Swing that Music

In il

Swing that music palazzo pesce

Sabato 14 aprile Palazzo Pesce ospita Cristina Lacirignola, Mino Lacirignola e Andrea Gargiulo e il loro Swing that Music, un concerto che farà rivivere in Puglia le straordinarie atmosfere degli anni Trenta e Quaranta del Novecento.

Siamo nel 1929 e il crollo di Wall Street e la catastrofica crisi economica segnano la fine della prima era del Jazz. L’imperativo diventa superare la Depressione e guardare con fiducia al futuro. Molti aspetti della vita cambiano e cambia anche la musica che si ascolta: dalle dolci canzonette sentimentali congeniali al clima di rassegnazione dei primi anni Trenta si passa a una musica scacciapensieri, festosa, pensata per ballerini con buoni muscoli e fiato lungo. Nasce la musica swing. E per farla non si deve più essere soli sul palco. È il momento di divertirsi. E si divertiranno, e divertiranno, la voce di Cristina Lacirignola, fasanese approdata al canto e allo studio dell’improvvisazione jazz con una laurea in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale, il pianoforte di Andrea Gargiulo, napoletano che da subito si è accostato al jazz passando per la musica corale e la direzione di coro, e la tromba di Mino Lacirignola, belga di nascita e barese per formazione con al suo attivo concerti in giro per il mondo e più di 20 cd. In Swing that Music offriranno al pubblico canzoni italiane e arrangiamenti originali, spesso riproposti senza soluzione di continuità. Un evento a Mola di Bari in cui l’improvvisazione solistica sarà l’affermazione della sensibilità e creatività di questi tre artisti, tutti insieme coinvolti in Jazz for Amnesty International.

Ticket: 10 euro

sabato 14 aprile 2018 h 20.30 | Sala Etrusca di Palazzo Pesce
via Van Westerhout 24 – Mola di Bari
Info e prenotazioni: 3931340912 – palazzopesce@yahoo.it


Paul Wertico Trio in concerto all’AncheCinema – “Free the Opera”

In il

paul wertico trio anche cinema bari

MAST Recording Studio e Anche Cinema presentano:
La leggenda del JAZZ internazionale PAUL WERTICO, vincitore di 7 Grammy Award con il Pat Metheny Group, in concerto con il suo TRIO, composto da Fabrizio Mocata e Gianmarco Scaglia, con il progetto FREE THE OPERA! al Teatro polifunzionale Anche Cinema

Paul Wertico TRIO in Free The Opera!

Parcheggio convenzionato in Corso Italia 45

>>>Acquista biglietti
I biglietti sono disponibili anche in tutti i punti vendita BookingShow e al botteghino del Teatro polifunzionale Anche Cinema

BIGLIETTO INTERO in platea: 15€ + d.p.
BIGLIETTO INTERO secondo settore: 12€ + d.p.
BIGLIETTO INTERO GALLERIA: 10€ + d.p.

Biglietti RIDOTTI con AncheCinema CARD

INFO SMS/Whatsapp 329 611 22 91

Free The Opera!
Fabrizio Mocata – piano
Gianmarco Scaglia – contrabbasso
Paul Wertico – drums

Per anni i musicisti jazz hanno interpretato temi presi a prestito dal repertorio della musica popolare contemporanea. I brani celebri vengono chiamati “standard” e la pratica del “tema con variazione” di antica memoria, in buona sostanza si rivela intramontabile. In questo progetto, Fabrizio Mocata ha pensato di andare a ritroso nel tempo prendendo alcune famose “arie” d’Opera che, per lo meno in Italia, possono essere considerate “canzoni popolari contemporanee del XIX secolo” e questo conferisce ai brani più valore intrinseco e una qualità che consente più profonde esplorazioni nel tempo, struttura ed elaborazione armonica.

Le composizioni del trio rappresentano due diverse ma connesse aree del jazz. Da una parte abbiamo l’autentica interpretazione delle “canzoni popolari contemporanee del XIX secolo” e dall’altro abbiamo i brani che derivano direttamente dall’incontro della creatività e dell’interplay dei musicisti.

