A.Catania, G.Ramazzotti e P.Quattrini in “Se devi dire una bugia dilla grossa” al Teatro Team

In il

catania ramazzotti quattrini se devi dire una bugia dilla grossa

A.Catania, G.Ramazzotti e P.Quattrini
in
Se devi dire una bugia dilla grossa
Nuova messa in scena di Luigi Russo
La versione rinfrescata e attualizzata da Iaia Fiastri con un cast eccellente, vede protagonisti Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti e la partecipazione di Paola Quattrini che per la terza volta interpreterà il ruolo della moglie dell’onorevole Natalia. Lo spettacolo inoltre vedrà la presenza di Paola Barale nel ruolo di Susanna Rolandi, già interpretato nelle versioni precedenti da Gloria Guida e Anna Falchi. Il cast comprende anche Nini Salerno e Marco Cavallaro. Siamo certi che la proposta di riprendere un “evergreen” come “la Bugia” sarà gradita a pubblico e teatri.

Biglietti in vendita presso il botteghino di piazza Umberto, 37 (Bari)
oppure online sul sito www.teatroteam.it
Tel: (+39) 0805210877 – 0805241504 – 0805240699
Orari Botteghino:
da Lunedì a Sabato ore 10:00-13:00 e 16:30-19:30
Email: teatroteam@teatroteam.it


“HOLLYWOOD – come nasce una leggenda” con A. Catania – G. Ramazzotti e G. Alberti

In il

AB Management
Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Gigio Alberti
HOLLYWOOD – come nasce una leggenda
una commedia di Ron Hutchinson; scene Jean Haas; costumi Francesca Brunori; musiche Peter Ludwig
progetto artistico GIANLUCA RAMAZZOTTI; adattamento e regia VIRGINIA ACQUA

>>>Acquista Biglietti

Hollywood, anno 1939. Siamo nell’ufficio del produttore David O. Selznick che sta realizzando la più colossale opera cinematografica di tutti i tempi: Via col vento. Dopo oltre due anni di preparazione e riprese già avviate con costi esorbitanti, attori già sul set e con il suocero, George Mayer, patron della MGM, che lo carica di pressioni, Selznick blocca tutto! Il film non gli piace, la sceneggiatura è troppo lunga e il regista è troppo “fiacco”. Questo è l’antefatto, è storia, e nella commedia di Hutchinson diventa comicità assoluta e follia. Ma nel testo c’è molto di più: sullo sfondo c’è l’antisemitismo di cui Selznick è vittima, anche se parte della buona società che però non lo accetterà mai considerandolo sempre “l’ebreo”, mentre dall’Europa arriva l’eco del nazifascismo.


“CHE DISASTRO DI COMMEDIA” regia di Mark Bell

In il

CHE DISASTRO DI COMMEDIA

di Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields
traduzione Enrico Luttmann
con GABRIELE PIGNOTTA, LUCA BASILE, MARCO ZORDAN, YASER MOHAMED,
VALERIO DI BENEDETTO, VIVIANA COLAIS, STEFANIA AUTUORI
un progetto artistico di Gianluca Ramazzotti
scene Nigel Hook ripresa da Giulia De Mari
costumi Roberto Surace ripresi da Francesca Brunori
musiche Rob Falconer
disegno luci Marco Palmieri
regia di MARK BELL

Per la prima volta, in esclusiva, in Italia, il regista inglese Mark Bell mette in scena lo spettacolo “The play that goes wrong” (Che disastro di Commedia), nato nel 2012  in un piccolo teatro  all’interno di un pub di Londra,  The Old Red Lion, con un massimo di 60 spettatori a sera e una scenografia “costruita” dagli attori stessi. Questo spettacolo ha avuto un tale successo da debuttare poi in prima mondiale nel 2014 al “Duchess Theatre” di Londra dove è incredibilmente ancora in scena.

Premiata agli Olivier Awards 2015 come Miglior Commedia dell’anno, nel 2016 vince in Francia il Premio Molière. La Commedia mescola il gioco del teatro nel teatro di “Rumori Fuori Scena” con la comicità irriverente dei Monty Python. Scritta da Jonathan Sayer, Henry Shields e Henry Lewis, appositamente per la Compagnia Mischief Theatre, è stata tradotta e licenziata in oltre 20 paesi, sempre diretta da Mark Bell, sbarcando in Australia e negli Stati Uniti, a Broadway, prodotta da J.J. Abrams, al suo debutto nel mondo del teatro.

“Che disastro di Commedia” racconta la storia di una compagnia teatrale amatoriale, la “Cornley Polytechnic Drama Society” che, dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intorno a un misterioso omicidio perpetrato negli anni ’20, nel West End. La commedia è un susseguirsi di errori, strafalcioni, momenti imbarazzanti e disastri provocati dagli attori stessi. La produzione della Cornley Polytechnic Drama Society si rivela una catastrofe e gli attori cominciano ad accusare la pressione, andando nel panico. “Che Disastro Di Commedia” evidenzia tutte le paure  e gli errori che un attore sul palco non vorrebbe e dovrebbe mai commettere.

Biglietti disponibili al botteghino e su Bookingshow.it

Info e prenotazioni: 329.6112291 – anchecinemastaff@gmail.com