Camminata tra gli Olivi a Sammichele di Bari

In il

CAMMINATA TRA GLI OLIVI 2021

CAMMINATA TRA GLI OLIVI
5ª Giornata Nazionale
Domenica 24 ottobre 2021

Il Comune di Sammichele di Bari, l’Associazione Nazionale Città dell’Olio e la Pro Loco “Dino Bianco” organizzano, nell’ambito delle attività previste per l’anno 2021, la Camminata tra gli Olivi.
A fine percorso è prevista la visita al museo della civiltà contadina, un banco degustazione con prodotti a base d’olio extravergine d’oliva e l’intervento di Paolo Leoci.

EVENTO GRATUITO

L’appuntamento è per domenica 24 ottobre
ritrovo alle ore 8.00 presso piazza della Vittoria n°1 (Municipio);
partenza ore 8.30;
rientro ore 13.00.

Info e prenotazioni: silvio.tateo@libero.it


“Alla scoperta di antichi sapori”, a Bari 8 giornate di visite guidate, degustazioni e laboratori culinari

In il

alla scoperta di antichi sapori

BARI – Martedì 19 ottobre, alle ore 18:00, presso l’Istituto Comprensivo “De Marinis” – plesso “Don Mario Dalesio”, in via Francesco Pepe 2 a Carbonara, “Alla scoperta di antichi sapori”, il percorso conoscitivo e sensoriale fra i prodotti caratteristici del territorio. 

La manifestazione, sostenuta dal Municipio IV e articolata in otto giornate, nasce per promuovere i prodotti tipici dei quartieri che compongono il territorio municipale e tracciarne l’antica storia e le tradizioni tramite visite guidate, degustazioni e laboratori culinari. 
Attraverso una serie di eventi volti alla promozione del territorio nelle sue connotazioni storiche, culturali e gastronomiche a cura di Slow Food – Condotta di Bari, che si è aggiudicato l’avviso pubblico, fino al 12 novembre saranno valorizzati i prodotti tipici del territorio, come il pane, le mandorle, l’olio e le olive, e ne saranno illustrate le proprietà. 

“Abbiamo pensato di utilizzare i fondi dedicati al marketing territoriale a nostra disposizione per un percorso culturale e gastronomico sui prodotti che in qualche modo hanno fatto la storia della nostra terra – commenta la presidente del Municipio IV Grazia Albergo -. Grazie a un programma organizzato da Slow Food daremo la possibilità a residenti e turisti di riannodare i fili della memoria collettiva e, allo stesso tempo, di valorizzare al meglio questi beni alimentari legati a Carbonara, Ceglie del Campo e Loseto. Ancora oggi, infatti, la produzione di pane, mandorle e di olive e olio rappresenta una delle voci più redditizie per la nostra terra”. 


Le origini del Pane di Altamura: degustazioni, laboratori e convegni

In il

le origini del pane di altamura world bread day

World Bread Day 2021: il 16 ottobre ad Altamura un’intera giornata di eventi dedicata al pane più apprezzato d’Italia

Un’iniziativa del Consorzio del Pane di Altamura DOP. Degustazioni, laboratori e convegni per celebrare il Pane di Altamura DOP. Attesissima la partecipazione dei partner DOP Prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano e Asiago.

Una recente indagine promossa da una prestigiosa agenzia di comunicazione ha fatto emergere che il pane più apprezzato in Italia è quello di Altamura. Un risultato importante che premia non solo il grande lavoro di generazioni di fornai e panificatori ma anche dei componenti dell’intera filiera, ovvero i coltivatori di grano duro e i molitori. In occasione del “World Bread Day – Giornata Mondiale del Pane 2021” il Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Pane di Altamura DOP ha organizzato una giornata interamente dedicata al re dei prodotti da forno, nella città che da centinaia di anni lo sforna, contribuendo quotidianamente a mantenere elevato il livello del food italiano nel mondo.

