VASCO ROSSI: A Bari la mostra fotografica ufficiale alla carriera dell’artista – dal 26 dicembre 2016 al 22 gennaio 2017 – Cittadella della Cultura

In il

LA MOSTRA UFFICIALE
Foto e immagini storiche e inedite, video, concerti, interviste, rarità e memorabilia sono esposti in un percorso cronologico che racconta tutte le tappe della straordinaria carriera di Vasco, dagli esordi nel 1977 fino ai recenti concerti allo Stadio Olimpico di Roma del LIVE KOM 016.

Oltre 500 scatti d’autore, centinaia di oggetti storici e da collezione, più di 10 ore di video di concerti e filmati inediti e rari, sono esposti in un’area di oltre 1.000 mq., nella prestigiosa location della Cittadella della Cultura, situata nel centro di Bari.

Il percorso della mostra è un continuo dialogo tra “esposizione tradizionale” e “tecnologica”, tra “reale” e “virtuale”, per (ri)vivere, ad esempio, l’emozione dei concerti di Vasco (maxi schermi e proiezioni in 3D), interagire con i backstage delle copertine, ascoltare Vasco DJ a Punto Radio negli anni settanta, leggere i manoscritti originali e autografi della stesura di alcune canzoni storiche (“Gli spari sopra” e “Senza parole” tra le altre).

Infine, aree social, come “scrivilo sui muri”, la gigantografia in cui lasciare le proprie dediche e condividere selfie e l’app della mostra con Informazione Aumentata (alcuni visibili, altri da scoprire) per approfondirne i contenuti e rendere l’esperienza della visita ancora più coinvolgente.

BARI – CITTADELLA DELLA CULTURA
Via Pietro Oreste, 45 (vicino alla Biblioteca Nazionale)

dal 26 Dicembre 2016 al 22 Gennaio 2017

BIGLIETTI
Biglietto intero: 10 euro
Biglietto ridotto da 13 a 18 anni: 8 euro
Biglietto ridotto Fan Club: 6 euro
Minori fino a 12 anni compiuti: gratuito
Portatore di handicap e accompagnatore: gratuito
Per gruppi e informazioni scrivere a info@vascolamostra.it

>>Acquista Biglietti a data LIBERA

>>Acquista Biglietti a data FISSA

ORARI
Tutti i giorni dalle 11:00 alle 20:00
1 gennaio 2017 dalle 14:00 alle 20:00
11, 12, 13, 18, 19 e 20 gennaio 2017 dalle 14:00 alle 19:00
Giorni di chiusura 31 dicembre 2016 – 9, 10, 16 e 17 gennaio 2017
Ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura.

Mostra fotografica “Cartoline” di Tiziana Fato – dal 21 dicembre al 15 gennaio al teatro Anche Cinema

In il

INAUGURAZIONE Mostra fotografica “Cartoline” di Tiziana Fato.
Mercoledì 21 dicembre 2016 ore 20.00
AncheCinema Royal BARI

Ventiquattro stampe selezionate da un’opera composta da 110 fotografie che l’artista barese ha dedicato al grande amore per il cinema e alla città nella quale è nata ed è tornata a vivere dopo numerose esperienze.

“Cartoline” è un’opera di minuziosa fotocomposizione: nei luoghi più famosi e popolari di Bari “rivivono” scene e personaggi di celeberrimi film.

La mostra resterà aperta fino al 15 gennaio, dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 19.00 nelle sere in cui AncheCinema Royal ospiterà eventi.

Biografia TIZIANA FATO

“Il mio nome è Tiziana Fato. Sono nata a Bari nel 1962 e, benché le mie attitudini
fossero prepotentemente emerse già durante l’infanzia, ho studiato qui discipline
lontanissime da me, seguendo le indicazioni di mio padre che mi voleva medico.
Nei primi anni ’80 mi trasferii a Roma, dove sono rimasta fino al giugno del 2012.
Ho lavorato sempre, occupandomi di cose anche bizzarre, purché proficue e lecite.
Sono stata giardiniera in Vaticano, agente di un’agenzia investigativa, insegnante di arti applicate al riciclaggio in una scuola
elementare di Ostia e altre mille cose, più o meno umili.
Non ho mai smesso di disegnare, dipingere, scrivere poesie, scolpire, fotografare e, per sopperire all’inconveniente
di abitare case sempre minuscole, ho voluto imparare ad usare il computer.
Uno dei 100 galleristi di Via Margutta mi aiutò a realizzare una prestigiosissima mostra delle mie tele ad olio
in via Sistina, presso la “galleria della tartaruga”, nel 1991, curata e recensita dal critico Elio Mercuri.
Ho realizzato centinaia di lavori di grafica manuale per diversi circoli sportivi romani, illustrato Menù,
copertine di varie pubblicazioni e fumetti per la Totem Editrice.
Nel giugno del 2012 sono tornata a Bari.
Nel 2014 ho esposto nel Colonnato della Provincia alcune mie sculture in pietra leccese, in occasione del Festival
per il quartiere Madonnella, a cura dell’Associazione Culturale Passeggeri.
Nel mese di giugno dello stesso anno ho realizzato una mostra dei miei “Camouflage” presso il MAD Bistrot Club Boutique.
Sono lavori di fotocomposizione su quadri d’epoca e fotografie di personaggi famosi.
Sulla scia di quell’entusiasmo, ho realizzato un progetto con le mie foto di Bari inserendovi
scene di film celeberrimi, come se questa città fosse l’unica scenografia possibile.
Il progetto “Cartoline” nasce dal desiderio di coniugare l’amore per la fotografia con il grande amore per il cinema,
offrendo un omaggio affettuoso alla città nella quale sono nata e tornata”.


