“Bari ti racconto e canto” serate gratuite all’Anfiteatro della Pace di Japigia

In il

bari ti racconto e canto

Serate gratuite di divertimento all’insegna della baresità all’Anfiteatro della Pace di Japigia a Bari il 3 e 10 settembre 2020 promosse dal Gruppo Abeliano ed inserite nel progetto estivo Arene Culturali del Comune di Bari.

Vito Signorile cucinerà per noi il suo Ragù spettacolare alle 21.00, preceduto dalle 19.30 dai laboratori e le presentazioni di libri a cura del Gruppo Abeliano:

Come si recita una poesia. Laboratorio condotto da Vito Signorile – ore 19.30

La baresità, Workshop condotto da Davide Ceddìa – ore 20.00

Presentazione dei libri in dialetto barese: Pinòcchie – U Prengepìne – ore 20.30

Ragù, il più classico spettacolo della baresità di e con Vito Signorile – ore 21.00

Visita la pagina Facebook e il sito internet del Teatro Abeliano per tutti i dettagli, e ricorda di prenotarti da subito inviando una mail a
info@teatroabeliano.com


Alberobello Music Festival tra suoni e pinnacoli

In il

alberobello music festival

Alberobello Music Festival tra suoni e pinnacoli
27 e 28 agosto 2020
Largo Martellotta ore 21:00

Ecco i prossimi due imperdibili concerti nella splendida cornice di Alberobello.
Anch’essi gratuiti.
Necessaria la prenotazione, sino ad esaurimento posti.
Termine massimo: 24 agosto.

“CUSTODIAMO LA CULTURA” – Fondo speciale per Cultura e Patrimonio Culturale della Regione Puglia – Teatro Pubblico Pugliese.
Con il gentile Patrocinio del Comune di Alberobello – Capitale dei Trulli


A Noicattaro, OCULUS – Cinema in centro

In il

oculus cinema in centro

N.a.k.a. presenta o c u l u s – cinema in centro, una rassegna cinematografica di tre appuntamenti che si terranno in tre diversi luoghi del centro storico di Noicàttaro, la cui scelta è strettamente collegata ad uno degli obiettivi dell’associazione: la rigenerazione urbana e sociale del nostro Paese..

Il #centro storico risulta essere il meno vissuto e conosciuto, quasi vivesse inconsciamente in un angolo buio e ignoto della nostra memoria, identificato come un luogo importante dal punto di vista storico, artistico e sociale ma mai abbastanza apprezzato. Il nostro intento è dunque quello di aprire una crepa, di fornire una fonte di luce, un oculus appunto all’interno di questa penombra che possa fungere da finestra sul mondo.

PROGRAMMA:

Lunedì 24 agosto – via Madre Chiesa
Monsieur Lazhar – 2011, P. Falardeau
ore 20:00

Lunedì 31 agosto – Arco Fossato
La mia vita da zucchina – 2016, C. Barras
ore 20:00

Lunedì 7 settembre – via Console Positano
Samba – 2014, O. Nakache, E. Toledano
ore 20:00

EVENTO GRATUITO

PRENOTAZIONI E CONTATTI

I POSTI HANNO DISPONIBILITÀ LIMITATA!
in rispetto delle norme vigenti in merito al contenimento del contagio da covid-19, sarà possibile accedere alla visione dei film solo su prenotazione che avverrà tramite sms, whatsapp e chiamata ai seguenti contatti:

3425407208 (Maurizio)
3461882272 (Annarita)

Ulteriori informazioni info@associazionenaka.it


“LIFE IN COLOR” nella Chiesa di Santa Teresa dei Maschi una mostra gratuita a cura degli artisti della Contraccademia

