A Bari vecchia, visita guidata e benedizione degli animali domestici per la festa di Sant’Antonio Abate

In il

Il circolo Acli Dalfino organizza per giovedì 17 gennaio, festività di Sant’ Antonio Abate, una specifica visita guidata in compagnia degli animali domestici come cani, gatti, pesciolini, uccellini e dei campanelli di Sant’Antonio Abate. Tutti in piazza Cattedrale giovedì 17 gennaio 2019 alle ore 18:15 ed insieme alle ore 18:30 percorrendo vicoli e corti di Bari Vecchia si farà sosta in piazza Mercantile dove sarà narrata tutta la storia di Sant’Antonio Abate e della sua festa, infine si raggiungerà la Chiesa di Sant’Anna dove sul Sagrato ci sarà la benedizione degli animali.

Info: 0805210355


Festa delle Fanove a Palo del Colle

In il

fanove palo del colle

Le strade di Palo del Colle (Bari), il giorno 17 gennaio, s’illuminano con la festa delle Fanove.
Questa festa segna l’inizio del carnevale e coincide con la festa di Sant’Antonio Abate, il protettore degli animali domestici ed invocato contro ogni pericolo di fuoco.
La tradizione dice che, la sera prima dei falò, i palesi debbano raccogliere i legumi chiamati in dialetto “knniadd” per ottenere un lessato gustoso.
Le signore durante la notte hanno il compito di cucinarli dentro a pentoloni grandissimi e poi offrirli alla gente, che li consuma proprio attorno al fuoco.
Ad aprire la serata la tradizionale benedizione degli animali, a seguire le accensioni dei falò. E’ un’atmosfera magica: i falò, un piatto di knniadd, taralli, frittelle, bruschette condite con il nostro olio extravergine di oliva e un buon bicchiere di vino.


A Noicattaro, benedizione degli animali per la festa di Sant’Antonio Abate

In il

benedizione degli animali noicattaro 2019

Benedizione degli animali in occasione della ricorrenza della festa di Sant’Antonio Abate a Noicattaro (Bari).

Giovedì 17 gennaio
ore 18.00 raduno in piazza Umberto
ore 18.30 benedizione del parroco don Vito Campanelli

Il Comune e gli enti organizzatori declinano ogni responsabilità di eventuali danni causati a cose e persone dai propri amici a quattro zampe… per tanto a carico dei proprietari.

La Cittadinanza è invitata!


A Rutigliano, la 31ª Fiera del Fischietto in Terracotta e Festa di Sant’Antonio Abate

In il

Fiera del Fischietto 2019 rutigliano Festa di Sant Antonio Abate

Come ogni anno, a Rutigliano (Ba) la seconda metà di Gennaio è interamente dedicata alla celebrazione dei Fischietti di Terracotta: variopinti manufatti sibilanti d’argilla realizzati dagli abili artigiani locali che riproducono in svariate forme il “Gallo” e noti personaggi locali, della politica, dello spettacolo e dello sport, tutti raffigurati in pose caricaturali. Opere d’arte celebrate con una singolare Fiera e un Concorso Nazionale che ogni anno seducono migliaia di turisti provenienti da tutta Italia.
Una produzione artigianale, le cui origini si perdono nel tempo, dai molteplici significati che si snodano tra sacro, profano e antica tradizione figulina.
Tra le rappresentazioni più diffuse vi è il “Gallo”, indiscusso protagonista nella Festa di Sant’Antonio Abate.
Per antica e radicata usanza, infatti, qui gli uomini di tutte le età donano alle proprie donne il gallo-fischietto come dichiarazione d’amore.
Ma il 17 Gennaio è anche l’inizio del Carnevale: gli artigiani rutiglianesi della terracotta ne approfittano per schernire le personalità più in vista della città e, per estensione, della politica nazionale, dello sport, della televisione; personaggi riprodotti in furbesche e ironiche terrecotte sonore.