L’evento “Le origini del pane di Altamura” si terrà nella Città del Pane il 16 ottobre 2021 con l’obiettivo di celebrare e raccontare un prodotto che grazie alle sue caratteristiche uniche è riuscito a conquistare i palati e le tavole degli italiani. Convegni, laboratori, presentazione di libri e degustazioni; il ricco programma della giornata sarà valorizzato dalla partecipazione di alcuni prodotti dell’eccellenza italiana nel mondo: Prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano, formaggio Asiago, Burrata di Andria, Olio Dauno, Cipolla di Margherita di Savoia, Lenticchia di Altamura. Prodotti che solitamente vengono consumati anche in accoppiata col pane di Altamura. Un’occasione straordinaria per stringere e avviare rapporti di collaborazione, raccontare le proprie esperienze territoriali, portare a conoscenza di tutti le proprie best practices. La giornata si avvale del patrocinio di: Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Altamura, Diocesi di Altamura-Gravina in Puglia-Acquaviva delle Fonti, Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Gal Terre di Murgia e Archivio Biblioteca Museo Civico.
Gli eventi si terranno in due location adiacenti al bellissimo centro storico di Altamura: l’ex monastero del Soccorso (Piazza della Resistenza 5) e l’atrio del liceo Cagnazzi (Piazza Zanardelli 30).
«In questi anni – ha dichiarato Luigi Picerno, dal 2014 presidente del Consorzio – abbiamo affrontato con determinazione le difficoltà e le insidie del mercato globalizzato e al contempo ne abbiamo colto le opportunità, consapevoli che un prodotto territoriale come il Pane di Altamura deve rispettare precisi standard qualitativi. Apprendere che il nostro pane è il più apprezzato dagli italiani significa che il lavoro e la strada intrapresa sono stati quelli giusti. Cosa sogno? Sogno Altamura città italiana del pane. Perchè questa città, attraverso i suoi artigiani, non ha diffuso e promosso solo il suo pane ma la cultura della panificazione italiana nel mondo».

«Si tratta della prima edizione di un festival – spiega Nicola Lorè, direttore del Consorzio – che intendiamo organizzare ogni anno in occasione della Giornata Mondiale del Pane. L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere il pane più noto d’ Italia e coinvolgere tutti i maestri panificatori delle città di Altamura, Gravina in Puglia, Spinazzola, Minervino Murge e Poggiorsini, affinché colgano appieno l’enorme potenziale culturale, sociale ed economico del Pane di Altamura DOP, recentemente oggetto di un percorso di candidatura a patrimonio immateriale dell’UNESCO».

PROGRAMMA “LE ORIGINI DEL PANE”

DEGUSTAZIONE: PANE DOP E…
Giardino dell’ex monastero del Soccorso (ore 10,00 – 24,00)
Cosa accadrebbe se si incontrassero nello stesso luogo il Pane di Altamura DOP e alcuni tra i più importanti prodotti dell’eccellenza italiana nel mondo? L’atrio interno dell’ex monastero del Soccorso ospiterà un’area degustazione Prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano, Formaggio Asiago, Burrata di Andria, Olio Dauno, Cipolla di Margherita di Savoia, Lenticchia di Altamura.
Gli stand seguiranno questa logica: i Consorzi di tutela e valorizzazione DOP/IGP saranno ospiti. Gli stand alimentari dovranno proporre connubio del proprio prodotto con Pane di Altamura DOP. Dopo di che si potranno servire liberamente i propri prodotti. Si potranno degustare anche birre artigianali a base di Pane di Altamura DOP. L’obiettivo è quello di associare la divulgazione della qualità dei prodotti al concetto di street-food d’eccellenza.

LABORATORIO: LE MANI IN PASTA
Giardino dell’ex monastero del Soccorso (ore 10,00 – 13,00)
Su prenotazione e fino ad esaurimento posti
I partecipanti scopriranno dal vivo tutte le fasi di lavorazione del Pane di Altamura DOP supportati da un maestro panificatore.
Sarà possibile partecipare previa prenotazione all’indirizzo e-mail: direzionepanedop@gmail.com.

