Festa della Donna: all’Ospedale Miulli visita ginecologica gratuita con focus sui fibromi uterini

In il

open day ginecologia miulli acquaviva festa della donna

In occasione della Festa della Donna, l’8 marzo la UOC di Ostetricia e Ginecologia del Miulli organizza un H-Open Day con focus sui fibromi uterini in collaborazione con ONDA (Osservatorio per la Salute della Donna).

Nei locali dell’Ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia sarà possibile eseguire una visita ginecologica ed, eventualmente, una ecografia transvaginale nell’ambito di un percorso di prevenzione e di informazione sulla patologia della fibromatosi uterina.

Dal 12 febbraio si potrà chiamare il numero: 0803055144 dalle ore 08.30 alle ore 13.30 per poter prenotare la visita; saranno previste 40 prenotazioni.

Onda, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, coinvolge gli ospedali con i Bollini rosa per offrire servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi alla popolazione femminile (consulenze e colloqui, esami strumentali, conferenze, info point e distribuzione di materiali informativi). L’obiettivo di questa iniziativa è promuovere l’attenzione in ambito ginecologico in particolare verso i bromi uterini che rappresentano una delle patologie ginecologiche benigne più diffuse, con una stima di circa 3 milioni di donne nel nostro Paese. In circa la metà dei casi i bromi uterini sono asintomatici mentre per il restante 50% sono responsabili di manifestazioni anche importanti che incidono negativamente sulla qualità della vita delle donne.


“Donne in Festa” all’Ospedale Miulli trattamenti estetici personalizzati gratuiti

In il

L’Associazione “Una rosa blu per Carmela” organizza, in occasione della ricorrenza dell’8 marzo, giornata dedicata alle donne, presso il day hospital oncologico dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti, un pomeriggio con Loredana Mancino estetista oncologica APEO.

“Con questo evento – dichiara la presidente dell’Associazione Rosa Giampetruzzi – vogliamo essere vicine a tutte le donne che sono colpite duramente al cuore della femminilità e che ogni giorno combattono contro il cancro. La nostra Associazione rivolge un’attenzione tutta particolare alla cosmesi come elemento fondamentale per la tutela e l’esaltazione della femminilità, che mai deve essere sopraffatta dalla malattia. Con forza diciamo che dal cancro si può guarire”.

In occasione della ricorrenza dell’8 marzo, giornata dedicata alle donne, si può prenotare un trattamento estetico personalizzato e gratuito.

Per info:
Una rosa blu per Carmela
3392335367


Reactive

In il

reactive teatro traetta bitonto festa della donna

Giovedì 8 Marzo presso il teatro comunale Tommaso Traetta – Bitonto attoREmatto porta in scena Reactive spettacolo musico-teatrale prodotto da VS ARTLAB (Associazione Culturale).
Il progetto nasce dall’esigenza di raccontare cinque storie; storie di donne che la vita ha voluto, per un tempo della propria esistenza, vittima indifesa della storia, di un incidente, della malattia, della violenza e del pregiudizio. Donne che hanno reagito, consegnando alle generazioni future, tracce di quel dolore con grande dignità artistica trasformandolo in opera.
Il fil rouge di Reactive, da Ipazia, Artemsia Gentileschi, Frida Kahlo, Eva Fahidi a Alda Merini, attraversa la storia dal 300 d.C. Al 2009, passando dall’olocausto della longeva Eva Fahidi. Un discorso sonoro eseguito dal vivo, in cui si mescolano cinque monologhi inediti. Le cinque storie non vogliono essere rievocazione e nemmeno commiserazione, ma intendono fornire una nuova chiave di lettura e riflessione del fenomeno violenza sulle donne. La pièce pone l’accento sull’altra faccia della medaglia: la reazione, o meglio la trasformazione del dolore in espressione artistica; quella che consente un passaggio di consegne alle generazioni future. Ecco, che Ipazia consegna la violenza della persecuzione cristiana attraverso la sua verità, così come Artemisia consegna la violenza sessuale attraverso la sua pittura nella descrizione della celebre opera
“Giuditta che decapita Oloferne”; Frida Kahlo la sua pittura e le sue parole; come Alda Merini, la violenza dei manicomi, attraverso la suo “diario di una diversa” e la dolcissima Eva Fahidi consegna il dolore dell’olocausto attraverso la sua danza.
Reactive è un’opera inedita nata dalla sinergia di autori e musicisti: la direzione e l’esecuzione della parte musicale a Savino Valerio e Rosita Cannito; I testi sono stati affidati alla penna di Maria Donata Acquaviva e Francesco Paolo Bonasia; in scena la compagnia “attoREmatto” con Claudia Zema (Alda Merini), Marzia Colucci (Frida Kahlo), Eva Coviello (Eva Fahidi), Beatrice Liso (Ipazia), Francesca Pia Murgolo (Artemisia Gentileschi), regia Cecilia Maggio.

