BLUB – L’arte sa nuotare in mostra al Museo Civico di Bari

In il

blub l'arte sa nuotare bari museo civico

Museo Civico di Bari, dopo il grande successo dell’estate 2021 de Lediesis, continua nel segno della street art. Anche quest’anno le sale del museo saranno animate da un importante artista del panorama culturale italiano, ormai famoso anche oltre i confini nazionali. La sua arte gentile colora le strade delle città, cercando angoli dimenticati per ritrarre icone di tutti i tempi, riproposte con la maschera da sub: dalla Venere di Botticelli alla Gioconda, da Giuseppe Verdi a Dante Alighieri, da Van Gogh a Dalì, sono tanti i personaggi che, tra realtà e finzione, sono stati rappresentati dallo street artist Blub.

Deciso a non rivelare al pubblico la propria identità, Blub ha fatto incursione nei centri storici di tante città e borghi italiani, arrivando ad esporre nelle istituzioni più prestigiose, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli fino al Louvre. E finalmente approda anche a Bari!

L’esposizione BLUB L’arte sa nuotare, in programma al Museo Civico di Bari, dal 30 giugno al prossimo 28 agosto (opening istituzionale e su invito), nasce dalla proficua collaborazione tra le curatrici, Carla Bru e Maria Paternostro, e lo staff del museo ed è patrocinata dal Comune di Bari. La mostra è stata progettata e pensata per Bari e la sua storia. Città di mare, porto importante nel cuore del Mediterraneo, Bari è stata luogo di passaggio di mercanti pellegrini, invasori e grandi dominazioni. Da queste suggestioni nascono nuovi soggetti per la mostra, che arricchiscono il suo repertorio di opere, come la duchessa di Milano Isabella d’Aragona ritratta spesso dai grandi pittori della storia dell’arte italiana. Isabella fu molto amata dai baresi, favorì grandi opere pubbliche e l’apertura di accademie dando avvio al Rinascimento barese.

Blub presenterà dipinti originali e stampe fine art realizzate appositamente per questa esposizione in un suggestivo allestimento coerente con i temi classici della sua arte che permette al visitatore di tuffarsi, letteralmente, in una dimensione evocativa in equilibrio tra passato e presente. Anche il magnifico spazio della terrazza panoramica del Museo sarà allestito da pannelli raffiguranti altre opere di Blub che tutt’oggi arricchiscono le strade delle città italiane e non solo.
E anche a Bari, Blub lascerà la sua firma, la mostra uscirà dal museo per arrivare in strada! Cittadini e turisti potranno divertirsi, anche questa estate, andando alla ricerca delle sue opere o farsi piacevolmente sorprendere dai suoi personaggi più celebri immersi in un mare di bollicine.

Per l’occasione sarà presentato il 6°catalogo dei “Documenti del Museo” edito da Mario Adda Editore. La mostra inaugurerà giovedì 30 giugno per la stampa e per le istituzioni e sarà aperta al pubblico dal 1° luglio al 28 agosto, secondo gli orari del museo, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alla 13.30 e dalle 17.00 alle 20.00; sabato dalle 9.30 alla 13.30; domenica dalle 17.00 alle 20.00. Il biglietto d’ingresso al museo (intero 5.00€, ridotto 3.00€) comprende la visita alla mostra. La prenotazione è necessaria solo per i gruppi superiori a 10 visitatori. Info: 0805772362, info@museocivicobari.it, www.museocivicobari.it.


OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

In il

OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

OBEY Peace Revolution
Teatro Margherita – Bari
dal 25 Giugno al 28 Agosto 2022

OBEY incarna la perfetta connessione tra la retromania (Reynolds, S.) di un passato generativo e la fluidità (Bauman, Z.) di un presente digitale dalla biologia cartacea. Lo sguardo di Shepard Fairey processa i temi umanitari con un meccanismo editoriale che connette informazione e comunicazione, serigrafia multipla e preziosità estetica, ambiti locali e spazio globale. Tutto ciò significa amplificare lo sguardo collettivo sulle riflessioni morali, ridefinendo il confine tra arte pubblica e universo privato, lungo azioni conoscitive che diventano atti di coscienza sulla più ambiziosa delle rivoluzioni: la PACE.

