Novello sotto il Castello 2020

In il

novello sotto il castello conversano locandina

NOVELLO SOTTO IL CASTELLO 2020
vino, gastronomia e musica nel centro storico di Conversano (Bari)

Novembre 2020 sarebbe stato il mese in cui riconfermare e migliorare in ogni suo aspetto il riuscito disegno dell’ultima edizione di “Novello sotto il Castello”. Le luci delle luminarie che scaldavano le mura del Castello, le note del pianoforte che rimbombavano nella cupola di San Benedetto, le soavi voci che ipnotizzavano il pubblico in Cattadrale. Il tutto accompagnato dalle degustazioni di cibo e dell’ottimo vino arrivato a Conversano dopo un anno di ricerche cantina per cantina in tutto il meridione. Quest’anno però nulla di tutto ciò accadrà perché come in ogni edizione prima ancora della riuscita dell’evento abbiamo a cuore la salvaguardia della nostra Città, Conversano, di ogni suo singolo cittadino e di tutte le decine di migliaia di persone che a bocca aperta finiscono col venire a contatto con il nostro centro storico. Novello Sotto il Castello 2020 è ufficialmente annullato: dopo una serie di approfondite riunioni con le autorità di pubblica sicurezza la decisione è stata chiara.
Vi lasciamo con l’invito del nostro Presidente Antonio Innamorato: “Non è stata una decisione sofferta, è stata una decisione consapevole. Conversano, i suoi cittadini e ogni singola persona che avrebbe raggiunto la nostra città andava salvaguardata e protetta. Noi abbiamo scelto questo, di proteggere le persone ed i luoghi a cui siamo legati per l’affetto e la fiducia che anno dopo anno hanno riposto in noi. Questo però è solo un arrivederci. Il 2021 è alle porte e siamo già pronti per iniziare a scrivere una nuova fantastica edizione di Novello Sotto il Castello.”


ESTATE ANIMATA: a Conversano rassegna di cinema d’animazione d’autore

In il

estate animata

ESTATE ANIMATA
Rassegna di cinema d’animazione d’autore

In collaborazione con il festival Imaginaria la Casa delle Arti di Conversano organizza una rassegna dedicata al cinema d’animazione d’autore.
Direzione artistica: Luigi Ulisse Iovane

Start h 21.00 | Ticket: 3 €
Sede: Arena estiva Casa delle Arti
www.casadellearti.com

31 agosto
THE TOWER di Mats Grorud
LA JEUNE FILLE SANS MAINS di Sébastien Laudenbach

1 settembre
ALICE di Jan Svankmajer
LOVING VINCENT di Dorota Kobiela e Hugh Welchman.

2 settembre
ARRUGAS di Ignacio Ferreras
CHICO E RITA di Fernando Trueba, Javier Mariscal e Tono Errando.

3 settembre
ETHEL & ERNEST di Roger Mainwood.
SONG OF THE SEA di Tomm Moore

4 settembre
LA TELA ANIMATA di Jean-François Laguionie
LE STAGIONI DI LOUISE di Jean-François Laguionie

13 settembre
O MENINO E O MUNDO di Alê Abreu
MARY AND MAX di Adam Elliot

14 settembre
PSICONAUTAS di Pedro Rivero e Alberto Vázquez.
RIO 2096 di Luiz Bolognesi.

15 settembre
TANTE HILDA di Jacques-Rémy Girerd e Benoît Chieux
THE BREADWINNER di Nora Twomey

16 settembre
TITO AND THE BIRDS di Gabriel Bitar, André Catoto, Gustavo Steinberg.
QUANDO C’ERA MARNIE di Hiromasa Yonebayashi

17 settembre
LA MIA VITA DA ZUCCHINA di Claude Barras
DILILI A PARIGI di Michel Ocelot