“World Press Photo” Bari

In il

Anche quest’anno Bari ospiterà la mostra fotogiornalistica più importante al mondo dal 30 settembre al 23 ottobre 2016.
Cambia la location. Dal Teatro Margherita (in ristrutturazione per i prossimi 2 anni) dove è stata allestita per nelle due edizioni precedenti, registrando oltre 45mila visitatori, la mostra si sposterà nel nuovo Spazio Murat (ex Sala Murat – piazza del Ferrarese, Bari).

Qui i visitatori potranno ammirare le 150 immagini vincitrici del più prestigioso concorso di fotografia, nato ad Amsterdam nel 1955, e selezionate da una giuria internazionale presieduta da Francis Kohn, direttore fotografico dell’agenzia France-Presse.

Ogni anno migliaia di fotoreporter si contendono il titolo nelle diverse categorie (general news, spot news, contemporary issues, daily life, portraits, nature, sports) per aggiudicarsi un posto nella mostra che attrae milioni di visitatori in tutti e cinque i continenti. Nell’edizione 2016 erano in gara 85mila foto, scattate da 5.775 fotografi. Un viaggio per immagini tra gli avvenimenti più rilevanti del nostro tempo e pubblicati su alcune delle testate internazionali più prestigiose come Time, Le Monde, New York Times, The Guardian e National Geographic.

Il vincitore di quest’anno “World Press Photo of the Year” è il fotoreporter australiano Warren Richardson con la foto dal titolo ‘Speranza per una nuova vita’ scattata il 28 agosto 2015 presso la frontiera tra Ungheria e Serbia nei pressi della località di Röszke. Lo scatto è illuminato dalla sola luce della luna rivelando la tensione e l’ansia sul volto del profugo mentre ricevere un neonato sotto il filo spinato.
Il fotoreporter australiano racconta così quel momento: “Quella notte, dopo cinque giorni in un campo profughi ho visto un gruppo di circa 200 persone che si muoveva nascondendosi tra gli alberi, lungo la barriera del filo spinato. Mandavano le donne e i bambini e le persone anziane davanti. Abbiamo giocato tutta la notte al gatto e al topo… Erano circa le tre del mattino quando ho scattato la foto e non potei utilizzare il flash perché la polizia poteva vedere quella gente. Scattai al chiaror della luna”.
( http://www.internazionale.it/video/2016/02/18/la-parola-ai-giurati-perche-questa-e-la-foto-dell-anno )

Gli altri italiani premiati sono Francesco Zizola con la serie “In the same boat” (secondo posto nella categoria “Contemporary Issues”) e Dario Mitidieri con “Lost family portrait” (terzo posto nella categoria “People”).

Informazioni
– web: www.worldpressphotobari.it
– e-mail: info@worldpressphotobari.it
– facebook: www.facebook.com/worldpressphotobari – www.facebook.com/cimedirave.puglia
– twitter: twitter.com/wppbari
– youtube: www.youtube.com/channel/UCnvAyZntyiGMH3Prhzn5-eA
Organizzazione

CIME
info@cimepuglia.it


2^ Edizione Terlizzi Libero Feudo

In il

Auser Insieme, Unpli Pro Loco Terlizzi, Ass. Municipale Balcanica, Accademia Ristoratori Storici con il Patrocinio e cofinanziamento del Comune di Terlizzi, in collaborazione con CIOFS-FP Puglia (Ruvo di Puglia), Confesercenti, presentano una rievocazione per riproporre gli avvenimenti che contribuirono al Riscatto della Città avvenuto alla morte dell’ultima feudataria, la contessa Eleonora Del Giudice Caracciolo, e conclusosi con il pagamento alla Regia Corte della somma di centomila ducati concessa dal barone napoletano Gennaro Rossi, nel febbraio del 1779.

Il tutto, sarà ‘impreziosito’ da momenti musicali, di intrattenimento e spettacolo.

Ore 19.45 circa con partenza dalla Piazza antistante il Plesso Scolastico Don Pietro Pappagallo un drappello di musicisti e di alcuni figuranti percorrendo Viale Roma / C.so Vittorio Emanuele giungeranno presso Piazza Don Tonino Bello (Sagrato Concattedrale Terlizzi) luogo principale dell’evento. Durante il percorso saranno effettuate brevi soste durante le quali saranno rivolte brevi allocuzioni di invito alla serata.

Ore 20.30 circa inizio della manifestazione in Piazza Don Tonino Bello sino alle ore 24:00.

Durante la serata saranno messi in scena rappresentazioni teatrali, musicali, balletti ed esibizione del Gruppo Musicale “La Municipale Balcanica”.

Prevista sagra degustativa di profumi settecenteschi a cura degli allievi del Ciofs-Fp Puglia e Confesercenti.

Note storiche:

Dall’esame di alcuni testi storici, parrebbe che Terlizzi, nel lontano 21 luglio 1779, si riscattò dal giogo feudale, divenendo una delle città libere del regno delle Due Sicilie.
Fatto che anticipò di gran lunga il percorso naturale degli eventi storici. Da qui, la decisione degli organizzatori di approfondire la ricerca, e di creare una manifestazione che riproponesse il contesto storico-socio-culturale della città di Terlizzi nel Settecento.

