Paolo Belli e l’Orchestra Sinfonica Abbate in concerto per la festa patronale di Giovinazzo

In il

paolo belli big band

Il Comitato Feste Patronali di Giovinazzo inonda di musica, cultura e divertimento le celebrazioni in onore di Maria SS. di Corsignano.

Martedì 20 agosto, l’Orchestra Sinfonica “Biagio Abbate” renderà omaggio, in Piazza Vittorio Emanuele, al grande compositore, Direttore e Maestro Ennio Morricone, vincitore di due Premi Oscar, scomparso nel 2020, che ha lasciato la sua indelebile impronta nel panorama musicale e cinematografico mondiale, regalandoci opere leggendarie e colonne sonore indimenticabili.

Mercoledì 21 agosto, invece, l’evento di Paolo Belli e la sua Big Band, che da sempre lo accompagna in tv, a teatro e nei concerti di piazza, in tutta Italia e all’estero, per un’esibizione dallo stile inimitabile e inconfondibile.
Il musicista, cantante e show man, protagonista da anni della trasmissione tv del sabato sera di Rai Uno “Ballando con le stelle”, si esibirà anch’egli nella centrale Piazza Vittorio Emanuele, con uno spettacolo unico nel suo genere, divertente, solare, dal ritmo coinvolgente, in un crescendo di note ed emozioni che rendono il pubblico parte integrante dello spettacolo stesso.
Per non perdersi i due succosi eventi, è possibile acquistare i biglietti online, attraverso il circuito Vivaticket!

PROGRAMMA:

Omaggio a Ennio Morricone – Orchestra Sinfonica Provincia di Bat
Piazza Vittorio Emanuele II° – Giovinazzo (Bari)
20 agosto ore 21.00
>>>Acquista biglietti

Paolo Belli e la Big Band
Piazza Vittorio Emanuele II° – Giovinazzo (Bari)
21 agosto ore 21.00
>>>Acquista biglietti

Biglietti disponibili anche presso la sede del Comitato Feste Patronali Giovinazzo, in Piazza Vittorio Emanuele 63, tutti i giorni dalle 18:30 alle 20:00


Sagra del Panino della Nonna 2024 a Giovinazzo, ecco il programma della XXVIIª edizione

In il

sagra-panino-della-nonna-2024-giovinazzo

XXVIIª Sagra del Panino della Nonna
Piazzale Salvo D’Acquisto – Area Mercatale
GIOVINAZZO (Bari)

Il 12 e 13 Agosto 2024 a Giovinazzo (BA) la ventisettesima edizione della manifestazione che celebra i sapori della tradizione tra musica, divertimento e solidarietà.

Come testimoniato dall’ultima edizione per molti versi da record, con un sempre maggior consenso di critica e pubblico, locale e nazionale, la manifestazione è diventata un appuntamento attesissimo della Estate pugliese per la sua capacità di attirare migliaia di visitatori dall’intera regione, senza trascurare il
notevole indotto sulle diverse attività economiche. L’obiettivo della manifestazione resta la valorizzazione e la conoscenza del territorio, delle sue eccellenze e tradizioni, con particolare riferimento all’ambito gastronomico.

Attraverso la degustazione delle pietanze tipiche di Giovinazzo, “il panino della nonna” diventa veicolo di conoscenza della Città, delle sue tradizioni culinarie e della sua storia. Grazie alla definitiva consacrazione nazionale, che la pone fra le più rinomate e apprezzate sagre d’Italia, e persino internazionale ottenuta a
seguito della visita dei giornalisti della BBC, la Sagra del Panino della Nonna rappresenta un’occasione quasi unica sul territorio barese per degustare il “cugno”, il super panino imbottito con gli ingredienti tipici che da intere generazioni imbandiscono le tavole locali.

Non mancheranno come ogni anno i classicissimi: dai pomodori sott’olio, alle melanzane, dalla frittata ai carciofi, ai peperoni, senza dimenticare le acciughe, la mortadella, il provolone e chi più ne ha più ne metta; confermatissimi anche i due panini “cult”, quello con la parmigiana e quello con la brasciola, oltre al filone “n picc d tutt”, un vero “must taste” di ogni edizione.

Insomma, un panino davvero per tutti i palati e per tutti i gusti, anche ovviamente in versione “gluten free”, grazie alla preziosa consueta collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia sezione Puglia.

L’appuntamento 2024 è per lunedì 12 e martedì 13 Agosto, come di consueto presso Piazzale Salvo D’Acquisto.
Come ogni anno la manifestazione sarà allietata da spettacoli musicali di grande rilievo;
lunedì 12 agosto tornano a farci cantare a squarcia gola i Paipers seguiti dalla irresistibile comicità di Renato Ciardo;
martedì 13 agosto revival anni ’70/80 con i Collage, prima di scatenarci sulle sonorità dell’Orchestra Mancina.

Non mancherà la consueta mostra mercato di antiquariato e artigianato e l’attraente parco giochi per bambini.

In ultimo, ma non per ultimo, da sottolineare l’aspetto benefico della manifestazione, visto che l’utile delle due serate sarà devoluto, come in ogni edizione e sin dalla prima edizione, a sostegno di numerosi progetti benefici e onlus, per un totale che, nell’intera storia della manifestazione, ha ormai superato la
soglia dei 120.000 euro devoluti; un impegno e un risultato straordinario che rende orgoglioso ogni singolo volontario dell’Associazione I Nipoti della Nonna Odv.

www.sagradelpanino.it


SAMMICHELE MUSIC FESTIVAL 2024: Nina Zilli, Boomdabash, Alexia, Haddaway e Clara in concerto gratuito

In il

SAMMICHELE MUSIC FESTIVAL 2024

Ritorna uno degli appuntamenti più attesi dell’estate.
Musica, spettacolo e divertimento ad Ingresso Libero in una delle piazze più belle della Puglia.

30 e 31 luglio, 1, 2 e 3 agosto non prendere impegni!!!

Il Sammichele Music Festival 2024 ti aspetta in Piazza Vittorio Veneto a Sammichele di Bari.