In il

life in color mostra santa teresa dei maschi bari

Riapre a Bari Vecchia la galleria d’arte di Santa Teresa dei Maschi (Str. Santa Teresa dei Maschi, 26),con LIFE IN COLOR, una nuova mostra gratuita, aperta al pubblico, a cura degli artisti della Contraccademia.
L’arte diventa un’opportunità per mostrare al pubblico gli angoli nascosti di Bari Vecchia. Un nuovo appuntamento con l’Arte, a Santa Teresa dei Maschi, chiesa del 1600, un tesoro da scoprire grazie a Bibart. Da anni Bibart punta a valorizzare e a dare spazio a giovani artisti del territorio nazionale ed internazionale.
In esposizione fino a settembre gli artisti Monica Abbondanzia, Rima Almozayyen, Francesca Brivio, Francesco Cardone, Roberto Capriuolo, Cesare Cassone, Marco Ciccarese, Pasquale Conserva, Anna Cristino, Emanuela de Franceschi, Miguel Gomez, Gabriele Liso, Biagio Monno (Toy Blaise), Giancarlo Montefusco, Marialuisa Sabato, Marialuisa Sabato, Carmen Toscano, Giuseppe Toscano, Vito Valenzano.

La mostra sarà visitabile tutti giorni tranne la domenica e il lunedì, orari: 10.30/13.00 15.00/19.00.

Dopo quasi 80 giorni di chiusura ritorna la bellezza sulla linea d’orizzonte notturna della città di Bari: la cupola illuminata della Chiesa di Santa Teresa dei Maschi, una luce particolarmente simbolica che illumina attività artistiche che si erano bloccate a causa del corona virus, riapre la galleria/laboratorio della Biennale di bari Bibart nella  Chiesa  Santa Teresa dei Maschi.
Riparte rinnovato  il progetto “Contraccademia”, galleria, laboratorio, scuola d’arte e residenza artistica. Contraccademia è un progetto che vuole recuperare una tradizione di insubordinazione e antiaccademismo  in uno spazio dinamico  di produzione artistica e culturale. L’intento è di creare una fucina d’idee, uno scambio continuo tra artisti locali, nazionali, internazionali ed il pubblico che sarà presente alle attività. Bibart da aprile 2019 è residenza artistica che fa parte di un circuito che coinvolge anche altre residenze in Germania, Ucraina, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria.  Ci sono infinite definizioni  di arte, per ogni singola opera tantissime interpretazioni e altrettanti  giudizi. Ma in definitiva cos’è l’arte? Un quadro del 500,  una scultura tribale, il disegno di un bimbo,  un foglio bianco, una performance, una tela capovolta? Qualsiasi cosa può essere considerata arte? È un dilemma questo che sarà difficile risolvere quando si è innanzi ad un’opera che esprime un concetto, una emozione, una vibrazione cromatica. Noi crediamo che un’opera d’arte acquisisce senso se messa in relazione all’artista che la crea e a colui che la guarda. In realtà non esiste uno schema preciso, il significato di un’opera non ha un confine definito, è estremamente fluttuante. L’arte si conforma alla propria visione del mondo, alla personalità di ognuno. L’arte è espressione dell’animo umano che scende nei nostri sentimenti, è un atto creativo, che implica sempre il concetto sovversivo di “creatività”. Queste sono le motivazioni che ha portato Bibart Biennale a far nascere il laboratorio/galleria denominato “Contraccademia”, l’arte come germoglio di condivisione, incontro/confronto, d’altronde è storia che i grandi del 900 sono tutti nati all’interno di movimenti in cui gli artisti si confrontavano e scontravano in continuazione. Purtroppo dopo gli anni sessanta si è fatta sempre più forte l’idea dell’artista individualista, personalità isolata da tutti gli altri, favorita e sostenuta dalle nuove leggi di mercato e consumo che nulla hanno a che fare con la cultura dell’animo umano. La nostra sarà una utopia oppure una velleità, ma crediamo fortemente all’idea che l’arte sia una ispirazione da condividere, una occasione di comunione. Non è un caso che la sede del luogo in cui Bibart/Contraccademia ha scelto di svolgere le attività espositive e laboratoriali sia una Chiesa del 1600, Santa Teresa dei Maschi, nel borgo antico della città di Bari, città che storicamente accoglie e condivide e certamente una chiesa è il luogo che più si adatta all’incontro, alla comprensione, allo scambio, alla trascendenza di cui l’arte deve essere sempre colma. Nello spazio di Santa Teresa dei Maschi, il pubblico può contemporaneamente guardare una mostra e vedere artisti al lavoro o che discutono, chiunque potrà inserirsi nel dialogo, oppure osservare come nasce un’opera.  In questo e per questo ci sentiamo “sovversivi” ed è il motivo per cui si è dato il nome “contraccademia”, noi vogliamo un arte che non deve essere ne sottovalutata e nemmeno sopravvalutata dai critici d’arte, dalle aste evento, dai galleristi,  vogliamo che gli artisti possano e debbano incontrarsi, confrontarsi liberamente tra di loro e con chiunque, senza schemi economici o pseudo intellettuali, una crescita umana  basata su chi costruisce negli anni con etica il proprio lavoro e si mette al servizio  di quel pubblico che pensa che l’arte sia un incontro, una occasione: un pensiero in libertà e di libertà. Siamo schierati dalla parte degli artisti del passato che ci hanno aiutato a rendere le immagini di ieri così vicine ai pensieri di oggi e allo stesso tempo sosteniamo la contemporaneità che traccia il nostro cammino.
Info: 3455119994  

