Balla Bella Murgia 2019 – Iª edizione

In il

balla bella murgia 2019

L’evento si svolgerà nei giorni dal 13 e 14 luglio, 20 e 21 luglio 2019 ed interesserà la zona del Centro Storico.
La manifestazione prevede la partecipazione di alcune scuole di ballo ed associazioni musicali del territorio di Santeramo in Colle, le quali avranno il compito di coinvolgere la cittadinanza nell’esprimere la propria creatività mediante il ballo, creando in tal modo un importante momento di socializzazione. Uno dei momenti più importanti delle serate sarà destinato alla valorizzazione di uno dei balli caratteristici della puglia, quale la tarantella. Inoltre, la presenza di stand enogastronomici darà l’opportunità ai fruitori di presentare e di far degustare le eccellenze del nostro territorio. La centralità della manifestazione si svolgerà in Piazza Chiancone, ove saranno istallati gli stand enogastronomici di cui innanzi, anche al fine di consentire alla popolazione di riscoprire il valore del nostro centro storico.

La manifestazione inizierà alle ore 18,00 ed avrà termine tutti i giorni alle ore 24,00.

Domenica 21 Luglio, il giorno della premiazione ci sarà una grande festa organizzata dalle associazioni promotrici del concorso, ognuna di esse sarà protagonista con varie iniziative: canti, recitazione, spettacoli, sport e tanta allegria.

Info: 3319971702


Isabella D’Aragona Duchessa di Bari – Una vita leggendaria

In il

isabella d aragona abeliano danza

Ultimo appuntamento con la rassegna AbelianoDanza 2019, lo spettacolo si sviluppa sulle musiche originali di Grazia Bonasia e narra la leggendaria vita di una delle donne più famose del Rinascimento che fu protagonista assoluta delle cruciali vicende politiche, storiche e culturali italiane a cavallo tra il 1400 e il 1500.
Duchessa di Milano, amica di Leonardo da Vinci (alcuni studiosi stranieri pensano che sia lei Monna Lisa), figlia del Re di Napoli Alfonso II d’Aragona, moglie di Gian Galeazzo Sforza e nipote del famigerato Ludovico (detto il Moro), cognata di Lucrezia Borgia, madre di Bona Sforza Regina di Polonia e infine Duchessa di Bari, segnò con le sue avventurose e spesso dolorose storie personali e con le sue scelte politiche, la vita dell’intera Italia rinascimentale e del capoluogo pugliese di cui fu oculata, retta e acuta amministratrice per venticinque anni. Certi che la sua figura storica debba essere riscoperta e raccontata specie nella città su cui governò cambiandone per sempre le linee architettoniche e la cultura. La Compagnia AltraDanza presenta con l’Associazione Culturale Il Mondo della Luna, uno spettacolo che, tra narrazione, musica e danza, ha l’obiettivo di rendere giustizia a una grande donna, spesso sconosciuta, troppo spesso dimenticata.
Lo spettacolo “Isabella d’Aragona, Duchessa di Bari – Una vita leggendaria” narra la sua vita in modo diretto, semplice e avvincente basandosi su quei pochi testi storici che delineano la sua formidabile personalità mista a uno spiccato senso etico, morale e dello stato, e le complicate trame delle corti italiane del rinascimento. Le stesse a cui autori come Shakespeare si ispirarono per i loro immortali capolavori.

Coreografie di Domenico Iannone.

Musiche composte e dirette da Grazia Bonasia.

Con Laura Gigante: Isabella D’Aragona;
Anila Roshi: violoncello;
Giada Ferrulli e Sara Mitola: danzatrici;
Roberto De Bellis: lighitng designer;
Gianni Pantaleo: direttore organizzativo;
Gennaro Guida: still photographer.