_______________________________
DISPOSIZIONI
Stiamo adottando tutti gli accorgimenti necessari per garantire l’esperienza di Imaginaria nel rispetto delle nuove norme per il COVID—19, ma avremo bisogno della collaborazione di tutti per permettervi di vivere l’evento in tranquillità e sicurezza:
◦ consigliamo la prenotazione online con acquisito biglietto al fine di velocizzare le operazioni di ingresso;
◦ Misureremo la tua temperatura corporea, non ti sarà consentito entrare se sarà superiore a 37.5°;
◦ All’interno dell’area estiva sarà allestito un parterre con sedute. I biglietti non sono numerati, per cui i posti verranno assegnati a seconda dell’arrivo. Vieni presto e mantieni la distanza interpersonale di almeno 1 metro quando sarai in fila all’ingresso — a meno che tu non sia con persone con cui intrattieni relazioni sociali abituali. Se vuoi stare seduto vicino al tuo gruppo di amici, presentatevi insieme all’ingresso;
◦ L’ingresso agli eventi gratuiti per la sezione kids saranno garantiti fino ad esaurimento capienza;
◦ Mantieni il posto che ti verrà assegnato;
◦ Per proteggere te e gli altri, indossa la mascherina quando non puoi mantenere il distanziamento;
◦ Saranno presenti passaggi specifici dedicati agli ingressi e alle uscite: rispetta la segnaletica ed evita gli ingorghi;
◦ Evita di fare la coda in gruppo: rendiamo le code al bar e ai bagni più veloci e sicure;
◦ Igienizza le mani con i dispenser che troverai all’interno dell’area.


Torna a Conversano IMAGINARIA, la 18ª edizione del Festival Internazionale del Cinema d’Animazione

In il

imaginaria 2020 conversano

IMAGINARIA
International Animated Film Festival
Festival internazionale del cinema d’animazione d’autore

18/23 agosto 2020 | Conversano (BA), Casa delle Arti

Il cinema d’animazione d’autore torna a Conversano

Al via martedì 18 agosto la 18ª edizione di Imaginaria

Nonostante le difficoltà del rilancio dovute all’emergenza sanitaria, Imaginaria non rinuncia all’incontro con il suo fedelissimo pubblico e la sua comunità. Da martedì 18 a domenica 23 agosto il festival presenta la sua 18ª edizione all’interno dell’arena cinematografica allestita presso la Casa delle Arti di Conversano.

Sono quasi 100 le opere in competizione che verranno proiettate sul grande schermo e selezionate fra le oltre 2500 iscritte al concorso internazionale. Opere inedite, anteprime e in esclusiva regionale che rappresentano il meglio dell’attuale produzione mondiale dell’animazione d’autore. Anche quest’anno ci saranno tre categorie in concorso International, Student e Kids, quest’ultima inserita nella speciale sezione Imaginaria kids con proiezioni dedicate ai bambini e ragazzi con il supporto dalle agenzie educative di Conversano e la “Giuria dei ragazzi” che avrà il compito di premiare la migliore opera in concorso nella sezione Kids.

La Giuria del concorso internazionale è formata da professionisti del settore che avranno il compito di premiare la migliore opera di animazione nella categoria Best Animated Film e nella categoria Student.
Saranno Regina Pessoa e Roberto Catani, vincitori ad Imaginaria 2019, e Eric Rittatore noto blogger ed esperto di cinema d’animazione, a decretare gli Imaginaria Awards la sera del 23 agosto a cui seguirà la proiezione in chiusura del film L’invasione degli orsi in Sicilia realizzato dal maestro Lorenzo Mattotti e tratto dall’omonimo romanzo di Dino Buzzati

