Liber Festival³: il programma del 3° festival della lettura della Murgia Barese

In il

liber festival altamura

LIBER FESTIVAL³
“Nel caos la cultura dà equilibrio”

Il Liber Festival³, il festival della lettura della Murgia Barese, sta per tornare con una nuova e ricchissima edizione!

Il 2-3-4-5 gennaio 2020 presso l’ex Monastero Santa Croce ad Altamura (Ba), in via Santacroce 14, avrà luogo il Liber Festival³, un evento culturale in cui letteratura, arte e musica si mescolano insieme dando vita a quattro giornate indimenticabili.

Il Liber Festival, organizzato dall’associazione culturale Liber Festival, è un evento dedicato ai lettori e alla lettura, nato per far incontrare due realtà a torto ritenute distanti: quella dei giovani, nel loro nuovo modo di informarsi e comunicare, e quella della lettura, nella sua intramontabile bellezza e importanza.
Giunto alla sua terza edizione, il Liber Festival non poteva che proporsi al suo pubblico con una veste grafica, un parterre di ospiti e un calendario di eventi davvero ricco ed eclettico.

Tematica di quest’anno è “La precarietà e l’equilibrio”, due sentimenti e sensazioni perennemente in contrasto fra di loro, che ogni singolo individuo vive nella sua quotidianità. La tematica verrà affrontata da differenti punti di vista: sociale, culturale, individuale e politico.

Il Festival si svolgerà il 2-3-4-5 gennaio 2020 presso l’Ex Monastero Santa Croce ad Altamura, storico monastero di recente ristrutturazione, che in occasione del Festival si trasformerà in un vero e proprio un hub culturale.

Gli ospiti che si susseguiranno duranti le quattro giornate saranno: il giornalista Roberto Vicaretti; lo scrittore Raffaele Alberto Ventura; il poeta Franco Arminio; due esponenti del giornale satirico Lercio.it; l’illustratore Wallie; la scrittrice emergente Cecilia Ghidotti; il grande illustratore Sergio Staino; i ragazzi di V/A Moun; il fotoreporter Michele Amoruso e la grande giornalista e femminista Giulia Blasi.

Come spettacoli serali avremo: Franco Arminio con il reading “L’infinito senza farci caso” il 2 gennaio, Lercio Live il 3 gennaio, V/A MOUN il 4 gennaio.
(Lo spettacolo di Arminio ha un costo di €7, lo spettacolo di Lercio Live € 5. Spettacolo Arminio + Lercio €10).

A fare da contorno alle conferenze ci saranno due mostre fotografiche di due grandi fotografi del sud Italia: Stuck in Bosnia di Michele Amoruso e Serra Maggiore di Mariano Silletti; e due mostre d’illustrazione: Solo in Cartolina del collettivo di artisti Creative Fighters e Testi Manifesti di Marco Petrucci.

Infine, vi saranno diverse attività e giochi letterari: Per un Pugno di Libri, Speed Date Letterario, Indovina la copertina e Appesi al filo della precarietà e dell’equilibrio.

Per la terza edizione del Liber Festival l’associazione ha lanciato una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma di Crowdfunding di Produzioni dal basso a sostegno dell’evento. Sarà possibile donare fino al 10 gennaio seguendo questo link: https://www.produzionidalbasso.com/project/liber-festival-3/

PROGRAMMA

2 GENNAIO
ore 18:00:
Roberto Vicaretti – “No-tizia” Cosa merita di essere raccontato dai media e perché.
ore 19:30:
Raffaele Alberto Ventura – Un viaggio fra le rovine sontuose di questa nostra società precaria.
ore 21:00:
Franco Arminio – PAESOLOGO in “L’infinito senza farci caso” Evento sostenuto da “Coop-Alleanza 3.0”✱

3 GENNAIO
ore 18:00:
Lercio – Lo sporco che fa notizia.
ore 19:30:
Wallie – Un viaggio illustrato nella vita in un comune ventenne italiano.
ore 21:00:
Lercio Live✱

4 GENNAIO
ore 16:00:
Appuntamento al buio con i Libri ✱✱
ore 18:00:
Cecilia Ghidotti – I Sogni e le aspirazioni disilluse della classe disagiata.
ore 19:30:
Sergio Staino – Da Bobo a Jesus: la satira politica raccontata per immagini.
ore 21:00:
V/A Moun Music Video Art

5 GENNAIO
ore 18:00:
Michele Amoruso – Stuk in Bosnia: la fotografia racconta la disperazione umana.
ore 19:30:
Giulia Blasi – Perché il femminismo ci rende felici.
ore 21:00:
Saluti

✱ Questi eventi hanno un ticket d’ingresso:
Lercio Live € 5
Franco Arminio L’infinito senza farci caso € 7
Lercio Live + Franco Arminio € 10 + un biglietto della lotteria letteraria in regalo.
info: Anna 327 981 4526 – Luciano 320 722 0383 – Katia 327 738 4196

✱✱ Info Appuntamento al Buio: Domenico 327 732 9317

MOSTRE

Testi Manifesti
Solo in Cartolina

Stuck in Bosnia di Michele Amoruso
Serra Maggiore di Mariano Silletti

Contatti Social:

Sito web: www.liberfestival.it
Pagina Fb: www.facebook.com/liberfestival/
Profilo Instagram: www.instagram.com/liberfestival/
Scrivere all’indirizzo e-mail: liberfestival@gmail.com

Contatti Organizzatori:

Presidente – Anna Acquaviva: 3279814526
Vicepresidente – Marco Nuzzi: 3924343505


PULP FEST 2019, torna a Molfetta il Festival d’arte, illustrazione e fumetto

In il

pulp fest 2019 molfetta

Un anno fa davamo vita alla prima sperimentale edizione del Festival d’arte, illustrazione e fumetto della città di Molfetta, targato T.es.l.a.
Il Pulp Fest nasceva ispirandosi al pulp style delle magazine statunitensi degli anni venti, ma soprattutto a coLui che più che più di ogni altro è stato per noi mantra e fonte di ispirazione: u pùlp!

