AFA FEST: Erica Mou e Folcast in concerto gratuito a Bari

In il

afa fest 2021 bari

Condivisione, rinascita e refrigerio: ecco le parole chiave dell’AFA FEST, il festival alla sua prima edizione che porterà rinfresco musicale nelle afose serate baresi del 22 e 23 Luglio 2021, presso Spazio13.

Il programma del festival vedrà alternarsi sui palchi di Spazio13, in sole due serate di AFA, molte proposte fra cui: la nota artista pugliese Erica Mou e Folkast, sul podio delle nuove proposte di Sanremo 2021, accompagnati da Valentina Polinori, giovane e talentuosa cantautrice romana. Nel festival ci sarà spazio anche per i giovani emergenti per i quali è stata aperta una call for artist, la AFA’N’Call, per poter condividere il palco con i grandi nomi sopracitati. Ci saranno inoltre mostre d’arte, market di artigianato e giochi d’acqua per vincere il caldo.

L’idea del nome AFA nasce proprio per esorcizzare il caldo torrido e le fatiche dell’afa estiva. In più, “A fà fest” (a far festa) è una tipica espressione barese che descrive benissimo l’atmosfera di allegria, divertimento e spensieratezza che aleggeranno in questi due giorni di festival.

Per promuovere il festival è stato realizzato un video promo che vede protagonista la mascotte dell’evento AFA, una piccola scimmia in tenuta estiva che affronta la giungla urbana cercando refrigerio nei principali luoghi del capoluogo Pugliese. La mascotte sarà protagonista di una campagna di guerrillia marketing con diverse installazioni a sorpresa dislocate nel cuore della città.

Il Festival è promosso dal Comune di Bari con il bando “URBIS” misura del PON Città Metropolitane 2014/20.
Fra i partner del festival: Fluid!, Spazio13, Associazione Cuenzo, Tou.Play, f.project e SPAZIO dischi. Realtà che si compenetrano nei luoghi di Spazio13 in una identità costituita da molteplici realtà che condividono all’unisono una visione corale di unione e appartenenza alla comunità.

PROGRAMMA
– 22 luglio: Folcast, artista della AFA’N’Call, giochi d’acqua, market.
– 23 luglio: Erica Mou, Valentina Polinori, giochi d’acqua, market.

Ingresso gratuito (con tessera Fluidi 5€) – Posti limitati
Inizio ore 18:00 – Fine ore 24:00
c/o Spazio13 – Via C. de Cristoforis, 8, 70123 Bari


LOOP Festival Special Edition, 4 giorni di musica negli spazi della Fiera del Levante

In il

loop festival 2021

BARI – Torna il Loop Festival per un’edizione speciale, pensata per raccontare la musica del sovvertimento attraverso i grandi artisti del contemporaneo. Quattro appuntamenti a ingresso gratuito, scanditi nelle date del 13, 15, 20 e 22 luglio 2021 e realizzati in presenza nella nuovissima Arena di Apulia Film House (all’interno della Fiera del Levante di Bari, start ore 21.00).

Un evento come sempre lontano dalla mesta rievocazione dei grandi classici del passato, bensì focalizzato sui nomi più importanti e destabilizzanti della musica e del video dei nostri giorni.

La rassegna, realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission e dall’Associazione Pool con il patrocinio di Puglia Sounds, torna nel 2021 con la direzione artistica del giornalista Michele Casella e col sottotitolo Rage Riot Rebels Revolution, in un momento in cui la battaglia per i diritti civili divampa e i movimenti attivisti internazionali trovano nuovi spazi e nuove forme di espressione.

Il Loop Festival esplorerà questi temi attraverso la proiezione e il commento di alcuni fra i più evocativi videoclip contemporanei, realizzando una visione e un ascolto collettivi arricchiti da spiegazioni, analisi e aneddoti sulla loro realizzazione.

