ARISA in concerto gratuito a Gioia del Colle

In il

arisa in concerto

Arisa torna con il nuovissimo singolo, in uscita venerdì 10 maggio a cui farà seguito un tour estivo in partenza il 17 maggio. Il brano si intitola “Baciami stupido” e vuole trasmettere un importante messaggio d’amore.

Per la realizzazione di “Baciami stupido”, si sono riuniti 4 importanti autori della scena italiana: Andrea Bonomo, Riccardo Zanotti, Pacifico e Simone Bertolotti. Il risultato è un testo che parla di “un elettrizzante colpo di fulmine” durante una festa: dietro l’atmosfera apparentemente divertente e giocosa del brano, però, si nasconde una più profonda riflessione sulla natura delle relazioni umane e sull’amore, capace di annullare ogni diversità.

Il bacio, inteso come manifestazione d’amore per eccellenza, diventa un simbolo di consenso, a rappresentare il rispetto e la comprensione reciproca tra due persone. “È una magia che celebra l’amore universale in qualsiasi sua forma”, ha ribadito Arisa anche sui social, annunciando il suo ritorno con le immagini di alcuni dei baci più iconici del passato, dal cinema alla letteratura.

Arisa ha già mandato ai fan un grosso bacio, un po’ come fa sulla copertina del nuovo singolo, e si prepara a presentare la novità sul palco: il 17 maggio, da Crotone, partirà un lunghissimo tour estivo che andrà avanti senza sosta fino a settembre inoltrato.
Nel calendario si inserisce anche la partecipazione a Gioia Fest, con un concerto fissato il 24 agosto in Piazza Plebiscito a Gioia del Colle (Bari).

Ecco le prime date annunciate del tour estivo (date in aggiornamento):

17.05 Crotone (KR) @Piazza Pitagora
19.05 Augusta (SR) @Piazza Castello
26.05 Apricena (FG) @Corso Aldo Moro
01.06 Formia (LT) @Piazza Mattej
08.06 Ravarino (MO) @Giugno Ravinarese
15.06 Oppido Lucano (PZ) @Piazza Salvo D’acquisto
22.06 Ceccano (FR) @Piazza XXV luglio
08.07 Ghilarza (OR) @Piazza San Palmerio
18.07 Genova (GE) @Basko Arena
20.07 Presicce Acquarica (LE) @Le Origini Music Festival
27.07 Piane Di Montegiorgio (FM) @Square Music Festival
04.08 Adrano (CT) @Piazza Umberto
08.08 Albarella (RO) @Centro Sportivo Isola
10.08 Torre Santa Susanna (BR) @Largo Palazzetto
17.08 Lioni (AV) @Piazza IV Novembre
22.08 Gonnesa (SU) @Piazza Del Minatore
24.08 Gioia Del Colle (BA) @Gioia Fest (Piazza Plebiscito)
31.08 Milazzo (ME) @Lungomare Marina Garibaldi
07.09 Torrenova (PA) @Festival Amunì Pazza Mare
10.09 Taurianova (RC) @Piazza C. Macrì
20.09 Buonvicino (CS) @Piazza XVII Settembre

Biografia
Rosalba Pippa, in arte Arisa, è una antante originaria di Potenza, nasce casualmente a Genova.
Il nome d’arte ARISA è un acronimo familiare: A come Antonio: il padre autista con la passione per le incisioni su ferro, R come Rosalba: vincitrice fra le “Proposte” del Festival di Sanremo 2009 con il brano “Sincerità”, I come Isabella: la sorella di venti anni con talento per la fotografia e il flauto traverso, S come Sabrina: l’altra sorella di diciassette anni, pure lei con un promettente futuro da cantante, A come Assunta: la mamma casalinga con l’hobby del decoupage.

Lo spirito artistico di Arisa si manifesta immediatamente: all’età di quattro anni partecipa al primo concorso canoro con “Fatti mandare dalla mamma” di Gianni Morandi. Vince un premio di consolazione perché la gara è nel giorno del suo compleanno.

Nel 2007 vince una borsa di studio come interprete presso il CET di Mogol: qui conosce l’autore Giuseppe Anastasi. Nel 2008 Arisa vince SanremoLab e viene ammessa fra le Proposte di Sanremo 2009. È il suo vero debutto, la “nuova proposta” ARISA vince il Festival di Sanremo 2009 con il brano “Sincerità”. La canzone conquista la prima posizione nella classifica di iTunes ancora prima dell’incoronazione sul palco dell’Ariston, dove la giovane artista di Pignola si esibisce anche accompagnata al pianoforte dal Maestro Lelio Luttazzi. Al Festival Arisa si aggiudica il Premio della Critica intitolato a Mia Martini. Riceve anche il Premio Assomusica Casa Sanremo con la seguente motivazione: la canzone “Sincerità” viene arricchita dal personaggio Arisa, che ha saputo creare un rapporto immediato con il pubblico.

Dopo l’affermazione sanremese arrivano altri riconoscimenti prestigiosi. A maggio 2009 è a Trieste fra i protagonisti dei TRL Music Awards di Mtv e riceve il disco d’oro per l’album Sincerità. In giugno si esibisce all’Arena di Verona nei Wind Music Awards e viene premiata dall’associazione dei discografici come giovane rivelazione dell’anno.