PROGRAMMA:

Martedì 30 Luglio 2024
Il suo primo singolo è del 1995, “Me and You”, numero 1 in Italia e in Spagna. Un anno dopo escono “Summer is crazy”, “Number One” e “Uh la la la”: primi in tutta Europa.
Nel 2002 si presenta per la prima volta al Festival di Sanremo con “Dimmi come”, che diventa il brano più “suonato” dalle radio italiane e, un anno dopo, vince lo stesso Festival con “Per dire di no”.
Nella sua lunga carriera ha venduto oltre 5 milioni di dischi in tutto il mondo, conquistando 8 Dischi d’Oro e 2 di Platino.
Stiamo parlando di Alexia, a cui abbiamo affidato l’apertura del Sammichele Music Festival 2024. >>>qui maggiori info

Mercoledì 31 Luglio 2024
Nasce nel 1999 in provincia di Varese e si avvicina da giovanissima al mondo della moda, coltivando contemporaneamente la passione per la musica con lezioni di canto e pianoforte. Una passione che “esplode” durante il primo lockdown, mostrando tutto il suo talento.
Inizia così a sperimentare con la propria voce e far conoscere la sua personalità, confermata anche dal debutto nel mondo cinematografico e seriale nella serie tv campione d’incassi “Mare Fuori 3”.
Vincitrice di Sanremo Giovani 2023 con il brano “Boulevard”, è stata tra gli artisti in gara al 74° Festival di Sanremo con il suo inedito “Diamanti Grezzi”.
Al Sammichele Music Festival 2024 diamo il benvenuto a Clara. >>>qui maggiori info

Giovedì 1° Agosto 2024
Da sempre appassionato di musica, ha avviato molto presto la sua carriera discografica, conquistando rapidamente le vette delle classifiche internazionali con la sua hit più famosa, «What Is Love», divenuta celebre in tutta Europa e in Nord America dopo il lancio nel 1993 e che ognuno di noi almeno una volta ha ascoltato, canticchiato o ballato.
Con grande piacere annunciamo il primo ospite del Sammichele Music Festival 2024 dando il benvenuto ad Haddaway. >>>qui maggiori info

Venerdì 2 Agosto 2024
Ha scelto il suo nome d’arte conciliando quello di una delle sue artiste preferite, Nina Simone, con il cognome di sua madre. L’esperienza negli Stati Uniti, all’inizio degli anni 2000, le permette di entrare in contatto con i generi R&B, motown, ska, soul e reggae, ma senza tralasciare la musica italiana degli anni ’60 e il pop rock degli stessi anni.
Nel 2009 firma il contratto con la Universal e pubblica il suo primo EP. Il singolo estivo “50mila”, eseguito in coppia con Giuliano Palma, ottiene un successo radiofonico e successivamente viene incluso nella colonna sonora del film “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek. Ha all’attivo diverse partecipazioni al Festival di Sanremo ed ha conquistato 3 Dischi di Platino e 4 Dischi d’Oro.
La quarta serata del Sammichele Music Festival 2024 sarà nel segno di Nina Zilli. >>>qui maggiori info

Sabato 3 Agosto 2024
Hanno trovato il modo di unire dancehall, reggae, rap e pop per sfornare una serie di hit, soprattutto estive. Sono attivi dal lontano 2008 ma hanno trovato la via del successo un decennio dopo, grazie al singolo “Non ti dico no” con Loredana Bertè. Da allora le estati sono state spesso segnate da nuovi tormentoni, tra cui: “Mambo Salentino” e “Karaoke” con Alessandra Amoroso (rispettivamente 2019 e 2020); “Per un milione” (sempre 2019); “Mohicani” con Baby K e “Fantastica” con Rocco Hunt (nel 2021); “Tropicana” con Annalisa (2022); e infine “Lambada” con le redivive Paola e Chiara, nel 2023.
Il Sammichele Music Festival 2024 chiude con il botto insieme ai Boomdabash. >>>qui maggiori info


PIAZZE D’ESTATE 2024 a Castellana Grotte Lino Banfi, Tony Hadley, Alex Britti, Serena Dandini, Dolcenera e tanti altri

In il

piazze-d-estate-2024-castellana-grotte

Artie 5ive, Alex Britti, Tony Hadley, Sergio Caputo e Dolcenera: i concerti di Piazze d’Estate 2024 a Castellana Grotte

Annunciati gli artisti dei live musicali di largo Porta Grande e piazza Garibaldi: è l’anteprima di “Piazze d’Estate 2024” a Castellana Grotte. Tra luglio e agosto artisti di fama internazionale come Tony Hadley, Artie 5ive, Alex Britti, Sergio Caputo e Dolcenera.



Dopo il successo dell’edizione 2023 di “Piazze d’Estate”, edizione che ha fatto registrare numeri da record con circa 130 eventi tra concerti, danza, teatro, sagre, talk ed eventi sportivi, richiamando migliaia di visitatori da tutta la Puglia, anche la prossima estate castellanese si preannuncia ricca di sorprese. Il Comune di Castellana Grotte e la Grotte di Castellana srl stanno scaldando i motori e si stanno preparando per quelli che saranno, da giugno a fine settembre, appuntamenti imperdibili in grado di soddisfare i gusti di diverse generazioni.
Tra gli eventi più attesi ci sono i concerti che si svolgeranno tra largo Porta Grande e piazza Garibaldi nell’ambito di “Piazze d’Estate 2024”, il calendario organizzato da Comune di Castellana Grotte e dalla società Grotte di Castellana.
Grandi nomi, anche internazionali, per cinque grandi concerti.

Il primo concerto si terrà giovedì 25 luglio (ore 21) in largo Porta Grande. In scena Artie 5ive, nome d’arte di Ivan Arturo Barioli, rapper italo-sierraleonese classe 2000, tra i protagonisti assoluti della nuova scena rap italiana. Il suo è un mix tra la scuola drill di Detroit, barre dritte, testi espliciti, ma anche messaggi positivi. Artie5ive a soli 24 anni ha già conquistato 4 dischi di Platino, 3 dischi d’Oro, vanta più di 3 milioni di ascolti al mese su Spotify, ed è tra i rapper più di tendenza su TikTok. Collabora con alcuni dei nomi più importanti della scena urban da Rondosasosa a Tony Boy fino ad ANNA e Kid Yugi, passando per Digital Astro, Nerissima Serpe, Papa V, Low-Red, Boro, The Night Skinny.

Il 27 luglio torneranno – alle 21 sempre in largo Porta Grande – alcune delle note più belle della musica italiana, quelle di Alex Britti, in tour con Alex Britti Live 2024. Il cantautore inaugura con questo tour la sua nuova fase artistica e il ritorno sulla scena musicale. Due i nuovi singoli che proporrà al pubblico: “TUTTI COME TE” e “NUDA”, usciti venerdì 21 aprile per Believe Italia su tutte le piattaforme digitali, il primo anche in radio. Sono entrambi brani dal sound inconfondibile con cui il chitarrista romano è pronto a rivelare le sue due anime, quella pop e quella cantautorale.

Il terzo concerto – il prossimo 5 agosto ore 21, ancora in largo Porta Grande – lascerà spazio alla musica internazionale. Sul palco Tony Hadley, una delle voci più autorevoli del pop mondiale, sulla cresta dell’onda da quattro decenni, che ha visto gli esordi con il movimento New Romantic, interpretando brani ormai diventati cult degli Spandau Ballet come “Through the Barricades”, “True”, e “Gold”. Si esibirà, accompagnato dalla Faboulous TH Band, per presentare insieme con i suoi intramontabili successi, anche le sue canzoni da solista, senza tralasciare qualche cover.

