Semi di Cittadinanza – VII° Festival per la Legalità

In il

semi di cittadinanza festival per la legalita terlizzi

Giunge alla sua VII edizione il Festival per la legalità, la kermesse annuale promossa dall’“Associazione Festival per la Legalità Città Civile”, che arricchirà la primavera di Terlizzi nel mese di maggio con quattro imperdibili appuntamenti presso il Chiostro delle Clarisse.

Insieme a personalità di spicco della scena pubblica, si dialogherà su temi di particolare interesse sociale stimolando curiosità e riflessioni in uno spirito di aggregazione e condivisione.

⭕ La serata d’apertura, il 4 maggio, è dedicata a “Venti anni di Avviso Pubblico”, una rete di enti locali che concretamente si impegnano per promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile, in virtù di un’amministrazione trasparente. Parteciperà il coordinatore nazionale di Avviso Pubblico Pierpaolo Romani.Tra i relatori parteciperanno il sindaco di Bari, nonché presidente Anci , Antonio Decaro e il primo cittadino di Bitonto Michele Abbaticchio , nonché vice presidente di avviso pubblico. Inoltre sarà presente anche il coordinatore di Libera Puglia Mario Dabbicco.

⭕ Super ospite Piercamillo Davigo , presidente della II sezione penale presso la Corte Suprema di Cassazione, che incontrerà i cittadini in data 18 maggio per discutere di “Legalità e Costituzione”. Ad affiancarlo durante l’intervento saranno Piero Ricci, presidente dell’ordine dei giornalisti della Puglia, e Pino Gesmundo, segretario regionale Cgil Puglia.

⭕ All’insegna della memoria storica, la sera del 24 maggio vedrà protagonista Giovanni Fasanella, giornalista e saggista italiano che in passato ha lavorato al quotidiano l’Unità, poi a Panorama per dedicarsi in seguito esclusivamente alla scrittura, al cinema e alla tv. Presenterà il suo libro “Il puzzle Moro” ( Casa Editrice Chiarelettere ), ripercorrendo la tragica vicenda sull’omicidio del leader DC attraverso l’analisi di documenti inglesi e americani desecretati.

⭕ A chiudere il Festival il 26 maggio, la convention su “Legalità e Antropocene”, organizzata grazie al contributo degli studenti del Polo liceale Fiore-Sylos Terlizzi nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro Progetto Scuola Di Cittadinanza Terlizzi . Interverrà, En Dolci, figlio di Danilo Dolci, il Gandhi della Sicilia, ovvero sociologo, poeta, educatore e attivista della non violenza. Si discuterà delle complessità dell’epoca in cui viviamo, nella quale all’essere umano e alla sua attività sono attribuite le cause principali delle modifiche territoriali, strutturali e climatiche. Parteciperanno anche il dott. Abele Longo della Middlesex University di Londra e la Prof. Roberta De Luca del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Terracina.

La VII Edizione del Festival per la legalità ha ricevuto i patrocini di Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Terlizzi, Libera Puglia, Associazione Nazionale Magistrati , CGIL Bari, Avviso Pubblico e Gal Fior D’Olivi.

Partecipazione libera e gratuita.


Premio Maggio 2018 – Il concertone gratuito

In il

concerto premio maggio 2018 cgil bari

TORNA LA FESTA DI PREMIO MAGGIO: IL 30 APRILE IL LAVORO SI DIFENDE A RITMO DI MUSICA
Sul palco Erica Mou, Joan Thiele, Colapesce, Willie Peyote, Clap Clap e l’apertura destinata al vincitore del concorso annuale. Iscrizioni fino al 26 marzo sul sito della manifestazione

Torna per il settimo anno consecutivo il Premio Maggio, ormai tradizionale appuntamento con il concertone del 30 aprile targato CGIL Bari, con il sostegno di CGIL Puglia, e dedicato alla musica e ai diritti degli artisti. La manifestazione è nata nel 2012 nell’ambito delle iniziative legate ai festeggiamenti della Festa del Lavoro.

La settima edizione del festival che si svolge all’interno dell’Arena della Pace di Bari (presso l’Ipercoop di Japigia) come ogni anno ospiterà artisti di punta del panorama indie italiano ed europeo: Erica Mou, Joan Thiele, Colapesce, Willie Peyote e Clap Clap saranno protagonisti di un’edizione caratterizzata dalla festa e dall’unione dei suoni del mondo nella musica italiana al di là di ogni barriera ed etichetta.

La splendida voce di Erica Mou rappresenterà la Puglia che suona nel concertone di quest’anno: il suo nuovo disco “Bandiera sulla luna” (pubblicato dall’etichetta milanese Godzillamarket con distribuzione Artist First) è un album ispirato, dedicato alla conquista di nuovi spazi interiori, scritto tra Roma, Portogallo, Francia e Cambogia. Un album che segna un nuovo inizio, come la primavera e i suoi cambiamenti: a soli ventisette anni, Erica Mou ha già all’attivo oltre 500 concerti in Italia e all’estero e ha pubblicato quattro album in studio, oltre ad aver preso parte al Festival di Sanremo (2012), nella sezione Giovani, vincendo il premio della critica Mia Martini e il Premio Sala Stampa Radio Tv.

Di origini metà italiane e metà svizzero-colombiane, Joan Thiele è cresciuta tra Cartagena e l’Italia e porterà sul palco dell’Arena della Pace un soul meticcio, tra groove funky e atmosfere synth pop. Fin dall’infanzia ha trascorso una vita nomade che le ha regalato un gusto musicale internazionale: con il suo debutto “Save Me” ha collezionato più di un milione di ascolti mentre la sua cover di “Hotline Bling” le ha portato la nomination a “Best New Artist” agli MTV Music Awards del 2016. Con il suo primo EP è stata selezionata da Radiodue per rappresentare l’Italia all’ESNS di Groningen mentre lo scorso 15 marzo Joan Thiele è stata nuovamente ospite del SXSW di Austin (TX). Il nuovo album, in arrivo nel 2018 per Universal, è stato anticipato in questi giorni dal singolo “Polite”.

Dalla Sicilia, avamposto di cultura tra i popoli mediterranei, sul palco del concertone arriva anche Lorenzo Urciullo, in arte Colapesce, con il suo terzo album “Infedele” (42 Records), testimonianza dell’evoluzione e del “tradimento” di un’artista che non può ascriversi a nessuna parrocchia, “neanche a quella del mondo indie” e capace di ricalibrare le coordinate dell’intera scena italiana ad ogni nuova uscita. Il suo è uno spettacolo unico e visionario, accompagnato da una live band d’eccezione, dal forte impianto teatrale e carico di suggestioni, in una perfetta sintesi di elettronica, testi d’autore e attitudine pop per un live denso di contenuti e di simboli. Prodotto da Colapesce, Mario Conte e Iosonouncane, “Infedele” rappresenta una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della musica. Una musica libera, fuori dai vincoli di genere e dalle regole in cui la canzone d’autore italiana si mischia con il fado portoghese, l’elettronica da club, il tropicalismo brasiliano, il free jazz, le colonne sonore di Umiliani e le ballate.

Da Torino arriva Guglielmo Bruno, in arte Willie Peyote, con il proprio inno alla libertà d’espressione e di comunicazione al tempo della tecnocrazia, come cantato nella “Sindrome di Tôret” (uscito per l’etichetta 451 con distribuzione Artist First), il suo ultimo disco, seguito del fortunato “Educazione Sabauda”, che lo ha affermato come astro crescente del panorama musicale nazionale e che dal vivo esplode con una grande live band.
Irriverente, ironico e mai convenzionale, Willie Peyote si discosta dal diffuso stereotipo del rapper riuscendo a conquistare platee inizialmente lontane dal genere, come dimostrato dal suo nuovo trionfale tour. Willie Peyote, ispirato da artisti quali Giorgio Gaber, delinea un sound e una forma lirica che vanno da Battisti a Bruno Martino, passando dal nuovo cantautorato pop e prendendo spunto dalla narrazione tipica della stand-up comedy e della satira: capovolge il punto di vista collettivo e sviluppa un pensiero critico attraverso la provocazione e l’ironia, come dimostrato con l’esperimento del video “Io non sono razzista ma” (singolo tratto da “Educazione Sabauda”) legato al documentario “A sud di nessun Nord”, girato sull’isola di Lampedusa con il patrocinio del Comune dell’isola.

La chiusura del concertone sarà affidata a Clap! Clap! con i mille cieli di “A thousand skies”, disco a metà strada tra la terra e il cielo, tra house, world music, elettronica e jazz.
“A thousand skies” (Black Acre), degno successore di “Tayi Bebba” (2014), è il secondo album in carriera con questo moniker per il producer fiorentino Cristiano Crisci. Acclamato a livello internazionale e fresco di tour mondiale, Clap Clap porta in scena una musica che nasce dal footwork e torna alla terra e alle culture che la abitano. Grazie al ventaglio di sample vividi e colorati e accompagnato per la prima volta in Puglia dall’intera band, il Premio Maggio sarà un mosaico di musiche e colori dal mondo.

Fino al 26 marzo sul sito ufficiale della manifestazione è possibile iscriversi al concorso che ogni anno consente al vincitore delle selezioni di essere il gruppo di apertura del concerto finale del 30 aprile, a conclusione di un percorso che ogni anno cerca e promuove la migliore musica emergente pugliese. L’indirizzo per iscriversi è www.premiomaggio.it/iscrizione/
Le fasi finali, nei giorni del 6, 13 e 20 aprile, si svolgeranno per il terzo anno al Quadrato Rosso, spazio della CGIL Bari dedicato al co-working e alle politiche di aggregazione e socializzazione fortemente voluto proprio nel quartiere Japigia e in Piazza della Pace.

Piazza della Pace il 30 aprile torna a riunire impegno politico e sociale in una manifestazione che guarda ai diritti della musica e del lavoro e si propone come un’occasione di confronto attivo sul territorio grazie anche alla sua “cittadella culturale” allestita nella Creative Zone attorno al palco con progetti innovativi, artisti, artigiani, associazioni, attività solidali e di impegno sociale insieme a giovani idee di imprenditoria.

www.premiomaggio.it
www.cgilpuglia.it
www.facebook.com/premiomaggiobari/
www.facebook.com/premiomaggiocreativezone/


UNESCO in Jazz Festival 2018

In il

UNESCO in Jazz Festival 2018

Tutto pronto per la quinta edizione dell’UNESCO in Jazz Festival in programma il prossimo fine settimana.
Il primo concerto, sabato 28 aprile alle ore 21.00 al Cinema Teatro dei Trulli, vedrà protagonista un musicista riconosciuto come uno dei più grandi contrabbassisti italiani, Rosario Bonaccorso, che presenterà il suo nuovo lavoro discografico «A Beautiful Story», accompagnato da altri talenti del jazz: Dino Rubino al flicorno, Enrico Zanisi al pianoforte, Alessandro Paternesi alla batteria.
Il secondo concerto, lunedì 30 aprile alle ore 21.00 presso l’Ex Conceria, prevede la performance del trio del noto chitarrista lucano Dino Plasmati, accompagnato da Vittorio Palmisano all’organo hammond e da Marcello Nisi alla batteria. I tre formano una band di grande qualità ed energica creatività, composta dagli strumenti che hanno definito una parte fondamentale del jazz degli anni ’60 e ’70.
La direzione artistica dell’evento sarà dei maestri Giuseppe Amatulli e Domenico Mastro.
«Il Jazz, patrimonio Unesco dal 2012, ha in questi ultimi anni coinvolto sempre più appassionati e non, riuscendo ad avvicinare popoli e persone di diverse etnie e nazionalità, trasferendo al pubblico di tutto il mondo emozioni uniche attraverso quello che è ormai considerato un vero e proprio linguaggio di pace universale – dicono Amatulli e Mastro –. Ringraziamo il sindaco, Michele Longo, l’assessore al Turismo, Antonella Ivone e tutta l’amministrazione comunale che hanno reso possibile la quinta edizione dell’ UNESCO in Jazz Festival. Grazie all’Associazione Ristoratori Alberobello e all’Associazione Giovani Imprenditori per il Turismo, sempre disponibili ad offrire grande professionalità ed ospitalità».
«Siamo felici di ospitare artisti di questo calibro per la quinta edizione di una delle iniziative più importanti della primavera alberobellese – dice l’assessore Ivone – Il jazz, come i nostri trulli, appartiene all’Unesco, è non c’è scenario più appropriato della nostra terra per ricordare il legame forte che unisce le bellezze patrimonio dell’umanità».