In Piazza Don Tonino Bello sono previsti circa 200 posti a sedere gratuiti.
Facebook: terlizziliberofeudo
E-mail: terlizziliberofeudo@libero.it

Terlizzi (Bari)
Piazza Don Tonino Bello – Sagrato Cattedrale
ore 19:45
ingresso libero
Info. 3294298827


“MUSIC LIFE 2” mostra personale di Antonella Aresta

In il

Se ami la musica e la fotografia il 12 febbraio non puoi mancare al MUSIC LIFE,personale dell’ artista Antonella Aresta, fotografa professionista,ormai affermata nell’ambito musicale,vanta d aver ritratto da Bono Vox a Brian Eno,un viaggo visivo dal jazz al rock, i retroscena , quello che a volte il pubblico non vede.
L’ occhio rock italiano, Antonella Aresta, il 12 vi accoglierà per visionare le foto scattate in questi anni e per parlare di musica, rock, jazz, Blues, delle storie da palco e sottopalco, dietro a ogni foto scattata, di quello che vi pare.
ORIGINALI LE CORNICI REALIZZATE per l artista DA UN LIUTAIO ROMANO, Alberto De Gattis (produce chitarre per i migliori artisti italiani.)

La musica non può mancare in questo contesto, per questo ci sarà il DJset di CARLO CHICCO, dj storico barese, che Antonella segue e incrocia spesso sottopalco.
Il Music Life ormai è alla seconda edizione, le foto presentate nella mostra ritraggono Musicisti di fama nazionale ed internazionale, catturati nei momenti più intensi durante i loro concerti live e riportano ritratti veramente originali, un occhio diverso, dicono che ritrae l ANIMA “I suoi scatti esprimono grande talento ed emotività e ogni sua immagine sembra ritrarre il lato segreto e graffiante delle cose, una realtà che pochi sanno” ct.
Presente la foto che ha reso celebre l’autrice, che ritrae il trombettista jazz Fabrizio Bosso al tramonto, apprezzata anche dal maestro Riccardo Muti,

FINISSAGE : CENA A TEMA DAVID BOWIE , Curato dallo chef GIGI RANA ( su prenotazione Tel: +39 080 5612271 – E-mail: info@formaquattro.com – cell 3466260299 )

L’autrice racconta della mostra e delle sue scelte:
«Io ho scelto. Ho scelto la musica o è lei che ha scelto me … Forse ci siamo scelte a vicenda».

GALLERIA FORMAQUATTRO Via Argiro 73 – 70121 Bari (Ba)
Tel: +39 080 5612271 – E-mail: info@formaquattro.com

La mostra fotografica ha il patrocinio della FIAF (http://www.fiaf.net/regioni/puglia/?p=948) e dell’associazione KALEIDOS – Bari

La mostra fotografica rimarrà visitabile nei seguenti orari: Lun-Sab 10:00-13:00 / 16:00-20:00


MUSEO FOTO FESTIVAL – dall’11 Settembre all’11 Ottobre – Aula Magna Attilio Alto Politecnico di Bari

In il

Il primo Festival della Fotografia in Terra di Bari dall’11 Settembre all’11 Ottobre 2015.
MOSTRE – CONVEGNI – CONFERENZE

Apertura Festival
Venerdì 11 settembre 2015 ore 15.30 – 19.30
Aula Magna Attilio Alto Politecnico di Bari

Convegno “Scrittura della luce _Luce nella scrittura”
Intervengono il Sindaco Antonio Decaro, il Magnifico Rettore del Politecnico Eugenio Di Sciascio, Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, l’assessore alle culture del Comune di Bari Silvio Maselli, l’assessore alle Politiche Giovanili Paola Romano, la Responsabile Scientifica del Museo della Fotografia del Politecnico Loredana Ficarelli.
Convegnisti: Giovanni Chiaramonte – Diego Mormorio – Milo De Angelis – Viviana Nicodemo – Claudia Attimonelli – Giovanna Calvenzi – Marco Signorini – Francesca Fabiani – Antonella Pierno – Nicola Martinelli – Antonella Gaeta – Carmine Pappalettere – Umberto Fiori – Marcello De Masi – Carlo Garzia – Matteo Cassani – Federica Chiocchetti

Venerdì 11 settembre 2015 ore 19:30
Sala espositiva del Museo della Fotografia (di fronte Aula Magna Attilio Alto Politecnico di Bari).
Al termine della prima giornata del Convegno “Scrittura della luce_Luce nella scrittura”.
Vernissage di Giovanni Chiaramonte “Sulle tracce dell’Angelo”, 39 foto.
Orari mostra 11-14:00/16:00-19:00 fino al 9 ottobre.

Sabato 12 settembre 2015 ore 17:00
Isolato 47 Via Lamberti città vecchia.
Orari mostra 11:00-13:00/17:00-20:00 fino al 30 settembre.
Vernissage di Mario Cresci della mostra “Campi Salentina”, 28 foto.
Intervengono Mario Cresci, Dino Borri docente di Tecnica della Pianificazione Urbanistica al Politecnico di Bari.
Mario Cresci alle prese con la solare Campi Salentina, nella quale cittadina, il Dipartimento di Architettura e Urbanistica stava allestendo nei primissimi anni del duemila un nuovo piano regolatore destinato a sostituire quello del 1970.
Il progetto di Cresci rileva uno spaccato di una città adagiata sulla tradizione, ma che vuole comprendere le rapide mutazioni ambientali e paesaggistiche. Rigore e pulizia nelle composizioni delle immagini.
Vernissage di Anna Simi della mostra “Capisc’ a me? Do you understand?”, 28 foto.
Intervengono Anna Simi, Dino Borri docente di Tecnica della Pianificazione Urbanistica al Politecnico di Bari.
Gesti ed espressioni della tradizione popolare.
Un gesto, una espressione facciale può valere molto di più di una comunicazione scritta e perfino verbale. La forza dell’immagine, antropologicamente più antica, più primordiale, prevarica su codici culturali più evoluti. Il linguaggio del corpo può contenere in sé mille parole. I gesti (mimica facciale, postura, gestualità), abbinati alla comunicazione verbale (suoni) potenziano l’efficacia e aiutano a esprimere meglio quello che si vuol dire.