L’estate 2009 è dedicata soprattutto all’attività live: in aprile inizia un lungo tour, principalmente nelle piazze, fino all’apoteosi del 21 giugno: anche ARISA si esibisce alo stadio San Siro di Milano nel concerto benefico “Amiche per l’Abruzzo”, ideato da Laura Pausini. L’anno si chiude con un altro riconoscimento: “Sincerità” è al secondo posto (preceduta dal brano benefico Domani 21/04/2009) nella classifica delle canzoni più scaricate su iTunes dell’intero 2009.

Nel 2010 torna a Sanremo con un nuovo progetto che testimonia la sua costante maturazione artistica. Arisa partecipa al Festival di Sanremo con il singolo “Malamorenò” e, a conferma della sua passione per lo swing e la musica anni ’30/’40, unita a un talento vocale unico, sul palco dell’Ariston è accompagnata dalle Sorelle Marinetti. Contemporaneamente al Festival esce il suo secondo album Malamorenò, un nuovo progetto discografico che la vede, per la prima volta, anche nelle vesti di autrice. La primavera e l’estate la vedono protagonista sia in trasmissioni tv, sia in un tour che ha toccato le principali località italiane.

Nell’autunno 2010, la cantante, entra a far parte del cast tutto al femminile del programma de La7 Victor Victoria insieme alla conduttrice Victoria Cabello, la scrittrice Melissa P. e la comica Geppi Cucciari.

Nel 2011 è la sua prima volta da attrice. In Tutta colpa della musica Arisa interpreta il ruolo di Chiara. Dopo aver doppiato il film francese d’animazione Un mostro a Parigi, a fine 2012 la troviamo nel cast del film di Neri Parenti Colpi di fulmine.

Contraddistinta nei primi anni di carriera da un look anni 20 con grandi occhiali dalla montatura nera, l’artista genovese ha sempre trasmesso semplicità e dolcezza, sperimentando diversi ruoli sia al cinema che in televisione, come presenza fissa del programma di La7 Victor Victoria – Niente è come sembra, come giudice della quinta, sesta e decima edizione italiana del talent show X Factor, oltre a qualche apparizione in altri programmi televisivi italiani.

Nel 2019 Arisa pubblica il suo sesto album “Una nuova Rosalba in città” per poi lanciarsi in un nuovo progetto fondando nel 2020 una propria etichetta discografica con la quale ha esordito pubblicando il singolo “Ricominciare ancora”.


DOLCENERA in concerto gratuito a Castellana Grotte

In il

DOLCENERA in concerto gratuito a Castellana Grotte

DOLCENERA in concerto a Piazze d’Estate
venerdì 23 agosto 2024 – ore 21:00
Piazza Garibaldi – Castellana Grotte (Bari)

INGRESSO LIBERO

Il concerto è gratuito con posto in piedi, ma per chi desidera un’esperienza ancora più confortevole, a breve sarà disponibile su TicketOne l’opzione #mettiticomodo per assicurarsi posti a sedere.

Qui il programma completo dei concerti gratuiti di Piazza d’Estate 2024

Biografia
Emanuela Trane nasce a Scorrano nel Salento il 16 maggio del 1977. In omaggio all’omonima canzone del cantautore genovese Fabrizio de André, sceglie Dolcenera come nome d’arte.

La sua incontenibile passione per la musica è notevole fin da bambina difatti studia con diligenza ed impegno pianoforte, canto e clarinetto cominciando dagli studi classici per giungere a quelli delle armonie jazz. A 14 anni inizia a scrivere le prime canzoni e ad esibirsi dal vivo.

Si diploma con il massimo dei voti al liceo classico e successivamente si trasferisce a Firenze dove s’iscrive alla facoltà di Ingegneria Meccanica e dove dà vita alla sua prima band che si chiama “I codici zero”; la band arriva a fare da supporter agli Articolo 31 in tour.

La svolta in ambito musicale comincia dall’incontro con il maestro Lucio Fabbri, componente della PFM, grazie al quale Dolcenera ha l’occasione di migliorare la sua personalità artistica; il suo stile acquista così originalità ed immediatezza.

Nel 2002 pubblica il suo primo singolo “Solo tu”, con il quale ha la possibilità di partecipare a “Destinazione Sanremo” programma presentato da Pippo Baudo e Claudio Cecchetto in cui propone, oltre al singolo, il brano “Vivo tutta la notte”; le canzoni le permettono di accedere al Festival di Sanremo.

Nel 2003 partecipa al 53º Festival di Sanremo vincendo nella categoria delle Nuove Proposte con il brano “Siamo tutti là fuori”, una ballata pop dalle sfumature folk della “taranta salentina”, che raggiunge la decima posizione dei singoli più venduti in Italia.

Dopo il Festival esce il primo album di Dolcenera, intitolato “Sorriso nucleare” il quale passa un po’ inosservato e non ottiene un grande successo di vendite. “Devo andare al mare” e “Vivo tutta la notte” sono i singoli estratti dall’album destinati solo ai passaggi radiofonici.