Info. 3667206716 – 3478070685


5° Festival ResistenzaEResistenze a Molfetta – il programma completo

In il

Festival ResistenzaEResistenze a Molfetta

Dal 27 al 29 Aprile a Molfetta (Bari) torna per il quinto anno consecutivo il Festival ResistenzaEResistenze. L’obiettivo è analizzare la realtà odierna nelle sue varie sfacettatture con uno sguardo al passato e con la convinzione che l’anfiscismo non è mai qualcosa di vintage, ma essere attenti a qualsiasi fenomeno di violazione di diritti o autoritarismo (fascismo) che si può presentare in qualsiasi momento.

Il Festival anche quest’anno è organizzato da realtà dell’antifascismo molfettese in collaborazione con il FA Fiera Delle Autoproduzioni e la Libreria “Il Ghigno” di Molfetta.

In questa edizione si è deciso di affrontare le tematiche legate al lavoro, con un’assemblea pubblica il 27/4 che sarà un confronto tra diverse tipologie di lavoratori, all’agricoltura (29/2), con un confronto tra l’AIAB (Associazione Italiana dell’Agricoltura Biologica) e la parlamentare europea Eleonora Forenza, componente della commissione parlamentare ambiente dell’UE, ed all’antifascismo (28/2) con la presenza di Davide Conti, storico dell’antifascismo, scrittore, dipendente dell’archivio di stato e collaboratore della commissione d’inchiesta sulla strage di Piazza della Loggia e del filosofo Pierangelo Di Vittorio.

Ogni incontrò sarà seguito da un momento artistico con artisti di livello nazionale ed internazionale come il chitarrista Sergio Altamura, reduce da tour negli USA e Giappone, il pluripremiato cantautore Gerardo Tango, i musicisti Domenico De Cesare e Sergio Petruzzella e gli attori Ivan Dell’Edera, Giulio Bufo e Michela Tamborra.

Il festival si articolerà tra Galleria Patrioti Molfettesi (Corso Umberto) (27/4) e Piazza Paradiso (28-29/4) dove domenica 29/4 si incontrerà con l’ormai storica Fiera Delle Autoproduzioni di Molfetta.

PROGRAMMA:

VENERDI 27 APRILE
Galleria Patrioti Molfettesi

ore 19.00
Assemblea
“I LAVORATORI SI CONFRONTANO”
Coordinati da portavoci del Coll. Clash City Worker
intervengono Consulenti del lavoro, lavoratori dipendenti di call center, atipici, a partita Iva, dello spettacolo, braccianti agricoli.

MODERA Pasquale De Candia.

ore 20.30
GERARDO TANGO in acustic concert

SABATO 28 APRILE
Piazza Paradiso
Ore 19.00
Assemblea
“TRA NEOFASCISMO E RAZZISMO”
intervengono
Davide Conti – storico dell’antifascismo –
Pierangelo Di Vittorio – filosofo, Action 30 –

MODERA. Enrico Mastropierro

Ore 20.30
Concerto
Le sonorità delle chitarre di SERGIO ALTAMURA
incontrano i versi dell’antifascismo con gli attori GIULIO BUFO e MICHELA TAMBORRA

DOMENICA 29 APRILE
Piazza Paradiso
FIERA DELLE AUTOPRODUZIONI dalle 10.00 alle 22.00
Ore 19.00
Assemblea
“AGRICOLTURA E MULTINAZIONALI”
intervengono
NICO CATALANO – AIAB Bari –
ELEONORA FORENZA – Eurodeputata. Commissione ambiente del Parlamento Europeo –

MODERA. Portavoce del Movimento Terra/Genuino Clandestino

Ore 20.30
concerto
FA ‘ENSAMBLE della Fiera delle Autoproduzioni in
ZOCCOLO DURO
con Ivan Dell’Edera, Domenico De Cesare, Sergio Petruzzella


BIFEST 2018: Il programma della 9ª edizione del Bari International Film Festival

In il

Torna a Bari, dal 21 al 28 aprile, il Bif&st – Bari International Film Festival: la dichiarazione del Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano

“Sono molte migliaia – ha dichiarato il presidente Emiliano – i giovani, e non solo, che attendono con curiosità e trepidazione le novità proposte dal Bif&st, il festival del cinema di Bari, e che poi seguiranno le centinaia di proiezioni ed eventi che caratterizzano questa imponente e popolare festa del grande cinema italiano e internazionale. La straordinaria partecipazione di pubblico, che si mette in coda dalle prime ore del mattino sino a tarda notte per assistere agli appuntamenti in programma, è il vero fenomeno di questa manifestazione convintamente sostenuta dalla Regione Puglia. E in ragione dell’intenso e vivace programma di questa nona edizione e delle personalità che terranno le Lezioni di cinema annunciate dal direttore Felice Laudadio sono certo che quel pubblico stupendo sarà entusiasta anche quest’anno. Voglio ringraziare Laudadio e il suo gruppo di lavoro, l’Apulia Film Commission e tutta l’organizzazione del festival. Il successo del Bif&st è il successo di una straordinaria squadra della quale il pubblico fa parte ed è protagonista”.

PROGRAMMA DEL BIF&ST 2018

Il programma del Bif&st 2018 presentato oggi a Bari dal direttore Felice Laudadio, con il Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, il Sindaco di Bari Antonio Decaro, l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone e il presidente dell’Apulia Film Commission Maurizio Sciarra

Teatro Petruzzelli

Gli Eventi speciali

Nella sezione non competitiva “Anteprime internazionali” il Teatro Petruzzelli ospiterà in serata di gala, oltre agli Eventi speciali sotto descritti, sei film in anteprima italiana assoluta.

ULTIMO TANGO A PARIGI di Bernardo Bertolucci con Marlon Brando, Maria Schneider, Jean-Pierre Léaud, Maria Michi, Massimo Girotti, Italia-Francia 1972, 129’
Un uomo, rimasto vedovo della moglie suicida, si aggira per Parigi in preda a una irrefrenabile malinconia, dovuta, oltre che alla perdita della sua compagna, a un passato confuso e alla perdita della giovinezza. L’incontro con una giovanissima ragazza borghese e il loro fulmineo rapporto sessuale cambierà la vita di entrambi. Ma l’uomo sembra imprigionato in una sorta di ossessione erotica, che solo in un primo tempo è condivisa dalla giovane donna.

L’evento “Ultimo tango a Parigi”

Quella in programma al Teatro Petruzzelli di Bari il prossimo 28 aprile alle 20.30 sarà l’anteprima mondiale di Ultimo tango a Parigi nell’edizione restaurata in 4k dal grande autore della fotografia Vittorio Storaro (3 volte Premio Oscar) per la Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia. Il leggendario film di Bertolucci – 2 candidature ai Premi Oscar, un premio ai Nastri d’argento, un premio ai David di Donatello e 2 candidature ai Golden Globes – verrà distribuito in maggio nelle sale cinematografiche a cura della CSC Distribution. Un evento di eccezionale importanza. Il film, considerato oggi un classico della storia del cinema, suscitò scandalo alla sua uscita; la censura avviò un procedimento penale contro la pellicola che sfociò nella condanna al rogo del film, decretata il 29 gennaio 1976, per poi essere riabilitata nel 1987. Ultimo tango a Parigi ebbe un enorme successo di pubblico, che portò il film a piazzarsi secondo negli incassi della stagione 1972-1973 in Italia e poi, una volta riabilitato nel 1987, a divenire il più grande incasso di sempre per il cinema italiano con circa 87 miliardi di lire. Al 2016 il film di Bertolucci risulta essere il film italiano di maggior successo della storia in Italia per numero di biglietti staccati con ben 15.623.773 spettatori paganti. Nel 2002 l’American Film Institute lo ha inserito al 48º posto della lista dei “100 migliori film sentimentali di tutti i tempi”.

ARMANDO TROVAJOLI, LA MUSICA TRA TEATRO E CINEMA. Cine-concerto con Rita Marcotulli al pianoforte, Peppe Servillo alla voce, Luciano Biondini alla fisarmonica, Daniele Tittarelli al sax, Ares Tavolazzi al contrabbasso, Alessandro Paternesi alla batteria, Enrico Rava alla tromba. Una produzione originale del Festival Creuza de Mà – Musica per Cinema, ideata da Gianfranco Cabiddu, con la direzione musicale di Rita Marcotulli.
Evento speciale introdotto da Pippo Baudo, grande amico e estimatore di Trovajoli.

Oltre ai film, il programma serale del Teatro Petruzzelli prevede il 22 aprile un evento speciale: un cine-concerto di 90 minuti in ricordo del grande Maestro nel centenario della nascita, con proiezione di immagini dai suoi film e le sue musiche e le sue canzoni, trascritte e arrangiate in una veste nuova, e affidate all’esecuzione di grandi musicisti, in omaggio alla passione di Trovajoli per il jazz che fra l’altro curò le musiche di quasi tutti i film diretti da Ettore Scola, presidente onorario del Bif&st e presidente effettivo fino alla sua scomparsa. Verrà inoltre presentata l’ultima intervista audiovisiva rilasciata dal Maestro (17’) per il Bif&st 2013, pochi giorni prima della sua scomparsa. Il tributo comprenderà inoltre il documentario Armando Trovajoli. Cent’anni di musica di Mario Canale e Annarosa Morri, che verrà presentato al Mulcinema Galleria alle 17 del 21 aprile in Sala 1.

NUOVO CINEMA PARADISO. 30 ANNI DOPO
Alle 16 del 28 aprile al Teatro Petruzzelli verrà presentata, introdotta dal regista, l’edizione restaurata dalla Cineteca di Bologna di Nuovo cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore (125’) che 30 anni fa, il 29 settembre 1988, ebbe a Bari – al Cinema Oriente allora esistente – la sua trionfale anteprima mondiale assoluta presente l’intero cast (Philippe Noiret, Jacques Perrin, Brigitte Fossey, Salvatore Cascio, Antonella Attili e il compositore Ennio Morricone).

