“All’ombra del Conte” il musical in scena nel castello di Conversano

In il

all ombra del conte musical conversano

L’affascinante vita del Conte Giangirolamo II Acquaviva D’Aragona, noto come il Guercio delle Puglie, va in scena nel musical cantato dal vivo “All’ombra del Conte” dell’associazione Onstage.

Dopo il grande successo di pubblico e critica a livello nazionale raccolti nella scorsa Primavera, lo spettacolo torna con cinque date (30 ottobre, 22 novembre, 13 – 28 e 29 dicembre) nella casa del Conte: il castello aragonese di Conversano e le sue stanze.

Lo spettacolo, infatti, si caratterizza per essere itinerante, con un racconto che si snoda tra i luoghi dove Giangirolamo ha vissuto.
Con “All’ombra del Conte” si verrà proiettati in una dimensione storica non solo per la location ma anche grazie alle riproduzioni dei costumi originali del ‘600 e alle musiche che richiamano i ritmi classici delle terre del Sud.

L’idea del regista conversanese Vito Di Leo è quella di raccontare un pezzo di storia della sua città (dal 1660 al 1665) partendo dalle vicende del più noto e potente Conte di Conversano. Uomo molto influente alla corte del Vicerè spagnolo a Napoli e valido combattente, si distinse per essere stato generoso mecenate e stratega raffinato. Un personaggio fatto di molte luci ed ombre, attorno al quale sono fiorite numerose leggende.

Lo spettacolo, interamente scritto dallo stesso Vito Di Leo con Maurizio Semeraro e con le musiche inedite di Antonio Torella, si presta a spettatori di ogni età grazie ad una drammaturgia semplice e una struttura della storia lineare.

“All’ombra del Conte” ha ricevuto supporto e patrocinio da parte della città di Conversano.

Biglietti in vendita su www.eventbrite.com


Presepe Vivente nel Castello Marchione di Conversano

In il

presepe vivente castello marchione conversano

Arriva la XX Edizione del Presepe Vivente organizzato dalla Parrocchia Carmine di Conversano (BA).
Per festeggiare il ventennale di questa manifestazione è stata scelta una location d’eccellenza: lo storico Castello Marchione.
Rivivi la magia della natività e gli usi e costumi del tempo.
Ti aspettiamo!

26 DICEMBRE 2019
dalle 16:30 alle 21:30

29 DICEMBRE 2019
dalle 16:30 alle 21:30

04 GENNAIO 2020
dalle 16:30 alle 21:30

06 GENNAIO 2020
dalle 16:30 alle 21:30

Contributo d’ingresso di 2€ finalizzato al restauro del Coro Ligneo del XVIII secolo presente nella chiesa del Carmine, edificata per volere della contessa Isabella Filomarino.


“A MAGIC CHRISTMAS SYMPHONY 2.0” il programma degli 8 concerti di Natale dell’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari

In il

osm christmas in gospel e symphony

LE DATE E LE LOCATION DEI CONCERTI DI NATALE DELL’ORCHESTRA SINFONICA METROPOLITANA DI BARI
“A MAGIC CHRISTMAS SYMPHONY 2.0”

20 DICEMBRE 2019-LOSETO-PARROCCHIA DEL SALVATORE-ORE 20.00 ingresso libero
21 DICEMBRE 2019-BARLETTA-TEATRO CURCI-ORE 21.15 per info bottegino Teatro Curci Tel 0883332456
22 DICEMBRE 2019-SAMMICHELE DI BARI-PALAZZETTO DELLO SPORT-ORE 20.30 ingresso libero
23 DICEMBRE 2019-NOCI-MUSEO DEI RAGAZZI-ORE 20.00 ingresso libero
27 DICEMBRE 2019-RUVO-PARROCCHIA SAN DOMENICO-ORE 20.00 ingresso libero
28 DICEMBRE 2019-GIOVINAZZO-CHIESA S. DOMENICO-ORE 20.00 ingresso libero
29 DICEMBRE 2019-CONVERSANO-CHIESA MARIA STELLA- ORE 20.00 ingresso libero
30 DICEMBRE 2019-BARI-CHIESA SAN CARLO BORROMEO-ORE 20.00 ingresso libero


PROGRAMMA:
“A MAGIC CHRISTMAS SYMPHONY 2.0”

