“LA GUERRA DEI SESSI”: il programma delle Lezioni di Storia al Petruzzelli di Bari

In il

la guerra dei sessi lezioni di storia teatro petruzzelli

Le Lezioni di Storia tornano al Teatro Petruzzelli di Bari dal 16 ottobre all’11 dicembre 2022.

Il tema scelto per questa sesta edizione è La guerra dei sessi.
Il ciclo, ideato dagli Editori Laterza, organizzato in coproduzione con la Fondazione Teatro Petruzzelli, con il patrocinio della Regione Puglia, è realizzato con il contributo del Comune di Bari e il sostegno di Exprivia, Masmec e SDR.

I protagonisti di questo ciclo daranno prova delle loro doti comunicative affrontando il conflitto tra donne e uomini, nel corso della storia dell’umanità, nelle sue tante forme: dalla famiglia alla politica, dall’economia alla letteratura, dall’arte allo spettacolo.
Storie straordinarie e controverse, dalle più note a quelle sconosciute, dimostreranno soprattutto la forza, il talento, l’astuzia e l’immaginazione di alcune grandi donne che hanno combattuto le disuguaglianze di genere nei vari campi, allontanandosi dagli stereotipi sociali delle diverse epoche.
Le storiche e gli storici che saliranno sul palco del Petruzzelli racconteranno una relazione complessa, spesso conflittuale, passando attraverso la mitologia e gli atti dei processi, il teatro e la letteratura; emergerà anche come il sesso abbia giocato da sempre una parte rilevante nell’assegnare il potere politico ed economico. Esplorare i conflitti tra i sessi, dall’antichità all’età contemporanea, ci permetterà di valutare meglio anche gli attuali rapporti tra donne e uomini e di riflettere sull’oggi.

PROGRAMMA:

domenica 16 ottobre ore 11:00
Giorgio Ieranò
DONNE TRAGICHE: LA GUERRA DEI SESSI NEL TEATRO GRECO
Un mondo senza donne: è questo il sogno di Ippolito, il casto protagonista dell’omonima tragedia di Euripide. Ma, nei drammi dell’Atene classica, i personaggi femminili non cedono il passo: dominano la scena e fanno sentire con forza la loro voce. Da Antigone a Medea, da Ecuba a Clitennestra, dalle Erinni alle Baccanti: storie di donne tragiche in guerra con i maschi.
Giorgio Ieranò insegna Letteratura greca all’Università di Trento.

domenica 30 ottobre ore 11:00
Amedeo Feniello
LA BATTAGLIA DEL DENARO: SYBILLE E I BANCHIERI
A metà del XIV secolo – quando a Firenze dominano i banchieri – una vedova provenzale li sfida, facendo causa alla potente famiglia Bonaccorsi che l’ha truffata.
Amedeo Feniello insegna Storia medievale all’Università dell’Aquila.

domenica 6 novembre ore 11:00
Costantino D’Orazio
VIOLENZA FAMILIARE: ARTEMISIA, AGOSTINO E ORAZIO
Il talento di Artemisia Gentileschi è spesso oscurato dalla fama del processo pubblico seguito alla violenza subita da ragazza ad opera di un amico di famiglia, il paesaggista Agostino Tassi. Una vicenda ancora piena di nodi irrisolti, legati soprattutto al ruolo di suo padre, il pittore Orazio Gentileschi.
Costantino D’Orazio è storico dell’arte e curatore presso la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

domenica 20 novembre ore 11:00
Maria Giuseppina Muzzarelli
VENIA, VENUS, VENENUM: STORIE DI AVVELENATRICI
A fine Settecento a Palermo si celebra il processo contro Giovanna Bonanno, una vedova accusata di vivere vendendo veleno alle malmaritate, perché potessero somministrarlo agli uomini attraverso gustose pietanze. Ma la storia delle avvelenatrici inizia molto prima.
Maria Giuseppina Muzzarelli ha insegnato Storia medievale, Storia delle città e Storia e patrimonio culturale della moda all’Università di Bologna.

domenica 4 dicembre ore 11:00
Fernanda Alfieri
AMORI IMPENSABILI: DONNE CHE SPOSANO ALTRE DONNE
Un giorno di aprile dell’anno 1725, Giovanna Maria Wincklerin si presenta al tribunale romano del Sant’Uffizio per autodenunciarsi. Dice di essere figlia del Re di Polonia e di avere una moglie, lasciata a Vienna. Come era potuto accadere che le due si fossero sposate? E come era possibile che una donna ne amasse un’altra?
Dietro gli interrogativi delle autorità c’è un mondo di credenze antiche e ancora attuali sulla sessualità femminile, sull’identità e sul desiderio.
Fernanda Alfieri è ricercatrice di Storia moderna all’Università di Bologna.

domenica 11 dicembre ore 11:00
Valeria Palumbo
PENNE COME ARMI: VIRGINIA WOOLF E LE ALTRE
Era stato loro concesso di leggere e addirittura scrivere romanzi. E ne hanno subito approfittato: Virginia Woolf scardina i principi del mondo e dello sguardo maschile, ma non è la sola intellettuale, tra la Prima e la Seconda guerra mondiale, a svelare i meccanismi del dominio degli uomini. Né l’unica a pagare per averlo sfidato.
Valeria Palumbo è storica e giornalista.