Nel 2005 il manager Lucio Fabbri la spinge a partecipare al reality show “Music Farm” sotto la conduzione della poliedrica Simona Ventura; qui Dolcenera si aggiudica la vittoria battendo in finale Fausto Leali. Terminato il reality esce il singolo “Mai più noi due” estratto dal suo secondo album “Un mondo perfetto” che con oltre 80.000 copie vendute ottiene il Disco di Platino.

Sempre nello stesso anno conquista diversi premi: “Premio De André”, “miglior artista emergente” al M.E.I., “Leone d’argento” come rivelazione musicale dell’anno. Duetta con Claudio Baglioni che la sceglie per cantare con lui “Sabato pomeriggio” al concerto “O’ Scià” a Lampedusa. Duetta anche con Loredana Berté in “Pensiero stupendo” e “Sei bellissima”. Si esibisce inoltre al tradizionale concerto “Natale in Vaticano” alla presenza di Papa Benedetto XVI.

Al Festival di Sanremo 2006 si classifica seconda nella categoria donne, dietro Anna Tatangelo, prsentando la canzone “Com’è straordinaria la vita” che arriva al quarto posto tra i singoli più venduti in Italia.

Il suo terzo album è “Il popolo dei sogni” che replica il successo del secondo album con cui consegue il Disco d’Oro e anche il Disco di Platino.

Nell’estate 2006 parte il “Welcome Tour 2006” che porta Dolcenera in molte città italiane oltre che ad Amburgo e a Monaco in previsione dell’uscita in Germania della versione speciale dell’album “Un mondo perfetto”, che contiene 14 brani tratti dallo stesso, e da “Il popolo dei sogni” in aggiunta ad una nuova versione di “Siamo tutti là fuori”, nonchè la nuova versione di “Passo dopo passo”.

Nello stesso anno pubblica l’album “Dolcenera canta il cinema” in cui reinterpreta cinque colonne sonore cinematografiche. Nel mese di luglio al Festival Musicultura di Macerata duetta nuovamente con Claudio Baglioni, interpretando un classico di Domenico Modugno, “Tu sì na cosa grande”: Dolcenera infine vince il premio come “miglior voce” ai Venice Music Awards.

È autrice del testo e co-autrice delle musiche del brano inedito “In fondo alla notte” che rientra nella colonna sonora del film thriller-horror “La notte del mio primo amore” di Alessandro Pambianco. Lo stesso brano è inserito nella tracklist del singolo “Piove”, estratto dall’album “Il popolo dei sogni” che raggiunge l’undicesima posizione nella classifica ufficiale dei singoli più venduti in Italia del 2006. Il 16 dicembre debutta come conduttrice nel programma “Hitlist Italia” su MTV.

Nel marzo del 2007 inizia il “Welcome Tour 2007” che prevede ben otto date in Germania, tra cui Berlino, Lipsia, Colonia e Dresda. Unitamente al tour viene pubblicato in Germania, Austria e Svizzera la tour edition di “Un mondo perfetto” che contiene alcuni brani live registrati nei tour degli ultimi due anni, anticipato dal singolo radiofonico “Mai più noi due”.

Nel 2007 Dolcenera debutta nel mondo del cinema partecipando ne “Il nostro Messia” un film di Claudio Serughetti, presentato al RIFF – Rome Indipendent Film Festival. Il film esce nelle sale il 23 maggio 2008.

La sua produzione musicale in ambito cinematografico continua tanto che firma i brani “Sei tu” (in originale “Say yes”) e “Mon amour” (in originale “Tes petits defauts”) per la colonna sonora del film “Finché nozze non ci separino”.

Nel settembre 2007 è nuovamente sul grande schermo, interpretando il ruolo di Benny accanto a Cristiana Capotondi, Primo Reggiani e Ludovico Fremont, nel film diretto da Giancarlo Scarchilli “Scrivilo sui muri”.

Nel 2008 in seguito alle numerose richieste che provengono dal mercato tedesco, Dolcenera torna in Germania per esibirsi dal vivo con voce e piano al “Deutsches Theater” di Moncao. Il 28 marzo 2008 si esibisce voce e piano all'”Arco de La Défense” di Parigi davanti ad oltre 400 delegati dell’assemblea generale del BIE, nella serata organizzata dall’Italia per la sua candidatura con Milano all’Expo 2015.

Ad aprile apre quattro concerti voce e piano per gli spettacoli di Zucchero in Austria.
L’8 maggio 2008 è ospite alle celebrazioni di apertura del più grande museo del rock in Germania – il “Rock Museum” di Monaco – che si tengono all’Olympiaicestadion. Lo stesso museo ha dedicato uno spazio a Dolcenera.

A giugno apre i due concerti di Vasco Rossi allo Stadio Del Conero di Ancona. A luglio Dolcenera è in concerto in Tunisia al Festival internazionale di Cartagine all’interno della manifestazione che esplora ogni anno il mondo della musica nell’antico Teatro Romano di Adriano davanti a circa 40.000 persone. In estate è invitata dall’Ambasciatore Claudio Moreno, Commissario Governativo per l’Expo di Saragozza, ad esibirsi dal vivo all’interno del padiglione italiano presente all’Expo 2008, in cui l’artista interpreta numerose sue canzoni in versione spagnola ed altre canzoni della musica leggera italiana.