Info e prenotazioni: 3388431292


DEVOTEE prima regionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

MP3 Project
DEVOTEE
con Gabriele Montaruli, Ivan Montis, Michele Pogliani
coreografia MICHELE POGLIANI

PRIMA REGIONALE
Protesi deriva dal greco prothesis, letteralmente “mettere avanti”, “anteporre”. Protesi sono i seni in silicone, ma anche quelli usati in chirurgia e odontoiatria; protesi sono le cosiddette cheetahs di Oscar Pistorius ma anche quelle di ORLAN, madre della Carnal Art. Il concetto di protesi è però strettamente connesso a quello di acrotomofilia, l’attrazione erotica per le vittime di amputazioni (o alla apotemnofilia, il feticismo per le amputazioni). Dunque, due polarità: la protesi come innesto e la “mancanza” come feticismo, in una conversazione altamente improbabile seppur vera e documentata. Michele Pogliani dopo il decennio trascorso a New York con molteplici collaborazioni torna in Europa: dal 2010 collabora con la Codarts di Rotterdam, dal 2015 sviluppa MP3 Project e dal 2017 è docente presso Accademia Nazionale di Danza di Roma.


MOZARTANGOSUITE di Domenico Iannone

In il

mozartangosuite

Suite: sostantivo femminile.
Composizione strumentale in più tempi, ciascuno dei quali costituito da un tipo di danza ora vivace e allegra, ora lenta e solenne in una alternanza ritmica di particolare spigliatezza; il tipo più frequente è quello costituito dalla serie di danze allemanda – corrente – sarabanda – giga.
Ha caratterizzato la danza contemporanea con una personalissima visione del movimento sempre in assoluta gestualità coreografica. La preparazione culturale con cui Domenico Iannone firma le sue coreografie, sono basi di quella danza che proposta a distanza di decenni, sarebbe letta dai critici e soprattutto dallo spettatore, come danza contemporanea proprio perchè contemporaneo è sinonimo di operazione di oggi. Il “domani” di Domenico Iannone sarà sempre “oggi”, specificando la metafora. E’ attuale. In quest’ ultimo lavoro, Iannone “torna” alla pura coreografia. Senza traccia drammaturgica, nè un testo dal quale ricavare un soggetto. Da precedenti e importanti titoli del suo repertorio, presentati con costanza negli anni per rassegne quali DAB19 organizzata dal Comune di Bari e dal Teatro Pubblico Pugliese e AbelianoDanza, manifestazione di proposte di giovani compagnie della danza contemporanea del sud, Iannone rinnova rigenerando sè stesso proponendosi come “chiave di volta” di una nuova e attuale tecnica narrativa coreografica. Osa abbracciare un arco di tempo artistico dall’immortale Mozart allo strumentista d’avanguardia Piazzolla, dimostrando abilità di transizioni tra barocco e contemporaneo abilmente riportati da una giovane e rinnovata compagnia di alta formazione classica. E’ un raro esempio di ritorno al balletto, coraggiosa operazione che applica dopo anni di sperimentazione e ricerca raggiungendo la “stasi” della danza: congela la purezza. Interseca dialoghi “cantati” con le fisicità coreografiche, ri-equilibra i volumi dei corpi nello spazio scenico percorrendo un passaggio inverso: il corpo esibito e danzato ritorna all’origine di sè stesso divenendo genesi del movimento stesso. La danza è percorsa e trasmessa, da odi all’amore a “fame” d’amore. Qui le transizioni Mozart/Piazzolla, sentimento/passione. Con ironia, con gioia, diventa piacere. Mozartangosuite è il traguardo e l’inizio di una nuova generazione, metro di misura di studi della danza che dopo anni di complesse e difficili interpretazioni di introspettivi sentimenti, ri-torna e propone la bellezza di un balletto.

