AL DI QUA – I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale

In il

al di qua i senza dimora anche cinema

AL DI QUA
I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale

Tutte le iniziative si svolgeranno presso il Teatro Polifunzionale “Anche Cinema”, Corso Italia n.122 – Bari

MOSTRA FOTOGRAFICA (inaugurazione il 19 marzo, ore 18.30)
RACCOLTA DI BENI PER LE PERSONE IN POVERTÀ (9.30-13.00/17.00-21.00)
TAVOLA ROTONDA REGIONALE (venerdì 23 marzo 16.30/19.30)
PROIEZIONE DEL DOCUFILM AL DI QUA (di Corrado Franco (venerdì 23 marzo dalle ore 20.00). Parte del biglietto sarà devoluto all’acquisto di Action Card per servizi d’emergenza per i senzatetto.

La proiezione del docu-film AL DI QUA sarà introdotta da una conversazione di Antonio Parente (Apulia Film Commission) e Andrea Costantino (Regista e Produttore) con il regista Corrado Franco. Modera Luca Liverani (Giornalista di Avvenire)
Info docufilm: www.aldiqua.com

PROGRAMMA:
Lunedì 19 marzo – Domenica 25 marzo
MOSTRA FOTOGRAFICA: Volti e storie dei senza dimora della città di Bari
20 scatti fotografici raccontano i volti e le storie dei senza tetto della città di Bari. Foto di Francesco Tiani e del progetto “Dignità e orgoglio di volti senza dimora” a cura dello sportello di Bari di Avvocato di strada Onlus.
(Orari: 9.30 – 13.00 e 19.00 – 21.00)

RACCOLTA DI BENI a favore di persone in povertà
I beni raccolti (alimenti a lunga conservazione, prodotti igienico-sanitari e prodotti di parafarmacia) saranno destinati all’Emporio Sociale della “Casa delle bambine e dei bambini” del Comune di Bari per la distribuzione a famiglie in situazione di estrema povertà.
(Orari: 9.30 – 13.00 e 19.00 – 21.00)

Lunedì 19 marzo, ore 18.30: CONFERENZA STAMPA e inaugurazione della mostra fotografica

Venerdì 23 marzo
Ore 16.30 – 19.30
Tavola rotonda regionale: I senza dimora. Diritti di cittadinanza in situazioni di fragilità sociale
Ne discutono:
–Francesca BOTTALICO – Assessora al Welfare del Comune di Bari
–Anna Maria CANDELA – Dirigente della Sezione Inclusione Sociale Attiva e Innovazione delle Reti Sociali – Assessorato al Welfare della Regione Puglia
–Liliana LEONE – Direttrice Cevas, Coordinatrice scientifica della valutazione del SIA per l’Alleanza contro la povertà̀
–Luca LIVERANI – Giornalista di Avvenire
–Patrizia MARZO – Presidente dell’Ordine Professionale degli Assistenti Sociali della Regione Puglia
–Alberto ZONNO RENNA – Consigliere nazionale SOIS – Società italiana di Sociologia
Modera: Franco CHIARELLO – Sociologo

Interventi programmati da parte delle associazioni locali impegnate sul tema.

*Ingresso con biglietto a pagamento di € 7,00. In collaborazione con l’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, parte del biglietto sarà devoluto al finanziamento del fondo per le Action card: piccoli contributi in servizi per persone in difficoltà, individuate dai servizi sociali e dal pronto intervento sociale comunali.

Prenotazioni: AncheCinema Cell. 3296112291

Evento in collaborazione/patrocinio:
ANCHE CINEMA, COMUNE DI BARI, AMTAB, ACONSIGLIO REGIONALE DELLA PUGLIA, ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI PUGLIA, SOIS, LA CASA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI.