LABORATORIO: IL RACCONTO DEL PANE
Museo del Pane di Vito Forte (ore 10,00 – 13,00)
Laboratorio di Educazione Alimentare destinato ai bambini delle classi elementari. Racconti, fiabe, storie aventi come personaggi gli alimenti che risaltino gli aspetti della buona alimentazione e dei sani stili di vita. A tenerli saranno esperti alimentari.

TAVOLA ROTONDA: FOOD E LUOGHI D’ORIGINE. LE ECCELLENZE DOP E IGP D’ITALIA
Ex Monastero del Soccorso (Sala Tommaso Fiore) – Ore 10.30
Le DOP e IGP contribuiscono allo sviluppo del territorio di origine e del suo sistema produttivo e rappresentano eccellenze alimentari. Sono prodotti che coniugano i sapori della tradizione alla salute e al benessere del consumatore. Le DOP e IGP sono il risultato di un territorio ma rappresentano altresì una risorsa per lo sviluppo sostenibile dello stesso.
Moderatore – Onofrio Bruno, giornalista

L’esperienza del Pane di Altamura DOP
Luigi Picerno – Presidente Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela del Pane di Altamura DOP

DOP e IGP e la valorizzazione dei territori di origine
Mauro Rosati – Direttore Origin-Italia e Qualivita
Salvatore Sergi – Bioagricert
Gabriele Rotini – Segretario nazionale CNA agroalimentare
Francesco Caponio – Docente Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari
Francesco Tarantini, Presidente Parco Nazionale Alta Murgia

Prodotti DOP/IGP e Food Marketing
Klaus Davi – Agenzia di comunicazione d’impresa “Klaus Davi & Co”

Eccellenze enogastronomiche e territorio: best practices
Giuseppe Digesù – vice presidente Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela del Pane di Altamura DOP
Lucia Forte – consigliere Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela del Pane di Altamura DOP
Stefano Fanti – direttore Consorzio Prosciutto di Parma DOP
Riccardo Deserti – direttore del Consorzio Tutela e Valorizzazione Parmigiano Reggiano DOP
Luciana Volpato – Consorzio di Tutela del formaggio Asiago DOP
Francesco Mennea – direttore del Consorzio di Tutela e Valorizzazione Burrata di Andria IGP
Gerardo Centoducati – direttore Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Lenticchia di Altamura IGP
Antonella Bombacigno – direttrice Consorzio di Tutela e Valorizzazione dell’Olio EVO a DOP Dauno

CELEBRAZIONE DELL’UNIONE TRA PANE DI ALTAMURA DOP E PARTNERS
Ex Monastero del Soccorso (Sala Tommaso Fiore) – Ore 10.30
L’unione, ovvero l’auspicio di una futura collaborazione, sarà suggellata simbolicamente da Massimiliano Scalera, presidente del Gal Terre di Murgia.

ANTEPRIMA DEL LIBRO “LA STORIA DEL PANE DI ALTAMURA E DELLA SUA FILIERA”
Atrio Liceo Cagnazzi (Ore 17,30)
Considerato il calo brusco delle temperature che avrebbe arrecato non pochi disagi ai partecipanti, l’ANTEPRIMA del libro sulla storia del pane di Altamura, inizialmente prevista nell’atrio del liceo Cagnazzi, si terrà allo stesso orario (ore 17,30) nella sala convegni “Tommaso Fiore” al primo piano dell’ex monastero del Soccorso (Piazza della Resistenza/Porta Matera). Crediamo di aver fatto cosa gradita soprattutto a coloro che avrebbero sofferto il freddo.