Non è un caso che uno di questi si chiami “Meeting of the Minds”. Se nel jazz la scelta del materiale musicale non necessariamente influenza la formazione del gruppo, questo gruppo stesso produce del materiale musicale, producendo la maggior parte di ciò che i musicisti scelgono di suonare. Fabrizio Mocata è responsabile della scelta dei brani ed ha contribuito all’incisione con sorprendente versatilità, radicato nella formazione classica unita a tutte le esperienze musicali che ha maturato in diversi stili e generi.

PAUL WERTICO

Paul Wertico, nato a Chicago nel ’53, batterista, nel 1983 entra a far parte del Pat Metheny Group (con il quale vincerà 7 Grammy Award) dove rimane fino al 2001.

A febbraio del 2001 lascia il gruppo per dedicarsi alla famiglia e seguire i suoi altri interessi musicali. Negli ultimi anni Wertico ha continuato a suonare, ha creato il Paul Wertico Trio e ha collaborato con musicisti come:Larry Coryell, Kurt Elling e Jeff Berlin.

Dal 2000 al 2007 è stato membro di un gruppo di rock progressivo polacco gli SBB. Il suo primo CD da leader è intitolato The Yin and the Yout. Questo album verrà acclamato dalla critica. Nel 1998 registra un Cd dal vivo con il Paul Wertico trio, intitolato Live in Warsaw con il chitarrista John Moulder e il bassista Eric Hochberg.

Il Pat Metheny Group è il gruppo che effettivamente porta al successo Wertico e proprio con il gruppo di Metheny infatti che Paul affina la sua tecnica e comincia a lavorare sull’uso dei piatti che diventerà poi una sua caratteristica. Nonostante provenga da generi musicali diversi Wertico entra subito in armonia con il gruppo di Pat Metheny diventando un elemento fondamentale della formazione e un punto di riferimento per i batteristi che lo sostituiranno.

GIANMARCO SCAGLIA

Gianmarco Scaglia, contrabbassista , compositore, nel 1986 ha fondato con Raimondo Meli Lupi l’ Open Frontiers Trio, che si esibisce tutt’ora. Nel 1994 ha formato un Trio a suo nome con Claudio Fasoli ai sassofoni ed Ettore Fioravanti alla batteria lavorando su proprie composizioni e realizzando il suo primo CD “ Moods” con l’etichetta MM Records (MM43024). Ha all’attivo circa 20 incisioni discografiche, di cui 4 a suo nome.
Presente sulla scena jazzistica nazionale dal 1984 esibendosi in clubs, teatri, rassegne dove ha collaborato con alcuni tra i più prestigiosi musicisti italiani e americani fra i quali Joe Diorio, Skip Hadden, Paul Wertico, John Helliwell, Danilo Rea, Paolo Fresu, Franco Cerri, Max De Aloe, Marco Tamburini, Massimo Manzi, Claudio Fasoli, Ettore Fioravanti, Giulio Stracciati, Daniele Malvisi, Mauro Beggio,, Stefania Rava, Piero Odorici, Nico Gori, Andrea Marcelli ed altri.

Ha avuto modo di esibirsi anche con l’ Orchestra Nazionale di Sofia, Jazz Art Orchestra, Arturo Toscanini Orchestra Ritmica. Nel 2003 i suoi CD “Blue in Green” e “Jazz City” sono stati recensiti dalla più importante e prestigiosa rivista specializzata “Double Bassist”.

FABRIZIO MOCATA

Fabrizio Mocata, pianista e compositore siciliano, dal 2000 al 2007, fa parte del quintetto Rojo Porteño con cui suona in importantissime rassegne musicali e con cui vince concorsi di musica da Camera nazionali e internazionali.

Dopo diverse collaborazioni live e in studio, pubblica nel 2009 il suo progetto da leader “Puccini Moods”, in trio con E. Fioravanti e G. Scaglia. Il lavoro gli procura un’intensa attività live che gli permette di coinvolgere nel progetto musicisti del calibro di J. Helliwell (sax dei Supertramp), N. Gori, A. Marcelli, R. Meli Lupi, S. Ravasini, D. Malvisi e E. Zirilli.