Sabato 12 settembre 2015 ore 19:00
“Spazio Giovani” del Comune di Bari (Via Venezia 41 – Muraglia)
Interviene l’assessore alle Politiche Giovanili Paola Romano.
Vernissage della Mostra Instagramers Puglia “Il paesaggio pugliese” 100 foto
In esposizione le migliori immagini (20×20 cm) degli instagramers che si sono distinti in questi anni nella community. Sarà un momento di incontro per la community e per gli appassionati di “mobile photography”
La mostra resterà aperta fino al 19 settembre e visitabile tutti i pomeriggi dalle 18:30 alle 21:00.

Sabato 12 settembre 2015 ore 20:00
Sala Murat Piazza del Ferrarese.
Orari mostra 11:30-13:00/18:00-21:30 fino all’11 ottobre.
Intervengono il Sindaco Antonio Decaro, l’Assessore alle Culture Silvio Maselli ed il Direttore Artistico del Polo del contemporaneo Massimo Torrigiani.
Vernissage di Guido Guidi, 75 foto.
Guido Guidi ha attentamente “guardato” il porto di Molfetta alla fine del secolo scorso, tenuto un workshop in una cava di pietra nei pressi di Ruvo, fotografandola, e sempre in quel territorio ha assecondato visivamente lo sconfinare della periferia (già producendo il catalogo Le Terrain vague a cura di Francesco Selicato) verso la campagna, che qua e là si sovrappone a questa solitamente in maniera “indefinita” sfiorando o inglobando le tracce di precedenti antropizzazioni.
Ma il lavoro più eccelso è quello nel territorio di Maruggio (TA) dove poesia e degrado esplodono in un concerto di colori e di miraggi, irrispettosi delle tradizionali gerarchie estetiche, a testimonianza di un paesaggio morente che soccombe a scempi edilizi e alla povertà dell’abbandono dei luoghi e delle cose.

Domenica 13 settembre 2015 ore 10:00-13:00
Isolato 47 Via Lamberti Città Vecchia Politecnico di Bari.
Intervengono Giovanni Chiaramonte e Carlo Garzia.
Giovanna Calvenzi presenta il libro “Basilico Milano”.

Lunedì 14 settembre 2015 ore 10.00
Fiera del Levante – Stand della Regione Puglia.
Dal 12 al 20 settembre, orari mostra 9:00-21:00.
Intervengono Daniela Daloiso Responsabile Servizio Biblioteca e Comunicazione istituzionale Consiglio Regionale della Puglia, Pio Meledandri Responsabile Artistico Museo della Fotografia Politecnico di Bari ed il Presidente del Consiglio Regionale della Puglia.
Vernissage Francesca De Santis “Bellezza in città”, 12 pannelli.
L’esperienza della fotografia di moda la porta a guardare attraverso gli occhi di una modella ritratta di spalle che sfoggia cappelli sempre diversi.
Non è una citazione fantastico/surreale, ma la misurazione del paesaggio urbano (in questo caso la città di Bari) mediante l’indossatrice alter ego.
E’ l’emozione del makeup quotidiano dell’immenso beauty della città.
Il cappello diventa un confine vibrante tra i due soggetti: lo spazio e l’alter ego/modella.
Un confine costruito, affascinante, elemento dinamico che determina l’atmosfera parallela al paesaggio, tra tradizione e trasformazione.
Vernissage Associazione Fotografi di Strada: Mostra fotografica collettiva “Strade”, 53 foto.
Autori:
Adesso Paolo; Albanese Angela; Antoncecchi Ettore; Ariano Mirka; Badolati Emilio; Bavaro Domenico; Benedetto Giancarlo; Brandimarte Renata; Carucci Giuseppe; Cernò Yvonne; Cillo Fabrizio; Cutrone Maurizio; D’Agostino Francesco; De Padova Maria Vittoria; Di Bari Giuseppe; Di Cillo Pino; Di Modugno Raffaella; Ermito Annamaria; Ferrarese Pino; Finamora Vincenzo; Fornarelli Domenico; Fucilli Annarita; Giampaglia Angelantonio; Gigante Giulio; Lassandro Carlo; Lorusso Vincenzo; Magaletti Nicola; Magliocchi Giacinto; Manzari Vito; Masella Federica; Meledandri Fara; Nella Angela; Nocera Guglielmo; Palmisani Vito; Pascazio Francesco; Pastoressa Rosaria; Pavone Valentina; Pepe Giacomo; Perfetta Gaetano; Perna Antonio; Petrella Vito; Pomes Francesco; Positano Alessandra; Rega Francesco; Signorile NicolaM; Sodano Giovanna; Stufano Angela; Tomasicchio Sonia; Volpe Antonio; Zito Donatella; Anna Maria Renna; Teresa Imbriani; Trisciuzzi Federico.
La mostra rimarrà in allestimento fino al 31 dicembre 2015, visibile in concomitanza con le manifestazioni fieristiche.

Lunedì 14 settembre 2015 ore 16:00
Palazzo Acquedotto Via Cognetti, 36.
Orari mostra 10:00-17:00 fino al 7 ottobre.
Intervengono l’Amministratore Unico Acquedotto Pugliese Nicola Costantino, il Responsabile Ufficio Stampa Vito Palumbo.
Vernissage di Emanuele Franco “Silenzio in aula”.
Per chi è abituato a sperimentare la quotidianità sonora – a volte chiassosa – della scuola, aggirarsi in silenzio per le aule permette di concentrarsi sui messaggi che provengono da altri canali di comunicazione. In questo caso i segni, nel senso stretto del termine, sono amplificati dal silenzio e soprattutto dall’assenza degli studenti. Un’assenza, però, che rende assai manifesta e viva la loro presenza tra quei banchi e che dà l’idea di come quelle tracce sembrino avere quasi la funzione di marcare il territorio, come accade nel regno animale (l’uomo, del resto, lo è!). Ecco che i luoghi della scuola appaiono “personalizzati” come la cameretta di un teenager, dove sono appesi poster, figurine, gagliardetti, messaggi che significano: Questo è il nostro territorio!
Visite gratuite al Museo Archeologico dell’Acquedotto Pugliese.
In mostra materiale e foto d’epoca.