Cuore del festival sarà la competizione internazionale che accoglie quasi 100 cortometraggi provenienti da tutto il mondo. Le selezioni della categoria internazionale sono:
Candy Can di Anton Octavian (Romania), Metro6 di Geoff Hecht (USA), Nestor di João Gonzalez (UK), Tadpole di Jean-Claude Rozec (Francia), 10 000 Ugly Inkblots di Dmitry Geller (Russia), The Shoreline di Sophie Racine (Francia), Kosmonaut di Kaspar Jancis (Estonia), Cornstalk di Anastasiia Zhakulina (Russia), Anna, cat-and-mouse di Varya Yakovleva (Russia), Flesh di Camila Kater (Brasile),
Kids with Guns di Sadko Hadzihasanovic (Bosnia ed Erzegovina), The box di Marie-Pierre Hauwelle (France), Bela di Nick Simpson (Australia), Toomas Beneath the Valley of the Wild Wolves by Chintis Lundgren (Estonia), De berde by Star Bazancir (Svezia), Purpleboy di Alexandre Siqueira (Portogallo),
The Dream of B.Soares di Thibault Chollet (Francia), Traces di Sophie Tavert Macian e Hugo Frassetto (Francia), Pulsator di Thor Sivertsen (Norvegia), Real Human Being di Anna Samo e Michaela Mueller (USA), Dry Sea di Yves Bex by Bart Bossaert (Belgio), The darker light di Andrea Bonetti (Italia), Gottlieb di Krste Gospodinovski (Macedonia), Liliana di Milanka Fabjancic (Slovenia), Lah gah (Letting go) di Cécile Brun (Svizzera), Lursaguak di Izibene Oñederra (Spagna), We_sounds di David Carrizales (Spagna), Riga’s Lilac di Lizete Upīte (Francia), Home di Anita Bruvere (UK), Sororal di Frédéric Even e Louise Mercadier (Francia), Intermission Expedition di Wiep Teeuwisse (Paesi Bassi), Pickpocket di Théo Guyot (Belgio), Dreams into Drawing di Koji Yamamura (Giappone), Migrant di Esteban Ezequiel Dalinger (Argentina), The Surrogate di Stas Santimov (Ucraina), Freeze frame di Soetkin Verstegen (Belgium/Germania), L’infinito di Simone Massi (Italia),The Physics of Sorrow di Theodore Ushev (Canada).

Per la “categoria Student”, ovvero lavori di diploma realizzati dagli allievi delle scuole di cinema d’animazione sparse nel mondo:
Cante di Teresa Baroet (Estonia), Aurora di Ingrid Pucci (Estonia), Helfer di Szöllősi Anna (Ungheria),
Sigh di Vlad Bolgarin (Moldavia), Portrait of a woman di Natalia Durszewicz (Polonia), SH_T Happens di Michaela Mihalyi e David Štumpf (Repubblica Ceca), Shadow Passage di Ali Aschman (UK), Pile di Toby Auberg (UK), Jacques’ rampage or when do we lose our self-confidence? di Máté Horesnyi (Ungheria),
Abdita di Valentina Giorgi, Arianna Morganti, Dennis Pezzolato, Giulia Zanette (Italia), En Rang Par Deux, Meeting Aliou e Afif di Elisabetta Bosco, Margherita Giusti, Viola Mancini (Italia), Siderea di Elisa Bonadin, Fiorella Cecchini, Isabel Matta, Carlotta Vacchetti (Italia), I Want A Sun In My Pocket di Laui Laessa (Canada), IHR di Amélie Cochet, Louis Möhrle (Svizzera), Inside me di Maria Trigo Teixeira (Germania), Balance di Timothée Crabbé (Belgio), Birthday di Dang An Tran (Germania), Aquarium di Jagoda Czarnowska (Polonia), Such A Beautiful Town di Marta Koch (Polonia), Away di Mathilde Pepinster (Belgio), Ahead di Ala Nunu Leszynska (UK/Portogallo), Daughter di Daria Kashcheeva (Repubblica Ceca)