La foto della copertina dell’evento è stata scattata dall’artista della Contraccademia Marco Ciccarese Art.


La mamma di Nadia Toffa a Bari per la presentazione del libro “Non fate i bravi”

In il

nadia toffa non fate i bravi libro

BARI – Venerdì 7 febbraio, dalle 18:30 a Villa Romanazzi Carducci di Bari l’associazione culturale Echo Events, con l’agenzia “I viaggi di Salomone”, proporrà la presentazione del libro “Non fate i bravi” di Nadia Toffa, giornalista, volto noto del programma “Le iene”, scomparsa il 13 agosto 2019.
La malattia che ha colpita Nadia l’ha avvicinata alla sofferenza di tanti malati che hanno potuto rispecchiarsi in lei e sentirsi meno soli. Prima della sua scomparsa, ha combattuto contro il cancro con tutte le sue forze, spronando tutti quelli che si trovavano nella sua stessa condizione, anche con la pubblicazione del libro “Fiorire d’inverno”, a non nascondersi, a non vergognarsi e ad affrontare la malattia a testa alta. A pochi mesi dalla sua scomparsa è stato pubblicato “Non fate i bravi”, edito da Chiarelettere, lavoro editoriale che raccoglie i testi scritti durante il periodo del silenzio, tra il gennaio e il giugno del 2019, quando, dopo i molti attacchi subiti sulla rete in seguito alla decisione di rendere pubblica la sua condizione, ha scelto di rimanere in silenzio, mettendo fine alle polemiche. La sua attività è stata comunque tanto apprezzata che, a seguito di una petizione online, per la quale sono state raccolte più di centomila firme, è stato deciso che il reparto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto portasse il suo nome.
Durante la presentazione Margherita dialogherà con il presentatore Mauro Pulpito, alla presenza di Donato Sasso, presidente dell’associazione culturale Echo Events, che introdurrà l’evento, la dottoressa Roberta Lovreglio, Presidente Provinciale LILT e Fabiano Marti, assessore alla Cultura del Comune di Taranto.

La partecipazione all’evento è gratuita, prenotandosi all’indirizzo eventi@iviaggidisalomone.it o al 3452682772.

Villa Romanazzi Carducci – via G. Capruzzi, 326 – Bari
Info: www.echoevents.it
Ore 18:30


Visite gratuite dei Musei Scientifici dell’Università di Bari

In il

musei scientifici universitari bari visite gratuite

Domenica al Museo
Apertura straordinaria: Musei scientifici universitari e Palazzo Ateneo

Domenica 2 febbraio 2020, dalle ore 9.30 alle ore 12.15, presso il Campus Universitario, via Orabona 4, Bari, si terrà l’Apertura Straordinaria del Palazzo Ateneo.

Le visite sono libere, ma l’accesso sarà consentito fino al raggiungimento del numero massimo dei visitatori ammissibili.