J. Pierpont – Jingle Bells (orchestrale)
J. Feliciano – Feliz Navidad (A) DELRE
J. Beal – Jingle Bell Rock VURCHIO
C. Ward – How I Got Over NEGROPONTE
F. Gruber – Silent Night – VURCHIO
L. Anderson – Sleigh Ride – DELRE
R. Kelly – I Believe I Can Fly – NEGROPONTE
H. Gillespie – Santa Claus Is Coming to town – VURCHIO
L. Cohen – halleluja – NEGROPONTE
J. Styne – Let It Snow – DELRE
I. Berlin – White Christmas – NEGROPONTE DELRE VURCHIO
U2 – I Still Haven’t Found What I’m Looking For – NEGROPONTE
H. Martin – Have Yourself A Merry Little Christmas – VURCHIO
J. Lennon – Happy Christmas – DELRE

E. Hawkins – Oh happy day NEGROPONTE DELRE VURCHIO

Direttore: Cettina Donato
Voce Solista : Luciana Negroponte
Voce Solista: Savio Vurchio
Voce Solista: Giuseppe Del Re

con la partecipazione del Coro Jubilee Gospel Singers


Global Festival a Conversano – Rassegna dedicata alle sonorità nternazionali

In il

Global Festival a Conversano

Global Festival: al via alla Casa delle Arti di Conversano (Bari) una rassegna dedicata alle sonorità internazionali.
 Primo appuntamento il 23 Novembre con i DengueDengueDengue

La Casa delle Arti di Conversano (Bari) diventa il fulcro delle sonorità internazionali. Al via dal 23 Novembre, Global Festival: una rassegna – realizzata con il contributo della Regione Puglia e del Comune di Conversano – che punta lo sguardo e le orecchie, verso quei generi musicali che arrivano dall’estero e che stanno conquistando la nostra Penisola. Africa, Sud e Nord America, Europa, Asia: il giro del mondo, in quattro appuntamenti.

Per avvicinare i giovani alla ricerca della qualità artistica e musicale, la collaborazione tra Comune di Conversano e Casa delle Arti, farà si che tutti i giovani conversanesi, under25, potranno avere uno sconto del 50% sul costo del biglietto.

Il 23 Novembre, direttamente dal Perù, arrivano i Dengue Dengue Dengue: indossano maschere della tradizione sudamericana. Fanno smuovere i dance floor di tutto il mondo. I loro live sono un mix di sonorità ipnotiche e potenti, che uniscono tropical, cumbia e elettronica, rigorosamente arricchite da accurati visual. Saranno a Conversano per presentare il loro nuovo album ‘Zenith & Nadir’.

Il 7 Dicembre sarà il turno del tanto atteso live di Alfa Mist: Rolling Stone Italia ha segnalato il suo ultimo album ‘Structuralism’, come uno tra i migliori pubblicati quest’anno. Con un mix di jazz, trip hop ed elettronica, è riuscito a rendere la sua proposta artistica altamente innovativa. A soli 25 anni, il musicista e produttore di Newham, East London, ha all’attivo due lavori discografici. Il primo, ‘Antiphon’, è stato un vero e proprio caso discografico. A fargli compagnia in questa avventura, anche i suoi due amici (e con lui membri del quartetto Are We Live) Jordan Rakei (presente anche in ‘Structuralism’) e Tom Misch. Il secondo disco conferma la sua genialità, sviluppata sin da quando era un ragazzino, quando alternava ascolti grime e jazz, fino a innamorarsi delle sonorità del compositore tedesco Hans Zimmer.

E’ statunitense, ma con radici asiatiche, la super star Shigeto. Il 19 Dicembre – il produttore e batterista – porterà il suo mix di elettronica e jazz, alla Casa delle Arti, per presentare il suo ultimo lavoro ‘Versions’. Lo farà in un’inedita formazione, insieme al tastierista Ian Fink. Un live molto entusiasmante, in cui la purezza della sua musica, incontra l’efficacia della produzione artistica di questo artista che è diventato l’emblema di una generazione.

Il 26 Dicembre, Global Festival, terminerà con un party all’insegna delle sonorità afro, rivisitate in chiave elettronica. Per la prima volta si incontrano sullo stesso palco il produttore e musicista fiorentino Clap!Clap! e la crew di producer svizzeri AlmaNegra. Clap! Clap! (Cristiano Crisci), tra i più interessanti talenti della scena elettronica italiana, torna con il suo secondo album per Black Acre, seguito del coloratissimo esordio ‘Tayi Bebba’. ‘A Thousand Skies’ porta sul dance floor diversi stili e ispirazioni, ridisegnando i ritmi della tradizione globale del vecchio mondo, hip hop, footwork di Chicago, drum and bass inglese e house. ‘A Thousand Skies’ arriva a due anni di distanza da ‘Tayi Bebba’, realizzato come l’ipotetica colonna sonora di un viaggio su un’isola deserta. Il nuovo lavoro di Cristiano combina sample e registrazioni live di strumenti suonati da Clap! Clap! e dai suoi collaboratori come il cantante folk sudafricano Bongewize Mabandla, John Wizards e OY. Il collettivo Alma Negra è formato da quattro musicisti e collezionisti di musica. Il loro sound eclettico attraversa varie tradizioni musicali, anche grazie al background culturale che ognuno di loro ha. I fratelli Figueria, Dersu e Diego, hanno radici capoverdiane; Dario è per metà italiano e per metà portoghese, mentre Mario ha discendenti spagnoli. Così le loro selezioni, variano dal jazz, all’afro passando per la musica latina e ci si ritrova, nello stesso set, brani di Donald Byrd così come di Fela Kuti e Theo Parrish. A questo si affianca la loro attività di successo come producers. Le loro produzioni vengono suonate da Ben UFO, Nightmares on Wax, Gilles Peterson e Tim Sweeney.

