GUSTO JAZZ 2021, live music e food experience a Corato

In il

GUSTO JAZZ 2021

GUSTOJAZZ – III edizione, Corato dal 21 luglio al 1 agosto 2021 – JAZZ & FOOD EVENTS

GUSTOJAZZ nasce dalla naturale evoluzione di due importanti attività già sperimentate sul territorio cittadino dedicate alla musica ed alla gastronomia che trovano il connubio ideale nell’evento che mira a rappresentare il più importante appuntamento culturale della città, con l’obiettivo di essere coinvolgente per i residenti, ma anche attrattivo per i turisti.
Musica jazz in tutte le sue forme, coniugata con l’enogastronomia e la promozione del territorio.
La terza annualità di Gustojazz si ripropone l’obiettivo di rivitalizzare alcuni luoghi, quali il Chiostro del Municipio, il Parco Comunale Sant’Elia, Piazza Di Vagno, Piazza Sedile, Piazzetta dei Bambini, Piazza Abbazia, le vie del Centro Storico.
Dodici giorni consecutivi di concerti, eventi, con cinquanta attività tutte gratuite, dedicate anche alla formazione musicale e gastronomica.
Attraverso le attività complementari turistiche e laboratoriali, il Festival offrirà l’occasione per apprezzare luoghi e scorci cittadini solitamente meno animati e poco frequentati.

PROGRAMMA:

Mercoledì 21 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 STREET FOOD e WINE EXPERIENCE: L’OLIO D’OLIVA
ore 21.30 CONCERTO DI CARMEN SOUZA con “The Silver Messengers”
Carmen Souza (voce e chitarra), Theo Pascal (basso elettrico/ dbass), Elias Kacomanolis (batteria/percussioni)
ingresso gratuito

Giovedì 22 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI MICHELE FAZIO TRIO con “Free”
Michele Fazio (piano), Mimmo Campanale (batteria), Giorgio Vendola (contrabbasso)
ingresso gratuito

Venerdì 23 luglio – Piazza Cesare Battisti
ore 21.00 reading Vita esemplare di un uomo semplice a cura di Claudia Lerro
ore 21.30 CONCERTO DI CESARE DELL’ANNA con “Girodibanda”
ingresso gratuito

Sabato 24 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 STREET FOOD e WINE EXPERIENCE: L’ARTE CASEARIA
ore 22.00 GUSTOJAZZ PARTY – Dj Set a cura di FABIO TOSTI
selezione in vinile di musica Jazz, Bossa, Jazz House
ingresso gratuito

Domenica 25 luglio – Parco Comunale Sant’Elia
ore 21.30 CONCERTO DI MARIO BIONDI
biglietti in vendita online su vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati

Lunedì 26 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI GAETANO PARTIPILO con “Boom Collective”
Angela Esmeralda (voce), Carolina Bubbico (voce e tastiere), Gaetano Partipilo (sax e tastiere), Federico Pecoraro (basso elettrico), Dario Congedo (batteria)
ingresso gratuito

Martedì 27 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 I PRODOTTI DI ECCELLENZA DI “CUORE DELLA PUGLIA” PER UN’ALIMENTAZIONE SANA E SOSTENIBILE
alimentazione sana in funzione di prevenzione salutistica e di benessere fisico
ore 21.00 COOKING SHOW
spettacoli ai fornelli con grandi chef pugliesi con degustazione finale
L’evento è realizzato in collaborazione con il Pastificio Granoro
ore 22.00 GUSTOJAZZ PARTY – Dj Set a cura di FABIO TOSTI
selezione in vinile di musica Jazz, Bossa, Jazz House
ingresso gratuito

Mercoledì 28 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI STEFANIA DIPIERRO con “Base Terra”
Stefania Dipierro (voce), Mirko Signorile (pianoforte/ synth), Giuseppe Bassi (contrabbasso/ basso elettrico), Fabio Accardi (batteria), Antonio Oliveti (percussioni)
ingresso gratuito

Giovedì 29 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI NICOLA CONTE con “Spiritual Galaxy”
Nicola Conte (chitarra), Carolina Bubbico (voce e tastiere), Filippo Bubbico (tastiere), Chelsea Como (voce), Logan Richardson (sax), Gregory Hutchinson (batteria), Luca Alemanno (basso e contrabbasso)
ingresso gratuito

Venerdì 30 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI FABIO ACCARDI QUINTET con “Breathe”
Fabio Accardi (batteria), Seby Burgio (pianoforte), Gaetano Partipilo (sax), Francesco Poeti (chitarra), Giorgio Vendola (basso)
ingresso gratuito

Sabato 31 luglio – Piazza Abbazia
ore 20.00 STREET FOOD e WINE EXPERIENCE: i prodotti da forno
ore 21.30 CONCERTO DI ALESSANDRO BUONGIORNO QUARTET con “Sonido Tropical”
Alessandro Buongiorno (chitarre), Torindo Colangione (basso), Antonio Biancolillo (batteria), Enzo Falco (percussioni)
ingresso gratuito

Domenica 1 agosto – Piazza Abbazia
ore 20.00 APERITIVO IN JAZZ
ore 21.30 CONCERTO DI GABRIELE MIRABASSI TRIO con “Tabacco e Caffè”
Gabriele Mirabassi (clarinetto), Pierluigi Balducci (basso), Nando Di Modugno (chitarra)
ingresso gratuito


Il Paese delle Meraviglie – Marameo Festival fa tappa a Terlizzi

In il

Il Paese delle Meraviglie Marameo Festival Terlizzi

Fa tappa a Terlizzi la Settima edizione del Festival Il Paese delle Meraviglie – Marameo – Festival Nazionale ed Internazionale di Teatro Ragazzi, con la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore e il patrocinio del Comune di Terlizzi.
Spettacoli e laboratori dedicati alle famiglie e ai bambini nella bellissima città dell’olio, dei fiori e della Ceramica vi attenderanno il 17 e 18 luglio!

Seguite il programma:

Sabato 17 Luglio

Piazza LARGO LARGO DENTRO
Open Space Summer Edition
Storie e laboratori
a cura di Arterie Teatro
Tre turni
ore 18.30 – 19.00
19.00 – 19.30
19.30 – 20.00
CHIOSTRO DELLE CLARISSE
Spettacolo di Teatro Ragazzi
ROOBIN HOOD
a cura de I Guardiani dell’oca (Chieti)
Porta ore 20 00 Sipario 20.30

Domenica 18 Luglio

PIAZZA LARGO LARGO DENTRO
Open Space Summer Edition
a cura di Arterie Teatro
Tre turni
ore 18.30 – 19.00
19.00 – 19.30
18.30 – 20.00
CHIOSTRO DELLE CLARISSE
EMOZIONI IN CIRCOLO
dalle 20.00
CHIOSTRO DELLE CLARISSE
Spettacolo di Teatro Ragazzi
La BELLA E LA BESTIA
a cura di Teatro Blu ( Cadegliano)
Porta ore 20.00 Sipario ore 20.30

Prenotazione obbligatoria al 3497247780
A tutti gli eventi si accederà con mascherina previa rilevazione della temperatura e igienizzazione mani!
Vi aspettiamo!


Talos Festival 2021 torna a Ruvo di Puglia: il programma

In il

talos festival ruvo di puglia

DAL 15 AL 18 LUGLIO A RUVO DI PUGLIA SI CONCLUDE L’EDIZIONE STRAORDINARIA 2020/2021 DEL TALOS FESTIVAL

TRA GLI OSPITI LUCILLA GALEAZZI, MICHEL GODARD, GIANNI IORIO, PASQUALE STAFANO, EUGENIA CHERKAZOVA, FARAUALLA, ROBERTO OTTAVIANO, NABIL BEY E MIRKO SIGNORILE, LA DANZATRICE ERIKA GUASTAMACCHIA. GRAN FINALE CON PINO MINAFRA & LA BANDA.

