Lezioni di Storia del Rock con Alceste Ayroldi

In il

lezioni di storia del rock alceste ayroldi

Lezioni di Storia del Rock
con Alceste Ayroldi

Salone dei Concerti “Nino Di Leone” – Il Pentagramma
Dalle ore 10:00 alle ore 12:00

PROGRAMMA:

Sabato 16 marzo
Dal blues al rock’n’roll, passando per le vie del rhythm and blues

Sabato 23 marzo
Elvis, Richard, Buddy: the king of 50’s. L’arrivo dei songwriters e il folk revival

Sabato 30 marzo
La prima British Invasion vs. il sound della West Coast

Sabato 6 aprile
Il rock si fa progressivo

Sabato 27 aprile
Dal glam al punk il passo è breve?

La partecipazione alle lezioni di storia del Rock è gratuita ed aperta ai soci ordinari ed ai soci sostenitori.

Il Pentagramma
via Gianone 16/B – Bari
tel. 0805022002 – 3755085604


Lezioni di Rock con Riccardo Bertoncelli

In il

Lezioni di Rock con Riccardo Bertoncelli

Un laboratorio di tre giorni in tre differenti location dedicato alle etichette discografiche del rock, a cura di Riccardo Bertoncelli

Dal 20 al 22 maggio si rinnova il consueto appuntamento annuale con Riccardo Bertoncelli e le sue imperdibili lezioni di rock! In un laboratorio di tre giorni costruito assieme a Doriana Borgo aka Summer Ave, Agostino Convertino e La Carrozza di Hans, Bertoncelli esplorerà il panorama delle etichette discografiche che hanno accompagnato la storia del rock, alcune “generaliste”, buone per tutti i generi, altre invece con un preciso taglio e preferenze – come certi atelier di stilisti di moda, capaci di modellare uno stile particolare.

Si parlerà quindi della Sun Records, l’etichette fondamentale del rock&roll, dove Elvis cominciò la carriera, e della Parlophone, la sottoetichetta del gigantesco gruppo EMI dove finirono i Beatles perché nessuno li voleva; della Atlantic Records, etichetta storica non solo per il rock ma anche per il jazz e il rhythm and blues, e della Reprise, fondata da Frank Sinatra per registrare in libertà ma poi capace di aprirsi agli artisti più radicali e “difficili”; della Harvest e della Vertigo, etichette-chiave della musica Prog, i cui dischi originali oggi sono il Santo Graal dei collezionisti, e della Sub Pop, punto di riferimento fondamentale per il grunge, da tutta un’altra parte della storia rock; e ancora della Virgin di Richard Branson e della Island di Chris Blackwell, due visionari capaci di cambiare il corso della musica giovane, non solo due discografici.

La narrazione sarà storica e annedottica, come sempre: una storia di storie, di personaggi strani, di intuizioni geniali, sorprese e fallimenti, perchè è questo il mix fondamentale della nostra musica amata, il rock.

Tre differenti location e due partner d’eccezione:
– domenica 20 maggio alle ore 18.00 saremo a Bari all’Officina degli Esordi dagli amici di SPINE Small Temporary Small Press Bookstore, libreria itinerante e interattiva dedicata all’editoria indipendente, al self-publishing e al libro illustrato, che ci ospiterà nell’ambito della Fiera del Disco;
– lunedì 21 maggio alle ore 19.00 l’appuntamento è a Martina Franca nell’Auditorium della Fondazione Paolo Grassi;
– martedì 22 maggio alle ore 22.00 saremo invece a Locorotondo presso il Docks 101 con il Dj Set firmato Summer Ave feat. Riccardo Bertoncelli.

[Ingresso libero]

RICCARDO BERTONCELLI
Particolarmente attivo già dagli anni Settanta, Riccardo Bertoncelli ha collaborato con le neonate radio libere e con riviste specializzate come Muzak e Gong, di cui è stato fondatore. A 17 anni ha fondato la sua prima fanzine e nel ‘73 ha pubblicato il primo libro italiano sulla musica che stava contagiando le giovani generazioni (“Pop story”). Nel 1980 è stato direttore di Musica 80 e con Franco Bolelli ha curato l’Almanacco Musica per Il Formichiere. Dal 1995 collabora con la Editrice Giunti, curando la collana Bizarre dedicata alla musica. Oggi Bertoncelli è ancora uno dei più noti scrittori e critici musicali e ha al suo attivo esperienze radiofoniche e collaborazioni con Linus, Repubblica, Max e Rockerilla. “Considero Riccardo Bertoncelli l’equivalente “rock” di quello che ha rappresentato Rodolfo Celletti (indimenticato direttore del Festival della Valle d’Itria) per la musica lirica” – sottolinea il Direttore della Fondazione, Rino Carrieri – “Entrambi voci appassionate, scrittori stimolanti e, soprattutto, Maestri dello spirito critico, frutto del pensiero libero e dell’utilizzo di strumenti di analisi sempre approfondita e argomentata come base di ogni loro critica e recensione.”

Info. 0804306763