“Natale in casa Cupiello” con la compagnia instabile Napolinscena

In il

natale in casa cupiello napolinscena

La Compagnia Teatro d’Oggi, presenta, per la XX Stagione di Prosa 2019/20 del Teatro Angioino in Mola di Bari (Ba), con la direzione artistica di Francesco Capotorto

Sabato 8 febbraio 2020 alle ore 21,00

la Compagnia instabile Napolinscena in “Natale in casa Cupiello” di Eduardo de Filippo con
Bettina Calcagno, Francesco D’Andria, Mimmo Macri, Ascanio Cimmino, Simona Lezzi, Antonio Fago, Margherita Buono, Antonio LaGioia, Achille Zizzi. Regia Ascanio Cimmino Scene Luciano Mazzarano

Quella dei Cupiello è una umile famiglia della Napoli degli anni trenta. Il capofamiglia è Luca “uomo di fiducia” di una tipografia, amante del presepe e della tradizione che esso rappresenta. La sua sposa, Concetta, è una donna pragmatica, dura a volte, ma soprattutto stanca e segnata dall’età e dalle difficoltà. Tommasino è invece il giovane nullafacente che si regge sulle spalle dei due anziani e stanchi genitori e dello zio Pasqualino (fratello di Luca) al quale sottrae, quando può, oggetti e/o denaro. Infine, Ninuccia, la figlia “colta”, che ha studiato e che, soprattutto, ha sposato Nicolino Percuoco, ricco commerciante di bottoni, personaggio adorato e venerato quasi dai due anziani coniugi poiché rappresenta il classico “partito buono” con il quale Ninuccia si è sistemata, ma con il quale è sempre in attrito. Infatti, la giovane donna è innamorata, in realtà, di Vittorio Elia, amico di Tommasino, e per questi vuole lasciare Nicolino.
Tutta la storia si svolge nei pochi giorni che immediatamente precedono e succedono il giorno della vigilia di Natale, quello della santa cena dove, per puro caso, Nicolino e Vittorio, si incontreranno dando vita ad uno scontro che metterà Lucariello di fronte a quella verità che la moglie Concetta gli aveva tenuto volutamente nascoste. “Lucariello” non reggerà e lentamente ma inesorabilmente si spegnerà tra le braccia dei suoi familiari e di tutti i protagonisti della storia accorsi al suo capezzale.
Note di regia
E’ un duro e misero Natale quello di casa Cupiello. E ancor più lo diverrà per le sconsiderate scelte amorose della giovane figlia Ninuccia, sposata al “ricco” commerciante Nicolino Percuoco che tradisce con il giovane Vittorio Elia. Questa delicata situazione renderà i già fragili equilibri di questo nucleo familiare, ancora più instabili e metterà in luce contrasti, frizioni che nella lenta e progressiva quotidianità si trasformeranno in duri momenti di rottura, sino al drammatico epilogo della morte del capofamiglia. Luca Cupiello è forse la figura più fragile e tenera tra quelle raccontate dalla penna di Eduardo. L’amore di quest’uomo per il presepe, ridicolizzato dalla pragmaticità della “stanca” moglie Concetta e dal cinismo del giovane Tommasino, sembra rappresentare un ultimo sottile filo che lega Luca ad un mondo fatto di tradizioni, di gesti, di rispetto della famiglia che l’anziano uomo non riesce più a ritrovare intorno a sè. E quando, infatti, capirà che la figlia Ninuccia ha mandato all’aria il matrimonio con Nicolino – genero più “ammirato” per la sua ricchezza, che realmente amato – Luca capitolerà e sarà la fine.
Naturalmente, quello che non può che definirsi un dramma umano e familiare, attraverso la penna magistrale del grande Eduardo riesce a trasformarsi in un tragicomico racconto condito da esilaranti momenti comici alternati a momenti di drammatica intensità.
Tutto ciò rende questa commedia una pietra miliare della produzione teatrale di Eduardo e un testo che, anche grazie alla tradizionale rappresentazione televisiva natalizia, è entrato nelle case di milioni di spettatori e confermato, qual’ora ve ne fosse stato il bisogno, l’universalità del linguaggio teatrale eduardiano.
La Compagnia Teatro d’Oggi continua a praticare il “ biglietto sospeso” presso il Teatro Angioino di Mola di Bari per gli spettacoli della XX Stagione di Prosa 2019/2020.
L’iniziativa, che prende a prestito la tradizione napoletana del “caffè sospeso”, in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Mola di Bari e, grazie al sostegno di stampa e tv, ha visto crescere la solidarietà, tanto da consentire di pensare di portare avanti questo progetto per i prossimi spettacoli della XX Stagione di Prosa in programma nell’anno 2020.
Rinnoviamo, pertanto, a tutti il nostro invito a donare un’esperienza di divertimento e conoscenza ai giovani appartenenti alle fasce più deboli della nostra comunità e del nostro territorio, affinchè “ nessuno escluso”, si riesca a portare avanti, con l’arte e la cultura un rafforzamento della coesione e integrazione.
Per informazioni e prenotazioni, il botteghino del teatro Angioino in via Silvio Pellico n.7 in Mola di Bari è aperto tutti i venerdì, sabato e domenica dalle ore 18.30 alle ore 20,30 tel.0804713061.


“NATALE IN CASA CUPIELLO” di Eduardo De Filippo in scena ad Altamura

In il

NATALE IN CASA CUPIELLO di Eduardo De Filippo Teatro Mercadante

Sabato 21 Dicembre 2019 alle ore 21,00, Domenica 22 Dicembre 2019 alle Ore 17,30 e alle Ore 21,00 ♥, Lunedì 23 Dicembre 2019 Ore 21,00 ♥ al Teatro Mercadante di Altamura La banda degli onesti in “NATALE IN CASA CUPIELLO” di Eduardo De Filippo

con: Leo Coviello, Mariolina Popolizio, Giacinto Bolognese, Silvano Picerno, Francesco Venturo, Felice Tafuno, Irene Giorgio, Manuela Coluccino, Serena Specchio, e con: Beppe Pascale, Alessandra Caminiti, Morena Mangiatordi, Carlo Lospalluto, Ines Costantino, Nicolò Genco. Intermezzo danzante: Mariagrazia Continisio. Regia di Silvano Picerno – Direttore di scena Antonella Nicoletti – Scene Michele Puntillo e Nicola Leone – Audio/Luci Dante Zizzari.