Al Festival di Sanremo 2009 partecipa tra i Big con il brano “Il mio amore unico”; esce allo stesso tempo il suo nuovo album di inediti contenente dodici nuovi brani uniti da un unico tema, l’amore. L’album ha il titolo “Dolcenera nel paese delle meraviglie”. Torna a Sanremo nel 2012 con il brano “Ci vediamo a casa” (si classifica sesta) e nel 2016 con il brano “Ora o mai più (le cose cambiano)”.


SERGIO CAPUTO TRIO in concerto gratuito a Castellana Grotte

In il

SERGIO CAPUTO in concerto gratuito a Castellana Grotte

SERGIO CAPUTO TRIO in concerto a Piazze d’Estate

Sergio Caputo Trio è un trio vocale e strumentale che costituisce il progetto base di Sergio Caputo. Una formazione pop-jazz unica nel suo genere, capace di creare un ensemble di forte impatto. Il Sergio Caputo Trio è il motore ruggente di ogni altra possibile band del cantautore romano, ed è caratterizzato da un tale affiatamento da potersi definire “telepatico”, capace di affrontare ogni brano con una visione originale e d’improvvisazione anche sui brani storici, senza mai perderne la magia, e sempre in grado di stupire il pubblico. Il Sergio Caputo Trio ha al suo attivo una storia di club storici e teatri di prestigio, ed è un progetto musicale solido e ben delineato che si propone di durare nel tempo.

giovedì 22 agosto 2024 – ore 21:00
Piazza Garibaldi – Castellana Grotte (Bari)

INGRESSO LIBERO

Il concerto è gratuito con posto in piedi, ma per chi desidera un’esperienza ancora più confortevole, a breve sarà disponibile su TicketOne l’opzione #mettiticomodo per assicurarsi posti a sedere.

Qui il programma completo dei concerti gratuiti di Piazza d’Estate 2024


TONY HADLEY in concerto gratuito a Castellana Grotte

In il

tony-hadley-concerto-castellana-grotte-piazze-d-estate-2024

TONY HADLEY in concerto a Piazze d’Estate

Tony Hadley, una delle voci maschili più rinomate al mondo, dopo il tour celebrativo dei 40 anni di carriera, sold out in tutte le tappe italiane, torna con Mad About you un nuovo spettacolo accompagnato dalla sua fedele The Fabulous TH Band.

“È sempre bello tornare in Italia e sono onorato di essere accompagnato per la prima volta dall’orchestra Bruno Maderna, diretta dal M° Danilo Rossi. Sentire i miei nuovi brani, quelli storici e i cult che mi hanno accompagnato da sempre prendere nuova vita grazie all’orchestra è magico!” – commenta Tony Hadley.

Il tour, sarà l’occasione per celebrare una delle voci più autorevoli del pop, ormai sulla cresta dell’onda da 4 decenni, che ha visto gli esordi con il movimento del New Romantic, interpretando negli anni brani ormai diventati cult degli Spandau Ballet come l’epica “Through the Barricades”, il brano al primo posto di tutte le classifiche internazionali “True”, e l’inno non ufficiale delle Olimpiadi di Londra “Gold”.

In questo viaggio per la penisola Tony eseguirà dunque brani iconici del periodo in cui era con gli Spandau, ma anche le sue canzoni da solista, senza tralasciare qualche iconica cover, e il tutto in una veste rinnovata ed impreziosita dall’arrangiamento orchestrale.

L’Italia è da sempre uno dei paesi più amati da Tony Hadley, un amore ricambiatissimo. Dopo varie collaborazioni con artisti italiani (con Caparezza in “Goodbye Malinconia”, con Nina Zilli in “The fair tales of New York”), nel 2019 è stato ospite al Festival Di Sanremo, accompagnando Arisa, in gara, nel brano “Mi sento bene”, e recentemente a Propaganda Live su La Sette, dove ha interpretato “Through the Barricades” e la nuovissima “Obvious”.

Come solista, Tony ha tenuto concerti in tutto il mondo, sia con la sua band, che con gruppi swing, e con grandi orchestre. Nel 2005 si è guadagnato il premio Gold Badge dalla British Academy of Composers and Songwriters; nel 2007 ha convinto un grande gruppo di nuovi fan apparendo nel musical Chicago nel ruolo di Billy Flynn nei teatri del West End di New York.

“Talking To The Moon”, il suo ultimo album da studio, datato 2018 (2019 per il mercato italiano) è stato album della settimana su Radio BBC2, e il primo singolo “Tonight Belongs To Us” Singolo della settimana.
Nel 2021 è uscita “Obvious”, scritta con Mick Lister, anch’essa nella top playlist di BBC2. Da anni, Tony Hadley presenta lo show della domenica mattina della BBC3 Counties Radio.