Lunedì 14 settembre 2015 ore 18:00
Banca Apulia, Palazzo Ferrara, Corso Vittorio Emanuele 112.
Orari mostra 11:00-20:00 fino al 7 ottobre.
Interviene il Roberto Broggini Direttore Commerciale di Banca Apulia.
Vernissage Yvonne Cernò e Giulio Spagone “Visti da noi”, 38 foto.
Gli autori fotografano gli stessi soggetti mettendo a confronto la propria personalità e formazione artistica.
Yvonne Cernò coglie le sfumature di volti ed espressioni che rivelano le individualità e gli stati d’animo dei soggetti interessati dalla ricerca.
Giulio Spagone proietta su quei volti (per rifotografarli) immagini del nostro territorio coerenti con le caratteristiche di vita dei “modelli” protagonisti del lavoro dei due artisti.

Martedì 15 settembre 2015 ore 17:00
Ex Palazzo delle Poste Roberto Narducci Piazza Cesare Battisti/Nicolai.
Orari delle mostre 9:30-20:15; sabato fino alle ore 13:00; domenica chiuso; fino al 16 ottobre.
Interviene il Magnifico Rettore Università Aldo Moro Antonio Uricchio e il Magnifico Rettore del Politecnico di Bari Eugenio Di Sciascio.
Vernissage di Gianluca De Bartolo “India: Tra cultura e spiritualità”, 32 fotografie.
Un viaggio attraverso il fascino unico e controverso dell’India, un mondo dalle infinite sfumature in cui si intrecciano volti, sguardi, gesti, colori, luci ed ombre di una quotidianità che si fonde con la sacralità dei riti e delle cerimonie millenarie.
Una traversata da nord a sud toccando gli stati del Rajasthan, dell’ Uttar Pradesh e del Tamil Nadu.
Vernissage di Alessandro Capurso “Metamorphosi: La periferia che cambia”.
Un viaggio intorno e dentro la periferia di Bari, osservando per comprendere una nova polis, fatta di colore e materia dove gli spazi prendono forma in tante nuove dimensioni. La periferia che diventa centro vitale per una nuova identità.
Vernissage “Sguardi” mostra fotografica collettiva di 10 autori, 30 fotografie, proposta dall’associazione “Puglia Legge” a cura di Gheti Valente e Franco Altobelli.
Gli autori: Franco Altobelli, Angela Marano, Ennio Cusano, Fonte Silvia Meo, Donatella Zito, Miki Carnimeo, Mascia Melocchi, Paola Di Giulio, Nicola Scagliola, Vale Morello.
Un’indagine fotografica che focalizza l’attenzione dell’occhio fotografico sullo sguardo femminile visto da uomini e donne.
Si prevede la partecipazione dell’artista Massimo Nardi con una sua performance di body painting.

Martedì 15 settembre 2015 ore 18:30
“Il Pane e le Rose” Via Cairoli 124.
Orari mostra dal lunedì al giovedì 18:30-00:30; venerdì e sabato 18:30-02:00; domenica chiuso; fino al 6 ottobre.
Interviene il delegato del Sindaco agli eventi Vanni Marzulli.
Vernissage di Ennio Cusano “Inter-facce indigene”, 10 foto.
L’autore con questa raccolta di ritratti di gente comune, fotografata nella propria città, desidera metterne in evidenza le varie sfaccettature tra cui i colori, le etnie e le emozioni.
Cogliendo l’espressività dei visi delle persone che incontriamo nel nostro vissuto.

Martedì 15 settembre 2015 ore 20:00
“MAD” Via XXIV Maggio.
Chiude il 13 ottobre.
Interviene il delegato del sindaco agli eventi Vanni Marzulli.
Vernissage Piero Amendolara “Paesaggi svelati” L’alta Murgia.
“Solo guardando con occhi diversi la nostra terra riusciremo a cambiarla” scrive l’autore intento a raccontare la bellezza di questa parte del Mondo che per lui rappresenta l’Universo.
Sì perché traspare netto e chiaro l’intenso indissolubile legame che ha con la propria Terra.
Ogni filo d’erba, ogni zolla, ogni casolare sono “sentiti” dallo sguardo partecipe dell’autore, componenti indispensabile della propria vita.

Mercoledì 16 settembre 2015 ore 17:00
Ex Palazzo delle Poste Roberto Narducci.
Presentazione da parte dell’autore del volume “Un luogo neutro” di Franco Sortini, Punto Marte Editore, 2015.
Il fotografo Franco Sortini, intende offrire una primissima mappatura dei siti sia urbani che periferici della città salentina.
“All We Need is Slow” a cura di Kult – Culture visive con Valentina Isceri, Luciana Lettere, Valentina Trisolino.
Esposizione fotografica tramite slideshow (video in modalità loop).
Autori in ordine alfabetico: Liberato Ciccirillo, Adriano Nicoletti e Franco Sortini
Kult – Culture Visive è un’associazione culturale nata a Lecce nel 2014 da parte di un esperto collettivo al femminile.
L’associazione crede e investe nel grande potenziale del settore cultura che, adeguatamente attivato, genera crescita e benessere sociale.
Promuove attività culturali di formazione, editoriali, di promozione e sviluppo del territorio e dei beni culturali, strettamente legate alle arti visive, con particolare attenzione alla pratica fotografica.
ore 18:00
Presentazione libro di Giuseppe Goffredo “Lo sguardo del Paesaggio” Fotografie di Cosmo Laera.
Interviene Angela Barbanente docente di Tecnica urbanistica e pianificazione territoriale al Politecnico di Bari.
Proiezioni di slides di Cosmo Laera.
Narrazione di un viaggio attraverso il paesaggio italiano.
“Il paesaggio è l’altro da sé senza il quale il sé è buio. Il paesaggio in questo senso non è che uno specchio in cui ci vediamo riflessi. L’altro da noi, appunto, in cui non solo ci riconosciamo, ma ci sentiamo riconosciuti. Poiché il paesaggio che guardiamo a sua volta ci guarda. Ci riguarda. Anzi fa il nostro sguardo. Ci sono, allora, dei paesaggi da cui originano tutti gli altri paesaggi. Un gioco di rifrazioni complicato e infinitamente complesso”.