Info e prenotazioni: 0803101222

“Natale in casa Cupiello” di Eduardo de Filippo, è una tragicommedia che racconta con riso amaro la crudezza della vita. Tutto inizia all’antivigilia di Natale, con Luca Cupiello intento ad allestire in modo quasi maniacale il presepe, metafora della visione incantata della vita che ha il protagonista. In questo è osteggiato sia dalla moglie Concetta che dal figlio Tommasino, in un susseguirsi di battute umoristiche. In questo contesto, inizia a germogliare il dramma: Ninuccia, la figlia, ha un matrimonio che sta fallendo, non ama il marito Nicola e vuole scappare di casa con l’amante Vittorio. La situazione esplode quando Luca, credendo Vittorio un amico di Tommasino, lo invita alla cena della vigilia di Natale. Altri equivoci, incidenti e casualità fanno precipitare gli eventi e proprio Luca, involontariamente, è responsabile del crollo verticale del matrimonio della figlia. La messa in scena di questo capolavoro è potuta avvenire grazie all’autorizzazione degli eredi De Filippo. In virtù di un testo universale, si è potuto ambientare la storia in epoca moderna e alle nostre latitudini per ovvi motivi di lingua, lasciando partenopei solo i fratelli Cupiello, sempre con il massimo rispetto per la commedia nella sua versione integrale e per la sua continuità narrativa e filologica.

>>>Acquista Biglietti

♥ Replica fuori abbonamento


NATALE A BARI 2019: il programma di tutti gli eventi delle feste di Natale

In il

natale nella citta di santa claus bari 2019

Natale a Bari 2019: presentati tutti gli eventi del cartellone delle feste di Natale in programma dal 6 dicembre al 6 gennaio