Nel dicembre del 2019 ha ricevuto l’onorificenza Queen’s New Year’s Honours List per il suo impegno benefico nei confronti del Shooting Star Children’s Hospice.

lunedì 5 agosto 2024 – ore 21:00
Largo Porta Grande – Castellana Grotte (Bari)

INGRESSO LIBERO

Il concerto è gratuito con posto in piedi, ma per chi desidera un’esperienza ancora più confortevole, a breve sarà disponibile su TicketOne l’opzione #mettiticomodo per assicurarsi posti a sedere.

Qui il programma completo dei concerti gratuiti di Piazza d’Estate 2024


BOOMDABASH in concerto gratuito a Sammichele di Bari

In il

BOOMDABASH-sammichele-music-festival

Hanno trovato il modo di unire dancehall, reggae, rap e pop per sfornare una serie di hit, soprattutto estive. Sono attivi dal lontano 2008 ma hanno trovato la via del successo un decennio dopo, grazie al singolo “Non ti dico no” con Loredana Bertè. Da allora le estati sono state spesso segnate da nuovi tormentoni, tra cui: “Mambo Salentino” e “Karaoke” con Alessandra Amoroso (rispettivamente 2019 e 2020); “Per un milione” (sempre 2019); “Mohicani” con Baby K e “Fantastica” con Rocco Hunt (nel 2021); “Tropicana” con Annalisa (2022); e infine “Lambada” con le redivive Paola e Chiara, nel 2023.
Il Sammichele Music Festival 2024 chiude con il botto insieme ai Boomdabash.

Qui il programma completo del Sammichele Music Festival 2024

Sabato 3 Agosto
Piazza Vittorio Veneto
Sammichele di Bari
Ingresso Libero

Biografia
I salentini Boomdabash hanno trovato il modo di unire dancehall, reggae, rap e pop per sfornare una serie di hit, soprattutto estive. Sono attivi dal lontano 2008 ma hanno trovato la via del successo un decennio dopo, grazie al singolo “Non ti dico no” con Loredana Bertè. Da allora le estati sono state spesso segnate da nuovi tormentoni, tra cui: “Mambo Salentino” e “Karaoke” con Alessandra Amoroso (rispettivamente 2019 e 2020); “Per un milione” (sempre 2019); “Mohicani” con Baby K e “Fantastica” con Rocco Hunt (nel 2021); “Tropicana” con Annalisa (2022); e infine “Lambada” con le redivive Paola e Chiara, nel 2023. Il loro sesto album in studio, “Venduti” (2023), vorrebbe rispondere in modo ironico, sin dal titolo, alle accuse di essersi svenduti. (Antonio Silvestri)


NINA ZILLI in concerto gratuito a Sammichele di Bari

In il

nina-zilli-sammichele-music-festival

Ha scelto il suo nome d’arte conciliando quello di una delle sue artiste preferite, Nina Simone, con il cognome di sua madre. L’esperienza negli Stati Uniti, all’inizio degli anni 2000, le permette di entrare in contatto con i generi R&B, motown, ska, soul e reggae, ma senza tralasciare la musica italiana degli anni ’60 e il pop rock degli stessi anni.
Nel 2009 firma il contratto con la Universal e pubblica il suo primo EP. Il singolo estivo “50mila”, eseguito in coppia con Giuliano Palma, ottiene un successo radiofonico e successivamente viene incluso nella colonna sonora del film “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek. Ha all’attivo diverse partecipazioni al Festival di Sanremo ed ha conquistato 3 Dischi di Platino e 4 Dischi d’Oro.
La quarta serata del Sammichele Music Festival 2024 sarà nel segno di Nina Zilli.

Qui il programma completo del Sammichele Music Festival 2024

Venerdì 2 Agosto
Piazza Vittorio Veneto
Sammichele di Bari
Ingresso Libero

Biografia
Maria Chiara Fraschetta, in arte Nina Zilli, nasce a Piacenza il 2 febbraio 1983, e cresce a Gossolengo, un piccolo comune della Val Trebbia. Il suo nome d’arte vieme scelto conciliando il nome di una delle sue artiste preferite, Nina Simone, con il cognome di sua madre. L’infanzia trascorsa in Irlanda le permette di apprendere l’inglese alla perfezione, mentre la trasferta negli Stati Uniti, avvenuta dopo le scuole superiori, all’inizio degli anni 2000, l’ha portata a maturare le esperienze musicali che sono confluite nel suo repertorio, saturo di riferimenti R&B, reggae e soul nel solco di famose etichette come Motown.

Dal punto di vista discografico il suo primo contratto arriva nel 2001, quando milita nel gruppo Chiara&Gliscuri, con i quali pubblica per la Sony il singolo “Tutti al mare”.

Dopo una veloce esperienza come veejay di MTV e co-conduttrice con Red Ronnie dell’ultima edizione del “Roxy Bar”, Nina lavora al suo primo progetto discografico in proprio, interrotto però da incomprensioni e cambi di strategia all’interno della sua casa discografica.

A un lungo periodo di silenzio fa seguito, nel 2009, la pubblicazione con Universal dell’EP NINA ZILLI, anticipato dall’uscita del singolo “50mila”, che si avvale del featuring di Giuliano Palma e che ottiene un ottimo riscontro, arrivando ad essere incluso nella colonna sonora del nuovo film di Ferzan Ozpetek “Mine vaganti”.