Global Festival è il segno dei tempi: una rassegna che mira a diversificare la scelta artistica, ponendo l’attenzione verso il tema del viaggio, della migrazione, e dello scambio culturale che ha da sempre arricchito il nostro Globo.

Calendario:
23 Nov – Dengue Dengue Dengue 
- Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/501879533937394/
07 Dic – Alfa Mist
 – Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1144701762391543/
19 Dic – Shigeto – 
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/409176886679137/
26 Dic – Global Party con Clap!Clap!
 – Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2348125891958841/


“TIPICA FOOD & ART” a Conversano la mostra conclusiva

In il

mostra tipica food e art conversano

SABATO 16 NOVEMBRE 2019

– MOSTRA CONCLUSIVA A CONVERSANO
 DI «TIPICA FOOD&ART»:

L’ARTE CONTEMPORANEA CHE ESALTA LE TIPICITÀ 
DI CONVERSANO, MOLA E RUTIGLIANO

– LA CORALE «MATER ECCLESIAE» DI RUTIGLIANO DIRETTA DA GIACOMO BATTISTA

SI ESIBISCE A CASSANO ALL’IONIO (COSENZA)

– MOSTRA CONCLUSIVA DI «TIPICA FOOD&ART» A CONVERSANO:

L’ARTE CONTEMPORANEA CHE ESALTA LE TIPICITÀ 
DI CONVERSANO, MOLA E RUTIGLIANO


Con una mostra collettiva si conclude il racconto artistico di “Tipica Food&Art” per esaltare l’identità territoriale ed agroalimentare del sud est barese.
 Tipica Food & Art ha offerto al Gal del Sud-Est Barese l’occasione per aprirsi ad un mondo, quello dell’arte contemporanea, capace di esaltare identità, cultura e tradizioni locali.

Il Gal ha offerto all’arte contemporanea il contesto di riferimento per raccontare alcune delle tipicità del territorio come la ciliegia di Conversano, l’uva da tavola di RUTIGLIANO ed il mare ed i prodotti ittici di Mola di Bari.

Oggi, Sabato 16 Novembre, alle ore 18 nella Galleria Cattedrale di Conversano è in programma la mostra collettiva con tutti gli artisti coinvolti nel progetto, DARIO AGRIMI, MASSIMO SAVERIO RUIU e SALVO D’AVILA, insieme a tre artiste selezionate negli scorsi mesi attraverso una call: MARIAN BAGLIATO (Bari, 1985) con un lavoro sull’uva da tavola, CRISTINA MANGINI (Bari, 1988) con un lavoro sulle ciliegie, ANASTASIA MOROZOVA (Perm – Russia, 1992) con un lavoro sui pesci. Curatela di LIA DE VENERE.
La mostra rimarrà aperta al pubblico, con INGRESSO LIBERO, sino all’8 Dicembre con i seguenti orari: 
tutti i giorni dalle 17 alle 20; festivi 10-13; lunedì chiuso.

Il progetto è finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Straordinario in materia di Cultura e Spettacolo. Promosso dal Gal Sud Est Barese con un vasto partenariato di operatori culturali tra cui le associazioni Etra e Volontari per la Cultura ed attori istituzionali tra cui i Comuni di Conversano, RUTIGLIANO e Mola di Bari.

– LA CORALE «MATER ECCLESIAE» DI RUTIGLIANO DIRETTA DA GIACOMO BATTISTA

SI ESIBISCE A CASSANO ALL’IONIO (COSENZA)


Per l’8^ RASSEGNA ITINERANTE DEI CORI PARROCCHIALI DELLE CITTÀ DEL SS. CROCIFISSO, la Corale “Mater Ecclesiae” di RUTIGLIANO, diretta dal m° Giacomo Battista, si esibisce OGGI, Sabato 16 Novembre, alle ORE 18,30 nella Basilica di Santa Maria del Lauro di CASSANO ALL’IONIO (Cosenza).