Anche quest’anno la magia del Natale animerà per un mese intero le strade della città. Inizierà nel giorno di San Nicola il ricco cartellone di eventi organizzati per le festività natalizie dall’amministrazione comunale e da Amgas Srl per consentire alle persone di ogni età di vivere l’atmosfera della festa più amata da tutti. Alle ore 20.30 del 6 dicembre, l’ormai tradizionale appuntamento con la festa per l’accensione del grande Albero di Natale, allestito da Amgas in piazza del Ferrarese, darà il via al calendario delle attività previste tra gli abeti, i cespugli, gli arbusti e le luci calde del grande giardino che, da corso Vittorio Emanuele, attraverserà l’intera piazza per arrivare ai vicoli di Bari vecchia.
Piazza del Ferrarese si trasformerà così in un vero e proprio bosco natalizio in cui gli elementi verdi saranno puntellati di luce calda e si alterneranno a maxi lanterne luminose che nella forma richiamano i campanili del centro storico. Tra le novità, le grandi lanterne sonore di oltre due metri, arredate con cuscini da giardino, all’interno delle quali regalarsi una pausa relax ascoltando versi poetici sui valori del Natale o brani delle più importanti composizioni classiche.
A fare da cornice ci saranno le proiezioni sugli edifici che circondano il grande albero, con luci blu che richiamano il colore del mare e fiocchi di neve simili ai rosoni delle nostre chiese. Quest’anno anche i cittadini potranno contribuire alle proiezioni: ogni giorno, dal 7 dicembre al 6 gennaio, tra le ore 19 e le 23, sarà possibile veder brillare i propri messaggi di auguri tra fiocchi di neve e rosoni. Basterà inviare un messaggio di testo dal proprio smartphone a un numero dedicato.
L’8 dicembre, invece, si entrerà nel vivo della manifestazione con l’inaugurazione, in piazza Umberto, del Villaggio e della Casa di Babbo Natale, quartier generale di tutto il programma dedicato ai più piccoli e alle famiglie, dove si alterneranno ogni giorno spettacoli, laboratori e giochi e sarà allestita una biblioteca frequentata da elfi intenti a leggere ai bambini e alle bambine storie incantevoli ricche di atmosfere natalizie. Nel Villaggio ci sarà anche Babbo Natale, pronto a ricevere le lettere dei bambini e a farsi fotografare con loro.
Grande spazio sarà dato anche alla musica: in piazza del Ferrarese si terranno quattro concerti previsti, due serali e due nelle mattine del 24 e 31 dicembre, mentre in piazza Umberto ci si potrà imbattere in strumenti musicali di grandi dimensioni che faranno da scenografia a performance dal vivo, dai tamburi Taiko (ispirati al cartone Mulan) al piano jazz (ispirato agli Aristogatti), o si potrà seguire per le vie dello shopping la street band di venti elementi, con divise rosse che richiamano quelle della favola dello Schiaccianoci. Tanti protagonisti di favole note, inoltre, passeggeranno per le vie principali della città per rallegrare e intrattenere i piccini.
Come di consueto, in via Venezia e in piazza Mercantile tornano i mercatini, dove si saranno esposti tanti prodotti artigianali, oggetti tipici natalizi e beni agroalimentari locali.
addobbi natalizi, presepi, giocattoli artigianali, prodotti di artigianato a tema natalizio e sacro, accessori di abbigliamento artigianale e bigiotteria realizzati in loco, nonché prodotti artigianali, non industriali, agroalimentari, biologici e/o prodotti tipici pugliesi non industriali in conserve.
Il lungo mese natalizio, infine, vedrà un’anteprima speciale il 5 dicembre con la grande festa cittadina per la riapertura del teatro comunale “Niccolò Piccinni”: alle ore 18 l’orchestra e il coro del Teatro Petruzzelli daranno il via alla due giorni di festa, gratuita e aperta a tutti, che proseguirà la sera stessa con l’esibizione di musica jazz, e il giorno successivo con le orchestre del Conservatorio “Niccolò Piccinni” e della Città metropolitana e le pièce di Eduardo De Filippo interpretate dai più noti attori baresi.
“Quest’anno il Natale sarà dedicato alle famiglie, a tutte le famiglie: quelle dei parenti, degli amici, del calcetto, delle chat delle mamme della scuola, dei colleghi perché nei giorni di festa tutti abbiamo una famiglia naturale o elettiva – ha spiegato il sindaco Antonio Decaro in apertura della conferenza stampa -. Se ci pensate, in quei giorni si riuniscono le piccole comunità a cui ognuno di noi si sente legato e insieme ci si ritrova per trascorrere del tempo, che sia per una chiacchierata, una cena o una passeggiata. A tutte queste piccole comunità sono dedicati gli eventi in programma per il prossimo mese. Momenti di svago, divertimento, riflessione e cultura per stare insieme, conoscersi, vivere la città e stringere relazioni, ognuno a suo modo e scegliendo l’iniziativa che più gli piace. Il programma del 6 dicembre comincia sin dalle prime ore del mattino con la messa di San Nicola e il rito della cioccolata calda e si concluderà con l’illuminazione dell’albero e la grande festa di piazza del Ferrarese. Nel mezzo ci sarà spazio per gli spettacoli all’interno e all’esterno del Teatro Piccinni che, dopo otto anni, in questi giorni restituiremo ai baresi. Tantissime le attività pensate per i bambini: dall’8 dicembre nel Villaggio e nella Casa di Babbo Natale, allestiti in piazza Umberto, ci sarà spazio per le fiabe, i laboratori, i tamburi di Mulan, il Gran teatrino, le proiezioni cinematografiche, la parata di personaggi della Disney, le letture e tanti giochi. Uno spettacolo itinerante di arte di strada animerà le piazze di tutti i Municipi dove si svolgeranno anche tantissimi eventi organizzati quest’anno dai Municipi stessi e dalle associazioni che compongono le Reti civiche urbane, in un cartellone integrato che sarà presentato tra qualche giorno. Sarà quindi un mese di eventi molto intenso, che partirà in anticipo, con festa per la riapertura del teatro Piccinni il 5 dicembre, con 24 ore di musica e spettacolo. Per queste due prime giornate di festa, in cui ci auguriamo che in tantissimi vorranno festeggiare insieme per strada, abbiamo scelto di chiudere al traffico alcuni tratti di corso Vittorio Emanuele in concomitanza degli eventi, quindi dalle 16.30 fino alla fine della festa, in modo che grandi e piccoli possano vivere la magia della città senza problemi. Voglio ringraziare infine l’Amgas, che come ogni anno si dimostra un’azienda attenta non solo ai bisogni dei suoi utenti ma che considera i baresi innanzitutto cittadini. Questo credo sia un grande valore per un’azienda pubblica. Senza dimenticare tutti i dipendenti comunali che in queste giornate lavorano infaticabilmente per regalare ai baresi una città più bella e accogliente”.
Il presidente di Amgas, Vanni Marzulli  ha poi illustrato i dettagli delle attività sponsorizzate dall’azienda comunale: “Anche quest’anno abbiamo previsto l’allestimento delle casette tipiche dei mercatini natalizi in via Venezia e in piazza Mercantile, dove daremo la possibilità a tanti artigiani e talenti di esprimersi con l’esposizione di sculture e prodotti locali. Contemporaneamente si svolgerà anche SpaccaBari in programma al Fortino Sant’Antonio dall’8 dicembre. Si tratta di due iniziative pensate per valorizzare il grande lavoro dei nostri artigiani. I mercati cittadini saranno aperti tutte le domeniche, e vorrei sottolineare che Bari è l’unica città ad aver dato concesso agli operatori ambulanti di vendere i propri prodotti e consentito ai cittadini di visitare le bancarelle anche di domenica. Quindi la realtà mercatale e artigianale in questo periodo di festa esploderanno per bellezza e qualità. La città, inoltre, sarà illuminata non solo grazie ad Amgas ma anche per la generosità dei privati grazie a un’operazione di comarketing che, da circa 6 anni, ci consente di offrire ai cittadini in via Sparano, via Argiro, e quest’anno anche in via Manzoni, un’atmosfera ancora più suggestiva. A me non resta che ringraziarli perché contribuiscono a fare di Bari., nel periodo delle festività, una città più luminosa e attrattiva.
“Non tutti vivono il Natale nella stessa maniera e non tutte le città lo festeggiano nello stesso modo, un po’ come accade in letteratura – ha commentato l’assessora alle Culture Ines Pierucci -. Noi idealmente abbiamo iniziato a festeggiarlo due giorni fa con la presentazione del romanzo di Francesca Cavallo “Elfi al quinto piano”, la prima storia di Natale ad avere una famiglia con due mamme, una favola che rappresenta come oggi si possano vivere tante condizioni famigliari, ognuna unica e speciale a suo modo. La città inventata da Francesca Cavallo è una città noiosa perché non succede niente e il sindaco, dottor Noia, a Natale porge gli auguri ai cittadini dicendo che la buona notizia è che sono 5 anni che non succede niente. Nella nostra città, al contrario, accadono talmente tante cose da farmi pensare che Bari è una città capace di raccontare i bambini di oggi, una generazione che lotta per difendere il proprio futuro attraverso i diritti, una generazione che rifiuta i pregiudizi e non accetta le regole scritte dagli adulti senza chiedersi se siano giuste o meno. Una generazione che ci auguriamo di sapere accogliere e accompagnare. Il Natale a Bari sarà vissuto all’insegna dei sentimenti di coesione e comunità grazie a un programma vastissimo, che grazie alle migliorie richieste in sede di gara avrà anche alcuni appuntamenti nelle periferie con lo spettacolo di Mr Santini. Infine, mi preme ricordare l’appuntamento in Basilica, il 21 gennaio, con suor Cristina e  il concerto “Frammenti di Luce”, che inaugura il lungo programma di appuntamenti “La via della bellezza”, che avremo modo di presentarvi nei prossimi giorni”.
“Anche quest’anno abbiamo previsto l’allestimento dei mercatini natalizi in via Venezia e in piazza Mercantile – ha proseguito l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone – dove daremo la possibilità a tanti artigiani e talenti di esprimersi con l’esposizione di sculture e prodotti locali mentre nel Fortino Sant’Antonio dall’8 tornerà SpaccaBari. Si tratta di due iniziative pensate per valorizzare il grande lavoro dei nostri artigiani. L’artigianato e l’economia locale sarà il cuore anche delle domeniche di festa quando i mercati settimanali saranno aperti. Bari è l’unica città, infatti, ad aver dato concesso agli operatori ambulanti di vendere i propri prodotti e consentito ai cittadini di visitare le bancarelle anche di domenica. Vorrei infine dedicare un ringraziamento speciale a tutti gli imprenditori, le attività economiche e gli artigiani che con sacrificio e amore ci stanno aiutando ad illuminare e addobbare la città. Per noi, la collaborazione con questi operatori è il miglior risultato raggiunto in questi anni, perché come dimostra l’attività di Co marketing che portiamo avanti con Amgas, e con altre imprese private cittadine, è lavorando insieme che si costruiscono le cose migliori. A questo proposito mi preme ricordare che anche per queste feste, saranno illuminate via via Sparano, via Argiro, e quest’anno anche in via Manzoni, da una impresa privata e tantissime sono le iniziative proposte dai commercianti che saremo lieti di promuovere e sostenere”.