PEACE REVOLUTION è il titolo che accompagna la mostra per il Teatro Margherita. Oltre settanta opere, selezionate tra i principali temi che hanno segnato la carriera di OBEY. Carte dallo stile unico e inimitabile, basato sulle grafiche sovietiche e futuriste di inizio ‘900. Sono immagini di enorme impatto sociale, puro equilibrio tra testo e immagine, superficie e contenuto. Stampe cartacee che scendono sul palcoscenico mediatico del nuovo millennio, diventando le copertine ideali di uno sguardo estetico sul mondo.

OBEY è il prototipo fluido del nuovo artista politico, cosciente che i temi scottanti si affrontano con simboli e narrazione visiva (Ferretti, F.), con l’impatto rapido di un messaggio in cui riconoscersi senza confondersi. Shepard Fairey crea simboli virali e replicabili, icone che alzano la soglia d’attenzione, offrendo messaggi politici in maniera metaforica e condivisa. Gli artisti non devono essere speculari al reale, mai troppo fotografici rispetto al mondo; OBEY, che lo sa bene, alimenta la consapevolezza di massa con una lezione di estetica laterale, tanto semplice quanto liquida, aperta nei sottotesti, un esperanto pacifista che comunica sui molti piani della società reale.

La mostra, a cura di Gianluca Marziani e Stefano Antonelli, è promossa dalla Città di Bari, prodotta e organizzata da MetaMorfosi Eventi con il supporto territoriale di Cime, con il sostegno di Regione Puglia, Teatro Publico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura e Pugliapromozione, nell’ambito del POC PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche, e la partecipazione della Fondazione Enzo Hruby.

Orari:
ᴅᴏᴍ – ɢɪᴏᴠ: dalle 17:00 alle 22:00
ᴠᴇɴ ᴇ sᴀʙ: dalle 17:00 alle 23:00
ʟᴀ ʙɪɢʟɪᴇᴛᴛᴇʀɪᴀ ᴄʜɪᴜᴅᴇ ᴍᴇᴢᴢ’ᴏʀᴀ ᴘʀɪᴍᴀ ᴅᴇʟʟᴀ ᴄʜɪᴜsᴜʀᴀ

Biglietti:
ɪɴᴛᴇʀᴏ: 5 euro
ʀɪᴅᴏᴛᴛᴏ: 3 euro (Over 65, giovani dai 6 ai 25 anni, universitari)
ɢʀᴀᴛᴜɪᴛᴏ ᴘᴇʀ:
– bambini fino ai 6 anni non compiuti;
– insegnanti: solo in qualità di accompagnatori di gruppi scolastici;
– portatori di handicap e un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
– guide turistiche: solo nell’esercizio della propria attività professionale, mediante l’esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità.piani della società reale.


INSIDE WARHOL il castello di Monopoli ospita le più celebri opere d’arte originali di Andy Warhol

In il

inside warhol monopoli

Promossa dal Comune di Monopoli, con i suoi assessorati alla Cultura e al Turismo, e incentrata sul tema dell’identità, inaugura mercoledì 22 giugno alle ore 19 al Castello Carlo V di Monopoli la mostra “Inside Warhol”, a cura di Maurizio Vanni e con il coordinamento del critico Lorenzo Madaro, selezione di opere d’arte originali di uno dei padri nobili dell’arte moderna, affiancate da video che offriranno al visitatore una visione esaustiva della vita e del lavoro di Andy Warhol (Pittsburgh, 6 agosto 1928 – New York, 22 febbraio 1987).

Prodotta e organizzata da MetaMorfosi Eventi in collaborazione con MostreLab e Wall Drawings, l’esposizione che sarà visitabile fino al 31 agosto 2022 è patrocinata dal Comune di Monopoli.