Compagnia AltraDanza
Direzione Artistica: Domenico Iannone
Interpreti: Silvia Di Pierro, Mimmo Linsalata, Giada Ferrulli, Sara Alessia Giannini, Sara Mitola, Serena Pantaleo, Lucrezia Pastore.
Maître de Ballet: Milena Di Nardo
Lighting designer: Roberto De Bellis
Still photographer: Gennaro Guida
Direzione e Organizzazione: Gianni Pantaleo

Ingresso euro 10,00
Info e prenotazioni: 338 8431292


“FUORI DAL TEMPO – Racconti di danze urbane” spettacolo itinerante nel borgo antico di Conversano

In il

fuori dal tempo

***EVENTO RINVIATO A DATA IN VIA DI DEFINIZIONE A CAUSA DELLE AVVERSE CONDIZIONI METEO***

Sabato 4 maggio, alle ore 20.30, vi aspettiamo a Conversano per “FUORI DAL TEMPO – Racconti di danze urbane” della Compagnia Eleina D, un evento urbano lungo le strade del Borgo Antico di Conversano, uno spettacolo itinerante, un percorso ispirato alle storie e alle leggende del paese. 
Il Guercio di Puglia, la Badessa, il popolo, il potere, la forza femminile: storie intrecciate a sonorità capaci di muovere i corpi dei danzatori e gli acrobati-aerei della Compagnia Eleina D. Attraverso la commistione delle arti dal vivo, i performer daranno vita a evoluzioni in cui corpo, suono e parola, tra terra e aria, s’incontrano.

Lo spettacolo si svolge nel cuore della città e sarà realizzato:
– nei pressi della Torre Dodecagonale in Corso Domenico Morea
– dinanzi alla Pinacoteca Comunale in Piazza Castello
– davanti alla Cattedrale di Conversano in Via Casimiro Gennari

Ingresso Libero

Qui il programma del Maggio Conversanese


AS YOU WANT prima nazionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

AWA As We Are production
AS YOU WANT
Artistic support Anne-Anne-Marie Hess / con il sostegno di TROIS C-L Centre de Création Chorégraphique Luxembourgeois, Luxembourg Ministry of Culture (LU)
coreografia e danza BAPTISTE HILBERT E CATARINA BARBOSA

PRIMA NAZIONALE
As you want è un lavoro concepito, creato come una piramide. In primo luogo, un fondamento potente e universale costituito da una storia comune a ogni essere vivente su questo pianeta. È la storia di due personaggi. Un uomo, una donna e i loro percorsi personali che li hanno portati a incontrarsi in cima a questa gigantesca avventura. Questo duetto è stato creato per ricordarci che veniamo tutti dallo stesso posto. Tuttavia, le nostre esperienze di vita ci modellano, rendendoci unici, rendendoci gli individui che siamo. E un giorno, potremmo incontrarci, essere attratti, innamorarci o semplicemente cadere in una fine profonda.


BARIDANZA 2019, il 24° Concorso Nazionale al Teatro AncheCinema

In il

baridanza 2019

*24° edizione Festival BARIDANZA* 
Teatro Anchecinema Bari dal 5 al 7 Aprile 2019

Presidente della commissione un grande artista VLADIMIR DEREVIANKO (formatosi presso il teatro Bolshoi, Maitre de Balletr del Teatro Alla Scala e del Teatro dell’Opera di Roma) completano la commisione:

Christos PAPADOPOULOS (contemporaneo),

Ranko YOKOYAMA (modern),

Maura PAPARO (modern/musical), 

FRANQEY LKS (hip hop),

YUGSON HAWK (hip hop)
,
Massimiliano CRAUS (premio della critica) ,
Randy ROBERTS (musical canto).

Premi per oltre *4.000 €* e tantissime *borse di studio* e *premi speciali* tra cui ben 3 borse di studio complete (lezioni, viaggio e hotel), presso il *MUNICH INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL* in Germania, un percorso tra i piu’ prestigiosi d’Europa, con docenti d’eccellenza in una struttura meravigliosa.