All’evento (lo scorso anno ospitato a Rutigliano), organizzato dall’associazione nazionale delle «Città del Crocifisso», partecipano anche i cori di Brienza (Potenza), Gravina in Puglia (Bari), Cutro (Crotone), Laino Borgo (Cosenza), Monteroni (Lecce), Monteiasi (Taranto) e Cassano all’Ionio (Cosenza).


NOVELLO SOTTO IL CASTELLO: vino, gastronomia e musica nel centro storico di Conversano

In il

novello sotto il castello 2019

I migliori sapori d’Italia, show nei monumenti e contaminazioni elettroniche
Novello sotto il Castello invade il centro storico di Conversano
per un’11esima edizione tra tradizione e innovazione
15 – 16 – 17 novembre 2019 – Conversano (BA)

Una selezione enogastronomica che raccoglie i migliori sapori del territorio italiano, 50mila lucine colorate che fanno da guida al visitatore, archi e monumenti che diventano palcoscenici per performance all’insegna delle contaminazioni di genere. L’11esima è un’edizione all’insegna delle novità per Novello Sotto il Castello, il festival del buon gusto diventato ormai appuntamento fisso dell’autunno pugliese. Innovazione, ma anche tradizione: sarà come sempre il suggestivo centro storico di Conversano (BA) a ospitare il 15 e 16 novembre a partire dalle ore 18 e il 17 novembre dalle ore 11 un ricco programma di attività. Di fianco alle postazioni enogastronomiche e agli eventi musicali, infatti, l’associazione La Compagnia del Trullo propone un ricco calendario che include visite guidate ai tesori architettonici della città, show circensi, mostre, dibattiti, laboratori e conferenze dedicate all’economia agricola e al vino. Il programma di Novello è stato presentato il 5 novembre durante un incontro all’interno della Sala Giunta del Comune di Conversano.

Le performance musicali: contaminazioni elettroniche risuonano nei monumenti
“La parola d’ordine di quest’edizione è contaminazione – ha spiegato Antonio Innamorato, presidente dell’associazione culturale La Compagnia del Trullo – Contaminazione tra passato e presente, tra tradizione e innovazione, ma soprattutto tra i generi musicali e i luoghi ‘non convenzionali’ in cui saranno ospitati gli show. Vogliamo stupire”. Ecco perché per la prima volta nella storia di Novello scompare il palco in piazza Castello e le performance musicali si trasferiscono nei monumenti storici della città: la Basilica Cattedrale, le chiese di Santa Chiara e San Benedetto diventano teatro di contaminazioni sonore (anche) nel segno dell’elettronica con i Mousike Trio, i Pianisti Gemelli, e le voci gospel del Modern Vocal Ensemble.

Location suggestiva aperta in esclusiva per l’11esima edizione di Novello è la Balconata del Castello Aragonese, che domenica 17 novembre ospiterà la performance di Nidi D’Arac: appuntamento imperdibile tra musica elettronica e tradizione dialettale salentina, miscelate con perfezione chirurgica dalla band guidata da Alessandro Coppola.

All’ombra del maestoso Castello di Conversano tutto diventa palcoscenico. Da largo Porta Tarantina a corso Umberto I, passando per piazza XX settembre: spazi chiusi, archi e strade, dove andranno in scena fino al 17 novembre 30 performance culturali. Un programma che unisce tradizione e innovazione, rendendo spesso labile il confine tra i due concetti, con proposte come Boundless, Antonio Pipolo, Avia Quartet, Poppy, Buckwise e Bari Gospel Choir.

Spazio anche a teatro e arte circense, con le funamboliche evoluzioni di Novello Circus, il circo di Novello Sotto il Castello nell’Anfiteatro Belvedere, e con lo spettacolo Dai tralci al vino, una storia contadina, a cura dell’Associazione Petite Etoile, che racconta il rito della vendemmia attraverso il linguaggio della danza in largo Cattedrale. Non mancano poi le esibizioni itineranti nel centro storico degli artisti di strada.

“Siamo consapevoli di avere nell’arte, nella cultura, nell’enogastronomia e nella impresa turistica risorse importanti che devono trovare la capacità di pensarsi come sistema per poter far decollare la Puglia verso il futuro auspicato – ha ricordato in una nota il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – Tutti noi dobbiamo essere impegnati a promuovere un’idea della cultura che sia volano di sviluppo e di crescita. Novello sotto il Castello va certamente in questa direzione: è il segno tangibile di una comunità che si ritrova nel nome dei suoi prodotti, delle proprie storie, delle proprie tradizioni, delle proprie identità e della propria bellezza”.