Interverranno il Sindaco di Monopoli, Angelo Annese, l’Assessore alla Cultura, Rosanna Perricci, l’Assessore al Turismo, Cristian Iaia, il Dirigente dell’Area Organizzativa I – Affari Generali-Sviluppo Locale, dott. Pietro D’Amico, il Presidente di MetaMorfosi, Pietro Folena e il curatore della mostra e storico e critico d’arte, Maurizio Vanni. L’evento sarà moderato dal curatore e critico d’arte Lorenzo Madaro.

Castello Carlo V
Monopoli
Dal 22 giugno al 31 agosto 2022
info: 0804140208
Aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 24:00 
Ufficio Stampa MetaMorfosi Eventi
Maria Grazia Filippi
mariagraziafilippi@associazionemetamorfosi.com


“Il trionfo della luce” mostra-evento nel Museo di Santa Scolastica

In il

Il trionfo della luce mostra-evento nel Museo di Santa Scolastica

Preziosi reperti archeologici dialogano con opere contemporanee attraverso un denominatore comune: la vittoria del sole sull’oscurità e l’unione degli opposti.

E’ questo il messaggio de “Il trionfo della luce. Simboli, rinascite e il dialogo degli opposti”, la mostra-evento promossa dalla Città metropolitana di Bari in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari presentata dal sindaco metropolitano, Antonio Decaro e dalla consigliera delegata alla Cultura – Ico – Biblioteca – Musei, Francesca Pietroforte.

La mostra, a cura di Roberta Giuliani e Maurizio Vanni, si inaugura domani, martedì 21 giugno nel Museo Archeologico di Santa Scolastica alle 11.13, in concomitanza con l’inizio del solstizio d’estate con un programma di 18 ore di eventi che si protrarrà fino all’alba tra lectiones magistrales, racconti scenici, pratiche di meditazione, workshop, performance e concerti per celebrare il misticismo del momento.

Ne “Il Trionfo della luce” mondo ancestrale e gesto contemporaneo si incontrano per riflettere sui simboli che nei secoli hanno raccontato la ciclicità della natura. In mostra un nucleo di reperti appartenenti al patrimonio del Museo, di cui molti mai esposti nella nuova sede, accanto a opere site specific realizzate dagli artisti Christian Balzano, Maicol Borghetti e Luigi Petracchi.

“Con Helios nel viaggio più lungo”: si intitola così la parte dell’esposizione dedicata all’archeologia, primo risultato della convenzione appena siglata fra la Città metropolitana di Bari e il Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica dell’Università di Bari, diretto da Paolo Ponzio, finalizzata ad intensificare la collaborazione fra il Museo e l’Ateneo barese su progetti di studio, approfondimenti scientifici, esposizioni e attività divulgative e che vede impegnati gli studiosi Gianluca Mastrocinque e Raffaella Cassano. Protagonista di questa sezione è proprio il dio del Sole, che quasi fuoriesce da un grande vaso policromo del IV secolo a.C. Nell’iconografia antica il suo carro spesso recava la Vittoria, anch’essa segno di libertà dall’oscurità della morte con le sue grandi ali, come nella ricca narrazione per immagini del Cratere Armenise, vaso di spicco dell’allestimento permanente, che viene riproposto nel nuovo nucleo tematico. Rappresentazioni del Sole si trovano anche su monete e gemme recuperate per l’occasione dai depositi, in anteprima rispetto alla prevista apertura al pubblico delle sezioni dedicate nel Museo, e ancor prima nel segno ancestrale della svastica, tratto distintivo del culto solare di matrice orientale, presente già dal VI secolo a.C. nella Puglia centrale, la Peucezia, sulla decorazione geometrica dei vasi di produzione locale e sulle oreficerie importate dalla Grecia.

In parallelo la sezione dedicata al contemporaneo “Il sole, la luna e il mistero degli opposti”, con istallazioni realizzate per l’occasione che arricchiscono la mostra con contaminazioni legate a scultura, pittura, video arte e musica. Gli artisti Christian Balzano, Maicol Borghetti e Luigi Petracchi hanno lavorato sul tema del sole e della luna e sul mistero degli opposti. Inoltre, in un’ottica che vede il museo come luogo capace di proporre percorsi percettivi originali e personalizzati per i visitatori, è in programma un fitto cartellone di eventi che accompagnerà la mostra per tutta l’estate, con conferenze, performance e cinema in terrazza a cura del critico Oscar Iarussi il 20 e il 27 luglio.

