LOCUS FESTIVAL 2020 – XVIª edizione: il programma degli eventi

In il

locus festival 2020 locorotondo

La sedicesima edizione del Locus festival si svolgerà principalmente nei weekend tra il 25 luglio ed il 15 agosto 2020, con grandi nomi della scena musicale internazionale, e con tante altre attività culturali.
Open-eyed music, musica a occhi aperti, è il claim del Locus 2020. L’occhio del Locus guarda con attenzione alla musica contemporanea, ma anche a tutto quello che c’è dietro e oltre, raccogliendo gli infiniti sguardi del pubblico, degli artisti e dei partner che danno corpo all’esperienza di un’autentica visione collettiva.

I primi headliner sono stati annunciati a fine 2019, e tutto il programma è in via di definizione nei primi mesi del 2020. Ecco le date annunciate finora:

Sabato 11 luglio ! Tenuta Bocca di Lupo, Minervino Murge (BT)
NICK MURPHY fka Chet Faker dj set
Locus Previewl nella Tenuta delle Cantine Tormaresca
Biglietti su https://link.dice.fm/WIEaJ80rA3

Sabato 25 luglio | Mavùgliola Masseria, Locorotondo
PAUL WELLER / CALIBRO 35
Biglietti su https://link.dice.fm/jxPqq0aLa2

Domenica 26 luglio | Piazza Aldo Moro, Locorotondo
SHABAKA & THE ANCESTORS
Ingresso libero

Sabato 1 agosto | Mavùgliola Masseria, Locorotondo
LITTLE SIMZ
Biglietti su https://link.dice.fm/cjaam4jrw2

Domenica 2 agosto | Piazza Aldo Moro, Locorotondo
KOKOROKO
Ingresso libero

Sabato 8 agosto | Mavùgliola Masseria, Locorotondo
NICCOLO’ FABI
Biglietti su https://link.dice.fm/chKhGjGFg3

Sabato 29 agosto | Piazza Libertini, Lecce
PIXIES
Evento extra in collaborazione con SEI – Sud Est Indipendente Festival
Biglietti su https://link.dice.fm/JXC62R3r52

(programma in aggiornamento)

LOCUS FESTIVAL 2020
open-eyed music
Locorotondo – Valle d’Itria – Puglia – Italia

Website http://locusfestival.it
Facebook http://www.facebook.com/locusfestival/
Instagram http://www.instagram.com/locusfestival/
Youtube https://www.youtube.com/user/locusfestival

Email info@locusfestival.it


Festival ‘Ad Libitum’ 2020: a Polignano a Mare concerti, spettacoli teatrali, omaggi ai grandi autori, seminari e una speciale cena

In il

festival ad libitium 2020 polignano a mare

Concerti, teatro, omaggi ai grandi autori e una speciale ‘Cena Rossiniana’
Tre mesi di eventi a Polignano per La VI edizione di ‘Ad Libitum’
Il ricco programma di concerti, spettacoli e incontri di approfondimento
7 marzo – 29 maggio 2020 / Polignano a Mare (Bari)

Vengono rinviati a data da destinarsi gli appuntamenti di marzo di Ad Libitum – La grande musica nelle chiese di Polignano, il festival organizzato da Epos Teatro con la direzione artistica di Maurizio Pellegrini. L’annullamento si è reso necessario in ottemperanza alle nuove disposizioni di contrasto alla diffusione del “coronavirus” del DPCM del 4 marzo 2020, ed in particolare a quelle relative agli accessi in luoghi che comportano “l’affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.
Le disposizioni del decreto saranno attive fino al 3 aprile, quindi le iniziative di Ad Libitum ripartiranno il 7 aprile con il concerto ‘Dolorosa’, in programma alle 20:30 nella Chiesa di S.Antonio a Polignano a Mare: in scena il Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’ con le musiche della tradizione bandistica pugliese. Saranno comunicate le date dell’eventuale recupero degli spettacoli rinviati a marzo.
Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 3929642809. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.

Concerti, spettacoli teatrali, omaggi ai grandi autori, seminari di approfondimento e una speciale cena che, tra sapori e melodie, riporta indietro nel tempo fino al 1800. Si presenta al pubblico con un programma rinnovato di 12 appuntamenti, la rassegna Ad Libitum – La grande musica nelle chiese di Polignano a Mare, patrocinato dal Comune di Polignano a Mare.
E per la sua sesta edizione, organizzata da Epos Teatro dal 7 marzo al 29 maggio, conferma come location degli eventi le 5 chiese–gioiello del borgo che ha dato i natali a Domenico Modugno: la chiesa della SS. Trinità, la chiesa dei SS. Medici, la chiesa del Purgatorio, la chiesa di Sant’Antonio e la chiesa della Natività. Dodici appuntamenti dove la musica rimane grande protagonista, con 80 artisti coinvolti, frutto della direzione artistica di Maurizio Pellegrini.