I sapori d’Italia sposano vino e caldarroste
Il cuore pulsante della manifestazione rimane la sezione dedicata alla gastronomia, che per l’edizione 2019 abbraccia idealmente tutto il Belpaese: nei 30 spazi espositivi installati tra corso Domenica Morea, piazza Castello, l’Anfiteatro Belvedere e piazza XX settembre, sarà possibile degustare i migliori prodotti che la cucina italiana ha da offrire. Protagoniste le selezioni gourmet con le tipicità da tutta Italia, per soddisfare i gusti di grandi e piccini. Senza dimenticare le due grandi colonne portanti di Novello: la combinazione perfetta tra vino e caldarroste che si potranno degustare in quattro appositi spazi espositivi del centro storico. Selezione vinicola, come da tradizione, simbolo della varietà pugliese: sono 50 le cantine che hanno scelto di portare il loro vino all’evento, rappresentanti di tutti i vigneti del territorio, da Ruvo di Puglia a Trinitapoli, passando per Galatina, Grumo Appula e Cutrofiano. Novello si fa anche promotore di un progetto di alternanza scuola lavoro con l’Ipsseoa ‘Domenico Modugno’ di Polignano a Mare: durante la manifestazione gli studenti dell’istituto alberghiero svolgeranno un’esperienza formativa professionale con i produttori vinicoli presenti.

Mostre, artigianato, dibattiti e visite guidate fino a tardi
Varietà si è detto: una filosofia che Novello sotto il Castello sposa anche per le attività collaterali, all’insegna dell’abbraccio tra le arti, tra cui quella laboriosa degli artigiani locali. Corso Umberto ospita infatti i mercatini dell’artigianato locale, mentre nel Giardino dei limoni nel Monastero di San Benedetto si potranno ammirare le meraviglie artigianali create sul momento da Francesco Bianco. Il centro storico ospita poi tre mostre e due esposizioni fotografiche, tra inediti scatti del ‘900 e nuove proposte artistiche. Ritornano poi appuntamenti che ormai sono una tradizione per Novello, come Arteria, giunta alla settima edizione, che negli ultimi anni ha portato nella Chiesa di San Giuseppe le opere di 60 artisti ed espositori pugliesi.

Fino a tarda serata si potranno anche visitare i più suggestivi monumenti della città, come il polo museale Museco (aperto da venerdì a domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20). Nel week-end è in programma l’apertura straordinaria (dalle 20 alle 23) della Cattedrale e delle chiese di San Benedetto, Santa Chiara e San Cosma, della Torre Maestra e della Torre Orologio del Palazzo Municipale. La giornata conclusiva della manifestazione prevede anche visite guidate alla città, al Castello dei Conti e alla Pinacoteca Finoglio, organizzate a partire dalle 10 dalla Pro Loco di Conversano (per info e prenotazioni si può contattare il numero 0804951228 o scrivere a proloco.conversano@libero.it).

“Novello è un punto di riferimento della città, perché apre la fase della destagionalizzazione, non solo attraverso il settore enogastronomico – ha sottolineato il sindaco di Conversano, Pasquale Loiacono – Un’amministrazione come la nostra è ben lieta di coprogettare un evento così, perché sono gli attrattori di qualità per una città e un territorio che vuole crescere. Sarà sempre un evento su cui punteremo e che valorizzeremo al massimo”

Parcheggi e Navette
L’organizzazione ha previsto anche un piano traffico e parcheggi, in collaborazione con la Polizia municipale di Conversano, che prevede l’istituzione di quattro aree di sosta raggiungibili da tutte le direzioni (SS 16, SS 100, SS 172, SP 215). Una volta parcheggiato il proprio mezzo, si potrà raggiungere con le navette l’area in cui si tiene la manifestazione enogastronomica.
Novello Sotto il Castello ha il patrocinio di Regione Puglia e Comune di Conversano. Un evento che da dieci anni continua a mietere successi anche grazie al fondamentale apporto dei suoi official partner, che per l’edizione 2019 è l’Agenzia Allianz di Emiliano Sisto (Conversano, Monopoli e Mola di Bari). Media partner dell’evento è Fax Settimanale.

Il programma di Novello sotto il Castello 2019

Degustazione di vino, Caldarroste e Gastronomia Tipica Pugliese
Centro Storico

Mercatini dell’Artigianato Locale
selezionati da Associazione “SDM EVENTI”
Corso Umberto I

“ARTERIA” Galleria d’Arte
a cura de Associazione “FATTIdiCHINA”
Chiesa di “San Giuseppe”

“GALLERIA Vì” Art Gallery di VITTORIA RUTIGLIANO
Via Monsignor Lamberti – Largo Cattedrale

“GALLERIA CATTEDRALE”
Largo Cattedrale

“PUNTI DI VISTA” Esposizione d’Arte Fotografica
Espongono: GIOVANNI PASCALE,
ELEONORA BOSNA
MARIACLARA LORUSSO
ANGELA CACCIAPAGLIA
Via San Benedetto