PROIEZIONI VIDEO
“Da n’ascene de rène a na fédde de ciallédde”
“Video Booktrailer (LAB edizioni)”
Modera: Antonella Testini, giornalista
Intervengono
Luigi Picerno –  Presidente Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela del Pane di Altamura DOP
Giuseppe Pupillo – autore
Antonio Ferrante – autore
Saluti
Rosa Melodia, Sindaca di Altamura
Francesco Tarantini, Presidente Parco Nazionale Alta Murgia
Donato Pentassuglia, Assessore Agricoltura Regione Puglia
Antonio Decaro, Sindaco della Città Metropolitana di Bari
Paolo Falcicchio, Vice presidente Archivio Biblioteca Museo Civico
Rossano Sasso, Sottosegretario Ministero dell’Istruzione
Nunzio Angiola, Deputato
Angela Masi, Deputato
Giuseppe Creanza, Diocesi Altamura Gravina in Puglia Acquaviva delle Fonti
Massimiliano Scalera, Presidente GAL Terre di Murgia

Prenota qui


I SAPORI DEL GRANO tre giorni di degustazioni, folklore, tradizioni e culture nel castello Caracciolo

In il

I SAPORI DEL GRANO 2021

I SAPORI DEL GRANO 3^ EDIZIONE
DAL 17 AL 19 SETTEMBRE TRE GIORNI DEDICATI ALLA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI NEL CASTELLO CARACCIOLO.

Un programma ricco di appuntamenti quello proposto da “I Sapori del Grano”, manifestazione d’interscambio culturale a carattere internazionale e diffusione nazionale organizzata dall’associazione L’Albero Verde della Vita.
Ad inaugurare “I Sapori del Grano”, venerdì 17 settembre alle ore 18:00, presso la sala del Castello Caracciolo di Sammichele insigni relatori si alterneranno nel convegno intitolato “I Sapori del Grano: cultura, tradizioni, sviluppo sostenibile, resilienza alimentare”.
La prof.ssa Filomena MAGGINO – Coordinatore del dipartimento “Benessere Integrale” – Pontificia Accademia Mariana Internationalis, già Presidente della Cabina di Regia “Benesere Italia” – Presidenza del Consiglio dei Ministri, il dott. Gianluigi CARDONE – Scientific Administrator, Sustainable agriculture, agri-food systems and rural development CIHEAM Bari ed il dott. Giovanni TAMBURINI – ricercatore presso il dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degi Alimenti (Di.S.S.P.A.) dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, approfondiranno tematiche quali la biodiversità, gli ecosistemi, la valorizzazione dei grani antichi nella filiera agroalimentare sostenibile della pasta con particolare attenzione al caso dell’Etiopia.
Interessante il progetto scientifico dell’Università di Bari, “Pollin-Actor”, presentato dal dott. Giovanni TAMBURINI.
Sabato 18 settembre, sempre nella sala del Castello Caracciolo, con inizio alle ore 10:00, il dott. Giovanni OTTOMANO ed il dott. Paolo LEOCI, rispettivamente consulente-ricercatore presso il CHIEAM di Bari e Cultore di Gastronomia tipica, Direttore de l’Accademia dei tipici: e di evo di qualità si confronteranno nel dibattito internazionale sulla tematica della dieta mediterranea nella sostenibilità dei sistemi alimentari e delle diete e su stili di vita sani ed equilibrati per una salute sana ed una lotta agli sprechi.
La coorte del Castello Dino Bianco, sede della civiltà contadina, venerdì in serata si trasformerà per accogliere gli stand enogastronomici dei nostri partner: Slow Food Comunità di Sammichele di Bari per la tradizione della Fecazze a Livre, Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione del Pane di Altamura a DOP, Masseria Lo Schiavetto, La Masseria snc di Cantore Filippo e Giuseppe – Frantoio oleario e azienda agricola, Azienda Agricola Biologica di Biagio Clemente, Azienda Agricola di Pasqua D’Aprile, L’Apicoltore del Paese Azzurro di Pasquale Cristantielli, Centovignali – i vini che raccontano la Puglia, Cantina dei Fragni, Tenute Nettis, Pastificio Svevo, Mestagnaz, Vivai Spinelli, Cooperativa Aliante, Mario Lozito Minnie’s Jewels.
Sapori etnici, profumi senegalesi, colori nostrani, folclore, tradizioni, culture euromediterranee, degustazioni per i palati più raffinati, animeranno le serate di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 dalle ore 18:00.
Non mancheranno coreografici show cooking: venerdì sera a cura dell’Istituto Internazionale CIHEAM di Bari; sabato sera toccherà all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Rosa LUXEMBURG di Acquaviva delle Fonti.
Concluderà la carrellata culinaria domenica sera l’Associazione Cuochi Italiana e Global School Palazzo Italia di BUCAREST con la sua “Cucina Euromediterreanea”.
Quest’anno ricorre il 700esimo anniversario della scomparsa di Dante ALIGHIERI e L’Albero Verde della Vita, all’interno de “I Sapori del Grano”, vuole omaggiarlo con due momenti nella serata di sabato 18 settembre a cura dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Rosa LUXEMBURG e della Cooperativa Aliante.
I costumi medioevali che i lettori dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Rosa LUXEMBURG indosseranno saranno impreziositi dai gioielli ideati e realizzati dall’artista Erminia Costagliola Di Fiore di Minnie’s Jewels che potranno essere meglio apprezzati nella sfilata medioevale.
La maratona de “I Sapori del Grano” si concluderà domenica 19 con l’estrazione finale della lotteria a premi gentilmente offerti dai partner commerciali.