Infine per la categoria Kids:
Reflection di Chelsea Keene (USA), And yet we are not super heroes di Lia Bertels (Belgio), Edén di Eva María Urbano Mora (Spagna), 39° to the shadow di Eduardo Elli (Argentina), A Lynx in the Town di Nina Bisiarina (Francia), Tide (marea) di Joana Rosa Bragança (Portogallo), Casus Belli di M. Marini, A. Monnet, C. Pannone, E. Rossi, F. Sudano (Italia), Umbrellas di Jose Prats , Alvaro Robles (Francia), Me, a Monster? di Belinda Bonan (Spagna), The Peak di Mayumi Tachikawa (Giappone), Home Sweet Home di Li Meng, Wang Yiqing, Li Minhui, Zhang Beinan, Zhang Tongjian (Cina), The Kite di Martin Smatana (Repubblica Ceca), Drawing Life di Luciano Lagares (Brasile), o28 di O. Caussé, G.Collin, L. Grardel, A. Marchand, R. Merle, F. Meyran (Francia), Above di Marco Savini (Italia), Bythos di Denis Ripamonti, Maria Noemi Grandi (Italia), The Tiger Who Came to Tea di Robin Shaw (UK), Lost & Found di Andrew Goldsmith e Bradley Slabe (Australia), Ossigeno di Beatrice Sancinelli (Italia), Dreamsheep di Lulú Vieira (Colombia), Shoom’s Odyssey di Julien Bisaro (Francia), This side, other side di Lida Fazli (Iran), Arturo e il Gabbiano di Luca Di Cecca (Italia), Umbrella di Helena Hilario, Mario (Brasile), Beware the wolf! di Nicolas Bianco-Levrin & Julie Rembauville (Francia), Dreamer Roccy di Hyunmi Lee (Corea)

Fra le opere in programma ci preme segnalarne alcune che hanno ricevuto il massimo riconoscimento nei più prestigiosi festival internazionali quali Annecy, Academy Award, Sundance, Ottawa, Toronto etc.
Arriva dal Canada The Physics of Sorrow (fisica della malinconia) di Theodore Ushev tratto dal romanzo dello scrittore bulgaro Georgi Gospodinov. Il film racconta la storia di un uomo che cerca di capire il significato e lo scopo della sua vita, tra ricordi d’infanzia in Bulgaria e un’età adulta malinconica vissuta in Canada. Questo film è il progetto più ambizioso della carriera di Theodore Ushev al quale ha lavorato per ben 8 anni. È il primo film d’animazione al mondo creato con encausto, un’antica tecnica di disegno risalente al tempo dei faraoni egizi (https://youtu.be/0631XAf3p80). Oltre 15.000 inquadrature sono disegnate a mano, l’immagine è ottenuta riscaldando e dipingendo con cera d’api calda pigmentata. La voce narrante è di Rossif Sutherland con una piccola apparizione vocale del padre, Donald Sutherland. Il film è stato nominato nella Top Ten canadese nel dicembre 2019, è stato selezionato all’Oscar per il miglior cortometraggio animato nel 2019, ha vinto il Prix Iris per il miglior cortometraggio animato al 22° Quebec Cinema Awards nel 2020 e il Cristal Award a festival di Annecy 2020. Dalla Repubblica Ceca il notevole Daughter di Daria Kashcheeva, un film poetico e senza dialoghi che racconta la complicata relazione di una giovane donna con suo padre. Ha ricevuto 38 premi tra cui il Cristal al festival di Annecy per il miglior film nella categoria dei film scolastici, lo  Student Academy Awards al 46° Student Academy Awards, la nomina all’Oscar 2020 per il miglior cortometraggio animato e il Premio della Giuria al Sundance Film Festival 2020.
Un’animazione esilarante e senza tabù è senz’altro Toomas Beneath the Valley of the Wild Wolves dell’estone Chintis Lundgren con i suoi caratteristici personaggi antropomorfi, mentre dal Giappone arriva il delicato Dreams into Drawing di Koji Yamamura regista tra i più importanti al mondo. I suoi film hanno ricevuto oltre 90 premi, tra cui il Grand Prize di Annecy, Zagreb, Ottawa e Hiroshima. È membro della Academy of Motion Picture Arts and Sciences e professore alla Tokyo University of the Arts. Il film racconta la storia del pittore Kuwagata Keisai che visse oltre 200 anni fa. Un giorno stava disegnando una carpa quando si addormentò all’improvviso e, in sogno, si trasfigurò nella carpa che si godeva una nuotata.

