A Gioia del Colle, torna il Palio delle Botti – Trofeo Città del Primitivo

In il

palio delle botti gioia del colle

Palio delle Botti – VIIª Edizione
Trofeo “Città del Primitivo”
Centro storico GIOIA DEL COLLE (Bari)

L’attesissima manifestazione medievale si svolgerà nella città federiciana dall’1 al 4 agosto!

LA STORIA: I Quartieri del Palio

QUARTIERE PORTA San Francesco
Colori sociali: bianco e nero

Storia
Nei diversi Apprezzi della Terra di Gioia questo ingresso nel nostro Comune viene indicato come seconda Porta Maggiore o Porta di Santeramo. Incerta è l’ubicazione di detta Porta. Il prof. Giovanni Carano Donvito afferma che era posizionata tra Via Michele Petrera, l’attuale Via Carlo III di Borbone, e Piazza Plebiscito, di fronte alla Chiesa di San Francesco, da cui prende il nome. La sua ubicazione potrebbe essere quella all’incrocio tra Corso Vittorio Emanuele e Corso Cavour poiché all’epoca della redazione dei primi Apprezzi di Gioia, nel 1600, la strada che proveniva dal castello sfociava nel Largo San Francesco, che era molto più ampio dell’attuale piazza per l’assenza di costruzioni che ne limitano la grandezza. Da questa Porta si poteva proseguire in direzione di Taranto, la qual cosa giustificava la denominazione di seconda Porta Maggiore.

Artista scudo: Sergio Gatti
Sergio gatti “Artista” nasce a gioia del colle nel 1961 si forma da autodidatta e già dal 1976 è presente attivamente nel panorama artistico nazionale, il suo percorso lo porta in seguito a confrontarsi anche a livello internazionale. Oggi vive e lavora a Gioia del Colle.

QUARTIERE PORTA Casale
Colori sociali: giallo e rosso

Storia
La terza Porta riportata negli Apprezzi di Gioia è quella denominata Porta del Casale o Porta Piccola.
L’elencazione riportata dai tabulari negli Apprezzi segue un andamento antiorario e quindi farebbe pensare che il punto in cui era localizzata questa Porta si trovasse all’imbocco di Via Bartolomeo Paoli. Quel punto ancora oggi viene chiamato dal popolo “fòre la pòrte”. Non tutti sono concordi su questa localizzazione; alcuni studiosi sostengono che fosse situata di fronte a Piazza XX Settembre e che questa corrispondesse a Porta San Domenico. Il Casale è stato uno dei primi nuclei abitativi di Gioia, popolato da gente umile.

Artista scudo: Filippo Cazzolla
Filippo Maria Cazzolla nasce a Gioia del Colle (Ba) il primo febbraio 1964. Nel 1989, all’età di 25 anni e dopo aver conseguito il Diploma all’Accademia di Belle Arti di Bari, diventa scenografo. Da quel momento inizia un percorso artistico che lo porterà a lavorare nei più importanti teatri nazionali. Nel 1995 frequenta e si diploma nella più antica scuola di pittura a Bruxelles: l’”Istitut Superieur de peinture Van Der Kelen – Logelain”.

QUARTIERE PORTA San Domenico
Colori sociali: bianco e azzurro

Storia
L’Apprezzo della Terra di Gioia del 1611 riporta la presenza di tre sole Porte cittadine, mentre nei successivi Apprezzi se ne citano quattro. Probabilmente questa Porta era stata taciuta sia perché mancante sia perché la Chiesa annessa al Convento servita dai monaci Domenicani non era intitolata a San Domenico ma a Santa Maria delle Grazie. Neppure di questa Porta siamo certi della sua localizzazione precisa. C’è chi sostiene che fosse localizzata in prossimità di Piazza XX Settembre e chi ritiene la sua sede all’imbocco di Via Bartolomeo Paoli. Per la sua vicinanza alla Chiesa di San Domenico, da cui prende la denominazione, sembra più probabile l’ che la Porta immettesse in Piazza XX Settembre.