Tutti gli eventi e li installazioni sono a cura di Cube Comunicazione srl, che si è aggiudicata le due procedure di selezione pubblica.
Sosterranno il programma delle iniziative promosse dal Comune di Bari due sponsor, La Lucente e Mc Donald.

Programma Natale a Bari 2019

★      Venerdì 6 dicembre ore 20:30 – piazza del Ferrarese
Spettacolo di accensione dell’albero di Natale. A seguire, il concerto del coro gospel Black & Blues. Lo spettacolo sarà trasmesso in diretta televisiva da Telebari e diretta radiofonica da radio Selene.

★      Sabato 7 dicembre dalle ore 18:30 alle ore 20:30
Musica itinerante tra le vie dello shopping del centro.
Grande orchestra di fiati “E. Annoscia della Città di Bari”

★      Domenica 8 dicembre

Ore 11:00 – piazzetta Torre a Mare (2 repliche)
Mr. Santini, un clown-fantasista con uno show dal sapore decisamente di altri tempi che fonde giocoleria ed equilibrismo a gag musicali con strumenti non tradizionali e numeri musicali con strumenti non convenzionali: la ricerca del non-sense sarà il leitmotiv di questo spettacolo unico, poetico ed emozionante al tempo stesso. Non è uno spettacolo per bambini ma i bambini si divertono. Non è uno spettacolo per adulti, ma gli adulti lo adorano.

Ore 16:00 – piazza Umberto
Apertura del villaggio di Babbo Natale che fino al 6 gennaio ospiterà spettacoli, laboratori creativi, eventi musicali, spazi dedicati alla lettura ad alta voce e alla visione di film per bambini e bambine, giochi di animazione, tutti ispirati alle favole. Babbo Natale accoglierà, nella sua casa, i bambini fino al 25 dicembre.

dalle 17:00 alle 20:00 – via Sparano/via Argiro/piazza Umberto
spettacolo itinerante
Le favole invadono la città – parata in costume.

ore 20:00 – piazza del Ferrarese
Un sabato italiano Show – Sergio Caputo in concerto
Un sabato italiano, L’astronave che arriva, Bimba se sapessi!… Sergio Caputo e le sue indimenticabili canzoni.

★      Martedì 10 dicembre ore 17:00 – San Girolamo – chiesa di Gesù di Nazareth (2 repliche)
Mr. Santini, un clown-fantasista con uno show dal sapore decisamente di altri tempi che fonde giocoleria ed equilibrismo a gag musicali con strumenti non tradizionali e numeri musicali con strumenti non convenzionali: la ricerca del non-sense sarà il leitmotiv di questo spettacolo unico, poetico ed emozionante al tempo stesso. Non è uno spettacolo per bambini ma i bambini si divertono. Non è uno spettacolo per adulti, ma gli adulti lo adorano.

★      Sabato 14 dicembre ore 18:00 – Villaggio di Babbo Natale, piazza Umberto
tamburi Taiko – esibizione a cura dell’associazione “Quelli del Taiko”

★      Domenica 15 dicembre ore 11:00 – Santo Spirito, chiesa Spirito Santo (2 repliche)
MMr. Santini, un clown-fantasistar con uno show dal sapore decisamente di altri tempi che fonde giocoleria ed equilibrismo a gag musicali con strumenti non tradizionali e numeri musicali con strumenti non convenzionali: la ricerca del non-sense sarà il leitmotiv di questo spettacolo unico, poetico ed emozionante al tempo stesso. Non è uno spettacolo per bambini ma i bambini si divertono. Non è uno spettacolo per adulti, ma gli adulti lo adorano.

★      Sabato 21 dicembre dalle ore 18:30 alle ore 20:30
Musica itinerante tra le vie dello shopping del centro.
Grande orchestra di fiati “E. Annoscia della Città di Bari”

★      Domenica 22 dicembre ore 9:00 – Ceglie, chiesa S. Maria del Campo (2 repliche)
Mr. Santini, un clown-fantasista con uno show dal sapore decisamente di altri tempi che fonde giocoleria ed equilibrismo a gag musicali con strumenti non tradizionali e numeri musicali con strumenti non convenzionali: la ricerca del non-sense sarà il leitmotiv di questo spettacolo unico, poetico ed emozionante al tempo stesso. Non è uno spettacolo per bambini ma i bambini si divertono. Non è uno spettacolo per adulti, ma gli adulti lo adorano.

★      Domenica 22 dicembre ore 20:00 – piazza del Ferrarese
I Paipers in concerto
Sotto il grande albero, la  musica che il juke-box suonava nei magici anni ’60.

★      Martedì 24 dicembre ore 12:00 – piazza del Ferrarese
Les Flappers in concerto
Un tuffo negli anni ‘20, con lo swing che “suona” la voglia di libertà e di leggerezza.

★      Giovedì 26 dicembre ore 16:00 – villaggio di Babbo Natale, piazza Umberto
Arriva la Befana! Nel villaggio di Babbo Natale fino al 6 gennaio la befana accoglierà i bambini.