Altra stella a brillare nell’estate castellanese sarà il cantautore romano Sergio Caputo, uno dei massimi esponenti del cantautorato italiano, che il 22 agosto in piazza Garibaldi suonerà nel Sergio Caputo Trio, una formazione pop-jazz unica nel suo genere e capace di creare un ensemble di forte impatto. Sergio Caputo alla chitarra e voce, Fabiola Torresi al basso e voce, e Alessandro Marzi alla batteria, voce – e spesso al piano – il Sergio Caputo Trio è un trio vocale e strumentale che costituisce il progetto base di Sergio Caputo. È caratterizzato da un tale affiatamento da potersi definire “telepatico”, capace di affrontare ogni brano con una visione originale e d’improvvisazione anche sui brani storici, senza mai perderne la magia.

Concluderà il calendario musicale dell’estate di Castellana Grotte, l’artista Dolcenera, in concerto il 23 agosto, ore 21, in piazza Garibaldi. Emanuela Trane, in arte Dolcenera, salentina di nascita, è attualmente in tournée con “Anima Mundi”, un recital musicale che è la sintesi di un’intera carriera. Dolcenera ha raggiunto il successo nel 2003 fra le Nuove Proposte di Sanremo con il brano “Siamo tutti là fuori”. Ha poi esplorato stili e generi diversi, mixando il pop con suoni elettronici e contaminando gli strumenti classici, cantando d’amore ma anche delle difficoltà dei giovani, della voglia di libertà e della bellezza di una vita che non si ferma mai.

Tutti i concerti sono gratuiti. Per quattro di loro, però (Tony Hadley, Alex Britti, Dolcenera e Sergio Caputo), chi vorrà potrà assicurarsi un posto a sedere, con la formula “Mettiti comodo”, prenotando il proprio posto direttamente su TicketOne.

I dialoghi di Festivarts con Lino Banfi (4 luglio ore 21:00 in Piazza Nicola e Costa), Salvatore Esposito (16 luglio ore 21:00 in Piazza Nicola e Costa) e Serena Dandini (26 luglio ore 21:00 in Piazza Nicola e Costa), la consolidata eccellenza del World Dance Movement (dal 10 al 21 luglio), la novità «Oscar del libro», i ritorni di «Borgo Rosato», del teatro immersivo di «Abbatissae» e dei festival del teatro, della danza, del «Castellana Sport Festival», oltre ai tradizionali «Vieni a Ballare in Villa» e la 68ª «Sagra del pollo e del coniglio»: saranno oltre un centinaio gli appuntamenti di «Piazze d’Estate», cartellone di spettacoli, arte e cultura in città e alle grotte di Castellana Grotte organizzato e promosso da Comune di Castellana Grotte e dalla Grotte di Castellana srl con la partecipazione di diverse associazioni cittadine.


”Nell’ottica della programmazione e della comunicazione con largo anticipo degli eventi, e con l’obiettivo di rendere questi appuntamenti sempre più attrattivi dal punto di vista dei flussi turistici – ha commentato il sindaco di Castellana Grotte, Domi Ciliberti – presentiamo già a fine aprile il palinsesto dei concerti che interesseranno largo Porta Grande e piazza Garibaldi. L’edizione 2024 ambisce ad ampliare ulteriormente l’interesse attorno a Piazze d’Estate: abbiamo valutato le scelte artistiche anche in virtù dei gradimenti delle varie fasce di età inserendo, per la prima volta nel programma estivo, un’artista di fama internazionale”.

“Avviamo con questa anteprima il programma di Piazze d’Estate 2024 – ha annunciato l’assessore comunale agli Eventi Fabio Caputo – Il calendario degli eventi estivi si conferma particolarmente intenso e ricco di sfumature, spaziando dall’enogastronomia alla musica, dallo spettacolo alla cultura, dai bambini all’arte e allo sport. Particolare attenzione, come sempre, sarà posta alla valorizzazione di tutti gli spazi della nostra città. I cinque concerti che presentiamo in questo primo comunicato sono eventi gratuiti. Per quattro di questi ci sarà la possibilità di prenotare il posto a sedere con l’opzione “Mettiti comodo”, una modalità già sperimentata e apprezzata nell’edizione 2023”.

“Dopo il grande successo dello scorso anno, la società Grotte e il Comune di Castellana stanno lavorando insieme per rendere indimenticabile anche l’estate in arrivo. E lo fanno cominciando dalla scelta dei nomi degli artisti invitati, tutti di livello internazionale e adatti ad un pubblico eterogeneo – ha dichiarato il presidente della società Grotte di Castellana srl, Serafino Ostuni – Con “Piazze d’Estate” la società Grotte investe sotto ogni punto di vista sull’attività culturale cittadina perché lavoriamo tutti per un unico obiettivo: migliorare l’offerta turistica per far crescere il territorio. Vogliamo offrire a tutti e tutte la possibilità di godere dei tesori della nostra città. L’obiettivo è accogliere coloro che visiteranno le Grotte nel periodo estivo, in una cornice unica e spettacolare, che comprenda la visita nel sito carsico ma anche il coinvolgimento storico-culturale garantito dalle meraviglie della cittadina”.

PROGRAMMA:

25 Luglio
Artie 5ive, il fenomeno rap italo-sierraleonese, scuoterà Largo Porta Grande con la sua energia unica
>>>Maggiori info qui

27 Luglio
Alex Britti, con il nuovo sound che segna il suo ritorno in grande stile
>>>Maggiori info qui

5 Agosto
Tony Hadley, la leggenda del pop mondiale, ci regalerà una serata di hit intramontabili
>>>Maggiori info qui

22 Agosto
Sergio Caputo in un esclusivo trio pop-jazz
>>>Maggiori info qui

23 Agosto
Dolcenera, la voce che ha incantato l’Italia torna in tour con un concerto speciale
>>>Maggiori info qui

Tutti i concerti sono gratuiti con posto in piedi, ma per chi desidera un’esperienza ancora più confortevole, a breve sarà disponibile su TicketOne l’opzione #mettiticomodo per assicurarsi posti a sedere.

Quella in arrivo è un’estate di musica e cultura, ogni appuntamento è un pezzo del puzzle che compone la magnifica estate castellanese, offrendo non solo musica, ma un’esperienza culturale completa che valorizza il nostro territorio. Siete pronti a viverla insieme a noi?