La Notte delle Lanterne in piazza Duomo

In il

notte delle lanterne trani

La Notte delle Lanterne è un’iniziativa creata dall’ Associazione Culturale FORME in collaborazione con il Comune di Trani.
L’evento consiste in un percorso degustativo di food & beverage di prodotti tipici locali e non, in una location esclusiva: Piazza Duomo.
Ad accompagnare le degustazioni, un DJ set e un concerto live, in attesa del suggestivo lancio delle lanterne che avverrà a Mezzanotte.

Il ticket ha un costo di 15€ che comprende:
• 7 degustazioni di Beverage e 4 degustazioni di Food a tua scelta
• una shopper bag in tela con al suo interno la lanterna da accendere a mezzanotte, voucher spendibili nelle attività commerciali che hanno aderito all’evento e il calice (che prevede una cauzione di 3€ che vi verrà restituita a fine serata in cambio del calice)
• musica live & intrattenimento

È possibile prenotare il tuo ticket presso:
– La Galleria Internazionale Belmondo, Via Mario Pagano 244, Trani (Lun – Ven dalle 10:00 alle 13:00)
– Via Mail: formevarie2016@gmail.com indicando come oggetto “Ticket Notte delle Lanterne” e precisando Nome, Cognome e numero di telefono dei partecipanti.
(L’ingresso è riservato ai possessori del GreenPass)

La serata si svolgerà Martedì 14 Settembre dalle ore 20:00.

Per informazioni contattare:
formevarie2016@gmail.com
+39 3450720314 – Elena Brulli
natalicchiocesare@yahoo.it
+39 3409664400 – Cesare Natalicchio


Bitonto Folk Festival – Ta.Tara.Tatà 2021: il programma

In il

bitonto folk festival 2021 ta tara tata

Torna dopo il fermo forzato dell’anno 2020 una nuova edizione del Bitonto Folk Festival Tammorre,Tarantelle e Tataranne torna nel 2021. Un appuntamento con il festival di musica popolare unico nel suo genere in Terra di Bari. Un’invasione di suoni e colori caratteristici della cultura popolare italiana.