Panorama internazionale

Verranno presentati in concorso 12 film provenienti da tutto il mondo e presentati al Bif&st in anteprima italiana o internazionale. Una giuria del pubblico – composta da 30 spettatori selezionati e presieduta dallo scrittore e sceneggiatore Gianrico Carofiglio – attribuirà i seguenti riconoscimenti:

Bif&st International Award per il miglior regista
Bif&st International Award per il miglior attore protagonista
Bif&st International Award per la migliore attrice protagonista.
N.B. – I film selezionati in tutto il mondo per le due sezioni verranno resi noti il prossimo 13 aprile in conferenza stampa alla Casa del Cinema di Roma, trasmessa anche in streaming.

Lezioni di cinema

Alcune prestigiose personalità del cinema e della cultura terranno ogni mattina al Teatro Petruzzelli intorno alle 11.00, al termine di un film da loro diretto o interpretato, una Lezione di cinema. Queste le personalità invitate, con indicazione dei film che precederanno le lezioni:

Pierfrancesco Favino – ACAB, All Cops Are Bastard di Stefano Sollima (21 aprile)
Pippo Baudo – presentazione di alcune clips con il famoso presentatore (22)
Micaela Ramazzotti – La prima cosa bella di Paolo Virzì (23)
in attesa di conferma da personalità del cinema (24)
Mario Martone – Il giovane favoloso di Mario Martone (25)
Margarethe von Trotta, Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo – Il lungo silenzio di Margarethe von Trotta (26)
Vittorio Storaro – Il conformista di Bernardo Bertolucci (27)
Bernardo Bertolucci – Strategia del ragno di Bernardo Bertolucci (28).
“Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”

I premi con il profilo di Federico Fellini disegnato da Ettore Scola e riprodotto in platino dai nostri sponsor Monile e MarioMossaGioielliere verranno conferiti all’attore Pier Francesco Favino, all’attrice Micaela Ramazzotti, al regista Mario Martone e al regista pluripremiato con l’Oscar Bernardo Bertolucci al quale il Premio Fellini verrà consegnato da un altro Premio Oscar, Giuseppe Tornatore.

A Pippo Baudo verrà conferito il “Federico Fellini Platinum Award for Artistic Excellence”.

Multicinema Galleria

ItaliaFilmFest – Lungometraggi in concorso

La giuria stabile del Bif&st composta da 9 critici – Francesco Alò (Il Messaggero), Valerio Caprara (Il Mattino), Paolo D’Agostini (La Repubblica), Francesco Gallo (ANSA), Alessandra Levantesi Kezich (La Stampa), Paolo Mereghetti (Corriere della Sera), Franco Montini (presidente SNCCI), Federico Pontiggia (Il Fatto Quotidiano e La Rivista del Cinematografo), Silvana Silvestri (Il Manifesto) – attribuirà i seguenti riconoscimenti scegliendo fra i migliori film italiani dell’anno selezionati dal direttore del festival e passati nelle sale o nei festival internazionali da aprile 2017 al 5 aprile 2018, ovvero ancora inediti: Premio Mario Monicelli per il miglior regista; Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore; Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto; Premio Luciano Vincenzoni per la migliore sceneggiatura; Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista; Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista; Premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista; Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista; Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche; Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia; Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia; Premio Roberto Perpignani per il miglior montaggio; Premio Piero Tosi per i migliori costumi.

I film premiati per la sezione ItaliaFilmFest saranno annunciati il 13 aprile e verranno consegnati una sera dopo l’altra dal 21 al 27 aprile al Teatro Petruzzelli. I vincitori parteciperanno, prima della proiezione dei loro film al Galleria, ad un Focus su… condotto da Franco Montini al Circolo Barion.

ItaliaFilmFest – Opere prime e seconde in concorso

Una giuria del pubblico – composta da 30 spettatori selezionati e presieduta dallo scrittore e sceneggiatore Giancarlo De Cataldo – attribuirà i seguenti riconoscimenti ai 12 film italiani selezionati in concorso prescelti dal direttore artistico fra le migliori opere prime e seconde dell’anno uscite in sala o passate nei festival internazionali entro il 5 aprile 2018, ovvero ancora inediti: Premio Ettore Scola per il regista della migliore opera prima o seconda; Premio Mariangela Melato per il cinema per la migliore attrice protagonista; Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore protagonista; due Premi Nuovo IMAIE agli attori rivelazione. Questi i primi 11 film selezionati:

Brutti e cattivi di Cosimo Gomez
Cuori puri di Roberto De Paolis
Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone
Hannah di Andrea Pallaoro
Figlia mia di Laura Bispuri
Il contagio di Matteo Botrugno, Daniele Coluccini
La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi
L’intrusa di Leonardo Di Costanzo
Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia, Antonio Piazza
Tito e gli alieni di Paola Randi
Veleno di Diego Olivares
Pressoché tutti i registi dei film in concorso nelle due sezione dell’ItaliaFilmFest saranno presenti al Bif&st, quasi sempre accompagnati dagli attori protagonisti.

Cinema & Scienza: Werner Herzog

Sull’onda della estremamente positiva esperienza svoltasi nel 2016 con il ciclo “Cinema & Scienza” patrocinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il Bif&st 2018 presenterà una rassegna di sette film documentari diretti dal grande regista tedesco Werner Herzog, al termine di ciascuno dei quali un insigne scienziato commenterà per e con il pubblico le immagini passate sullo schermo. Il ciclo, coordinato da Orsetta Gregoretti e Silvia Mattoni, dell’ufficio Comunicazione e Stampa del CNR, e organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, con il Politecnico di Bari e il Goethe-Institut Rom, vedrà Margarethe von Trotta – insieme al critico Klaus Eder – impegnata a presentare i sette film di Herzog in programma al Multicinema Galleria che verranno commentati dagli scienziati Enrico Alleva, Carlo Doglioni (presidente dell’INGV), Domenico Laforenza, Antonio Meloni, Massimiliano Pasqui, Guido Ventura, e da Vito Pertosa.

Lo and Behold, Reveries of the Connected World di Werner Herzog – USA 2016, 108’
Into the Inferno di Werner Herzog. Con Werner Herzog, Clive Oppenheimer, Tim White, Adam Bobette, Yun Yong Gun – Gran Bretagna, Austria 2016, 104’
Cave of Forgotten Dreams di Werner Herzog. Con Werner Herzog, Charles Fathy, Jean Clottes, Julien Monney, Jean-Michel Geneste – Francia, Canada, USA, Gran Bretagna, Germania 2010, 95’
Encounters at the End of the World di Werner Herzog – USA 2007, 99’
Grizzly Man di Werner Herzog – USA 2005, 103’
The White Diamond di Werner Herzog – Gran Bretagna, Germania 2005, 90’
Fata Morgana di Werner Herzog. Con Lotte Eisner, Wolfgang Bachler, Manfred Eigendorf, Wolfgang Von Ungern-Sternberg – Germania 1970, 78’.
Verranno inoltre presentati tre altri contributi di e con Herzog:

Lezioni di cinema di Werner Herzog. L’orientamento nel cinema, 1991, 35’. Video
Lezioni di cinema di Werner Herzog. Su e con Volker Schlöndorff, 1991, 29’. Video
Un commento di Werner Herzog, 42’. Video

Cinema & Arte

Un binomio inscindibile che ha trovato, nella narrazione cinematografica, decine di capolavori che hanno saputo fondere le immagini dell’arte e quelle (in movimento) del cinema. Verranno presentati tre film significativi, uno dei quali – di Luca Verdone – in anteprima mondiale:

THE GIRL WITH A PEARL EARRING (La ragazza con l’orecchino di perla) di Peter Webber con Scarlett Johansson, ColIN Firth, Tom Wilkinson, UK-Lussemburgo 2003, 90’
LE MEMORIE DI GIORGIO VASARI: UN ARTISTA TOSCANO di Luca Verdone con Brutius Selby, Dino Santoro, Daniele Monterosi, Italia 2017, 94’, anteprima mondiale
LA MIGLIORE OFFERTA di Giuseppe Tornatore con Geoffrey Rush, Jim Sturgess, Sylvia Hoechs, Donald Sutherland, Italia 2013, 131’

Cinema & Musica: Luis Bacalov

Per onorare la memoria del Maestro Luis Bacalov, recentemente scomparso, verranno presentati quattro film fra i tanti da lui musicati. Il Premio Oscar Luis Bacalov, per altro, è stato direttore principale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto. Questi i film in programma:

IL POSTINO di Michael Radford con Massimo Trosi, Philippe Noiret, Italia 1994
DJANGO di Sergio Corbucci con Franco Nero, Italia 1966
IL CONSIGLIO D’EGITTO di Emidio Greco, con Silvio Orlando, Italia 2002
HOTEL MEINA di Carlo Lizzani con Ivana Lotito, Ernesto Mahieux, Italia 2007

Cinema & Medicina

Le relazioni tra cinema e medicina – scrive Nicola Laforgia – sono molteplici e hanno attraversato, da sempre, la storia della settima arte. Così come il cinema ha raccontato la sofferenza, la malattia, i successi, le gioie e le tragedie, la medicina ha veicolato i propri successi, le proprie incertezze, i dubbi e le certezze attraverso quello che resta uno dei più formidabili mezzi di diffusione della cultura. La cultura del sapere medico scientifico non è “altro” rispetto alla cultura del bello, dell’arte e del cinema, e l’incontro tra i due mondi consente a noi medici di essere più capaci di interpretare al meglio il nostro ruolo, perché cultura settoriale e “di parte”, solo scientifica, non è cultura. La conoscenza del mondo aiuta a strutturare il rapporto con il paziente che resta un obiettivo fondamentale della medicina, anche, e forse soprattutto, oggi, quando l’uso di tecnologie sempre più raffinate e invadenti rischia di mettere in secondo piano il rapporto personale che esprime quella capacità di cura che riesce ad essere davvero efficace. Sulla base di questi presupposti, il Bifest ospita la rassegna “Cinema e Medicina” che quest’anno – una sorta di anno zero che prelude a una collaborazione strutturata annuale – avrà incursioni diverse nelle varie branche della medicina, e che, oggi, si sviluppa toccando i temi dei disturbi dello spettro autistico del bambino e delle patologie degli organi di senso.

