DOMENICA AL MUSEO GRATIS: Ritorna l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali

In il

Il 6 ottobre 2019 DOMENICA GRATUITA NEI MUSEI E NEI SITI ARCHEOLOGICI STATALI
Domenica al Museo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente, in applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Per Bari e provincia i luoghi visitabili:

  • Bari

Museo nazionale archeologico di Altamura
via Santeramo, 88 – Altamura
Orario: Lunedì-Venerdì 8.30-19.30, Sabato-Domenica 8.30-13.30

Castello svevo di Bari
piazza Federico II di Svevia, 4 – Bari
Orario: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.30 Chiusura settimanale: Martedì; Orario biglietteria: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.00

Museo e Pinacoteca d’Arte Medievale e Moderna della Città Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”
Via Spalato 19 – Bari
Orario: dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30) domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30) lunedì e festività infrasettimanali chiuso

Palazzo Simi
Strada Lamberti, 1 – Bari
Orario: tutti i giorni 9,30 – 18,30

Galleria nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”
via Giandonato Rogadeo, 14 – Bitonto
Orario: Giovedì-Martedì 9.00-20.00 Chiusura settimanale: Mercoledì; Orario biglietteria: Giovedì-Martedì 9.00-19.30

Museo nazionale archeologico di Gioia del Colle
piazza dei Martiri del 1799, 1 – Gioia del Colle
Orario: Lunedì-Sabato 8.30-19.30 Festivi 8.30-13.30; Orario biglietteria: Lunedì-Sabato 8.30-19.15; Domenica 8.30-13.15

Parco archeologico di Monte Sannace
Strada Provinciale 61 – Gioia del Colle – Turi Km 4, 5 – Gioia del Colle
Orario: 8.30 – tramonto (su prenotazione) Chiusura settimanale: nessuna

Museo nazionale Jatta
piazza G. Bovio, 35 – Ruvo di Puglia
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-13.30 Giovedì 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Martedì-Mercoledì-Venerdì 8.30-13.30 Giovedì e Sabato 8.30-19.30

  • Barletta – Andria – Trani

Castel del Monte
località Castel del Monte – Andria
Orario: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30; Orario biglietteria: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30

Antiquarium e la zona archeologica di Canne della Battaglia
– Barletta
Orario: Giovedì-Domenica 10.00-19.00 seconda settimana del mese: mercoledì-sabato 10.00–19.00 Chiusura settimanale: Lunedì-Mercoledì; Orario biglietteria: 10.00-18.30

Cantina della sfida
Via Cialdini, 9 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Museo civico Barletta
Piazza Castello – Castello Svevo – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”
Via Cialdini 74 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Palazzo Sinesi – Canosa di Puglia
Via Kennedy, 18 – Canosa di Puglia
Orario: Tutti i giorni 9.00 – 13.00 Chiusura settimanale: lunedì

Castello svevo di Trani
piazza Manfredi, 16 – Trani
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Domenica 8.30-19.00


Visita Gratuita al Castello Svevo di Bari

In il

castello svevo bari

Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero II il Normanno, sorge nel 1131 su preesistenti strutture abitative bizantine. Tra il 1233 e il 1240, Federico II di Svevia recupera all’uso l’impianto normanno danneggiato dal duro intervento di Guglielmo il Malo che, nel 1156, si era imposto con la forza alla popolazione barese, restia ad accogliere il nuovo dominatore. Il nucleo normanno-svevo è a pianta trapezoidale, con una corte centrale e quattro alte torri angolari fortemente bugnate. Superando la torre S-O, detta dei Minorenni per averne ospitato la sezione carceraria nel XIX secolo, si incontra l’ingresso originale, il portale federiciano. Con la sua doppia ghiera a sesto acuto, con conci popolati da personaggi della mitologia classica e nordica, il portale federiciano è il manifesto del potere imperiale: nel concio in chiave, un leoncino fra gli artigli di un’aquila, simbolo ricorrente nell’architettura federiciana.

Ingresso Gratuito

Domenica 6 ottobre in occasione dell’iniziativa Domenica al Museo promossa dal Ministero dei Beni Culturali.