Artista scudo: Mario Pugliese
Classe 1964, figlio d’arte diplomato al liceo artistico di Bari ,successivamente si specializza ad Udine in grafica pubblicitaria, partecipa a numerose mostre e fiere in italia e all’estero.Collabora con diversi artisti e musicisti alla divulgazione dell’arte e della musica come strumento di comunicazione.Le sue opere sono presenti in edifici pubblici e privati.Attualmente e’ presidente dell’associazione artistico culturale “Artensione” e direttore artistico di “Spaziounotre” a Gioia del Colle dove risiede e lavora.

QUARTIERE PORTA Maggiore
Colori sociali: giallo e verde

Storia
Negli Apprezzi della Terra di Gioia del 1661, del 1649 e del 1653 questo ingresso di Gioia viene indicato come Porta Maggiore o Porta Grande, perché in quei tempi costituiva la più importante via di accesso per chi proveniva da Bari e voleva recarsi a Taranto. La sua ubicazione, a salvaguardia della città, lungo le mura cittadine, verosimilmente doveva essere all’incrocio di Corso Vittorio Emanuele con Corso Cavour e Via Manin. Dopo aver varcato la Porta, infatti, ci si imbatteva nel complesso conventuale dei domenicani e nel castello normanno-svevo, due importanti strutture cittadine e si poteva proseguire in direzione Taranto. Alcuni studiosi avanzano l’ipotesi che tale Porta era ubicata nei pressi dalla Torre del Balzo, di fronte alla Chiesa di San Rocco.

Artista scudo: Pompeo Colacicco
Pompeo Colacicco nato a Gioia del Colle (Ba) il 21-01-73, Pompeo Colacicco é portato giá in tenera etá ad esprimersi principalmente tramite il disegno. autodidatta, si cimenta, curioso, in svariate forme di espressione che vanno dalla pittura alla scultura. Parallelamente la passione per il disegno e la spiccata creatività in ogni sua forma lo porta ad intreprendere gli studi di architettura (Politecnico di Bari) e la professione di architetto.

Feste di quartiere
Si tratta di un’iniziativa composta da quattro eventi, nelle quattro giornate che anticipano il Palio delle Botti dedicate ad eventi culturali, danza, musica, mercatini, enogastronomia con la partecipazione di pubblico locale e non, all’insegna del divertimento e della condivisione.

www.paliodellebottigioiadelcolle.it


San Filippo Neri: festa patronale a Gioia del Colle con Raf in concerto

In il

In passato la festa patronale di San Filippo Neri si prolungava dal 26 aprile di ogni anno, giorno dell’apertura coincidente con trenta giorni prima della relativa ricorrenza, fino al 21 luglio, giorno della sua morte, ovvero della nascita al cielo del Santo.

Durante questi tre mesi era un susseguirsi di manifestazioni religiose, che, oltre a manifestare la devozione dei gioiesi verso il loro Patrono e a rinnovare il loro ringraziamento per la sua protezione verso i cittadini, ripercorreva i momenti salienti della vita del Santo, modello di virtù e di esempio da imitare nella vita di ogni giorno.

Un affievolimento dello spirito religioso soprattutto nelle giovani generazioni, unito alla nuova regolamentazione dei riti sacri voluta dalla Chiesa e al declassamento di alcune festività civili, voluto dallo Stato, ha portato ad un ridimensionamento o soppressione non solo di tradizionali festeggiamenti cittadini in onore di numerosi Santi, ma anche a quelli relativi al Patrono di Gioia, San Filippo Neri.

Un ritorno al passato sarebbe anacronistico e non in linea con le vigenti disposizioni, ma è opportuno che i giovani vengano a conoscenza di riti e forme di devozioni che fanno parte della tradizione del nostro paese, perché non se ne perda conoscenza e, attraverso la conoscenza, si impari ad apprezzare e ad amare sempre più la nostra Gioia.

Per questo motivo di seguito riporto una ricerca storica del nostro concittadino, l’insegnante Giuseppe Montanarelli.La grande e lunga festa patronale di San Filippo Neri a Gioia del Colle.

Fino agli inizi del Novecento la festa patronale in onore di San Filippo Neri a Gioia del Colle era considerata la più grande e la più lunga dopo quella di San Rocco e di Santa Sofia.

I festeggiamenti patronali si inauguravano il 26 aprile con la festa dell’Apertura e la processione dell’immagine grande o a grandezza naturale del Santo, chiamata “San Filippo Grande” o “San Flipp Grann”, in abiti feriali.