Il programma di concerti
Nove gli appuntamenti musicali in programma – di cui tre gratuiti – che spaziano dai grandi compositori della tradizione internazionale a scelte contemporanee d’eccezione. Ad aprire la tre mesi di eventi, sarà il 7 marzo il bandoneon di Fabio Furia e il pianoforte di Marco Schirru, con un concerto sulle melodie del tango, in un gioco accattivante tra passato e modernità, ospitato nella chiesa dei SS. Medici in collaborazione con l’A.G.Ì.MUS di Mola di Bari. Non poteva che essere la chiesa del Purgatorio, invece, ad accogliere i versi del purgatorio dantesco, interpretati dalla voce di Maurizio Pellegrini e dalle note dello storico organo ‘Petrus De Simone’ suonato da Margherita Sciddurlo: l’appuntamento con La dolcezza ancor dentro mi suona è per il 25 marzo, in occasione del ‘Dantedì’, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. Dopo il pianoforte a 4 mani dell’edizione 2019, Ad Libitum sperimenta ancora aggiungendo una terza artista: nella Chiesa della SS. Trinità il 18 aprile suoneranno contemporaneamente lo strumento Rosella Masciarelli, Michela De Amicis e Angela Petaccia. Un altro appuntamento in collaborazione con l’A.G.Ì.MUS.
Non manca poi l’attenzione ai nuovi talenti nel cartellone della rassegna: saranno la fisarmonica di Tiziano Zanzarella e la viola di Rosanna Dell’Olio, le protagoniste dell’appuntamento Giovani concertisti, in programma il 9 maggio nella chiesa della SS. Trinità, in collaborazione con l’Associazione culturale centro studi ‘Valerio Gentile’. Per l’edizione 2020, Ad Libitum pone un focus ancora più attento alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale pugliese: non solo trasformando le chiese in palcoscenico, ma anche dedicando uno spazio apposito alla tradizione bandistica. Il 7 aprile è in programma Dolorosa, un concerto gratuito con le musiche dei riti processionali della Settimana Santa, interpretate dal Centenario concerto bandistico ‘P. Serripierro’.

Gli omaggi ai grandi autori
Il 2020 è un anno in cui ricorrono diversi anniversari legati al mondo del teatro e della musica, che Ad Libitum ha voluto omaggiare con una serie di appuntamenti dedicati ai grandi compositori e drammaturghi. Si parte il 20 marzo con Morricone Suite: il flauto d’oro di Giuseppe Nova e il pianoforte di Luigi Giachino faranno rivivere le grandi colonne sonore realizzate dal maestro Morricone per i film che hanno fatto la storia del cinema. Il concerto, organizzato in collaborazione con A.G.Ì.MUS, sarà accompagnato dalle scene delle pellicole musicate da Morricone, nel montaggio a cura dell’Alba Film Festival. A introdurre l’incontro, la proiezione del cortometraggio musicale ‘Away – Immagini dal mio paese’ di Maurizio Pellegrini e Michele Roppo, con le musiche originali di Paolo Messa.
Due gli appuntamenti in programma per il 250esimo anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven: il 24 aprile si parte con Sonata a Kreutzer, impreziosita dal virtuosismo di Daniela Carabellese e di Pietro Laera. Completa il programma nella Chiesa della Natività la voce del soprano Maria Cristina Bellantuono. Il 22 maggio è invece la volta di Beethoven 250, con l’Agìmus Ensemble e il pianoforte di Piero Rotolo che esegue una versione cameristica della Sinfonia n°7 e del Concerto n°3 del celebre compositore tedesco nella chiesa dei SS. Medici. A Beethoven è dedicato anche l’incontro di approfondimento intitolato L’uomo del silenzio, in programma il 17 maggio nella sede del Museo Pino Pascali, dove si andranno a indagare le connessioni tra arte e musica nella sua produzione con Matteo Summa, musicologo e docente di Storia ed Estetica musicale al Conservatorio ‘Nino Rota’ di Monopoli, e Filomena Di Renzo, architetto e storico dell’Arte.
Un abbraccio tra musica e teatro per omaggiare Eduardo De Filippo per il 120esimo anniversario della sua nascita è al centro di Ha da passà a nuttata, in programma il 29 maggio. Le opere del drammaturgo napoletano rivivono nell’intimità della chiesa della SS. Trinità nell’interpretazione di Maurizio Pellegrini, impreziosite dalle musiche originali di Paolo Messa – consulente musicale di Ad Libitum – suonate dall’Ad Libitum Ensemble. È un omaggio fuori dagli schemi, invece, la Soirèe Rossiniènne, appuntamento fuori abbonamento realizzato in collaborazione con l’istituto alberghiero ‘Domenico Modugno’ di Polignano a mare: ad aprile l’istituto ospita una cena gourmet speciale, dove i giovani chef realizzeranno ricette dell’800, in una danza frenetica tra gastronomia e musiche di Gioachino Rossini, che accoglierà personalmente i commensali a tavola. Una fusion tra gastronomia, musica e teatro per un suggestivo progetto artistico a cura di Antonietta Cozzoli, ispirata ad aneddoti, lettere, ricette e composizioni di Rossini.

Collaborazioni con le eccellenze culturali sul territorio
Anche per la sesta edizione del festival, la mission è fare rete con le eccellenze culturali sul territorio, per arricchire ancora di più l’offerta al pubblico. Da qui la scelta di inserire una serie di eventi organizzati in collaborazione con importanti realtà come l’A.G.Ì.MUS Festival di Mola di Bari, il Traetta Opera Festival di Bitonto e la Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Sempre in un’ottica di destagionalizzazione dell’offerta culturale nel territorio pugliese: Ad Libitum si conferma infatti l’unica rassegna artistica in programma a Polignano nel periodo primaverile.
Appuntamenti che vogliono celebrare la Puglia e i suoi talenti, passati e presenti. Idea che si concretizza alla perfezione ne La Puglia musicale, l’incontro di approfondimento in programma il 13 maggio nell’istituto S. Giovanni Bosco di Polignano a Mare. Evento nato per narrare al pubblico il patrimonio dei grandi compositori pugliesi del passato e del presente approfonditi nelle pubblicazioni del Traetta Opera Festival.
Fondamentale anche il supporto degli sponsor di Ad Libitum: Sala ricevimenti San Tommaso, Il Super Mago del Gelo – Mario Campanella, Il Buco preferito Tranquillage, Your House – Agenzia Immobiliare, Agenzia UnipolSai ASSITEAM di Zuccaro – Monopoli, Ristorante Cozzenere a mère, Ristorante Antiche Mura, Associazione Ristoratori Polignano e Associazione Albergatori Polignano.