Esposizione di Artigianato Artistico
Realizzazione a mano di cementine e graniglie con cemento, polvere di marmo, sabbia e ossidi di ferro
Espone: CUOR DI ROCCIA (Francesco Bianco),
Giardino dei Limoni c/o Monastero di San Benedetto

Associazione Turistica “PRO LOCO CONVERSANO”
Venerdì 15, Sabato 16 e Domenica 17
Apertura del Polo Museale “MUSECO”
9.00-13.00 | 16.00 -20.00
Sabato 16 novembre
Apertura Straordinaria dalle 20.00 alle 23.00 delle Chiese
. San Benedetto, con visita alla Cripta ed al Coro delle Badesse;
. Santa Chiara | San Cosma | Cattedrale;
. Torre Maestra e Torre Orologio del Palazzo Municipale
Domenica 17 novembre
dalle 10.00 visite guidate alla città, al Castello dei Conti ed alla Pinacoteca Finoglio
Apertura Straordinaria dalle 18.00 alle 22.00 delle Chiese
. San Benedetto, con visita alla Cripta ed al Coro delle Badesse;
. Santa Chiara | San Cosma | Cattedrale;
. Torre Maestra e Torre Orologio del Palazzo Municipale
Info e Prenotazioni Visite Guidate: 0804951228 – proloco.conversano@libero.it

Associazione Turistica “PRO LOCO CONVERSANO”
Venerdì 15, Sabato 16, Domenica 17 – dalle ore 20.00
mostra fotografica: “La vita tra il 1800 e i primi del 1900 attraverso inediti scatti”, che rientra nel progetto “Memoria storica delle Murge e dell’Alto Salento”
Sala Espositiva “Giovanni Ramunni” c/o Pro Loco – Piazza Castello

Cooperativa “ARMIDA”
Servizi per la valorizzazione e fruizione dei beni culturali – Visite Guidate – Attività Didattica
Info e Prenotazioni: 0804959510 – coop.armida@libero.it

“NOVELLO CIRCUS” – Il Circo di Novello Sotto il Castello
Clown, Funamboli, Mangiafuoco, Equilibristi e Maghi, uno spettacolo per Adulti e Bambini
regia di LORENZO TORRES
Anfiteatro Belvedere – Corso Domenico Morea

“DAI TRALCI AL VINO, una storia contadina”
La Vendemmia come lavoro e condivisione, un rito di fatica e soddisfazione
Associazione Culturale “Petite Etoile – Danza & Eventi”
Largo Basilica Cattedrale

DIBATTITI, LABORATORI, INCONTRI E CONFERENZE

Venerdì 15, Sabato 16, Domenica 17 – dalle ore 20.00
Sala Conferenze 1° Piano. – Monasteri di San Benedetto
“PERCORSO SENSORIALE E CONOSCITIVO NEL MONDO DEL VINO”
a cura de: FISAR, Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori – BARI –
Info e prenotazioni: Gabriele Faccio 3383050420

Venerdì 15, Sabato 16, Domenica 17 – dalle ore 20.00
Sala Espositiva P.T. – Palazzo Vescovile, Piazza Conciliazione
“MOSTRA MICOLOGICA”
a cura de: Dott. Antonio Palmisano

Sabato 16, dalle ore 18.00
Pinacoteca “Paolo Finoglio” – Castello Aragonese, Corso Domenico Morea
Convegno “Agroecologia nella viticoltura pugliese.”
a cura de: Presidio Slow Food – Bari
Modera:
Leonardo Manganelli – Delegato Presidio Slow Food, Bari
Intervengono:
Gianluigi Cesari – Agroecologia nella filiera vitivinicola, una opportunità
per la salvaguardia dell’ambiante e dello sviluppo economico pugliese
Guglielmo Bellelli – Vini al Naturale?
Maurizio Morisco – La Viticoltura biodinamica ed il suo contributo alla
valorizzazione del territorio

