la volta e lo spazio d’aria che costruiscono il suono insieme alle voci e agli strumenti. Su questo obbiettivo abbiamo incontrato la sintonia operativa con molti partners: il Museo Diocesano di Molfetta, la Parrocchia Cattedrale di Bari, il Museo Civico di Bari, il Museo Archeologico di Santa Scolastica, il Teatro Curci di Barletta.
Hanno poi preso forma alcune preziose collaborazioni artistiche: con Spirito (Lione) e l’Institute Grenoble (Napoli) per realizzare una prima esecuzione assoluta del nostro compositore in residenza, con Barion Festival, con il Conservatorio Cimarosa di Avellino, con la Fondazione Casa de Mateus (Lisbona), con la Fondazione Petruzzelli.
Ci vediamo ai concerti, immaginando insieme che si possa avverare la profezia visionaria di un grande scrittore del secolo scorso:

[…] quanto più meccanico diventa il modo di vivere, tanto più indispensabile deve diventare la musica. Verrà un giorno in cui […] conservarla come possente e intatto serbatoio di libertà dovrà essere il compito più importante della vita intellettuale futura. La musica è la vera storia vivente dell’umanità, di cui altrimenti possediamo solo parti morte. Non c’è bisogno di attingervi, poiché esiste già da sempre in noi, e basta semplicemente ascoltare, perché altrimenti si studia invano.

Elias Canetti, La provincia dell’uomo. Quaderni di appunti 1942-1972

PROGRAMMA:

Concerti
Tutti gli appuntamenti dell’XI edizione

De L’infinito
Venerdi, 4 ottobre, 20:30, Bari, Chiesa di San Giacomo

Sabato, 5 ottobre, 20:30, Napoli, Institute Grenoble

Lunedi, 7 ottobre, 20:00, Lione, Chapelle de St Bruno

Folies
Martedì, 15 ottobre, 20:30, Bari, Museo Archeologico di Santa Scolastica

Mercoledi, 16 ottobre, 19:30, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

Sacro Lusitano
Venerdi, 18 ottobre, 19:30, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

Jácaras
Domenica, 20 ottobre, 20:30, Bari, Chiesa di San Giacomo

Martedi, 22 ottobre, 19:30, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

Burrasche e Bizzarrie
Giovedi, 24 ottobre, 20:30, Barletta, Chiesa della SS Trinità

Venerdi, 25 ottobre, 19:00, Bitetto, Chiesa di San Domenico

A due Tastiere
Sabato, 26 ottobre, 20:30, Molfetta, Chiesa di Sant’Andrea

Domenica, 27 ottobre, 19:27, Bari, Chiesa di San Gaetano

Memories
Lunedi, 28 ottobre, 20:30, Barletta, Teatro Curci

Martedi, 29 ottobre, 20:30, Bari, Teatro Petruzzelli

Plaudite
Domenica, 3 novembre, 20:19, Bari, Chiesa di San Giacomo

Lunedi, 4 novembre, 19:30, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

La Capona
Martedi, 5 novembre, 20:30, Mola di Bari, Teatro van Westerhout

Mercoledi, 6 novembre, 20:30, Barletta, Teatro Curci

Il Gioco della Cieca
Venerdi, 8 novembre, 20:11, Bari, Museo Archeologico di Santa Scolastica

Sabato, 9 novembre, 20:30, Molfetta, Museo Diocesano

La Copla perdida
Venerdi, 15 novembre, 20:30, Bari, Museo Archeologico di Santa Scolastica

Sabato, 16 novembre, 19:30, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

Cantabo Domino
Sabato, 7 dicembre, 20:30, Barletta, Chiesa di San Pasquale

Domenica, 8 dicembre, 20:00, Bitetto, Santuario del Beato Giacomo

Concerti per le scuole
Orfeo ragazzi

I 2 Orfei
Lunedi, 11 novembre, 10:00, Bitetto, Chiesa di Santa Maria La Veterana

Seconda Prattica
Lunedi, 18 novembre, 10:00, Barletta, Teatro Curci

Lunedi, 25 novembre, 10:00, Palo del Colle, Chiesa del Purgatorio

Passeggiate d’arte
nei giorni di concerto, un’ora prima dell’inizio

A cura di:
Pugliarte (Bari)
Consorzio Idria (Bari)
Archeobarletta (Barletta)
Lilli Di Vincenzo (Teatro Curci)
Cooperativa FeART (Molfetta)
Libera Università Domenico Guaccero (Palo del Colle)
Associazione Archeolaba – Presidio del Libro (Bitetto)

Mostra fotografica

Due finestre sul mondo
da venerdì 4 a domenica 13 ottobre, Bari, Museo Civico


“Scatti di poesia” approda al Museo Civico di Bari

In il

scatti di poesia 2019

La sesta edizione del progetto “Scatti di poesia” approda al Museo Civico di Bari, con la sua consueta formula, favorevolmente sperimentata e cospicuamente gratificata da ampi consensi.
Si tratta della mostra fotoletteraria, curata da Lino Angiuli e da Giuseppe Pavone e realizzata dall’Agenzia di comunicazione Quorum Italia di Bari in partnership con l’Associazione socioculturale “La Goccia” di Putignano.
Dopo anni in cui, a partire dalla Puglia, si sono sospinte le vele verso le sponde mediterranee, questa sesta edizione propone sguardi rivolti al paesaggio italiano, dal Veneto alla Sicilia, passando per diverse regioni: angoli, visioni, aspetti particolari, resi emblematici da artisti della parola e della fotografia, abbinati e “incrociati” al fine di stimolare attenzioni paesaggistiche e di attivare sguardi creativi.
Prorogata fino al 3 ottobre