Ticket e campagna abbonamenti
Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 5 euro, mentre ‘Morricone Suite’ prevede un ticket 10 euro. Un evento al mese e gli incontri di approfondimento sono invece a ingresso gratuito. Confermata la formula dell’abbonamento al costo di 25 euro per poter accedere liberamente a tutti gli eventi della kermesse (eccetto la Soirèe Rossinienne, per cui è obbligatoria la prenotazione al numero 342 7051388). La campagna abbonamenti parte sabato 29 febbraio: il ticket potrà essere acquistato durante l’incontro aperto al pubblico in programma alle 18.30 nella sede della Fondazione Museo Pino Pascali in via Parco del Lauro a Polignano a Mare. Nei giorni successivi si potrà ancora acquistare l’abbonamento nella sede di Epos Teatro in via Parco del Lauro 25 e al Centro culturale ‘U Castarill, all’ingresso del centro storico di Polignano.
Per maggiori informazioni sugli eventi in programma si può inviare una mail all’indirizzo Info@eposteatro.com o chiamare il numero +39 392 9642809. Il programma aggiornato dell’evento sul sito www.eposteatro.com.
«Ad Libitum continua la sua avventura – ricorda il direttore artistico del festival, Maurizio Pellegrini – Lo dobbiamo soprattutto al pubblico che in queste prime cinque edizioni ci ha regalato un sostegno senza precedenti, dimostrando come una stagione musicale condivisa e programmata fosse un’esigenza per Polignano e la sua identità culturale. La chiave della sua fortuna sta forse nella pluralità di linguaggi artistici che la compongono: Musica, certo, ma anche Teatro, Letteratura, Danza. E poi nelle chiese dove si svolge: Arte nell’Arte, insomma. Da marzo a maggio daremo il via ad una lunga primavera musicale, non soltanto per destagionalizzare l’offerta della nostra città, ma per regalare a quanti ci vivono, un motivo in più per restare e andarne fieri».
«Per il terzo anno consecutivo l’ A.G.Ì.MUS (Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali) di Mola di Bari condivide idealmente e operativamente le attività della rassegna “Ad Libitum” – prosegue il direttore artistico dell’ A.G.Ì.MUS Festival, Piero Rotolo – La vivacità culturale, artistica ed emozionale che pervade la rassegna fin dai suoi esordi, frutto della fervida, originale e appassionata creatività del suo ideatore, Maurizio Pellegrini, costituiscono un inesauribile stimolo alle intelligenze e alle sensibilità dei cittadini del suo territorio di riferimento».

CONTATTI STAMPA
Ufficio stampa Festival Ad Libitum
Natale Cassano
mail: promozione@eposteatro.com
tel: +39 3493666170


I Concerti del Politecnico, il programma della 3ª edizione

In il

i concerti del politecnico

3ª stagione. Questa mattina, 24 febbraio, nella sala del Consiglio è stata presentata l’edizione 2020
Bari – È stata presentata questa mattina (24 febbraio) nella Sala del Consiglio del Politecnico di Bari la 3ª edizione de “I Concerti del Politecnico”, manifestazione musicale e culturale nata nel 2017 grazie alla collaborazione del Poliba con l’Associazione Regionale dei Cori Pugliesi, ARCoPu.. Presenti, oltre al Rettore del Poliba, Francesco Cupertino e al Presidente dell’Associazione Regionale dei Cori Pugliesi – ARCoPu, Pierfranco Semeraro, anche i coordinatori della manifestazione, Riccardo Amirante, Michele D’Alba e i rappresentati delle aziende sostenitrici dell’iniziativa.
L’edizione 2020 si contraddistinguerà per la qualità dei contenuti che saranno proposti. La manifestazione si svilupperà in cinque appuntamenti tra marzo e maggio prossimi. Tre di questi saranno concerti, due seminari di approfondimento.
Il percorso musicale prevede una presentazione e conoscenza di qualità che dagli strumenti a fiato passerà a quelli ad arco per terminare con la musica ritmica jazz, mentre i due seminari ruoteranno attorno alla conoscenza di contenuti ed espressioni di Dostojesky e Bach grazie alla partecipazione di grandi relatori e studiosi. Tutti gli eventi avranno un filo conduttore, un riferimento che è anche titolo della stagione 2020: “L’eternità non è così durevole”.
Sul tema prescelto, complesso e affascinante, il Rettore del Poliba, Cupertino non ha dubbi: “la cultura politecnica – dice – deve varcare i confini tradizionali, deve saper cogliere queste opportunità di riflessioni, temi quali, l’eternità e la gestione del tempo. Quest’ultimo, risorsa sempre più preziosa in un’epoca di veloci trasformazioni, deve essere governato piuttosto che subito. Per noi, che abbiamo a cuore il futuro dei nostri ragazzi, è importante garantire loro una formazione eccellente sotto tutti i punti di vista, in grado cioè di stimolare il loro potenziale professionale e umano. A loro, al personale, al territorio, a cui apriamo come sempre le porte, vogliamo offrire con questa iniziativa un piccolo, ma significativo contributo alla ricerca di quella dimensione di bellezza il cui desiderio ci accomuna tutti.
Il tema scelto, che caratterizzerà la stagione, – aggiunge Pierfranco Semeraro, Presidente ARCoPu – è una frase del poeta Mario Luzi. L’autore ci invita a riflettere sulla nostra condizione temporale: L’ eternità non è così più durevole. Il tema infatti offre l’occasione per evidenziare quanto la musica, la letteratura e l’arte, da sempre, si siano fatte carico di sfidare il tempo, e allungare lo sguardo degli uomini verso un altrove infinito e indefinito; una ricerca che sonda il metafisico oltre la materia, che prova a carpire l’essenza delle cose, qualcosa che oggi appare privo di ragionevolezza e che ci chiama tuttavia a diventare difensori della speranza, guerrieri di questa perdita di tempo che è il pensiero, energia che rende sempre più durevole l’eternità. Il richiamo del Poeta sollecita ad un accurato approfondimento del rapporto con il tempo, la sua caducità e il suo valore. In questo contesto, è di grande sensibilità la scelta del Poliba: ovvero offrire, all’interno della propria offerta culturale scientifica, anche quella umanistica rappresentata anche da questa iniziativa”.