Un viaggio, dunque, che attraversa la discografia e l’immaginario visuale di artisti come Chemical Brothers, Kendrick Lamar, Radiohead, Patti Smith, Depeche Mode, Pixies, Pearl Jam, Ben Harper, Björk e molti altri in relazione ai movimenti pacifisti, alle azioni di protesta per i diritti umani e alle rivolte del BLM (Black Lives Metter).

Dal video “This Is America” di Childish Gambino, simbolo della spettacolarizzazione della violenza statunitense, passando per i memorabili Rage Against The Machine e al rifiuto della guerra dei Radiohead. Dal grido di libertà lanciato da Beyoncé e Kendrick Lamar alla satira musicale delle Pussy Riot, per arrivare alla lotta al potere dei Public Enemy e al brano storico “The Message”, che ha posto Grandmaster Flash And The Furious Five come nuovi poeti urbani degli Stati Uniti. E ancora la disubbidienza alla polizia dei N.W.A., le incursioni elettro-punk dei Justice, la passionalità di Sinéad O’Connor e la rivoluzione non trasmessa in TV del visionario Gil Scott-Heron.

Come ogni anno, anche la quinta edizione del Loop Festival vede la collaborazione con un artista di fama internazionale, il celebre fumettista spagnolo Miguel Ángel Martín, che ha realizzato quattro illustrazioni a marchio di ciascuna serata della rassegna.

Definito dal Time “il miglior disegnatore europeo di fumetti”, l’autore di base a Madrid è noto per il suo stile urticante, trasgressivo e spesso violentissimo, ma allo stesso tempo preciso e dotato di un’eleganza che contrasta con la vocazione sarcastica e provocatoria. Martín è autore di libri che hanno perfino ricevuto una censura preventiva in Italia, classici come “Psychopathia Sexualis” e “Total Overfuck”, ma anche dell’indimenticabile e commovente “Brian the Brain”. Collabora da anni con moltissime riviste come El Paìs e Rolling Stone.

PROGRAMMA:

13 luglio ore 21.00 – RACE, interviene Francesco Prisco (Il Sole 24 ORE) – INGRESSO GRATUITO

15 luglio 2021 – ore 21:00 – RIOT, Interviene Michele Casella (Direttore artistico Loop) – INGRESSO GRATUITO

20 luglio 2021 – ore 21:00- REBELS, Interviene Luca Pacilio (Direttore de Gli Spietati) – INGRESSO GRATUITO

22 luglio 2021 – ore 21:00- REVOLUTION, Interviene Guido Furbesco (Vanity Fair) – INGRESSO GRATUITO


Diego Fusaro, Katia Ricciarelli e Giobbe Covatta al FestivArts di Alberobello

In il

festivarts alberobello

Un format per conoscere l’essere umano al di là del grande artista attraverso un’atmosfera intima ed accogliente capace di innescare interazioni inedite ed irripetibili e un contatto diretto con il pubblico. E’ questo FestivArts, l’originale contenitore culturale ideato da Domi Ciliberti, con la direzione artistica di Pino Savino, promosso dal Comune di Alberobello e patrocinato Costa dei Trulli, che da tre anni anima la fiabesca piazza del Sacramento, incorniciata dall’affascinante Trullo Sovrano, ad Alberobello, in provincia di Bari.
Diversi gli artisti già accolti nelle scorse edizioni tra le antiche e caratteristiche costruzioni a forma conica, patrimonio UNESCO da 25 anni, tra cui Giancarlo Giannini, Michele Placido, Eugenio Finardi, Dino Abbrescia e alcuni dei membri della band Dire Straits Legacy di fama planetaria tra cui Phil Palmer. Ogni incontro, guidato da Domi Ciliberti, si rivela unico ed imprevedibile riuscendo, così, a restituire al pubblico un’ora e mezzo di puro flusso di emozioni.