Nel 2010 Nina Zilli si presenta a Sanremo con il brano “L’uomo che amava le donne”, scritto insieme a Kaballà e contenuto nell’album SEMPRE LONTANO, un re-packaging del suo EP con l’aggiunta di diversi inediti. Con il brano sanremese si aggiudica il Premio della Critica “Mia Martini”, quello “Sala Stampa Radio Tv” e il “Premio Assomusica 2010” per la migliore esibizione dal vivo.

Il 15 gennaio 2012 viene annunciata la sua partecipazione al Festival di Sanremo, dove sarà in gara nei Big con “Per sempre”, duettando su “Never never never” (“Grande grande grande”) con Skye dei Morcheeba nella serata del giovedì. In contemporanea alla partecipazione al Festival, esce L’AMORE E’ FEMMINA, album di inediti.

Nel 2013 va in tour con Fabrizio Bosso con il progetto “We love you” dove i due omaggiano i grandi nomi della musica soul: da Amy Winehouse a Nina Simone, passando per Sam Cooke, Otis Redding, Etta James, Marvin Gaye e molti altri.

Nel 2014 viene annunciata la sua partecipazione a Italia’s Got Talent (nel frattempo passato su Sky) come giudice e, a fine dell’anno, la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015, dove sarà in gara con “Sola” e presenterà il nuovo album, FRASI E FUMO, prodotto da Mauro Pagani.

A settembre del 2017 la cantautrice piacentina pubblica il suo quarto album MODERN ART, che vede la produzione di Michele Canova. Partecipa poi al Festival di Sanremo 2018 con l’inedito “Senza appartenere”, incluso in una nuova versione di MODERN ART.


MICHELE ZARRILLO in concerto a Canosa di Puglia per la festa patronale

In il

michele zarrillo

Svelato l’ospite per la prossima Festa Patronale 2024 a Canosa di Puglia, venerdì 2 agosto, sarà Michele Zarrillo l’artista a salire sul palco di Piazza Vittorio Veneto. A comunicarlo sono l’Assessore agli Eventi Saverio Di Nunno e l’Assessore alla Cultura Cristina Saccinto: «La programmazione, per qualsiasi Ente, è di fondamentale importanza ed infatti, a questo proposito, in sinergia con il “Comitato Feste Patronali” abbiamo inteso definire con congruo anticipo rispetto al passato, l’artista che allieterà la serata del 2 agosto, giornata che concluderà la tre giorni in onore dei Santi Patroni Sabino, Alfonso e Maria Santissima della Fonte».

Dopo Pupo e i Ricchi e Poveri, quest’ultimi in grado di conquistare tutto e tutti in occasione dell’ultima rassegna sanremese, sarà quindi Michele Zarrillo con la sua musica a concludere i festeggiamenti in città. Fondamentale il contributo dell’imprenditore Francesco Palermo che ha inteso nuovamente sponsorizzare e sostenere il grande concerto della Festa Patronale. «La collaborazione fra pubblico e privato continua, la nostra visione di città è anche questa: cogliamo l’occasione – affermano gli Assessori Di Nunno e Saccinto – per ringraziare Francesco Palermo che per il secondo anno consecutivo ha dimostrato di tenere fortemente alla concretizzazione di quegli eventi che richiedono un notevole impegno di risorse economiche ed organizzative».

Michele Zarrillo, cantautore e musicista classe ’57, durante la sua carriera ha venduto più di 2 milioni di dischi vincendo il Festival di Sanremo 1987 nella categoria nuove proposte e il Festival di Castrocaro nel 1979. Fra gli artisti italiani con più partecipazione alla kermesse sanremese, ben 13, l’ultima quella del 2023 nella serata dei duetti con Will, nella sua discografia spiccano i brani “Cinque giorni” portato in gara nella “città dei fiori” nel 1994 capace di riscuotere fin da subito un ottimo consenso popolare, e “La notte dei pensieri” che contraddistinsero, tra l’altro, anche la sua ospitata al Festival di Sanremo 2021 condotto da Amadeus.


HADDAWAY in concerto gratuito a Sammichele di Bari

In il

haddaway-sammichele-music-festival

Da sempre appassionato di musica, ha avviato molto presto la sua carriera discografica, conquistando rapidamente le vette delle classifiche internazionali con la sua hit più famosa, «What Is Love», divenuta celebre in tutta Europa e in Nord America dopo il lancio nel 1993 e che ognuno di noi almeno una volta ha ascoltato, canticchiato o ballato.
Con grande piacere annunciamo il primo ospite del Sammichele Music Festival 2024 dando il benvenuto ad Haddaway.

Qui il programma completo del Sammichele Music Festival 2024

Giovedì 1° Agosto
Piazza Vittorio Veneto
Sammichele di Bari
Ingresso Libero

Biografia
Alexander Nestor Haddaway (Port of Spain, 9 gennaio 1965) è un cantante trinidadiano naturalizzato tedesco. Si impose all’attenzione del grande pubblico europeo grazie al successo del singolo What Is Love, pubblicato a maggio 1993.