Scadenza iscrizioni 18 Marzo 2019
0805306806 cell. 3245690918

info@nevergiveup.academy

www.nevergiveup.academy


SI NOUS PRENIONS LE TEMPS prima nazionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

Compagnia YMA
SI NOUS PRENIONS LE TEMPS
musica Fred Malle / accompagnamento alla scrittura Alice Zenite
Concetto e interpretazione CHLOÉ HERNANDEZ E ORIN CAMUS

PRIMA NAZIONALE
“È difficile scrivere o descrivere questo progetto da quando è iniziato senza parole. Parte dal desiderio di iniziare una ricerca da parte dei corpi senza registrarli nella cornice di un pensiero, una forma, un tema.Dobbiamo trovarci direttamente nello studio ed entrare nella creazione attraver-so il movimento, la danza. Non ci sono altri soggetti oltre a questi due corpi – e questo è già vasto.”Presentazione al pubblico di un estratto del lavoro tra i due coreografi, Chloé Hernandez e Orin Camus: workshop proposti in direzione del lavoro in coppia, comprendono la tecnica del “contact” nel lavoro del peso, del sostegno e supporto.


Lovain e Sophia – Placenta: Se c’è lei io non vengo

In il

placenta lovain e sophia

Per sottolineare il loro legame di sangue, oltre che artistico, le sorelle gemelle (pugliesi) Lorena e Sonia Pizzoleo, in arte Lovain (la prima) e Sophia (la seconda), hanno individuato un nome emblematico per il loro progetto. Si chiama, infatti, Placenta il duo cui danno vita, unendo musica e danza, canzone e gesto, in un unico afflato espressivo. E tanto si sentono l’una parte dell’altra dall’aver scelto come titolo dello spettacolo Se c’è lei io non vengo. Lovain, che canta, suona pianoforte e tastiere e utilizza l’elettronica, si è già imposta da sola con la sua originale proposta musicale, che spazia dalla chanson al romanticismo ottocentesco. L’album Ego Scribo Tibi uscito nel 2016 con gli arrangiamenti del fisarmonicista Bruno Galeone, è stato candidato alla Targa Tenco come «migliore opera prima». E nel 2017 Lovain, voce dal timbro netto e insieme struggente, capace di vivere e far vivere le cose che canta, ha portato a casa il Premio Val di Chienti attribuitole dal pubblico del Teatro della Filarmonica di Macerata, affermazione seguita dall’ingresso nella rosa degli otto vincitori del festival della canzone d’autore Musicultura con il brano 1, 2, 3. E ora Placenta, progetto nel quale Lovain si “ricongiunge” a Sophia, alla sua danza piena di silenzi e respiri. La danza dell’anima.

Castello Angioino
 via C. Colombo, 20 – Mola di Bari
Biglietti 10 euro | 8 euro (>65 anni) | 5 euro (<30 anni) | gratuito (possessori AgìmusCard)
Info. 368568412


FIREFLIES prima nazionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

Ballet de l’Opéra National du Rhin
FIREFLIES
musica Nicolas Worms / drammaturgia Daniel Conrod
coreografia BRUNO BOUCHÉ

PRIMA NAZIONALE
In Fireflies, Bruno Bouché sta impostando la sua creazione per la musica dal musicista Nicolas Worms. Le lucciole richiamate dal titolo sono al tempo stesso un commento politico, un gesto poetico e, in particolare, ricordano la figura di Pier Paolo Pasolini. Metafore di uno spirito di chi vive ai margini del mondo ordinato, le lucciole sono fragili e luminescenti e brillano nella notte. Fireflies è la prima collaborazione tra lo scrittore Daniel Conrod, artista associato del Ballet of the OnR, e Bruno Bouché.
Fondato nel 1972, il Ballet du Rhin, si afferma in tutto il mondo come compagnia ambasciatrice della danza, essendo una delle rare compagnie francesi a spaziare dal barocco al moderno e dal classico al contemporaneo, in modo che ogni stile possa essere apprezzato appieno dal vasto pubblico.