Festival di Pasqua: Duo Pianistico Gianna Valente – Imma Larosa

In il

duo pianistico valente larosa santa scolastica bari

Duo Pianistico
mercoledì 10 aprile 2019
Chiesa Santa Scolastica – Bari

PROGRAMMA:

DUO PIANISTICO
Gianna Valente
Imma Larosa

G.ROSSINI – “Preludio religioso” per pianoforte solo, dalla “Petite Messae Solemne”
Giovanna Valente

L.V.BEETHOVEN – “Marcia Funebre”, 2° tempo della 3° Sinfonia, trascritto per pianoforte a 4 mani da P.Ulrich

N.RIMSKIJ-KORSAKOV – “Sheraazade”, poema sinfonico nella trascrizione per pianoforte a 4 mani

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info: 3408973683 – 3737499220 – info@ilcorodelfaro.it


Festival di Pasqua: Concerto Cantate Domino

In il

concerto cantate domino santa scolastica bari

Concerto Cantate Domino
domenica 7 aprile 2019
Chiesa Santa Scolastica – Bari

PROGRAMMA:

W.A.MOZART – AVE VERUM CORPUS (1756-1791)
A.BRUCKNER – LOCUS ISTE (1824-1896)
R.MANUEL – ALLELUIA (1951)
C.MAWBY – CRUX FIDELIS (1936)
V.MISERACHS – AVE MARIA (1943)
E.AGUIAR – SALMO 150 (1950)
M.LANARO – MADRE DELL’ALBA (1957)
K.JENKINS – CANTATE DOMINO (1944)
L.MOLFINO – O SACRUM CONVIVIUM (1916-2012)
G.F.HAENDEL – HALLELUJA (1685-1759)

Coro OmniaMusica
Pianoforte – Giacinto Cagnazzi
Direttore Luciano Ancona

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info: 3408973683 – 3737499220 – info@ilcorodelfaro.it


Festival di Pasqua: Il Coro Stelle Alpine di Bari

In il

Festival di Pasqua Il Coro Stelle Alpine di Bari

Coro Stelle Alpine di Bari
M° Paolo Romano
Concerto del 31 marzo 2019
ore 20.00 – Santa Scolastica – Bari

Programma:

PRIMA PARTE – M° PAOLO ROMANO ALL’ORGANO
Lemmens – Preghiera
Elgar – Salut d’amour
Buxtehude – Vivtimae Paschali Laudes

SECONDA PARTE – CORO
Fanfara – Lanaro (elaborazione R. Lomurno)
Ai preat la biele stele – Anonimo (Armonizz. Pigarelli)
Stelutis Alpinus – A. Zardini
Maria Lassù – G. De Marzi
Ave Maria – K. Dubiensky
Ninna nanna a S. Nicola – B. Grimaldi
Improvviso – G. De Marzi
Signore delle Cime – G. De Marzi

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info: 3408973683 – 3737499220 – info@ilcorodelfaro.it


Festival di Pasqua: Il Coro del Faro del M° Paolo Lepore

In il

festival di pasqua coro del faro

L’ Associazione “Il Coro del Faro” del M° Paolo Lepore, inaugura per il Festival di Pasqua 2019,
I Concerti di Santa Scolastica, il primo dei cinque concerti in programma.

Soprano Catia Barile
Baritono Antonio Stragapede
Pianista Gianna Valente

Di seguito i brani in repertorio:
Vangelis: Comquest of Paradise Coro del Faro;
GB Pergolesi: Salve Regina soprano Catia Barile;
G Verdi: Il Lacerato spirito baritono Antonio Stragapede;
G Verdi: Ave Maria da Otello soprano Catia Barile;
G Puccini: Coro a bocca chiusa da Butterfly Coro del Faro
G Donizetti: Ave Maria Catia Barile e Antonio Stragapede
L.Cohen: Halleluja solisti del Coro
G Rossini: Pro Peccatis Suae Gentis Antonio Stragapede
W A Mozart: Ave Verum Coro del Faro
G Verdi: Il Santo Nome e La Vergine degli Angeli
Catia Barrile – Antonio Stragapede- Coro del Faro
C Frank: Panis Angelicus
Catia Barile- Antonio Stragapede – Coro del Faro
G Verdi: Va Pensiero, da Nabucco Coro del Faro

Direttore Artistico M° Paolo Lepore

Chiesa di Santa Scolastica – Bari
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info: 3408973683 – 3737499220 – info@ilcorodelfaro.it


Settimana dei Musei a Bari, apertura del Museo archeologico di Santa Scolastica

In il

museo archeologico di santa scolastica bari

La Città Metropolitana di Bari con la cortese collaborazione del Consorzio Idria aderisce alla Settimana dei Musei.
Dal 5 al 10 Marzo 2019 sarà possibile visitare il Museo Archeologico di Santa Scolastica al costo ridotto di 3 euro.