In occasione dell’inaugurazione di domani, 21 giugno, sono previsti eventi e iniziative a cui interverranno curatori, artisti, ospiti e partner dell’iniziativa. Dopo l’apertura della mostra al mattino, le attività riprenderanno alle 17.10 con un intervento del sacrista Michele Cassano sulla magia del solstizio d’estate nella Cattedrale di Bari, in un connubio tra fede e astrofisica, accompagnato da una ripresa video in presa diretta. Alle 19.00 il professore ordinario di Storia della Filosofia dell’Università di Pisa Alfonso Maurizio Iacono terrà una lectio sul linguaggio del mito, mentre alle 21.45 andrà in scena “Vedere l’invisibile. Arte, Esoterismo e Alchimia”, racconto scenico di e con Maurizio Vanni, con la partecipazione di attori e musicisti. E ancora: alle 23.45 un momento dedicato al Kundalini Yoga, a cura dell’insegnante Kundalini yoga e operatrice shiatsu RaviRaj Kaur, a cui seguirà all’una la visita guidata alla mostra, legata al concetto di museo inteso come piattaforma del benessere esperienziale. Alle 2.00 il workshop “Dal segno al simbolo. Trasmutazioni della materia”, dialogo con gli artisti Christian Balzano, Maicol Borghetti e Luigi Petracchi, alle 3.00 spazio alle suggestioni sonore con una performance di musica elettronica di Alessandro Miracapillo e conclusione alle 5.20 salutando il sole con una presentazione e performance teatrale che vedrà protagonisti Maurizio Vanni e Pasquale D’Attoma.

Un evento speciale è stato ideato anche per “La magica notte di San Giovanni” il 23 giugno: alle 20.30 è prevista la conferenza “L’indissolubile legame fra luce e vita. Un viaggio nel mondo animale dal mito alla scienza”, a cura di Antonio Camarda, professore ordinario di Patologia aviare dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e a seguire dj set con Marco Caricola.


BARI BIKE WEEK

In il

BARI BIKE WEEKEND

BARI BIKE WEEK 1^ EDIZIONE 2022

Presso sede Pro Loco Torre a Mare (Bari) – Via dei trulli 14

In occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta e della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Fridays for Future Bari e ASD Bari Motivation Bike invitano tutti i cittadini, le associazioni, gli enti, gli attori del pubblico e del privato sparsi sul territorio, a partecipare all’evento il cui obiettivo principale è stimolare la condivisione di azioni a favore della mobilità sostenibile

Durante tutto il weekend sarà possibile visitare gratuitamente presso la sede della Pro Loco di Torre a Mare:
– la mostra fotografica interlazionale tematica “24 Scatti Bike: L’uomo e la Bicicletta” progetto, ideato dall’associazione culturale Aeneis 2000 con il patrocinio della Regione Puglia

– la mostra di biciclette d’epoca a cura di Ladri di Bicicletta curata da Michele Paparella

PROGRAMMA:

VEN 3 GIUGNO

Giornata Mondiale della Bicicletta

ore 10,00 – Visita della mostra in anteprima per le scuole, privati ed enti che ne faranno richiesta

ore 17,00 – INAUGURAZIONE della mostra al pubblico (interverranno Ing. Giuseppe Galasso, Assessore ai lavori Pubblici e Ing. Lorenzo Leonetti, Pres. Municipio 1

ore 19,30 – Swing on the road, flashmob in bike – Ass. Up Pluvia per la mobilità sostenibile

ore 21,00 – Proiezione film «Ladri di Biciclette» con introduzione a cura di Michele Paparella (posti limitati)