Ed è con questi presupposti che prenderà il via, il prossimo 10 luglio, la III edizione di FestivArts, con il primo ospite Diego Fusaro, una delle voci più autorevoli e controcorrente del panorama culturale italiano. Filosofo e insegnante di filosofia presso l’Istituto Alti Studi Strategici e Politici di Milano (IASSP), di cui è anche direttore scientifico. E’ stato qualificato dal quotidiano “La Repubblica” come uno dei tre giovani filosofi europei più promettenti. Oltre a dirigere alcune collane filosofiche per diversi editori (Il Prato, Mimesis, Bompiani), cura blog e riviste, ed è editorialista de “La Stampa” e de “Il Fatto Quotidiano”. Autore di numerosissimi saggi, si definisce “allievo indipendente di Hegel e di Marx” e, coerente con il pensiero “L’essenziale è rimanere fedeli al proprio scopo” del filosofo e poeta tedesco, è spesso sotto i riflettori dei media per la sua visione fuori dal coro. Con lui un’ampia chiacchierata tra filosofia, cultura e attualità toccando anche le tematiche dei suoi innumerevoli saggi.

Il 23 luglio sarà la volta di Katia Ricciarelli, eccelsa soprano, celebre anche per le sue apparizioni sul grande e piccolo schermo in qualità di attrice televisiva, oltre che in alcuni musical e commedie teatrali. Nella sua lunga carriera ha calcato i più grandi palcoscenici del mondo, dalla Scala di Milano al Lyric Opera di Chicago, passando per la Royal Opera House di Londra. Direttrice artistica del Politeama Greco di Lecce e del Sferisterio di Macerata, ha iniziato negli anni duemila una fortunata carriera di attrice, dapprima per sceneggiati televisivi, poi con film d’autore. Nella sua riservata vita privata si susseguono il tenore José Carreras ed il noto conduttore televisivo Pippo Baudo.

Infine, il 2 agosto sempre alle ore 21.00, chiuderà la rassegna il tarantino Giobbe Covatta, comico, attore, scrittore, umorista, commediografo, attivista e politico italiano, amato non solo per le sue innate doti comiche ma anche per la straordinaria umanità e spontaneità che traspare dal suo modo di essere. La sua grande popolarità inizia sul piccolo schermo e nelle divertenti comparsate al “Maurizio Costanzo Show”, consacrandosi ben presto come uno degli uomini d’oro dell’editoria; la sua prima pubblicazione “Parola di Giobbe” (Salani, 1991), infatti, vende oltre un milione di copie, una cifra impensabile per un qualsiasi altro libro. Centinaia le sue apparizioni in tv e teatro come attore e comico e, soprattutto, sempre in prima linea nel suo impegno umanitario che lo ha portato a diventare testimonial dell’AMREF (Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca), a collaborare per Greenpeace e ad impegnarsi in spettacoli sui diritti umani e per il sociale.
Crocevia delle varie espressioni della creatività umana, FestivArts è ideato per divenire evento attrattivo per esponenti di rilievo del panorama musicale, teatrale, cinematografico e culturale. L’obiettivo è quello di offrire preziosi momenti di contatto diretto con il pubblico, rilanciando la sfida di una cultura possibile e per tutti.

FestivArts Alberobello, la bellezza dell’arte in ogni sua forma.
Gli eventi in programma sono liberi. Non è richiesta prenotazione.
Disponibilità di posti a sedere limitata secondo le vigenti disposizioni anti-covid19.


“FABULA EST” a Mola di Bari due bellissime giornate dedicate alla storia

In il

fabula est

RULLO DI TAMBURI

Anche quest’anno il nostro paese rivivrá due bellissime giornate dedicate alla storia.
L’evento vede come protagonisti: il comune di Mola di Bari e due associazioni che operano sul territorio con entusiasmo e passione, “La Giostra delle
Idee” e l’ associazione culturale “Rosa di Jericho.”

VENERDI 09 LUGLIO: l’ evento sarà inaugurato dallo svolgimento di un interessante convegno storico che avrà come tema le nostre origini, a seguire vi attende una rappresentazione teatrale organizzata dall’ Associazione socio culturale ” La Giostra delle Idee ” .
OBBLIGO DI PRENOTAZIONE AL 3474717715.
INGRESSO GRATUITO.