Il programma. Si comincia il 5 marzo con “L’infinito della musica e….la trascrizione”. 
Si esibirà il Quintetto di Fiati “Il Canto delle Muse” composto da Francesco Scoditti – Flauto; Anna Maria Minerva – oboe; Daniela Zurlo – clarinetto; Antonella Barile – corno; Saverio Casamassima – fagotto. Ore 18.30, museo della fotografia (campus universitario)
. Si prosegue il 25 marzo con il seminario “Agli occhi di chi? Chi ne ha la forza? Il compito dell’artista secondo Fëdor Michajlovič Dostoevskij. Con Tatiana Aleksandrovna Kasatkina, poetessa e scrittrice ed Elena Mazzola, Linguista e traduttrice. Kasatkina, nata a Mosca è filosofa, critica letteraria, scrittrice. È specializzata in scienze religiose ed è una delle maggiori esperte mondiali dell’opera di Fëdor Michajlovič Dostoevskij. Elena Mazzola è una linguista e traduttrice oltre che docente Universitaria attiva tra Mosca e Kharkiv. Ore 18.30 sala video-conferenze del rettorato.
 Si continua giovedì 30 aprile 2020 con “La durata dell’istante” con il filosofo Giuseppe Barzaghi, sacerdote domenicano, dottore in Filosofia e Teologia, docente di filosofia teoretica e di teologia fondamentale e dogmatica, Direttore della Scuola di Anagogia di Bologna. Ore 18.30, museo della fotografia (campus universitario).
 Martedì 12 maggio 2020, il concerto, “Nostalgie d’eternità” con il “Quartetto d’archi Felix”, Marzia Mazzoccoli – violino; Domenico Strada – violino; Amanda Palombella – violoncello; Massimo Mannacio – Violoncello. Ore 18.30, museo della fotografia (campus universitario).
 Ed infine, giovedì 28 maggio 2020. “Jazz no limit”, un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso un linguaggio senza confini qual è quello del jazz con “Mino Lacirignola Jazz Quintet”: Mino Lacirignola – tromba/flicorno | Andrea Gargiulo – pianoforte; Camillo Pace – contrabbasso; Enzo Lanzo – batteria; Cristina Lacirignola – vocalist. Ore 18.30, Piazzetta Cherubini, (campus universitario).
Gli incontri e i concerti sono aperti al pubblico, non solo universitario, e sono gratuiti.


“VIVI D’ARTE” mostra collettiva nella chiesa di Santa Teresa dei Maschi

In il

vivi d'arte

COMUNICATO STAMPA
L’associazione Circoli virtuosi dal 4 al 19 gennaio 2020, presso la chiesa di Santa Teresa dei Maschi di Bari, organizza una mostra collettiva dal titolo “VIVI D’ARTE”. Partner dell’evento sono Vallisa Cultura, Federico II Eventi, la direzione artistica è affidata all’artista Nancy Gesario, Miguel Gomez, direttore artistico della Biennale Bibart ha curato bervi recensioni per ogni artista partecipante. VIVI D’ARTE, questo titolo ha due sensi: l’essere pieni di vita grazie all’arte, come lo sono tutti gli artisti che esprimono nelle loro opere se stessi e le proprie aspirazioni; e vivi d’arte come un’esortazione, uno sprone a godere di tutti i linguaggi e di tutte le forme espressive e comunicative che in parte qui vengono presentati. Oltre alla mostra l’evento vedrà vari momenti culturali, performance, presentazione letterarie, concerti che si alterneranno nello spazio espositivo, di seguito il programma:

4 gennaio, ore 19.00 inaugurazione della mostra, interventi: Miguel Gomez, direttore artistico BIBART. Mariella Procaccio, pres. Ass. Circoli virtuosi, Nancy Gesario Direttore artistico evento
13 gennaio, ore 19.00 CONCERTO di Vincenzo Fortunato, chitarra classica. Conservatorio “N. Piccinni”, Bari
15 gennaio, ore 19.00 “CONCERTO per Piano solo. Musiche di Mattia Vlad Morleo
17 gennaio, ore 19.00 “VA TUTTO BENE”: Mariella Procaccio incontra l’autore Raffaele Montesano 18 gennaio, ore 19.00 CONCERTO di Virginia Sassaroli, chitarra classica.Conservatorio “N. Piccinni”, Bari
19 gennaio, ore 19.00 PERFORMANCE di pittura sull’acqua a cura di Carmen Toscano.