Info: 3465869398


Festa della Donna: al Policlinico visita ginecologica gratuita con focus sui fibromi uterini

In il

open day onda policlinico bari 2018

Anche il Policlinico di Bari aderisce all’iniziativa promossa da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, con il patrocinio della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, per offrire servizi gratuiti di prevenzione, diagnosi e cura in ginecologia con focus speciale sui fibromi uterini l’8 marzo 2018 in occasione della Festa della Donna. Si tratta di un (H) Open day dedicato alla ginecologia: gli ospedali del nuovo network Bollini Rosa – premiati a Roma lo scorso dicembre, tra cui anche il Policlinico di Bari, e aderenti al progetto – offriranno gratuitamente alla popolazione femminile servizi clinico-diagnostici e informativi come consulenze e colloqui, esami strumentali, conferenze, info point e distribuzione di materiali divulgativi.

Obiettivo della giornata sarà migliorare la consapevolezza e il livello di attenzione delle donne in ambito ginecologico e in particolare verso i fibromi uterini, tra le patologie ginecologiche benigne più diffuse che colpisce circa 3 milioni di donne nel nostro Paese. Spesso sono diagnosticati nel corso di controlli di routine e in circa la metà dei casi sono asintomatici. Nel restante 50% dei casi sono però responsabili di manifestazioni anche importanti che incidono negativamente sulla qualità della vita delle donne.

In occasione dell’(H)-Open day sarà distribuita una pubblicazione dedicata proprio ai fibromi uterini, una breve guida per informarsi e capire cosa fare, già scaricabile gratuitamente dal sito di Onda (www.ondaosservatorio.it).

I servizi offerti dagli ospedali sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it dove è possibile visualizzare l’elenco dei centri aderenti con indicazioni su orari e modalità di prenotazione.

L’(H)-Open day è promosso da Onda col patrocinio della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) ed è reso possibile anche grazie al contributo incondizionato di Gedeon Richter.

Per info e prenotazioni al Policlinico chiamare telefonicamente il numero 080.5593189 dalle ore 12.00 alle ore 13.00 dal lunedì al venerdì a patire dal 26 febbraio 2018.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.bollinirosa.it o inviare una e-mail a eventi@bollinirosa.it

N.B. La prenotazione è obbligatoria.


Festa delle donne: l’8 marzo screening gratuito per l’osteoporosi a Bari e Conversano

In il

Festa-della-Donna-La-Giornata-della-prevenzione-femminile-Osteoporosi-2018

In occasione della Festa della Donna, per il 7° anno consecutivo, i tre ospedali baresi di GVM Care & Research – Anthea Hospital, Ospedale Santa Maria e Villa Lucia Hospital a Conversano – offrono la possibilità di effettuare uno screening gratuito per l’osteoporosi.

Giovedì 8 marzo, dalle 10:00 alle 18:00 sarà possibile sottoporsi a un esame non invasivo e di rapida esecuzione: l’ultrasonometria ossea quantitativa effettuata a livello del calcagno, esame che aiuta a valutare il rischio di fratture.

Questo screening di primo livello permette di valutare la salute ossea tramite una tecnica diagnostica altamente efficace per studiare l’invecchiamento dell’apparato scheletrico. L’apparecchiatura impiegata utilizza gli ultrasuoni e ne misura la velocità e la capacità di penetrazione attraverso l’osso. Combinando questi due dati si ottiene quello che viene chiamato T-score, un valore utile per definire il rischio di fratture osteoporotiche.