Da giovedì 15 a domenica 18 luglio a Ruvo di Puglia si conclude tra musica e danza l’edizione “straordinaria” del Talos Festival 2020/2021. Dopo la prima sessione “in presenza” di ottobre e le due serate online di conversazioni e dialoghi artistici a febbraio, il Festival torna in Piazzetta Le Monache e nel Museo del libro, nel cuore del centro storico del comune, per quattro serate (inizialmente previste ad aprile e rinviate a causa delle restrizioni da Covid19) ispirate ai “Suoni meridiani” e dedicate a Franco Cassano. «Lavorare, scrivere, fare musica a sud è più difficile, ma chi ci riesce batte la forza di gravità e per questo talvolta riesce a dire cose che hanno valore per tutti», scriveva nel 2003 il sociologo barese, scomparso a febbraio, nelle note del cd “Meridiana” della Multijazz Orchestra. «Ritrovare i nostri suoni non è adorazione reliquiaria del passato, ma ritrovarli nel presente senza arrendersi alla volgarità del mercato è una ricerca difficile per rappresentare al mondo una voce forte e antica, rinnovata dall’ansia e dalle domande del nostro tempo». Parole che sono state di ispirazione per questa sessione del festival che ospiterà, tra gli altri, la cantante Lucilla Galeazzi, il tubista e serpentonista Michel Godard, la fisarmonicista Eugenia Cherkazova, il bandoneonista Gianni Iorio e il pianista Pasquale Stafano, il quartetto vocale Faraualla, il progetto “Bakhur” con Nabil Bey e Mirko Signorile, il sassofonista Roberto Ottaviano, la danzatrice Erika Guastamacchia. Gran finale domenica 18 luglio con La Notte della Banda con Pino Minafra & La Banda e tanti solisti. Talos festival – con la direzione artistica dell’ideatore Pino Minafra e del musicista e compositore Livio Minafra e il progetto coreografico di Giulio De Leo – è promosso dal Comune di Ruvo di Puglia, con il cofinanziamento di Regione Puglia tramite Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 – Valorizzazione della Cultura e della Creatività territoriale, in collaborazione con Associazione Terra Gialla e Compagnia Menhir Danza e altre realtà pubbliche e private.

PROGRAMMA CON SCHEDE

Il programma dei concerti in Piazzetta Le Monache prenderà il via giovedì 15 luglio (ore 20) con Mediterranean Tales. Il duo formato da Gianni Iorio (bandoneon) e Pasquale Stafano (pianoforte) racconta storie di persone, incontri, passione, pensieri e amore tradotti in composizioni originali ed interessanti che hanno come protagonista il viaggio nel tempo e nello spazio nell’oceano musicale, dal jazz alla world music, dal classico al pop e alla melodia mediterranea che è sempre sullo sfondo quasi come un marchio di fabbrica. Subito dopo le Faraualla, quartetto vocale di Gabriella Schiavone, Teresa Vallarella, Loredana Savino, Maristella Schiavone, accompagnate dalle percussioni di Pippo D’Ambrosio e Michele Marrulli proporranno Ogni male fore, un ideale percorso nell’affascinante territorio della medicina popolare pugliese. Le formule di guarigione univano gli aspetti più pagani della cultura popolare ad una fervida religiosità, la pratica magica o taumaturgica ad una medicina legata alla reale conoscenza delle erbe curative in una unione che non risultava mai essere forzata. Il materiale relativo a questa ricerca è difficile da recuperare, in quanto nascosto in una parte della memoria popolare misteriosa e accessibile solo a pochi prescelti. In ogni brano le formule rivivono nel canto e nel suono delle Faraualla, in un ideale percorso verso la guarigione fisica e spirituale.

Venerdì 16 luglio (ore 20) si parte con Bakhur, nuovo progetto che coinvolge il cantante Nabil Bey, voce dei Radiodervish, e il pianista Mirko Signorile (piano), una rivisitazione essenziale con voce e pianoforte dei più grandi interpreti della musica araba del ‘900 e non solo. Bakhur è un viaggio attraverso il repertorio musicale dei maggiori protagonisti della canzone mediorientale che hanno fatto epoca nella storia della musica araba. A seguire, il sassofonista Roberto Ottaviano con il progetto Pinturas con Nando Di Modugno (chitarra), Giorgio Vendola (contrabbasso) e Pippo D’Ambrosio (batteria). «Dopo 25 anni circa di progetti realizzati insieme ad artisti provenienti da varie parti del nostro pianeta, non è un caso se questo nuovo quartetto nasce nella mia terra. Nasce infatti dalla convinzione che in questo angolo del mondo esistano ormai delle capacità e sensibilità mature, connotate da una forte personalità», sottolinea Roberto Ottaviano. «Il jazz diventa qui il “pennello” veloce con cui rappresentare paesaggi e storie immaginarie, i colori sono una infinita tavolozza costituita da tutte le musiche che amiamo profondamente e che rappresentano ancora oggi, e nonostante tutto, l’idea di un messaggio nella bottiglia. Ecco come si compone Pinturas, un affresco dinamico e proiettato verso il futuro ma tuttavia profondamente radicato nell’archetipo del Sud».

Sabato 17 luglio la serata si aprirà alle 18 nella Sala conferenze del Museo del libro con Lazzaro, una performance site specific nata da un’idea di Giulio De Leo, ispirata al progetto “Lazzaro_art doesn’t sleep” di Laura Mega e Claudia Pecoraro e sviluppata in stretta collaborazione con la danzatrice Erika Guastamacchia in scena con il sassofonista Roberto Ottaviano. La performance, una produzione Compagnia Menhir nell’ambito de “Le danzatrici – archeologia del contemporaneo” (finanziato da “Custodiamo la cultura in Puglia”, Regione Puglia – Teatro Pubblico Pugliese e realizzato in collaborazione con Comune di Ruvo di Puglia), è stata presentata in anteprima a Iperfestival 2021 – Festival del Museo delle Periferie di Roma e nel Bipod 2021 – Beirut International Platform of Dance. Lazzaro riflette sulla capacità del corpo di rigenerare il movimento a partire dagli atti vitali fondamentali, secondo una logica organica di ascolto. Un corpo adagiato su un tavolo e rianimato dalla danza, diventa fulcro di identità per la nuova comunità che si raccoglie a vegliarlo.

Dalle 20 si torna in Piazzetta Le Monache per un triplo concerto. In apertura la voce di Lucilla Galeazzi che, nel secondo set, dialogherà con il tubista e serpentonista francese Michel Godard. Vera “passionaria” del canto popolare italiano, Lucilla Galeazzi si divide, nella sua carriera, tra progetti da solista e partecipazioni al fianco di altri grandi artisti. Fa inoltre parte del Quartetto Vocale di Giovanna Marini e de l’Arpeggiata di Christina Pluhar, e continua a cantare e a portare in giro i propri progetti musicali, facendo conoscere al mondo intero le tradizioni orali della musica popolare italiana. Musicista e compositore francese, Michel Godard è uno dei pochissimi solisti di tuba e probabilmente l’unico solista di serpentone. Sviluppando su questo strumento dimenticato il suo enorme talento tecnico, Godard propone un repertorio che va dalla musica del XVI secolo al jazz ed alla musica improvvisata. Chiusura di serata affidata al duo Round Trip Apulia-Balkans con la fisarmonicista greco-ucraina Eugenia Cherkazova e il pianista Livio Minafra. Una musica agile, intensa, profonda e festosa. Una sorta di musica da camera improvvisata dove le composizioni e gli arrangiamenti di Minafra raccontano di questo viaggio fatto di tarantella, musica popolare, balcanica, jazz, improvvisazione. Storia e geografia insieme in un volto moderno.

