Festa del Mare Bari 2024: il cartellone completo degli appuntamenti

In il

festa del mare bari 2024

FESTA DEL MARE 2024
LA SETTIMA EDIZIONE DEL CARTELLONE UNICO
DELL’ESTATE BARESE

Torna anche quest’anno la Festa del Mare, il cartellone unico dell’estate barese, in programma da giovedì 6 giugno (anteprima del Bari Piano Festival) a sabato 31 agosto (conclusione del Premio Rota), promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Turismo con Pugliapromozione e Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura a valere su fondi POC Puglia 2014/20 Asse VI – Azione 6.8 in collaborazione con il Comune di Bari – Assessorato alle Culture e Turismo. Anche per questa settima edizione la manifestazione riunisce Locus Festival, Bari in Jazz, Bari Piano Festival e Premio Nino Rota.

“Ancora una volta la Festa del Mare sarà la festa dell’estate nel capoluogo pugliese, per i turisti che numerosi ne affolleranno le strade e, soprattutto, per gli stessi baresi – dichiara Aldo Patruno, direttore Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia -. La Regione Puglia anche quest’anno ha voluto sostenere il Comune di Bari, insieme all’AReT Pugliapromozione e al Consorzio Teatro Pubblico Pugliese, al fine di garantire eventi ad alto profilo da proporre a coloro che ci piace chiamare “cittadini temporanei”, ovvero i nostri turisti, e agli abitanti di Bari che vorranno rimanere in città durante l’estate. Tre mesi, un lungo periodo, da luglio a settembre, durante il quale vedremo avvicendarsi sui palcoscenici dislocati in numerose zone della città un ventaglio variegato di generi musicali, un’offerta culturale ampia adatta a tutte e le età e tutte le orecchie. Un unico cartellone, quello della Festa del Mare, a includere le progettualità di quattro importanti manifestazioni musicali, ormai tutte affermate e molto attese, che non mancherà di entusiasmare e coinvolgere il pubblico come e più di sempre”.

“Festa del Mare è diventato un appuntamento fondamentale dell’estate culturale della nostra regione, offrendo un cartellone di rilievo internazionale che speriamo possa incontrare sempre più il favore del grande pubblico – commenta Paolo Ponzio, presidente Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura -. Festa del Mare è una manifestazione molto attesa che negli anni è cresciuta dimostrando quanto sia importante e proficuo il lavoro e il dialogo tra istituzioni e operatori privati”.

“Il turismo è alimentato anche da eventi musicali di straordinario livello, ed è su questo che abbiamo puntato da anni per dialogare con un pubblico ampio di appassionati che si sposta per seguire i big musicali – sottolinea Luca Scandale, direttore generale dell’Agenzia regionale del Turismo Pugliapromozione -. La Festa del Mare a Bari fa parte di questa strategia dell’Assessorato al Turismo e di Pugliapromozione come strumento per diversificare ancora di più l’offerta per i vacanzieri internazionali e nazionali che scelgono sempre più numerosi il capoluogo regionale, nonché per i baresi e i pugliesi”.

Locus Festival inaugura la sua ventesima edizione a Bari il 28, 29 e 30 giugno. L’inizio di un viaggio attraverso la Puglia che, dopo Bari, proseguirà ad Alberobello, Minervino Murge, Ostuni Fasano e Locorotondo. La collaborazione fra Locus festival e Festa del Mare, con il supporto degli assessorati alla Cultura e Turismo della Città di Bari e della Regione Puglia, porterà nel capoluogo pugliese 25.000 appassionati di musica da tutta Italia e dall’estero, con un programma di qualità che propone il cantautorato indie di Calcutta, venerdì 28 giugno nella Fiera del Levante, il rap attuale di Salmo & Noyz Narcos, sabato 29 sul lungomare, in contemporanea con il cantautore irlandese Glen Hansard nel Teatro Petruzzelli, e il gran finale di domenica 30 sulla Rotonda di via Paolo Pinto con i leggendari Simple Minds. Le statistiche dei biglietti venduti mostrano dati significativi: le fasce di età coinvolte variano dai diciassettenni agli over 40, con centinaia di acquisti da città come Milano, Roma e Bologna, e dall’estero principalmente Spagna, Francia, Regno Unito ma anche Canada e Nuova Zelanda.

“La città di Bari, con i larghi orizzonti del suo mare e con i suoi luoghi più storici e iconici, è per noi il punto di partenza ideale della nostra ventesima edizione – dichiara Vincenzo Bellini, della società Bass Culture che da sempre promuove il Locus festival -. Un traguardo importante per un festival che ha puntato tutto sulla qualità dell’offerta, contribuendo in maniera decisiva a posizionare la Puglia in rilievo nella mappa internazionale degli eventi musicali”.

Bari in jazz apre e chiude ufficialmente la sua 21° edizione nel capoluogo pugliese: il 13 luglio, nel cortile del Redentore, con i Bokanté, e il 29 agosto, a Torre a Mare, con il progetto Lumenea di Ambrogio Sparagna.

“La 21esima edizione di Bari in jazz rappresenta per noi un momento significativo per celebrare i nostri 20 anni di attività e le sue molteplici identità musicali e culturali – spiega il direttore artistico Koblan Amissah Bonaventure -. Partendo da Bari, città sempre più multiculturale, daremo il via al nostro “Maiden voyage” il 13 luglio nel cortile del Redentore, con il concerto degli Bokanté, un gruppo diversificato creato da Michael League, fondatore e leader degli Snarky Puppy. Concluderemo con una grande festa il 29 agosto a Torre a Mare, nella piazzetta della Torre, con i canti della Grecìa salentina del progetto Luménea di Ambrogio Sparagna, uno dei più importanti interpreti della musica popolare europea e maestro concertatore del festival “La Notte della Taranta” per più edizioni. Dal 13 luglio al 29 agosto avremo un festival dai mille volti e generi musicali che ospiterà musicisti pluripremiati ai Grammy: il 30 luglio a Bari, nel Cortile del Redentore, Aymeé Nuviola, vocalist cubana di gran classe, chiamata “La Sonera del Mundo” ci farà vivere la musica latina in tutte le sue varietà. Abbiamo voluto un “Festival che va dalla gente”, diffuso e itinerante, nelle location più belle e suggestive dei Comuni della Città Metropolitana: Bitetto, Monopoli, Noci, Sammichele di Bari e Sannicandro di Bari cui si aggiungono Fasano e Martina Franca, attirando un pubblico di ogni età e gusto musicale, grazie anche alla partecipazione di nomi di spicco nel panorama internazionale”.

Bari, dunque, sarà la prima tappa ufficiale della 21ª edizione di Bari in Jazz, con il concerto dei Bokanté, un ensemble creato da Michael League, fondatore e leader degli Snarky Puppy, ricco di groove, melodia e soul che farà un’unica data in Italia. Bokanté, in programma al Redentore il 13 luglio prossimo, è un progetto multicolore e multiculturale composto da 8 musicisti provenienti da 4 continenti che si esibiranno intrecciando ritmi africani, melodie caraibiche e influenze rock in un connubio di sonorità e culture fuse in un’unica esperienza emozionante. Bokanté significa scambio, dialogo in creolo, la lingua della giovane cantante Malika Tirolien, voce principale del gruppo, originaria dell’isola caraibica di Guadalupa. Durante la loro esibizione, presenteranno il loro terzo album “History”, nominato per due Grammy Awards 2024. Le canzoni, principalmente in creolo di Guadalupa, trattano di outsider, veggenti, storia nera, unità globale e inutilità della guerra. Un concerto che annulla le differenze culturali, lasciando spazio a una connessione profonda e universale attraverso la musica. I Bokanté dimostrano il potere trasformativo della musica, invitando tutti a riflettere, amare e apprezzare la bellezza di un mondo ricco di diversità e armonia.