Lungomare Imperatore Augusto – Piazzale Cristoforo Colombo (Bari)


Giornata della Memoria: le iniziative in programma in città per commemorare le vittime dell’olocausto

In il

giornata memoria shoah bari

Giornata della Memoria: le iniziative in programma in città per commemorare le vittime dell’olocausto

In occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria istituita nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto, sono diverse le iniziative in programma nella città di Bari che godono del patrocinio del Comune – assessorato alle Culture.
In occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria istituita nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto, sono diverse le iniziative in programma nella città di Bari che godono del patrocinio del Comune – assessorato alle Culture.

“La memoria è un obbligo di chi rimane – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli -. Ma con il tempo tutto sfuma, anche la tempra morale di una generazione che, uscita dalla seconda guerra mondiale, aveva dedicato la propria esistenza a impedire che accadessero altri olocausti. Oggi, però, l’olocausto è proprio della memoria collettiva. A questo servono dunque le numerose iniziative che patrociniamo e incoraggiamo a svilupparsi in città: perché l’orrore e la devastazione non accadano mai più”.

Dal 21 gennaio all’8 febbraio negli spazi della Mediateca Regionale Pugliese, in via Zanardelli 30, sarà allestita la mostra “Il campo di concentramento nazista-tedesco Konzentrationslager Auschwitz”, l’esposizione curata dal Museo Statale di Auschwitz-Birkeanau realizzata in collaborazione con l’associazione pugliese Italo Polacca, l’Istituto della Memoria Nazionale, l’ufficio consolare dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma, il segretariato regionale del Ministero dei Beni Culturali per la Puglia, il dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, la Mediateca Regionale Pugliese, l’Apulia Film Commission, l’assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma del Comune di Bari.

Un percorso fotografico e documentario estremamente accurato che ricostruisce la tappe della nascita e progressiva espansione del campo nel contesto della storia politica e militare europea, a partire dall’aggressione tedesca fino alla liberazione del campo, avvenuta il 27 gennaio del 1945 ad opera delle truppe dell’Armata Rossa.

Nel corso della cerimonia di inaugurazione, alle ore 17 del 21 gennaio, saranno proiettati i documentari “Ambulans” e “Archeologia” a cura del Museo Statale di Auschwitz-Birkenau, che saranno accompagnati dagli interventi musicali di Maria Serena Salvemini al violino e del maestro Pietro Laera al pianoforte (associazione culturale musicale “Nel Gioco del Jazz”) e di Giovanna Carone e Mirko Signorile con il loro progetto Far Libe.

Per tutta la durata della mostra, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.30, gli istituti scolastici potranno prenotare la visita alla mostra ed eventualmente assistere alla proiezione di un film a scelta tra “Train de vie” di Radu Mihaileanu (1999) e “Concorrenza sleale” di Ettore Scola (2001).

Dal 21 gennaio al 9 febbraio, il Museo Archeologico di Santa Scolastica ospita “Binario 21”, un progetto culturale ideato da Marluna Teatro di Trani, con il supporto organizzativo dell’agenzia Guastella Communication di Bari, in partnership con le guide turistiche di Confguide Bari, e il patrocinio di Regione Puglia, Consiglio Regionale Pugliese, Assessorato alla Pubblica Istruzione Regione Puglia, Città Metropolitana e del Comune di Bari.

Dal binario 21 della stazione centrale di Milano, trasformato oggi in memoriale della Shoah, partivano i convogli carichi di deportati ebrei diretti ai campi di sterminio nazisti. Dal binario 21, il 30 gennaio 1944 circa 650 ebrei, tenuti in prigionia nel carcere di San Vittore, vennero condotti ai campi di Auschwitz-Birkenau, e solo 22 riuscirono a tornare vivi.