Festa di Sant’Antonio Abate – Fiera del Fischietto in Terracotta
31° Concorso Nazionale «Città di Rutigliano»

PROGRAMMA

DOMENICA 13 GENNAIO
Ore 18.30 – Museo Civico del Fischietto in Terracotta “Domenico Divella”
Cerimonia di Inaugurazione Mostra
31° Concorso Nazionale “Città di Rutigliano”
Animazione del gruppo U’SCIARABALL

GIOVEDÌ 17 GENNAIO
Dalle ore 8 alle ore 22 – Pineta Comunale:
Festa di Sant’Antonio Abate
Fiera del Fischietto di Terracotta
Stand di fischietti e gastronomia tipica
Animazione itinerante del gruppo
U’SCIARABALL
Ore 16 – Sagrato Chiesa di San Domenico:
Tradizionale Benedizione degli animali
Ore 19 – Museo del Fischietto in Terracotta “Domenico Divella”
Frakasso Blog e Room 70018 presentano
«LA JOSA: STORIE SU TELA»
Presentazione della tela “LA FUGA” dell’artista VITO MOCCIA
a cura del giornalista GIANLUCA GIUGNO
e di CLARA GELAO, già direttrice della Pinacoteca Metropolitana di Bari
Ore 20 – Largo Domenico Divella:
Lancio di palloni aerostatici
Ore 21 – Chiostro di Palazzo San Domenico
«LA JOSA: LIVE IN THE CELL»
Live e streaming di band e dj set
a cura di Frakasso Blog e Room 70018

Museo del Fischietto in Terracotta
Ingresso libero
dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 23
Voto popolare per l’assegnazione del premio speciale
“Fischietto Popolare 2019”
dalle ore 9,30 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 22.30

SABATO 19 GENNAIO
Dalle ore 17 alle ore 22 – Borgo Antico
Fiera del Fischietto e dell’Artigianato in Terracotta Rutiglianese
Artisti di Strada, Gastronomia tipica
Animazione itinerante del gruppo U’SCIARABALL
Museo del Fischietto in Terracotta – Palazzo San Domenico
Ingresso libero dalle ore 17 alle ore 22
Ore 18.30:
Cerimonia di Premiazione
31° Concorso Nazionale “Città di Rutigliano”
Dalle 20 – Piazza XX Settembre
MAI FUORI LUOGO
Live di band e djset a cura di Auser Rutigliano
Dalle ore 19 – Piazza Colamussi
Concerto del gruppo folk
STORIE DEL VECCHIO SUD

DOMENICA 20 GENNAIO
Dalle ore 9 alle ore 22 – Borgo Antico
Fiera del Fischietto e dell’Artigianato in Terracotta Rutiglianese
Artisti di Strada, Gastronomia tipica
Animazione itinerante del gruppo U’SCIARABALL
Ore 10 – Piazza XX Settembre
Gran Concerto Bandistico
«CITTÀ DI RUTIGLIANO»
Diretto dal M° Gaetano Cellamara
Ore 12 – Borgo Antico
Parata delle delegazioni partecipanti al
13° Torneo Nazionale di Minibasket «Fischietto in Terracotta»
Dalle ore 18:
Concerto itinerante della Banda FARE MUSICA
Dalle ore 19 – Piazza Colamussi
«LA JOSA: ROCK UNDER THE CLOCK»
Live e streaming di band e dj set
a cura di Frakasso Blog e Room 70018
Museo del Fischietto in Terracotta – Palazzo San Domenico
Ingresso libero dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 22

*******************

ALTRI EVENTI

DAL 12 AL 20 GENNAIO
Museo Archeologico
Mostra d’Arte a cura dell’Associazione Contaminazioni d’Arte

SABATO 19 E DOMENICA 20 GENNAIO
Tensostatico Comunale
13° Torneo Nazionale Minibasket «Fischietto in Terracotta» a cura dell’Olympia Rutigliano

DOMENICA 20 GENNAIO
Dalle ore 8 alle ore 13
Raduno di cicloamatori
Evento sportivo non agonistico di mountain bike con percorso medio-impegnativo nel territorio di Rutigliano
a cura di Asd Energy Mtb Noicattaro-Rutigliano

17, 19 E 20 GENNAIO
* Visite guidate gratuite nei Musei e nei Monumenti della città
in collaborazione con Pro Loco, Archeoclub d’Italia,
Parrocchia Cuore Immacolato di Maria

* Laboratori didattici gratuiti di manipolazione dell’argilla a cura di Pro loco
Info e prenotazioni: tel. 320.9041603

*******************

Info:
Comune di Rutigliano – Ufficio Cultura e Turismo
Palazzo San Domenico – Via Leopoldo Tarantini, 28
Tel. 080.4767306
www.comune.rutigliano.ba.it – www.museodelfischietto.it