Il 29 agosto il festival chiude a Torre a Mare, in piazzetta della Torre, con il progetto Luménea, (in griko fuoco nuovo), che vede in scena 10 elementi tra voci, tamburelli, violino, tastiera diretti da Ambrogio Sparagna (voce, organetto), con la partecipazione di Erasmo Treglia (ghironda, ciaramella, totototela). Una grande festa con i canti della Grecía salentina, con ritmi tra l’antico e il moderno, per attraversare il Salento guidati dagli echi musicali e dalle storie arrivate fin qui dalla sponda greca. Nasce dal bisogno di indagare le commistioni dei linguaggi e delle tradizioni condivise dalle culture dei Paesi mediterranei, mantenendo in vita la cultura popolare salentina e in particolar modo quella appartenente alla minoranza grika. “Anemo” è il vento che trasporta i suoni e le voci e mette in risonanza una decina di brani basati su testi tradizionali: è il soffio vitale che vuole ridare voce a un repertorio ancora poco conosciuto, che racconta il lavoro, l’amore e anche la speranza di vivere in una dimensione che preserva e custodisce valori antichi e sempre attuali.

Giunto quest’anno alla sua settima edizione, il Bari Piano Festival 2024 si svolgerà – come da tradizione – nell’ultima settimana di agosto (dal 22 al 29) confermandosi occasione preziosa per ascoltare grandi pianisti provenienti da ogni parte del mondo in un repertorio che dalla classicità giunge alle varie declinazioni della contemporaneità.

“Il Bari Piano Festival – edizione 2024 – sottolinea il direttore artistico Emanuele Arciuli – avrà per protagonisti alcuni artisti della scena internazionale, giovani talenti emergenti e soprattutto molta musica di qualità, con composizioni di raro ascolto e molta produzione contemporanea. I luoghi, magnifici, di una città sempre più bella e aperta a un turismo di respiro internazionale, sono quelli ormai consueti, come il sagrato di San Nicola, il Fortino Sant’Antonio a Bari Vecchia, il chiostro di Santa Chiara e la spiaggia di Torre Quetta.

Dovendo sottolineare un aspetto di particolare rilevanza, in questa edizione, direi senz’altro la musica degli Stati Uniti. L’anteprima, il 6 giugno, avrà infatti per protagonista Richard Steinbach, pianista americano in un programma che parte dagli States per aprirsi all’America del sud; e poi non si può dimenticare Lisa Moore, la pianista del leggendario complesso americano dei Bang on a Can, protagonista di un recital in esclusiva nazionale.

A questo si aggiunga la musica americana eseguita da due giovani talenti nel concerto di mezzanotte (novità di quest’anno). Ma il Bari Piano Festival 2024 è molto molto altro.

Voglio, una volta ancora, ringraziare il Comune di Bari e la Regione Puglia che, da anni, consentono al pianoforte internazionale di risuonare nell’estate barese. Un grazie al sindaco, che ha fatto così tanto per Bari, accompagnando con affetto e attenzione il nostro festival lungo l’intero periodo della sua ormai settennale avventura. E un ringraziamento, forte e affettuoso all’assessore alle Culture Ines Pierucci, che si è spesa con competenza e generosità per la prosecuzione e l’espansione di questa festa della musica pianistica”.

Anteprima il 6 giugno, col pianista americano Richard Steinbach che proporrà, sulla terrazza del Fortino Sant’Antonio, un’antologia di musica americana.

Il festival vero e proprio si apre, il 22 agosto, con un recital di grande prestigio: sul sagrato della Basilica di San Nicola Alessandro Taverna eseguirà l’integrale degli Studi di esecuzione trascendentale di Franz Liszt. Si prosegue, il 23 agosto, con Iiro Rantala, talentuoso pianista jazz finlandese, con un recital di piano solo, in uno dei due concerti al tramonto sulla spiaggia di Torre Quetta. Sabato 24, al Fortino, una novità di questa edizione: un concerto notturno (che comincerà oltre mezzanotte) con due set di pianoforte contemporaneo – 40 minuti ciascuno – che vedono protagonisti due giovani talenti italiani, Flavia Salemme e Simone Librale. Per tre giorni consecutivi, poi, il festival sarà ospitato nel Chiostro di Santa Chiara: domenica 25 con la presentazione del libro “Sarà l’avventura” (Il Saggiatore) di Carlo Fontana, già Sovrintendente del Teatro alla Scala, che dialogherà con Emanuele Arciuli e Nazzareno Carusi, pianista e direttore artistico del Premio Paganini. Lunedì 26, in esclusiva nazionale, la pianista australiana Lisa Moore, parte del leggendario gruppo americano Bang on a Can, eseguirà un ricco programma ancora incentrato sull’America, filo conduttore di questa edizione. Il 27 agosto sarà la volta di un libro, con il gradito ritorno di Francesco Carofiglio con suo ultimo romanzo, e due set di pianoforte solo, protagoniste le fascinose sonorità di Roberta Di Mario e le ardite sperimentazioni di Benedetto Boccuzzi. Chiude il 29 agosto, ancora in esclusiva regionale, il pianista Antonio Faraò, tra i massimi esponenti del jazz italiano di oggi, con un concerto al tramonto a Torre Quetta. Anche quest’anno i concerti a Torre Quetta saranno seguiti da un dj set.

La sesta edizione del “Premio Rota” si terrà il 30 e 31 agosto, come di consueto, a Torre a Mare, il luogo scelto da Nino Rota come buen ritiro per oltre trent’anni.

“Mi sembra che sia sotto gli occhi di tutti la spinta che negli ultimi cinque anni ha avuto la proposta culturale nella città di Bari – commenta il direttore artistico del Premio, Gianluigi Trevisi -. Poiché le cose non accadono per autogenesi, sarebbe una grossolana ipocrisia non riconoscere che è stata importante la caparbietà dell’assessora alle Culture in questa che a me sembra, nonostante le tante cose da perfezionare, una vera e propria svolta. L’attenzione non banale alle periferie, la spinta in avanti dei teatri cittadini, i grandi concerti, il consolidamento e la creazione di preziose rassegne come il dovuto riconoscimento della città a Nino Rota con il Premio a lui dedicato, hanno costituto un indispensabile primo passo per far tornare questa città, per quanto attiene alla sua produzione culturale, ad essere un punto di riferimento avanzato”.

Prosegue l’indagine del Premio alla ricerca di approcci innovativi nel mondo delle colonne sonore con una particolare attenzione a quanto sta avvenendo nella produzione cinematografica e delle serie televisive in Italia, con un occhio particolare a una nuova generazione di compositori, in molti casi provenienti anche dal mondo della musica indipendente. Quest’anno le scelte degli esperti sono ricadute su alcuni compositori che sempre più si allontanano dall’idea di tappeto sonoro subordinato alle immagini verso un modello di colonna sonora che nasce come opera autonoma che affianca le immagini ed è solo ispirata e non determinate dalle sceneggiature.

I nomi: Roberto Salahaddin Re David. Musicista, compositore e ricercatore. Si diploma al conservatorio N. Piccinni di Bari dove studia Contrabbasso e Composizione. Approfondisce lo studio delle tradizioni musicali orientali, in particolare quella islamica di provenienza turca, araba e persiana e quella indiana con l’ex direttore del Conservatorio di Stato di Baku (Azerbaijian), Fakraddin Gafarov. Ha al suo attivo composizioni scritte per il teatro, il cinema e varie formazioni musicali riguardanti generi diversi. Il lavoro che lo ha posto sotto l’attenzione del Premio Rota è la musica scritta per il pluripremiato film d’animazione di Michele Fasano “Metamorphosis”, un supporto intenso e delicato per questa fiaba che sta facendo con successo il giro del mondo.

Kekko Fornarelli è un pianista, compositore e produttore barese. Con quattro album pubblicati e oltre 200 concerti in 35 Paesi nel mondo negli ultimi cinque anni, è attualmente uno degli artisti italiani più apprezzati nel mondo. Ha sviluppato uno stile unico caratterizzato dal tentativo di creare musica da osservare, più che da ascoltare. Un modo particolare e tutto personale per raccontare storie, esprimere emozioni e “dipingere” situazioni. La sua musica è una morbida combinazione tra le più moderne idee nordeuropee e un lirismo neoclassico, filtrata dal suo caldo background mediterraneo. Atmosfere che sono naturalmente sbarcate nella composizione di colonne sonore. L’ultima è “Gli agnelli possono pascolare in pace” per il film di Beppe Cino con Maria Grazia Cucinotta. In cantiere, ma ormai in avanzata fase di realizzazione musiche per cortometraggi, un doc con Russel Crowe e un lungometraggio di ambientazione noir in uscita a inizio 2025.