Tutte le lezioni sono introdotte da Annamaria Minunno

sabato 22 ottobre − ore 20.30 − LEZIONE IN MUSICA
MYSTERY TRAIN.
UN VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO AMERICANO
Con Alessandro Portelli, Gabriele Amalfitano, Margherita Laterza e
Matteo Portelli.
Cos’ha significato il treno per un paese come l’America? La modernità è penetrata in un mondo rurale attraverso i binari, cambiando per sempre il paesaggio naturale come quello antropologico. Da oggettivazione del moderno e dell’accelerazione che lo contraddistingueva, la ferrovia è oggi diventata rottame, residuo, reperto di un mondo scomparso. Mystery Train. Un viaggio nell’immaginario americano ripercorre il rapporto dell’America con il treno, tra racconti, poesie e canzoni.
Un’attrice, Margherita Laterza, due musicisti, Matteo Portelli e Gabriele Amalfitano, e un americanista, Alessandro Portelli, mettono in scena questa originale e particolarissima Lezione di Storia, convocando, tra gli altri, Hawthorne e Dickinson, Woody Guthrie e Bruce Springsteen, Elvis Presley e Johnny Cash.

PREVENDITA
IL 21 SETTEMBRE ORE 11:00 (on line e botteghino)
dal 21 al 30 settembre SOLO ABBONAMENTI
dall’1 ottobre in poi sia abbonamenti che biglietti di tutti gli appuntamenti

INFO BIGLIETTERIA
Abbonamenti e biglietti sono acquistabili:
– al botteghino (mar-sab dalle ore 11.00 alle 19.00; dom: ore 10-12:30; 16:30-19.00)
– on line su www.vivaticket.com
I posti sono numerati.
L’abbonamento comprende la Lezione in musica – MYSTERY TRAIN

PREZZI ABBONAMENTI/BIGLIETTI SINGOLI – LEZIONI DI STORIA E MYSTERY TRAIN
Posto in platea, palchi I e II ordine intero 12 euro/ ridotto 10 euro
Abbonamento intero 70 euro/ ridotto 60

Posto palchi a partire dal III ordine: intero 7 euro/ridotto 5 euro
Abbonamento intero 40 euro /ridotto 30

Riduzione per under 26 e over 65

infoline tel 0809752810
e-mail botteghino@fondazionepetruzzelli.it

Il ciclo, ideato dagli Editori Laterza, organizzato in coproduzione con la Fondazione Teatro Petruzzelli, con il patrocinio della Regione Puglia, è realizzato con il contributo del Comune di Bari e il sostegno di Exprivia, Masmec e SDR.


Continuano le visite guidate del Teatro Petruzzelli anche nel mese di Ottobre: ecco il calendario delle date

In il

visite guidate teatro petruzzelli bari

La Fondazione Petruzzelli, in sinergia con l’Assessorato alle Culture del Comune di Bari propone un calendario di Visite Guidate alla scoperta del Teatro Petruzzelli, della sua storia, della vita artistica e della ricchezza architettonica.

L’ingresso alla visita avrà un costo di 5€ per gli adulti, 1€ per gli studenti, i bambini e i disabili, mentre sarà gratuito per gli accompagnatori del disabile.

Il botteghino delle Visite Guidate aprirà 30 minuti prima dell’orario di inizio della visita e chiuderà contestualmente all’inizio della stessa.

Il calendario delle visite guidate potrebbe essere suscettibile di variazioni.

Sito internet: www.fondazionepetruzzelli.com


MUNICIPI SONORI PER L’UCRAINA: 5 concerti gratuiti dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli in 5 luoghi della città di Bari