SABATO 10 LUGLIO : l’ associazione socio culturale ” Rosa di Jericho” vi guiderà nella nostra storia alla scoperta della corte di Brianna attraverso visite guidate animate.
OBBLIGO DI PRENOTAZIONE AL 3402422092.
INGRESSO GRATUITO.

Vi aspettiamo, prenotate il vostro posto nella storia!!


UNA NUOVA STORIA: 3° festival di letteratura, cinema e arti visive per la legalità e la nonviolenza

In il

una nuova storia festival

Leggere e riflettere, ascoltare e crescere nell’educazione alla legalità, alla giustizia, al senso di responsabilità e alla nonviolenza. E farlo attraverso due linguaggi particolarmente coinvolgenti per il pubblico più giovane: il cinema e il fumetto. È la scelta della terza edizione di «Una Nuova Storia», il festival di letteratura, cinema e arti visive per la legalità e la nonviolenza organizzato dal Centro di documentazione «Antonino Caponnetto» del Municipio 2 di Bari, gestito dalla Cooperativa Sociale «Il Nuovo Fantarca», con la direzione artistica di Rosa Ferro, in collaborazione con Maria Rosaria Flotta. Dal 5 al 9 luglio 2021, bambini, bambine e adolescenti, per cinque giorni consecutivi, potranno sperimentarsi nel workshop di fumetto, cimentandosi anche nella giuria del festival cinematografico.

Dal 5 all’8 luglio, dalle 17,30 alle 20, nella sede del Centro Caponnetto (in Via Giovanni Colella 13, a Bari) si svolgerà il workshop gratuito di fumetto «I supereroi del quotidiano: il fumetto e l’illustrazione per raccontare l’impegno civile», riservato a 8 ragazzi e ragazze tra i 12 e i 17 anni, tenuto da Gian Marco De Francisco, fumettista, illustratore, coordinatore della scuola di fumetto Grafite. Il workshop porterà alla creazione di alcune tavole a fumetti (o illustrazioni), ideate e realizzate dagli stessi partecipanti: un modo creativo per esprimere la propria opinione sui temi della denuncia e dell’impegno sociale, acquisendo al contempo alcune tecniche espressive e artistiche per la narrazione attraverso le immagini (i posti disponibili per il workshop sono già esauriti).
Quanto al Festival del Cinema per Ragazzi e Ragazze, si terrà dal 5 al 9 luglio, con inizio alle 20,30, nell’Area Verde del Centro Polifunzionale «Futura» nel Parco 2 Giugno (in collaborazione con la Cooperativa «Progetto Città» e il Centro Futura). E i temi dei film in proiezione verteranno su bullismo, diversità, immigrazione, solidarietà, cura e rispetto dell’ambiente. In programma l’anteprima di dieci titoli, tra lunghi e cortometraggi, particolarmente adatti ad un pubblico fra gli 8 e i 12 anni: saranno proprio loro i «giurati» del Festival, votando per il «miglior film» e il «miglior corto».

La partecipazione a tutti gli appuntamenti è gratuita. È necessario prenotarsi compilando il modulo presente nel sito www.centrocaponnettobari.it/festival (dove sono presenti tutti i dettagli) o inviando una  mail a centrocaponnetto@libero.it. Nel rispetto delle norme anti Covid, saranno accettate 50 prenotazioni per ogni proiezione.

IL PROGRAMMA CINEMATOGRAFICO
Lunedì 5 luglio si parte con la proiezione del film «Binti» della regista belga Frederike Migom. Già vincitore di numerosi festival internazionali di cinema per ragazzi, è un lavoro che introduce il tema dell’immigrazione clandestina in modo ironico e mai banale, attraverso le vicende di Binti, una ragazzina congolese di 12 anni che ha sempre vissuto in Belgio. Energica e intelligente, sogna di diventare una famosa star del web, ma suo padre è senza permesso di soggiorno e l’espulsione minaccia di infrangere il suo sogno.