L’esposizione è composta dai seguenti artisti: Sergio Abbrescia, Mario Boezio, Donato Campagna, Mario Carone, Angela de Francesco, Giusy de Pasquale, Maria de Pasquale, Gabriele Liso, Antonella Lolli, Daniela Massagli, Biagio Monno (Toy Blaise), Domenico Morolla, Massimo Ricchiuti (Massi Ricchi), Giusy Rizzi, Rocca Sardone, Rosanna Squicciarini, Luciana Tomasicchio.

Orari e giorni di apertura:
dal lunedi al venerdi 11,00/13,00 17,00/19,00;
sabato 17,00/20,00;
Domenica 10,30/13,00;
chiuso lunedi 6 gennaio


Amedeo Minghi + AccordiAbili – Christmas at Church

In il

amedeo minghi accordiabili putignano

Nello splendido scenario della Chiesa di San Domenico, va in scena la terza ed ultima data del Festival Christmas at Church – Natale in Chiesa, tra musica, sensibilità e donazioni.

Il progetto, svolto in collaborazione con la Parrocchia di San Domenico e con il patroicinio gratuito del Comune Di Putignano, vedrà il ricavato della serata devoluto in beneficenza.

Come nella genesi del Festival, per ogni data, si esibiranno, un artista diversamente abile ed uno proveniente dal Festival di Sanremo.

23 Dicembre ore 21.30 Amedeo Minghi + AccordiAbili

ACCORDIABILI
L’Associazione “AccordiAbili” è un sodalizio nato a Fasano, sul finire del 2011, con l’obiettivo di promuovere la ricerca e lo sviluppo di tecnologie in grado di avvicinare un disabile, con facoltà cognitive integre, all’utilizzo di uno strumento musicale (Progetto eMotion).
L’idea di avviare un’associazione con questi fini, nasce prima di tutto dallo stesso presidente, Vincenzo Deluci, da tempo tetraplegico a causa di un incidente stradale il quale, però, dopo lunghi e faticosi anni di riabilitazione, ha recuperato parzialmente l’utilizzo dell’avambraccio sinistro e, pertanto, riesce a suonare il suo strumento, appositamente riadattato in base alle sue esigenze. Di qui l’idea di sviluppare e trasferire questa esperienza ad altri casi di disabilità, con la nascita di “AccordiAbili”, fondata da Vincenzo, Fabrizio Giannuzzi, Bruno Marchi, Giuliano Di Cesare e Cinzia Marasciulo. L’associazione, inoltre, si avvale della collaborazione di volontari nonchè amici, i “Sognatori Abili“.
Per lo sviluppo di tutti i progetti sono necessarie ingenti risorse finanziarie che AccordiAbili si prefigge di raccogliere attraverso la produzione di eventi musicali, teatrali e di formazione professionale.

AMEDEO MINGHI
Amedeo Minghi, melodista italiano fra i più rappresentativi, con oltre 50 anni di carriera, è un cantautore tra i più apprezzati della scena musicale italiana. Tra le sue opere di raffinato compositore ci sono anche diverse colonne sonore per il cinema.

La carriera inizia negli anni Sessanta come solista, con il primo album omonimo (1973) e come autore di brani per altri artisti, tra cui Franco Califano. Con il gruppo Pandemonium le cose vanno meglio, al punto che con il brano Immenso (proposto in 15 versioni) schizza in vetta a tutte le classifiche internazionali.

Nel contempo si fa apprezzare come compositore per altri cantanti, quali Rita Pavone, Marcella Bella, Anna Oxa e una sconosciuta cantante pugliese che lancia sulla scena: Mietta. È con lei che canta la celebre Vattene amore (nota anche come “Trottolino amoroso”), conquistando nel 1990 pubblico e critica di Sanremo, che gli assegnano il terzo posto.

Nel 1998 esce il lavoro discografico Decenni, l’album (oltre 300 mila copie vendute riceverà 4 dischi d’oro) si compone, fra le altre, della canzone Un uomo venuto da lontano (di Marcello Marrocchi e Amedeo Minghi) e di una traccia video che racconta la vita di GIOVANNI PAOLO II da Lui stesso autorizzato. Infatti alla presenza di Papa Giovanni Paolo II, il brano è eseguito nell’aula Paolo VI. L’unicità del video, fa il giro del mondo, e questa esperienza culmina con Gerusalemme, brano commissionato dal Vaticano in occasione del Giubileo 2000 e contenuto nel doppio CD Minghi Studio Collection. Il brano porta avanti un ideale di pace che da sempre sta a cuore a Minghi e più avanti si svilupperà in una serie di iniziative.

Collabora con numerosi cantanti e compone colonne sonore per serie televisive animate. Dopo aver composto numerosi brani, nel 2006 scrive il primo libro autobiografico e continua a duettare con importanti artisti italiani, su tutti Claudio Baglioni.