Sand’Andùne màsckere e sùne – Festa di Sant’Antonio Abate a Bitonto

In il

Un collettivo di associazioni con parrocchia e comitato di quartiere uniti per un’antica tradizione,quella legata alla festa di S.Antonio Abate protettore degli animali,conosciuto tradizionalmente come Sant’Antuono.Celebrazione della Santa Messa presieduta da don Ciccio Acquafredda parroco rettore della Cattedrale e a seguire tradizionale benedizione degli animali.Si invita tutta la cittadinanza a partecipare con ogni tipo di animale.
La festa di sant’Antuono segna l’inizio del carnevale perciò si dice “Sand’Andune màsckere e sùne” (Sant’Antonio maschere e suoni).
Nei pressi della chiesa ci sarà un mercatino d’artigianato e degustazioni riscaldati dal calore del fuoco.
Intrattenimento musicale e balli internazionali popolari a cura di Folkèmigra e altre associazioni.
Declamazioni di poesie a cura del Cenacolo dei Poeti.Durante la serata ci saranno letture da parte degli studenti di scuole superiori.
La cittadinanza è invitata a partecipare al fine di riprendere una tradizione che segnava l’inizio del carnevale e scandiva il calendario contadino dei nostri avi.


Fuochi di Sant’Antonio a Giovinazzo

In il

Sabato 20 e domenica 21 gennaio 2018 ritorna la festa per il Fuoco di Sant’Antonio a Giovinazzo.

In Piazza della Vittorio Emanuele II si assisterà all’accensione del grande falò tra eventi, musica, degustazioni.

I fuochi di Sant’Antonio Abate sono un tradizionale evento giovinazzese che si svolge la domenica successiva alla solennità di Sant’Antonio Abate (il 17 gennaio), appena dopo la conclusione delle festività natalizie.

La tradizione coinvolge gran parte del tessuto sociale della città (associazioni, parrocchie, cittadini) che si organizzano con l’accensione di falò (i cosiddetti fuochi) per le vie della città. Sono circa venti, infatti, i falò accesi nelle edizioni precedenti in tutta la città tra cui quello nella piazza principale, in cui si svolge il tradizionale concerto di musica folk.

Leggenda e storia si coniugano in questo evento che segna l’inizio del Carnevale. Da qui il detto giovinazzese “Sant’Antonio maschere e suoni”.

L’accensione dei falò è legata alla figura di Sant’Antonio Abate, eremita del II secolo, protettore degli animali domestici e legato al culto del fuoco.

I falò sono un’occasione importante per gustare i cibi della tradizione contadina: le olive e le fave che venivano cotte lentamente al calore del fuoco in contenitori di terracotta.

Quest’anno la tradizione si arricchisce di una importante novità. Sabato 20 gennaio ci sarà infatti una anteprima, legata all’attesa dell’accensione del fuoco.
Come da consuetudine domenica ci sarà la tradizionale accensione dei falò con esibizioni musicali e tante novità.
Non mancherà la presenza della delegazione di Guastalla (RE), comune gemellato con la città di Giovinazzo, con i suoi prodotti tipici.


Visita guidata a Bari vecchia in compagnia degli animali domestici per la festa di Sant’Antonio Abate

In il

Il circolo Acli Dalfino organizza per mercoledì 17 gennaio, festività di Sant’ Antonio Abate, una specifica visita guidata in compagnia degli animali domestici come cani, gatti, pesciolini, uccellini e dei campanelli di Sant’Antonio Abate. Tutti in piazza Cattedrale mercoledì 17 gennaio 2018 alle ore 18:30 ed insieme alle ore 18:45 percorrendo vicoli e corti di Bari Vecchia si farà sosta in piazza Mercantile dove sarà narrata tutta la storia di Sant’Antonio Abate e della sua festa, infine si raggiungerà la Chiesa di Sant’Anna dove sul Sagrato ci sarà la benedizione degli animali.

Partenza da Piazza Cattedrale mercoledì 17 gennaio alle ore 18:45

Info: 0805210355


Festa di Sant’Antonio Abate a Conversano

In il

Ogni anno a Conversano (BA) il 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate presso la parrocchia Sacro Cuore, nel quale esisteva un’antica chiesetta oggi scomparsa ma sostituita da una struttura nuova e più grande. A sera, dopo la tradizionale messa con la benedizione degli animali, i festeggiamenti civili con il tradizionale grandissimo falò, il piccolo luna park, la pesca di beneficenza, le specialità caserecce alimentari e l’estrazioni di premi.

Per l’edizione 2018 della festa gli eventi iniziano il 14 e terminano il 19 gennaio con il concerto dei PoohLive.