Figlio di un oceanografo olandese e una infermiera locale, cresciuto tra Europa e Stati Uniti d’America, nel 1989 si trasferì a Colonia.

Il suo primo singolo, What Is Love, uscito nel maggio 1993, ebbe un grande successo commerciale in Europa e nel Nord America nel 1993; pezzo ballatissimo nelle discoteche di mezzo mondo, è stato incluso in innumerevoli raccolte di musica dance e ne sono stati eseguiti un numero elevatissimo di remix e versioni alternative.

La canzone è stata inserita nel primo album dell’artista, intitolato Haddaway – The Album, promosso da altri pezzi da discoteca pubblicati come singolo: l’omonimo Life, Mama’s House, I Miss You e Rock My Heart. Anche l’album, che conteneva pezzi nello stesso stile eurodance dei singoli estratti, genere musicale particolarmente in voga in quegli anni, ha raggiunto ottime posizioni nelle classifiche di diversi paesi.

In seguito al successo del primo disco, il cantante ha pubblicato nuovo materiale nel 1995. In quest’anno è infatti uscito il singolo Fly Away che, seppur ancora dalle sonorità eurodance, non è riuscito a eguagliare i risultati dei precedenti brani, raggiungendo comunque buone posizioni nelle classifiche di vendita europee. Al singolo è seguito il suo secondo disco, intitolato The Drive, anch’esso di buon successo pur non avendo eguagliato i risultati del precedente. Dal disco sono stati estratti altri singoli, Catch a Fire e Lover Be Thy Name, che hanno ottenuto un tiepido successo. Anche questo secondo disco è uscito per l’etichetta discografica Coconut.

Sempre per la stessa etichetta è uscito, nel 1998, il terzo album Let’s Do It Now, dove ha cambiato musicalità, dalla piena eurodance per la quale era stato conosciuto in favore di un genere dance più commerciale. L’album non ha ottenuto lo stesso successo dei precedenti.

Negli anni seguenti il cantante ha fatto uscire numerose raccolte e anche alcuni album di inediti, passati tuttavia inosservati al grande pubblico.

Haddaway è apparso al Comeback reality television show in Germania nel 2004, poi in uno show inglese simile, Hit Me Baby One More Time, nel 2005, e successivamente nella versione americana dello stesso. Nel 2008 torna a cantare nel singolo I Love the 90’s, prodotto insieme a Dr. Alban, altro personaggio storico della Eurodance. Ha fatto un’apparizione anche in Italia, durante la puntata di Matricole & Meteore, trasmessa da Italia 1 l’11 febbraio 2010. Nello stesso anno pubblica You Gave Me Love. Nel 2011 esce Thing Called Love, in collaborazione con il dj austriaco Wolfram. Il 14 ottobre 2011 canta What is love nel programma televisivo I migliori anni, su Rai 1. Il 22 ottobre 2023 canta What is love a Caduta Libera – I Migliori condotto da Gerry Scotti su Canale 5.


CLARA in concerto gratuito a Sammichele di Bari

In il

clara-sammichele-music-festival

Nasce nel 1999 in provincia di Varese e si avvicina da giovanissima al mondo della moda, coltivando contemporaneamente la passione per la musica con lezioni di canto e pianoforte. Una passione che “esplode” durante il primo lockdown, mostrando tutto il suo talento.
Inizia così a sperimentare con la propria voce e far conoscere la sua personalità, confermata anche dal debutto nel mondo cinematografico e seriale nella serie tv campione d’incassi “Mare Fuori 3”.
Vincitrice di Sanremo Giovani 2023 con il brano “Boulevard”, è stata tra gli artisti in gara al 74° Festival di Sanremo con il suo inedito “Diamanti Grezzi”.
Al Sammichele Music Festival 2024 diamo il benvenuto a Clara.

Qui il programma completo del Sammichele Music Festival 2024

Mercoledì 31 luglio
Piazza Vittorio Veneto
Sammichele di Bari
Ingresso Libero

Biografia
Clara Soccini è un’attrice e cantante italiana diventata famosa interpretando il personaggio di Crazy J nella serie tv Mare fuori. Nasce a Varese nel 1999 e cresce a Travedona Monate. Si appassiona alla musica durante gli anni delle scuole superiori e mentre frequenta il liceo linguistico prende lezioni di canto. Inoltre inizia a suonare il pianoforte e nel 2020, durante il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19, dà il via alla sua carriera come musicista pubblicando sui social alcuni video in cui canta accompagnandosi con lo strumento. Inizia così ad attirare l’attenzione e a farsi notare e nello stesso anno rilascia il suo primo singolo, una collaborazione con il rapper Nicola Siciliano dal titolo Io e te.

A poca distanza dall’esordio la cantante pubblica nuove canzoni tra cui Freak, Ammirerò, Bilico e Il tempo delle mele. Nel frattempo però scopre una nuova passione, quella per la recitazione, e nel 2023 ottiene il suo primo ingaggio importante. Si unisce infatti al cast della 3ª stagione di Mare fuori, una delle serie italiane di maggior successo degli ultimi tempi grazie alla quale la sua popolarità aumenta molto. Qui indossa i panni di Giulia, nota anche come Crazy J, e grazie alla fiction rilascia il singolo Origami all’alba che in poco tempo diventa disco di platino.