A Putignano, porterà in scena un favoloso concerto di Natale, con quattro archi e pianoforte che lo stesso esegue annualmente solo a Roma e in via del tutto eccezionale, quest’anno, nella città dei tre colli, in cui alternerà i suoi brani ad alcune melodie natalizie.

I posti sono limitati e i biglietti sono in vendita anche in formato abbonamento per tutte e tre le serate.

E’ possibile acquistare i biglietti Tabaccheria Locorotondo, nei due punti vendita ubicati in:
Corso Garibaldi, 8 – 70017 Putignano BA
Via Capitano Mario Laterza, 17 – 70017 Putignano Ba

oppure

per info e prenotazioni, contattare: 3456434947


Irene Fornaciari feat Megahertz + Roberto Shago Valenza – Christmas at Church

In il

irene fornaciari megahertz shago putignano

Nello splendido scenario della Chiesa di San Domenico, va in scena la seconda data del Festival Christmas at Church – Natale in Chiesa, tra musica, sensibilità e donazioni.

Il progetto, svolto in collaborazione con la Parrocchia di San Domenico e con il patroicinio gratuito del Comune Di Putignano, vedrà il ricavato della serata devoluto in beneficenza.

Come nella genesi del Festival, per ogni data, si esibiranno, un artista diversamente abile ed uno proveniente dal Festival di Sanremo.

15 Dicembre ore 21.00 Irene Fornaciari feat Megahertz + Roberto Shago Valenza

SHAGO
L’apertura della serata del 15 Dicembre spetterà a Shago, alias Roberto Valenza.Nel 2010 inizia il percorso da solista. Partecipa a numerosi contest fra cui il più noto, il TourMusicFest a Monza raggiungendo la semifinale. Nel 2012 i primi video ufficiali che vengono pubblicati nella compilation HIT MANIA CHAMPIONS e HITMANIA SPRING prodotto dall’etichetta Universo SPA e distribuito in tutte le edicole ed i negozi di dischi italiani da “UNIVERSAL MUSIC ITALIA” con oltre 80 MILA copie stampate ed in buona percentuale, vendute. Si esibisce sul TOURBUS DELLA REDBULL. Debutta sulle reti nazionali con il programma televisivo di Sky X-FACTOR 2014, riscuotendo enormi consensi nella giuria e nel pubblico. Il Panorama, il mensile Grazia, la Repubblica parlano di lui. Con il suo inedito “Canzone senza nome” fa commuovere uno dei giudici, il rapper FEDEZ. Nell’Agosto del 2015 il suo percorso artistico si interrompe per seri problemi di salute. Valenza si ritirò per diversi anni dalle scene musicali. Questo perché gli fu diagnosticato un tumore al cervello, che ha sconfitto dopo circa dure anni, ma che gli ha lasciato paralizzata metà della faccia. Nonostante questo, Shago è tornato a cantare. Si esibirà in un duo acustico con Nicolangelo Colapietro.

IRENE FORNACIARI
Dopo l’apertura di Shago, la scena sarà lasciata ad Irene Fornaciari, figlia del cantante Zucchero, amante del genere SOUL, BLUES e R&B.
Nel 2009 a Febbraio si esibisce sul palco del 59° Festival di Sanremo nella categoria “Proposte 2009” con il brano SPIOVE IL SOLE.
Nel 2010 a Febbraio torna per la seconda volta sul palco dell’Ariston accompagnata dai NOMADI. L’idea di proporsi insieme al FESTIVAL DI SANREMO nasce dalla canzone “IL MONDO PIANGE”.
Nel 2012 partecipa alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano “GRANDE MISTERO, scritto da Davide Van De Sfroos, con il quale Irene aveva duettato nel brano “Yanez”, presentato da De Sfroos durante lo scorso Sanremo. Il singolo “Grande Mistero”è contenuto nel nuovo album di Irene, dal titolo omonimo, in uscita il 15 Febbraio per Universal Music.
A Dicembre dello stesso anno riceve il prestigioso Premio Mia Martini.
Nel 2013 fino a tutto il 2014 Irene si esibisce in tour su tutto il territorio nazionale, e nei mesi di Ottobre e Novembre del 2014 apre i concerti di FRANCESCO RENGA nel tour “TEMPO REALE”.
A dicembre 2015 viene annunciata la sua partecipazione alla 66ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Campioni”, arrivando 16º con il brano Blu.

MEGAHERTZ
Megahertz, vero nome Daniele Dupuis, inizia la sua carriera artistica nel 2002, quando sviluppa un particolare interesse per la musica elettronica, con particolare attenzione alla musica analogico-elettronica tipica dei club moderni. Ha quindi iniziato a esibirsi dal vivo nei club cantando e suonando vari strumenti. Nel 2003 ha incontrato il famigerato cantante e musicista italiano Marco Morgan Castoldi, che ha iniziato ad accompagnare come polistrumentista in registrazioni in studio e esibizioni dal vivo. Nel 2004 ha pubblicato il suo primo disco “Estetica” su Mescal, distribuito da Sony Italia, un album che dimostra magnificamente il suo piacere nel mescolare tutte le tecniche elettroniche più popolari e crea allo stesso tempo una sorta di “estetica” delle macchine musicali. L’uscita dell’album è stata seguita da un tour nazionale di successo in Italia. Nel 2007 ha aperto uno studio di registrazione nella sua città natale di Padova per produrre la propria musica. Inoltre, lavora come produttore di mix e arrangiamenti di altri artisti. Nello stesso anno ha anche avviato il progetto “Ménage a trois”, un trio che include il bassista dei Jovanotti Saturnino, il famoso DJ Claudio Coccoluto e lui stesso, Megahertz, al sintetizzatore.
Nel 2008 Megahertz si è esibito nel “Biolectric Tour” di Morgan nelle più belle piazze e club italiani.