Quest’anno cade il centenario della nascita di Osvaldo Cavandoli, al quale la rete dei festival italiani di cinema d’animazione (Animaphix/Sicilia, Imaginaria/Puglia e Piccolo Festival di Animazione/Friuli Venezia Giulia) dedica un omaggio proponendo un programma di nove puntate della serie La Linea che sarà lanciato sulla rete attraverso i canali social e il sito web di ciascun festival.

LA DICHIARAZIONE DEL DIRETTORE ARTISTICO
“Non è stato facile, – afferma il direttore Luigi Iovane – riuscire ad organizzare e realizzare questa edizione. Non sarà il festival delle passate edizioni poiché abbiamo dovuto far fronte alle attuali restrizioni imposte al settore e agli eventi di spettacolo dal vivo ed, ovviamente, ciò ha comportato una riduzione delle iniziative collaterali nonché la mancata presenza di autori e registi stranieri.
Anche la sede del festival non sarà quella del centro storico ma l’arena estiva della casa delle Arti. Nonostante ciò, siamo riusciti comunque a realizzare e a proporre un programma di film in competizione di straordinaria qualità nell’ottica di continuare a promuovere il cinema come strumento per affrontare e comprendere il presente, ragionando anche sullo stato dell’animazione contemporanea e sulle conseguenze, probabilmente rivoluzionarie, nel ripensare le modalità di organizzazione dei festival”.

IMAGINARIA | International Animated Film Festival
18ª edizione, 18/23 agosto 2020 | Conversano, Casa delle Arti
imaginaria.eu – info@imaginaria.eu

UFFICIO STAMPA
Domenica Lorusso
+39 339 8669987| press@imaginaria.eu


Le Notti della Contea 2020 a Conversano

In il

le notti della contea 2020

LE NOTTI DELLA CONTEA
Vª edizione
16 e 17 agosto 2020
Castello Marchione
Conversano (Bari)

La rievocazione storica dell’estate conversanese si svolgerà nei giorni 16 e 17 agosto 2020 presso Castello Marchione a Conversano (BA)

Emozionato e soddisfatto il Presidente dell’associazione culturale SensAzioni del Sud e Direttore Artistico dell’evento, Gabriele Coriano’ :

“E’ davvero con grande gioia e soddisfazione che comunico che LE NOTTI DELLA CONTEA 2020 non si arrende all’emergenza Covid e torna puntuale, come ogni anno, nel mese di agosto. Location tutta nuova per la rievocazione storica di Conversano che sceglie Castello Marchione per tornare indietro nel tempo di 400 anni“.

Scene rievocative, giullari di corte, danze storiche, sbandieratori e tamburini, artigiani e falconieri saranno l’anima di questa edizione: “L’evento, continua Corianò, sarà a numero chiuso, proprio per attenerci a TUTTE LE DISPOSIZIONI IN ESSERE IN MATERIA DI PREVENZIONE E CONTROLLO NEL CONTESTO DELL’EMERGENZA COVID19“.

“Questa sarà un’edizione bellissima che prenderà vita in uno dei piu’ bei castelli di Puglia”

Nell’anno del Signore 2020, nei giorni 16 e 17 agosto, i nobili Acquaviva d’Aragona vi aspettano presso Castello Marchione, loro residenza estiva, per onorare festeggiare la nomina a Conte di Giangirolamo II Acquaviva d’Aragona. In occasione del 404° anniversario della nomina a Conte di Giangirolamo II Acquaviva D’aragona, Villa Marchione vi accoglierà con dame e moschettieri, cuochi e artigiani, monaci e chierici, popolani e gente del contado, sbandieratori e tamburi. La notte del 16 agosto il Conte Giangirolamo II Acquaviva D’aragona, dai balconi allestiti a festa di Castello Marchione saluterà la folla giunta da ogni dove per omaggiarlo e darà ufficialmente inizio alle ‘Notti della Contea’ attraverso il ‘Chominciamento’ di festa, accompagnato da danze rinascimentali e giullari di corte. Le notte sarà animata da scene rievocative e vicende storiche dei nobili Acquaviva d’Aragona, da giullari, musici, danzatori e falconieri. La notte del 17 agosto vi accomoderete nei maestosi giardini del Castello per assistere allo spettacolo “All’Ombra del Conte”