Roberto Cherillo è una delle espressioni più originali del jazz italiano. Pianista ecompositore fuori dagli schemi, ha condotto un imponente lavoro di ricerca sulla voce, incrociando influenze orientali e particolari tecniche nello studio del canto armonico. Ha composto musica per il teatro, la pubblicità e per docu film. Singolare e affascinante la musica scritta per “Sono innamorato di Pippa Bacca”, il film di Simone Manetti ispirato alla tragica vicenda della nota performer artista italiana uccisa in Turchia durante la performance itinerante “Spose in viaggio”, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, 11 Paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo.

Nel programma di questa sesta edizione del Premio Rota ci saranno due sonorizzazioni live: Oltre Metamorphosis, eseguita dall’Ensemble di Roberto Salahaddin Re David, vi sarà Nosferatu ad opera di Karim Qqru (Zen Circus) Xabier Iriondo (A8erhours) e Corrado Nuccini (Giardini di Mirò) per uno spettacolo costruito disegnando la musica sulla celebre pellicola del 1922 di Murnau, in una fusione quasi perfetta di suoni e immagini. Un connubio inedito connubio tra sonorità provenienti dal mondo del rock indipendente italiano e il capolavoro dell’espressionismo tedesco.

Anche per quest’anno a presentare le serate del premio sarà il giornalista Enzo Gentile


Rotta verso Bari: corsi gratuiti di vela, canoa, canottaggio, sup, surf, surfskate e windsurf

In il

rotta verso bari

Torna rotta verso Bari! L’iniziativa promossa dall’assessorato allo Sport del Comune di Bari in collaborazione con i circoli e le associazioni degli sport del mare.

Anche quest’anno centinaia di bambine e bambini tra 7 e 14 anni (nati dal 1° Gennaio 2010 al 31 Dicembre 2017) potranno seguire gratuitamente un corso a scelta tra vela, canoa, canottaggio, sup windsurf, surfskate.

Non prendete impegni per il 26 maggio perché dalle ore 9:00 alle ore 14:00 c’è l’open day in tutti i circoli nautici dove sarà possibile iscrivere i propri figli e le proprie figlie.

In questi anni in tantissimi avete partecipato a questo bellissimo progetto permettendo ai vostri ragazzi e alle vostre ragazze di vivere un’esperienza unica, divertente e a contatto con il mare.
E tanti hanno poi proseguito uno sport nautico anche durante l’anno e non solo d’estate!

Venite a iscrivere i vostri figli, darete loro una bellissima opportunità!

Circolo Nautico Il Maestrale
Lungomare Cristoforo Colombo Santo Spirito
Sup, Vela

Impact Boards Academy
Lungomare San Girolamo 92R – Fesca
Surf, sup, surfskate

Big Air
Waterfront San Girolamo
Sup, surf

C.U.S. Bari
Lungomare Starita
Canoa, Canottaggio

Circolo Nautico Bari
Colmata Marisabella Porto di Bari
Vela

Lega Navale Italiana
Corso Vittorio Veneto, 1 (all’interno del Porto)
Canoa, Vela

Circolo della Vela Bari
Piazza IV Novembre
Vela

Circolo Canottieri Barion
Molo S.Nicola
Canottaggio, Canoa, Sup e Vela

Cat Surf
Cala San Giorgio
Windsurf, Surf, Sup

I corsi hanno disponibilità limitata quindi presentati nel circolo o associazione prescelti il prima possibile.
L’iscrizione avviene in ordine di arrivo.


Bianca di Puglia, nel Fortino Sant’Antonio il più importante evento sui vini bianchi pugliesi

In il

bianca di puglia bari 2024

Si terrà nella suggestiva location del Fortino Sant’Antonio sul lungomare di Bari la decima edizione di Bianca di Puglia, il più importante evento sui vini bianchi pugliesi firmato come ogni anno dai comunicatori del vino dell’Associazione Italiana Sommelier Puglia. In abbinamento ai preziosi vini bianchi della nostra regione, tante buone degustazioni food per una serata sul meraviglioso lungomare di Bari, tra gusto e relax.

E siamo alla decima storica edizione dell’attesissima rassegna dei vini bianchi pugliesi, promossa dall’Associazione Regionale del Sommelier AIS Puglia e organizzata dalla Delegazione AIS di Bari, per un evento che ha notevolmente contribuito ad innalzare il livello qualitativo delle produzioni in bianco pugliesi, attestandosi tra l’altro come l’unica grande manifestazione di promozione ad essi destinata.

L’edizione 2024 di Bianca di Puglia aprirà il sipario come di consueto presso il Fortino Sant’Antonio lungo la muraglia del borgo antico di Bari, prendendo il via alle ore 18:00 con un convegno dal tema più che mai provocatorio come “Il dire, il fare e il mare”. A seguire, nella suggestiva terrazza, saranno aperti i banchi d’assaggio, dove gli oltre 30 Sommelier AIS, affiancati dai ragazzi del gruppo Sommelier Astemi, racconteranno le 200 etichette di vini bianchi in degustazione da oltre 70 cantine, provenienti da tutte le zone vinicole pugliesi. Saranno allestiti anche banchi di degustazione di olio evo, mentre in abbinamento gastronomico saranno proposti piatti e prodotti della tradizione barese e murgiana.

Il costo di partecipazione è di € 35

SCONTO DI 10 € PER I SOCI AIS
Per i soci che si sono tesserati regolarmente entro il mese di Marzo 2024, come per gli altri eventi regionali che seguiranno Bianca di Puglia, sarà possibile usufruire di uno sconto di 10 € utilizzando al momento dell’acquisto il codice sconto DIECI2024.

PRENOTA SUBITO AL LINK
https://www.sommelierpuglia.it/prodotto/bianca2024/

Assicuratevi la partecipazione alla decima storica edizione di Bianca di Puglia acquistando subito i ticket di ingresso.
L’evento, vista la straordinaria partecipazione delle passate edizioni, potrebbe andare in Sold Out con largo anticipo.


Fuori Corteo: Le vie di San Nicola in tutta la città

In il

fuori-corteo-le-vie-di-san-nicola-in-tutta-la-citta

In occasione del Corteo Storico di San Nicola 2024, organizzato dal Comune di Bari (Direzione artistica di Raffaello Fusaro), l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato allo Sviluppo Economico promuovono un palinsesto di eventi e allestimenti, realizzato tramite una call pubblica, rivolta alle realtà commerciali, sociali e culturali della città.

Dal 6 al 9 maggio 2024, le attività partecipanti al palinsesto, animeranno le strade di Bari con iniziative a tema nicolaiano.

FUORI CORTEO – IL PROGRAMMA

– Puglia Ceramiche
Strada San Giuseppe, 35
Arte in ceramica dedicata a San Nicola

– Centro Ottico DMG
Via Andrea Gabrieli, 11
Allestimento della vetrina a tema nicolaiano

– Open Cafè
Viale Papa Giovanni XXIII, 38
Mostre, esposizioni ed allestimenti

– BP LAB
Via Ottavio Serena, 35
Esposizioni d’arte e mixology bar con dj set

– Associazione I Custodi della bellezza
Corso Vittorio Emanuele, 29
Mostra di immagini dedicate a San Nicola

– Vivo Design Shop
Via Celentano, 94
Esposizione ed allestimento di fischietti di San Nicola

– Villaggio del Gusto
Largo Giannella
Manifestazione dedicata alla gastronomia

– Associazione culturale Terranova
Via Vallisa, 78
Mostra fotografica e pittorica

– Pupe Donna
Via Manzoni, 125
Esposizioni

– Spirito di Patate
Lungomare IX Maggio, 5
Esposizioni ed allestimenti

– Luciana Lorusso Immobiliare
Via Calefati, 142
Allestimento della vetrina

– Spaccabari
Mostra di manufatti e laboratori dedicati a San Nicola

– Cooperativa Sociale Unsolomondo
Via Pavoncelli, 124
Allestimento della vetrina

– Casa.Ro MozzarellaLab
Via Andrea da Bari, 129
Laboratorio caseario con antiche tecniche artigianali

– Marnarid dei F.lli Sifanno in collaborazione con l’associazione ecoitaliasolidale.it
Piazza dell’Odegidria, 16
Esposizioni, incontri e camminamenti

– Galleria Art and more
Via Cardassi, 24
Mostra collettiva Sanda Necole in chiave contemporanea

– Clinica del sale Bari
Via Niccolò Pizzoli, 4
Letture per bambini nella stanza del sale sulla storia di San Nicola

– Madre Natura
Via Amendola, 85
Allestimento della vetrina a tema nicolaiano

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA


Corteo Storico di San Nicola 2024: ecco programma e percorso

In il

corteo-storico-san-nicola-2024

FESTA DI SAN NICOLA – Corteo Storico “Verso l’alto”
Città di Bari
6 e 7 Maggio 2024

Tre quadri per rievocare miracoli e rappresentare valori e messaggi legati al Santo, esibizioni di danza aerea e un grande spettacolo finale sul sagrato della Basilica di San Nicola. E’ stata presentata questa mattina l’edizione 2024 del tradizionale corteo storico di San Nicola del 7 maggio. Uno spettacolo che si snoderà lungo un percorso artistico “tra cielo e terra”, come spiegato dai loro ideatori, “tra tradizione e contemporaneità, tra Est e Ovest”.