Il progetto è stato di recente presentato con gran successo a Berlino. Sempre nel 2009, con il quartetto milanese Mala Hierba pubblica l’album “Impollinazioni”, disco che riceve il premio “Toast” al MEI di Faenza. Nel 2010 pubblica il CD live “Concerto della beata Cristiana”, in cui rielabora pagine di musica sacra in chiave jazzistica con un ensemble misto formato da un quartetto jazz e un quartetto classico d’archi.
A ottobre 2010 ha compiuto con A. Marcelli, G. Scaglia, M. De Aloe, C. Marrali, L. Petrocca e P. Crinelli un tour in South Africa, Mozambico and Zimbawe Nell’autunno 2010 ha presentato il progetto “Puccini Moods” al Bologna jazz festival e al 1st italian jazz festival a Berlino. Nel 2011 prende parte come musicista e compositore al progetto “Originals” di G. Scaglia insieme a P. Dabiré e G. P. Liguori, presentato con P. Crinelli all’interno del Valdarno jazz 2011 e di prossima registrazione. Nel luglio 2011 collabora con M. Panascia in “Jazz conversation”. Nel 2011 intraprende la collaborazione con il cantante uruguaiano Ricardo Olivera suonando in diverse manifestazioni.
Nel 2012 si affaccia sulla scena internazionale registrando il suo nuovo progetto a New York con M. Panascia, F. Nemeth e G. Garzone. A inizio Luglio, insieme a Gianmarco Scaglia, ospita nuovamente il batterista P. Wertico, con cui, oltre a una serie di concerti, registra il nuovo album “Free the opera!


Il Duca e il Bardo – Shakespeare in Jazz

In il

il duca e il bardo shakespeare in jazz

Il Duca e il Bardo – Shakespeare in Jazz

Cos’hanno in comune Shakespeare e il Jazz? Perché “il Duca e il Bardo”? Com’è possibile emulare un genio come Giorgio Albertazzi?

Le risposte a tutti questi quesiti le scoprirete il 6 Aprile al Teatro Traetta, venendo ad ascoltare questa combriccola di pazzi. Infatti, proprio la “pazzia” e la passione ci hanno guidati in questa ambiziosa impresa di far rivivere, in poche ore, le genialità di Albertazzi, Shakesperare e Duke Ellington.

Voci e musica si inseguiranno e si intrecceranno, riempiendo il Traetta con un omaggio a questi mostri sacri del teatro. Vi aspettiamo per condividere con noi questa passione, questo amore e, perché no, anche questa nostra “pazzia”.

“Accendi un sogno e lascialo bruciare in te”. (W.S.)

Vi aspettiamo.

Tutti i biglietti hanno il costo di 5 euro.
Prevendita presso la Libreria del Teatro 080.3758368


Il sorriso del Jazz: musica afrocubana, italiana e brasiliana

In il

il sorriso del jazz aspettando il festival delle murge

Aspettando il Festival delle Murge
“Il sorriso del Jazz”. Classici della musica afrocubata, italiana e brasiliana.
Teo Civarella, piano.
Giuseppe Bassi, contrabbasso.
Giovedì 22 marzo presso il Teatro Comunale di Corato. Apertura porte ore 20:00. Ingresso € 2,00.
Prevendite presso il botteghino del Teatro.

Teo Ciavarella è nato in Puglia sul Gargano , vive a Bologna e insegna pianoforte jazz e improvvisazione al Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Ha inciso un centinaio di dischi e ha suonato e registrato con importanti musicisti jazz come Gerry Mulligan, Eddie Gomez, George Garzone , Paolo Fresu, Fabrizio Bosso. Notevole la sua produzione teatrale e televisiva con Virginia Raffaele, Renzo Arbore, Pupi Avati, Lucio Dalla, Antonio Albanese, Gianni Morandi, Enrico Bertolino, Vinicio Capossela, Giorgia, Tiziano Ferri, Malika, Paolo Conte, Paolo Rossi, Claudio Baglioni. Ha diretto per anni la big band dell’Università di Bologna e tiene costantemente seminari e concerti in Italia, Europa, Stati Uniti e Centroamerica.