Quest’anno il nostro polpo non è molto contento, perché gli atti efferati degli esseri umani stanno distruggendo il nostro pianeta a partire proprio dalla sua casa: il mare.
Quindi per questa seconda edizione il Pulp Fest diventa anche il nostro appello di sensibilizzazione alla tutela della sua casa, che altro non è la casa di tutti noi .
Da qui nasce l’esplicativa e meravigliosa illustrazione che Pablo Cammello ha realizzato per noi, per questa edizione.

Domenica, 29 DICEMBRE 2019, le porte de La Cittadella degli Artisti alle ore 18.00 in punto si apriranno sulla mostra d’arte che vedrà al suo interno oltre 20 artisti della nostra terra, tra disegnatori, illustratori, grafici e fumettisti,con 3 ospiti d’eccezione che vi andiamo ad orgogliosamente presentare di seguito.
Durante la serata ci saranno esposizioni, market, proiezioni di corti animati, talk con i nostri ospiti d’eccezione, live drawing e come sempre l’immancabile live music.

Un doveroso e sentito ringraziamento a colei che ha magistralmente curato la direzione artistica di questo festival: Serena Brattoli, a.k.a. gommapane.

Tutti i dettagli ve li serviremo dall’antipasto al dolce nelle prossime settimane!

#GUESTROOM

– Pablo Cammello nasce, vive a stento e sicuramente morirà, anche se non si sa mai. A Milano frequenta la Scuola di Fumetto e diventa membro fondatore dell’Infame Studio, con cui nel 2011 presenta l’autoproduzione “Metastasi”. Dopo un periodo intenso di collaborazioni nel 2015 realizza la lisergica serie web “Tumorama”, inizialmente anche autoprodotta in forma cartacea. In quello stesso anno, oltre a essere candidato per i Premi Boscarato e Micheluzzi come miglior fumetto web, vince il Gran Guinigi come miglior autoproduzione insieme al collettivo Lucha Libre. Due anni dopo la prima serie di Tumorama viene raccolta da Shockdom in un volume. Nel 2018 presenta un libro/spinoff della serie, intitolato “Rubens”, realizzato con la partecipazione di Akab e Spugna per Progetto Stigma/Eris Edizioni. Nel 2019 lavora con Coconino Press per un volume della collana “Fumetti nei Musei”. Ha collaborato con Alias Comics, Il Male, XLRepubblica, Passenger Press, TINALS, Slowcomix.

– Spugna, classe 1989, illustratore e fumettista.
Fondatore e Art Director della rivista autoprodotta “Lucha Libre”, membro del trio InFame studio, collabora con svariate realtà dell’autoproduzione italiana. Nel novembre 2014 esce il suo volume d’esordio come autore completo, “Una brutta storia” per l’editore Grrrz Comic Art Books, con cui vince il Premio Boscarato del Treviso Comic Book Festival come autore rivelazione 2015. Nel novembre 2015 autoproduce il volume illustrato “The book of heads”. Nel 2017 esce il suo secondo graphic novel “The Rust Kingdom”, per Hollow Press, premio Nuove Strade al Comicon 2018 e entrato nella selezione Gran Guinigi di Lucca Comics and Games 2018. Nello stesso anno è uscito “Gnomicide” sempre per Hollow Press e collabora al volume “Rubens” assieme a Cammello e Akab per l’eticheta Progetto Stigma. A Maggio 2019 esce sempre per Hollow Press “The Wizard Hat”.

– Fabio Magnasciutti, Roma 11 maggio 1966 illustratore e vignettista ha al suo attivo numerosi libri con gli editori Giunti, Curci, Lapis, Barta e altri. Tra le sue collaborazioni figurano la Repubblica, l’Unità, il Fatto quotidiano, gli Altri, Linus e Left, per cui attualmente ha realizzato copertine e vignette. Ha curato sigle e animazioni dei programmi “Che tempo che fa” edizioni 2007 e successive e di “Pane quotidiano” (RAI 3). Ha realizzato illustrazioni per il programma AnnoZero edizione 2010-2011 e Servizio pubblico, oltre ad aver conseguito diversi riconoscimenti, tra cui il premio come miglior vignettista 2015 presso il museo della satira di Forte dei Marmi. Attualmente insegna illustrazione editoriale presso lo IED di Roma, e nel 2005 ha fondato la scuola di illustrazione Officina. B5 Tra pubblicazioni più recenti: “Mamma quante storie”, scritto da Andrea Satta e illustrato con Sergio Staino, per Treccani, “Nomi, cosi, animali” e “Noi”, per Barta edizioni. Di prossima uscita “Il richiamo della coperta”, “Dire, dare, baciare” e “Due”, realizzato a quattro mani con Luca Ralli (Barta). Nel 1993 ha fondato la band Her Pillow, voce e armonica.