‘Le Notti della Contea’ sarà una festa per lo spirito, per la vista e per il palato.

PROGRAMMA:

16 agosto
Spettacolo Sbandieratori e musici Civitas Mariae ” Capurso”
Chominciamento di Festa dai balconi del Castello;
Danze storiche a cura del Gruppo Storico Città di Conversano;
Spettacolo del Giullar Mingherlo;
Scene rievocative a cura del Gruppo Storico Città di Conversano:
A.D. 1611 – IL PROCESSO ALLA MASCIARA
A.D. 1649 – DUELLO DI BARI
A.D. 1695 – IL BACIAMANO ALLA BADESSA TOMMASA ACQUAVIVA D’ARAGONA;
Spettaolo dei Falconieri del Parco della Grancia – Bitmovies Srl


17 agosto
Danze storiche a cura del Gruppo Storico Città di Conversano;
Spettacolo All’ombra del Conte il musical

PER INFO E PRENOTAZIONI : 3395094105


Visita guidata alla corte degli Acquaviva d’Aragona di Conversano

In il

Alla corte degli Acquaviva d Aragona Conversano

Sabato 20 giugno ore 18.30 appuntamento alla corte degli Acquaviva d’Aragona di Conversano. Scopriremo insieme le mura megalitiche, chiesa e chiostro medievale del complesso monastico di San Benedetto, Cattedrale dell’Assunta, Castello (visita esterna), cortile della cavallerizza, chiesa dei Ss Cosma e Damiano.

Costo: 10€

Castello (esterno)
Complesso di San Benedetto
Cattedrale dell’Assunta

Punto d’incontro: Piazza Castello c/o Torre circolare

Come PRENOTARE: Inviando una mail a info@pugliarte.it e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 3403394708 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono


DENTE in concerto alla Casa delle Arti di Conversano

In il

DENTE in concerto a conversano

27 marzo 2019
DENTE in concerto
Casa delle Arti – Conversano (BA)
>>>Acquista Biglietti

•••••

Apertura porte h 21.30
Inizio concerto h 22.30

Ingresso gratuito per:
Bambini fino ad anni 8;
Accompagnatore di persona con disabilità.

•••••

DOPO LE ANTEPRIME SOLD OUT A MILANO E ROMA
ANNUNCIATE LE PRIME DATE DEL TOUR 2020

L’artista presenterà nei club le canzoni del nuovo album di inediti e ripercorrerà i brani più amati di oltre 10 anni di carriera.
Accompagnato dalla sua band, Dente porterà in scena il meglio del suo repertorio, brani come Invece tu, Chiuso dall’interno, Coniugati passeggiare, e tanti altri ancora. Canzoni essenziali, ricercate nei testi e negli arrangiamenti, che grazie alla sua inconfondibile cifra pop semplice ma mai banale, l’hanno reso in oltre dieci anni di carriera uno dei più apprezzati cantautori del nostro panorama musicale.
I concerti saranno soprattutto l’occasione per presentare dal vivo i brani del nuovo, attesissimo disco di inediti – come i singoli Anche se non voglio e Adieu che anticipano l’uscita dell’album – che sarà pubblicato nel 2020 da INRI e Artist First, a distanza di 4 anni dall’ultimo “Canzoni per metà”.