Giovedì 17 settembre 2015 ore 18:00
Colonnato Città Metropolitana Lungomare Nazario Sauro.
Intervengono Antonio Decaro Sindaco Città Metropolitana, Carlo Birrozzi, Soprintendente Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Puglia e Aldo Luisi docente Università di Bari.
Presentazione ex Sala Consiliare Provincia di Bari di tre mostre fotografiche.
Vernissage di Mario Ferrara “Il confine come transizione”, 20 foto.
L’autore ha indagato il limite e lo ha circoscritto. Ha vagabondato intorno ai suoi confini restituendone le spalle e il retro sconosciuto, pareti di circonferenza che lasciano, in apparenza, solo il rimbalzo. E ogni volta lo sguardo si è fatto sudore nel tentativo maniacale di frantumare quella impenetrabilità, vuoto e terra di nessuno, implosione di bellezza e degrado, gorgo che tutto divora in sé e tutto sputa al cielo.
Vernissage di Michele Roberto “Il tempo e la luce”, 20 foto e un video in loop.
Il tempo è sempre stato una variabile determinante della storia di tutti i tempi.
Nell’antica epoca sumerica, nel passaggio dalla “barbarie” neolitica ad un embrione di vita urbana, il calcolo dei tempi e della quantità di lavoro erano calcolati in “giornate-uomo”. Secoli più tardi durante la battaglia di Waterloo, definita da molti come la battaglia contro l’orologio, il fattore tempo è stato determinante nell’esito finale e di conseguenza nel cambio di una epoca. Nella moderna fisica quantistica il tempo, la massa e lo spazio interagiscono tra loro sì da diventare l’espressione di una particolare frequenza contenuta in una linea temporale.
Vernissage di Sergio Creazzo “Torino”, 10 foto.
Sentire la città, percepire i suoi battiti e le sue mutazioni urbanistiche e sociali. Il tempo che è passato registrato nel presente. Più che moderno Flaneur, vivace interprete della storia di una metropoli.
Nella fase di transizione, ormai avviata e consolidata da oltre 35 anni, l’identità del capoluogo piemontese, che era legata e soffocata dalla grande industria, come in un paradosso antitetico si ritrova a confrontarsi con la spettacolarizzazione di luoghi appartenuti al passato storico e oggi finalizzati al turismo dove l’evento si è sovrapposto alla realtà.

Venerdì 18 settembre 2015 ore 16:00
Palazzo Ateneo Sala degli Affreschi.
Orari mostre 10:00-18:00 fino al 7 ottobre.
Intervengono Loredana Ficarelli Rettore Vicario Politecnico di Bari, Giorgio Rocco direttore del Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura Politecnico di Bari e Domenico Caragnano Direttore del Museo del Territorio di Palagianello.
“Viaggio in Turchia – archeologia di una città”.
Loredana Ficarelli docente del Politecnico di Bari e i suoi allievi presentano 26 pannelli di scavi archeologici.
Progetto video di Enrico Liano “slideshow” del Laboratorio per la ricerca Visuale sul Paesaggio (Università di Bari Aldo Moro).
“La Terra delle Gravine e i suoi insediamenti rupestri: viaggio fantastico nelle ricchezze tra arte e territorio”, 30 foto del Museo del Territorio di Palagianello, Direttore Domenico Caragnano.
Vernissage di Vito Marzano “Echi dal passato”, 11 foto.
Attimi di vita antichissima di rara bellezza e straordinaria potenza.
Opere in cui ci si può perdere viaggiando indietro nel tempo di millenni, ricongiungendosi con gli avi agli albori della nostra Storia.
Volti che paiono animarsi, così vitali e potenti, che ci raccontano di un passato importante. Tuttavia attraverso queste imponenti storiche figure possiamo immaginare la quotidianità, sentire le voci e il pianto, lo scandire del tempo, danze e risate, i canti lugubri e di guerra. Lo stridore delle armi, il sangue e la violenza… l’amore e la gioia.
Vernissage di Ninni Pepe “La settimana Santa breve”, 14 foto.
L’Autore, nei suoi ritratti, preferisce incrociare lo sguardo puro dei suoi soggetti, per rivelarne tensione, preoccupazione o serenità. L’utilizzo saggio e professionale delle tecniche digitali contribuisce alla maestosità delle scene.
Il realismo dei volti, non certamente estatici, si contrappone all’ambiguità della rappresentazione pittorica dei dipinti alle loro spalle, in un sintonico gioco di affinità e conflitti. Falso e reale si intrecciano, fede e ragione si scontrano fino a ricongiungersi tra le “quinte” di pitture dai segni vigorosi, quasi a mascherare la debolezza della Chiesa “aggredita”, in quel periodo, dall’avanzare dell’età del Lumi.
Vernissage di Roberto Sibilano “Bari, dai Misteri a San Nicola” 26 immagini poetiche in bianco nero.
La mostra è un progetto fotografico del gruppo ARD Fotografi ( Amedeo Persi – Roberto Sibilano – Davide Bellaggi ) nato con l’intendo di descrivere attraverso le immagini la sacralità del popolo barese durante la celebrazione dei Sacri Misteri e del Patrono della città San Nicola. La mostra sarà curata dal critico d’arte Isabella Di Liddo.
Venerdì 18 settembre 2015 ore 19:00
Sede della Fondatione Alliance Française, Via Marchese di Montrone 39.
Vernissage della mostra giovani “Climat état d’urgence”.
I fotografi illustrano questioni e problemi relativi al clima e alle sue evoluzioni, reali o percepite, sui suoi effetti sulla vita della gente e sulle soluzioni pubbliche e private, che nel proprio paese, vengono intraprese o anche solo immaginate per contrastare gli effetti negativi di queste evoluzioni.

