FRANCESCO PANNOFINO in “Mine Vaganti”

In il

mine vaganti pannofino francesco

Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo// Fondazione Teatro Della Toscana
Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Muselli, Giorgio Marchesi, Caterina Vertova
MINE VAGANTI
e con ROBERTA ASTUTI, SARAH FALANGA, MIMMA LOVOI, FRANCESCO MAGGI, LUCA PANTINI, EDOARDO PURGATORI
Un spettacolo di FERZAN OZPETEK

Ferzan Ozpetek firma la sua prima regia teatrale mettendo in scena l’adattamento di uno dei suoi capolavori cinematografici. Il giovane Tommaso torna nella grande casa di famiglia a Lecce con l’intenzione di comunicare al variegato clan dei parenti chi veramente è; un omosessuale con ambizioni letterarie e non un bravo studente di economia fuori sede come tutti credono. Ma la sua rivelazione viene bruciata sul tempo da una rivelazione ancora più inattesa e scioccante del fratello Antonio. Tommaso è costretto a fermarsi a Lecce, rivedere i suoi piani e lottare per la verità, contro un mondo famigliare pieno di contraddizioni e segreti.

INFO
Il botteghino sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle ore 13 e martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18.45. Il giorno di spettacolo il botteghino sarà aperto la mattina e il pomeriggio con gli stessi orari, mentre la domenica aprirà alle ore 16.

Botteghino del Teatro Petruzzelli
Corso Cavour ang. Via Alberto Sordi
tel. 3286917948 – 0805212484

Comune di Bari – Assessorato alle Culture
Via Venezia, 41 – tel 0805773843 – www.comune.bari.it

Teatro Pubblico Pugliese
Via Cardassi, 26 –tel. 0805580195 – fax 0805543686


La Notte Bianca di San Rocco 2019

In il

la notte bianca di san rocco

OMNIA IN BONUM
ROCCO, IL PELLEGRINO DI DIO
L’EVENTO PIÙ ATTESO

La “Notte bianca di San Rocco” resterà quest’anno scolpita nella memoria.
L’appuntamento è per il 15 agosto, alle 22.00 in via Cavour a Locorotondo (Bari). La vita di San Rocco sarà raccontata dalla splendida voce dal grande attore Francesco Pannofino. Da buon locorotondese, ha accettato di offrire alla nostra città la sua arte recitativa, in occasione di quest’anno giubilare. A lui va la nostra più profonda gratitudine.
La rappresentazione sarà diretta dalla bravissima Elisa Barucchieri con le performance di danza aerea della ResExtensa dance company.
Uno spettacolo che si annuncia indimenticabile!


Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi in “BUKUROSH, MIO NIPOTE”

In il

Viola Produzioni
Francesco Pannofino, Emanuela Rossi
BUKUROSH, MIO NIPOTE
di Gianni Clementi
con Francesco Pannofino, Emanuela Rossi, Andrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà, Elisabetta Clementi
regia CLAUDIO BOCCACCINI

>>>Acquista Biglietti

Dopo lo straordinario successo de I Suoceri Albanesi con una tournèe di 200 repliche in tuttaItalia, tornano gli eroi in una nuova commedia di Gianni Clementi: Lucio, consigliere comunale progressista; Ginevra, chef in carriera di cucina molecolare e la loro figlia 17enne Camilla; Corrado, Colonnello gay in pensione; Benedetta, titolare dell’erboristeria sotto casa; Igli, albanese, titolare di una piccola Ditta edile e Lushan, il suo giovane fratello. Un interno medio borghese, una famiglia che vede messa in pericolo la propria presunta stabilità ed è costretta a mettersi in gioco. Bukurosh, mio nipote vuole essere una divertita riflessione sulla nostra società, sui nostri pregiudizi, i nostri timori, le nostre contraddizioni, debolezze e piccolezze.


Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi in “BUKUROSH, MIO NIPOTE” – regia di Claudio Boccaccini

In il

Viola Produzioni
Francesco Pannofino, Emanuela Rossi
BUKUROSH, MIO NIPOTE
di Gianni Clementi
con Francesco Pannofino, Emanuela Rossi, Andrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà, Elisabetta Clementi
regia CLAUDIO BOCCACCINI

>>>Acquista Biglietti

Teatro Sala Margherita Via Cappuccini, 28 – 70017 Putignano (Bari) tel: 080.4055979

Dopo lo straordinario successo de I Suoceri Albanesi con una tournèe di 200 repliche in tuttaItalia, tornano gli eroi in una nuova commedia di Gianni Clementi: Lucio, consigliere comunale progressista; Ginevra, chef in carriera di cucina molecolare e la loro figlia 17enne Camilla; Corrado, Colonnello gay in pensione; Benedetta, titolare dell’erboristeria sotto casa; Igli, albanese, titolare di una piccola Ditta edile e Lushan, il suo giovane fratello. Un interno medio borghese, una famiglia che vede messa in pericolo la propria presunta stabilità ed è costretta a mettersi in gioco. Bukurosh, mio nipote vuole essere una divertita riflessione sulla nostra società, sui nostri pregiudizi, i nostri timori, le nostre contraddizioni, debolezze e piccolezze.