#LIVEMUSIC

K-ANT Combolution, Artisticamente parlando “K-Ant” nasce nel 2003, mentre il progetto K-ANT Combolution è del
2011. La band di Bisceglie/Molfetta oggi si presenta live con una formazione di 4 o 5 elementi. Il genere fonde rap, soul, funk, rock, reggae e sfumature elettroniche. Dal 2011 è protagonista di
numerosi live grazie anche alla vittoria del contest “A.R.T. Medimex – ARCI Re.A.L. Tour 2012”, e delle aperture dei concerti di artisti come Caparezza, Ministri, Rezophonic, Subsonica e Tre Allegri Ragazzi Morti. Nel 2012 autoproducono il disco “Il Problema” e 2 successivi videoclip. Nel 2014 vengono inseriti 2 brani nella compilation “Hit Mania Special Edition”. Nel 2015 esce il disco “La Concezione Del Tempo” con le collaborazioni di Caparezza, Molla e Think About It, il contributo di Puglia Sounds Record, sotto etichetta La Grande Onda. Sempre nel 2015 si esibiscono sul palco del Concerto del Primo Maggio a Taranto, e sono tra gli opening act del concerto di Manu Chao a Molfetta. Nel 2016 esce il videoclip “La rivoluzione del Ctrl Alt Canc”, 2 brani del nuovo album vengono inseriti nella compilation “Hit Mania Champions 2016”, e partecipano al Cellamare Music Festival. Attualmente la
band è impegnata nella produzione del nuovo disco.

CONTACT –> www.k-ant.it – booking@k-ant.it – #kantcombolution – facebook.com/kantcombolution
– youtube.com/kantcombolution – instagram.com/kantcombolution

#DJSET

Dj Puppet, Rino De Sario aka Hekhizo “Dj Puppet”, triggianese, classe ’91, si avvicina al mondo dell’hip hop nel 2006 come breaker mentre frequenta le superiori. Nel 2007/2008 lascia la Breakdance per cominciare a fare rap entrando a far parte della crew barese Stile dei Portici. Nel 2010, assieme a Fluid, Hekhizo comincia a scrivere e a registrare i primi pezzi; in seguito danno vita al duo “Delta City”, che produce il primo album “Spegnila”.
Nel 2014 la Delta City di scioglie; Hekhizo decide di proseguire da solo, cominciando a prodursi qualche beat autonomamente e a passare qualche disco nei locali di Bari e provincia.
Accompagnato dai suoi fedelissimi Technics, si avvicina alla scena del deejaying facendosi chiamare DJ Puppet e selezionando capolavori della musica Hip Hop, Soul, Funk e non solo. Amplia le sue conoscenze nel settore condividendo la sua passione per l’arte dello scratching con DJ Tuppi, DJ Manzo, DJ Walimai, DJ Danko, DJ Ninety’Groova e molti altri, grazie ai quali apprende nuove tecniche e perfeziona le sue skills.
Durante il suo percorso musicale, dj Puppet ha avuto modo di collaborare con diversi artisti tra cui: Livio Cori, Dalai, 7Peccati, Poeti del quartiere, Lady B, Lady Cat, Nico Dock, Il Fluido, Tecà, Bob Marcialledda, Cama, Peste Mc, Drugo (Banana Spliff) e Nikaleo.
Ha inoltre condiviso i palchi con Das Efx, Dj Lugi, Kaos e Dj Craim, Paura, Don Diego e Ice-One, Murubutu, Dj T Rob, Banana Spliff, Ntò, Moddi & Dj MadKid, Nikaleo, Don Ciccio & Mama Marjas ed altri ancora.

Ingresso con contributo di 6 euro.


Locus Winter 2019 – VIII edizione: Lula Pena, Remo Anzovino, Viva la Vida

In il

locus winter 2019

Mentre già si annunciano i primi nomi del grande Locus festival estivo, le strade antiche di Locorotondo si vestono a festa per il Natale e ospitano l’ottava edizione del Locus Winter, con tre eventi ricchi di suggestioni musicali e visive.

Si comincia con un film in prima visione, sabato 28 dicembre alle ore 17:00 nel Cinema Auditorium Comunale di Locorotondo: “Frida – Viva la vida”, è il nuovo docufilm sulla rivoluzionaria artista messicana Frida Kahlo, proiettato in esclusiva al Locus Winter alla presenza del regista Giovanni Troilo e dell’autore della colonna sonora Remo Anzovino.

Lo stesso compositore e pianista si esibisce in concerto il giorno successivo: domenica 29 nella Chiesa Madre alle 21, Remo Anzovino propone un viaggio intenso nel suo mondo musicale e nel suo vasto repertorio, fra cui i temi del film Viva La Vida che stanno per essere pubblicati in un nuovo album.

Infine lunedì 30 dicembre ci spostiamo nell’antica e suggestiva chiesa della Madonna della Greca con la straordinaria cantante portoghese Lula Pena, grande interprete e innovatrice della musica Fado, per un intenso concerto con una delle voci più originali nel panorama della world music attuale.

La manifestazione è prodotta da Bass Culture srl in collaborazione con il Comune di Locorotondo e con il supporto di regione Puglia.
L’ingresso è libero per tutti gli eventi.

………………………………
Sabato 28 Dicembre
………………………………
Cinema Auditorium Comunale | unica proiezione ore 17
FRIDA – VIVA LA VIDA (docu-film)
Intervengono Giovanni Troilo (regista) e Remo Anzovino (autore della Colonna Sonora).