Un corteo che guarda alla figura di San Nicola come “faro nella notte per gli ultimi contro le ingiustizie di questa terra. Un santo, che innalza le fragilità e le nobilita verso l’alto, che porta le minoranze con sé, verso l’alto, per renderle grandezze”.

Organizzata dall’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl, l’edizione 2024 del corteo che sarà incentrata sulla rappresentazione del concetto di “altezza”, in cui due dimensioni saranno in dialogo continuo tra loro. Quella “terrena”, con la rievocazione storica tra le vie del centro sotto la guida artistica e registica di Raffaello Fusaro; quella aerea, che porterà i ballerini della compagnia ResExtensa in danza, sospesi in aria, grazie all’inventiva e alla poetica della coreografa Elisa Barucchieri.

Il Corteo del 7 maggio, con partenza alle ore 20.30 da piazza Federico di Svevia, attraverserà via San Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele II, largo IV Novembre, lungomare Imperatore Augusto, largo Papa Urbano II per terminare in piazza San Nicola. Il culto di San Nicola è esteso in tutto il mondo. Le sue gesta, di cui vi sono rare tracce documentate, tramandate nei secoli, sono divenute immagini memorabili in un patrimonio unico di leggende, favole popolari, miracoli che sono ancore di pace a tutte le latitudini. In questa nuova edizione non mancheranno momenti di rievocazione storica in cui si alterneranno i sei gruppi storici della città (Aps I Figuranti di San Nicola, I marinai della traslazione, Timpanisti Nicolaus Barium, Militia Santi Nicolai, Historia, Compagnia d’arme Stratos). In un Medioevo rievocato e immaginario fra gozzi, marinai, cavalieri e figuranti in costume, timpanisti e sbandieratori, saranno portati in azione scenica miracoli e racconti leggendari di San Nicola ma, soprattutto, verrà rievocata la festa per traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie di San Nicola.

“San Nicola con le sue storie, leggende e miracoli, incarna un patrimonio di riflessioni vive che superano i confini, ricordandoci che le persone, le genti, portano dentro stesso afflato e stessa dignità – ha sottolineato Raffaello Fusaro, direttore artistico del Corteo storico -. Il Nicola storico è stato un uomo energico che ha creduto nella forza rivoluzionaria del Vangelo. Vicino agli ultimi, al popolo, alle donne e agli uomini del mare e delle botteghe, è il Santo che lega la sua immagine al sorriso innocente dei bambini e degli ultimi. Le cronache della traslazione raccontano all’arrivo dei marinai, l’esuberante vittoria del popolo (il significato del nome Nicola, in greco, rimanda a questo concetto). La gioia di una folla innumerevole. Stiamo cercando di restituire il suo messaggio in un corteo vivo e appassionato che rispetti la tradizione e che culmini in un momento in cui, in Basilica, insieme, rivolgeremo tutti lo sguardo verso l’alto ricordando l’importanza di restare umani”.

“Sono onorata di poter contribuire alle magnifiche celebrazioni in onore di San Nicola – ha commentato Elisa Barucchieri, coreografa e direttrice artistica del centro di produzione per la danza ResExtensa – Porta d’Oriente -. Questo evento, che cresce in emozione e importanza ogni anno, rappresenta per me, e per tutto il team ResExtensa, un’opportunità straordinaria di celebrare non solo la figura di San Nicola, ma anche la bellezza dell’arte e della cultura. Come direttrice artistica, ho avuto il privilegio di assistere alla trasformazione di questo spettacolo nel corso degli anni, vedendo crescere non solo il numero di spettatori, ma anche la profondità emotiva e la qualità artistica delle performance. Ogni anno ci impegniamo a portare innovazione e creatività sul palco, mantenendo al contempo intatta la tradizione e il rispetto per il significato di questa festività. Che questa sesta edizione dello spettacolo in onore di San Nicola sia un momento di gioia, riflessione e condivisione per tutti noi. Che possa portare luce nei cuori e sorrisi sui volti di coloro che vi parteciperanno. E che possa continuare a crescere e a ispirare per molti anni a venire. Ringrazio di cuore ogni membro del nostro team e il nostro pubblico affezionato, che ci sostiene e ci ispira ad ogni passo del nostro viaggio artistico”.

“È per noi un onore ritornare, dopo cinque anni, a organizzare il Corteo storico di San Nicola e a collaborare con ResExtensa ed Elisa Barucchieri – ha detto Francesco Valenzano, rappresentante dell’Ati Doc Servizi soc. coop., Pooya srl e Password srl -. Il Corteo storico è per i baresi e per tutto il mondo di San Nicola è uno dei momenti più importanti dell’anno, intorno al quale si stringe l’intera comunità barese e al contempo diventa un momento di promozione culturale della nostra città. Anche questo corteo, come tutti quelli organizzati da Doc Servizi Bari fino al 2019, si contraddistingue per la cifra artistica, che supera la mera rappresentazione storica della traslazione e diventa uno spettacolo eccezionale nel nome di San Nicola. Ringraziamo il direttore artistico Raffaello Fusaro per aver accettato il nostro invito e ci auguriamo di lasciare il pubblico ancora una volta a bocca aperta”.

Le aziende che hanno scelto di sostenere l’edizione 2024 del Corteo Storico di San Nicola:

– per il Corteo: Coop Alleanza, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Nuova Fiera del Levante, GoUP, C&C, Acqua Orsini, Global Game e Tipografia Ragusa. Partner: IPSIA Santarella – De Lilla, Panflora, Istituto scolastico Margherita. Media Partner: La Gazzetta del Mezzogiorno e Telebari.

– per gli spettacoli del Centro di produzione nazionale della danza ResExtensa – Porta d’Oriente sono: Acquedotto Pugliese, Fondazione Puglia, Alpha Pharma, Nouvelle Esthétique. Si ringraziano inoltre per il sostegno Pronto Gru Service srl, BCC di Bari e Taranto, Logica srl, Alta Edilizia, Liceo Coreutico di Bari, Dams Bari, Accademia delle Belle Arti di Bari per i tirocinanti, LeZzanzare, Zero Barriere e Ente Nazionale Sordi sezione provinciale di Bari.

Come tutto ebbe inizio: la traslazione delle ossa di San Nicola

Il 6 maggio, alle ore 19, sul molo San Nicola, nel luogo che i baresi chiamano “Nderralalanz”, come da tradizione all’ora del tramonto, sarà messa in scena la traslazione delle ossa del Santo, ovvero il primo arrivo nella città delle reliquie che, secondo la tradizione, furono deposte provvisoriamente nella chiesa di San Michele. Uno scrigno prezioso sarà trasportato da figuranti su piccole barche da pesca, accolto dalle guardie e dal popolo in festa e accompagnato da un interprete di Niceforo, il primo autore ad aver riportato l’incredibile impresa del 1087. Le ossa di San Nicola, infatti, riposarono a Myra per circa 750 anni prima di essere portate in Puglia con un colpo di mano dei marinai. Il pubblico, grazie al piccolo Corteo verso la città vecchia, si immergerà nell’anno 1000 respirando l’aria di festa all’arrivo dei 62 marinai in città, con 50 figuranti e i musicisti che giungeranno alla chiesa di San Michele, dove l’“Abate Elia” deporrà lo scrigno, in attesa della costruzione della Basilica.