Martedì 6 luglio sarà la volta di «Trash – La leggenda della Piramide Magica», un film d’animazione italiano dei registi Luca Della Grotta e Francesco Dafano, che unisce l’educazione ambientale al divertimento. I protagonisti di questa storia sono una scatola di cartone, una bottiglia di bibita gassata e altri amici che partono per un viaggio alla ricerca della famosa Piramide Magica, un luogo mitico in cui è possibile per i rifiuti avere una seconda possibilità attraverso il riciclo.

Mercoledì 7 luglio toccherà a «Rocca Changes The World», un film originale e innovativo della regista tedesca Katja Benrath che si concentra su temi del bullismo e della solidarietà. La protagonista di quest’avventura familiare è Rocca, ragazzina di 11 anni coraggiosa e vivace: è lei ad affrontare senza paura i bulli e a battersi per i più deboli, dimostrando che anche un bambino è in grado di cambiare il mondo.

Giovedì 8 luglio si ritorna con il film italiano «Glassboy» del regista toscano Samuele Rossi, vincitore dell’ECFA Award nel 2021 come miglior film per ragazzi. Il protagonista di questa storia è Pino, dodicenne da sempre confinato nella sua grande villa di famiglia a causa di una forma rara di emofilia. Stanco di una vita sempre uguale a sé stessa, sfida la sua fragile condizione, le paure dei genitori e della nonna e si unisce alla banda degli Snerd, un gruppo di amici molto unito.

Venerdì 9 luglio si svolgerà la serata conclusiva con la presentazione di 6 cortometraggi del panorama nazionale e internazionale. Si parte con «Krenk» del regista pratese Tommaso Santi sull’accoglienza e l’integrazione, a seguire «Entre Baldosas» del regista argentino Nicolas Conte sull’inquinamento e il rispetto ambientale, il corto francese «Migrants» di H. Caby, A. Dupriez, A. Kubiak, L. Lermytte e Z. Devise sullo scioglimento dei ghiacciai e sulle immigrazioni dovute a fattori climatici, «White Crow» del regista croato Miran Miosic che parla di bullismo e diversità attraverso la storia di un corvo bianco, «Un quore sbagliato» delle giovanissime Elena Tham Basilico, Chiara Loiacono e Nicoletta Manno, ispirato ai racconti di Gianni Rodari; infine «Luce & Me» di Isabella Salvetti, una storia divertente e commovente di grande amicizia e solidarietà.

Note biografiche su Gian Marco De Francisco

Come fumettista ha al suo attivo diversi graphic novel tra cui “Baudelaire” Lisciani Comics 2021, “Charlotte Salomon” (2019) pubblicato in Italia da BeccoGiallo e a livello internazionale da Ponent Mon sui mercati spagnolo e anglosassone (Stati Uniti, Inghilterra, Australia) e segnalato dal critico di fama internazionale Paul Gravett, tra i 24 migliori fumetti in uscita sul mercato anglosassone nel 2020. “Ragazzi di scorta” per BeccoGiallo, “Nostra madre Renata Fonte” per 001 Edizioni, una collaborazione su “Zartana lo stregone Blues”, per Cut Up Publishing (Lucca Comics 2018), “Un caso di stalking” per Edizioni Voilier e il fumetto di denuncia sul precariato nel Mezzogiorno, dal  titolo “Da grande” per Edizioni Lilliput.

Il Centro di documentazione per la legalità e la nonviolenza “Antonino Caponnetto” nasce nell’aprile del 2009 da un’idea della ex III Circoscrizione Picone – Poggiofranco di Bari, oggi Municipio 2 Picone – Poggiofranco – Carrassi – San Pasquale – Mungivacca, con il sostegno dell’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari. Il Centro è gestito dalla cooperativa sociale Il Nuovo Fantarca e nasce dal bisogno innanzitutto di fare “memoria” attraverso la creazione di un archivio in grado di recepire e mettere a disposizione della cittadinanza materiali di vario tipo (libri, audiovisivi, studi, esperienze), ma anche per promuovere a livello culturale un’educazione e una pedagogia della legalità, della giustizia, della responsabilità e della nonviolenza, attraverso l’organizzazione di iniziative varie (laboratori, seminari, workshop di formazione, spettacoli, pubblicazioni, incontri pubblici).