•••••

Casa delle Arti
Via Donato Jaia, 14
70014 Conversano (BA)
http://www.casadellearti.com/

Info:
Ubique Concerti
+390808406369 (WhatsApp)
info@ubiqueconcerti.com


Pinuccio in “TUTTAPPOST!” in scena al teatro Norba

In il

pinuccio tuttappost alessio giannone

TUTTAPPOST!
 Storie di ordinaria italianità
di e con Pinuccio (Alessio Giannone) inviato di Striscia la Notizia

Teatro Norba – CONVERSANO (Bari)
Sabato 1 e domenica 2 Febbraio

produzione ProArtist Management srl.

Un viaggio tutto italiano fra notizie surreali e immagini che raccontano di un paese meraviglioso dove nella quotidianità accadono cose assurde quanto esilaranti. Dalle grandi opere alla gestione ambientale fino ad arrivare ai quotidiani problemi condominiali, Pinuccio regala curiosità e contraddizioni, fantastiche notizie e apparenti paradossi. Il tutto attraverso l’ausilio di immagini e documenti, atti ufficiali e video. A rivestire i panni dell’ormai famoso Sabino, scanzonato e furbetto, sarà il pubblico.

Info e prenotazioni 0804959547

LE DATE:
BARI – Nuovo Teatro Abeliano – 1 e 2 febbraio
CISTERNINO – Teatro Comunale – 12 marzo
BRINDISI – Teatro 0831 – 13 marzo
CONVERSANO – Teatro Norba – 20 marzo


FA’ – Fiera delle Autoproduzioni “I buoni rAccolti”

In il

FA FIERA DELLE AUTOPRODUZIONI CONVERSANO

Si terrà a Conversano in Piazza Cesare Battisti la FA’ – Fiera delle Autoproduzioni “I buoni rAccolti”. Un luogo di incontro tra il mondo delle piccole produzioni di qualità, alimentari, artigianali e culturali, e la comunità locale, rappresentata dalla piazza.
Questa manifestazione è pensata per promuovere un altro modello di economia e di vita, che metta al centro non il denaro ma le persone e le relazioni, a dimostrazione che non esiste solo il lavoro salariato, ma una miriade di altre realtà capaci di produrre, lavorare e pensare in armonia con se stessi, con gli altri e soprattutto con la natura.

Da qui l’idea di promuovere le autoproduzioni locali contadine, il baratto e il circolo virtuoso del riuso, ma nello stesso tempo creando reti solidali, valorizzando i prodotti locali, promuovendo un’agricoltura di prossimità e lo sviluppo rurale, sostenendo la vitalità delle comunità locali attraverso forme di convivialità.
Durante la Fa’ sarà presente un banchetto di scambio libri e giochi per bambini e bambine.

• agricoltura contadina biologica e naturale • artigianato etico • certificazione partecipata cucine critiche, contadine e di strada • libera libreria bookcrossing• scambio libri e giochi •spazio culturale • spazio riciclo/riuso/riparo

In collaborazione con:
FuoriMercato Rete Nazionale
APS ConsumATtori
Associazione culturale NEDA – Conversano
Movimento Terre
FA – Fiera Delle Autoproduzioni
Azienda agricola Nicola Antonio Totaro – Conversano
APS Masseria dei Monelli Ortocircuito Bari
Ass. Solidaria / Villa Roth Occupata Bari
Masseria Atipica azienda agricola masseria didattica – Castellana Grotte
Azienda agricola Valeria De Bellis – Conversano
Azienda agricola “La Leggera” Miglionico (MT)
Azienda agricola Camporeale – Molfetta
Favole per adulti di Marco Pontrelli
@sasinerba di Sabrina Furetto – Pezze di Greco
Elementa di Giusy Rizzo – Conversano
Azienda agricola biologica “Nuovo Muretto” – Putignano
Azienda agrciola Torre dei Mastro – Castellana Grotte
Bpositivo di Teresa Pomo – Conversano
Giovanni Ceresoli e Giorgia Bartolo
Roby e Max giochi artigianali etici- Ostuni
Azienda agricola Raffaele D’Alessandro
Mariangela Longo
Jack Sorressa
Deepak Pasquale Floro
I pastori della costa – Parco Subito
Azienda apistica “Alveare Bianco” – Ostuni
Salì di Sara Cupaiola e Liliana Tissino- Conversano
Masseria Canali azienda agricola- Torre Santa Susanna (BR)
Progetto Iompattozero – Ostuni
Azienda agricola Mattia Orsini – Castellana Grotte
Sanapianta – Castellana Grotte
Yoko Tsukamoto artigianato artistico – Conversano
Romeo Coppola Pagliattiva – Conversano
Michele Brescia artigiano – Martinafranca