In il

municipi sonori per l'ucraina

“MUNICIPI SONORI PER L’UCRAINA”
DAL 18 AL 25 SETTEMBRE LA KHARKIV CHAMBER ORCHESTRA
IN CONCERTO NEI CINQUE MUNICIPI

La Fondazione Teatro Petruzzelli, in collaborazione con l’assessorato alle Culture del Comune di Bari, presenta “Municipi Sonori per l’Ucraina”.
L’iniziativa, organizzata con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, vedrà protagonista la prestigiosa Kharkiv Chamber Orchestra nel corso di cinque appuntamenti musicali.
I concerti, a ingresso libero fino ad esaurimento posti, tutti con inizio alle 20.30, avranno luogo domenica 18 settembre nella Chiesa di San Gabriele (San Paolo), lunedì 19 settembre nella Chiesa di San Marcello (Carrassi), mercoledì 21 settembre nella Chiesa di San Nicola (Catino), venerdì 23 settembre nella Chiesa Santa Maria (Ceglie del Campo) e domenica 25 settembre nella Chiesa Santissimo Redentore (Libertà).
“La fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli è una delle 20 fondazioni italiane finanziate dal MIC per sostenere le artiste e gli artisti ucraini costretti a fuggire dalla guerra – spiega l’assessora comunale alle Culture Ines Pierucci-. Questa speciale edizione di Municipi sonori si svolgerà perciò all’insegna della solidarietà testimoniando, una volta di più, come la cultura possa davvero unire popoli e Paesi. Ringrazio come sempre il sovrintendente Biscardi per l’impegno organizzativo e professionale messo in campo per portare ancora una volta la bellezza della grande musica in tutti i quartieri della città”.

Il programma dei concerti propone:

di Wolfgang Amadeus Mozart [1756-1791] Divertimento in Re maggiore, KV 136,
di Myroslav Skoryk [1938-2020] Melody, dalla colonna sonora del film “The high pass” di Volodymyr Denysenko [1981] e Danza spagnola, per orchestra da camera [2001],
di Edward Elgar [1857 – 1934] Serenade in mi minore, per orchestra d’archi, op. 20 I. Allegro piacevole II. Larghetto III. Allegretto,
di Johann Sebastian Bach / August Wilhelmj Aria sulla IV corda, in Do maggiore, per archi arrangiamento per archi del secondo movimento della Suite orchestrale n. 3, BWV 1068 di J. S. Bach,
di Yuri Schevchenko [1953-2022] Tre canzoni ucraine e Auguri per la vita,
di Gustav Holst [1874 – 1934] St. Paul’s suite, per orchestra d’archi, op. 29 n.2 I. Jig: Vivace II. Ostinato: Presto III. Intermezzo: Andante con moto IV. Finale (The Dargason): Allegro.

La Kharkiv Chamber Orchestra è un ensemble musicale di Kharkiv, in Ucraina. La sfera principale dell’attività creativa dell’ensemble è la promozione della musica di compositori ucraini e la rappresentazione del loro lavoro all’estero. Nasce nel 2001 grazie all’iniziativa del Maestro Yuriy Yanko, detentore del titolo di “Honoured Worker of the Arts of Ukraine”, e vincitore del Concorso Internazionale di Direzione di Vakhtang Jordania, nominato nello stesso anno direttore musicale e direttore principale della Kharkiv Symphony Orchestra. Negli anni della sua esistenza, l’ensemble ha fatto un gran numero di anteprime di opere di compositori ucraini contemporanei: Valentyn Syl’vestrov, Volodymyr Zubyc’kyj, Ivan Karabyc’, Jevhen Stankovyč, Myroslav Skoryk, O. Kiva, Jurij Iščenko, Igor Ščerbakov, Hanna Gavrylec’, Karmella Cepkolenko, I. Kyrylina, O. Levkovyč, V. Hubarenko, V. Zagorcev, Ja. Vereščagin, Zoltan Almaši, Oleksandr Šimko e altri. L’ensemble collabora anche con i cantanti Nina Matvijenko, Oleksandr Vasylenko e Ljudmyla Vojnarovs’ka. L’ensemble ha partecipato a festival di musica accademica in Ucraina, Germania, Austria, Francia, Cina, Polonia, Grecia, Russia, Stati Uniti, Paesi Baltici, Armenia, Georgia.


Miss e Mr. Estate Bari 2022

In il

Miss e Mr Estate Bari 2022

Sabato 27 agosto 2022 si terrà presso l’arena della Chiesa San Rocco e Sacro Cuore di Palese Macchie (BA), la prima edizione del concorso di bellezza “Miss e Mr. Estate Bari 2022”.
L’organizzazione generale sarà curata dall’Associazione Culturale PALESE FUTURA con a capo il presidente Sandro Petruzzelli, che sarà coadiuvato e supportato da Vito Basile (Sport & Spettacolo) e Mimmo Chieppa. Alla direzione artistica lo showman barese Tommy De Ceglie e alla direzione casting Laura Palasciano; quest’ultimi due saranno anche i presentatori dell’evento.
Le bellezze femminili e maschili in passerella che si sfideranno per la fascia di Miss Estate Bari e Mister Estate Bari, saranno preparate dagli hair stylist Mariana Ranieri e Angelo Marsico.
Numerosi gli ospiti che allieteranno la serata, una kermesse di bellezza, musica, cabaret e spettacolo. In evidenza la presenza del duo comico proveniente dalla trasmissione televisiva Mudù, Umberto Sardella e Antonella Genga e del cantante Santino Cardamone reduce dal talent show X-Factor. A completare la scaletta delle ospitate ci saranno anche il duo canoro composto da Davide Trotti e Deborah Luceri, reduci dalla vittoria in The Winner is, celebre trasmissione condotta da Gerry Scotti su Mediaset, il coinvolgente e sempre più popolare Denny Project e la frontgirl Musa, reduce anch’essa dalle prime posizioni nelle classifiche nazionali di disco music.
Non mancheranno anche i momenti dedicati al ballo con il campione Italiano di danze latino-americane Thomas Altieri, il talento puro della piccola Veronica Sblendorio a rappresentanza della scuola di ballo Oro Dance (insegnanti Donatella Lopez e Rossana Mastrocesare) e infine la classe e la dinamicità della Dynamyk Ballet e Dynamyk Dance (insegnanti Ivana De Sio, Claudia Zonno e Miriam De Gennaro).
Media Partners dell’evento saranno Radio Made in Italy e Meditteranea Tv (che organizzerà anche una diretta streaming dell’evento).
L’evento sarà patrocinato dal Comune di Bari e dal V° Municipio, e inizierà alle ore 20:30. Il costo del biglietto sarà di € 3,00 ed è possibile già poterli acquistare in prevendita presso le seguenti rivendite:
Ferramenta Marinelli, corso Vittorio Emanuele, 77 – Palese-Bari
Edicola Petruzzelli, via A. Diaz, 6 – Palese-Bari
Flapper Bistrò, Via Don Giuseppe Minerva, 32 – Palo del Colle (BA)