Durante il mese di Aprile si svolgevano le processioni “Casa per Casa” di San Filippo Grande in abiti feriali.

Il 3 Maggio si celebrava la Festa dell’Onomastico di San Filippo Neri, con la processione della piccola statua a manichino del Santo, chiamata “San Filippo Piccolo” o”San Flipp Mninn”, che partendo e rientrando nella Chiesa Madre effettuava tre giri intorno alla medesima Chiesa Matrice e tre giri intorno alla Chiesa di Sant’Angelo.

Questa ricorrenza si svolgeva anche in concomitanza della Festa agreste della Madonna della Croce o del “Vero Zelo”.

Seguiva il 17 Maggio, giorno della Festa della Novena, con il relativo novenario e la vestizione della statua di San Filippo Grande con gli abiti sacerdotali festivi.

Al termine della novena iniziavano i tre giorni principali della festa patronale. Il 25 Maggio si concludeva la novena ed era il giorno della Festa della Vigilia con la processione del busto ligneo di San Filippo Neri, chiamato “San Flippud o Segg”, che dalla Chiesa Madre era collocato nel 2seggio” in Piazza XX Settembre.

Il 26 Maggio era il giorno solenne della festa, con l’atto di patronato, la consegna delle chiavi della città e la processione di gala di San Filippo Neri, con gli abiti sacerdotali festivi.

Questo giorno o capodanno cittadino ricordava il patrocinio su Gioia del Colle ed il Dies Natalis o nascita al Cielo del Santo.

Il 27 Maggio era il giorno della Festa della Stanchezza o della “Fatuaria”, con la processione del busto ligneo del Santo, che dal seggio o sedile ritornava in Chiesa Madre.

Il  02 Giugno era la Festa dell’Ottava di San Filippo Neri, con la processione dell’immagine grande del Santo con gli abiti festivi, che percorreva tre giri intorno alla Chiesa Madre.

In occasione della festa solenne del Corpus Domini, dietro al Santissimo Sacramento sfilava in processione l’immagine grande di San Filippo Neri con gli abiti sacerdotali festivi.

Il 26 Giugno era la Festa della Chiusa o dei trenta giorni dopo la festa patronale, con la processione del busto ligneo del Santo dalla Chiesa Madre alla Chiesa di Sant’Angelo dove permaneva fino al 22 Luglio.

Il 06 Luglio ricorreva la Festa del Secondo onomastico di San Filippo Neri e cioè la  memoria liturgica di San Romolo da Fiesole, vescovo e martire.

Questa ricorrenza era celebrata in forma privata dalle famiglie nobili gioiesi, con la Santa Messa ed il panegirico.

Il 21 Luglio era la Festa della Nascita o Natività di San Filippo Neri e si assisteva alla processione della piccola immagine a manichino del Santo o “San Flipp Mninn”, che percorreva il borgo antico e, dopo aver sostato nella Chiesa di Sant’Angelo, rientrava nella Chiesa Madre.

Il 22 Luglio, in concomitanza della Festa liturgica di Santa Maria Maddalena, si svolgeva la Festa del Battesimo di San Filippo Neri, con la processione del busto ligneo del Santo, che rientrava in Chiesa Madre.

Dopo le due guerre mondiali e con la regolamentazione liturgica dei sacri riti, le celebrazioni patronali sono state in parte soppresse o ridimensionate.
(Francesco Giannini, gioiadelcolle.info)

A breve il programma completo della Festa…


RAF in concerto gratuito a Gioia del Colle | Self Control 40th

In il

raf self control 40 th tour

Sulla scia del successo de “La Mia Casa Tour”, che lo ha visto protagonista di live da tutto esaurito, Raffaele Riefoli torna dal vivo: parte a maggio il SELF CONTROL 40th, una ricca stagione di concerti in tutta Italia per festeggiare il 40° anniversario di una delle hit più famose di sempre, che segna l’esordio di una carriera straordinaria e la storia della disco e pop music.