TARAS, Taranto vuole vivere – Mostra fotografica all’Ex Palazzo delle Poste

In il

taras taranto vuole vivere mostra fotografica bari

Martedì 6 marzo presso l’Ex Palazzo delle Poste in piazza Cesare Battisti a Bari, ore 18:30, vernissage della Mostra Fotografica “TARAS”. Fotografie di Franco Sortini “Quartiere Tamburi”, Alessandro Capurso “TerraMare”, Valentina Spataro “Masseria Iorche”, Ferdinando Sapienza “Territorio tarantino”.
Intervengono:
Loredana Ficarelli Responsabile Scientifico del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari, Rocco De Franchi Assessore all’ambiente del Comune di Taranto, Franco Sortini Fotografo, Pio Meledandri Curatore d’arte.
La mostra sarà visitabile fino a venerdì 16 marzo.
Ingresso Libero


ITINÉRAIRES INTÉRIEURS, mostra fotografica di Bruno Fert al Museo Civico

In il

Itineraires interieurs mostra bruno fert museo civico

Venerdì 2 marzo ore 18:00, sarà inaugurata la mostra ITINÉRAIRES INTÉRIEURS con fotografie e testimonianze di Bruno Fert.

In collaborazione con Medici Senza Frontiere, il fotoreporter francese Bruno Fert ha deciso di raccontare le storie delle popolazioni in fuga da guerre e povertà, mostrando l’umanità dei loro volti e i ripari di fortuna in cui sono costretti a vivere in Grecia e in Francia.

“Ho deciso di incontrare i migranti che attraversano il Mediterraneo per cercare rifugio in Europa, fotografando gli interni dei loro rifugi a un punto del loro viaggio, nei villaggi – o “giungle” – sia in Francia che in Grecia e ho raccolto le loro storie grazie alla collaborazione con MSF”, spiega Fert. “Abitare è qualcosa che abbiamo tutti in comune. I rifugi temporanei dei migranti riflettono le loro personalità come le nostre case parlano di noi. Vorrei che il pubblico si relazionasse con questo comune denominatore, per mettersi nella casa di qualcun altro osservando dove vive”.

François Dumont, direttore Comunicazione & Advocacy di MSF che ha presentato l’impegno dell’organizzazione sul tema della migrazione à l’Alliance française di Torino spiega: «Vogliamo mettere il pubblico nei panni delle persone che sono costrette a mettersi in viaggio, spesso mettendo a rischio la propria vita con l’auspicio che questa esperienza possa coinvolgere il pubblico in una rinnovata vicinanza verso le tante persone vulnerabili che incontriamo ogni giorno anche nelle nostre città».

All’inaugurazione della mostra parteciperanno Michelangelo Stillante, Libero Chimienti e Giulia Negro di Medici Senza Frontiere gruppo di Bari.

La mostra è visitabile dal 2 al 25 marzo 2018.

Per info
Alliance française di Bari
080-5210017/ info@afbari.it


Noia ed Illusione: mostra fotografica di Eleonora Bosna

In il

22 Febbraio Mediateca Regionale Pugliese Via Zanardelli, 30 Bari ore 18:00
Vernissage della Mostra Fotografica “NOIA E ILLUSIONE” di Eleonora Bosna
a cura di Pio Meledandri.
Intervengono:
Raffaele Maione Mediateca Regionale, Franco Altobelli Artista, Laura Agostini Artista Visuale, Pio Meledandri Curatore.
Fino al 22 Marzo orari: Lun.-Merc.-Ven.- dalle 9:30 alle 13:30 Mar.-Gio- dalle 9:30 alle 17:30,

Eleonora Bosna, giovane fotografa di Conversano (Ba), alla sua seconda personale, presenta negli spazi rimodernati della Mediateca Regionale Pugliese, le sue recenti ricerche visuali.
Da anni attenta al rapporto tra arte pittorica e fotografia, costruisce i suoi lavori fotografici dopo una meticolosa e precisa progettazione visuale. In seguito realizza gli scatti utilizzando spessissimo la sua figura come soggetto privilegiato e trattando i vari elementi della “scena” con un programma di fotoritocco al PC.
Elementi onirici, estranianti, presi direttamente dal suo mondo interiore fatto di sogni, incubi, ossessioni, paure….
Come per il Surrealismo, la realtà si fa “altro”.
L’arte e la fotografia esorcizzano iconograficamente il mondo interiore più profondo: l’altra faccia della luna – dark side of the moon!
Bari Febbraio 2018 Laura Agostini e Franco Altobelli

Mediateca Regionale Pugliese via Zanardelli,30 Bari Tel. 080 540 5685
info: mediateca@apuliafilmcommission.it; www.mediatecapuglia.it


Women of Teheran

In il

Women of Teheran bari piccolo bar

Per la nostra 3^ esposizione proponiamo un progetto di Paola Di Giulio, giovane fotografa, particolarmente attenta alle dinamiche che coinvolgono le donne e i loro diritti, ma non solo. Di seguito la presentazione del suo lavoro.