Un importante appuntamento dedicato alla prevenzione e alla diagnosi dell’osteoporosi, patologia che provoca fragilità ossea e aumenta il rischio di fratture anche per traumi lievi e colpisce maggiormente proprio il genere femminile: in Europa colpisce il 30% delle donne in menopausa.

L’osteoporosi è una patologia dello scheletro caratterizzata da una riduzione della massa ossea e dalla compromissione della micro architettura del tessuto. Il decorso è spesso senza sintomi e la diagnosi viene fatta solo quando si verifica una frattura da fragilità, cioè per un trauma che sarebbe insufficiente a procurare la frattura in un soggetto sano. Le fratture osteoporotiche si verificano con maggior frequenza in alcuni segmenti dello scheletro: vertebre, femore e radio.

La patologia può essere legata a più fattori, tra cui quelli genetici, età, sesso, etnia, ipogonadismo primario e secondario nel maschio, stile di vita e propensione alle cadute. Nello stile di vita, il ruolo fondamentale di una corretta alimentazione, sia per lo sviluppo dello scheletro sia per il mantenimento e la riduzione della perdita di massa ossea dopo la menopausa, inizia fin dall’infanzia: occorre assumere ogni giorno la giusta quantità di Calcio e vitamina D insieme ad una dieta bilanciata che contenga tutti i nutrienti essenziali. A ciò va accompagnata la regolare attività fisica. No al fumo, al consumo eccessivo di alcool, all’abuso di caffeina.

Oltre all’ultrasonometria ossea per la diagnosi dell’osteoporosi può essere necessario eseguire la MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata o Densitometria ossea) che misura il contenuto minerale osseo sulla scorta di parametri accreditati a livello internazionale. Anche in questo caso si tratta di un’indagine strumentale semplice e indolore che non richiede alcuna preparazione specifica.

L’iniziativa dell’8 marzo, in particolare, rientra nelle spirito etico di Anthea Hospital, Ospedale Santa Maria e Villa Lucia Hospital che ritengono fondamentale fornire il proprio contributo nell’ambito della prevenzione, punto cruciale per la correzione dei fattori di rischio modificabili con un corretto stile di vita.

Per informazioni sulle modalità dello screening gratuito questi sono i numeri da contattare:
Anthea Hospital +39 080 5644111 – Ospedale Santa Maria +39 080 5040111 – Villa Lucia Hospital +39 080 4080111


IO TI RISPETTO: il flashmob dei “ragazzi” del Liceo Salvemini contro la violenza sulle donne

In il

io ti rispetto flashmob festa della donna 8 marzo

Giovedì 8 marzo 2018, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, gli studenti del Liceo G. Salvemini di Bari hanno organizzato un flashmob che attraverso gli hashtag #iotirispetto #nonUNOdimeno #dallapartedelledonne chiama a raccolta tutti gli uomini per impegnarsi a promuovere culture di genere paritarie e democratiche.
Il luogo d’incontro è piazza Cesare Battisti. Qui troverete i ragazzi insieme ai loro docenti, ai loro padri, ai nonni o agli amici, per dire BASTA ad ogni tipo di violenza fisica e psicologica sulle donne, ad ogni sopruso personale o professionale, ad ogni incomprensione o stereotipo che ne possa limitare o offendere il valore e la loro intelligenza. Per confermare che la visione FEMMINILE è una ricchezza per la società presente e futura.
Ovviamente non sarà un raduno per “soli uomini”, ma un momento d’incontro utile a rafforzare il concetto che si deve lottare insieme, ed insieme si può cambiare una quotidianità molto spesso umiliante e atroce. Che noi uomini del #presente e del #futuro, non vogliamo.
L’invito ad esserci è rivolto a TUTTI quelli che la pensano come noi e a TUTTE coloro che hanno voglia di starci vicino in questo percorso che, lo ammettiamo, non è per nulla facile.
Per ogni informazione o dubbio, scriveteci qui, fateci domande, ma non mancate.
Vi aspettiamo.


8 Marzo al Museo: Ingresso gratuito per le donne in tutti i musei e luoghi della cultura statali

In il

8 marzo al museo gratis festa della donna

Ingresso gratuito per le donne in tutti i musei e luoghi della cultura statali.
La campagna social #8marzoalmuseo celebra il mondo femminile con una galleria di immagini di donne che hanno fatto la storia.