★      Sabato 28 dicembre ore 18:00 – Villaggio di Babbo Natale, piazza Umberto
Tutti quanti fanno jazz!
Concerti per pianoforte.

★      Sabato 4 gennaio  – ore 20:00 – piazza del Ferrarese
dj Ciccio Marinelli
Sotto l’albero che guarda il mare, il dj set del noto e apprezzato dj Ciccio Marinelli accompagnato nel set da sax e percussioni.

★      Sabato 4 gennaio ore 18:00 – Villaggio di Babbo Natale, piazza Umberto
Tutti quanti fanno jazz!
Concerti per pianoforte.

★      Domenica 5 gennaio ore 9:00 – Japigia, chiesa della Resurrezione (2 repliche)
Mr. Santini, un clown-fantasista con uno show dal sapore decisamente di altri tempi che fonde giocoleria ed equilibrismo a gag musicali con strumenti non tradizionali e numeri musicali con strumenti non convenzionali: la ricerca del non-sense sarà il leitmotiv di questo spettacolo unico, poetico ed emozionante al tempo stesso. Non è uno spettacolo per bambini ma i bambini si divertono. Non è uno spettacolo per adulti, ma gli adulti lo adorano.

★      Lunedì 6 gennaio ore 17:00 – via Sparano/via Argiro/piazza Umberto
spettacolo itinerante
Le favole invadono la città – parata in costume.

“Gloria in Cielo e Pace in Terra”
Concerto meditazione

“Gloria in Cielo e Pace in Terra” è il concerto meditazione sul Mistero del Natale, che la Fondazione Frammenti di Luce, terrà sabato 21 dicembre, alle ore 19.30, nella Basilica di San Nicola.
Il concerto meditazione sarà in memoria di Maria Luana Tagarelli, una giovane di Noicattaro, cantante del coro Frammenti di Luce, dalla voce straordinaria, morta prematuramente, la cui storia è raccontata in un libro appena pubblicato dalla Rubbetino, dal titolo:”l’Eternità è ora.”
Il programma del concerto prevede brani che vanno dal repertorio tradizionale italiano ed europeo al gospel americano; dal tradizionale “Tu scendi dalle stelle” alle melodie nere di “Amazing Grace”.
A dirigere coro e orchestra Frammenti di Luce, sarà don Maurizio Lieggi, voce solista suor Cristina Alfano. Coreografie: Stefania Colonna. Voci recitanti: Alessandro Piscitelli e Sara Barbone. Luci di Paolo Firulli.
Il concerto-meditazione “Gloria in Cielo e Pace in Terra” è un viaggio, che conduce dalla luce del Natale alla luce della pace. La parola, il canto, la musica, le immagini, la danza, avvolti dal Mistero del Natale, mistero di amore e di pace.

L’evento speciale è organizzato in occasione della rassegna “Natale a Bari” con il contributo di “Amgas” e Istituto Oncologico Giovanni Paolo II.
Ingresso libero

Info: www.fondazioneframmentidiluce@gmail.com


QUESTI FANTASMI! di Edoardo De Filippo al Teatro Mercadante

In il

questi fantasmi de filippo marco tullio giordana

Questi fantasmi! Di Eduardo De Filippo viene messa in scena con la regia di Marco Tullio Giordana e la produzione di Elledieffe diretta da Carolina Rosi.

La storia del protagonista di questa pluripremiata commedia edoardiana nasce molto probabilmente in seguito ad una esperienza vissuta in prima persona da Eduardo Scarpetta padre di De Filippo senior. Lui, infatti, trovò per la sua famiglia una abitazione bella ma molto economica, scoprì poi la motivazione: era visitata da un monaciello.
Gianfelice Imparato (il nostro Pisanelli de I Bastardi di Pizzofalcone) interpreta Pasquale Lojacono ovvero un uomo sfortunato, in preda alla disperazione più profonda per non poter dare un futuro a se stesso e alla sua consorte Maria (Carolina Rosi). In seguito a sbagli e disavventure, è quasi sul lastrico e per casualità riesce a trovare un appartamento senza spendere una lira!

Il motivo? Il proprietario vuole convincere i vicini che i fantasmi visti in passato in quella casa non esistono. Per questo motivo dovrà affacciarsi a tutti i balconi della casa che consta di 18 stanze e canticchiare sorridendo ai vicini.
In Questi fantasmi! c’è un vicino molto particolare, la guest star di tutta la vicenda: il famoso Professore a cui rivolgere le proprie confessioni e i consigli per un ottimo caffè. Questo meccanismo permette al protagonista di avvicinarsi al pubblico in sala, in quanto Lojacono nei dialoghi con il vicino inciucione si rivolge proprio in direzione della platea.
L’intermezzo musicale Maria Mari’ dedicato dall’amante Alfredo Marigliano (Massimo De Matteo) strappa completamente il velo che divide gli attori dagli spettatori.  Il cantante accompagnato dal suo musicista, passeggia, infatti, proprio nella platea.
Un climax ascendente di comicità con l’intervento nella vicenda di Lojacono, di Armida (Paola Fulciniti) con i suoi due figli e altri due familiari. Un connubio di risate e tuoni, spettri e lampi.

Infine la disperazione di Pasquale che apre il suo cuore al ”fantasma” e riesce ad essere se stesso. Assurdo e buffo gesto che ci fa riflettere: Lojacono ignaro, si è confidato con il suo acerrimo rivale! A volte i nostri nemici potrebbero darci la soluzione ai nostri affanni.
Le maschere vengono frantumate, gli intrecci disciolti per un finale degno di Eduardo.
La Napoli di ieri e ancora di oggi, con i sui equivoci, le sue mille voci e mille volti, i panni stessi in alto sopra la scena a rappresentare la veridicità e l’attualità dei fatti recitati, i fantasmi o i monacielli, i colpi di fortuna che in tanti cercano invano.

Il passato e il presente al Teatro Mercadante si chiama De Filippo.