La guerra del velo ha radici lontane, ma non così lontane. C’era un tempo, a noi vicinissimo, in cui il mondo arabo-islamico considerava anormale velare la donna, quasi una forma di minorità. Anzi, nei paesi dove oggi fatichi a trovare una donna senza chador o niqab, fino a vent’anni fa incontravi pochissimi veli. E’ difficile credere che fino ai primi anni Novanta la maggior parte delle donne nelle strade di Teheran fossero vestite all’occidentale.
Il tradizionale velo nero che copre le donne iraniane, dal capo alle caviglie, entra nel paese soltanto con l’avvento al potere dell’Imam
Khomeini. L’ayatollah disse che il chador è la “bandiera della rivoluzione”.
Quel velo significava il rigetto dell’identità occidentale. Il rifiuto dell’assimilazione. La separazione.
Prima furono imposti i veli alle donne, poi furono gettati i semi della guerra santa contro l’occidente. Siamo ancora lì, al hijab e alla jihad. Siamo ancora lì, a Teheran.

Paola Di Giulio

Piccolo BAR via Cognetti, 59 (Bari)


“Io Sogno” mostra fotografica di Dilillo, Giunta e Brunialti

In il

I GIORNI DELLA FOTOGRAFIA 2018
rassegna Fotografia, Arte e Cultura
Con la collaborazione del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari

Le mostre e gli Eventi sono tutti ad INGRESSO LIBERO

20 febbraio Ex Palazzo delle Poste
Piazza Cesare Battisti, 1 Bari ore 18:00
Vernissage della Mostra Fotografica “IO SOGNO”
Fotografie di Maria Luisa Dilillo “Dream”,
Antonio Giunta “Perdersi” e Massimo Brunialti “Viaggio”
a cura di Loredana Ficarelli e Pio Meledandri.
Proiezione della videoclip “Dream” di Maria Luisa Dilillo.

Interverranno:
la psicologa Carla Vulcano,
Loredana Ficarelli Responsabile Scientifico del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari,
Pio Meledandri Curatore d’arte.


“Oriente in scena. Sguardi d’autore” mostra fotografica

In il

Oriente in scena. Sguardi d’autore”: è il titolo della mostra fotografica di Clarissa Lapolla, che si inaugura domenica 18 febbraio alle ore 18,30 negli spazi espositivi dell’Atelier di Architettura (a Bari, in via Imbriani 105; ingresso libero). L’esposizione della giovane fotografa barese è un evento in anteprima del Raqs Sharqi Contest, la quarta edizione del concorso nazionale di danza orientale in programma a Bari il 24 febbraio, e non per caso: in mostra ci saranno per la prima volta una serie di scatti inediti che Clarissa Lapolla ha realizzato raccontando il mondo della danza orientale a Bari.
Durante l’inaugurazione della mostra è in programma una performance di danza orientale della danzatrice Filomena Ragone che, orgoglio barese della danza, è stata la vincitrice del Raqs Sharqi Contest 2017 e di diversi altri concorsi e premi nazionali e internazionali.
La fotografa Clarissa Lapolla si è avvicinata fin da piccola alla danza classica e contemporanea, per poi decidere di dedicarsi alla fotografia dopo più di dieci anni di palcoscenico. Una passione che l’ha condotta a diplomarsi nel 2013 all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, specializzandosi in fotografia di danza. Fotografa professionista si occupa dunque della fotografia di scena, con una particolare attenzione al mondo dello spettacolo dal vivo.
A promuovere la mostra, insieme con l’Atelier di architettura di Valeria De Mattia e Gianluca Lobascio, è l’associazione culturale L’Araba Fenice che, fondata e presieduta dalla coreografa e danzatrice Alessandra Cappiello, pioniera della danza orientale in Puglia, organizza in collaborazione con la danzatrice Tatiana Nardeschi il Raqs Sharqi Contest.
L’esposizione “Oriente in scena. Sguardi d’autore” potrà essere visitata, con ingresso libero e gratuito, fino al 2 marzo (dal lunedì al venerdì ore 10/13 e 16/19, sabato e domenica solo su appuntamento; info 080.202.69.66).

