A Bari, flash mob per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

In il

flash mob bari per la giornata contro la violenza sulle donne

FLASH MOB
“La violenza contro le donne è una spaventosa violazione dei diritti umani. Possiamo porre fine a tutto questo”.
Giovedì 25 novembre 2021
ore 17:00
presso Ipercoop Santa Caterina (Bari)

Gruppo whatsapp organizzativo al 3458872195

NON MANCARE !

Evento organizzato da:
Team Puglia Danza Sportiva
Associazione Parkinson Puglia ODV


“AMANDOTI” manifestazione per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulla Donna

In il

AMANDOTI Giornata Internazionale contro la Violenza sulla Donna

In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulla Donna, il Centro Italiano Femminile di Bitritto (Ba) presenta:
AMANDOTI
“La Vita è un brivido che vola via”

Mercoledì 24 Novembre 2021
Piazza Aldo Moro
Bitritto (Bari)
Dalle 17.00

Per partecipare recati dalle 16.30 alle 17.00 presso il parcheggio zona posta/mercato, porta con te un cero rosso

Info 3387000410 – 3458872195


“Dio c’è” di Daniela Baldassarra
 – Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

In il

dio ce daniela baldassarra

Giraffa Onlus e la Consigliera regionale di Parità, Avv.to Anna Grazia Maraschio, in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, presentano l’Anteprima Nazionale del nuovo monologo

Dio c’è di Daniela Baldassarra

una rivisitazione semiseria del Vecchio Testamento


Teatro Anche Cinema Bari

Ingresso libero fino a esuarimento posti

INFO SMS/WhatsApp 3296112291


Un calcio alla Violenza in piazza del Ferrarese

In il

Un calcio alla Violenza in piazza del Ferrarese

Il 25 novembre alle 18:00, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, da CGIL Bari, CISL Bari e UIL Bari, con il patrocinio del Comune di Bari e la collaborazione di Pink Bari promuovono l’evento “Un calcio alla violenza”, in collaborazione con le associazioni Libera, Abusuan, Casa delle Donne del Mediterraneo, Link e Zona Franka, Anppia, ANPI.

La finalità dell’evento è quello di stimolare la partecipazione e la riflessione sul tema della violenza sulle donne attraverso la partecipazione della comunità cittadina ad un torneo di minicalcio. Attraverso la collaborazione con le associazioni del territorio si intende invitare la cittadinanza ad iscriversi ad un torneo di mini-calcio con squadre da 3 partecipanti. Le squadre potranno sfidarsi in partite in partite da 15 minuti ad eliminazione. Il tabellone sarà sorteggiato il giorno dell’evento tra le squadre iscritte.

Nel corso dello svolgimento della manifestazione sarà allestita una postazione dove oltre a commentare stralci delle gare in corso, si dialogherà con i vari ospiti che si susseguiranno portando nuovi spunti sul tema della discriminazione di genere. Il torneo prevedrà anche la partecipazione della squadra di calcio femminile, disputante il campionato di serie A, Pink Bari. La squadra vincitrice del torneo avrà la possibilità di sfidarle in un’ultima partita.


Come la Venere di Milo – Giornata contro la violenza sulle donne

In il

Come la Venere di Milo Giornata contro la violenza sulle donne

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Come la Venere di Milo: la Venere di Milo è una statua greca ritrovata e giunta fino a noi priva delle braccia. È una donna di marmo che ha subito violenze da parte del tempo, degli agenti atmosferici, della storia o, se vogliamo fidarci della leggenda, a causa della contesa tra due uomini.
Questa statua, nonostante le aggressioni inflitte, è considerata ancora oggi l’ideale di bellezza e, tuttora, si erge fiera davanti a tutti i visitatori del Louvre a Parigi.
Resa ancora più speciale dalla sua mutilazione, abbiamo scelto lei come protagonista della nostra locandina perché pensiamo che le donne, così come questa Afrodite, posseggano una forza che permetta loro di non arrendersi, di rialzarsi, di continuare a vivere e di mostrare le proprie ferite senza vergogna. Una donna la cui forza non è data dalla resistenza del marmo, ma dal suo stesso essere Donna.

PROGRAMMA:

– 24 NOVEMBRE ore 10.00 sala Colafemmina: i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado incontreranno Lorenza Mazzetti, esponente dell’ avanguardia cinematografica londinese degli anni ’50 e ’60. L’incontro prevede la visione del documentario “Perché sono un genio! Lorenza Mazzetti” e una discussione.

– 25 NOVEMBRE ore 10.30 sala Colafemmina: la cittadinanza è invitata alla visione del film “K” di Lorenza Mazzetti, alla fine della visione ci sarà un dibattito con la regista;
Ore 18.00 conferenza il cui tema sarà quello della violenza sulle Donne, tenuta da Dalila Lenoci, Antonella Ippolito e Angelica Milella. Alla fine della conferenza ci sarà una performance teatrale, curata da Adriano Losacco e Augusta Milella.

Installazione artistica, Piazza Dei Martiri pensata e realizzata da Alessandro De Giosa.


A Bari, passeggiata di sensibilizzazione in occasione della “Giornata contro la violenza sulle donne”

In il

giornata contro la violenza sulle donne bari

Violenza sulle donne, porta con te un paio di scarpe di qualsiasi colore per promuovere un momento di sensibilizzazione in occasione della “Giornata contro la violenza sulle donne” il giorno 23 novembre alle 6.30 a Bari in piazza Diaz e ore 9.00 a Barletta davanti al Castello Svevo.

Uno dei vari momenti in cui la città vuole dire no alla violenza contro le donne e le bambine.

Le scarpe saranno posizionate davanti al castello baluardo di protezione e simbolo della storia.

Simbolo di speranza:
“Le scarpe vogliono essere il simbolo della speranza… perchè le scarpe possano aiutare a camminare verso un futuro diverso… un futuro di rispetto”.

Ciò che renderà particolare questo momento sarà il fatto che non saranno posizionate solo scarpe da donna ma da uomo e da bambino perchè la violenza può colpire tutte e tutti dobbiamo sentirci vicini a chi subisce atti che solo con l’amore ed il rispetto si potranno cancellare.

Passeggeremo o correremo x circa 5 km per dire che solo camminando insieme e non dimenticando le storie di donne vittime di violenza si può costruire un futuro migliore.