Agìmus Festival: a Mola di Bari Amii Stewart, Angelo Branduardi e tanti altri. Ecco il programma

In il

agimus festival 2024

Agìmus Festival
Direzione artistica
Piero Rotondo

dal 21 Luglio al 1° Settembre 2024
Mola di Bari

PROGRAMMA:

AMII STEWART – CI VORREBBERO MILLE CANZONI
Arena Castello – MOLA DI BARI (BA)
domenica, 21 luglio 2024 alle ore 21:30

Cantante amatissima sin dall’exploit del 1979 con la reinterpretazione dance di «Knock on Wood», la cover di Eddie Floyd con la quale vendette otto milioni di copie in tutto il mondo, Amii Stewart è l’attesa ospite del concerto di apertura del AgìmusFestival. Accompagnata dall’Orchestra Ico Suoni del Sud, da una sezione ritmica e da un ensemble vocale per la direzione di Antonio Palazzo (autore degli arrangiamenti), l’artista presenta il progetto «Ci vorrebbero mille canzoni» con omaggi a Ennio Morricone, Mina, Sting, Lucio Dalla, Pino Daniele, Vasco Rossi e molti altri artisti ancora. Il concerto è stato pensato, infatti, come un itinerario musicale per raccontare la storia di questa cantante dalla voce inconfondibile, che si propone di sondare molte possibilità e restituire le emozioni delle proprie iconiche interpretazioni. Il percorso offre, infatti, ampio spazio al cantautorato italiano, ma tocca anche capisaldi della musica pop internazionale. È una storia che viene da lontano, quella di Amy Paulette Stewart, come si chiama all’anagrafe la cantante di Washington DC, dove nasce il 29 gennaio 1956, quinta di sei figli nati in una famiglia cattolica. Amii inizia a studiare ballo a nove anni, poi da attrice. E tra i suoi insegnanti c’è anche Debbie Allen, nota al grande pubblico per la sua interpretazione della professoressa di danza Lydia Grant nel film «Saranno Famosi» e nell’omonima serie televisiva. Un incontro fondamentale sulla strada del musical, nel quale Amii Stewart debutta con «Bubbling Brown Sugar» di Loften Mitchell. A Broadway parte come sostituta, ma poi quando il musical sbarca nel West End, a Londra, diventa assistente alla regia, assistente coreografa e si guadagna anche un ruolo principale.

ANGELO BRANDUARDI – CONFESSIONI DI UN MALANDRINO
Arena Castello – MOLA DI BARI (BA)
mercoledì, 31 luglio 2024 alle ore 21:30

Da mezzo secolo è il musico della canzone italiana d’autore. E col concerto «Confessioni di un malandrino» Angelo Branduardi, diventato celebre alla fine degli anni Settanta con la filastrocca «Alla fiera dell’Est» e poi con «La pulce d’acqua» e «Cogli la prima mela», presenta una versione particolare dei suoi brani più famosi in duo col polistrumentista Fabio Valdemarin, compagno di viaggio da ormai molti anni. L’esibizione tiene insieme il violino e la chitarra del riccioluto musicista con la «piccola orchestra» del sodale collaboratore che, oltre al pianoforte a coda, suona chitarre e fisarmonica. Il repertorio prevede brani che si rifanno alla musica del periodo classico più arcaico incluso nella raccolta «Futuro antico» e comprendente ben otto episodi diluiti nel tempo. Ma non mancano i pezzi più celebri legati alla carriera di Branduardi, accanto ai quali si potranno riascoltare alcune delle composizioni più rare, meno eseguite ma non per questo dimenticate o meno amate. Indiscusso menestrello della musica italiana con le sue ballate medievali e i suoi testi aulici, in mezzo secolo di carriera, che sta celebrando anche con la ripubblicazione di alcuni album storici, il musicista e cantante lombardo è riuscito a trapiantare nella canzone d’autore l’inclinazione al fiabesco attraverso una rilettura del repertorio delle leggende popolari, soprattutto francesi, ma anche tedesche, inglesi, irlandesi ed ebraiche. Nato a Cuggiono, nel 1950, Branduardi consegue il diploma in violino al Conservatorio di Genova, prima di intraprendere la carriera di cantautore nel 1974, anche se il primo successo, «La Luna», arriva l’anno dopo.

CONCERTO DELL’ALBA
Lungomare Dalmazia – MOLA DI BARI (BA)
domenica, 4 agosto 2024 alle ore 05:15
*EVENTO GRATUITO*

Maurizio Mastrini pianoforte & International String Quartet Ghost
Fenomeno del pianoforte, imprevedibile e pirotecnico, a partire dai travestimenti di scena, Maurizio Mastrini torna a esibirsi per l’Agìmus con il nuovo progetto «Ghost» ispirato dall’omonimo brano composto nella suite «Caruso» dell’hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, dove il musicista ha soggiornato appositamente per la realizzazione del suo recente lavoro. Per cui il programma sarà composto da quattro brani inediti, «Pace», «Amore segreto», «Rossiniana» e «Ghost», per l’appunto, ultime creazioni del pianista-compositore, mentre la restante parte sarà selezionata dal repertorio di maggiore successo di Mastrini che aprirà il concerto suonando un pianoforte completamente avvolto da un telo bianco. Da sempre l’artista mescola creatività e performance, anche in maniera molto particolare: basterebbe ricordare la consacrazione internazionale con la realizzazione dell’album d’esordio «Il mio mondo al contrario» in cui suonava composizioni classiche e originali in modo inverso, partendo dall’ultima, con un riscontro musicale peraltro sorprendente. E ancora oggi, senza sconfessare la propria solida formazione accademica, trasfigura la musica in un linguaggio campione di ascolti sulle piattaforme digitali. Giramondo delle sale da concerto, con oltre 850 esibizioni in tutti i continenti, Mastrini è considerato uno dei maggiori pianisti e compositori incontaminati del panorama musicale e strumentale internazionale. La sua vita creativa musicale si esprime in un eremo in Umbria, lontano dal vortice della vita quotidiana. Un luogo capace di rendere pure non solo le creazioni di Mastrini, ma anche le emozioni che queste trasmettono. Definito dalla critica «il fenomeno», un ibrido tra genialità e pazzia, che con la sua musica ha raggiunto i quattro angoli della terra, Mastrini ha largamente superato i 40milioni di ascolti soltanto su Spotify, rientrando così tra i pianisti italiani ad avere il numero più alto di download e streaming sul web. Ed è sempre la critica a definirlo «cuore selvaggio», per questo suo modo di essere e di vivere un po’ da lupo solitario, ma animato da una sensibilità che si prende lo spazio quando il maestro siede al pianoforte e inizia a suonare le sue creazioni. Sono composizioni, le sue, che possono essere considerate un anello di congiunzione tra i canoni classici e la nuova musica classica contemporanea, frutto di uno studio e di una ricerca nel quale colto ed emozionale si fondono a tratti con la dodecafonia, ma senza che l’ascoltatore possa recepire la durezza armonica di questa tecnica, nella quale è iscritta la rivoluzione linguistica del primo Novecento. Molte composizioni sono minimaliste, altre hanno una concezione matematica, alcune sono fatte di pochissime note, in quanto «anche poche note possono far emozionare e far piangere una persona», dice il maestro. Altre ancora presentano, invece, una tale abbondanza di suoni da far pensare a un’orchestra. Tutti modi di esprimersi nei quali si possono ritrovare le tante anime musicali ed emotive di quest’artista unico nel suo genere.