Gran finale domenica 18 luglio dalle 20 sempre in Piazzetta le Monache con La Notte della Banda il Talos Festival rende omaggio alla grande tradizione musicale tipica del Sud Italia che ha prodotto un suono originale e unico al mondo. Sul palco il progetto Pino Minafra & La Banda, che dal 1993 a oggi si è esibito a Parigi, Londra, Monaco di Baviera, Graz, Les Mans, Lille, Huddersfield, Brighton, Basingstoke, Munster, Berlino, Roma, Firenze, Ravenna e altre città, ospite dei più importanti festival europei di jazz, musica classica e contemporanea, proporrà prima un repertorio “classico” diretto da Michele Di Puppo e poi si confronterà con i numerosi ospiti coinvolti per questo concerto inedito e originale. Alla direzione si alterneranno, infatti, Pino e Livio Minafra e Nicola Cotugno mentre i solisti saranno Michel Godard (tuba/serpentone), Eugenia Cherkazova (fisarmonica), Faraualla, Lucilla Galeazzi e Loredana Savino (voci). Un  percorso trasversale fra tradizione e innovazione che dimostra l’attualità e la freschezza di questo suono caldo, vivo e generoso, ancora tutto da esplorare oltre che proteggere.

Programma

Giovedì 15 luglio – ore 20
Piazzetta le Monache
Mediterranean Tales • Gianni Iorio (bandoneon), Pasquale Stafano (pianoforte)
Ogni male fore • Faraualla – Gabriella Schiavone, Teresa Vallarella, Loredana Savino, Maristella Schiavone (voce), Pippo D’Ambrosio e Michele Marrulli (percussioni)
Venerdì 16 luglio – ore 20
Piazzetta le Monache
Bakhur • Nabil Bey (voce) – Mirko Signorile (piano)
Pinturas  • Roberto Ottaviano (sax), Nando Di Modugno (chitarra), Giorgio Vendola (contrabbasso), Pippo D’Ambrosio (batteria)

Sabato 17 luglio – ore 18
Sala conferenze – Museo del Libro
Lazzaro • progetto di Giulio De Leo
con Erika Guastamacchia (danza) e Roberto Ottaviano (sax)

Sabato 17 luglio – ore 20
Piazzetta le Monache
Lucilla Galeazzi (voce)
Lucilla Galeazzi (voce) – Michel Godard (tuba/serpentone)
Round Trip Apulia-Balkans • Eugenia Cherkazova (fisarmonica) – Livio Minafra (piano)

Domenica 18 luglio – ore 20
Piazzetta le Monache
La Notte della Banda
Pino Minafra & La Banda con Michel Godard (tuba/serpentone), Eugenia Cherkazova (fisarmonica), Faraualla (voci), Lucilla Galeazzi e Loredana Savino (voce). Direttori Michele Di Puppo, Pino Minafra, Livio Minafra, Nicola Cotugno.

I concerti e la performance di danza saranno a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria e organizzati nel rispetto delle normative anticovid.
Info e prenotazioni talosfestival@gmail.com


MULTICULTURITA SUMMER FEST 2021: il programma della XIXª edizione

In il

multiculturita summer fest 2021

MULTICULTURITA SUMMER FEST 2021
RASSEGNA MUSICALE a cura
dell’ ASSOCIAZIONE MULTICULTURITA J.S.
XIX EDIZIONE
15-17 luglio 2021

15 luglio – ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Mr. Bricks & The Rubble
Dario Mattoni (Mr. Bricks), voce e chitarra
Francesco Lomangino, sassofoni
Dado Penta, contrabbasso
Giuseppe Santorsola, batteria

16 luglio – ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Mario Venuti Summer 2021
Mario Venuti, voce e chitarre
Tony Canto, chitarre, cori
Vincenzo Virgillito, contrabbasso
Neney Bispo Dos Santos, percussioni

17 luglio – ore 21
Sagrato Reale Basilica S. Maria del Pozzo
Gaia Gentile Sono Fuori tour
Gaia Gentile, voce
Nicolò Pantaleo, sax baritono
Paolo Debenedetto, sax contralto
Antonello Boezio, chitarra
Gabriele Semeraro, pianoforte
Mario Guarini, basso
Frums, batteria

Diciannovesima edizione del Multiculturita Summer Fest, che conferma la sede degli spazi antistanti il Sagrato della Reale Basilica pronti ad accogliere, nel rispetto delle vigenti disposizioni normative in tema di prevenzione Covid-19, tre concerti di pregio e spessore, con un attento sguardo alla musica pugliese.  Apre il 15 il combo «rock ‘n’roll modernista» made in Puglia Mr. Bricks & The Rubble. Il 16 sarà la volta di uno tra i cantautori più amati d’Italia: Mario Venuti con la sua eccellente terna di musicisti per presentare la produzione del suo tour estivo. Il 17 si chiude con la stella nascente del pop italiano: Gaia Gentile che presenterà il suo primo lavoro discografico “Sono Fuori”, che ha già registrato un plebiscito di consensi di critica e di pubblico.