Le date del tour:

sabato 04 maggio 2024 – 21:00 
POSCHIAVO (SVIZZERA) · CONCERTI IN PIAZZA

sabato 11 maggio 2024 – 21:00 
OLBIA (SS) · PARCO FAUSTO NOCE
 (Gratuito)

domenica 12 maggio 2024 – 21:00 
VIDDALBA (SS) · PIAZZA ALDO MORO
 (Gratuito)

sabato 25 maggio 2024 – 21:00 
GIOIA DEL COLLE (BA) · PIAZZA PLEBISCITO
 (Gratuito)

venerdì 28 giugno 2024 – 21:00 
RIETI · PIAZZA MAZZINI
 (Gratuito)

martedì 23 luglio 2024 – 21:00 
SPERONE (AV) · PIAZZA MERCATO (Gratuito)

giovedì 25 luglio 2024 – 21:00 
MIRANO (VE) · MIRANO SUMMER FESTIVAL
 (con Ticket)

sabato 03 agosto 2024 – 21:00 
MAROTTA (PU) · MOLO ARENA
 (con Ticket)

domenica 08 settembre 2024 – 21:00 
BONDENO (FE) · PIAZZA GARIBALDI (Gratuito)

*****************************

Biografia
Raf, nome d’arte di Raffaele Riefoli, è uno dei più famosi cantautori italiani. Esordisce nel 1983 con l’album Self Control, suo primo successo discografico, cantato in lingua inglese. Nel 1987, debutta come interprete in lingua italiana con Gente di mare in coppia con Umberto Tozzi, arrivando terzo all’Eurovision Song Contest 1987.

Da lì in poi una serie di grandi successi, con brani che hanno segnato un’epoca come Cosa resterà degli anni ’80, Ti pretendo, Il battito animale, Due, Sei la più bella del mondo, Infinito, Nei silenzi, In tutti i miei giorni e Dimentica.

Durante la sua carriera Raf ha pubblicato in tutto 13 album di inediti: Self Control (1984), Svegliarsi un anno fa (1988), Cosa resterà… (1989), Sogni …è tutto quello che c’è (1991), Cannibali (1993), Manifesto (1995), La prova (1998), Iperbole (2001), Ouch! (2004), Passeggeri distratti (2006), Metamorfosi (2008), Numeri (2011) e Sono io (2015). Inoltre, ha partecipato a quattro edizioni del Festival di Sanremo e ha vinto due volte il Festivalbar, nel 1989 con Ti pretendo e nel 1993 con Il battito animale.

Nel 2018 è uscito il singolo Come una danza, in duetto con Umberto Tozzi, che ha anticipato il doppio cd Raf Tozzi, in cui sono contenuti i più grandi successi dei due artisti, oltre al brano inedito Come una danza.

A giugno 2022 Raf ha pubblicato il nuovo singolo, Cherie, a distanza di sette anni dall’ultimo. Segue l’estate seguente il brano 80 Voglia di te.


DOMENICA AL MUSEO GRATIS: Ritorna l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali

In il

DOMENICALMUSEO
Il 5 maggio torna la #domenicalmuseo: musei, luoghi della cultura e parchi archeologici statali sono aperti gratuitamente per tutti i visitatori.
Per accedere a monumenti, musei, gallerie, parchi, giardini monumentali dello Stato non sarà più richiesto il possesso del green pass rafforzato, né di quello base. È raccomandato l’uso della mascherina.
Alcune sedi sono visitabili solo su prenotazione. Il Ministero della Cultura consiglia di consultare le schede di dettaglio prima di programmare la visita su www.cultura.gov.it/domenicalmuseo

Di seguito i luoghi visitabili a Bari e provincia:

Antiquarium e zona archeologica di Canne della Battaglia
Frazione Canne della Battaglia – 70051 Barletta (BT)

Castel del Monte
località Castel del Monte – 70031 Andria (BT)

Castello svevo di Bari
piazza Federico II di Svevia – 70122 Bari (BA)

Castello svevo di Trani
piazza Manfredi – 76125 Trani (BT)

Galleria nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”
via Giandonato Rogadeo – 03029 Bitonto (BA)

Museo archeologico nazionale di Canosa di Puglia – Palazzo Sinesi
Via Kennedy – 70053 Canosa di Puglia (BT)

Museo archeologico nazionale e Castello di Gioia del Colle
piazza dei Martiri del 1799 – 70023 Gioia del Colle (BA)