SAB 4 GIUGNO

Giornata di check up e revisioni bici

ore 10,00 – Apertura della mostra al pubblico

ore 10,30 – Giornata dell’Arte di Potenza con Marco Modugno (portavoce nazionale di FFF Italia)

ore 16,00 – Proiezione Webinar Fridays for Future Italia e proiezioni interviste pedalando (a cura di FFF Bari)

ore 18,00 – Proiezione del Festival dell’Italia Gentile di Firenze

ore 21,00 – Chiusura mostra

DOM 5 GIUGNO

Giornata Mondiale dell’Ambiente

ore 8,30 – “CamminatAmare” a cura della Pro Loco Torre a Mare in occasione del Palio del Mare

ore 10,00 – Apertura della mostra al pubblico

ore 10,30 – Mattina dell’Ambiente a cura di Fridays for Future Bari

ore 16,00 – Spettacolo bolle di sapone presso Associazione I sentieri – Torre a Mare

ore 17,00 – Conclusione con concerto “Bad Generation” presso Associazione I sentieri – Torre a Mare

ore 21,00 – Chiusura mostra

La mostra sarà aperta anche il 6 Giugno per visite riservate a scuole, privati ed enti che ne faranno richiesta

Parcheggio bici non custodito

registrazione Pin Bike in loco

dalle ore 16,30 gelato gratuito a tutti i bambini da Gasperini

Info: + 39 3495086808 (Fulvio)


A Bari, la mostra di uniformi storiche dell’Arma dei Carabinieri

In il

mostra uniformi storiche carabinieri

Nella splendida cornice del salone del colonnato del palazzo della città metropolitana di Bari, il Comando Legione Carabinieri “Puglia”, a preludio della cerimonia per il 208° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, prevista in largo Colonnello Luigi Giannella alle ore 19.00 del 6 giugno p.v., allestirà, dal 31 maggio all’8 giugno p.v., una mostra di uniformi storiche, tratte dalla preziosa collezione privata del medico barese Paolo Caradonna Moscatelli e di suo figlio Emanuele.

Un emozionante viaggio nella storia, tra uniformi e cimeli, che spazierà dalle divise in uso nella seconda metà dell’Ottocento, nel periodo Umbertino, sino ai giorni nostri, da quelle ordinarie di servizio alle Grandi Uniformi da cerimonia.

Saranno esposte anche uniformi utilizzate nel periodo coloniale, nel I° e nel II° conflitto mondiale, durante l’amministrazione fiduciaria italiana della Somalia (1950-1960), fino ad arrivare alle più moderne e operative adottate nelle missioni di Peace Keeping Operation.

L’inaugurazione della mostra è prevista martedì 31 maggio, alle ore 9:30

Ingresso libero

Infotel. 0805452010


NERI PER CASO in concerto gratuito a Capurso

In il

neri per caso

I Neri per Caso salgono sul palco della villa comunale di Capurso giovedì 19 maggio alle ore 21.30, ingresso libero. L’evento è organizzato da Aqp in collaborazione con il Comune di Capurso in occasione del 120esimo anniversario della legge istitutiva dell’Acquedotto pugliese. In questi giorni, infatti, la nuova biblioteca comunale “Giuseppe D’Addosio” di Capurso ospita la mostra “La Fontana racconta”.

“Ospitare la mostra e le celebrazioni del nostro Acquedotto Pugliese è un grande onore per Capurso – spiega il sindaco Michele Laricchia – abbiamo fortemente voluto questo concerto per vivere nella gioia della musica un momento di comunità così importante per la nostra città”.

Il gruppo a cappella più noto del panorama italiano, divenuto celebre vincendo la sezione nuove proposte del Festival di Sanremo nel 1995, con il brano “Le ragazze”, si esibirà a Capurso in uno spettacolo coinvolgente ed emozionante. In scaletta tutto il repertorio, oltre ai pezzi che hanno portato il gruppo al successo, anche importanti brani della musica nazionale ed internazionale senza tralasciare i brani dei Beatles, ai quali hanno reso omaggio nel loro ultimo disco “We love the Beatles”. I momenti d’interazione con il pubblico fanno da cornice alle esecuzioni dei brani: un viaggio che partendo dall’Inghilterra fa tappe in tutto il mondo riproponendo successi di grandi artisti come Sting, Michael Jackson, George Gershwin, per ritornare in Italia, a Napoli, al blues di Pino Daniele.