OMAGGIO A CLAUDIO BAGLIONI: STORIE E CANZONI
Arena Castello – MOLA DI BARI (BA)
venerdì, 9 agosto 2024 alle ore 21:30

Claudio Baglioni è tra gli artisti che può dire per davvero di aver segnato la storia della musica leggera nel nostro Paese. E lo ha fatto con canzoni diventate manifesto di almeno tre diverse generazioni. Non solo. Baglioni è entrato a far parte del linguaggio e della cultura italiani. E a lui è dedicato il concerto di pop-sinfonico che vede protagonisti l’Orchestra Ico Suoni del Sud diretta da Mario Longo, il cantante Gerry Ruotolo e l’attore Cristian Levantaci, impegnati a ripercorre tra ricordi e melodie la storia del cantautore che meglio di ogni altro ha saputo esprimere il sentimento dell’amore con brani di successo tra i più duraturi nella storia della canzone d’autore, a partire da «Questo piccolo grande amore», il singolo estratto dall’omonimo album del 1972 con il quale Baglioni esplose definitivamente sulla scena musicale italiana, per poi affermarsi con una sensibilità musicale sempre più matura e articolata. E, in effetti, se ci sono canzoni che restano appiccicate addosso facendo da sfondo alla propria esistenza, diventandone il bastone, orientando le persone come una bussola, queste sono le canzoni di Claudio Baglioni. Perché è raro trovare un neo papà che non si sia rispecchiato in «Avrai», così come tante fanciulle in fiore avranno sospirato sulle note e le parole di «Questo piccolo grande amore», mentre i cuori infranti avranno rimestato i grumi della sofferenza con «Mille giorni di te di me», gli speranzosi viaggiatori respirato gioia con «Strada facendo» e gli uomini impegnati davanti ai tormenti della vita avranno trovato assonanze in «Uomini persi». Perché Baglioni è questo: un mago della canzone che ha regalato uno specchio a ogni ascoltatore. Un’artista che ha offerto punti di vista distaccati, ma coinvolti, su amore, sogni, viaggi e ricordi, che ha fotografato squarci di umanità lieta e lacerata, accompagnando ogni nuova storia con la sua musica.

MYCELIUM ORCHESTRA – IL ROCK SINFONICO
Arena Castello – MOLA DI BARI (BA)
martedì, 13 agosto 2024 alle ore 21:30

Micelio è il nome del complesso sistema reticolare sotterraneo attraverso il quale i funghi mettono in contatto tra loro le radici degli alberi. Per cui è grazie ai funghi che alberi di diversa specie e dimensione sono in grado di comunicare, trasferire informazioni e persino inviare linfa alle piante in difficoltà. Proprio come i componenti di una formazione musicale, una specie di bosco incontaminato i cui componenti comunicano empaticamente tra loro, si sostengono, si ascoltano e crescono insieme grazie allo speciale apparato vegetativo chiamato «musica». Ed è per questo che la consulta degli studenti del Conservatorio «Nino Rota» di Monopoli ha deciso di creare un proprio ensemble e di chiamarlo Mycelium Orchestra, formazione di musicisti di grande talento nata per rompere le barriere tra i generi attraverso l’unione dell’avanguardia del pop nelle sue tante diramazioni con la complessità della musica d’insieme. Così è nato il progetto intitolato «Il Rock Sinfonico», frutto della sinergia e della collaborazione tra i membri di quest’orchestra ritmico-sinfonica, ognuno di loro arrangiatore del repertorio proposto, per un’esperienza musicale collettiva straordinariamente creativa e coinvolgente che rende omaggio al rock più genuino, ma anche al progressive e al cantautorato italiano, nel segno della diversità e della inventività. Per cui nel programma della serata si trovano indifferentemente la Quinta di Beethoven in versione cover firmata con «Quinto ripensamento» dai dissacranti Elio e le storie tese accanto a «Kashmir» dei Led Zeppelin, tra i brani più mistici, metaforici e rappresentativi del gruppo del dirigibile. Il pop-rock è ampiamente celebrato anche con «Africa» dei Toto, formazione ancora oggi tenuta in vita dal chitarrista Steve Lukather con il tastierista David Paich e il cantante Joseph Williams, ma soprattutto da due classici dei Fab Four, l’immensa «Eleanor Rigby», che George Martin (il quinto Beatle) arrangiò in maniera magistrale utilizzando un quartetto d’archi, e il capolavoro di Paul McCartney «Hey Jude».

VOLVER ANIMA TANGO – PLACIDO DOMINGO JR
Arena Castello – MOLA DI BARI (BA)
domenica, 25 agosto 2024 alle ore 21:30

Placido Domingo Jr tocca anche la Puglia con «Volver – Anima Tango», concerto-spettacolo multiforme fatto di musica, momenti teatrali e danza, basato sulle atmosfere e la tradizione del «pensiero triste che si balla». Cantante, compositore e produttore, nonché figlio del celebre tenore, Placido Domingo Jr sarà affiancato dalla cantante e attrice Annalisa Biancofiore, che dello spettacolo è regista, nonché autrice a quattro mani con Silvia Bergamini. In scena anche il fisarmonicista e bandoneonista Cristiano Lui, autore degli arrangiamenti originali delle musiche, che esegue alla testa del Buenos Aires Cafè Sextet composto da Oscar Di Raimo (violino), Stefano Ciotola (chitarre), Remigio Coco (pianoforte), Paride Furzi (contrabbasso) e Angelo Terella (batteria). Sul palco salgono anche i ballerini di tango argentino Pablo Moyano e Roberta Beccarini, a loro volta autori delle coreografie. E non solo si esibiscono in una serie di passi di grande fascino, ma sul palco guidano ben cinque coppie di loro allievi, regalando al pubblico l’atmosfera di una «milonga dei ricordi». Infatti, «Volver – Anima Tango» parla di ritorni in un’atmosfera suggestiva, fatta di ombre, colori e rievocazioni. A condurre lo spettacolo è, naturalmente, la voce di Domingo, figlio d’arte, che trasporta il pubblico nel suo viaggio segreto, mentre la musica, gli abbracci struggenti dei corpi danzanti e la profondità delle parole si fondono in un racconto unico, in un’emozione che si fa battito, proprio come quando si torna a casa dopo un lungo viaggio, per ritrovare luoghi e persone amate. Esattamente i sentimenti che alimentano lo stato d’animo e la condizione esistenziale del protagonista dello spettacolo interpretato da Domingo jr, che rende omaggio all’espressione artistica più popolare e rappresentativa della cultura argentina, scoperta dal cantante una decina di anni fa nella sua vera essenza. Al centro di «Volver – Anima Tango» c’è, infatti, un uomo che guarda con occhi nuovi ciò che lo circonda, mentre tutto si trasforma e diventa «tango», in un singolare viaggio musicale e umano.