I quadri del Corteo storico

La rievocazione storica del 7 maggio è un percorso che vuole suscitare nel pubblico emozioni e riflessioni su tematiche antiche e allo stesso tempo contemporanee, utilizzando le storie tradizionali e la vita del Santo. Alcuni quadri saranno più festosi, altri drammatici, nella perenne dualità fra cui si muove l’umanità: bene e male, gioia e tristezza, benevolenza e tragedia. Non sarà una semplice sfilata di figuranti in costume storico, ma una sequenza di quadri in movimento alternata ai gruppi storici. Ogni quadro sarà messo in scena da attori e danzatori, insieme ai figuranti in costume storico, adulti e bambini, che interagiranno con la scena e il pubblico.

Ad annunciare l’arrivo del Santo saranno famiglie e bambini: figuranti canteranno e lanceranno in aria polvere colorata creando così una scia, un arcobaleno lungo il percorso. Saranno utilizzati prodotti naturali al 100% e biodegradabili, ottenuti da farina di mais e coloranti alimentari.

Primo quadro: “I ragazzi cretesi”

La prima azione scenica nel Corteo è una leggenda poco conosciuta: un venerdì santo, mentre i fedeli erano in preghiera, tre ragazzi giocavano sulla spiaggia. Si unirono a un ragazzo più grande e con lui salirono su una barca. Il mare agitato li spinse al largo. I ragazzi invocarono San Nicola che apparve, visibile solo a loro e li fece addormentare. Al risveglio, con il vento a favore, rientrarono in porto. Il quadro si ispira a uno dei miracoli che riguardano il rapporto tra il Santo, il mare e la gioventù. San Nicola, come albero maestro della nostra esistenza, ci trae fuori dal naufragio, raddrizza le vele della nostra esistenza e ci riporta in salvo.

Secondo quadro: “Le tre fanciulle”

Il secondo quadro raffigura l’atto di generosità più noto di San Nicola, rappresentato in azione scenica per il Corteo storico. Il dono, la solidarietà, il rispetto verso le donne sono i temi di questa scena. Tre fanciulle “sono trascinate” dal giogo paterno. Tre ragazze in abiti scuri, di differenti origini e colore della pelle a simboleggiare la condizione comune in cui versa la donna di ogni tempo. Dietro di loro un popolo di cortigiane e spettatrici. Nel percorso del Corteo, il pubblico sarà coinvolto emotivamente. Al loro seguito, a distanza, il giovane Nicola, che interverrà donando tre alte sfere lucenti e dorate (l’altezza verrà rappresentata da questi elementi simbolici) che sintetizzano la solidarietà nicolaiana. Il passaggio tra la condizione di schiavitù, che incatena le donne a un futuro immensamente triste, e la libertà verrà rappresentato da un’azione durante la quale l’unico in movimento sarà il giovane Nicola.

Terzo quadro: “Il quadro della pace”

Sebbene non sia tratto da miracoli o leggende, il terzo quadro racconta della fondazione del culto nicolaiano a Bari ovvero un momento della Translazione delle reliquie del Santo. Un quadro che non fa riferimento a un racconto leggendario o a un miracolo, ma che evoca eventi storici. Il 9 maggio, nel porto della città, i sessantadue marinai, di ritorno dalla spedizione a Myra, vennero accolti dalla folla in festa. Uno scontro tra il popolo dei marinai e le guardie dell’Arcivescovo Ursone (che in quel momento era a Trani o a Canosa) pose al centro della contesa l’urna che conteneva le ossa del Santo. L’Abate di San Benedetto, Elia, con i suoi monaci, placò gli animi e mise pace tra le fazioni avverse. L’aspra disputa nacque su chi dovesse custodire le reliquie del Santo, in quel momento ancora conservate e protette in un forziere dei marinai. I soldati armati e i cittadini baresi male armati si scontrarono aspramente; a terra rimasero due morti e molti feriti. L’Abate Elia intervenne proclamando Nicola il protettore della città e di tutto il popolo, e la pace venne così ristabilita in suo onore.

“San Nicola degli Stranieri” e il San Nicola gigante, l’arte di ResExtensa nel Corteo storico del 7 maggio

La compagnia ResExtensa di Elisa Barucchieri incanterà il pubblico nella tappa di piazza Libertà. Venti danzatori aerei, una fusione tra professionisti di talento e giovani artisti del territorio, faranno il loro saluto alla Caravella, dinanzi a Palazzo Città, dando vita a una serie di figure aeree che creeranno un momento di magia. Con grazia e forza, essi interpreteranno il legame profondo tra la città e il suo patrono, celebrando la ricca tradizione marinaresca e la devozione che da secoli anima il popolo di Bari. Le loro movenze evocheranno l’energia del mare e l’ardore dei marinai, mentre i loro corpi si solleveranno in eleganti acrobazie, creando un’atmosfera di magia e commozione. Sarà un tributo vibrante alla storia e alla spiritualità di San Nicola, un invito a rinnovare il legame indissolubile tra la città, il suo protettore e il mistero che li avvolge.

A chiusura del Corteo ci sarà il San Nicola Gigante, una creazione stilizzata e imponente che si staglia maestosa lungo il percorso, suscitando meraviglia ed emanando un’aura di protezione che avvolge tutti coloro che lo incontrano lungo il cammino.

Pur partendo spoglio, la sua imponenza è tangibile, pronta a essere vestita durante il Corteo. È un momento di partecipazione del popolo di Bari, che si unisce nel passaggio di mano in mano dei simboli che richiamano la sua testimonianza, ancora estremamente rilevanti per il mondo contemporaneo.

Quando il Corteo avrà percorso la piazza e avrà proseguito per il suo itinerario, il pubblico si riverserà in piazza Libertà e assisterà allo spettacolo “San Nicola degli Stranieri”, un’opera concepita tra cielo e terra, su un palco multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Questo spettacolo porta San Nicola da Myra a Bari, e da Bari al mondo intero, in un abbraccio che unisce le persone, testimoniato dai cittadini di un mondo ancora troppo diviso. “San Nicola degli Stranieri” racconta una storia di unità, compassione e speranza in suo nome, per la quale ogni cittadino del mondo è responsabile.

Altri interventi di spettacolo di ResExtensa sono previsti di fronte al Teatro Margherita e nello spettacolo finale in Basilica.

“San Nicola nei nostri sguardi verso l’alto”, lo spettacolo finale

Il grande spettacolo finale, ormai icona del Corteo Storico di Bari, donerà un’esperienza emozionante nello spazio del sagrato della Basilica di San Nicola. Qui, nell’ultima tappa del percorso, sfileranno i popolani, i nobili, i marinai, i soldati, il clero, gli sbandieratori, i timpanisti, gli armigeri e i danzatori, i bimbi e gli ultimi. Tutti s’incontreranno davanti alla porta della Basilica insieme ai quadri del Corteo dell’edizione 2024.

L’arrivo sarà accompagnato da una evocazione recitata da Marcello Prayer, attore ed interprete teatrale. La musica dal vivo al pianoforte sarà eseguita dal cantautore Renzo Rubino e, in un momento di grande impatto, le videoproiezioni sulla facciata della Basilica saranno immagini cinematografiche d’autore che ritraggono tutti noi. Come in una lente d’ingrandimento sul mondo, donne e uomini, bambini, migranti, gente comune, marinai, lavoratrici e lavoratori, uomini della terra, persone della strada. Un mondo reale filtrato dal nostro sguardo, fatto non da attori ma da gente comune. Volti tutti diversi, densi di sentimento, che raccontano cosa rende umano uno sguardo, il desiderio di infinito, la speranza e la fratellanza del popolo di San Nicola.

Anche qui interverrà la danza di ResExtensa: “San Nicola verso l’alto” è un’opera concepita tra cielo e terra, in uno show multi-level che offre una visione dinamica e coinvolgente. Inoltre, in una prima assoluta, lo spettacolo sarà narrato simultaneamente nella Lingua Italiana dei Segni e con audiodescrizione, garantendo l’accessibilità a tutti.

Lunedì 6 Maggio
Arrivo delle Ossa del Santo
ore 19:00
Molo San Nicola

A seguire
Corteo Storico tra le vie di Bari Vecchia

Martedì 7 Maggio
Santa Messa e imbarco del Quadro
ore 18:00
Baia di San Giorgio

Corteo Storico
ore 20:30
Castello Svevo

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA DI SAN NICOLA 2024


San Nicola nei Municipi: il quadro di San Nicola nei Municipi della città

In il

San Nicola nei Municipi

Quest’anno il Corteo Storico sarà anticipato da diverse attività di animazione nei Municipi di Bari.