LUMEN, SPRING FEST quattro artisti pugliesi colorano il centro storico di Conversano

In il

lumen spring fest conversano

Lumen, Spring Fest. Quattro artisti pugliesi colorano il centro storico di Conversano.

Dal 24 aprile al 5 Giugno, Conversano (Bari) si colora con Lumen, Spring Fest.

Installazioni d’arte e creature fantastiche di quattro artisti pugliesi trasformeranno il centro storico della città. uno spettacolo che offrirà una visione inedita di archi, vie e giardini con un itinerario dedicato alla scoperta e alla rivalutazione di un mondo che appartiene a tutte le creature.

Lo farà con le luminarie interattive e comunicative di Lumen light design lungo gli archi del centro storico. gli animali in materiale metallico illuminato realizzati da Chiodofisso renderanno unico lo scenario della Villa Garibaldi. infine, le vie del cuore antico della città saranno invase dalle installazioni aeree di Mario Quartieri e Pino Incredix.

Lumen, Spring Fest. vuole farci guardare il mondo con gli occhi e lo stupore di un bambino affrontando tematiche di grande attualità come il futuro, i sogni di ognuno di noi, la sostenibilità, il rapporto tra uomo e natura e la relazione che ciascuno di noi ha con la diversità e l’integrazione.

Organizzato da Fatti di China con il supporto di iMake, l’evento è patrocinato e sostenuto dal Comune di Conversano e fortemente voluto dall’assessore alla cultura Katia Sportelli.

Centro storico di Conversano
Ingresso libero

Info. 3460876509


BONSAI E DINTORNI Exhibition in mostra alla Fiera del Levante

In il

BONSAI E DINTORNI Exhibition Bari

FESTIVAL DELLA CULTURA GIAPPONESE ALL’EXPO LEVANTE

BONSAI E DINTORNI Exhibition
23-24-25 APRILE 2022
Padiglione 20
Fiera del Levante – Bari

“In Giappone la bellezza è iniziatica, la si merita, è il premio di una lunga e talvolta penosa ricerca, è finale intuizione, possesso geloso. Il bello che è bello subito ha già in sé una vena di volgarità,” diceva l’immenso Fosco Maraini, etnologo e profondo conoscitore di questo luogo magico e lontano, che ritorna a Bari, nell’esclusiva location della Fiera del Levante, nell’ambito diExpolevante.

Il 23, 24 e 25 aprile, l’ottava edizione della mostra-concorso BONSAI E DINTORNI Exhibition, organizzata dall’Associazione BONSAI E DINTORNI di Bari, farà da splendida cornice a Giappone Svelato, rassegna di eventi dedicati al Sol Levante in Puglia e tutta Italia.

“Nata nel 2012 come vincitrice del bando della Regione Puglia ‘Principi Attivi 2010 – Giovani idee per una Puglia migliore’, l’Associazione BONSAI E DINTORNI, con i suoi corsi di coltivazione di bonsai, si propone di incentivare la diffusione della cultura del verde e dell’arte bonsaistica in Puglia,” dichiara Maurizio Bottalico, Presidente dell’Associazione Bonsai e dintorni.

Con il ricco ciclo di incontri di Italia chiama Giappone, curato dalla scrittrice Carmen Rucci, già critica televisiva per la TV nazionale giapponese “NHK”, anche quest’anno la mostra-concorsodi esemplari bonsai si impreziosisce di numerose e interessanti iniziative culturali, con il coinvolgimento di maestri di varie arti che hanno reso celebre il Giappone in tutto il mondo, come il kyudo (tiro con l’arco), il Sekiguchi Ryu Battojutsu e l’Edo Machi-kata Taiho Jutsu, (spada giapponese e tecniche di arresto), ma anche il più moderno manga, ossia il fumetto giapponese.