Sabato 21 aprile, Multicinema Galleria, Sala 3:

10.00 Io sono Mateusz di Maciej Pieprzyca, Polonia 2103, 112’
A seguire incontro con il prof. Nicola Laforgia (Direttore Neonatologia Università) e la Prof.ssa Lucia Margari (Direttore Neuropsichiatria Infantile Università). Intervengono la prof.ssa Maria Elisabetta Baldassarre e il dott. Antonio Di Mauro, associazioni di genitori.
15.00 Non guardarmi, non ti sento di Arthur Hiller, USA 1989, 103’
A seguire incontro con il prof. Antonio Quaranta (Direttore Otorinolaringoiatria Università) e il prof. Giovanni Alessio (Direttore Clinica Oculistica Università). Intervengono il dott. Giuseppe Porro e il dott. Ugo Procoli.
18.00 La Magnifica ossessione di Douglas Sirk, USA 1954, 108’
A seguire dibattito e discussione libera.
RETROSPETTIVE – con la collaborazione del CSC-Cineteca Nazionale

La memoria, la storia: Festival Marco Ferreri

Per la grande retrospettiva dedicata a Marco Ferreri – con la collaborazione determinante della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia – questi i film previsti:

Lungometraggi:

El pisito, co-regia di Isidoro Ferry (1958)
El cochecito – La vetturetta (1960)
Una storia moderna: l’ape regina (1963)
La donna scimmia (1964)
Marcia nuziale (1965)
L’harem (1967)
Break up/L’uomo dei cinque palloni (1968)
Dillinger è morto (1969) copia restaurata dal CSC-Cineteca Nazionale nel 2017
Il seme dell’uomo (1969)
L’udienza (1971)
La cagna (1972)
La grande abbuffata (1973)
Non toccare la donna bianca (1974)
L’ultima donna (1976)
Ciao maschio (1978)
Chiedo asilo (1979)
Storie di ordinaria follia (1981)
Storia di Piera (1983)
Il futuro è donna (1984)
I Love You (1986)
Come sono buoni i bianchi (1988)
La casa del sorriso (1991)
La carne (1991)
Diario di un vizio (1993)
Nitrato d’argento (1996)

Cortometraggi

L’infedeltà coniugale (Gli adulteri) episodio di Le italiane e l’amore (1961)
Il professore episodio di Controsesso (1964)
L’uomo dei cinque palloni episodio di Oggi, domani, dopodomani (1965)

Documentari

Perché pagare per essere felici di Marco Ferreri (1971, 46’)
Corrida! di Marco Ferreri (1966, 88’)

Film TV

Yerma di Marco Ferreri con Edmonda Aldini, Franco Citti, Michele Placido, Italia 1978, 151’

Documentari su Marco Ferreri

La lucida follia di Marco Ferreri di Anselma Dell’Olio, 2017, 80’
Marco Ferreri. Il regista che venne dal futuro di Mario Canale e Annarosa Morri, 2007, 95’
Irriverente Ferreri di Maite Carpio, 2007, 60’

Mostra fotografica dedicata a Marco Ferreri

Circa 90 immagini provenienti dall’Archivio fotografico della Cineteca Nazionale, in bianco e nero e a colori, scattate sui set dei film di Ferreri, comporranno la grande mostra fotografica che, come ogni anno, si svilupperà all’aperto tutt’intorno al Teatro Petruzzelli.

Incontri su Marco Ferreri e Franco Cristaldi. Libri su Laura Morante e Luciano Tovoli

In collaborazione con la libreria La Feltrinelli si svolgeranno al Circolo Barion alle ore 19, dal 22 al 28 aprile, sette incontri dedicati alla figura e al lavoro di Marco Ferreri e di Franco Cristaldi coordinati dal critico francese Jean Gili, fra i massimi esperti del cinema italiano. È prevista la partecipazione di attori e attrici, e di altri collaboratori, che con Ferreri hanno lavorato e di autori di documentari sul grande cineasta, fra i quali Andréa Ferréol, Serge Toubiana, Nicoletta Ercole, Tilde Corsi, Maurizio Donadoni, Piera Degli Esposti, Anselma Dell’Olio, Mario Canale, Maite Carpio ecc.

Per gli incontri su Franco Cristaldi verranno invitati a parlarne Maurizio Nichetti, Paola Pitagora, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Antonella Attili, e naturalmente Zeudi Araya e Massimo Cristaldi e altri ancora in attesa di conferma.

Infine verranno presentati a La Feltrinelli due libri: Laura Morante in punta di piedi di Stefano Iachetti e un secondo sul grande direttore della fotografia Luciano Tovoli.

La memoria, la storia: Festival Franco Cristaldi

Nel 1988 fu presentato a Bari in anteprima mondiale, nell’ambito del festival EuropaCinema ideato e diretto da Felice Laudadio, il film di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso che successivamente avrebbe ottenuto il Premio speciale della giuria del festival di Cannes e il Premio Oscar. È questo lo spunto da cui prende avvio il tributo dedicato al grande produttore Franco Cristaldi, organizzato in collaborazione con la Cineteca Nazionale e la Cineteca di Bologna. Per l’occasione verrà allestita nell’atrio del Palazzo della Provincia una mostra iconografica a cura di Ninni Panzera incentrata sul film di Tornatore a 30 dalla sua anteprima barese. Questi i film, cui si aggiungerà il doc di Massimo Spano Franco Cristaldi e il suo cinema “Paradiso” (2008, 102’):

1988 Nuovo Cinema Paradiso (producer)
1986 Il nome della rosa (co-producer)
1980 Café Express (producer)
1979 Ratataplan (producer)
1979 Cristo si è fermato a Eboli (producer)
1973 Amarcord (producer)
1973 Lucky Luciano (producer) copia restaurata della Cineteca Bologna
1972 L’udienza (producer) anche per il Festival Marco Ferreri
1972 Il caso Mattei (producer)
1971 Nel nome del padre (producer)
1965 Vaghe stelle dell’Orsa… (producer)
1964 Gli indifferenti (producer)
1964 Sedotta e abbandonata (producer)
1964 La ragazza di Bube (producer)
1963 I compagni (producer)
1963 Omicron (producer)
1962 Salvatore Giuliano (producer)
1961 Divorzio all’italiana (producer)
1960 Kapò (producer)
1959 I magliari (producer)
1958 La sfida (producer)
1958 L’uomo di paglia (producer)
1958 I soliti ignoti (producer)
1958 Un ettaro di cielo (producer)
1957 Le notti bianche (producer)
Eventi speciali Multicinema Galleria

Dei di Cosimo Terlizzi, Italia 2017, prodotto da Riccardo Scamarcio e Valeria Golino.
The Fabulous Trickster di Luigi Cinque, Italia 2017, 96’ (anteprima), con – a seguire – un concerto dedicato a Antonio Infantino, il famoso musicista, poeta e artista lucano recentemente scomparso. A cura della Lucana Film Commission (27 aprile)
Io sono qui di Gabriele Gravagna, Italia 2017, 33’, documentario UNICEF.
Pertini il combattente di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo, Italia 2018, 76’

Laboratori (Palazzo ex Poste – Università degli Studi)

Dopo la positiva esperienza degli innumerevoli seminari formativi svoltisi negli anni passati verranno organizzati due laboratori di formazione con la partecipazione, per ciascuno dei due, di 30 giovani selezionati sulla base dei loro C.V.: un laboratorio dedicato al mestiere del direttore della fotografia, condotto da Luciano Tovoli; e un secondo dedicato alla critica cinematografica, condotto da un noto critico della stampa quotidiana, Paolo D’Agostini.

Conferenze e incontri al Colonnato del Palazzo della Provincia

Tutti i film presentati nelle diverse sezioni – esclusi quelli delle retrospettive – avranno la loro conferenza stampa, aperta anche al pubblico, il giorno successivo alla loro proiezione. Sono inoltre previsti i seguenti incontri:

Incontro sulle attività dell’UNICEF con Rossella Del Conte (22 aprile, h. 15.45)
Forum su “Cina e cinema” a cura dell’Apulia Film Commission (23 aprile, h. 15.45)
Nuovo IMAIE. La sua storia, le sue attività, con il presidente Andrea Micciché (26, h 15.45)

IL BIF&ST PER LE SCUOLE

Dal 21 al 28 aprile la Sala 1 del Multicinema Galleria ospiterà 8 proiezioni a ingresso gratuito per gli studenti delle scuole medie secondarie di Bari e provincia. I film in programma fanno parte del Tributo dedicato a Franco Cristaldi e sono i seguenti: I soliti ignoti di Mario Monicelli, Divorzio all’italiana di Pietro Germi, Salvatore Giuliano di Francesco Rosi, Nel nome del padre di Marco Bellocchio, Amarcord di Federico Fellini, Ratataplan di Maurizio Nichetti, Café express di Nanni Loy e Nuovo cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore.

IL BIF&ST

Il Bif&st 2018, nona edizione del Bari International Film Festival, è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, promosso dalla Regione Puglia – presidente Michele Emiliano; dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale retto da Loredana Capone; con la collaborazione del Comune di Bari, sindaco Antonio Decaro; prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission presieduta da Maurizio Sciarra, direttore generale Antonio Parente. Main media partner: RAI. Media partner: Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica, Ilikepuglia, La Feltrinelli. In collaborazione con l’Università degli Studi Aldo Moro e il Politecnico di Bari.

Presidente del Bif&st – ideato e diretto da Felice Laudadio – è la regista Margarethe von Trotta, presidente onorario è Ettore Scola. Consulente della direzione direzione artistica: Fabio Ferzetti, direttore organizzativo: Angelo Ceglie. RUP: Cristina Piscitelli. Coordinamento: Angela B. Saponari. Project manager: Serge D’Oria.

Sponsor della manifestazione – che nell’edizione 2017 fece registrare la presenza di oltre 75.000 spettatori – sono Confindustria Bari e BAT presieduta da Domenico De Bartolomeo, ANCE Bari e BAT presieduta da Giuseppe Fragasso, il Gruppo Menelao presieduto da Michele Boccardi e il Gruppo Marino Automobili presieduto da Luisa Cavallo Marino. Sponsor tecnici sono le società Monile di Aldo Arata e MarioMossa Gioielliere, Aeroporti di Puglia, Circolo Barion.

Il Bif&st è una iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulla dotazione del FSC 2014-2020, Patto per la Puglia, Area di intervento IV.

www.bifest.it


Cacofest 2018

In il

ca co fest bari 2018

Alla settima edizione del Cacofest ci sarebbe da vergognarsi per come viene ancora oggi poco considerato il frutto arancione che unisce, gusto e nome buffo. Per fortuna, imperterriti e forti delle folle che negli scorsi anni hanno riempito le mostre, i banchetti e le proiezioni delle scorse edizioni del Cacofest; i fumetti e i cartoni tornano e si espandono.

Carrassi è la nostra casa e il Cacodiffuso lo animerà: 3 giorni di anteprime che coinvolgeranno i luoghi baresi che ogni giorno trasudano lo spirito gioioso e saggio del CaCofest e poi ovviamente il Festival vero e proprio nei liberi territori della Caserma più famosa di Bari, EX Caserma Liberata

SARANNO PRESENTI: Lilas Mala, Alkbazz Garagel, Dunja Jankovic, Boris Hoppek , El Rughi, Alef, pin, AweR, Claudio Losghi Ranieri, Laura Nomisake Nomisache, Jime•Ghirlandi, Träume Von Nmr, Sulfuria Comaviba, Jorge Parras, Roberta Vázquez, 451 press, Ahemd Ben Nessib, Samuele Canestrari, Alessandro Gibson, Boblu, Bombolapress, Christian Nirvana Damato, Subseri La Stamperia Sotterranea, Sputnikfestival, Federico Fabbri, Giochi Penosi, NOVO DOBA FESTIVAL, Fijuk prodavnica, Menata, Brigata RGB, Jean Peut etre, IdaVè, Burla22, Blatta Production, Czentri Fugai, Sandra Hernández, Officine UE’, BORDA Fest – Produzioni Sotterranee, Antonia Athena Leali, Luigi Loquarto, PIG SKULL PRESS, l’antro della Strega Metempsychosis

SI INIZIA CON IL CACODIFFUSO

18 Aprile 19.00 mostra personale di Lilas Mala accompagnata dalle divertenti note LO flopper presso GramignArci via Adige 34

19 Aprile.22.00 mostra personale di Alkbazz Garagel con live del cucciolo canadese City Dragons presso NOISE viale Salandra 8/a

20 Aprile. 20.00 mostra personale del NOVO DOBA FESTIVAL ,a Backjump street shop via Pisanelli 25 a seguire un Free Walking Tour Bari per tutte e tutti lungo le strade poco battute della città

21- 22 APRILE CACOFEST @EX CASERMA LIBERATA

Puntuale come sempre la fantastica indiscussa COMIC BATTLE,, i cartoni animati a cura del collettivo 2LP
LIVE PAINTING, MOSTRE E BANCHETTI di tutte le distro, serigrafie, poster, fanzine degli artisti e collettivi presenti
SALA SERIGRAFICA RAVACHOL, sempre aperta per tutte e tutti
WORKSHOP DI INCISIONE SU LINEOLUM a cura di Alkbazz
WORKSHOP DI CIANOTIPIA a cura del Ca.C0.
WORKSHOP DI BURATTINI
per partecipare ai workshop scrivere a cacosocrate@gmail.com

MOSTRE PERSONALI di Dunja Jankovic, Cani e Porci, Boris Hoppek, Laura Nomisake Nomisache, Jime Ghirlandi

IL PROGRAMMA DELLA DUE GIORNI!