Dal 2 al 4 maggio 2024, come da tradizione, l’arrivo del quadro di San Nicola verrà accolto in processione, accompagnato da timpanisti, sbandieratori e figuranti.
Inoltre, in programma in quattro Municipi della città:

• “A ma sci alla Caravelle”, la mostra itinerante a cura di Aps “I figuranti di San Nicola” con informazioni, foto d’archivio, alcuni dei manifesti più belli e significativi della festa di San Nicola dagli anni ’50 ad oggi.

• Laboratori a cura dell’Aps-Ets Brvndisivm Historica che includeranno un banchetto didattico di armi e armature nell’XI secolo, un banchetto sullo studio amanuense dei caratteri medievali (in particolare del carattere Bari Type), un banchetto per la realizzazione di corone da preghiera e, infine, un corso di scherma per bambini. In concomitanza dei laboratori verrà allestito il corner “Nei panni del Medioevo”, all’interno del quale i più piccoli potranno indossare costumi storici.

* Performance artistica dell’attore Francesco Ocelli che, nei panni di Niceforo, autore del primo resoconto della traslazione del corpo di San Nicola, reciterà in versi l’avventura dei marinai di ritorno da Myra.

SAN NICOLA NEI MUNICIPI: date, orari e luoghi:

Municipio 4
Piazza Santa Maria del Fronte
Carbonara
Giovedì 2 maggio 2024 ore 10.00

Municipio 2
Parco 2 Giugno
San Pasquale
Giovedì 2 maggio 2024 ore 17.00

Municipio 5
Chiesa di San Nicola
Catino
Venerdì 3 maggio 2024 ore 10.00

Municipio
Parrocchia Madre della Divina Provvidenza
San Paolo
Sabato 4 maggio 2024 ore 10.00

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA FESTA


Continuano le visite guidate del Teatro Petruzzelli anche nel mese di maggio: ecco il calendario delle date

In il

visite guidate teatro petruzzelli bari

VISITE GUIDATE
AVVISO: VISITA GUIDATA PRIMO MAGGIO SU PRENOTAZIONE

Per la visita in programma il primo maggio sarà necessaria la prenotazione via e-mail, entro le
ore 13:00 del 30 aprile, all’indirizzo visiteguidate@fondazionepetruzzelli.it indicando: nome,
 cognome, recapito telefonico, numero dei partecipanti, segnalando l’eventuale presenza di disabili
 in carrozzina.
Per ragioni di sicurezza, l’accesso in Teatro è consentito al massimo a due carrozzine.
Compatibilmente alla disponibilità dei posti, la Fondazione invierà una conferma dell’avvenuta
prenotazione.
Per le altre visite in programma, invece, i biglietti saranno in vendita 30 minuti prima dell’orario di
inizio della visita e fino ad esaurimento posti.
L’ingresso alla visita avrà un costo di 5€ per gli adulti, 1€ per gli studenti, i bambini e i disabili,
 mentre sarà gratuito per gli accompagnatori del disabile.
Il botteghino delle Visite Guidate aprirà 30 minuti prima dell’orario di inizio della visita e chiuderà
contestualmente all’inizio della stessa.
In caso sia presente pubblico straniero la visita si terrà simultaneamente in lingua italiana e inglese.
L’accesso in teatro sarà consentito a partire da 10 minuti prima dell’inizio della visita.
La visita durerà circa 30’ ed il percorso includerà la visita del foyer e della platea.
Il calendario delle visite può subire variazioni.

La Fondazione Petruzzelli organizza, su prenotazione, visite guidate riservate a gruppi e scolaresche in giorni diversi rispetto a quelli indicati in calendario.
Info: visiteguidate@fondazionepetruzzelli.it

[ENGLISH]

GUIDED TOURS
NOTICE: GUIDED TOUR ON 1st MAY RESERVATIONS REQUIRED

For the guided tour in programm on 1st May it’s necessary to make reservation sending an
email, until 01:00 p.m. of 30th April, to visiteguidate@fondazionepetruzzelli.it specifying:
 name, surname, telephone number and number of visitors and by informing the staff if there is any
disabled person in wheelchairs.
For safety reason, access to the theatre is allowed for a maximum of
two wheelchairs.
If the tickets will be available, the staff will send you a booking-confirmation email.
For all other guided tours in programm on April the sales of tickets will be start 30 minutes prior to
the beginning of the tour.
Tickets are going to became available while seats last.
Prices at Euro 5,00 for adult and 1,00 Euro for students, children and for disabled people.
No charge for attendant accompanying a disabled people.
The box office opens 30 minutes prior to the beginning of the tour, which will be presented in
English and Italian.
The access to the Theatre will be possible starting from 10 minutes before the
beginning of the tour.
The tour will last approximately 30 minutes and will include a visit to the
Lobby and the Auditorium.
Please note that this is a working Opera house and therefore tours might be subject to change.

CALENDARIO VISITE MAGGIO:

mercoledì 1° maggio ore 16.00 (su prenotazione con un minimo di 20 persone)
venerdì 3 maggio ore 13.00
sabato 4 maggio ore 13.00 e 18.00
domenica 5 maggio ore 13.00 – 14.30 e 16.00
domenica 12 maggio ore 10.00 – 11.30 e 13.00
sabato 18 maggio ore 13.30 e 15.00
domenica 19 maggio ore 10.00 e 11.30
sabato 25 maggio ore 12.30 e 16.00
venerdì 31 maggio ore 13.00

Sito internet: www.fondazionepetruzzelli.com


PRIMO MAGGIO BARESE 2024: musica, sport e cultura a Parco 2 Giugno. Il programma e gli ospiti

In il

primo maggio barese 2024

La Primavera è arrivata e con lei torna anche il Primo Maggio Barese, nella sua quinta edizione, sempre nell’affezionatissimo Parco 2 Giugno!

Come ogni anno sarà presente anche GNAM! Festival del Cibo di Strada, a Bari dal 25 aprile al 1° maggio Parco Due Giugno ingresso Viale Einaudi.

Mercoledì 1° maggio, dalle ore 10:00 alle ore 24:00, parco 2 Giugno ospiterà la quinta edizione del Primo Maggio Barese, la manifestazione organizzata da Soul Club con il patrocinio del Comune di Bari. Questa nuova edizione dell’evento ha ottenuto l’assegnazione dell’Open Call Grandi Eventi curata da Aret – Agenzia Regionale del Turismo e Pugliapromozione, che ha inserito l’appuntamento nella programmazione dei Grandi eventi della Regione Puglia.

Durante la giornata tre aree proporranno musica di ogni genere, a partire dal main stage. La novità di quest’anno è la partecipazione del Primo Maggio Barese al circuito di festival italiani ed europei nella selezione di artisti emergenti: la finale tenutasi al teatro Kismet ha visto vincere Adriana, giovane veronese la cui musica esplora tutte le sfumature del mondo hip hop e che ha ricevuto riconoscimenti da nomi storici della scena italiana. Parteciperanno anche Gaetano de Caro e Fettuccine, reduci da X-Factor. Sul palco, in veste di presentatore, l’attore barese Giuseppe Scoditti sarà affiancato da Alessandro Antonacci di LeZZanzare, ormai resident della manifestazione. Sul palco principale si alterneranno tantissimi artisti, e poi, in serata sarà Puritano ad aprire il live di Brusco, il cantante romano membro di una delle posse storiche del reggae italiano, che per l’occasione canterà le sue hit da solista tra cui “Sotto i raggi del sole” e “L’erba della giovinezza”.

Accanto al main stage ci saranno anche quest’anno uno stage di musica elettronica e uno dedicato alla black music curato da Gutter Corp, etichetta gestita da Amerigo Benedettelli, giovane barese che si occupa di management e comunicazione in ambito discografico, che porterà sul palco Sgamo e Guido Cagiva, artisti made in Bari divenuti famosi nel panorama internazionale. Come sempre, non mancheranno le attività dedicate ai più piccoli, con giostre, gonfiabili e teatrino delle marionette. Nell’area market vintage e handmade si potrà curiosare tra abbigliamento, design, oggettistica, artigianato e vinili. Uno spazio sarà dedicato all’arte con la mostra fotografica “Who are you” di Alina Loizzo, in arte Cenere 2.0, curata da Serena Sisto per FPS arte e cultura. Nell’area elettronica la mattina ci sarà la presentazione del Libro “In Puglia” di Piero Meli curata da Cinzia Cognetti.