Informazioni:
Tel. 0804951228 Pro Loco
Tel. 0804955974 Parrocchia


Festa di Sant’Antonio Abate a Rutigliano

In il

Sant’Antonio Abate – Rutigliano 17 – 20 – 21 Gennaio 2018
Dire Rutigliano, significa dire argilla, grano, uva, figuli, storia, musei, fischietto in terracotta, arte.
In occasione del 17 gennaio, si celebra la festa liturgica di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali domestici. Completa la giornata anche la “Fiera del fischietto in terracotta Città di Rutigliano” che si svolge tutti gli anni il 17 gennaio e si ripropone nel fine settimana successivo, spostandosi nel centro storico.
La tela di Sant’Antonio Abate conservata nella cappella cinquecentesca edificata proprio sul ciglio della strada per Noicàttaro, fu trafugata nel 1994, ed è stata attribuita da Giovanni Boraccesi (restauratore di Beni culturali e storico di arte sacra) al pittore rutiglianese Silvio Molenis, attivo attorno al 1580-1597. L’opera si arricchiva di dieci quadretti, cinque per ogni lato, raffiguranti episodi della vita e delle tentazioni del santo anacoreta.
Lo staff di Palazzo Settanni effettuerà visite guidate al MuDias, mostrando agli Ospiti, oltre alle opere conservate nel museo, anche la sala affrescata dedicata alle opere di Silvio Molenis: la sua storia, le tele, le commesse in Puglia, i manoscritti.
Ingressi: Sabato 20 gennaio dalle 17.00 alle 20.30 (ultimo ingresso ore 20.00)
Domenica 21 gennaio dalle 10.00 alle 12.30 (ultimo ingresso ore 12.00)
Ticket: € 3,00.
Per info e prenotazioni : 0804761848
“Non so altrove, ma da noi il Carnevale cominciava a data fissa: il 17 Gennaio – Festa di Sant’Antonio Abate.
In questa ricorrenza, dopo lo sciamare lungo la strada per la vicina Rutigliano dei moltissimi Nojani di ogni ceto e d’ogni età e d’ambo i sessi, i quali solevano portarsi alla festicciola detta “di marange e di castagne du prevt”, tutt’intorno alla cappelluccia del santo dopo il ritorno non sempre a vuoto della devozione, almeno del “fischietto”, attaccato a speciali pupi di creta, in vendita sulle bancarelle dei figuli rutiglianesi.”
Così scriveva in un suo libro del 1961 Sebastiano Tagarelli (1900-1983), personalità di elevato spessore culturale di Noicattaro ma particolarmente legato alla città di Rutigliano che servì per molti anni in qualità di Ufficiale sanitario.


Fiera del Fischietto in Terracotta e Festa di Sant’Antonio Abate a Rutigliano

In il

Come ogni anno, a Rutigliano (Ba) la seconda metà di Gennaio è interamente dedicata alla celebrazione dei Fischietti di Terracotta: variopinti manufatti sibilanti d’argilla realizzati dagli abili artigiani locali che riproducono in svariate forme il “Gallo” e noti personaggi locali, della politica, dello spettacolo e dello sport, tutti raffigurati in pose caricaturali.Opere d’arte celebrate con una singolare Fiera e un Concorso Nazionale che ogni anno seducono migliaia di turisti provenienti da tutta Italia.
Una produzione artigianale, le cui origini si perdono nel tempo, dai molteplici significati che si snodano tra sacro, profano e antica tradizione figulina.
Tra le rappresentazioni più diffuse vi è il “Gallo”, indiscusso protagonista nella Festa di Sant’Antonio Abate.
Per antica e radicata usanza, infatti, qui gli uomini di tutte le età donano alle proprie donne il gallo-fischietto come dichiarazione d’amore.
Ma il 17 Gennaio è anche l’inizio del Carnevale: gli artigiani rutiglianesi della terracotta ne approfittano per schernire le personalità più in vista della città e, per estensione, della politica nazionale, dello sport, della televisione; personaggi riprodotti in furbesche e ironiche terrecotte sonore.

PROGRAMMA:

Domenica 14 gennaio
Inaugurazione a Palazzo San Domenico
30° Mostra Concorso Nazionale del Fischietto in Terracotta – ore 18:30
Mercoledì 17 gennaio
Largo Pineta – Festa Sant’Antonio Abate – ore 8:00/22:00
Benedizione degli Animali – ore 16:00
Sabato 20 e domenica 21 gennaio
Mostra dell’artigianato in terracotta nel centro storico
Informazioni e prenotazioni per visite guidate e/o laboratori 3209041603 – 0804767306. Esperte e certificate Guide Turistiche saranno ben liete di accogliervi e guidarvi tra i mille colori del nostro Museo e le bellezze del territorio Rutiglianese.