Bellissimo nuovo docufilm sulla leggendaria artista messicana Frida Kahlo, prodotto da Ballandi Arts e Nexo digital in collaborazione con Sky Arte, regia di Giovanni Troilo, con la colonna sonora originale di Remo Anzovino e con la partecipazione straordinaria di Asia Argento come voce narrante.
Frida Kahlo è stata un’artista rivoluzionaria. È diventata un’icona pop e un simbolo per tutte le donne, ed in tutto il mondo le sue mostre raccolgono milioni di visitatori.
Viva la vida è un docu-film evento dedicato alla leggendaria artista messicana. Un viaggio tra le opere ma anche le fotografie, i vestiti e gli oggetti personali di Frida normalmente non accessibili al pubblico.
Dopo alcune prime proiezioni-evento a novembre scorso in alcuni cinema italiani, quella di Locorotondo è una proiezione esclusiva per Locus Winter, e sarà introdotta da un intervento del regista Giovanni Troilo e del musicista Remo Anzovino.

………………………………
Domenica 29 Dicembre
………………………………
Chiesa Madre | ore 21
REMO ANZOVINO in concerto

Il giorno dopo la proiezione esclusiva del docufilm FRIDA VIVA LA VIDA nel cinema di Locorotondo, l’autore della colonna sonora si esibisce in piano solo nella Chiesa Madre di Locorotondo.
Il compositore e pianista Remo Anzovino, è considerato fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea. Particolarmente attivo nell’ambito della musica per film e documentari, Anzovino è anche un apprezzato performer live con i suoi intensi concerti in piano solo.
A Locorotondo, Anzovino proporrà un viaggio intenso nel suo mondo musicale con brani dai suoi 5 album in studio e alcuni temi delle colonne sonore cinematografiche.
Venerdi 13 dicembre Sony pubblicherà “ART FILM MUSIC”, un cofanetto speciale con i 5 CD delle 5 colonne sonore scritte da Remo per i film de “La Grande Arte al Cinema”, fra cui “Frida. Viva La Vida”.

………………………………
Lunedì 30 Dicembre
………………………………
Chiesa Madre | ore 21
LULA PENA in concerto

Nata e cresciuta a Lisbona, la cantante, chitarrista e poetessa Lula Pena si appropria del fado per andare “oltre il fado” e consegnarlo al nuovo millennio nella sua disarmante semplicità, con la sensibilità poetica della nostra epoca.
Alcuni dicono della voce di Lula Pena: “Da qualche parte tra Tom Waits e Leonard Cohen, ma femminile”. In ogni caso, si tratta di una voce unica nel panorama musicale di oggi, una bella voce profonda le cui ispirazioni sono molteplici e attraversano le frontiere: il fado di Lisbona, morna capoverdiana, la canzone francese, bossa nova brasiliana, tango argentino, atmosfere afro-arabe… tutto ciò che suscita profonda sensibilità: con la voce e la chitarra, Lula Pena interpreta le emozioni e il silenzio.

………………………………
LOCUS WINTER 2019 – VIII edizione
28, 29, 30 dicembre
Cinema Auditorium Comunale, via Vittorino da Feltre, Locorotondo.
Chiesa Madre di San Giorgio, piazza Rodio, Locorotondo.
Chiesa Madonna della Greca, Locorotondo.
INGRESSO LIBERO
Info-line 393 9639865
www.locusfestival.it
facebook.com/locusfestival


SILENCE 2019 – XV Edizione | Festival Internazionale di Musica Acusmatica

In il

SILENCE 2019

SILENCE 2019 – XV Edizione
Festival Internazionale di Musica Acusmatica

Due giorni di concerti acusmatici organizzati dall’associazione M.Ar.E (Musica & Arti Elettroniche)
in collaborazione con:

– l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari;
– La Cittadella Mediterranea della Scienza (Bari);
– la Fondazione Puglia (Bari);
– l’Associazione AccordiAbili (Fasano);
– l’Associazione Hirvi (Giappone).

Musiche di Bernard Parmegiani, Hirvi Acousmatic Project, Manfredi Clemente, Ivo Malec, Jacques Lejeune, Dieter Kaufmann, Bruno Maderna e Gianni Lenoci.

Interpreti acusmatici: Danilo Girardi,Vincenzo Procino, Alessandro Duma.

Direzione: Franco Degrassi.

Ingresso Libero – Sala Riscaldata
Preludio e Intermezzo Gastronomico a cura dell’Associazione Effetto Terra.

Contatti:
www.festivalsilence.it
acusmatica@alice.it
www.facebook.com/acusmaticasilence
www.instagram.com/acusmaticasilence
+393385938865


A Bari, il IV° Festival del Cinema d’Animazione Russo 2019

In il

Festival del Cinema d Animazione Russo 2019

Festival del Cinema d’Animazione Russo organizzato da:

• CENTRO DI CULTURA RUSSA IN PUGLIA, Bari
• ROSSOTRUDNICHESTVO (CENTRO RUSSO DI SCIENZE E CULTURA), Roma

CON IL PATROCINIO DI: Ambasciata della Federazione Russa nella Repubblica Italiana, Chiesa di San Nicola Taumaturgo del Patriarcato di Mosca, Consolato onorario della Federazione Russa a Bari, Società Imperiale Ortodossa di Palestina.

IL FESTIVAL DEL CINEMA D’ANIMAZIONE RUSSO,
per la quarta edizione, proporrà una ricercata e prestigiosa selezione dei film d’animazione creati dalla NUOVA GENERAZIONE DEI GIOVANI REGISTI che sono maturati negli ultimi decenni nella Nuova Russia. La ricchissima esperienza di maestri di fama mondiale è stata tramandata a giovani registi che operano nei progetti dello Studio Cinematografico Statale Soyuzmultfilm e realizzano i loro film d’autore.