Giuseppe Bassi, è nato a Bari ed uno tra i piû attivi contrabbassisti europei. Nella sua carriera a girato il mondo con il suo strumento ed è ricercato dai piû importanti jazzisti americani durante i loro tour nel vecchio continente. Attualmente suona nel gruppo di Gegè Telesforo, anche lui pugliese e tiene master classes in Italia e all’estero

Il programma della serata spazierà da classici del jazz, come “The man i love “ di George Gershwin, a capolavori della musica brasiliana come “Wave” di Antonio Carlos Jobim e celebri canzoni italiane come “Caruso” di Lucio Dalla. In programma anche un due composizioni originali del M°Civarella dal titolo “Arianna” e “Gargano Elegy”.


Bach in Jazz concerto di Maestri Rosario Mastroserio e Domenico Balducci

In il

I Maestri Rosario Mastroserio e Domenico Balducci eseguiranno alcune trascrizioni per pianoforte di Bach a Due Pianoforti con libere improvvisazioni.
Il Concerto avrà luogo presso l’Auditorium Nino Rota Conservatorio Di Bari.

Via Cifarelli, 26 – Bari
Lunedì 18 dicembre 2017
ingresso libero
Info. 3486618546


GUSTO JAZZ live music e food experience

In il

L’Amministrazione Comunale di Corato presenta la prima edizione di GUSTOJAZZ, che si terrà da sabato 16 a martedì 19 dicembre 2017, una nuova manifestazione nata dalla evoluzione di due importanti attività, “Corato Jazz Festival” e “Metti un weekend a Corato”, dedicate alla musica ed alla gastronomia.
GUSTOJAZZ è promosso dal Comune di Corato in partenariato con l’Associazione Culturale Art Promotion e con l’Agenzia per l’Occupazione e lo Sviluppo dell’area Nord Barese-Ofantina, realizzato con la Direzione Artistica di Alberto La Monica per gli eventi musicali e di Alessandro Buongiorno per gli eventi gastronomici.

“GUSTOJAZZ – dichiara il Sindaco Massimo Mazzilli – vuole rappresentare il più esclusivo appuntamento culturale della città nelle prossime annualità, con l’obiettivo di essere coinvolgente per i residenti, ma anche attrattivo per i turisti. Le attività prevalenti in programma sono la musica jazz in tutte le sue forme, coniugata con l’enogastronomia, il cinema, le arti figurative, la danza. L’obiettivo è invadere la città, scegliendo di volta in volta gli spazi opportuni a ciascun esperimento, passando dai contenitori culturali già presenti, come il Teatro Comunale, a palazzi storici, piazze, strade, locali del centro storico e cantine vinicole. Questa è solo la prima parte del progetto che abbiamo candidato all’Avviso Pubblico emanato dalla Regione Puglia per “Presentare Iniziative Progettuali Riguardanti lo Spettacolo dal Vivo e Le Residenze Artistiche”, che a regime realizzerà tante altre attività dedicate alla musica, all’enogastronomia, alla formazione musicale e gastronomica, alle arti figurative in tutte le sue forme, con il coinvolgimento di diversi attori del territorio.”

PROGRAMMA:

Il programma della prima edizione, che prevede la partecipazione di nomi importantissimi del panorama artistico e jazzistico italiano, inizia sabato 16 dicembre alle ore 19 con la “Guida Emotiva”, un emozionante itinerario a stazioni, animato da attori e musici e accompagnato da una guida turistica, alla scoperta dei principali luoghi culturali della Città.
Partenza dall’INFO-POINT in Piazza Sedile 45, con partecipazione gratuita su prenotazione presso l’INFO-POINT.
Alle ore 21, presso il Teatro Comunale e ad ingresso libero, si terrà il talk show con Pupi Avati condotto dal critico Fabrizio Corallo. Il blasonato regista offrirà al pubblico una brillante conversazione sul suo appassionante passato jazzistico e sulla sua esperienza cinematografica molto spesso legata alla musica (in particolare, Bix – Un’ipotesi leggendaria, il film diretto da Pupi Avati nel 1991 basato sulla biografia del jazzista Bix Beiderbecke). Al termine dell’incontro, concerto di Lino Patruno, che con Pupi Avati scrisse il soggetto e la sceneggiatura di quel film, che riproporrà le splendide musiche jazz che andavano in voga negli anni ’30 e che hanno caratterizzato quel periodo storico.
Lino Patruno & His Blue Four (Lino Patruno: chitarra, banjo – Mauro Carpi: violino – Gianluca Galvani: cornetta – Giancarlo Colangelo: sax basso – Antonella Parnasso: voce).