Visita Gratuita a Castel del Monte

In il

castel del monte

Il castello è costruito direttamente su un banco roccioso, in molti punti affiorante, ed è universalmente noto per la sua forma ottagonale. Su ognuno degli otto spigoli si innestano otto torri della stessa forma nelle cortine murarie in pietra calcarea locale, segnate da una cornice marcapiano; si aprono otto monòfore nel piano inferiore, sette bifore ed una sola trifora, rivolta verso Andria, in quello superiore. Il cortile, di forma ottagonale, è caratterizzato, come tutto l’edificio, dal contrasto cromatico derivante dall’utilizzo di breccia corallina, pietra calcarea e marmi; un tempo erano presenti anche antiche sculture, di cui restano solo la lastra raffigurante il Corteo dei cavalieri ed un Frammento di figura antropomorfa. In corrispondenza del piano superiore si aprono tre porte-finestre, sotto cui sono presenti alcuni elementi aggettanti ed alcuni fori, forse destinati a reggere un ballatoio ligneo utile a rendere indipendenti l’una dall’altra le sale, tutte comunicanti tra loro con un percorso anulare, ad eccezione della prima e dell’ottava, separate da una parete in cui si apre, in alto, un grande òculo, probabilmente utilizzato per comunicare.

Ingresso Gratuito

Domenica 6 ottobre in occasione dell’iniziativa Domenica al Museo promossa dal Ministero dei Beni Culturali.


1° MAGGIO AL MUSEO: i luoghi della cultura aperti a Bari e provincia

In il

1 maggio al museo

I luoghi della cultura del Polo Museale della Puglia osserveranno i seguenti orari di apertura al pubblico nella giornata di mercoledì 1 maggio 2019.

Castello Svevo di Bari
dalle ore 8:30 alle 19:30
Ultimo ingresso: ore 18:30
Ingresso con costi ordinari

Galleria Nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”
dalle ore 9:00 alle 20:00
Ultimo ingresso: ore 19:15
Ingresso gratuito

Museo Archeologico Nazionale di Altamura
dalle ore 8:30 alle 13:30
Ultimo ingresso: ore 13:00
Ingresso gratuito

Museo Archeologico Nazionale e Castello di Gioia del Colle
dalle ore 8:30 alle 19:30
Ultimo ingresso: ore 19:15
Ingresso con costi ordinari

Museo Archeologico Nazionale Jatta
dalle ore 8:30 alle 13:30
Ultimo ingresso: ore 13:15
Ingresso gratuito

Parco Archeologico di Monte Sannace
dalle ore 8:30 alle 15:00
Ultimo ingresso: ore 14:00
Ingresso con costi ordinari


FESTA DELLA GENTE DI MARE 2019

In il

festa della gente di mare 2019 bari

ARCHIVIO DI STATO DI BARI
Venerdì 12 aprile 2019, ore 8.30

FESTA DELLA GENTE DI MARE 2019
4a EDIZIONE
Auditorium dell’Archivio di Stato, via Pietro Oreste 45 – Bari
Incontri-dibattiti

La ricerca archeologica subacquea del litorale di Bari
Venerdì 12 aprile 2019, dalle ore 8.30, nell’auditorium dell’Archivio di Stato di Bari, si svolgerà la seconda giornata della 4a Edizione della “Festa della Gente di Mare”, con incontri-dibattiti sul tema La ricerca archeologica subacquea del litorale di Bari.
La manifestazione è promossa dall’Associazione Stella Maris Santa Chiara-Porto di Bari; dalla Direzione Marittima della Puglia e Basilicata Ionica – Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Bari; dall’Archivio di Stato di Bari; dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale; dalla Lega Navale Italiana e dalla Società italiana protezione beni culturali ONLUS – Sezione regionale di Puglia.
Nella giornata dedicata alle “Attività di ricerca archeologica subacquea del litorale di Bari”, agli incontri – dibattiti parteciperanno Autorità preposte alla tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso e docenti ed esperti che effettuano la ricerca in tale ambito.
Ai saluti istituzionali seguiranno gli interventi:
prof. Giacomo Disantarosa, Il sistema portuale antico di Bari: merci, commerci e rotte dal Mediterraneo orientale;
prof. Giovanni Strippoli, Le Associazioni subacquee e l’educazione alla protezione dei beni culturali;
dott. Gianfranco Ruffo, Esperienze di cantieri di ricerca subacquea e collaborazioni;
dott.ssa Anna Esposito, I reperti archeologici ceramici di provenienza subacquea; dott. Michele De Gioia, Archeologia subacquea e il fouling marino;
dott. Antonino Greco, Le ricerche sul litorale antico di Bari;
C.V.(CP) Luigi Leotta, La cornice di sicurezza ed il supporto logistico della Guardia Costiera.
Introduce e modera il prof. Nicolò Carnimeo, presidente dell’Associazione Vedetta sul Mediterraneo e promotore del Festival “Mare d’inchiostro”.