Nel programma del Festival, grazie all’impegno del celebre regista Oleg Uzhinov – direttore artistico della fortunata serie “Masha e Orso”, in esclusiva assoluta saranno proiettati, per la prima volta in Italia, nuovi episodi della serie “Canzoni di Masha”
Elena Chernova – direttore artistico di Soyuzmultfilm, presenterà il programma dei nuovi film d’autore creati dai giovani e talentuosi registi russi.

Il pubblico avrà l’occasione unica di avvicinarsi alla cultura e lingua russa ed assistere alla protezione di film inediti in Italia.
Anche quest’anno a Bari, presso la sede dell’Associazione “Centro di cultura russa in Puglia”, si terrà un esclusivo laboratorio creativo, organizzato per gli alunni del “Centro didattico per lo studio di lingua russa e bilinguismo”- scuola “Radost’”. Durante il master class, sotto la guida della esperta regista Elena Kalvo, gli allievi, partendo dalla scenografia, seguiranno un intero percorso creativo ed apprenderanno nuove tecniche d’animazione con i personaggi realizzati con la plastilina. questo sarà il terzo film all’animazione creato da ragazzi e dedicato alla vita e ai miracoli di “San Nicola Taumaturgo” che unisce i nostri popoli.

PROGRAMMA:

7 dicembre 2019 (sabato) – “Centro di cultura russa in Puglia”
15:30 – 18:30 Laboratorio creativo di cartoni animati – con regista Elena Kalvo

8 dicembre (domenica)
Chiesa Russa di San Nicola
17:30 – Apertura del Festival e presentazione del programma.
18:00 – Proiezione di film del cinema d’animazione russo.

Chiesa Russa di San Nicola – Corso Benedetto Croce, 130

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI

Info e contatti:
+39 3476926463
culturarussainpuglia@gmail.com
www.facebook.com/groups/Centro.di.cultura.russa.in.Puglia

P.S.: Il laboratorio del 7 dicembre è riservato solo ai bambini del Centro di cultura russa in Puglia.


Festival Di Voce in Voce XIª Edizione 2019

In il

Festival Di Voce in Voce 2019

DI VOCE IN VOCE XI EDIZIONE
BARI
AUDITORIUM VALLISA
6 E 7 DICEMBRE 2019
ore 20.00
INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

VENERDI’ 6 DICEMBRE 2019
GIOVANNI SENECA “TRACCE”
LA MANNA, SAVORETTI, BOLOGNESE, LA VOLPE “IL DESERTO E LA NEVE”

SABATO 7 DICEMBRE 2019
GIORGIA SANTORO “DEJA VU”
RADICANTO “LE INDIE DI QUAGGIU’”


Global Festival a Conversano – Rassegna dedicata alle sonorità nternazionali

In il

Global Festival a Conversano

Global Festival: al via alla Casa delle Arti di Conversano (Bari) una rassegna dedicata alle sonorità internazionali.
 Primo appuntamento il 23 Novembre con i DengueDengueDengue

La Casa delle Arti di Conversano (Bari) diventa il fulcro delle sonorità internazionali. Al via dal 23 Novembre, Global Festival: una rassegna – realizzata con il contributo della Regione Puglia e del Comune di Conversano – che punta lo sguardo e le orecchie, verso quei generi musicali che arrivano dall’estero e che stanno conquistando la nostra Penisola. Africa, Sud e Nord America, Europa, Asia: il giro del mondo, in quattro appuntamenti.

Per avvicinare i giovani alla ricerca della qualità artistica e musicale, la collaborazione tra Comune di Conversano e Casa delle Arti, farà si che tutti i giovani conversanesi, under25, potranno avere uno sconto del 50% sul costo del biglietto.

Il 23 Novembre, direttamente dal Perù, arrivano i Dengue Dengue Dengue: indossano maschere della tradizione sudamericana. Fanno smuovere i dance floor di tutto il mondo. I loro live sono un mix di sonorità ipnotiche e potenti, che uniscono tropical, cumbia e elettronica, rigorosamente arricchite da accurati visual. Saranno a Conversano per presentare il loro nuovo album ‘Zenith & Nadir’.

Il 7 Dicembre sarà il turno del tanto atteso live di Alfa Mist: Rolling Stone Italia ha segnalato il suo ultimo album ‘Structuralism’, come uno tra i migliori pubblicati quest’anno. Con un mix di jazz, trip hop ed elettronica, è riuscito a rendere la sua proposta artistica altamente innovativa. A soli 25 anni, il musicista e produttore di Newham, East London, ha all’attivo due lavori discografici. Il primo, ‘Antiphon’, è stato un vero e proprio caso discografico. A fargli compagnia in questa avventura, anche i suoi due amici (e con lui membri del quartetto Are We Live) Jordan Rakei (presente anche in ‘Structuralism’) e Tom Misch. Il secondo disco conferma la sua genialità, sviluppata sin da quando era un ragazzino, quando alternava ascolti grime e jazz, fino a innamorarsi delle sonorità del compositore tedesco Hans Zimmer.

E’ statunitense, ma con radici asiatiche, la super star Shigeto. Il 19 Dicembre – il produttore e batterista – porterà il suo mix di elettronica e jazz, alla Casa delle Arti, per presentare il suo ultimo lavoro ‘Versions’. Lo farà in un’inedita formazione, insieme al tastierista Ian Fink. Un live molto entusiasmante, in cui la purezza della sua musica, incontra l’efficacia della produzione artistica di questo artista che è diventato l’emblema di una generazione.