“Binario 21” è un viaggio nella memoria per non dimenticare il passato, per essere consapevoli della terribile capacità dell’uomo di commettere orrori, un viaggio che ha l’ambizione di smuovere coscienze, che si articola in tre momenti: una performance teatrale, di 15/20minuti, presentata all’interno di un carrozza di un treno merci, liberamente ispirata alle testimonianze di chi ha viaggiato su uno dei treni partiti dal binario 21; una mostra fotografica illustrata da una guida, con testimonianze di lettere e ritrovamenti all’interno dei campi di concentramento di Auschwitz–Birkenau e una installazione video in cui musicisti e cantanti si esibiscono all’interno del campo di concentramento ormai abbandonato in memoria delle vittime dell’Olocausto.

La mostra sarà inaugurata domani, sabato 19 gennaio, alle ore 17, con le autorità e la stampa, e aperta alle scuole e al pubblico a partire da lunedì 21 gennaio.

Il 26 e il 27 gennaio, il Museo osserverà un’apertura straordinaria, con orario continuato dalle 10 alle 21. Ai visitatori verrà offerto un percorso per visitare sia il Museo di Santa Scolastica, sia per il percorso performativo allestito nel Museo Archeologico di Santa Scolastica – Ingresso Bastione – lungomare Imperatore Augusto.

Anche quest’anno, in occasione della Giornata della Memoria, Coop Alleanza 3.0 organizza, a livello nazionale, una attività di raccolta e donazione di volumi sul tema della Shoah realizzata sui territori locali.

A Bari, nell’ipermercato di Japigia, per tutta la giornata di sabato 26 gennaio sarà possibile acquistare e donare libri (per ragazzi/e e adulti) che saranno raccolti e poi destinati da Coop Alleanza 3.0 agli Spazi Sociali per Leggere realizzati dalla rete di Bari Social Book per continuare il lavoro prezioso di implementazione di piccole Biblioteche della Memoria e un utilizzo attivo e proattivo dei libri raccolti.


“BINARIO 21 – Le Giornate della Memoria” a Bari, la mostra della Shoah nel museo di Santa Scolastica

In il

binario 21 le giornate della memoria bari

Dal binario 21 della stazione centrale di Milano, trasformato oggi in memoriale della Shoah, partivano i convogli carichi di deportati ebrei diretti ai campi di sterminio nazisti. Dal binario 21, il 30 gennaio 1944 circa 650 ebrei, tenuti in prigionia nel carcere di San Vittore vennero condotti ai campi di Auschwitz-Birkenau,e solo ventidue di loro riuscirono a tornare vivi dal lager.

“Binario 21” è il nome del progetto culturale, un “viaggio nella memoria” per non dimenticare il passato, per essere consapevoli della terribile capacità dell’uomo di commettere orrori, un viaggio che ha l’ambizione di smuovere coscienze: queste sono le premesse dell’esperienza culturale, di forte impatto emotivo, legata alle celebrazioni della Shoah, propostadall’Associazione Marluna Teatro di Trani, con il supporto organizzativo dell’agenzia Guastella Communication di Bari,  in partnership con le guide turistiche di Confguide Bari, e  il patrocinio di Regione Puglia, Consiglio Regionale Pugliese, Assessorato alla Pubblica Istruzione Regione Puglia, Città Metropolitana e del Comune di Bari, che si svolgerà nel Museo Archeologico di Santa Scolastica dal 19 gennaio al 9 febbraio 2019.

Binario 21, è rivolto non solo agli studenti delle scuole medie e superiori, (durante l’orario scolastico, ossia 9.00-13.00), ma a tutto il pubblico della città e dintorni, (negli orari di apertura) e si articola in tre momenti: una performance teatrale, di 15/20minuti, presentata all’interno di un carrozza di un treno merci, liberamente ispirata alle testimonianze di chi ha viaggiato su uno dei treni partiti dal Binario 21; una mostra fotografica illustrata da una guida, con testimonianze di lettere e ritrovamenti all’interno dei campi di concentramento di Auschwitz–Birkenau e una installazione video in cui musicisti e cantanti si esibiscono all’interno del campo di concentramento ormai abbandonato in memoria delle vittime dell’olocausto.

Il 26 e il 27 gennaio, il Museo osserverà un’apertura straordinaria, con orario continuato dalle 10 alle 21. Ai visitatori verrà offerto un percorso per visitare sia il Museo di Santa Scolastica, sia per Il percorso performativo allestito nel Museo Archeologico di Santa Scolastica – Ingresso Bastione – lungomare Imperatore Augusto.