Si terrà dal 15 al 17 luglio la XIX edizione per il Multiculturita Summer Fest, il festival organizzato dall’associazione Multiculturita JS, nell’ambito del cartellone L’Estate e l’Allegria promosso dall’amministrazione comunale di Capurso, e con il supporto promozionale di Jazzitalia.
Il festival si conferma uno dei pochi e attesi eventi estivi pugliesi e si terrà nel rispetto delle prescrizioni normative intese a prevenire la diffusione del Sars Covid-19. Proprio in ragione di tali disposizioni, per questa edizione non sarà presente il consueto Jazz Village, così come non si terrà il Multiculturita Art Contest.
Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funk Off, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Simona Bencini, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, Doctor 3, Antonio Sanchez, James Senese, Karima, Fabio Concato, Raiz, Peppino Di Capri, Tosca, Mauro Ottolini, Patrizia Laquidara, Nino Buonocore, Rosalia de Souza, tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.
L’organizzazione ha voluto dare particolare visibilità ai progetti pugliesi, scegliendone alcuni di maggiore impatto e creatività. E, complice la meravigliosa architettura della Reale Basilica capursese, sarà proprio un gruppo pugliese ad aprire la kermesse giovedì 15 luglio (ore 21) Mr. Bricks & The Rubble, al secolo: Mr. Bricks Dario Mattoni (voce e chitarra), Francesco Lomangino (sassofoni), Dado Penta (contrabbasso), Giuseppe Santorsola (batteria).
Un combo rock’n’roll “modernista” che fonde i suoni autentici del jukebox americano degli anni ’50 con le inflessioni del rhythm and blues contemporaneo. Attingendo a influenze come JD McPherson, Nick Curran, Nick Waterhouse e Heavy Trash di Jon Spencer, il gruppo ha già riscosso successo con il loro album di debutto Busy e ha nel suo curriculum tour sia in Italia che nel Regno Unito, grazie anche al contributo dell’ente regionale Puglia Sounds.
Venerdì 16 luglio arriva a Capurso uno dei cantautori più amati in Italia e all’estero: Mario Venuti. L’amore per il Brasile e per le sonorità sudamericane sono una costante nella carriera di Venuti, che in questo tour estivo proporrà, al fianco dei brani più importanti del suo repertorio, alcune delle canzoni che faranno parte del nuovo disco. Con lui sul palco una terna di eccellenti musicisti: Tony Canto (chitarra e cori), Vincenzo Virgillito (contrabbasso), Neney Bispo Dos Santos (percussioni).
Nato il 28 Ottobre del 1963, agli inizi degli anni 80 Mario è a Catania, dove incontra tre giovani musicisti con cui forma i Denovo. Esordisce da solista nel 1994 con l’album “Un po’ di febbre” (1994), del quale il singolo “Fortuna” si rivela una vera e propria hit radiofonica. Nel 1996, con “Microclima” riceve il Premio Max Generation. Nel 1997 partecipa a Sanremo Giovani con “Il più bravo del reame”, anticipando “Mai Come Ieri” Album che lo consacrerà, soprattutto grazie al fortunatissimo duetto del brano omonimo, con Carmen Consoli. A Gennaio del 2003 pubblica “Grandimprese”. Dieci canzoni, anticipate dal singolo “Veramente”, tra cui spicca anche una cover di “Monnalisa” di Ivan Graziani. La popolarità di Mario esplode attraverso la radio e le televisioni che trasmettono, senza sosta, “Veramente” e il relativo videoclip. A Marzo 2004, Mario sale sul palco di Sanremo, per la 54° edizione del Festival della Canzone Italiana. La sua “Crudele” vince due premi importanti e prestigiosi: il Premio Mia Martini /Premio della Critica, e il Premio Radio e TV Private. “. Il 3 marzo 2006, per Universal, esce “Magneti”, con “Un altro posto nel mondo” otterrà poi nel 2008 la nomination ai Nastri D’Argento come migliore canzone. Ad ottobre 2009 Mario pubblica il settimo album da solista, “Recidivo”, sempre di ottobre 2009, l’uscita di The Universal Music Collection, 5 cd che testimoniano una lunga carriera e un dvd con le immagini del concerto del Teatro Antico di Taormina nel 2006. Nel 2012 pubblica “L’Ultimo Romantico”. Nel 2014 esce l’album “Il Tramonto dell’Occidente” scritto e musicato con Francesco Bianconi e Kaballà. Nel 2016 decide di rivisitare con gli Urban Fabula in chiave Jazz i classici della canzone italiana e internazionale e canzoni del proprio repertorio, dando vita al progetto Mario Meets Jazz. Nel 2017 pubblica “Motore di vita” (Microclima-Puntoeacapo/Believe Digital). Nel 2019 esce il 10° album SOYUZ 10, a marzo del 2020 sul canale YT ufficiale viene pubblicata la serie “Casacasa Live Session”: una raccolta di sette live in cui l’artista ha eseguito alcuni dei suoi brani più famosi direttamente dal salotto di casa sua.
Il festival capursese si chiude sabato 17 luglio, allorquando il Sagrato della Reale Basilica, accoglierà l’entusiasmante live della vocalist pugliese Gaia Gentile che presenterà il suo esordio discografico Sono Fuori. Un disco che nasce con l’intento di trasmettere un messaggio sincero e schietto: senza l’utilizzo di troppe parole, racconta di una personalità genuina che non ha paura di esporsi, dove la musica parla pop d’autore con contaminazioni elettroniche che supportano l’intimità dei pezzi. Un album che coniuga il pop, la dance, le armonie jazz fino ad arrivare alla canzone d’autore. Ogni brano racconta le mille sfaccettature di Gaia Gentile: una ragazza piena di vita, perdutamente innamorata dei suoi due bei pastori maremmani, che “ha sempre fame” di emozioni e che si “gasa” quando la musica suonata dallo strumento fisico convive con la musica elettronica. Sul palco, oltre a Gaia Gentile ci saranno: Nicolò Pantaleo (sax baritono), Paolo Debenedetto (sax conralto), Antonello Boezio (chitarra), Gabriele Semeraro (pianoforte), Mario Guarini (basso), Frums (batteria).
Gaia Gentile, nata in provincia di Bari, coltiva già da bambina la passione del canto, unendola sin da subito allo studio del pianoforte. A soli 17 anni comincia la sua carriera professionale, sia da solista che in gruppi vocali e orchestre, partecipando a diversi concerti e festival in tutto il mondo (Algeria, Thailandia, Inghilterra, Argentina, ecc.). È stata vocalist nel programma Ballando con le stelle di Milly Carlucci. Ha conseguito il diploma presso “L’Accademia Artisti” di Roma per poter abbinare alla musica lo studio e la passione per il teatro. Nel 2020 debutta con lo spettacolo “Gaia Gentile…ma non troppo!” con il quale mette in mostra la sua personalità stravagante, omaggiando i cantautori italiani con i quali l’artista ha collaborato durante il suo percorso artistico, da Caparezza a Capossela, Dalla, Silvestri e Noa.

Prezzi biglietti:
Mr. Bricks & The Rubble: 10 euro
Mario Venuti: 15 euro
Gaia Gentile: 15 euro
Abbonamento a tutti e tre i concerti euro 20

Avvertenza: sempre in ottemperanza alle disposizioni normative anti Covid-19, i biglietti non saranno acquistabili presso la sede dei concerti. Il pubblico interessato dovrà arrivare già munito di biglietto.

Info: 347.6504664
Website: www.multiculturita.it ; info@multiculturita.it

Prevendite presso: Centro Musica, corso Vittorio Emanuele 165, Bari; Tipografia Squeo, via San Onofrio 18, Capurso; 101 Caffè, via Madonna del Pozzo 172, Capurso; Libreria La Sapientia, piazza Guglielmo Marconi 56, Capurso.


LOOP Festival Special Edition, 4 giorni di musica negli spazi della Fiera del Levante

In il

loop festival 2021

BARI – Torna il Loop Festival per un’edizione speciale, pensata per raccontare la musica del sovvertimento attraverso i grandi artisti del contemporaneo. Quattro appuntamenti a ingresso gratuito, scanditi nelle date del 13, 15, 20 e 22 luglio 2021 e realizzati in presenza nella nuovissima Arena di Apulia Film House (all’interno della Fiera del Levante di Bari, start ore 21.00).

Un evento come sempre lontano dalla mesta rievocazione dei grandi classici del passato, bensì focalizzato sui nomi più importanti e destabilizzanti della musica e del video dei nostri giorni.

La rassegna, realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission e dall’Associazione Pool con il patrocinio di Puglia Sounds, torna nel 2021 con la direzione artistica del giornalista Michele Casella e col sottotitolo Rage Riot Rebels Revolution, in un momento in cui la battaglia per i diritti civili divampa e i movimenti attivisti internazionali trovano nuovi spazi e nuove forme di espressione.

Il Loop Festival esplorerà questi temi attraverso la proiezione e il commento di alcuni fra i più evocativi videoclip contemporanei, realizzando una visione e un ascolto collettivi arricchiti da spiegazioni, analisi e aneddoti sulla loro realizzazione.

Un viaggio, dunque, che attraversa la discografia e l’immaginario visuale di artisti come Chemical Brothers, Kendrick Lamar, Radiohead, Patti Smith, Depeche Mode, Pixies, Pearl Jam, Ben Harper, Björk e molti altri in relazione ai movimenti pacifisti, alle azioni di protesta per i diritti umani e alle rivolte del BLM (Black Lives Metter).

Dal video “This Is America” di Childish Gambino, simbolo della spettacolarizzazione della violenza statunitense, passando per i memorabili Rage Against The Machine e al rifiuto della guerra dei Radiohead. Dal grido di libertà lanciato da Beyoncé e Kendrick Lamar alla satira musicale delle Pussy Riot, per arrivare alla lotta al potere dei Public Enemy e al brano storico “The Message”, che ha posto Grandmaster Flash And The Furious Five come nuovi poeti urbani degli Stati Uniti. E ancora la disubbidienza alla polizia dei N.W.A., le incursioni elettro-punk dei Justice, la passionalità di Sinéad O’Connor e la rivoluzione non trasmessa in TV del visionario Gil Scott-Heron.

Come ogni anno, anche la quinta edizione del Loop Festival vede la collaborazione con un artista di fama internazionale, il celebre fumettista spagnolo Miguel Ángel Martín, che ha realizzato quattro illustrazioni a marchio di ciascuna serata della rassegna.