Museo nazionale archeologico di Altamura
via Santeramo – 70022 Altamura (BA)

Parco archeologico di Monte Sannace
Strada Provinciale 61 – Gioia del Colle – Turi Km 4,5 – 70023 Gioia del Colle (BA)

Palazzo Simi – Centro operativo per l’Archeologia
Strada Lamberti – 70122 Bari (BA)


A Gioia del Colle, torna la Fanova di San Giuseppe

In il

fanova-di-san-giuseppe-gioia-del-colle-2024

”Le tradizioni sono più che semplici routine o abitudini. Aiutano a costruire legami con gli altri e con il passato. Le ripetiamo per creare bei ricordi e un senso di appartenenza. Alcune sono tramandate dalle generazioni precedenti, altre nascono spontaneamente.”

La Fanova di San Giuseppe – II^ edizione
martedì 19 Marzo 2024
Gioia del Colle (Bari)

Trepidante è l’attesa e il desiderio di veder realizzarsi quanto concepito.
Un turbinio di emozioni, il calore che conforta, unisce e scalda gli animi. Con il fiato sospeso e il naso all’insù ad ammirare quanto pensato per questo paese: una catasta immensa e imponente di legna di peso pari a 150 quintali regnerà su Piazza Plebiscito.

Programma:

Il 19 marzo 2024, per la sua seconda edizione, “La Fanova di San Giuseppe” avrà inizio a partire dalle ore 18.00 con i Saluti istituzionali del Sindaco Giovanni Mastrangelo Mastrangelo Sindaco, i ringraziamenti a tutti i commercianti, le attività, le imprese, le quali unicamente con il loro contributo hanno reso possibile tutto questo.

Seguirà alle ore 19.00 l’accensione della Fanova a cura dello stesso già citato Primo cittadino e del Sindaco delle ragazze e dei ragazzi Gianluca Ronco.

Subito dopo alle 19.30 un’esibizione acrobatica “La notte dei fuochi”, uno spettacolo sorprendente, incantevole a cura di esperti, circondati da trampolieri e giocolieri che doneranno colore e festosità.

Ultimi non per importanza, menestrelli e suonatori di grande fama, si sono esibiti a suon di pizzica e taranta dinanzi alla regina della pop music, una star internazionale, la mitica Madonna, hanno fatto impazzire la famiglia Stallone con le loro note e i passi tipici di questa danza.
E saranno qui a Gioia del Colle alle ore 20.30 pronti e carichi a far scatenare la piazza, per noi I TERRAROSS!

STAND ENOGASTRONOMICI – ARTIGIANATO – PRODOTTI LOCALI – ANGOLO CONVIVIALE – ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Vi aspettiamo numerosi per scoprire inoltre, le novità che arricchiranno la nostra bellissima Piazza. Vi invitiamo a gustare i prodotti locali e ad ammirare l’artigianato proposto.


Befana Blues

In il

befana blues

Ritorno a Piazza XX Settembre a Gioia del Colle, il nostro luogo del cuore!
Decisi a riappropriarci di questo spazio speciale, ci stiamo attivando in collaborazione con i commercianti della zona, per creare un’atmosfera accogliente e vibrante in cui tutti possano riunirsi e godere della magia del momento.
Il 6 gennaio, preparatevi a un’esperienza indimenticabile!
Tra animazione per i più piccoli e note avvolgenti di musica blues, accoglieremo una Befana speciale in ritmo blues.
Siamo fermamente convinti che la forza dell’aggregazione e della comunità sia il cuore pulsante di ogni luogo.
Questo evento è la nostra dimostrazione di amore per Piazza XX Settembre e la sua vivace comunità!
Restate sintonizzati per il programma completo che sarà presto svelato!
E non dimenticate di unirvi a noi il 6 gennaio per un mix di divertimento, musica e condivisione.
Non vediamo l’ora di festeggiare insieme! Il programma completo sarà presto svelato, quindi restate sintonizzati per ulteriori dettagli. Vi aspettiamo il 6 gennaio a Piazza XX Settembre per un’incredibile giornata di condivisione, musica e divertimento!


Gioia del Colle, “È già Natale” ed “Eccolo qua il Natale” tutti gli eventi natalizi

In il

è già natale gioia del colle

Arriva la magia del Natale in città con oltre trenta imperdibili appuntamenti dedicati a bambini e adulti.