Il 26 Dicembre, Global Festival, terminerà con un party all’insegna delle sonorità afro, rivisitate in chiave elettronica. Per la prima volta si incontrano sullo stesso palco il produttore e musicista fiorentino Clap!Clap! e la crew di producer svizzeri AlmaNegra. Clap! Clap! (Cristiano Crisci), tra i più interessanti talenti della scena elettronica italiana, torna con il suo secondo album per Black Acre, seguito del coloratissimo esordio ‘Tayi Bebba’. ‘A Thousand Skies’ porta sul dance floor diversi stili e ispirazioni, ridisegnando i ritmi della tradizione globale del vecchio mondo, hip hop, footwork di Chicago, drum and bass inglese e house. ‘A Thousand Skies’ arriva a due anni di distanza da ‘Tayi Bebba’, realizzato come l’ipotetica colonna sonora di un viaggio su un’isola deserta. Il nuovo lavoro di Cristiano combina sample e registrazioni live di strumenti suonati da Clap! Clap! e dai suoi collaboratori come il cantante folk sudafricano Bongewize Mabandla, John Wizards e OY. Il collettivo Alma Negra è formato da quattro musicisti e collezionisti di musica. Il loro sound eclettico attraversa varie tradizioni musicali, anche grazie al background culturale che ognuno di loro ha. I fratelli Figueria, Dersu e Diego, hanno radici capoverdiane; Dario è per metà italiano e per metà portoghese, mentre Mario ha discendenti spagnoli. Così le loro selezioni, variano dal jazz, all’afro passando per la musica latina e ci si ritrova, nello stesso set, brani di Donald Byrd così come di Fela Kuti e Theo Parrish. A questo si affianca la loro attività di successo come producers. Le loro produzioni vengono suonate da Ben UFO, Nightmares on Wax, Gilles Peterson e Tim Sweeney.

Global Festival è il segno dei tempi: una rassegna che mira a diversificare la scelta artistica, ponendo l’attenzione verso il tema del viaggio, della migrazione, e dello scambio culturale che ha da sempre arricchito il nostro Globo.

Calendario:
23 Nov – Dengue Dengue Dengue 
- Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/501879533937394/
07 Dic – Alfa Mist
 – Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1144701762391543/
19 Dic – Shigeto – 
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/409176886679137/
26 Dic – Global Party con Clap!Clap!
 – Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2348125891958841/


Festival della cucina Siciliana – A spìzzica e muddica

In il

a spizzica e muddica festival cucina siciliana

Il festival della cucina Siciliana è arrivato anche quest’anno.

Il 15 e 16 novembre, non prendere impegni… ci sarà da leccarsi i baffi.

gli amici della Pasticceria Franco Vento dalle 19.30 ci faranno degustare:
– Cous Cous di San Vito Lo Capo
– Arancine con ragù, al burro, alle melanzane
– Anelletti al forno con melanzane
– Pani e panelle
– Cassatine
– Cannoli
– Ravioli di ricotta

Siete pronti a questo viaggio tra i sapori isolani?

Amuninni!


PROSPERO FEST 2019: torna a Monopoli il Festival di letteratura, musica, teatro e arti

In il

prospero fest monopoli

Il Prospero Fest 2019 si muove “Tra le righe del presente”, ospitando ogni giorno dal 9 al 17 novembre autori che propongono visioni e approfondimenti su temi cruciali per i nostri tempi.

– Sabato 9 novembre alle 16.30 lo scrittore e sociologo Leonardo Palmisano presenta, in un incontro moderato dal segretario di Possibile e saggista Giuseppe “Pippo” Civati,  i libri “Tutto torna. Il primo caso del bandito Mazzacani” e “Nessuno uccide la morte. Mazzacani sulle tracce di Colucci” (Fandango Libri). Alle 18.30 il direttore di Telenorba Enzo Magistà intervista l’autore, divulgatore e conduttore TV Michele Mirabella sul difficile rapporto tra “comunicazione e lingua” e alle 21 il giornalista Gianluigi Nuzzi, sempre alla presenza di Magistà, presenta l’ultimo libro-inchiesta sulla crisi finanziaria del Vaticano: “Giudizio universale. La battaglia finale di Papa Francesco per salvare la Chiesa dal fallimento” (Chiarelettere).

– Domenica 10 alle 10.30 Giuseppe “Pippo” Civati presenta il romanzo “Fine” (People), scritto a quattro mani con Marco Tiberi, su un futuro distopico da evitare finché siamo in tempo; modera la giornalista Maddalena Tulanti. Alle 16.30 la scrittrice e giornalista Rosa Teruzzi parla del suo romanzo “Ultimo tango all’ortica” (Sonzogno) in un incontro moderato dal giornalista Sandro Scarafino, mentre alle 19 il giornalista e scrittore Marcello Veneziani, in un dibattito con il caporedattore del Tgr Molise Giancarlo Fiume, racconta la sua “Nostalgia degli dei” (Marsilio), quella che consente agli uomini di uscire dal loro mondo e dal loro tempo, di riconoscere i propri limiti e trascenderli.