Sabato 19 settembre ore 18:00
presso lo “Spazio Giovani” del Comune di Bari (Via Venezia – Muraglia)
Igers Academy
Programma:
Nozioni base sull’utilizzo di Instagram (aggiornamenti dell’app, utilizzo dei tag)
Comunicare attraverso Instagram: storytelling e racconto del territorio (case history)
Le principali app per un editing di successo

Venerdì 25 settembre 2015 ore 18:00
Ex Palazzo delle Poste Roberto Narducci Piazza Cesare Battisti/Nicolai.
Presentazione del libro “Le Parole interrotte” di Francesca Palumbo. Fotografie di Teresa Imbriani. Slides shot.
Il romanzo affronta il tema dell’immigrazione e della solidarietà attraverso il tema della maternità.

28-29-30 Settembre 2015 ore 10:00
Scuola Media Amedeo D’aosta Bari
Presentazione del Progetto.
Alessia Venditti Politecnico di Bari. Seguirà workshop dedicato ai preadolescenti.
Io nel mio paesaggio. Sperimentare luoghi condivisi.
Laboratorio di progettazione fotografica per ragazzi.
Il laboratorio fotografico intende riflettere, con i più piccoli, su una delle chiavi di lettura del mondo contemporaneo: l’immagine, dunque la fotografia e la sua funzione.
L’immagine fotografica ha il potere di immortalare una frazione di tempo da poter rielaborare, analizzare, rileggere infinite volte. Questo ne fa uno strumento della condivisione oltre che dell’osservazione e se la macchina fotografica passa tra le mani dei più giovani, diviene strumento di produzione e realizzazione di un progetto di comune lettura degli spazi e di se stessi. Quello che si ottiene è la genesi di un cambiamento di punti di vista.

Giovedì 1 ottobre 2015 ore 16:00-19:00
“Spazio Giovani” Via Venezia n.41 Muraglia Bari Vecchia, Assessorato alle Politiche Giovanili.
Alessia Venditti, lettura gratuita di portfolio.

Venerdì 2 ottobre 2015 ore 17:30
Isolato 47 Via Lamberti Città Vecchia Politecnico di Bari.
Presentazione della trilogia degli “A tu per tu”.
Di Manuela De Leonardis A tu per tu con i grandi artisti che usano la fotografia – la formula adottata dall’autrice è quella dell’incontro dal vivo – vis-à-vis – in occasione di festival, ma soprattutto negli studi o nelle abitazioni de protagonisti a Bologna, Ferrara, Grand Bassam (Costa d’Avorio), Istanbul, Londra, Lucca, Modena, New York, Roma, Savignano, Venezia. Yto Barrada, Paolo Buggiani, Nikhil Chopra, Colette Lumiere, Anita Dube, Giosetta Fioroni, Parastou Forouhar, Regina José Galindo, Maïmouna Patrizia Guerresi, Guido Guidi, Mona Hatoum, Myriam Laplante, Silvia Levenson, Loredana Longo, Fabio Mauri, Kazuko Miyamoto, Sükran Moral, Luigi Ontani, Ketna Patel, Luca Maria Patella, Luana Perilli, Virginia Ryan, Jack Sal, Yinka Shonibare MBE, Sandy Skoglund, Maya Zack.
Al termine della conferenza
Vernissage dei 15 autori prescelti vincitori del Concorso Fotografico “Il Paesaggio” 60 fotografie.
M. De Leonardis premierà il primo classificato, vincitore della stampante professionale Canon Pixma 10.
Sabato 3 ottobre 2015 ore 19:00
“Spazio Giovani” Via Venezia n. 41 Muraglia Bari Vecchia, Assessorato alle Politiche Giovanili.
Vernissage mostra “Square Food”.
Interviene Paola Romano Assessore alle Politiche Giovanili Comune di Bari.
La collettiva di giovani talenti, composti da Francesca De Santis, Giulio Spagone, Tiziana Bellanova e Domenico Fornarelli, presenteranno il tema del cibo in richiamo all’anno in corso in modo da riallacciarsi al filone Expo2015, ma declinando i progetti individuali attraverso l’analisi personale in richiamo al tema della piazza e del quadrato. Francesca De Santis esplora il tema del cibo mediante la luce che la contraddistingue all’insegna dello still-life. Giulio Spagone, all’interno della personale indagine sul colore e sulla sua riproduzione, ha fotografato display che riproducono fotografie di cibo: ciò rivela come a distanza sia osservabile una visione nitida, mentre in modo ravvicinato è illustrato il principio di funzionamento di un display RGB, ma attraverso il mezzo della stampa. Tiziana Bellanova racconta il tema dello spazio urbano, mediante la fotografia di architetture create da food-designer. Domenico Fornarelli all’interno della ricerca nel rapporto tra città e campagna vuole introdurre nuovi simboli della Regione Puglia attraverso quattro composizioni 3×3, che si leggono facendo leva sul punctum centrale, attorno al quale gravitano tutte le altre direttrici. Anche tra le composizioni sono presenti rimandi interni ed esterni. Un’altra chiave di lettura riguarda il rapporto tra il giorno e la notte: da ciò nasce anche la visione di un time-lapse, in cui si osserva l’evoluzione di un paesaggio urbano nell’arco di 24 ore.