Il grande albero e la giostra dei cavalli in piazza Plebiscito, la casa di Babbo Natale nella sala De Deo, le installazioni luminose nelle piazze. E ancora: il centro storico addobbato a festa, i concerti, gli spettacoli e le mostre nel chiostro di Palazzo san Domenico, al Teatro Rossini, nelle stanze di Palazzo Romano Eventi, per le vie della città e in località Montursi. A Gioia del Colle si respira già la magica atmosfera del Natale. Dopo il grande successo riscosso dalla manifestazione “I calici di San Martino – Christmas edition”, saranno oltre trenta gli eventi che renderanno unico e speciale il periodo più atteso dell’anno.

Le tante iniziative natalizie, promosse nel cartellone “È già Natale” dell’assessorato alla Cultura e nel programma “Eccolo qua il Natale” dell’assessorato all’Infanzia, avranno inizio questa sera, alle ore 19:00, con la cerimonia di accensione dell’albero di 14 metri allestito in piazza Plebiscito.

L’evento, intitolato “Green Christmas” e organizzato dall’assessorato all’Ambiente in collaborazione con Navita srl e Certe srl, sarà allietato dalle note swing del gruppo “Riccardo Foresi & That’s Amore Swing Orchestra”.

Domenica 10 dicembre, invece, la sfilata di carrozze per le vie della città e il classico mercatino di Natale in via Ricciotto Canudo introdurranno i due appuntamenti serali: il concerto “Note di preghiera per un Natale di pace” del coro polifonico interparrocchiale Jubilate Deo (Chiesa di san Rocco, ore 20:00) e l’inaugurazione della casa di Babbo Natale (piazzale antistante al Teatro Rossini, a partire dalle ore 18:30) con musica, bolle di sapone, burattini e giocolieri. La manifestazione darà il via alla serie di laboratori e attività gratuite (per alcune di esse è richiesta la prenotazione, da effettuare contattando su WhatsApp il recapito telefonico 3801531333) che, coordinate dallo staff di PieRre Animazione e Supereroi nella sala De Deo, dal 12 al 29 dicembre coinvolgeranno bambine e bambini in età compresa tra i 3 e i 10 anni.

La settimana dall’11 al 17 dicembre sarà all’insegna della musica, dell’arte e dell’intrattenimento con il concerto “Natale” dell’orchestra della Città metropolitana di Bari al teatro Rossini (organizzato dall’associazione culturale Melina Procino nella serata di lunedì 11 dicembre), il varietà “Jingle Beats” della scuola di musica e teatro Be Sound sul sagrato della chiesa di Santa Lucia (martedì 12 dicembre, ore 19:30), i canti popolari natalizi nel chiostro comunale (giovedì 14 dicembre, ore 19:00, a cura de “Il soffio dell’otre”), l’evento “Acanthus Christmas” della nuova associazione culturale gioiese sempre nel chiostro comunale (sabato 16 dicembre, ore 17:00) e, infine, con la discesa di Babbo Natale (sabato 16 dicembre, ore 19:30, a cura del CAI sez. Gioia del Colle “Donato Boscia”) e la parata di elfi e supereroi (domenica 17 dicembre, ore 10:30) in piazza Plebiscito.

Dal 13 al 22 dicembre non mancheranno le numerose iniziative degli istituti comprensivi “Carano-Mazzini”, “Losapio-San Filippo Neri” e “Via Eva Gioia del Colle-Sammichele” che, con mercatini, recital, concerti, una mostra di opere ispirate al tema della natività e una marcia per la pace, alimenteranno quel clima di gioia, festa, unione e condivisione tipico del Natale.

La ricca programmazione proseguirà con altri imperdibili appuntamenti al teatro Rossini: la serata conclusiva del progetto “Canudo e la valorizzazione delle sette arti” (18 dicembre, ore 19:00, a cura dell’IISS Licei “Canudo-Marone” – ITI Galilei), gli spettacoli “Schiaccianoci” (21 dicembre, ore 20:00, a cura di Bakhita) e “Mohamed il diverso” (22 dicembre, ore 19:30, a cura di Ribalta Gaia) e, infine, lo show musicale “Swing sensation” di Umberto Giarletti (23 dicembre, ore 20:00).