Definito dal Time “il miglior disegnatore europeo di fumetti”, l’autore di base a Madrid è noto per il suo stile urticante, trasgressivo e spesso violentissimo, ma allo stesso tempo preciso e dotato di un’eleganza che contrasta con la vocazione sarcastica e provocatoria. Martín è autore di libri che hanno perfino ricevuto una censura preventiva in Italia, classici come “Psychopathia Sexualis” e “Total Overfuck”, ma anche dell’indimenticabile e commovente “Brian the Brain”. Collabora da anni con moltissime riviste come El Paìs e Rolling Stone.

PROGRAMMA:

13 luglio ore 21.00 – RACE, interviene Francesco Prisco (Il Sole 24 ORE) – INGRESSO GRATUITO

15 luglio 2021 – ore 21:00 – RIOT, Interviene Michele Casella (Direttore artistico Loop) – INGRESSO GRATUITO

20 luglio 2021 – ore 21:00- REBELS, Interviene Luca Pacilio (Direttore de Gli Spietati) – INGRESSO GRATUITO

22 luglio 2021 – ore 21:00- REVOLUTION, Interviene Guido Furbesco (Vanity Fair) – INGRESSO GRATUITO


IL LIBRO POSSIBILE 2021, il programma completo della XXª edizione

In il

il libro possibile 2021

Da vent’anni, ogni estate in Puglia si scrive una nuova pagina de Il Libro Possibile, il festival estivo dedicato alla lettura ma soprattutto alla cultura e al sapere, autentici “anticorpi” contro le grandi crisi del nostro tempo, dalle pandemie alle emergenze ambientali e umanitarie.

A luglio, il Libro Possibile celebra il XX anniversario. Sarà un’edizione con doppia location: il 7, 8, 9 e 10 luglio “nel blu dipinto di blu” di Polignano a Mare (Ba) e – novità assoluta – il 22, 23 e il 29, 30 luglio a Vieste (Fg), “perla del Gargano”. Un doppio appuntamento che offre una riflessione culturale ampia e stimolante che si snoda lungo la costa del mare Adriatico, da Sud a Nord della Puglia, regione tra le più apprezzate per turismo di qualità, bellezze artistiche e naturali, e prodotti enogastronomici.

Il Libro Possibile è oggi uno degli eventi culturali più rilevanti e resilienti del nostro Paese. Il primo tra i pochissimi che lo scorso anno si è tenuto in presenza, in totale sicurezza anche durante l’emergenza Covid. Il punto di forza del Libro Possibile è, da sempre, quello di aggregare mondi diversi, da scrittori a imprenditori, premi Nobel, scienziati, giornalisti, istituzioni, atleti, attori, artisti, celebrità, influencer. L’obiettivo è quello di consegnare al pubblico molteplici punti di osservazione della realtà e rendere la cultura fruibile nelle piazze per guardare assieme al futuro.

“Il cielo è sempre più blu” è il tema scelto per la XX edizione: un tributo a 40 anni dalla scomparsa di Rino Gaetano che evidenzia con il colore del mare i temi che saranno principalmente dibattuti durante le serate. Ampio spazio verrà dato infatti ai nuovi modelli di sostenibilità ambientale, agli incontri con le più brillanti menti della scienza per parlare di riscaldamento globale, ricerca e innovazione. Gli appuntamenti sono patrocinati dal ministero della Cultura, CNR, premio Asimov, l’Università degli Studi Bari, il Politecnico di Bari e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Ulteriore fiore all’occhiello del Libro Possibile è l’ormai consolidata collaborazione con il Premio Strega, che a pochi giorni dall’assegnazione del titolo, riserva al Festival di Polignano a Mare la prima partecipazione pubblica del vincitore.

Come da tradizione, dal tardo pomeriggio fino a tarda sera, nelle più belle e suggestive piazze di Polignano a mare e di Vieste, novità di quest’anno, si susseguono incontri con oltre 200 ospiti, tra i più illustri nomi del panorama culturale nazionale e internazionale.

Il Libro Possibile XX edizione si prepara a ospitare gli autori BEST SELLER tra i più letti e amati dal pubblico. In attesa del cartellone 2021, che sarà annunciato i primi di giugno, anticipiamo qualche nome: tra i graditi ritorni ci saranno Carlo Cottarelli, Erri de Luca, Diego De Silva. A rappresentare la letteratura pugliese contemporanea partecipano le firme più celebri di Gianrico Carofiglio, Mario Desiati, Gabriella Genisi e Nicola Lagioia. Tra le anteprime dei libri al Festival ci sarà l’incontro con Omar Hassan, l’ex pugile e oggi affermato pittore che tiene l’arte in pugno e la imprime su tela. Alcune riflessioni sulle donne saranno affidate agli incontri con Annarita Briganti, Aldo Cazzullo, Marina Di Guardo, Rula Jebreal, Guido Romeo, Manuela Grigliè. Grande attesa per l’inedita performance di Mario Tozzi ed Enzo Favata su una suggestiva terrazza a picco sul mare. Non mancheranno, come sempre, imprenditori di successo, rappresentanti delle istituzioni e ministri in carica di questo Governo. Di attualità parleranno giornalisti e saggisti come Francesco Costa, Ferruccio de Bortoli, Mario Calabresi, Antonio Calabrò, Myrta Merlino, Giovanna Pancheri, Alessandro Sallusti, Marco Travaglio.

Spazio ovviamente alle celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante e alla letteratura balcanica con un focus sulla produzione albanese, assieme agli autori Tom Kuka e Ardian Vehbiu, a trent’anni dall’approdo della nave Vlora sulle coste adriatiche. Immancabili ed esilaranti le ‘Interviste impossibili’ agli ospiti curate da Dario Vergassola, a sigla di un sodalizio quasi ventennale tra il comico e il festival.

Il Libro Possibile sarà, inoltre, l’occasione per celebrare i 60 anni di Amnesty International, con il portavoce della sezione italiana Riccardo Noury e la testimonianza di Moni Ovadia da sempre al fianco dell’associazione.

QUI il programma completo


Ca.Co.Fest 2021 torna a Bari nella ex Caserma Liberata

In il

cacofest 2021 bari

Dal 7 al 11 luglio Bari sarà invasa da straordinarie mostre, proiezioni, workshop e feste dedicate al mondo dell’illustrazione, del fumetto e dell’animazione, ma sarà anche spazio privilegiato per l’editoria indipendente contemporanea.
Il Ca.Co.Fest è parte integrante della RETE F.I.K.A., rete dei festival indipendenti all’insegna dell’illustrazione libera che comprende il CRACK di Roma, l’Underground Eccetera di Napoli, L’AFA di Milano, Il BORDA FESTIVAL di Lucca, Zapp di Pescara, Olè di Bologna, Sputnik di Pisticci e tanti altri.
Anche quest’anno il programma prevede un prefestival (il Ca.Co.diffuso) di 2 giorni sparso nei locali più attivi del capoluogo pugliese, una sorta di apripista per il più classico festival lungo due giorni (dal 9 all’11 luglio) che si svolgerà all’interno dell’Ex Caserma Liberata.
Alle mostre di artisti internazionali come Marie Pierre Brunuel, Sophie Ung Lac, Katerina Komolova, si accompagnerà musica visionaria, proiezioni a cura del collettivo 2LP, workshop per novizi ed esperti nonché l’ormai classica Comic Battle, che in passato ha lanciato la carriera di artisti di successo come Valentina Lorizzo e Elías Taño.
Il progetto grafico del manifesto di quest’anno è stato realizzato da Sophie Ung-Lac. La mostra all’interno degli spazi dell’ex Caserma Liberata prevede la presenza di varie artiste, tra cui Marie Pierre Brunel, Tropidelia, Katerina Komolova, Sophie Ung Lac, Jana Anna, Ale loves Booga, Incorrect dogs, con un background differente e stili opposti.