Domenica 17 dicembre con partenza dal Palazzo di Città alle ore 19.00, concerto itinerante della Jazz Moment’s Streetband (Patty Lomuscio: voce – Mino Lacirignola: tromba – Pino Pichierri: clarinetto – Max Monno: banjo, chitarra – Muzio Petrella: contrabbasso e chitarra basso – Antonio Ninni: batteria). La banda con le sue performance jazz attraverserà le strade del centro storico e terminerà l’esibizione in Piazza Abbazia dove è in programma un evento di grande richiamo per il pubblico: alle ore 20 una serata spettacolo di street food e wine experience attraverso il racconto dei prodotti della nostra terra. Presenteranno i giornalisti Carlo Sacco e Annamaria Natalicchio.

Lunedì 18 dicembre una combinazione eccelsa fra musica e cibo in una location alternativa, la Cantina Sociale Terra Maiorum, che per l’occasione si riveste di nuovo aprendo le sue porte al pubblico coratino. A partire dalle ore 19.00 saranno offerte delle visite guidate nei frantoi in piena attività con la degustazione dell’olio appena molito. Alle ore 21, ad ingresso gratuito, concerto di una delle maggiori esponenti in Italia del genere bossanova, Rosalia De Souza, un’artista di caratura internazionale che ha calcato i palcoscenici delle città più importanti del mondo e che si esibirà con il suo quartetto.
Rosalia De Souza Quartet (Rosalia De Souza: voce – Francesco De Giosa: chitarra – Piero Vincenti: piano – Fabio Accardi: batteria).

Martedì 19 dicembre al Teatro Comunale il momento più atteso ed a lungo inseguito: concerto del più grande trombettista italiano Paolo Fresu che presenta il progetto Jazzy Christmas, una scaletta dedicata alle musiche natalizie piuttosto variegata, che spazia da brani tratti dal più classico songbook americano ad altri che provengono dalla tradizione popolare.
Paolo Fresu Quintet featuring Daniele di Bonaventura (Paolo Fresu: tromba, flicorno e multieffetti – Daniele di Bonaventura: bandoneon – Tino Tracanna: sax tenore e soprano – Roberto Cipelli: pianoforte – Attilio Zanchi: contrabbasso – Ettore Fioravanti: batteria).
Questo è l’unico evento a pagamento (ingresso: 15€ Platea, 12 € Palchi I Ordine, € 10 Palchi II Ordine). I biglietti sono acquistabili presso il botteghino del Teatro Comunale dal mercoledì alla domenica, oppure on line sul sito www.bookingshow.it e presso tutti i punti vendita Bookingshow.
Media Partners:
CoratoLive.it, Lo Stradone, CoratoViva ||Project Partners:Pastificio Granoro, Nicotel Corato, Società Cooperativa Lavorazione Prodotti Agricoli “Terra Maiorum”

Con il Patrocinio di:
Associazione Nazionale Città dell’Olio, Gruppo di Azione Locale “Le Città di Castel del Monte”

Piazza Sedile 45, Teatro Comunale, Palazzo di Città, Piazza Abbazia, Cantina Sociale Terra Maiorum – Corato (Bari)
ingresso libero
Info. 080-8720861


“GRANDE” CHRISTMAS JAZZ 5et ad Altamura

In il

Concerto di musiche Natalizie in chiave Jazz

CHRISTMAS JAZZ 5et

Joosie (Giusy Abbruzzese) / voce
Nanni Teot / tromba / flicorno
Paolo Luiso / Piano
Gianfilippo Direnzo / contrabbasso / basso elettrico
Antonio Dambrosio / batteria

Info / prenotazioni:
Cinema Grande Altamura 0803117705 / 3289640030


3° Altamura Jazz Festival

In il

Altamura Jazz Festival – 25, 26, 27 e 28 luglio 2017 – 3^ edizione.
Organizzato dall’Associazione culturale AMICI DEL JAZZ di Altamura e dall’Associazione turistica PRO LOCO di Altamura