Teatro Mercadante
Via dei Mille, 159 – Altamura (Bari)
Tel. 080310122

>>>Acquista Biglietti


“Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo in scena al Teatro Bravò

In il

filumena marturano teatro bravo

Lo spettacolo è un omaggio a Eduardo e Napoli.
La storia di Filumena è nota.
Conosciamo tutti il grande “Inganno” di Filumena nei confronti del facoltoso Domenico Soriano: fingersi moribonda per farsi sposare e dare un nome ai suoi figli.
Ma Filumena non è solo questa. E’ molto di più.
Eduardo ha creato un personaggio incredibile, in lei ritroviamo la Donna, tutti gli aspetti che possono caratterizzare la figura femminile. la madre, la compagna di vita, la lavoratrice, la prostituta e la religiosità.
Un personaggio di grande spessore e umanità, un testo da considerare pietra miliare del Teatro mondiale.
Lo spettacolo è accompagnato da canzoni dal vivo della tradizione napoletana.

Con Cristina Angiuli, Teo Saluzzi, Giulio Aiudi
e la partecipazione di
Sara Gravino – cantante
Maestro Rocco Giammaria – tastiera piano
Regia Cristina Angiuli
Comp. teatrale “Il Vello d’oro”

Info e prenotazioni: 3478158760


FILUMENA MARTURANO di e con Nicola Pignataro al Teatro Purgatorio

In il

filumena marturano nicola pignataro teatro purgatorio

Al Teatro Purgatorio, una delle più belle commedie del repertorio teatrale italiano, “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo, la nuova commedia di Nicola Pignataro.

Con Nicola Pignataro, Annalena Cardenio, Lia Deandri, Jenny Mineccia, Giuliano Ciliberti, Franco Minervini, Antonio D’Alesio, Enrico Zambrini, Italia Aiuola.

Dal 24 novembre 2018 tutti i sabato alle ore 21:00 e tutte le domeniche e i festivi alle ore 18:00 e alle ore 21:00

Teatro Purgatorio via Pietracola, 19 (Bari)
Infotel: 080.5796577 – 334.7776111


“Filumena Marturano” con Mariangela D’Abbraccio al Teatro Radar

In il

filumena marturano mariangela d abbraccio

TEATRO RADAR
STAGIONE DI PROSA 2018/2019

Progetto a cura del Consorzio Teatri di Bari
Direttore Vincenzo Cipriano – Direzione artistica Vito Signorile
in collaborazione con il Comune di Monopoli e il Consorzio Teatro Pubblico Pugliese

Il sipario del teatro Radar di Monopoli si alza per la prima Stagione di Prosa.
 Il Tric Teatri di Bari in collaborazione con il Comune di Monopoli e il Teatro Pubblico Pugliese presenta nel foyer del Radar l’inedito cartellone curato da Teresa Ludovico, più un progetto speciale curato da Nicola Lagioia, presidente onorario di Teatri di Bari e Premio Strega nel 2015.
Il Comune di Monopoli ha affidato al Consorzio Teatri di Bari – TRIC (Teatro di rilevante interesse culturale, unico in Puglia a essere riconosciuto dal Ministero) la gestione del nuovo contenitore culturale di Monopoli. Un passo in avanti nel percorso di recupero e riapertura della struttura chiusa sin dal 1985 e avviato 8 anni fa.

Riportando le parole di Nicola Lagioia: “Se non ci fosse l’arte il mondo sarebbe cieco. La Storia continuerebbe a sballottarci da tutte le parti, a imporci la propria spietata volontà, ma la vita segreta del mondo – la sua anima – sarebbe intraducibile. L’arte (in particolare l’arte di raccontare storie, di dire la verità attraverso una menzogna) è uno degli strumenti conoscitivi più potenti a nostra disposizione, ed è anche un prodigioso strumento di trasformazione della realtà”.

Tanta attenzione è stata data ai giovani, alle associazioni locali aderenti al protocollo di rete e alle imprese. Sono state previste importanti riduzioni del 30% sull’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti per tutti coloro che vorranno avvicinarsi al teatro. Per questa prima stagione è importante l’impegno profuso dal Consorzio Teatri di Bari e dall’Amministrazione ad avvicinare le persone di qualsiasi fascia sociale e di qualsiasi età. Ci sarà anche una convenzione tra teatro Radar e Fondazione Petruzzelli: gli abbonati del Radar avranno sconti sull’acquisto di abbonamenti per le programmazioni di danza, lirica e concertistica del Petruzzelli.

Si parte il 18 novembre con Mariangela D’Abbraccio che porta in scena “Filumena Marturano”, il testo di Eduardo più rappresentato all’estero, ispirato da un fatto di cronaca dal quale Eduardo ha costruito una delle più belle commedie dedicata alla sorella Titina.

Il 15 dicembre va in scena “Sogno di una notte di mezza estate” da William Shakespeare con la traduzione di Massimiliano Palmese per la regia del napoletano Michele Schiano di Cola. Un lavoro molto apprezzato dalla critica al Napoli Teatro Festival, prodotto da Cantiere Teatrale Flegreo – EnArt e il Centro delle Arti della Scena e dell’Audiovisivo C.A.S.A. e Teatri di Bari . “C’è un legame profondissimo – dice il regista – tra il multiforme e ambiguo mondo raccontato da Shakespeare e la caleidoscopica realtà napoletana; realtà in cui il confine tra vita e morte è così labile: è innegabile che Napoli parli con i propri morti, anche solo per chiedere i numeri del lotto!”.

Il 20 dicembre ci sarà Lello Arena in “Miseria e nobiltà” di Eduardo Scarpetta con Maria Bolignano, Tonino Taiuti, Giorgia Trasselli.

Il 17 gennaio ci si diverte con Leo Gullotta in “Pensaci Giacomino!” dalla novella di Luigi Pirandello su lettura drammaturgica e regia di Fabio Grossi; insieme a Gullotta sul palco anche Liborio Natali, Rita Abela, Federica Bern, Valentina Gristina, Gaia Lo Vecchio, Marco Guglielmi, Valerio Santi e Sergio Mascherpa. Tutti i ragionamenti, i luoghi comuni, gli assiomi pirandelliani sono presenti in quest’opera. Un testo di condanna, condanna di una società becera e ciarliera, dove il gioco della calunnia, del dissacro e del bigottismo è sempre pronto ad esibirsi. E proprio con e da queste caratteristiche che il testo si configura come attuale, contemporaneo.