PROGRAMMA
Artisti presenti: ElíasTaño, ElRughi, Ekaterina Komolova, pin, Incorrect dogs, AweR, ClaudioLosghi, Sophie ung Lac, Valerio Bindi, Jana Anna, Jime Ghirlandi, Carmen Pisanello, Roleta 39, Bombolapress, Tabularasa edizioni, SubseriLa Stamperia Sotterranea, Olivier Allemane, SputnikFestival, GiochiPenosi, Fortepressa UE’Fest, Crack fumetti dirompenti, AntoniaAthena Leali, Bambi Kramer, Durgamaya, Marie Pierre Brunel, Caroline Sury, Anne van der Linden, RobertaJoe Muci, OLÉ- oltre l’editoria, Blatta Production, HelpYour Self, This is not a love song, VitagramaSerigrafia, KarmaFactory, Hopnn, Liuma, Tropidelia, Paola Ricciardi, Dart works, Chiara Boris, Miss Cappa, Lucia Armeno, Sulfuria Comaviba, BartaEdizioni, Ale love Booga, APNEA, Boris Paramatarov, Noi rexist, Zebra, Hell made, Esse emme, Freak ink, Paolo Copi, Malacoda, SasoriKomomo, NessunoNiemand, Menata, Francesca Ammaturo, Ricovero Coatto, holly heuser, Sciagura lab, Phesto costum, Assia, H39 studio, Collettivo Mortazza, Orautoproduzioni, Critica universitaria della strada

CACODIFFUSO
7 luglio. 20.00 mostra personale di Anne Van der Linden presso GramignArci via Adige 34
8 luglio 19.00 mostra personale di Laia presso Backjumpstreet shop via Giuseppe Capruzzi 2/b

9- 10 LUGLIO
CACOFEST – EX CASERMA LIBERATA
Puntuale come sempre la fantastica indiscussa COMIC BATTLE, i cartoni animati a cura del collettivo 2LP,
LIVE PAINTING, MOSTRE E BANCHETTI di tutte le distro, serigrafie, poster, fanzine degli artisti e collettivi presenti
SALA SERIGRAFICA RAVACHOL, sempre aperta per tutte e tutti
WORKSHOP LABORATORIO “INCIDILATUAFANZA” Sasori/IdaTUTTI I GIORNI ALLE 18.00
MOSTRE PERSONALI Marie Pierre Brunel, Tropidelia, Ekaterina Komolova (Paolo cocks), Sophie Ung Lac, Jana Anna, Ale loves Booga, Incorrect dogs

IL PROGRAMMA DELLA DUE GIORNI!

9 LUGLIO, EX CASERMA apertura ore 18.00
LA FELICITA E TALE SE CONDIVISA
➤ore 20.30 LIVE – JAKSON POLLOK
➤ore 21.00 live A-REALIST CHARD -ILL
➤ore 21.30 LIVE – SO BEAST
➤ore 22.00 LIVE – SROBOT
➤a seguire LIVE – SEITAN BOY
IL CIELO SOPRA CARRASSI
LIBRI E FANZE
➤ore 19.00 PRESENTAZIONE: CENERENTOLA con Fumettibrutti e Joe1https://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/cenerentola-1/
➤ore 19.30 PRESENTAZIONE: CHE COSA SONO LE NUVOLE (Valerio Bindi, Fortepressa) e COS’È UN FUMETTO (Valerio Bindi e Luca Raffaelli) https://fortepressa.net/…/che-cose-un-fumetto…/
➤ore 20.00 PRESENTAZIONE: DROLE DE DAMES di Marie Pierre Brunel prodotto da Caroline Suryhttps://www.etsy.com/listing/1033430669/drole-de-dames-marie-pierre-brunelCARTOON
➤ore 21:15, Il popolo dei lupi. Durata: 103 min. Regia: Tom Moore, Ross Stewart
➤ore 23:15, L’ Apostolo. Durata: 80 min. Regia: Fernando Cortizo

10 LUGLIO , EX-CASERMA
apertura ore 18.00
LA FELICITA E TALE SE CONDIVISA
➤ THE APULIAN BLUES FOUNDATION
➤20.30 WATER WINGS
➤ore 21.00 LIVE – ST PETER’s MURDER
➤ore 21.30 LIVE – VELENOISER
➤ore 22.00 LIVE – BANANA SPLIFF
➤DJ SET PIRO KARAOKE MERAVIGLIAO IL CIELO SOPRA CARRASSILIBRI E FANZE
➤ore 19.30 PRESENTAZIONE: SCRIVERE SUI MURI con Elias Tano e Carmen Pisanello https://momoedizioni.it/catalogo/libro/scrivere-sui-muri
➤ore 20.00 PRESENTAZIONE: NAKED PIG di Nessuno Niemand, prod Sputnik Presshttps://lefauci.it/nak3d-pig-nessuno-niemand-sputnik-press
➤ore 20.30 PRESENTAZIONE FANZA “UZER”CARTOON
➤ore 21:15, Gwen, le livre de sable. Durata: 67 min. Regia: Jean-François Laguionie
➤Ore 22:30, Have a Nice Day. Durata: 77 min. Regia: Jian Liu
➤Ore 00:00, Omaggio a Kentarō Miura – Maratona: Berserk – L’epoca d’oro, proiezione della trilogia cinematografica
SETTEMILA MASCHERE DIVERSE
19:00 Comic Battle

11 LUGLIO , EX-CASERMA
➤ore 12.30 Assemblea della ReteF.I.K.A. e a seguire PARATA MBACC’A’MAR

L’exCaserma liberata è un posto libero dal pregiudizio dal sessisimo e dal razzismo


UNA NUOVA STORIA: 3° festival di letteratura, cinema e arti visive per la legalità e la nonviolenza

In il

una nuova storia festival

Leggere e riflettere, ascoltare e crescere nell’educazione alla legalità, alla giustizia, al senso di responsabilità e alla nonviolenza. E farlo attraverso due linguaggi particolarmente coinvolgenti per il pubblico più giovane: il cinema e il fumetto. È la scelta della terza edizione di «Una Nuova Storia», il festival di letteratura, cinema e arti visive per la legalità e la nonviolenza organizzato dal Centro di documentazione «Antonino Caponnetto» del Municipio 2 di Bari, gestito dalla Cooperativa Sociale «Il Nuovo Fantarca», con la direzione artistica di Rosa Ferro, in collaborazione con Maria Rosaria Flotta. Dal 5 al 9 luglio 2021, bambini, bambine e adolescenti, per cinque giorni consecutivi, potranno sperimentarsi nel workshop di fumetto, cimentandosi anche nella giuria del festival cinematografico.

Dal 5 all’8 luglio, dalle 17,30 alle 20, nella sede del Centro Caponnetto (in Via Giovanni Colella 13, a Bari) si svolgerà il workshop gratuito di fumetto «I supereroi del quotidiano: il fumetto e l’illustrazione per raccontare l’impegno civile», riservato a 8 ragazzi e ragazze tra i 12 e i 17 anni, tenuto da Gian Marco De Francisco, fumettista, illustratore, coordinatore della scuola di fumetto Grafite. Il workshop porterà alla creazione di alcune tavole a fumetti (o illustrazioni), ideate e realizzate dagli stessi partecipanti: un modo creativo per esprimere la propria opinione sui temi della denuncia e dell’impegno sociale, acquisendo al contempo alcune tecniche espressive e artistiche per la narrazione attraverso le immagini (i posti disponibili per il workshop sono già esauriti).
Quanto al Festival del Cinema per Ragazzi e Ragazze, si terrà dal 5 al 9 luglio, con inizio alle 20,30, nell’Area Verde del Centro Polifunzionale «Futura» nel Parco 2 Giugno (in collaborazione con la Cooperativa «Progetto Città» e il Centro Futura). E i temi dei film in proiezione verteranno su bullismo, diversità, immigrazione, solidarietà, cura e rispetto dell’ambiente. In programma l’anteprima di dieci titoli, tra lunghi e cortometraggi, particolarmente adatti ad un pubblico fra gli 8 e i 12 anni: saranno proprio loro i «giurati» del Festival, votando per il «miglior film» e il «miglior corto».