21 APRILE, EX CASERMA apertura ore 16.00

SALA CONCERTI
21:00 THREECOLOGY
22:00 Trrmà
23:00 Puppe’n Mucke
00.00 DJ SET MISS VERGNUGEN

SALA AL SOTTOSCALA
a cura di
Fuori orario E DENTE di SEGA // recording studio – diy custom lab//
19:30 CABINE VOLCAN live
20:30 MARIANE MOULA live
22.30 EKS live

TEATRO MIMI’ MILANO
proiezioni a cura del collettivo 2LP
Ore 21:00 – The Breadwinner regia di Nora Twoney, Canada/Lussemburgo/Irlanda, 2017, 94 min
Ore 23:00 – Belladonna of Sadness regia di Eiichi Yamamoto, Giappone, 1973, 86 min sonorizzato dal vivo da Marco Malasomma
Ore 00:30 – Omaggio a Ladislas Starevich’, proiezione di cortometraggi scelti del regista

SALA ESPOSIZIONI
19:00 presentazioni mostre con Cani e Porci, Dunja Jankovic, Boris Hoppek, Laura Nomisake, Jime Ghirlandi
a seguire all night long Giochi Penosi

22 APRILE, EX-CASERMA apertura ore 11.00

SALA CONCERTI
17:00 sangue
18:00 chivàla
19:00 TOUGSBOZUKA
20:00 Djeco
21:00 DELMORE FX
22.00 JEALOUSY PARTY

SALA AL SOTTOSCALA
a cura di
Fuori orario e DENTE di SEGA // recording studio – diy custom lab
17:30 Velenoiser live
18.30 Tiziana Salvati live
19:30 Señor Depressivo live

TEATRO MIMì MILANO
proiezioni a cura del collettivo 2LP
Ore 18:00 – Kubo e la spada magica regia di Travis Knight, Usa, 2016, 101min
Ore 20:00 – Omaggio a Ladislas Starevich’: Le Roman de Renard, Francia, 1937, 65 min
Ore 21 :15 – When the wind blows regia di Jimmy Murakami, Uk, 1985, 80 min
Ore 22 :35 – Peur(s) du noir – Paure del buio regia di Blutch, Charles Burns, Marie Caillou, Pierre Di Sciullo, Lorenzo Mattotti e Richard McGuire, Francia, 2007, 85 min

SALA ESPOSIZIONI
16:00 Comic Battle
18: 00 presentazione 451 Press
18.30 presentazione Libri Somari
a seguire al night long Giochi Penosi

l’ex Caserma liberata è un posto libero dal pregiudizio dal sessisimo e dal razzismo

via Giulio Petroni 8/C – Bari


Al Fortino Sant’Antonio anteprima del Bari Piano Festival

In il

aspettando bari piano festival

Sabato 7 Aprile si presenta ufficialmente il Bari Piano Festival, che ci terrà compagnia dal 25 agosto al 2 settembre in luoghi tra i più suggestivi e simbolici della città, con grandi musicisti, giovani promesse e una ricca proposta musicale che si apre alla musica contemporanea nelle sue varie declinazioni.

Anteprima, nel pomeriggio di Sabato 7 Aprile, alle 18:00, presso il Fortino Sant’Antonio, con un recital di Roberto Cominati, uno dei pianisti italiani più prestigiosi, già vincitore del Premio Busoni e impegnato in una carriera internazionale che lo ha visto protagonista nelle maggiori sale da concerto.

Il programma è vario e di grande forza espressiva:

Bach-Friedman: Toccata e Fuga in re minore
Bach-Busoni: Ciaccona
Handel-Moszkowsky: Lascia ch’io pianga(da “Rinaldo”)
Handel-Kempf: Minuetto in Sol Minore
Chopin: Ballata n.1 in Sol minore
Gershwin: Rhapsody in blue

Ingresso libero fino a esaurimento posti


“L’ombra illuminata – Donne nella musica” rassegna musicale all’Auditorium Nino Rota

In il

lombra illuminata donne nella musica nino rota

L’ombra che avvolse Maria Anna Mozart, Fanny Mendelssohn Hensel o Clara Wieck Schumann. La luce che le svela insieme con compositrici e donne di musica del passato e del presente, da quattro anni, grazie alla rassegna “L’ombra illuminata. Donne nella musica” curata, nel Conservatorio “Piccinni”, da Angela Annese e Orietta Caianiello. Comincia simbolicamente domani alle 18 nella saletta dell’auditorium Nino Rota, che ospiterà tutti gli appuntamenti fino al 3 maggio, con ingresso gratuito. E subito un incontro che ha come perno e ospite Agostina Zecca Laterza; a conversare con lei saranno Tiziana Grande di Iaml Italia, e Maria Abenante di Aib Puglia.

La musicista e studiosa di origine barese riceverà dal direttore Gianpaolo Schiavo il sigillo del conservatorio “Piccinni”, «in riconoscimento dello straordinario contributo reso allo studio e alla pratica della musica e della speciale affezione nei confronti della città di Bari». Prossimi due appuntamenti, il 13 e 14 marzo, rispettivamente dedicati alla musica da camera e a quella romantica, e il 15, a chiudere il trittico, la voce di Gianna Montecalvo, nella serata intitolata “Per strumento solo”, sarà accompagnata, tra gli altri, dal pianoforte delle curatrici Annese e Caianiello. Sugli spartiti, per tutta la durata del festival, sempre musiche di compositrici, da Elfrida Andrée a Nancy Van de Vate. Il 16 marzo il conservatorio dedica alle 18, coordinato da Enrica Simonetti, un omaggio speciale alle sorelle Giannini, Giulia e Gianna, un riconoscimento dovuto alle animatrici di Casa Giannini, un luogo di condivisione di idee e progetti liberi di cui i musicisti baresi, e non solo, sentono grande mancanza. Si arriva ad aprile con l’omaggio a Sofia Gubaidulina compositrice russa che ha molto lavorato per il cinema. Il 12 aprile verrà, della sua produzione, mostrato il primo episodio del film di animazione Mowgli di Roman Davydov. Le sue musiche saranno eseguite da Lucia Baldassarre, Monica Rochira, Paolo Scafarella, Jing Yang al piano, e dal Coro di voci bianche Juvenes Cantores diretto da Emanuela Aymone. Il giorno dopo, alle 10,30, conferenza di Angelina Zhivova in collaborazione con la cattedra di Lingua e letteratura russa dell’Università di Bari.

Ultimo appuntamento, il 3 maggio, per conoscere la sorella di Nadia Boulanger attraverso il libro Lili Boulanger. Frammenti ritrovati di una vita interrotta di Fiorella Sassanelli (Cafagna editore), tributo alla prima compositrice a vincere, nel 1913, il prestigioso Prix de Rome, con borsa di studio e residenza artistica a Villa Medici.

Scomparve prematuramente a 24 anni e di lei la sorella disse che era la vera artista di casa.

Con l’autrice a conversare intorno a questa talentuosa figura ci saranno Orietta Caianiello, Domenico D’Oria e Dinko Fabris. Alle note, il soprano Cristina Fanelli, ai violini Igor Cantarelli e Paride Losacco, al violoncello Nicola Fiorino e Angela Annese e Selim Maharez al pianoforte.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI


A spìzzica e muddica – Il Festival della cucina Siciliana

In il

a spizzica e muddica festival della cucina siciliana eataly bari

La Cucina Siciliana racchiude la storia del suo territorio e dei tanti popoli che hanno influenzato le sue tradizioni. Tanti piatti prelibati infatti derivano dall’incontro dei sapori del Mediterraneo con quelli più speziati, tipici della cucina nord africana.

Sabato 24 febbraio, assieme agli amici siciliani della Pasticceria Vento, ti aspettiamo per assaporare i piatti della tradizione culinaria siciliana!

COSA MANGIAMO?
– Sformato di Anelletti al forno con melanzane;
– Pani cà meusa;
– Pani e panelle;
– Arancine al ragù;
– Arancine al burro e prosciutto;
– Arancine agli spinaci;
– Cannoli;
– Cassatine.


SUDESTIVAL – Il programma completo del Festival del cinema italiano in Puglia

In il

sudestival 2018 monopoli festival del cinema italiano locandina

Comunicato stampa
Otto i film italiani in concorso. Tra le novità il Faro d’Argento della Città di Monopoli e la sezione Incontri del Sudestival. La 19/esima edizione del Sudestival, il festival lungo un inverno, dal 27 gennaio al 17 marzo a Monopoli.

Sarà l’attore e regista Sergio Rubini a inaugurare la
diciannovesima edizione del Sudestival, il 27 gennaio, alle ore 21:00, nella sala del Cinema
“Vittoria” di Monopoli. Per l’occasione verrà proiettato il suo primo film, LA STAZIONE, a cui
seguirà l’incontro con il pubblico presente.
“Il festival lungo un inverno”, si terrà nelle date successive nel Cinema “Vittoria”, nella “Sala
Eventi” della rinata Biblioteca “Rendella” e nel Teatro “Radar” di Monopoli, con alcune
proiezioni presso il cinema “Norba” di Conversano, fino al 17 marzo 2018.
La storica manifestazione di cinema italiano d’autore è organizzata dall’Associazione Sguardi per
la direzione artistica di Michele Suma.
Il festival, come di consueto, ospiterà opere prime e anteprime, percorrerà le complesse e
apprezzate dinamiche della cinematografia italiana, raccontando i testimoni di un cinema
resistente e audace, intercettando una pluralità di generi e un’ampiezza di contenuti oltre a una
frastagliata geografia ambientale e una spiccata vocazione narrativa.
“Il Sudestival – ha spiegato Suma – vuole continuare a essere un osservatorio, una occasione di
conoscenza e una vetrina del cinema italiano in Puglia con il contributo fondamentale degli
autori chiamati a parlare e a confrontarsi col pubblico. A partire dal 2018 si trasforma nel Festival
del Cinema di Monopoli, un festival lungo un inverno, ricco di appuntamenti e ricco di ospiti”.