Il sistema di prenotazione on-line sarà disponibile da lunedì 27 gennaio 2020 a venerdì 31 gennaio 2020 dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

Riprendono le visite guidate domenicali ai musei scientifici e al palazzo Ateneo con un nuovo percorso: la Collezione Stìfano del corridoio del Rettorato. Il Sistema Museale di Ateneo dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, dopo la pausa natalizia, è lieto di comunicare alla cittadinanza tutta che il 2 febbraio 2020 riprenderà l’iniziativa “Domenica all’Università” non solo con le tradizionali visite guidate ai musei universitari del Campus, ma anche arricchendo la sua offerta inserendo nel programma di visite guidate al Palazzo Ateneo un nuovo percorso sulla Collezione Stìfano del corridoio del Rettorato. Questo nuovo percorso museale, elaborato sotto la supervisione della prof.ssa Isabella di Liddo, punta a far conoscere e valorizzare la significativa collezione posseduta dalla nostra Università di opere (più di venti) di questo importante pittore pugliese del Ventesimo Secolo.

Infatti, domenica 2 febbraio 2020, saranno aperti al pubblico sia il Museo Orto Botanico (solo visite guidate) e il Museo di Scienze della Terra (con le due sezioni di Mineralogia e di Paleontologia) del Campus, sia il Palazzo Ateneo con due percorsi espostivi con sole visite guidate: quello architettonico-pittorico con la vista al Salone degli Affreschi e all’Aula Magna e quello pittorico relativo alla Collezione Stìfano. L’accesso gratuito sarà consentito dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e per le visite guidate sarà obbligatorio effettuare la prenotazione. Per i più piccoli è stata programmata anche una “speciale visita guidata” presso il Museo di Scienze della Terra – Sezione di Paleontologia.

Ci auguriamo che la nostra collettività sappia cogliere, come è già avvenuto per le precedenti aperture, tale occasione per visitare, insieme alle proprie famiglie, queste nostre istituzioni che testimoniano non solo i progressi del sapere, ma soprattutto la storia dello sviluppo culturale della nostra Università.

Ulteriori informazioni: https://www.uniba.it/ateneo/sedi-strutture/sima


“ITINERARIO DELLA MEMORIA” a Castellana Grotte mostra itinerante e rievocazione storica della seconda guerra mondiale

In il

itinerario della memoria

A Castellana Grotte l’ APS GIOVANI CASTELLANESI organizza per i giorni 24 – 25 – 26 gennaio 2019 la seconda edizione -a seguito del successo della prima con circa 600 partecipanti- dell’ITINERARIO DELLA MEMORIA. La Rievocazione sarà ospite del Circolo Pivot di Castellana Grotte presso il Palazzo Picella, Arco Tommaso Pinto, 32. 


Torna l’ ITINERARIO DELLA MEMORIA, mostra itinerante e di rievocazione storica della seconda guerra mondiale e dei campi di concentramento. I rievocatori esperti dell’associazione Amici del Tricolore cercheranno di trasmettere e far conoscere le sensazioni che vivevano i deportati nei campi. 
L’ Itinerario della Memoria 2020 non è un’esperienza da vivere con i sensi ma soprattutto con il cuore.
È un installazione artistica che prova a riprodurre quelle che erano le condizioni di un campo di concentramento nazista. La manifestazione è stata patrocinata dal Comune di Castellana Grotte, dalla Città Metropolitana di Bari e dalla Regione Puglia; si propone di onorare il ricordo di chi è stato privato della vita.


Obbiettivo cardine è il coinvolgimento delle scuole -facendo così giungere il messaggio ai più giovani- a tal fine venerdì 24 mattina circa 450 studenti degli istituti del territorio saranno in visita alla mostra. 
La manifestazione è gratuita ed aperta a tutti.

24 gennaio
dalle 09:00 alle 12:30 (mattina)
dalle 16:00 alle 20:00 (pomeriggio)

25 gennaio
dalle 09:00 alle 12:30 (mattina)
dalle 16:00 alle 20:00 (pomeriggio)

26 gennaio
dalle 9:00 alle 20:00


Lo spirito del Natale

In il

lo spirito del natale

DOMENICA 22 DICEMBRE
ore 17,00 all’interno del parco Michele Campione a Poggiofranco

L’associazione “impegno 95” ed i Giardini di Frida, organizzano un pomeriggio dedicato allo spirito natalizio con un BABBO NATALE che raccoglierà le letterine, GIOCHI per bambini, MASCOTTE e l’animazione a cura dei volontari dell’associazione IMPEGNO 95.