Programma:

Venerdì 10 settembre 2021 ore 21:00 Villa Sylos -Bitonto-
“Ruggiero Inchingolo Quartet” in concerto “Saulo di Tarso”
Ruggiero Inchingolo- voce, violino,
mandolino, oud
Alessandro Buongiorno- chitarra
Aldo Grillo – percussioni,taamburello
Agostino Reho- fisarmonica

Sabato 11 Settembre 2021 ore 18:00 Palombaio e ore 19:00 Mariotto -centro cittadino- Spettacolo itinerante di musica popolare con Daniela Mazza-Beddu ci balla- e Folkèmigra Ensamble
ore 21:00 piazza Roma -Mariotto
Folkèmigra in concerto

Domenica 12 Settembre 2021 ore 21.00 Villa Sylos
“Veronica Calati e Trio Salentino” in concerto
Veronica Calati-danze
Giuseppe Anglano -fisarmonica
Massimiliano De Marco -chitarra
Federico Laganà -tamburello
ore 23:00 Folkèmigra in concerto
Presso Villa Sylos in via Falcone e Borsellino -Bitonto- ingresso ore 19:00
concerti ore 21:00

Ingresso gratuito previa prenotazione al www.folkemigra.it
per un totale massimo di 250 ingressi.
Sarà possibile poter accedere senza prenotazione solo quando saranno esauriti gli ingressi preventivamente prenotati.
Piazza Roma Mariotto ingresso libero nel rispetto delle normative anti covid


Sagra del Pollo e del Coniglio a Castellana Grotte

In il

sagra del pollo e coniglio 2021 castellana grotte

CASTELLANA GROTTE – Immergiti nel vivo delle tradizioni di Castellana Grotte. Il 7 e l’8 settembre celebra il folklore, la satira e le bontà gastronomiche della Sagra del Pollo e del Coniglio, a cura di Confcommercio, e della secolare Fiera del Caroseno. Perditi tra le vie cittadine, i profumi del pollo alla brace e i colori delle vetrine allestite nelle macellerie. Una festa genuina, in cui il buon gusto incontra il sorriso. Vieni a viverla insieme a noi.


Salone dei vini e degli oli del Sud Italia nel Castello di Sannicandro

In il

salone vini e oli del sud 2021

Tornano gli eventi in presenza con il Salone dei vini e degli oli del Sud Italia che si svolgerà martedì 15 giugno 2021 dalle 15 alle 21 al Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari (BA).
L’evento del 15 giugno sarà il momento conclusivo della XVI edizione della manifestazione Radici del Sud (10-15 giugno), l’unico aperto al pubblico, dove oltre 100 aziende presenteranno la loro gamma di prodotti. Per la prima volta saranno presenti anche produttori provenienti da Sardegna, Abruzzo e Molise, assieme a quelli di Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia già presenti nelle scorse edizioni.

Per le aziende che volessero partecipare è ancora possibile iscriversi entro il 25 maggio.

Oltre 150 invece le aziende che hanno finora aderito al Concorso e agli incontri B2B in programma il 13 e 14 giugno sempre nell’ambito della manifestazione.

Il Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari è stato oggetto di un accurato restauro in questi mesi e oggi è la location adeguata per svolgere eventi in sicurezza, grazie agli ampi spazi di cui è dotato. Qui i produttori delle cantine e dei frantoi racconteranno in prima persona il loro lavoro e il territorio.

I due giorni di Concorso, nel quale verranno testati oltre 350 vini di tutto il Sud Italia, saranno riservati a giornalisti, influencer ed esperti di vino, suddivisi in due giurie (qui l’elenco dei giurati), una nazionale e una internazionale, guidate da 4 presidenti italiani: Andrea Terraneo (Presidente Vinarius), Francesco Muci (Slow Wine), Luciano Pignataro (Lucianopignatarowineblog) e Maurizio Valeriani (Vinodabere) che metteranno in evidenza le caratteristiche più identitarie dei vitigni autoctoni. Negli stessi giorni si terranno nella sala Scuderie, completamente ristrutturata, gli incontri tra produttori di vino e importatori provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti, che possono giungere in Italia senza effettuare la quarantena.