Il programma
Il programma del festival sarà strutturato in più sezioni: 8 film in Concorso (prime e anteprime
italiane e pugliesi), “Sudestival in corto” (dedicata ai cortometraggi), “I mestieri del cinema”
(quattro lezioni mattutine di cinema per gli studenti), gli “Incontri del Sudestival” (sette
incontri‐aperitivo con il mondo del documentario e i suoi protagonisti) e “Sudestival in food” , la
sezione nata dalla collaborazione con lo SLOW FOOD Piana degli Ulivi, un percorso
enogastronomico in quattro puntate nella Terra di Puglia, teso alla conoscenza e valorizzazione
della cucina e dei prodotti appuli.

Concorso
Tranne il primo film, in programma domenica 28, le proiezioni dei film in concorso, come di
consueto, saranno in programma ogni venerdì, alle 18:00 e alle 21:00 al cinema “Vittoria” di
Monopoli e votate da due giurie: la Giuria Giovani e la Giuria del Pubblico.
Domenica 28 gennaio, infatti, a dare il via al concorso sarà il film giallo Finché c’è prosecco c’è
speranza, opera prima di Antonio Padovan con protagonista Giuseppe Battiston, tratto dal
romanzo di Fulvio Ervas e presentato all’ultima Festa del Cinema di Roma. Il regista, Giuseppe
Battiston e Teco Celio saranno presenti alla proiezione. Mentre venerdì 16 marzo sarà Al
massimo ribasso del regista Riccardo Jacopino a chiudere la 19° edizione. Film sulla malavita
organizzata che specula sulle gare di appalto pubbliche, presentato nella sezione Festa Mobile del
35° Torino Film Festival e prodotto attraverso un crowdfunding dalla Cooperativa Sociale
Arcobaleno. Il film sarà un’anteprima per la Puglia. Tra le altre opere in concorso: Nove lune e
mezza, esordio alla regia dell’attrice Michela Andreozzi, protagonista con Claudia Gerini, Giorgio
Pasotti e Lillo Petrolo di una commedia che affronta il tema della maternità surrogata (2/02).
Falchi, film poliziesco del regista Toni D’Angelo, ambientato nella città partenopea e interpretato
da Fortunato Cerlino, Michele Riondino, con la partecipazione straordinaria di Pippo Delbono e
Stefania Sandrelli (9/02). The Habit of Beauty, un dramma che si snoda fra i temi del sogno,
dell’amore e della perdita, diretto da Mirko Pincelli (16/02). Gatta Cenerentola, di Alessandro
Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, opera d’animazione premiata all’ultima
Mostra del Cinema di Venezia e in corsa per l’Oscar 2018, che rilegge in chiave noir la favola di
Giambattista Basile (23/02). In anteprima la commedia Lovers di Matteo Vicino, che sbarca in
Puglia con una anteprima e si presenta a Monopoli dopo un lungo percorso festivaliero
internazionale (2/03) e L’Assoluto presente, un “thriller esistenziale” con cui il regista Fabio
Martina mostra l’impasse emotiva vissuta da molti giovani delle neo generazioni. L’opera sbarca
in Puglia con una anteprima proprio a Monopoli (9/03).
A valutare i film, oltre al pubblico e ai giovani, sarà la Giuria Cinema, che assegnerà il Faro
d’Argento della Città di Monopoli e che sarà composta da: Oscar Iarussi (Presidente), giornalista
e critico cinematografico de “La Gazzetta del Mezzogiorno”; Alessia Barela, attrice; Francesco
Carofiglio, scrittore; Alberto Crespi, docente, critico, autore e conduttore di Hollywood Party di
Rai Radio3; Salvatore De Mola, sceneggiatore; Viviana Del Bianco, direttrice New Italian Cinema
Events di New York; Maurizio Di Rienzo, critico cinematografico, selezionatore Nastri d’Argento.
Alan Palmieri, direttore artistico di Radionorba e Stefano Amadio, direttore di
cinemaitaliano.info

Sudestival in corto
Ogni lungometraggio sarà preceduto dalla proiezione di un cortometraggio della sezione
“Sudestival in corto”, spazio dedicato alla micro‐narrazione, in collaborazione con il Migranti
Film Festival – Culture in viaggio, ideato e organizzato dalla piemontese Università degli Studi
di Scienze Gastronomiche, in collaborazione con Slow Food, e facente parte del progetto MigrArti
del MiBACT.

I mestieri del cinema
Prosegue anche quest’anno il percorso formativo dedicato al giovane pubblico degli studenti con
“I mestieri del cinema”: quattro lezioni mattutine rivolte agli studenti liceali di Monopoli e
Conversano, che saranno coinvolti in proiezioni guidate e commentate da professionisti del
cinema italiano quali: Maurizio Sciarra, regista e presidente dell’Apulia Film Commission
(26/01), Alessandro Rak, animatore e regista (23/02), Marco Spoletini, montatore (9/03) e
Salvatore De Mola, sceneggiatore (16/03).

Incontri del Sudestival
Diventano un appuntamento fisso gli “Incontri del Sudestival”: sette incontri‐aperitivo con il
mondo del cinema e i suoi protagonisti, che si terranno, ogni sabato, alle ore 18:00, nella Sala
Eventi della rinata Biblioteca “Rendella” di Monopoli. Apre gli appuntamenti “Storia d’Italia in
15 film” con il giornalista Alberto Crespi (27/01); seguono “Son Morto che ero Bambino.
Francesco Guccini va ad Auschwitz” con l’autore Francesco Conversano (3/02); “Ritratto di
mio padre” di Maria Sole Tognazzi, presente Gianmarco Tognazzi, “Sono guido e non guido” con
il regista Alessandro Maria Buonomo (17/02); “Il senso della bellezza” con Valerio Jalongo
(24/02); “Lascia stare i santi” con il documentarista Gianfranco Pannone (3/03); “Naples 44”
con Francesco Patierno (10/03).

Sudestival in food
Tra le novità del palinsesto la sezione dedicata alla gastronomia tradizionale, “Sudestival in food.
Percorso Enogastronomico nella Terra di Puglia”, a cura della Condotta Slow Food Piana
degli Ulivi. Quattro appuntamenti presso la chiesa di San Pietro e Paolo di Monopoli che si
svolgeranno ogni sabato, alle ore 21:00: “La Capitanata” (17/02); “La Murgia” (24/02); “La
Valle d’Itria” (3/03); “Il Salento” (10/03).
La manifestazione si chiuderà il 17 marzo, presso il Cinema Teatro Auditorium “Radar” con le
premiazioni dei film vincitori, alla presenza dell’intera giuria nazionale e di tutti gli autori.
Ospite d’onore sarà Rocco Papaleo, presente in sala, a cui sarà dedicata la proiezione di
Basilicata coast to coast che commenterà al pubblico.
Altra novità sarà il “Sudestival accessibile” la proiezione che si terrà nel mese di aprile che
permetterà agli spettatori audiolesi e videolesi di fruire del film vincitore del premio “Sguardi”
(altra novità di quest’anno), consistente nella sottotitolazione e audio descrizione del film
designato dalla Giuria Sguardi. Il riconoscimento è organizzato in collaborazione con il progetto
Future in Research “Traduzione audiovisiva, saperi interdisciplinari e nuove professionalità” del
Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione dell’Università di Bari.
Premi

PREMIO CINEMA CITTA’ DI MONOPOLI: il Faro d’Argento dell’artista Paolo Cataldi al
miglior film, consegnato dal Sindaco di Monopoli, indicato dalla GIURIA del
SUDESTIVAL, composta da otto giurati nazionali e un presidente;

PREMIO TIM VISION: premio di € 500,00 assegnato alla miglior videohistory sul
Sudestival 2018 realizzata dai giovani con il proprio smartphone. Il premio sarà
consegnato da un rappresentante nazionale TIM e il video vincitore sarà proiettato la
sera delle premiazioni del 17 marzo.

PREMIO del PUBBLICO “laFusillo”: premio in denaro assegnato dalla GIURIA del
PUBBLICO al miglior film in concorso, consegnato dal senatore Nicola Fusillo;

PREMIO “Santa Teresa Resort”, una settimana di vacanza estiva presso la prestigiosa
struttura di Monopoli al regista del miglior film, conferito dalla GIURIA GIOVANI,
composta da 400 studenti delle scuole medie superiori di Monopoli, e consegnato dal
direttore del resort, Leo Capitanio;

PREMIO “Gruppo Norba” alla carriera, dedicato a Rocco Papaleo e consegnato da un
rappresentante del gruppo televisivo.

PREMIO “SGUARDI”: sottotitolazione e audio‐descrizione del film meritevole di
menzione da parte del comitato scientifico del festival. Il premio sarà consegnato dalla
rappresentante dell’Associazione SGUARDI, organizzatrice del festival. Il film sarà poi
proiettato nel mese di aprile.
Serata inaugurale € 7,00
Serata delle premiazioni € 8,00

Costo d’ingresso alle singole proiezioni dei film in concorso € 5,00
Disponibile la TESSERA DEL SUDESTIVAL al costo di € 28,00 per le proiezioni serali.
Ingresso repliche del sabato dei film in concorso € 4,00
Abbonamento pomeridiano del sabato € 20,00
Riduzioni studenti universitari e over 65: abbonamento € 20,00

Sudestival è un progetto dell’Associazione Culturale Sguardi, diretto da Michele Suma.Realizzato con il sostegno della Regione Puglia‐Unione Europea: PATTO PER LA PUGLIA‐FSC 2014‐2020
“Spettacolo dal Vivo e Residenze Artistiche”, della Città di Monopoli e della Fondazione Puglia.
Patrocini dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale – Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali
della Regione Puglia, della Città di Monopoli, del Comune di Conversano, di Apulia Film Commission, dei
100autori e dell’ UNIBA.

Media Partner: Canale 7, Radionorba e Cinemaitaliano.infoMain Sponsor: TIM
Sponsor: SO.ME.D, IMAGROSS, OTTICA BRIGIDA, LA FUSILLO COSTRUZIONI
Sponsor tecnici Santa Teresa Resort, Zi’ Ottavio, La dolce vita
Official car del Sudestival della Peugeot – F.lli Tartarelli di Monopoli
informazioni www.sudestival.org Facebook SUDESTIVAL Twitter SUDESTIVAL Instagram SUDESTIVAL

INFOLINE +39 3341310000
Ufficio stampa – Lo Scrittoio
Via Crema, 32 ‐ 20135 Milano Tel. +39 0278622290‐91
Antonio Pirozzi +39 3395238132 ufficiostampa@scrittoio.net
Bianca Badialetti + 39 3488596789 pressoffice@scrittoio.net
www.scrittoio.net

PROGRAMMA SUDESTIVAL 2018

SERATA INAUGURALE
27 gennaio Cinema Vittoria, Monopoli, ore 21:00
Omaggio a Sergio Rubini. Proiezione del suo primo film LA STAZIONE e, a seguire, incontro
del regista‐attore con il pubblico.