In avvicinamento al Natale ancora un concerto dal titolo “Puer natus est nobis” nella chiesa di San Rocco (20 dicembre, ore 19:30, a cura del Gruppo di studio di canto gregoriano e della Consort di viole da gamba “Le viole di Orfeo”), lo spettacolo equestre “Il nobile delle Murge” in via Einaudi (22 dicembre, ore 18:00, a cura dell’Accademia nazionale di arte equestre “Il Nero Luminoso” e con la collaborazione della Dg Arabian Stable), l’evento per bambini “Quanta neve che cadrà” e l’esibizione di danza “Luci di stelle” della scuola Les Arts in via Roma (23 dicembre, dalle 19:00 alle 20:00) e, per concludere, gli attesissimi spettacoli di video mapping sulla facciata della chiesa di Santa Lucia (22 e 23 dicembre, a partire dalle ore 20:00, in collaborazione con City Green Light).

Ad impreziosire e ampliare ulteriormente l’offerta natalizia del comune di Gioia del Colle saranno il meraviglioso presepe vivente organizzato dal Comitato Pro Montursi nelle serate del 28 e 29 dicembre ed il concerto di fine anno che, sabato 30 dicembre, vedrà protagonista sul palco del teatro Rossini il duo pianistico composto da Tecla Argentieri e da Matteo Notarnicola.
Il cartellone “È già Natale” si chiuderà con la mostra d’arte “Aspettando l’Epifania” dell’associazione culturale Acanthus, in programma il 4 gennaio nel chiostro comunale (il ricavato della vendita delle opere sarà devoluto alla Fondazione Nadia Toffa Onlus), e con il mercatino dell’Epifania che, come lo scorso anno, si svolgerà il 5 gennaio lungo corso Vittorio Emanuele.

eccolo qua il natale gioia del colle

è già natale gioia del colle


“I calici di San Martino” degustazione vini e prodotti tipici nel centro storico di Gioia del Colle

In il

i calici di san martino christmas edition

I calici di San Martino – Christmas Edition
Centro storico di Gioia del Colle (Bari)
Venerdì 1 e sabato 2 dicembre 2023

Venerdì 1 e sabato 2 dicembre in programma l’attesa manifestazione dedicata al vino Primitivo DOP tra i vicoli del centro storico addobbati a festa

Dieci partner e venticinque cantine per due serate interamente dedicate alla promozione e alla valorizzazione del vino Primitivo DOP di Gioia del Colle. È in arrivo la terza edizione de “I Calici di San Martino” che, quest’anno, sarà riproposta in versione natalizia venerdì 1 e sabato 2 dicembre (ore 19:00) nei vicoli del centro storico.
La manifestazione, organizzata dal comune di Gioia del Colle in collaborazione con il Consorzio Vini Dop Gioia del Colle, l’Ais Puglia, la Coldiretti, l’Uci, il presidio Slow Food, il Comitato Centro Storico Gioia del Colle e le associazioni “I Bisbiglii dell’Anima” e “Palio delle Botti Gioia del Colle”, si articolerà sul classico percorso che, partendo da via Carlo III di Borbone, abbraccerà via Piottola, via Giuseppe Barba, via Concezione e via Michele Petrera.    
La magica atmosfera del Natale, creata per l’occasione con addobbi, luci e le melodie swing delle band che si esibiranno dal vivo, avvolgerà i visitatori nell’esperienza di degustazione delle eccellenze enogastronomiche gioiesi tra i punti ristoro e gli stand delle numerose aziende vitivinicole aderenti all’iniziativa.
Non mancheranno, infine, gli spettacoli degli artisti di strada con la partecipazione della Compagnia dei Birbanti, il mercatino dell’artigianato e il banchetto informativo dell’associazione Plastic Free che, sabato 2 dicembre, sarà presente all’evento con i suoi volontari per svolgere attività di sensibilizzazione contro il fenomeno dell’abbandono dei mozziconi di sigaretta nell’ambiente.
Sempre sabato 2, nella sala Javarone di Palazzo san Domenico, alle ore 18:00 si terrà il convegno dal titolo “Primitivo di Gioia del Colle: l’identità è opportunità di sviluppo”.
Il dibattito sul tema, moderato dal presidente dell’Associazione Giornalisti Agroalimentare Puglia Michele Peragine, coinvolgerà il sindaco Giovanni Mastrangelo, l’assessore alla Cultura e al Turismo Lucio Romano, il presidente del Consorzio Vini Dop Gioia del Colle Nicola Chiaromonte, il delegato AIS Murgia Enzo Carrasso, il segretario Slow Food Puglia Salvatore Pulimeno, il coordinatore Uci Puglia Vito Laterza, il presidente della sezione Coldiretti Gioia del Colle Nicola D’Onghia, il presidente dell’associazione Palio delle Botti Gioia del Colle Claudio Santorelli e il dirigente CREA-VE Gianni Masi.
La terza edizione dei Calici di San Martino, realizzata con il contributo della Regione Puglia – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale, sarà seguita in diretta da Teleregione (media partner dell’evento) e supportata dal Gruppo comunale Volontari di Protezione Civile, dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Gioia del Colle e dalle associazioni Gioia Soccorso e Pubblica Assistenza Gioiese.
“Siamo lieti di accogliere nella nostra città ben venticinque case vinicole del Consorzio Vini DOP di Gioia del Colle – dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo Lucio Romano –. Oltre a rappresentare una bellissima occasione per dare il via alla serie di eventi che vivremo insieme durante le festività natalizie, la terza edizione de “I Calici di San Martino” ci vedrà uniti, ancora una volta, nella promozione e nella valorizzazione di una delle eccellenze del nostro territorio, il vino Primitivo DOP. Ringrazio tutti gli imprenditori vitivinicoli e i partner che, con la loro adesione piena di entusiasmo, hanno supportato tanto l’Amministrazione comunale nell’organizzazione di questa manifestazione”.