Prosegue poi la propria carriera come musicista pubblicando il singolo Cicatrice, seguito da Replay, collaborazione con il rapper MV Killa. A ottobre del 2023 canta Un milione di notti insieme a Mr. Rain presentando il brano davanti al pubblico del programma Amici. A dicembre dello stesso anno Clara Soccini è in gara a Sanremo Giovani con il brano Boulevard grazie al quale si aggiudica la vittoria nel concorso. La cantante accede così al 74° Festival di Sanremo dove gareggia insieme ai big in concorso.


SAMMICHELE MUSIC FESTIVAL 2024: Nina Zilli, Boomdabash, Alexia, Haddaway e Clara in concerto gratuito

In il

SAMMICHELE MUSIC FESTIVAL 2024

Ritorna uno degli appuntamenti più attesi dell’estate.
Musica, spettacolo e divertimento ad Ingresso Libero in una delle piazze più belle della Puglia.

30 e 31 luglio, 1, 2 e 3 agosto non prendere impegni!!!

Il Sammichele Music Festival 2024 ti aspetta in Piazza Vittorio Veneto a Sammichele di Bari.

PROGRAMMA:

Martedì 30 Luglio 2024
Il suo primo singolo è del 1995, “Me and You”, numero 1 in Italia e in Spagna. Un anno dopo escono “Summer is crazy”, “Number One” e “Uh la la la”: primi in tutta Europa.
Nel 2002 si presenta per la prima volta al Festival di Sanremo con “Dimmi come”, che diventa il brano più “suonato” dalle radio italiane e, un anno dopo, vince lo stesso Festival con “Per dire di no”.
Nella sua lunga carriera ha venduto oltre 5 milioni di dischi in tutto il mondo, conquistando 8 Dischi d’Oro e 2 di Platino.
Stiamo parlando di Alexia, a cui abbiamo affidato l’apertura del Sammichele Music Festival 2024. >>>qui maggiori info

Mercoledì 31 Luglio 2024
Nasce nel 1999 in provincia di Varese e si avvicina da giovanissima al mondo della moda, coltivando contemporaneamente la passione per la musica con lezioni di canto e pianoforte. Una passione che “esplode” durante il primo lockdown, mostrando tutto il suo talento.
Inizia così a sperimentare con la propria voce e far conoscere la sua personalità, confermata anche dal debutto nel mondo cinematografico e seriale nella serie tv campione d’incassi “Mare Fuori 3”.
Vincitrice di Sanremo Giovani 2023 con il brano “Boulevard”, è stata tra gli artisti in gara al 74° Festival di Sanremo con il suo inedito “Diamanti Grezzi”.
Al Sammichele Music Festival 2024 diamo il benvenuto a Clara. >>>qui maggiori info

Giovedì 1° Agosto 2024
Da sempre appassionato di musica, ha avviato molto presto la sua carriera discografica, conquistando rapidamente le vette delle classifiche internazionali con la sua hit più famosa, «What Is Love», divenuta celebre in tutta Europa e in Nord America dopo il lancio nel 1993 e che ognuno di noi almeno una volta ha ascoltato, canticchiato o ballato.
Con grande piacere annunciamo il primo ospite del Sammichele Music Festival 2024 dando il benvenuto ad Haddaway. >>>qui maggiori info

Venerdì 2 Agosto 2024
Ha scelto il suo nome d’arte conciliando quello di una delle sue artiste preferite, Nina Simone, con il cognome di sua madre. L’esperienza negli Stati Uniti, all’inizio degli anni 2000, le permette di entrare in contatto con i generi R&B, motown, ska, soul e reggae, ma senza tralasciare la musica italiana degli anni ’60 e il pop rock degli stessi anni.
Nel 2009 firma il contratto con la Universal e pubblica il suo primo EP. Il singolo estivo “50mila”, eseguito in coppia con Giuliano Palma, ottiene un successo radiofonico e successivamente viene incluso nella colonna sonora del film “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek. Ha all’attivo diverse partecipazioni al Festival di Sanremo ed ha conquistato 3 Dischi di Platino e 4 Dischi d’Oro.
La quarta serata del Sammichele Music Festival 2024 sarà nel segno di Nina Zilli. >>>qui maggiori info

Sabato 3 Agosto 2024
Hanno trovato il modo di unire dancehall, reggae, rap e pop per sfornare una serie di hit, soprattutto estive. Sono attivi dal lontano 2008 ma hanno trovato la via del successo un decennio dopo, grazie al singolo “Non ti dico no” con Loredana Bertè. Da allora le estati sono state spesso segnate da nuovi tormentoni, tra cui: “Mambo Salentino” e “Karaoke” con Alessandra Amoroso (rispettivamente 2019 e 2020); “Per un milione” (sempre 2019); “Mohicani” con Baby K e “Fantastica” con Rocco Hunt (nel 2021); “Tropicana” con Annalisa (2022); e infine “Lambada” con le redivive Paola e Chiara, nel 2023.
Il Sammichele Music Festival 2024 chiude con il botto insieme ai Boomdabash. >>>qui maggiori info