Infotel: 3397195161


Quattro imperdibili eventi gratuiti alla Mongolfiera di Japigia: JAMES SENESE, GIANNI CIARDO, RADIODERVISH e YELLOWJACKETS

In il

JAMES SENESE, GIANNI CIARDO, RADIODERVISH e YELLOWJACKETS Mongolfiera Bari Japigia

L’estate dei grandi eventi targati Mongolfiera Bari Japigia continua con quattro appuntamenti imperdibili presso l’Anfiteatro della Pace, dal 12 al 15 Agosto!

PROGRAMMA:

Venerdì 12 Agosto – ore 21.00
YELLOWJACKETS
Iniziamo il nostro programma con una storica band jazz fusion:
Russell Ferrante – tastiere
Bob Mintzer – sax
Dane Alderson – basso
William Kennedy – batteria

Sabato 13 Agosto – ore 21.00
JAMES SENESE
James Senese è uno degli artisti più importanti della storia della musica italiana. Sangue misto tra Napoli e Stati Uniti, nelle sue vene scorre il meglio della musica occidentale.
Sassofonista e cantante, fondatore dei Napoli Centrale, è stato inoltre uno dei componenti del supergruppo di Pino Daniele.

Domenica 14 Agosto – ore 21.30
RADIODERVISH
Una settimana di musica d’autore con l’etno rock dei Radiodervish.
Poetica musicale. Vocazione interculturale. Canzoni curate. Testi dotti scritti in arabo, italiano, latino, che spaziano dalla cronaca alla filosofia.

Lunedì 15 Agosto – ore 20.30
GIANNI CIARDO
Per chi a Ferragosto rimane a Bari è la volta dell’attore comico barese che proporrà un monologo dal titolo: “Dante: participio presente del passato”. Uno spettacolo che unisce, alla consueta ironia e leggerezza che ne contraddistingue la cifra stilistica, anche un intento divulgativo di impatto divertente per la diversità dei temi tratti dalla vita di Dante e dalla Divina Commedia.
Ma lo spettacolo non finisce qui…

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

In collaborazione con Comune di Bari, Sotto il cielo delle periferie – Le due Bari, Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali – MiC


Sotto il cielo delle periferie: tanti appuntamenti ad ingresso libero nel mese di agosto tra Japigia, Torre a Mare e Mungivacca

In il

Sotto il cielo delle periferie - le due Bari

Con il finanziamento del Ministero della Cultura, il Comune di Bari ha dato vita al bando “LE DUE BARI” un importante intervento culturale nelle periferie del Capoluogo. Il progetto mira a ricucire il rapporto di questi territori con il resto della città attraverso un lungo calendario di spettacoli, laboratori ed esperimenti socio culturali. Sotto il cielo delle periferie é una delle costole di questo progetto e propone un fitto calendario di appuntamenti nel mese di agosto tra Japigia, Torre a Mare e Mungivacca. L’idea é quella di costruire una valida alternativa allo svuotamento della città nel mese di agosto con spettacoli gratuiti per tutti i gusti e per tutte le generazioni.