La mostra sarà inaugurata sabato 19 gennaio alle ore 17,00 con le autorità e la stampa, e aperta alle scuole e al pubblico a partire da lunedì 21 gennaio.

PROGRAMMA:
Giovedì 17 gennaio ore 10.30: Conferenza stampa di presentazione
Sabato 19 gennaio ore 17.00 Inaugurazione con le autorità

Giorni e orari performance teatrale e visita del museo:
Dal 21 gennaio all’8 febbraio tutte le mattine: ore 9.00, 10.30 e 11.45
Domenica 20 gennaio: ore 11.00 e 12.00
Sabato 26 gennaio: mattina ore 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00
Domenica 27 gennaio: mattina ore 11.00 e 12.00, pomeriggio ore 17.00, 18.00 e 19.00
Sabato 2 febbraio: mattina ore 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00
Domenica 3 febbraio: mattina ore 11.00 e 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00

Per assistere alla performance teatrale occorre prenotare. La performance avrà luogo al raggiungimento di un gruppo minimo di 10 persone.
Costo del biglietto: 10 €. Sconto gruppo composto da minimo 10 persone: € 8 a persona.

Come PRENOTARE: Inviando una mail a direzioneartistica@marlunateatro.com e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 3402326032 o al 3396462381 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono.


Passeggiata a Bari Vecchia: Sotto e Sopra

In il

Passeggiata a Bari Vecchia Sotto e Sopra

Passeggiata per le vie di Bari vecchia ove avremo modo di visitare:
– la chiesa di San Michele e il luogo in cui l’abate Elia avrebbe custodito le reliquie di San Nicola;
– Palazzo Simi, casa palatiata di epoca rinascimentale che suggella una fitta e serrata stratificazione archeologica sia verticale che orizzontale.
– Museo archeologico di Santa Scolastica
Inizio ore 9.30 in piazza Ferrarese.
Durata dell’evento: 2 ore circa
Fine evento in associazione per saluti e consegna di alcuni gadget.

Gruppo massimo di 20 persone.
Qualora ci fosse recapitata una grande richiesta l’evento sarà ripetuto in altre date.
Costo a persona di 10€
Prenotazione OBBLIGATORIA ai numeri: 3293355016 o 3406889211


“Theorema” di Giulio De Mitri in mostra presso il Museo Archeologico di Santa Scolastica

In il

theorema giulio de mitri santa scolastica bari

“Giulio De Mitri – Theorema”
Bari, Bastione Santa Scolastica,
23 giugno – 30 settembre 2018

Sabato 23 giugno alle ore 18.30 presso il Bastione aragonese del Museo Archeologico di Santa Scolastica della Città Metropolitana di Bari, sarà inaugurata l’installazione ambientale site specific Theorema di Giulio De Mitri, considerato tra i protagonisti della Light Art e noto a livello nazionale e internazionale.

L’esposizione offrirà uno spaccato attuale dell’opera dell’affermato artista pugliese, da oltre quarant’anni impegnato a dare al proprio lavoro un valore sempre nuovo, sempre carico di stimoli e di significati.

Artista rigoroso e al contempo raffinato intellettuale dai molteplici interessi culturali, nel suo lungo percorso il De Mitri ha coltivato una costante e profonda riflessione estetica, che ha assecondato una formazione di matrice filosofica, fondata sul pensiero platonico ed eracliteo, coniugandola con una vivida attenzione per le istanze sociali e linguistiche del Novecento.

L’originalità dell’esposizione consiste nel confronto dialettico tra la sua installazione, composta da nove opere legate ad un repertorio cosmogonico attraversato da visioni mitiche e sacrali, e l’affascinante e storico spazio del Bastione aragonese di Santa Scolastica.

Questa formula è stata già sperimentata con successo con la Mostra Le sentinelle della duchessa di Mimmo Paladino e oggi si rinnova con Theorema di Giulio De Mitri, una creazione che ha un forte legame identitario con le origini millenarie della nostra antica civiltà.