A Gioia del Colle, “IL COTTO E IL CRUDO” con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

In il

toti e tata emilio solfrizzi antonio stornaiolo palio del viccio palo del colle

IL COTTO E IL CRUDO
con
Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo
sabato 28 Ottobre
TEATRO ROSSINI – GIOIA DEL COLLE (BARI)

Con le affilate armi dell’ironia e della leggerezza, attraverso pensieri laterali, dialoghi serrati, poesie demenziali, fraseggi comici, esilaranti calembour, lo spettacolo propone in scena una coppia storica della comicità pugliese. E proprio la Puglia, come regione, come territorio ricco di attrattive, ma soprattutto come luogo dell’anima dove ritrovarsi, è tra le protagoniste della messa in scena.
Dopo gli iniziali convenevoli e cerimonie, tra Emilio ed Antonio scoppia un conflitto senza precedenti che, in breve tempo, li porterà inesorabilmente “al chi sono io ed al chi sei tu”. Niente e nessuno potrà fermare la “resa dei conti” tra i due, mentre parleranno di crisi economica, di energie alternative, di ricordi d’infanzia, di poesia e di metalinguistica. Uno spettacolo per chi ama l’improvvisazione, i salti nel vuoto e, soprattutto, il ragù che cuoce dalle cinque di mattina.

Ingresso ore 20.30
Sipario ore 21.00

PLATEA – POSTO NUMERATO 
30 euro
I ORDINE – POSTO NUMERATO 30 euro
II ORDINE – POSTO NON NUMERATO 25 euro
III ORDINE – POSTO NON NUMERATO 20 euro

I posti saranno assegnati con il metodo: posti migliori disponibili al momento dell’acquisto in base al prezzo selezionato.

info: 3289634515 – info@alexiosgroup.it


THE KOLORS in concerto gratuito a Gioia del Colle

In il

the kolors gioia del colle

THE KOLORS LIVE SUMMER TOUR
24 Settembre 2023
Piazza Plebiscito – Gioia del Colle (Bari)

Domenica 24 settembre saranno i The Kolors a salire sul palco di Piazza Plebiscito a Gioia del Colle in occasione della Festa della Mozzarella.
La band del momento che, capitanata dal frontman Antonio “Stash” Fiordispino, è stata protagonista assoluta di questa estate con il tormentone “Italodisco”, vincitore della “Rtl 102.5 Power hits estate 2023” di Rtl 102.5.
Non mancate!

INGRESSO LIBERO