L’Associazione culturale Amici del Jazz di Altamura, dopo il successo delle due edizioni, ha ideato, promosso ed organizzato la terza edizione di Altamura Jazz Festival per i giorni 25/07/2017 (martedì), 26/07/2017 (mercoledì), 27 luglio 2017 (giovedì) e 28/07/2017 (venerdì) con rispettivi quattro concerti di musica jazz dal vivo, con ingresso ore 20.30 e inizio concerto ore 21.00, che si svolgerà ad Altamura presso il Chiostro del Museo Etnografico dell’Alta Murgia sito in Via Vittorio Veneto n. 53, in collaborazione con l’Associazione turistica Pro Loco di Altamura.
Tale festival musicale è organizzato per valorizzare il territorio e il centro antico della Città di Altamura, nonché far visitare la importante e prestigiosa collezione della civiltà contadina presente nel Museo, soprattutto in altri periodi, anche ai fini dello sviluppo turistico della città.
Il programma dettagliato degli artisti provenienti da varie città pugliesi, nazionali ed estere, che si esibiranno è il seguente:

martedì 25 luglio 2017 – NEW GENERATION QUINTET
Barbara Russo – voce e tastiere, Antonio Ninni – batteria, Alberto Di Leone
– tromba, Nicolò Fanelli – chitarra, Giulio Scianatico – contrabbasso;

mercoledì 26 luglio 2017 – ANTONIO TRINCHERA SEXTET feat. NIKALEO
Antonio Trinchera – chitarra, electronis, Nikaleo – voce, Dony Valentino –
piano e violino, Enzo Bacco – sassofono tenore e soprano, Piero Ancona –
basso, Miki Genualdo – batteria;

giovedì 27 luglio 2017 – TENCOLOR – Tributo a Luigi Tenco
MARCO GIULIANI QUINTET
Marco Giuliani – voce, Bruno Montrone – piano, Nico Catacchio –
contrabbasso, Fabio Delle Foglie – batteria, Vincenzo Gentile – tastiere;

venerdì 28 luglio 2017 – ONOFRIO PACIULLI TRIO meets RACHEL GOULD
Rachel Gould – voce, Onofrio Paciulli – piano, Luca Dalpozzo – contrabbasso,
Dario Mazzucco – batteria.

Direzione artistica Antonia Massaro, Ufficio stampa Onofrio Bruno, Coordinamento Domenico Sardone.
Presentano Angela Berloco e Vito Giordano.
Patrocini della Città di Altamura, Regione Puglia, Museo Etnografico dell’Alta Murgia, La Nuova Murgia, Tele Appula, altamurgia.it, Radio Altamura Uno.
Info e prenotazioni Associazione culturale Amici del Jazz di Altamura tel. 368 7760601.


15° Multiculturita Jazz Festival: il programma

In il

MULTICULTURITA SUMMER JAZZ FESTIVAL 2017
RASSEGNA MUSICALE a cura
dell’ ASSOCIAZIONE MULTICULTURITA
XV EDIZIONE
12-14 luglio 2017

12 luglio – ore 20
Jazz Village
Jazz History I
100 dischi per 100 anni di Jazz.
I suoni di un viaggio lungo un secolo
(a cura di Michele Laricchia e Alceste Ayroldi)
ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Swing & Dance
Mino Lacirignola, tromba
Francesco Lomangino, sassofoni
Davide Saccomanno, organo Hammond
Mike Zonno, contrabbasso e voce
Antonio Di Lorenzo, batteria
Esibizione dei ballerini Lindy Hop
Francesca Caggiano, Fabio Delle Foglie,
Pompilio Vergine e Rossana Gentile.

13 luglio – ore 20
Jazz Village
Jazz History I
100 dischi per 100 anni di Jazz.
I suoni di un viaggio lungo un secolo
(a cura di Michele Laricchia e Alceste Ayroldi)

ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Raiz & Radicanto “Musica Immaginaria Mediterranea”
Raiz, voce
Giuseppe De Trizio, chitarra classica
Adolfo La Volpe, oud, basso, chitarra elettrica
Giovanni Chiapparino, fisarmonica
Francesco De Palma, percussioni

14 luglio – ore 20
Jazz Village
Jazz History I
100 dischi per 100 anni di Jazz.
I suoni di un viaggio lungo un secolo
(a cura di Michele Laricchia e Alceste Ayroldi)

ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Conturband “Music In The Night”
Carmelo Lerede, Davide Scarafile, Vito Abbatepaolo – tromba
Nuccio Gargano, Michele Rotolo, Giuseppe Bucci, Francesco Pugliese, Tommaso Florio, Stefano Mastrosimini, Anna Grazia Leserri, Celeste Ludovico, Francesco Ludovico – sassofoni
Mimmo Panico, Francesco Rossi – trombone, tuba
Vincenzo Cianciola, Giuseppe Sorressa, Luca Antonio Di Dio, Francesco Bux – percussioni

XV edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, che conferma il Jazz Village, negli spazi antistanti il Sagrato della Reale Basilica e il MAC (Multiculturita Art Contest), che si distribuirà nelle tre serate. Dallo swing “da ballare” alle note mediterranee dei Radicanto con la inconfondibile voce di Raiz, fino al giovane e vigoroso large ensemble della Conturband. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

XV edizione per il Multiculturita Summer Jazz Festival, il festival ideato da Michele Laricchia nel 2003 e organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia, che si conferma uno degli appuntamenti più attesi dell’estate festivaliera pugliese, si terrà dal 12 al 14 luglio.
Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funkoff, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Simona Bencini, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, Doctor 3, Antonio Sanchez, James Senese, Karima, Fabio Concato tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.
Visto il successo della precedente edizione, anche quest’anno nello spazio antistante il Sagrato della Reale Basilica Santa Maria del Pozzo, ci sarà il Jazz Villlage, dove sarà possibile degustare prodotti tipici di qualità del territorio. Ogni sera, a partire dalle ore 20, ci sarà la prima edizione di Jazz History: 100 dischi per 100 anni di Jazz.I suoni di un viaggio lungo un secolo, a cura di Michele Laricchia e Alceste Ayroldi.
Si conferma anche MAC – Multiculturita Art Contest con la direzione artistica di Rocco De Sario, che avrà un nuovo volto, concretizzandosi in un’estemporanea di pittura “in notturna” divisa nelle tre serate del festival, nell’arco delle quali si realizzerà l’opera che parteciperà al concorso a premi. Tutti gli artisti, dovranno avere come riferimento, nello svolgimento dei lavori e quindi nella realizzazione finale, la musica, in una qualsiasi delle sue forme.
Obiettivo del Multiculturita Summer Jazz Festival è anche quello di dare voce ai musicisti pugliesi e, quest’edizione, è interamente dedicata ai progetti di qualità della nostra regione.
Il main stage si riconferma lo splendido scenario offerto dalla Reale Basilica capursese, che mercoledì 12 luglio (ore 21) darà spazio al ben consolidato binomio tra jazz e ballo, con il progetto Swing & Dance con Mino Lacirignola (tromba), Francesco Lomangino (sassofoni), Davide Saccomanno (organo Hammond), Mike Zonno (voce e contrabbasso), Antonio di Lorenzo (batteria), che trasformeranno l’area interessata in una Savoy Ballroom en plein air.
Giovedì 13 luglio Capurso accoglierà le musiche del Mediterraneo dei Radicanto con un ospite d’eccezione: Raiz degli Almamegretta. La torrida voce del cantante partenopeo, sarà affiancata dalle corde di Giuseppe De Trizio (chitarra classica) e Adolfo La Volpe (oud, basso, chitarra elettrica), dalla fisarmonica di Giovanni Chiapparino e dalle percussioni di Francesco De Palma.
La kermesse capursese di chiude venerdì 14 luglio, con l’esplosiva esuberanza della Conturband: una street band formata da quindici elementi, tutti pugliesi che inonderà di musica e di festa l’intera Capurso.
In scena ci saranno: Carmelo Lerede, Davide Scarafile, Vito Abbatepaolo – tromba; Nuccio Gargano, Michele Rotolo, Giuseppe Bucci, Francesco Pugliese, Tommaso Florio, Stefano Mastrosimini, Anna Grazia Leserri, Celeste Ludovico, Francesco Ludovico – sassofoni;Mimmo Panico, Francesco Rossi – trombone, tuba; Vincenzo Cianciola, Giuseppe Sorressa, Luca Antonio Di Dio, Francesco Bux – percussioni.
Ingresso libero per tutti gli eventi.