Altra novità di questa edizione è l’allestimento di un’area riservata ad attività socio-culturali, sanitarie e benefiche, in cui dare spazio e visibilità all’impegno di diverse associazioni locali: la Federazione italiana medici pediatri Puglia (FIMP Pediatri Puglia) e la Società italiana di Medicina di emergenza e Urgenza pediatrica (SIMEUP) saranno presenti in un’area talk/ascolto dedicata alle famiglie predisponendo durante la giornata un corso di “disostruzione vie aeree in caso di inalazione di corpo estraneo” insieme al Gruppo interdisciplinare assistenza donne e bambini (GIADA), che si occuperà di informazione e prevenzione sulla shaken baby syndrome (“sindrome del bambino scosso” in adesione alla campagna promossa da Terre des Hommes e SIMEUP). Sarà presente anche la onlus Agebeo e amici di Vincenzo che dal 2003, grazie all’impegno di Michele Farina e ai 150 volontari coinvolti, aiuta quotidianamente le famiglie e i bambini colpiti dalla leucemia infantile: oltre a informare e sensibilizzare sul tema, la onlus organizzerà alcune attività ludiche gratuite per tutti i bambini presenti e raccoglierà beni di prima necessità per le famiglie fragili.

Nello spazio curato da Health Dental Center di Aldo Napolitano, ancora, ci si occuperà di prevenzione e informazione odontoiatrica gratuita soprattutto rivolta ai più piccoli. Infine gli operatori dell’Unità di strada comunale Care for People faranno testare agli interessati un simulatore di guida per sensibilizzare ai rischi legati alla guida in stato di ebbrezza. Anche quest’anno il Primo Maggio Barese potrà contare sul coinvolgimento delle associazioni LeZZanzare e Retake Bari impegnate nella sensibilizzazione su temi sociali e ambientali.

“Il nostro Primo Maggio è l’unica manifestazione gratuita pensata per essere veramente inclusiva, con un’attività o uno spazio per tutti i cittadini, dai bambini alle persone con disabilità, dalle famiglie agli adolescenti – commentano i fondatori dell’evento Alessio Micky Artuso e Alice Bergamin -. Siamo riusciti in questo grazie alle tante tantissime collaborazioni con diverse realtà e associazioni cittadine ormai partner dell’iniziativa, che ogni anno propongono attività, talk e musica all’interno del parco”.

Il Primo Maggio barese è un evento gratuito sponsorizzato da Dok e Famila, BdM Banca, Redbull, Ermanno Dammacco, Peroni, Sun Scape, Leonardo’s, Club&Cars, ABC Group, Il Manovale, Ghiotto, PickyRent, Prespaglia. I partner della manifestazione sono: Gutter, Gnam, FPS-Arte e Cultura, Cantine Angiuli, Le telecroniste, Pink basket Bari, Pachamama. LeZZanzare, Retake, Unità di strada, Health dental center, FIMP Puglia, SIMEUP, GIADA, Agebeo, associazione Madonnella Republic.

L’ordinanza a tutela della pubblica sicurezza

Per consentire lo svolgimento dell’iniziativa in sicurezza, la Polizia locale ha predisposto un’ordinanza con cui, fino a due ore dopo la fine dell’evento previsto per il 1° maggio, sulla complanare di viale Luigi Einaudi, è fatto divieto:

– per gli esercenti qualsiasi attività commerciale di somministrare e/o vendere per asporto, su area pubblica e/o aperta al pubblico, bevande in bottiglie e/o in contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio, nonché in bottiglie di plastica con il tappo;

– per qualsiasi soggetto di detenere, nelle zone come sopra individuate, bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio e bottiglie di plastica con il tappo;

– per qualsiasi soggetto non autorizzato di detenere, altresì, spray al peperoncino o comunque contenenti sostanze urticanti;

– di compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei luoghi interessati.

Il provvedimento dispone inoltre che, a partire dalle ore 18 di martedì 30 aprile, e fino a due ore dopo la fine dell’evento di mercoledì 1° maggio, all’interno del parco 2 Giugno, nonché su viale Einaudi (nel tratto di strada compreso tra viale della Costituente e viale della Resistenza), viale della Resistenza, viale della Costituente e via Stefano Jacini (nel tratto di strada compreso tra viale della Costituente e viale della Resistenza), in quanto aree interessate direttamente dallo svolgimento dell’evento, è fatto divieto, per gli esercenti qualsiasi attività commerciale, di somministrare e/o vendere per asporto, su area pubblica e/o aperta al pubblico, bevande in bottiglie e/o in contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio, nonché in bottiglie di plastica con il tappo.

Infine, all’interno del parco 2 Giugno, sarà vietato:

– detenere bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio e bottiglie di plastica con il tappo nonché spray al peperoncino o comunque contenenti sostanze urticanti;
– accedere all’interno dell’area interessata direttamente dall’evento (parco 2 Giugno) con zaini, borsoni ecc. contenenti bottiglie e contenitori in vetro, lattine di alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo, spray urticanti o qualsivoglia dispositivo urticante;
– compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei luoghi interessati.

I trasgressori, fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni in caso di concorso di violazioni, saranno puniti con la sanzione prevista dall’art. 650 del Codice penale. A carico dei trasgressori esercenti l’attività commerciale, l’autorità amministrativa potrà applicare la sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da 3 a 15 giorni consecutivi, secondo i criteri di cui all’art.11 della Legge n.689/81.

#1MB24

Programma:

ore 10.00
Opening street food festival by Gnam

ore 10.30
Opening area kids con giostre e attività ricreative

ore 10.45
Presentazione del libro “In Puglia” di Piero Meli curata da Cinzia Cognetti

ore 11.00
Lezione di Yoga con Pachamama curata da Margi Abbinante

ore 11.00
Opening Main Stage con esibizioni live e DJ set spettacolo condotto dal comico Giuseppe Scoditti e da Alessandro Antonacci

ore 11:15
Attività sportive curate dalle Telecroniste, squadra femminile di calcio barese

ore 11.30
Market vintage e handmade, design, oggettistica, artigianato e vinili

ore 11.30
Mostra Fotografica “WHO ARE YOU” di Alina Loizzo curata da FPS arte e cultura

ore 12.00
Area sociale con Unità di Strada, FIMP Pediatri Puglia, Agebeo, Health Dental Center con diverse attività e talk

ore 12.00
Opening Gutter Stage:
Aeger,
Ame,
Candyvan,
Cameramenotre Dj set,
Doddy Darko,
Flaiem,
Guido Cagiva,
Gabriele, Il Guapo,
Gsepe Live set,
Ghima,
Mista P,
Samonwolf,
Sgamo Dj,
Roberto Jolle Live set,
Wasa,
Yelpo

ore 12.00
Opening Electronic Stage:
Claudio De Tullio,
Carmela Ciocia,
Dj Hotwheels & dj fractal,
Daraio,
Dejaju & Der B2B,
Gigi Verdoscia,
Michele Lamparelli,
Lillo,
Nicola Mazzetti,
Natural Modulation,
St David
Qubiko

ore 14.30
Main Stage – Swing lessons con Eddy de Marco

ore 15.00
Spettacolo delle Marionette nell’area kids

ore 21.15
ADRIANA Live – La vincitrice del contest Festival Pass in collaborazione con SZIGET Festival

ore 22.30
Main Stage:
Adriana,
Alessandra Ragno live piano,
Al Verde,
Anima Noir,
Brusco live,
Carlo Chicco dj set,
Davide Verni,
Eddy De Marco,
Fettuccine & Ventura,
Frisari live,
Gaetano De Caro,
Gianpiero Carbonara,
Miss Fritty,
Miss Pia,
Pasquale33 live,
Puritano,
Qubiko sax,
Redroom,
Romanhife,
Sgamo,
Soku-Master-Ade,
Walter Celi & Blend Project

www.primomaggiobarese.com


GRAN PREMIO DI BARI 2024, il programma completo dell’8ª rievocazione storica

In il

gran premio di bari 2024

L’OLD CARS CLUB federato ASI, organizza l’8ª rievocazione storica del “Gran Premio di Bari”, manifestazione con prove di regolarità a calendario nazionale ASI e a calendario internazionale FIVA.