Info: 080099311; e-mail: as-ba@beniculturali.it

INGRESSO LIBERO


CINEMADAYS 2019: ad Aprile, 4 giorni nei cinema di Bari e provincia a soli 3 euro

In il

cinema days aprile 2019

Staccate il calendario dal muro e cerchiate in rosso i giorni dall’1 al 4 aprile. Stanno per arrivare i CinemaDays 2019, l’iniziativa che vi permette di andare al cinema con soli 3 euro promossa dal MiBAC (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) in collaborazione con ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali) ANEM (Associazione Nazionale Esercenti Multiplex) e ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema).

L’anno scorso i CinemaDays avrebbero dovuto riguardare tre periodi dell’anno ma poi l’edizione autunnale è stata all’ultimo annullata. Ora il progetto CinemaDays, inteso a destagionalizzare le uscite cinematografiche e attirare in questo modo il pubblico in sala nei mesi estivi, o comunque nei mesi meno forti di grandi film, riguarderà soltanto il mese di aprile, ma non è detto che più avanti non venga replicato.

Per info sulle sale aderenti nella vostra città, consultate il sito http://cine-days.it/


A Bari, la mostra de “La documentazione cartografica ottocentesca conservata nella Sezione di Archivio di Stato di Trani”

In il

giornata del paesaggio bari archivio di stato

ARCHIVIO DI STATO DI BARI

Giornata Nazionale del Paesaggio

14 MARZO 2019 – ore 10.00
Inaugurazione della mostra

LA DOCUMENTAZIONE CARTOGRAFICA OTTOCENTESCA CONSERVATA NELLA SEZIONE DI ARCHIVIO DI STATO DI TRANI

In occasione della terza Giornata Nazionale del Paesaggio, istituita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nello spirito della Convenzione Europea del Paesaggio, il 14 marzo 2019, presso l’Archivio di Stato di Bari, in via Pietro Oreste 45, alle ore 10.00, sarà inaugurata la mostra intitolata La documentazione cartografica ottocentesca conservata nella Sezione di Archivio di Stato di Trani, con la partecipazione di docenti della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Bari.
L’iniziativa intende valorizzare e presentare al pubblico, costituito da specialisti del settore ma anche da semplici curiosi ed amanti della storia del territorio, il patrimonio cartografico di alto rilievo storico e figurativo conservato nella Sezione di Archivio di Stato di Trani.
Ai saluti istituzionali della dott.ssa Antonella Pompilio direttore dell’Archivio di Stato di Bari, seguiranno gli interventi della dott.ssa Luciana Maria Rosaria Attolico, responsabile della Sezione di Archivio di Stato di Trani e curatrice della mostra,della prof.ssa Monica Livadiotti, direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del DICAR- Politecnico di Bari e del prof. Giuseppe Carlone, docente di Storia del Territorio presso la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del DICAR – Politecnico di Bari.

La mostra resterà aperta fino al 28 marzo 2019, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.30.

Archivio di Stato di Bari
Via Pietro Oreste, n. 45, Bari
Info: 080.099311; e-mail:as-ba@beniculturali.it
Sezione di Archivio di Stato di Trani
Piazza Sacra Regia Udienza, n. 3, Trani
Info: 0883.583522; e-mail:as-ba.trani@beniculturali.it


Settimana dei Musei 2019: al Castello Svevo di Bari concerti, presentazione di libri e conversazioni a tema

In il

settimana dei musei castello svevo bari

In occasione della Settimana dei Musei prevista dal Mibac per l’anno 2019 dal 5 al 10 marzo, la Direzione del Polo Museale della Puglia e la Direzione del Castello Svevo di Bari, nell’ambito delle attività di promozione culturale del Polo Museale della Puglia, propongono una serie di iniziative quali presentazione di libri, concerti e conversazioni a tema.
Una settimana densa di appuntamenti, che vede il Castello Svevo di Bari centro propulsore e nucleo di riferimento dell’identità culturale cittadina.

Di seguito il programma degli eventi organizzati:

Presentazione del libro “ALLE ORIGINI DELLA MAIEUTICA” di Dorella Cianci.
GIOVEDÌ 07 MARZO ALLE ORE 17,00 presso la Sala Multimediale del Castello Svevo di Bari verrà presentato il libro “Alle origini della maieutica” di Dorella Cianci – ed. Marisilio Feltrinelli, di Dorella Cianci  (prefazione di Guido Guidorizzi), con l’intervento del prof. Corrado Petrocelli, ex Rettore dell’Università degli Studi di Bari e attuale Rettore dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. L’evento verrà moderato dal giornalista RAI Mimmo Spina.
Il termine ‘maieutica’, come spiega l’autrice, si è introdotto nell’uso contemporaneo per indicare come si possa partorire anche intellettualmente. Nel chiedersi, quindi, quando è iniziato l’accostamento, nella sfera educativa, fra parto e idee, partendo dal mito greco del ‘partorire con la testa’ e passando per la formula creata da Socrate, il libro verte sulla esigenza contemporanea di riflettere sul dialogo. Ci si chiede quanto la dialogicità  oggi sia più efficace rispetto a quella socratica, quella che forse (come sottolinea Umberto Eco) cercava di sfinire l’interlocutore a sostegno delle proprie convinzioni.
Alla presentazione interverrà la stessa autrice Dorella Cianci, grecista, filologa, dottorata in storia dell’educazione, assegnista di ricerca in storia della filosofia medievale presso l’Università LUMSA di Roma e collaboratrice di alcuni quotidiani quali l’Unità, la Repubblica, il Corriere della Sera ed il Sole 24 Ore.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Concerto “DONN’AMOR”, con Giovanna Carone (voce), Giuseppe Petrella (tiorba) e  Pippo D’Ambrosio (percussioni).
VENERDÌ 08 MARZO ALLE ORE 18.00 (apertura porte ore 17.30), in occasione della Giornata Internazionale della Donna, il Castello Svevo di Bari ospiterà presso la Sala Multimediale il concerto “DONN’AMOR”.
Il programma, che si muove nel complesso mondo delle emozioni al femminile, si sviluppa in una serie di canti sefarditi, arie, piccole cantate, villanelle, canzoni e mottetti di autori del primo ‘600 italiano (Sigismondo d’India, Johann Hyeronimus Kapsberger , Claudio Monteverdi, Nicolas Hotman, Robert de Visée, Girolamo Frescobaldi, Tarquinio Merula, Gaspar Sanz, Andrea Falconieri, Enrico Radesca).
Il concerto vedrà come protagonisti:
Giovanna Carone (voce),
Giuseppe Petrella (alla tiorba)
Pippo D’Ambrosio (alle percussioni).

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Conferenza “LE DONNE DEL MARE” a cura di Enrica Simonetti e Tina Ottavino.
SABATO 09 MARZO ALLE ORE 10.00 presso la Sala Multimediale del Castello Svevo di Bari si terrà la conferenza “Le donne del mare” a cura di Enrica Simonetti, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno e scrittrice di libri sui fari e sul mare, Tina Ottavino dell’associazione “Alexott” ed il Festival “Mare d’Inchiostro” della Vedetta sul Mediterraneo.
In questa conferenza saranno trattate le storie di coloro che vivono il mare perché professionalmente coinvolte, come le donne in divisa impiegate sulle navi della Marina Militare, ma anche le veliste e altre che lo vivono indirettamente come, ad esempio, le mogli dei pescatori.
Interverrà e racconterà la sua esperienza anche Rita Di Loreto l’unica donna guardiano di un faro in Italia.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Concerto del Trio “GIOCONDA DE VITO”, con Liubov Gromoglasova (pianoforte), Silvia Grasso (violino) e Gaetano Simone (violoncello).
SABATO 09 MARZO ALLE ORE 17.30 (apertura porte ore 17.00), il Castello Svevo di Bari, in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, ospiterà all’interno della Sala Multimediale il concerto del Trio “Gioconda de Vito”, con introduzione di Nicola Santoro.
Attraverso le musiche di Robert Schumann e a 200 anni dalla nascita della moglie Clara, il tema delle ‘musiche periferiche’ sarà interpretato in relazione al ruolo spesso secondario assegnato alla donna nella musica e nell’arte in generale. Clara Schumann fu una delle pianiste più importanti e virtuose dell’epoca romantica, nonostante, all’epoca, si consentisse solo raramente ad una donna di esibirsi in concerti che non fossero privati. Anche dopo la morte di Robert, nel 1856, Clara continuò a girare per il mondo in tournée, cercando di valorizzare sia i lavori del marito che quelli dell’amico Brahms.
Durante il concerto verranno eseguite: di Robert Schumann ‘Fantasiestucke op.73’, di Clara Schumann ‘Tre Romanze op.22’ e il celebre ‘Trio in sol minore per pianoforte, violino e violoncello op.17’.
Il concerto vedrà come protagonisti:
Liubov Gromoglasova (al pianoforte),
Silvia Grasso (al violino) e
Gaetano Simone (al violoncello).
Introduce: Nicola Santoro.
Nel corso dell’evento l’attrice Valeria Pinto  leggerà alcune pagine del diario tenuto da Clara Wieck e Robert Schumann.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Per info:
Castello svevo di Bari
Piazza Federico II di Svevia, 4
Tel. 3285499757
Mail: pm-pug.castellosvevo@beniculturali.it