La conferenza di proclamazione dei vincitori del Concorso sarà martedì 15 giugno alle ore 11.00 nella corte del Castello, alla presenza dei Presidenti di Giuria e di tutti gli ospiti nazionali e internazionali. Per partecipare all’evento sarà necessario registrarsi sul sito della manifestazione, oppure si potrà seguire la diretta sui canali YouTube e Facebook di Radici del Sud.

La rassegna, patrocinata dal Consiglio Regionale e dal Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia e dal Comune di Sannicandro di Bari, si terrà nel pieno rispetto delle misure anti Covid in vigore. Un ringraziamento a tutti coloro che collaborano a questa edizione: Aepi (Enotecari professionisti), Ais Puglia, Assoenologi PBC, Intravino, Lucianopignatarowineblog, Slow-Wine, Vinarius, Vinodabere. Gli ingressi saranno a numero limitato e contingentati in tre fasce orarie: dalle 15.00 alle 17.00, dalle 17.00 alle 19.00 e dalle 19.00 alle 21.00.

A causa delle normative anti-covid gli ingressi saranno a numero limitato e non sarà possibile accettare prenotazioni senza l’acquisto del biglietto, in quanto per assicurare lo svolgimento della manifestazione in sicurezza gli ingressi saranno contingentati in tre fasce orarie (15.00-17.00 / 17.00 -19.00 / 19.00 – 21.00). In alternativa si potrà accedere alla Manifestazione sino ad esaurimento posti, solo nelle fasce orarie libere.


Cantine Aperte 2021: tutti gli appuntamenti per gli appassionati del vino

In il

cantine aperte 2021

Torna in presenza l’evento enoturistico più atteso, CANTINE APERTE 2021. Dopo la pausa 2020 (causa Covid 19) le cantine riaprono i battenti agli appassionati del vino con due weekend, 29/30 maggio e 19/20 giugno, dedicati alla conoscenza e promozione del ‘nettare di Bacco’ all’interno delle cantine socie del Movimento Turismo del Vino Puglia.
Escursioni tra vigneti, bottaie e impianti produttivi, degustazioni di vini in compagnia dei vignaioli, eventi culturali, sono gli ingredienti del ricco programma di Cantine Aperte 2021. L’accesso alle cantine è gratuito con prenotazione obbligatoria per consentire a tutti di partecipare in sicurezza, disciplinando il flusso di visitatori senza perdere lo spirito gioioso dell’evento.
L’acquisto del calice dell’odierna edizione di Cantine Aperte (il costo è di 5 euro) dà diritto ad una degustazione di benvenuto in tutte le cantine visitate.
Le cantine aderenti in Puglia


Radici del Sud 2020: Salone dei vini e degli oli del Sud Italia nel Castello di Sannicandro

In il

Radici del Sud 2020

Lunedì 23 Novembre 2020 nel Castello di Sannicandro di Bari torna Radici del Sud con la XV edizione del Salone dei Vini e degli Oli del Sud Italia.

(attività aperte al pubblico)

11.00 -12.30 Conferenza e premiazioni dei vini selezionati dalle giurie dei giornalisti italiani ed internazionali

15.00 – 22.00 APERTURA AL PUBBLICO DEL SALONE DEI VINI E DEGLI OLI DEL SUD ITALIA – Banchi d’assaggio col produttore. Scopri i migliori vini del Sud Italia e conosci le persone che li producono.

*al salone e alla degustazione si accede previo l’acquisto del kit di degustazione comprensivo di bicchiere, sacca portabicchiere e quaderno di degustazione (€15)

15.00 – 22.00 APERTURA AREA FOOD
Prodotti tipici proposti da produttori locali dell’agroalimentare

20.00 – 22.00 PREPARAZIONI PIATTI TIPICI REALIZZATI DA CHEF PUGLIESI NELL’AREA ESPOSITIVA
Info e Prenotazioni:

info@radicidelsud.it
+39 3385939322