PROGRAMMA:
Si inizia dall’Anfiteatro della Pace dell’Ipercoop Mongolfiera di Japigia con 4 varie ed intense serate. Il 12 agosto si parte con gli Yellow Jackets del grande Bob Mintzer, la storica formazione americana simbolo vivente della fusion. Si prosegue il 13 con il grande James Senese storico interprete di quel blues made in Napoli di cui lui Pino Daniele ed Eduardo Bennato sono stati i profeti ed i divulgatori più rappresentativi. Il 14 ci sara’ il ritorno a Bari dei Radiodervish, mentre il 15 per chi non sarà in giro per vacanze ci sarà Gianni Ciardo con il suo ultimo lavoro su Dante seguito dalla proiezione della “Capagira” e dal dj set di Dj Ciccio.
Il 16 ed il 17 agosto gli spettacoli saranno di scena nella Piazza della Torre di Torre a Mare. Il 16 dopo Vito Signorile con il suo “Ragù”ci sarà la prima produzione della rassegna “ Sotto il cielo delle periferie”: Il gruppo Radicanto suonerà con il polistrumentista africano Gabin Dabirè con un’anteprima assoluta di un interessante incrocio tra la cultura popolare pugliese ed i suoni archetipici dell’Africa.
Il 17 torna di scena Napoli con il gruppo che da oltre 50 anni ci racconta con i suoni ed i testi le radici profondamente letterarie della musica napoletana: la Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Sotto il cielo delle periferie si traferirà dal 26 al 28 agosto nel parco Princigalli del quartiere Mungivacca. Per due giorni (26 e 27) il quartiere sarà attraversato dai suoni di Carnival Hill, due giornate di grande happening che richiamano uno dei più grandi carnevali d’occidente, il carnevale che si svolge a Londra nel quartiere di Notting Hill. Divenuto un evento simbolo dell’integrazione
tra culture ed esseri umani, nel quartiere di Mungivacca oltre 30 maschere e tanti musicisti rappresenteranno in musica ed animazione i temi dell’integrazione. Il 28 Sotto il cielo delle periferie si chiuderà con un omaggio a Lucio Dalla con “L’anno che verrà”. La voce di Beppe Servillo e la musica di due grandi musicisti argentini Javier Girotto e Natalio Mangalavite.
Nella rassegna uno spazio importante sarà per due esperimenti socio culturali:
1. il gruppo italo africano dei Tukurù alle prese con l’associazione impegnata nel sociale Semidivita con un progetto sul territorio di Japigia che avrà alla fine una dimensione dal vivo sul palco di Torre a Mare.
2. Il pianista compositore Mattia Vlad Morleo con un ensemble di 11 musicisti in un altro esperimento dove la musica si incontrerà con le tematiche ambientali delle Associazioni del territorio.

Gli spettacoli sono tutti ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

www.leduebari.it


MUNICIPI SONORI: 5 concerti gratuiti dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli in 5 luoghi della città

In il

municipi sonori 2022

“MUNICIPI SONORI”
L’ORCHESTRA DELLA FONDAZIONE PETRUZZELLI
IN CONCERTO NEI CINQUE MUNICIPI

La manifestazione si aprirà domenica 31 luglio, in piazza dei Mille (più nota come piazza San Francesco), a Santo Spirito, per proseguire martedì 2 agosto nel parco Giovanni Paolo II, al San Paolo, e ancora mercoledì 3 agosto nel parco di Loseto, recentemente intitolato a Giuseppe Mizzi, quindi giovedì 4 agosto nello spiazzo antistante la chiesa di San Giuseppe, a Madonnella, per concludersi venerdì 5 agosto, nel parco di largo 2 Giugno, a Carrassi. Tutti i concerti, con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, avranno inizio alle ore 20.30.
Il programma musicale prevede l’esecuzione di musiche di Saint – Saëns, Ponchielli, Chačaturjan, Gimenéz, Rossini, Morricone, Rota e Piccinni.

Organizzata dall’assessorato comunale alle Culture, la rassegna “Municipi Sonori La Cultura si muove con la musica del Petruzzelli” è stata presentata, a Palazzo di Città-
L’iniziativa propone al pubblico cinque concerti gratuiti nei cinque Municipi, affidati al talento dei musicisti dell’Orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli, diretti per l’occasione dal maestro Paolo Lepore.

All’incontro di presentazione con la stampa sono intervenuti il sindaco Antonio Decaro, l’assessore alle Culture Ines Pierucci, il sovrintendente della fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi e i presidenti dei cinque Municipi, Lorenzo Leonetti, Gianlucio Smaldone, Nicola Schingaro, Grazia Albergo e Vincenzo Brandi.