ENG: Free entry for women in all the Italian National Museums.
The social media campaign #8marzoalmuseo celebrates the world of women with a collection of images of women who made history.

Per l’elenco Musei e Luoghi della Cultura Clicca Qui

Per gli Appuntamenti Clicca Qui

Anche quest’anno per l’8 marzo tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente alle donne. Una giornata di festa che il Ministero dei Beni e delle Attività e del Turismo, guidato da Dario Franceschini, celebra, insieme alle aperture gratuite, con un’apposita campagna di comunicazione social e una galleria di donne eccezionali, la cui fama ha attraversato i secoli anche grazie all’arte e alla cultura.
Sante e prostitute, dee e popolane, intellettuali e artiste, attrici e martiri, scrittrici e poetesse, madri, madonne e rivoluzionarie: la campagna social del Mibact, in occasione dell’8 marzo, celebra il mondo femminile, attraverso le sue rappresentazioni più significative nell’arte, puntando i riflettori sulle vite delle donne che hanno fatto la storia. Oltre trenta locandine digitali – selezionate dagli storici dell’arte del principali Musei Italiani – animeranno infatti il profilo Instagram di @Museitaliani da oggi fino all’8 marzo, data in cui l’ingresso nei musei e nei luoghi della cultura statali sarà gratuito per tutte le donne, in tutta Italia. Dipinti, sculture, stampe, busti, reperti archeologici e ritratti che celebrano il “femminile” saranno dunque i protagonisti della campagna social: da Sofonisba Anguissola, una delle prime esponenti della pittura europea, ritrattista alla Corte di Filippo II di Spagna, a Ofelia, il personaggio shakespeariano e tragica eroina, che ha ispirato nei secoli pittori e poeti e che qui prende le forme della scultura in gesso di Arturo Martini conservata alla Pinacoteca di Brera, il busto di Madame de Stael, l’intellettuale liberale francese che ha animato i salotti letterari e fautrice del romanticismo europeo, e ancora il dipinto pompeiano di Saffo – conservato al Museo Archeologico Nazionale di Napoli – la poetessa greca che ha tradotto in versi l’erotismo femminile, Cleopatra ritratta da Giovan Francesco Guerrieri, la celeberrima regina seduttrice e amante appassionata, che secondo la versione classica di Plutarco, morì suicida con il morso di un serpente, e ancora, tra le tante altre protagoniste della galleria di immagini, Jane Burden Morris, modella, musa dei preraffaelliti e moglie dell’artista e architetto britannico William Morris, la scultura di Eleonora Duse – conservata a Palazzo Pitti – attrice amata dal pubblico e osannata dalla critica, e protagonista in vita dell’amore tormentato con il poeta Gabriele d’Annunzio, fino alle Tre Età della donna, il capolavoro dell’artista austriaco Gustav Klimt, simbolo delle tre fasi della vita femminile.
Anche per questa iniziativa l’invito rivolto ai visitatori è quello di una vera e propria caccia al tesoro digitale nei musei italiani, muniti di smartphone o macchina fotografica, alla ricerca di donne in dipinti, sculture, vasi figurati, arazzi e affreschi delle epoche e delle collezioni più disparate. Tutti possono condividere le proprie foto con l’hashtag #8marzoalmuseo e invadere i social con opere da tutta Italia, seguendo un filo rosso che unisce, nella bellezza, le straordinarie collezioni statali. Grande attesa di presenze e partecipazioni, anche per l’appuntamento con la domenica al museo che si rinnova il prossimo 5 marzo. La campagna è promossa su tutti i social network del Mibact e dei musei statali, ma ha il suo cuore nel profilo instagram @museitaliani, nato lo scorso agosto, in occasione delle Olimpiadi di Rio, per rilanciare le opere del patrimonio culturale italiano dedicate allo sport.