SEZIONE CONCORSO
Cinema Vittoria, Monopoli, ore 18:00 e 21:00.
28 gennaio ‐ Finché c’è Prosecco c’è speranza di Antonio Padovan (in sala il regista, Teco
Celio e Giuseppe Battiston). Replica il lunedì seguente alle ore 16:00
2 febbraio. Nove lune e mezza di Michela Andreozzi (in sala la regista). Replica il sabato
seguente alle ore 16:00
9 febbraio. Falchi di Toni D’Angelo (in sala il regista). Replica il sabato seguente alle ore
16:00
16 febbraio. The habit of beauty di Mirko Pincelli (in sala il regista). Replica il sabato
seguente alle ore 16:00
23 febbraio . Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario
Sansone (in sala il regista Alessandro Rak). Replica il sabato seguente alle ore 16:00
2 marzo. Lovers di Matteo Vicino (in sala il regista e gli attori Margherita Mannino,
Antonietta Bello, Luca Nucera) – ANTEPRIMA. Replica il sabato seguente alle ore 16:00
9 marzo. L’assoluto presente di Fabio Martina (in sala il regista e gli attori Yuri Casagrande
Conti, Gil Giuliani, Claudia Veronesi) – ANTEPRIMA. Replica il sabato seguente alle ore
16:00
16 marzo . Al massimo ribasso di Riccardo Jacopino (in sala il regista) – ANTEPRIMA.
Replica il sabato seguente alle ore 16:00

SEZIONE SUDESTIVAL in CORTO
Cinema Vittoria, Monopoli, ore 20:45
Suenos Americanos di Josue Oropeza ‐ 28 gennaio
New neighbors di E.G. Bailey ‐ 2 febbraio
Peace please di Tina Lagler & Blaž Miklič ‐ 9 febbraio
Bunkers di Anne‐Claire Adet ‐ 16 febbraio
A new home di Ziga Virc ‐ 23 febbraio
Les miserables di Ladj Ly ‐ 2 marzo
No jungle! di Carmen Menéndez ‐ 9 marzo
Fantassut di Federico Foglia ‐ 16 marzo

SEZIONE LEZIONI DI CINEMA
Lezione con Maurizio Sciarra‐ Effetto Notte – 26 gennaio, cinema Vittoria, Monopoli
Lezione con Alessandro Rak ‐ L’arte della felicità ‐ 23 febbraio, cinema Norba, Conversano
Lezione con Marco Spoletini ‐ Il racconto dei racconti ‐ 9 marzo, cinema Vittoria, Monopoli
Lezione con Salvatore De Mola ‐ La stoffa dei sogni ‐ 16 marzo, cinema Norba, Conversano

SEZIONE DOCUMENTARI ‐ GLI INCONTRI DEL SUDESTIVAL
Biblioteca Rendella, Monopoli, ore 18:00
Incontro con Alberto Crespi ‐ Storia d’Italia in 15 film ‐ 27 gennaio
Incontro con Francesco Conversano ‐ Sono morto che ero bambino. Francesco Guccini va
ad Auschwitz ‐ 3 febbraio
Incontro con Gianmarco Tognazzi – Ritratto di mio padre ‐ 10 febbraio
Incontro con Alessandro Maria Buonomo ‐ Sono Guido e non Guido ‐ 17 febbraio
Incontro con Valerio Jalongo ‐ Il senso della bellezza ‐ 24 febbraio
Incontro con Gianfranco Pannone ‐ Lascia stare i santi ‐ 3 marzo
Incontro con Francesco Patierno ‐ Naples ’44 ‐ 10 marzo

SEZIONE SUDESTIVAL IN FOOD
Chiesa di San Pietro e Paolo, Monopoli, ore 21:00
La Capitanata ‐ Esposizione e degustazione di prodotti agroalimentari e laboratorio didattico
“Le erbe spontanee commestibili” ‐ 17 febbraio
La Murgia ‐ Esposizione e degustazione di prodotti agroalimentari e laboratorio didattico
“I formaggi di latte 4.0” ‐ 24 febbraio
La Valle d’Itria ‐ Esposizione e degustazione di prodotti agroalimentari e laboratorio
didattico “La birra artigianale ‐ 3 marzo
Il Salento ‐ Esposizione e degustazione di prodotti agroalimentari e laboratorio didattico
“Cotture col vincotto” ‐ 10 marzo

SERATA PREMIAZIONI
17 marzo ‐ Cinema Teatro Auditorium “Radar” , ore 21:00
Premiazioni dei film vincitori, alla presenza dell’intera giuria nazionale e di tutti gli autori.
Ospite d’onore Rocco Papaleo. Proiezione di Basilicata coast to coast, a cui seguirà l’incontro
dell’autore‐attore con il pubblico.

FILM IN CONCORSO

– FINCHE’ C’E’ PROSECCO C’E’ SPERANZA di Antonio Padovan, Italia 2017, 101’
Produzione: K+
Distribuzione: Parthénos
Nel cast: Giuseppe Battiston, Teco Celio, Liz Solari, Roberto Citran, Silvia D’Amico
Campagna veneta. Il conte Desiderio Ancillotto, grande vignaiolo, pare essersi tolto la vita.
Trattasi di omicidio o suicidio? Un caso apparentemente impossibile da risolvere per il neoispettore
Stucky, impacciato ma pieno di talento, che dovrà fare i conti con le proprie paure e
un passato ingombrante per risolvere il caso. Tra filari e bollicine, l’ispettore si dovrà
confrontare con bottai, osti e confraternite di saggi bevitori, e realizzerà ben presto che la
soluzione del mistero passa attraverso il modo di vedere la vita, e la vite, del conte Ancilotto e
che nella sua cantina, tra vetro e sughero, alcol e lieviti addormentati, c’è un mondo che non
vuole scomparire ma, al contrario, rivendica un futuro.
Domenica 28 gennaio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00 ‐ OPERA PRIMA

FESTIVAL
2017 ‐ Festa del Cinema di Roma ‐ Alice nella città

IL REGISTA – Antonio Padovan
Antonio Padovan nasce a Vittorio Veneto e cresce in provincia di Treviso. Nel 2007, a
vent’anni, si trasferisce a New York dove frequenta la New York Film Academy e inizia la
propria carriera nel mondo del cinema e della pubblicità. Nel 2013 scrive e dirige Jack Attack,
cortometraggio horror, invitato a più di cento festival di cinema nel mondo, grazie al quale
riceve decine di premi e riconoscimenti. Nel 2015 vince il “Premio Speciale Giotto” al Giffoni
Film Festival e lo stesso anno con Eveless, segmento thriller scritto e diretto per il film Galaxy
of Horrors, viene invitato a Festival di Cannes. Nel 2016 torna in Italia per girare il suo primo
lungometraggio Finché c’è prosecco c’è speranza.

– NOVE LUNE E MEZZA di Michela Andreozzi, Italia 2017, 100’
Produzione: Paco Cinematografica, Neoart Producciones
Distribuzione: Vision Distribution
Nel cast: Claudia Gerini, Lillo Petrolo, Giorgio Pasotti, Michela Andreozzi
Due donne di oggi, due sorelle, entrambe sulla quarantina, tanto unite quanto diverse. Livia è
una violoncellista bella e sfrontata, dall’anima rock. Modesta, detta Tina, è un timido vigile
urbano che ha messo da parte la laurea per il posto fisso. Livia convive con Fabio, un
osteopata dolce e carismatico; Tina con Gianni, un collega ordinario e intollerante. Livia
difende da sempre la sua posizione di donna che non desidera avere figli, mentre Tina tenta
da anni di restare incinta, senza risultato. Quando Tina, dopo tanti tentativi inizia a perdere la
testa, Livia decide di portare avanti una gravidanza per lei. Questi nove mesi saranno un
susseguirsi di situazioni paradossali e incontri folgoranti, che porteranno Tina e Livia a
scontrarsi, poi comprendersi e infine cambiare, per ritrovarsi sempre più unite.
Venerdì 2 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00 ‐ OPERA PRIMA

LA REGISTA – Michela Andreozzi
Conduttrice radiofonica, commediografa e attrice italiana. Esordisce alla regia con DUGU –
Dietro un grande uomo, interpretato con Luca Argentero, che vince numerosi premi. Nove lune
e mezza è il suo primo lungometraggio.

– FALCHI di Toni D’Angelo, Italia 2017, 97’
Produzione: Minerva Pictures Figli del Bronx con Rai Cinema
Distribuzione: Koch Media
Nel cast: Fortunato Cerlino, Michele Riondino, Pippo Delbono, Stefania Sandrelli
Napoli, la città delle mille contraddizioni. Peppe e Francesco sono due Falchi, poliziotti della
sezione speciale della Squadra Mobile di Napoli. In sella alla loro moto, portano la legge tra i
vicoli più malfamati della città, usando spesso metodi poco convenzionali. La loro vita, già
ricca di tensione, viene sconvolta da una tragedia personale e professionale. In preda allo
sconforto e assetati di vendetta, ingaggeranno una lotta senza esclusione di colpi contro una
potentissima e spietata organizzazione criminale cinese.
Venerdì 9 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00

FESTIVAL
2017 – Bari International Film Festival
2017 – Noir in Festival

IL REGISTA – Toni D’Angelo
Regista. Figlio del cantautore, attore e regista italiano Nino D’Angelo, si laurea al D.A.M.S. con
una tesi sul cinema di Abel Ferrara. Inizia la sua carriera cinematografica proprio con il
regista italoamericano, per il quale lavora come assistente alla regia, e con il quale scrive il
soggetto (mai realizzato in forma di film) Morire a Napoli.
Dopo diverse esperienze sul set, dirige il suo primo cortometraggio, Bukowski, Casoria,
liberamente ispirato a un racconto di Charles Bukowski. Nel 2007 realizza il suo primo
lungometraggio Una notte e viene candidato come Niglior Regista Esordiente ai David di
Donatello. Il documentario Poeti (2009) viene selezionato alla 66° Mostra Internazionale del
Cinema di Venezia in concorso nella sezione Controcampo e nel 2012 torna alla narrazione
con L’innocenza di Clara, unico film italiano al MWFF World di Montreal e al Courmayeur Noir
in Festival. L’ultimo film girato da D’Angelo è Filmstudio, Mon Amour, presentato al Festival di
Roma e vincitore del Nastro d’Argento per il Miglior Documentario.

– THE HABIT OF BEAUTY di Mirko Pincelli, Italia 2016, 89’
Produzione: Habit of Beauty Film, The, Orisa Produzioni – Rai Cinema
Distribuzione: EuroPictures
Nel cast: Francesca Neri, Vincenzo Amato
Elena ed Ernesto sono una coppia lacerata dalla tragica morte del figlio Carlo. Tre anni dopo
l’incidente Ernesto, fotografo di moda, che tiene dei corsi in carcere, incontra Ian, giovane
problematico che prende come suo assistente. La scoperta di una malattia terminale, spinge
Ernesto a contattare l’ex moglie per organizzare un’ultima mostra fotografica con le sue opere
migliori. Col passare del tempo tra i tre si crea una sorta di equilibrio familiare ed Ernesto ed
Elena capiscono che, aiutare Ian ad uscire dalla sua vita difficile, è l’unico modo per superare
l’immenso dolore per la perdita del loro figlio.
Venerdì 16 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00 – OPERA PRIMA

FESTIVAL
2016 ‐ BFI London Screening Breakthrough
2016 ‐ Montreal Film Festival
2016 ‐ Raindance Film Festival
2016 ‐ Braunschweig International Film Festival
2016 ‐ Festa del Cinema di Roma ‐ Alice Nella Città
2016 ‐ Trento Film Festival

IL REGISTA – Mirko Pincelli
Regista cinematografico e documentaristico con una profonda esperienza in campo
fotografico e fotogiornalistico, ha diretto documentari, web‐series, cortometraggi, spot
pubblicitari e video musicali nel Regno Unito, in Europa e negli USA. Il suo primo
documentario Uspomene 677 (2011), sulla Bosnia di oggi, è stato presentato al Raindance Film
Festival, nominato come migliore Opera Micro‐ budget e venduto in numerosi paesi del
mondo. Del 2012 sono My words and I e Conversations with Fishermen, documentario sul tema
della globalizzazione, girato nell’Isola Croata di Hvar.