“Siamo contenti di presentarvi la quarta edizione di Municipi Sonori, la manifestazione nata in collaborazione con la Fondazione Petruzzelli con cui abbiamo condiviso sin dall’inizio l’idea di avvicinare il pubblico alla scoperta della grande musica grazie all’orchestra del nostro teatro – ha esordito Ines Pierucci -. Pensiamo che le periferie siano luoghi cui dobbiamo prestare la massima attenzione non solo in termini infrastrutturali e di mobilità ma anche attraverso un’offerta culturale, sempre più ampia e variegata. Con i concerti di Municipi sonori portiamo i maestri dell’orchestra Petruzzelli in quartieri della città che non hanno teatri abbattendo così una distanza fisica e, al tempo stesso, consentendo ai cittadini che non frequentano il Petruzzelli di godere della bellezza della musica d’orchestra. La scelta delle location è stata concordata con i presidenti dei Municipi e con il presidente della commissione consiliare sul decentramento Pasquale Magrone, che ringrazio, in modo tale da valorizzare e animare luoghi identitari del territorio. Questo programma si inserisce a pieno titolo nel cartellone estivo degli eventi culturali, che ha già proposto grandi appuntamenti come il concerto Medimex dei Chemical Brothers e che a breve si arricchirà degli appuntamenti finanziati ad esito del bando le due Bari”.
“Proprio qualche giorno fa, durante il festival Urbact, abbiamo affrontato con Carlos Moreno il tema della città in 15 minuti, da lui teorizzata già prima della pandemia – ha proseguito Antonio Decaro -. Ecco, credo che Municipi sonori risponda esattamente a questa visione, all’idea che ogni quartiere della città debba disporre di servizi e opportunità di sviluppo economico e sociale e di fruizione culturale. Questa rassegna, iniziata in via sperimentale, oggi è un’iniziativa strutturata che porta la musica dell’orchestra del Petruzzelli in luoghi all’aperto, già molto frequentati dai residenti: parchi, giardini, piazze e chiese. Ringrazio il sovrintendente Biscardi e i maestri dell’orchestra che con noi condividono la volontà di allargare il potenziale pubblico del teatro offrendo concerti di grande qualità negli spazi dei territori che continuiamo a chiamare periferie. Dopo i family concert, gli appuntamenti invernali nelle chiese e dopo il successo dello scorso anno, con questi cinque concerti nella prima settimana di agosto la musica orchestrale tornerà a risuonare nei parchi e negli spazi pubblici della città dove i residenti solitamente vivono la propria socialità”.
“Il concetto di portare la musica nelle periferie non è nuovo – ha evidenziato Massimo Biscardi – però risponde a un’idea che, realizzata per la prima volta nel 1975 da Antonio Abreu in Venezuela, ha rappresentato una rivoluzione culturale e un investimento fortissimo sulla cultura, che ha portato alla nascita di grandi orchestre e talentuosi direttori. Coniugare la qualità, alla quale il Petruzzelli aspira, con la popolarità che pure agogna a raggiungere, è un passaggio per noi fondamentale che si concretizza in una proposta calmierata dei prezzi e in una serie di iniziative tra le quali Municipi sonori, che esprime al meglio la nostra politica portando i musicisti del teatro negli spazi “altri” della città e guardando a un pubblico diverso, che nella migliore delle ipotesi sarà il nostro pubblico di domani”.
“Ringrazio il sindaco, l’assessora Pierucci e il sovrintendente per l’attenzione e il coinvolgimento dei territori nella programmazione culturale – ha dichiarato Vincenzo Brandi -, che in questo caso porta il teatro Petruzzelli all’interno dei Municipi come testimone di bellezza, una scelta necessaria anche per avvicinare i ragazzi alla cultura e alla musica, una delle espressioni più alte della creatività umana, magari allontanandoli da interessi meno nobili. Il 31 luglio, nella piazza di Santo Spirito, tutti gli appassionati della musica classica, ma non solo, si ritroveranno insieme per condividere questo momento”.
“Non posso che unirmi ai ringraziamenti di chi mi ha preceduto, perché si tratta di un’iniziativa perfettamente in sintonia con ciò che stiamo tentando di portare avanti nel Municipio III – ha detto Nicola Schingaro -: l’orchestra del Petruzzelli che si sposta nei diversi territori risponde all’idea del centro che si muove verso le periferie attraverso l’arte, la cultura e la musica. La nostra scelta è ricaduta sul parco Giovanni Paolo II, riaperto da poco a seguito dei lavori di riqualificazione. Mi auguro che si terranno altre edizione di questa manifestazione, che ci consentiranno di volgere lo sguardo a luoghi di altri quartieri del Municipio per farne nuovi palcoscenici di bellezza”.
“Ritorna un appuntamento molto atteso dai cittadini che nelle precedenti edizioni hanno sempre risposto con entusiasmo e partecipazione – ha sostenuto Grazia Albergo -. Anch’io mi associo ai ringraziamenti dei colleghi per questa opportunità che ci viene offerta e sono particolarmente contenta del luogo scelto per il concerto, il parco Giuseppe Mizzi, vittima innocente di mafia. Uno spazio pubblico caro alla comunità perché rappresenta un presidio di legalità che, grazie a Municipi Sonori, diventerà al contempo presidio di bellezza, un binomio potente. Dove c’è musica, c’è bellezza e c’è benessere”.
“Vorrei ringraziare il sindaco e l’assessora Pierucci perché, attraverso la possibilità offertaci di scegliere le location, stanno davvero dando vita a una forma di decentramento culturale che riscuote grande apprezzamento da parte dei cittadini – ha affermato Lorenzo Leonetti -. Ringrazio anche il sovrintendente perché questa manifestazione sta trasformando tanti luoghi della città in altrettanti palchi a cielo aperto. Assieme al territorio abbiamo scelto la parrocchia di San Giuseppe per chiudere in bellezza l’anno dedicato al santo, voluto dal Papa, coinvolgendo l’intero quartiere grazie a un appuntamento di straordinario valore”.
“Un ringraziamento a tutti, in primo luogo al sindaco, che non fa mai mancare il suo supporto ai Municipi – ha concluso Gianlucio Smaldone -, e a Ines Pierucci, che ha voluto fortemente questa iniziativa, che nel tempo si è dimostrata vincente coinvolgendo un pubblico eterogeneo interessato ad assistere ai concerti affidati al talento dell’orchestra del Petruzzelli. Abbiamo scelto parco 2 Giugno, che in questi anni ha confermato di essere un luogo di riferimento non solo per la socialità ma anche per la cultura e l’arte. Infine, un grazie di cuore a Massimo Biscardi, sotto la cui guida il Teatro Petruzzelli ha scelto di aprirsi del tutto alla città”.