“…Ripartiamo con Mozart” concerto gratuito dell’O.S.M. di Bari nel cortile del Redentore

In il

ripartiamo con mozart concerto gratuito

TORNANO I CONCERTI DAL VIVO DELL’ORCHESTRA SINFONICA METROPOLITANA

Con l’ingresso della Puglia in zona gialla, riprendono gli spettacoli dal vivo e all’aperto dell’Orchestra sinfonica metropolitana. Domani, martedì 11 maggio, alle ore 19.00, nel cortile dell’Istituto salesiano S.S. Redentore a Bari (via Martiri D’Otranto n.65) si terrà il concerto “…ripartiamo da Mozart”, con l’esibizione dell’Orchestra metropolitana diretta per l’occasione dal maestro svedese Ola Rudner, nel ruolo anche di solista al violino. In programma musiche di Wolfgang Amadeus Mozart con il Concerto n. 3 in sol maggiore K 216 e la Sinfonia n. 35 Kv 385 “Haffner”.
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti consentiti dalle norme anti-Covid.

Ola Rudner ha iniziato la sua carriera come violinista solista (premiato anche al Concorso Internazionale Paganini di Genova), assistente del leggendario Sandor Vègh, e spalla di varie orchestre, tra cui Camerata Salzburg, Wiener Volksoper e Wiener Symphoniker. Fondatore nel 1995 della Philharmonia Wien, dal 2001 al 2003 è stato direttore principale della Tasmanian Symphony Orchestra in Australia e dal 2003 al 2007 Direttore Stabile dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Dal 2008 al 2016 è stato Direttore Stabile della Württembergische Philharmonie Reutlingen. Dirige tutte le importanti formazioni sinfoniche d’Australia: Sydney Symphony e le orchestre di Melbourne, Queensland, Tasmania, Adelaide e Perth. Collabora con le principali orchestre Scandinave quali l’Orchestra Sinfonica di Gothenburg, l’Orchestra della Radio Svedese, Oslo Philarmonic e le Orchestre di Malmö, Bergen, Trondheim, Aalborg, Helsingborg e Swedish Chamber Orchestra. Con Philharmonia Wien si esibisce regolarmente al Musikverein di Vienna ed effettua tourneè in Giappone, Polonia, Austria, Turchia, Jugoslavia e Italia.

Durante le passate stagioni è regolarmente invitato a collaborare con importanti formazioni orchestrali quali Wiener Symphoniker, London Philharmonic, BBC Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte, Filarmonica di Oslo, RAI di Torino, Slovenian Philharmonic, Philharmonie de Luxembourg, SWR Sinfonieorchester di Stoccarda, Hong-Kong Philharmonic, Mozarteumorchester Salzburg, Warsaw Philharmonic, Bremer Philharmoniker, Orchestra del Teatro La Fenice, Württembergische Philharmonie, Polish National Symphony Orchestra, Latvian National Symphony Orchestra, Belgrade Philharmonic, l’Orchestra Fondazione Arena di Verona, Niederösterreichisches Tonkünstlerorchester, Vienna Chamber Orchestra, Maggio Musicale Firenze, Osaka Philharmonic. Ha diretto importanti produzioni liriche a Vienna al Wiener Volksoper, Opera Australia in Sydney Opera House e Melbourne, Festspielhaus Salzburg etc. concertando opere di Mozart come Il Flauto Magico, Cosí, Figaro, Titus, Don Giovanni, Idomeneo; opere come Traviata, Trovatore, Fidelio, Carmen, Don Pasquale, Il Barbiere di Siviglia ed operette da Offenbach, Strauss, Lehar a Kalman. Le sue registrazioni lo vedono impegnato per Audite, Ars Produktion, BIS, Harmonia Mundi, ABC Classics, Camerata Tokyo, Amadeus, Venice Channel (DVD – HD). Ha ricevuto “la medaglia del centenario” per il suo lavoro musicale in Australia, e dalla repubblica austriaca ha ricevuto “l’onorificenza in argento”.