La partecipazione a tutti gli appuntamenti è gratuita. È necessario prenotarsi compilando il modulo presente nel sito www.centrocaponnettobari.it/festival (dove sono presenti tutti i dettagli) o inviando una  mail a centrocaponnetto@libero.it. Nel rispetto delle norme anti Covid, saranno accettate 50 prenotazioni per ogni proiezione.

IL PROGRAMMA CINEMATOGRAFICO
Lunedì 5 luglio si parte con la proiezione del film «Binti» della regista belga Frederike Migom. Già vincitore di numerosi festival internazionali di cinema per ragazzi, è un lavoro che introduce il tema dell’immigrazione clandestina in modo ironico e mai banale, attraverso le vicende di Binti, una ragazzina congolese di 12 anni che ha sempre vissuto in Belgio. Energica e intelligente, sogna di diventare una famosa star del web, ma suo padre è senza permesso di soggiorno e l’espulsione minaccia di infrangere il suo sogno.

Martedì 6 luglio sarà la volta di «Trash – La leggenda della Piramide Magica», un film d’animazione italiano dei registi Luca Della Grotta e Francesco Dafano, che unisce l’educazione ambientale al divertimento. I protagonisti di questa storia sono una scatola di cartone, una bottiglia di bibita gassata e altri amici che partono per un viaggio alla ricerca della famosa Piramide Magica, un luogo mitico in cui è possibile per i rifiuti avere una seconda possibilità attraverso il riciclo.

Mercoledì 7 luglio toccherà a «Rocca Changes The World», un film originale e innovativo della regista tedesca Katja Benrath che si concentra su temi del bullismo e della solidarietà. La protagonista di quest’avventura familiare è Rocca, ragazzina di 11 anni coraggiosa e vivace: è lei ad affrontare senza paura i bulli e a battersi per i più deboli, dimostrando che anche un bambino è in grado di cambiare il mondo.

Giovedì 8 luglio si ritorna con il film italiano «Glassboy» del regista toscano Samuele Rossi, vincitore dell’ECFA Award nel 2021 come miglior film per ragazzi. Il protagonista di questa storia è Pino, dodicenne da sempre confinato nella sua grande villa di famiglia a causa di una forma rara di emofilia. Stanco di una vita sempre uguale a sé stessa, sfida la sua fragile condizione, le paure dei genitori e della nonna e si unisce alla banda degli Snerd, un gruppo di amici molto unito.

Venerdì 9 luglio si svolgerà la serata conclusiva con la presentazione di 6 cortometraggi del panorama nazionale e internazionale. Si parte con «Krenk» del regista pratese Tommaso Santi sull’accoglienza e l’integrazione, a seguire «Entre Baldosas» del regista argentino Nicolas Conte sull’inquinamento e il rispetto ambientale, il corto francese «Migrants» di H. Caby, A. Dupriez, A. Kubiak, L. Lermytte e Z. Devise sullo scioglimento dei ghiacciai e sulle immigrazioni dovute a fattori climatici, «White Crow» del regista croato Miran Miosic che parla di bullismo e diversità attraverso la storia di un corvo bianco, «Un quore sbagliato» delle giovanissime Elena Tham Basilico, Chiara Loiacono e Nicoletta Manno, ispirato ai racconti di Gianni Rodari; infine «Luce & Me» di Isabella Salvetti, una storia divertente e commovente di grande amicizia e solidarietà.

Note biografiche su Gian Marco De Francisco

Come fumettista ha al suo attivo diversi graphic novel tra cui “Baudelaire” Lisciani Comics 2021, “Charlotte Salomon” (2019) pubblicato in Italia da BeccoGiallo e a livello internazionale da Ponent Mon sui mercati spagnolo e anglosassone (Stati Uniti, Inghilterra, Australia) e segnalato dal critico di fama internazionale Paul Gravett, tra i 24 migliori fumetti in uscita sul mercato anglosassone nel 2020. “Ragazzi di scorta” per BeccoGiallo, “Nostra madre Renata Fonte” per 001 Edizioni, una collaborazione su “Zartana lo stregone Blues”, per Cut Up Publishing (Lucca Comics 2018), “Un caso di stalking” per Edizioni Voilier e il fumetto di denuncia sul precariato nel Mezzogiorno, dal  titolo “Da grande” per Edizioni Lilliput.

Il Centro di documentazione per la legalità e la nonviolenza “Antonino Caponnetto” nasce nell’aprile del 2009 da un’idea della ex III Circoscrizione Picone – Poggiofranco di Bari, oggi Municipio 2 Picone – Poggiofranco – Carrassi – San Pasquale – Mungivacca, con il sostegno dell’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari. Il Centro è gestito dalla cooperativa sociale Il Nuovo Fantarca e nasce dal bisogno innanzitutto di fare “memoria” attraverso la creazione di un archivio in grado di recepire e mettere a disposizione della cittadinanza materiali di vario tipo (libri, audiovisivi, studi, esperienze), ma anche per promuovere a livello culturale un’educazione e una pedagogia della legalità, della giustizia, della responsabilità e della nonviolenza, attraverso l’organizzazione di iniziative varie (laboratori, seminari, workshop di formazione, spettacoli, pubblicazioni, incontri pubblici).


Murgià – Festival d’Arte

In il

murgia festival darte quasano

Murgià – Festival d’Arte
MURGIA DI QUASANO,
4-11-18-25 LUGLIO 2021 ALLE ORE 21.00

Nei giorni 4-11-18-25 Luglio alle 21.00 presso la borgata di Quasano, territorio di Toritto, a pochi chilometri da Bari, Giada Colaccico del Queen’s Ballet Club, nell’ambito del progetto “Custodiamo la Cultura in Puglia” promosso dalla Regione Puglia e dal Teatro Pubblico Pugliese, con il patrocinio del comune di Toritto, presenta Murgià – Festival d’Arte.

Murgià – Festival d’Arte ha come obiettivo immediato quello di far riscoprire attraverso la musica e l’arte del territorio di Quasano ai cittadini stessi e ai forestieri che ogni anno scelgono la quiete quasanese per le vacanze e come obiettivo a medio-lungo termine di diventare un appuntamento fisso dell’estate Quasanese.

Lo scopo di Murgià – Festival d’Arte è quello di raccontare il territorio murgiano attraverso storie, leggende e tradizioni.
Un racconto corale di una zona fatta di riti ancestrali e che lega tutta la sua essenza al rapporto viscerale con la terra. Il tutto narrato da linguaggi universali quali la danza, la musica e l’arte figurativa.

Murgià – Festival d’Arte sarà un susseguirsi di immagini, suggestioni e attimi da ricordare.
Gli eventi, che porteranno in scena un copione assolutamente inedito, saranno coordinati da una regia professionista e promossi da una guida turistica specializzata della promozione del territorio che si occuperà della pubblicità su social network e rassegna stampa.

Filo conduttore la Murgia di Quasano, un’area da rivalutare e che sicuramente, si potrebbe porre come nuovo attrattore turistico della Provincia, andando cosi a porsi come alternativa ad altre aree della Murgia già conosciute.

In base alle prescrizioni in materia di contenimento Covid-19, l’accesso sarà controllato, posti limitati e distanziati, monitorato dalla protezione civile del territorio.