PROGRAMMA:

domenica 31 luglio 2022
ore 20.30
QUINTO MUNICIPIO
Piazza dei Mille
Quartiere Santo Spirito

martedì 2 agosto 2022
ore 20.30
TERZO MUNICIPIO
Parco Giovanni Paolo II
Quartiere San Paolo

mercoledì 3 agosto
ore 20.30
QUARTO MUNICIPIO
Parco Giuseppe Mizzi
Quartiere Loseto

giovedì 4 agosto 2022
ore 20.30
QUARTO MUNICIPIO
Chiesa San Giuseppe
Quartiere Madonnella

venerdì 5 agosto 2022
ore 20.30
SECONDO MUNICIPIO
Parco 2 Giugno
Quartiere Carrassi

Musiche di SAINT SAENS – PONCHIELLI – CHACATURJAN – GIMENEZ – ROSSINI – MORRICONE – ROTA – PICCIONI

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti


VALERIO SCANU in concerto all’Anfiteatro della Pace – Ipercoop Bari Japigia

In il

valerio scanu anfiteatro della pace bari

Concerto di beneficenza organizzato dalla Cooperativa SoleLuna assieme al Municipio 1 del Comune di Bari a favore delle famiglie ucraine presenti sul territorio della città di Bari, una serata per cantare alla pace con il gruppo vocale Sounds Cool diretto dal M°Fabio Calabrese e la straordinaria partecipazione del cantante Valerio Scanu.

Il concerto si terrà presso l’Anfiteatro della Pace – Ipercoop Bari Japigia, ore 21.00 e il ricavato delle donazioni sarà devoluto per gli aiuti alle famiglie ucraine.

Ingresso su invito previo donazione.

Info :
– Coop. SoleLuna 3534115024
– Sounds Cool 3515014967


BLUB – L’arte sa nuotare in mostra al Museo Civico di Bari

In il

blub l'arte sa nuotare bari museo civico

Museo Civico di Bari, dopo il grande successo dell’estate 2021 de Lediesis, continua nel segno della street art. Anche quest’anno le sale del museo saranno animate da un importante artista del panorama culturale italiano, ormai famoso anche oltre i confini nazionali. La sua arte gentile colora le strade delle città, cercando angoli dimenticati per ritrarre icone di tutti i tempi, riproposte con la maschera da sub: dalla Venere di Botticelli alla Gioconda, da Giuseppe Verdi a Dante Alighieri, da Van Gogh a Dalì, sono tanti i personaggi che, tra realtà e finzione, sono stati rappresentati dallo street artist Blub.

Deciso a non rivelare al pubblico la propria identità, Blub ha fatto incursione nei centri storici di tante città e borghi italiani, arrivando ad esporre nelle istituzioni più prestigiose, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli fino al Louvre. E finalmente approda anche a Bari!

L’esposizione BLUB L’arte sa nuotare, in programma al Museo Civico di Bari, dal 30 giugno al prossimo 28 agosto (prorogata fino al 25 settembre), nasce dalla proficua collaborazione tra le curatrici, Carla Bru e Maria Paternostro, e lo staff del museo ed è patrocinata dal Comune di Bari. La mostra è stata progettata e pensata per Bari e la sua storia. Città di mare, porto importante nel cuore del Mediterraneo, Bari è stata luogo di passaggio di mercanti pellegrini, invasori e grandi dominazioni. Da queste suggestioni nascono nuovi soggetti per la mostra, che arricchiscono il suo repertorio di opere, come la duchessa di Milano Isabella d’Aragona ritratta spesso dai grandi pittori della storia dell’arte italiana. Isabella fu molto amata dai baresi, favorì grandi opere pubbliche e l’apertura di accademie dando avvio al Rinascimento barese.