“Otto donne e un mistero” in scena al Teatro Norba

In il

otto donne e un mistero

Secondo appuntamento della stagione teatrale a Conversano

Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino e la partecipazione di Paola Gassman, in una commedia thriller di Robert Thomas “OTTO DONNE E UN MISTERO”, un ingranaggio perfetto per sedurre lo spettatore contemporaneo ormai abituato alla nuova generazione di criminologia psicologica.
Thomas offre quel valore aggiunto dei grandi scrittori di dosare con maestria la comicità noir d’oltralpe, di fare emergere sfacciatamente la lamina sarcastica e comica della vita contro la morte e lo fa attraverso la figura madre: la donna.
Ne sceglie otto, le più diverse perché non sono personaggi ma personificazioni distinte della stessa identità-matrice. Come una Grande Madre che si fa Natura, Madonna, Dea, Terra e Morte.

TEATRO NORBA
Mercoledì 29 gennaio

PER INFO & PRENOTAZIONI 0804959547


“Più Shakespeare Per Tutti” al Teatro Norba con Vito Signorile e Antonio Stornaiolo

In il

stornaiolo signorile teatro norba

Vito Signorile/Antonio Stornaiolo
#PiùShakespearePerTutti
di Antonio Stornaiolo con Vito Signorile e Antonio Stornaiolo

Nel 400° anniversario della sua scomparsa, Il Consorzio Teatri di Bari rende omaggio a William Shakespeare con uno spettacolo che è al tempo stesso una lezione e una scherzosa conversazione ideata e condotta dall’attore e presentatore Antonio Stornaiolo con la partecipazione di Vito Signorile.
Lo spettacolo è stato ideato per tutte le Scuole e gli Istituti Superiori ed è adatto per i giovani di tutte le età.
Uno spettacolo leggero, ma mai superciale che, con ironia ed uso di linguaggi giovanili e multimediali, racconta la figura del maggior drammaturgo occidentale. La caratteristica principale dell’azione teatrale si basa sul coinvolgimento degli studenti/spettatori che sin dall’inizio e continuamente vengono incitati ad esprimere giudizi, prendere parte alla storia, rispondere a test sul tema, inviare twitt ed sms in diretta su quanto sta accadendo “qui ed ora” nel luogo deputato alla rappresentazione. Dunque un gioco teatrale, come nella miglior tradizione dell’improvvisazione scenica, che prende origine proprio dal teatro elisabettiano.
Chi era Shakespeare? Qual è il segreto della sua fortuna? Perché ancora oggi, ai tempi di Facebook e degli smartphone, le sue opere sono ancora così attuali? Qual è la differenza tra Tragedia e Commedia? Perché l’Amore e l’Odio sono così necessari alla narrazione? Queste alcune delle domande a cui si tenterà di dare risposta. Proponendo, nel contempo, giuste riflessioni sulla sua poetica, sulla coltivazione dei talenti e dei saperi, sulla necessità della parola per comunicare emozioni forti ed intense.
Infine, attraverso la narrazione di abitudini dell’epoca, come ad esempio l’usanza che alle donne non fosse permesso recitare e che i ruoli femminili fossero interpretati da uomini o che gli attori non meritassero la sepoltura all’interno dei cimiteri, si tenterà anche di affrontare temi più importanti legati alla diversità, all’accoglienza ed alla capacità di condividere luoghi e territori.

Infotel 0804959547