ANNE-LISE BINARD & ENSEMBLE ‘05 – BORN IN THE U.K.: LA GRANDE MUSICA INGLESE DI OGNI EPOCA
Chiostro Santa Chiara – MOLA DI BARI (BA)
mercoledì, 28 agosto 2024 alle ore 21:00

«Born in the U.K.» è un concept-show sulla grande musica inglese di ogni epoca, dal periodo elisabettiano al prog-rock. Un progetto che vede insieme la cantante e violista Anne-Lise Binard e l’Ensemble ’05. Un concerto, dunque per riscoprire nel Cinquecento inglese le origini del genere più amato della popular music britannica ed approdare ai Genesis, al rock dei Radiohead e molti altri lidi sonori, anche attraverso l’uso dei live electronics. Il concerto si apre, infatti, con uno dei pezzi più famosi di John Dowland, «Flow My Tears» del 1596 per voce e liuto, canzone della quale sono state realizzate diverse versioni strumentali intitolate nella maggior parte dei casi «Lachrimae». Un brano sul quale si sono sbizzarriti molti compositori con le più svariate elaborazioni, esattamente come accadrà nella proposta firmata dall’Ensemble ‘05. In successione si ascolteranno pezzi antichi e moderni. A fare da collante, frammenti musicali ispirati allo stesso Dowland creati da Benjamin Britten, il più importante compositore britannico della prima metà del Novecento, del quale l’Ensemble ’05 rielabora anche i materiali sonori da «Heavy Sleep» utilizzati per dare forma a un «Nocturnal». E tra antico e moderno sarà anche il confronto intorno a Shakespeare, articolato affiancando «Full Fathom Five» composto per «La tempesta» di William Shakespeare da Robert Johnson, che non è il celebre bluesman americano ma, per l’appunto, un compositore inglese vissuto a cavallo tra XVI e XVII secolo, alle vicende di «Romeo e Giulietta» evocate dai Dire Straits di Mark Knopfler. La storica scena rock britannica viene ripensata anche attraverso le rielaborazioni di «The Raing Song» dei Led Zeppelin, «Lazarus» e «Life on Mars?» di David Bowie, oltre che con il brano di satira sociale «Piggies» composto da George Harrison e pubblicato dai Beatles nel cosiddetto «White Album».

JANOSKA ENSEMBLE – THE BEST OF…
Chiostro Santa Chiara – MOLA DI BARI (BA)
domenica, 1 settembre 2024 alle ore 21:00

Concerto del trentennale Agìmus

È il concerto scelto per celebrare trent’anni di Agìmus e di grande musica a Mola di Bari, quello che vede protagonista un quartetto fuori dall’ordinario, lo Janoska Ensemble composto da tre fratelli di Bratislava, František, Ondrej e Roman Janoska, e da Julius Darvas, loro cognato. František suona il pianoforte con la perizia dei grandi, Ondrei e Roman sono a loro volta due virtuosi del violino, Julius un fenomeno del contrabbasso. E benché la loro proposta possa apparire poco ortodossa, in realtà i quattro dello Janoska sono musicisti classici a tutti gli effetti. Ma in più hanno la caratteristica di saper andare oltre i canoni della tradizione colta, con un linguaggio e uno stile del tutto nuovi, per una sintesi creativa tra classica, jazz, pop, sonorità latine ed esplosioni tzigane. «La nostra musica deve commuovere lo spettatore, questa è la cosa più importante per noi», dicono i quattro componenti di questo fenomeno musicale già da qualche anno sotto contratto con la Deutsche Grammophon. Un ensemble che si rivolge a chi la musica la conosce, ma anche a coloro i quali hanno voglia di lasciarsi sorprendere. Per cui, parafrasando Umberto Eco, chi sa si divertirà di più, magari cogliendo la sottile ironia di certe «deformazioni». Al tempo stesso, però, chiunque potrà apprezzare la smagliante bravura degli Janoska e le loro scorribande attraverso i generi, tra continue e impertinenti citazioni e stranianti cambi di contesto. Non a caso si parla di «stile Janoska», un vero e proprio marchio di fabbrica. Nessuna formazione è in grado di mettere insieme, con sapienti arrangiamenti, brani di autori classici e celebri pezzi presi da vari generi musicali come fa lo Janoska Ensemble.

I biglietti dei concerti sono in vendita sul circuito Vivaticket.com


“IN MY NAME” a Monopoli 17 artisti dell’Urban Art in una mostra internazionale con performance, concerti e discipline urbane

In il

in-my-name-monopoli-mostra-urban-art

IN MY NAME above the show
Urban Art international exhibition
MONOPOLI (Bari)

IN MY NAME è un evento diffuso ad alto tasso tellurico che, con 17 artisti internazionali che hanno fatto la storia dell’Urban Art, scuote il territorio con mesi di arte ed eventi in location fuori dal comune a Treviso e a Monopoli (BARI).
IN MY NAME porta in Italia, in un’unica mostra–evento, grandi artisti internazionali che hanno fatto e proseguono la storia della Urban Art, riuniti per restituire senso e substrato a una delle correnti più iperdinamiche dell’Arte Contemporanea. Performance e azioni site specific, concerti e musica dal vivo si incrociano con discipline urbane come parkour, bike, skate, e con uno Shop non convenzionale ricco di oggetti e opere.
Gli spazi ospitanti, scenografie intrise della memoria storica industriale del Novecento, diventano un palcoscenico partecipato e condiviso di fenomeni mai visti, soprattutto per chi non segue mode e mood ma ragiona con la propria testa, chi è #ABOVETHESHOW: pronto a mettere in discussione le regole del gioco …e a immergersi nel dialogo mai visto tra questi 17 urban artist internazionali, tutti insieme, tutti #INMYNAME.

English
IN MY NAME is a widespread event with a high telluric rate, featuring 17 international artists who have made history in Urban Art. It shakes the territory with months of art and events in unconventional locations in Treviso and Monopoli (BARI).
IN MY NAME brings to Italy, in a unique exhibition-event, great international artists who have shaped and continue to shape the history of Urban Art, gathered to give meaning and substance to one of the most hyperdynamic currents of Contemporary Art. Performances and site-specific actions, concerts and live music intersect with urban disciplines such as parkour, biking, skateboarding, and with an unconventional Shop rich in objects and artworks.
The hosting spaces, scenographies imbued with the industrial historical memory of the 20th century, become a participated and shared stage of unprecedented phenomena, especially for those who do not follow trends and moods but think for themselves, those who are #ABOVETHESHOW: ready to question the rules of the game …and to immerse themselves in the never-before-seen dialogue among these 17 international urban artists, all together, all #INMYNAME.