Il 22 gennaio prosegue la programmazione con “I fiori di latte” di Eduardo Tartaglia con Biagio Izzo.

Il 7 febbraio Vito Signorile, direttore artistico di Teatri di Bari, sarà in scena con una nuova produzione dal titolo “Il Principino – breve cronaca famigliare da un trivani vista ciminiere”, per la regia di Damiano Nirchio con Vito Signorile e con Anna de Giorgio e Danilo Giuva. Uno spettacolo che invita ad andare oltre le apparenze e ad abbandonare falsità ed egoismi. In un modesto appartamento di una città del Sud, a interrompere la solitudine di un vecchio padre, appare un piccolo principe, ormai uomo, che impara a fare i conti con i buchi neri del passato e i limiti e i pregiudizi generazionali. Un estremo gesto d’amore padre/figlio.

Il 15 febbraio seguirà un nuovo spettacolo, impegnato in questa stagione teatrale nella sua prima tournée nazionale e frutto della co-produzione di Accademia Perduta/Romagna Teatri, Goldenart e Società per Attori: “La Classe”, un testo di Vincenzo Manna, interpretato da Claudio Casadio e un cast di giovani attori tra i quali Andrea Paolotti, Brenno Placido e Edoardo Frullini per la regia di Giuseppe Marini.

Il 9 marzo si continua con #PiùShakespearePerTutti, uno spettacolo che è al tempo stesso una lezione e una scherzosa conversazione ideata e condotta dall’attore e presentatore Antonio Stornaiolo con la partecipazione di Vito Signorile.

Il doppio, la costruzione di un’identità fittizia, il furto e la perdita dell’identità garantita da un ruolo sociale, sono i temi che Plauto ci consegna in forma di tragicommedia e che Teresa Ludovico restituisce al teatro contemporaneo in “Anfitrione”, produzione Teatri di Bari. Lo spettacolo sarà in scena al Radar il 31 marzo con Michele Cipriani, Irene Grasso, Demi Licata, Alessandro Lussiana, Michele Schiano Di Cola e Giovanni Serratore. Musiche dal vivo maestro Michele Jamil Marzella.

Il 12 aprile la stagione di prosa del Radar si chiude con un altro grande classico: Platonov, uno dei primi testi di Anton Cechov che anticipa, attraverso le vicende del suo protagonista e della società in “equilibrio precario” che lo circonda, i grandi temi dei suoi drammi della maturità. Lo spettacolo de Il Mulino di Amleto nasce dal desiderio di creare un corto-circuito tra le parole di Cechov e la ricerca di un rapporto intimo tra attori e spettatori che racconti la fragilità della vita umana. Regia Marco Lorenzi con Michele Sinisi e con Stefano Braschi, Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Barbara Mazzi Raffaele Musella, Rebecca Rossetti, Angelo Maria Tronca.

CAPODANNO AL RADAR – EVENTO SPECIALE con brindisi a mezzanotte e degustazione prima dello spettacolo 
Il teatro non chiude e saluta in 2018 con lo spettacolo “Anelante e Asta al Buio” di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Leoni d’Oro alla carriera per il Teatro 2018 (è prevista una degustazione prima dello spettacolo previa prenotazione).

A partire da dicembre il teatro Radar ospiterà i matinée per le scuole e dall’11 al 19 maggio si prepara ad essere tappa del festival “Maggio all’Infanzia”.
Non finisce qui, oltre alla stagione di prosa, appena presentata al Radar ci saranno quattro lezioni appassionanti (dagli antichi greci alle prese con l’eros; all’irrompere della letteratura fantastica nella modernità; all’arrivo di Fabrizio De André nella canzone italiana; al modo in cui Truman Capote stravolse i rapporti tra realtà e finzione letteraria) curate da Nicola Lagioia. Il progetto si intitola: “Stagioni diverse su come l’arte di raccontare storie cambia la nostra vita” con Matteo Nucci, Dori Ghezzi, Loredana Lipperini e Nicola Lagioia.

Programmazione prosa 2018/2019
Teatro Radar – Monopoli

Progetto a cura del Consorzio Teatri di Bari – Direzione artistica Vito Signorile
in collaborazione con il Consorzio Teatro Pubblico Pugliese

STAGIONE DI PROSA a cura di Teresa Ludovico

IN ABBONAMENTO
18 novembre _ Filumena Marturano _ con Mariangela D’Abbraccio
15 dicembre _ Sogno di una notte di mezza estate_C.A.S.A. _ di Michele Schiano di Cola
20 dicembre _ Miseria e Nobiltà _ con Lello Arena
17 gennaio _ Pensaci Giacomino! _ con Leo Gullotta
22 gennaio _ I fiori del latte _ con Biagio Izzo
7 febbraio _ Il Principino _ con Vito Signorile
15 febbraio _ La classe _ Claudio Casadio
9 marzo _ #PiùShakespearePerTutti _ con Antonio Stornaiolo
31 marzo _ Anfitrione _ di Teresa Ludovico
12 aprile _ Platonov _ con Michele Sinisi

FUORI ABBONAMENTO
31 dicembre _ Anelante e Asta al Buio_Rezza/Mastrella (EVENTO SPECIALE CON BRINDISI A MEZZANOTTE E POSSIBILITA’ DI DEGUSTAZIONE PRIMA DELLO SPETTACOLO PREVIA PRENOTAZIONE)

RASSEGNA PER LE SCUOLE a cura di Teresa Ludovico

Scuole elementari e medie
8 – 9 gennaio _ Ahia!
6 e 7 marzo Cappuccetto rosso

Scuole superiori
15 dicembre _ Sogno di una notte di mezza estate_C.A.S.A./Teatri di Bari 2 RECITE
28 febbraio NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI
23 e 25 marzo U Parrinu
1 e 2 aprile _ Anfitrione

A data aperta
#PiùShakespearePerTutti
IL PRINCIPINO

Maggio all’Infanzia
dall’11 al 19 Maggio

Stagioni Diverse
progetto a cura di Nicola Lagioia

18 GENNAIO (TDB 12)
Matteo Nucci “Nell’abisso di Eros”
Su come gli antichi greci (da Omero a Platone, dai tragici ai lirici) codificarono il più potente, misterioso e ingovernabile dei sentimenti umani

8 FEBBRAIO (TDB 13)
Loredana Lipperini “Guida galattica per Signori degli anelli”
Su come la letteratura fantastica (da Tolkien a Douglas Adams) ha ridisegnato il nostro immaginario. Anche attraverso l’umorismo.