Atelier d’Architettura, Via Renato Imbriani n°105
Inaugurazione ore 18:30.


Il Principe Amleto

In il

PROGRAMMA:
ESPOSIZIONE GIOIELLI D’AUTORE DEL MAESTRO VITO GURRADO
ORE 9.00 VISITA GUIDATA DEL CASTELLO
ORE 10.30 MOSTRA DI FOTOGRAFIA PROMOSSA DALL’ORDINE DEI MANDATARI MEDIEVALI DI SANNICANDRO DI BARI
ORE 11.30 PERFORMANCE TEATRALE “IL PRINCIPE AMLETO”
ORE 13.00 PICCOLO RINFRESCO

Il Principe Amleto
Voci delle nostre identità il dilemma perpetuo dell’uomo – da “Amleto” di W. Shakespeare

Quando silenzio e follia, realtà e illusione si incontrano danno un volto alla coscienza collettiva attraverso una maschera. Quando nel silenzio delle nostre identità coesistono anima e umori la follia pian piano prende piede e colora le voci e i corpi, proprio come nei versi di Emily Dickinson…
Amleto gioca con la sua follia e si beffa lucidamente di chi gli sta intorno consapevole dei suoi scopi, ma Ofelia ne è fuori e, inconsapevole, si lascia morire.
Ma la morte è compagna di chi cerca l’odio e la vendetta e così innalza la sua ombra travolgendo tutti in un lago di sangue.
Amleto, Ofelia, lo Spettro, Re Claudio, La Regina, rappresentano simboli forti e di grande attualità di quanto il potere possa logorare chi ce l’ha e sbeffeggiare chi non ce l’ha. D’altra parte l’ “essere o non essere” è il dilemma perpetuo dell’uomo.
Lo spettatore si trova quasi ad interagire con i personaggi già dalle prime fasi quando Amleto e lo Spettro si confrontano in un surreale dialogo fra il mondo dei vivi e l’aldilà, immaginando che ci fosse uno specchio d’aria a separarli. Come si può accettare l’assassinio di un padre e l’usurpazione della corona avvenuta in modo così subdolo?

Drammatica conseguenza degli eventi accaduti ad Amleto è il velo di follia che lo pervade e che si “riflette” anche su Ofelia.
Un’incantevole fanciulla appare sospesa nell’acqua, immagine rappresentata dall’iconografia romantica in cui Ofelia, in preda alla follia, scivolando nelle acque di un fiume, muore annegata.
Le scene sono contrappuntate da effetti sonori e melodie.

Idea e adattamento
Massimo Abrescia, Katia Nacci

Attori:
Vincenzo Marco De Sario, Tiziana Manfredi, Pino Matera, Diego Milanesi Amendoni, Enrico Milanesi Amendoni, Susi Rutigliano e Maurizio Sarubbi

Aiuto regia Maurizio Sarubbi

Musiche Massimo Abrescia

Scene e costumi Susi Rutigliano

Luci Francesco Di Filippo

direzione Massimo Abrescia, Katia Nacci

aiuto organizzazione Enza Capodiferro

Compagnia Experimental Opera – Associazione culturale SCENE
per prenotazioni
infotel. 347-7894393 – 347-4846040


PIANOFORTANGO – Polaris Duo in Concerto a chiusura della mostra di Leo Matiz

In il

PIANOFORTANGO Polaris Duo in Concerto a chiusura della mostra di Leo Matiz
? Venerdì 16 febbraio
? Ore 20:30
? PIANOFORTANGO

Un concerto a chiusura della mostra di Leo Matiz a cura dei Polaris Duo con musiche di Astor Piazzolla e video-proiezione a tema.

? Alle 19:30 visita guidata alla mostra
? Prenotazioni al numero 080577236
✔️ Ingresso: 10 euro
______
Il Polaris Duo, vincitore del Premio Sonora 2008 per il migliore spettacolo dedicato alla musica da film, è formato da Miro Abbaticchio e Giuseppe Massarelli (due pianoforti). Oltre all’esecuzione di colonne sonore e di composizioni proprie, i due artisti si sono concentrati sulla vasta produzione musicale di Astor Piazzolla, registrando un cd per pianoforte a quattro mani completamente dedicato al musicista sudamericano.