Ex Deposito Carburanti – Monopoli (Bari)

Tutti i giorni dalle ore 9:30 alle ore 20:00

Ticket:
Ingresso ordinario (Super Early Bird) 10 €
Multi Generation (min.7) 3,71 €
Gruppo (min.8) 11,25 €
Ridotto 11-18 anni 10 €
Riduzione UNIPD 10 €
Riduzione ABAVE 10 €
Riduzione UISP 11,99 €

Biglietti disponibili sul circuito dice.fm


Multiculturita Summer Festival 2024, a Capurso Max Gazzè, Russell Crowe e Dire Straits Legacy

In il

multiculturita-summer-festival-2024

22° Multiculturita Summer Festival
Sagrato Basilica Madonna del Pozzo
Capurso – BARI

La suggestiva rassegna di musica compie 22 anni.

Max Gazzè, Russell Crowe & The Gentlemen Barbers, Dire Straits Legacy. Sono loro i protagonisti della XXII edizione di Multiculturita Summer Festival, storica rassegna di Capurso che porta la musica in una cornice suggestiva, quella della Reale Basilica di Maria SS. Del Pozzo, con il sostegno del Comune di Capurso, e del main sponsor Web Italia. L’appuntamento con tutti e tre gli ospiti per questa estate è in esclusiva regionale il 18 luglio con Gazzè e il suo “Amor Fabulas – Interludio”; il 19 luglio con Russell Crowe e il 20 luglio con i Dire Straits Legacy.

La rassegna, organizzata dall’associazione Multiculturita, dal 2003 porta a Capurso tantissimi artisti del panorama nazionale e internazionale, alzando l’asticella di anno in anno. Per citarne solo alcuni: Pat Metheny, The Manhattan Transfer, Fabio Concato, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Raphael Gualazzi, Dardust, Edoardo Bennato e tanti altri.

“Ventidue edizioni con la voglia di fare sempre meglio – spiega Nicola Taranto, direttore generale dell’associazione che organizza il Multiculturita Festival -. Il nostro obiettivo è offrire al pubblico un’esperienza indimenticabile e, al contempo, contribuire alla crescita del nostro territorio, creando un evento che unisce e valorizza la nostra comunità, con un focus particolare alla suggestiva scenografia data dalla Reale Basilica della Madonna del Pozzo.
Quest’anno il palco del Multiculturita Summer Festival sarà illuminato da tre stelle di fama mondiale. Aprirà il festival Max Gazzè, artista straordinario, figlio della scuola cantautorale italiana, che con la sua musica trasmette tanta energia positiva agli spettatori. Nella seconda serata il poliedrico “gladiatore” Russell Crowe porterà la sua passione per la musica in un’esperienza esclusiva destinata a rientrare negli annali della nostra terra. In chiusura i Dire Straits Legacy che ci faranno vivere la magia del leggendario gruppo rock”.

A inaugurare la tre giorni il 18 luglio sarà Max Gazzè, artista romano che ha già cantato la Puglia ne La leggenda di Cristalda e Pizzomunno, brano con cui ha partecipato a Sanremo 2018. Dopo il tour nei teatri “Amor Fabulas – Preludio”, Gazzè è attualmente impegnato nel suo European Tournée. A Capurso porterà dunque “Amor Fabulas – Interludio” in cui il pubblico potrà ascoltare alcuni dei grandi successi del cantante, tra cui Il Solito Sesso, Vento D’Estate, Ti Sembra Normale e tanti altri.

Il 19 luglio sarà la volta di una star internazionale: il premio Oscar americano Russell Crowe con i suoi The Gentlemen Barbers, fresco di partecipazione a Sanremo. La magia suggestiva della Basilica Del Pozzo ha ammaliato anche l’attore hollywoodiano, che ha inserito Capurso tra le tappe di un tour che, questa estate, porterà i The Gentlemen Barbers tra i più importanti siti storici italiani, come l’Anfiteatro degli scavi di Pompei e il Tempio di Venere del Parco Archeologico del Colosseo, a Roma. Russell Crowe, che da oltre 30 anni tra un ciak e l’altro porta avanti la sua attività musicale, rivisita con la sua band numerosi successi della storia della musica con nuovi arrangiamenti.

Infine il 20 luglio tocca ai Dire Straits Legacy, concept band formata da alcuni ex membri della rock band britannica, insieme ad altri personaggi di spicco nel mondo della musica. La All Stars Band rivivrà i brani più noti dei Dire Straits come Money for Nothing, Sultans of Swing, Romeo and Juliet, Walk of Life, Brothers in Arms, Tunnel of Love.

BIGLIETTI / INFO

* Max Gazzè
* Poltronissima € 40 + prev.
* Poltrona € 35 + prev.
* Gradinata numerata € 25 + prev.

* Russell Crowe & The Gentlemen Barbers
* Poltronissima € 60 + prev.
* Poltrona € 50 + prev.
* Gradinata numerata € 40 + prev.

* Dire Straits Legacy
* Poltronissima € 40 + prev.
* Poltrona € 35 + prev.
* Gradinata numerata € 25 + prev.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21:15

Infotel. 0805127645

I biglietti sono già disponibili sul circuito Ciaotickets.it
>>>Acquista Biglietti


La musica di Porto Rubino fa tappa a Giovinazzo e Monopoli con Morgan, Piero Pelù, Arisa, Drusilla Foer e tanti altri

In il

porto rubino 2024

Porto Rubino torna a spiegar le sue vele e si prepara a solcare i mari della Puglia con la sua sesta edizione in programma dal 15 al 21 luglio. Una serie di appuntamenti ricchi di novità, sorprese inaspettate e suggestioni che porteranno il pubblico in un viaggio evocativo in cui la musica si fonde con la bellezza del mare, la magia delle acque pugliesi e la forza della parola.

Porto Rubino si sta trasformando: avevamo la necessità di intitolare le nuove tappe per raccontare nuove storie e far vivere nuove esperienze. Il festival sarà sempre di più un luogo in cui vivere il mare sotto altri punti di vista, non solo musicale, diventando un vero e proprio spettacolo del mare. – racconta Renzo Rubino, cantautore ed ideatore del Festival.

Dalle magiche atmosfere della nuova location di Vieste al fascino senza tempo di Tricase Porto, passando per gli incantevoli porti di Giovinazzo e Monopoli, quest’anno ogni serata sarà dedicata a un tema marino ben preciso, che guiderà il pubblico in questa odissea musicale e non, tra riflessioni, scoperte e connessioni inattese.