DURANTE LA MANIFESTAZIONE TOTALMENTE GRATUITA
…si raccoglieranno dei doni per i piccoli degenti dell’ospedale Giovanni XXIII.

VIENI A TROVARCI E DONA UN SORRISO.

TI ASPETTIAMO!!!


Passeggiata culturale alla scoperta della Chiesa e del Convento dei Cappuccini a Rutigliano

In il

Passeggiata culturale nella Chiesa dei Cappuccini Rutigliano

Sabato 21 e domenica 22 dicembre 2019 i Frati Minori Cappuccini, per la prima volta, spalancano le porte del Convento annesso al ben più noto Santuario del SS. Crocifisso, per donare alla comunità il racconto di una storia lunga più di 400 anni.

Grazie alla preziosa collaborazione tra il team di Palazzo Settanni, del museo MuDiAS e di fra Alfredo Santoro, Guardiano del Convento, il Santuario del SS. Crocifisso sarà svelato nella sua interezza, attraverso la coinvolgente esperienza di un percorso artistico – spirituale.
Insieme al direttore del MuDiAS Giovanni Boraccesi, ci metteremo sulle tracce della storia raccontando non solo la bellezza delle opere d’arte custodite nella chiesa, ma anche gli aneddoti e le curiosità legati all’originale struttura del Convento e ai Cappuccini che lo hanno abitato nei secoli.

La partecipazione è gratuita con obbligo di prenotazione.

CALENDARIO
Sabato 21 dicembre 2019
– 1° TURNO: dalle 17:00 alle 18:00
– 2° TURNO: dalle 18:00 alle 19:00

Domenica 22 dicembre 2019
– 1° TURNO: dalle 10:30 alle 11:30
– 2° TURNO: dalle 11:30 alle 12:30

Il punto di ritrovo è sul piazzale antistante la Chiesa, dove avrà inizio la passeggiata culturale.

Info e prenotazioni:
0804761848 – museopalazzosettanni@gmail.com

In fase di prenotazione, indicare il numero dei partecipanti e un recapito telefonico.

Segreteria organizzativa
Palazzo Settanni – Museo MuDiAS
Corso Mazzini, n. 37, Rutigliano


Tornano le visite guidate gratuite alla scoperta di Castellana Grotte

In il

visite guidate gratuite castellana grotte

Una occasione di promozione del territorio e di riscoperta dei luoghi più caratteristici anche del nostro nucleo antico. Con questo spirito l’Amministrazione Comunale di Castellana Grotte ha organizzato anche quest’anno una serie di visite guidate gratuite nell’ambito delle iniziative promosse nel Natale nella Città delle Grotte. Nei giorni sabato 21 e lunedì 30 dicembre alle ore 17:00 e domenica 12 gennaio 2020 alle ore 16:00 si potrà partecipare ad un percorso fra gli angoli più caratteristici del paese alla scoperta della nostra storia e tradizioni. In tutte le date il punto di ritrovo per la partenza sarà Piazza Nicola e Costa. I partecipanti potranno effettuare un percorso alla scoperta del patrimonio monumentale ed artistico della Città delle Grotte.

Anche quest’anno dunque, la Città delle Grotte è pronta a stupire con le sue bellezze proponendo un nuovo programma composto da ben tre appuntamenti. Il periodo natalizio farà da contorno a questa iniziativa che consentirà non solo ai turisti di conoscere storia e aneddoti del nostro territorio. Le visite guidate possono essere anche occasione di promozione partecipata del territorio ed un esperimento di marketing sociale. Tutti possono sostenere questa iniziativa. L’invito da parte dell’Amministrazione è quello di far promuovere le visite direttamente ai cittadini invitando amici e parenti a parteciparvi e agli operatori turistici invitando i clienti delle strutture ricettive e ristoranti.

Non è necessaria alcuna prenotazione e la partecipazione sarà completamente gratuita. Maggiori dettagli saranno forniti nei prossimi giorni sui canali di comunicazione istituzionale del Comune di Castellana Grotte.