Le Performance Culturali di Novello sotto il Castello 2019

VENERDI 15

Largo Cattedrale: . DAI TRALCI AL VINO, una storia contadina

Piazza Castello: . BUCKWISE

Chiesa di “Santa Chiara”: . MOUSIKE TRIO

Largo Porta Tarantina: . FREE WALKINK TRIO

Piazza XX Settembre: . POPPY

Corso Umberto I – Largo San Cosma . REGO SUNO TRIO

Anfiteatro Belvedere: . NOVELLO CIRCUS

Spettacoli Itineranti: . ARTISTI DI STRADA

SABATO 16

Basilica Cattedrale: . MODERN VOCAL ENSEMBLE

Largo Cattedrale: . DAI TRALCI AL VINO, una storia contadina

Piazza Castello: . BOUNDLESS

Largo Porta Tarantina: . ANTONIO PIPOLO

Piazza XX Settembre: . SMASH ROOM

Corso Umberto I – Arco Carelli . BLACK FAIR VOICER

Corso Umberto I – Largo San Cosma . AVIA QUARTET

Anfiteatro Belvedere: . NOVELLO CIRCUS

Spettacoli Itineranti: . ARTISTI DI STRADA

DOMENICA 17

Piazza Castello e Centro Storico: ore 11.30 . LELAND DID IT
. ARTISTI DI STRADA

Piazza Castello: ore 18.00 . LELAND DID IT
ore 19.00 . NIDI D’ARAC

Largo Cattedrale: . DAI TRALCI AL VINO, una storia contadina

Chiesa di “San Benedetto”: . PIANISTI GEMELLI

Largo Porta Tarantina: . BARI GOSPEL CHOIR

Piazza XX Settembre: . TUCCIARIELLO QUARTET

Corso Umberto I – Arco Carelli . ANDRIA MUSCI

Corso Umberto I – Largo San Cosma . KARABA’

Anfiteatro Belvedere: . NOVELLO CIRCUS

Spettacoli Itineranti: . ARTISTI DI STRADA


Artigiantour 2019: a Conversano il mercatino itinerante di artigianato e prodotti tipici

In il

artigiantour 2019

ARTIGIANTOUR 2019
Arriva a Conversano il mercatino itinerante di artigianato e di prodotti tipici di Puglia, Calabria e Sicilia nelle più belle e suggestive località pugliesi.
Vi aspettiamo in Corso Umberto a Conversano (Bari)

CALENDARIO NOVEMBRE 2019

– 3 NOVEMBRE POLIGNANO A MARE
Piazza Aldo Moro
 Mercatino di artigianato

– 9-10 NOVEMBRE RUTIGLIANO (BA)
Mercatino di artigianato e prodotti tipici

– 15-16-17 NOVEMBRE CONVERSANO (BA)
VINO NOVELLO SOTTO IL CASTELLO 
Corso Umberto 
Mercatino di artigianato

– 23-24 NOVEMBRE BARI
Giardino R. De Bellis (Viale Unità d’Italia) 
Mercatino di artigianato

Per info e prenotazioni:
ASSOCIAZIONE SDM EVENTI DI FASANO
3271380585 – 3296044032


Torna il weekend con le Giornate Fai d’Autunno 2019: i luoghi visitabili a Bari e provincia

In il

giornate fai autunno 2019 bari

Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese.

Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta di 700 luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi.

Di seguito i Luoghi aperti e visitabili nelle Giornate Fai per la provincia di Bari:

Conversano Chiesa di Santa Caterina

Giovinazzo Chiesa di San Martino e la Villa dei Vescovi: tra i casali del contado di Giovinazzo e Terlizzi

Gravina Fondazione Museo Ettore Pomarici Santomasi: tra storia e ricordi

Molfetta Chiesa del SS Crocifisso e Convento dei Cappuccini: l”architettura conventuale dei Cappuccini a Molfetta

Altamura Casale Cagnazzi

Conversano La “Giudecca” di Conversano

Bari Caserma “Chiaffredo Bergia”

Monopoli L’ipogeo a Monopoli: luogo di preghiera e di lavoro

Putignano Antica Chiesa di S. Antonio Abate

Turi Passeggiata tra le vie di Turi sotto la dominazione spagnola


Lectorinfabula 2019, il programma degli eventi e degli ospiti

In il

lectorinfabula 2019 conversano

XVª edizione di Lectorinfabula
24-29 settembre 2019
Conversano (Bari)

Il tema
La Terra vista dalla Luna

«Abbiamo fatto così tanta strada per arrivare sulla Luna, e la cosa più importante che abbiamo scoperto è stata la Terra» (Bill Anders, 1968).