15 LUGLIO – VIESTE (FG):
Poeti – ingresso gratuito – Un omaggio al cantautorato italiano contemporaneo, tra versi e melodie che raccontano storie di mare e di terra.
Con:
Joe Barbieri
Colapesce Dimartino
Dente
Elasi
Mannarino
Riccardo Sinigallia

17 LUGLIO – GIOVINAZZO (BA):
Pirati – Tra avventura e ribellione, un palcoscenico pronto ad accogliere le personalità corsare e intraprendenti protagoniste della serata.
Con:
Morgan
Nada
Piero Pelù
Renzo Rubino e La Sbanda
>>>Acquista biglietti

19 LUGLIO – MONOPOLI (BA):
Sirene – Un tributo al fascino senza tempo delle sirene, con un vortice di voci femminili che incantano e ammaliano.
Con:
Arisa
Bluem
Ditonellapiaga
Drusilla Foer
Gaia
Sara Penelope Robin
>>>Acquista biglietti

21 LUGLIO – TRICASE PORTO (LE):
Rosa dei Venti – Un caleidoscopio di sonorità diverse, ognuna con la sua bellezza e la sua unicità, a rappresentare la ricchezza e la varietà del panorama artistico contemporaneo.
Con:
Malika Ayane
Marco Castello
Lucio Corsi
Mace
Maria Antonietta e Colombre
Popa
Populous
Studio Murena

I biglietti per le tappe di Porto Rubino saranno disponibili in prevendita su Vivaticket.com a partire dalle ore 12:00 del 27 maggio.

Si ringraziano: San Marzano Vini, SIAE e WACEBO EUROPE SRL – main sponsor dell’evento – e Radio Capital – radio partner; Regione Puglia, Puglia Sounds, Teatro Pubblico Pugliese, Puglia Promozione; i comuni di Vieste, Giovinazzo, Monopoli, Tricase; Worldrise – partner di sostenibilità; Astier de Villatte – partner commerciale; Pinsotti – sponsor tecnico. Un ringraziamento particolare va a Stefano Senardi, coordinatore dei rapporti con le istituzioni e consulente alla direzione artistica.


SensAzioni Beer Fest, a Noci il festival dedicato alla birra

In il

sensazioni beer fest

SensAzioni Beer Fest sta tornando con fiumi di birra, musica e tanto divertimento!

Sabato 13 e domenica 14 luglio 2024
Parco Madonna della Croce – Noci (Bari)

Ecco le date annunciate, a breve il programma delle serate… stay tuned!


Bandalarga Puglia Festival 2024, il programma completo della rassegna musicale

In il

bandalarga puglia festival conversano 2024

La kermesse musicale più attesa dell’anno è tornata!

L’Associazione Musicale “Gioacchino Ligonzo” è entusiasta di annunciarvi la XXXIX^ edizione del Bandalarga Puglia Festival di Conversano.
Dal 4 luglio al 10 agosto preparatevi a vivere serate indimenticabili all’insegna della buona musica.
Quest’anno si celebrerà il centenario pucciniano con un cartellone ricchissimo di eventi e programmi innovativi per ogni gusto musicale.

Direttore artistico: Angelo Schirinzi

PROGRAMMA:

Giovedì 4 Luglio Ore 21.00 | Concerto Inaugurale
Concerti Bandistici “Ligonzo e Piantoni” Città di Conversano
M° Angelo Schirinzi, M° Susanna Pescetti
Sagrato Basilica Cattedrale

Domenica 7 Luglio Ore 20.00 | Opera
“Suor Angelica” opera lirica in atto unico Giacomo Puccini
Direttore M° Angelo Schirinzi, Regia Luigi Travaglio
Chiostro Medievale S. Maria Dell’Isola

Lunedì 8 Luglio Ore 21.00
Gran Concerto Bandistico Città di Gioia del Colle
M° Rocco Eletto
Sagrato Basilica Cattedrale

Martedì 9 Luglio Ore 21.00
Large Regly Brass
Conductor Salvatore Pirolo
Sagrato Basilica Cattedrale

Venerdì 12 Luglio Ore 21.00
Gran Concerto Bandistico Città di Francavilla Fontana
M° Ermir Krantia
Sagrato Basilica Cattedrale

Sabato 13 Luglio Ore 21.00
Concerto finale 6° Concorso Marce Sinfoniche
Direttore ospite M° Caterina Santoro
Sagrato Basilica Cattedrale

Venerdì 19 Luglio Ore 21.00
Questione di Feeling omaggio a Riccardo Cocciante
con Beppe Delre & Orchestra “Luna Matana”
Sagrato Basilica Cattedrale

Sabato 20 Luglio Ore 21.00
Gran Concerto Bandistico “G. Verdi” Città di Busseto (PR)
M° Alessandra Tamborlani
Sagrato Basilica Cattedrale

Martedì 23 Luglio Ore 21.00
Puccini allo specchio
Michel Godard – Tuba e Serpentone
Luciano Biondini – Fisarmonica e la banda “G. Ligonzo”
Sagrato Basilica Cattedrale

Mercoledì 24 Luglio Ore 21.00
Mass in blue di Will Todd Coro e Ensemble Jazz Jubilate
M° Donato Totaro
Sagrato Basilica Cattedrale

Giovedì 25 Luglio Ore 21.00
Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano
M° Gaetano Cellamara
Sagrato Basilica Cattedrale

Martedì 30 Luglio Ore: 21:00
Giuseppe Piantoni un mito della banda
operina in atto unico con Giusy Frallonardo voce recitante e la Banda Ligonzo
M° Benedetto Grillo
San Benedetto – Giardino dei Limoni

Mercoledì 31 Luglio Ore 21.00
Mario Rosini e la Dolphins Jazz Orchestra
Conductor Massimiliano Bucci
Piazza XX Settembre

Mercoledì 7 Agosto Ore 21.00
Morricone Story Orchestra Provincia BAT
M° Benedetto Grillo
Sagrato Basilica Cattedrale

Sabato 10 Agosto Ore 20.30 | Evento conclusivo
“Turandot” opera in tre atti Giacomo Puccini
M° Angelo Schirinzi, Regia Luigi Travaglio
Anfiteatro Belvedere

Info e prevendite:
È possibile prenotare il biglietto o l’abbonamento alle serate del Festival con anticipo, ricordando che tutti i biglietti o abbonamenti saranno obliterati e che si potrà accedere solo mostrando il ticket d’ingresso.
Al costo dei biglietti verrà applicata una commissione di servizio.
Sconto su abbonamenti e ticket del 20% per under 25.
Ingresso libero per ragazzi under 13.

Prezzi:
Singola Serata – 4-8-9-12-13-20-24-25-30 luglio – 5 euro
Singola Serata – 19-23-31 luglio e 7 agosto – 10 euro
Mini Abbonamento – 35 euro valido per 5 serate a scelta (escluso le opere)
Abbonamento Premium – 4-8-9-12-13-19-20-23-24-25-30-31 luglio e 7 agosto – 60 euro valido per 13 serate (escluso le opere)
Abbonamento Gold – 4-7-8-9-12-13-19-20-23-24-25-30-31 luglio e 7-10 agosto – 100 euro
Suor Angelica – 7 luglio – 15 euro posto unico non numerato
Turandot – 10 agosto – 20 euro gradinata posto unico non numerato
Turandot – 10 agosto – 35 euro platea posto numerato
>>>Acquista qui biglietti e abbonamenti

Infotel:
0806192815
3928825885
3336326595
3663422790 (WhatsApp)