ENG: This year, as in the past, on International Women’s Day, all the National Museums will be open free for women. A joyous occasion, which the Ministry of Cultural Heritage and Activities and of Tourism, under its Minister Dario Franceschini, celebrates, along with the free openings, a social media campaign and a special collection of images. You will see exceptional women whose fame across the centuries is known owing to art and culture.
Also for this initiative, the visitors are invited to go on a digital treasure hunt in the Italian Museums. Using a smartphone or camera, everyone can find women in paintings, sculptures and the decorative arts from various periods and collections.
Share your images using the hashtag #8marzoalmuseo, thereby disseminating the beauty of Italian art.
Below are some images of a few of the artworks that you will find in the Italian Museums.

www.beniculturali.it


Sup Morning – “La pagaiata delle donne… e per le donne”

In il

8 marzo sup morning pagaiata donne

8 Marzo Sup Morning
”La pagaiata delle donne…..e per le donne”
e’ un evento che riunirà tutte le donne appassionate di Sup di Bari e del resto della Puglia.
Si pagaierà all’interno dei frangiflutti sul lungomare di Bari, partendo dalla spiaggia di Pane e Pomodoro fino ad arrivare al Barion.
Si farà una sosta sotto la ruota panoramica. L’appuntamento è alle ore 9.00 presso la PALESTRA OSTEOFIT Pane e Pomodoro con ingresso su
via Guarnieri,22.
Vi accoglieremo con una tisana e dopo esserci cambiati usufruendo degli spogliatoi della palestra ci dirigeremo verso la spiaggia di pane e pomodoro.
Chi è sprovvisto di attrezzatura puo’ prenotarla all’asd BIGEYE GRATUITAMENTE fino ad esaurimento.
Potrebbe essere un’ottima occasione anche per chi non è mai salito sul sup di provare.
In occasione di quest’evento GRATUITO vi faremo conoscere il nuovo corso attivato all’interno della
Struttura in collaborazione tra Asd Bigeye e Osteofit… una preparazione interna con la finalità di migliorare la coordinazione, l’equilibrio e la forza utile per poi praticare lo stand up paddle.
La partecipazione è gratuita.

Si richiede, solo, di indossare una muta e sulla muta qualcosa di colore giallo e infilare fra i capelli ramoscelli di mimosa.


“Profili di donne” al Castello Svevo

In il

profili di donne castello svevo bari

Imperdibile appuntamento quello di domani 8 marzo in occasione della Festa della Donna, a partire dalle ore 9.30 nella Sala Multimediale del castello Svevo di Bari .
Interverranno alcune docenti dell’Università degli Studi di Bari per scandagliare l’animo e far rivivere emblematici personaggi femminili dell’antichità, sia della storia che del mito, in un dinamico workshop dal titolo “Profili di donne”, organizzato dalla Associazione Italiana di Cultura Classica.
L’ingresso è gratuito su invito e fino ad esaurimento posti.


L’OTTO MARZO: Giornata teorica e pratica dedicata alla difesa della donna

In il

l otto marzo giornata difesa della donna rutigliano

GIOVEDÌ 8 MARZO
L’OTTO MARZO
GIORNATA TEORICA E PRATICA DEDICATA ALLA DIFESA DELLA DONNA

L’Asd Kimuchi Rutigliano organizza con gli Assessorati comunali alla Cultura e alle Politiche Sociali una Giornata teorica e pratica dedicata alla difesa della donna, in programma Giovedì 8 Marzo nella sua sede di via Due Pozzi n. 77.
Interverranno all’incontro, condotto dal giornalista Gianni Capotorto, il sindaco di Rutigliano Roberto Romagno, il presidente dell’Asd Kimuchi Graziano Gassi, l’assessore alle Politiche sociali Graziana Tagarelli, il comandante della Polizia Locale Francesco Vita, l’avvocato esperto in Diritto sportivo Michele Signorile, l’assistente sociale della «Rete dei centri antiviolenza SanFra» Cecilia Teofilo, l’esperto in strategie anti-aggressione Domenico De Giglio.
Parteciperà l’associazione Donne Inprimopiano con il video musicale «Mai più silenzi ma consapevolezze» e lettura di manoscritti di donne tratti dalla raccolta «Lo scrigno delle donne» di Tina Rutigliano.
Dimostrazione pratica di tecniche di difesa personale curata dai maestri Rosa Gassi (insegnante tecnico di Judo, Pancrazio Athlima, difesa personale), Vito Gassi (insegnante tecnico di Judo, Pancrazio Athlima, difesa personale), Giuseppe Santorsola (insegnante tecnico di Karate, Metodo Globale di Autodifesa, Pancrazio Athlima, difesa personale).

La partecipazione è libera.