Riapre al pubblico il Pulo di Molfetta

In il

pulo di molfetta

Domenica 18 ottobre, alle 9.30, si terrà la cerimonia di inaugurazione della riapertura al pubblico del Pulo di Molfetta alla presenza del sindaco metropolitano, Antonio Decaro, del sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, dei consiglieri metropolitani Francesca Pietroforte, Dario de Robertis e Giovanni Facchini e dell’assessore alla cultura del Comune di Molfetta, Sara Allegretta.

Dopo anni la dolina carsica viene restituita alla fruizione di cittadini e turisti grazie alla convezione siglata a settembre del 2018 tra il Comune di Molfetta e la Città metropolitana di Bari in base alla quale l’Ente metropolitano, proprietario del sito, ha ceduto il Pulo al Comune per 20 anni. In base all’accordo la Città metropolitana ha stanziato 200mila euro per la messa in sicurezza del sito ed il Comune 800mila euro per la rifunzionalizzazione finalizzata alla sua riapertura.

Nei prossimi due mesi l’ingresso al Pulo sarà gratuito e contingentato, con mascherina, modulo di triage e prenotazione obbligatoria presso l’Infopoint turistico (email: info.molfetta@viaggiareinpuglia.it o telefonicamente al 3519869433) e osserverà i seguenti giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17. Il Museo Civico: sabato 10-13 e 15-18, domenica 10-13.

Domenica, straordinariamente, sia il Pulo che il Museo civico dove sono custoditi i reperti archeologici rinvenuti durante i lavori di scavo nella dolina carsica, saranno aperti al pubblico, con orario continuato, dalle 11.30 alle 17.30.


Museo Archeologico del Pulo
 di Molfetta
Via Mayer – Molfetta

Info. 3519869433


DOMENICA DI CARTA: una giornata di apertura straordinaria degli Archivi di Stato di Bari, Barletta e Trani

In il

domenica di carta

E anche quest’anno l’Archivio di Stato di Bari e le Sezioni di Archivio di Stato di Trani e di Barletta aderiscono all’iniziativa Domenica di Carta promossa dal MiBACT, con una giornata di apertura straordinaria delle proprie sedi monumentali, alla scoperta dei tesori che custodiscono.

PROGRAMMA:

ARCHIVIO DI STATO DI BARI
Cittadella della Cultura, via Pietro Oreste, 45

Domenica 11 ottobre
dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Visita guidata all’edificio monumentale dell’Archivio di Stato di Bari e alla rassegna storico-documentaria sulle epidemie del passato e la scienza medica in terra di Bari.

Nel corso della visita sarà proiettato un filmato relativo alle attività scientifiche, ai servizi al pubblico erogati dal nostro Istituto, alla formazione specialistica offerta dalla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica e al laboratorio di conservazione e restauro.

I contatti per la prenotazione li trovate al link:
https://www.beniculturali.it/evento/domenica-di-carta-arte-e-scienza-medica-in-terra-di-bari

SEZIONE DI ARCHIVIO DI STATO DI BARLETTA
via Ferdinando d’Aragona, 130

Domenica 11 ottobre
dalle ore 9:00 alle ore 13:00

La Sezione di Archivio di Stato di Barletta organizza una mostra documentaria riguardante l’ideazione e la costruzione di un acquedotto che avrebbe portato l’acqua alle assetate e martoriate dalle epidemie terre di Campania, Puglia e Basilicata. Tutto ebbe inizio all’indomani del terribile colera che colpì la Città di Barletta, come le altre vicine, dal 1883 al 1886.