Info: 347.6504664
Website: www.multiculturita.it ; info@multiculturita.it

Alceste Ayroldi
Multiculturita Summer Jazz Festival

da mercoledì 12 a venerdì 14 luglio 2017 ore 19:45
Sagrato Reale Basilica Madonna del Pozzo
via Madonna del Pozzo 1 – Capurso (Bari)
ingresso libero
Info. 347.6504664


Multiculturita Jazz Festival 2016: il programma

In il

MULTICULTURITA SUMMER JAZZ FESTIVAL 2016
RASSEGNA MUSICALE a cura
dell’ ASSOCIAZIONE MULTICULTURITA
XIV EDIZIONE
7-9 luglio 2016

7 luglio – ore 20.15
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Jazz Village
I Finale Europe Contest
Le Scat Noir
Three Floors Down

Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Main Stage
Karima & Diego Caravano – ore 21.30
Karima, voce
Diego Caravano, tastiere
Egidio Marchitelli, chitarre
Marco Siniscalco, basso elettrico
Puccio Panettieri, batteria
Federica Graziani, cori
Francesca Carbonelli, cori
Elisa Tronti, cori
Jolomie Urunden, cori

8 luglio – ore 20.15
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Jazz Village
II Finale Europe Contest
Daniela Spalletta & Urban Fabula
Markevans Trio

Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Main Stage
James Senese Napoli Centrale – ore 21.30
James Senese, voce, sassofoni
Ernesto Vitolo, tastiere
Gigi De Rienzo, basso elettrico
Franco Del Prete, batteria
Fredy Malfi, batteria, cori

9 luglio – ore 20.15
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Jazz Village
Premiazione Multiculturita Art Contest

Ore 21.30
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Main Stage
Fabio Concato – Fabrizio Bosso – Julian Oliver Mazzariello
Fabio Concato, voce
Fabrizio Bosso, tromba
Julian Oliver Mazzariello, pianoforte

Ore 23.00
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo – Jazz Village
L’allegra tristezza del Brasile
Choronotes & Sambaden
Martina Primavera, voce
Aldo Di Caterino, flauto
Giuseppe Todisco, tromba e flicorno
Andrea Iacobino, cavaquinho
Nicolo Fanelli, chitarra
Gianluca Fraccalvieri, basso
Giuseppe Santorsola, batteria
special guest Guido Di Leone, chitarra
Molte novità per la XIV edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival. A partire da Jazz Night, l’opera pittorica realizzata dall’artista Catia Cavone che caratterizza il festival, fino all’inedito Jazz Village, curato dall’associazione Puglia in Corte, che ospiterà le finali dello Europe Contest e dove sarà possibile degustare prodotti tipici dell’enogastronomia pugliese, oltre che i dj-set afterhour. Tre concerti di caratura internazionale che confermano la policromia del festival capursese: l’inedito progetto di Karima e Diego Caravano (Neri per Caso), il dirompente sound di James Senese Napoli Centrale e la canzone d’autore italiana reinterpretata da Concato, Bosso e Mazzariello.

L’opera di copertina è realizzata dalla pittrice Catia Cavone: Jazz Night.
Organizzazione: Multiculturita J.S.; Supporto Promozionale: Jazzitalia; Coordinamento Artistico Multiculturita Europe Contest: Alceste Ayroldi; Coordinamento Artistico MAC: Rocco De Sario.
Il biglietto di ingresso è di 15 euro + prevendita. L’abbonamento di euro 30 + prevendita dà diritto all’accesso per tutte le serate con posto a sedere numerato. L’accesso all’area Jazz Village è a ingresso libero. Info: 347.6504664

Website: www.multiculturita.it – www.pugliaincorte.it
info@multiculturita.it – info@pugliaincorte.it

Prevendite:
Centro Musica, Corso Vittorio Emanuele n. 165/C – Bari
Box Office c/o Feltrinelli Libri e Musica, via melo n. 119 – Bari
Libreria La Sapientia, via Madonna del Pozzo n. 43 – Capurso

Alceste Ayroldi
Multiculturita Summer Jazz Festival
339/2986949