8 MARZO (TDB 14)
Dori Ghezzi_Meacci_Serafini “Lui, io, noi”
Su come Fabrizio De André ha cambiato la canzone italiana, e tutti noi.

5 APRILE (TDB 15)
Nicola Lagioia “Colazione da Truman”
Su come Truman Capote ha rivoluzionato l’arte di raccontare la verità attraverso la finzione letteraria.

BIGLIETTERIA
Per informazioni Tel. 335 8052211
Orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 20
Via Magenta n. 71 – Monopoli (Bari)

STAGIONE DI PROSA
Platea intero 18,00
Platea ridotto 15,00 (under 25 e convenzionati con acquisto minimo di 5 tagliandi)

Galleria intero 15,00
Galleria ridotto 12,00 (under 25)
Imprese convenzionate 12,00 (acquisto minimo di 5 tagliandi)

Ridottissimo 10,00 (under 18 e aderenti al protocollo di rete)

ABBONAMENTI
Platea intero 126,00
Platea ridotto 105,00 (under 25)
Galleria intero 105,00
Galleria ridotto 84,00 (under 25)

Imprese convenzionate 84,00 (acquisto minimo di 5 abbonamenti)

Ridottissimo 70,00 (under 18)

Progetto “stagioni diverse” 5,00

EVENTO SPECIALE 31 DICEMBRE CON REZZA/MASTRELLA
Intero 60,00
Ridotto per gli abbonati 50,00
POSSIBILITA’ DI PRENOTARE DEGUSTAZIONE PRIMA DELL’EVENTO

SCUOLE
Elementari e medie 4,00
Superiori 5,00
(*) I prezzi e gli abbonamenti di questa stagione sono scontati del 30% per il primo anno, verrà proposta agli spettatori una prelazione per la seconda stagione (2019/2020).


“I panni sporchi si lavano in famiglia” di Eduardo De Filippo al Teatro Abeliano

In il

i panni sporchi si lavano in famiglia

I panni sporchi si lavano in FAMIGLIA
– studi su Eduardo de Filippo –

Conduzione: Licia Lanera, Ermelinda Nasuto

Con: Ida Briscese, Sara Cantarone, lessandra Fusaro, Simone Guagnelli, Giada Iodice, Roberta Massarelli, Elisa Morciano, Maria Rafaschieri, Ganriella Schino, Agata Soldo, Gianluca Tagliente, Massimo Terrusi

Quest’anno, con gli allievi del secondo anno del laboratorio Agli Antipodi 2017/18, ci siamo interrogati sul microcosmo “famiglia”; per farlo abbiamo scelto uno dei maggiori drammaturghi del novecento, Eduardo de Filippo, che ha fatto delle sue opere un’incessante fucina di riflessioni sull’archetipo famiglia e sulla sua crisi.

Certo, Eduardo scriveva in un contesto storico e sociale completamente diverso dal nostro; noi però lavorando e agendo su alcune scene tratte da Mia Famiglia, Sabato Domenica e Lunedì, De Pretore Vincenzo, Gli Esami non finiscono mai, L’arte della commedia ci siamo resi conto di quanto universali e sempiterne siano alcune tensioni. Eccoci dunque alle prese con una tavolozza variegata di sentimenti e situazioni: l’abbandono, il senso di colpa, le attese, la spinta vitale di prendere in mano la propria vita e farne ciò che si vuole – a dispetto di una strada già segnata invece, le frustrazioni dell’età adulta, i conflitti generazionali, il “semplice” desiderio di essere amati.

**INGRESSO 5 EURO**

Info: 080 5427678

INFO & PRENOTAZIONI: botteghino@teatroabeliano.com
PREVENDITE presso il botteghino del Teatro Abeliano


L’abito nuovo di Pirandello e De Filippo al teatro comunale di Ruvo

In il

L abito nuovo di Pirandello e De Filippo al teatro comunale di Ruvo

La Compagnia La Luna nel Letto conclude la sua stagione tornando al Teatro Comunale di Ruvo di Puglia con un evento speciale da non perdere: il 24 Aprile ospitiamo “L’Abito Nuovo“.
Lo spettacolo, diretto dal nostro Michelangelo Campanale riporta sulla scena il lavoro scaturito dal sodalizio di due grandissimi del teatro italiano: Luigi Pirandello e Eduardo De Filippo.
Un testo aspro andato in scena per la prima volta nel 1937 ma di straordinaria attualità che ha ispirato nuovamente un incontro tra Michelangelo Campanale che dipinge la scena con una regia visionaria ispirata alla poetica pirandelliana e Marco Manchisi che ne cura il testo.
Regia e testo sono letteralmente “cuciti” sul nucleo di attori che, da anni, costituisce l’anima della Compagnia La luna nel letto.


“Uomo e Galantuomo”commedia in vernacolo molfettese

In il

UOMO E GALANTUOMO è il titolo della quarta commedia targata “Confraternita di Sant’Antonio – Molfetta”, con incasso interamente devoluto a scopo benefico. Questa divertentissima commedia suddivisa in 3 atti, vede la firma di uno dei mostri sacri del teatro: Eduardo de Filippo.

Le date:
SABATO 17 FEBBRAIO 2018
DOMENICA 18 FEBBRAIO 2018
SABATO 24 FEBBRAIO 2018
DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018
SABATO 3 MARZO 2018
DOMENICA 4 MARZO 2018

Per qualsiasi tipo di informazione è possibile contattare gli organizzatori dell’evento e la Confraternita di Sant’Antonio di Padova – Molfetta tramite la propria pagina Facebook.

Teatro Don Bosco via Aurelio Saffi – 70056 Molfetta (adiacente la chiesa di San Giuseppe)