I contatti per la prenotazione li trovate al link:
https://www.beniculturali.it/evento/domenica-di-carta-2020-un-acquedotto-per-salvarsi-dal-colera

SEZIONE DI ARCHIVIO DI STATO DI TRANI

Domenica 11 ottobre
dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Al fine di diffondere la conoscenza della memoria conservata negli archivi sulle emergenze sanitarie del passato, la Sezione di Archivio di Stato di Trani organizza una mostra documentaria riguardante il Voto, “certificato” da un rogito notarile conservato dalla Sezione di Trani, con il quale si ringraziava il “Signore Onnipotente” per aveva fermato la peste che investì Barletta tra il 28 luglio 1656 e il 22 giugno 1657 ed aveva ucciso tra le 8000 e le 13.000 persone.

I contatti per la prenotazione li trovate al link:
https://www.beniculturali.it/evento/domenica-di-carta-2020-rassegna-documentaria-sulla-peste-di-barletta-del-1656

INGRESSO GRATUITO


Festival Pianistico Città di Corato

In il

Festival Pianistico Città di Corato

X° Festival Pianistico Città di Corato

Dal 29 Agosto al 6 Settembre torna a Corato l’appuntamento con il Festival Pianistico Città di Corato.

Il Festival nasce nel 2009 e da sempre diffonde la musica per pianoforte solo e formazioni cameristiche con pianoforte. Il genere prevalente è la Musica classica ma non mancano mai il Jazz, la Musica da film, l’Opera, la musica pop d’autore, le danze della tradizione (ad esempio il Tango), oltre alle commistioni con il Teatro e la Poesia.

“Artisti di fama internazionale accanto a straordinari giovani talenti” è anche quest’anno il motto del Festival pianistico.

Il programma si apre con un omaggio al Maestro Ennio Morricone , recentemente scomparso. Il flauto d’oro di Giuseppe Nova e il pianoforte di Luigi Giachino ci faranno rivivere alcune delle colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema. I brani, fedelmente trascritti, sono stati accuratamente scelti per importanza, valore artistico e congenialità agli strumenti.

Riflettore sui giovani è un appuntamento che ricorre in tutte le edizioni del Festival. Quest’anno costituisce una parte consistente del programma, col duplice scopo di ridar vita all’attività di giovani professionisti, forzatamente impedita negli ultimi mesi dall’emergenza sanitaria, ed omaggiare Ludwig van Beethoven di cui ricorre il 250 anniversario. Ogni concerto di questa serie si aprirà quindi con un tributo al genio di Bonn, la cui musica costituisce un asse portante nella formazione di ogni musicista. Si esibiranno Giandomenico Castellano e Giulio De Padova, il Duo composto dalla violoncellista Ludovica Rana e dal pianista Mirco Ceci e gli studenti del corso di interpretazione pianistica “Oltre la performance”.

Chiuderanno il Festival il clarinetto di Antonio Tinelli ed il pianoforte di Domenico Bruno in un programma che spazia d all’Opera al Jazz .

INGRESSO GRATUITO SU PRENOTAZIONE


GNAM 2020, ritorna a Barletta il Festival Europeo del Cibo di Strada

In il

gnam festival europeo del cibo di strada

Torna a Barletta, dal 28 al 31 agosto 2020, l’evento più goloso dell’ESTATE: GNAM! Festival Europeo del Cibo di Strada, con le sue golose isole gastronomiche permetterà ai visitatori di gustare i migliori cibi di strada italiani e internazionali, cucinati, raccontati e preparati dal vivo.

Ti aspettiamo in via Lungomare Pietro Mennea a Barletta, area Luna Park, nei pressi del lido Ginevra.
per vivere un evento tutto da gustare

INGRESSO GRATUITO

Gli orari:
– Venerdì dalle ore 18.00 alle ore 24.00
– Sabato dalle ore 18.00 alle ore 24.00
– Domenica dalle ore 18.00 alle ore 24.00
– Lunedì dalle ore 18.00 alle ore 24.00

Vi aspettiamo!

Per maggiori informazioni:
info@gnamfest.com