“Tantissime le cerimonie, come quella del lancio della freccia benaugurale, gli eventi spettacolari, fra i quali l’esibizione di taiko (tamburo giapponese), lezioni di manga, lingua e origami, oltre ai convegni dedicati ai suiseki (pietre di meditazione) o al relax con lo shiatsu. Ma lanovità assoluta di quest’anno è la collaborazione esclusiva di Hagakure che ci farà immergere nella magia del Giappone con meravigliosi kimono, lanterne, bambole kokeshi, Daruma e molti altri oggetti dell’artigianato tradizionale giapponese. La presenza di Hagakure garantirà tante lezioni a sorpresa sul folclore nipponico, corsi, oltre alla possibilità di acquistare manufatti preziosi. Non potevano mancare manga e libri su ogni aspetto della cultura nipponica,” spiega la coorganizzatrice Carmen Rucci.

In esclusiva per il pubblico di Giappone Svelato, sarà possibile una maggiore interattività con i maestri, grazie a dimostrazioni pratiche, esibizioni, possibilità di porre domande dirette ai tanti esperti che si avvicenderanno nei variopinti stand della ricchissima tre giorni barese.

Nell’ambito dell’esposizione di bonsai di elevatissimo pregio artistico e di suggestivi suiseki, si terranno anche dimostrazioni di tecnica bonsai e seminari teorici tenuti da bonsaisti esperti e da ricercatori dell’Ateneo barese e di Legambiente Puglia.

L’evento è patrocinato dall’Ambasciata del Giappone in Italia, dall’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, da Legambiente Puglia, dal Collegio Nazionale degli Istruttori del Bonsai e del Suiseki – IBS.

Hanno contribuito all’organizzazione dell’evento, tra gli altri, Hagakure, LaFeltrinelli, Asia Flor, MB – Filo per bonsai, Tsunami Bonsai, MEIS Elettromeccanica S.r.l., Autocarrozzeria Capurso & Soriano, Puglia termica, Euro car, Di Chio garden, Dav elettrica di Damoia Vito, Tecnic, MC my Car,Nuova Edilizia 82, Ceramiche Marraku, Quacquarelli Assicuratori e SMOUN Tattoo.


“Vestirsi D’Epoca”: mostra di armi, abiti e accessori dal XIII al XVII secolo all’interno del castello di Conversano

In il

vestirsi d epoca

L’associazione culturale SensAzioni del Sud di Conversano organizza la mostra “Vestirsi D’Epoca”, un vero e proprio percorso evolutivo tra XIII secolo e XVII secolo attraverso le riproduzioni di abiti, armi e accessori. Saranno allestiti dei manichini per ogni epoca storica e alcuni banchi con oggetti di vita quotidiana; gli abiti, gli oggetti, le armi sono ricostruzioni fedeli, frutto di accurate ricerche filologiche.

La mostra sara’ allestita all’interno della Torre Normanna del castello di Conversano dal 23 aprile al 29 maggio 2022 nei seguenti giorni e orari:

APRILE 2022
SABATO 23/04 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00
DOMENICA 24/04 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
LUNEDI 25/04 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
SABATO 30/04 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00

MAGGIO 2022
DOMENICA 01/05 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
SABATO 07/05 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00
DOMENICA 08/05 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
SABATO 14/05 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00
DOMENICA 15/05 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
SABATO 21/05 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00
DOMENICA 22/05 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00
SABATO 28/05 : dalle ore 17,00 alle ore 20,00
DOMENICA 29/05 : dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00

Il ticket d’ingresso include, oltre alla visita alla mostra “Vestirsi D’Epoca”, l’ingresso e la visita alla Torre Maestra del Castello fino all’ultimo piano dove si potrà sostare qualche minuto per ammirare il panorama e scattare una foto ricordo.

IL TICKET DI INGRESSO HA UN COSTO DI € 2 A PERSONA per la visita della mostra + 2€ per l’ingresso alla torre (gratuito per bambini sotto i 10 anni)

INFO E PRENOTAZIONI : WHATSAPP – 3395094105