Ingresso gratuito previa registrazione

Info: info@murgiafestivaldarte.it


AD LIBITUM la grande musica a Polignano: il programma della VIIª edizione

In il

ad libitum 2021 polignano

Venti appuntamenti in cui note e versi si incrociano per omaggiare il sommo poeta nel 700esimo anniversario della morte: Dante Alighieri. Si dispiega sulle orme dell’autore della Commedia, il programma della VII edizione di Ad Libitum – La grande musica a Polignano, curata da Epos Teatro. Come il ramingo poeta fiorentino, il pubblico sarà accompagnato in un viaggio che toccherà Inferno, Purgatorio e Paradiso, attraverso letture integrali delle cantiche dantesche, e dal loro incontro con sonorità sperimentali, come quelle della musica elettronica. Il ricco programma di eventi che va dal 27 giugno al 12 settembre prevede concerti, ma anche spettacoli teatrali, presentazioni letterarie e musicali e incontri di approfondimento. A ospitare gli eventi sarà, come da tradizione, Polignano a Mare, la città che ha dato i natali a Domenico Modugno, all’interno di chiese, chiostri, abbazie e nell’atrio del Museo Pino Pascali. Luoghi di rara bellezza e con spazi all’aperto, così da garantire il rispetto delle normative Covid e la sicurezza del pubblico.

L’omaggio a Dante
Ad aprire gli appuntamenti della settima edizione di Ad Libitum è il 27 giugno un focus musicale sulle donne del V canto dell’Inferno, con il concerto Ch’Amor di nostra vita dipartille, organizzato nel Chiostro di Sant’Antonio in co-produzione con il Traetta Opera Festival in cui saranno eseguite arie della scuola napoletana del XVIII secolo. Il 7 luglio si passa a indagare il tema dell’esilio dantesco, attraverso un viaggio sulle melodie per viola da gamba di Hume, Marais e Saint-Colombe nel Chiostro di Sant’Antonio con La mia terra che fuor di sé mi serra. Si ispira alla canzone del terzo trattato del Convivio, il concerto Amor che nella mente mi ragiona: l’11 luglio il ‘Radar Trio’ (Francesca Salvemini al flauto, Vito Liuzzi al clarinetto e Martina Frezzotti al pianoforte) interpreta brani di Liszt e Saint-Saëns. Gli appuntamenti a inizio agosto e settembre raccontano le pagine della Commedia attraverso la musica, con i concerti Miserere di Me – Cori delle anime purganti nel viaggio dantesco (4 agosto – Chiesa dei Santissimi Medici), Mit Feuer (con fuoco) (7 agosto – Chiostro di Sant’Antonio) e Come l’uom s’etterna – Voci dal pellegrinaggio dantesco (1 settembre – Chiostro di Sant’Antonio). Da segnalare che nell’ambito del concerto Mit Feuer – introdotto dal musicologo Galliano Cilibert – è prevista la prima nazionale del Lamento del Conte Ugolino del compositore perugino Francesco Morlacchi, nella versione per soprano e archi del 1806 mai eseguita fino ad oggi, interpretata dal soprano Maria Cristina Bellantuono.
Quattro infine gli appuntamenti che invece vedono un incontro tra i linguaggi creativi. Letteratura e musica si abbracciano in Lectura Dantis: le tre iconiche cantiche della Commedia verranno lette integralmente attraverso commistioni sperimentali. Si parte il 3 luglio in alle 23:30 con l’Inferno a Cala Ponte Marina (che si avvale anche delle musiche originali di Pablo Montagne e sperimentazioni di sonorità elettroniche); gli accesi colori dell’alba nell’atrio del Museo Pascali il 17 agosto faranno da palcoscenico alla lettura del Purgatorio, dove i versi si uniranno ai canti della tradizione gregoriana. Non poteva poi che essere l’Abbazia di San Vito a ospitare l’ultimo appuntamento il 6 settembre con la salita di Dante verso il Paradiso, ‘accompagnata’ dal suono dell’organo di Margherita Sciddurlo.
A rievocare nei tre eventi la forza delle terzine dantesche, grandi nomi del teatro come Flavio Albanese, Maurizio Pellegrini, Sax Nicosia, Marta Lucini e Alessandra Mattei.

Gli altri appuntamenti, tra musica e teatro
Si ispirano alla Commedia e indagano altre tematiche gli appuntamenti della settima edizione di Ad Libitum, per offrire come da tradizione un programma vario e capace di attrarre un pubblico eterogeneo. Torniamo così indietro di oltre un secolo con Ghiaccio, la pièce di e con Massimiliano Cividati che ripercorre la leggendaria spedizione dell’esploratore britannico Ernest Shackleton alla scoperta del Polo Sud. La sfortunata traversata raccontata il 18 luglio non può che essere ospitata tra i suggestivi moli e le imbarcazioni ormeggiate a Cala Ponte Marina. Il 28 agosto l’omaggio è a Igor Stravinskij, per il 50esimo anniversario della morte del compositore: Maurizio Pellegrini riscrive il balletto Pulcinella, avvalendosi delle coreografie di Ileana Pace e dei costumi Romeo Liccardo. Teatro, musica e versi danteschi dialogano il 24 luglio con Ha da passà ‘a nuttata, spettacolo in cui si racconta la selva oscura nelle opere dell’immortale drammaturgo Eduardo De Filippo, impreziosito dalle musiche originale di Paolo Messa.
La musica torna protagonista negli altri appuntamenti della rassegna: il 21 agosto il chiostro di Sant’Antonio ospita la Sonata a Kreutzer di Ludwig van Beethoven con Daniela Carabellese al violino e Pietro Laera al pianoforte. La tradizione bandistica pugliese irrompe nel programma di Ad Libitum con Luce in movimento: il 10 agosto il Museo Pino Pascali ospita il Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’ di Polignano a Mare, diretto da Pasquale Spinelli. Dalla Puglia si vola in Argentina il 13 agosto con Tango Pasiòn: violini, bandoneon e ballerini faranno rivivere le vibranti sonorità di Piazzolla – nel 100esimo anniversario della morte del musicista – Villoldo e Gardel. Un appuntamento di caratura internazionale, che vede sul palco il musicista spagnolo Joaquin Palomares, realizzato in collaborazione con il festival A.G.Ì.MUS. Chiude gli appuntamenti della rassegna a settembre un concerto che indaga la figura di Maria nella musica: Vergine madre, in programma il 12 settembre nella Chiesa dei Santissimi Medici, propone le musiche di Porpora, Saint-Saëns e Messa, su testi di Antonietta Cozzoli, eseguite dal mezzosoprano Margherita Rotondi e dall’Epos Ensemble.

Gli approfondimenti
L’edizione 2021 di Ad Libitum dedica poi uno spazio all’approfondimento, con quattro eventi che si sviluppano tra dibattiti, incontri divulgativi, presentazioni di libri e cd musicali, accolti alle 18 nella location del Museo Pino Pascali di Polignano.  Si parte il 14 luglio con un incontro dedicato a Dante Alighieri: Domenico Cofano, docente dell’Università degli Studi di Foggia, presenta il libro Tue parole sien le nostre scorte (Edizioni del Rosone).
Incontro ‘in musica’ il 6 agosto, quando il compositore Paolo Messa presenterà il cd EOS – Antologia condivisa, prodotto dalla Digressione Music. Alla scoperta di Dante nell’arte e nella musica il 26 agosto, con i contributi di Matteo Summa, docente del Conservatorio Nino Rota, e di Filomena Di Renzo, architetto e storico dell’arte. Chiude gli incontri di approfondimento il 4 settembre Il paradiso – Visioni di teologia dantesca: il dibattito sulla sacralità della Divina Commedia viene sviluppato insieme a don Nicola D’Onghia, preside dell’Istituto superiore di Scienze religiose ‘San Sabino’ di Bari, don Roberto Massaro, docente di Teologia morale alla Facoltà Teologica pugliese e don Gaetano Luca, arciprete di Polignano a Mare.

Ticket e campagna abbonamenti
Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 10 euro. Confermata la formula dell’abbonamento al costo di 50 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi di Ad Libitum. I ticket per i singoli spettacoli e l’abbonamento si potranno acquistare sul sito dell’associazione culturale Epos Teatro (www.eposteatro.com). I biglietti si potranno comunque acquistare in loco poco prima dell’evento.

Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 392 964 28 09. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.