– Lunedì 11, giorno dell’inaugurazione del Food Lab, del Music Lab e del nuovo IAT nella Sala dei Pescatori, si celebra il compleanno della Biblioteca attraverso la presentazione di due tesi di laurea di giovani studiosi monopolitani sulla storia e sulle attuali potenzialità della Rendella, mentre alle 18 lo scrittore e conduttore radiofonico Luca Bianchini presenta “So che un giorno tornerai” (Mondadori), romanzo sulla ricerca delle nostre origini, la scoperta di chi siamo e la magia degli amori che sanno aspettare; modera l’editore di Canale7 Gianni Tanzariello. In serata la consegna del Premio “Prospero” a cura del giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Eustachio Cazzorla.

– Martedì 12 alle 18.30 Sigfrido Ranucci, giornalista e conduttore di Report, racconta la storia e le battaglie della trasmissione d’inchiesta della Rai in un dialogo con il giornalista del Tgr Puglia Vito Giannulo. A seguire, alle 21.30, la criminologa Roberta Bruzzone partecipa al dibattito “Dalla violenza di genere al femminicidio” con il magistrato Pietro Errede e la giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Graziana Capurso.

– Mercoledì 13 alle 16.30 il regista, drammaturgo e attore Armando Punzo parla di “Una idea più grande di me. Conversazioni con Rossella Menna” (Luca Sossella Editore), libro in cui spiega l’attività della Compagnia della Fortezza, prima e più longeva esperienza di teatro in un istituto penitenziario. A seguire, alle 18.30, Rita dalla Chiesa, autrice di “Mi salvo da sola”, racconta in un dibattito con l’avvocato Francesco Paolo Sisto la drammatica esperienza dell’omicidio di mafia di suo padre, il generale dalla Chiesa. Alle 21, l’autore di fumetto e musicista Davide Toffolo presenta il libro “Graphic Novel is back”.

– Giovedì 14 l’editore Giuseppe Laterza è protagonista di un doppio incontro alle 17 e alle 19.30 prima sulla storia della casa editrice di famiglia insieme ad Alessandro Laterza e alla storica Alessandra Tarquini, in seguito sul tema della cultura come ricchezza insieme a Maurizio Caminito, presidente dell’Associazione Forum del Libro.

– Venerdì 15, sempre alle 19.30, lo storico e filologo Luciano Canfora presentando “Il sovversivo. Concetto Marchesi e il comunismo italiano” affronta la figura di uno dei personaggi più controversi dell’Italia del secondo Novecento in un dibattito con il giornalista Luigi Quaranta.

– Sabato 16 alle 10 il magistrato ed ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati (Anm) Edmondo Bruti Liberati dialoga con il magistrato Valentino Lenoci e l’avvocato Michele Laforgia su “La Giustizia in Italia oggi. Il lungo viaggio nella democrazia”. Alle 21, al Teatro Radar, spettacolo musicale “In search of Simurgh” con Teresa Ludovico e Radiodervish.

– Domenica 17, giorno di chiusura del Prospero Fest, al Castello Carlo V alle 20.30 una serata dedicata all’universo femminile con musica e poesia insieme a Giulia Basile, mentre in Biblioteca Rendella alle 21 il cantautore, attore e poeta Bobo Rondelli presenta il libro “Cos’hai da guardare”, una storia con tante aperture e nessun finale possibile: solo la nettezza di quella domanda senza punto interrogativo; modera il giornalista e conduttore radiofonico Carlo Chicco.

Il programma, ricchissimo, prevede la partecipazione di molti altri autori e si allarga sia alle arti con musica e spettacoli sia agli altri luoghi della città. Ci sono visite guidate nel centro storico, appuntamenti musicali al Caffè Letterario The King, performance musicali e teatrali nella Sala delle Armi del Castello Carlo V, nel Radar e in piazza Garibaldi ed eventi nell’atrio della Rendella. Tutto il programma è visibile sul sito www.larendella.it. 

La biblioteca Rendella.

La biblioteca civica “Prospero Rendella” è la casa della cultura di Monopoli ed è intitolata all’omonimo giurista monopolitano vissuto a cavallo fra il XVI e il XVII secolo. Istituita nel 1956, viene aperta al pubblico nel 1958 per forte volontà del senatore e professore Luigi Russo. La Rendella è situata in un edificio che si è trasformato nei secoli da caserma, a teatro della città e mercato ittico. Dopo 11 anni di chiusura, grazie a importanti interventi di ristrutturazione da parte del Comune, la Rendella è stata riaperta l’11 novembre 2017 e trasformata in una “piazza del sapere”: uno spazio polifunzionale dedicato alla letteratura, alle arti, alla cultura popolare e al turismo. La missione non è quella della “semplice” biblioteca: oltre a offrire servizi di lettura e prestito di libri, con sale dedicate a vari interessi e fasce d’età e sistemi informatizzati, la Rendella oggi ospita un Hi-Tech Lab con computer di ultima generazione e stampanti 3D, un’emeroteca al piano terra con postazioni informatiche, dove è possibile visitare anche alcuni scavi archeologici (gli antichi resti di una chiesa rupestre che, secondo alcuni studiosi, potrebbe riferirsi alla Chiesa di San Nicola in portu aspero o di San Clemente; un sepolcreto, spazi abitativi e i resti di un costone dell’antico porto) e uno spazio-eventi. Raramente una biblioteca può vantare una sede con una posizione così suggestiva e attrattiva: nel pieno centro storico di Monopoli, grandi vetrate si affacciano sulla Piazza Garibaldi. Dalle finestre e da un’ampia terrazza, inoltre, si sogna alla vista del mare e del Porto Vecchio.

I nuovi spazi.