Con Irene Fornaciari ha da poco creato un progetto “I Colori del Soul”, nel quale confluiranno tutti gli strumenti da lui suonati: Vocoder, Therenim, Pianoforte a coda, ecc.. affiancata alla voce prorompente della cantante toscana.
In anteprima assoluta a Putignano, ci presenteranno un viaggio tra la musica, i colori e le tonalità canore.

I posti sono limitati e i biglietti sono in vendita anche in formato abbonamento per tutte e tre le serate.

E’ possibile acquistare i biglietti Tabaccheria Locorotondo, nei due punti vendita ubicati in:
Corso Garibaldi, 8 – 70017 Putignano BA
Via Capitano Mario Laterza, 17 – 70017 Putignano Ba

oppure

per info e prenotazioni, contattare: 3456434947


Molfetta Christmas Village

In il

molfetta christmas village

Consorzio Metropolis
presenta:
Molfetta Christmas Village

Mercatino solidale
Casa di Babbo Natale
Artigianato
Concerti live

Il villaggio sarà aperto al pubblico
dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 17:30 alle 22:00

dal 15 al 24 dicembre
Corso Dante – Piazza Mazzini – Molfetta


Notte Bianca a Ruvo di Puglia – Ecofesta

In il

notte bianca ruvo di puglia ecofesta

La Notte Bianca della programmazione di Vieni a Ruvo!, con il centro storico e cittadino che rimane aperto fino a notte fonda!

Il PROGRAMMA:

– Itinerario luminoso con Genius Luci – Luci e Suoni d’Artista – Ruvo di Puglia 4 edizione – Centro storico;

– Presepe tradizionale in Piazza Dante;

– Mercatini natalizi e animazione
in Largo Cattedrale, Via Zuppetta, Via Monsignor Bruno, Via Cattedrale spazio antistante i civici dal 100 al 108, Largo Purgatorio, Piazzetta Le Monache; in Corso Cavour 1-24;

– Casa di Babbo Natale
in Via Nicola Cassano 2, ex Tatera;

– Live music
a cura di Fanilu’ Ristopub, Cafè Cafè, Cento Cose Store, Karibu-bar, Caffè 79, Sesto Senso la Norcineria;

– Arte mimica, degustazioni food&drink
nello spazio antistante il civico 2 di Via Nicola Cassano; all’esterno delle attività: Bollicine, Donna Latina, Mare Chiaro, Artemysia, Il Buongustaio, Pane e Dolcezza;

– Concerti tradizionali
nella Chiesa di San Domenico;

Notte bianca è una iniziativa del Comune di Ruvo di Puglia, Vivo a Ruvo e più di 60 commercianti.


“Molfetta in Allegrezza” a Natale oltre 60 appuntamenti di cultura, musica, visite guidate, eventi per bambini, concerti, teatro di tradizione e mostre d’arte

In il

molfetta in allegrezza

Oltre sessanta appuntamenti, tra dicembre e gennaio, per il cartellone di “Molfetta in Allegrezza”, che giunge alla sua terza edizione, progettato e realizzato dalla Civica Amministrazione con il coordinamento degli Assessorati alla Cultura e al Marketing territoriale.
«Anche questa edizione – afferma l’Assessore Sara Allegretta – si connota per la forza di coinvolgimento, partecipazione e decentramento degli eventi in programma. Una scelta ricercata, con oltre 60 appuntamenti, per vivere momenti di cultura, musica, visite guidate, eventi per bambini, concerti, teatro di tradizione e mostre d’arte. Le iniziative che animeranno la città intera, sono frutto della sinergia tra il mondo associativo e quello delle professioni dello spettacolo, musica e teatro. Numerosi i momenti di intrattenimento dedicati ai bambini che si alterneranno ai tradizionali concerti di Natale delle corali della nostra città, oltre al teatro di tradizione e a quello civile che affronta i grandi temi di attualità. Allieteranno le serate gli spettacoli di Danza, Poesia e Canto popolare, senza dimenticare le grandi mostre con l’Omaggio a Tonino Nuovo. Non mancheranno i grandi Concerti di Natale con importanti ospiti del panorama nazionale ed internazionale. Confermato a grande richiesta il Gran Concerto di Capodanno, appuntamento immancabile per iniziare il nuovo anno. Sarà un’occasione – conclude l’assessore – per offrire, non solo ai cittadini molfettesi ma anche ai numerosi turisti, visto il trend favorevole, una città accogliente e ricca di eventi».
In cartellone spazio alla musica con il Concerto di Natale dell’Associazione Capotorti, il concerto dei Bimbi in coro dell’Associazione Teatrarte, il Concerto di Natale della Polifonica Sergio Binetti, i concerti proposti dall’associazione Don Salvatore Pappagallo , dall’associazione Musica e tradizioni, in favore di Telethon, dall’associazione culturale Polifonica e di Digressione Contemplattiva. E poi la Santa Allegrezza con il Circolo Anspi, Notte magica con Musicainsieme, Natale inCanto con i Damadakà e Fabulanova, l’Omaggio a Frank Sinatra promosso dalla Fondazione Valente. 
Da non perdere, il 20 dicembre, il concerto di Nicola Piovani, promosso dall’associazione Auditorium, il concerto Gospel con l’Orchestra Ico Magna Grecia, proposta dalla Fondazione Valente, il 27 dicembre, nell’auditorium Regina Pacis, e il Gran concerto di Capodanno nella Chiesa Sacro Cuore di Gesù, con l’associazione Legni pregiati.
Spazio anche agli eventi pensati per i più piccoli, con lo spettacolo Disney, Tra favole e cartoon, i laboratori proposti dalla cooperativa FeArt, le iniziative di Arterie Teatro. E poi spettacoli per gli amanti del teatro con le proposte del Collettivo La Rocca, del Teatro dei Cipis, dell’associazione Ananke e una ricca programmazione di film.
E poi visite guidate, iniziative di intrattenimento varie. E tra i numerosissimi appuntamenti in programma da segnalare anche il Solstizio d’inverno, il 21 dicembre, nei giardini di Casina Cappelluti. Per l’occasione, sarà possibile visitare gratuitamente il Museo archeologico del Pulo. Ma in programma c’è davvero tanto altro. Insomma, una programmazione tutta da vivere.