Blub presenterà dipinti originali e stampe fine art realizzate appositamente per questa esposizione in un suggestivo allestimento coerente con i temi classici della sua arte che permette al visitatore di tuffarsi, letteralmente, in una dimensione evocativa in equilibrio tra passato e presente. Anche il magnifico spazio della terrazza panoramica del Museo sarà allestito da pannelli raffiguranti altre opere di Blub che tutt’oggi arricchiscono le strade delle città italiane e non solo.
E anche a Bari, Blub lascerà la sua firma, la mostra uscirà dal museo per arrivare in strada! Cittadini e turisti potranno divertirsi, anche questa estate, andando alla ricerca delle sue opere o farsi piacevolmente sorprendere dai suoi personaggi più celebri immersi in un mare di bollicine.

Per l’occasione sarà presentato il 6° catalogo dei “Documenti del Museo” edito da Mario Adda Editore. La mostra inaugurerà giovedì 30 giugno per la stampa e per le istituzioni e sarà aperta al pubblico dal 1° luglio al 28 agosto (prorogata fino al 25 settembre), secondo gli orari del museo, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alla 13.30 e dalle 17.00 alle 20.00; sabato dalle 9.30 alla 13.30; domenica dalle 17.00 alle 20.00. Il biglietto d’ingresso al museo (intero 5.00€, ridotto 3.00€) comprende la visita alla mostra. La prenotazione è necessaria solo per i gruppi superiori a 10 visitatori. Info: 0805772362, info@museocivicobari.it, www.museocivicobari.it.


OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

In il

OBEY Peace Revolution in mostra al Teatro Margherita

OBEY Peace Revolution
Teatro Margherita – Bari
dal 25 Giugno al 28 Agosto 2022

OBEY incarna la perfetta connessione tra la retromania (Reynolds, S.) di un passato generativo e la fluidità (Bauman, Z.) di un presente digitale dalla biologia cartacea. Lo sguardo di Shepard Fairey processa i temi umanitari con un meccanismo editoriale che connette informazione e comunicazione, serigrafia multipla e preziosità estetica, ambiti locali e spazio globale. Tutto ciò significa amplificare lo sguardo collettivo sulle riflessioni morali, ridefinendo il confine tra arte pubblica e universo privato, lungo azioni conoscitive che diventano atti di coscienza sulla più ambiziosa delle rivoluzioni: la PACE.

PEACE REVOLUTION è il titolo che accompagna la mostra per il Teatro Margherita. Oltre settanta opere, selezionate tra i principali temi che hanno segnato la carriera di OBEY. Carte dallo stile unico e inimitabile, basato sulle grafiche sovietiche e futuriste di inizio ‘900. Sono immagini di enorme impatto sociale, puro equilibrio tra testo e immagine, superficie e contenuto. Stampe cartacee che scendono sul palcoscenico mediatico del nuovo millennio, diventando le copertine ideali di uno sguardo estetico sul mondo.

OBEY è il prototipo fluido del nuovo artista politico, cosciente che i temi scottanti si affrontano con simboli e narrazione visiva (Ferretti, F.), con l’impatto rapido di un messaggio in cui riconoscersi senza confondersi. Shepard Fairey crea simboli virali e replicabili, icone che alzano la soglia d’attenzione, offrendo messaggi politici in maniera metaforica e condivisa. Gli artisti non devono essere speculari al reale, mai troppo fotografici rispetto al mondo; OBEY, che lo sa bene, alimenta la consapevolezza di massa con una lezione di estetica laterale, tanto semplice quanto liquida, aperta nei sottotesti, un esperanto pacifista che comunica sui molti piani della società reale.

La mostra, a cura di Gianluca Marziani e Stefano Antonelli, è promossa dalla Città di Bari, prodotta e organizzata da MetaMorfosi Eventi con il supporto territoriale di Cime, con il sostegno di Regione Puglia, Teatro Publico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura e Pugliapromozione, nell’ambito del POC PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche, e la partecipazione della Fondazione Enzo Hruby.

Orari:
ᴅᴏᴍ – ɢɪᴏᴠ: dalle 17:00 alle 22:00
ᴠᴇɴ ᴇ sᴀʙ: dalle 17:00 alle 23:00
ʟᴀ ʙɪɢʟɪᴇᴛᴛᴇʀɪᴀ ᴄʜɪᴜᴅᴇ ᴍᴇᴢᴢ’ᴏʀᴀ ᴘʀɪᴍᴀ ᴅᴇʟʟᴀ ᴄʜɪᴜsᴜʀᴀ

Biglietti:
ɪɴᴛᴇʀᴏ: 5 euro
ʀɪᴅᴏᴛᴛᴏ: 3 euro (Over 65, giovani dai 6 ai 25 anni, universitari)
ɢʀᴀᴛᴜɪᴛᴏ ᴘᴇʀ:
– bambini fino ai 6 anni non compiuti;
– insegnanti: solo in qualità di accompagnatori di gruppi scolastici;
– portatori di handicap e un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
– guide turistiche: solo nell’esercizio della propria attività professionale, mediante l’esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità.piani della società reale.