– GATTA CENERENTOLA di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario
Sansone, Italia 2017, 86’
Produzione: Mad Entertainment con Rai Cinema
Distribuzione: Videa
Con le voci di: Maria Pia Calzone, Alessandro Gassmann e Renato Carpentieri
Mia è cresciuta all’interno della Megaride, un’enorme nave ferma nel porto di Napoli, di cui il
padre, Vittorio Basile, ne era l’armatore. La piccola, dopo la morte del padre, vive all’ombra
della matrigna e delle perfide sorellastre, che le hanno affibbiato il crudele soprannome di
Gatta Cenerentola.
Il sogno si Vittorio era quello di trasformare Napoli in una virtuosa città della scienza, sogno
che sta per essere spezzato da Salvatore Lo Giusto, detto O’ Re, un ambizioso trafficante di
droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità, dell’ignara Mia, per fare del porto di
Napoli una capitale del riciclaggio.
Venerdì 23 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00

FESTIVAL
2017 – Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia – Concorso
Orizzonti

– LOVERS di Matteo Vicino, Italia 2017, 102’
Produzione: Showbiz Movies
Nel cast: Primo Reggiani, Margherita Mannino, Ivano Marescotti, Antonietta Bello, Luca
Nucera
Il film affronta in maniera simmetrica quattro storie che coinvolgono gli stessi cinque
protagonisti in ruoli diversi, chiusi in una spirale. In questo cerchio concentrico di vite che si
ripete all’infinito ha luogo “lovers”, un film in cui amore, commedia, dubbio, sospetto e
omicidio rappresentano le costanti della storia.
Venerdì 2 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00 – ANTEPRIMA

FESTIVAL
2017 ‐ Festival Internazionale di Lisbona come miglior – Miglior Film
2017 ‐ Crystal Palace London International Film Festival – Miglior Film
2017 ‐ Fort Lauderdale International Film Festival – Premio alla Regia

IL REGISTA – Matteo Vicino
Matteo Vicino è un regista bolognese classe 1972. In suo primo film Young Europe (2011), da
lui scritto, diretto e montato, è stato presentato in esclusiva al Parlamento Europeo nel
novembre 2012. Premio per la “Miglior Regia” al Milano International Film Festival è stato
scelto quale evento speciale al Giffoni Film Festival 2012 e alla 70° edizione della Mostra
d’Arte Cinematografica di Venezia. È del 2012 Outing ‐ Fidanzati per Sbaglio, che ottiene un
eccellente riscontro di pubblico e critica.

– L’ASSOLUTO PRESENTE di Fabio Martina, Italia 2017, 82’
Produzione: Circonvalla Film
Distribuzione: Lo Scrittoio
Nel cast: Yuri Casagrande, Gil Giuliani, Claudia Veronesi
Il film, ambientato e girato a Milano ai giorni nostri, è la storia di tre ragazzi sui vent’anni,
Cosimo, Riccardino e Giovanni. A bordo di un Suv percorrono le strade deserte del centro
città. All’improvviso fermano l’autovettura in prossimità di un parco, scendono e
aggrediscono un passante, apparentemente sconosciuto, in cui si sono casualmente imbattuti.
Venerdì 9 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00 – ANTEPRIMA

FESTIVAL
2017 ‐ Piccolo Grande Cinema

IL REGISTA – Fabio Martina
Fabio Martina, autore e regista di documentari e film, firma e produce audiovisivi nella Milano
vibrante dei primi anni 2000. Iscritto all’associazione 100 autori, ha trattato nei suoi lavori
temi sociali, etici e filosofici che mettono in discussione i clichè e gli stereotipi della società
contemporanea, lavori che hanno trovato larga diffusione in festival nazionali e internazionali,
ottenendo successi di pubblico e di critica. È del 2003 la sua opera prima, Clochard si nasce ‐
premiato al Filmmaker Festival; del 2006 A due calci dal paradiso ‐ Premio Opera Prima alla
24ª edizione di Sport Movies & Tv / Milano International FICTS Fest, Menzione d’onore; a
metà tra rappresentazione del reale e rielaborazione poetica è infine il piccolo documentario
Che cos’è l’amore (2015 ) ‐ in concorso al Festival du Film Italien de Villerupt. Insegna cinema
all’Università Statale di Milano e linguaggio televisivo alla Scuola del Cinema di Milano.
L’assoluto presente è il suo secondo film di fiction.

– AL MASSIMO RIBASSO di Riccardo Jacopino, Italia 2017, 100’
Produzione: Cooperativa Arcobaleno
Nel cast: Matteo Carlomagno, Viola Sartoretto
Diego ha un segreto, che lo segna come una maledizione, un strana dote che lo rende diverso
dagli altri, che lui rifiuta ma che sfrutta per il suo lavoro. Carpisce segreti industriali grazie ai
quali aziende mafiose vincono gare di appalto pubbliche. E’ il sottobosco degli intrecci tra
corruzione e malavita. Diego lavora con i carnefici, ma vive in mezzo alle vittime. Un giorno si
innamora di una donna in lotta per ricostruirsi una vita. Le loro strade si intrecciano e lui sarà
costretto a scegliere.
Venerdì 16 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 18.00 e 21:00

FESTIVAL
2017 – Torino Film Festival – Festa Mobile

IL REGISTA – Riccardo Jacopino
Riccardo Iacopino è al terzo lungometraggio dopo 40% ‐ Le mani libere del destino (2010), e
Noi, Zagor (2013), docu–film realizzato con la collaborazione della casa editrice Sergio Bonelli,
entrambi prodotti da Arcobaleno e distribuiti da Microcinema. E’ autore e produttore di
documentari e ha collaborato con Rai, Telepiù/Canal Plus, Planet e altre emittenti nazionali ed
internazionali.

SUDESTIVAL in CORTO
Migranti Film Festival
“Il Migranti Film Festival, organizzato dall’Università di Scienze Gastronomiche, è
un progetto culturale che pone attenzione ai fenomeni migratori e alla
costruzione di una comunità inclusiva. Uno degli obiettivi del festival è creare
collegamenti tra le differenti radici, identità, culture, comunità, persone ed è così
che inizia a Monopoli il progetto di costruire un ponte tra il Migranti Film
Festival e il Sudestival, costruendo cinematograficamente, come parola chiave
dei rispettivi ambiti di interesse, la strada delle voci in viaggio.
Ci occuperemo quindi della sezione cortometraggi del Sudestival e sanciremo la
reciproca collaborazione scegliendo il film del Sudestival che meglio saprà
rappresentare la strada delle voci in viaggio, il quale verrà proiettato a Pollenzo
durante il Migranti Film Festival a Giugno.
Nasce quindi un legame che porterà confronti costruttivi e riflessioni concrete
attraverso un collage dinamico di storie, di immagini e di sentimenti.”
Dario Leone
Direttore Migranti Film Festival

– SUENOS AMERICANOS di Josue Oropeza, Messico, 4’
Un pezzo d’atmosfera che mette in risalto la vita dei bambini che strisciano nel
porto di San Ysidro ‐ coloro che sognano di attraversare il confine negli Stati
Uniti per vivere il sogno americano.
Venerdì 26 gennaio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– NEW NEIGHBORS di E.G. Bailey, Usa 2016, 9′
New Neighbors è una storia di una madre afroamericana che, con i suoi due figli,
si trasferisce in un nuovo quartiere a maggioranza bianca. Qui deve affrontare
tutta una serie di problemi e discriminazioni a causa dei pregiudizi nei loro
confronti, cercando di garantire la sicurezza della sua famiglia.
Venerdì 2 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– PEACE. PLEASE. di Tina Lagler & Blaž Miklič, Slovenia 2016, 7′
Nascosti dagli occhi del pubblico, più di 1200 uomini vivono nelle grandi sale
dell’antica stazione ferroviaria di Belgrado, in Serbia. La maggior parte di essi
viene dal Pakistan e dall’Afghanistan ed è fuggita a causa di problemi politici o
semplicemente per cercare una vita migliore. Il film ci immerge nella loro vita a
Belgrado nel bel mezzo di un terribile inverno: la loro lotta contro il freddo, la
neve e circostanze sfortunate, pur cercando di mantenere il buonumore. Sono
uomini e ragazzi coraggiosi, che hanno lasciato alle proprie spalle la vecchia vita,
la famiglia, gli affetti.
Venerdì 9 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– BUNKERS di Anne‐Claire Adet, Svizzera 2016, 14′
Un’immersione sensoriale e in prima persona nell’esperienza soffocante di un
rifugio sotterraneo in Svizzera risalente alla seconda guerra mondiale, nel quale,
a decine di metri di profondità, vengono oggi rinchiusi i richiedenti asilo. Il film
invita lo spettatore a vivere l’angoscia di uno di loro, Mohammad, che rievoca la
sua esperienza di vita sotterranea.
Venerdì 16 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– A NEW HOME di Ziga Virc, Slovenia 2016, 14′
Qual è il pericolo più grave che l’Europa deve affrontare: la crisi sui suoi confini o
la sua stessa paranoia, la paura? La protagonista, guidando per andare a lavoro,
passa attraverso la tendopoli di rifugiati nel parco. Non ha intenzione di fare loro
del male, né loro hanno intenzione di farlo a lei. Allora perché, quando le loro
strade si incrociano, le cose finiscono per prendere una brutta piega?
Venerdì 23 febbraio, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– LES MISERABLES di Ladj Ly, Francia 2017, 15′
Le tensioni tra giovani e polizia nei quartieri periferici delle città francesi. Una
particolare una forma di impunità: gli abusi della polizia.
Venerdì 2 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– NO JUNGLE! di Carmen Menéndez, Spagna 2016, 16′
Attraverso le storie di alcuni rifugiati siriani accampati a Calais, non lontano dalla
“Giungla”, l’autrice fa luce sia sulla speranza di giungere in Inghilterra sia sulla
continua violazione dei diritti umani perpetuata in questi luoghi.
Venerdì 9 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45

– FANTASSUT di Federico Foglia, Italia, 15’
Girato nel campo rifugiati di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia. Circa
12,000 rifugiati dalla Siria, Iran, Iraq, Pakistan, Afganistan ed altre nazioni hanno
vissuto per mesi in condizioni disumane sperando nella riapertura delle
frontiere e di poter continuare il loro viaggio attraverso i Balcani.
Venerdì 16 marzo, cinema Vittoria di Monopoli, ore 20:45