Un anniversario è sempre la migliore occasione per fare i conti con la storia, aggiornarsi e approfondire temi, incontrare i protagonisti che forse non conosciamo abbastanza.
E in un’era dove tutti hanno opinioni su tutto, dove ciascuno può dire la sua senza tema di smentita, riscoprire i semplici fatti può aiutarci a dare un senso e ritrovare una direzione perduta.
La caduta del Muro di Berlino, il crollo di Wall street, i vent’anni dell’Euro, la strage di piazza Fontana e il delitto Ambrosoli, i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e i 130 anni dalla nascita di Giuseppe Di Vagno.
Ma tra le tante ricorrenze nel 2019, la più evocativa e la più suggestiva di tutti è senza ombra di dubbio quella legata al primo uomo sulla Luna.
La sera del 20 luglio 1969 tutti gli abitanti della Terra (o quasi), grandi e piccini, erano seduti davanti al televisore per vedere lo storico momento in cui Neil Armostrong avrebbe messo piede sulla Luna. Grazie al mezzo televisivo, l’umanità stava facendo irruzione del postmoderno, visto che l’ultra millenario sogno dell’altrove cosmico e i prodigi portentosi della tecnica ora marciavano uniti grazie ad un elettrodomestico.
Senza il quale, occorre ammetterlo, l’intera avventura spaziale avrebbe perso qualunque attrattiva e mordente.
Una sfida umana e tecnologica (iniziata qualche millennio prima) e poi politica, negli anni della Guerra fredda tra USA e URSS: testate nucleari e missili puntati l’uno contro l’altro e la testa rivolta verso lo spazio, verso nuovi territori di conquista.

Una sfida iniziata con il lancio del primo Sputnik nel 1957. Impresa che suscitò una grande impressione, tanto da essere descritta da Hannah Arendt come “un vero spartiacque nella vicenda della modernità: il momento in cui gli uomini avevano cominciato a pensare di poter fare a meno del proprio pianeta”.

Era appena cominciata la corsa verso lo spazio.
Nell’aprile del 1961 a bordo del Vostok1 l’eroe nazionale russo Juri Gagarin volava per primo nell’orbita terrestre e poteva affermare a ben donde «da quassù la Terra è bellissima, senza frontiere né confini». Prima di lui erano già stati già inviati in orbita cani e altri animali, così per provare l’effetto che fa. Dopo di lui, anche una donna, Valentina Tereškova, la prima cosmonauta della storia. Ma ai sovietici è mancata l’impresa (quella con la I maiuscola), laddove invece ci sono riusciti gli americani: mettere piede finalmente sulla Luna.
«Sì la Luna, ma non è bella come te questa Luna» avrebbe scritto Lucio Dalla nel 1980 seduto a Check Point Charlie guardando il Muro e pensando ai russi, agli americani e ad un Mondo diverso, potendo in quel momento immaginare solo di scrivere una canzone dal titolo “Futura”.
Ma aldilà di tutto, resta da capire il rapporto che noi umani abbiamo avuto con il nostro satellite. La terra e questa sfera bianca nel cielo. Dentro, il cammino dell’uomo, il senso di una storia delle idee, dalla metafisica all’arte alla politica. Non solo e soltanto perché la luna come metafora, simbolo, icona ha significato tutto, ma anche, e soprattutto, perché ha rappresentato il modo in cui ci siamo confrontati e/o rispecchiati con l’Altro da noi.

Per il programma completo clicca qui


Face’ Arts Conversano 2019

In il

face arts conversano 2019

Una collettiva di opere provenienti da tutto il Mondo per promuovere l’arte contemporanea e talenti nascosti. Fa tappa a Conversano “Face’Arts”, la manifestazione itinerante giunta alla XIII edizione. Dal 7 al 18 settembre saranno esposte le opere di 31 artisti provenienti non solo da tutta Italia, ma anche dall’estero (Germania, Austria, Messico ed Irlanda).

Le opere, tra pittura, scultura, fotografia, saranno allestite al Castello dei Conti Acquaviva d’Aragona di Conversano (sede della Pinacoteca comunale, in Corso Domenico Morea).

Il vernissage della collettiva è previsto per sabato 7 settembre alle 19.00 al Castello dei Conti Acquaviva d’Aragona di Conversano. All’appuntamento prenderanno parte l’ideatrice e curatrice della collettiva Mary Sperti, il sindaco di Conversano, Pasquale Loiacono, l’assessore alla Cultura del Comune di Conversano, Ciccio Magistà, il drammaturgo austriaco, regista e direttore di teatro Reinhard Auer. Interverranno, inoltre, la ballerina e performer Veronica Calati, ed il chitarrista Massimiliano De Marco, che si esibiranno in una performance dal vivo.

“Face’ Arts è sempre alla ricerca di talenti nascosti, per promuovere l’arte contemporanea – sottolinea Mary Sperti -. L’ evento è finalizzato alla promozione e valorizzazione delle opere e degli autori, con l’intento di creare un contenitore mobile dove si intrecciano pittura, scultura, fotografia e spesso anche danza, letteratura, performance live e installazioni. Proprio per questo, Face’Arts è un avvenimento totale e totalizzante. Si tiene ogni volta in una regione d’Italia diversa, all’interno di location suggestive e di prestigio”.

Ingresso Libero



Castello Acquaviva d’Aragona
Corso Domenico Morea
 – Conversano (Bari)
Info. 3393401050