«Nella penombra del Bastione aragonese di Santa Scolastica – scrive Antonella Marino nel catalogo – nove strutture di essenziale geometria si stagliano con evocativo rigore in total white. Il candore assoluto delle teche in forma di spaziosi triangoli, cerchi, quadrati, sorretti in continuità da alti basamenti, contrasta in parte con l’ambiguità visiva delle immagini intrappolate al loro interno: apparizioni lattiginose di luce ora fredda ora più calda dai riverberi grigi e azzurri, da cui affiorano assonanze embrionali, traiettorie sfumate, sagome astrali, costellazioni fisse o pulsanti. Difficile descrivere ciò che gli occhi vedono e traducono in sorpresa mentale ed emotiva. In questa installazione Giulio De Mitri sembra voler condensare il processo originario della nostra esistenza, genesi cosmica, nascita, trasformazione, morte come continua rigenerazione. La silenziosa mistica sottende il mistero dell’eredità ancestrale: come è iniziato tutto? Che cosa è il creato? Qual è la nostra casa? Da dove è venuto tutto questo, in che modo ne facciamo parte?”, annota l’autore.»

Le risposte sono legate alle opere, Percezioni cosmiche I e II, Spazi sacrali, “Genesi” e Paesaggi dell’anima.

La mostra del De Mitri, immersiva e contemplativa, offre quindi un’attenta ricerca che spazia tra minimalismo mediterraneo, arte sociale e light art, in grado di evocare i grandi temi esistenziali e rappresenta la cifra espressiva di un artista tra i più significativi della sua generazione.

Curata da Clara Gelao e Antonella Marino, l’esposizione sarà accompagnata da un catalogo edito da Gangemi, Roma, e conterrà, oltre i testi istituzionali di Antonio Decaro, Sindaco della Città Metropolitana, e di Francesca Pietroforte, Consigliera delegata per i Beni e le Attività Culturali, contributi critici delle curatrici e di Gisella Gellini, docente di Light Art e Design della Luce alla Scuola del Design del Politecnico di Milano, oltre ad un apparato iconografico e nota bio-bibliografica sull’artista.

La mostra resterà aperta fino al sino al 30 settembre p.v.

Bastione di Santa Scolastica, Bari
Lungomare Imperatore Augusto – Largo Nino Lavermicocca

Giorni e orari di apertura: dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 17.00; domenica dalle ore 10.00 alle ore 14.00; martedì chiuso.

infotel: 080/5412394
e-mail: museoarcheologico@cittametropolitana.ba.it


“I CONCERTI DI SANTA SCOLASTICA”: 5 concerti per la raccolta fondi per il restauro della Chiesa di Bari vecchia

In il

i concerti di santa scolastica paolo lepore

“I CONCERTI DI SANTA SCOLASTICA”

con la Direzione Artistica del Maestro Paolo Lepore

L’Associazione culturale Il Coro del Faro e l’Associazione ambientalista Ambientepuglia organizzano i “Concerti di Santa Scolastica” allo scopo di raccogliere fondi per il restauro del portale di questa magnifica Chiesa tra le più antiche della città vecchia.

La sua edificazione risale presumibilmente ad un epoca da collocare tra l’VIII e l’XI secolo. Il portale della chiesa, in stile barocco settecentesco, è sormontato da una statua di San Benedetto, con ai suoi lati due angeli; si nota anche lo stemma dell’arcivescovo Puteo, che consacrò l’edificio al culto nel 1579.
Nella parte superiore della facciata si trova un finestrone. A destra si erge, invece, un campanile appartenente con molta probabilità ad una struttura precedente.

La comunità di Santa Scolastica, guidata da Don Lino Larocca , è tra le più attive e dinamiche del Borgo Antico e la cura che dedica al mantenimento della Chiesa merita di venir premiata da un restauro che restituirebbe all’edificio – facente parte del patrimonio dello Stato Italiano e non del Vaticano – l’antico splendore e che renderebbe ancor più bello e suggestivo questo angolo di Bari Vecchia affacciato sul mare.

L’impegno economico, tuttavia, esige uno sforzo comune che le due Associazioni richiedono ai cittadini e agli enti interessati, offrendo loro magnifici appuntamenti di musica sacra e lirica di facile godibilità.

I concerti si svolgeranno nei mesi di marzo, aprile e maggio con inizio alle ore 20.00

Ingresso libero
Contributo volontario per il restauro del portale della Chiesa

Le Associazioni “Il Coro del Faro” (info@ilcorodelfaro.it) e Ambientepuglia (segreteria@ambientepuglia.it)
restano a disposizione per chiunque abbia bisogno di ulteriori informazioni.

Infotel: 3408973683 – 3357188261