Di seguito il programma completo degli eventi:

molfetta in allegrezza

molfetta in allegrezza programma


Trulli Viventi 2019: il programma degli eventi natalizi ad Alberobello

In il

trulli viventi alberobello

«Trulli viventi 2019», pronto il cartellone di eventi per le feste natalizie «Christmas lights», presepe vivente, mercatini, pista di pattinaggio e tanto altro nella Capitale dei trulli
Le luci sui trulli come ogni anno. E poi il tradizionale Presepe Vivente, i mercatini, la casa di Babbo Natale, la pista di pattinaggio e tre grandi nomi: Michele Placido, Dino Abbrescia e Omar Pedrini.
E’ tutto pronto ad Alberobello per il programma di manifestazioni natalizie che faranno brillare il paese per tutto il periodo di festa, fino al 6 gennaio.
Il cartellone di eventi, dal titolo «Trulli Viventi 2019», prevede diverse manifestazioni che coinvolgeranno tutto il paese.
L’evento clou, attorno a cui ruota il cartellone, sono le luci di Natale, «Christmas lights», che saranno accese il 6 dicembre e illumineranno il Rione Monti e il centro cittadino, ogni sera, fino al 31 gennaio. L’evento è organizzato da Engie in collaborazione con Unique Eventi.
Novità assoluta di quest’anno sarà la speciale rassegna natalizia di FestivArts con un’edizione invernale che riporterà ad Alberobello Dino Abbrescia (29 dicembre) e Michele Placido (24 gennaio). A loro si aggiungerà Omar Pedrini (17 gennaio).
Dopo il successo dello scorso anno torna in Largo Martellotta la pista di pattinaggio che accoglierà turisti e visitatori in Largo Martellotta e sarà inaugurata il 6 insieme ai mercatini di Natale.
Per le vie del paese ci saranno inoltre i tradizionali addobbi natalizi (a cura della Confcommercio e della ditta Centomani di Monopoli). In più due grandi alberi di Natale brilleranno davanti alla Chiesa dei Santi Medici e in Largo Martellotta.
Altro appuntamento da non perdere è il Presepe Vivente, giunto alla 49ma edizione, che si terrà dal 26 al 29 dicembre nel rione Aia Piccola (in caso di pioggia la giornata di recupero sarà il 30 dicembre). In più mostre, concerti, presepi, mercatini natalizi, spettacoli (tra cui «Tribemolle» e «I gemelli di Guidonia») la calata di Babbo Natale e della Befana e tanto altro.
«Anche quest’anno sarà un programma di eventi pensati per infondere la magia delle feste in tutti gli angoli del paese – dice l’assessore al Turismo, Antonella Ivone -. Vogliamo che si respiri un’area di festa ovunque e che, come sempre, visitatori, turisti e cittadini si sentano coccolati dal calore e della magia del Natale. Ci auguriamo che Alberobello, paese magico per i suoi trulli, possa diventare ancora più bello in questo Natale, illuminato dalle luci che attirano ogni anno centinaia e centinaia di visitatori e dagli appuntamenti che abbiamo preparato con grande impegno per la gioia di grandi e piccoli. Ringraziamo tutte le associazioni che si stanno prodigando nell’organizzazione delle manifestazioni, la ditta Engie, Unique Eventi per le luci, La Confcommercio e la ditta Centomani di Monopoli e tutti i commercianti e le attività di Alberobello che si stanno impegnando nell’addobbo del paese. Con grande piacere torniamo ad ospitare Michele Placido e Dino Abbrescia dopo il grande successo di questa estate. E siamo certi che insieme a Omar Pedrini regaleranno tre serate magiche alla nostra Alberobello».
«Gli eventi di quest’anno sono appuntamenti tradizionali e irrinunciabili per il nostro calendario natalizio– dice l’assessore alla Cultura, Alessandra Turi – nell’idea di far respirare un’aria di festa ogni giorno a chiunque passi per Alberobello. Come sempre abbiamo pensato di unire la voce dei bambini all’arte di musicisti internazionali senza dimenticare la mostra dei presepi con artisti provenienti da tutta Italia che è un evento consolidato del nostro Natale»