L’11 novembre saranno inaugurati tre nuovi spazi anche grazie al finanziamento regionale dell’avviso pubblico “Smart-in Puglia Community Library”. Il Music Lab, adiacente all’atrio della biblioteca, diventerà la nuova casa della musica della Rendella, con sale e strumentazioni dedicate. Il Food Lab, posto al primo piano, avrà il duplice ruolo di spazio ristoro per i fruitori della biblioteca, godendo di una terrazza panoramica affacciata sul Porto Vecchio e di un laboratorio di cucina. Gli spazi dell’ex mercato ittico, fra piazza Garibaldi e via Porto, saranno invece destinati alla nuova sede dello IAT: quello principale di via Garibaldi infatti negli ultimi anni si è rivelato inadeguato per dimensioni alla grande affluenza di visitatori. Ora si potrà usufruire di uno spazio di circa 250 metri quadri. Per rispettare la storia di questi ambienti, il Comune ha predisposto un layout che evoca, con le immagini e con le parole, il legame indissolubile che c’è tra la Città di Monopoli, il mare e la pesca. Gli ambienti infatti saranno allestiti utilizzando le foto dei volti dei pescatori di Monopoli che il fotografo Piero Martinello immortalò nel 2016 in occasione della prima edizione del “PhEST – Festival Internazionale di Fotografia” e che furono esposte all’aperto nel Porto Vecchio della città. Il nuovo IAT in biblioteca offrirà, oltre che i servizi di informazione e accoglienza turistica istituzionali, anche spazi per la lettura di libri e giornali italiani e stranieri, l’utilizzo di pc per il check-in on line e per le altre necessità dei visitatori, servizio di deposito bagagli e un’area shopping dedicata a Monopoli, alla Puglia e alla Rendella. L’11 novembre sarà inoltre presentata la nuova brand identity della biblioteca, caratterizzata da un font che evoca il rapporto fra la Rendella e il mare. Per l’occasione saranno intitolate due sale ai personaggi più illustri della storia della biblioteca civica: quella di Storia Locale a Luigi Russo e il soppalco a Prospero Rendella.

Il Prospero Fest è organizzato dal Comune di Monopoli e dalla Biblioteca civica Prospero Rendella anche grazie al supporto dei partner: Associazione Operatori Centro Storico Monopoli, Tormaresca, Albergo Diffuso Monopoli e Santa Maria 24.


Alberobello: PUGLIA WINE FESTIVAL 2019 – Festa del Vino e dei Sapori d’Autunno

In il

puglia wine festival 2019 alberobello

Dopo lo straordinario successo della prima edizione che ha contato circa 10.000 presenze, l’associazione culturale e di promozione sociale“SensAzioni del Sud” di Conversano (BA), in collaborazione con l’associazione “Il Sud Est nel Cuore” e l’associazione “Amici della Castagna di Conversano”, organizza la seconda edizione del “PUGLIA WINE FESTIVAL – Festa del Vino e dei Sapori d’Autunno”. L’evento si svolgerà nei giorni 1|2|3 novembre 2019 e ad ospitare la manifestazione saranno le splendide cornici di Piazza del Popolo, Piazza Giangirolamo, Piazza Matteotti e Corso V. Emanuele. La manifestazione propone, come benissimo ha fatto durante la prima edizione, un viaggio alla scoperta delle migliori cantine di Puglia, attraverso la degustazione di vini tra cui il Primitivo, il Negroamaro e, visto il periodo, anche il primo Novello, grazie alla presenza di cantine provenienti da tutta la regione; il tutto sarà condito con spettacoli itineranti , gruppi folkloristici della tradizione pugliese, visite guidate tra i luoghi piu’ importanti della città, musiche e spettacoli della tradizione pugliese. Il Puglia Wine Festival ha lo scopo di valorizzare sopratutto i vini pugliesi e gli antichi sapori d’autunno della nostra terra. Si tratta, quindi, di una kermesse dedicata al profumo e al sapore dei nostri vini e alle tipicità alimentari cucinate in piazza, nella migliore tradizione di un antico borgo come quello di Alberobello. La manifestazione risultera’ suggestiva specialmente per i numerosi turisti, che in quel periodo visiteranno le città, grazie anche alla cura e all’attenzione che verranno riservate agli allestimenti e alle scenografie che circonderanno i luoghi dell’evento. Importante sarà la collaborazione con le realtà locali e soprattutto con associazioni, cooperative, ristoratori, commercianti e residenti di Alberobello, che, per noi, sono sempre il vero motore di ogni organizzazione. Avventori e turisti potranno degustare ogni giorno i migliori vini di puglia e i piu’ ricercati piatti tipici della cucina locale e mediterranea, sapientemente elaborati da chef provenienti da tutta la regione. Dal punto di vista dell’intrattenimento le serate saranno animate, tra gli altri, dal concerto degli Sciamaballà (1 novembre dalle ore 21,00), dallo show cooking dello chef Gianvito Matarrese, vincitore del programma 4 Ristoranti di Alessandro Borghese( 2 novembre dalle ore 21,00) e dal concerto dei Folkabbestia (3 novembre dalle ore 21,00).

L’evento, per la sua seconda edizione, prevede un percorso piu’ allargato, rispetto alla sua prima uscita, perché riteniamo che sempre piu’ luoghi della città debbano godere del ritorno d’immagine e del ritorno economico che l’evento offre e nel contempo riteniamo che gli avventori debbano godere di tutti i meravigliosi angoli di Alberobello.