Martedì 6 ottobre 2015 ore 16:00-18:00
Museo della Fotografia Politecnico di Bari Via E. Orabona, 4.
Lettura gratuita di Portfolio a cura di Pio Meledandri e Francesca De Santis.
Vernissage di Francesca Fiorella “Haw to survive in New York City”.
A cura di Roberta Fuorvia.
Intervengono Pio Meledandri Responsabile Artistico Museo della Fotografia e Roberta Fuorvia curatrice della mostra.
How to survive in New York City è un “quaderno fotografico” di appunti di viaggio, che racchiude una ricerca di stimoli costellati da milioni di voci e storie che si sovrappongono.
Comunità e solitudine, paura e stupore, cultura e multirazzialità, voglia di fermarmi e ricominciare
da qui: un dèjà vu lungo due settimane. È la frenesia di scattare l’istante e il tentativo di cogliere le
iconografie tipiche del paesaggio newyorkese nella mia personale corsa al raggiungimento del sogno americano. Mi abbandono nella città e mi lascio cullare dalla frenesia.

Giovedì 08 ottobre 2015 ore 18:00
Ex Palazzo delle Poste Roberto Narducci.
L’autore Luca Panaro terrà una conferenza presentando il suo libro “Visite brevi”.
Il giorno dopo, venerdì 9 ottobre, ore 16:00-19:00 Luca Panaro leggerà gratuitamente i portfolio dei fotografi prenotati.
Luca Panaro (Firenze, 1975) è critico d’arte e curatore. Insegna Storia della critica fotografica all’Accademia di Belle Arti di Brera e Iconografia fotografica al Politecnico di Milano.

Giovedì 08 ottobre 2015 ore 18:30
“Il Pane e le Rose” Via Cairoli 124.
Dal lunedì al giovedì 18:30-00:30; venerdì e sabato 18:30-02:00; domenica chiuso; fino al 25 ottobre.
Vernissage di Fara Meledandri – “Brighton”, 10 foto.
Presentazione di Luca Panaro.
L’antico insediamento di Brighthelmston risale a prima del Domesday Book (1086), ma emerse come città dal clima benefico durante il XVIII secolo, divenendo una destinazione dei viaggiatori dopo l’arrivo della ferrovia. L’autrice aggirandosi tra i frefequentatori un ampio ventaglio di fantasie, sogni e frustrazioni, una specie di quarta dimensione tra inconsio e desiderio.

Venerdì 09 ottobre 2015 ore 10.30
Aula Magna Attilio Alto.
Lectio Magistralis di Giovanni Chiaramonte con finissage mostra “sulle tracce dell’Angelo.
Intervengono Eugenio Di Sciascio Magnifico Rettore Politecnico di Bari e Dino Borri docente di Tecnica della Pianificazione Urbanistica al Politecnico di Bari.

09-10-11 ottobre 2015 ore 16:00
Isolato 47 Via Lamberti Città Vecchia Politecnico di Bari.
WorkShop di Giovanni Chiaramonte “L’uomo come immagine_l’immagine come mimesi speculare”.
Analisi e commento delle immagini iniziali di 2001 Odissea nello spazio di S. Kubrik.
Analisi e commento di immagini dall’Arte Preistorica a Masaccio, Piero della Francesca, Leonardo, Vermeer, Canaletto, Bellotto. L’essere vivente come forma in transizione e figura in relazione con l’altro da sé. Il reale come unità di visibile e invisibile. Lo sguardo dell’uomo come intelligenza trascendente la superficialità dell’apparenza del reale e come forza trasfigurante il reale in una forma nuova, ulteriore e diversa. Tappe dell’evoluzione antropologica: homo habilis e industria litica. Homo erectus e il fuoco. Homo neanderthalensis e grotta, capanna, sepoltura. Homo sapiens e strumenti compositi, agricoltura, metallurgia, città, arte. Dalla natura al paesaggio nella cultura indo-europea, attraverso l’atto della sepoltura e dell’agricoltura. Cadavere, mummia, sarcofago: il fondamento egizio del canone occidentale. L’uomo come altro da sé: persona. La mimesi come fondamento dell’uomo e della sua immagine nella lettura antropologica di Renè Girard. Il teatro greco, nella Poetica di Aristotele, come luogo dell’invenzione dell’immagine prospettica Evoluzione del canone occidentale nell’intreccio tra sapienza greca e rivelazione ebraico-cristiana secondo S. Averincev. Dante Alighieri e la sua Divina Commedia come fondamento della ripresa prospettica da parte di Filippo Brunelleschi secondo A. Parronchi. L’invenzione dell’Obbiettivo da parte di Galileo Galilei nella Repubblica di Venezia: la città dello specchio nella civiltà del mirabile.
La fotografia tra paesaggio e landscape.
Analisi e commento del quadro Et in Arcadia Ego di Guercino.
Analisi e commento della prima veduta urbana di Daguerre.
La fotografia come localizzazione geniale nelle fotografie dell’ 800 europeo.
I quattro lati dell’inquadratura nella fotografia del landscape americano.
Il colore come forma simbolica nelle foto dei grandi maestri.
Il rapporto tra città e mare nella fotografia di Giovanni Chiaramonte.

09 ottobre 2015 ore 19:00
Fondazione Alliance Française, Via Marchese di Montrone 39.
Vernissage 10 autori italiani + 10 autori francesi nella ricorrenza dei 20 anni della Fondazione Alliance Française.