Il Gran Premio di Bari
La prima edizione del Gran Premio di Bari, 75 anni fa, rimane uno dei momenti più emozionanti nella storia del motorsport pugliese. Ad organizzare l’evento, aperto alle vetture di Formula Grand Prix, il  sindaco di allora Vito Antonio Di Cagno  aveva chiamato Renzo Castagneto, patron della Mille Miglia. Castagneto riuscí a portare subito la gara nell’olimpo degli appuntamenti più attesi, arruolando  la Squadra Corse Alfa Romeo, con due vetture ufficiali guidate da Achille Varzi, che vinse la prima edizione, e Consalvo Sanesi.  I due anni successivi furono invece dedicati  alle “Rosse”, con la partecipazione delle neonate Formula 2- fino a 2000 cc senza compressore- e il trionfo delle nuove Ferrari 166SC a 12 cilindri, che si aggiudicarono sia l’edizione del 1948 con Landi, che quella del 1949, con Ascari.

Dal 2010 avviene la Rievocazione Storica del Gran Premio di Bari, organizzata da Old Cars Club; l’evento fa parte del Circuito Tricolore Asi,  con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei territori attraverso il motorismo storico. Un mix di eccellenze italiane, fra bellezze paesaggistiche, enogastronomia, e cultura, che gode dei Patrocini dei Ministeri della Cultura, del Turismo, delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili e dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

Programma:

VENERDÌ 5 APRILE
MUSEO CIVICO DI BARI | Strada Sagges 13

h 11:00
CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE delle iniziative rientranti nell’8ª
edizione della Rievocazione del Gran Premio di Bari.

h 18:00
INAUGURAZIONE MOSTRA “IERI, OGGI E DOMANI”, un racconto tra immagini e
cimeli sulle tracce dei più grandi campioni che tra il 1947 e il 1956 si sfidarono sul
circuito del Gran Premio di Bari.
La mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 30 aprile e seguirà i seguenti
orari:
da lunedì a venerdì: 9:30-13:30, 16:30-19:30 (ultimo ingresso ore 19:00)
Sabato e domenica: 9:30-13:30 (ultimo ingresso ore 13:00)

LUNEDÌ 8 APRILE
MUSEO CIVICO DI BARI | Strada Sagges 13

h 10:30
CONVEGNO “SICUREZZA E MOBILITÀ” organizzato dall’Old Cars Club in collabo-
razione con Volvo Italia e CODACONS Puglia.
Una giornata dedicata alla sicurezza stradale, con l’obiettivo di sensibilizzare
giovani, famiglie, adulti, operatori della mobilità e istruttori di scuole guida su
importanti aspetti legati alla strada e all’incidentalità. Il tema sarà sviluppato da
illustri relatori: Docenti Politecnico di Bari e dell’Università degli Studi di Bari “Aldo
Moro”, nonché da esperti del settore tra cui Amministratore delegato Volvo Italia
e Comandante dei Vigili Urbani di Bari e Lorenzo Moretti Associazione Ciao Vinny.

11-14 APRILE | EXPOLEVANTE
Padiglione ASI | Fiera Del Levante

Dopo il grande successo del 2023 – con la presenza di 250 espositori e 50.000
visitatori – dal 11 al 14 aprile torna Expolevante, la rassegna del tempo libero ospitata
a Bari negli spazi della Nuova Fiera del Levante. Come nella passata edizione, che
ha decretato l’attesa rinascita della rassegna, anche quest’anno il Gran Premio
di Bari sarà presente con un intero padiglione dedicato ai veicoli storici, per un
connubio perfetto tra cultura dei motori, risvolti sociali e quella straordinaria forma
di turismo lento promossa dal motorismo d’antan.

GIOVEDÌ 11 APRILE | h 10:30
INAUGURAZIONE alla presenza del Presidente Nazionale ASI Alberto Scuro, il
Presidente ANCI Antonio Decaro, Presidente Ente Fiera Gaetano Frulli.

DOMENICA 14 APRILE | ORE 9:30-14:00
MINI GRAN PREMIO UNICEF ITALIA. Evento unico nel suo genere e primo in Italia,
coinvolgerà tutti i bambini dai 4 ai 10 anni, che prenderanno parte attiva all’evento
e che consisterà nel far percorrere due giri del percorso di gara, con 20 macchinine
a pedali messe a disposizione da Unicef Italia.

MERCOLEDÌ 17 APRILE
SALA GIUNTA DI PALAZZO DI CITTÀ

h 11:00
CONFERENZA STAMPA 8ª Edizione Rievocazione Storica del Gran Premio di Bari
e presentazione del testimonial, piloti e automobili che saranno presenti durante
la manifestazione.

SABATO 20 APRILE
MUSEO CIVICO DI BARI | Strada Sagges 13

h 18:30
IL MOTORISMO È DI MODA. Shooting fotografico Model fotografi, stilisti, modelle,
auto.

GIOVEDÌ 25 APRILE
PIAZZA DELLA LIBERTÀ
Posizionamento delle auto nei paddock.
Posizionamento del simulatore VRS (Virtual Racing Simulator).

VENERDÌ 26 APRILE
Visita guidata della città di Trani per tutti i partecipanti GP VIII edizione, con cocktail
lunch nella Masseria Torre Quarto ed esposizione con shooting fotografico della
auto d’epoca collezione Old Cars Club.

SABATO 27 APRILE

h 09:00 Esposizione statica delle auto del GP nel paddock c/o corso Vittorio
Emanuele.

h 15:00 Arrivo delle moto storiche

h 16:00 Arrivo delle auto storiche

h 17:45 Arrivo delle Ferrari e delle Porsche, con relativa sfilata

h 18:30 Dj set

h 19:00 Balli

h 20:45 Accensione delle automobili nel paddock

h 21:15 Sfilata in notturna
Apertura del GP con la presentazione in diretta televisiva dei piloti e delle auto
partecipanti alla gara di regolarità in notturna.
Giro di ricognizione / Gara di regolarità.

DOMENICA 28 APRILE
Apertura VIIIª edizione GP Bari, presentazione manifestazione, piloti e auto.

h 09:30 Inno d’Italia.

h 09:30 Inizio gara
8ª RIEVOCAZIONE DEL GRAN PREMIO DI BARI

h 9:45 – 10:30 Primo giro

h 10:45 – 11:30 Secondo giro

h 11:45 – 12:30 Terzo giro

h 12:35 – 13:00 Ultimo giro libero di tutte le auto con posizionamento auto finale su Corso Vittorio Emanuele II°

h 13:00 – 13:30 Consegna delle coppe sponsor

h 13:30 Premiazione primi 5 classificati

h 14:00 Trasferimento dello staff in sala Consiglio del Comune di Bari per i saluti finali e la consegna dei gadgets ai partecipanti

>>>Scheda di Iscrizione

>>>Percorso

INFO
Old Cars Club Federato A.S.I.
Via Napoli, 357 D – 70132 Bari
Tel. / Fax 0805227522
Cell. 3663114000
segreteria@oldcarsclub.it
www.oldcarsclub.it


Casting per il Corteo Storico di San Nicola. Ecco tutte le info per partecipare

In il

Casting-per-il-Corteo-Storico-di-San-Nicola-2024

CASTING PER IL CORTEO STORICO DI SAN NICOLA 2024

Si terrà mercoledì 24 aprile, a partire dalle ore 9.30, presso Porta Futuro Bari (via Ravanas 233 – ex Manifattura di Bari), il casting per i figuranti del Corteo Storico di San Nicola 2024, con la direzione artistica di Raffaello Fusaro.
Le figure richieste sono donne, uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini di qualsiasi età.

Per tutti è necessario non avere tatuaggi estremamente visibili su mani, braccia e collo, né capelli dai colori innaturali (es. blu, rosa, viola) o smalto permanente/semi permanente o ancora capelli con doppio taglio o rasati.
Per partecipare alle selezioni è necessario, inoltre, portare con sé una fotocopia del documento di identità e del codice fiscale.
I minori dovranno essere accompagnati da un genitore.

L’organizzazione del casting è a cura dell’ATI costituita da Doc Servizi Bari, Pooya – agenzia di comunicazione e pubblicità e PASSWORD, aggiudicataria della gara promossa dal Comune di Bari – Assessorato alle Culture per l’ideazione, progettazione, realizzazione, organizzazione e gestione integrata del Corteo Storico di San Nicola, edizione 2024.